A DUE PASSI DAL MITO…

 Scritto da il 5 marzo 2012 alle 10:27
Mar 052012
 

Lo stadio Meazza ci aveva visto soccombere undici volte su dodici negli incontri disputati contro la beneamata. Francamente mi pare una sorta di masturbazione mentale cercare un colpevole a tutti i costi (anche perché non esistono colpevolezze da dare). Possiamo parlare fino a domani di come ci sia stata scippata una vittoria che era ampiamente alla nostra portata e che, visto l’andamento dell’incontro anche nel risultato di due a zero era penalizzante per il Catania.

Vorrei invece soffermarmi un momento sulle sensazioni vissute da tifoso partendo dalla fine…

Quando Milito deposita in rete, la palla del pareggio dell’Inter guardo mio figlio negli occhi e vedo la delusione del tifoso. Durante l’arco dell’incontro sia io sia lui, spesso incrociamo lo sguardo, nei nostri occhi lo stupore e l’orgoglio di vedere il Catania dare una lezione di gioco alla grande Inter… tutto funziona perfettamente.

Carrizzo dà sicurezza alla difesa che da non dà segni di sbavature nel periodo di prevalenza iniziale da parte nerazzurra. I tre di centrocampo giocano quasi a memoria, i tre d’attacco sono dei furetti imprendibili per la lenta difesa nerazzurra…

Sospettavamo noi tifosi che, rispetto alla compagine nerazzurra, il Catania attuale fosse superiore come squadra, mai però, avremmo potuto pensare che la differenza di valori in campo potesse essere così marcata e a volte quasi irriverente.

Per larghi tratti dell’incontro rivedevo mentalmente la partita giocata contro il Novara. Il Catania palleggiava a centrocampo padrone assoluto dell’incontro, pronto ad affondare i colpi nel momento propizio e l’Inter solleticava amorevolmente la difesa Rossazzurra. Il furore agonistico iniziale della squadra Meneghina cozzava con l’organizzazione di gioco del Catania.

La rabbia agonistica dell’Inter era presto spenta dalla coppia Barrientos-Gomez. L’uno (il pitu), prendeva la palla a centrocampo, alzava la testa e lanciava in profondità.  L’altro (il papu) che, dal canto suo irriverentemente sbeffeggiava Nagatomo e infilzava con una rasoiata all’angolino opposto il povero Julio Cesar. Noi, da parte nostra, al gol del Catania facevamo un balzo rompi-caviglie e ci abbracciavamo saltando come due ossessi.

L’Inter, non assorbiva il colpo, il Catania continuava a palleggiare allegramente e irriverentemente a centrocampo. Lodi, Almiron e Barrientos davano lezioni di calcio all’armata Brancaleone Nerazzurra… Va da sé che, visto il diverso livello di gioco delle due squadre, il raddoppio da parte nostra appariva quasi una formalità presto assolta dal giocatore meno talentuoso di centrocampo, il sette polmoni Mariano Izco … una buona dose di fortuna accompagnava in rete la palla che personalmente mi faceva scoppiare il cuore di felicità: “Apoteosi Rossazzurra!”

Non stiamo più nella pelle io e mio figlio. Lui, ripete continuamente che ormai l’abbiamo vinta, io, gli dico che nonostante la nostra superiorità in tutti i settori del campo, la squadra nerazzurra potrebbe trovare un golletto con uno dei suoi campioni quindi, bisognava andarci cauti. Il Catania nel frattempo continuava a macinare gioco sbagliando clamorosamente sotto porta alcune palle che gridano ancora vendetta.

Il Calcio è imprevedibile, quello che non succede in novanta minuti può accadere negli ultimi cinque. Assistiamo così alla riscossa nerazzurra che parte da una disattenzione del nostro portiere.

Quello che voglio dire l’ho premesso all’inizio cioè: non ci sono colpevoli ma, solo circostanze sfavorevoli.

Montella sta dimostrando sempre più di essere un grande allenatore e ieri sera ha dato una lezione di gioco al più navigato Claudio Ranieri. Non mi si venga a dire che ha arretrato la squadra perché chi lo afferma, è in malafede e le sostituzioni sono dovute solo alla chiara difficoltà dei ragazzi che era dovuta al gran correre per tutti i novanta minuti.

Grandi Almiron, Lodi e Barrientos tutti gli altri sopra la piena sufficienza; Ebagua fuori dagli schemi di gioco.

Mercoledì a Cesena il Catania dovrà riprendersi i punti lasciati a Milano, anche se la partita presenta difficoltà maggiori rispetto a quella di ieri sera perché il Cesena e con l’acqua alla gola.

Sono fiducioso! La squadra ha dimostrato di non accontentarsi a fare un campionato di mediocre sopravvivenza nella categoria.

 

A SOSTEGNO DI UNA FEDE: “FORZA CATANIA!”

  76 Commenti per “A DUE PASSI DAL MITO…”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Per me ripeto a dire che la partita si poteva vincere benissimo, era nostra a tutti gli effetti.
    per me a Milano abbiamo perso 2 punti, speriamo di riprenderli a Cesena…..

    poi ogni uno è libero di leggere la partita come meglio crede….

  2. Ip Address: 94.167.213.87

    E’ vero, ognuno vede la partita dal suo personale punto di vista.
    Caro Joe nonostante tutto se Seymour non avesse pensato bene di cercare il gol ad effetto invece di tirare la botta staremmo qui a parlare di una vittoria che il Catania aveva dimostrato di meritare ampiamente… e il Papu solo davanti a Julio Cesar e Barrientos e Bergessio e… “su me nonnu era cuicciddatu” 😳 …e… su Militu abbiava a palla fora … 8) e… su ….

    Forza Catania!

  3. Ip Address: 79.9.143.244

    Salve raga’!!!
    Copia e incolla dal sito ufficiale del calciocatania.

    “Nel recupero addirittura potrebbe arrivare la beffa: Pazzini al 45°st tutto solo dentro l’area piccola tira ma Carrizo compie il miracolo e respinge di piede”.
    Meno male un punto lìabbiamo preso.

    Dopo aver accompagnato il nipotino a scuola, sono andato dal meccanico per un piccolo problema alla macchina di mia figlia. C’erano dei tifosi interisti, io zitto ho ascoltato i loro commenti, hanno detto “meno male che ci e’ andato bene”.

    Contenti lo tristi noi.
    Adesso bisogna andare a Cesena e con le p…e a terra che hanno loro dobbiamo
    fare risultato.
    Giochiamo meno leziosi e piu’ alla garibaldina!!!

    Forza Catania!!!!

  4. Ip Address: 79.44.7.158

    Un caro saluto a tutti i tifosi del sito. Ciao Mario, condivido in pieno ciò che hai scritto, per me è stato vedere sul campo ciò che avevo largamente anticipato nell’articolo pronostico rebus, pensa ho anche indovinato i gol di Gomez e di Milito. In questo momento, lo ribadisco, il Catania è molto più forte dell’Inter e una nostra sconfitta sarebbe stata illogica.

  5. Ip Address: 151.88.22.10

    Come dice mario…con i se e con i ma non si va da nessuna parte.
    è stata una bella partita…fino a qualche tempo fa si pensava già alla partita successiva, non si sognava neanche di fare risltato a Milano, ed invece questo è successo. avanti con fiducia, 34 punti, una partia in meno contro l’ultima in classifica….sognare è lecito….poi abbiamo due incontri consecutivi in casa… Fiorentina ( dissestata) e Lazio…. 9 punti? speriamo….se son rose fioriranno….

    Forza catania!!!!
    P.S. abbiamo dato una lezione di calcio all’inter…

  6. Ip Address: 2.115.24.12

    La Paura fa… 90
    amici rossazzurri buongiorno. un saluto caro a Mario e Peppe . per intanto una certezza: il CATANIA come squadra e come gioco . detto questo possiamo tranquillamente dire che paghiamo l’inesperienza di saper condurre in porto partite come quella di ieri già praticamente in tasca. specie se l’avversario si chiama Inter e se lo scenario è quello di San Siro ci sta che tecnico in primis e giocatori a rimorchio perdino la testa sul primo episodio sfavorevole. che subentri improvvisa la paura di vincere, il terrore di non essere all’atezza di una impresa simile. aver umiliato l’Inter, davanti alla sua gente , deve cmq essere considerata una impresa degna di tale nome. del resto , vi chiedo , sono questi i soli punti che questi meravigliosi eroi hanno perso durante la stagione calcistica in corso?
    e ho un altra domanda da fare: qual’è l’obiettivo fssato per questa compaggine? sono i 50 punti annunciati da Ninuzzu? non direi! questa squadra non è da 50 punti ben più alte sono le sue possibilità. allora qual’è l’obiettivo? lasciata alle spalle la mira della salvezza questa squadra non ha un obiettivo.
    diciamo che è un cavallo che si sta allenando per vincere i prossimi gran premi avendo la consapevolezza di poter piazzarsi anche da subito ma… morde ahimè il freno del fantino che lo conduce. in molti di noi tifosi cominciano a suonare male frasi del tipo.: godiamoci il momento ” o “per la sesta volta consecutiva etc etc”. attendiamo la fine di questo campionato per vedere chi resta e chi viene. questo è l’anno zero. l’anno della piena maturità per cui decisiva sarà la campagna acquisti , pardon il mercato 2012/13. se a fine anno lo zar vorrà ancora vendere piedi e tavolini… beh vorrà dire che ci troveremo di nuovo a commentare partite come quella di ieri… partite da “paura fa 90”.
    giampiero

  7. Ip Address: 85.41.235.41

    Un saluto a tutti…..
    bentornato Giampiero, abbiamo fatto un bel primo tempo esemplare nel modo di gestire il vantaggio e la partita.
    il secondo tempo l’Inter è venuta fuori e noi ci siamo abbassati a difendere il risultato tant’è vero che d’avanti c’era solo Bergessio a lottare contro tutti.
    il freno non lo messo io ma bensì Montella che non spronava i ns. ad andare avanti.
    Difendendo prima o poi il goal lo prendi, e noi abbiamo preso 2.
    ovvio che abbiamo giocato bene ma non abbiamo saputo tenere il vantaggio, ma quando penso che con l’Inter ha vinto anche l’ultima in classifica il Novara, e allora di cosa stiamo parlando.
    Maturità è quello che ci è mancato ieri, eravamo molto superiore ma abbiamo ottenuto solo un punticino che peccato….
    altri dicono non era forte il Catania, ma era debole l’Inter io a questa diceria non mi associo.
    la paura di perdere ci ha frenato.

  8. Ip Address: 85.41.235.41

    riporto il posto dell’altra pagina

    elefantinoblu
    5 Marzo 2012 alle 01:40
    Ip Address: 151.74.15.193

    i solito non lascio commenti su vari siti ma stasera dopo la partita mi è venuta voglia di scrivere due righe per vedere se qualcuno condivide il mio pensiero.Personalmente il catania per me stasera poteva anche perdere perchè la gioia che mi ha dato vedendo giocare la squadra in questo modo(A MILANO) è maggiore dei tre punti ma la rabbia che mi scaturisce è leggere in tutte le testate è papera di carrizzo e inter brava a recuperare e qualcuno che dice montella ha sbagliato.Colpevolizzare il portiere per una bomba carica di effetto che gli piega le mani mi sembra esagerato e per guanto riguarda montella ha aiutato l’inter (non per sua volontà) perchè il catania poteva fare il 3 a zero benissimo sempre davanti la porta ci arrivava con facilità invece berghessio sul 2 a 0 non faceva più la prima punta non dando più riferimento ai compagni poi lo sostituisce per quel tronco come se non lo conoscesse mi cambia barrientos sul 2 a 1 l’unico che ti fa la differenza tirandosi 3 giocatori dietro alla volta e mi levi pure gomez alla fine.Che montella sia diventato incapace negli ultimi 15 minuti credetemi mi sembra impossibile mi sembra più credibile che il catania una volta faceva il favore alle squadrette per non retrocedere e adesso deve pure favorire le grandi per farle rimanere in carreggiata.Come questa sera mai ho visto una squadra aiutare un altraD

  9. Ip Address: 85.41.235.41

    Ragazzi, ho il biglietto pronto per vedere Cesena – Catania
    Matteo perchè non vieni anche te..

  10. Ip Address: 2.115.24.12

    grazie joe, si paura di perdere o di vincere , ma solo paura…
    noi più forti dell’inter e a pensarlo non siamo solo noi due…
    ieri i due interisti di sky hanno strasparlato parlando di inter debole e catania abile a sfruttare le due sole occasioni da goal che si erano presentate..

  11. Ip Address: 2.38.171.101

    Buongiorno a tutti, belli e brutti!!
    Mario, condivido l’articolo e lo spirito che lo contraddistingue, ottimismo e fiducia, nella sostanza.
    Malgrado ciò, purtroppo, sono fra quelli che vede il bicchiere mezzo vuoto e spiego di seguito per quale motivo:
    1 – Nelle ultime settimane contro questa Inter hanno vinto cani e porci, il Catania ieri avrebbe dovuto fare bottino pieno per attestarsi finalmente in una posizione in graduatoria di assoluto privilegio, fiancheggiando i nerazzurri e superando i rosella.
    2 – La classifica che ammiravo dopo il primo tempo mi ha esaltato, vedere nuovamente Chievo e Palermo di fianco mi fa davvero incavolare.
    3 – Perchè Ebagua? Dov’è Catellani?
    4 – Perchè Bergessio? Non mi sembrava così stanco ed ho avuto anche l’impressione che non fosse affatto soddisfatto della sostituzione.
    5 – E’ vero, non è Montella che ha abbassato la squadra ma è anche vero che ha fatto pochissimo per risollevarla!! 👿

    Col senno di poi siamo tutti bravi, lo so, ma ieri ho visto la partita insieme a mio cugino che è interista: non ha detto una parola fino al gol mancato da Pazzini… 🙄
    Nessun colpevole, mi associo, neanche Carrizo, ha sbagliato ma ha anche fatto bene in altre circostanze però se Montella vuole pensare in grande ed ambire a crescere come la propria squadra, che in questo momento si chiama Catania, deve provare a rivedere con sana autocritica i propri errori di lettura delle partite e di scelte tecniche prima e durante l’incontro.
    Non ce l’ho con Montella, ero molto più critico con Simeone l’anno scorso ed ho dovuto fare ammenda e ricredermi, come sai, non ero il solo; io se sbaglio chiedo scusa e faccio dieci passi indietro, il Catania ieri ha regalato due punti, questi indietro come i punti contro Chievo e Cagliari non torneranno più. 😥

  12. Ip Address: 94.166.39.50

    Ciao Simone e Giampiero, lieto di vedervi riscrivere a queste latitudini … :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Montella ieri (detto dai cronisti Sky), incitava la squadra ad andare avanti e non il contrario. Se la squadra ha rinculato indietro è perchè (come ha sottolineato Giampiero), la squadra ha avuto paura di vincere, ma anche perchè uomini fondamentali erano quasi spompati. Un bel passo avanti nella piena consapevolezza dei propri mezzi i ragazzo lo hanno fatto: adesso sanno che possono vincere contro chiunque.

    Ma ditemi: chi sta permettendo al Catania di giocarsela su qualsiasi campo se non il nostro piccolo grande aeroplanino?

    Sono d’accordo con Giampiero sulle possibilità della squadra ben oltre i cinquanta punti ma il processo di maturità è ancora da compiere. Partiamo dall’anno zero:giusto!

    Ciao Prof…

    Forza Catania!

  13. Ip Address: 94.166.39.50

    Ciao Marcello, scrivevamo in contemporanea.

    1) hanno perso contro cani e porci è vero, ma, gli errori sotto porta non li ha fatti certo Montella e poi ogni partita ha una storia a sè …

    2)Palermo e chievo arriveranno comunque dopo di noi.

    3) Ebagua e non Catellani perchè l’ha vista così, per me Catellani è troppo leggerino rispetto ai marcantoni della difesa Interista-

    Bergessio era stanchissimo e Montella incitava la squadra ad andare avanti, dopo il pareggio abbiamo rischiato di andare di nuovo in vantaggio… e comunque l’orgoglio dell’Inter ha fatto il resto!

  14. Ip Address: 2.115.24.12

    ciao Mario grz a Voi tutti per concedermi la possibilità di esprimere il mio pensiero.
    confermo sui cronisti di Sky (di partissima per altro). erano meravigliati e come dire quasi offesi per lesa maestà di cotanto ardire della squadra etnea e del suo tecnico… 😀 sono mancate le gambe per paura di compiere l’impresa. capita.
    ….e dopo essere stato anche troppo critico oggi dico: toglietemi tutto ma non il mio Montella.
    Forza Catania

  15. Ip Address: 2.115.24.12

    signori giocatori stremati. Bergessio ha fatto un lavoro abnorme ieri come sempre del resto. stesso dicasi per gomes e barrientos (piango a pensare che fine faranno il prossimo anno).
    Forza Catania
    Giampiero

  16. Ip Address: 94.166.39.50

    Giocheranno ancora con noi caro Giampiero … 😯 😯 😯

  17. Ip Address: 2.38.171.101

    Mah…Mario, io contro i marcantoni avrei continuato, come bene aveva fatto Montella in principio, ad affidarmi a brevilinei come Catellani e Ricchiuti.
    O prosegui con coerenza, e fin lì ci sono anch’io, oppure non dare spazio ad inutili e deleterie invenzioni.
    Io, per fotuna, non sono un tecnico, mi scaldo soltanto quando vedo che lasciamo ad altri ciò che avrebbe potuto legittimamente essere nostro. 🙄
    Per il resto sono convinto che non solo ci salveremo ma ci attesteremo su queste posizioni di classifica; le altre, in fondo, non è che stiano facendo faville e poi saranno costrette, come ieri, a contendere fra loro stesse e di ciò non possiamo che approfittarne.
    In ogni caso, per me, bicchiere mezzo vuoto.
    Peccato e andiamo avanti.

  18. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Mario parli sempre dei giocatori “erano quasi spompati” ma cosa hanno fatto di più per essere stanchi ???? Mario hanno giocato per 95 minuti per un giocatore è normale routine, hanno corso di più ma questo è il gioco del calcio bisogna correre per tutta la durata.

    dici che Montella incitava i ns. ad andare avanti, veramente io non lo visto incitare per nulla ma avevo notato e non da adesso che ha stu vizio di tenere le mani sempre in tasca, ma se non ha neanche gioito ai gol realizzati…..

    per me rimane un bravo allenatore ma manca d’esperienza e ha sempre paura di perdere e si tira indietro a difendere, la paura scaturisci una mancanza di fiducia nei suoi giocatori…
    secondo me ancora non si è reso conto del tasso di qualità che ha il Catania.

    e per favore non mi fate vedere più Ebagua in campo meglio Catellani 100 volte :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  19. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Marcello concordo con te ieri ho messo come titolo “il bicchiere mezzo vuoto”

  20. Ip Address: 2.38.171.101

    Lo so…lo so…porca miseria….

  21. Ip Address: 2.38.171.101

    Caro Giampiero, se continuerà così vedo Gomez tra Inter e Lazio, ma anche a Palermo. 😯
    Barrientos e Bergessio almeno un’altra stagione se la tirano. 8)
    Per non mostrarmi inutile disfattista vorrei sottolineare l’ottima prova di Izco, Spolli e Legrottaglie.

  22. Ip Address: 2.38.171.101

    …e pensare che avevo azzardato l’immagine Uefa….. 🙄 ❗

  23. Ip Address: 2.115.24.12

    spero di no ma al limite metteri la firma se perdessimo solo gomes.
    se permetti metterei Legrottaglie sopra tutto il reparto difensivo e non mi riferisco solo all’ulitma partita disputata. Legrottaglie ha dato solidità compattezza e fiducia a tutto il reparto. bravo Nicola.
    spolli ieri mi è piaciuto meno.
    per Izco non è un caso se parte dalla tribuna a inizio anno e poi con tutti gli allenatori che si sono avvicendati finisce per essere titolare…

  24. Ip Address: 85.41.235.41

    è il colmo mi fa solo rabbia pensare che abbiamo dato Maxi Lopez per prendere al suo posto Ebagua…..

  25. Ip Address: 2.115.24.12

    beh joe te sai troppe cose di calcio per credere a quello che hai scritto… lopez era già sotto contratto in estate con la fiorentina…
    il punto è che lo zar nisciu pi fari a spisa ma na truau nenti a picca soddi… e abbiamo ebagua. 😀

  26. Ip Address: 85.41.235.41

    Lo so Giampiero è solo per fare un paragone da come eravamo in attacco e come ci siamo ridotti…
    abbiamo solo Bergessio se sta male o squalificato giocherà lo Zar al posto suo 😉 😉 😉

  27. Ip Address: 2.115.24.12

    anzi ci va pure bene… in attacco vogliono giocare tutti. pensa che sino a pochi giorni fa sentivo da diversi parti che doveva giocare in porta… 😀

  28. Ip Address: 85.41.235.41

    Lo tirchio sta convincendo Moratti a prendere a Gomez, quindi a fine campionato possiamo salutare il Papu 😀 😀 😀

  29. Ip Address: 2.38.171.101

    Ad ogni modo un Suazo al 100 per 100 avrebbe fatto almeno un tempo a buon livello, magari adesso rientrerà per fare la sua parte al meglio e dare respiro a super Gonzalo.

  30. Ip Address: 79.44.7.158

    Una buona serata a tutti. Scorrendo la pagine per poter leggere i vostri commenti ho letto i titoli delle news a fianco., un titolo è allucinante: da Rado a Marigo passando per Iezzo fino a Carrizo… storia di portieri ricordati più per le papere che per le prodezze. Mi chiedo ma quale storico del calcio l’ha fatto ? Di ciò che non si è in grado di parlare sarebbe meglio tacere. Rino Rado è stato per anni, in assoluto il miglior portiere della B ed è stato più volte premiato. In tutta la carriera ha fatto tre soli errori, due, purtroppo, nella stessa partita proprio nella porta sotto i gradoni dove ero seduto io. La partita in questione era Catania-Roma. Era morto da poco in un tragico incidente Luciano Limena, i compagni avrebbero voluto dedicargli la vittoria e segnò per noi Piero Baisi, poi vinse la Roma per 2-1 con due tiri identici da trenta-quaranta metri di Del Sol, ma Rado aveva un difetto alla vista e non ci vedeva da lontano e non li vide partire, per il resto era un “gatto”

  31. Ip Address: 79.51.179.79

    UNA BUONASERATA A TUTTI FRATELLI DELLA COSTA ROSSAZZURRI CATANISTA60 SONO IN SINTONIA CON TE QUANDO DICI CHE OGNI PARTITA A UNA STORIA A PARTE FORZA CATANIA 😉 😉

  32. Ip Address: 79.44.7.158

    Vista la nostra posizione di classifica e vista la pochezza dell’avversario che affronteremo mercoledì, secondo me, sarebbe opportuno che in vista della ben più impegnativa partita contro la Fiorentina Montella facesse un po’ di turn over.
    Io metterei in campo Ricchiuti, Catellani, Llama e magari Bellusci che in qualsiasi squadra medio piccola farebbero i titolari, farei riposare un pochino Gomez, Barrientos e Bergessio, magari per metà partita per averli più riposati contro la Fiorentina.

  33. Ip Address: 2.10.119.3

    In primis mai sono stato in malafede, lo ero anche con i tuoi allenatori che difendevi a spada tratta, prima Atzori e poi Giampaolo? salvo poi ricrederti? ora io affermo e dico dall’inizio del campionato che Montella è un allenatore alla diciamo Ranieri? uno che mai ha vinto qualcosa e mai la vincerà anche se allenasse il Real Madrid, se poi vedi sia durante le partite sia durante le interviste, hanno lo stesso atteggiamento, sorrisetto ironico mani in tasca e sempre la colpa e degli altri, lo scienziato Ranieri mi fa giocare quyella larva di Cambiasso e Palombo e mi lascia fuori Sneijder e optato per il 4-4-2: cioè ha dire al Catania VI TEMO, poi vedere Forlan ala è il colmo, ieri prima della partita dicevo che con il centrocampo dell’Inter al rallentatore Lodi e compagnia avrebbero fatto un partitone, la verità si è vista, Montella e li lo apprezzo fortunatamente ha fatto all’inizio le cose semplici, quelle di schierare la formazione naturale dell’attuale Catania, cosa che il 90% dei tifosi avevano già fatto prima della partita, ma il bene per il Catania è quello che nel primo tempo i giocatori non si cambiano mai, ma nel secondo tempo vegono i guai, Montella deve fare le sostituzioni e mi fà giocare Ebagua, un favore di Lo Monaco a Cairo? li sono malizioso,? facendo uscire un Bergessio che anche a mezzo servizio ne vale 100 di Ebagua, e non facciamo ridere dicendo che era stanco, ma in ogni caso come dicevo ieri e come mi conferma Marcello, che saluto, dove era Catellani? in tribuna? a casa ? è arrivato tardio alla riunione tecnica? e Suazo? non poteva fare 15 minuti e se no, perchè lo convochi? in gita premio!! poi veniamo al colpo di genio, fuori Barrientos per Seymour, degna sostituzione alla Ranieri!! Vedi Claudio anch’io come te ho paura…..e mi difendo, ora uscirà che Barrientos era uscito a scopo precauzionale!! IERI DOVEVAMO SCHIACCIARLI e ridicolizzarli, poi nel calcio come dici tu e lo penso anch’io un golletto puo’ arrivare, ma Montella lo sa? e se lo sa perchè non infierisce sull’avversario? sul tre a zero non c’era più partita, ma do anche la tua risposta ovvia, i gol non li ha sbagliati Montella ma Bergessio, Seymour ma l’atteggiamento rinunciatario con i suoi cambi a difendere, si quello è stato l’errore madornale di Montella e che ha dato l’opportunità al suo collega di resuscitare, due esoneri in 2 anni sarebbero stati troppi!! Spero che Pulvirenti non la pensi veramente come te!! almeno su Montella..
    Noi catanesi abbiamo bisogno di allenatori sanguigni alla Mourinho, dove i giocatori sono difesi alla morte e l’allenatore mette sempre la faccia come Simeone, e Mihajlovic e non dicono se, se se!!!!!!

  34. Ip Address: 79.44.7.158

    Dimenticavo, Almiron ha bisogno più di altri di “tirare il fiato”, per quanto riguarda Suazo vedere i miei commenti di luglio, per quanto riguarda Ebagua in questo momento non mi sembra assolutamente all’altezza per la serie A, molto meglio Catellani, non c’è paragone, ma le cose possono anche cambiare. La storia è piena di attaccanti considerati mediocri che all’improvviso segnano tanti gol.
    Una buona serata a tutti , a domani.

  35. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Prof.,
    Chiarezza, non dire nulla su Seymour che secondo me è un bravo centrocampista, vero che il suo ruolo è più da mediana davanti la difesa, ma ieri si è trovato solo davanti al portiere e ha sbagliata il tiro, toppa fretta troppa foga, si può perdonare 😀 😀

  36. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania ottavo in classifica – Rossazzurri al lavoro in Emilia-Romagna

    Ottavo in classifica, con un margine di nove punti sulla ‘zona calda’ ed una gara da recuperare, il Catania vive un buon momento, certificato da 11 punti nelle prime 6 gare giocate nel girone di ritorno. Il pareggio conquistato a Milano contro l’Inter, nonostante l’amarezza per la vittoria svanita a 10′ dal termine, ha un significato storico importante: la squadra dell’Elefante non usciva imbattuta dal ‘Meazza’, contro i nerazzurri, dal lontano 1961. Il gruppo guidato da Vincenzo Montella lavora già in Emilia-Romagna, in vista del confronto in programma mercoledì alle 18.30 allo stadio ‘Manuzzi’ contro il Cesena, recupero della ventiduesima giornata.

  37. Ip Address: 2.38.136.220

    Giusto per sdrammatizzare una variante al titolo:
    A due passi dal Mi…li…to….. 🙁

  38. Ip Address: 2.10.119.3

    Poi per avvalorare bene la mia tesi su Lodi, vedete il gol sulla paperetta di Carrizo, prima mi sembra Motta scivola, Forlan dribbla a rientrare , ma Lodi perche non lo chiude ?, sta a guardare l’azione, ma non è colpa sua non sa difendere…………ma di chi ha deciso gli ultimi 20minuti di giocare il 5-4-0 zero non è un errore :mrgreen: :mrgreen: ad ogni cambio di Montella un gol dell’Inter , ma ammughiamula macari chista alla prossima, e i punti persi già ni pozzu cuntari cchiù :mrgreen: :mrgreen:

  39. Ip Address: 2.10.119.3

    Ciao Joe
    E chi parla male di Seymour, vedi tu io lo avrei anche fatto giocare dall’inizio :mrgreen: :mrgreen:

  40. Ip Address: 2.159.10.63

    Ricredersi è segno di grande intelligenza (scusa l’immodestia)… :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: la malafede doveva essere intesa come testardagine (perdonami la durezza), … 8) 8) 8) tutti sbagliamo e io non sono così presuntuoso da pretendere di avere sempre ragione. Riguardo agli allenatori che tu menzioni affermavo all’epoca che con Giampaolo si poteva ragionare in termini di prospettiva ma poi visti i risultati ho capito di avere sbagliato nel giudizio complessivo sulle sue capacità di allenatore. Per Atzori il discorso è diverso, lui aveva Morimoto come punta centrale e se ti ricordi il Catania faceva sempre ottimi primi tempi salvo poi naufragare miseramente nella secodna frazione di gara, infatti chi lo sostitì ebbe in dote a Gennaio un certo maxi Lopez…Non credo che Montella voglia fare favori a qualcuno se non di provare i calciatori che ha in rosa, evidentemente per lui, Ebagua dava più garanzie di Catellani. Non mi dispiace affatto mettere gli amici nellle condizioni di ridere ma, non credo mica di essere un buffone:ne convieni?
    Non capisco perchè tu la prenda così, non credo di averti offeso, ho solo dato un mio parere del tutto personale … Paragonare montella a Ranieri mi sembra una grossa cazzata (scusa Vittorio ma è così). Non vedo come si possa parlare di allenatore che gioca per difendersi con calciatori in campo che si chiamano Almiron, Lodi, Barrientos, Gomez e Bergessio. nelle sostituzioni non ha fatto entrare difensori ma un attaccante al posto di un altro e un centrocampista che sa fare sia la fase difensiva che quella offensiva , infatti Seymour si trovava davanti alla porta nell’occasione che ci poteva riportare in vantaggio.
    Comunque abbiamo capito tutti che Montella ti è antipatico.

  41. Ip Address: 2.10.119.3

    In più dicevo che dai tempi di Ronaldinho a S. Siro non vedevono un giocatore come Barrientos, ma anche lui a sbagliato un gol fatto!! Io Joe non critico quasi mai i giocatori, ma l’atteggiamento è questo lo da solo l’allenatore!!

  42. Ip Address: 2.10.119.3

    Ciao Mario mi sono solo arrabbiato per la “malafede” si è vero nel, primo tempo il Catania ha dominato e lo detto, potevamo fare altri gol e lo detto, ma gli errori di Montella sono proprio quelli che dici tu, Ebagua lo vede meglio di Catellani, strano e anche di un Bergessio un pochetto stanco e non ci credo, spero per Montella che non abbia pensato a farlo riposare per Cesena!! e Barrientos e Seymour? non era meglio al posto dello stanco li si, Almiron cghe tra l’altro in tv dicevano che alla fine si è infortunato? ecco i cambi sono quelli che freagano Montella!! perdonami ma e megghiu ca si ni va allenare a Roma!!

  43. Ip Address: 2.159.10.63

    Non sono d’accordo. Montella deve rimanere a Catania per altri quattro anni … :mrgreen:

    Per le sostituzioni credo che sia stato ingannato dalla facilità con la quale il Catania stava addomesticando la partita. Comunque, ripeto sempre che nessuno è perfetto e tutti possiamo sbagliare. Montella farà tesoro degli eventuali errori commessi perchè persona umile e inteligente. Non dimenticare la posizione di classifica che occupa il Catania anche se (su questo sono d’accordo), potevamo avere una classifica decisamente più prestigiosa ma, questo è da mettere nel conto delle casualità del gioco del calcio … 😉 😉 😉

  44. Ip Address: 2.38.136.220

    Non per fare il bastian contrario, però credo che Ranieri non sia un allenatore così scarso, almeno credo che la carriera di questo tecnico sempre affiancata a squadre di grosso livello o fa dell’umanità un coacervo di incompetenti o significa che sale in zucca ‘sto pover uomo dovrà pur averlo! 🙄
    Piuttosto credo che lui sia il migliore sulla piazza come tecnico che riesce ad ottimizzare il materiale che gli viene messo a disposizione, purtroppo credo che all’Inter in questo momento siano in sovrannumero i rami secchi, ovvero troppi atleti appagati o fuori forma.
    In ogni caso Forlan ala non si può guardare, lì ha ragione Chiarezza, ma l’alternativa in quella zona del campo è Obi che non è Gomez…..
    In ogni caso sono talmente malmessi in questo momento che il vero sacrilegio è non averli battuti. 🙄
    Ripeto, a mio modesto parere, così dissipiamo eventuali scambi di vedute sulle interpretazioni in merito a malafede e testardaggine, è che Montella ha visto la squadra in difficoltà (sinceramente stavamo subendo come al secondo tempo contro la Juventus…) ed ha provato soluzioni che non sono andate bene, purtroppo ciascuno di noi può dare una lettura propria della partita in corso d’opera e dei cambi applicati da Montella ma nessuno potrà mai certificare che se avesse fatto altre sostituzioni, magari quelle che oggi proponiamo noi a posteriori, non avremmo perso anche il punto conquistato.
    Ok?

  45. Ip Address: 2.159.10.63

    Ranieri vs Montella non perchè il primo sia scarso ma perchè vedo Montella sostanzialmente più bravo … per il resto, d’accordo su tutta la linea Marcello …

  46. Ip Address: 79.9.143.244

    Salve raga’!!!

    Non sembra Almiron infortunato. la societa’ non lo menziona.

    In 23 al lavoro in Romagna

    Catania in campo nel pomeriggio, in Romagna: a disposizione di mister Montella e del suo staff, i 23 atleti in ritiro da sabato. Per i calciatori di scena a Milano, seduta essenzialmente defaticante; riscaldamento, lavoro a pressione, esercitazioni tattiche e partitella finale per tutti gli altri. Giudice Sportivo: ammonizione con diffida per Mariano Izco. Martedì pomeriggio, rifinitura.

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Cataniaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

  47. Ip Address: 79.9.143.244

    CESENA, resta incerta la presenza di Mutu col Catania
    05.03.2012 19:46 di Redazione ITA Sport Press

    Sono circolate in queste ore voci che riguardano Adrian Mutu, attaccante del Cesena. La stampa rumena ha rivelato che il giocatore si sarebbe ubriacato dopo la sfida tra Romania e Uruguay. Una tesi però smentita dal club romagnolo e dal tecnico Beretta che però non lo ha convocato per la trasferta di Firenze. Intanto la presenza del rumeno contro il Catania, nel match di mercoledì prossimo, resta incerta.

  48. Ip Address: 2.10.119.3

    Ciao Marcello a parte che hanno Zarate ……………..mah è vero che oggi sono malmessi!! ma come si spiega 8 vittorie di fila e poi quando devono fare iul salto di qualità, 6 sconfitte , colpa di Ranieri PAURA lo diceva pure Mourinho che con la grinta e classe ha fatto ,un triplete!! Ranieri come ” per me” Montella sono della stessa pasta vedi Ranieri con le squadre che ha allenato partenze sprint e poi nel fatidico salto di qualità ,flop in quantità industriale, con Montella idem quando siamo li per li a sognare, et voilà il risveglio, e non è la prima volta bnella stagione, lo stesso l’anno scorso con la Roma, pronti via successi , poi risveglio brutale!!! e non gli rinnovano il contratto, per andare a prendere l’allenatore B del Barcelona!! ma come c’è l’avevano in casa e fanno questa mossa? ricordo che il dt della Roma è Sabatini uno che non scherza!! Ma è inutile staremo a vedere , incominciando da mercoledi, altra partita fondamentale che si deve affrontare sempre con coraggio e sangue negli occhi, perchè il Catania non puo’ andare a Cesena a fare il Milan!!!!

  49. Ip Address: 95.251.36.225

    Buongiorno, fratelli rossazzurri.
    Qui in Emilia cielo coperto con possibilità di pioggia.

  50. Ip Address: 95.251.36.225

    Stamattina forse ho anticipato qualcuno? :mrgreen:

  51. Ip Address: 79.53.87.110

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo coperto con pioggia e temeratura un po’ freddina.
    Ciao Chiarezza!!! 😉 😉 😉
    Vero ci manca qualcosa nel fare quel salto di qualita’ da noi tutti sperati.
    Cesena per noi rimane una tappa fondamentale e quindi non fare i “grandi” ma fare la piccola squadra incazzata!!!

    BUona giornata a tutti!!!

  52. Ip Address: 94.167.164.45

    Buongiorno a tutti, testardi e non … :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    I numeri parlano chiaro e parlano a favore di Montella, addirittura nelle partite disputate in trasferta analizzando gli anni che il Catania ha giocato in serie Acon lo stesso numero di partite giocate, ha la migliore media di tutti i tempi che è di 0,92 punti a partita quindi è perfettamente inutile andare a cercare il pelo nell’uovo. Credo che fare paragoni con altri allenatori sia una cosa insensata anche perchè il ragazzo ha incominciato da poco ad allenare. Nonostante questo se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, si può affermare in tutta tranquillità che il Mister dimostra con i fatti una preparazione di alto livello è una duttilità che pochi allenatori in circolazione possiedono.
    E’ vero che abbiamo lasciato qualche punto per strada per una serie di circostanze negative ma, è anche vero che il divertimento e la padronanza assoluta del campo che la nostra squadra ci ha regalato fino ad ora, sono cose che non si possono mettere in discussione. Fare altri tipi di ragionamenti è sbagliato in special modo tu, Vitttorio, che affermi sempre di essere un ex calciatore dovresti essere meno intransigente con una persona che si è guadagnata con i fatti la stima dell’ambiente ed ha la fiducia incondizionata da parte della società…

    Forza Catania!

  53. Ip Address: 79.53.87.110

    L’ANALISI DEL PRESIDENTE ROSSAZZURRO
    Pulvirenti: «Abbiamo fatto tremare l’Inter»

    CONCETTO MANNISI
    NOSTRO INVIATO
    MILANO. A testa alta. Come il suo Catania. Nino Pulvirenti
    lascia San Siro col petto gonfio d’orgoglio,
    perché una squadra capace di insegnare il calcio ad
    un gruppo con la bava alla bocca come quello nerazzurro
    non era scritto da nessuna parte che si dovesse
    vedere in questa circostanza. Invece il clan di
    Montella ha dato spettacolo, ha sfiorato la grande
    impresa e, se nel finale fosse stata un pizzico più cinica
    e concreta, beh, adesso starebbe a festeggiare
    una classifica da urlo.
    Presidente, lo ammetta, un po’ si sente vittima di
    un furto.
    «Non voglio pensarci. Dico piuttosto che abbiamo
    disputato una grandissima partita, che abbiamo
    fatto tremare l’Inter, che lasciamo San Siro realmente
    a testa alta».
    Grandissima partita per settanta minuti, perché gli
    ultimi venti forse potevano essere gestiti diversamente.
    «Diciamo, piuttosto, che loro hanno potuto approfittare
    di un episodio che li ha fatti restare a galla.
    Poi hanno provato il tutto per tutto e sono riusciti a
    trovare il gol del pareggio. Però mi sembra evidente
    che se c’era una squadra che doveva lasciare il

    campo con la vittoria in tasca, beh, quella era
    decisamente
    la nostra».
    Anche se….
    «Anche se non siamo riusciti più volte a chiudere il
    risultato, questo è vero. Ecco, un pizzico di cinismo,
    un pizzico di fortuna in più e loro sul due a due non
    ci sarebbero mai arrivati».
    In verità anche sul due a due avete avuto l’occasione
    buona per ripassare in vantaggio con
    Seymour.
    «E’ vero e nessuno avrebbe potuto gridare
    allo scandalo. Purtroppo non è andata
    come volevamo e alla fine dobbiamo tenerci
    stretto un solo punto. Che comunque
    ha un valore notevole. Noi a San Siro,
    con l’Inter, in questi anni di Serie A eravamo
    sempre stati sconfitti».
    «Sì – si sofferma sul suo pensiero Pulvirenti
    – un solo punto, ma anche una prestazione
    straordinaria. Contro l’Inter abbiamo
    dominato in lungo e in largo, giocando un
    calcio fantastico».
    Solo ingenuità nel finale?
    «C’è la voglia di non arrendersi dell’Inter, che non è
    una squadra da retrocessione…».
    Forse si poteva gestire diversamente le sostituzioni:
    un Bergessio così non doveva essere sostituito.
    «Ma Bergessio aveva dato l’anima in campo, era
    stanchissimo, non ne aveva più. Ed Ebagua non è
    andato male».
    Magari avesse gestito e non si fosse fatto soffiare
    qualche pallone in più….
    «Io non l’ho visto così male: diamogli fiducia, è un
    ragazzo che può dare molto al Catania».
    Esame di laurea della squadra rinviato, allora?
    «Sull’esame di laurea non insisterei troppo,
    semmai mi soffermerei sulla bontà del
    nostro gioco e sulla grande personalità
    dimostrata in questa circostanza. Ricordiamoci
    che non era facile in questa occasione,
    visto che per l’Inter questa rappresentava
    la gara della svolta».
    E adesso? Cosa cambia per il Catania?
    «Non cambia nulla. Dobbiamo dare soltanto
    continuità a questi risultati e a queste
    prestazioni. Soltanto così si può parlare
    di esame di laurea e di salto di qualità».
    Se parliamo di continuità, allora bisogna andare a
    fare risultato a Cesena: con tre punti in più la vostra
    classifica sarebbe eccezionale e, probabilmente,
    condannereste alla retrocessione i romagnoli. Oppure
    guardate ormai verso altri orizzonti?
    «No, noi ci guardiamo sempre dietro. E per il Catania
    la gara di mercoledì è fondamentale».

  54. Ip Address: 79.53.87.110

    IL SUPERTIFOSO
    Siti i soliti carusi
    esagerati: per 45’
    li avete…. sbendati!

    Gino Astorina

    Uscire da
    S. Siro e
    in tutte
    le lingue e dialetti
    del mondo
    imprecare per
    una vittoria
    buttata alle ortiche.
    Non erano
    gli interisti ma i catanesi presenti
    alla Scala del calcio italiano.
    Certo, ce lo avessero detto alle 20 e
    45 che avremmo portato via un
    punto da Milano avremmo sottoscritto
    qualsiasi documento, con
    spese notarili a nostro carico. Negli
    annali del calcio rimarrà un risultato
    Inter-Catania 2-2, ma i rossazzurri
    non hanno scippato un preziosissimo
    punto ai nerazzurri. No,
    non è andata così: la generosità
    degli etnei ha salvato il “fondoschiena”
    di Ranieri, forse in ricordo
    di una sua passata militanza alle
    falde dell’Etna. Nel primo tempo,
    diciamolo onestamente, il Catania
    ha esagerato. Non si può mettere in
    un angolo una squadra che fino a
    un anno prima aveva vinto scudetti,
    coppe, tornei, amichevoli, gare
    di beneficenza e quant’altro è
    possibile vincere palla al piede. Arrivano
    i nipoti dei famosi “post-telegrafonici”
    e per tutto il primo
    tempo “sbendano” un team che ha
    il deficit uguale a quello dello Zimbawe.
    E che modo è, lo sapevano i
    carusi che solo nella panchina meneghina
    c’era l’equivalente di “Torre
    del Grifo”, parrucchiere compreso?
    Stavamo esagerando. Alle 21 e
    trenta davano Moratti imbarcato
    su una chiatta con al comando capitan
    Schettino solcare i navigli alla
    ricerca di Avalon, l’isola che non
    c’è. Nel frattempo al Meazza i rossazzurri
    resosi conto che lo stadio è
    definito la Scala del calcio italiano
    cominciano ad esibirsi in balletti
    degni del Miglior Bolle con regia
    della signora Fracci. Gli increduli
    nerazzurri non sanno se applaudire
    o chiedere il segreto di quella
    leggerezza. Finisce il primo tempo e
    non avrei voluto essere nello spogliatoio
    dei milanesi. Non voglio
    raccontare il secondo tempo, non
    c’è stata poesia, non c’è stato calcio,
    ma solo un’immensa e caritatevole
    dose di generosità da parte degli
    etnei. Vorrei sapere solo una cosa si
    può scaricare dalla dichiarazione
    dei redditi questi punto elargito all’Inter?
    In fondo è come se avessimo
    devoluto l’8 per mille a chi ne
    aveva più bisogno. Noi del sud si sa,
    siamo sempre col cuore più grande.

  55. Ip Address: 79.53.87.110

    Gomez, dedicato alla sua famiglia

    Nonostante il lutto per la scomparsa del fratello ha deciso di restare per ricordarlo nel migliore dei modi

    GIOVANNI FINOCCHIARO
    NOSTRO INVIATO
    MILANO. C’è una giustizia anche nel
    mondo del pallone, spesso arido di
    sentimenti, votato com’è al dio denaro,
    agli interessi di casta, al tatticismo
    esasperato, alle esclusive tv.
    Il gol di Alejandro Gomez, per
    esempio, per una sera ci ha fatto
    gustare una partita con il cuore in
    fiamme per questo ragazzo, distrutto
    per la morte di un fratello
    che non ha potuto omaggiare. Rimasto
    in Sicilia, a lavorare (e, questa
    volta, permetteteci di chiamarlo così,
    il mestiere di calciatore) e a guardare
    con la webcam la disperazione
    che, intanto, regnava dentro le
    quattro mura di casa. Alejandro ha
    scelto di restare, di giocare, di tenere
    dentro il suo animo distrutto,
    tutto lo stupore, il dolore. Ha giocato,
    segnato a San Siro. Ha dato un
    dispiacere alla squadra in cui, si
    dice, potrebbe andare a giocare
    l’anno venturo.
    A fine partita, Alejandro, va via in
    silenzio assoluto. Inutile provare a
    chiamarlo. Il dolore, dopo lo sforzo
    agonistico, riaffiora più forte di prima.
    Massimo rispetto. Poi, arrivano
    le dichiarazioni ufficiali, rilasciate a
    monosillabi. Giusto per spiegare e
    nulla di più: «Perché sono rimasto?
    Ho giocato per la mia famiglia, per
    dare un segnale preciso, per dire
    che la vita ricomincia e bisogna farsene
    una ragione. Potevo tornare a
    casa, ma ho deciso di restare e l’ho
    fatto io, cosciente di tutto».
    Per il ragazzo parla, in salastampa,
    nel dopopartita, anche il tecnico
    Vincenzo Montella, tecnico che
    spiega i retroscena degli ultimi
    giorni: «La società e lo
    staff tecnico hanno
    detto a Gomez
    che era libero
    di rientrare
    in Argentina.
    Io gli ho parlato
    a lungo, incoraggiandolo
    incoraggiandolo
    a tornare a casa,
    perché alcuni momenti
    non tornano più indietro.
    Il Papu ci ha pensato un
    giorno, ha deciso di rimanere,
    alla vigilia abbiamo
    valutato se era il caso di farlo
    partire subito, lui se l’è sentita
    e ha reagito come avete visto».
    Una reazione professionalmente
    unica. Gomez ha giocato senza
    aver visto, di persona, cosa accade
    a casa. E ha giocato benissimo,
    saltando l’uomo, crossando,
    tenendo palla, segnando e
    sfiorando il bis. Se l’Inter pensa
    di acquistarlo, farebbe un affare
    d’oro. Questa scelta, che nessuno
    più giudicare perché non vive il
    momento, ha fatto comprendere
    ai tifosi del Catania quanto amore
    ci sia per questa maglia da
    parte di alcuni giocatori
    che superano, o tentano
    di farlo, drammi personali
    giocando a pallone,
    sforzandosi di
    mostrarsi normali,
    quando la normalità
    ti crolla all’improvviso,
    quando nessuno se
    l’aspetta. Perché, a casa Gomez,
    nessuno se l’aspettava, così come
    non avremmo potuto immaginare
    questa reazione imperiosa, propositiva.
    In piedi, passa Gomez. In silenzio,
    perché sarebbe inutile spiegare
    quel che tutto lo stadio, in una
    notte di emozioni intense, ha visto

  56. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..

    Mario, Chiarezza si sta sfogando anche noi un pochetto siamo rimasti tutti con l’amaro in bocca, non sappiamo più come reagire davanti una partita vinta su tutti i fronti per poi vedersela scappare in quel modo…..

    Il ns. allenatore pecca sempre nei cambi durante la partita (in corsa) questo è un errore dovuto alla inesperienza…
    speriamo di fare risultato a Cesena 4 punti in 2 gare fuori casa è oro colato.

  57. Ip Address: 95.251.36.225

    Volevo dire qualcosa sulla partita con l’Inter.

    Premetto che sono felice che Montella sia il nostro allenatore, ma certo non si può
    Dire che qualche errore non lo faccia. Difatti non mi spiego perché, nei 23 convocati
    per la partita dell’inter nonostante vi fossero Suazo e Catellani, non ha portato in panchina nessuno dei due, preferendo quel “cantro” di Ebagua. Posso capire che Suazo ancora non sia pronto ma Catellani ne vale cento di Ebagua.

  58. Ip Address: 94.167.164.45

    Tutti siamo incazzati per la mancata vittoria a Milano. Hai detto bene Joe,Montella forse pecca in esperienza ma, tacciare una persona che dimostra di giocarsela sempre e comunque di essere pauroso mi pare francamente azzardato così come fare paragoni con altri allenatori… stimo Vittorio lo voglio bene come un fratello perche insieme abbiamo condiviso tanti momenti e battaglie sul Web… non voglio certo dargli lezioni non mi sfiora l’idea di farlo. Gli chiedo solo di essere meno drastico nei giudizi e di dare al Mister la giusta fiducia che tra l’altro merita ampiamente.

    Ciao Pippo, non puoi affermare di un calciatore appena venuto che sia un cantro perchè non ha avuto ancora la possibilità di mostrare quello che vale…

  59. Ip Address: 95.251.36.225

    Ciao Mario, un abbraccio fratello.
    Guarda, spero di sbagliarmi, ma la prima impressione che ho avuto è stata quella!
    In ogni caso, un veloce e guizzante Catellani sarebbe stato utile più che un lenti ed impacciato Ebagua. Torno a scrivere più tardi davanti al computer perché oltre a quel cambio secondo me ne ha sbagliato un altro.

  60. Ip Address: 94.167.164.45

    Tutti abbiamo pensato un pò la stessa cosa quando abbiamo visto il ragazzo in campo non dare quell’input che di certo Montella si aspettava da lui … detto ciò, aspetterei un attimino prima di dare giudizi affrettati sul ragazzo anche perchè mi è sembrato ancora totalmente fuori dagli schemi voluti dal mister.
    Su Catellani con me, sfondi una porta aperta… in tempi non sospetti affermavo che questo è un ragazzo interessante e di prospettiva …

  61. Ip Address: 85.41.235.41

    Mario, ma mi vuoi dire che Ebagua è bravo a vaia il buongiorno si vede dal mattino 😀 😀 😀

    lento nei movimenti, passaggi di testa a chi alla difesa avversaria, sapendo che era l’ultimo giocatore in attacco, doveva tenere il pallone aspettando un compagno 😈 😈
    a stu punto dico 100 volte meglio Plasmati ….

  62. Ip Address: 31.190.48.82

    Voglio solo dire che, alla nostra vetusta età abbiamo visto tante volte in campo presunti campioni rivelarsi mezze calzette e viceversa presunte mezze calzette rivelarsi campioni … con questo non ho la presunzione di affermare che Ebagua sia un campione ma, per affermare il contrario bisognerebbe aspettare che faccia vedere quello che vale veramente e, la sola possibilità è quella che il ragazzo giochi di più ed entri negli schemi della squadra, tutto il resto : “su chiacchieri e tabaccheri di lignu!”
    Come dice il nostro Caro Vittorio … :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  63. Ip Address: 79.12.22.160

    Buon giorno a tutta la cumacca rossazzurra,
    Passata l’arrabbiatura per domenica sera dico che anche se è andata come è andata un punto a Milano con l’Inter è un buon bottino. Certo fossero stati TRE sarebbe stata l’apoteosi, ma accontentiamoci.
    Per Chiarezza: ma Montella ti sta antipatico? Perchè si sta rivelando un ottimo allenatore e i risultati lo dimostrano. E’ già nel mirino di diverse big, questo significa che dimostra notevoli qualità perchè penso che chi lo vorrebbe allenatore per la propria squadra qualcosa di calcio debba capirne. Certo manca in lui un po’ di esperienza in serie A, però essendo una persona intelligente saprà fare tesoro degli errori commessi e correggersi e migliorarsi pian piano. Sarei felice se restasse almeno per un altro anno.
    A chi critica Ebagua dico, ma vi ricordate come era all’inizio Llama? Come era Marchese? Penso non bisogna dare giudizi affrettati, aspettiamo a giudicarlo, bisogna vederlo giocare più spesso e poi si vedrà.
    Ora a Cesena speriamo di fare bene, di fare una partita maschia e tutta sostanza.
    Un saluto rossazzurro a tutti e Forza Catania.

  64. Ip Address: 2.10.119.3

    Ciao Mario
    Toccata e fuga a più tardi forse,
    Io mai e poi mai ho affermato sempre di essere un ex giocatore, via Email lo sapevate solo tu e Joe credo :mrgreen: :mrgreen: non è da me parlare del mio modesto passato che fu dei tempi che furono, 😳 😳 😳

    Riguardo Montella prima della partita avevo affermato anche che mi piacerebbe che restasse………ma con un altro spirito, gli rimprovero a parte i cambi il suo atteggiamento!!
    Riguardo Ebagua non è colpa sua ed è tutto dire, ma mi chiedo Keko e cosi scarso?? :mrgreen: :mrgreen:

  65. Ip Address: 79.1.191.44

    Eccomi sulla tastiera. :mrgreen:

    Sono reduce da un’influenza che mi ha tolto le forze, ma che a poco a poco, con l’amore che porto verso il Catania, sto riguadagnando prprio perchè domani sera sarò a Cesena a sostenerla.
    Dicevo prima che non mi hanno convinto i cambi. A parte Ebagua, che onestamente non voglio più neanche parlarne, ma era piuttosto evidente che tra i più stanchi ci fosse Almiron, perchè non sostituirlo e lasciare in campo almeno una delle dua spine nel fianco dell’Inter, e cioè, Gomez (un eroe) e Barrientos?
    Dico ciò non perchè voglio criticare Montella, che ripeto, per me è un ottimo allenatore, ma per far capire che siamo tutti umani, e come gli umani, anche lui a volte sbaglia!

    In ogni caso, Vamos Catania, a Cesena per vincere!! 8) 8) 8)

  66. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Al 46, io critico Ebagua perchè è la seconda volta che scende in campo 😉 😉 e francamente non ho visto tutto sto grand gioco o movimento creato in area di rigore e questa la mia prima impressione, spero di sbagliarmi ma preferisco un Catellani che prima giocava spesso adesso dopo il bel gol segnato al Parma fa sempre il panchinaro 😥 😥 😥 perchè….

    Pippo portati il cappotto che qui sta piovendo e la temperatura è scesa a 5 gradi…..

  67. Ip Address: 85.41.235.41

    In 23 al lavoro in Romagna

    Catania in campo nel pomeriggio, in Romagna: a disposizione di mister Montella e del suo staff, i 23 atleti in ritiro da sabato. Per i calciatori di scena a Milano, seduta essenzialmente defaticante; riscaldamento, lavoro a pressione, esercitazioni tattiche e partitella finale per tutti gli altri. Giudice Sportivo: ammonizione con diffida per Mariano Izco. Martedì pomeriggio, rifinitura.

  68. Ip Address: 79.53.87.110

    Caio joe!!! 😉 😉 😉
    Il post 67 e’ vecchio!!! 😆 😆 😆
    Se ho capito bene tu e Pippo andrete all stadio di Cesena?
    Se si tifate anche per noi!!! 😉 😉 😉

  69. Ip Address: 79.1.191.44

    Mi sembra di ricordare che gli ultimi arrivi di gennaio li abbiamo tutti in prestito. Per ora Motta si è comportato bene, terrei sotto osservazione Seymour, che non mi sembra male, e Carrizo (che speriamo non faccia più caxxate), mentre Ebagua, se non dimostra quello che vale effettivamente, lo rimanderei al mittente.

    Joe, ho l’impressione che staremo divisi, perchè allo stadio sono sempre pignoletti. Però pazienza tiferemo e sosterremo la nostra squadra. 8)

    Forza Catania!!!

  70. Ip Address: 85.41.235.41

    Giorgio,
    ho postato nel dubbio perchè ho letto 23 giocatori stanno bene.
    ma non hanno detto che Almiron si è infortunato ❓ ❓ ❓ se non è cosi sono contento almeno avremo lo stesso centrocampo sceso a Malano…..

    Pippo vedremo il da fare vuol dire che faremo un altro biglietto per stare insieme 😉 😉 😉

  71. Ip Address: 85.41.235.41

    Ho visto le previsioni adesso del mercoledi su Cesena:

    Tempo: sereno
    Precipitazioni: assenti
    speriamo bene

  72. Ip Address: 82.57.27.18

    Buongiorno a tutti,Giampiero,ricambio con molto piacere il saluto 😉
    Purtroppo qualche problemino mi sta tenendo lontano dal sito.

    Ho cercato di leggere tutti i post arretrati,ma sono troppi,mi gira la testa :mrgreen:
    però,mi sono fatto un’idea.
    Concordo in toto con l’articolo di Mario e tutti i suoi post (tranne la parola malafede,che Mario,ha già chiarito,e che io non avevo intrepretata come tale,perchè conosco bene Mario,diciamo,”un’uscita poco felice”),anche il parere del prof.è molto vicino al mio e concordo con tutti i post,pro Montella. :mrgreen:

    Dare delle colpe specifiche a qualcuno per la mancata vittoria,ci sarebbe da fare un’elengo che potrebbe coinvolgere anche chi stava in panchina(Ebacua? Ebacua chi?),però,questo,solo se si tende ad essere pessimisti,o come dice Mario,cocciuti,nel volere trovare obbligatoriamente un colpevole,Vittorio,guarda caso,assolvi (anch’io) Carrizzo,e colpevolizzi Montella e Lodi(è andato subito a chiudere,ma Forlan ha tirato),nessuno evidenzia che nel 2-2 ci sarebbe da dire qualcosa a Marchese e Spolli(anche lui al centro e non ha seguito Milito),ma ripeto,dopo 70″-75″ minuti di gran calcio,evidenziare questi errori da tifoso,è voler cercare a tutti i costi il pelo nell’uovo.

    Su Montella,voglio solo dire,che mi associo tutti gli opinionisti,giornalisti e addetti ai lavori di,Rai,Mediaset,Sky,SportItalia,alle maggiori testate giornalistiche sportive e a tutti quelli,che in questo momento,ne tessono le lodi,a mio modesto parere,meritatamente.

    Poi,sposo in pieno le parole di Lo Monaco,e che Montella ha evidenziato dopo la partita,se si concede all’Inter di pareggiare a 15″ dalla fine,dopo un popò di partita del genere e non averla chiusa quando c’è stata la possibilità di chiuderla,vuol dire che la maturazione di questa squadra,non è ancora compiuta,però,è sulla buona strada.

    Sono contentissimo della prestazione del Catania,mi rammarico per l’errore di Carrizo,che ha dato la scossa alla rimonta nerazzurra,ma non lo colpevolizzo,fin’ora ha sempre fatto bene e anche perchè,voglio condividere un’analisi fatta(non mi ricordo da chi)da un addetto ai lavori.

    Carrizzo,ha cercato nell’intenzione,di anticipare Forlan,credendo,che quest’ultimo,avrebbe crossato,invece di tirare,può anche darsi,vista la posizione che aveva nel tiro dell’attaccante interista.
    Per chiudere,com e dice Joe,ognuno la vede come vuole,ammesso che il signor ognuno ci vede :mrgreen: :mrgreen:

    Un abbraccio a Mario,un saluto particolare a chi si è ricordato di me. 😆

  73. Ip Address: 79.53.87.110

    Salve raga’!!!
    Speriamo bene.

    All’arbitro Gianluca Rocchi, della sezione A.I.A. di Firenze, la direzione di Cesena-Catania

  74. Ip Address: 79.2.36.196

    Ciao Giorgio, sì, con Joe andremo a vedere la partita di Cesena e chiaramente tiferemo anche per voi! 8) 8)

    Joe, il tempo non mi fa paura, credimi, ho assistito a certe partite del Catania anche sotto la pioggia fitta e con temperature molto rigide. Quello che mi interessa è vedere giocare bene la nostra squadra e ……………..vincere! :mrgreen:

  75. Ip Address: 82.57.27.18

    Ciao Mongibello,mi fa piacere risentirti. 😉

    La pagina( nazionale) 12 del Corriere dello sport,è dedicata tutta al “laboratorio Catania”. 😆 😆

  76. Ip Address: 79.2.36.196

    Ciao Peppe, un abbraccio affettuoso (ancora n’amavviriri! Speriamu a prossima vota ca scinnu) :mrgreen:

    Adesso non voglio più parlare dei demeriti ma solo dei meriti dei nostri giocatori, il tutto era condito anche dal fatto che pareggiare una partita dominata, con la possibilità di ridicolizzare un’Inter che stava solo a guardare, e rischiare addirittura di perderla beffardamente nel finale, ci fa stare male. 🙁

    Volevo dire che per me Lodi è stato il migliore in campo, dettava geometrie in campo, a destra o a sinistra con passaggi perfetti a giocatori che erano smarcati ed ho notato pure con la giusta velocità, mai troppo lenti, come qualche volta in passato gli capitava di fare. Evidentemente sta correggendo alcune defezioni. Sono contento per lui, sarà il nostro valore aggiunto. Certo Almiron, Izco, Gomez Barrientos, Le Grottaglie, Spolli, hanno disputato un’ottima ed attentissima gara e da lodare anche il vigore agonistico di Bergessio, che ce la mette sempre tutta. C’è da dire che ormai i nostri giocano e si trovano a meraviglia e questo ci fa ben sperare per il futuro.

    Vamos Catania! 😀

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu