Affari loro

 Scritto da il 28 settembre 2012 alle 12:25
Set 282012
 

Il Catania se la ride e fa felice i propri tifosi. Come l’anno scorso, con un inizio migliore rispetto l’anno scorso.

I rossazzurri hanno cominciato bene il loro settimo campionato consecutivo nella massima serie e stanno consolidando sempre più il ruolo di squadra rocciosa e coriacea, insomma una realtà concreta nel panorama calcistico italiano.

Per avere un’idea della forza del Catania basta ascoltare con attenzione alcuni commenti televisivi: “La Fiorentina ha riportato un’importante vittoria contro una squadra forte e temibile come il Catania” affermava un commentatore televisivo dopo la partita di Firenze, “Contro il Catania non è mai facile” ribadiva un Mazzarri incavolato nero, visto che il suo Napoli, in superiorità numerica per l’intero incontro, al Massimino ha rischiato la sconfitta.

Mentre Colantuono, allenatore dell’Atalanta ed ex del Catania, prima dell’incontro dichiarava molto convinto: “È la peggiore trasferta da affrontare, peggio ancora che giocare a San Siro contro il Milan”.

Il tutto è la riprova della superficialità, per non dire dell’incompetenza, di chi alla vigilia del campionato indicava nel Catania una delle squadre candidate alla retrocessione.

Lo ripeto da molto tempo, e il mio giudizio non è condizionato dalla fede per i nostri colori, con questo organico il Catania, assieme ad altre tre o quattro squadre, è in grado benissimo di lottare per il settimo posto, che poi non ci arrivi è un altro discorso.

Insomma, la lotta per non retrocedere non ci riguarda, è «affari loro».

Attenzione comunque ai facili entusiasmi, il campionato di serie A è equilibratissimo, anche una squadra modesta come il Siena è stata capace di vincere fuori casa contro una squadra ambiziosa come l’Inter, pertanto è vietato distrarsi, occorre giocare fino al fischio finale sempre con la massima concentrazione.

Ne sa qualcosa il nostro Mariano Andujar che dopo aver salvato nel primo tempo la porta su una pericolosa incursione atalantina ha rischiato di combinare la “frittata” regalando il pallone dello zero a uno a Max Moralez, per fortuna il Catania, una volta in svantaggio, è stato in grado, così come contro il Genoa, ancora una volta di fare la voce grossa e dire siamo al Massimino e “Qui comando io” e per l’ottima Atalanta non c’è stato scampo.

In tema di “papere” ancora più grossa di Andujar l’ha combinata il portiere della Roma Stekelemburg che sull’uno a zero per i padroni di casa, con la Sampdoria in dieci uomini per la contestabile espulsione di Maresca, si è lasciato scappare come una saponetta un facilissimo pallone, regalando a Munari la rete dell’insperato 1-1.

Giornata calcistica insolitamente costellata di pareggi.

Credevo fermamente nella vittoria del Catania, pur consapevole delle insidie della gara, l’unico risultato che mi ha sorpreso è costituito dalla mancata vittoria del Genoa nell’incontro casalingo disputato con il Parma.

Pensavo a una vittoria facile dei liguri, invece complici le tre o quattro reti sciupate da un irriconoscibile Immobile e un rigore calciato sul palo da Borriello e finita in parità e per i Grifone poteva andar peggio.

Non mi ha sorpreso più di quel tanto il pareggio della Roma, visto che la squadra giallorossa continua a sciupare sei-sette palle gol a partite e Stekelemburg ne sta combinando di tutti i colori, e ancora una volta la rete subita non ha niente a che vedere con lo schieramento difensivo. Avevo ben previsto la larga vittoria del Napoli, la vittoria esterna dell’inter e quella interna di un Milan ancora malato ai danni di un Cagliari sempre più nei guai.

Logico e pronosticato il pari fra Torino e Udinese e la vittoria di misura del Siena sul Bologna, mentre come pensavo, la Juventus è riuscita a farla franca a Firenze, mentre il Palermo è tornato a mani vuote dalla difficile trasferta di Pescara finendo in una posizione di classifica drammatica.

Sabato si riprende con due delicati anticipi: Parma – Milan e Juventus – Roma.

Secondo me i tifosi rossoneri non devono farsi eccessive illusioni, il Milan di quest’anno non è altamente competitivo. Allegri per adesso ha salvato la panchina, ma vincere a Parma sarà tutt’altro che facile e sabato sera potrebbe tornare in discussione: X-1-2

Fate molta attenzione a Juventus – Roma.

I giallorossi valgono molto di più rispetto la loro attuale classifica, fra le altre cose “gonfiata” dalla vittoria a tavolino ottenuta con il Cagliari.

La Juventus in campionato non perde da 44 partite e una battuta d’arresto prima o poi è logico che arrivi.

I bianconeri hanno superato la prima vera trappola del campionato, quella di Firenze, adesso sono attesi da una gara che all’apparenza potrebbe sembrare facile, ma facile non è.

Sulla carta la partita è per tutti da 1 secco, può anche darsi che la Juve vinca facile, ma io non ci giurerei.

La Roma è in grado di segnare a qualsiasi squadra e può darsi che al cospetto di un grande avversario i difensori aumentino il loro grado di concentrazione: 1-2-X

Per il resto non dovrebbero mancare l’obiettivo della vittoria la Lazio che ospita il Siena ( 1 ) e il Palermo che ospita il Chievo Verona ( 1 ), altrimenti per i rosanero sarà dura risalire e si potrebbe spalancare il baratro della serie B.

Probabile vittoria anche per l’Atalanta che ospita il Torino ( 1 ) e per il Cagliari che se la dovrà vedere con un discreto Pescara. (1-X )

La “pazza” Inter, squadra chiaramente da trasferta, potrebbe essere costretta a rimandare ancora una volta l’appuntamento con la vittoria al Meazza, comunque contro la Fiorentina non dovrebbe perdere, (1-X ) come non dovrebbe perdere l’Udinese che ospita il Genoa. (1-X )

Restano da esaminare Sampdoria – Napoli e Bologna – Catania.

Per Sampdoria o per il Napoli dovrebbe arrivare la prima sconfitta del campionato.

Personalmente credo che la Sampdoria non sia assolutamente in grado di battere gli azzurri  e pertanto il Napoli dovrebbe vincere a Marassi. ( 2 )

Il Catania si reca in un campo tradizionalmente ostico per sfidare una squadra che spesso ci ha dato grossi dispiaceri.

L’anno scorso il Bologna ci ha tolto sei punti su sei, e l’anno prima il Catania ha raccolto solo un misero pareggio casalingo, rimontando con una fortunata autorete il vantaggio iniziale di Marco Di Vaio.

Il Catania è molto più forte del Bologna, è arrivato il momento di dimostrarlo. Almeno un pari è ampiamente alla nostra portata. (X-2)

Il calcio spesso dà e spesso toglie.

Il Bologna dopo l’incredibile e immeritata vittoria di Roma è stato sfortunato : ha chiuso il Pescara in area per oltre mezz’ora ma non ha segnato, mentre ieri sera ha costruito almeno otto nitide palle gol prima di arrendersi a una sfortunata deviazione di un suo difensore su tiro di Calaiò. Il portiere del Siena Pegolo è stato strepitoso in alcune cinque circostanze, ma non c’è stato niente da fare, e nonostante l’assalto finale gli emiliani si sono dovuti rassegnare alla sconfitta.

Adesso il Bologna ha il disperato bisogno dei tre punti per tirarsi fuori dalla zona retrocessione, ma a noi quella lotta non interessa, sono «affari loro».

 

  95 Commenti per “Affari loro”

  1. Ip Address: 95.234.99.64

    Riporto il post della pagina precedente 😆 😆

    Buongiorno a tutti,ciao Giorgio,bella notizia quella su Bergessio.

    Inchia(scusate l’espressione colorita )’voi ‘avviriri,’cà ‘stanu ‘accuminciannu ‘a ‘teneri ‘ù Catania ‘nconsiderazioni???

  2. Ip Address: 95.234.99.64

    Cioa Tino,concordo,con la tua ottima analisi.

    Anch’io penso,e lo già detto,che il Catania di quest’anno è una delle rose più forti da quando è tornato in serie “A”,Penso che,con la giusta mentalità,potrà arrivare più lontano dello scorso anno.

    Ieri sera ho seguito Gaparin nella trasmissione corner e devo dire che,mi impressiona sempre di più,certo,la cosa che più si dovrà valutare sono i risultati del suo lavoro,ma se queste sono le premesse,c’è solo da ben sperare.Una cosa che ho appreso ieri da alcune sue dichiarazioni,è che Maran,sia un tecnico molto eclettico,ha già applicato sistemi di gioco come il 4-3-3,il 4-2-3-1,il 5-3-2,olttre il 4-4-2, questo mi fa piacere,perchè vuol dire che non è una persona fossilizzata su un solo sistema di gioco.Ho anche visto le classifiche a confronto e gli otto punti di Maran,sono gli stessi che ha fatto Giampaolo nelle prime cinque partite,ma c’è una differenza,seppur con formazioni diverse,che uno,di mestiere fa l’allenatore,mentre l’altro pensa di esserlo,indovinate chi???? :mrgreen: :mrgreen:

    Battute a parte,penso che Maran possa fare un buon campionato,questa è la sua prima esperienza nella massima serie dopo tanta gavetta,con questa squadra,avrà la possibilità di far “crescere” il suo bagaglio tecnico nella massima serie,sicuramente anche lui farà i suoi erroi,l’importante come si dice,che siano meno delle cose esatte :mrgreen: :mrgreen:

    A dopo,buon pranzo a tutti. 😆

  3. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti…..
    Ciao Giorgio e Peppe, anche io solo contento per la non squalifica di Bergessio…..
    Ma spero che non faccia mai più un gesto del genere :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    su Maran massima fiduccia.

  4. Ip Address: 95.245.182.92

    Salve raga’!!!
    Buono l’articolo Prof.!!! 😉 😉 😉
    Ciao Peppe!!! 😉 😉 😉
    Che dire Prof., ho visto anche io Siena-Bologna il primo tempo meritava dei piu’ il Bologna mentre il secondo che non ho visto meritava il Siena.
    Come si dice chi segna vince anche giocando male.
    Peppe se non perdiamo a Bologna, un’altra squadra tosta per noi, vedremo quel salto di qualita’ da noi sempre sognata e immaginare quanta e’ “bona” la Nostra squadra!!! 😉 😉 😉

    Forza Catania!!!!!

  5. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari,

    Sono arrabbiato e non incazzato, per la partita contro l’Atalanta, e mi spiego,
    Contro il Napoli é stato l’errore di Alvarez che ha dato alla squadra una grinta pazzesca per compiere un’impresa…..ma credo che in 11 avrebbero avuto la stessa grinta con un risultato migliore, ho detto che grazie a Alvarez il Catania si è arroccato bene ed ha fatto il gioco solito del Napoli,il contropiede rischiando anche di vincere, ma contro l’Atalanta NO, contro l’Atalanta non mi va di ringraziare Andujar che con la sua minchiata (rischiavamo anche di perdere) abbia svegliato la squadra, questa è mancanza di concentrazione, superficialità, non solo sua ma di tutta la squadra ed in primis Maran, si è ripetuto quello che è successo contro il Genoa e la Fiorentina, il Catania e lo dico non da ora ma da anni puo’ essere tra le prime 8 squadre, ma ha una mentalità da piccola squadra, come del resto noi tifosi.
    Ora Maran non si deve far condizionare dai nomi, Almiron a bisogno di riposo; se ha gennaio vogliono vendere Biagianti, daccordo ma lasciare Izco in panchina è un delitto, e poi quasi mi dispiace che non abbiano squalificato Bergessio, a Bologna mi sarebbe piaciuto vedere un Catania con un attaccante puro e non uno che si mangia 4 gol a partita e la difesa? 7 gol presi sono molti che aspetta Maran a dare un po’ di riposo a Legrottaglie? e Rolin pagato 4ml ?
    Ma detto tutto questo sono felicissimo della posizione e di Maran, solo pochetto più di palle……in gol e meno nella nostra porta

  6. Ip Address: 95.245.182.92

    Salve raga’!!!
    Ciao Chiarezza!!! 😉 😉 😉
    Diciamo anche a me mi fa incazzare la “papera” di Andujar uguale a quella di Buffon l’anno scorso.
    Mister Maran queste cose li sa gestire bene senza deprimere un giocatore, pero’ e’ chiaro che se diventa recidivo deve cambiare.
    Su Alvarez gia’ ho scritto.
    Su Bergessio ho anche scritto grande giocatore che suda la maglietta e che va affiancato da uno che la mette dentro.
    Oppure mister Maran cambi modulo e faccia giocare due attaccanti.

    Buona serata a tutti!!!

  7. Ip Address: 86.214.97.111

    Ciao Giorgio
    Io forse mi sono spiegato male, non c’è l’ho con Andujar un errore o anche più li fanno tutti anche i più grandi, anzi Andujar poverino è l’unico a cui non è permesso fare errori……………….se poi leggo altri siti non ne parliamo!! Io c’è l’ho solo con l’tteggiamento superficiale chez attua il Catania contro le squadre che non siano quelle 4 davanti.cioè Juve,Napoli,Inter,Roma…………il resto è alla ns.portata ed allora la concentrazione, il fuoco neglli occhi cala , poi quando sono colpiti reagiscono, Genoa,Roma Napoli ed Atalanta , sempre siamo andati sotto, e poi recuperato, ma non sempre riesce, vedi Fiorentina ed è li che mi piacerebbe vedere la personalità di Maran, perchè come ripeto spesso, il miglior allenatore e quello che fà meno cazzate, e Maran ancora non ne ha fatte, ma ancora non gli vedo personalità o meglio ancora, visti i risultati gioca di fioretto, ma sono sicuro che a Bologna esce la spada!!

  8. Ip Address: 79.33.41.95

    BUONASERA A TUTTI FRATELLI DAL CUORE ROSSO E AZZURRO Gioco di squadra, gioco da applausi!
    Meritavano un applauso, un lungo applauso. L’hanno meritato anche gli undici giocatori in campo certo, ma loro che sono il dodicesimo l’hanno meritato più di quegli undici, e proprio da quegli undici, perché nel momento più difficile sono stati i primi, tra quegli altri undici, a capire cosa andasse fatto, ed a farlo, senza alcuna remora,…

    CIAO PROF OTTIMA DISAMINA

  9. Ip Address: 79.33.41.95

    tentennamento: Applausi, incoraggiamento, oltre ogni calcolo o ragionamento. Perché si vuol rimanere squadra, perché questo significa fare squadra, perché una squadra è così che opera e ragiona, perché ci si sente parte d’una squadra, una squadra di dodici uomini, perché una squadra nei momenti difficili si abbraccia per stringersi, farsi forza, non litiga per poi dividersi, sprecando le forze.

    L’incoraggiamento che parte dalle tribune è la forza che aiuta Legrottaglie a risollevare l’animo dei compagni, che è poi la stessa grazie a cui Spolli riesce a spaccare il muro bergamasco, e che infine, per mano di Almiron raggiunge Andujar, scuotendolo tanto da levargli dal capo cattivi pensieri e soprattutto voglia di ripetere certe “mattane”. Era, tra le tante scelte giuste e possibili, l’unico impiego utile che si potesse fare della forza ingenerata da un errore troppo grossolano per passare inosservato, per non sortire effetti. Ma anziché liberare una reazione a catena, con effetto bomba atomica, si è riusciti a controllare le proprie reazioni, con effetto “energetico”, senza produrre scorie, solo benefici, senza distruggere i progressi anzi, alimentandoli.

    E’ da lì che il Catania segna i due goal che gli permetteranno di superare non solo l’Atalanta, anche il Catania del passato, quello dell’anno scorso. C’era la stessa squadra, gli stessi dodici che persero contro il Chievo, contro il Cagliari, contro il Lecce, contro il Bologna. Persero perché non seppero come reagire agli errori (ricordate quanti errori?): persero le forze appena passati in svantaggio, persero lucidità accapigliandosi per un rigore, persero la calma inveendo contro l’arbitro, persero il mordente ostinandosi alla ricerca del bello e persero una dopo l’altra tutte le partite in cui il mordente contava più del bello, finendo, inevitabilmente col perdere, anzitutto in convinzione, la possibilità d’accesso all’Europa League.

    Gli stessi dodici, ma finalmente più maturi. Tanto da trovare e trasmettersi l’energia sufficiente per evitare di restar al buio dopo un brusco calo di tensione; da rimanere calmi quando a ragione avrebbero di che adirarsi con gli altri undici e con sé stessi; da rinfoderare l’elegante fioretto e sguainare un grezzo martello trovandosi di fronte ad una parete da sfondare; da prediligere la vittoria, gioco o non gioco, piuttosto che il gioco, vittoria o non vittoria. E’ un altro mod(ul)o intelligente di pensare, un mod(ul)o più pragmatico, quello che gli intelligenti un po’ edonisti ed un po’ troppo nostalgici, reputano sciocco e vano almeno quando non s’accorgano sciocca e vana possa sembrare la loro nostalgia dell’inutile ma bello.

    C’è chi gode, e non è certo l’occhio dell’intellettuale edonista. C’è chi disprezza, e non è certo la pancia dell’intellettuale pragmatico. C’è anche, che se è vero che “chi disprezza compra”, evidentemente o non avrà comprato il biglietto della partita o avrà pagato col silenzio la sua partecipazione alla festa oppure avrà iniziato ad accorgersi che più intelligente di perseguire a tutti i costi edonismo o pragmatismo, e ricercare tutto e solo ciò che dia loro ragione, sia riconoscere, dire e fare tutto quando e quanto utile non al proprio gioco ma al gioco di squadra. E’ l’esempio dato dal dodicesimo, ieri, a tutti i propri compagni di squadra. Perché vincere è bello, vincere e festeggiare tutti uniti, come una squadra, lo è ancora di più.

    Ed allora, applausi.

  10. Ip Address: 79.33.41.95

    Stampa: Catania in alta quota, le specialità di Spolli, la classe di Legrottaglie

    La rassegna dei quotidiani in edicola: Meglio il Catania di Maran che quello di Montella, così dice la classifica alla quinta giornata. Il colpo di testa di Spolli risolleva il Catania. Al suo fianco, Legrottaglie, parla del suo rapporto con Catania e la sua gente. La squadra si prepara già per la complicata trasferta a Bologna.

  11. Ip Address: 79.33.41.95

    Gol ad alta quota Specialità Spolli e il Catania vola (La Gazzetta dello Sport)

    “L’abilità dei centrali sottoporta una costante Il primo fu Silvestre. Legrottaglie implacabile

    “L’interista nella stagione 2010-11 in rossazzurro segnò sei gol: «Era uno schema»

    “Primo non prenderle, secondo andare in area avversaria, sgomitare per cercare il gol personale. Più che mai il Catania sfrutta l’abilità dei centrali della difesa per colpire duro le dirette concorrenti e, magari, rimontare partite come quella di ieri l’altro, con l’Atalanta avanti, poi superata bellamente […] I difensori saltano in area avversaria? Non è una novità,maRolando Maran sta lavorando in maniera anche differente. Si affida all’uomo degli schemi, uno dei vice, Pino Irrera, figura unica nel panorama nazionale insieme con il prof. Vio, ex spalla di Walter Zenga proprio durante la parentesi in rossazzurro, oggi guarda caso alla Fiorentina di Montella. «Tutti possono crearsi lo spazio per tirare e cercare il gol, anche chi arriva dalle retrovie», la conferma del tecnico di Trento che ha conquistato definitivamente la piazza. Il Bologna è avvisato, se arrivano Spolli o Legrottaglie sono guai.

    Catania sorride Maran è meglio di «re» Montella (La Gazzetta dello Sport)

    “La squadra alla 6a giornata ha due punti in più rispetto all’anno scorso

    “motivazioni e quelle in genere partono dalla panchina. Altro punto a favore dell’allenatore di Trento è che i suoi 8 punti sono arrivati al termine di 5 partite molto impegnative: Roma e Fiorentina fuori, Genoa, Napoli e Atalanta in casa, perdendo una sola volta, guarda caso proprio al Franchi contro la Viola. Mentre i 6 punti di Montella furono totalizzati contro Siena, Cesena e Juve al Cibali e Genoa e Novara in trasferta. Maran ha puntato, così come il suo predecessore su un gruppo ristretto, con poche variazioni sul tema. Ma le alternative non gli mancano se consideriamo che fuori ci sono ancora il forte difensore uruguaiano Rolin e il fantasista Castro solo parzialmente utilizzato fin qui. E non solo. Pochi, forse nessuno alla vigilia avrebbe scommesso sulla buona partenza del Catania, ma il suo allenatore non si è preoccupato, ma ha puntato dritto al sodo. E i risultati gli danno ragione.

    Cigarini duro: «Ci manca la personalità» (La Gazzetta dello Sport)

    “«Mercoledì potevamo far male al Catania, ma serviva cattiveria»

    “Il giorno dopo la sconfitta di Catania, Luca Cigarini prova a scuotere l’Atalanta. Parla di personalità, di coraggio, di mentalità, confida in un cambiamento repentino. Questo k.o. proprio non gli è piaciuto. «Non è una questione di gioco: a Catania abbiamo giocato meglio che a San Siro. Il problema è che specialmente in trasferta ci manca la giusta personalità». Ecco il punto. Cigarini parla chiaro: «Una squadra come la nostra non dovrebbe aspettare l’episodio per svegliarsi, ma deve avere quella personalità e quel carattere per giocarsi le partite dal primo minuto. Penso si tratti di un po’ di carenza di personalità che ci porta ad aspettare sempre un evento per dare la sterzata alla partita e questo credo sia un grande difetto. Mercoledì avevo la sensazione che potessimo fare male al Catania in qualsiasi momento, ma non l’abbiamo fatto. Ci è mancata quella fiamma che nella nostra testa ci deve convincere che siamo una grande squadra, quel coraggio che invece dovremmo avere sempre».

    Aveva fumogeno denunciato tifoso (La Sicilia – Prima pagina)

    Ventunenne bloccato in Curva Nord nei suoi confronti scatterà il Daspo

    Il Catania fiero della classe di Legrottaglie (La Sicilia)

    “«Stiamo crescendo ogni giorno di più, eliminiamo qualche lacuna per ottenere risultati ancor più lusinghieri»

    “Legrottaglie ha confermato la propria felicità nell’indossare la maglia del Catania: «Una città, una squadra, un ambiente ormai mio, che sento come una seconda pelle». E, riferendosi alla partita del giorno prima, ha confermato le dichiarazioni rese nel dopopartita: «Lo spirito di gruppo, la collaborazione tra reparti, tra giocatori, tra settore tecnico, dirigenziale e atleti, ci ha fatto superare avversarie difficili come Genoa e Atalanta. Siamo soddisfatti, possiamo andare avanti sulla base che ci siamo costruiti». Legrottaglie ha anche fatto cenno agli errori, sui quali, però, il Catania costruisce – quasi – le proprie fortune: «Se, lavorando con la stessa intensità e con la voglia che ho visto ogni giorno crescere, si riuscisse a eliminare qualche lacuna, potremmo davvero continuare a crescere. E non mi riferisco soltanto ai risultati delle partite».

    Pulvirenti e Lo Monaco rosanero «In verità non me ne frega nulla» (La Sicilia)

    “Di buon mattino, il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, ha respinto al mittente le domande sull’annuncio del Palermo che ieri hanno presentato Pietro Lo Monaco in seno alla propria organizzazione. «Lo Monaco a Palermo? Non me ne frega nulla», ha sentenziato a chi, Radio Sportiva, lo incalzava sul momento d’oro del Catania, ma anche sui fatti di altre squadre isolane. Pulvirenti, dunque, dopo aver saltato il tradizionale incontro in salastampa nel dopo partita, ha scelto un programma mattutino radiofonico per manifestare tutta la propria soddisfazione per aver battuto l’Atalanta. E, il presidente, non si sorprende affatto per gli otto punti che adesso il suo club vanta in classifica: «Mi aspettavo di fare un buon inizio, c’era la curiosità di vedere come questo gruppo che cambiava guida tecnica avrebbe reagito. I ragazzi hanno saputo adeguarsi alla difficoltà, col Napoli con uomo in meno, ieri dopo l’errore del portiere. Sono segnali importanti, anche al di là del gioco: non è lo stesso Catania, giochiamo in modo un po’ diverso pur partendo da una bella base

    Sciacca che gol nel test di ieri A segno pure Morimoto (La Sicilia)

    “Oggi si continua a lavorare a porte chiuse, sarà già antivigilia con i rossazzurri che cominceranno a verificare il giusto assetto per mettere in difficoltà i felsinei, che hanno un giorno in meno per allinearsi con il programma della sesta giornata di andata. I giocatori e lo staff, manco a dirlo, ieri hanno assistito alla diretta tv del Bologna, opposto al Siena, cominciando a studiare le caratteristiche dell’avversario in tempo reale. Maran parlerà in conferenza stampa domani, prima della partenza del gruppo per il ritiro emiliano. I tifosi del club Vavassori di Bologna e del gruppo «Old Elephants» di Verona si stanno organizzando per seguire da vicino la squadra del cuore.

    CORDIALMENTE SALUTO A PEPPE58 JOE CHIAREZZA GIORGIO CATANISTA MONGIBELLO E TUTTI GLI ASSENTI

  12. Ip Address: 79.33.41.95

    Il Direttore Tecnico della Nazionale Argentina, Alejandro Sabella, ha convocato il portiere rossazzurro Mariano Gonzalo Andujar per le prossime due gare di qualificazione alla fase finale del Mondiale: venerdì 12 ottobre Argentina-Uruguay, a Mendoza; martedì 16 ottobre Cile-Argentina, a Santiago. 😈 😈 😈

  13. Ip Address: 79.33.41.95

    Con il Bologna all’orizzonte il Catania felice per il successo contro l’Atalanta, si è rimesso subito al lavoro. Questo pomeriggio, i calciatori schierati ieri al “Massimino” si sono dedicati essenzialmente al defaticamento: trattamenti in sala massaggi, utilizzo del centro benessere riservato, piscina e palestra, nell’articolato programma di recupero adottato in funzione delle ampie possibilità complessivamente offerte da “Torre del Grifo Village”. Per tutti gli altri, conclusa una sessione di preparazione indoor basata sulla forza, 50′ di gioco in due tempi da 25′, contro la Primavera. Sfida in famiglia vinta per 4-0 dalla prima squadra grazie alle reti di Sciacca, che toglie la “ragnatela” dal sette con una splendida e potente conclusione dalla distanza, Morimoto, autore di un preciso diagonale vincente, Ricchiuti e Doukara, bravi a finalizzare in area al termine di azioni corali. Graduale ripresa per Terracciano, che oggi ha svolto un programma individualizzato. Venerdì alle 15, allenamento a porte chiuse.

  14. Ip Address: 95.245.182.92

    Buonasera raga’!!!
    Ciao Chiarezza e Angelo!!! 😉 😉 😉
    Angelo quante notizie!!!! 😀 😀 😀
    Chiarezza, non ti sei spiegato male, ci tieni per tutti quelli che vestono la Nostra maglietta ed e’ giusto da parte tua evidenziare gli errori o “orrori” dei Nostri.
    Quindi prima o poi ci sara’ Frison quando le acque si calmeranno cioe’ fare piu’ punti possibili.
    Per Rolin, Castro e gli altri, come tu saprai il campionato e’ lungo prima o poi giocheranno.
    Se si gioca sempre con il 4-3-3 (teorico) e i meccanismi creati e incastronati dai tre Nostri “Ave Maria” e cioe’ Gomez, Barrientos e Bergessio bisogna pensare sempre ad un’alternativa.
    Leggendo qua’ e la’ e anche i post di Angelo, ho letto che nel secondo tempo di Catania-Atalanta tatticamente Barrientos si e’ messo all’apice del rombo di centrocampo cioe’ dietro la punta o le punte quindi e’ sparito il 4-3-3 e l’argentino ha giocato molto meglio che per vie laterali.

    Quindi le alternative ci sono e che bisogna trovare bene gli interpreti cioe’ i ricambi.

    Sogni colorati di rosso e azzurro a tutti!!!

  15. Ip Address: 95.245.182.92

    Raga’ volevo mettere in evidenza questo articolo della Kakketta dello Spork (proprio cosi la devo chiamare, professionisti pennivendoli cretini).

    La moviola della 5° giornata.

    CATANIA-ATALANTA 2-1 — Irrati di Pistoia
    Ci stava un rigore per l’Atalanta: al 28′ la punizione di Lodi è respinta dal gomito (molto largo) di Cazzola in barriera. Grave gesto di Bergessio a fine primo tempo: l’argentino rifila un pugno a Lucchini, gesto sfuggito ad arbitro e collaboratori. Possibile la prova tv. Nella ripresa, rischia Spolli per un abbraccio su Lucchini.

    CI STAVA UN RIGORE PER L’ATALANTA!!!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    E’ da ieri che c’e’ questo articolo e manco se ne sono accorti che “Cazzola” e’ un giocatore dell’ATALANTA!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  16. Ip Address: 79.33.41.95

    GIORGIO QUESTA E BUONA :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  17. Ip Address: 95.245.182.92

    Ciao Angelo!!! 😉 😉 😉

    Stamattina il PC non andava bene, metto questo articolo con ritardo del supertifoso Gino Astorina per quelli che non l’hanno letto.
    Notte a tutti!!!

    IL SUPERTIFOSO di Gino Astorina
    Trova la differenza: «Tigna contro tigna»
    «Finalmente unu chiu… cuttu di mia»

    Sugli spalti l’ argomento principe era: “ Secunnu
    tia quantu tempu rura? ” La domanda aveva il
    chiaro riferimento al trasferimento di Lo Monaco
    al Palermo. Ho assistito ad una sequenza di risposte
    che passavano dall’incredulo al fantascientifico, “Va a
    Palemmu e non c’è’ mancu bisognu di mittiricci u
    tagliando di sostare na machina dopu n’quattu r’ura e’
    di ritonnu a casa”, ma cchi dici? No senti ca u
    Palemmu pessi e Zamparini sta esonerannu macari
    l’abbonati da curva sud, ci cummeni si sta a casa.
    Entrano le squadre in campo e Gomez viene affiancato
    dall’atalantino Moralez, il mio vicino di seggiola con
    un pizzico d’orgoglio mi fa notare: “finalmente ci nn’e’
    un’unu cchiu’ cuttu di mia! ” Appena schierati scatta
    dagli spalti la rubrica “Trova la differenza” i due
    allenatori di spalle erano praticamente identici. Stessa
    tigna, stessa postura, vestito di uguale misura e colore.
    Per la cronaca Colantuono ha la pelata più abbronzata.
    Nel settore riservato agli ospiti gli steward hanno il
    loro bel da fare nel dividere i due di Bergamo alta dai
    restanti tre di “ota”.
    Il primo tempo finisce in attesa di emozioni che non
    arrivano. Dopo il quarto d’ora di riposo i ventidue si
    ripresentano in campo e decidono di rifarsi dello
    spettacolo, infatti dopo pochi minuti si esibiscono in
    un tango argentino chiamando in causa Spolli e
    Andujar con passo finale di Moralez che insacca. Solita
    doccia gelata che stavolta dura solo un giro di una
    “Milonga” visto che Spolli sale in cielo per colpire di
    testa e pareggiare. Torna il sorriso ovunque, ma non
    basta dopo il catanese al Massimino si parla la lingua
    di Buenos Aires e stavolta ci pensa Barrientos a
    sigillare il definitivo due a uno. C’è pure il tempo di
    festeggiare la centesima partita in serie A del
    nipponico Morimoto, nei minuti di recupero rileva un
    generosissimo Bergessio. Sono sicuro che anche il
    giapponese festeggerà, ma no a sushi, oramai su
    scuddau, sicuramente a “canni di cavaddu” come la
    maggior parte dei tifosi che abbandonavano il Cibali
    festanti.

  18. Ip Address: 87.3.103.33

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi.
    Non mettiamo in croce Andujar il suo è stato un errore di scarsa concentrazione, mentre quello del portiere della Roma Stekelemburg è stato un errore dovuto a vistosi limiti tecnici.
    La concentrazione si può ritrovare, i limiti tecnici quando si è gicoatori formati è difficile eliminarli.

  19. Ip Address: 79.33.41.95

    BOLOGNA CATANIA ARBITRA GIACOMELLI

  20. Ip Address: 79.33.41.95

    Legrottaglie ritrova il Bologna ma ancora con Gilardino contro
    Ad circa sette anni di distanza, Nicola Legrottaglie, tornando da ex a Bologna, ritrova Alberto Gilardino come avversario. Una sfida già edita e tristemente ricordata dal popolo rossoblu. Pioli cerca la sua prima vittoria interna della stagione, il Catania la terza nella storia e la prima dal proprio ritorno in serie A.

  21. Ip Address: 86.214.97.111

    Ciao Prof
    Non ci riesco proprio a spiegarmi 😳 😳 la mia critica non è ad Andujar ma alla squadra, non c’è bisogno che mettano la grinta solo quando sono sotto!!!!!DESIDEREREI più PERSONALITA , Riguardo a chi debba giocare in porta? per me Andujar ma penso che Maran li valuti meglio di noi!!!

  22. Ip Address: 79.33.41.95

    inShare
    digg
    CATANIA -Il Catania dopo la prova di mercoledì dovrà confermarsi in una trasferta difficilissima come quella di Bologna. I felsinei dovranno rifarsi dalla sconfitta di Siena che è arrivata un po’ inaspettatamente, perché la squadra di Pioli ha offerto un’ottima prova ma non è riuscita mai a passare in vantaggio grazie alle paratone del portiere senese Pegolo bravo a tenere a galla la propria squadra fino al gol un po’ fortunoso di Calaiò.

    La classifica vede il Bologna a quattro punti, a +3 dall’ultima in classifica, il Palermo, ed a -4 dal Catania che viaggia in concomitanza al sesto posto con Fiorentina e Roma.

    Gli emiliani dovranno evitare una sconfitta che li farebbe sprofondare in classifica, invece in caso di risultato positivo il Catania avrà la possibilità di allungare sulle squadre che stanno dietro e potrebbe sfruttare gli impegni difficili delle coabitanti in classifica, Juventus – Roma e Inter – Fiorentina.

    Mister Pioli, che contro il Catania ha vinto 6 volte in 11 gare, dovrebbe riproporre il suo albero di Natale, con la speranza di poter schierare Diamanti (ha saltato Siena per un affaticamento al quadricipite,ndr) alle spalle del bomber Giardino. Per tutto il resto dovrebbe poter confermare tutta la rosa titolare, con il solo Portanova indisponibile per la squalifica riguardante il calcio scommesse.

    Capuano non è l’unico ex tra le fila del Catania, con 2 campionati disputati con i rossoblu, uno in serie A e uno in B. In una stagione poco memorabile indossò la maglia del Bologna anche Nicola Legrottaglie, arrivato in prestito nel Gennaio 2005, autore di 9 presenze, che suo malgrado fu determinante per la retrocessione arrivata ai play-out contro il Parma. Quello svarione in finale sul 2-0 di Gilardino, allora bomber ducale, a Bologna non l’hanno ancora dimenticato. Singolare che adesso i due si incontrino nuovamente, nello stesso stadio, ancora da avversari ma con maglie diverse. Sull’altra sponda troviamo un terzino, Marco Motta, che l’anno scorso ha aiutato non poco gli etnei a poter disputare un ottimo campionato ma sena guadagnarsi il riscatto al termine della stagione, giudicato troppo oneroso.

    Il Bologna fino ad oggi ha segnato 5 gol e incassatone 9, e non è riuscita ancora a vincere al Dall’Ara che domenica dovrà dare una grossa spinta ai locali per poter ottenere la prima vittoria sul campo amico. Per i rozzazzurri giocare a Bologna non è mai stato semplice e addirittura non si è mai vinto. In 5 partite disputate a Bologna sono arrivate solo 4 sconfitte e un pareggio. L’ultima sconfitta del Catania a Bologna per 2-0 risale al campionato dell’anno scorso quando i rossazzurri offrirono la prestazione più brutta della stagione.

    Con il campionato che inizia ad avere un po’ più forma dopo 5 giornate, le due squadre vorranno definire meglio i propri obiettivi che partono per entrambe dalla salvezza. Il Bologna dovrà allontanare la zona calda che anche a Settembre fa paura e il Catania vorrà continuare la sua corsa per sfuggire al meglio dagli ultimi tre posti con la consapevolezza di essere fra le prime 6 del campionato.

  23. Ip Address: 79.33.41.95

    BUONGIORNO A TUTTI FRATELLI DAL CUORE ROSSO E AZZURRO CIAO GIORGIO MI RACCOMANDO NON SPENDERE TROPPO :mrgreen: :mrgreen:

  24. Ip Address: 79.33.41.95

    inShare
    digg
    ROMA – Sarà il Sig. Piero Giacomelli della sez. Trieste a dirigere Bologna – Catania. Come assistenti sono stati designati il sig. Giacomo Paganessi della sez. Bergamo ed il Sig. Mauro Tonolini di Pescara. Quarto ufficiale il sig. Walter Giachero della sez. Pinerolo. Assistenti addizionali il sig. Renzo Candussio (CAN B) della sez. Cervignano ed il Sig. Massimiliano Irrati della sez. Pistoia.

    Singola che il Catania ritrovi, come assistente d’area, l’arbitro che mercoledì ne ha diretto la sfida contro l’Atalanta. Tornando al fischietto triestino, sono 5 le gare finora dirette in carriera in serie A, due nel corso dell’attuale stagione: 1 pareggio ed una vittoria interna. In totale 3 vittorie interne, un pareggio, un successo esterno. Un solo rigore assegnato. Da professionista ha diretto 101 gare: 54 vittorie interne, 21 pareggi, 26 successi esterni.

    Nessun precedente col Bologna.

    Un solo precedente col Catania, stagione 2011/2012, al Massimino gli etnei seppellirono il Genoa sotto una valanga di reti. Terminò 4-0. A segno andarono Lodi (rigore), Barrientos (doppietta) e Bergessio. Non fu affatto una bella giornata per l’ex tecnico rossazzurro, Marino, allora sulla panchina del grifone.

    😛 😛 😛

  25. Ip Address: 80.116.200.52

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao Angelo!!! 😉 😉 😉
    A fine mese ci sono poche lire pardon pochi Euro!!! 😐 😐 :mrgreen: :mrgreen:

    Buona giornata a tutti e forza Cataniaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

  26. Ip Address: 79.33.41.95

    Undici: Vai con la difesa a tre, Castro l’altra sorpresa
    Vestiamo i panni del tecnico rossazzurro per schierare l’undici che più riterremmo adatto ad affrontare il prossimo avversario. Puntiamo sull’effetto sorpresa. Dopo due prove soddisfacenti è l’ora di adottare il 3-5-2 dal primo minuto, per risparmiare energie ai difensori e sorprendere Pioli. In avanti Castro dal primo minuto. In porta, chance per Frison. Infine.. Schierate anche voi la vostra miglior formazione!

  27. Ip Address: 79.33.41.95

    inShare
    digg
    CATANIA – Il Catania chiude il ciclo di tre partite nell’arco di una settimana andando a sfidare il Bologna. Incontro delicato per gli etnei su di un campo che, nelle ultime stagioni, ha riservato solo delusioni cocenti e prestazioni abuliche.

    In trasferta la squadra di Maran ha colto un punto a Roma, all’esordio nel torneo, mentre la tappa di Firenze, come noto, ha avuto un esito meno felice. Sarebbe quindi quantomeno opportuno cercare di spuntarla contro i felsinei ma la squadra di Pioli, reduce da un’amara sconfitta a Siena, venderà carissima la pelle. Nei due ultimi confronti casalinghi Maran ha cambiato poco e nulla nella formazione iniziale ed i fatti gli hanno dato ragione. A noi pare tuttavia necessario un mini turnover, non fosse che per far rifiatare chi ha mostrato di soffrire maggiormente due impegni a distanza ravvicinata.

    La nostra decisione è quella di operare una modifica allo schieramento iniziale, optando per un 3-5-2 con due esterni bassi di centrocampo capaci di aggredire e difendere al tempo stesso in modo da variare una manovra apparsa spesso stereotipata. Fu la mossa che la scorsa stagione si rivelò vincente per Pioli, nell’affrontate il Catania al Dall’Ara. Adesso che il tecnico dei rossoblu opta per il 4-3-3 allora del Catania, pare il momento giusto per tornargli favore ed effetto sorpresa.

    Venendo al dunque ribadiamo ancora una volta la scelta di Frison a guardia dei pali, concedendo una doverosa pausa di riflessione ad Andujar.

    Per il reparto difensivo scegliamo di schierare Bellusci, Spolli e Legrottaglie: tre interpreti di sicuro affidamento, tenuto conto delle buone prove fornite in questo primo scorcio di stagione.

    Centrocampo a cinque con i due esterni bassi Alvarez e Marchese ed una linea centrale formata dal dinamico Izco affiancato da Lodi ad illuminare la manovra e dall’argentino Castro, chiamato a supportare gli attaccanti ed a fungere da “diga” avanzata nei confronti delle iniziative avversarie.

    Per cercare di mettere in ambasce la retroguardia emiliana schieriamo Barrientos e Gomez, sacrificando in panca l’ottimo Bergessio, pronto ad entrare a partita in corso.

    Riassumendo, il nostro undici chiamato ad opporsi ai bolognesi è il seguente:

    Catania (3-5-2) Frison s.v., Bellusci 6.5, Legrottaglie 6.5, Spolli 7, Alvarez 5, Izco 6, Lodi 6.5, Castro 6, Marchese 6, Barrientos 7, Gomez 7

    A disposizione Andujar 5, Rolin s.v., Capuano s.v., Biagianti 6, Almiron 6-, Salifu s.v., Sciacca s.v., Ricchiuti s.v., Bergessio 7, Doukara s.v., Morimoto s.v.

  28. Ip Address: 79.33.41.95

    Stampa: Bellusci scalza Alvarez, Bergessio è sereno, si va così verso Bologna

    La rassegna dei quotidiani in edicola: Bergessio è sereno, il pubblico è maturo e non mette pressione alla squadra che a Bologna cercherà la terza vittoria nella storia. Dall’Ara da sempre avido di soddisfazioni. Alvarez scalzato da Bellusci, Maran non cambia l’undici che ha affrontato l’Atalanta ma è tentato dal far rifiatare Almiron.

  29. Ip Address: 79.33.41.95

    Rossazzurri al Dall’Ara cercando il terzo urrà (La Sicilia)

    “Ma che dire del lontano en plein etneo di cinquantadue anni orsono? Fu un sudato ma meritato 2-1, conseguito dal Catania in rimonta: 1-0 Vinicio su rigore già all’8’, 1-1 Morelli al 36’, 1-2 Prenna su rigore all’82’. «Il portiere Santarelli – riferirà Memo Prenna – ci provò ad indispettirmi, venendomi a dire: Tanto lo sbagli! ». Era quello un risultato sospiratissimo per i rossazzurri, che avevano iniziato la stagione con due vittorie al Cibali (2-0 sul Lecco e 3-1 sull’Atalanta), ma anche con due patatrac esterni (3-0 dal Milan e 4-1 dalla Juventus). Si stappò lo champagne e si voltò pagina: sull’onda di quel successo, la squadra di don Carmelo Di Bella azzeccò una serie d’oro, fatta di sei vittorie (4-0 sul Lanerossi Vicenza, 1-0 ad Udine, 3-0 sulla Sampdoria, 3-1 sul Bari, 1-0 a Napoli e 2-0 sul Padova) e quattro pareggi (1-1 con la Fiorentina e con la Roma, 2-2 esterno con la Lazio e 0-0 con il Torino), a fronte di una sola sconfitta (2-0 a Ferrara). E poi… – ahi, ahi – la sbandata più autolesionistica sul campo dell’Inter (5-0 con quattro autogol!) che portò qualche irriverente buontempone a parlare di una squadra-postelegrafonici. Era un Catania che comunque si piazzerà onorevolmente ottavo a quota 36: addirittura cinquantuno, se parametrati alle vittorie da tre punti. E scusate se è poco.

  30. Ip Address: 79.33.41.95

    Catania, serenità Bergessio «Non avverto le pressioni» (La Sicilia)

    “Il centravanti sarà regolarmente in campo nel match esterno di domani a Bologna

    “Il Catania, dopo i sette punti su otto casalinghi, cerca anche un allungo consistente lontano da casa

    “Il pubblico ha applaudito la partita con l’Atalanta del «Toro», che ha lottato fino alla fine con grinta Contro il Bologna, Gonzalito cerca il primo gol esterno della stagione, la squadra il primo successo fuori casa

    “Adesso, osservando il gioco di Maran, quanto corta sia la squadra, il modo in cui la squadra va a riprendersi la vittoria che sembra sfuggire dopo il vantaggio avversario (quasi la stessa trama contro Genoa e Atalanta) si ha la conferma di quanto importante sia la spinta di Bergessio che, poi, magari rischia di smarrire la lucidità sotto porta. Nessun problema, per Gonzalito, che allora ci aveva spiegato: «Sono un centravanti e so che cosa vuol dire affrontare avversari e convincere i tifosi. La pressione non l’avverto, né quella mediatica e neanche quella che si respira allo stadio durante la partita. Quando segni la gente è felice e contagia anche noi atleti. Quando capita di sbagliare un gol, personalmente, penso a rifarmi. Ho vissuto esperienze in diversi Paesi e sono abituato a convivere con umori positivi e non dei tifosi». Ecco il Bologna, Bergessio cerca il primo gol stagionale fuori casa, il Catania cerca la prima vittoria esterna dopo i sette punti conquistati al Massimino e dopo il pareggio di Roma. Pioli sarà in pachina, nonostante l’espulsione rimediata a Siena, ma poco importa. I rossazzurri sono ottimisti e concentrati, sognano un tris di risultati positivi che potrebbe aprire nuovi scenari in classifica.

  31. Ip Address: 87.6.107.162

    Buongiorno a tutti,ciao Angelo 😉 😆 ciao Giorgio 😉 😆 un saluto anche a Mongibello e tutti gli altri.

    Angelo,io ho già speso,stamani sono andato di prima mattina alla fiera,ho fatto provviste per alcuni giorni,alla fiera,ancora si riesce a risparmiare qualcosa :mrgreen: :mrgreen:

    Sull’articolo di Bellusci che,scalza Alvarez(pur con tutta la stima che ho per lui),ci sta tutta,ho sempre detto,che se Bellusci gioca con umiltà,è uno dei più forti difensori della serie “A”,al contrario,diventa mediocre.

    Per il resto,spero che scendano al dall’ara con il giusto approccio e la determinazione che abbiamo visto contro il Napoli o nella rimonta contro il Genoa,poi il resto verrà da se. :mrgreen: :mrgreen:

    Ciao a dopo 😆 😆

  32. Ip Address: 79.33.41.95

    CIAO PEPPE58 BEATO TE CHE AI LA POSSIBILITA DI ANDARE ALLA FIERA DI CATANIA LO SO CHE LI SI RISPARMIA UN SACCO IO PER RISPARMIARE VADO AI DISCAUNT BUONA GIORNATA A TUTTI FORZA CATANIA SEMPRE 😉 😉

  33. Ip Address: 79.2.36.97

    Ciao a tutti, Angelo, Peppe, che si ricorda sempre di me :mrgreen: , Giorgio, Mario, Tino, Marcello, Lux, Simone, Chiarezza, e ……. tutti gli altri, insomma.

    Sono da poco tornato da Parma con in tasca il biglietto della partita di domani.
    per me la tensione è sempre alta. Mi sudano le mani. 😐 . Speriamo bene!! 🙄
    Joe, porterò con me un po’ di bigliettini del nostro sito. 😉

    Buon fine settimana a tutti. :mrgreen:

  34. Ip Address: 79.33.41.95

    “A Bologna voglio un Catania con fame senza limiti”

    MIster Maran risponde alle domande di stampa e tifosi: “Alvarez? Torna tra i papabili. Le decisioni le prenderò all’ultimo. Ci sono tante situazioni da valutare. Voglio un Catania che abbia la fame per non porsi limiti. Se penso che ad inizio anno ci davano per possibili retrocessioni ciò mi mette ancor più determinazione a far ancor meglio ed incitare tutti a non mostrarsi appagati”.
    😈 😈

  35. Ip Address: 79.33.41.95

    MASCALUCIA – Quinto appuntanemento in sett giorni. Eccessi da turno infrasettimanle. Rolando Maran nuovamente di fronte a telecamere e microfoni della stampa. Terzo ed ultimo avversario della frenetica settimana che andrà a concludersi domani al Dal’Ara di Bologna. Prima, le domande di cronisti e tifosi partecipanti alla rubrica Fai la tua domanda a…

    Alvarez è tra i giocatori papabili per scendere in campo. Aspetto fino all’ultimo giorno per fare le mie valutazione. Gli impegni ravvicinati impongono cautela. Sono insidie che potremmo riscontrare, dico la fatica. Bisogna avere la testa giusta per sfruttare al meglio le ricorse fisiche. Arrivare con grande fame è importante, sostiene le motivazioni. Il risultato è determinato anche da episodi ma voglio un Catania pronto dal primo minuto.

    C’è tanta attesa per Rolin, Frison, Ricchiuti, Castro. Quanto è giustificata e quanto può far bene o male?
    (domanda suggerita da Francesco)

    “Tutti i giocatori troveranno spazio. Ogni conferenza diciamo le stesse cose. Diventa anche noioso. Giocando sempre ci sono situazioni da valutare con perizia. Il recupero è fondamentale. Motivazioni, testa, gambe, tanti i parametri da tenere in considerazione. Domani deciderò. Almiron sta spingendo molto. Contro l’Atalanta ha fatto qualche errore di troppo proprio perché ha spinto molto. Non faccio paragoni col passato. Sta dando il massimo e di questo sono soddisfatto.

    “Ci davano come candidata alla retrocessione. Riuscire a dimostrare sul campo di non esser i sacrificati di turno deve darci ancor più forza. Allentare la presa è un rischio. Rivedendo quelle parole mi ricordo da dove siamo partiti e dove vogliamo arrivare.

    “Il Bologna è una squadra che gioca molto, che cerca di far la partita, è molto organizzata. Stimo molto Pioli. Ha pochissimi punti deboli e può contare su giocatori importanti che non scopro certo io. Mi aspetto una gara molto difficile contro una squadra che gioca a calcio. Su di loro non posso parlare di morale. Posso parlare del morale con cui arriva il Catania. Hanno giocato un’ottima gara a Siena.

    “Diamanti in dubbio? Dobbiamo avere una nostra identità a prescindere dall’avversario. Certo, Diamanti è un valore aggiunto, sappiamo quello che può dare. Non guardiamo tanto ai nomi degli altri. Dobbiamo ancora migliorare. Non dobbiamo accontentarci né sedere sui risultati. Possiamo migliorare ancora. Se faccio una percentuale di soddisfazione sulle prestazioni attuali rispetto alle aspettative darei un limite, e non voglio.

    “Gilardino o Di Vaio? Hanno entrambi grandi qualità. Non esiste un migliore o peggiore, esistono qualità differenti. Non vinciamo in A contro il Bologna da cinquant’anni? Meglio non saperlo. Cerchiamo di mettere in campo la prestazione.

    “La reazione di Andujar ha rafforzato moralmente tutta la squadra. C’ha restituito più forza anche perché la prestazione era stata buona.4

    Ha pensato di far rifiatare Bergessio?
    (domanda suggerita da catanese 56)
    “Son felice che Bergessio sia a disposizione. Sia col 3-4-3 che col 4-3-3 abbiamo fatto bene. Le mie scelte sui titolari e sul modulo dipendono dalle necessità contingenti. Da questa gara voglio che emerga la voglia di andare oltre. In parole povere, voglio vedere un Catania che abbia sempre più fame. Dobbiamo riuscire ad alimentare questo dentro di noi per superarci.

  36. Ip Address: 212.195.241.127

    Bravo Maran, ha detto le stesse cose che avevo scritto, FAME FAME ed ancora FAME, mai andare in campo con supponenza perderemmo di brutto come a Firenze
    Spero che domani il Catania faccia quel salto di qualità che l’anno scorso non è mai arrivato ed io so’ il perché , diciamo che molti FRONZOLI, facevano danno?

  37. Ip Address: 88.66.10.178

    buongiono a tutti
    dici bene Chiarezza
    non fronzoliamo ma al contrario frantumiamo il bologna :mrgreen:

  38. Ip Address: 79.33.41.95

    Bergessio “ritrovato”, in avanti occhio a “quei due”
    Si va a Bologna con un Bergessio in più rispetto alle attese. Gara storicamente ostica, il Bologna di Pioli è in cerca di vittoria dopo il pareggio e la sconfitta da cui è reduce. Particolare attenzione da riservare al tandem offensivo Gilardino-Diamanti. Maran cambierà poco, Castro ancora dalla panchina. Probabili formazioni e presentazione della sfida.
    😈 😈

  39. Ip Address: 79.33.41.95

    CATANIA – Probabili formazioni e presentazione di Bologna – Catania

    Qui Bologna: Nonostante la batosta di Siena, non è una squadra “Motta”

    Sconfitto dal Siena, ma non abbattuto. Il Bologna di Gilardino e Co. si prepara alla sfida contro il Catania come se fosse una delle ultime possibilità per centrare la salvezza. Oh tifosi delle due squadre, preparativi ad una sfida all’ultimo sangue!

    I conti in tasca: Pioli

    Il tecnico ex Chievo sta ben preparando la sfida contro il Catania. Nonostante alcune insensate sue dichiarazioni sul fatto che il Catania sia favorito perché ha un giorno in più di riposo, il suo Bologna non sarà affatto rinunciatario. L’11 che proporrà vedrà in porta la sorpresa Agliardi; in difesa, da destra a sinistra agiranno Garics, Antonsson, il ritrovato Natali e uno tra Motta e Morleo; a centrocampo i tre dovrebbero essere Pulzetti, Perez e Guarente, ma occhio all’outsider Pazienza; il trequartista dovrebbe essere il francesino Taider; in avanti andranno il rientrante Diamanti e il ritrovato Gilardino, con Acquafresca pronto ad entrare nel secondo tempo.

    Attenzione a… (+ sguardo a media-voto)

    Gilardino: Impossibile non inserirlo in questa lista. La sua rinascita bolognese fa’ pensare agli illustri precedenti di Baggio, Signori e Di Vaio. Per lui la sfida contro il Catania è il banco di prova per riconquistarsi le simpatie di Prandelli.

    Perez: Baluardo del centrocampo bolognese. Se si vorrà provare a scardinare la resistenza degli emiliani si dovrà necessariamente passare dal blocco su questo giocatore sud-americano. Corre come un matto, ha verve da vendere.

    Kone: Partirà quasi sicuramente dalla panchina, ma il greco è il tipico giocatore che può far male anche a partita in corso. E’ in netta crescita dopo aver disputato una stagione di alti e bassi. Buon per Pioli.

    Media voto effettiva: 1) Diamanti 6,50. 2) Gilardino 6,50. 3) Pazienza 6,13.

    Qui Catania: per le “Lodi” serve una bella prestazione anche in trasferta

    Bene in casa, malino fuori. Leitmotiv fin troppo ripetitivo da sfatare quello del Catania. Bologna è l’occasione giusta.

    Rossoazzurri alla riscossa (+ sguardo a media-voto):

    Almiron: Non sta attraversando un gran momento, ha l’obbligo di ritornare quello visto nella scorsa fortunata annata. Avrà l’ingrato compito di ribattere gli attacchi di Pulzetti e di Taider, non certo due pivelli.

    Bellusci: Dovrebbe vincere il ballottaggio con il criticato Alvarez. Per lui, dunque, l’occasione è di quelle da non perdere: una grossa prestazione e il posto sulla destra sarà il suo per tutto il resto della stagione.

    Bergessio: Deve ritornare a segnare, se non altro perché già a Catania si mugugna sul suo rendimento. Bella la sfida a distanza con un bomber di razza come Gilardino. Chi vincerà?

    Media voto effettiva: 1) Bergessio 6,50. 2) Gomez 6,50. 3) Spolli 6,50

    Le probabili formazioni di questa sfida:

    Catania 4-3-3: Andujar; Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Almiron, Lodi; Barrientos, Bergessio, Gomez.

    Bologna 4-4-2: Agliardi; Garics, Natali, Antonsson, Motta; Pulzetti, Perez, Guarente; Taider; Diamanti, Gilardino.

    “Mister, posso entrare?”:

    Catania: Ecco la tripletta “catanese” da noi proposta: Ricchiuti, Morimoto, Castro. Ricchiuti, fino ad ora accantonato da mister Maran, potrebbe essere l’elemento giusto per far rifiatare un non brillantissimo Almiron. Morimoto è apparso in netta crescita in queste settimane, potrebbe essere la volta giusta per vederlo in campo, magari qualche minuto in più rispetto ai due concessogli da Maran in Catania-Atalanta. Castro, infine, è la carta solitamente utilizzata da Maran nel secondo tempo, e ci sono tutti i presupposti per vederlo nuovamente in campo.

    Bologna: Questa invece il terzetto che potrebbe inserire a partita in corso il mister bolognese Pioli: Kone, Acquafresca, Pasquato. Kone potrebbe essere utilizzato per far rifiatare uno tra Taider e l’acciaccato Diamanti, cercando di dare più concretezza agli attacchi romagnoli. Stesso discorso vale per Acquafresca, attaccante sì criticato, ma pur sempre una minaccia concreta se in giornata. Pasquato è un autentico jolly, utilizzabile in diverse zone del campo: non è stato molto utilizzato in questo inizio di stagione, potrebbe essere la sua partita.

    Assenti certi:

    Keko, Terracciano per il Catania; Portanova, Pisanu per il Bologna.

  40. Ip Address: 82.51.92.24

    Buonasera raga’!!!
    Ciao Angelo, Mongibello, Chiarezz, joe e chi ha scritto ieri e mi sembra Lux!!! 😉 😉 😉
    Purtroppo nei giorni precedenti un programma della stampante mi ha cambiato i connotati per accedere su Internet e finalmente oggi mi funziona tutto!!! 😀 😀 😀
    Come scrive Chiarezza meno fronzoli e fame di fare risultati da tutte le parti.
    Abbiamo battuta l’Atalanta che e’ una squadra rognosa, domani avremo il Bologna un’altra squadra tosta con Diamanti il loro asso.

    Sogni di colore rosso e azzurro a tutti!!!

    Forza Cataniaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

  41. Ip Address: 79.33.41.95

    BUONGIORNO E BUONA DOMENICA A TUTTI I FRATELLI DAL CUORE ROSSO E AZZURRO LA ROMETTA E STATA STRAPAZZATA DALLA JUVE ADESSO TOCCA AI NOSTRI :: :: STRAPAZZARE IL BOLOGNA FORZA CATANIA SEMPRE 😈 😈 😈 :

  42. Ip Address: 79.27.108.22

    Una buona domenica a tutti gli amici tifosi.
    La Juventus ha “asfaltato” in soli 18 minuti una Roma mai entrata in partita.
    Primo tempo dei giallorossi orribile, mai avevo visto una squadra di Zeman giocare così male, e Juventus di un altro pianeta.
    Meglio così, vuol dire che i bianconeri interromperanno la loro imbattibilità alla nona giornata al Massimino di Catania. (Almeno, questo è ciò che sogno dall’inizio del campionato).

  43. Ip Address: 79.47.31.43

    Buongiorno e buona domenica a tutti,ciao Angelo 😉 e Prof.

    Ieri sera ho visto la partita di Juve-Roma,penso,che Zeman dovrebbe pensare più alla sua squadra che non a continue e sterili(per lui) polemiche che,non gli portano risultati.Con le sue continue(giuste o sbagliate) polemiche,non ha fatto altro che galvanizzare e far “arrabiare” sempre più il suo avversario e per certi aspetti,è stata punita l’arroganza della Roma e dei romani.

    Sul lato tecnico,per dirla alla carlona :mrgreen: quando faccio le giocate,nelle partite della Roma metto sempre la giocata “gol”,così non sbaglio mai ho sempre un punto assicurato :mrgreen: ,anche se la quota è bassina :mrgreen:

    Per ciò che riguarda la nostra squadra,penso che siamo superiori al Bologna e non dovrebbe neanche pesare il fattore campo(vedi Roma),l’unica mia paura è,l’approccio mentale,se c’è quello giusto,penso che si possa fare bottino pieno.

    Una buona domenica a tutti a presto 😉 😆
    Ciao Mongibello 😆

  44. Ip Address: 88.66.34.118

    Buongiorno amici e tifosi del catania
    allora mi pare di capire che abbiamo una buona squadra
    diciamo che c’è una certa esplosività in questo Catania
    unico problema accendere la miccia
    mercoledì ci a pensato anduyar ad accenderla
    speriamo che oggi ciò non sia necessario una qualche malagiocata di qualche giocatore , ma entrino in campo già pronti a esplodere
    ad ogni modo 2 fisso su bologna catania per le altre sono molto indeciso
    qualche dritta da qualcuno per caso ?
    cmq sia una buona domenica a tutti

  45. Ip Address: 88.66.34.118

    ei ragazzi leggete il commento sorvolando su “Ciò ”
    si capisce meglio il pensiero

  46. Ip Address: 88.66.34.118

    a dire il vero ho scritto una cosa che a leggerla adesso mi fa venire da ridere
    ma comprensione vivo all’estero da più di trentacinque anni
    a forza di parlare tedesco mi riesce a volte difficile scrivere le frasi in italiano in modo corretto ho anche dimenticato delle parole scusatemi:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  47. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari

    Ciao mbari Lux :mrgreen: :mrgreen: Capito ti ho perfettamente, che vuoi noi oriundi abbiamo diritto di sbagliare e poi abbiamo il professore che ci corregge :mrgreen: :mrgreen: ma il tuo pensiero è esattamente il mio, concentrazione massima e fuoco negli occhi , pressing alto e ripartenze veloci, ho una piccolissima paura, il centrocampo, il Catania non si puo’ permettere Lodi ed Almiron insieme visto lo stato attuale di Almiron e non penso che sia dovuto solo alla stanchezza, nel gioco di Maran
    Almiron ancora non ha trovato la giusta posizione a Bologna al suo posto farei giocare Castro e poi nelle settimane successive in allenamento studierei qualcosa di diverso, perché per me Almiron è fondamentale per il Catania, più di tutti…..

  48. Ip Address: 88.66.34.118

    D’accordo con te e poi questo castro oltre la freschezza fisica potrebbe dare sul lato destro molto fastidio al bologna e con gomez sulla sx il bologna strarebbe sul chi vive per tutta la partita
    cmq sia io sono straconvinto che il bologna oggi lo battiamo o di pizzu o di chiattu c omu ie chiè

  49. Ip Address: 79.33.41.95

    Sia Bologna che Catania alla ricerca della prima vittoria al Dall’Ara
    Una sfida al Dall’Ara, inteso come stadio tabù storico per il Catania, recente per il Bologna che non ha mai vinto in questa stagione alcuna gara interna. Incoraggianti i precedenti tra Maran e Pioli, molto meno quelli tra Pioli ed il Catania come tra Catania e Bologna e tra Bologna e Maran. Attenzione ai difensori rossoblu ed ai rossi.

  50. Ip Address: 79.33.41.95

    Ritorno al Dall’Ara
    Il Catania torna nello stadio che ne ha ospitato, da padrone di casa, le ultime due partite interne del campionato 2006/07, determinanti per la salvezza della formazione rossazzurra. Contro il Milan fu un pareggio, contro il Chievo, la vittoria salvezza.

    Tabù
    Negli ultimi cinque precedenti al Dall’Ara, il Bologna ha vinto quattro volte e pareggiato una, nel 2009/2010 con reti di Di Vaio e di Maxi Lopez.

    Dieci
    Negli ultimi 10 confronti il Bologna ha battuto 8 volte il Catania, perso e pareggiato una volta sola.

    Alvarez
    Pablo Alvarez, reduce dalla squalifica per il rosso rimediato al 1°della sfida contro il Napoli, potrebbe rientrare in una sfida che lo vide già protagonista per un altro rosso prematuro, al 22° del primo tempo, quando il 6 Febbraio del 2011 il Catania perse 1-0 con rete di Portanova.

    Vedo rosso
    Gli ultimi due confronti al Dall’Ara si sono sempre chiusi col Catania in dieci uomini: Biagianti ed Alvarez gli espulsi.

    Astinenza
    Il Catania non segna al Bologna dal Maggio 2005, quando Lopez mise a segno il goal dell’1-1, unico risultato utile ottenuto dai rossazzurri al Dall’Ara dal loro ritorno in serie A. Nell’1-1 del ritorno, a settembre, fu l’auorete di Britos (su cross di Marchese) a determinare il pareggio.

    Occhio ai difensori
    Storicamente, occhio ai difensori Bolognesi. Hanno già segnato al Catania, negli ultimi dieci precedenti: Smit, Daino, Terzi, Portanova e Cherubin. Tutti su calcio sviluppi da calcio da fermo.

    Ma senza Di Vaio
    La partenza di Marco Di Vaio per il Canada deve esser stata accolta con un sospiro di sollievo a Catania. L’attaccante, nella sua militanza rossoblu, ha segnato 5 goal in 10 incontri.

    Vittorie datate
    Il Catania non espugna il Dall’Ara dal campionato di serie B 1986/87. Per trovare la prima vittoria in A, anche la prima cronologicamente nonché la seconda ed ultima complessivamente, si deve tornare al campionato di A 1960/61, terminò 2-1.

    Spolli cerca il bis
    Nicolas Spolli è, a registro, l’ultimo giocatore in ordine di tempo ad aver determinato il successo del Catania sul Bologna. Una sua rete determinò l’1-0 del 2009/2010 al Massimino.

    Record Spolli
    Dopo aver segnato all’Atalanta, il difensore etneo cercherà di eguagliare il record di due reti consecutive fatto segnare la scorsa stagione andando a segno nella 29^ e nella 30^ giornata contro Napoli e Milan.

    Talismano Agliardi
    Il portiere del Bologna è una sorta di talismano contro il Catania. Di sei precedenti, a difesa della porta di Cosenza, Brescia, Palermo e Bologna, ne ha vinto 5 e perso solo uno, nel lontano 2005, al Massimino.

    Prima vittoria
    Anche il Bologna, come il Catania, è alla ricerca della prima vittoria al Dall’Ara. La formazione di Pioli non vince in casa dall’ultima interna della scorsa stagione, quando sconfisse 2-0 il Napoli.

    Grazie Zamparini
    Stefano Pioli, da due anni in sella alla panchina del Bologna, ringrazia ancora Maurizio Zamparini per averlo esonerato ancor prima che iniziasse il campionato scorso, così da permettergli di sostituire Bisoli sulla panchina dei rossoblu.

    Pioli vs Catania
    Nei suoi confronti contro il Catania, a guida di cinque diversi club, il tecnico nativo di Parma ha vinto sei gare, pareggiate una e perse quattro. L’unico successo rossazzurro in trasferta risale alla stagione 2003/04 quando la formazione allenata allora da Colantuono ebbe la meglio all’Arechi di Salerno contro la Salernitana. A seguire, sui campi di Modena (B), Chievo (A) e Bologna (A), solo sconfitte, mai alcun pareggio. L’unico, registrato nel 2010/2011 a Catania, sulla panchina del Chievo, costò l’esonero a Marco Giampaolo.

    Pioli vs Maran
    Sono sette gli incroci tra Pioli e Maran. Una sola sconfitta a carico del tecnico etneo, tre vittorie e tre pareggi. L’ultimo, proprio la vittoria del Sassuolo nel 2010 a scapito del Vicenza. Negli altri precedenti per ben due volte, in casa di Grosseto e Piacenza, la Triestina di Maran ha avuto la meglio.

    Bologna vs Maran
    Dove Maran pecca, statisticamente, è nei precedenti col Bologna. Il Dall’Ara è uno stadio tabù per le sue squadre, nessuna vittoria, in due confronti, due sconfitte. Più in generale, una sola vittoria, un pareggio e tre sconfitte contro gli emiliani che ha incontrato l’ultima volta nel lontano 2008.

    Bologna – Catania
    Poco confortanti, per il Catania, i confronti diretti al Dall’Ara. Solo due vittorie, l’ultima datata 25 anni fa, in serie B (1-0). L’ultima vittoria in A, la prima della storia, risale addirittura alla stagione 1960/61, terminò 2-1. Sulle 35 gare disputate, il Catania ne ha vinte 8, perse 17 e pareggiate 10. Lo scorso anno il Bologna prese sei punti al Catania vincendo 2-0 al dall’Ara ed 1-0 al Massimino grazie alla rete prodigiosa di Gaston Ramirez.

  51. Ip Address: 212.195.241.127

    Semu pronti?

    Le formazioni ufficiali
    Giochiamo sicuramente con un 4-4-1-1
    E sulla carta mi sembra intelligente

    ————— Andujar
    ; Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Capuano
    —-Izco, Lodi, Almiron; Castro.
    ———-Barrientos
    ———Bergessio

    Bologna (4-3-1-2): Agliardi; Garics, Antonsson, Natali, Morleo; Taider, Perez, Guarente; Kone; Diamanti, Gilardino. A disp.: Curci, Sorensen, Carvalho, Cherubin, Motta, Abero, Pulzetti, Pazienza, Gimenez, Pasquato, Gabbiadini, Acquafresca. All.: Pioli
    Squalificati: Portanova (febbraio 2013)
    Indisponibili: nessuno
    Catania (4-3-3): Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Capuano; Izco, Lodi, Almiron; Barrientos, Bergessio, Castro.
    A disp.: Frison, Messina, Marchese, Bellusci, Rolin, Biagianti, Salifu, Sciacca, Doukara, Ricchiuti, Morimoto, Gomez. All.: Maran

  52. Ip Address: 212.195.241.127

    E impressionante i gol che prendiamo e che ci mangiamo 😈 😈 ma la squadra fino ad ora mi piace

  53. Ip Address: 212.195.241.127

    AFFANCULUuUuuuuu

  54. Ip Address: 88.66.34.118

    bo ma a difensori come cazzzzzz siamo combinati

  55. Ip Address: 212.195.241.127

    Lux ma i gol ca ni mangiamu…….Gomez subito e fuori uno tra Lodi ed Almiron, e dentro Morimoto o Doukarà al posto di Castro o Bergessio, accussi fossi ca signamu

  56. Ip Address: 88.66.34.118

    chiarezza ma ho l’impressione che gilardino era in fuorigioco

  57. Ip Address: 88.66.34.118

    si sono d’accordo adesso tentiamole tutte i conti si fanno alla fine

  58. Ip Address: 79.33.41.95

    CIAO LUX GILARDINO ERA IN FUORI GIOCO

  59. Ip Address: 88.66.34.118

    cmq oggi sono venute alla luce tutte le macagne di questa squadra
    i difensori bravi che non abbiamo
    e l’uomo che ti fa i gol

  60. Ip Address: 88.66.34.118

    ciao Angelo grazie della conferma allora ci avevo visto giusto

  61. Ip Address: 212.195.241.127

    Si ma il segnalinee ha fatto anche l’errore proprio davanti i suoi occhi il calcio d’angolo su Capuano……ma sunu i maccarruni ca inghiunu a panza e se non signamu? dominare e perdere 2 a 0 ? il pressing c’è il gioco pure il possesso palla e nostro e perdiamo 2 a 0 se nel secondo tempo segniamo nei primi 10 minuti , vinciamo la partita :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  62. Ip Address: 212.195.241.127

    No Lux i difensori ci sono manca solo chi segna e il centrocampo non è (per stanchezza?) all’altezza

  63. Ip Address: 88.66.34.118

    stanchezza ??? ma come il campionato e iniziato ieri e questi sono già stanchi
    ma che e scherziamo

  64. Ip Address: 212.195.241.127

    Si ma tre partite in una settimana? per Almiron Legrottaglie Bergessio ca si currissi menu e facissi chiù gol, fussi megghiu :mrgreen: :mrgreen:

  65. Ip Address: 212.195.241.127

    Minchia ma Bergessio non segna mancu ppaa M……..a

  66. Ip Address: 212.195.241.127

    AMMUGGHIAMULA
    Maran almeno ora prova qualcuno

  67. Ip Address: 79.47.31.43

    Avere una ferrari e non saperla guidare è un peccato,mi aspettavo qualcosa di diverso.Gomez in panchina per farlo riposare(dopo cinque giornate di campionato 😯 ),mentre Almiron in campo.Capuano in campo dopo duecento anni che non gioca 😯
    Come avevo detto ieri,Bellusci,senza umiltà diventa mediocre.

    Comunque,non riesco a digerire questo scempio,forse,il Catania non è destinato a crescere.

  68. Ip Address: 212.195.241.127

    Non ci credo…..Ricchiuti? bella trovata hai hai Maran 😯 😯 e tutti sapete quanto io stimi Ricchiuti 😈 😈

  69. Ip Address: 79.47.31.43

    Eeeeeeehhhhhhhhh,la prossima sostituzione entra mio nonno(niente contro Ricchiuti),mentre provare i giovani è peccato!!!!!!!!!

  70. Ip Address: 212.195.241.127

    Stannu a viru niura cull’arbitri 😈 😈

  71. Ip Address: 79.47.31.43

    Espulsione visionaria,però,sono contento,almeno si toglie dalle palle.Stiamo facendo una magra figura con una delle squadre più mediocri(almeno sin quì) della massima serie,ha giocato giovedì e sembrano che hanno iniziato da cinque minuti,solo gli errori del Catania,stanno regalando tre punti al Bologna.

    Spero di sbagliarmi,ma non vorrei che,alcuni risultati sin quì ottenuti,più per capacità individuali(Mercoledì,ho espresso perplessità sulla gestione di alcune cosa da parte di Maran)possano trarre in inganno.Forse una partita del genere mette in risalto quali siano i veri valori di alcuni giocatori e del tecnico stesso.

    Per il bene del Catania,spero che questa sia solo una giornata storta per tutti,Maran compreso,al contraio,ci sarà da soffrire più di quello che ci si possa immagginare.La squadra c’è,bisogna solo “trovare” i meccanismi giusti per farla rendere al meglio.

  72. Ip Address: 212.195.241.127

    Menu mali con 4-0 si sta megghiu INCREDIBILE

  73. Ip Address: 79.47.31.43

    La stima che avevo su Alvarez per gli anni scorsi,lo persa,già dalle sue dichiarazioni nella trasmissione a Corner,ha lasciato intravedere che non voleva tornare:
    “in Spagna si gioca meglio,si pensa più alla tecnica,mentre in Italia si basa tutto sulla tattica,li mi sono trovato meglio”,
    ma allora,perchè sei tornato?????

  74. Ip Address: 79.47.31.43

    Mi consola il fatto che,c’è chi ha fatto peggio di noi:

    Atalanta che becca 5 pappine in casa,e il Cagliari che si sta scavando la fossa con le sue mani.

  75. Ip Address: 79.47.31.43

    Comunque,buon proseguimento a tutti, 👿 👿 👿 👿

  76. Ip Address: 79.33.41.95

    MENOMAPE CHE DOVEVAMO STRAPAZZARE IL BOLOGNA IL BOLOGNA A STRAPAZZATO NOI :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: FORZA CATANIA SEMPRE CERTO CHE COL BOLOGNA E UN’IMPRESA

  77. Ip Address: 79.27.108.22

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi. Posso mai dire una buona domenica?
    Del Catania visto a Bologna mi sono vergognato,
    Maran ha sbagliato proprio tutto: formazione, impostazione tattica, impostazione psicologica, cambi, non è riuscito a leggere la partitai ( Bellusci ha sulla coscienza almeno due reti) e non ha saputo motivare la squadra a dovere.
    Tutto da rifare, con quest’organico non si può perdere 4-0 a Bologna, dico a Bologna e non a Torino con la Juventus. VERGOGNA.

  78. Ip Address: 88.66.34.118

    allora non per ripetermi ma io su maran avevo già espresso i miei dubbi o quantomeno non mi convince nel primo tempo giocavamo col 4 1 4 1
    che giá ai tempi di giampollo alla squadra era indigesta
    poi nel secondo tempo mi fai entrare ricchiuti che ,per carita non a fatto male anzi
    ma a risultato compromesso ormai io avrei provato qualcosaltro ma tante e andata cosi vediamo la prossima e cmq da domani in poi giochiamo alla giornata che e meglio ce ne sono altre 32 di giornate speriamo bene

  79. Ip Address: 79.33.41.95

    DOBBIAMO VIVERE ALLA GIORNATA COME DICE LUX OGNI VOLTA CHE IL CATANIA VINCE IO PER PRIMO PENSO CHE FARA RISULTATO ANCHE CONTRO UN ALTRA SQUADRA IN QUESTO CASO IL BOLOGNA MA SI VEDE CHE ANCORA NON E COSI I NOSTRI DEVONO ESSERE PIU INCISIVI ANCHE FUORI CASA E SPERO AL PIU PRESTO VISTO CHE LA PROSSIMA E CONTRO IL PARMA TROPPE PALLE GOL SBAGLIATI IN PIU SI SONO MESSI ANCHE I PALI PARTITA DA DIMENTICARE FORZA CATANIA COMUNQUE

  80. Ip Address: 85.41.235.41

    Buonasera a tutti….. e che serata :mrgreen: :mrgreen:

    Il Catania continua ad alternare risultati belli e brutti come il solito dopo una balla prestazione a casa eccoci con una bruttissima fuori casa….

    arriviamo davanti la porta avversaria e non concludiamo nulla :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: troppi errori bravo Bergessio è un grande combattente crea spazio per la squadra si sacrifica ma pecca nella precisione :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    mi domando ma perchè il Mister non ha fatto giocare a Doukara ❓ ❓ ❓
    oggi siamo scivolati al decimo posto in classifica , che peccato sprecare tutto quello che di buono la squadra ha fatto fino adesso 👿 👿 👿
    Mentalitààààààààààààààààààààààààààà

  81. Ip Address: 212.195.241.127

    Andujar come al solito, qualcuno lo criticherà ma ha fatto minimo tre parate super
    Alvarez ha fatto un Partitone
    Bellusci Deludente
    Legrottaglie si deve riposare
    Capuano almeno a preso la traversa
    Lodi a riposo
    Almiron a riposo
    Izco solito
    Barrientos troppo innamorato del pallone ma a pensarci a chi lo doveva dare?
    Castro deludente non bastava Bergessio a mangiarsi i gol?
    Bergessio come al solito , ma fino a quando tutti i giornalai siciliani gli danno 8 in pagella lui è felice, ma il Catania perde

    E vengo a Maran Lui oggi ha voluto fare lo scienziato , e visto il primo tempo forse aveva ragione, che colpa ha , se non quello di farlo giocare sempre, se Bergessio si mangia 3 gol a partita ora anche coadiuvato da Castro?
    Ma il secondo tempo caro mio Maran ambracasti :mrgreen: :mrgreen: quando era il momento di ragionare hanno solo messo foga e cattiveria in poche parole tutti all’attacco e patatrac :mrgreen: :mrgreen:

  82. Ip Address: 79.33.41.95

    Il Catania fa tanto, il Bologna fa pok..er

    Confermata la terribile cabala di Bologna. Il Catania ne becca quattro facendo la gara e subendo quasi un goal ad ogni conclusione, tutte ingenerate da svarioni con protagonisti i difensori, in particolar modo gli esterni. Tante imprecisione anche in fase conclusiva.

  83. Ip Address: 79.33.41.95

    Dalla Sala Stampa dello stadio Dall’Ara – Maran, Pioli e Gilardino

    Maran: “Abbiamo costruito tanto ma commesso troppi errori, dobbiamo ancora crescere.” Gilardino:”Sto bene fisicamente e sono motivato grazie ai miei compagni. La Nazionale? Per adesso penso al Bologna. Abbiamo rischiato tanto nei primi 25 minuti. Ottimo Catania.”. Pioli: “Complimenti a tutti ottima gara. Hanno reagito bene a un periodo negativo. Gilardino? Un giocatore per noi fondamentale”.

  84. Ip Address: 79.33.41.95

    VOGLIO VEDERE QUANDO REAGIAMO NOI AGLI ALTI E BASSI :mrgreen: :mrgreen:

  85. Ip Address: 93.69.125.48

    Saluti a tutti, belli e brutti!
    Giornata storta oggi.
    Leggo da più parti critiche stratosferiche nei confronti di Maran, io vado controcorrente.
    Per me oggi il Catania ha per almeno settanta minuti giocato un’ottima gara, per certi versi anche meglio che contro Atalanta e Napoli, purtroppo si è evidenziata l’unica grande pecca di questa squadra, l’attaccante.
    Stimo Bergessio che è e resta un mio beniamino ma non è il goleador che può risolvere le partite e che ottimizza con le sue reti le tante occasioni che la squadra produce.
    Non c’entra Maran che, a parte la sciagurata decisione di rispolverare Capuano piuttosto che piazzare a sinistra Alvarez senza creare stravolgimenti alla nostra difesa, ha soltanto provato Castro per Gomez con risultati tutto sommato accettabili, il ragazzo non è nemmeno lui un goleador ma si è fatto trovare spesso al posto giusto con buoni movimenti in più circostanze ed in fondo in quanto ultimo arrivato secondo me ha meritato la chance.
    Al Catania manca un Gilardino, un Bianchi, un Denis, un Calaiò, insomma chiamatelo come volete ma a noi serviva soltanto quello a giugno.
    Pazienza, mi auguro che Maran sappia trovare da ora in poi i giusti accorgimenti tattici al fine di sopperire a questa grave lacuna, magari Bergessio e Morimoto insieme o Doukara, che ne so, mica sono io il tecnico del Catania…e meno male….
    Andrà meglio la prossima volta.
    Un abbraccio a tutti e a presto!!
    FORZA CATANIA SEMPRE! SQUADRA E CITTA’!!

  86. Ip Address: 2.11.37.107

    Ciao Marcello
    noi c’è lo avevamo, ma il vero scienziato lo teneva in panchina, e quell’altro suo compare LM lo offriva a destra e manca, Bergessio si è espresso all’ennesima potenza come spalla di Lopez , ma li c’era un vero allenatore, Simeone!! :mrgreen: :mrgreen:
    Oggi io ho criticato Maran solo col cambio di Ricchiuti, e non per lo stesso, ma almeno provava morimoto o Doukarà , poi mi sarebbe piaciuto vedere comu finiu Rolin 4 ml? ma siamo sicuri? in ogni caso come avevo detto prima il Catania mi è piaciuto, l’unico errore che penso abbia fatto è stato quello che non hanno mai riflettuto, un assalto all’arma bianca e siamo stati puniti dai loro contropiedi!!

  87. Ip Address: 88.66.34.118

    allora sarebbe meglio giocare il 4 4 2
    almeno ne abbiamo 2 di attacanti li davanti

  88. Ip Address: 79.27.108.22

    Un caro saluto a tutti.
    Ciao Marcello, gli errori di Maran oggi sono stati stratosferici per poterlo difendere.
    L’allenatore non ha colpe quando la squadra prende reti per errori individuali, vedi Andujar con l’Atalanta o peggio Stekelemburg contro la Sampdoria, quando la squadra sbaglia atteggiamento in campo invece ha qualche responsabilità.
    Purtroppo non si può discutere un 4-0, lo so quello che voui dire, il Catania nel primo tempo non ha giocato malissimo, ma la sconfitta non si può discutere.
    Facciamo un esempio riguardante una partita odierna: Atalanta- Torino.
    I padroni di casa hanno letteralmente dominato per 70 minuti vincevano 1-0 hanno subito il pari su rigore, hanno colpito due clamorose traverse e per loro c’era un rigore non visto dall’arbitro, poi a sorpresa hanno incassato la rete del 2-1 di Gazzi.
    Nei venti minuti finali, però, nel tentativo di recuperare hanno perso “la testa” e il Torino ha vinto 5-1. Come assolvere Colantuono ? L’allenatore è colpevole perchè non ha richiamato la squadra all’ordine e perchè li ha fatti sbilanciare in avanti.
    Capita a tutti, anche agli allenatori più bravi, è più bravo chi sbaglia meno.
    Per quanto riguarda le reti sono d’accordo a metà della mancanza d un bomber, si segna anche attraverso gli schemii e non solo per le prodezze individuali.
    Non dimentichiamo che il Catania, pur realizzando 7 reti in sei partite ha chiuso 3 partite su 6 senza segnare e quasto difetto l’avevo già evidenziato in estate.
    A tutti una buona serata, ma ancora non ho sbollito la rabbia.

  89. Ip Address: 188.11.149.129

    Buona sera a tutti,certo,sportivamente parlando,non è che sia una bella serata per noi tifosi del Catania 😥 😥 forse nessuno di noi si poteva aspettare un’imbarcata del genere.

    Mi sono violentato e ho voluto rivedere subito la partita registrata(con mysky),tutto ciò che di negativo viene espresso da quasi tutti voi lo condivido,ma voglio analizzare a mente più fredda(forse ancora non troppo :mrgreen: ) la prestazione dei rossazzurri.

    Per prima cosa,condivido il pensiero del prof,Maran,ha toppato la partita,impostata male sia tatticamente che mentalmente.non si capisce che sistema di gioco a applicato,la squadra,in certi momento faceva vedere l’obsoleto 4-1-4-1 con Castro(disastroso),addirittura dietro ad Almiron,a volte si intravedeva un 3-5-2,con a turno,Alvarez e Capuano fuori posizione.

    Ha lasciato a riposo Marchese per un’impresentabile Capuano e rimesso in campo Alvarez,con Bellusci che,da terzino contro l’Atalanta ha fatto meglio di lui in tutte le sue prestazioni e proprio Alvarez(andate a rivedere il primo gol) e Capuano,hanno fatto in modo da compromettere le prestazioni dei due centrali,quasi sempre fuori posizione o in ritardo tutti e due,Alvarez ha fatto un pò meglio di Capuano(non considero la sua traversa per poterlo salvare),ma non abbastanza da non compromettere la sua prestazione

    La settimana scorsa,si era visto che ad Almiron avrebbe potuto fare bene un pò di riposo,e forse ne avrebbe goduto anche Lodi(brutta prestazione oggi la sua),e come se(con le debite proporzioni) Vidal o Marchisio,fanno mancare il proprio supporto a Pirlo,sicuramente ne risentirebbe,la stessa cosa a mio modesto parere succede con Lodi,perciò,sarebbe stato opportuno vedere in campo Salifù o chi per lui.

    Non avrei mai regalato un giocatore come Gomez all’avversario,seppur scarso che sia il Bologna,questo,può sembrare presunzione o leggerezza,in tutte e due i casi è sbagliato,uno come Gomez si mette sempre in campo,dopo se si stanca,magari lo sostituisci,però,non lo regalerei mai al mio avversario un giocatore di quel calibro.

    In questa partita,Castro,è stata la delusione peggiore,fin dalle prime battute,anche quando sembrava che il Catania potesse gestire bene la gara,lui è sembrato un pesce fuor d’acqua,non ha mai trovato la giusta posizione in campo,è stato molto frettoloso e confuso in più occasioni.

    Barrientos,pur non avendo brillato e non vedo con la prestazione dei compagni come avrebbe potuto fare,quando si accentrava,è stato l’unico che ha cercato di dare un pò di luce alla manovra del Catania,ma poi,arrivati ai trenta metri,compreso quando è entrato Gomez,si diventava leziosi,questo,comunque per tutta la gara.

    Io penso,chissà se un giorno ci sarà qualche allenatore con le palle,che faccia giocare Barrientos come Mazzone faceva giocare Baggio,cioè,vai in campo e gioca,punto e basta.
    E’ evidente che Barrientos da il meglio di sè,quando si accentra e spazia nella trequarti avversaria,ma questo,è un discorso più lungo e complesso,ci sarà tempo per discuterne.

    Izco,forse,è l’unico che se non ha raggiunto la sufficienza(dopo un 4-0 è difficile per tutti),ci si è avvicinato molto.

    Adesso vorrei spendere due parole per Bergessio e Andujar,forse i due più “colpevolizzati” nel web,il primo per i gol mancati e il secondo per quelli subiti.

    Il lavoro di bergessio,è quello di lavorare per gli inserimenti dei vari Gomez,Almiron,Barrientos ecc…. e anche di segnare,ma spesso ci si dimentica,che Bergessio,per fare quasto lavoro,nel più dei casi,gioca spalle alla porta,appunto per fare da riporto anche con il dai e vai e se si pretende che questo giocatore dovrebbe arrivare in doppia cifra di reti segnate,penso che ci si sbagli e non di poco.

    Bergessio,fa un lavoro impressionante per il reparto avanzato e per la squadra,spesso ce lo ritroviamo anche in area sui calci da fermo,o nel limite quando gli avversari attaccano,per non dimenticare il pressing che attua a tutta la difesa avversaria,perciò,penso che ce da comprendere se magari non arriva molto lucido nella fase conclusiva.

    Su Andujar,in una partita del genere,non vedo cosa ci si possa imputare,anche se in termini di voto,non prenderà più di 5,5,perchè,subire quattro reti,pur non essendone principale responsabile,contribuisce ad abbassare il voto.

    Un’ultima cosa su Maran,capisco che dalla cintola in sù abbiamo una squadra molto tecnica,ma non si può giocare con molta leziosità,troppi tic e toc,spesso la palla dalla trequarti torna indietro e non si prova mai a tirare in porta dai trenta o venti metri,non si può pretendere di entrare sempre in area con tocchettini e passaggetti,bisogna velocizzare con meno passaggi e più verticalizzazioni.

    Spero,come ho già detto in un mio post precedente,che questa inaspettata batosta sia solo una brutta giornata per tutti,così fosse,avremmo criticato una parita fatta e andata male.

  90. Ip Address: 188.11.149.129

    Ciao Marcello,ben ritrovato 😆 scrivevamo in contemporanea,adesso leggerò il resto dei post.

  91. Ip Address: 188.11.149.129

    Scusate 😳 gli errori.grammaticali e chi più ne ha più ne metta :mrgreen:

  92. Ip Address: 79.33.41.95

    CIAO PEPPE SEI SCUSATO ANCHE PERCHE A TUTTI CAPITA DI SBAGLIARE QUALCOSA QUANDO SI SCRIVE FORZA SEMPRE CATANIA CORAGGIO LA PROSSIMA PARTITA CI DIVERTIAMO 😉 😉 😉

  93. Ip Address: 79.33.41.95

    GIORGIO DOVE SEI ❓

  94. Ip Address: 93.69.125.48

    Purtroppo cari Prof. e Peppe se dovessimo giudicare i due tecnici visti oggi a Bologna soltanto per le occasioni da gol prodotte dalle rispettive squadre Maran batterebbe Pioli in maniera netta ma al nostro paese i maccheroni fanno da sempre la differenza e forse è giusto così….
    Chiarè, Lopez poteva tornare una volta fatto fuori Lo Monaco, evidentemente è accaduta qualcosa che va al di là della querelle tra i due altrimenti Pulvirenti lo avrebbe tirato dentro tranquillamente risparmiando su castro e Rolin; a noi, purtroppo, restano solo le fantasiose ipotesi che nascono dai tanti pettegolezzi che serpeggiano in città a proposito delle abitudini extra calcistiche del calciatore.
    Lux, il 4 – 4 – 2 con due attaccanti lascia spazio a Morimoto o Doukara, chi di noi sarebbe pronto a scommettere su entrambi? La cosa, credimi, mi turba non poco…
    Continuo a pensare con ottimismo (resta solo questo purtroppo…) che il catania di oggi a me non è dispiaciuto, anche Alvarez accusato dai più di responsabilità sul primo gol, si trovava a chiudere su Gilardino mentre Le Grottaglie girovagava in cerca du una punta che, guardacaso, non c’era affatto.
    E se il pallone di Capuano fosse entrato? Se Castro avesse puntato la porta piuttosto che crossare e avesse lasciato palla a bergessio nella seconda occasione sprecata? E se il due tiri di Lodi non avessero fatto esaltare Agliardi nella sua migliore prestazione in carriera?
    I se ed i ma.
    Resta l’amaro in bocca per una sconfitta maturata contro una squadra ben al di sotto del nostro Catania…

  95. Ip Address: 79.33.41.95

    CIAO MARCELLO AI DETTO BENE E PROPRIO QUESTO CHE CI FA RABBIA UNA SCONFITTA DA PARTE DI UNA SCUADRA AL DI SOTTO DEL NOSTRO CATANIA UN SALUTO A TUTTI SOGNI ROSSO E AZZURRI A TUTTI 😉 😉

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu