ANDUJAR E BIAGIANTI IN SALA STAMPA …

 Scritto da il 21 aprile 2010 alle 10:35
Apr 212010
 

 

In sala stampa Mariano Andujar

  

“Mancano pochi punti per raggiungere la salvezza matematica, domenica con il Siena è stata la partita più dura di tutto il campionato, a noi il pareggio sta bene in quanto cerchiamo punti per non retrocedere, eravamo tutti arrabbiati per il risultato ma ci può stare il pareggio, tranquillamente. La salvezza sembrava all’arrivo del nuovo mister un’impresa impossibile, avevamo solo 9 punti in classifica, siamo stati tutti bravi ad arrivare al nostro obiettivo. Purtroppo comunque non era giornata fortunata: la deviazione nel goal subito e il calcio di rigore fallito da max;, ma nel calcio tutto questo ci sta, nei goal subiti ci sono stati errori e dobbiamo migliorare, ma ci sono stati nell’arco di tutta la stagione goal subiti molto belli. 

“Ancora nessuna squadra può  dirsi retrocessa in questo campionato. A Livorno cerchiamo i tre punti fondamentali per la nostra salvezza 

“Alla nazionale ci penso, ma ancora la lista definitiva per le convocazioni non è arrivata. 

“Io ho un contratto che mi lega al Catania, poi la società decide il mio futuro contrattuale, ma io a Catania mi trovo molto bene. 

Celebrate of Marco Biagianti of Catania celebartes during the Serie A match between Parma and Catania Calcio at Stadio Ennio Tardini on August 30, 2009 in Parma, Italy. 

Marco Biagianti : 

“Ogni partita ha la sua storia a sé, l’occasione, l’occasione è andata sprecata ma ci può stare anche il pareggio, purtroppo sono 4 punti buttati via, l’errore di maxi è stato determinante per il risultato anche se comunque maxi non ha colpe è stato bravo il portiere e avevamo bisogno un po’ di fortuna in più, ma ripeto il punticino ci sta anche bene: è un passo avanti per non retrocedere. 

“Carboni e io abbiamo giocato in diverse partite insieme in campo, anche con grandi squadre e abbiamo fatto sempre bene e poi ogni volta che siamo in insieme io segno. 

“La prestazione della squadra è stata buona, anche la mia, ma per me conta principalmente quella della squadra che gioca bene ma soprattutto fa punti. 

“La mia posizione in campo è  quella giusta, sono migliorato tantissimo, tiravo anche prima da fuori area ma ora sono più preciso. 

“Mi sento un titolare in squadra perché il mister mi da fiducia, un leader no anche se mi ha onorato indossare la fascia di capitano domenica. 

“L’intervista del mister sulla rai non l’ho ascoltata direttamente mi ha riferito mia mamma al cellulare, sono contento perché il mister è stato un gran giocatore e quindi ritiene che sto facendo bene. 

“Domenica sarà una partita difficile ma a noi servono punti….

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu