Battaglie su tutti i fronti

 Scritto da il 19 Settembre 2019 alle 10:07  Aggiungi commenti
Set 192019
 

Dal dopopartita di domenica, più che la risicata ma importante vittoria contro la Viterbese, l’attenzione da parte di tanti giornalisti, addetti ai lavori e semplici tifosi, si è catalizzata sulla presa di posizione della Dirigenza rossazzurra nei confronti di tre tesserati, precisamente Biagianti, Bucolo e Marchese, accusati di atteggiamenti non aderenti alle linee guida societarie e riconosciuti meritevoli di un intervento presso gli Organi federali, per ottenere la rescissione contrattuale.

Per ovvi motivi, ne’ la Società ne’ gli stessi calciatori, possono e vogliono  al momento spiegare i particolari della vicenda che saranno presumibilmente portati dalle parti coinvolte nelle sedi opportune, ma dalle poche parole rilasciate dal direttore in diretta in una trasmissione televisiva e da quelle profferte da un giornalista sull’argomento, sembra che siano due questioni differenti quelle di Marchese, deferito (e pare una decisione pesante) per non aver raggiunto l’accordo economico con la Società per una anticipata rescissione contrattuale e quanto successo per le questioni Bucolo e Biagianti invitati a lasciare lo spogliatoio venerdì 13, per atteggiamenti manifestati in settimana e che non l’avrebbero presa bene.

Dispiace che la auspicata linea dura della Società abbia colpito tre beniamini di tutti noi tifosi per l’attaccamento e la professionalità sempre mostrata in campo e fuori ma più di tanto, non conoscendo i fatti nella loro interezza, non possiamo permetterci di scrivere e tantomeno di giudicare.

Il tempo è galantuomo e darà le risposte che aspettiamo.

Lasciando al momento questa vicenda alle spalle ma assicurando che ne torneremo a parlare quando si farà completa luce sui fatti occorsi, non possiamo che esprimere delle preoccupazioni per l’impatto che queste drastiche decisioni prese dalla Società  avranno sullo spogliatoio, sul morale e sull’organico della squadra.

In mancanza di segnali da parte della proprietà, ci rassicurano le parole del massimo dirigente rossazzurro circa la assoluta bontà della rosa in termini di quantità e qualità, tale da non risentire, neppure minimamente, della mancanza dei tre calciatori e si spera che i vari campi esprimano le stesse certezze asserite dalla Società, sebbene dubbi rimangono circa la fascia sinistra che potrebbe essere affidata in mancanza di Pinto a Calapai o Biondi, salvo poi chiedersi come il giovane esterno possa sostituire contemporaneamente anche lo stesso Calapai o in avanti l’infortunato Sarno.

Ardito scommettere che in un campionato difficile e duro come è il nostro girone,  non vi possa essere in stagione più di qualche fermata ai box e non disporre di validi sostituti in quei frangenti, potrebbe essere un errore che si pagherebbe a caro prezzo, cioè a zero punti a fine partita.

Lungimirante quindi poteva essere rivolgersi al mercato degli svincolati dove risultano uomini di esperienza che potevano diventare utili pedine nel momento del bisogno.

Altro problema da non sottovalutare e forse il più importante, quello mentale che queste decisioni potrebbero arrecare nello spogliatoio.

Come reagiranno i giocatori davanti a questo pugno duro societario?  Come vivranno nel loro intimo il rapporto professionale con la società e quello umano con i compagni? Non possiamo saperlo ma il campo, ancora lui, ci dirà già dalla prossima trasferta di Monopoli come si comporterà la squadra  in relazione a questi eventi.

Certo rammento quanto si diceva di Nereo Rocco che preferiva risolvere i mugugni e litigi di spogliatoio  davanti ad un fiasco di buon rosso.

Altro calcio ed altri tempi ma che ricordiamo con nostalgia forse perché adesso, più in là con gli anni, ci riportiamo ai bei tempi passati.

Tempi nei quali esisteva un connubio indissolubile tra bandiere in campo e  colori della maglia, quella che adesso con molta frequenza i calciatori restituiscono alla società di appartenenza, attratti sempre più dagli Yen cinesi ma dall’altra parte con identica fermezza, alcune società si vogliono privare  perché diventati scomodi idoli di un’intera tifoseria.

Adesso la prova del nove sarà lo stadio di Monopoli dove la nostra squadra sarà chiamata a misurarsi contro i gabbiani reduci dalla vittoria conquistata a Terni, contro una delle squadre indicate dai più come candidata per la B.

Sia l’ambiente che la squadra allenata da mister Scienza, ex rossazzurro, farà di tutto per ripetersi.

Al momento sono sei i punti in classifica per i biancoverdi che hanno perso alla seconda di campionato a Pagani ed in casa col Catanzaro ed hanno vinto alla prima stagionale con la Viterbese e domenica scorsa in Umbria.

Tre i gol segnati di cui due da Fella ed uno da Jefferson e tre subiti a dimostrazione di una buona difesa che i nostri saranno chiamati a scardinare per non perdere le posizioni di testa.

Il tecnico pugliese si affida al 3/4/1/2 che vede in porta Antonino in difesa Ferrara, il capitano De Franco e Maestrelli, esterni Tesser e Donnarumma, centrali l’ex etneo Carriero e Giorno (o Piccini) con il trequartista Fella ed in avanti Cuppone o Mendicino e Jefferson.

Sarà una partita difficile, forse una vera e propria battaglia che ci darà delle risposte sia per l’atteggiamento che ci auguriamo non sia quello visto al Viviani ma anche per capire che le questioni emerse in settimana siano state lasciate alle spalle dalla squadra che, per la partita di domenica, potrebbe essere la stessa di sette giorni fa,  con il solo inserimento dal primo minuto di Dall’Oglio, per dare più forza fisica al  centrocampo.

 

  37 Commenti per “Battaglie su tutti i fronti”

  1. Ip Address: 151.68.163.118

    Concordo con te raggio libero ho l’impressione che ls vicenda dei deferimenti stia deviando l’attenzione sul campionato si sta parlando e scrivendo pochissimo sulla trasferta difficile che ci attende , comunque staremo a vedere il tempo sarà galantuomo

  2. Ip Address: 79.36.109.217

    Non credo che questa squadra sia completa in tutti i reparti; non lo era a inizio di campionato e adesso sarà anche peggio.
    Secondo me anche la società ha capito che quest’anno più dei play off non potrà sperare e quindi e’ Inutile prendere altri giocatori, anzi meglio tagliare la rosa risparmiando sugli stipendi.
    Ma il prox anno con almeno tre/quattro squadre delle pretendenti che non riusciranno a salire, qualche retrocessa dalla B e Foggia. e Palermo che sicuramente riusciranno ad andare in C nel nostro girone, avremo la forza di risalire? E se a risalire fosse poi il Palermo? A questo punto meglio che tutti gli artefici di questa stasi in c se ne scappino di notte da Catania.

  3. Ip Address: 2.32.20.181

    Premetto che umanamente dispiace molto l’attuale situazione dei tre giocatori per la loro conclusione del rapporto professionale con il Catania che arriva nel modo peggiore ora o al 30 giugno 2020.
    In estate tutti (io per primo)avevamo messo nel conto che questi tre giocatori non rappresentavano il futuro e sarebbe stato opportuno rinverdire. Con Campione la nostra considerazione si rafforza, infatti, arrivano due giocatori e precisamente Welbeck e Dall’Oglio con caratteristiche diverse oltre a Biondi che ricordo ancora una volta come ruolo naturale è mediano. Pertanto l’assenza di Biagianti e Bucolo non comporterà alcun disagio di natura tecnica in quanto Rizzo e Fornito potranno assolvere quel compito di giocare gli scampoli di partita che Campione avrebbe permesso ai due giocatori esclusi. Esiste un aspetto umano che ognuno sente secondo la propria sensibilità ed un aspetto tecnico che va nella direzione opposta e mischiare i due argomenti può solo creare altra confusione. Come per tutte le squadre fin qui viste non è escluso che a questa squadra manca qualche elemento ed in particolare nel reparto difensivo di sx ma ancora non conosciamo le caratteristiche di Noce e visto che trattasi della stessa considerazione fatta da Gagliano esprimo ammirazione per la professionalità evitando di far degenerare la discussione durante la trasmissione.
    Non più di una settimana fa Campione dichiara che allenare 30 giocatori rappresenta un problema tecnico. Il Bari ne ha 24, la Reggina 27 mentre il Catania escludendo i tre giocatori passa da 29 a 26 e anche in questo caso tecnicamente parlando è giusto che siano 26 se poi se ne pagano 30 o 32 è altro discorso.
    Confermo che con il deferimento le parti devono astenersi rilasciare dichiarazioni ma i procuratori sono liberi da questo vincolo e di fronte a versioni completamente diverse dai fatti volendo potrebbero rilasciare dichiarazioni o limitarsi a dire che le notizie diffuse non corrispondono ai fatti.

  4. Ip Address: 176.200.209.174

    Vincenzo a ne sta bene tutto: però che tra qualche settimana, magari dopo le tre partite ravvicinate che andremo a giocare la prox settimana, Camplone non si venga a lamentare di infortuni , di stanchezza atletica o peggio di rosa corta.
    Vero quello che dici sulle rose di Bari e Reggina però mi Bari a 24 non ha neppure il terzo portiere ne ragazzi del vivaio. Anche la Paganese ha 24 uomini in rosa e l’avellino 23. Catanzaro ternana e Monopoli quelle a 32 .
    Tuttavia non è problema di quantità ma anche e soprattutto di qualità e di avere i ricambi giusti quando servono. Per me al Catania mancano giocatori importanti in tutti i ruoli per sperare nel salto di categoria. Per rimanere in serie C stiamo a posto anzi può ancora tagliare La Rosa e risparmiare.

  5. Ip Address: 185.82.168.9

    Giustissima disamina Raggio Libero !
    Purtroppo il Pietro Lomo quando vuole raggiungere uno scopo non si fa scrupoli a travolgere chiunque, compreso un certo Biagianti che per quanto riguarda il Catania ed i tifosi catanesi merita “rispetto”.
    Come dicevi tu adesso affronteremo il Monopoli che sarà il banco di prova sia per l’atteggiamento che per le ambizioni di questa squadra.
    Sempre Forza Catania.

  6. Ip Address: 2.32.20.181

    Catanese abbiamo davanti 4 partite, una in casa con la Cavese e tre fuori: Monopoli, Reggina e Ternana da affrontare quasi senza esterni. Una squadra vincente si vede nei momenti di difficoltà. Vediamo di che pasta è fatto Campione e la spina dorsale dei giocatori che scenderanno in campo e poi a secondo della classifica dell’ottava giornata si tirano le prime somme per ipotizzare il possibile futuro. Siamo nelle mani di Campione.

  7. Ip Address: 194.230.155.176

    Ragazzi vediamo come va a finire. A me questa storia non piace! Puzza troppo!

  8. Ip Address: 151.82.62.88

    Buongiorno a tutti ❤️💙 ciao jamajama anch’io sento puzza di bruciato

  9. Ip Address: 2.32.20.181

    Le nubi nere all’orizzonte esistono già da anni e più si rimane in C e più si avvicinano questo è un dato di fatto matematico non modificabile da eventi disciplinari più o meno motivati che potrebbero far pensare l’imminente arrivo della bomba d’acqua. Le nubi o puzza di bruciato si allontanano solo salendo in B e saranno sempre presenti con o senza i tre giocatori e quando non si guarda l’orizzonte o si ha il naso otturato non significa che le nubi non esistono o che la situazione era priva di odore. Il nervosismo che trapela se venisse esternato da un personaggio riservato e di poche parole la preoccupazione che stia per accadere qualcosa di grave potrebbe essere messa nel conto ma sappiamo che le cose non stanno così.

  10. Ip Address: 195.31.204.114

    Quindi? Per 35 primavere dobbiamo respirare la stessa aria con l’odore di bruciato? Mi auguro di sbagliarmi

  11. Ip Address: 2.32.20.181

    Mexxican ho voluto solo rassicurare chi teme che a seguito di quello accaduto questa settimana sta per accadere qualcosa di grave. Ora approfitto per tranquillizzare coloro che temono che dovranno sentire odore di bruciato per altri 35 anni in quanto la bomba d’acqua con la permanenza costante in C non aspetterà tutto questo tempo e laverà tutto molto tempo prima.

  12. Ip Address: 194.230.148.15

    Con questa proprietà e dirigenza ogni anno sarà più difficile salire in B. Purtroppo all’orizonte Credo che nessuno verrà a salvare il CT. Dunque rimarrà tutto così finché trovano qualche soldo. Quando non c’è la faranno più arriverà questa bomba d’acqua e finirà tutto. I commiso e compagni non investono nel CT.

  13. Ip Address: 91.253.171.245

    Buona sera, premetto che non sono tanto esperto di calcio soprattutto parlato,da anni ormai la mia passione per il calcio in generale è calata.30 e oltre anni fa il calcio e il mondo in cui viviamo era diverso, meno frenetico si aspettava la domenica per gioire o imprecare allo stadio ma durante la settimana non c’erano tutte queste ansie o magari non trapelavano. Si viveva di goal di vittorie sofferte e con un sogno lontanissimo quasi irraggiungibile: la serie A. E mi è rimasto indelebile il ricordo dello stadio Olimpico 1983 che spettacolo 40000 persone a riempire di rossazzurro uno stadio così lontano. Avevo 13 anni tribuna Tevere al fischio finale ho pianto di gioia. Adesso seguo il calcio con meno agonismo ,ma dal Catania di Lucarelli sono tornato a frequentare il Massimino per portare mio figlio 12enne tifoso sfegatato della Juve allo stadio e cercare di fargli capire che la sua squadra la nostra squadra è una sola il CATANIA per fede e appartenenza in qualsiasi contesto giochi. Certo a tutti piacerebbe vederla in serie A ma aldilà dell’aspetto tecnico ed economico il Catania non appartiene al contesto di squadre che regnano perpetuamente nella massima serie. Dopo tutte queste noiose parole il mio pensiero è che a volte da situazioni complicate e sfavorevoli può crearsi un gruppo compatto e agguerrito che possa raggiungere l’agognato traguardo. Perché in questa serie non sempre vince il più tecnicamente dotato ,bensì una squadra cinica e concentrata predisposta al sacrificio tra i compagni e i reparti.

  14. Ip Address: 2.32.20.181

    Jamajama fermo restando che alla lunga si va verso la direzione della bomba d’acqua non è detto che con questa proprietà e dirigenza non si possa centrare la B. Avellino, Juve Stabia, Trapani e Cosenza ci dicono che è possibile assemblare una squadra vincente senza dover spendere soldoni. Eventuale cavaliere bianco ? dopo una alluvione rimangono solo macerie e sono convinto che questa piazza a qualcuno potrebbe interessare. Un De Laurentis, Ferrero, Lotito, Preziosi o Cellino per fare felice un fratello, nipote o figlio staccherebbero volentieri un assegno per lanciarli nel mondo del calcio. Una ipotesi del genere personalmente la ritengo la meno gradita e con tale convinzione “con sforzo” preferisco remare per la soluzione dei problemi di questa proprietà che rispetto ai nominativi sopra indicati rappresenta, secondo me, il male minore, mentre con altri eventuali nominativi potrei anche cambiare opinione.
    Fabio non hai scritto parole noiose anzi le ritengo molto sensate e pertinenti in quanto alla fine rimane solo un gioco e come tutti i giochi di squadra vince chi ha curato meglio i particolari e chi ha più voglia di correre oltre alla normale fortuna che non guasta mai.

  15. Ip Address: 79.36.109.217

    Vincenzo io penso che nessuno sgancia 60 milioni di euro per comprare una squadra in serie c se una squadra di b la puoi trovare pure sui 8 o 10 mil di euro e una nobile decaduta per qualche spicciolo.
    Personalmente ritengo che più del Catania al direttore interessa salvare la sua creatura di torre del grifo che, da quando è stata inaugurata non è che ha portato tutta sta fortuna alla nostra squadra. Piu che altro è un bunker nel quale chiudersi per non prestare orecchi alla piazza. Grave errore .
    Benvenuto Fabio i tuoi Amarcord sono i nostri. Spero che riuscirai a far tifare Catania a tuo figlio.

  16. Ip Address: 2.32.20.181

    Cataneseanapoli se puntualizzo che dopo una alluvione rimangono solo “macerie” c’è una ragione. Con un malaugurato fallimento il Sindaco della città si prodiga e sceglie il progetto che ritiene più convincente per salvare il titolo sportivo e non tutta la società di calcio con annesso TDG che prenderebbe altre vie fallimentari.

  17. Ip Address: 2.32.20.181

    Cataneseanapoli è naturale che il Sindaco per salvare anche il titolo sportivo prima deve consultare la Figc ed essere autorizzato, la società sportiva che subentra dovrebbe essere già affiliata con la Figc ed avere i requisiti patrimoniali necessari. In mancanza di questi requisiti si riparte dalla D così come avvenuto per il Bari, Cesena, Avellino, Foggia e Palermo a costo zero.

  18. Ip Address: 151.38.58.242

    Fabio hai perfettamente ragione Si aspettava la domenica 😊 purtroppo quel calcio non esiste più , oggi è tutto diventato veloce e spesso non si ci capisce nulla nemmeno il tempo di godersi la partita stessa che si parla già di futuro. Complimenti a te che porti tuo figlio allo stadio

  19. Ip Address: 84.227.169.140

    Buongiorno a tutti
    Ciao Fabio
    Hai detto delle cose sensate.

    Vincenzo e CTaNA a questo punto dobbiamo sperare che a Nino non finiscono i soldi e la voglia!

    Mexxican dai che da quando esiste internet vediamo il CT anche a duemila chilometri di distanza😂😂😂😂

    Domani tutti attaccati a elevensports

  20. Ip Address: 151.18.86.70

    Buongiorno a tutti ❤️💙 verissimo jamajama viva l’innovazione tecnologica , e con i voli low-cost anche le distanze si sono accorciate 😁😁😁😁😁😁

  21. Ip Address: 5.88.99.173

    Jamajama hai centrato la situazione. Continuando a rimanere in C sperare solo che Nino ha dove prendere e che abbia ancora voglia. Esiste la possibilità della vendita ed anche se il valore contabile è circa 20 milioni (non 60) vedi Patrimonio Netto, rimane un investimento che potrebbe farlo solo chi ha le spalle molto larghe.

  22. Ip Address: 2.38.241.34

    Buon sabato a tutti,come detto non sono un attento spettatore delle vicende extracalcistiche, ma leggo nei vostri messaggi prospettive un po’ preoccupanti. Sono supposizioni, oppure scenari possibili su aspetti o rumors di cui siete a conoscenza?

  23. Ip Address: 5.88.99.173

    Fabio riguardo a quello che scrivo trattasi di esperienza personale generalizzata che di fronte a determinati problemi, se non risolti, gli scenari possibili diventano quasi obbligatori. Rumors o notizie particolari non deviano di un cm il mio pensiero che si poggia solo sulla conoscenza personale di problemi quasi analoghi anche se riferiti a settori diversi. Non ritengo che ci siano problemi non risolvibili nell’immediato ma alla lunga (4 o 5 anni) se si rimanesse ancora in C ed in assenza di ricapitalizzazione di solito questa tipologia di problemi portano la gestione nella zona critica.

  24. Ip Address: 5.88.99.173

    Jamajama per quello che mi riguarda già in passato mi sono espresso che preferisco vedere una curva meno colorata fino a quando qualcuno di questi non mi spiega come la società poteva essere risanata partendo dalla situazione fallimentare che Lo Monaco ha trovato quando è rientrato. Al riguardo a mio avviso è stato fatto un grandissimo lavoro portare la società da uno stato fallimentare ad una situazione gestibile. Altri discorsi sono acquisti risultati non idonei o atteggiamenti spesso inopportuni.Tra quello scritto dagli ultras e la risposta di Lo Monaco trovo quest’ultima più vicina alla realtà attuale del Catania ed in virtù di questo credo che certe pretese esternate in questo particolare momento mettono zavorra ed ansie e non le ali alla squadra.

  25. Ip Address: 2.38.241.34

    Giusta considerazione quella fatta da Vincenzo, anche a me allo stadio capita di arrabbiarmi per una brutta giocata , per scarso impegno agonistico ecc. Ma esasperare sempre le diatribe secondo me non porta a niente di buono. Lo Monaco probabilmente ogni tanto fare bene a mordersi le labbra e rispondere con un più salutare silenzio, ma è fatto così. Cosa dovrebbe fare la proprietà mandare via Lo Monaco e prendere un altro DS magari con una valigia piena di milioni di euro a corredo? Si può criticare per alcune scelte tecniche a volte schiave di scelte di cuore ,ma sempre col senno di poi. La realtà è che in lega Pro per gestire una squadra mediamente ci vogliono 3/4 milioni di euro i ricavi ammontano a meno della metà. Chi vuole avere più ambizione alla promozione deve mettere mano cospicuamente al portafoglio personale (avendoli). Concludo augurandomi che la squadra riesca a rimanere estranea a tutte le polemiche degli ultimi giorni. Concludo augurandoVi una felice domenica a tutti.

  26. Ip Address: 151.18.107.153

    Una buona domenica a tutti ❤️💙 secondo me dopo cinque anni fallimentari mi sembra giusto che qualche tifoso incomincia a storcere il naso, la verità che la stragrande maggioranza dei tifosi e delusa perché vorrebbe altrii risultati , basta con questa storia del risanamento a vita, ciao jamajama ieri ho fatto un bel giro sul ST.GOTTHARD

  27. Ip Address: 84.227.169.140

    Dopo 5 partite penso si puo dire. Squadra e allenatore mediocri!

  28. Ip Address: 151.18.107.153

    Si jamajama lo stesso film di ogni anno l’illusione della prima giornata per poi calare all’improvviso tanto per vivacchiare

  29. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:75a2:360a:780f:3381

    Magari ci salviamo dai forse qualche squadra più scarsa della nostra c’è

  30. Ip Address: 91.252.57.89

    Non ho visto la partita, certo che la delusione è tanta.

  31. Ip Address: 151.18.107.153

    Fabio non credo Che ti sei perso qualcosa perché piano piano sta uscendo fuori il vero Catania quello di ogni campionato , si Gaetano credo che ci salviamo anzi se continuiamo così arriveremo anche hai playoff

  32. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:90f9:7d49:4053:9542

    Caspita sei ottimista Mexxican

  33. Ip Address: 151.18.107.153

    Ciao Gaetano musumeci mi auguro solo di sbagliarmi , quest’anno la squadra mi ispira poca fiducia secondo me la squadra è incompleta soprattutto nel reparto arretrato

  34. Ip Address: 151.18.107.153

    CARRIERO (Monopoli): “In rossazzurro ho vissuto un’agonia. Ci sarà un motivo se tanti giocatori spariscono a Catania e fuori casa la squadra va in difficoltà…”
    Di Redazione – 22 settembre 20190880

    Giuseppe Carriero

    Entrato nel tabellino dei marcatori, il centrocampista del Monopoli Giuseppe Carriero ha siglato il classico gol dell’ex contro il Catania. Queste le sue parole in sala stampa evidenziate da TuttoCalcioCatania.com:

    “Siamo andati spesso alla conclusione. Abbiamo giocato veramente molto bene. Siamo contenti, anche se ci sono delle cose da migliorare. Potevamo fare anche altri gol. Questa vittoria ci dà serenità in vista di Bari. Emozionato per il gol segnato al Catania? Segnare è sempre una bella emozione. Non ho niente contro Catania. Non sono stati sei mesi facili, per quello che sono abituato a dare è stata complicata la stagione vissuta in Sicilia. A livello personale un’agonia, senza mai giocare con continuità. Vai a Catania e tanti giocatori spariscono, non sono il primo a sbagliare una stagione lì e non sarò l’ultimo. Se siamo in tanti forse qualche motivo c’è. Qui a Monopoli, invece, sembra di indossare la casacca biancoverde da un anno. Sono felicissimo di lavorare con questo gruppo e dirigenza. Il Catania ha esordito facendo un partitone ad Avellino, per il resto non ho seguito la squadra rossazzurra. Sicuramente la prestazione di oggi non è stata da Catania, anche lo scorso anno facevamo fatica in trasferta. Non so cosa succede nello spogliatoio, poi tre giocatori sono stati messi fuori rosa e mi dispiace. Qualche motivo ci sarà se la squadra va in difficoltà in trasferta”.

  35. Ip Address: 79.36.109.217

    Vincenzo con tutto il rispetto penso che l’ansia è figlia di queste prestazioni che da tre gestioni tecniche targate lo mo ci perseguitano. La zavorra invece è in tanti elementi compreso preparatori tecnici e atletici che puntualmente arrivano per poi sparire ma gli altri che vengono al loro posto sono peggio. L’ho detto altre volte per me zavorra e’ Diventata Torre del Grifo che non permette neppure il cambio di proprietà.
    A Potenza dove ero presente, giocatori infortunati e lo stesso presidente e dirigente in mezzo ai tifosi e qui da noi invece tutti chiudi a Torre del Grifo.

  36. Ip Address: 5.88.99.173

    Cataneseanapoli hai sostituito “ansie e zavorra”con altri argomenti che secondo il tuo punto di vista rappresentano i veri problemi del Catania. Vocaboli scritti a seguito di quel manifesto messo in circolazione dagli ultras in una settimana molto travagliata e che poco aveva a che fare con l’amore verso la squadra.Tale coincidenza sembra confermare che ti ritrovi con la linea di pensiero esposta dagli ultras, prendo atto ma non mi impedisce fare alcune riflessioni. La prima che le condizioni ambientali di Catania e Potenza non sono paragonabili come aspettative e che i dirigenti del Catania non sono politici che ogni stretta di mano spesso coincide ad un voto elettorale. Se proprio intendi fare un paragone mi sembra più realistico accostare la situazione di Catania a quella di Genova e vedi che i conti tornano. Chiudo questo argomento ricordando che i campionati si vincono sul campo e non con le strette di mano o disponibilità sociale dei dirigenti.
    Sostieni che la zavorra attuale dipende dai preparatori tecnici ed atletici. La prudenza mi impone scrivere “forse” solo perchè ancora non si conosce il futuro professionale di questi elementi. Come hai notato forse è tra virgolette per il semplice motivo che in passato hai manifestato questa stessa tua convinzione e guarda caso gli addetti che anche allora li consideravi negativi dopo Catania hanno svolto o stanno svolgendo la loro professione in club molto molto molto più importanti del Catania. Queste coincidenze ti sembrano valide per svuotare il contenuto della zavorra ?
    L’ansia è una patologia che nasce ed arriva per paura dell’ignoto e non è mai accostabile a fatti già noti e ragionati. I mancati risultati del triennio rientrano nella imponderabilità del gioco del calcio e sicuramente anche da errori che si possono commettere. Chi reclama il diritto alla B fino a quando non dice che la prima a beneficiarne sarebbe la stessa società e non elenca come avrebbe risolto e conciliato i problemi di una società di calcio in stato fallimentare se permetti certi discorsi o inversioni a U possono essere considerati come un normale e libero sfogo che ognuno manifesta come meglio crede e niente di più.

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu