Brutta senz’anima

 Scritto da il 3 aprile 2017 alle 22:04
Apr 032017
 

Una lieve ma significativa modifica al titolo della famosa canzone di Cocciante per rendere “giustizia” a questo Catania che da cinque, ben cinque partite di fila, scende in campo con una maschera fatta di apatia, pusillanimità, insofferenza.

Ingredienti questi, mischiati a mancanza di gioco e di voglia di combattere e vincere, che stanno producendo questi risultati che sono sotto gli occhi di tutti. “Abbiamo cambiato allenatore per non dare alibi ai calciatori”. Queste, giustamente, le parole espresse dal Direttore  in conferenza stampa a cornice del divorzio con mister Rigoli. E l’alibi infatti non l’hanno più questi giovanotti e le parole confortanti formulate al termine della ennesima sconfitta, la quinta di fila dal capitano Biagianti, ” lo spogliatoio è unito”, anziché rassicurarmi mi fanno rabbrividire perché ritengo impossibile che in uno spogliatoio coeso e voglioso di riscatto non ci sia reazione.

Impossibile per colui che abbia rabbia interiore e orgoglio personale non esplodere all’interno dello spogliatoio contro il compagno di squadra, chiunque esso sia. Impossibile! E se questo non accade, vuol dire che all’interno è sceso il peggiore di tutti i mali: la rassegnazione e questa come e peggio di una erbaccia si attanaglia alla pianta buona facendola morire a poco a poco. Impossibile credere che all’interno dello spogliatoio non ci sia stato un confronto tra gli stessi calciatori, che un capitano reduce di tante battaglie non redarguisca i più giovani e che invece tenga lo sguardo basso mentre si riveste senza guardare negli occhi quell’attaccante che sembra il centrale della quarta stecca di un biliardino saldamente bloccato insieme ai suoi simili da quel bastoncino di metallo cromato.

Troppo brutti  per non credere che non ci sia stato un briciolo di reazione nello spogliatoio e troppo triste non pensarlo: vorrebbe significare che non c’è spogliatoio, non c’è reazione, non c’è anima, insomma. Grave, molto grave e il solo rimedio potrebbe essere quello di ricominciare da zero cambiando tutta la rosa, elemento per elemento, compreso le cosiddette riserve. Ma non basterebbe! Occorre andare oltre perché i calciatori, mi insegnate, sono meteore ma accanto ad essi vive e li supporta il fulcro della società, i preparatori atletici, lo staff tecnico e i responsabili a tutti i livelli, molti dei quali ancora presenti e sopravvissuti ai cicloni passati dai nomi che a ricordarli ancora gelano il sangue anche di  quei tifosi più moderati.

Occorre quindi avere il coraggio di lanciare da questa mongolfiera appesantita da pesi inutili ed ingombranti tutte le zavorre che la stanno mandando sempre più in basso e dovrà essere fatto subito, senza lacrime negli occhi e senza pietà. Cambiare in toto tutti e tutto e ricominciare da zero perchè questa mala pianta venga estirpata per sempre. Cambiare iniziando dai calciatori, prendendo piantine fresche con voglia di crescere e di imporsi, sostenute al massimo da uno o due asticelle e che venga loro versata acqua fresca e limpida e fornito un concime fatto di orgoglio, senso di appartenenza e volontà . Vanno però sostituiti i giardinieri, tutti, perché tutto dovrà essere diverso, anche il colore delle pareti dello spogliatoio che racconta di fasti non più attuali e che emana il cattivo odore di eventi che hanno caratterizzato le ultime non felici annate di scempi.

Ad avvenuta salvezza, ancora da raggiungere tra mille difficoltà, che iniziasse la dirigenza a cogliere quindi le migliori piantine che in lega pro si stanno sviluppando affiancate da ragazzotti delle primavere che hanno tanta voglia di affermarsi. Basta con cariatidi corrose dal tempo e le cui ruggini possono intaccare anche il ferro più giovane dando a questi fiducia, perché fa male aver assistito a potature di rami freschi come Da Silva, Anastasi e Piscitella. Errori che abbiamo pagato anche ieri e che pesano come macigni su questo girone di ritorno oramai di sofferenza e figuracce.

In un momento tragico per il calcio a Catania, ci sfuggono le linee guida e di indirizzo che l’attuale Presidente  e vertice supremo di una realtà assente,  ha consegnato nelle mani capaci e competenti, senza dubbio, dell’Amministratore da lui voluto alla guida dirigenziale ma che da solo non può farcela a gestire le molte problematiche ancora palpabili di gestioni societarie delle scorse stagioni. La questione Sporting va affrontata direttamente dal vertice della società che ha, per la carica rivestita e per il polso delle priorità di tutte le aziende del gruppo, la potestà di prendere le decisioni più impegnative e necessarie direttamente ed in tempi stretti.

Oramai siamo in lotta per la sopravvivenza del calciocatania e del calcio a Catania e si spera  che con l’umiltà, talvolta sconosciuta in alcune circostanze, la Società e tutti i suoi responsabili a tutti i livelli, si stringano attorno al suo cuore pulsante: i suoi tifosi. Per farlo, che affrontino dibattiti e conferenze pubbliche ascoltando e rispondendo alla voce dei tifosi in studi televisivi o radiofonici come una volta, quando il Catania veleggiava sui tranquilli mari della serie A e negli studi abbondavano sorrisi ed applausi. Troppo facile allora, troppo comodo non farlo adesso.

  27 Commenti per “Brutta senz’anima”

  1. Ip Address: 181.224.129.12

    Siamo messi malissimo, dopo l’illusione la delusione completa, dalle stelle alle stalle…
    Caduta senza fine. Poveri noi. Giocatori senza dignità.

  2. Ip Address: 94.161.145.214

    Società assente giocatori svogliati , parte della stampa locale corrotta , l’unica cosa di positivo rimasto tra le cinque componenti sono i tifosi

  3. Ip Address: 94.161.145.214

    Ha dimenticavo!!!!! L’ultima componente il Povero Massimino …..vuoto e desolato,per tutto questo bisogna essere grati a quell infame del capotreno

  4. Ip Address: 87.16.142.232

    Si dice che arrivati al fondo non puoi che risalire. Ma qual’e’ il fondo? Forse non ci siamo arrivati ancora e mentre meditiamo dille cinque sconfitte, ai punti che mancano per agguantare i play off o a quelli che ci potrebbero allontanare dai play out a seconda da come di guardi il bicchiere ma con sempre meno gente che si soffermi sul primo ed opti per il secondo, basta fermarsi un attimo a pensare ai tanti debiti accumulati nel tempo a causa di gestioni non proprio oculate e potrebbero affossare definitivamente il calciocatania qualora le aziende del gruppo Finaria non intervengano in fretta. E se non intervengono? Vuoi vedere che quello è solo quello sarà il fondo da cui ripartire? E se i giocatori lo avessero capito prima di noi?

  5. Ip Address: 82.52.97.238

    Come non essere d’accordo con Raggio Libero!
    Siamo allo sfacelo più assoluto, non ci sono alibi per nessuno, e per nessuno intendo neanche l’Amministratore, il quale quando non ha argomenti sui quali poggiarsi scarica sui tifosi. Sì, i tifosi che sono stati umiliati, derisi e giorno dopo giorno mangiano pane e veleno, veleno somministrato dai giocatori che scendono in campo già sconfitti!
    Non andare allo stadio a seguire questo scempio è una delle poche manifestazioni civili di contestazione.

  6. Ip Address: 5.87.44.251

    Buongiorno a tutti, Vagliasindi – Catania, stamane a Roma la firma dell’accordo con il Credito Sportivo
    Sono giorni frenetici in casa Catania. Se il rendimento della squadra nelle ultime partite è oltremodo negativo, restano aperte altre questioni, anche più importanti di quelle di campo.

    Come riporta il collega di Repubblica Alessandro Vagliasindi, stamane, a Roma, ci sarà la firma del nuovo accordo con il Credito Sportivo per il mutuo di Torre del Grifo. Il Catania potrà usufruire di condizioni più favorevoli, visto che la rata annuale del mutuo è stata abbassata.

  7. Ip Address: 5.87.44.251

    Ho l’impressione che questa notizia sia l’ennesima presa per i fondelli per depistare tutto il marciume che vi è in società , credo chi tifosi hanno già capito .

  8. Ip Address: 5.87.44.251

    Pulvirenti e compagnia bella sparite dal calcio catania , non è la vostra azienda ma dei tifosi ❤💙

  9. Ip Address: 151.37.106.40

    Molto bene la Redazione ! Si deve ricominciare non da tre ,come diceva Massimo Troisi ma da zero ! Innanzi tutto ,dopo la salvezza ,divenuta problematica se continuano così le restanti partite,si deve fare pazza pulita innanzi tutto di quei giocatori che Raggio Libero giustamente, definisce cariatidi ,poi iimpostare una nuova squadra di giovani ( attingendo ,magari dalla squadra primavera ) ,qualche elemento già che si emerso in questa lega Pro ,così difficile,e particolare ! Insomma giocatori adatti al gioco peculiare di questa serie non signorine che scendono in campo per tocchettare e non correre! A parte ,il solito problema della proprietà, e ,quello dirigenziale indiscutibile premessa per ricominciare da zero ! Una cosa mi preme sottolineare ! E’ da vigliacchi scaricare tutte le colpe ai poveri tifosi ! Questo è un tasto che non debbono battere in alcun modo ! Lo dico ,con ira e con sdegno ! Il tifoso Catanese è ,semmai , la VITTIMA, di tutto questo caos ! Cari soloni dirigenziali ( compreso il deludente Lo Monaco ). Imprimetelo bene in mente ! Vergognatevi, il tifoso rosso azzurro non è il vostro agnello sacrificale ! Cenere sul vostro capo ,ma guai a toccare chi ha pagato i quattrini estorti per cinquemila abbonamenti!

  10. Ip Address: 94.162.87.166

    Ciao Armando,Ottima analisi la tua … purtroppo con questa gente al timone oltre a subire vergognose umiliazioni si permettono vigliaccamente di accusare il tifoso rossazzurro , oggigiorno con tutti i vari sacrifici che fanno per seguire il calcio (Catania). Fanno solo skifo

  11. Ip Address: 79.52.99.165

    Avete ragione non se ne può più,solo promesse non mantenute,solo delusioni continue.POVERO CATANIA

  12. Ip Address: 2.156.121.223

    Bisogna cacciare via questi personaggi dal calcio catania

  13. Ip Address: 95.236.159.116

    sciopero del tifo, questa e l’unica soluzione, inutile andare allo stadio a rodersi il fegato, pensando in una speranza ormai morta e sepolta,la squadra orami aspetta la fine del campionato e poi rompete le righe e chi e visto si e visto.
    troppi tradimenti, troppe promesse non mantenute, troppe ,figuracce, troppe prese per i fondelli, sono anni che si langue su allenztori, cambi in cors a e quant’altro solo per peggiorare la situazione. ormai si chiude qui. Responsabilita’ ce ne sono eccome.IL PESCE PUZZA DALLA TESTA. PUNTO E BASTA.

  14. Ip Address: 94.165.191.3

    Giusto zu pinu

  15. Ip Address: 87.16.142.232

    Grande operazione finanziaria strombettata per far fessi i tifosi: rimodulato il debito per torrecdel grifo che vuol dire allungamento del periodo con rate più lievi. Della serie il debito è sempre lì e lo lasceremo in eredità ai nostri pronipoti. Molti giornalisti applaudono alla grande mossa strategica messa in campo senza chiederece chiedersi quanto l’ammontare ancora insoluto del debito, come era prima di oggi, quali le rate da adesso, quanto gli interessi passivi da pagare e per quanti decenni durerà fino alla estinzione. Si userà la stessa formula per i debiti Castro e Rinaudo? quale la liquidità messa in campo a favore del Catania da Finaria? Nulla . bocche cucite! Come sempre. Ah come erano bravi, il primo il presidente, a rispondere negli studi televisivi alle domande dei tifosi quando giocavamo in serie A. E adesso? Tutti a chi l’ha visto?

  16. Ip Address: 5.90.175.150

    Giusto il commento di raggio una cosa sarei curioso di sapere ma pure il centro sportivo è ancora da saldare alle banche ? Semu persi stu catania avi solo buffi compresi i giocatori ancora da pagare sfido chiunque a comprare una società così mal ridotta b 🌃 e prepariamoci domani a un altra via crucis….

  17. Ip Address: 87.16.142.232

    Si Aurelio. la megalomania li ha portati a costruire una cattedrale nel deserto, un centro sportivo del valore di 34 mil di euro ben superiore a quello di squadre con più seguito e pedigree (ricordo che quello della Juve è costato 23 milioni) per farsi belli e pavoneggiarsi con i presidenti e direttori generali come Lotito , Galliani ecc. scelta coraggiosa il cui onere voleva significare serie A a tutti i costi perché solo con i diritti televisivi si potevano onorare le rate del mutuo. La caduta rovinosa e le difficoltà finanziarie delle altre società del gruppo Finaria non hanno permesso e permettono di rispettare i parametri contrattuali previsti e si è reso necessario richiedere una rimodulazione del debito ancora esistente pari a circa la metà del valore dell’immobile, giustamente accettato dalla controparte (credito sportivo alias banche) perché previsto è possibile dalle vigenti normative in materia di mutui. Tale operazione è stata pubblicizzata come una vittoria da parte della Società e di molti giornalisti che per paura di inimiciarsi la società stessa o per sconoscenza della realtà dei fatti lo hanno applaudito come una conquista, ma è stato evitato il fallimento perché il debito è ancora reale ed è solo stato allungato nei termini di scadenza con interessi passivi a noi sconosciuti permettendo il pagamento di rate più basse. ovvio che di questo passo solo i nostri pronipoti potranno un giorno lontano applaudirne l’avventuta estinzione la cui data non è stata divulgata. Ed è proprio il centro sportivo che impedisce il passaggio di mano ad altro imprenditore perché troppo oneroso prendere una squadra di lega pro ma anche di b a quel prezzo di cui torre rappresenta il valore economico maggiore. Bene fa la società adesso con l’avvento di Lo Monaco ad affittarlo ad altre squadre per la preparazione , quest’anno Bologna ed i cinesi si vannacaro più giovanili nazionali e vero che risulta alimentato da giovani iscritti per varie discipline ma a mio parere con gli introiti si supportano solo le spese di gestione . Se a questo problema sommiamo i debiti relativi a giocatori acquistati per milioni di euro e non completamente pagati e poi svenduti a zero, meteore di atleti spacciati per grandi promesse che si sono dissolti nel nulla (vedi piermanteri ultimo sopravvissuto che non gioca neppure) e i milioni di euro di paracaduti impiegati in malo modo il quadro è completo. Adesso ci aspettiamo la “rimodulazione ” dei debiti ancora accesi per Castro e Rinaudo per i quali il Direttore si farà carico del problema ma non e’ dato sapere se li onoreranno in toto subito, solo in parte oppure migrando a data da fissare le scadenze magari aggravandoli di interessi passivi. Quella sarà un’altra vittoria e qualcuno la colorerà con adeguati squilli di tromba e tributi di onori al salvatore della patria, dimostrando invece così, che i problemi finanziari sono gravi.

  18. Ip Address: 94.162.245.213

    Buongiorno a tutti, a me dei risultati della rimodulazione di TDG non mi frega ……quello che mi interessa sono i risultati del calcio catania ….. di polvere butttata negli occhi ne abbiamo abbastanza

  19. Ip Address: 94.162.245.213

    Aspettando che sti sig.ri vadano via , il Catania torni ad essere una società libera e dei tifosi ❤💙

  20. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti

    Se ho capito bene e letto bene. SIAMO IN BANCAROTTA!!!!!!!!!!!!!! Niente soldi, niente nuovi giocatori buoni! Resta sempre lo stesso PADRONE!

    NESSUNO PUO E VUOLE COMPRARE QUESTA SCATOLA DI PANDORA.

    E noi parliamo di ressurrezione? Die Serie B e Serie A????????

    Se si riesce a sopravvivere in legaPro é gia tanto anzi tantissimo.

    Mettiamoci il cuore in pace e una pietra sopra!

    Vi saluto a tutti senza speranza……………..

  21. Ip Address: 94.162.111.251

    No jamaiama ,la speranza c’è , e quella di buttare via il capotreno

  22. Ip Address: 5.90.132.130

    giusto cacciare il capotreno ma chi la prende una società così malmessa😳😳parliamo di calcio oggi vedo fra la probabile formazione i soliti 11 fantasmi di far giocare 1 primavera nende mahhh a stasera carusi….

  23. Ip Address: 5.86.193.234

    Si in uno stadio deserto

  24. Ip Address: 94.160.15.49

    Finalmente una vittoria per uno streminzito 1-0 partita scandalosa

  25. Ip Address: 151.37.29.219

    Di buono,oggi,soltanto i tre punti ! La squadra ha giocato soltanto un tempo! Che finisca presto questo continuo tormento !

  26. Ip Address: 178.39.222.16

    Mi c’é chi é messo peggio………. di noi…….

    Mexxican amico mio il capotreno anche se lo regala il catania nessuo lo vuole…….

    Dunqueo o lui o nessuno, siamo senza speranza……..

  27. Ip Address: 94.161.54.169

    Non credo jamaiama , se no sarebbe la fine per noi tifosi

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu