Camaleontico Catania

 Scritto da il 2 novembre 2017 alle 09:57  Aggiungi commenti
Nov 022017
 

Il nostro Catania come un camaleonte, sebbene avremmo preferito paragonarlo ad una gazzella che corre leggiadra in classifica oppure ad un elefante che travolge coloro che   ostacolano il suo cammino. Invece no, ha scelto sinora di essere un camaleonte e, come quel rettile dal sangue freddo, preferisce assumere le sembianze dell’avversario di turno, forte coi forti e debole con i deboli.

Lo abbiamo visto sicuro e deciso contro il Lecce ed anche con il Monopoli ed il Siracusa, non più sorprese, ma realtà di questo campionato, ma timido ed impacciato con squadre che occupano i piani bassi del girone, come Casertana e Sicula Leonzio e adesso si e’ ripetuto nel secondo tempo con la Reggina. Diciamo chiaramente che i calabresi erano ampiamente alla portata dei rossazzurri che messi a confronto con i pari ruolo avversari, non potevano che vincere e con più di due o tre gol di scarto. Esperienza, qualità, caratteristiche, morale, obiettivi, panchine, erano tutti elementi a vantaggio degli etnei ma, in questo strano gioco che e’ il calcio, dove l’impondetabile e l’imprevisto è talvolta dietro l’angolo, usciamo sconfitti dal Granillo e addirittura insultati da striscioni demenziali apparsi sugli spalti per i quali, come logico, e’ arrivata puntuale la sanzione della lega, mentre si continua a mortificare i tifosi etnei vietando ai non tesserati la  possibilità di seguire in trasferta la loro squadra del cuore.

Adesso, alla terza sconfitta maturata in stagione, la seconda consecutiva, giusto non abbattersi e convincersi che il campionato e’ ancora lungo, ma anche lecito e doveroso interrogarsi sul perché di quel secondo tempo sciagurato e non giocato, e di quel primo tempo nel quale sono state sprecate almeno cinque palle gol, qualcuna delle quali per merito dell’estremo avversario più che per vera e propria sfortuna. Assistiamo però, già dopo dieci partite giocate, che lo spettro degli attaccanti in astinenza, si sta ripetendo con puntualità, e quello che doveva rappresentare in questa stagione la punta di diamante, Ripa, ancora assente dalla classifica dei marcatori stagionali. Il centravanti, entrato nella seconda frazione di gara al posto di Curiale che, comunque, da seconda punta ha sinora collezionato tre gol, non e’ riuscito ad inserirsi nella manovra e talvolta lo si e’ visto passeggiare in campo. Ma non e’ l’unica nota stonata: anche gli esterni impiegati a Reggio e quasi imposti a furor di popolo dopo il blackout interno, non hanno entusiasmato, salvo apprezzare il millimetrico lancio di Marchese per il colpo di testa vincente proprio di Curiale. Lo stesso Russotto, più nervoso che decisivo, non e’ stato in grado di creare il panico alla difesa amaranto ed e’ rimasto nell’anonimato dell’appiattimento generale della seconda frazione di gara. Perché poi il tecnico livornese non abbia fatto ricorso in tempi più accettabili agli uomini seduti in panchina, magari in numero superiore ai due mandati in campo quasi allo scadere delle ostilità, e’ un giallo che ancora non ha trovato soluzione e risposte.

Proprio Lucarelli dovrà già’ dal prossimo impegno a dare segnali positivi e non potrà astenersi dall’individuare le giuste strategie ed i giocatori più in palla per riprendere la corsa che deve portarci in serie B. Sabato, contro il Bisceglie, vogliamo vedere una squadra che lotta per tutti e novanta minuti e non solo per un tempo, cercando il gol con insistenza mentre la difesa non può farsi trovare scoperta sulle ripartenze degli avversari. Il Bisceglie di queste dieci giornate sinora disputate, avendo saltato la terza per riposo, non è una squadra che si difende ad oltranza: propone il suo gioco abilmente condotta dall’esperto Zavettieri, tecnico che dopo l’esperienza in serie B col Bari, ha allenato in serie C ad Aquila, Castellammare di Stabia e lo scorso anno a Catanzaro e, dopo essere stato esonerato dalla dirigenza giallorossa nel febbraio del 2017, a giugno ha accettato l’incarico di allenare il neo promosso Bisceglie.

Il suo modulo preferito in questo campionato è stato il 3/4/3 che vede in porta Crispino, difensori centrali Markic, il capitano Petta e Jurkic, a centrocampo gli esterni Migliavacca a destra ed il francese Giron a sinistra, mentre al centro Vrdoljak e Bisolo o Boljat. I tre davanti potrebbero essere l’ala destra Partipilo, punta centrale Jovanovic e ala sinistra Azzi. Qualora optasse per il 4/3/3, potrebbe abbassare i difensori esterni sacrificando un centrale di difesa (a Cosenza sacrifico’ in partenza con questo modulo il centrale Markic) ed inserendo come centrocampista di sinistra, Lugo Martinez. Con gli uomini a disposizione potrebbe anche mettersi a specchio, sacrificando in questo caso una delle ali ed inserendo al suo posto un centrocampista tra quelli elencati. Non sappiamo cosa abbia in testa al momento mister Zavettieri che, sicuramente, sta studiando i moduli attuati da Rigoli e Maurizi. In particolare, quello proposto dall’ex Rigoli potrebbe essere quello più probabile, sebbene snaturerebbe il gioco propositivo sinora proposto dalla sua squadra. Benché neopromosso, il Bisceglie occupa con dodici punti l’undicesima posizione con Catanzaro e Sicula Leonzio, avendo conquistato successi in casa con Francavilla e Juve Stabia e in esterna contro la Paganese. Pareggi raccolti con Sicula Leonzio, Akragas e Rende mentre le sconfitte sono state sinora in casa con il Catanzaro e sabato scorso contro il Trapani mentre fuori con Lecce e Cosenza. Quattordici i gol subitii e dieci le marcature realizzate da otto dei suoi giocatori, con Partipilo attuale leader dell’attacco,  fermo a due reti. Il valore complessivo della rosa e’ pari a 3,18 mil. di euro e spicca per l’innesto in squadra di sette elementi di nazionalità croata, giocatori che, per indole e dna,  dimostrano in tutte le serie la volontà e voglia di ben figurare in campo.

Ecco perché, più che al valore della rosa, il nostro Catania dovrà far riferimento al carattere ed alle motivazioni individuali e collettive di questa avversaria di turno che sinora ha preferito giocarsi le partite faccia a faccia, come quando alla sesta di campionato in casa del Lecce, ha evitato di alzare le barricate e perso con onore per 3-1.

Sta a Lucarelli trovare le giuste trame per ripartire con una vittoria che potrebbe avvicinarci ai giallorossi,  impegnati nel derby di Andria e sfruttare la giornata di riposo del Monopoli. Comunque vada, ricordiamoci che il campionato è ancora lungo ma anche che solo le vittorie danno i tre punti.

 

  15 Commenti per “Camaleontico Catania”

  1. Ip Address: 5.90.184.190

    Il catania si gioca il campionato sabato un altro errore ed e chiuso il discorso il problema è che la squadra non ha continuità così non si va lontano fozza catania

  2. Ip Address: 80.181.22.93

    Saluto a tutti ottima disamina di raggio libero ci vogliono i tre punti

  3. Ip Address: 5.170.221.80

    Vincere e convincere, non è facile per questo Catania abbinare le due cose ma se vogliamo andare via dalla serie C dobbiamo essere più forti di tutto e più cinici

  4. Ip Address: 195.31.204.114

    Complimenti a raggio libero per l’articolo , comunque sabato per i tre punti senza se e senza Mha

  5. Ip Address: 62.2.176.13

    ragazzi la speranza é sempre l’ultima a morire……………

    FORZA CT

  6. Ip Address: 82.61.75.52

    Sabato di avvicina e noi abbiamo la possibilità di agganciare il Monopoli. solo per i 3 punti, il resto aria fritta

  7. Ip Address: 151.34.78.130

    Buongiorno a tutti ❤️💙 certamente catanese a Napoli solo per i tre punti

  8. Ip Address: 95.247.107.237

    Saluti a tutti,nulla da dire sperare solamente che torni il sereno.

  9. Ip Address: 82.61.75.52

    Buona giornata a tutti. Già vigilia e domani sapremo se il nostro Catania ha metabolizzato le due sconfitte mettendosele alle spalle. Ce lo auguriamo e dobbiamo avere fiducia in una pronta riscossa. Ancora 30 ore circa e si riparte.

  10. Ip Address: 151.66.130.128

    Sabato mi auguro che il Catania contro il Bisceglie giochi come ha giocato il primo tempo a Reggio e ripeti lo stesso gioco anche il secondo tempo perché le partite durano 90 minuti !!!…..e visto che il Catania soffre le piccole squadre, non sottovaluti assolutamente il Bisceglie !

  11. Ip Address: 151.18.154.152

    Buongiorno a tutti, oggi solo per i tre punti , per il resto meno vanità è più serietà ❤️💙❤️💙❤️💙

  12. Ip Address: 151.18.154.152

    Vi do il parziale del primo tempo che il Catania vince per 3/0

  13. Ip Address: 151.82.30.13

    Catania batte il bisceglie per 4-1

  14. Ip Address: 151.82.30.13

    ❤️💙

  15. Ip Address: 5.87.243.197

    Lovric e Rossetti: “Vogliamo farci trovare pronti, che emozione entrare in campo al Massimino”
    Due protagonisti a partita in corso. Le parole di Lovric e Rossetti in conferenza stampa dopo Catania-Bisceglie:

    LOVRIC: “Sono felice di essere entrato in partita, in difesa c’è tanta concorrenza ma io spero che il mister mi riterrà all’altezza per giocare quante più partite possibili. Il Massimino? Una grande emozione”.

    ROSSETTI: “Ho aspettato tanto questo momento, ce l’ho messa tutta. Posso e devo ancora migliorare per ritagliarmi uno spazio importante. Secondo me il Catania ha un grande attacco, e la partita di oggi lo dimostra. Ho avuto il piacere di giocare una gara in cui i miei compagni di reparto hanno timbrato il cartellino, ne sono felice perché il primo obiettivo è contribuire alla causa della squadra e non dei singoli“.

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu