Catania castiga il Catania

 Scritto da il 13 agosto 2016 alle 23:22
Ago 132016
 

siracusa-catania

In uno stadio spelacchiato a causa della calura e con una folta presenza di tifosi casalinghi più in veste di frombolieri che di attenti spettatori, la  squadra aretusea ha affrontato il Catania a viso aperto e senza alcun timore reverenziale ben orchestrata da un Baiocco la cui carta di identità sembra non dare ragione alla clessidra che scandisce il tempo e  il succedersi delle stagioni. Affiancato dall’argentino Spinelli un osso duro in campo che i nostri lasciano incustodito a spaziare tra difesa e centrocampo, i nostri avversari riuscivano ad oscurare i centrocampisti rossazzurri che con Biagianti, Scoppa e Di Cecco sono parsi privi di idee e forse appesantiti dalla preparazione degli ultimi giorni.

Così, mentre il settore nevralgico del campo soffriva tremendamente sciorinando idee confuse e prive di incisività, la  squadra etnea si dimostrava più pungente nel reparto offensivo oggi rappresentato da Piscitella a sinistra, Russotto dalla parte opposta e il bomber Paolucci al centro con folate che sorprendevano gli avversari ma che non portavano a niente salvo nel costruire una bella azione in occasione del gol su tiro di  Piscitella  su bel pallone servito dal nostro capitano Biagianti, unica perla in questa assolata giornata estiva, ben parato dal portiere che non poteva far altro che rimetterlo al centro area dove Paolucci ancora lui, si trovava proprio  in  traiettoria freddo ad insaccare di testa.

Il riposo durava 10 minuti di troppo per intemperanze tra tifosi delle opposte fazioni ma la ripresa trovava solo una squadra in campo, purtroppo quella in divisa azzurra propositiva a macinare gioco nel nulla assoluto dei giocatori ospiti riuscendo a trovare un rigore per tocco di mano in area di Russoto che nell’occasione si beccava anche un cartellino giallo. Sul dischetto il neo entrato Catania, artefice della promozione nella scorsa stagione del Siracusa, spiazzava Pisseri con un preciso diagonale che gonfiava la rete alla destra dell’incolpevole portiere etneo.

Il pareggio, anziché scuotere i nostri, aveva l’effetto di caricare l’ambiente ed i giocatori di casa che, come per la prima parte del secondo tempo, cercavano di costruire trame di gioco guardati solo a vista dai nostri centrocampisti privi ormai di cattiveria agonistica e spenti caratterialmente forse per il troppo caldo o per le fatiche dovute alla forzata preparazione atletica sebbene, dall’altra parte, il quarantunenne Baiocco riusciva ad orchestrare la manovra con assoluta puntualità e precisione.

Nemmeno i cambi di Calil per Paolucci, di Di Grazia per Piscitella e di Basiric per Di Cecco (a mio parere quest’ultimo  incomprensibile visto che il settore più in difficoltà è’ apparso il centrocampo e non il settore avanzato) cambiava l’odine dei fattori e il risultato rimaneva di pareggio sino al triplice fischio finale, sebbene il Siracusa sino all’ultimo abbia provato a vincere la partita. Discorso a parte per la difesa oggi apparsa in difficoltà specialmente sugli esterni Russo e Nava e con un Mbodj ingenuo per fortuna assistito da un attento Bastrini già in forma campionato.

Dopo aver visto gli incontri di coppa del Lecce e del Foggia e perche’ no, anche di Juve Stabia e Matera, ritengo che al momento la nostra squadra sia più indietro in fatto di gioco e tenuta fisica e mentale. Occorre a mio avviso rivedere qualcosa in difesa specialmente in caso di addio a Bergamelli e sugli esterni monitorando attentamente le tenute di Djordjevic e Nava. A centrocampo mi aspettavo di più da parte di Scoppa che dovrebbe, insieme al nostro capitano, dominare quel settore per esperienza e senso tattico.

Auguriamoci che questa di oggi sia solo una parentesi e che le prossime partite, in particolare quella decisiva in coppa contro l’Akragas ci regali una prestazione con la p maiuscola necessaria per il passaggio del turno che potrà arriderci solo con una vittoria, facendoci dimenticare il pareggio odierno per merito di Catania, quasi una beffa l’evidente gioco di parole.

  24 Commenti per “Catania castiga il Catania”

  1. Ip Address: 151.57.33.126

    Purtroppo molte parole scritte dalla Redazione ,sono delle ripetizioni di quelle del passato campionato ! Il centro campo è sempre stato il nostro punto debole e continua ad esserlo! Quanto ci manca un giocatore tipo Baiocco! Siamo indietro come preparazione ! Ho la precisa impressione che troppe partite saranno salvate da quel Paolucci ,che tra parentesi ,ce ne vorrebbero tre! E se si fa male ? E poi sarà guardato a vista dai nostri avversari ! Caro Lo Monaco hai visto bene? L’unica garanzia sei tu ! Non vogliamo soffrire come l’ anno scorso!

  2. Ip Address: 151.57.33.126

    Per cortesia,prego vivamente la Redazione di rimuovere quel meccanismo legato al mio nome che ripete,noiosamente la solita frase irritante? Grazie e vorrei non ripeterlo più

  3. Ip Address: 2.41.81.181

    Si concordo con Armando. Già ieri il nostro Paolucci ha “assaggiato ” i tacchetti in particolare di Spinelli che aveva capito chi fosse l’avversario più in palla. Decisamente la squadra vista ieri sembra il copione ripetuto di quella dello scorso anno di fine campionato senza un centrocampo decente spero solo dovuto alla pressione fisica cui sono stati sottoposti in questo periodo. Non ci siamo . Gli uomini sono contati e i terzini visti ieri non sono apparsi in condizione. Abbiamo visto che sul mercato ci sarà ancora da lavorare e il -7 già scoraggia prima di partire. Purtroppo le colpe sono da ricercare nella cocciutaggine della società di non voler investire e nel contempo, di bloccare la vendita ad altri imprenditori richiedendo condizioni assurde. Con questa società rimaniamo nel pantano dal decimo posto a scendere perché senza soldi non si canta messa ed i giocatori arrivati se fossero stati campioni non sarebbero venuti da noi. Leggo le rose di Lecce e Foggia e già tremo. Loro le candidate per la promozione e noi a mangiarci il fegato tra una società assente il cui unico interlocutore è rimasto il solo Lo Monaco che, diciamolo, senza soldi sta facendo miracoli non aiutato da nessuno addirittura impegnato a mettere toppe su toppe a situazioni trovare come regalo dai suoi predecessori. Quindi io ho smesso di illudermi e spero nella salvezza, magari risicata all’ultima giornata. Grazie Pulvirenti per averci ridotti così. Quanto dobbiamo soffrire ancora ?

  4. Ip Address: 178.39.222.16

    Semplicemente

    RIDICOLI

    LoMonaco vuoi andare in B?

    Sogna!!!!!!!!!

  5. Ip Address: 178.39.222.16

    Baiocco

    Meglio di tre dei nostr!

  6. Ip Address: 5.169.81.176

    Comunque – esonerato De Zerbi
    14.08.2016 12.29 di Andrea Carlino
    FOGGIA, esonerato De Zerbi
    Divorzio a sorpresa a Foggia. Per dissidi sulla gestione del calciomercato, il Foggia esonera Roberto De Zerbi. Ecco la comunicazione ufficiale della società pugliese: “Il Foggia Calcio comunica di aver esonerato dall’incarico di allenatore il tecnico Roberto De Zerbi. Al tecnico bresciano, da parte del Foggia Calcio, vanno i ringraziamenti per l’attività svolta e gli auguri di migliori fortune”. Già a fine stagione, dopo la sconfitta nella finale play-off contro il Pisa, De Zerbi aveva avuto dei contrasti con l’attuale dirigenza del Foggia. Contrasti appianati (De Zerbi aveva detto no anche all’offerta del Crotone, neo-promosso in Serie A) con la conferma sulla panchina. Ieri il successo per 4-0 sulla Primavera dell’Avellino, oggi l’esonero.

  7. Ip Address: 62.18.116.145

    Buon ferragosto a tutti

  8. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Mi sembra esagerata la critica,non avevamo in campo la formazione tipo

  9. Ip Address: 94.166.149.251

    Vero Gaetano , però non c’era neanche un gioco

  10. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao ragazzi

    Sarà esagerata la critica. Ma dicono che vogliono andare in B. Come?
    Il buon giorno si vede dal mattino!
    Rigoli ha detto che ha fatto una preparazione al top. Io questa preparazione al top non l’ho vista. Baiocco correva come un ragazzino e i nostri?
    Il Siracusa non é un squadrone e noi non abbiamo fatto vedere niente di niente un centrocampo inesistente in attacco solo Paolucci e la difesa………..tranne il portiere.

    E si parla di andare in serie B? ci voglione prendere ancora per i fondelli? Almeno abbiano la decenza di non fare proclami a vanvera. Noi i giocatori della legapro non li conosciamo. Ma quando giocano una partita la vediamo e vediamo che non siamo superiori a nessuno!

    Purtroppo questa é la zita…………..

    Saluti a tutti

  11. Ip Address: 62.18.99.97

    Buongiorno a tutti , ciao jamaiama io direi di aspettare prima di dare giudizi ancora è presto , essere al top già ad agosto e settembre significa non aver lavorato bene

  12. Ip Address: 151.47.205.86

    ma questo calil …….fino ad oggi sembra uno sperduto…..baiocco io lo prenderei al volo a cuore e grinta da vendere….gioca per la maglia..e si vede..insomma uno che ci tiene a fare bella figura…merita un riconoscimento…e un plauso..bravo baiocco..non si dimenticano gli anni passati al catania…

  13. Ip Address: 62.18.99.97

    Vero Pino ma considera che ha una certa età , e non può avere un certo rendimento fisico per tutta la stagione

  14. Ip Address: 151.57.97.4

    Ho un bellissimo ricordo di Baiocco! in tutti gli anni che ha giocato con noi non ha mai fatto una brutta partita. Impegno e cuore, anche se non era privo di certe doti tecniche! Io cari amici , me lo terrei anche a mezzo servizio! Sempre per parlare di lui ,mi è rimasta in mente la partita che fece con la Roma ,quando vincemmo per 3- 2! nostalgie di 8un felice tempo passato ! Adesso ,domenica prossima, cerchiamo di vincere per proseguire il cammino in coppa Italia. La vedo dura! Speriamo che Rigoli assesti meglio la squadra, sopratutto a centro campo,e che faccia giocare la squadra con quasi tutti i titolari! L ‘ auspicio è quello che il Catania smentisca,questa volta, il titolo del commento ultimo della Redazione !

  15. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti…
    Armando, ho chiesto un pò in giro, ma nessuno ha di questo problema, il sito va bene cosi blocca i commenti duplicati.
    penso che il problema risiede nella cache del tuo computer o smartphone.

  16. Ip Address: 151.43.107.123

    Ringrazio Joe! Il problema sta sicuramente nel mio tablet .Io non sono molto pratico ,parche sono solo da poco tempo informatizzato! Scusatemi ,non darò peso agli eventuali giudizi di repliche della Redazione.

  17. Ip Address: 2.156.161.90

    tifosi catanesi
    2452025) Lillo
    Località:
    Ein
    IP logged Mozilla/5.0 (Linux; Android 4.4.2; SM-T520 Build/KOT49H) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/52.0.2743.98 Safari/537.36
    Tuesday, 16 August 2016 16:13 IP: 151.74.154.78 Permalink
    AMMENDE:
    2.500,00 SIRACUSA CALCIO S.R.L. perché propri sostenitori nell’intervallo della gara davano luogo ad una violenta sassaiola con l’opposta tifoseria, provocando forte ritardo sull’orario d’inizio del secondo tempo di gara; prima della ripresa del gioco del secondo tempo di gara, mentre l’assistente arbitrale controllava la rete di una porta, dal settore occupato dai propri sostenitori veniva lanciato un accendino che sfiorava il volto del predetto assistente.
    1.000,00 CATANIA SPA perché propri sostenitori in campo avverso nell’intervallo della gara davano luogo ad una violenta sassaiola con l’opposta tifoseria, provocando forte ritardo sull’orario d’inizio del secondo tempo di gara.

  18. Ip Address: 2.156.161.90

    Mha , anziché squalificare lo stadio aretuseo ammenda anche per il Catania. Certo che l’arbitro palermitano non è ha azzeccata una

  19. Ip Address: 94.166.218.101

    Di Marzio – chiuso col Trapani per Fornito
    Secondo l’esperto di mercato Gianluca Di Marzio, il Catania ha chiuso col Trapani l’acquisto del centrocampista Giuseppe Fornito.

    Centrocampista classe ’94, Fornito ha giocato anche con la maglia del Napoli (giovanili).

  20. Ip Address: 5.168.31.27

    Buongiorno a tutti Ritrovato Piermarteri, Lo Monaco:
    «Vuole il Catania? Intanto ritorni…»
    Articolo del: 17 agosto 2016, a cura di: Roberto Quartarone

    Non c’è stato bisogno di una missione alla Salvate il soldato Ryan, perché Gonzalo Piermarteri ha scritto a MondoCatania dopo essersi reso irreperibile per otto mesi, a detta della club. Il calciatore del Catania ha dato una sua smentita sul contenuto di alcuni tweet in cui rivolgeva delle offese e, soprattutto, ha affermato di essere in contatto con la società rossazzurra. La stessa società però ha ribadito più volte di non saper alcunché del 21enne argentino, anzi proprio ai nostri microfoni Pietro Lo Monaco ha ribadito il suo status di «scomparso». Ora però l’amministratore delegato della società etnea conferma che qualcosa si è mosso, dopo il nostro articolo. «Qualcuno mi ha contattato, effettivamente – ci confida – ma non si è identificato come il suo procuratore, bensì come qualcuno che dice di conoscerlo e che afferma la sua volontà di tornare a Catania». Be’, considerando che il contratto del volante cordobés scade il 30 giugno 2018, sarebbe ora. «Noi abbiamo risposto semplicemente: “Se vuole giocare con noi, perché non torna? Lo aspettiamo!”» Lo Monaco sorride ma difficilmente lo accoglierà a braccia aperte: al suo rientro il soldato Gonzalo dovrà dare un bel po’ di spiegazioni. Come è possibile che di un calciatore professionista, peraltro su cui la società ha investito molto, non si sia saputo nulla per mesi?

  21. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Scusatemi forse mi è sfuggito qualcosa ma Lo Monaco ha parlato di serie B già da quest’anno?Credevo che quest’anno servisse per risolvere tutte le pendenze,lasciate in sospeso dalla scellerata gestione della passata stagione,certo si sta anche lavorando per allestire un’ottima squadra,ma credo che sia presto per dare giudizi estremamente negativi,speriamo insomma che il Catania sia meglio di quello visto contro il Siracusa

  22. Ip Address: 79.19.89.200

    buonasera ragazzi, ho appena finito di guardare la partita di coppa di due nostre avversarie cioè Taranto e Melfi finita 2-1 per i padroni di casa rossoblu che perdevano 1-0 le due squadre non mi hanno impressionato sicuramente con organici nettamente inferiori a quelli del Catania. Staremo a vedere tanto quando giocano contro di noi tutte fanno i partitoni. Riguardo la nostra partita di coppa vero che non era la squadra titolare ma solo in difesa perché l’attacco e centrocampo lo erano. Anche al Siracusa mancavano i centrali titolari ma il problema che ho visto, parere personale, che il centrocampo dopo una buona mezz’ora è’ scomparso. E non proponeva e non difendeva alla mercé degli avversari con un Baiocco eccezionale che ha vinto lo scontro alla distanza con biagianti. Sono stato deluso da questa prima partita ufficiale di Stroppa e spero mi smentisca per le prossime uscite. Ricordiamoci pure che il Siracusa è’ stato battuto dall’Akragas per 3-0 e quindi prova decisamente poco positiva per una squadra che dovrebbe attestarsi in alta classifica partendo pure da un -7! A Taranto stasera più di 6.000 spettatori

  23. Ip Address: 79.19.89.200

    Scoppa pardon la tastiera mi tradisce

  24. Ip Address: 5.168.31.27

    Ottima analisi la tua catanese a Napoli, il tempo ci darà ragione……,,notte a tutti

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu