Catania – Chievo 1 – 2

 Scritto da il 20 novembre 2011 alle 21:09
Nov 202011
 

Potenza per Lanzafame Montella cambia un solo uomo rispetto all’uscita di Milano, nei 5 di centrocampo a destra si posiziona Potenza in luogo di Lanzafame; gli altri uomini sono invece tutti confermati, a partire da Andujar tra i pali, e continuando con Spolli Legrottaglie e Bellusci in difesa, Lodi Almiron Ricchiuti e Marchese, per la prima volta con la fascia di capitano, a centrocampo, in avanti Bergessio e Gomez. Il Chievo di Di Carlo risponde con Sorrentino in porta, in difesa Frey Mandelli Andreolli Jokic, a centrocampo Bradley Rigoni e Luciano, Sammarco dietro le due punte Pellissier e Thereau, 4-3-1-2 per i clivensi.

Catania in ombra Il Catania come in altre occasioni non parte col piede giusto, i rossazzurri non aggrediscono gli avversari e provano a tenere il pallino del gioco, il Chievo ringrazia e si limita a svolgere il compitino di chiusura e ripartenza, fondamentale, quest’ultimo, in cui i clivensi sono maestri. Montella chiede ai suoi di velocizzare la manovra ma le sue invocazioni si fermano alle intenzioni, Potenza a destra e Marchese a sinistra raramente arrivano sul fondo e il gioco degli etnei ristagna sulla trequarti; si cerca sempre l’imbucata centrale per Bergessio o Gomez ma la foltissima difesa gialloblù ha sempre la meglio. Nel primo tempo i sussulti per i tifosi rossazzurri sono solo due, al 31° per un tiro di Ricchiuti che da a molti l’illusione del gol, e al 35° quando Bergessio colpisce un palo da posizione defilata. Il resto è solo manovra lenta e qualche svarione difensivo: al 21° ci mette una pezza enorme Spolli che ferma Thereau lanciato a rete da uno svarione di Bellusci, al 43° invece è lo stesso Spolli che, dopo un errore, commette fallo in area su Pellissier che convince l’arbitro a fischiare il rigore. Dopo non poche proteste dei rossazzurri sul dischetto si presenta l’attaccante valdostano che batte Andujar, 0-1 e squadre negli spogliatoi.

Poca lucidità Al rientro in campo i due tecnici non propongono cambi, i rossazzurri hanno in testa un solo obbiettivo, rimettere in carregiata un incontro che fino a questo momento non li ha visti protagonisti; gli uomini come detto sono gli stessi ma lo spirito sembra diverso, di fatto i ragazzi di Montella si piazzano stabilmente nella metà campo avversaria ma come nel primo tempo di conclusioni a rete pericolose se ne vedono ben poche. Intorno alla mezz’ora le due squadre cambiano volto a seguito dei cambi voluti dai tecnici, nel Catania Lopez sostituisce Ricchiuti mentre Biagianti prende il posto di Potenza, Gomez scala a centrocampo e si piazza a destra, nel Chievo invece entrano Cesar e Moscardelli. Le forze fresche fanno bene al Catania, al 64° Lopez si gira e prova il destro, conclusione di poco a lato, tre minuti dopo su un cross da sinistra ancora Lopez viene atterrato in area e l’arbitro accorda il rigore. Sul dischetto si presenta Lodi dopo aver discusso con Lopez sulla battuta, il tiro di sinistro del numero 10 rossazzurro viene però deviato in angolo da Sorrentino che si tuffa sulla sua sinistra. Brutta tegola a livello psicologico per il Catania che comunque continua a premere a più non posso; nel giro di un minuto al 69° per due volte Spolli gira di testa due palloni pericolosissimi, sul primo si esalta ancora l’estremo difensore gialloblù, sul secondo invece la sfera finisce a lato di pochissimo. A venti minuti dalla fine arriva il colpo del ko per il Catania, ancora uno svarione difensivo permette a Sammarco di chiudere a rete indisturbato da pochi passi, 0-2 e notte fonda al Massimino. Montella per scuotere la squadra che appare profondamente colpita prova con terzo cambio, dentro Catellani e fuori Gomez. La mossa non sortisce effetti devastanti, i rossazzurri continuano a credere nella rimonta ma ci credono più col cuore che con la testa. Il gol di Almiron con un tiro dalla distanza deviato arriva al minuto 77, ci sarebbe quindi tutto il tempo per provare a riprendere per i capelli una partita nata male, invece il Catania non riesce a pungere neppure con il forcing finale che in pratica non regala altre occasioni o emozioni. Finisce con la prima sconfitta interna di un Catania che è parso lontano parente di quello ammirano fino a questo momento, la prestazione dei rossazzurri non è stata all’altezza e sarà compito di Montella capire cosa non ha funzionato e perche’. Di fronte a queste sconfitte non rimane altro che rimboccarsi le maniche e lavorare ancora più duramente ripantendo da quanto di buono si è fatto in questa prima parte della stagione.

di Orazio Cutrona

Fonte: calciocatania.it

  12 Commenti per “Catania – Chievo 1 – 2”

  1. Ip Address: 79.26.191.253

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri,sono di corsa,velocemente per dire che,in linea generale concordo con il post N. 18 della pagina precedente di Chiarezza,comunque continuerò a sostenere Montella.Mi assenterò per alcuni giorni per impegni improrogabili,appena finito il post,compilerò le pagelle e ci risentiremo a fine settimana.
    X Giorgio e Angelo (che saluto 😉 ),tenete il sito sempre vivo. 😉 😉

  2. Ip Address: 80.116.200.93

    Buongiorno raga’!!
    Ciao peppe58, sarai servito!!! 😉 😉 😉
    Sono incazzatissimo e nero. Con il Milan 4 pugnalate al cuore e ieri 2 dal Chievo.
    A Lecce per la vittoria? Non so che pensare raga’ io ci credo sempre e voglio bene il Catania ma mi assolgono troppi dubbi, cioe’ la difesa. Stiamo prendendo troppi gol per le minchiate che facciamo altro che difesa di ferro sembra quella di burro.
    Spolli giocatore ottimo ma ogni tanto fa cazzate, Bellusci sembra una belva quando gioca ma fa cagare.

    Max che vuole tirare il rigore e innervosisce Lodi. Se dopo aver fatto 11 gol zio Petrus lo vendeva a 20 MLN di Euro eravamo, anch’io, tutti contro.
    Se un giocatore vuole cambiare squadra meglio venderlo che forzarlo a stare con noi
    Ieri ho visto la partita in streaming , ero convinto che facevamo la nostra partita e la guardavo senza ansia.
    Alla fine mi sono detto ma che c….o di Catania e’ questo.
    Mi sembrava il Chievo il gatto e noi il topolino. Appena perdevamo la palla il Chievo come il gatto ci graffiava con le nostre minchiate in difesa.
    Vero quest’anno abbiamo il centrocampo che fa gioco ma le nostre famose ripartenze quando le facciamo?. Ieri proprio non ne ho viste!!!

    Anche se tristissimo vi auguro buona giornata a tutti!!! 😀 😐 😥

    Forza Catania sempre!!! 😳 😳 😳

  3. Ip Address: 109.113.86.29

    Ciao ragazzi,
    anche io sono in viaggio verso il polo nord…….

    sono incavolato forte, speriamo contro il lecce ……

    a presto.

  4. Ip Address: 109.113.53.249

    dimenticavo 😉 😉 Vittorio mi raccomando tiene vivo il sito.

    grazie

  5. Ip Address: 92.139.75.123

    Ciao Giorgio

    La nostra difesa non è il massimo ma neanche da buttare via, è mi spiego, Montella
    si è visto costretto per via degli infortuni a schierare una difesa a tre ma che in effetti con Izco in campo e Marchese era una difesa a 5 pero’ gioco forza questo gli ha di fatto indebolito l’attacco, da li i pareggi il Catania ad oggi ne ha fatti 5….con pochi gol all’attivo, poi illuso delle vittorie contro la derelitta Inter ed il rimaneggiato Napoli ha creduto di poter vincere a Milano con Lanzafame al posto di Izco, i risultati sono evidenti, io se fossi in Montella tornerei alla difesa a
    4 con Alvarez Bellusci Spolli e Marchese sta meritando il posto anche se in fase difensiva lascia a desiderare ma anche Capuano è la stessa cosa, a gennaio un terzino sx!!!

    a centrocampo c’è solo una soluzione senza snaturare i giocatori con impossibili paragoni Lodi (Pirlo) ed allora io calcolo che siano tutti presenti ed arruolati!!

    Izco–Almiron—Biagianti (Paglialunga? Ledesma Barrientos) se in casa o fuori

    In attacco
    Gomez–Lopez(Bergessio) Llama(Marchese)–(Suazo)

    Invece Montella a stravolto tutto e tutti è secondo me si è incartato, la prova ieri, dopo un avvio schioppettante del catania, Di Carlo gli ha preso le contromisure , (gia dall’inizio schierando Thureau giocatore rapido che non da punti di riferimento, lasciando in panchina Moscardelli) è dopo con un non gioco che gli ha dato la vittoria, ma con il non gioco ed un po’ di fortuna l’Italia ha vinto un Mondiale è l’Inter una Champion’s League

  6. Ip Address: 88.49.102.71

    Buongiorno a tutti,
    concordo con Chiarezza, che saluto insieme a tutti gli amici del sito; questa volta Montella ha fatto lo scienziato, eppure Milano aveva già rappresentato un campanello d’allarme per il suo 5-3-2. Non chiamiamolo 3-5-2 perchè non esiste con Potenza e Marchese…..
    Col senno di poi, è facile per me dirlo adesso, alla lettura della formazione nutrivo già seri dubbi sull’approccio alla partita preparato dal nostro mister.
    Concordo con il ritorno alla difesa a 4. Mi sarei aspettato un 4-3-3 con Gomez, Bergessio e Barrientos in avanti e magari Lodi, Almiron e Del Vecchio (o Biagianti) in mezzo.
    Pazienza, io l’ho vista così, pur essendo il Chievo squadra temibile e veloce se la affronti in casa non puoi farlo con 5 difensori, uno dei quali, Potenza, davvero ancora fuori fase.
    Adesso avremo Spolli squallificato e Montella dovrà fare di necessità virtù riflettendo sul fatto che Spolli è stato ingenuo ma che essendo diffidato avrebbe potuto beneficiare di un turno di riposo per poi trovarcelo disponibile per la delicata trasferta di Lecce dalla quale dovremmo venir fuori necessariamente con un risultato positivo.
    Ripeto, il mio è il pensiero del senno del poi, non vale niente; esprimo solo il mio rammarico per una sconfitta evitabile contro una squadra decisamente alla nostra portata.
    Ci rifaremo!
    FORZA CATANIA SEMPRE!!SQUADRA E CITTA’!!

  7. Ip Address: 80.116.200.93

    Buonasera raga’!!!
    Ciao chiarezza e Marcello!!! 😉 😉 😉
    chiarezza la difesa sono due centrali pardon tre centrali con Bellusci, Lagrotaglie e Spolli nel 3-5-2, quindi la difesa non sara’ da buttare pero’ cagate ne fa e parecchie!!!
    Bellusci gioca con troppo furore e fa cagare si deve un po’ calmare, Spolli ogni tanto pure fa’ sciocchezze ma costretto, ieri, nel fermare l’avversario.
    Mi sono rivisto i molti gol che abbiamo preso, abbiamo fatti errori individuali pazzeschi ma ieri proprio si e’ toccato il fondo. Ditemi quali gol regolari ha segnato il Chievo …..nessuno e i tiri……..piu’ noi che loro e possesso palla…….piu’ noi che loro, lasciamo perdere i calci d’angolo anzi no a me sembra 9 per noi.
    Il Chievo nervi saldi e pedalare, buona difesa e rapidi nei contropiedi, a noi il pallino del gioco e loro sornioni ci hanno inchiappettati!!!

    A Lecce che risultato? Il cuore dice sempre forza Catania ma adesso mi manca la certezza di dire “a Lecce faremo risultato”.

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania sempre!!!

    Eppure con Sinisa facevamo lo stesso gioco del Chievo di ieri e adesso che siamo piu’ bravi a centrocampo si perde.

    chiarezza, ieri ho capito quello che scrivevi giorni fa’ che siamo troppo lenti a centrocampo, veramente Lodi era marcatissimo, e prevedibili, il gioco sulle fasce non funzionava perche’ bloccati ed ecco anche se con cuore e grinta il Catania non c’e’ la fatta a risalire nel risultato.
    Assente Spolli e come

  8. Ip Address: 94.37.22.56

    Ciao Giorgio,
    può darsi che io pecchi di troppo senso critico ma ieri ho visto una partita diversa.
    Il Catania ha tirato in tutto il primo tempo una sola volta (palo) con Bergessio.
    Il Chievo oltre al gol, regalo rossazzurro ma il pressing alto loro lo facevano, ha avuto due occasionissime salvate dal solito Spolli.
    Secondo tempo, prino tiro in porta del Catania è stato il rigore, poi sulla foga il colpo di testa di Spolli e infine il gol benedetto da una fortunata deviazione.
    Non dico che il Chievo abbia fatto più di noi ma noi in casa dovremmo osare di più. Facciamo girare la palla (spesso le palle…), andiamo a crossare e male per improbabili colpitori di testa (anche qui ha ragione Chiarezza) e non tentiamo mai l’uno contro uno, un inserimento centrale o un tiro dalla distanza.
    Scusatemi, sono veramente incavolato; il Chievo per me non vale il Catania ma Montella in casa deve mettere in campo, soprattutto contro squadre che si chiudono, uomini che sappiano saltare l’avversario e creare superiorità o aprire gli spazi (Barrientos per esempio…)
    Coraggio Montella!! Gli altri si muovono e in fretta, non diamo loro la possibilità di annusare il nostro odore!!

  9. Ip Address: 80.116.200.93

    Catania CHIEVO

    61% possesso palla 39%
    1 gol 2
    0 gol in area 2
    1 gol da fuori area 0
    2 tiri respinti 7
    1 pali e traverse 0
    3 fuorigioco 5
    9 corner 5
    44 cross 13
    456 passaggi 303
    369 passaggi utili 196
    15 contrasti 31
    13 contrasti vinti 22
    2 ammonizioni 3
    0 espulsioni 0

  10. Ip Address: 80.116.200.93

    Caro Marcello!!! 😉 😉 😉
    Magari tiri ne hanno fatti piu’ loro e vinti i contrasti ma il resto la palla cioe’ le “palle” l’hanno fatto girare i nostri e i nostri a “noi”.
    In sintesi Marcello sono incavolato come te e le prossime partite non so a che santo votarmi perche’ non ci capisco piu’ un tubo!!!

    Notte notte!!!

  11. Ip Address: 212.214.188.206

    Buonasera a tutti…..

    concordo su tutto ma secondo me il ns. Catania giocando cosi non andra da nessuna parte….. rimaniamo ne pesce ne carne, penso ragazzi che ci dobbiamo preparare alla sofferenza quotidiano di tutti gli anni….

    io sono fiducioso 😈 😈 😈 ma come si fa ad esserlo guardando la partita d’ieri…. non siamo riusciti a rimontare un gol e subito abbiamo preso un altro, purtroppo al centrocampo non abbiamo una vera mediana di rottura, l’unico è Biagianti ma non era ancora in forma… che peccato potevamo avere 17 punti invece NISBA.
    con il Lecce sarà dura ma molto perchè è una squadra tipo il Chievo, contropiede veloce ci mettera in difficoltà, giochiamo troppo sbilaciati in avanti, secondo me ancora non abbiamo raggiunto l’iquilibrio in campo…
    comunque Forza Catania……..

  12. Ip Address: 79.46.35.222

    Buongiorno raga’!!!
    Ne letti giornali e ne visto filmati!!! 😐 😐 😐

    Altro che ciclo terribile passato, e’ questo quello terribile!!! 😕 😕 😕

    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio e giornata piovosa.
    Cuore triste e idee confuse sulla Nostra squadra!!! 😥 😥 😥

    Buona giornata a tutti!!! 😳 😳 😳

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu