Catania con grinta al Marulla

 Scritto da il 23 gennaio 2016 alle 23:27
Gen 232016
 

rigore-cosenza

Finisce 1-1 il match del San Vito tra Cosenza e Catania, gli etnei dopo un primo tempo equilibrato soprattutto in difesa, nella ripresa rimangono in dieci uomini, espulsione di Pelagatti e rigore trasformato da  Vutov,   Il Cosenza prova a gestire la gara anche in superiorità numerica, ma il Catania ha saputo ricompattarsi e con calma e grinta è riuscito a risalire la china pareggiando una partita compromessa  con Plasmati che da fuori area fa secco Perina con un gran tiro.
Nel finale i rossazzurri hanno anche avuto l’occasione per vincere con un colpo di testa in mischia  di Calil bloccato a terra dal portiere.

Plasmati: Dopo un girone d’andata un po’ controverso era la prima gara che facevo da titolare. Il mio percorso è stato un po’ segnato da problematiche fisiche. Spero ora di avere più spazio, ma non voglio mettere in difficoltà il mister. Il gol è stato una bella soddisfazione. Siamo stati bravi a non disunirci. Ci volevamo gli attributi per rimontare e lo abbiamo fatto. Un ottimo punto contro una squadra molto organizzata.

  26 Commenti per “Catania con grinta al Marulla”

  1. Ip Address: 80.116.200.199

    Buonasera raga!

    Contento per il risultato un po fortunato. Ci stavano annullando il gol di Plasmati ma onestamente il gol per me era valido.
    Deluso per il gioco di squadra ancora troppo lento e lezioso.

    Comunque e ovunque forza Catania sempreeeeee!

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  2. Ip Address: 151.44.183.53

    Amici carissimi,questa volta si è visto qualcosa di diverso. Predominio della nostra squadra nel primo tempo, piuttosto sterile,,con i nostri che si smarcavano poco.IL centrocampo funzionava meglio ,però e i giocatori sembravano più lucidi .. Nel secondo tempo,l ‘ infortuno del calcio di rigore. Rimasti in inferiorità numerica,ho visto un Catania,questa volta, determinato ,rabbioso, e con quella grinta ,che non si vedeva da tempo,è riuscito a rimediare il risultato.Non voleva perdere! Bravissimo Liverani che ha salvato ,nel primo tempo un gol fatto! Se non altro in questa partita ,in attesa di un miglioramento del gioco, ho notato uno spirito di reazione,che ,forse , ci rende meno pessimisti per il futuro .Che ne pensate Filippo ,Giorgio ,e gli altri amici del sito? Abbracci rossoazzurri!

  3. Ip Address: 82.53.46.26

    Buongiorno raga!

    Caro Armando.
    Nel finale ho visto un po’ di incazzatura dei nostri che si vedeva che non volevano perdere dopo aver mantenuto quasi tutta la partita il possesso palla, servono azioni veloci come hanno fatto i lupi del Cosenza.
    Il centrocampo va ancora lento e la difesa in alcuni tratti della partita era sovrastata dall’attacco nemico.
    Poi il nostro gol era validissimo mentre l’allenatore del Cosenza dice di no.
    Sono ancora deluso dal gioco di squadra.

    Buona domenica a tutti!

  4. Ip Address: 178.39.222.79

    Buongiorno

    Se alla fine si é visto un Catania che non voleva perdere, per un ora e più si é visto un Catania che non voleva vincere!

    Ho detto tutto.

    Carissimi amici buona Domenica

  5. Ip Address: 93.44.84.129

    D’accordo con voi è stato necessario andare sotto di un gol ed essere perchè questa squadra tirasse fuori un pò di grinta e cattiveria, altrimenti sterile possesso palla senza mai delle “imbucate”. Logico pertanto che il gol è giunto da una combinazione Calil-Plasmati, ma secondo me o gioca uno o uno gioca l’altro, inserendo un vero esterno offensivo sulla sinistra ..forza prima che chiude il mercato (sempre che c’ì siano soldi per prendere qualcuno buono) …forza catania sempre

  6. Ip Address: 93.44.84.129

    Preciso combinazione centrale, e comunque con questo 4-3-2-1 (falcone e Calil) dietro Plasmati non andiamo da nessuna parte ( due giocatori fuori ruolo per farne giocare uno)

  7. Ip Address: 95.246.110.160

    Credo che non avete sottolineare una cosa che io ho notato ad un certo punto sono partiti i lanci lunghi a scavalcare il centrocampo. Se è stata una scelta consapevole, è stata la chiave della partita: Calil ma soprattutto Plasmati le prendevano tutte e gli avversari commettevano continuamente falli. Così si gioca in serie C (non sempre) ma bisogna variare la disposizione in campo per disorientare gli avversari. Non so se siete d”accordo? Può essere che sbagli. Ma io ho visto un Catania diverso. Domenica al Cibali: tutti!

  8. Ip Address: 86.222.250.162

    Ragazzi dopo alcuni anni di assenza dobbiamo finalmente constatare che adesso abbiamo un Portiere……grande Liverani!!!

  9. Ip Address: 93.56.76.13

    Buonasera a tutti , come al solito stessi commenti concordo con quello scritto da jamajama

  10. Ip Address: 82.60.43.97

    Ciao Armando, pareggio prezioso per come si erano messe le cose, Non vedo ancora un centrocampo che costruisce, ma troppo lanci lunghi da tutte le posizioni del campo spesso facili preda dei difensori avversari. Sono d’accordo con Mangusta in merito alla coesistenza di Plasmati e Calil (uno dei due). Servirebbe anche più dinamicità sulle fasce con cross più incisivi. Liverani: finalmente un portiere sicuro ed affidabile. Musella: giocatore tecnicamente molto dotato, di categoria superiore (speriamo di poterli avere con noi anche in futuro. Un abbraccio e buona nottata a tutti

  11. Ip Address: 82.60.43.97

    Mi correggo: Nunzella

  12. Ip Address: 79.56.143.144

    Buondì ragazzi. Riguardo la partita di sabato, ritengo che il freddo abbia annebbiato, specialmente nel primo tempo, le idee. Veder commettere errori in difesa così pacchiani è’ giustificabile solo attribuendo al gelo le colpe. Ancora il centrocampo ritengo il settore non all’altezza per disputare un campionato da protagonisti in lega pro. Agazzi e Musacci sono lenti per questa categoria nella quale ancora non si sono ambientati a dovere. I lanci lunghi dimostrano che proprio il centrocampo molto tecnico e poco fisico non regge e per far arrivare le palle agli avanti occorre sperare nei lanci alla evviva il parroco, unito al fatto che gli esterni oramai sono sempre bloccati dagli avversari con lo schema 3/5/2. Adesso alla prossima avremo una difesa da inventare con la speranza che il pubblico dia una carica a chi scenderà in campo. Purtroppo quel rigore fallito contro il Monopoli ci è’ costato caro in ckassifica.

  13. Ip Address: 93.44.84.128

    Ancora non ho digerito l’intervista di Pancaro dopo il pareggio con il Monopoli ..
    ” grande prestazione” mi e rimasta fissa in testa come un chiodo . Nel calcio si vince e si perde e questo è un’altro discorso ma mi faccia il piacere ( come diceva totò) di non dire fesserie . Infatti si è visto, Il Monopoli era tanto forte che ha perso in casa con l’Akragas in piena crisi …con la squadra agrigentina che poteva farne anche qualcuno in più. Riguardo l’analisi di Catanese a Napoli ( che rispetto e stimo) permettimi di dissentire, a mio modesto avviso abbiamo un ottimo centrocampo, De Cecco, Agazzi, Musacci sono ottini giocatori, il punto è che non hanno a chi dare la palla in avanti sulle fasce se non al solo Nunzella quando avanza. A Cosenza ha schierato un 4-3-2-1 con Falcone e Calil dietro Plasmati, 2 giocatori fuori ruolo che non hanno caratterische e passo da trequaritisti…farebbero meglio a prendere unj forte esterno offensivo a sx ( Calderini mi sembra più un centravanti che un’ala) , allargare Falcone sulla fascia dx a fare il suo ruolo di ala e mettere uno tra Plasmati e Calil… vecchio e mitico vero 4-3-3 senza inventare nulla e poi magari con una modesta invece di una grande prestazione riusciamo a battere il Monopoli.

  14. Ip Address: 151.68.40.229

    Buon giorno Amici,. Leggendo l’utimo commento, concordo su molte cose dette,però caro Catanese a Napoli, il gelo esisteva anche per la squadra avversaria.IL fatto che noi siamo maggiormente dotati di tecnica mi lascia molto perplesso! I giocatori etnei fanno fatica a smarcarsi,ed ecco la ragione per cui debbono ricorrere ai lanci lunghi che sono ,puntualmente ,preda dei difensori avversari.Nella Lega Pro occorre velocità ed ancora velocità,Ancora i nostri non sono del tutto entrati nel meccanismo del gioco caratteristico di questa categoria!I Insisto nel dire che serve assolutamente un esterno di fascia tecnico e nello stesso tempo veloce.! Sono gli ultimi giorni di mercato ed io,spero,.Ci sarà qualche cosa in arrivo? In oltre sono un po preoccupato , perchè le squadre di coda fanno punti e noi siamo sempre lì. I pareggi non bastano più, bisogna vincere qualche partita ! Ha detto bene un amico del sito! Si deve entrare in campo in casa e fuori determinati a vincere ,e non sfoderare la grinta solo per rimediare ad una probabile sconfitta! Saluti cari a tutti gli amici!

  15. Ip Address: 95.238.23.208

    Buongiorno raga!

    Da leggere perche’ e’ importante capire i giocatori sui loro problemi.

    sabato 23 gennaio 2016

    Bastrini: “Grazie alla società, alla squadra, al tecnico ed alle persone che mi hanno sostenuto”

    Un calciatore di talento ed esperienza finalmente restituito al calcio, dopo una lunga attesa causata da una sequenza d’infortuni: Alessandro Bastrini può finalmente mettere a disposizione del Catania le sue qualità professionali. In sala stampa, a Cosenza, il difensore commenta così la sua prima presenza in questo campionato: “Ci tengo, per prima cosa, a ringraziare la società, perché mi ha aspettato. Mi hanno cercato e mi hanno voluto ma purtroppo non sono stato mai disponibile: mi hanno atteso tutti e mi hanno supportato: dirigenti, squadra, medici, ambiente. Avevo giocato l’ultima partita di campionato, prima di questa, ad aprile: è stato un po’ un calvario ed adesso sono contento. Le sensazioni dal campo sono state positive, in 10 siamo riusciti a recuperare una partita contro una buona squadra. Non è semplice stare fuori così tanto, per un calciatore: mi allenavo ma non stavo bene e mentalmente non è stato facile ma la società mi ha sempre appoggiato in tutto, anche quando mi sono fatto nuovamente male (ad Agrigento, ndr). Ho avuto periodi un po’ duri, per un giocatore non poter giocare e non potersi allenare è la cosa peggiore: il lavoro in palestra ed il differenziato ti fanno vivere lo spogliatoio a metà ma dirigenti e mister mi parlavano ogni giorno e mi davano conforto, anche nel mercato di gennaio non mi hanno fatto mai sentire al di fuori della squadra ma mi hanno sempre detto che ci tenevano e mi aspettavano, io ho fatto il massimo per rientrare e loro con me. Cosa ho pensato oggi? Finalmente posso giocare a calcio, che è quello che amo fare. Peccato non aver vinto ma un pareggio fuori casa, in 10, è un buon risultato. Giocare al fianco di Ferrario? Conosco Stefano dai tempi delle giovanili del Como, mi sono trovato bene con lui così come in allenamento mi trovo bene con tutti gli altri centrali. Infine, un ringraziamento speciale all’Ibiscus (Onlus per la Ricerca ed il Trattamento dei Tumori Infantili, ndr): mi hanno dato anche loro una grossa mano, sembra strano perché loro vivono condizioni difficili, mi hanno aiutato in un momento di difficoltà: le persone che lavorano lì dentro, i bambini, i genitori sono stati il mio rifugio nei momenti più difficili e mi emoziono, perché ho conosciuto persone fantastiche, cosa che va al di fuori del calcio”.

    Buona giornata a tutti!

  16. Ip Address: 151.68.10.223

    Grazie Giorgio.Ma tu che sei tanto bravo nella ricerca sul web ,anche a nome di altri conoscenti tifosi del Catania ,mi sai far sapere che cosa succede sulla cessione della Proprietà. .? Tutto fermo.? Sempre cari saluti.

  17. Ip Address: 95.238.23.208

    Ciao Armando, prendendo spunto dalla tua domanda, sono andato sui siti web del Catania. Ho trovato che Balzano, advisor del gruppo di Ruben Villar e’ andato a vedersi la partita Siracusa-Nerostellati Frattese.

    Buon pomeriggio a tutti!

  18. Ip Address: 95.238.23.208

    Salve raga!

    Copia e incolla da ca…..ue

    Mercato: mistero Giannone

    Pubblicato: 12:22 – 25 gennaio, 2016

    Sembrava una trattativa conclusa, risolta, dopo tanti dubbi e tentennamenti, nella giornata di sabato (leggi qui), ma il caso Giannone si arricchisce di un altro, misterioso sviluppo. Il giocatore sembrava ormai virtualmente rossoazzurro, tanto da aver rescisso il contratto che lo legava al suo vecchio club, la Reggiana, e da essere atteso ad inizio weekend, forse proprio a Cosenza prima della gara del Catania, per mettere nero su bianco il suo approdo alle falde dell’Etna. Ma nessun passo avanti concreto è stato fatto da quel giorno in poi, tanto meno l’ufficialità di un acquisto che serve come l’ossigeno, dopo l’infortunio di Russotto. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, pare che l’ex Bologna e Crotone sia stato attirato dalle sirene del Benevento che starebbe pensando seriamente di prenderlo per rinforzare l’attacco. A favore della società campana ci sarebbe la posizione di classifica migliore rispetto a quella del Catania e, forse, un ingaggio offerto d’entità superiore. Si attendono novità, cercando di capire quale sarà il finale di questo “trhiller” di mercato degno dei migliori film gialli.

  19. Ip Address: 91.253.162.90

    Buonpomeriggio a tutti CasertanaFC · 10 min10 minuti fa
    Luca #Giannone ha già raggiunto il gruppo.

  20. Ip Address: 95.246.110.160

    Non mi sono spiegato. Anch’io amo il calcio tecnico. Ma quando si è alle strette lanciare il pallone al parroco serve. Comunque ognuno la pensi come vuole.

  21. Ip Address: 79.42.16.200

    Buonasera raga!

    Risolto il caso Giannone. Ufficiale e’ della Casertana.

  22. Ip Address: 79.42.16.200

    Ciao paoloilcaldoct, anch’io ho visto, specialmente nel finale, lanci lunghi “alla viva il parroco”.

  23. Ip Address: 79.46.193.159

    Ciao Giorgio, grazie per tutti gli aggiornamenti che ci offri quotidianamente. Buona nottata.

  24. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao ragazzi

    Siamo ad 1 punto dalla retrocessione. E i giocatori del Catania vanno dicendo siamo la squadra piu forte…….

    Ma questi ancora non hanno capito niente?

    Vi saluto tutti

  25. Ip Address: 86.222.250.162

    ennesimo scandalo nel calcio…..stavolta trattasi di fatture false ed evasione…..che ? ci siamo anche noi?…..altri penalizzazioni in arrivo ?

  26. Ip Address: 151.46.185.55

    Caro Vale ,non ci spaventare oltre il dovuto! Da tanto tanto tempo ripeto che alla nostra squadra è rimasto un solo obiettivo : la salvezza ! Ma pure raggiungere questa senza passare per le tagliole dei pley aut sarà difficile ( visto e considerato il gioco ed i passettini della pareggite) Poi altri scandali, altre penalizzazioni? Per carità ,la pazienza del tifoso catanese ha un limite! Ed ,allora io mi rivolgo al bravo Giorgio per conoscere come stanno le cose e se ci sono motivi per far scendere ancora di più il morale già piuttosto basso del tifoso rossoazzurro Come ti ha scritto Filippo, caro Giorgio ti ringrazio per il lavoro che fai! Se non altro,almeno come tifosi,siamo una buona squadra!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu