Catania è una sfida da vincere

 Scritto da il 24 maggio 2013 alle 18:07
Mag 242013
 

CDA-CATANIA

Presentato a Torre del Grifo dal presidente Pulvirenti Pablo Cosentino entra a far parte del CdA ed è il nuovo vice presidente del Catania. I suoi pensieri guardano subito al futuro:

E’ una nuova sfida, cercherò di fare bene a cominciare dal mercato per la prossima stagione, sempre insieme al presidente e a Pippo Bonanno. Adesso cambierà il mio lavoro da agente a dirigente, proverò di sicuro emozioni più grandi. Io voglio sempre migliorare, per caratteristiche e personalità, poi il confronto con i miei ex colleghi agenti non potrà che facilitarmi ma conteranno molto le trattative. Sono già concentrato per questo lavoro.

Giuseppe Bonanno soddisfatto per l’ingresso nel Cda del Catania.

Ancora è presto per parlare di mercato, avremo tante situazioni da valutare sia in entrata che in uscita, dialoghi da avviare, comproprietà da risolvere. Non sarà facile piazzare giocatori in Serie B, tenendo conto del tetto salariale stabilito per il campionato cadetto, ma ci adegueremo in qualche modo. Vediamo se riusciremo a promuovere in Prima squadra 2-3 elementi della Primavera. Sarebbe un ottimo risultato per noi e per i ragazzi che bene si stanno comportando con Giovanni Pulvirenti.

Penso, in particolare, a Barisic, Aveni, Addamo, Cabalceta, Petkovic.  Su Frison non abbiamo ancora deciso come comportarci, né tanto meno su Fedato e Llama. E’ presto per fare certi discorsi. Continuo a portare avanti il mio lavoro, adesso sapendo di essere entrato a far parte del CdA, gratificazione particolare, la migliore da quando sono a Catania, che mi dà stimoli in più.

Cosentino, ci darà una grandissima mano, tempo fa è riuscito a portare in Sicilia Matias Silvestre ma anche Barrientos, Castro ed infine Leto. Sentivamo Pablo uno di noi e siamo felici di averlo definitivamente tra noi, ha grande esperienza a livello internazionale. Leto, io lo ritengo un affare importantissimo, poi sarà il campo a darci ragione,  siamo riusciti a strapparlo ad altre cinque squadre.

 

  66 Commenti per “Catania è una sfida da vincere”

  1. Ip Address: 79.4.15.37

    Auguri Cosentino e buon lavoro, speriamo che ci porti quel salto di qualità tanto sperato dopo 7 anni di serie A :sciarpa:

  2. Ip Address: 87.6.27.197

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao joe!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Ho ascoltato in diretta le domande al nuovo CdA, questo che “posto” sotto per me e’ importante!!!
    Per dire come si “evolve una societa’ di calcio”.

    Prima di tutto una precisazione: Gasparin ha fatto bene, ma la scelta dello scorso anno era d’emergenza non tanto per l’uomo, ma perchè già dell’anno scorso volevo togliere la figura dell’amministratore delegato tuttologo. L’anno scorso non si poteva fare cosi e ho fatto una scelta d’emergenza. Abbiamo fatto tre aree adesso: l’area tecnica, l’area amministrativa e l’area di programmazione strategica. Questo perchè cosi si lavorerà meglio. Pablo Cosentino sarà il vice presidente operativo con la delega per la programmazione strategica. Il Catania ha fatto una bella operazione portando dentro una persona capace e conosce il calcio internazionale come pochi. Lui ha accettato di buon grado l’incarico sorprendendo anche me. Giuseppe Bonanno sarà il nuovo responsabile dell’area tecnica, promosso con lode per il lavoro svolto. Se i risultati sono questi ampi meriti sono per lui. Carmelo Milazzo sarà il nuovo responsabile dell’area amministrativa (il nuovo amministratore delegato con delega all’area amministrativa, ndr) Come lui nessuno conosce la società. Ha seguito tutte le vicende della società e per lui sarà un passaggio importante. Non l’ho fatto venire in conferenza perchè sarà il CdA a ratificare la sua nomina la prossima settimana.
    Sono convinto di aver fatto la scelta migliore. Anche noi avremo bisogno della verifica sul campo. Siamo in una terra in cui conta la sostanza più che la forma.

    Buon lavoro a tutti per il bene del Calcio Catania.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  3. Ip Address: 72.226.121.41

    Tornando ancora al campionato appena concluso,alla fine della giornata numero 26,il CATANIA con la vittoria sulla fiorentina,balzava con 35 punti a un punto dai viola che ne avevano 36.Ricordo questo momento perche’ alla fine del campionato ,il CATANIA ha chiuso con 56 punti e la Fiorentina con 70 punti.Significa che in sole 12 partite i viola hanno preso 13 punti alla nostra squadra……Io personalmente,,sia pure ritenendo la Fiorentina l’autentica rivelazione del campionato,non credo che questa differenza ci stia tutta……..SEMPRE FORZA CATANIA

  4. Ip Address: 87.10.34.232

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Salvatore!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio con un po’ di sole e temperatura freddina.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  5. Ip Address: 87.10.34.232

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  6. Ip Address: 79.46.0.178

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio con pioggia e forte vento, temperatura fredda anzi freddissima!!! 😕 😕 😕

    Buona domenica a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  7. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari
    Ciao Giorgio
    Leggo e rileggo le varie notizie e per me quella più importante è il rinnovo di Andujar,
    Ciao Beppe ti ricordi quando dicevo di Bernardini? datemi un portiere e un centravanti e la squadra è fatta? Bene il Catania ha avuto quest’anno un portiere ed un centravanti ed i risultati li abbiamo visti, ed ieri sera hai visto il portiere del Bayer? ed il centravanti? anche se il Borussia gli ha fatto paura , sempre anche li per il suo portiere ed il suo centravanti………. :ciao: :ciao:

  8. Ip Address: 79.46.0.178

    Salve raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Chiarezza!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Chiarezza concordo con te, che con un buon portiere e centravanti si puo’ stare tranquillo in una squadra di calcio.
    Chiarezza che ne pensi del nuovo CdA?

    Stamattina ho sentito Angelo, e’ ancora in Ospedale e in settimana lo operano di nuovo.
    Vi manda un abbraccio rossoazzurro a tutti!!!

  9. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Giorgio
    Un caro saluto ad -Angelo, speriamo che tutto gli vada bene.
    Del Cda non ne penso niente caro Giorgio, quello che spero è che Pulvirenti sappia bene quello che fa, ancora non capisco l’allontanamento di Gasparin :salve: :salve:

  10. Ip Address: 95.235.93.218

    Buon pomeriggio a tutti gli amici :sciarpa: :salve: :ciao: ciao Giorgione.

    Ciao Vittorio,certo che mi ricordo quando mi hai detto di Bernardini,se non mi sbaglio ti avevo risposto in linea di massima che,si poteva essere d’accordo,ma erano altri tempi.
    Non possiamo dimenticare che il Catania quest’anno oltre ad un centravanti( a te non è che abbiano mai brillato gli occhi per Bergessio,o mi sbaglio? :incavolato: ) e ad un gran portiere(perchè quest’anno Andujar,ha domostrato di avere tutte le caratteristiche tecniche e caratteriali per esserlo),non ci possiamo dimenticare che abbiamo avuto anche un grande Gomez,un grande Barrientos(anche se penso che quest’ultimo abbia dato non più del 70% delle sue possibilità tecniche),se parliamo dei giocatori più in vista dalle qualità tecniche nel Catania.

    Poi,ci sono i cosidetti “ottimi giocatori”,Izco,Alvarez,Spolli.Marchese,Lodi,Castro,Almirone così via.
    vittorio,come ben m’insegni,quelli erano altri tempi,dove palla lunga e pedalare,potevano bastare in grande portiere e un grande centravanti per vincere le partite,ma adesso,lo sai meglio di me,non è più così,però,la tua citazione letta come esaltazione di un splendido campionato di Andujar e Bergessio,è condivisibile al 100%.

    Per ciò che riguarda la finale Borussia-Bayern 1-2,non penso che siano bastati al Bayern per vincere,Neuer,che comunque,è stato strepitoso in alcuni interventi e Robben che prima del gol vittoria,aveva sbagliato due occasioni clamorose,facendo tornare l’incubo del giocatore che fallisce i grandi appuntamenti(ricordi lo scorso anno?)

    Potrei anche citare per il Bayern che ha vinto,altri quattro giocatori,a mio modesto parere,fondamentali per questa squadra,Müller,Ribery,Mandzukic,che fa tantissimo lavoro oscuro,ma che da un’anima a questa squadra e per ultimo,anche se ieri non mi è piaciuto,Schweinsteiger,vittorio,penso che anche tu convieni che,è un gran bel giocatore.

    Ciao Vittori,un caloroso saluto a tutti,vado a vedere la finale del coppa Italia.

  11. Ip Address: 79.46.0.178

    Buonasera raga’!!!
    Ciao Chiarezza (ricambiero’ i saluti ad Angelo) e Peppe!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Vabbe’ Vittorio non ti vuoi impelagare in situazioni complesse del Presidente!!! 😉 😉 😉
    A me e’ chiaro, invece di tenere un A.D. tutto fare vuole tre persone “responsabili” di ogni area e senza nessuno sopra di loro.
    Anche a me dispiace per Gasparin.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  12. Ip Address: 95.245.183.235

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e deintorni, cielo grigio e temperatura un po’ freddina!!!

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  13. Ip Address: 92.139.81.118

    Buongiorno a tutti pari

    Ciao Giorgio non è che non voglio esprimere un mio pensiero, sai che sempre lo faccio mettendoci la faccia specialmente su allenatori e giocatori, ma cosa ne sappiamo di discorsi societari? avevo detto in tempi non sospetti occhio Gasparin 🙄 🙄

    Beppe tu sai che come io so” che siamo d’accordo, ma ora ti faccio una domanda maliziosa, perchè sia con Simeone che con Maran Bergessio si sia espresso ai suoi (per me ) massimi valori, e perchè l’anno scorso il Catania ha ceduto di schianto nelle ultime partite? e questo mi porta ad un’altra domanda, perchè dalla Fiorentina tutti i più importanti vogliono scappare? e no mi si parli di torti all’ultima giornatan perchè nella partita Fiorentina Milan i viola sono stati spudoratamente favoriti!!!

    Poi nel mio personale elenco di allenatori i cosidetti scienziati, 3 su quattro sono stati eleminati, Zeman Stramaccioni e Corini ora aspetto il presidente che già tra le righe vuole cambiare squadra, Napoli Roma Inter? ma io scommetto che se lo fà viene esonerato, ai posteri l’ardua sentenza!!! :ciao: :ciao:

  14. Ip Address: 95.245.183.235

    Ciao Chiarezza!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Vero come scrivi, di fatti “societari” non sappiamo niente.

    Ma nei fatti erano, come dice il Presidente “ci specchiavamo molto e ci dicevamo “ma come siamo belli”!!!
    Dico per come ho capito io, il Presidente vuole piu energia e qualita’.

    Dispiace, come ho sempre scritto, di Gasparin mentre di Nicola Salerno Direttore Sportivo sinceramente non mi dispiace.
    Ho letto una sua intervista che dice che non ha avuto la possibilita’ di operare in sede mercato, mentre il Presidente dice che era ai margini per problemi familiari.

    Come scrivi tu al campo “l’ardua sentenza”!!!

  15. Ip Address: 72.226.121.41

    La prima settimana senza calcio giocato[almeno per la nostra squadra] e’ passata ma ne restano ancora 12……Da qui alla ripresa degli allenamenti,ci saranno le partite della nazionale con l’inutile Confedation Cup,inutile perche’ qualunque sia il risultato ,restera’ sempre una competizione amichevole,una competizione dove la maggior parte dei giocatori non si impegneranno al massimo e molti andranno in Brasile mal volentieri..La nostra squadra avra’ dei nuovi dirigenti ma sono fiducioso che i risultati anche l’anno prossimo non mancheranno….SEMPRE FORZA CATANIA

  16. Ip Address: 95.245.183.235

    Buonasera raga’!”!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Salvatore!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Triste domeniche ci attendono Salvatore ma il riposo dei Nostri ragazzi ci vuole.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  17. Ip Address: 95.245.224.89

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, ,cielo parzialmente nuvoloso e temperatura freddina.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  18. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….
    Ciao Giorgio, ormai siamo in pieno inverno, pioggia e freddo 😉 😉

    Sembra essere il talentuoso Rodrigo De Paul il secondo calciatore argentino acquistato dal Catania, dopo l’ingaggio a parametro zero di Sebastian Leto. Secondo il giornalista Stefano Borghi, uno dei massimi conoscitori del calcio sudamericano in Italia, i rossoazzurri lo avrebbero già preso. Borghi ha aggiunto, ai microfoni di fcinternews.it, che il gioiellino del Racing Avellaneda ha le carte in regola per stupire nel nostro campionato.
    De Paul può ricoprire indifferentemente i ruoli di trequartista, ala, mezzala e svariare su tutto il fronte d’attacco.

  19. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici :sciarpa: :salve: :ciao:

    Ciao Vittorio,concordo con te che,in larga parte le nostre idee collimano e poi,ti rispondo volentieri alle due,che poi sono quattro :incavolato: domande che mi hai posto,la prima:

    1) “perchè sia con Simeone che con Maran Bergessio si sia espresso ai suoi (per me ) massimi valori?”

    1) Bergessio,arrivato a gennaio,in concomitanza con Simeone,ha fatto 13 presenze e 5 reti,diciamo che ha fatto discretamente.
    Con Montella,che l’ha preferito a Lopez,a mio avviso giustamente,ha fatto 34,presenze e 7 reti,però,il Catania non aveva il Barrientos di quest’anno che,secondo me,ha influito molto sul rendimento di Bergessio.

    2) “perchè dalla Fiorentina tutti i più importanti vogliono scappare?”

    2) Vittorio,da quello che ho letto fino ad oggi,le uniche vere voci di mercato per i giocatori della Fiorentina sono per Jovetic,che dovrebbe interessare alla Juventus(sai meglio di me che qualsiasi giocatore di squadre inferiori,preferirebbero quelle più blasonate) e Pizzarro,che vorrebbe andare a fare la Champions o qualcosa di importante nel suo paese,ma questo a mio avviso centra più con la Fiorentina che con Montella.

    3) “perchè l’anno scorso il Catania ha ceduto di schianto nelle ultime partite?”

    3) Vittorio,questo,è il primo anno che il Catania conclude il campionato con professionalità,tolte le salvezze all’ultima giornata e quella con Simeone a Brescia alla pen’ultima,il resto,con qualsiasi allenatore,hanno sempre mollato dopo aver raggiunto la salvezza.

    4)”no mi si parli di torti all’ultima giornatan perchè nella partita Fiorentina Milan i viola sono stati spudoratamente favoriti?”

    4) Vittorio,se parliamo di torti,quello che è successo l’ultima giornata,non possono compensare tutti i torti di un intero campionato.sono stati regalati 30 milioni di euro al Milan e tolti alla Fiorentina,perchè,tanto vale la qualificazione alla Champions,anche se per me,l’uno vale l’altro.

    Vittorio,devo lasciare,comunque,è sempre un piacere,ciao a presto :salve: :ciao:

    Un saluto a tutti :salve: :ciao: :sciarpa:

  20. Ip Address: 95.245.224.89

    Salve raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao joe e Peppe58!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Copia e incolla da La Sicilia

    De Zerbi: «Sul motorino, travestito da tifoso…»
    La fantasia, sette anni dopo, torna sui
    luoghi del trionfo. Per chi si è perso quella
    splendida stagione del ritorno in Serie
    A, la fantasia era Robertino De Zerbi, un
    numero 10 che calciava la punizioni come
    Lodi, che lanciava i compagni alla
    perfezione. Catania l’ha amato intensamente,
    il suo passaggio al Napoli fu giudicato
    male: «Ma il mercato di quell’anno
    – ricorda durante un incontro in
    esclusiva – fu dettato da esigenze particolari.
    Mi sarebbe piaciuto restare».
    I ricordi della promozione sono vivi.
    «Vi racconto, adesso, particolari che non
    potevo rivelarvi allora. Quel giorno, dopo
    il match vinto in casa, contro l’Albinoleffe,
    festeggiai come e meglio di un tifoso».
    Cioé?
    «Un mio amico mi portò con il suo motorino
    in giro per la città. Non indossavamo
    il casco, cercai di non farmi riconoscere,
    inforcando occhialoni e calzando un cappellone
    grande così. «Portami a San Cristoforo
    », dissi. Quando i tifosi capirono
    che quei pantaloncini con il numero 10
    erano i miei e che il passeggero, dietro
    quello scomodo, bellissimo, scooter, ero
    io, ce la filammo a tutta velocità».
    Sembravate due scippatori.
    «Grosso modo, la foto di quella sera fu
    proprio quella. Sembravamo due malintenzionati
    ».
    San Cristoforo era la sua seconda casa.
    «Mi piaceva visitare la Catania non convenzionale.
    Dissi, il giorno del mio arrivo:
    non voglio avere a che fare con la
    città bene, le zone fricchettone. Voglio
    vedere la vera Catania, quella genuina,
    quella dei quartiere popolari».
    Così, la sera si andava a cenare…
    «Da Pippo… la vecchia. Era un locale che
    faceva angolo all’ingresso di San Cristoforo:
    mangiavo carne di cavallo deliziosa».
    Che stagione, quella del salto in A, Robertino…
    «Ricorderò per sempre l’esordio: giocavo
    contro il mio Brescia. Feci gol su una punizione
    bellissima, più un assist».
    Fu la marcatura più bella?
    «Forse, ma non dimenticherò altre realizzazioni
    ».
    Per esempio?
    «Contro il Pescara: pallonetto, con il portiere
    che guardava: grande l’assist di Mascara.
    Contro il Cesena, un gol da tre
    punti che erano pesantissimi».
    E quella rimonta con il Piacenza.
    «A un minuto dalla fine si perdeva 1-0, in
    pochi secondi segnammo tre gol, io feci
    anche gol. E Trieste? Un pari prezioso anche
    lì».
    Perché, dopo aver giocato la Champions,
    ha terminato la carriera in D, a
    Trento?
    «Ho giocato 10 partite, segnando 3 gol
    dietro l’angolo di casa. Pensavo di fare
    l’allenatore, mi sono detto che, sì, negli
    ultimi quattro mesi mi sarei divertito».
    Vuole smettere davvero?
    «Mi avevano cercato, qualche tempo fa,
    Padova, Lanciano, Catanzaro, Carrarese.
    Tutto fatto. Sembrava tutto fatto, mancavano
    gli annunci, poi è saltato tutto».
    Allenare, ok: da chi ha imparato di più,
    in questi anni?
    «Due allenatori su tutti: Pasquale Marino
    e Mandorlini. Marino è stato un vero
    maestro, mi ha voluto lui a Catania e ho
    cercato di ripagarlo».
    Il Catania di oggi come lo ha seguìto?
    «Con interesse, con passione, con l’ammirazione
    che si può avere nei confronti
    di una squadra che cresce».
    G. FIN.

  21. Ip Address: 95.245.224.89

    Copia e incolla da La Sicilia
    GOMEZ
    «Ricorderò sempre
    il mare, l’Etna e…
    i centri commerciali»

    «Siamo andati oltre le previsioni. E con sette punti in più…»

    GIOVANNI FINOCCHIARO

    Che vada via (ed è quasi certo) o che resti,
    è stata la stagione del Papu. Perché,
    al di là delle prestazioni ad alto livello,
    offerte settimana dopo settimana,
    Alejandro Gomez è diventato un uomo
    mercato. Anzi, è rimasto sulla bocca di
    tutti: squadre europee, operatori, tifosi
    di tutt’Italia.
    Quando passava il Papu, gli avversari
    moltiplicavano gli sforzi per arginare il
    suo scatto verso la propria porta.
    Gomez, nei giorni scorsi ospiti del nostro
    giornale, ha riassunto così l’ottavo
    posto del Catania: «La partita più bella è
    stata quella vinta ai danni della Fiorentina.
    Tre punti che, in quel momento
    del campionato, valevano doppio per
    come sono arrivati, perché si giocava in
    casa».
    Non solo quel momento. Ce ne sono
    molti altri a cui pensare con immenso
    piacere.
    «Anche la vittoria ai danni della Roma,
    ancora in casa, è stata meritata, festeggiata
    con grande affetto dal nostro
    pubblico».
    Resta, e ce lo siamo detti più e più volte,
    il rammarico per avere sfiorato l’Europa.
    A un certo punto, sembrava un
    sogno possibile.
    «Abbiamo fatto il massimo. Ci mancano
    sei, anche sette punti. Avremmo potuto
    conquistarli, ma penso che, alla fine, abbiamo
    pur sempre chiuso un grande
    campionato».
    Il ricordo che le rimarrà di Catania, al di
    là delle decisioni che saranno adottate
    in futuro?
    «La città, tutta la provincia etnea. Questo
    è un posto di mare ed è il massimo per
    i miei gusti. In inverno, ti innamori del
    paesaggio che ti offre il vulcano. Si potrebbe
    vivere di turismo tutto l’anno,
    perché la zona di Catania ha tutto, è una
    realtà bellissima, completa».
    Ma a lei piace il mare o l’Etna?
    «Voto per… i centri commerciali».
    Ci ha spiazzati, Papu.
    «Dico la verità. E a Catania ce ne sono
    moltissimi. Mi piace anche andare al
    cinema».
    L’ultimo film che ha visto?
    «Attacco al potere».
    Chi è stato l’amico più vicino a lei, negli
    ultimi tempi?
    «Cito Mariano Izco, ma con tutti ho legato
    in modo sincero».
    Chi, in squadra, si è lamentato di più
    perché i palloni non arrivavano?
    «Per carattere e ruolo, cito Bergessio,
    un vero rompi… Lo dico simpaticamente,
    perché il ruolo di centravanti è difficile
    da interpretare, e Bergessio ha reso
    al top, al di là dei 13 gol realizzati. Vuole
    sempre la palla e fa bene a chiederla,
    perché, poi, quando c’è da dare una mano
    durante la fase di non possesso, è
    sempre presente».
    Quando, all’inizio della stagione, s’era
    detto che il Catania avrebbe lottato per
    la salvezza, non le è scappato da ridere?
    «Siamo andati, sì, oltre le aspettative.
    Tutti pensavano che, magari, saremmo
    rimasti a lungo in lotta per la permanenza.
    Per fortuna, da qualche anno non
    è così. La società cresce e anche il gruppo
    dei giocatori ha mostrato grandi progressi
    ».
    L’altro giorno, Pablo Cosentino,
    quand’è stato presentato in qualità di
    vice presidente, ha insinuato un dubbio
    nella mente dei tifosi: «Ma se Gomez
    non si muovesse da Catania? ». La
    realtà è che il Papu ha richieste importanti.
    Vero, il Catania ha poca necessità
    di vendere, ma quanto al «Papu», alla fine,
    farà un’eccezione. A patto che venga
    riconosciuto, al club rossazzurro, il
    giusto compenso e la vera valutazione
    del giocatore.

  22. Ip Address: 95.245.224.89

    CATANIA, il ds Salerno: “Lascio con rammarico visto che il mio contributo poteva essere diverso ma…”
    23.05.2013 19:03 di Redazione ITA Sport Press

    E’ stato un anno difficile per il ds del Catania, Nicola Salerno visto che non è riuscito a portare a compimento alcuna operazione di mercato di una certa importanza. Il 30 giugno prossimo gli scadrà il contratto col Catania e, come ha ammesso il presidente Antonino Pulvirenti. non gli sarà rinnovato. Salerno ha rilasciato in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it alcune dichiarazioni importanti. “Dal primo luglio sarò libero di firmare per un nuovo club che sia di Serie A o di B fa lo stesso. Ho cercato di lavorare al meglio e mi sono ben presto adeguato alle esigenze della società. Tirando le somme posso dire di aver dato il mio contributo alla società, in piccolo o in grande quelle sono poi cose relative ma non ho mai mancato di rispetto alla proprietà. Mi dispiace non aver potuto dare il meglio di me visto che qualche problema c’è stato è inutile negarlo ma questo fa parte del passato. A bocce ferme magari sarebbe troppo facile dire che sarebbe stato meglio non venire a Catania ma si fa sempre esperienza”. L’operazione Maxi Lopez chiusa da me a titolo definitivo? Non mi va di riparlarne, Catania e Sampdoria hanno chiuso gli accordi in altro modo ed è stato giusto così e non voglio fare polemiche”.

  23. Ip Address: 95.245.224.89

    CATANIA, dalla filosofia societaria al calcio giocato
    28.05.2013 09:34 di Mario Cardone

    La retorica pedante dei più grandi allenatori del nostro campionato non è fine a se stessa. Ha un valore ben preciso. E’ ripetitiva perché rappresenta una sorta di credo religioso, che viene diffuso dal coach e giunge sino ai calciatori. “I miei giocatori sono tutti uguali, tutti titolari”. Affinché si arrivi sino all’obiettivo è fondamentale che tutti gli elementi della rosa sentano di condividere le stesse responsabilità, perché ognuno, nella propria zona, possa svolgere il suo compito al massimo delle proprie potenzialità. “Il sostituto deve pensare allo stesso modo di chi va a sostituire, altrimenti il collettivo cade” – diceva Rinus Michels, allenatore dell’Olanda e inventore del calcio totale.

    Per ogni grande club perseguire questo tipo d’ideologia diventa necessario dato che, ragionevolmente, nessun calciatore è uguale ad un altro. E come potrebbero avere tutti lo stesso stipendio di Buffon o di Cavani? I manager delle big devono chiedere uno sforzo mentale considerevole ai propri giocatori, al fine di rendere plausibile questa bugia essenziale. Adesso, esistono squadre che riescono ad ottenere risultati straordinari con budget limitati. Una di queste è il Catania, che mostra un calcio gioioso e propositivo da anni. Chiunque arrivi finisce per giocare un campionato fantastico e, una volta partito, vale tre volte più di quando era approdato in Sicilia. Tutto questo è possibile senza l’ausilio di alcuna opera di auto-convincimento: stiamo parlando di un gruppo naturale!

    Il Catania costa 18 milioni l’anno e gli stipendi di tutti i membri della rosa si dispongono su di una forbice dall’apertura molto contenuta, che va dai centomila euro netti ai seicentomila. La squadra non dipende da nessun elemento in particolare in quanto c’è uguaglianza economica. I rossazzurri hanno vinto, ad esempio, tre partite su tre durante il mese di squalifica di Lodi, e, in generale, continuano a fare bene anche al fronte delle cicliche cessioni. Questo, come si può notare, è anche un fatto tecnico, che prende corpo se si considera la fase d’attacco. In stagione: Bergessio 86 tiri, Gomez 68, Lodi 55, Castro 53, Barrientos 49. Le responsabilità offensive vengono distribuite equamente all’interno del gruppo. Ciò che si vuole dimostrare è che esiste una certa continuità tra il fattore economico e la struttura del gioco.

    A tal proposito scatta il paragone con un’altra realtà che costa poco, ma che tuttavia è stata organizzata diversamente: l’Udinese. Il monte ingaggi dei friulani equivale a 21.2 milioni di euro. A parte Benatia, che porta a casa novecentomila euro a stagione, qualunque giocatore guadagna meno della metà di Totò Di Natale, che percepisce 1.3 milioni. Ecco, Di Natale quest’anno ha preso 131 tiri. Il secondo tiratore dei bianconeri è stato Muriel con 41, cioè meno di un terzo, poi Basta con 40, Lazzari con 29. Insomma, Guidolin dà un senso e legittima una gerarchia che è già stata decisa dalla società, che ha stabilito che un giocatore è due volte più importante di tutti gli altri. Senza di lui c’è un’altra Udinese, sicuramente più giovane, forse ugualmente sbalorditiva, ma senza dubbio da riscrivere. Non è un caso che il modulo storico del Catania sia il 4-3-3, che si potrebbe tradurre come un ‘tutti sulla stessa linea’. Mentre l’assetto per cui è famoso Guidolin è il 3-6-1: tutti al servizio di uno, che è il più importante, che è la squadra.

  24. Ip Address: 95.245.224.89

    Notte raga’!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  25. Ip Address: 72.226.121.41

    La Lazio ha vinto la coppa italia e la cosa,a dir il vero,mi lascia indifferente ma se si esamina il cammino dei biancocelesti fino alla finale,si capira’ come gli episodi abbiano influenzato decisamente questo cammino.La lazio negli ottavi di finali era a un passo dall’eliminazione e solo nei minuti finali dei tempi supplementari riusci’ a raggiungere il pari contro il siena..Nella lotteria dei rigori che fece seguito,l’ex rossoazzurro Carrizo paro’ piu’ di un rigore e la squadra del presidente Lotito approdo’ ai quarti di finale.Il CATANIA si trovo’ quindi ad affrontare la lazio a roma quando invece, con solo un po’ di fortuna,avrebbe potuto affrontare il siena al Massimino…….Certo che basta poco per cambiare l’ordine delle cose……SEMPRE FORZA CATANIA

  26. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici :sciarpa: :salve: :ciao:

    Ganz: “Milan, Allegri da confermare. Bergessio può sostituire Pazzini”
    28.05.2013 20.24 di Marco Frattino articolo letto 8051 volte
    © foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com

    “Confermerei Allegri per un’altra stagione perché lo merita, ma se dovesse restare tutta la società dovrebbe avere fiducia nel tecnico”. Questo il pensiero di Maurizio Ganz, ex attaccante del Milan che – intervistato da Ilsussidiario.net – ha parlato delle vicende di mercato legate al tecnico rossonero: “Zapata? E’ un giocatore importante che mi piace fin dai tempi dell’Udinese. Dovrà alzare il suo livello di prestazioni, giocare nel Milan è diverso dal giocare con la maglia dell’Udinese, però l’ex Villarreal ha meritato il riscatto che non era così scontato”.

    Ganz ha poi parlato dell’assenza di Pazzini, segnalando un nome che potrebbe sostituire l’ex Inter e Sampdoria: “L’assenza di Giampaolo peserà tantissimo, è un’alternativa ottima sia come dall’inizio della partita sia come subentrante. Purtroppo per il Milan sarà difficile sostituirlo, perchè non ci sono tanti giocatori di alto livello. Bergessio mi piace molto, a Catania ha dimostrato di essere un giocatore importante per la serie A. Potrebbe davvero fare al caso dei rossoneri”.

  27. Ip Address: 95.245.182.83

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciap Salvatore e Peppe58!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente nuvoloso con il sole e temperatura buonina.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

    Copia e incolla da La Sicilia.

    Catania, la stagione dei rinnovi
    Alvarez, Almiron, Bellusci e Biagianti capeggiano il gruppo dei sette rossazzurri il cui contratto scadrà nel 2014: contatti avviati con i due argentini, il capitano pronto a prolungare. Il quadro completo della prima squadra

    Il mercato è fatto di tanti aspetti. Acquisti e cessioni, ma anche scadenze. Come quelle dei contratti che legano i giocatori in organico alla società di appartenenza. Una delle priorità per ogni club, punto di partenza imprescindibile per avere il maggior numero di punti fermi possibile prima di affrontare qualsiasi trattativa. Non solo. Una gestione oculata dei rinnovi significa proteggere il proprio capitale.

    I casi di Barrientos e Marchese insegnano: lo scorso anno il prolungamento del contratto del Pitu, giunto dopo una lunga e non semplice trattativa, è stato il presupposto per l’esplosione dell’argentino; il diverso epilogo della trattativa, mai decollata, per proseguire il cammino comune con il laterale sinistro ha invece portato alla partenza del mancino a parametro zero impedendo al Catania non solo di trattenere un elemento che aveva fatto bene nel proprio ruolo, ma anche di incassare qualsiasi corrispettivo economico per la sua cessione.

    Qual è la siuazione dei 26 giocatori che hanno fatto parte dell’organico della prima squadra nello scorso torneo? Nel riepilogo che abbiamo elaborato e che trovate in questa pagina, oltre ai quattro svincolati che hanno già salutato Catania (Marchese, Augustyn, Ricchiuti, Potenza, ai quali va aggiunta la comproprietà di Terracciano con la Nocerina) saltano all’occhio i sette contratti in scadenza nel 2014. In partenza erano otto, ma Andujar ha appena prolungato sino al 2015 dando il via alla stagione dei rinnovi. Dalle rimanenti, va inoltre estrapolata la posizione di Legrottaglie, che tra dodici mesi valuterà se concludere la sua carriera o proseguire.

    Restano sei giocatori: Alvarez, Almiron, Bellusci, Biagianti, Capuano e Keko. Nell’agenda di Bonanno e Cosentino trovano spazio innanzitutto i primi quattro. Con Alvarez e Almiron è stato già avviato un confronto, ma le parti dovranno rivedersi. Per Bellusci è previsto un incontro a breve.

    Discorso simile per Biagianti: il procuratore Caliandro, che rappresenta gli interessi del capitano, ha avuto un primo contatto con il club prima della presentazione del nuovo consiglio di amministrazione. Il discorso non è stato approfondito, ma la volontà del giocatore di rimanere a Catania è chiara e anche il club è ben disposto verso il ragazzo. Delle quattro trattative, è quella che parte con i presupposti migliori.

    E gli altri? Situazioni blindate da contratti in scadenza non prima del 2015, che permettono al Catania di trattare un’eventuale cessione (vedi Gomez e Lodi) da una posizione di forza. Di seguito, il quadro completo delle scadenze.

    2013: Marchese, Augustyn, Potenza, Ricchiuti, Terracciano (comproprietà).
    2014: Alvarez, Almiron, Bellusci, Biagianti, Capuano, Legrottaglie, Keko.
    2015: Andujar, Spolli, Barrientos, Bergessio, Sciacca.
    2016: Lodi, Gomez, Cani.
    2017: Izco, Frison (comproprietà), Rolin, Castro, Doukara.
    Prestiti: Salifu (diritto di riscatto per il Catania e controriscatto per la Fiorentina).

  28. Ip Address: 95.245.182.83

    Notte a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  29. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….
    Ciao Giorgio e Peppe
    Sul fronte mercato ancora non c’è nulla in uscita e entrata 😉 😉
    priorità in questo momento un terzino sinistro :sciarpa:

  30. Ip Address: 95.250.13.102

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao joe!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio e temperatura freddina.

    Buona giornata a tutti!!!

    Copia e incolla da La Sicilia.

    Catania, guarda chi si rivede.

    Di rientro dal prestito giocatori come Maxi Lopez, Llama, Antenucci, Catellani, Moretti, Morimoto, Lanzafame e Paglialunga, ma per quasi tutti il futuro è altrove. Martinho verso la conferma a Verona

    In attesa dei nuovi arrivi, ecco le vecchie conoscenze. Nel viavai del mercato targato Catania, tra acquisti, cessioni e rinnovi da perfezionare, il primo dato di fatto riguarda il rientro alla base dei numerosi giocatori in prestito. Un piccolo esercito, visto che si tratta di ben 23 elementi.

    Quadro vasto, che comincia a prendere forma almeno per ciò che riguarda i nomi di prima fascia. I primi ad avere il biglietto di ritorno in mano sono Maxi Lopez e Llama, per i quali Sampdoria e Fiorentina non eserciteranno il diritto di riscatto: entrambi, però, dovrebbero ripartire, a cominciare proprio dall’attaccante, cercato con insistenza il Torino.

    In B, occhio ad Antenucci (Spezia), Catellani (Sassuolo), Moretti (Modena) e Martinho(Verona), partiti con diritto di riscatto della compartecipazione: i primi tre sono in procinto di tornare in rossazzurro, anche se ciò non vuol dire che faranno parte dell’organico per la prossima stagione. Antenucci, ad esempio, non verrà riscattato dallo Spezia, ma è seguito da Padova e Torino, vecchia fiamma della punta, e troverà collocazione altrove. Il più distante dal ritorno in Sicilia è Martinho, che ha fatto bene a Verona facendosi apprezzare dagli scaligeri, decisi a riscattarlo.

    Discorso differente per Fedato, in comproprietà con il Bari: il talento nel giro della nazionale Under 21, rimasto fuori dalle convocazioni per la fase finale del campionato europeo di categoria, verrà lasciato in Puglia un’altra stagione per acquisire esperienza e maturare prima di compiere il grande salto.

    Rientro in Sicilia anche per Morimoto (Al Nasr), Lanzafame (Honved) e Paglialunga (Hercules), ma nessuno dei tre fa parte del progetto tecnico per il prossimo campionato.

  31. Ip Address: 72.226.121.41

    E’ questo senza dubbio un periodo di stanca e i giornali non sanno che pesci pigliare e I giornalisti se ne escono con delle assolute invenzioni.Pie il nostro CATANIA,ammesso che qualcuno dovra’ andare via,il problema numero uno,e’ per ora rappresenrato dau giocatori che ritornano dai vari prestiti e dalla risoluzione delle varie comparticipazioni.Speriamo che i nostri dirigenti siano all’altezza della situazione…SEMPRE FORZA CATANIA

  32. Ip Address: 95.250.13.102

    Ciao Salvatore, notte a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  33. Ip Address: 95.239.107.54

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo nuvoloso con pioggia e temperatura freddina.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  34. Ip Address: 87.10.98.124

    Buongiorno a tutti gli amici :sciarpa: :salve: :ciao: Ciao Giorgione,vi porto i saluti di Angelo,ancora ne avrà per un pochino,le cose vanno un pò a rilento,però,si sta procedendo per il meglio per Angelo.

    Ragazzi,ho letto questo articolo e non vi nascondo(‘ìe ‘à ‘vicchiania…ahahah) che mi sono emozionato.

    CATANIA, Barrientos: “Andar via? Ne sarei triste perché…”
    31.05.2013 16:52 di Valentina Mammino Twitter: @ValeMammino

    E’ già da qualche giorno in Argentina per le vacanze, meritate, e tutti a Catania si attendono di rivederlo in campo la prossima stagione. Salvo colpi di scena, Pablo Barrientos, corteggiato da diversi club, dovrebbe restare ai piedi dell’Etna. Difficile che la dirigenza rossazzurra decida di privarsene proprio ora che il Papu è in partenza. “E’ stata una stagione molto positiva – ha subito dichiarato il Pitu, intervenuto telefonicamente a Radio Carcia, emittente di Comodoro Rivadavia, sua città natale, sita nel sud dell’ Argentina, in Patagonia – Abbiamo lottato insieme per arrivare a qualcosa di importante, che alla fine non è arrivato, ma ci sentiamo molto tranquilli perché abbiamo disputato la miglior stagione nella storia del club. Mi sento la coscienza tranquilla perché se dai il cento per cento devi stare tranquillo. A volte ho dei momenti no ma quest’anno ho avuto la fortuna giocare come mai mi sarei sognato. Ho dovuto affrontare alcune situazioni, alcuni infortuni, ma, parlando di prestazioni, credo di aver giocato al top della mia carriera. Nel calcio italiano in primo luogo devi difendere e poi attaccare. Siamo tutti volanti che prima devono difendere e solo dopo attaccare.
    Dove sono adesso, mi trattano come se fossi davvero a casa. A volte mi mancano la famiglia e gli amici, ma è incredibile l’amore che si riceve dalla gente di Catania. Se mai dovessi cambiare club, sarei un pò triste perché non posso che dire grazie a tutte queste persone”.

    Buon fine settimana a tutti :sciarpa: 😉 :salve: :ciao:

  35. Ip Address: 79.53.155.160

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Peppe58!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Lo sapevo che Angelo ancora deve stare in Ospedale e spero che tutto gli vada bene.
    Di Barrientos ha gia’ dimostrato di rimanere a Catania perche’ mai si e’ lamentato.
    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  36. Ip Address: 72.226.121.41

    Ieri sera,la nostra nazionale ha disputato l’ennesima inutile amichevole,inutile per l’assoluta inconsistenza degli avversari e perche’ si e’ capito chiaramente che il commissario tecnico ha dato spazio alle seconde linee e la partita e’ servita per far conoscere l’ambiente azzurro a molti giocatori.Salvo pochi intoccabili titolari,,sono stati utilizzati giocatori appartenenti a squadre di seconda fascia[bologna,genoa,torino,cagliari] ma nessuno del nostro CATANIA.Certo,nella nostra formazione ci sono parecchi argentini ma giocatori come Lodi e Marchese avrebbero meritato almeno la convocazione anche in considerazione dell’ottimo campionato disputato dal CATANIA…..Esiste senza dubbio un’ostracisno preventivo nei confronti della nostra squadra…..SEMPRE FORZA CATANIA

  37. Ip Address: 95.247.10.187

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Salvatore!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Stamattina e stasera grande giornata per i piccoli elefantini. :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania:
    Gli auguro buona partita a tutte e due le formazioni giovanili. :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania:

    Ieri ho visto il Chievo Verona Primavera battere la Giuve.
    Quindi niente e’ impossibile!!!

    Buona domenica a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  38. Ip Address: 95.247.10.187

    Salve raga’!!!
    Gli allievi nazionali hanno perso per 1 a 0 contro la giuve.
    Buona la prestazione dei piccoli elefantini.

    Stasera alle 21 diretta Sportitalia Milan-Catania!!!

    Forza Catania!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania:

  39. Ip Address: 95.247.43.240

    Ciao a tutti! :salve:

    E’ da un po’ che non scrivo…..e me ne dispiace! Ho avuto molto da fare, ma qualcosa ho sempre letto!

    Adesso aspettiamo che si concretizzino i disegni per una squadra altrettanto competitiva!

    Auguro ad Angelo di risolvere presto i suoi problemi..

    Un abbraccio a tutti Voi!! 😉

  40. Ip Address: 79.49.158.48

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, stamattina c’e’ un sole splendido con qualche nuvoletta e la temperatura e’ buona.

    Ciao Mongibello (riferiro’ dei tuoi saluti ad Angelo stasera)!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Ieri sera ho visto la partita dei Nostri giovani elefantini.
    Abbiamo regalato il primo tempo al Milan che sono stati molto piu’ precisi di noi e con un buon gioco di squadra. Mentre nel secondo tempo abbiamo lottato di piu’ e con delle occasioni finali da mangiarsi il fegato. Comunque bravi lo stesso.
    Vorrei segnalare il portiere Messina che mi ha molto impressionato, Petkovic pericolossisimo,il piccolo Maran,De Matteis, Calbaceta,Aveni. Mentre Barisic e Diop mi hanno deluso.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  41. Ip Address: 79.4.15.37

    Ciao Giorgio,
    Vero un primo tempo arroccati in difesa, un secondo tempo all’attacco, ma purtroppo si è messa anche la sfortuna 3 gol mancati per i nostri, il risultato più giusto era il pareggio 😉 😉

  42. Ip Address: 79.49.158.48

    Ciao joe!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Ascoltando Dolcetti o come si chiama, il Milan doveva vincere con almeno 3 gol e forse il Catania ne faceva solo uno.
    Che presuntuoso!!!
    E’ anche vero che sono tifoso catanista, ma vedendo gli ultimi minuti i Nostri piccoli elefantini con piu’ precisione potevano segnare almeno 2 gol e vincere la partita alla faccia di Dolcetti o come si chiama.
    :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  43. Ip Address: 95.251.11.211

    Buongiorno a tutti! :salve:

    Ciao Giorgio, come va? Grazie per riferire ad Angelo!

    Ho visto la partita della Primavera. I nostri potevano anche vincere se non avessero esagerato con i dribbling…….quando sei vicino alla porta devi tirare!!

    Buona giornata a tutti… 😆

  44. Ip Address: 79.49.158.48

    Buonasera raga’!!!
    Ciao Mongibello!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Mongibello, stasera non ho potuto contattare Angelo perche’ mi dicevano che probabilmente il cellulare era spento.
    Ci provero’ domani.

    Sui Primavera non esageri perche’ negli ultimi minuti abbiamo avuto 4 occasioni, comunque va bene lo stesso.
    Ho visto il filmato di Salastampa con il Presidente, nessuna sorpresa da scrivere salvo il cambiamento del capo scouting che sara’ argentino uomo di fiducia di Cosentino.

    Notte a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

    Copia e incolla da SiciliaToday

    ESCLUSIVA- Catania, tutta la verità sul peruviano Alexi Gomez

    di Antonino Bulla 31 May 2013 13:45

    Da qualche giorno a questa parte in casa Catania circola con insistenza in orbita mercato, il nome del giovane talento peruviano Edwin Alexi Gómez Gutiérrez, 20enne esterno sinistro dell’Universitario de Deportes. Alcuni giornali sportivi nazionali hanno dato la notizia dell’interesse degli etnei per il “nuovo Vargas”, specificando addirittura il raggiungimento di un accordo con il club e con l’entourage del calciatore. La redazione di SiciliaToday.net, che raccoglie sempre le informazioni sul campo grazie alle proprie autorevoli conoscenze, prova a fare chiarezza sulla posizione del calciatore e sul presunto interesse del Catania. Partiamo dal club etneo che ha seguito il giovane esterno tramite alcuni osservatori che si sono recati in Perù nei mesi scorsi. Gomez ha attirato l’attenzione del Catania ma sembra non aver convinto pienamente la dirigenza rossazzurra a spingersi oltre i semplici sondaggi. Il laterale da solo un anno e mezzo gioca tra i professionisti anche se in breve tempo è riuscito a conquistarsi la maglia della Nazionale Under20 e di quella maggiore. Non è stata intavolata quindi nessuna trattativa ufficiale tra il Catania e l’Universitario de Deportes che nelle ultime ore oltretutto ha negato ogni tipo di contratto. E’ stato anche scritto di un accordo con l’entourage del calciatore ma la notizia non regge ai recenti sviluppi che hanno coinvolto il calciatore. Gomez infatti dal 30 aprile scorso non ha un agente che lo rappresenta. L’agenzia che gestiva il peruviano, la “Agref”, ha rinunciato ufficialmente alla procura dell’atleta. La stessa agenzia che fa capo all’agente Fifa Carlos Jesus Berastain, non ha voluto specificare le motivazioni della rescissione del contratto anche se la decisione è arrivata tre giorni dopo che Gomez aveva abbandonato volontariamente durante la notte l’hotel dove alloggiava la squadra durante il ritiro, prima della partita di campionato contro lo Sporting Cristal. Non esisterebbe quindi alcun tipo di accordo tra il Catania e gli ex agenti del ragazzo. Oltretutto la società rossazzurra in caso di trattativa è chiamata a discutere anche con il León de Huánuco, società che lo scorso gennaio ha ceduto a titolo gratuito Alexi Gomez all’Universitario, trattenendo tuttavia una parte dei diritti economici del giocatore che corrispondo al 20% circa. La “Hiena” come viene chiamato Gomez per il suo particolare aspetto caratteriale, al momento non sembra rientrare quindi tra i concreti obiettivi di mercato del Catania.

  45. Ip Address: 79.49.158.48

    Copia e incolla da SiciliaToday

    ESCLUSIVA- Catania, chiesto Alan Ruiz al San Lorenzo

    di Antonino Bulla Twitter: @BullaAntonino Pubblicato: 31 May 2013 14:21

    Alan Nahuel Ruiz, 19enne volante argentino del San Lorenzo, torna ad essere un nome di attualità per il mercato del Catania. Già in estate i dirigenti rossazzurri avevano cercato il giovane talento che in patria è considerato uno dei migliori elementi in circolazione. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte in esclusiva da SiciliaToday.net, ci sarebbe stato un colloquio tra il Catania e il club di Almagro. Gli etnei trattano l’acquisizione del 50% del cartellino di Ruiz, mentre al San Lorenzo resterebbe il 30% dei diritti e il restante 20% al Gimnasia la Plata, club già detiene questa parte del cartellino. Ruiz è assistito dalla agenzia ‘Cosentino Sports’ di Pablo e Fernando Cosentino. Il nuovo vicepresidente del Catania potrebbe dunque portare il suo pupillo alla corte rossazzurra. “El mago Ruiz” come viene chiamato in Argentina il calciatore del San Lorenzo, ha una valutazione di circa 1,5 milioni di euro ed è stato cercato nei mesi scorsi anche da altri club tra cui Siena e Udinese. Già nelle scorse settimane la redazione di SiciliaToday.net aveva aperto ad un possibile inserimento del Catania sul calciatore (Leggi la notizia). Ruiz che può ricoprire il ruolo di prima punta ma anche quello del classico ‘volante’ argentino, vanta una buona esperienza nonostante la giovane età. Dal 2010 gioca infatti tra i professionisti e ha conquistato la maglia della Nazionale Under20 albiceleste. Con la ‘Seleccion’ Ruiz ha infatti partecipato al Mondiale Sub20 del 2011, ai giochi Panamericanos del 2011, alla Coppa 8 Nazioni, al torneo internazionale di Alcudia e al Sudamericano Sub20 del 2013.

  46. Ip Address: 79.49.158.48

    Copia e incolla da siciliaToday

    ESCLUSIVA- R. Ayala, dir. Racing: “Catania su De Paul? Non lo cediamo. Per Fariña invece..”

    di Antonino Bulla Twitter: @BullaAntonino Pubblicato: 28 May 2013 11:58

    Roberto Ayala, ex difensore argentino di Napoli e Milan, oggi Coordinatore Generale e Direttore Tecnico del Racing de Avellaneda, è stato raggiunto telefonicamente in Argentina in esclusiva dalla redazione di SiciliaToday.net per fare il punto sul futuro di due giovani talenti del Racing, Rodrigo de Paul (18) e Luis Fariña (22), che sono stati seguiti dagli scout del Catania.

    “Ormai da diverse settimane circolano diversi rumors sul futuro di De Paul – ha affermato Ayala – In Argentina siamo a quattro giornate dalla fine del campionato e fino a questo momento non è arriva nessuna offerta. Nessuno ci ha chiesto concretamente De Paul. Pablo Cosentino lo porta a Catania? Non lo so. Cosentino non è ancora venuto a parlare con noi. Da parte nostra non c’è la volontà di cedere De Paul. E’ indispensabile che continui con il Racing. Tra l’altro ancora ha giocato poche partite. Se Fariña piace al Catania? Non c’è un interesse concreto però so che è stato seguito da molti club. Vediamo adesso che tipo di offerte arrivano. Per Fariña il discorso è diverso rispetto a De Paul. Siamo disposti a cederlo perché ha fatto molto bene in questi anni, è cresciuto nel Racing e siamo in credito con lui. Il ragazzo vuole partire e noi vogliamo accontentarlo ma deve arrivare una offerta adeguata al valore del giocatore”.

  47. Ip Address: 79.16.37.87

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio e pallido sole e temperatura buona.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  48. Ip Address: 79.16.37.87

    Copia e incolla da La Sicilia

    IL PERSONAGGIO. Nostro incontro con il centrocampista catanese di San Giorgio
    SCIACCA
    «Gli infortuni non mi hanno fatto perdere fiducia
    Mia sorella è arrivata in Serie A prima di me»

    GIOVANNI FINOCCHIARO
    La cresta e il tatuaggio. Il sorriso del
    bravo ragazzo e la grinta del calciatore
    vero. La visita di Fabio Sciacca in redazione
    è la conferma di quanto vero sia
    questo ragazzo che una sofferenza lunga
    due anni non ha cambiato. Perché il
    centrocampista del Catania, adesso
    completamente guarito da una serie
    record di acciacchi e infortuni più o
    meno gravi, vive di calcio e per il calcio.
    Vive per il Catania: «Durante il campionato,
    dopo aver giocato contro Roma e
    Genoa, mi sono infortunato al ginocchio.
    Le cure sono durate tre mesi e
    mezzo, poi per un risentimento muscolare
    mi sono fermato per due mesi.
    Il ritorno in campo sembrava una chimera.
    Invece, a Torino mi sono ripresentato
    e devo ringraziare tutti, in società
    ».
    La cresta va di moda. E su quel tatuaggio.
    «C’è scritto: la mia famiglia è un paradiso
    in terra, che dona l’emozione di
    casa ovunque io sia». L’ho preparato a
    Grosseto, ultima mia tappa prima del
    rientro a Catania e l’ho fatto realizzare
    in città».
    La pettinatura?
    «Va di moda, no? ».
    Vacanze con Keko, ci sembra di capire.
    «Ho programmato una puntatina in
    Spagna. Sì, vado a trovare Sergio: con
    lui ho un buon rapporto. A Grosseto
    abitavamo nello stesso appartamento.
    Siamo tornati insieme a Catania e sono
    felice per il suo gol al Parma».
    Se Sciacca calciatore ha resistito, a
    parte i consigli di amici e familiari, a
    chi deve dire grazie?
    «Il dottor Riso mi è stato vicino, anche
    quando mi recavo a Villa Stewart, clinica
    in cui lavora. I preparatori Colombino
    e Torrisi, che collaborano col prof.
    De Bellis, mi hanno aiutato durante i
    giorni della riabilitazione. Il prof. Cazzetta,
    in piscina, mi ha invitato a non
    mollare».
    Nove anni in rossazzurro. Ricordi ed
    emozioni affollano la sua mente.
    «In cima alle emozioni più grandi c’è la
    seconda partita in Serie A. A Lecce sono
    entrato e ho collezionato di tutto:
    un palo, l’assist per il gol di Martinez,
    un doppio giallo, dunque l’espulsione.
    Il portiere parò miracolosamente due
    conclusioni forti e angolate».
    Era soltanto l’inizio.
    «Mi sono perso il match successivo,
    contro il Milan. Avrei giocato di sicuro,
    viste le numerose assenze».
    E quel giorno in cui Zenga…
    «Che onore: mi consegnò la fascia di
    capitano. Si giocava contro il Napoli,
    eravamo alla fine del campionato. Ricordate
    il gol dalla distanza di Falconieri?
    ».
    La parentesi azzurra: bella e sfortunata.
    «Ho disputato Giochi del Mediterraneo
    e Mondiali under 20 in Egitto. Ai
    Giochi ho segnato due gol, vittime Siria
    e Grecia. Ai Mondiali sono stato titolare
    fino ai quarti. Quindi, ecco l’episodio
    jellato, l’infortunio al piede. Ma è stata
    una delle esperienze più belle che mi
    porterò dietro per sempre. Avevo appena
    19 anni».
    Il giocatore amico?
    «Antenucci, ma anche Moretti, su tutti
    ».
    I propositi per l’anno venturo?
    «Stare bene e affrontare un campionato
    senza intoppi».
    I genitori mai hanno ostacolato il suo
    sogno?
    «Mai. Per questo devo dire loro grazie».
    Ma è vero che una sua sorella ha giocato
    in Serie A?
    «Verissimo, nel Gravina. Sono passati
    molti anni, ma Alessandra è arrivata
    prima di me. S’è ritirata presto. Adesso
    mi segue, mi stuzzica, ma sono di più
    gli elogi.

  49. Ip Address: 79.16.37.87

    Copia e incolla da La Sicilia.

    IL SUPERTIFOSO
    Se Pippo e Turi parlano…
    del mercato rossazzurro
    «Accatta, vinni, presta
    riscatta, sonda, esplora»

    GINO ASTORINA
    Pippo, quannu accumencia il
    mercato? Turi, su non sbagghiu
    vessu e quattru ri matina. Ma chi
    capisti? T’arrispunii, non
    m’addumannasti do miccatu? Pippo
    non ci si ca testa, chiedevo del calcio
    mercato. Veramente si tu ca a testa l’hai
    sulu ’nto palluni. Ma tu, u sai che sono
    questi i momenti più importanti per il
    futuro di una squadra? Accatta, vinni,
    presta, riscatta, sonda, esplora… il calcio
    è questo! In estate sai come giocherà la
    tua squadra, fin dove si potrà spingere, in
    un certo senso prevedi come finirà. Ah,
    già ‘nta stati si sapi quantu rigori ci
    rununu a Juventus, quanti minuti di
    recupero in più ci assegnunu al Milan
    fino a quannu non vinci e quantu voti si
    devono girare dall’altra parte per non
    vedere Totti ca sta vanniannu l’abbitri!
    Ma finiscila, il campionato è bello perché
    è imprevedibile. Su questo hai ragione, è
    imprevedibile sapiri quannu joca a to
    squatra! Ci credi ca me frati ha rinviato
    per ben tre volte a Cresima da picciridda,
    tra anticipi, postipici, serali e partite
    all’ora di pranzu, c’appizzau du voti a
    caparra do ristorante e non ti ricu pa
    “puntata da chiesa…” pi futtuna u
    Parrinu è unu de nostri e cu na maglietta
    di Gomez chiuriu n’occhiu. Certo, un
    uomo di chiesa si metti a maglietta del
    “Papu! ”. Si bestia, a misi in palio e carusi
    di l’oratorio, a cu sapeva megghiu u
    Catechismo, di picciriddi addivintanu
    campioni mondiali di “Atto di dolore” e
    tu u sai quant’è difficile ‘mpararasillu

  50. Ip Address: 87.10.34.40

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente azzurro e temperatura buona.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

    Copia e incolla da La Sicilia

    Frison sì, Salifu no
    Comproprietà: il Catania riscatterà la metà del cartellino del portiere, il centrocampista verso il ritorno alla Fiorentina

    Tempo di comproprietà per il calciomercato. Mentre tratta per i rinnovi dei contratti in scadenza l’anno prossimo (Alvarez, Almiron, Bellusci e Biagianti in particolare) e lavora per scegliere il sostituto di Marchese sulla fascia sinistra, il Catania ha due diritti di riscatto da esercitare con riferimento a giocatori facenti parte dell’attuale organico della squadra di Maran.
    Il primo riguarda Alberto Frison. La società del presidente Pulvirenti sborserà gli 800 mila euro necessari per continuare a detenere la metà del cartellino del portiere (l’altra metà è del Vicenza), ben disimpegnatosi quando è stato chiamato in causa nell’ultimo campionato e considerato un concreto investimento per il futuro.
    Discorso diverso per Amidu Salifu, prelevato dodici mesi fa dalla Fiorentina nell’ambito dell’operazione che portò Montella in Toscana. Il centrocampista è arrivato in rossazzurro in prestito con diritto di riscatto a favore del club etneo e controriscatto a favore della società viola. L’orientamento della dirigenza catanese è quello di non avvalersi della clausola necessaria per trattenere il ghanese, destinato quindi a tornare alla Fiorentina

  51. Ip Address: 72.226.121.41

    E’ di ieri la notizia ufficialle che vuole l’indimenticabile Rino Gattuso alla guida del Palermo. Io personalmente sono stato un tifoso del calabrese,a prescindere della squadra in cui giocava,perche’ era un giocatore che dava sempre tutto e mi ricordo anche molte partite in nazionale dove chiaramente era il migliore in campo.il nostro Baiocco aveva le stesse caratteristiche ,anche se ha avuto meno fortuna[a livello professionistico] del giocatore di Corigliano Calabro.Penso che Gattuso potrebbe ancora giocare ad alto livello e questo suo ingaggio da parte dei cugini ,mi lascia alquanto perplesso.Capisco la sua volonta; di affermarsi subito ma cominciare col Palermo e col suo presidente ,mi sembra un azzardo……Forse mi sbagliero’ ,ma Gattuso non arrivera’ neanche a Novembre…..SEMPRE FORZA CATANIA

  52. Ip Address: 87.10.34.40

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Salvatore!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Copia e incolla dal Sito Ufficiale del Calcio Catania

    SerieA mercoledì 5 giugno 2013

    Termini di tesseramento 2013/14: tutte le date del “calciomercato”

    tratto da legaseriea.it

    Sono stati definiti ieri i termini di tesseramento per la stagione sportiva 2013/2014:

    – Accordi preliminari: da mercoledì 5 giugno a domenica 30 giugno 2013;
    – Variazione di tesseramento calciatori professionisti:

    dal 1° luglio al 2 settembre 2013 (ore 23);
    dal 3 gennaio al 31 gennaio 2013 (ore 23);

    – Opzioni: dal 17 al 19 giugno 2013;
    – Controopzioni: dal 20 al 22 giugno 2013
    – Accordi di partecipazione:

    a) Risoluzioni consensuali e rinnovi: da mercoledì 5 giugno a giovedì 20 giugno
    b) Risoluzioni in busta chiusa: da mercoledì 5 giugno a giovedì 20 giugno

    Il giorno di apertura delle buste sarà comunicato successivamente.
    Maggiori informazioni nel Comunicato Ufficiale n. 182/A della Figc.

  53. Ip Address: 87.10.34.40

    Buonaser raga’!!!
    Ho parlato telefonicamente con Angelo.
    Si e’ di nuovo operato, lunedi’ ed e’ probabile che a fine settimana ritorna a casa.
    Vi manda un abbraccione rossoazzurro a tutti!!!

    Il Catania è attualmente titolare del tesseramento di Frison e Terracciano

    Il Catania dispone del diritto di partecipazione per Cuomo, Fedato, Negro, Provenzano e Strumbo

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  54. Ip Address: 79.36.152.201

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente nuvoloso e temperatura buona.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  55. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….

    Spero che tutto vada bene per Angelo, sul fronte mercato solo chiacchiere da giornalai
    nessun movimento importante fino ad ora ne in uscita ne in entrata 😉 😉

  56. Ip Address: 79.36.152.201

    Salve raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao joe!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Copia e incolla da la Kakketta dello Spork

    La procura: Gillet iIlecito sportivo
    Archiviata la posizione di Ranocchia
    ROMA, 06 giugno 2013

    Deferimenti di Palazzi per il filone bis di Bari. Il portiere del Torino rischia di chiudere la carriera. Sospiro di sollievo per il difensore dell’Inter. Per il Bari responsabilità oggettiva con aggravanti per illecito consumato

    Sono arrivati i deferimenti del procuratore Palazzi, riguardo il secondo filone di inchiesta a Bari, relativi al Calcio scommesse. I rinvii a giudizio dinanzi alla Disciplinare della Figc, emessi dalla Procura federale, riguardano le presunte combine in Bari-Treviso 0-1 (maggio 2008) e Salernitana-Bari 3-2 (maggio 2009). Deferito, tra gli altri, per (doppio) illecito sportivo l’attuale portiere del Torino, Jean François Gillet: rischia 5 anni di squalifica e dunque di chiudere la carriera a 34 anni. Archiviata la posizione dell’attuale difensore dell’Inter Andrea Ranocchia, escluso dalla Nazionale per la Confederations Cup in Brasile. Per il Bari responsabilità oggettiva con aggravanti per illecito sportivo consumato. Come previsto archiviata anche la posizione del tecnico Antonio Conte, allora sulla panchina del Bari.

    PER ILLECITO SPORTIVO — Per illecito sportivo sono stati rinviati al giudizio della Disciplinare: Belmonte, Bianco, Bonanni, Bonomi, Caputo, Colombo, De Vezze, D’Angelo, Edusei, Esposito, Fusco, Galasso, Ganci, Gillet,Guberti,Kutuzov, Lanzafame, Andrea Masiello, Parisi,Spadavecchia, Rajcic, Santoni, Santoruvo, Stellini, Strambelli, Pianu.

    OMESSA DENUNCIA — Per omessa denuncia invece i tesserati: Barreto (attualmente al Torino), Cavalli, Donda, Gazzi, Ladino, Marchese.

  57. Ip Address: 79.36.152.201

    Salve raga’!!!

    Davide Lanzafame, deferito per illecito sportivo e omessa denuncia, rischia di restare per qualche anno senza giocare.
    Vabbe’ che Lanzafame venne preso a parametro zero dal Catania, ma ci perde lui perche’ e’ ancora giovane.
    Invece Giovanni Marchese per omessa denuncia minimo 6 mesi.
    Qui bisogna vedere se il Genoa lo prende.

  58. Ip Address: 79.36.152.201

    Salve raga’!!!

    Il Calcio Catania S.p.A. è lieto di comunicare che venerdì 7 giugno alle 16.00, nella Sala Congressi del Centro Sportivo Torre del Grifo Village, si terrà la conferenza di presentazione ai giornalisti ed agli operatori dell’informazione del calciatore Sebastián Eduardo Leto.

  59. Ip Address: 79.53.87.192

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo splendende e temperatura buona.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  60. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….
    Ciao Giorgio

    MERCATO: il Catania punta forte su Ardemagni…
    Secondo quanto riferito dalla redazione di Sportitalia, l´attaccante Matteo Ardemagni dell´Atalanta non dovrebbe indossare la maglia del Palermo nella prossima stagione: sul bomber che nell´ultima stagione ha giocato col Modena c´è il forte interesse del Catania, che su esplicita richiesta del tecnico Maran starebbe puntando con decisione l´ex di Triestina, Cittadella e Padova. Gli etnei sembrano attualmente in vantaggio sulla concorrenza, forti anche della volontà del giocatore di cimentarsi col massimo campionato dopo anni nella serie cadetta.

  61. Ip Address: 79.35.46.72

    un caro saluto e un abbraccio rossoazzurro di vero cuore a tutti voi che avete avuto un pensiero per me grazie ragazzi non potete immaginare l’emozione che o provato dopo un mese e una settimana di tornare a casa e leggere i vostri post 😆 😆 😆 forza catania sempre un catanista anche se cade si rialza sempre :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:

  62. Ip Address: 79.4.15.37

    Ciao Angelo Bentornato 😀 😀 😀

  63. Ip Address: 79.53.87.192

    Ciao Angelo!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Bentornato!!! 😆 😛 😀

    Forza Catania sempreeeeeeeeeeee!!!

  64. Ip Address: 79.35.46.72

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: ciao giorgio occhio alla spesa 😆 grazie per il bentornato non vedevo l’ora ciao joe buon prseguo di giornata sempre forza catania :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :ciao: :catania:

  65. Ip Address: 79.35.46.72

    PLV: “Obiettivi? Vedremo. Leto di prima fascia. Lodi? Certe voci lo disturbano..”
    A margine della conferenza stampa di presentazione di Sebastian Eduardo Leto, il presidente Pulvirenti si intrattiene con la stampa. Non parla di Europa il presidente, ma neanche della sola salvezza, dice “Vedremo cosa faranno sul mercato le altre squadre”. Su Leto: “E’ un acquisto di livello”. Su Lodi: “Tante voci messe in giro ad arte per disturbarlo. Ma noi sappiamo cosa fare. Non ci sono trattative”.tutto il resto e noia :salve: :salve: :ciao: :ciao: :sciarpa: :sciarpa:

  66. Ip Address: 64.213.148.134

    Sono molto felice di aver trovato questo sito. Voglio ringraziarvi per il tempo che spendete,

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu