Catania, il Sogno puo’ diventare realtà?

 Scritto da il 2 novembre 2011 alle 14:25
Nov 022011
 

Dopo la vittoria contro il Napoli, il Catania raggiunge il sesto risultato utile consecutivo, in classifica si ritrova in zona Europa League e domenica prossima i rossazzurri sono attesi da un’altra prova abbastanza impegnativa, faranno visita al Milan campione d’Italia a San Siro.

I tifosi rossazzurri, pur rimanendo con i piedi per terra, nutrono il sogno europeo, la squadra guidata da Montella, assieme al suo tecnico, sono la rivelazione di questo primo quarto di campionato. Dopo il pareggio con la Juventus e la vittoria sull’Inter, al Massimino cade anche il Napoli, considerata una grande per organico e impegni europei. Il Catania è alla ribalta delle cronache sportive per i risultati sin qui ottenuti e soprattutto per le rimonte che ha saputo portare a termine, oltre con le squadre sopra citate, anche con Novara, Fiorentina e Lazio. In società è chiesto se l’obiettivo d’inizio stagione è cambiato, la salvezza, rispondono “assolutamente no!!!” I tifosi però sperano che quello che ora li stia facendo sognare, diventi realtà in futuro.

Il Catania sta mettendo in mostra un gioco di qualità, oltre a grinta e determinazione. Una squadra così pimpante non si vedeva dai tempi del girone d’andata del primo anno di serie “A”, riuscire a riprendere il risultato in rimonta in più occasioni, è segno di personalità e di lavoro di gruppo. Montella sta dando dimostrazione di preparazione tecnica e tattica, riesce a leggere bene le partite in corso d’opera azzeccando le sostituzioni nelle scelte e nei tempi e sta dimostrando anche di saper gestire un gruppo importante, se si considera il Catania una società medio-piccola e per l’organico a sua disposizione. Negli undici iniziali sceglie chi gli dà più sicurezze  e  non è facile lasciare in panchina uno come Lopez. I supporter rossazzurri sembrano gradire, l’ambiente etneo esalta allo stadio le prestazioni del Catania in modo straordinario.

Certo, non tutto va bene, non tutto è perfetto, ritrovarsi spesso in svantaggio e dover rimontare non è cosa piacevole e non è detto che possa riuscire sempre, perciò Montella sta lavorando per migliorare questo gap. Nel frattempo, il tecnico rossazzurro, ha recuperato fisicamente e mentalmente, gente come Bellusci Delvecchio, Marchese e Barrientos, quest’ultimo snobbato da qualche precedente tecnico passato per Catania.
Ha rilanciato Legrottaglie e Almiron, ha inventato un nuovo ruolo a Lodi e sta cercando di far ritagliare un bel po’ di spazio al giovane Catellani, tutto questo con buoni risultati, forse oltre alle attese. Per non dire che si è dovuto adeguare al susseguirsi degli infortuni, soprattutto nel reparto difensivo e pur di far “quadrare i conti” ha cambiato sistema di gioco alla squadra, passando dal 4-3-3 al 3-5-2, con i risultati che tutti conosciamo. La squadra sta dimostrando di saper mettere in funzione i dettami del proprio tecnico, giocandosela alla pari con tutti, forse in alcuni frangenti è mancato un po’ di cinismo sotto porta, dove la compagine etnea avrebbe potuto chiudere la gara come a Firenze ed a Roma con la Lazio, per poi magari non soffrire nel finale .
Fa da contrasto il detto, “volare basso”, se lo associamo all’”aeroplanino” Montella, però, così deve essere. I punti che la squadra sta raccogliendo, deve essere fieno in cascina nell’eventualità di tempi di “vacche magre”. Proprio se questo malaugurato periodo dovesse arrivare (quasi tutte le squadre accusano un periodo di stanca durante il campionato), diventa importante superare prima la soglia dei quaranta punti, solo allora si potrebbe pensare a qualcosa di più importante che alla sola salvezza, cioè, l’Europa League.

Della mini serie delle cinque partite che vedevano il Catania impegnato con Inter, Fiorentina, Lazio, Napoli e Milan, nelle prime quattro, la squadra di Montella ha raccolto ben otto punti, rimane l’ultima gara di questa probante serie, la partita di domenica prossima contro il Milan a S. Siro, il Catania si spera che vada a Milano a giocarsela come ha fatto fino adesso, a prescindere dal risultato e se poi i rossazzurri dovessero uscire a portare un risultato positivo, chissà, magari Pulvirenti e Lo Monaco rafforzeranno a Gennaio le ali dell’aeroplanino, per cercare di fare diventare realtà, quello che oggi è solo un sogno.

 

  57 Commenti per “Catania, il Sogno puo’ diventare realtà?”

  1. Ip Address: 95.245.181.118

    Salve raga’!!!
    Buon articolo peppe58 piedi a terra (nel cemento) ma sognare non fa male a nessuno!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti……

    Io mi accontento di una Salvezza senza traumi diciamo soft 😉 😉 😉
    Poi se arriva qualcosa di più io saro l’uomo piu felice e appacato al mondo…….
    ma detto tra di noi voglio una bella vittoria contro il Milan, questa sarà la vera conferma che la squadra c’è 😯 😯 😯

  3. Ip Address: 85.41.235.41

    Gomez, ‘rabona’ d’autore per 200 spettatori

    Copertina dedicata alla passione ed all’affetto sincero di 200 sostenitori rossazzurri, presenti a Torre del Grifo in occasione dell’allenamento pomeridiano a porte aperte nonostante pioggia battente e vento freddo. Meritata ricompensa, per tutti, un gesto tecnico di rarissima bellezza piazzato con naturalezza da Alejandro Gomez nell’ultima fase di una sessione di lavoro qualitativamente tra le migliori di quest’avvio di stagione: solita efficace circolazione di palla rasoterra, intelligente movimento a favorire l’appoggio dei centrocampisti e deliziosa ‘rabona’ (calcio di prima intenzione incrociato rispetto al piede d’appoggio) del ‘Papu’, disinvolto e raffinato anche nell’esecuzione di gesti tecnici di elevata complessità, capace così di liberare al tiro un compagno. Più in generale, l’intera seduta pomeridiana ha offerto uno spettacolo d’intensità: spazi ridotti e ritmi altissimi, nelle sfide a tema conclusive. In precedenza, riscaldamento, partitelle con porte piccole, tecnica di corsa ed esercitazioni tattiche differenziate per reparti. In mattinata, il gruppo si era dedicato invece ad un lavoro di forza funzionale in palestra e partitelle con porte piccole. Llama in gruppo per buona parte dell’allenamento, programma individualizzato per Biagianti e Legrottaglie. Terapie per Izco. In palestra Alvarez e Suazo. Giovedì pomeriggio, in campo alle 15.30: seduta a porte chiuse.

  4. Ip Address: 79.10.8.174

    buonasera amici del sito grande peppe 58 complimenti a mongibello che saluto bella poesia forza catania sempre 😉 😉

  5. Ip Address: 79.10.8.174

    ciao joe ma quando lo sistemano questo sito ❓

  6. Ip Address: 79.10.8.174

    legrottaglie a trovato a catania l’elisir rigenerante e bravo a legrottaglie 😈 😈

  7. Ip Address: 79.10.8.174

    catania osservatori a empoli x il difensore della nocerina di maio forse x gennaio 😉 😉

  8. Ip Address: 79.10.8.174

    ciao giorgio47 bella intervista quella di lodi non ce che dire forza catania sempre e sogni rossoazzurri a tutti 😉 😉 😉

  9. Ip Address: 94.164.132.217

    Buonasera a tutta la Rossazzurranza del mondo …

    Le grandi prestazioni della nostra amata squadra hanno fatto negli ultimi tempi stragi di cuori … anche chi per sua natura, faceva del “pessimismo cronico” una ragione di vita si è dovuto ricredere in tutta fretta facendo la figura del pollo con patate servito in un vassoio caldo in una cena di fine stagione … detto questo; non bisogna dimenticare gli obiettivi del Catania, che sono quelli di Migliorarsi di anno in anno … Alla fine, arriveremo ai fatidici cinquanta punti … e chissà che la divina provvidenza non guardi ancora con occhio ancora benevolo ai favolosi colori stampati nei nostri cuori: il rosso e l’azzurro del nostro magico Catania!

    Un saluto a tutta la fratellanza Rossazzurra e un abbraccio forte a me fratuzzu Matteo …

    UN SOLO GRIDO : “FORZA CATANIA!”

  10. Ip Address: 95.245.181.118

    Bravo Mario!!! 😉 😉 😉

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Cataniaaaaaaaaaaaa!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  11. Ip Address: 79.26.101.38

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri,grazie Giorgio e Angelo.
    Un ben tornato di cuore a Mario,nella speranza che le cose siano migliorate.
    Angelo,Di Maio sta facendo bene in questa stagione,in carriera ha avuto degli alti e bassi tra infortuni e il carattere un pò scavezzacollo.Certo,a 28 anni,come diciamo noi,’fossi ‘a ‘mennula ‘ccì ‘quagghiau. :mrgreen:

  12. Ip Address: 79.26.101.38

    Classifica Ranking Mondiale:
    Bel balzo in avanti del Catania, che passa dalla posizione n. 369 alla n. 277.

  13. Ip Address: 95.239.20.219

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao peppe58 e angelo!!! 😉 😉 😉
    Se Barrientos riesce ad essere come prima ci sara’ da divertirsi mentre zio Petrus negli occhi avra’ il simbolo dei dollari o Euro come zio Paperone, hihihihihihih!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Buona giornata a tutti!!!
    Catania si coccola Barrientos, il Pitu (La Sicilia)

    “Il fantasista cerca spazio in rossazzurro. I giorni difficili della rieducazione fisica dopo l’intervento chirurgico sotto le cure del prof. Cazzetta, che lo stimolava in tutti i modi: «Nel lavoro atletico sei un bradipo, ma con la palla fra i piedi sei un fenomeno». E ora il Pitu spera di tornare ai livelli di quando nell’Argentina baby gli davano la maglia numero 10 e a Messi l’11

    “La «leggenda» racconta che Alfredo Cazzetta, il tecnico che cura la riabilitazione in acqua degli atleti reduci da infortunio, fosse spesso costretto ad «inseguire» Pablo Cesar Barrientos per tutta la piscina. Reduce dagli interventi al ginocchio, con il tono muscolare della gamba operata ai minimi termini (quando tornò per la prima volta a Massannunziata davvero si faticava ad individuarne il polpaccio), il «Pitu» proprio non voleva saperne di lavorare: troppo grande la sofferenza di quei giorni, troppo poca, di contro, la volontà di un atleta abituato ad essere considerato un fuoriclasse fino a poco tempo prima e in quel periodo, quasi all’improvviso, impossibilitato persino a dare dei semplici calci ad un pallone. La «leggenda» racconta che Cazzetta, nonostante tutto, non mollò mai la presa: Barrientos, procedendo a piccoli passi, tornò ad avere la struttura fisica del calciatore e, finalmente, poté riprendere la confidenza col pallone. Anche davanti allo stesso specialista che lo aveva aiutato nella riabilitazione e che, sorpreso dalle qualità tecniche straordinarie evidenziate dal «Pitu», lo abbracciò e gli disse: «Nel lavoro atletico sei un bradipo, ma con la palla fra i piedi sei un fenomeno ». Entrambi – Cazzetta e Barrientos – avevano gli occhi che brillavano. E forse, anche se la «leggenda» non lo racconta, qualcuno versò pure delle lacrime di commozione.

  14. Ip Address: 95.239.20.219

    Quindi riassumendo se mai vi capiterà di andare a Torre del Grifo osservate le seguenti regole:

    1-Comprate un fuoristrada per l’occasione.
    2-Non siate permalosi perchè nonostante il parcheggio sia completamente libero vi toccherà posteggiare fuori.
    3-Portate un maledetto ombrello.
    4-Evitate la macchinetta del caffè come la peste altrimenti vi toccherà sorbirvi un magnifico tè al limone.
    5-Non chiedetevi perchè nell’unico allenamento della settimana dobbiate stare sopra la tribuna coperta e non sotto.
    6-Godetevi il Catania.

    Lo Monaco: Troppe Puttanelle a Torre del Grifo…Giocatori Infastiditi,Allenamenti a Porte Chiuse!!

    Intervenuto telefonicamente a Radio Kiss Kiss, l’Amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco punta l’indice su quanto avviene durante gli allenamenti a porte aperte presso il nuovissimo centro sportivo della società etnea “Torre del Grifo Village”. Continua l’Ad prosegue Lo Monaco

    Delle “lucciole” a Torre del Grifo non lo sapevo pero’ raga’ per noi tifosi ogni tanto uno sguardo si da ad una bella donna mentre ai calciatori specialmente giovani gli fa salire la pressione a mille quindi zio Petrus da buon “parroco” cerca di allontanarle, hihihihihihihih!!!

  15. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti….
    Giornata di riposo oggi 😉 😉 😉 Chiarezza hai ancora quel vecchio carro pronto, penso che è arrivato il momento di salire…. sempre se c’è posto anche per me 😕 😕 😕

    Si sta avvicinando la domenica per vedere la ns. squadra del cuore combattere contro una grande ” Ulise contro Polifemo” fare lo sgambetto ai piu’ nobili milanisti, con la giusta cattiveria agonistica possiamo fare una grande partita. … e può darsi che ci scappa anche un Clamoroso al Meazza.

    Forza ragazzi undici leoni in campo e sette elefanti in panchina 😈 😈 😈

  16. Ip Address: 85.41.235.41

    Ventisei giocatori a disposizione

    In gruppo anche Legrottaglie e Llama: pomeriggio di note liete a Torre del Grifo, ben ventisei gli atleti regolarmente a disposizione dello staff tecnico. Effettuato il riscaldamento, la squadra si è dedicata ad esercitazioni 10 contro 1, quindi cura del possesso palla, test tattici, partita a tema e sfida in famiglia su campo ridotto, dominata dall’equilibrio. Terapie per Izco, in palestra Alvarez, Biagianti e Suazo. Venerdì pomeriggio, allenamento a porte chiuse.

  17. Ip Address: 85.41.235.41

    MILAN, contro il Catania senza Nesta. Formazione già fatta
    03.11.2011 16:09 di Redazione ITA Sport Press

    A Milanello questa mattina la squadra rossonera ha svolto una seduta di allenamento in vista del prossimo impegno di campionato contro il Catania in programma domenica prossima alle ore 15 allo stadio San Siro. La fase iniziale è stata di 40 minuti di riscaldamento, prima sul campo rialzato dietro la palestra, poi sul tratto in saliscendi in fondo al campo centrale e poi un ultimo tratto con e senza palla. Poi, soprattutto la palla. Dalle 12.45 in poi il Milan ha fatto le seguenti cose: possesso palla, partitella tattica con tre porte (una di dimensioni normali e due porticine), quindi la partitella su metà campo di fine allenamento. In gruppo è rientrato Antonini mentre si è fermato Nesta che non sarà disponibile contro i siciliani e rientrerà dopo la sosta della A. Domani i giocatori rossoneri si alleneranno a partire dalle 11.00. Infortunati Flamini, Gattuso, Cassano, Pato, Nesta e squalificato Boateng, con il Catania dunque si prevede un Milan che a centrocampo avrà nuovamente Van Bommel con Ambrosini e Seedorf esterni, Aquilani trequartista e

  18. Ip Address: 82.57.88.158

    buonaserata a tutti fratelli rossoazzurri e mai possibile che mi devo registrare ogni volta ❓

  19. Ip Address: 82.57.88.158

    ciao peppe58 grazie per lesaudiente risposta che mi ai dato x questo ragazzo 😉 😉

  20. Ip Address: 82.57.88.158

    catania infermeria svuotata 26 i disponibili x il milan questa si che e una bella notizia forza catania sempre

  21. Ip Address: 82.57.88.158

    legrottaglie contro il milan non abbiamo nulla da perdere veru jeeeeeeeeeeee 😈 😈 😈

  22. Ip Address: 82.57.88.158

    grande mario ben tornato 😉 😉

  23. Ip Address: 82.57.88.158

    ora basta si sono persi tutti i miei commenti io non scrivo piu fin quando non si sistema questo sito

  24. Ip Address: 87.7.12.17

    Angelo, cosa ti succede con il sito ?????
    guarda l’email

  25. Ip Address: 79.35.152.33

    Salve raga’!!!
    Ciao joe!!! 😉 😉 😉

    Ma che succede!!! 😯 😯 😯

    Ho premuto F5 per aggiornare i post, l’ultimo post e’ quello tuo che scrivi ad angelo.

    A me non succede niente.

    Buona giornata a tutti!!! 😀 😀 😀

  26. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Giorgio, Anche da me funziona bene (like a charm) 😉 😉 😉
    quello che trova delle anomalie sul funzionamento è pregato di segnalare
    Grazie…..

  27. Ip Address: 82.145.209.124

    buon giorno tutti pari ! Saluto in particolar modo a me frati Mario……. Pippo a poesia e ca noccà! Joe problemi con il sito non me ho più riscontrati , tutto ok.

    Leggete leggete!

    MILAN, Maxi Lopez nel mirino e a
    gennaio se cambia maglia… 04.11.2011 09:59 di Redazione ITA Sport Press “Persa l’occasione con la Fiorentina magari in futuro spunterà un altro club”.
    Queste le parole dell’attaccante
    del Catania, Maxi Lopez nel corso della sua ultima conferenza stampa a Torre del Grifo. Detto fatto. Oggi, secondo quanto riportato da Tuttosport, il
    nuovo club sarebbe già uscito allo
    scoperto: è il Milan che pare abbia già sondato il terreno per prendersi anche a gennaio il bomber argentino dopo lo
    stop di Cassano. A Maxi Lopez poi i trasferimenti invernali portano bene
    visto che sempre nel primo mese
    dell’anno arrivò a Catania dal Gremio e in cinque mesi realizzò 11 gol su 17partite.
    Al Milan sono stati attenti a
    questo…

  28. Ip Address: 82.145.209.124

    “se andasse al diavolo rossonero” potrebbe lo zio pietro richiedere l’inserimento di El Sharawy nell’affare? ? Sarebbe appetibile la cosa………. :-)….

  29. Ip Address: 79.35.152.33

    Salve raga’!!!
    Se Max vuole ambire ad altro (e’ cosa giusta) addio e grazie!!!

    Comunico a joe e agli altri, quando entro nel sito non vedo nuovi post quindi devo preme F5 o la freccetta degli aggiornamenti. IL mio dubbio e che il sito non si aggiorna in automatico!!! 😐 😐 😐

    Mi e’ capitato a me joe!!! 😐 😐 😐

    Buona giornata a tutti!!!

  30. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Matteo, Giorgio e a tutti gli altri…..

    l’ho notato anche io questo problema dei commenti, per vederli tutti bisogna sempre aggiornare, spero di sistemare al più presto…
    fammi sapere Giorgio.

  31. Ip Address: 79.47.100.5

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri.
    Matteo,per quanto riguarda l’articolo di stamattina riportato da ItaSportPress,che a sua volta l’ha preso da TuttoSport,le dichiarazioni di Lopez,-“Persa l’occasione con la Fiorentina magari in futuro spunterà un altro club”-,è riferita a quest’estate,quando,rientrato dalle vacanze (Lopez) e alla sua prima conferenza stampa,alla domanda del giornalista se fosse deluso per il mancato trasferimento alla Fiorentina,rispose in quel modo.La notizia riportata dal giornale torinese,è una boutade per fare articoli e vendere,vista la lunga assenza di Cassano (sono contento,l’inervento al cuore,è andato benissimo),da ora in poi,assoceranno almeno una ventina di nomi di giocatori che dovrebbero sostituire il milanista.Che lui aspiri a qualcosa di più “importante” del Catania,lo sappiamo già ma se non dimostra con la maglia rossazzurra di meritarsi una squadra di prima fascia,come diciamo noi,si può attaccare al tram. :mrgreen: Comunque,tecnicamente non si discute,non posso dire altrettanto come professionalità,mi aspettavo da lui,che non si facesse condizionare dalle sirene di mercato.

  32. Ip Address: 85.41.235.41

    Dopo domani a quest’ora sapremo il risultato finale della ns. amata squadra….
    spero che sia positivo, cosi passo la sera tranquillo e beato…..
    lo auguro di cuore a tutti voi 😉 😉 😉

  33. Ip Address: 82.57.88.158

    buonasera a tutti amici rossoazzurri ciao joe il problema e che mi devo registrare ogni volta pur mettendo l’email giusta

  34. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Angelo, penso che questo è un problema legato con il tuo computer non con il sito!!!!!
    a me non mi fa cosi ho il nome e l’email sempre in vista…..
    prova adesso se va bene …

  35. Ip Address: 79.47.100.5

    Che v idicevo???

    http://www.SporteVai.it:

    Cassano è stato operato con successo, ma difficilmente tornerà in campo in questa stagione. Con ogni probabilità il Milan si muoverà sul mercato alla ricerca di un’alternativa. Se l’ipotesi Del Piero appare per molti versi irrealizzabile, altri nomi meno fantascientifici sono finiti sul taccuino di Adriano Galliani.

    Il bomber del Catania Maxi Lopez è in cima alla lista. Nelle due ultime stagioni l’argentino ha contribuito con i suoi gol alla salvezza degli etnei. Quest’anno la concorrenza di Bergessio sembra avergli tarpato un po’ le ali. I gol stentano ad arrivare ma la qualità del giocatore non si discute. E di certo l’approdo in una squadra del calibro del Milan, con obiettivi del tutto opposto a quelli del pur ottimo Catania, fornirebbe al giocatore nuove motivazioni.

    Altri papabili sono gli juventini Amauri, Quagliarella e Toni. Tutti e tre non stanno trovando spazio nella squadra di Conte e a gennaio potrebbero abbandonare Torino. In pole position sembra Quagliarella, che può giocare in tutte le posizioni dell’attacco ed ha fantasia da vendere. L’arrivo di Toni o Amauri, due arieti che fisicamente ricordano Ibrahimovic, costringerebbe infatti Allegri a rivedere tutti gli schemi offensivi.

    Ma la società di via Turati potrebbe anche non intervenire sul mercato: se El Shaarawy dimostrasse di essere maturo, mantenendo un rendimento soddisfacente nelle prossime partite, Allegri avrebbe trovato l’alternativa a Cassano.

    Un’ultima pista porta ad Alberto Paloschi, attaccante ora in forza al Chievo Verona ma di proprietà del Milan. La società potrebbe riportarlo a casa a gennaio.

  36. Ip Address: 79.47.100.5

    Una locomotiva di nome Milan.
    La presentazione dei prossimi avversari del Catania:

    Non è un caso che sulla sua divisa figuri lo scudetto. Non è un caso che adesso, quando ormai i tradizionali gap legati al recupero della condizione dei giocatori più impegnati tra coppe e tornei con le nazionali sono stati colmati, la posizione in classifica non sia più preoccupante come qualche settimana fa. Il Milan di Massimiliano Allegri sta riprendendo seriamente a tenere fede alla fama costruita nella passata stagione, vale a dire di compagine dal gioco gradevole, a tratti spettacolare, ma soprattutto dotata di un tasso tecnico che la colloca in una posizione di indubbia superiorità rispetto alle altre, nonostante la fase iniziale di questo campionato abbia rilanciato agli onori della cronaca una Juve assetata di riscatto ma soprattutto in grande spolvero.

    IL MOMENTO: I prossimi avversari del Catania di Vincenzo Montella vanno pertanto affrontati con grande attenzione, non soltanto per il blasone e per le qualità dei suoi effettivi ma anche per la brillantezza che il gioco rossonero sta riacquisendo partita dopo partita. La scossa non positiva inferta all’ambiente dall’avvenimento e dalla successiva apprensione per Cassano non hanno fermato i rossoneri, per quanto nella trasferta di Champions contro il Bate si poteva ma soprattutto si doveva vincere, per affrontare senza la forzatura della vittoria la partitissima con il Barcellona nella penultima giornata del girone, quasi sicuramente decisiva ai fini del piazzamento (i rossoneri sono già agli ottavi). Se in Europa i rossoneri sono tranquilli, si può dire altrettanto per il loro percorso nel torneo nazionale, dove ormai la batosta rimediata con la Juventus un mese fa è solo un ricordo, soppiantato da quattro autorevoli vittorie consecutive, l’ultima delle quali all’Olimpico contro la Roma.

    IL CICLO-ALLEGRI: Nell’immediato futuro mancherà la fantasia di Cassano ma non verrà mai meno la qualità in una squadra che nell’estate dell’anno scorso ha conosciuto un notevole salto, con investimenti importanti da parte del patron Berlusconi dopo la fine dell’era Ancelotti e l’anno di vacche magre con Leonardo, abile a fruttare un terzo posto con una squadra invecchiata e costruita non nel migliore dei modi, senza però evitare la fine burrascosa del rapporto con i piani alti. La scelta di Allegri è coincisa con la volontà di iniziare un altro ciclo di gloria, avviato con successo nella passata stagione grazie allo scudetto vinto nettamente e con pieno merito. Un ciclo con un Milan rinnovato, allegro e voglioso di fare. Piano piano i senatori dell’era Ancelotti stanno lasciando spazio, in termini non solo fisici ma anche di importanza, ai nuovi trascinatori sul campo: dallo stesso Cassano a Boateng, passando per Thiago Silva e Ibrahimovic (si spera anche nelle partite da coltello tra i denti), degne anime di un Milan che punta a rimembrare le gesta di Maldini, Pirlo, Shevchenko, Kakà e Pippo Inzaghi. In poco tempo Allegri è riuscito ad inculcare nelle menti dei giocatori la necessità di uno spirito di gruppo, necessità poi soddisfatta in concreto da Ambrosini e compagni che danno l’impressione di essere tutto tranne che disuniti.

    MODULO E STATO DI FORMA: Un’atmosfera di armonia e un’aria di sicurezza di sé supportano e sono a loro volta supportate da un gioco ben architettato e straripante, grazie al 4-3-1-2 che Allegri non vuole più lasciare dopo gli esperimenti all’inizio della scorsa stagione con il 4-3-3 e la tentazione di schierare insieme le quattro stelle Pato, Ibrahimovic, Robinho e Ronaldinho, con quest’ultimo rimandato in Brasile senza troppi ripensamenti e, risultati alla mano, non a torto. Pur con le incertezze che sta dando in questo periodo il portiere Abbiati, lontanissimo dalla saracinesca decisiva nell’ultimo come anche nel terz’ultimo scudetto, la difesa rossonera, che ha accolto il ritorno in auge di Nesta dopo una prima parte di stagione deludente, ha confermato di essere la più forte del campionato: è questa uno dei principali punti di forza del Diavolo, insieme ad un centrocampo di sostanza e qualità, in cui Aquilani si è inserito in punta di piedi e Nocerino ha scoperto doti di assaltatore finora nascoste, e ad un reparto offensivo ben collaudato e di elevata caratura, con un Ibrahimovic in grande crescita e almeno per ora con la pancia non più dolorante.

  37. Ip Address: 79.47.100.5

    Catania:
    Lodi rinnova fino al 2015 – 04/11/2011 ore 17:55
    Francesco Lodi, fantasista rossoblù, ha firmato un rinnovo contrattuale che lo legherà alla società Siciliana fino all’anno 2015.

  38. Ip Address: 79.35.152.33

    joe!!!
    Sono le ore 18.15
    Vedo l’ultimo commento di peppe58 delle ore 18.10
    Sembra che si aggiorni il sito automaticamente, per ora!!!

  39. Ip Address: 79.47.100.5

    Giorgio,ho dovuto fare f5 per vedere gli ultimi post,compresi i miei.Joe,forse c’è qualcosa che non va nel server????

  40. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Peppe, penso che adesso hanno risolto si aggiorna da solo 😉 😉 😉

  41. Ip Address: 79.47.100.5

    Ragazzi,vado,una buona serata a tutti!!!! 😉 😉 😉

  42. Ip Address: 85.41.235.41

    Sabato alle 9.30 la conferenza pre-gara di mister Montella

    Percorso di attivazione, possesso palla e torello, partita a tema ed esercitazioni sui calci piazzati, nel programma di lavoro odierno del Catania. Tutti in gruppo ad eccezione di Izco, Alvarez, Biagianti e Suazo, impegnati nello svolgimento di sessioni individualizzate in palestra. Sabato alle 9.30, in sala stampa, la conferenza pre-gara di mister Montella. A seguire, rifinitura a porte chiuse e convocazioni. Nel pomeriggio, partenza per Milano.

  43. Ip Address: 82.57.88.158

    ciao peppe58 mi fa piacere x lodi abbiamo bisogno di giocatori come lui joe adesso va bene ma vedro domani come va 😉 😉

  44. Ip Address: 79.35.152.33

    Ciao peppe58, joe e angelo!!! 😀 😀 😀
    Contentissimo per Lodi!!! 😆 😆 😆

    Sembra anche a me joe che adesso funziona il tutto in automatico.

    Ti riporto l’ultimo post di angelo delle ore 18.58 mentre scrivo sono le ore 19.48

  45. Ip Address: 79.47.100.5

    Sono di passaggio,ciao Angelo,Lodi,è un patrimonio.Joe,adesso funziona. 😉

  46. Ip Address: 79.47.100.5

    Ciao Giorgio. 😉

  47. Ip Address: 82.57.88.158

    joe x legere gli ultimi post o dovuto premere f5 altrimenti non li legevo

  48. Ip Address: 82.57.88.158

    la sfida di domenica si potrebbe chiamare scontro tra titani che ne dite ❓ forza catania sempre 😈 😈

  49. Ip Address: 79.35.152.33

    joe, sono le ore 20.13 quando apre solo il sito da msg 43 mentre quando cliki ed entri nei commenti c’e’ ne sono 48. l’ultimo di angelo.

  50. Ip Address: 79.35.152.33

    Clikki!!! Managgia!!! 😐 😐 😐

  51. Ip Address: 79.35.152.33

    joe, ore 20.26!!!
    Non funziona l’automatismo dell’aggiornamento del server
    deve sempre aggiornarlo in manuale!!!

    Domenica a Milano ci sara’ pioggia!!!

    Milan – Catania Milano, Stadio Meazza Domenica 6, ore 15:00
    temporale

    temperatura 15.3° umidita’ 95% Vento ENE 19 km/h moderato

    Sogni rossoazzuri a tutti e forza Catania!!!

  52. Ip Address: 82.57.88.158

    giorgio sei forte 😉 😉

  53. Ip Address: 79.35.152.33

    Ciao angelo!!! 😆 😆 😆
    Mica tu scherzi!!!

    joe, i commenti fuori da questa pagina c’e’ scritto sono 52, l’ultimo e’ di angelo con il numero 52 e forse ci siamo.

    Sogni rossoazzurri a te angelo e a tutti, forza Catania!!!
    Bye bye!!!

  54. Ip Address: 80.183.33.215

    Bonasera a tutti pari! :mrgreen:

    Saluto con affetto il rientro di un importante uomo squadra: “Catanista 60”.

    Poi volevo ringraziare tutti per i complimenti, ma volevo anche precisare che la poesia “Mongibeddu” non è mia ma l’ho trovata navigando per siti che parlano della nostra beneamata terra. Uno di questi è http://www.ilportaledelsud.org.

    Sono contento per lo svuotamento dell’infermeria, un po’ meno per le voci di un interessamento del Milan su Maxi Lopez (però penso che il Milan si prenderà uno di quei “bidoni” che giocano nella rubentus) ahahahah!!

    Per il resto, come dice qualcuno, noi a Milano non abbiamo niente da perdere!! 8)

  55. Ip Address: 80.183.33.215

    Dimenticavo: non ho problemi con il sito. Con me funziona!

    Saluti rossazzurri a tutti.

  56. Ip Address: 87.1.10.12

    Grazie ragazzi per la dritta 😉 😉 spero di migliorarlo ancora….

  57. Ip Address: 87.18.9.248

    Buongiorno raga’!!!

    Ciao joe!!! 😉 😉 😉
    Il numero dei commenti nella prima pagina sono 56, invece nella seconda pagina l’ultimo post N°56 e’ proprio il tuo!!! “Sembra” che l’automatismo delll’aggiornamento funzioni

    Sono le ore 07.54.

    Buona giornata a tutti!!!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu