CATANIA-JUVENTUS 1-1, LE PAGELLE

 Scritto da il 27 settembre 2011 alle 06:00
Set 272011
 

CATANIA-JUVENTUS 1-1, LE PAGELLE

Il Catania contro la Juventus, sfodera la miglior partita sin qui di quelle disputate in questo primo scorcio di campionato, dopo alcune critiche arrivate a causa della sconfitta di Genova, Montella rivoluziona gli undici da mandare inizialmente in campo. Alcuni cambiamenti sono obbligatori, viste le defezioni di Potenza e Biagianti, reduci da infortuni patiti nella partita in terra ligure, altre invece per scelta tecnica. A sorpresa troviamo Bergessio al posto di Lopez, Catellani l’ha spuntata nel confronto con Lanzafame e Delvecchio, preferito a Ledesma. La partita si presenta subito esaltante, soprattutto per merito del vantaggio rossazzurro dopo pochi minuti dell’inizio gara, la Juventus cerca di reagire ma il Catania ribatte colpo su colpo. La squadra di Montella mostra grande carattere senza nessun timore reverenziale alla più blasonata squadra bianconera, anzi, fino all’ultimo ha l’occasione per vincere la partita ma Catellani vinto dalla stanchezza e dall’emozione, butta la ghiotta occasione di trafiggere Buffon e dare la vittoria agli etnei. Le due squadre si sono date battaglia per 95”, deliziando e facendo divertire il pubblico del Massimino, alla fine il pareggio accontenta entrambe le compagini e per le prospettive future, i due allenatori possono ritenersi soddisfatti.

ANDUJAR: 4,5 – Inizia con una bella parata su un tiro da fuori area di Marchisio, che devia in calcio d’angolo. Dopo alcuni minuti, esce a vuoto per un’incomprensione con Almiron e durante la gara fa altre due uscite a farfalle, ed è sempre titubante nei suoi interventi. Seppur in altre due occasioni si sia disimpegnato discretamente, soprattutto su un tiro di Pepe, però l’errore sul tiro di Krasic, che tutto sembrava tranne che imparabile e che fa seguito a quelli visti a Genova, consegna difatto il pareggio alla Juventus ma cosa più grave, destabilizza il morale del reparto, e mette in discussione la fiducia nei suoi confronti. A questo punto la società e tutto lo staff tecnico, deve capire se è il caso di continuare a dargli fiducia, oppure non tentare con uno tra Kosicky e Campagnolo.

ALVAREZ: 7 – Nella sua zona non c’è né per nessuno, nei 28 minuti che resta in campo, lo fa in modo lusinghiero. Elia non ci capisce niente, è anticipato sistematicamente dal terzino rossazzurro e quest’ultimo fa pesare anche la sua fisicità quando il caso lo richiede. Speriamo che la sua assenza non sia troppo lunga, le sue prestazioni danno sicurezza al reparto difensivo.

BELLUSCI: 6.5 – sfodera un primo tempo da veterano consumato, sembra rivedere il “libero di ruolo” dei vecchi tempi. Il compagno di reparto, Spolli, impegnato a duellare con Matri, lascia il compito di vegliare sul resto della zona centrale all’ex under 21 della nazionale e lo fa con acume tattico e grinta da vendere. Nella ripresa, quando nel finale, l’allenatore dei bianconeri Conte, inserisce Del Piero, tocca a lui contrastare le velleità dello juventino, però ne soffre la maggior qualità tecnica andando in affanno in due-tre occasioni, però nel complesso, merita più della sufficienza.

SPOLLI: 7,5 – Riscatta alla grande la debacle di Genova, annulla in sostanza dalla scena Matri, fino a che, nella ripresa costringe il tecnico della Juventus a sostituirlo. Domina in tutti i suoi interventi, l’area di rigore del Catania con precisione e forza fisica. La decisione con cui interviene negli anticipi sugli avversari, danno la sensazione di sicurezza all’intero reparto. Nella ripresa si prende il lusso di farsi una sgroppata di trenta metri tra le maglie juventine, facendo ammonire Vidal.

CAPUANO: 5,5 – Sufficiente il primo tempo, grazie al supporto di Catellani e a un Krasic che non è entrato in partita. Nella ripresa, quando Montella sposta Catellani nella fascia opposta, Krasic prende terreno e il terzino etneo entra in difficoltà. È scavalcato spesso dal serbo, nell’azione che porta al pareggio juventino, lascia avvicinare l’attaccante bianconero sino al limite dell’area e al tiro conclusivo di quest’ultimo, senza contrastarlo, completa l’opera Andujar e la Juventus raggiunge l’1-1.

DELVECCHIO: 6.5 – Montella gli affida le cure di Pirlo, cliente tosto e di rare qualità tecniche. Delvecchio, non lo lascia quasi respirare, bloccando, di fatto, la fonte di gioco della squadra bianconera. In mezzo al campo, mette tanta quantità e tanta grinta nei contrasti. Peccato per quella palla a inizio ripresa calciata malamente sul fondo, poteva essere il gol del 2-1 rossazzurro. Il buon Gennaro, sembra stia trovando la strada per tornare quel Delvecchio del “gelato o granita”.

ALMIRON: 6 – A dispetto della gara d’esordio, si è visto un Almiron migliorato e più concentrato. Aveva l’incarico di limitare il raggio d’azione di Marchisio e far ripartire l’azione, diciamo che è riuscito abbastanza bene nel primo incarico, meno nel secondo. Nel complesso una buona prestazione d’impegno e duttilità ma ancora lontano dai suoi standard, la sufficienza la merita per impegno e dedizione.

LODI: 6 – Più tempo passa e più Montella lo utilizzerà basso davanti alla difesa, le qualità tecniche non gli mancano, però deve ancora acquisire i meccanismi del ruolo. Contro la Juventus aveva il compito di far girare palla e dettare i tempi di gioco ma anche di contrastare il centrocampista avversario Vidal. Ha assunto bene quest’ultimo compito, però ne ha risentito quando doveva impostare l’azione, nei primi minuti di gara ha sbagliato alcuni passaggi elementari che hanno innescato il contropiede avversario. Alla lunga però, il suo apporto è sostanziale per la squadra.

GOMEZ: 7 – Ritorna il funambolico “Papu”, che con le sue giocate, lo scorso campionato ha deliziato molti tifosi negli spalti di vari stadi italiani. Quasi deride il più titolato e campione del mondo 2006 terzino della Juventus Grosso. Mette in campo una gara di qualità e quantità, mirabile nell’azione che lo porta al cross per Bergessio con finalizzazione di quest’ultimo in rete. Oltre a dribbling velocissimi e assist per i compagni, diventa preziosissimo anche nella fase difensiva, arretrando quando la squadra non era in possesso palla e bloccando le incursioni di Grosso, che non ci sono mai state.

CATELLANI: 6,5 – A sorpresa, il tecnico del Catania lo mette in campo tra i titolari. Nel primo tempo, fa da raccordo tra l’attacco e la difesa nella fascia sinistra, ha il compito di bloccare le avanzate di Lichtsteiner e far ripartire l’azione dalla sua zona quando la squadra conquista palla. Nel primo tempo riesce benissimo e spesso mette in grosse difficoltà il terzino bianconero. Nella ripresa, Montella lo sposta sul lato destro, forse per contrastare nella metà campo Pepe, continua con grande impegno ma la stanchezza alla lunga si fa sentire e perde un po’ di lucidità, peccato per quell’ultima azione, forse l’emozione gli ha giocato un brutto scherzo, avesse avuto il coraggio di andare a concludere, forse si starebbe parlando di un altro risultato.

BERGESSIO: 7,5 – Prestazione di alto livello tecnico, tattico e caratteriale dell’attaccante ex Sant-Etienne. Da profondità alla manovra della squadra, pressa alto i difensori della Juventus, torna a dare una mano in ripiegamento, tiene bene la palla per far salire la squadra, serve un’assit per Delvecchio, che poteva trasformarsi nel 2-1 per il Catania, lotta come un matto con tutti facendo un grande movimento di qualità, segna un gol da grande attaccante facendo un movimento che lascia sul posto Balzaretti e fulmina Chiellini, ricevendo anche i complimenti di Conte. Verrebbe da dire, cosa si vuole di più? Forse Lopez dovrebbe iniziare a riflettere.

MARCHESE: 6 – Prende il posto di Alvarez, che s’infortuna al 28” del primo tempo. Il ruolo di terzino destro non è il suo, però si adegua alle circostanze, Pepe lo mette in difficoltà, però lui rimane concentrato e attento, porta a termine la gara con sufficienza.

LEDESMA: 5.5 – Il suo ingresso in campo, avviene quando ormai sono saltati quasi tutti gli schemi e le due squadre si sono allungate, dovrebbe ricucire in mezzo al campo ma non riesce nel compito, ha un buon pallone al limite dell’area che potrebbe fare male ai bianconeri, ma calcia debolmente fra le braccia di Buffon, spesso impreciso nei passaggi, però l’impegno non manca ma non basta a raggiungere la sufficienza.

SUAZO: 6 – Troppo pochi i minuti in campo, ma nell’unico pallone a sua disposizione, che con caparbietà ruba a Chiellini e stava per bucare la rete bianconera (questo gli fa meritare un voto positivo), se non fosse stato per la bravura di Buffon che gli si butta tra i piedi arpionando la palla.

MONTELLA: 7.5 – Il tecnico del Catania, per nulla disturbato da alcune “critiche” dopo la sconfitta di Genova, mette in campo una squadra rivoluzionata per cinque undicesimi, causa anche qualche infortunio. Ha studiato nei minimi particolari la Juventus capolista, non lasciando nulla d’intentato e mettendo in grosse difficoltà l’allenatore della squadra bianconera. Schiera un 4-3-3, abbastanza versatile, a centrocampo crea un muro quasi invalicabile per gli avversari ma per nulla statico, nell’occasione i centrocampisti etnei facevano ripartire velocemente l’azione con la collaborazione di due esterni molto mobili e veloci come Gomez e Catellani, una bella sorpresa quest’ultimo, Delvecchio, Lodi e Almiron, hanno gareggiato alla pari avendo la meglio su Pirlo,Marchisio e Vidal. In difesa, con il ritrovato Spolli e il sempre più granitico Bellusci, Alvarez che è una sicurezza (peccato per l’infortunio) e Capuano nel ricercare della forma migliore, hanno per prima annullato Matri, limitato al Massimo Krasic ed Elia e poi lottato allo stremo con Pepe e Del Piero, in attacco, Bergessio ha ricambiato la fiducia del tecnico, con una prestazione super. Carattere, acume tattico e personalità, e quello che contro la Juventus ha messo in campo Montella, perciò, complimenti.

 

  24 Commenti per “CATANIA-JUVENTUS 1-1, LE PAGELLE”

  1. Ip Address: 79.2.48.234

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri….. 😆 😆 😆

  2. Ip Address: 193.235.106.72

    Ciao Peppe!!

    concordo con i voti dati, certo Andujar secondo me meritava meno Di 4.5, non c’è con la testa, e quest diventa pericoloso…..sia per il reparto difensivo, ma anche per tutta la squadra e l’ambiente in generale, si sarebbe parlato di tutt’altra classifica senza quell’errore.

    dall’atlro lato pero’ ci sono anche le immense palle goal mangiate in avanti dal Catania.

    Si sa che poi alla fine si ricordano di pi’ le papere del portiere che i gol mangiati….le due cose alla fine si annullano.

    resta comunque grave che un portiere di serie A non riesca a prendere una palla che passa a 40 cm dal corpo, per di piu’ in posizione centrale, che sia già inginocchiato prima ancora che la palla parta. solitamente quelle palle si prendono fischiettando un motivetto allegro seguite da insulti a colui che lo ha tirato….

  3. Ip Address: 94.37.4.184

    Buongiorno a tutti!
    Ciao Peppe. Come sempre concordo con pagelle e valutazioni, anche se, in un clima di rinnovato ottimismo, avrei dato la sufficienza anche a Capuano e Ledesma.
    Per Capuano non era facile completare a ritmo elevato la partita visto lo stato di forma ancora non perfetto, Ledesma è entrato in un momento dove regnava la confusione ed il campo non consentiva più giocate tecniche, e Pablo, a mio modesto parere, è un giocatore molto tecnico.
    In linea generale ed in prospettiva futura, come ben dici, non si può che essere estremamente fiduciosi.
    Non me ne voglia chiarezza ma il 2 in pagella che lui stesso (magari per rabbia) ha assegnato domenica al nostro portiere non può che essere assolutamente condiviso.
    FORZA CATANIA SEMPRE!!SQUADRA E CITTA’!!

  4. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti:::::

    Lasciando Lopez in panca penso che contro il Novara Andujar andrà anche lui in panchina o non sarà neanche convocato …..

    abbiamo un allenatore con le palle quindi mi aspetto da lui una decisione ferma.

    per le pagelle vanno bene per tutti solo per la PAPERA merita un 3.

  5. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari
    Confermo il 2 ad Andujar, ma da li a non convocarlo o metterlo in panchina signficherebbe fare del danno al Catania, sia tecnicamente che economicamente, volevate Gillet vero? bene avete visto col Bologna il gol di Pazzini? e Julio Cesar e Buffon senza contare le altre papere dei portieri di serie a………ma adesso pensiamo a Morimoto, nel gioco del Novara si è inserito perfettamente ed il Novara è una buona squadra, incoraggiamo Montella , ma vi faccio una domanda, se al posto di Catellani ci fosse stato Lopez con a sx Bergessio alla Simeone…..
    può darsi che avremmo vinto ad occhi chiusi, ed allora calma e gesso, prima di liquidare Lopez ed Andujar, il bello del calcio ? mai hai la controprova .

  6. Ip Address: 87.16.98.54

    le pagelle del Catania sono tutti giusti, Andujar si meritava 2 in pagella, se nn combinava quella papera la Juve nn segnava, domenica speriamo ke il Catania riesce a vincere a Novara alle 12:30, Montella se si vuole mangiare quest’anno il panettone, il pandoro ci deve fare vincere le partite!

  7. Ip Address: 78.13.61.194

    Ciao chiarezza!
    Per carità, lo sai che non fischierei nè butterei mai dalla finestra un nostro atleta almeno fino a quando indosserà i nostri colori; personalmente gli farei vedere un paio di partite dalla panca, ovviamente convocandolo, se no che insegnamento ne potrebbe trarre?
    Il problema è questo, ripeto, sempre a mio parere, Andujar ha subito nelle ultime due stagioni una pericolosa involuzione che mi ricorda tanto nell’atteggiamento l’ultimo Pantanelli, tanto per citarne uno recente.
    Bizzarri, al contrario, è partito malissimo ma si impose alla grande nel tempo.
    Ecco, il ritorno di Bizzarri non mi sarebbe dispiaciuto, portiere serio, poco appariscente ma efficace. Come piace a me.
    Mi sarebbe anche piaciuto Curci nonostante non abbia fatto bene durante l’ultima stagione a Genova (anche se il disgraziato torneo della Samp ha coinvolto ogni atleta e non solo lui) ed oggi fa il secondo a Lobont.. 😯 …
    E poi, parliamoci chiaro, in nazionale Andujar fa il terzo a Romero e Carrizzo che non mi sembrano tutti ‘sti fenomeni….
    Mi auguro che si riprenda perchè non possiamo dimenticare quanto di buono ha fatto con Mihajlovic mostrando buone doti.
    Probabilmente è un problema psicologico, o magari, come dice qualcuno, ha desiderio di cambiare aria, chissà….

  8. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Marcello
    E solo questione di autostima e lui a Catania la sta perdendo, noi catanesi siamo specialisti a distruggere, com’è che si sia perso? anche loro leggono i vari siti e a Catania ad ogni errore che fa la difesa al cento x cento la colpa è di Andujar oramai è il suo destino, vedi Izco, vedi Del Vecchio, Ledesma per non dimenticarsi di quel pilastro della difesa del Chievo Gennaro Sardo, andato a furia di fischi in quel di Verona, spero che la prossima partita dell’Argentina, dove credo giochera titolare, gli dia convinzione dei suoi grandi mezzi, e che lo dimostri sin da domenica a Novara, partita insidiosissima per noi, dove il miglior Andujar ci servirà moltissimo, anzi visto che dicevo che i giocatori leggono i ns. commenti gli rivolgo 2 parole,

    Mariano, calla a todos, desde la proxima a Novara, el Catania te necesita y los hincha que son como ovejas, veras regreseran a idolatrarte

  9. Ip Address: 79.33.41.212

    BUON POMERIGGIO AMICI ROSSOAZZURRI CIAO PEPPE58 OTTIMO COMMENTO ADESSO DOPO LE PAPERE IO DICO ANDUJAR SFODERA LA TUA MIGLIORE PRESTAZIONE CONTRO IL NOVARA PERCHE NE ABBIAMO BISOGNO FORZA CATANIA SEMPRE 😈 😈

  10. Ip Address: 79.2.48.234

    Buon pomeriggio a tutti,Ciao Marcello,condivido il tuo post N.9,non che il precedente sia distante dai miei pensieri,però sono convinto che il problema di Capuano sia un fattore di applicazione,cioè di sufficienza,perchè in passato ha dimostrato di poter fare la sua figura,non lo ritengo scarso tecnicamente,però si è adagiato sul fatto che non ci sia un terzino sinistro che gli possa insidiare realmente il posto.Nel primo tempo,a mio avviso,si è adagiato all’entusiamo di Catellani,che faceva tutta la fascia sinistra senza “mai” fermarsi.Per quanto riguarda Ledesma,se ricordi,ho sempre detto che sono un suo grande estimatore,ritengo questo giocatore di grandi qualità tecniche e grande qualità sostanziale,penso che la sua voglia di voler cambiare squadra in quest’estate,stia pesando un tantino sulle sue prestazioni,se a breve dovesse arrivare la firma sul contratto,possibilmente si rasserenerà un pò il rapporto fra lui e la società.Andiamo alla nota “dolente”,la tua analisi su Andujar non fa una grinza,anch’io ho detto di mettere in campo,uno tra Campagnolo e Kosicki (anche se preferisco il secondo),e alternarlo fra panca e tribuna,come fino adesso hanno fatto i suoi due compagni.Ciao Vittorio,io ero uno dei promotori per un eventuale acquisto di Gillet e ne rimango convinto,l’errore sul gol di Pazzini,non compromette il rendimento di un portiere sempre sopra la sufficienza,come faceva notare Marcello,l’involuzione di Andujar nel dopo Mihajlovic,è davanti agli occhi di tutti e come dice Simone (che saluto),certi errori,come quello di domenica scorsa,per un portiere di serie “A” sono gravi.
    Non penso si possa attribuire ai tifosi catanesi la perdita dell’autostima che lui stesso sta mettendo in discussione,io penso invece,che quando un giocatore,a Catania,pensa di essere arrivato,è il più grande errore che possa fare,faccio alcuni esempi:
    De Zerbi al Napoli flop;Caserta al Palermo flop;Zenca al Palermo flop;Mascara al Napoli flop,questi a memoria mentre scrivo.Andujar, durante il calcio mercato aveva dichiarato di voler ambire a traguardi diversi da quelli del Catania,per poi smentirli all’arrivo a Catania per l’inizio della preparazione.Attenzione;giustificabilissimo avere delle ambizioni,però si deve essere anche all’altezza degli obbiettivi che si vogliono raggiungere,lui non ha avuto mercato e si è dovuto accontentare,mi sbaglierò,ma è rimasto a Catania non contento di restare.Secondo il mio modesto parere,lo stesso errore lo sta facendo Lopez,lui voleva andare via,il fatto che sia rimasto non lo ha fatto felice,certe dichiarazioni in conferenza stampa non mi convingono per niente,se andiamo a rivedere Lopez quando è arrivato a Catania,già nell’espressione del viso si intravedeva l’entusiasmo di giocare in Italia e a Catania,a prescindere dagli obbiettivi,quando si inziò a parlare di interessamento di squadre di prima fascia,le cose sono iniziate a cambiare.Comunque,il post sta diventanto troppo lungo,chiudo dicendo che chi è scontento di restare a Catania,se ha mercato,che vada pure via,se no,in tribuna,qualche posto si trova sempre e parlo per tutti i giocatori. 😆 😆

    Mi fa piacere che la maggioranza condivide le pagelle,vuol dire che sto migliorando. :mrgreen: :mrgreen:

  11. Ip Address: 79.2.48.234

    Grazie Angelo. 😉

  12. Ip Address: 79.2.48.234

    Vittorio,come ben sai,rispetto la tua opinione ma non sempre la condivido.Su questa parte del tuo post N.8

    “Catania ad ogni errore che fa la difesa al cento x cento la colpa è di Andujar oramai è il suo destino, vedi Izco, vedi Del Vecchio, Ledesma per non dimenticarsi di quel pilastro della difesa del Chievo Gennaro Sardo, andato a furia di fischi in quel di Verona”.

    Penso che si dovrebbe mettere sul piatto tutto ciò che riguarda i giocatori da te elengati,andiamo per ordine.
    Izico,a Catania la sua crescita,è stata accompagnata dai tifosi con pazienza e “affetto”,nelle sue prime apparizioni,si sono sempre rispettati i tempi del ragazzo,anche perchè,in più occasioni veniva utilizzato in più ruoli,perciò giustificabile le prestazioni altalenanti.Anche lui con Mihajlovic,sfodera un girone di ritorno,a dir poco entusiasmante,facendo vedere delle qualità,non solo fisiche ma anche tecniche,penso sia normale che il tifoso pretenda delle prestazioni all’altezza delle doti del giocatore,i cali durante un campionato ci possono stare,però se sono continui ci può stare anche il malumore.Delvecchio,arriva a Catania con tanti propositi,poi,causa l’infortunio che ha patito e il ritardo nella preparazione,ha fatto si,che le sue prestazioni non fossero degne di una sufficienza,anzi.Senza prolungarmi troppo,posso dirti che la stessa cosa si potrebbe dire degli altri che hai citato,e se mettiamo da parte le pagelle che faccio io (che non contano),non penso che tutti quelli che li pubblicano nei media locali e nazionali,sia degli incompetenti se per svariate partite impartiscono voti che non vanno al di là del cinque,al massimo cinque e mezzo.Tu che sei stato a Catania,sai a cosa mi riferisco,dovresti conoscere bene il tifoso catanese,anche se i tempi sono cambiati,ma nel d.n.a del tifoso rossazzurro,c’è tanto amore per i colori della propria squadra e anche per i giocatori,però il catanese è anche un tifoso esigente,perchè per la squadra e per i giocatori che indossano la maglia del Catania (anche se oggi non ci sono più bandiere),da tutto se stesso.

  13. Ip Address: 79.33.41.212

    MI DISPIACE CHE NON CI SIA ALVAREZ CONTRO IL NOVARA AUGURI DI UNA PRONTA GUARIGIONE 😀 😀

  14. Ip Address: 88.64.178.252

    Catania una realtà calcistica moderna in mezzo ad una realtà sociale tra il primo e terzo mondo non c’è da stupirsi se molti giocatori del catania se ne vogliono andare da questa invivibile città

  15. Ip Address: 79.8.99.109

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri,ciao Angelo e Lux.
    Lux,concordo pienamente con il tuo post,Catania e il sud in genere sono diventati invivibili ed è inutile elengare i vari motivi,però,i calciatori che vengono a Catania,dopo un pò di tempo conoscono la realtà catanese,che a loro non li sfiora minimamente,ne economicamente e neanche socialmente,anzi,ti posso dire,che i giocatori che dimostrano “attaccamento” alla maglia,vengono trattati come Pascià dai tifosi e dalla città tutta,non fosse così,non si spiegherebbe come Baiocco e Sottil hanno aperto dei negozi sportivi e una scuola calcio a Catania,Silvestre ha comprato casa e tanti altri che sono rimasti legati alla città acquistando case o ville per viverci o per turismo.I giocatori se ne vogliono andare da Catania per ambizioni diversi,che ci può stare se ne hai le capacità di lottare per cose migliori,però anche in questo ci vuole stile,cosa che spesso chi passa da Catania dimentica.

  16. Ip Address: 88.64.178.252

    ma io non voglio lottare per niente mi limito solo a esprimere un mio pensiero perchè viene da pensare quando leggo sempre di giocatori che dicono sempre la stessa cosa, mettersi in vetrina per approdare a nuovi lidi. In genere il succo dei loro discorsi é sempre questo
    per quanto riguardo Baiocco oltre ad aver trovato come occupare il suo tempo a Catania e uno di quei pochi credo io che ha capito l’anima Catanese il vero spirito dei Catanesi onesti che lo spinge a sentirssi parte integrante di Catania quasi vi fosse nato almeno questo e quello che ne evinco dalle sue dichiarazioni passate , per Catania , e lo dimostrava non solo a parole ma dando tutto in campo ma il mio discorso andava a parare da un’altra parte forse maa non mi voglio dilungare

  17. Ip Address: 79.8.99.109

    Lux,forse non ho afferrato il concetto da te espresso,comunque,come ho scritto nel post precedente,non è il solo Baiocco ad aver capito l’anima catanese,c’è anche qualcun’altro.Invece è vero quello che dici nel tuo ultimo post nella parte finale,che alcuni giocatori arrivano a Catania solo per utilizzarla come vetrina,non rendendosi conto che,non sempre quello che è esposto in vetrina piace a tutti.

  18. Ip Address: 79.8.99.109

    N.B.Lux,il passaggio del mio post N.15,

    “I giocatori se ne vogliono andare da Catania per ambizioni diversi,che ci può stare se ne hai le capacità di lottare per cose migliori,però anche in questo ci vuole stile,cosa che spesso chi passa da Catania dimentica.”

    Non era rivolta a te ma ai giocatori stessi,non vorrei che stiamo facendo un pò di confusione!!!!!!8O 😯

  19. Ip Address: 88.64.178.252

    si giusto
    lo so non era rivolta a me

  20. Ip Address: 88.64.178.252

    cmq io credo che se la cittá fosse un attimino più moderna più al passo con i tempi e le cose funzionassero come giustamente ci si aspetta da una città italiana paese tra gli otto più industralizati nel mondo a
    qualche giocatore verrebbe pu voglia di rimanere a Catania malgrato ciò che nel catania gli stipendi dei giocatori non siano al top dei guadagni
    ecco questo è quello che io penso niente di più niente di meno
    un saluto Peppe a te e al resto degli amici rossazzurri

  21. Ip Address: 79.33.41.212

    BUONASERA AMICI ROSSOAZZURRI UN SALUTO A LUX E PEPPE58 CATANIA DELVECCHIO A NOVARA SOLO X I TRE PUNTI IL MIO RUOLO ❓ MONTELLA MI CONOSCEVA GIA

  22. Ip Address: 79.33.41.212

    COME DICE IL NOSTRO LEDESMA IN SERIE A CI VUOLE LA GIUSTA CONCENTRAZIONE QUALSIASI SIA L’AWERSARIO 😈 😈

  23. Ip Address: 79.33.41.212

    A NOVARA SI FARA IL PRIMO COLPO IN TRASFERTA ❓ IO CI CREDO SENO CHE CATANISTA SAREI FORZA CATANIA SEMPREEEEEEEEEEEEEEEE

  24. Ip Address: 79.33.41.212

    MONTELLA SUAZO VALORE AGGIUNTO

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu