Catania Parma 0 – 0

 Scritto da il 23 settembre 2013 alle 09:11
Set 232013
 

Plasil

Il Catania non riesce più  a trovare la facilità di gioco che ne ha fatto una delle  sorprese della stagione scorsa, soprattutto tra le mura amiche del “Massimino”. Perché fuori casa abbiamo quasi sempre perso o al massimo pareggiato.

Se andiamo ad analizzare la squadra ce n’accorgiamo tutti che abbiamo perso tutta la corsia sinistra dove il Catania sviluppava la sua azione d’attacco con Marchese e Gomez,  Monzon ancora non  al top, quindi tocca al mister cercare la soluzione giusta a questo problema che fino adesso non è riuscito a trovare …..

Tanti giocatori sono fuori di testa, confusi, Barrientos innamorato della palla rallenta il gioco e gira a vuoto, Almiron un ombra in campo, non è in forma smagliante, Maxi non sa più controllare la palla.

Siamo in difficoltà un solo punto in 4 partite è una media da retrocessione ( speriamo di no ) ma la verità per adesso è questa, altro che coppe.

Unica nota positiva, Boateng, Plasil, e tutta la difesa.

Boateng: Sono contento per l’esordio, se fosse arrivato il gol sarebbe stato meglio, ma dobbiamo essere soddisfatti per il punto ottenuto. Cosa non è andato? Non direi così. Abbiamo messo in campo ciò che ci ha chiesto il mister, ma il gol arriverà. Lazio? Con la forza del gruppo si uscirà da questo periodo e speriamo subito di fare bene.

Fischi? I tifosi si aspettavano altro, questo è normale. Noi dobbiamo migliorare nella cattiveria e dovremo provare a fare ciò che ci dirà il mister in settimana.

Andujar: Non sono contento del risultato ma un punto ci dà comunque maggiore tranquillità. Il campo pesante e allentato ci ha sfavorito ma comunque si è visto un Catania grintoso dove ha fatto bene in difesa col 5-3-2 e meno in attacco ma un passo alla volta. Mi dispiace che la gente non sia contenta. La partenza con Atzori in panchina è diversa perché l’attuale squadra è più forte di quel Catania. Oggi tutti hanno dato il massimo in campo e sono certo che presto usciremo da questo momento.

Maran; Stiamo attraversando un momento un po’ particolare. Il campo oggi era pesante e abbiamo provato a fare il risultato. Mi è sembrata una squadra in crescita anche se ancora non siamo al massimo della condizione. C’è tanto da migliorare ma la squadra ha avuto lo spirito giusto. Dobbiamo sicuramente avere una maggiore concretezza in attacco. Questa è stata la prima settimana in cui ho avuto tutto il gruppo a disposizione, sono convinto che questo sarà il primo passo per uscire da questo momento piuttosto difficile. Leto non è stato convocato per un fastidio al piede. Keko e Boateng hanno dato il loro apporto a partita in corso e ci tenevo a sottolineare anche la prestazione di Guarente, al suo esordio stagionale. Sicuramente potrò riproporre questo modulo, i difensori mi hanno dato grandi garanzie. A parte Legrottaglie e Spolli anche Bellusci mi è piaciuto tanto. Bergessio? Dobbiamo ancora valutare le sue condizioni.

  52 Commenti per “Catania Parma 0 – 0”

  1. Ip Address: 79.22.45.226

    BUONGIORNO A TUTTI FRATELLI DAL CUORE :catania: SI SIAMO PIU FORTI DELLO SCORSO ANNO MA SE NON SI SISTEMANO LE PEDINE GIUSTE AL POSTO GIUSTO LOTTEREMO SOLO PER NON RETROCEDERE FORZA CATANIA SEMPRE :catania: SOLO CHI AMA QUESTI COLORI PUO CAPIRE GIOE E DOLORI SEMPRE FORZA CATANIA :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve: :ciao:

  2. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti…..
    Ciao Angelo, siamo tutti nervosi, incavolati, spaesati dal gioco prodotto dalla squadra del cuore… Purtroppo ci dobbiamo rassegnare fino a quando trovano un intesa decente in campo, non c’è più una guida un fulcro tra difesa e attacco.
    Io spero in Guarente e Plasil ad assumere con impegno il compito di regista quello che faceva prima il Lodi (che a Genoa sta fetendo) perchè anche il Greco non ha la capacità per adesso….

    Il Catania di adesso è più forte ❓ ❓ ❓ chiacchiere, bisogna dimostralo sul campo, cosa che ancora non è avvenuta.
    Ieri è stata la partita della vergogna, tutti a difendere, poi la trovata del Marano fare giocare Barrientos come seconda punta ahahahahahahah, avendo in panchina Boateng, Keko è stata una incompetenza. Dico o l’allenatore mette in riga la squadra e tira fuori il meglio, altrimenti si leva dai Co…….ni.

    ————————————————-FORZACATANIA————————————–

  3. Ip Address: 92.135.212.96

    Buongiorno a tutti pari

    Voi tutti dite quello che volete e vi rispetto, io vi dico che il Catania non farà 58 punti, ma arriverà minimo a 50 e tra le prime dieci :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :catania: :catania: :catania: :catania:

  4. Ip Address: 79.22.45.226

    CIAO CHIAREZZA CONDIVIDO LA TUA CONVINZIONE E SPERO DI CUORE CHE SIA COME DICI TU FORZA CATANIA SEMPRE :catania: :catania: :ciao: :ciao:

  5. Ip Address: 87.10.34.65

    Salve raga’!!!
    Ciao joe, Chiarezza e Angelo!!!
    Come scrive joe siamo piu’ forte con le chiacchiere ma condivido quello che scrive Chiarezza e Angelo.

    Dobbiamo rassegnarci che questo e’ un’altro campionato.

    Buon pomeriggio a tutti!!! :piangere: 😳 😐 😕 🙁

  6. Ip Address: 79.4.15.37

    Riporto il post di Peppe che saluto.

    Peppe58
    23 Settembre 2013 alle 11:31
    Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri,ciao Giorgio,Mongibello e Angelo :salve: :salve: :ciao: :ciao: :sciarpa: :sciarpa:

    Vorrei fare una premessa prima di esprimere qualche considerazione,le critiche che ognuno di noi muove alla squadra,all’allenatore e qualche gioicatore in particolare,viene sopratutto dall’amarezza di essere consapevoli che,quello che stanno offrendo,è al di sotto delle loro possibilità,a prescindere dalle partenze ed arrivi che il mercato ha portato,questo è il mio umile pensiero.

    Ciao Vittorio :salve: :ciao: rispondo su Lodi,come ben m’insegni,soporattutto perchè sul campo ci sei stato,non significa nulla la prestazione buona o cattiva di Lodi contro il Livorno,o quello che farà in questo campionato.

    Un giocatore a volte può fare bene in una piazza e meno bene in un’altra,questo a prescindere dalle qualità tecniche del giocatore.

    Può dipendere da come si ambienta e se si ambienta,da come viene accolto dallo spogliatoio ecc….ecc….io dico che Lodi,per l’economia del gioco del Catania,era importante e non centra se Almiron giocava al suo fianco o meno,perchè,Almiron,sta confermando il perchè nelle altre società veniva cacciato al secondo anno.

    Questo non significa che senza di Lodi il Catania non possa andare avanti,però,se Maran non riesce a trovare il bandolo della matassa,saranno guai,perchè,al momento,il Catania a centrocampo,non si sta raccapezzando e lui sta brancolando nel buio.

    Come si fa a riconfermare Almiron,come si fa a non mettere in considerazione uno come Keko,almeno corre e invece si mette in consideraszione un Lopez scandaloso nella forma e nella mente.

    Vittorio,tu dici che un giocatore(Lopez) deve giocare per trovare la forma,questo lo condivido quando un giocatore deve riprendere il minutaggio e il ritmo partita,ma con un fisico all’altezza,ma soprattutto con la voglia e la mente serena,cosa che non vedo in Lopez in questo momento.

    Insomma,io penso che Maran qualche errore iniziale lo stia commettendo,certo,non è stato aiutato dagli arrivi a spezzoni dei nuovi giocatori e negli ultimi periodi,senza averli avuti durante la preparazione estiva,però,insistere su Tachisidis prima,Amiron e Bellusci dopo per non dire di Lopez trascurando Freire e Keko,non lo giustifica.

    In ultima cosa,ma Bergessio,sicuri che abbia gli stessi stimoli degli anni precedenti?

  7. Ip Address: 79.22.45.226

    Primo: “non prenderle per non perdere”. Poi, tornare a vincere
    Statistiche e curiosità del post Catania-Parma. Il Catania chiude la sua prima partita senza subire goal e quindi riesce a strappare il pareggio contro il Parma, che tuttavia ai numeri si lascia preferire. Funziona bene la difesa, nullo è invece l’attacco. La differenza reti è la peggiore dopo quella del Sassuolo.

  8. Ip Address: 79.22.45.226

    Zero gialli
    Da inizio stagione il Catania non aveva mai chiuso una sola partita senza subire almeno un’ammonizione. C’è riuscita contro il Parma. Segno di una condizione fisica e attenzione migliori.

    Zero goal subiti
    Da inizio stagione il Catania non aveva mai chiuso una sola partita senza subire almeno due goal. Contro il Parma non ne ha subito neanche uno.

    Differenza reti
    Sette reti subite, una sola messa a segno. Dopo il Sassuolo, -14, il Catania ha la peggior differenza reti dell’intera serie A.

    Astinenza
    Sono 338′ i minuti trascorsi senza far goal. L’ultima rete rossazzurra l’ha messa a segno Barrientos al 22° di Fiorentina-Catania.

    Statistica
    Il Parma, come il suo allenatore, continua a non riuscir a vincere al Massimino. Stadio inespugnato.

    Cassano
    Altra statistica confermata. Il fantasista barese non riesce mai ad incidere quando calca l’erba del Massimino. A metterlo fuori stavolta è Donadoni, che lo lascia negli spogliatoi dopo l’intervallo.

    Esordio
    Contro il Parma è arrivato l’esordio stagionale per Keko. Per Guarente si aggiunge anche quello in maglia rossazzurra. Per Boateng anche quello in una competizione professionistica.

    Trend
    Un punto in quattro partite, era già accaduto nella stagione 2009/10. Maran si augura presto un cambiamento..

    Centrocampo
    Tra scelte ed infortuni, il Catania è sceso in campo contro il Parma con la linea mediana ancora una volta rivoluzionata. Con questa quarta gara, tutti i centrocampisti a disposizione sono già stati impiegati.

    Badando ai numeri
    Il Parma ha prevalso ai punti. Miglior possesso palla, maggior numero di palloni giocati e passaggi riusciti, miglior coefficiente di attacco alla porta avversaria e difesa della propria porta. Il Catania fa meglio degli avversari solo per numero di angoli, 8v2 e tiri in porta 2/12 contro 1/12.

    Difensori?
    Le difficoltà offensive dei rossazzurri sono testimoniate dai numeri. E’ Spolli, con quattro conclusioni verso la porta avversaria, l’attaccante più pericoloso, seguito da Legrottaglie con due. Peccato trattasi di due difensori.

    Lucarelli
    Con 32 palloni recuperati e 51 passaggi riusciti, il giocatore più determinate della partita è Alessandro Lucarelli, difensore del Parma.

    Periodo peggiore
    Un solo punto in quattro partite. Si tratta del periodo peggiore dell’intera gestione Maran.

    Zero
    Il Catania è tra le cinque squadre ancora in cerca di vittoria: Bologna, Parma, Sassuolo, Sampdoria.

    Incredibile
    Le coincidenze degli infortuni di Bergessio sono sbalorditive. L’attaccante rossazzurro ha subito due infortuni lo scorso anno: contro la Lazio e contro il Chievo. In entrambi i casi, sempre al Massimino, è stato costretto ad abbandonare il campo al 26° minuto del primo tempo. Poco di più, 33′ è durata la partita contro il Parma, terminata anzitempo per un fastidio diverso dai precedenti: distorsione alla caviglia.

  9. Ip Address: 72.226.121.41

    Premesso che sono stato sempre contrario al cambio dell’allenatore ad inizio stagione anche se ci sono stati dei precedenti specialmente ad opera di Zamparini,debbo tuttavia riconoscere che la nostra squadra non ha fino ad ora un’ entita’ di gioco e specie in attacco e’ assolutamente priiva di idee.Per questa ragione penso che sia conveniente dare al nostro allenatore ancora un po’ di tempo ma non troppo prima che sia troppo tardi.Come tutti sappiamo,il CATANIA ,dopo l’impegno sulla carta proibitivo con la Lazio,giochera’ 2 partite in casa e dovranno essere 2 vittorie…..In caso contrario,il cambio dell’allenatore dovrebbe essere messo in seria considerazione.SEMPRE FORZA CATANIA

  10. Ip Address: 87.10.34.65

    Buonasera raga’!!! :salve:
    Ciao Salvatore!!! :ciao:

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :piangere: :sciarpa: :piangere:

  11. Ip Address: 79.12.109.50

    Buona sera a tutti gli amici rossazzurri :salve: :ciao: :sciarpa: ciao e grazie Joe 😉

    Vittorio,leggo adesso il tuo post e in gran parte sono d’accordo,spesso,come dici tu,vediamo le stesse cose,ma da un punto di vista diverso.

    Sui grassi,hai ragione :incavolato: specialmente da un professionista pretendo il massimo della professionalità e se ben ricordi,io sono sempre stato un grande estimatore di Alvarez,tranne,quando ha messo qualche kilo in più a discapito di qualche prestazione.
    Adesso,sono ben felice per lui e avevo tessuto le sue lodi,oltre per il bel campionato dello scorso anno,già quest’anno nell’amichevole contro il Cagliari,avevo scritto che,si è presentato ai nastri di partenza di questa stagione,come un figurino,sul suo carisma e l’impegno,ne vorrei undici in squadra come lui.

    Tornando a Lopez,se avesse avuto la volontà di giocare a Catania,si sarebbe presentato in queste condizioni? Purtoppo Lopez ha dimostrato di essere uomo e di conseguenza giocatore,volubile e attratto da egocentrismi,forse non solo ,suoi e questo penalizza lui ma sopratutto noi,perchè,Lopez è rimasto per mancanza di mercato,non c’èra la volonta sua e neanche della società(checchè ne dica il presidente) affinchè lui rimanesse a Catania,ma ormai è quì,perciò,non posso che augurarmi che torni al più presto in forma,sopratutto con la testa.

    Andiamo su Bellusci,dici che non sei d’accordo con me però dici che è scemo,allora stiamo dicendo la stessa cosa,forse mi sono spiegato male nell’interpretazione del mio giudizio su Bellusci.

    Mi spiego meglio,Bellusci pecca di umiltà,pensa di essere un campione ma non lo è,quando ha giocato con umiltà e dedizione,ha dimostrato di poter stare benissimo nella massima serie,dimostrando di essere un buon difensore(e nient’altro)ma il suo problema è,che quando fa una buona partita si monta la testa,sbagliando le successive,lo dimostra quando cerca di fare ripartire l’azione dai suoi piedi con lanci lunghi senza senso e senza precisione,per non dire che,non fa altro che litigare con gli avversari.

    Su Lodi,rimango della mia idea,pur rispettando la tua,nel mio post precedente non ho detto che Lodi sia un campione o un vice Pirlo,ma che per l’economia del gioco del Catania era importante,per il resto del tuo pensiero su Lodi che voleva andarsene,se rileggi i miei post dal mercato di gennaio dello scorso anno,vedrai cosa scritto di lui.

    Su Andujar,concordo pienamente con te,lo scorso anno ha dimostrato di essere un degno titolare,quest’anno ha sbagliato una partita,ma tutta la squadra non sta andando e questo può essere motivo di poca tranquillità e per il portiere diventa più difficile,ieri mi è piaciuto molto,oltre alla parata,mi è sembrato sicuro di sè.

    Su bergessio,non mi riferisco ai gol che potrebbe fare o farà,ma se ben ricordi,negli anni precedenti,da solo ha sempre fatto reparto,portando un pressing asfissiante ai portatori di palla avversari nella loro metà campo,in queste prime quattro partite,tranne qualche azione sporadica,mi è sembrato assente dal gioco,come se avesse la testa ad altro,forse pensava di andare a giocare altrove ed è rimasto deluso?

    Dimenticavo,certo che Izco è fondamentale,ma non penso che solo con il suo rientro i problemi del Catania svaniscano in un lampo.
    Penso che Maran debba trovare un sistema di gioco che si adatti ai giocatori a sua disposizione e non il contrario ed insistere su quello.

    Penso anche che,non si possono tenere in naftalina giocatori come Keko o non dare nessuna possibilità a Freire,deve dare qualche possibilità anche a loro come l’ha data ad altri,in questo momento non saprei quale modulo poter suggerire,anche se una mia idea me la sono fatta,però,per prima cosa,deve togliere certe gerarchie inutili e mettere in campo chi merita di più,vedi ieri Legrottaglie.

    Diciamo che al momento senza gli infortunati,schiererei questa formazione:

    3-5-1-1

    Andujar

    Legrottaglie-Spolli-Rolin

    Keko-Izco(Freire)-Plasil-Guarente-Biraghi

    Barrientos

    Boateng

    Ciao a tutti e buona serata :salve: :salve: :ciao: :ciao: :sciarpa: :sciarpa:

  12. Ip Address: 87.13.247.148

    Buongiorno raga’!!! :salve:
    Ciao Angelo, che verrai dopo e Peppe58!!! :ciao:

    Buona giornata a tutti!!! :piangere: :sciarpa: :piangere:

  13. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti…..
    Ciao Giorgio,
    Maran deve continuare con la formazione o modulo 4-3-3 come giocava prima senza fare cambiamenti strani.
    rispetto alla stagione scorsa manca Marchese sostituibile con Biraghi o Monzon
    Gomez sostituibile con Leto o Keko
    Lodi con Plasil
    Biagianti con Guarente o Taxi

    Mi sa che il ns. caro Marano non ci sta capendo più niente ….
    Speriamo domani :sciarpa:

  14. Ip Address: 92.135.212.96

    Buongiorno a tutti pari
    Questo è il bello del calcio, ognuno di noi la pensa come vuole e tutte le idee sono rispettabili, ma alla fine sceglie Maran e siccome non credo che uno un giorno è bravo (record di punti e campionato strepitoso) e l’altro giorno si chiede la sua testa dopo 3 sconfitte tra cui 2 con Inter e Fiorentina e scusate se è poco.

    Ciao Joe scoddati u 4-3-3 Leto non è Gomez Plasil non è Lodi con Biagianti sono d’accordo, ma lui giocava poco, mentre Marchese lo possiamo sostituire tranquillamente con Monzon e non Biraghi. Come Maran si deve dimenticare il 3-5-2 non ha assolutamente gli uomini per farlo, con i giocatori che ha a disposizione a solo 2 moduli o meglio 3 4-1-4-1 o 4-2-3-1 o meglio di tutti con Leto in forma il 4-4-2

    domani visto che giochiamo con la Lazio io farei il primo

    —————-Andujar
    Alvarez-Bellusci-Spolli-Biraghi
    ————Tachtdisis
    Guarente—Barrientos–Plasil–Castro
    ————-Lopez

    se sta bene Leto nel secondo tempo per Castro

  15. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri,Ciao Giorgio,Angelo,Joe e Vittorio :salve: :ciao: :sciarpa:

    Vittorio,concordo su Maran,tant’è che io parlo di errori di scelte e non di mandarlo via,almeno dobbiamo vedere cosa succede nelle prime otto-dieci giornate.
    E’ vero che un allenatore non può diventare da bravo ad asino e viceversa,però Vittorio,sai meglio di me che,ogni campionato è diverso dall’altro e in certi casi non sempre si riesce a ripetere le ottime cose fatto l’anno precedente,io auguro a Maran di trovare subito le giuste soluzioni e di migliorare la classifica dello scorso anno,ma sarei ben felice anche con una salvezza tranquilla.
    sicuramente Maran,il tuo primo modulo non potrà mai attuarlo,perchè ancora si gioca in 11 e non in tredici… :incavolato: Vittorio,hai schierato qualche giocatore in più ahahahah….. 😉 Un saluto a tutti :ciao: :sciarpa:

  16. Ip Address: 79.35.46.149

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: ciao giorgio peppe58 joe chiarezza lux mongibello e tuttu u restu da cumacca Trovato il punto, risolvere i problemi
    Ricominciamo, ma non più da zero. Ripartiamo da uno. Un punto di vista che sia volutamente ostinato a cercare quanto di buono, seppur nascosto, spieghi le ragioni del pareggio. Esercizio stimolante. In fondo, le ragioni della mancata vittoria sono così manifeste da non necessitare alcun approfondimento. Partiamo da queste: Infortunati, nuovi arriv…

  17. Ip Address: 79.35.46.149

    nuovi arrivati, nuovo modulo, campo pesante, cambi obbligati, fischi del pubblico, pessima classifica, critiche della stampa. sconfitte in bisaccia tre (di fila), la peggior partenza di sempre, un goal fatto sette subiti. In un parola: un gruppo impreparato a fronteggiare le difficoltà inattese, prima; a ritrovarsi gruppo nelle difficoltà incontrate, fino a poco tempo fa.

    “Ricominciamo dal gruppo”, sicuri di non averlo sentito dire a più voci in queste settimane? E’ proprio così. Fino a poco tempo fa il Catania davvero pareva non sapere da dove iniziare a lavorare per aggiustare tutto quel che non andava. E nulla andava. Lo giustifichiamo così il volto scuro di Maran, nervoso fino addirittura a risponder piccato alle domande dei giornalisti, come mai accaduto. E davvero, era mai accaduto a Maran di trovarsi in difficoltà a Catania? Sì, difficoltà mai però tali da contemplare una reazione innervosita, mai da non lasciar intravedere lo spiraglio di luce da imboccare per venir fuori dal tunnel, un qualsiasi punto fermo (fosse la classifica, la prestazione, il calendario, un singolo giocatore) dal quale ricominciare per sistemare quel che non andava.

    Il ritrovato ottimismo di Maran, la sincera serenità opposta al sincero nervosismo del passato, pur sempre di fronte ad una “non vittoria”, inducono a pensare ad un “qualcosa” di diverso, di finalmente incoraggiante. Qualcosa che spiega il pareggio, il primo punto in classifica, la prima partita senza goal subiti ma che è giustificabile solo con altro. Ad esempio, l’aver ritrovato finalmente il punto fermo sul quale lavorare, la luce che indica la strada per venir fuori dal buio e dalle incertezze. In una parola: il gruppo. Nei suoi uomini più importanti, almeno tra quelli disponibili, nell’identità combattiva di chi per mirare in alto deve badare anzitutto all’essenziale, come la salvezza, come non subire goal, come a non perdere, e su questo costruire la propria crescita, le proprie vittorie, mattone dopo mattone.

    Contro il Parma è stato messo il primo di mattone. Il primo passo avanti. Che vale più del punto in classifica o delle zero reti subite. Si è rivista una squadra, che arretra ed avanza da squadra, che affronta le difficoltà senza disunirsi come contro l’Inter, che reagisce da squadra,come negli ultimi minuti contro il Livorno. E non può esser per questo, che un allenatore da sempre estraneo alle scuse, stavolta, parlando a tutti, le butti dentro tutte? Le butta dentro per difendere ad ogni costo il punto di vista che fa luce sull’unico aspetto positivo; il solo da cui il poter trarre ottimismo. Il primo successo inteso come miglioramento tangibile, passo avanti programmato e compiuto di una squadra che ha sempre avuto tutto sì, ma tutto in disordine almeno fino ad una partita fa.

    Rimesso a posto il gruppo, si può pensare e credere di poter metter ordine a tutto quel che segue: modulo, titolari, schemi e quant’altro anche contro il Parma ha impedito, nonostante la volontà del gruppo, di centrare la vittoria. Prima, una questione senza apparente via d’uscita, d’aver paura. Adesso vista come una questione di tempo, da poter accorciare col duro lavoro, e di questo il Catania non ha mai avuto paura, davanti ce n’è pero tanto, davvero tanto e di pazienza, almeno fuori da Torre del Grifo poca, molto poca.

    Commenti solo catania tutto il resto e noia :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve: :ciao: :ciao:

  18. Ip Address: 79.2.35.93

    Buongiorno a tutti…. :salve: Ciao ciao giorgio peppe58 joe chiarezza lux salvatore angelo… insomma a tutti.. 😆

    Non avrei mai immaginato una partenza così disastrosa….. è chiaro che dobbiamo solo cercare di salvarci…purtroppo è questo il nostro obiettivo.

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare.. :sciarpa:

  19. Ip Address: 79.4.15.37

    Per scaramanzia non metto l’articolo ” verso Lazio-Catania ” manco la foto del Marano :sciarpa:

  20. Ip Address: 79.4.15.37

    Klose non sarà a disposizione del tecnico Vladimir Petkovic per la sfida di domani contro il Catania. Ad annunciarlo è stato lo stesso calciatore all’uscita dalla clinica Paideia: “Come sto? Male – ha dichiarato -. Per domani non ce la faccio, speriamo per domenica”, riporta Lalaziosiamonoi. Il centravanti tedesco è alle prese con un problema al piede destro.

    Dias squalificato
    Novaretti, Biava e Radu infortunati….

  21. Ip Address: 79.4.15.37

    L’AVVERSARIO – Lazio balbettante ed incerottata, il Catania prova ad approfittarne…
    24.09.2013 17:30 di Matteo Botti Twitter: @MetBotti
    Fonte: Matteo Botti / Lalaziosiamonoi.it

    Clamoroso al Cibali! A Catania c’è una squadra che, specie in casa, se la gioca con tutti. Una Grande aggiunta, bel gioco e tante soddisfazioni. Piazza calda, quella siciliana, che vive di calcio. Il profumo del prato verde del Massimino stuzzica la fantasia degli accesi supporters etnei. Agrumi e pallone. La Serie A fa capolino alle pendici dell’Etna dalla stagione 2006. I rossazzurri non la mollano più. Un’esperienza in crescendo, il record di punti che viene ritoccato di stagione in stagione. Dal primo Catania di Pasquale Marino all’ultimo di Rolando Maran, passando per l’interregno de El Cholo Simeone e l’annata da stropicciare gli occhi del Vate Montella, il filo conduttore è il gioco d’attacco. Potere alla fantasia, sentirsi grandi pur essendo considerata una piccola. Un connubio vincente, quello tra il patron Antonino Pulvirenti e l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, idillio protrattosi fino all’estate dello scorso anno. Passione e competenza, amore per la gente e grande esperienza in fatto di calcio. Il Catania via via col tempo assume fattezze argentine. Lo Stadio Angelo Massimino si colora di albiceleste.

    INIZIO IN SALITA – Il Catania fa visita alla Lazio per il quinto turno di Serie A. Principio di campionato ben diverso dalle attese, quello degli etnei: un solo punto in cascina, giunto peraltro due giorni fa in seguito al match contro il Parma dopo la striscia negativa di 3 sconfitte patite da Fiorentina, Inter e Livorno. Un mercato estivo all’insegna del risparmio, povero e confusionario. Autostima al ribasso, incognite varie e qualche evidente lacuna nell’economia della rosa consegnata al tecnico Maran. Questa, in sintesi, la ricetta per un avvio di stagione quantomeno preoccupante per il club etneo. Appaiono lontani, al momento, i fasti della stagione passata, ricca di soddisfazioni, e in termini di gioco e in termini di risultati. Gente d’esperienza come Marchese e capitan Biagianti messi alla porta, pezzi grossi del calibro di Lodi e Gomez ceduti troppo precipitosamente. Sostituti che non sembrano essere all’altezza. Su tutti il greco Tachtsidis, già relegato ai margini, fischiatissimo per un anno a Roma e chiamato ora a sostituire in un ruolo chiave il genietto Lodi. A margine, solito innesto di argentini di belle speranze, ma ancora acerbi per un calcio difficile come quello del Belpaese. Una rosa che è un rebus. Nelle mani di Maran il compito di far fruttare una formazione modificata proprio negli uomini chiave. Buon per la Lazio, che ha tutte le carte in regola per ottenere un immediato riscatto post derby, forte anche della tradizione recente decisamente positiva all’Olimpico contro i rossazzurri: solo una sconfitta (0-1 nella travagliata stagione 09-10 con rete di Maxi Lopez) nei 14 Lazio-Catania giocati in serie A, con 6 pareggi e 7 vittorie. Ultima delle quali nel marzo scorso, un 2-1 in rimonta nei minuti finali, frutto dell’autorete di Legrottaglie e del rigore di Candreva.

    TATTICAMENTE PARLANDO – “Vogliamo essere più propositivi per superare questo momento, lo spirito è giusto, ora miglioriamo le prestazioni”. Propositivi. È la caratteristica principale degli Elefanti che in questo primo scorcio di stagione sta venendo meno. Il calcio spumeggiante di Vincenzo Montella, perpetuato nel corso della scorsa magica stagione – coincisa con il record di punti (56) nella massima rassegna nazionale – da Rolando Maran, latita. Colpa del mercato o mancanza di nuovi stimoli? Possibile che la fiamma del Catania-spettacolo degli ultimi due campionati sia già spenta? Continuità di risultati. Questo il diktat imposta da società e allenatore alla rosa. La trasferta di Roma capita a fagiolo. Il tecnico di Rovereto opporrà alla Lazio balbettante di inizio stagione la miglior formazione possibile. Non è tempo di turnover, nonostante i dubbi relativi al reparto avanzato: “E’ convocato ma decideremo alla fine”. Soggetto della proposizione, Gonzalo Bergessio, attaccante degli etnei corteggiato fino a 3 settimane fa dal club di Claudio Lotito. In caso di forfait dell’ex Saint Etienne, pronto l’altro argentino Maxi Lopez. Al suo fianco confermato Barrientos. A comporre la linea mediana, ancora a 5, Pablo Alvarez e Monzòn fluidificanti, mentre al centro con tutta probabilità il capitano della Nazionale ceca Plasil, Almiron e Guarente si divideranno il compito della regia. Scelte quasi obbligate per l’ex allenatore varesino, dal momento che Castro, Sebastiàn Leto e capitan Izco appaiono lontani dall’esser recuperati. A protezione di Mariano Andujar, confermato il pacchetto difensivo costituito da Giuseppe Bellusci, Legrottaglie e Nicolàs Spolli. Una linea arretrata che ad un occhio più attento appare prettamente a 5, con centrali bloccati e laterali più preoccupati alla fase di ripiegamento piuttosto che alle folate offensive. Un punto in 4 partite, per forza di cose, porta in dote una certa paura di perdere che non permette alla squadra di esprimersi sulla falsariga della scorsa annata. Squadra corta verso il basso, pressing quasi inesistente nella metà campo avversaria e creatività affidata alle intuizioni del solo Pitu Barrientos. Manca fluidità di manovra, utilizzo dell’ampiezza di gioco e ricerca della profondità. A Mascalucia, all’interno del quartier generale di Torre del Grifo nessun allarmismo. Se derby col Palermo ci sarà, che il palcoscenico sia ancora quello della Serie A!

    PROBABILE FORMAZIONE – Catania (3-5-2) Andujar; Bellusci, Legrottaglie, Spolli; Alvarez, Almiron, Plasil, Guarente, Monzon; Barrientos, Maxi Lopez. A disp.Frison, Ficara, Capuano, Biraghi, Gyomber, Rolin, Tachtsidis, Freire, Petkovic, Boateng, Keko, Bergessio. All.Maran

  22. Ip Address: 95.233.220.102

    CATANIA – Statistiche e curiosità di Lazio-Catania

    Era già accaduto
    Un solo punto in quattro partite? Non accadeva dal 2011/2012. Il Catania di Montella inanellò un pareggio (Milan) seguito da tre sconfitte consecutive (Chievo, Lecce, Cagliari) dalla 30^ alla 33^ giornata.

    Astinenza
    Il Catania è la squadra con la più lunga astinenza dal goal corrente ed assoluta. Sono ben 338′ che la squadra di Maran non riesce ad andare in rete.

    Quasi record
    Nelle scorse due stagioni, il record massimo di astinenza da goal si era fermato a 289′ nel 2012/2013, 213′ nel 2011/2012. Peggio di questa stagione il Catania ha fatto solo con i 351′ nel 2010/2011, e con i 364′ nel 2007/08 che rappresentano il record negativo.

    Due
    Solo due volte, su 24 precedenti, il Catania è riuscito a vincere all’Olimpico. Accadde nella stagione 1981/82, campionato di serie B, e nella stagione 2009/10, campionato di serie A. In entrambe le occasioni in Catania vinse per 1-0.

    Sette pareggi
    Dei sette pareggi all’Olimpico tra Lazio e Catania, si contano due 2-2 ed un solo 0-0. Il risultato più ricorrente per il pareggio è l’1-1.

    Totale
    Due vittorie, sette pareggi, ben 15 successi interni della Lazio. Più della metà, ben 8, sono arrivati col punteggio di 1-0.

    Goal
    Dal ritorno in serie A, il Catania ha mancato solo in due appuntamenti il goal all’Olimpico. Nella scorsa stagione a siglare la rete del temporaneo 0-1 fu Mariano Izco.

    Mai più di una
    Il Catania ha segnato un totale di 13 reti in 24 incontri all’Olimpico. Dalla stagione 1964/65 non segna più di una rete. Allora terminò 2-2.

    Precedenti
    Sono ben 35 le reti messe a segno dalla Lazio nei confronti col Catania, all’Olimpico. Dei 24 precedenti, solo 3 sono terminati senza almeno una rete dei biancocelesti.

    Consecutivamente
    Il Catania, in gare di campionato, segna consecutivamente dalla Lazio da quattro stagioni. Un totale di quattro reti valse due pareggi, una vittoria, una sconfitta.

    Petkovic
    La scorsa stagione, dopo il 4-0 del Massimino, Petkovic si vendicò battendo il Catania 3-0 in Coppa Italia ed 1-2 in campionato.

    Lopez
    Maxi Lopez mise a segno la sua prima rete in maglia rossazzurra contro la Lazio, all’Olimpico. Era il 7 Febbraio del 2010, l’ultima volta in cui il Catania espugnò l’Olimpico.

    Lopez #2
    Maxi Lopez non va a segno in competizioni ufficiali dal 10 Marzo 2013, in cui segnò l’inutile rigore del 3-1 a Cagliari con la maglia della Sampdoria. L’ultima rete su azione risale ad oltre un anno fa, al 16 Settembre 2012: Pescara-Sampdoria 2-3, mise a segno una doppietta.

    Lopez #3
    Lopez non gioca una partita da titolare dalla sfida tra Catania e Sampdoria dello scorso anno. Era l’8 Maggio del 2013. Su 17 partite giocate la scorsa stagione con la maglia blucerchiata, è partito 9 volte appena come titolare.

    Floccari
    L’assenza di Klose non è un gran conforto per il Catania. In 14 partite giocate, Sergio Floccari ha segnato 4 reti contro il Catania e fornito 2 assist ai compagni. Ha segnato con le maglie di Genoa, Parma, Lazio e Messina.

    Quinta
    Lazio-Catania si è già giocata come quinta giornata di campionato nella stagione 67/68. Vinse la Lazio per 1-0.

    Settembre
    Lazio e Catania hanno giocato 3 volte contro a Settembre. Per il Catania si contano una sconfitta ed un pareggio all’Olimpico, un pareggio al Massimino. :ciao: :ciao: :ciao: :catania: :catania:

  23. Ip Address: 87.13.247.148

    Notte a tutti!!! :piangere: :sciarpa: :piangere:

  24. Ip Address: 88.66.52.48

    con questa squadra si po fari quaccosa
    ma nnnoooooooooooooo cu stiu allenatori di serie c
    ca non capisci nenti ri palluni
    plasil ci pari un ogetto misterioso piu lo quadda e piu non ci capisci na mazza
    e allura facemu esperimenti tantu a uddu chi ci ni futti se calamu achiummu

  25. Ip Address: 95.233.220.102

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: queste le parole di marano Maran :”Rispetto per tutti, paura di nessuno”

    Ai microfoni dei cronisti, Maran: Mi aspetto una Lazio competitiva, ma noi dobbiamo scendere in campo con lo spirito giusto che abbiamo avuto la prima domenica di campionato. Abbiamo divergi giocatori recuperati ma dobbiamo aspettare domani per sapere le vere condizioni fisiche. Plasil più lo vedo giocare e più ho chiare le idee su di lui. Tutta la squadra deve fare di più, anche io.

  26. Ip Address: 95.233.220.102

    MASCALUCIA – Dalla sala stampa di Torre del Grifo, Mister Maran risponde ai microfoni dei cronisti:
    Lazio sicuramente avete preparato contromisure i vista della gara e dei loro infortunati, sarebbe un’errore di accontentarsi del pareggio?
    “Dobbiamo essere bravi per scendere in campo per ottenere il massimo risultato usando i mezzi migliori a disposizione. Abbiamo lavorato su giocare più alti e propositivi.
    Elasticità di cambiare modulo è stata la prerogativa dell’anno scorso. Prevede il 3-5-2?
    “Abbiamo preparato la gara nel cambiare il modulo in base a varie situazioni di gioco, dipende da chi potrebbe scendere in campo. Vedremo domani.

    Domenica ha avanzato sulla fascia sinistra Monzon, potrebbe essere una soluzione tattica?
    “E’una soluzione che provo da giorni, oggi mi viene difficile dire qualcosa perchè non so chi ho a disposizione per domani.

    Post derby per la Lazio e quindi stato d’animo diverso, sarà un problema?
    “Dobbiamo riflettere sul nostro stato d’animo.

    Alcuni sostengono che fisicamente siamo peggio dell’anno scorso?
    “Sicuramente abbiamo avuto diversi infortuni, altri si sono inseriti in squadra tardi. Tutto questo ha alterato in alcuni giocatori la programmazione del lavoro settimanale.

    Critiche post partita di Parma, le dispiace?
    “Mi dispiace che non si capisce la difficoltà che ha avuto questa squadra, le critiche ci stanno ma bisogna essere oggettivi. Eravamo partiti con il piglio giusto, abbiamo preso la strada giusta e ci porterà fuori da questa situazione.

    Come si affronta la Lazio?
    “Non dobbiamo commettere l’errore di essere timorosi, non importa il modulo ma è importante l’atteggiamento in campo. Con il coraggio e lo spirito giusto vedremo il vero Catania.

    Turn over in difesa con Rolin?
    “Bisogna calcolare chi è disponibile e dopo cercare di fare la squadra equilibrata dando continuità a chi ha giocato fin’ora.

    Petkovic le piace come tecnico e cosa teme?
    “Rispetto per tutti timore di nessuno, ha dimostrato di essere un ottimo tecnico.

    Plasil può essere un regista?
    “Per quanto riguarda Plasil io sto imparando a conoscere di più il giocatore durante gli allenamenti settimanali. Più lo vedo giocare e più rafforzo le idee che ho su di lui.

    Candreva è il più pericoloso o tutti?
    “Temere solo un giocatore non è giusto, la Lazio ha grandi qualità individuali e mi aspetto sempre una Lazio competitiva.
    Lopez, si aspettava di più da lui domenica?
    “Tutta la squadra deve e può fare di più, anche io, abbiamo ampi margini di miglioramento. Lui deve trovare la condizione giusta. e comunque solo catania tutto il resto e noia :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania: :salve: :ciao: :ciao:

  27. Ip Address: 95.233.220.102

    CATANIA – Come di consueto proponiamo a tutti i lettori rossazzurri la rassegna stampa con le notizie più importanti presenti oggi nelle edicole nazionali e non. Gli articoli riportati sono stralci degli originali, non volti a sostituirsi a questi, pertanto invitiamo ad approfondire i contenuti presenti acquistando i giornali in rassegna.

    Bergessio ci prova (La Sicilia Web)

    “Maxi Lopez non è in forma ottimale, Maran cerca di recuperare il Toro per confermare il 3-5-2 con Barrientos a sostegno del centravanti

    “Sono 25 i convocati da Rolando Maran per la trasferta di Roma contro la Lazio. Il tecnico del Catania ha lasciato a casa gli infortunati Izco e Peruzzi, entrambi assenti annunciati, e portato nella capitale tutti i giocatori in dubbio. Leto (problemi a un piede), Castro (noie muscolari) e Bergessio (distorsione alla caviglia destra) sono stati inseriti in gruppo, ma le loro condizioni, come annunciato dallo stesso allenatore, non sono certo ottimali. Se per Leto e Castro non è ipotizzabile un impiego dal primo minuto, Maran sta provando quanto meno a recuperare Bergessio, visto che l’infortunio non è grave e lo stato di forma di Maxi Lopez, unica alternativa di ruolo al Toro, non viene ritenuto soddisfacente. Per quanto riguarda il modulo, il tecnico pensa di confermare il 3-5-2 con Barrientos a sostegno della prima punta. A centrocampo qualche possibilità per Tachtsidis, lasciato a riposo contro il Parma, e prima opzione qualora si volesse dare fiato a uno tra Almiron, anch’egli non al meglio, e Guarente.

    Catania: Bergessio stringe i denti, parte per Roma (Il Corriere dello Sport)

    “L’attaccante non è al top ma Maran lo convoca per la sfida alla Lazio: out Izco, Castro risponde presente

    “Al termine di un’intensa seduta d’allenamento, svolta in mattinata a porte chiuse a Torre del Grifo, il tecnico Maran ha convocato 25 giocatori per la trasferta all’Olimpico di domani sera contro la Lazio. La squadra sbarcherà nella Capitale già stasera, non partirà Izco, mentre Castro farà parte della compagnia così come Bergessio che stringerà i denti.

  28. Ip Address: 95.233.220.102

    tutte le agensie di scommesse ci danno per sconfitti ma sara il campo a decidere forza catania sempre :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania: :salve: :salve: :ciao: :ciao:

  29. Ip Address: 95.233.220.102

    agenzie 😳 😳 😆 😆

  30. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti…..
    Ciao Angelo, primo esonero in serie BBBBBBBBBBBBBB e vai Zampa 😀 😀

    Palermo, esonerato Gattuso: Iachini in viaggio per firmare
    Articolo pubblicato martedì 24 settembre 2013 alle 23:01

    Un’altra sconfitta, questa volta fatale. Gennaro Gattuso non è più l’allenatore del Palermo, gli è stato comunicato l’esonero dopo aver perso contro il Bari al San Nicola. Il suo successore scelto dal presidente Zamparini è Beppe Iachini, già in viaggio verso Vergiate per firmare con il club rosanero. Il contratto dovrebbe essere di durata biennale, Gattuso e il Palermo intanto si dicono addio. Toccherà a Iachini prendere la panchina rosanero.

  31. Ip Address: 95.238.23.239

    Buongiorno raga’!!! :salve:
    Ciao Angelo e joe!!! :ciao:

    Stasera speriamo in un miracolo, la Lazio ha l’infermeria piena ma gioca Floccari che e’ sempre infortunato e fortunato con noi.

    Forza Cataniaaaaaaaaa!!! :piangere: :sciarpa: :piangere:

  32. Ip Address: 92.135.212.96

    Ciao Beppe e tutti pari,

    Ed io spero che utilizzi il primo modulo, leggi bene

    “a solo 2 moduli o meglio 3 “LINIETT”4-1-4-1 o 4-2-3-1 o meglio di tutti con Leto in forma il 4-4-2

    E stasera fiducia anche se………………ma non ci credo

  33. Ip Address: 79.52.38.136

    ciao joe e incomincia ta la stagione degli esoneri di zampa 😆 😆 😆 😆 😆 il palermo non a pace

  34. Ip Address: 79.52.38.136

    Il Catania? Hanno avuto un inizio difficile condizionato anche dal fatto di aver affrontato subito avversari di un certo spessore come Fiorentina e Inter. La squadra e il tecnico però hanno alle spalle una società seria che sa lavorare e lascia lavorare. Catania . Secondo me ha tutte le carte in regola per fare un campionato dignitoso. Maran è un tecnico preparato ed ha a sua disposizione un organico competitivo. Capisco l’umore dei tifosi ma siamo all’inizio e devono avere pazienza”.

  35. Ip Address: 88.66.31.192

    Salve a tutti
    Chiarezza i moduli sul calcio sono come le ricette della nonna
    il problema nasce quando lo chef scambia gli ingredienti
    ora ti puoi imagginare come mi sento io quando leggo
    che Maran (parole sue )
    deve fare l’alchimista per imbastire a suo dire una formazione che possa contrastare la lazio ma come dice che ci siamo rinforzati e poi devi fare il provetto mago maranmerlino per fare una formazione decente hai hai le vedo brutta
    ma chissà magari con un colpo di cool si riesce a rapinare un punticino e cosi arriviamo a 2 punti certo arrivare a 40 punti salvezza a colpi di cool la vedo dura ma come disse il famoso filosofo francese nondisperar NELLA VITA C#É SEMPRE UNA PRIMA VOLTA

  36. Ip Address: 72.226.121.41

    Tra poche ore il CATANIA scendera’ in campo contro la lLazio.E’ inutile che parliamo adesso del valore degli avversari perche’ prima dobbiamo cercare di migliorare noi stessI.La squadra capitolina ,oggi come oggi,non e’ un granche’ ma col CATANIA visto fino ad adesso,tutti possono vincere.In ogni caso,bisogna per forza di cose,sforzarsi e essere ottimisti perche’ il pessimismo non ha mai risolto niente e non aiuta certo a migliorare la situazione.Partiamo dalla difesa che nell’ultima partita ha ben giocato e cerchiamo..sopratutto,di migliorare a centrocampo dove tutte le partite si vincono e si perdono.Per quanto riguarda Gattuso,bisogna dare atto all’ex milanista di aver avuto il coraggio di iniziare la carriera di tecnico proprio a Palermo e questo non sorprende perche’ a Ringhio il coraggio non e’ mai mancato ma purtroppo il risultato e’ stato quello previsto e cioe’ il licenziamento..SEMPRE FORZA CATANIA

  37. Ip Address: 79.2.97.115

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri,ma proprio tutti,così non dimentico nessuno,permettetemi solo una concessione,visto che al momento non posso essere presente come qualche tempo fa,ed è da troppo tempo che non saluto Mongibello,ciao Mongi….. 😉 :salve: :ciao: :sciarpa: e sempre forza Catania :catania: :catania:

    Ciao Vittorio :salve: :ciao: 😉 spero che hai compreso che stavo scherzando,l’ho fatto apposta a fare finta che c’èra un numero in più,cioè il 3,avevo visto le lineette,ma volevo fare una battuta (Vittorio…non lo dire a nessuno,ma sto cercando di rimediare al mio errore,non mi ero assolutamente accorto delle lineete 😆 😆 😆 ) comunque,se si potesse,io adotterei un modulo a 13 :incavolato: :incavolato: e chissà se stasera possiamo vincere.

    Daiiiiii…….sto scherzando,Vittorio….’minch…….’chi ‘mala ‘cumpassa ‘cà ‘ciaccucchiai…. :incavolato: 😳 😳 😳

    Torniano seri,oggi,per non sbagliare,io il Catania in bolletta non me lo sono giocato,vabbè,’cà ‘sbagghiu ‘ù ‘stissu,però,per scaramanzia non la gioco questa partita.

    Spero solo che stasera le cose ci girino a favore,la probabile formazione che gira nei vari media non mi piace,però,mi affido ad un vecchio detto: ‘ù ‘palluni ‘è ‘tunnu :incavolato: :incavolato: un saluto a tutti e forza Catania :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania:

  38. Ip Address: 79.2.97.115

    Dimenticavo, Biraghi, Gyomber, Rolin,Freire, Petkovic, Boateng, Keko,

    questi giocatori,servono al Catania ? Se si,perchè non giocano mai(tranne qualche spezzone per qualcuno) e si insiste sempre sui soliti(Almiron-Lopez e Bellusci a intervalli) anche quando fanno pietà?

    se invece la risposta e no,perchè sono stati aquistati ?

    Queste domande non sono rivolte alla società che sicuramente sanno fare il loro lavoro,ma a noi tifosi,solo per aprire un dialogo e vedere le varie opinioni.

    Un risaluto a tutti :ciao: :ciao: 😆 😆 😆

  39. Ip Address: 92.135.212.96

    😆 😆 😆 😆

    ora calcoliamo i vari risultati per stasera
    Il Catania vince e tutti a direr che siamo in Europa, che abbiamo 1 punto in più dell’Udinese dell’anno scorso e cosi via e viva Sant’aituzza :catania: :catania:

    Il Catania Pareggia, chi culu

    Il Catania perde Siamo in B :piangere: :piangere: :piangere: :piangere: :piangere: via Maran Lo monaco pulvirenti si vinniu a squadra etc etc

    Io la penso in un solo modo e spero di no sbagliarmi anzi sono sicuro di non sbagliare, presuntuoso? ebbene si, quannu ci voli ci voli, qualunque sia il risultato di questa sera il Catania arrivera a fare dai 48 punti ai 52 punti e con un poco di fortuna visto il livello in basso delle squadre mediocri ci farà come l’anno scorso sognare, e poi il mio obbiettivo resta la coppa Italia. :catania: :catania: :catania:

  40. Ip Address: 79.52.38.136

    ccu lu tempu e ccu la paghia ogne fruttu sammatura ramicci tempu a sta criatura forza cataniaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve: :salve: :ciao: :ciao: 😆 😆

  41. Ip Address: 79.4.15.37

    Sembra che la formazione è questa, Chiarezza buono per te 😉 😉

    4 – 4 – 1 – 1
    Andujar
    Alvarez – Bellusci – Spolli – Biraghi
    Plasil – Tachtsidis – Guarente – Monzon
    Barrientos
    Petkovic

  42. Ip Address: 95.238.23.239

    Salve raga’!!!

    Incrociamo le dita e tocchi ai ….cojones…..forza Cataniaaaaaaaa!!!

    Questa sembra la formazione ufficiale:

    CATANIA (4-4-1-1): 21 Andujar; 22 Alvarez, 14 Bellusci, 3 Spolli, 34 Biraghi; 8 Plasil, 4 Almiron, 17 Guarente, 18 Monzon; 28 Barrientos, 32 Petkovic. (1 Frison, 35 Ficara, 5 Rolin, 6 Legrottaglie, 33 Capuano, 24 Gyomber, 7 Tachtsidis, 20 Freire, 23 Boateng, 26 Keko, 10 Maxi Lopez, 9 Bergessio, 11 Leto, 19 Castro). All. Maran.

    Squalificati: nessuno.
    Diffidati: Spolli.
    Indisponibili: Izco, Peruzzi.

    :sciarpa: :catania: :sciarpa:

  43. Ip Address: 88.66.31.192

    Chiarè ascuta a mia viri ca iu non fazzu patti della massa io vedo quello che vedo e mi faccio la mia opinione
    e anche se stasera vince a me se il gioco non convince
    e non vedo miglioramenti
    diro sempre via maran che piaccia oppure no

  44. Ip Address: 79.52.38.136

    bellusci non e cosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :diavolo: :diavolo:

  45. Ip Address: 79.52.38.136

    anche stasera andiamo a letto caldi caldi bonanotti va :diavolo: :diavolo:

  46. Ip Address: 109.113.195.124

    Mi sono rotto i maroni a vedere le sconfitte del Catania, senza attacco come si può segnare….
    PAZIENZA è UN ANNO DI SOFFERENZA

  47. Ip Address: 95.238.23.239

    Notte a tutti raga’!!! :piangere: 😳 😐 😮 😕 🙁 😯

  48. Ip Address: 72.226.121.41

    La sconfitta ,come sempre,lascia l’amaro im bocca ma questa volta ho visto miglioramenti,il che lascia ben sperare per le prossime partite,Lesplulsione di Bellusci si e’ rivelata determinante ma fino all’ultimo abbiamo cercato il pari.La squadra c’e’ e certamente;con l’aiuto del pubblico amico’e’ in grado di ottenere diue vittorie consecutive,SEMPRE FORZA CATANIA

  49. Ip Address: 79.2.97.115

    Va bene così? se vogliamo prenderci per i fondelli,possiamo continuare a dire di tutto e il contrario di tutto,però,penso che bisogna dire le cose come stanno,almeno per quello che abbiamo visto fino a stasera.

    Quando dico che Bellusci è un obrobrio per il calcio,non penso di dire una fesseria,che Maran non ci abbia capito una mazza,è sotto gli occhi di tutti.

    Per chi ha memoria lunga,lo scorso anno,fino a metà campionato e forse anche un pò più in là,pur elogiando il lavoro di Maran,spesso gli rimproveravo il ritardo nelle sostituzioni e certe scelte cervellotiche nel fare i campi,bene,stasera ne ho vista una sostituzione che mi ha fatto rabbrividire,Tachisidis per Almiron ????? qual’è il senso.

    E l’ingresso di Leto? viene da un infortunio e si è visto,lento e impacciato,mentre Keco in panchina a fare la muffa e vogliamo parlare della formazione iniziale? Almiron ancora in campo,mentre Freire è diventato il titolo di un documentario “il centrocampista,questo sconosciuto”.

    Petkovic al posto di Boateng,se a fine gara con il Parma,Maran ha elogiato quest’ultimo,perchè lo ha messo in panchina?

    Monzon devo ancora capire perchè è costato 3,5 milioni e 5 milioni Rolin.

    Siamo alla quinta partita e la strada che si inravede non è delle migliori,anche perchè,questa squadra non ha ne testa ne piedi,può anche darsi che il Catania abbia acquistato ottimi giocatori,ma al momento non è così,due sono le cose,o non sono così forti come si dice,o Maran sta trovando grosse difficoltà nell’amalgamare il tutto,però,non si può perdere troppo tempo,gli altri non aspettano,vedi Bologna,Parma ecc….

  50. Ip Address: 79.2.97.115

    Voglio fare una premessa,quello che ho scritto,(lo penso) lo scritto di getto,senza leggere nessun tipo di commento o farmi condizionare dalle televisioni o quant’altro,perchè sarebbe facile prima ascoltare o leggere per poi farmi un’idea,perciò,preferisco dire la mia per il tipo di senzazione che mi ha dato questa gara.

    Buona notte a tutti.

  51. Ip Address: 79.52.38.136

    buongiorno a tutti che non lo e fratelli dal cuore :catania: salvatore dice che si incomincia a intravedere qualche cosa e intanto le altre squadre si allungano ieri sera ho visto marano piu confuso che persuaso se continua cosi devo dare raggione a lux buon proseguo di giornata ciao peppe58 :diavolo: :diavolo: :diavolo: forza catania sempre spero che il nostro catania esca al piu presto da questa situazione :ciao: :ciao:

  52. Ip Address: 88.66.61.225

    Ciao Angelo c’è purtroppo che io vorrei sbagliarmi
    ma fino ad adesso passo da una delusione all’altra
    vedere ieri sera durante la partita le facce perocuppate di maran e il suo vice
    si capiva benissimo che non sapevano che pesci pigliare
    mi ha sconfortato ancora più della partita
    e siccome io le cose non me le so tenere allora le dico
    se poi qualcuno travisa e crede che io non sia un vero tifoso
    be problema suo io tiro avanti per la mia strada

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu