Catania, preso Monzon

 Scritto da il 16 luglio 2013 alle 19:13
Lug 162013
 

Monzon

Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver acquisito a titolo definitivo dalla società Olympique Lionnais il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Luciano Fabián Monzón, classe 1987. Monzón vanta 7 presenze nella Nazionale maggiore Argentina ed ha conquistato la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Pechino nel 2008.

  34 Commenti per “Catania, preso Monzon”

  1. Ip Address: 79.4.15.37

    Benarrivato Monzon, e con taxidis la squadra è completata ed è più forte della scorsa stagione. :sciarpa: :sciarpa:

  2. Ip Address: 79.4.15.37

    Fabian Monzon, giocatore prelevato dal Lione. Una trattativa importante, ufficializzata pochi minuti fa dalla società francese, che comunica di aver ceduto il calciatore per 3,3 milioni di euro più 300 mila di bonus.

  3. Ip Address: 212.195.241.127

    :catania: :catania: :catania:

    ma riposto su criscitiello che resta CRETINO, se il Parma prende Rojos è solo perchè il Catania aveva preso Monzon e ne ero sicuro

    Ciao Joe Criscitiello è cretino e con loro c’è poco da fare, ora è possibile che Rojos vada al Parma ma solo perchè il Catania sceglie o a scelto di già Monzon, ma affermare quello che dice questo cretino con il suo compare Pedullà…………
    lui stesso afferma che lo sporting detiene solo il 25% il resto ad una società privata quindi di chi è la maggioranza? DELLA SOCIETA PRIVATA CRETINO (criscitiello) è di chi è la società privata? “investimento Doyen” CRETINO (criscitiello) e chi è l’amministratore ? e chi è l’amministratore? CRETINO( criscitiello) Nelio Lucase dove era Nelio Lucas questo week end CRETINO ( criscitiello) a monnu na piscina co to PRESINENTI- CRETINU DUPPIU

  4. Ip Address: 79.42.158.93

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Benvenuto a Monzon.
    Ciao joe e Chiarezza!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Questo acquisto di Monzon mi ricordava quello di Bergessio, una telenovela che non finiva mai.
    Chiarezza, finalmente e’ arrivato un giocatore che giudichi bravo ed e’ tutto nostro, mentre l’altro Rojo come hai spiegato erano “azzi amari” per comprarlo.

    Per completare la difesa ci servirebbe un terzino a dx come sostituto di Alvarez.

    Finalmente una buona giornata. 😆 😀 😛

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  5. Ip Address: 79.35.45.171

    BUONASERA FRATELLI DAL CUORE :catania: CIAO CHIAREZZA JOE GIORGIO MONGIBELLO UN BENVENUTO A MONZON POSSIAMO DIRE CHE FINALMENTE E NOSTRO Monzon, “sedotto ed abbandonato” dall’Italia. Da Catania parte la rivincita..
    Il secondo acquisto più costoso del Catania dopo Alexis Rolin, un altro difensore. Fabian Monzon, classe 1987, ha sfiorato più volte l’Italia. Richiesto da Juventus, Milan e Inter, accostato al Napoli, sedotto ed abbandonato dall’Udinese che lo scartò alle visite mediche. Approda finalmente in Italia per riscattare una stagione opaca e dimostrare il proprio valore a chi non ha creduto in lui.. :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve:

  6. Ip Address: 79.35.45.171

    CATANIA – La recensione che ne accompagnò l’interesse del Milan e della Juventus, poco meno di un anno fa, recitava: “E’ uno dei terzini maggiormente in ascesa nel corso degli ultimi tempi. Venticinque anni tra un mese, 1.78 di altezza e grinta da vendere nonché facilità di dribbling disarmante e un grande senso del gol, che l’ha portato quest’anno a mettere a segno la bellezza di 7 gol in 29 presenze complessive”.

    Si parla di Fabian Monzon, oggi nuovo terzino sinistro del Catania. Pagato 3.3 mln di euro al Lione. Seconda operazione più costosa della storia del Catania dopo quella da 3.8 che la scorsa stagione ha portato in rossazzurro un altro difensore, Alexis Rolin, classe 1988. In comune, i due, hanno la partecipazione ad una manifestazione olimpica. Rolin, la scorsa stagione, Monzon, cresciuto nelle giovanili del Boca Juniors, a Pechino 2008, oltre a vincere l’oro, ha siglato anche un gol nelle 5 presenze che farà.

    Fu quello un anno strepitoso per il terzino, soprannominato “El granadero”. Debuttò il 16 gennaio nella sfida contro il Club Atlètico Indipendiente. Il 26 gennaio, a causa dell’infortunio di Claudio Morel Rodriguez, ebbe l’occasione di tornare in campo contro il River Plate. Da lì in poi una carriera in ascesa che lo portò in Europa, dove tuttavia non trovò inizialmente fortuna. Nonostante l’ottima stagione col Real Betis, torna in Argentina poiché gli spagnoli non intendono sostenere l’elevato costo del riscatto del cartellino (9 milioni). Una cifra che rende comunque conto delle potenzialità e delle capacità del giocatore.

    Proprio quell’anno, Monzon fu ad un passo da un’altra squadra italiana: l’Udinese. Si recò persino in Friuli per sostenere le visite mediche, che non passò. Al giocatore venne riscontrata una presunta malformazione cardiaca, congenita, che tuttavia non emerse nelle successive analisi svolte personalmente e dagli altri club che lo ebbero in organico: “Torno sicuro di star bene” affermò il giocatore, di ritorno al Boca. “Ho tanta voglia di tornare in campo perché mi brucia ancora molto il comportamento dell’Udinese. Mi hanno solo fatto perder tempo”.

    L’ultima convocazione in nazionale risale al Maggio 2011, nell’amichevole contro il Paraguay. Nel 2010 il giocatore era entrato anche nel mirino del Napoli, scatenando l’immaginazione dei tifosi partenopei. Poi non se ne fece nulla. Nel 2012 viene accostato all’Inter. Che però, a detta dell’esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio, lo scartò: “ollice verso. Missione con esiti negativi per l’Inter, che ha osservato a più riprese negli ultimi mesi Fabian Monzon con l’idea di reperire un’eventuale alternativa a Chivu. Terzino mancino, cresciuto nel Boca Juniors e attualmente al Nizza, Monzon non è piaciuto agli emissari nerazzurri che lo hanno seguito in Francia. Anche nella sfida contro il Lille, il laterale non ha convinto del tutto gli uomini dell’Inter”.

    Insomma, per il nuovo acquisto del Catania, tante rivincite da prendersi dimostrando sin da subito il proprio valore. Eredità, per così dire, la fascia sinistra che da un anno e mezzo era ricoperta da Giovanni Marchese, recentemente trasferitosi al Genoa a fine contratto.

    Commenti LASCIATEMELO DIRE SOLO CATANIA TUTTO IL RESTO E NOIA 😆 :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve:

  7. Ip Address: 79.35.45.171

    CATANIA – Prime foto ufficiali per il nuovo terzino sinistro del Catania. L’argentino Fabian Monzon, da tempo a Torre del Grifo, adesso può finalmente mostrarsi in tatuaggi e numero di maglia, il 18 per la precisione. Un numero molto caro al terzino, che lo ha vestito tutte le volte che, nella sua carriera, gliene è stata data possibilità. A Catania lo eredita da Augustyn, difensore polacco a cui il contratto è scaduto lo scorso Giugno. :catania: :catania: :catania: :catania: :salve:

  8. Ip Address: 79.35.45.171

    MASCALUCIA (CT) – Terza intervista di questo ritiro 2013/2014. In sala stampa, quest’oggi, Nicola Legrottaglie risponde alle domande di cronisti e tifosi partecipanti alla rubrica “Fai la tua domanda a..”

    Difesa più forte oppure….?
    “Più forte lo diremo durante il campionato, siamo più maturi perchè siamo gli stessi con qualche giovane in più. Il campo lo dovrà dimostrare.

    La conferma di Maran per voi è un stimolo in più?

    “Maran confermato è un qualcosa di positivo, sicuramente il mister sa pregi e difetti del gruppo. E’ stata una scelta fatta per migliorare il gruppo ed è lui stesso la parte importante del gruppo, ci dà carica, personalità che ci trasmette e ci aiuta a credere in noi. Quest’anno non sarà facile arrivare al punteggio dell’anno scorso in classifica perchè le altre squadre pensano che il Catania sia forte e non è più una squadra da salvezza. Si è cresciuti di livello ad esempio M.Gomez alla Fiorentina. Sale il prestigio. In Italia siamo indietro come campionato e come strutture, confort come giocatori e tifosi. Spero che negli anni a seguire tutto questo migliori

    Gyomber, come ti è sembrato in questi giorni?

    “Devo essere sincero, si è presentato bene e vedo in lui personalità. Io noto che tutti i difensori che vengono dall’estero devo essere inseriti nel contesto campionato italiano. Questo è il ventunesimo ritiro della mia carriera ed in difesa la differenza la fa il collettivo e non il singolo. L’organizzazione con buoni giocatori farà meglio di un solo campione in difesa. Imparerà la lingua e noi lo stiamo inserendolo bene nel gruppo. Mi ricorda me quando ho cominciato, senza paura. Hanno fatto un bell’acquisto.

    Quest’anno la stabilità ha un qualcosa in più?

    “L’ossatura è rimasta ed è un tassello importante per una stagione importante. Tutte le squadre si sono attrezzate. C’è un entusiasmo generale dove si può supporre che il campionato che sta per iniziare è più difficile. Ma anche battere il Catania sarà difficile, per tutte. Io voglio battere un altro record e voglio lasciare questa città con un ricordo indelebile. Io sono uno che non molla, ho raggiunto il record di goal e vorrei mantenerlo. Voglio migliorare sia come prestazione e dopo migliorare facendo qualche goal in più.

    Stimoli?
    “E’ una domanda soggettiva, ognuno ha il suo amore, il suo stimolo, c’è chi si sposa, ognuno di noi ha fatto una riflessione, un’obiettivo e lo si deve cercare anche se hai fatto un grande campionato l’anno scorso. Non dobbiamo cullarci sugli allori. Se l’uomo si sente forte è lì che cade. Ùn invito ai miei compagni a non fermarsi e ogni anno a migliorarsi, il calcio non guarda in faccia nessuno. In un mese sono stato definito il migliore difensore dell’anno un mese dopo il bidone dell’anno. Viviamo in un mondo finto, tutti ti acclamano ora e poi basta poco e la gente non si ricorda più chi sei.

    :salve: :salve: :ciao: :ciao: :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: 😉

  9. Ip Address: 109.113.14.178

    Tachtsidis domani sarà ufficializzato :sciarpa: :sciarpa:

    L’argentino, classe 1987, è l’erede di Marchese: chiusa a 3,3 milioni la trattativa con il Lione. Il presidente rossoazzurro: “Diamo anche il benvenuto a Tachtsidis. Per Gomez nessuna fretta”
    di ALESSANDRO VAGLIASINDI

    Catania, Izco: “Non dobbiamo montarci la testa, ci sarà da soffrire”

    CATANIA – Il Catania ha finalmente l’erede di Marchese. Fabian Monzòn, argentino classe 1987, è il nuovo terzino sinistro della formazione di Maran. Trattativa estenuante, più volte sul punto di saltare, ma il club di Via Magenta è riuscito nell’intento di acquisire a titolo definitivo, per 3,3 milioni, un difensore accompagnato da referenze lusinghiere (Monzon si lega al Catania con un quadriennale).”Siamo felici di aver raggiunto il nostro obiettivo principale per questo ruolo – dice il presidente Pulvirenti – ricordiamoci che Monzòn ha giocato e vinto le Olimpiadi da titolare e protagonista, con una nazionale in cui militavano Messi e Di Maria. Un calciatore abile in tutte e due le fasi, fisicamente integro, e che dispone di una spiccata abilità sulle conclusioni da calcio piazzato (10 i gol realizzati in una stagione con la maglia del Nizza, in Ligue 1, ndr)”.

    L’ormai ex giocatore del Lione potrà finalmente integrarsi a pieno col gruppo di Maran, dopo aver trascorso dieci giorni a Torre del Grifo e familiarizzato con i nuovi compagni. Oggi Monzon, domani Tachtsidis (già arrivato in ritiro), il nuovo Catania va assumendo una fisionomia sempre più precisa. “Diamo il benvenuto nella nostra famiglia a Panagiotis Tatchtsidis – aggiunge il massimo dirigente del Catania – giocatore in possesso di tutte le qualità che fanno al caso nostro. Riscontro peraltro con piacere la condizione ottimale messa in mostra da Leto (reduce da un lungo periodo di inattività, ndr)
    in questi primi giorni di lavoro. Vedrete, vedrete, che giocatore è Sebastian Leto”.

    Sul fronte uscite, Pulvirenti fa chiarezza.”Bergessio è assolutamente incedibile oltre che felice di restare con noi – conclude il numero uno del Catania -, mentre per Gomez non abbiamo alcuna fretta di concludere le trattative avviate. Peraltro è arrivato in ritiro con grande entusiasmo e questo è il miglior modo per attendere con serenità lo sviluppo degli eventi”.

  10. Ip Address: 79.42.158.93

    Buonasera raga’!!!

    Copi e incolla da olweb.fr (Sito Olympique Lyonnais)

    Tradotto in italiano con il traduttore Google

    Olympique Lyonnais informa il giocatore Fabian Monzon è stato trasferito su sua richiesta per la squadra italiana di Catania per un importo di € 3,3 milioni, che sarà aggiunto € 0.300.000 incentivo.

    Fabian Monzon è stato trasferito un anno fa il club di Nizza in relazione alla vendita del valore di € 3.000.000 Jérémy Pied Nizza, più un importo di € 1.000.000.

    Reclutato da Lione la scorsa estate e questo inverno in prestito al Fluminense, Fabian Monzon lascia finalmente il OL. L’argentino è stato ” trasferito su sua richiesta per la squadra italiana di Catania per un importo di € 3,3 milioni, che sarà aggiunto € 0.300.000 incentivo “ha annunciato il club Lione il Martedì. Il lato non è stato imposto (sei Ligue 1 partite) per OL.

    Commenti (sono 38) dei tifosi del Lione

    MaViNaTo 16 luglio alle 21:31

    Monzon sarà rifare Catania. Lione sta andando a mordere le dita.

    Yassin69 16 luglio alle 21:29

    La situazione di questo giocatore era strano, non ha mai veramente avuto la possibilità, quando è stato davvero voleva iniziare, il problema non era forse lo sport, ma almeno non perde OL d trasferimento di denaro con questo anche se dubito che la usa per rafforzare.

    LouPastaga 16 luglio alle 21:27

    Grande giocatore. Bello che abbandona a Lione per un paio di falangi (o il piede …) mi ha sorpreso, ma Lione sciolto senza nemmeno essere stato giocato … questo ragazzo può essere trovato in una grande stalla europea molto presto, questo è davvero un livello superiore.

    Notte notte!!!! 😆 😆 😆 😆 😛 😛 😀 😀 :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania:

  11. Ip Address: 87.1.18.70

    Bonasera (tarda) a tutti. :salve:
    :salve: :salve:
    Ciao Angelo, Giorgio. Joe e Chiarezza. :salve: :salve:

    Finalmente un altro acquisto che si è concretizzato…sono contento!!

    Buenas noche!

  12. Ip Address: 79.52.19.216

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo azzurro con qualche nuvoletta e temperatura buona.

    Oggi dovrebbe essere la giornata di “Taxi”!!!

    Buona giornata a tatti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  13. Ip Address: 79.35.45.171

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: ciao giorgio Stampa: Monzon è la notizia del giorno
    Il primo colpo estivo del Catania si chiama Fabian Monzon. Un altro argentino. Ma non uno dei tanti. Ex Boca, oro Olimpico a Pechino, la notizia del suo arrivo a Catania rimbalza dall’Italia all’Argentina, passando per Brasile, Spagna e Francia. Nella rassegna stampa odierna tutti i lanci di giornali e media.
    :salve: :salve: :sciarpa: :sciarpa:

  14. Ip Address: 79.35.45.171

    Monzon a Catania (La Gazzetta dello Sport)

    “I siciliani ufficializzano l’arrivo dell’esterno sinistro Monzon (Fluminense, proprietà Lione, per circa 3 milioni) e del centrocampista Tachtsidis. In uscita, invece, si riscalda la trattativa, già impostata, per Gomez all’Atletico Madrid.

    Catania, arriva Fabian Monzon (Europa Calcio)

    “Il Lione ha comuncato ufficialmente sul proprio sito di aver ceduto il difensore Fabian Monzon al Catania. L’operazione, si legge nella nota pubblicata dal club francese, è stata conclusa per la cifra di 3,3 milioni di euro più 300 mila legati ai bonus

    Fabian Manzon, ex Lione, firma un triennale con il Catania (Calciomercato.it)

    “L’obbiettivo dei siciliani è di confermare le ultime due stagioni brillanti: il centrocampista centrale Panagiotis Tachtsidis, 22enne di proprietà del Genoa, potrebbe riempire il vuoto lasciato da Lodi, mentre il terzino sinistro Fabian Monzon, altro argentino da unire al gruppo, ha firmato un contratto triennale.

    Catania, finalmente Monzon! E’ lui il terzino sinistro (Live Sicilia)

    “L’annuncio è stato dato direttamente dalla società rossoazzurra.

    “Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver acquisito a titolo definitivo dalla società Olympique Lionnais il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Luciano Fabián Monzón, classe 1987. Monzón vanta 7 presenze nella Nazionale maggiore Argentina ed ha conquistato la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Pechino nel 2008.

    Nuovo colpo di calciomercato per il Catania: ufficiale l’arrivo dal Lione dell’esterno Fabian Monzon (Goal.com)

    “Il terzino sinistro argentino, come comunicato dalla società francese, approda alla corte di Maran per poco più di 3 milioni di euro. Importante colpo di mercato quello messo a segno dal Catania che ha prelevato dal Lione il laterale argentino Fabian Monzon. A dare l’annuncio ufficiale è stato il club francese che ha reso noto che per l’acquisto del calciatore argentino, la società del presidente Pulvirenti ha pagato un corrispettivo di 3.3 milioni di euro, ai quali potrebbero andare a sommarsi 300mila euro legati ad eventuali bonus. Monzon andrà così a colmare il vuoto lasciato da Giovanni Marchese, trasferitosi al Genoa dopo la scadenza naturale del contratto. Alquanto curiosa e significativa la frase presente nel comunicato del Lione che ci tiene a sottolineare come il trasferimento sia legato ad una precisa richiesta dello stesso calciatore.

    Catania: Acquistato Fabian Monzon (Il Corriere dello Sport)

    “E’ lo stesso Lione a comunicare sul proprio sito la chiusura della trattativa: ai francesi vanno 3,3 milioni di euro più 300mila di bonus

    Il Catania ha finalmente centrato il suo obiettivo difensivo: era un affare dato in dirittura da giorni ma ora c’è anche l’ufficialità. Infatti con una nota apparsa sul sito ufficiale, l’Olympique Lione ha reso nota la cessione del terzino argentino Fabian Monzon. Il 26enne sbarca in Sicilia a titolo definitivo. Il costo dell’operazione è di 3.3 milioni di euro più 300mila euro di bonus: è in arrivo un altro scacchiere nel puzzle di Maran.

    Catania Calcio, ufficiale l’acquisto di Monzon dal Lione (Lavika)

    “Il calciatore arriva al Catania a titolo definitivo. Il costo dell’operazione – si legge sul sito del club transalpino – è di 3.3 milioni di euro più 300mila euro di bonus

    “Avevamo anticipato dei botti oggi in casa Catania ed ecco il primo. Mancava solo l’ufficializzazione per siglare il passaggio dal Lione al Catania dell’esterno sinistro argentino Fabian Monzon. Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver acquisito a titolo definitivo dalla società Olympique Lionnais il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Luciano Fabián Monzón, classe 1987. Monzón vanta 7 presenze nella Nazionale maggiore Argentina ed ha conquistato la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Pechino nel 2008. Il calciatore arriva al Catania a titolo definitivo. Il costo dell’operazione – si legge sul sito del club transalpino – è di 3.3 milioni di euro più 300mila euro di bonus.

    Ufficiale, dal Lione arriva il laterale Monzon (Giornale di Sicilia)

    “Era già annunciato da tempo, ora è ufficiale: Fabian Monzon è un giocatore del Catania. La società etnea ha formalizzato l’acquisto a titolo definitivo del laterale sinistro argentino proveniente dall’Olympique Lione. Monzon, ingaggiato per rilevare lo svincolato Marchese, vanta sette presenze nella nazionale argentina e ha conquistato la medaglia d’oro ai Giochi di Pechino.

    Catania, dal Lione arriva il difensore Monzon (AGI)

    “Il Catania Calcio ha ufficializzato l’arrivo a titolo definitivo dal Lione dell’argentino, classe ’87, Luciano Fabian Monzon. Il difensore, che vanta 7 presenze nella Nazionale maggiore argentina e ha conquistato la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Pechino nel 2008, e’ costato agli etnei 3,3 milioni di euro piu’ altri 300mila euro di bonus.

    Catania, dal Lione arriva Monzon (TMW)

    “Con una nota apparsa sul sito ufficiale, l’Olympique Lione ha reso nota la cessione del terzino argentino Fabian Monzon (26). Il calciatore arriva al Catania a titolo definitivo. Il costo dell’operazione – si legge sul sito del club transalpino – è di 3.3 milioni di euro più 300mila euro di bonus.

    Monzon è ufficiale (La Sicilia Web)

    Formalizzato l’acquisto a titolo definitivo del laterale argentino (foto Galtieri) proveniente dal Lione: affare chiuso a 3,3 milioni di euro più 300 mila di bonus. Era già annunciato tempo, ora è anche ufficiale. Fabian Monzon è un giocatore del Catania. La società etnea ha formalizzato l’acquisto a titolo definitivo del laterale sinistro argentino proveniente dall’Olympique Lione. Monzon, ingaggiato per rilevare lo svincolato Marchese, si trova già da alcuni giorni nel centro sportivo di Torre del Grifo.

    Commenti solo catania tutto il resto e noia 😆 😆 :salve: :salve: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania:

  15. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari.

    Alla fine è arrivato come preventivato da tempo, ora sta ai giocatori Argentini della società farlo sentire a suo agio, la scommessa è una sola se parte bene e gli danno fiducia anche se all’inizio si dovrà integrare nei meccanismi di gioco di Maran, farà un signor campionato, da notare anche che ha un caratterino niente facile…..aguri a Monzon :catania: :catania: :catania:

  16. Ip Address: 217.200.255.91

    Buongiorno a tutti. :salve:
    Qui in Emilia giornata di sole e temperatura, almeno finora, non troppo elevata.
    Era ora nessuna novità dal fronte Catania, pertanto, buona giornata a tutti.

    Rosso come il fuoco, azzurro come il il mare , l’amore per il Catania non si può spiegare! :sciarpa:

  17. Ip Address: 212.195.241.127

    La conferma di quanto è cretino criscitiello, e come si inventano le notizie CRETINO

    http://www.cataniaunafede.com/index.php/mercato/mercato-calcio-catania/15541-tommaso-ghirardi-non-era-a-taormina

  18. Ip Address: 79.35.45.171

    CIAO CHIAREZZA E MONGIBELLO
    MASCALUCIA (CT) – Ad ora di pranzo “Pitu” Barrientos parla in esclusiva al microfono della web Tv del Calcio Catania che, dall’inizio del ritiro (e non è il primo ritiro in cui offre questo servizio) propone interviste esclusive a giocatori e tecnici della prima squadra “Live” da Torre del Grifo. In questo assolato pomeriggio siciliano, il prescelto è Pablo Barrientos. Un altro Pablo, Alvarez, parlerà invece alle 16.45 in sala stampa, coperto sempre dalla diretta Live della web Tv del sito ufficiale, calciocatania.it

    “In questi giorni bisogna rimettersi in moto. Dobbiamo fare un bel lavoro, è quel che sta alla base di un buon campionato.

    “Tanti argentini sono un valore aggiunto, sì, ma non importa la nazionalità, importa far il bene del Catania e della città che rappresenta. Siamo una buona squadra ma ripartiamo da zero. Dobbiamo dimostrare nuovamente il nostro valore, che siamo veramente una buona squadra.

    “I tre nuovi acquisti sono ottimi giocatori. Hanno tutto per far bene e me lo auguro. Spero possano darci una mano importante.

    “Parlio sempre insieme a Leto . Sappiamo più degli altri quanto si soffre a star lontano dal campo per molto tempo.

    “Freire ha un bel sinistro. Se il Catania l’ha scelto è perché ha le qualità per giocare qui. Nessuno regala niente a nessuno. Sta dimostrando di esser un ottimo giocatore. Monzon spinge e calcia benissimo, lo conosciamo un po’ tutti. E’ arrivato in nazionale, ha fatto bene, ha sempre giocato in grandi squadre.

    “Ringrazio sempre per i complimenti. Adesso voglio dimostrare nuovamente quanto di buono mostrato. Dar una mano a squadra e mister. Lavoro per star bene fisicamente e tecnicamente. A me piace calciare le punizioni. Come Lodi sarà difficile trovarne un altro su punizione ma mi posso allenare. Vedremo, se capiterà cercherò di far quello che ha fatto lui finora.

    “Si può sempre far di meglio. E’ difficile, me lo auguro e lavoro per questo. Bisogna soffrire in questo periodo di preparazione. Gli otto goal al San Lorenzo? Non sono inarrivabili. Ma è sempre difficile. Non posso promettere che farò meglio, posso promettere che metterò tutto l’impegno per far meglio ed aiutare la squadra.

    “Di Catania mi piace il trasporto della gente. La città, il mare, io sto bene qua a Catania.

    “Il lavoro finora è stato durissimo. E’ un investimento. Dobbiamo soffrire adesso tutti insieme per esser poi ripagati con grandi soddisfazioni in campionato. E ripagare la gente.

    “Sabato? Sarà una bella giornata da vivere al fianco dei tifosi. Speriamo sia questo un anno pieno di soddisfazioni come i precedenti.

    :catania: :sciarpa: :catania: :sciarpa: :salve:

  19. Ip Address: 79.35.45.171

    MASCALUCIA (CT) – Parla Pablo Alvarez in questo pomeriggio estivo siciliano. Tirato il fiato in mattinata, per la prima volta dall’inizio del ritiro, il Catania torna ad allenarsi nel pomeriggio. Le fatiche del ritiro cominciano a farsi sentire e diverranno più acute col passare dei giorni. In sala stampa, Pablo Alvarez, risponde alle domande dei cronisti e dei tifosi partecipanti alla rubrica Fai la tua domanda a..

    Cosa ne pensi del tuo nuovo collega di reparto della fascia opposta? E quale fase è più importante sostenere secondo te, difensiva o offensiva?

    “Monzon lo conosco. Quando giocavo nel Boca lui era ragazzino. E’ un terzino con una buona carriera. E’ molto felice di esser arrivato qui.

    Chi tra Rolin, Izco e Bellusci vedi come principale concorrente per la fascia destra?

    “Lavoriamo tutti per dare una mano alla squadra. Siamo tutti importanti.

    “Mi manca un anno di contratto. Non so bene il io futuro. Penso al Catania. Siamo vicini al rinnovo. Dobbiamo parlare. Vorrei definire presto tutto e rimanere qua a Catania. Ancora manca qualcosa.

    “Ho ricominciato bene. Ho lavorato anche durante le vacanze. Sono stanco. Però stiamo lavorando bene, intensamente ma bene. Mi sento bene.

    “Con Maran abbiamo trovato un bell’equilibrio. La scorsa stagione abbiamo fatto bene come non mai. Adesso comincia un nuovo anno, siamo sulla strada giusta. Siamo gli stessi dell’anno scorso, adesso bisogna solo lavorare. Con lui ho trovato la contuità che volevo da tempo. Mi ha dato fiducia ed io credo di averla ricambiata.

    “Speriamo di far qualche goal quest’anno. In campo si parla italiano. Ripartiamo da zero. Salvezza? Vediamo strada facendo. Adesso parte una nuova stagione.

    “Siamo tanti argentini. Nel ritiro si rischia di annoiarsi e quindi facciamo sempre qualcosa, di divertente magari.

    “In nazionale hanno chiamato solo Andujar. Io continuo a lavorare. Penso che tanti dei miei compagni avrebbero meritato la convocazione, eppure non è arrivata.

    “Il mio ruolo è quello di terzino. Se Maran vorrà fare il 3-5-2 mi adeguerò, come tutti.

    “Il calcio spagnolo ed il calcio italiano sono due tipi di calcio totalmente diversi. Il nostro punto di forza è il gruppo.

    :catania: 😆 :sciarpa: :salve:

  20. Ip Address: 79.41.37.200

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo azzurro e temperatura buona.

    Ieri sera ho incontrato Enrico Varriale ad una premiazione.
    Gli ho detto di trattare bene la squadra del Catania. Mi ha risposto che quest’anno il Catania e’ veramente forte.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  21. Ip Address: 79.35.45.171

    BUONGIORNO A TUTTI FRATELLI DAL CUORE :catania: CIAO GIORGIO PLV: “L’Europa arriverà. Sogno? E’ già realtà col Catania in A”
    Il presidente Pulvirenti a tutto campo. Dallo stadio all’Europa: “Il Catania in serie A è già un sogno. L’Europa arriverà ma l’obiettivo resta la salvezza anche quest’anno. Abbiamo mantenuto l’ossatura tecnica. C’è un bel gruppo di argentini. Il Palermo in A mi manca, ma tornerà presto. Abbiamo raggiunto tutti i nostri obiettivi di mercato”.
    :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :salve:

  22. Ip Address: 79.35.45.171

    CATANIA – In edicola quest’oggi un’intervista ad Antonino Pulvirenti, presidente del Catania Calcio, realizzata ed edita da Tuttosport. Nel colloquio avuto, il presidente etneo ribadisce un concetto cardine per lo sviluppo passato e futuro della propria società: ”Gli uomini passano, il Catania resta” . Da qui parte il progetto Catania e da qui anche l’intervista che tratta di quelle che saranno le ambizioni del gruppo allenato da Maran, anzitutto:

    “Come ogni anno noi partiamo sempre per salvarci, poi si vede in corso d’opera – afferma Pulvirenti – Sul mercato abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati. Ci sono state due partenze importanti, Marchese e Lodi, ma abbiamo Monzon, Leto, Maxi Lopez, e i calciatori che tornano dai prestiti in B.

    Il Catania è da tempo definito in Sudamerica la “Secunda Seleccion”, per via del numero di argentini presenti in rosa

    “Si è creata una sorta di comunità argentina, i nuovi arrivati si inseriscono in fretta perché in spogliatoio ci sono tanti connazionali. Con loro andiamo sul sicuro, si adattano meglio al calcio italiano grazie al loro temperamento. Pochi argentini hanno fallito nel nostro campionato».

    Nel futuro del Catania anche uno stadio di proprietà. L’argomento, più volte trattato, s’annoda sempre attorno allo stesso medesimo problema di sempre:

    “Quanto conta lo stadio per il futuro? L’impianto può consentire la chiusura del cerchio ad ogni club di serie A. Ciò che dipendeva da noi, cioè la costruzione del centro sportivo, lo abbiamo fatto nei tempi voluti, con la struttura di Torre del Grifo. Per lo stadio, serve una certezza normativa, spero che quanto prima arrivi l’apposita legge. In Italia, purtroppo, a livello di impiantistica siamo tra gli ultimi d’Europa, ormai ci hanno superato tutti».

    Oltre agli impianti sportivi si parla anche di impianti dirigenziali e tecnici. Il Catania ha di recente cambiato management, dentro Pablo Cosentino per Sergio Gasparin, cariche e ruoli diversi:

    “La società ha mantenuto la propria valenza tecnica, non si è mai fermata al riferimento dell’allenatore, perché il club costruisce la squadra, con una propria idea. Per questo nessuna partenza di un tecnico o di un dirigente ha creato una voragine. L’uomo deve essere sostituibile, altrimenti è difficile pensare ad un percorso di sviluppo. E oggi Rolando Maran, Pablo Cosentino, Giuseppe Bonanno e tutto lo staff si integrano molto bene.

    Quindi il campo ed il campionato. Alla serie A quest’anno mancherà il Palermo. Mancherà anche al presidente Pulvirenti:

    “Se mi mancherà il derby? Certo, è una partita con atmosfera unica, che inizia con un mese d’anticipo, ma sono convinto che il Palermo impiegherà poco per tornare in A.

    Quindi, tra sogno e reltà:

    “Europa? Sognare è lecito, e lo sport regala sempre sorprese. Ma sorrido di fronte alle domande sull’Europa: ci sono sei posti disponibili, e rispetto ad almeno 7-8 club il Catania ha un quinto se non un decimo delle risorse. Magari un giorno l’Europa arriverà, ma non è l’obiettivo per cui non dormiamo di notte. Semmai sogno di mantenere il Catania in A più a lungo possibile”.

    Commenti SOLO CATANIA TUTTO IL RESTO E NOIA 😆 😆 :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania: :salve:

  23. Ip Address: 87.21.77.14

    Fratelli colorati di rosso e d’azzurro….. buongiorno :salve:
    Nessuna novità per ora, quini mi limito a dire che qui in Emilia tempo soleggiato e temperatura gradevole… :sciarpa:
    Ciao Angelo, Joe, Chiarezza, Giorgio, e …….tutti gli altri… :salve:

  24. Ip Address: 79.35.45.171

    MASCALUCIA (CT) – Gonzalo Bergessio, bomber del Catania, parla in sala stampa quando la prima settimana di ritiro è quasi compiuta. Non solo di sudore e fatica si parla in sala stampa. L’attaccante argentino risponde così alle domande di cronisti e tifosi partecipanti alla rubrica “Fai la tua domanda a..”

    “Vedo che si sta lavorando molto bene. E’ molto positivo. Iniziamo bene questa stagione. Vedo tanta voglia di fare.

    “Col Catania ho un contratto da rispettare. Tutte le altre voci non mi riguardano. Devono parlare i dirigenti ed i procuratori. Io sono contento di restare qua e mi sto allenando al massimo. Se capita qualche opportunità di andare ad una big io non dirò resto qui. Tutti vogliamo migliorare. Se devo partire partirò però per adesso resto un giocatore del Catania.

    “L’anno scorso siamo stati bravi. Abbiamo fatto il salto di qualità. Si deve continuare per la stessa strada per migliorare. Prima la salvezza, poi superiamoci, o comunque proviamoci.

    “In questo momento penso di non aver molte possibilità di giocare in nazionale. La squadra è quasi al 100% definita. Lavoro per questo ma è difficile.

    “Non metto nessuna quota goal quest’anno. Penso di fare il meglio. Magari avrò anche la fortuna di fare più goal.

    “Con Lopez? Ho giocato spesso con al mio fianco una punta fissa come Lopez. Non sarebbe un problema. Se il mister volesse adottare un sistema del genere non sarebbe un problema. E’ importante un giocatore come Maxi Lopez per il Catania. A me non cambia niente. Se Maxi rimane abbiamo una squadra più forte. Ci alleniamo così, alla fine si vedrà.

    “Una grande contro la quale vorrei vincere? La Juventus, perché è la più forte. Barzagli è fortissimo.

    “Nel campionato francese si corre tanto, ci sono tanti giocatori africani. Il Psg ha fatto una squadra importantissima.

    “La riconferma dello staff tecnico è importante. Adesso sappiamo già come comportarci. Noi conosciamo il mister e loro conoscono noi, parlo dello staff.

    “Pitu fa felice una prima punta, mi dà spesso palloni ottima ma anche Gomez e Castro hanno fatto vedere bellissime cose all’Italia. Lodi via? Credo che andato via ne arriverà uno più forte. Leto sta recuperando bene, credo farà bene

    “La band? Io gioco alla play station. Alcuni miei compagni si divertono a suonare e cantare. E’ una cosa divertente.

    “Il miglior allenatore che ho incontrato? Simeone per quello che ha fatto.

    “Per lo scudetto lotteranno Napoli, Juventus e Fiorentina, Milan e Inter. Sono le più importanti dopo Roma e Lazio. Dopo queste il Catania è lì, per tifoseria e lavoro della società.

    :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: 😆 :salve:

  25. Ip Address: 79.41.37.200

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Mongibello e Angelo!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Angelo, proprio adesso, mentre scrivo, sto’ ascoltanto l’intervista di Bergessio.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  26. Ip Address: 79.41.37.200

    Ciao Angelo, ma allora arriva un’altro centrocampista come ha detto Bergessio piu’ forte di Lodi!!!
    Minkia!!! Avevano detto che il Catania era in crisi economica!!! :incavolato: :incavolato: :incavolato:

    Antenucci alla Ternana!!!
    Con riscatto obbligatorio se…la Ternana va in Serie A oppure se Antenucci segna 15 gol!!! ❓ ❓ ❓

    Notte notte!!!

  27. Ip Address: 79.3.141.119

    Ciao Giorgio :salve:

    Secondo me si riferisce a Tacsichidis….

    Notte a todos!

  28. Ip Address: 79.52.19.183

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo azzurro e temperatura calda.

    Ciao Mongibello!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Taxi magari e’ forte nei contrasti ma come impostare il gioco e’ macchinoso.

    Buona giornata a tutti!!!

  29. Ip Address: 79.35.45.171

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: ciao giorgio forza catania ole’ :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve:

  30. Ip Address: 82.145.210.110

    Un saluto grande grande a tutti pari!!!!
    Sembra che Tacsidis si stia tirando indietro e non capisco il motivo visto che già era stato trovato l’accordo.
    Ancora aspetto il giocatore forte che Pulvirenti aveva annunciato circa un mese e mezzo fa, viremu si aiuta cascari dinovu da seggia!?!?!?! Comunque fin’ora sono soddisfatto del mercato e forza Catania sempre.

  31. Ip Address: 82.145.210.110

    Forza Catania.

  32. Ip Address: 79.35.45.171

    CATANIA – Tachtsidis, classe 1991, regista, cresce nelle giovanili dell’AEK Atene. Il talento emerge chiaro, sin dall’età più verde si intravede la possibilità di aver per le mani un baby fenomeno. Il primo contratto da professionista lo firma a soli 16 anni e mezzo. E’ il 1° Novembre del 2007. Non è un caso. I greci vogliono blindare il ragazzo, hanno grandi progetti per lui. Il 27 Gennaio 2008 esordisce con la prima squadra in una gara di Super League. Subentra al 62° entrando nella storia del club come il più giovane debuttante in gare ufficiali (16 anni, 11 mesi, 12 giorni).L’allenatore che lo tiene a battesimo nel professionismo è lo spagnolo Llorenç Serra Ferrer, ex tecnico del Mallorca, Barcelona e Real Betis.

    La carriera del giovanissimo mediano greco non si ferma ai record anagrafici. Tutt’altro. La stagione seguente segna l’ingresso del ragazzo sui taccuini degli operatori di mercato di mezza Europa. Inizia tutto l’11 febbraio, quando realizza una doppietta con la maglia della nazionale Under 19 in un’amichevole contro la Germania. è l’11 Febbraio del 2009, esce al 62°. Passano appena tre giorni, è l’antivigilia del suo 18°compleanno: Entra al 62° della sfida contro il Thrasyvoulos. E’ il suo esordio stagionale, quello assoluto col nuovo tecnico, Dusan Bajevic. Non sbaglia. Al 95° centra la rete che consegna la vittoria alla sua squadra. Un goal rabbioso, come piena di grinta è l’esultanza prima che i compagni lo sommergano di abbracci. La stagione è ormai all’epilogo, delle ultime otto gare Tachtsidis ne gioca sette dopo non averne giocata nessuna delle precedenti 21. Esordisce da titolare sul campo del Panserraikos, fornendo due assist nei 5 goal dell’AEK. E’ l’8 Marzo del 2009. Giocherà altre tre gare partendo dall’inizio. A fine 2009 è collocato al secondo posto del PSAP Awards come miglior giovane dell’anno dietro a Vasilis Koutsianikoulis.

    La stagione 2009/10 attende il giocatore. Deve esser l’annata della consacrazione dopo il brillante finale della stagione passata. Le premesse sono ottime. Il 27 Agosto debutta nel girone di qualificazione per l’Europa League, contro il Vaslui (gara di ritorno), viene regolarmente convocato nella nazionale Under 21 greca, con la quale colleziona 6 presenze (3 da titolare) e vince il difficile girone di qualificazione agli europei nel quale sono incluse anche Inghilterra e Portogallo, disputa tutti e 90′ nello 0-1 interno subito dall’Everton che vale al ragazzo l’esordio in Europa League ed all’AEK l’eliminazione. Gli stessi numeri non arrivano in campionato. Alla fine della stagione le presenze sono solo 9, di cui 3 da titolare, per un totale di 294 minuti giocati (inferiori ai 334 minuti della stagione precedente). Unica soddisfazione, la rete e l’assist contro il Levadiakos che gli valgono il premio di miglior giocatore della 14^ giornata.

    Con il giugno 2010 il suo contratto con l’AEK arriva a scadenza. Senza rassicurazioni sul futuro, Tachtsidis decide di non rinnovare. I club europei sono già alla porta. Il 21 aprile 2010 viene ceduto per 200.000 euro al Genoa con cui firma un quinquennale da 400.000 euro annui. Da qui una serie di passaggi frenetici, in cerca di spazio: Viene girato in prestito con diritto di riscatto della metà l’8 agosto 2010 al Cesena. Non esordisce in A, solo panchina. Ficcadenti predilige un modulo in cui il ruolo del regista non è contemplato e dalla sesta gara lo spedisce in tribuna. Il 31 gennaio 2011 viene mandato in prestito al Grosseto, in Serie B. Ricomincia dalla Primavera dei maremmani: il 12 Febbraio 2010, gioca i secondi 45′ contro il Pescara (3-2) quando, quasi due anni prima, segnava la sua prima rete in campionato con l’AEK Atene. Sembra che l’arrivo in Italia non abbia fatto bene né a lui né alla sua carriera. L’esordio in serie B avviene solo il 12 marzo, nella gara vinta 3-2 in casa contro il Pescara, vedi la coincidenza, nella quale realizza i due assist del momentaneo 2-1.

    La prestazione convince il tecnico Michele Serena, gioca così 7 delle successive 11 partite (di cui 6 da titolare). Nel luglio 2011 si trasferisce, sempre con la formula del prestito, al Verona, dove diventa titolare dopo alcuni mesi. Con Mandorlini in panchina vive la sua stagione migliore. Gioca ben 37 gare, tutte le ruolo che più gli aggrada: regista. L’11 febbraio 2012, in Hellas Verona-Ascoli, segna il suo primo gol in Serie B. Chiuderà a quota 3 reti, una anche nei play-off per l’accesso in A, sfumato. Torna al Genoa, ma solo per pochi mesi. Il 19 luglio 2012, su precisa richiesta dell’allora neo allenatore della Roma, Zdenek Zeman, viene acquistato con la formula della comproprietà, sottoscrivendo un contratto dalla durata quinquennale. Passa dalla serie B alla Roma intenzionata a lottare per un posto in Europa League.

    Il 2 settembre 2012, fa il suo esordio ufficiale contro l’Inter, gara terminata 3 a 1 per i giallorossi. Il 27 gennaio 2013 trova la sua prima rete ufficiale con la maglia della Roma siglando il gol del definitivo 3-3 nella gara contro il Bologna. Tuttavia la sua esperienza a Roma è complessa per vicissitudini legate allo spogliatoio ed alle attese alimentate su di un ragazzo che, seppur “prodigio”, a soli 22 anni si trova a dover reggere le pressioni di una piazza come Roma e di una società come quella della Roma, scottata dal fallimento Luis Enrique. Il tale contesto, il rapporto De Rossi-Zeman, tutt’altro che idilliaco, diviene determinante. Le polemiche tra i due si trasferiscono sul rendimento e l’impiego in campo di “capitan futuro”, a cui spesso viene preferito proprio Tachtisidis: “E’ più regista di De Rossi”, dice Zeman.

    Tant’é, la presenza di Tachtsidis in campo viene letta come un ostacolo a quella di De Rossi, almeno da quella parte della tifoseria maggiormente legata alla figura del “vice-Totti”. Resistere da titolare non è facile ma tra alterne fortune vi riesce almeno fino all’esonero di Zeman. Con l’arrivo di Andreazzoli in panchina le quotazioni di De Rossi tornano a salire fino, progressivamente, a mandar Tachtsidis nuovamente in panchina, dove stazionerà in 7 delle ultime 8 gare di campionato, trovando spazio solo negli ultimi 90′ contro il Napoli, a giochi già fatti e posizioni in classifica già decise. Chiude la sua esperienza a Roma con 24 presenze ed 1 rete tra campionato e Coppa Italia. A fine stagione il club giallorosso torna la metà del cartellino al Genoa, dove non ha giocato nemmeno 1′ dal suo arrivo, nel 2010, e dove comprende di non aver un posto nei piani della società. Arriva a Catania all’interno dell’affare che porta sotto la Lanterna Francesco Lodi, lo scambio avviene a titolo definitivo per la metà del cartellino.

    Commenti solo catania tutto il resto e noia :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve: :salve:

  33. Ip Address: 79.35.45.171

    Il Calcio Catania S.p.A. comunica di avere acquisito a titolo definitivo con accordo di partecipazione i diritti alla prestazioni sportive del calciatore Panagiotis Tachtsidis, nazionale greco classe 1991, e contestualmente di aver ceduto al Genoa Cfc, a titolo definitivo con accordo di partecipazione, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Francesco Lodi. :catania: :sciarpa: :catania: :sciarpa: :salve:

  34. Ip Address: 217.201.253.65

    Ciao Giorgio, Joe, Matteocifalotu (bentornato…..era ora), Chiarezza, Angelo….e todos gli altri! :salve:

    Stamattina in Romagna bella giornata di sole e leggermente ventilato.

    Forza Catania….. tutto il resto è noia! :sciarpa: 😉

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu