CATANIA – SAMPDORIA LE PAGELLE

 Scritto da il 15 marzo 2011 alle 08:20
Mar 152011
 

LA PIOGGIA NON FRENA LA FURIA DEL CATANIA

C’è voluta la bestia nera della Sampdoria per avere la meglio dei blucerchiati genovesi, Cristian Llama, che con un magnifico eurogol consegna i tre punti alla squadra rossazzurra, ripetendo la prodezza dello scorso anno, quando su una punizione calciata dai trenta metri siglava il momentaneo vantaggio dei rossazzurri in quel di Marassi. Domenica scorsa, seppur ridotta in dieci per l’espulsione di Tissone, la Sampdoria non voleva saperne di capitolare, su un campo reso pesante dalla pioggia, il Catania metteva tanta grinta e volontà, senza però riuscire a trovare il varco giusto per trafiggere la squadra blucerchiata, Llama con la preziosa collaborazione del compagno Lodi, hanno dovuto estrarre dal cilindro una perla balistica di rara fattura permettendo al Catania di avere la meglio sulla squadra del neo tecnico Cavasin. Adesso si sta già pensando alla difficile trasferta di Udine e sono in tanti che hanno già venduto la pelle del lupo prima ancora di catturarlo, dando già per sconfitta la squadra di Simeone, e per citare un detto di un tecnico a noi ben noto( Trapattoni), non dire gatto se non c’è l’hai nel sacco.

Andújar: s.v.- Nel primo sul diagonale di Maccarone gli scorrono i brividi sulla schiena, nella ripresa sporca i guanti sul calcio di punizione dalla distanza di Mannini, parato in due tempi, per il resto non è stato mai impegnato.

Álvarez: 6 – Torna a giocare nella fascia destra quella maggiormente impantanata, con un po’ di fatica riesce comunque a destreggiarsi. Si vede poco in fase propositiva in avanti ma considerato la pesantezza del campo è giustificabile. Non fatica molto nel domare Laczko, come sempre riesce a garantire un’adeguata sicurezza nella sua zona, Simeone l’ho sostituisce con Llama per dare maggiore spinta alla squadra.

Spolli: 6,5 – Nel gioco aereo non ha concesso niente, dopo lo svarione iniziale del compagno Silvestre, spetta a lui prendersi cura di Maccarone, l’attaccante doriano non è cliente facile ma il difensore rossazzurro gli mette la museruola restringendo al minimo lo spazio all’avversario, nelle chiusure è stato di una precisione “svizzera”.

Silvestre: 6 – Dopo pochi minuti di gara, fa tenere il fiato sospeso a tutti i presenti del Massimino, colpa del terreno di gioco zuppo da una nottata e quasi una giornata di pioggia, liscia clamorosamente il pallone dando via libera a Maccarone di involarsi verso la porta difesa da Andujar, ma per fortuna sua e della squadra la palla calciata dall’attaccante blucerchiato, sfiora soltanto il palo alla destra dell’estremo difensore del Catania, potendo così tutti, tirare un bel sospiro di sollievo. Per il resto della gara, fa una prestazione senza infamia e senza lode.

Marchese: 6,5 – Riproposto da Simeone nella fascia di sinistra, riesce a fornire una prestazione che nulla ha a che vedere con quelle precedenti. Nel primo tempo fa avanti e indietro nella fascia, in fase difensiva non sbaglia niente, quando si propone in avanti ancora non riesce ad essere preciso ma mette tanta corsa e volontà, sfiora di pochissimo la rete tirando al volo un tiro su un cross millimetrico fornitogli da Lodi, che passa di poco alto sopra la traversa. Nella ripresa continua con questo trend, mettendo pressione agli avversari e dopo il vantaggio della squadra, gestisce con piena lucidità i palloni che gli arrivano tra i piedi.

Lodi: 6,5 – Simeone lo piazza in cabina di regia, dopo i primi dieci minuti di gara appare un po’ intimorito dalle condizioni del campo e per l’importanza della gara, poi esce alla grande sfornando una prestazione di pregevole intelligenza tattica. A centrocampo i palloni passano quasi tutti dai suoi piedi, trova due preziosi alleati in Carboni e Ricchiuti, il primo coprendogli degnamente le spalle e il secondo facendosi trovare sempre pronto a ricevere la palla per dare finalità all’azione del Catania. Nel primo tempo fornisce un’assist a Marchese che per poco non trafigge Curci, sempre dai suoi piedi parte il cross vincente per Llama, da notare la precisione sui calci da fermo.

Carboni: 7 – Solito infaticabile metodista davanti alla difesa, sbaglia inizialmente due pericolosi palloni al limite dell’area, dopo di ciò, crea una diga invalicabile per gli avversari. E’ lui che fornisce la maggior parte di palloni a Lodi per far ripartire l’azione del Catania, spesso e il perno centrale per la circolazione della palla per cercare di stanare gli avversari arroccati nella propria metà campo. Fin dall’inizio morde la caviglie a Tissone, Poli e Dessena, cercando di rubare palla e ci riesce quasi sempre, fa diventare Guberti un fantasma non concedendogli niente. Nel primo tempo un suo tiro di sinistro non coglie il bersaglio per poco, con la palla che accarezza la parte esterna della rete della porta doriana, la sua prestazione è sempre di una generosità ammirevole.

Migliore in campo

Ricchiuti: 7,5 – Scende in campo sin dal primo minuto e non fa rimpiangere la scelta di Simeone. Sfodera una delle più belle prestazioni da quando è al Catania, stavolta assieme alla qualità mette tanta quantità, mostra una forma fisica invidiabile. Corre per tutti i novanta minuti, è capace di mettere in difficoltà la retroguardia doriana con azioni ficcanti e dribbling stretti che costringono spesso al fallo gli avversari. Prova anche il tiro in porta ma senza fortuna, nel finale di gara te lo ritrovi nella metà campo rossazzurra a rincorrere gli avversari e riuscendo spesso a fermarli, da grande prova dell’ottimo stato di forma, quando nei minuti finali fa un recupero da difensore consumato su Ziegler. Merita la palma del migliore in campo.

Gómez: 5,5- Prestazione poco esaltante dell’argentino, cerca più volte di mettere in difficoltà i difensori avversari con la sua velocità ma le condizioni del campo non sempre l’aiutano. Ha il merito di procurare l’espulsione di Tissone, viene ammonito da Rizzoli per avere battibeccato con un avversario. A inizio di ripresa Simeone gli preferisce Schelotto. E’ lontano da quella migliore condizione che abbiamo apprezzato nella prima parte di campionato.

López: 5,5 – Prestazione a dir poco deludente, la coppia blucerchiata,Volta e Martinez, non fatica molto per tenerlo a bada, si mostra molto statico e a volte sembra distratto. Spesso viene pescato in fuori gioco, anticipato spesso dagli avversari si innervosisce e rischia di essere ammonito. Due sue conclusioni vengono fermate dal fischio dell’arbitro, una per fuori gioco e comunque Curci era riuscito a deviare e l’altra finita in rete ma segnata con la mano, la sua prestazione si può definire tutta qui. Nel finale viene sostituito da Ledesma.

Bergessio: 6 – Sull’out di sinistra è battaglia a viso aperto con Mannini, L’attaccante rossazzuro cerca a volte di accentrarsi per non dare punti di riferimento ma non sempre trova la giusta collaborazione del compagno Lopez, quando fa il suo ingresso in campo Schelotto e Simeone lo sposta vicino a Lopez nell’asse centrale dell’attacco, mette in ansia la retroguardia della Sampdoria svariando per tutto il perimetro avanzato, dopo il vantaggio rossazzuro rimane da solo li davanti, con Llama riescono a fare due-tre ripartenze che mettono ansia ai difensori avversari. Imbeccato da una splendida verticalizzazione di Ledesma e presentandosi a tu per tu con Curci calcia tra le braccia di quest’ultimo, ma la sua prestazione merita la sufficienza.

Sostituzioni

Schelotto: 6 – Entra dal primo minuto del secondo tempo e la propensione offensiva sulla fascia destra crea quella superiorità numerica che permette alla squadra di tenere alto il baricentro. Attua un pressing alto e cominciano a fioccare palloni per gli avanti etnei. Rientra con ottima puntualità e chiude efficacemente su Koman e Ziegler. Gestisce con intelligenza la fascia, assicura anche una buona dose di grinta.

Llama: 7 – In campo dall’ottavo minuto della ripresa non impressione più di tanto, anzi sbaglia più di quello che c’è da sbagliare. Il ragazzo sembra che non abbia ancora recuperato, ma più che tecnicamente o atleticamente, il suo ritardo sembra psicologico. Sigla il gol della vittoria rossazzurra che vale più di quando sembra, perché in virtù dei risultati maturati in questa 29ma giornata, questi tre punti valgono doppio, mettendo una distanza di 4 punti con la terzultima. Il gol segnato da Llama è stato classificato come la più bella realizzazione della giornata ed è per questo che merita un voto superiore alla sufficienza e che possa essere di buon auspicio per il suo futuro.

Ledesma: 6 – In campo nel finale di gara, ci mette agilità e testa, Simeone lo piazza in mezzo al campo per rompere le iniziative dei sampdoriani e ci riesce benissimo, imbecca magistralmente Bergessio mandandolo tutto solo verso la porta avversaria, peccato che il compagno non concretizza. Chissà se non si possa rivedere con più minutaggio in altre occasioni con la stessa concretezza e qualità viste domenica.

Simeone: 6 – Il tecnico del Catania ripropone una squadra che nei numeri e negli uomini è abbastanza propositiva, ma con più equilibrio in mezzo al campo. Mette in campo un 4-2-3-1 che passa agevolmente in un 4-3-3 in fase di non possesso. La prestazione della squadra in termini di gioco non è delle più brillanti, però forse in questo momento Simeone ha spostato più l’attenzione al lavoro sulla personalità della squadra che non nel gioco. Dalla panchina guida con carattere la squadra cercando di tenere sempre alta la tensione dei suoi giocatori. Forse agisce un po’ in ritardo nella sostituzione di Gomez con Schelotto vista l’espulsione di Tissone ma gestisce bene gli altri campi con oculatezza e precisione.

Arbitro Rizzoli: 6,5 – Più che buona la direzione dell’arbitro di Bologna, anche la collaborazione degli assistenti,è da annoverare con la piena sufficienza.

  22 Commenti per “CATANIA – SAMPDORIA LE PAGELLE”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno popolo rossazzurro…..

    pagelle date con il cuore e non con il valore in campo….
    capisco il 7 dato a Llama più che altro per il goal che ci ha salvato e non per il gioco sviluppato !!!!!! perchè oltre quello non ha fatto nulla.

    Carboni si merita un bel 8 si è dato anima e corpo non faceva passare nessuno, va bene che c’era solo Maccarone che stazionava in area di rigore tutti i 9 giocatori della samp. erano in difesa….
    anche secondo me Ricchiuti si merita un bel 8 era il ns. uomo in più dettava i tempi con passaggi perfetti..

    Marchese, tanto criticato fischiato è stato all’atezza del suo compito sfiorando anche il goal, ci dobbiamo ricredere….

    adesso con la mente serena pensiamo all’Udinese sarà una gara che ci dirà il vero valore del ns. Catania….

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    Maxi Lopez chiama Prandelli
    “Vorrei giocare in azzurro”
    L’attaccante argentino dei siciliani si candida: “Sto seguendo molto il lavoro del ct, sono favorevole all’idea degli oriundi e mi piacerebbe molto contribuire alla crescita dell’Italia del calcio”

    CATANIA – Tempo di festeggiamenti per la ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Maxi Lopez chiede un posto in prima fila e la strada scelta è quella del calcio. L’attaccante argentino del Catania si candida a un posto in azzurro: “Sto seguendo molto il lavoro di Prandelli. Ritengo che ogni opportunità per far crescere una Nazionale sia da cogliere e dunque sono favorevole all’idea degli oriundi e mi piacerebbe vestire la maglia azzurra”.

    Lopez parla anche della sua avventura siciliana in una intervista sul numero 160 di Calcio 2000 in edicola dal 15 marzo, e Calcio3000.it pubblica alcuni stralci. “Avere tanti connazionali in squadra permette un’integrazione più facile. Noi ci divertiamo ad organizzare cene a base di asado e ci frequentiamo molto anche fuori dal campo. Catania mi ricorda l’Argentina, qui tutti parlano di calcio”.

    Il bomber rossoazzurro parla anche del connazionale Javier Pastore, fantasista del Palermo: “Ho sentito che lo seguono grandi squadre e io mi auguro che vada a giocare in una di queste perché sono sicuro che sarà il futuro trequartista della Nazionale argentina”. Tra queste c’è anche il Barcellona, dove lo stesso Lopez ha giocato. “Sono arrivato in Spagna molto giovane e la squadra era troppo forte! Etòo, Messi e Ronaldinho, che tridente incredibile!”. Infine sulla sua infanzia aggiunge: “Il mio idolo è sempre stato Gabriel Batistuta, che ha sempre rappresentato un punto di riferimento per l’attacco argentino”.

  3. Ip Address: 85.41.235.41

    Il presidente del Palermo: «Sette ko di fila? Sarebbe un record…»

    Cosmi bacchetta Pastore
    «Se perdo anche con Milan e Catania mi dimetto da presidente del Palermo: sarebbe un record, sette partite di fila non le ho mai perse, neanche cinque…». Lo ha detto Maurizio Zamparini intervenendo questa sera a La Zanzara, il programma condotto da Giuseppe Cruciani su Radio 24. «In quelle occasioni si fanno tentativi, non c’è sicurezza – ha aggiunto, rispondendo a una domanda sul recente cambio di allenatore – io stanotte ci pensavo se ho fatto bene…ma sono tentativi: se Cosmi vince è un tentativo riuscito, se Cosmi perde…».

    ZAMPALESTA LO CACCIA VIA A PEDATE NEL…….

  4. Ip Address: 79.32.104.83

    Buongiorno a tutti,Joe penso che i voti espressi in pagella ricalchino per certi aspetti l’impegno e la concentrazione profusi dai giocatori,non si è vista una gran mole di gioco ma è da considerare le condizioni del campo e soprattutto l’importanza della gara,che poteva diventare viatico verso “l’inferno”,oppure occasione per riprendere fiato.Ecco, per il Catania è andata bene la seconda opzione,buttando nel baratro della retrocessione la Sampdoria,ci può essere un pizzico di cuore nell’elargire i voti,ma nella maggioranza, sono voti tutti meritati per quello che si è visto in campo per impegno e dedizione,forse avrebbe meritato mezzo voto in più Ricchiuti,forse,per il resto penso siano equi. 😉 😉 😉 😉

  5. Ip Address: 87.6.27.4

    Buongiorno raga’!!!
    Non do giudizi sulle pagelle ai nostri, mi basta che si e’ vinto.
    Arriva la primavera a fine mese e gli uomini come Ricchiuti, Gomez, Llama, Lodi, Max e Bergessio dovrebbero darci piu’ qualita’, solo in questo modo ci salveremo in anticipo.
    Spero nella rinascita del Catania e di conquistare questi 8 o 10 punti al piu’ presto possibile!!!

    Forza Catania!!! 😈 😈 😈

  6. Ip Address: 193.235.106.72

    io metterei 7 a Llama non solamente per il goal, ma anche perchè dopo il goal è tornato il giocatore dell’anno scorso, corsa dribling e cross..

    ma Rizzoli non era di Bologna?

  7. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Simone,

    ma guarda che Llama ha gia 7 in pagella.
    confermo che Rizzoli è di Bologna 😆 😆 😆

  8. Ip Address: 193.235.106.71

    Si Joe, lo so, ho visto il 7, ma io avrei messo anche tra le motivazioni le cose che ho scritto sopra.

    E avevo letto Rizzoli di Firenze…ma forse mi ero sbaglaito….non voglio sembrare troppo puntiglioso 😀

    Rizzoli è apposto come arbitro….pero’ non appena gli mettono ad arbitrare una grande contro una piccola…chissà perchè..si confonde…

  9. Ip Address: 90.1.193.51

    Buongiorno a tutti!!
    Scommettete che abbiamo recuperato Ledesma e che farà un patitone a Udine?
    Lo dicevo con Llama con Carboni e sempre con Ricchiuti!! debbo scappare un abbraccio a tutti 😥 😥

  10. Ip Address: 81.115.43.187

    Buongiorno a tutti.

    Condivido in toto le pagelle assegnate.

    Buona giornata rossazzurra.

  11. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti….

    sono belli tre punti contro la Sampdoria 🙄 🙄 🙄

    ma voglio altri 3 punti nel derby contro i Meusa 😆 😆 😆

    e mi auguro un pareggio contro l’Udinese 😉 😉 😉

    ————————————-FORZACATANIA————————————-

  12. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, domani la ripresa degli allenamenti

    Definito il programma settimanale degli allenamenti, a porte chiuse, e degli appuntamenti con i cronisti: mercoledì doppia seduta, due rossazzurri in sala stampa alle 15; giovedì alle 14.30 conferenza settimanale di mister Simeone, squadra in campo alle 15; venerdì una sessione pomeridiana e sabato rifinitura mattutina, seguita dalla conferenza pre-gara alle 11.45.

  13. Ip Address: 90.1.209.8

    Joe ma dimmi na cosa se pareggiamo a Udine e vinciamo con i meusa….gli Argentini ti piacciano o no? 🙄 🙄 🙄 😉 😉 😉 😉
    Mi piaci scuncicariti 😀 😀 😀

  14. Ip Address: 151.33.43.7

    Ciao a tutti.

    Piu’ che sulle pagelle(che sono sempre soggettive), mi vorrei soffermare su una grande conquista fatta dalla nostra Societa’ che e’ passata quasi inosservata ma che ha un valore forse percepito da pochi e fa capire come si stia lavorando piu’ che seriamente sul nostro settore giovanile vera e propria linfa vitale per chi vuole fare calcio in maniera seria … non era mai successo prima che una Societa’ del Sud Italia vincesse il trofeo Manchester United italiano per poi andarsi a Giocare quello ancora piu’ impegnativo che si terra’ ad Agosto nella stessa Citta’ Inglese da cui prende il nome il torneo.
    La squadra giovanissimi nazionali (prima nel suo girone) ha vinto tutte le partite giocate nel torneo contro le altre prime degli altri gironi … cosa dire di piu’, mi pare che nonostante le difficolta’ nell’operare a Catania i risultati sono sotto gli occhi di tutti (ricordo che anche gli Allievi sono primi nel loro girone mentre la Primavera e’ seconda). Adesso che il Catania ha la sua casa, il progetto gia’ partito decollera’ e, permettera’ al Catania di fare crescere giovani speranze Rossazzurre come ho sempre detto… ne vedremo delle belle!

    Forza Catania!

  15. Ip Address: 87.6.27.4

    Buonasera raga’!!!
    Vero Mario!!! 😉 😉 😉
    I piccoli elefantini crescono!!!

    Buon per la societa’ e il futuro del Catania!!!

    Forza Catania!!! 😈 😈 😈

  16. Ip Address: 151.33.43.7

    Ciao Giorgio … 😆 😆 😆

    Quando avrai la possibilita’(se mai scenderai), vai al centro sportivo del Catania ti accorgerai che in Italia una cosa simile non esiste e forse neanche da altre parti. E’ un gioiello della pianificazione (in un posto dove l’aggettivo pianificazione e’ uno sconosciuto). Nessuno riesce ancora a metabolizzare cosa ha creato questa Societa’ a Catania e quale grandissima fortuna abbiamo noi Catanesi ad avere due persone cosi capaci alla guida della stessa, oltretutto uno( il Presidente) ne e’ anche un grande tifoso… credo che passati gli anni della semina il Catania in un prossimo futuro raccogliera’ soddisfazioni che noi nemmeno immaginiamo e che tanti “disfattisti” non meritano affatto.
    La mia fiducia verso queste persone e’ dovuta al fatto che fino adesso hanno mantenuto sempre quello che hanno promesso…

  17. Ip Address: 88.64.178.241

    Buonasera a tutti
    caro Catanista quoto in toto i tuoi commenti
    e mi riempie il cuore di orgoglio constatare quanti catanesi veraci ci sono in questa squadra che ha vinto il torneo mancester e che rapresenterà l’italia nel torneo vero e proprio …. io critico solo il fatto che la squadra debba patire così tanto per mantenere la serie bastava a suo tempo prendere un allenatore con le palle due terzini pure con le palle e adesso stavamo in una posizione in classifica migliore invece siamo lì in mezzo alla bagarre per non retrocedere era proprio necessario ???

  18. Ip Address: 151.33.43.7

    Ciao lux
    condivido quello che affermi, il tuo pensiero e’ anche il mio.
    la Societa’ ancora una volta ha sbagliato clamorosamente nella scelta dell’allenatore, pero’ voglio pensare che stavolta lo abbiano fatto non per “risparmiare” ma perche’ credevano che Giampaura potesse essere l’allenatore giusto per iniziare un cammino condiviso insieme e magari per arrivare ad un obbiettivo “importante” nell’arco di qualche anno.
    Cosi’ non e’ stato. Lo hanno esonerato perche’ il suo tipo di approccio alle gare, la gestione degli atleti e quant’altro non erano state pari alle attese e al potenziale della squadra, per me, da 10-12 posto…
    Adesso c’e’ Simeone un allenatore giovane che per caratteristiche secondo me e’ adatto alla nostra piazza. Io non so come andra’ a finire la sua storia con il Catania, ma, mi auguro che con lui si possa programmare quello che si doveva programmare con il sig. G…

  19. Ip Address: 88.64.178.241

    esatto Mario diciamo che c#è stato tra gianpaura e il Catania un enorme malinteso però a me mi piace rimarcare il fatto che bisognava ponderare un poco di più il responsabile tecnico del catania e anche colui che dà le direttive sulle squadra giovanili e lì bisogna sbagliare il meno possibbile senò vengono minate le basi per un futuro migliore meno male che ci si è resi conto dello sbaglio …ma ci pensi Catanista questo giampaura ha mandato via Barrientos da accapponare la pelle come faceva uno così ha valorizare in futuro le giovani speranze delle giovanili??

  20. Ip Address: 88.64.178.241

    quando mi rileggo mi accorgo degli errori che faccio
    oddio che orrore scusatemi :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  21. Ip Address: 151.33.43.7

    Stanno lavorando bene i responsabili del settore giovanile, sanno quello che fanno.
    Lo monaco e’ una persona intelligente credo che se non confermera’ Simeone, valutera’ attentamente la scelta sul prossimo allenatore del Catania…

    Vado a vedere la champions.

    Forza Catania!

  22. Ip Address: 87.6.27.4

    Buonasera o buonanotte raga’!!!
    Caro Mario se i figli e il nipotino non mi rompessero le scatole per fare lo “chauffeur”, verrei almeno una volta al mese con la nave ha godere questo impianto sportivo di proprieta’ del Catania e vedermi almeno una partita al Massimino.
    Penso che Pulvirenti e Lo Monaco sono uomini lungimiranti cioe’ vedere in anticipo il futuro del calcio a Catania.
    Solo per questo vanno sempre rispettati.

    Notte a tutti!!! 😉 😉 😉

    Forza Catania!!! 😈 😈 😈

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu