Catania – Sassuolo 0 – 0

 Scritto da il 27 ottobre 2013 alle 19:44
Ott 272013
 

catania3

Terzo pareggio, manca l’urlo liberatorio – Con coraggio, grande generosità ed una buona qualità, specialmente nei primi 70′: così ha giocato oggi il Catania, costretto infine al terzo pareggio casalingo in campionato dal Sassuolo, che strappa un punto concludendo sullo 0-0. Il coraggio di tentare fino alla fine (negli ultimi minuti in campo contemporaneamente Leto, Castro, Lopez e Bergessio), la generosità evidente nell’impegno costante, la qualità di buoni tratti di gara caratterizzati da un’apprezzabile fluidità di manovra e da alcune occasioni significative: tutto questo non è bastato, la vittoria del rilancio non è giunta e la squadra rimane invischiata nelle sabbie mobili della “zona calda” ma dimostra di essere viva e combattiva. Si ripartirà dal carattere. Senza Barrientos: frattura del processo trasverso della terza vertebra lombare, un mese di stop.

Partenza lanciata – Mister De Canio dispone il 4-3-3 con Castro, Bergessio e l’innesto di Keko al posto del Pitu; in mezzo al campo Plasil, Almiron e Tachtsidis si dividono i compiti, l’emergenza in difesa invece costringe Izco sulla fascia destra nel ruolo di terzino, Gyomber e Rolin sono i centrali con Biraghi a sinistra. Tra i pali Andujar. Il Catania parte fortissimo con pressing e corsa a tutto campo, tanti cross in mezzo: Keko è mobilissimo a destra, una spina nel fianco della difesa avversaria, Castro a sinistra non è da meno ma i palloni che spiovono in area sono spesso preda dei centrali difensivi emiliani. Dopo un forcing durato una decina di minuti alla prima occasione il Sassuolo spaventa Andujar: al 13° sulla punizione di Berardi una deviazione quasi beffa l’estremo difensore argentino, il pallone si spegne di poco sul fondo. I rossazzurri non mollano il colpo e si rendono pericolosi prima con Keko che ha sul sinistro un’ottima occasione, il tiro viene contrato all’ultimo istante, e poi con Plasil che al 18° di testa fa compiere a Pegolo la parata della giornata con una respinta d’istinto. Al 21° ci prova anche Almiron che da fuori area cerca un destro a giro che sorvola di poco la traversa. Il Sassuolo rimane rintanato nella propria metà campo e chiude tutti gli spazi per gli inserimenti dei rossazzurri, col passare dei minuti la foga agonistica del Catania scema e prima dell’intervallo non si registrano grandi emozioni.

Cambi di modulo – Ben presto nella ripresa mister De Canio si affida ai cambi, al 54° Maxi Lopez subentra a Keko, la squadra si risistema con un 4-4-2 a rombo, vertice alto è Castro che si muove alle spalle degli attaccanti; al 59° con una punizione di sinistro a giro si rende pericoloso Tachtsidis, il tiro impegna Pegolo ad una respinta bassa, sul pallone si fionda Bergessio che non riesce però a correggere in rete, pochi minuti dopo è un sinistro di Lopez ad impegnare il portiere emiliano. Il Catania preme ma le occasioni nell’area neroverde non sono mai clamorose, di contro il Sassuolo prova a mettere il naso fuori con qualche contropiede fulmineo, in tutte le occasioni però giganteggia Gyomber che è autore di una gara impeccabile sotto il profilo dell’attenzione e della qualità nelle chiusure. L’esordio senza pecche del difensore slovacco da titolare, in casa ed in una situazione complessa, è la nota più lieta della domenica rossazzurra. Al 69° Guarente prende il posto di Tachtsidis e poco dopo Leto subentra ad Almiron, i rossazzurri sono adesso in campo con un 4-2-3-1, Lopez è il terminale offensivo, Bergessio va sul centro sinistra. Il finale è convulso, il Catania perde lucidità nel tentativo di riuscire a portare a casa i tre punti, il Sassuolo con i cambi e con i frequenti interventi dei medici sul terreno di gioco spezza frequentemente il ritmo e prova a sfruttare gli spazi; all’84° un destro dell’ex Schelotto si perde di poco sul fondo mentre all’85° con Zaza, subentrato a Floro Flores, il Catania rischia davvero grosso: il numero 10 emiliano riesce anche a superare Andujar in dribbling ma poi a porta spalancata conclude malamente sul fondo. Succede poco altro fino al triplice fischio, il Catania prova a bruciare i tempi scagliando palloni lunghi per le torri di Lopez ma le azioni non si rivelano mai pericolose, cosi dopo 4 minuti di recupero deve accontentarsi di un punto e di fare solo un piccolo passo in classifica.

Catania (4-3-3): Andujar, Izco, Gyomber, Rolin, Biraghi, Plasil, Tachtsidis (69° Guarente), Almiron (77° Leto), Keko (54° Lopez), Bergessio, Castro.
Sassuolo (3-5-2): Pegolo, Antei, Bianco, Marzorati (41° Acerbi), Schelotto, Missiroli, Magnanelli, Kurtic, Longhi, Floro Flores (76° Zaza), Berardi (59° Laribi).

Fonte: calciocatania.it

 

  85 Commenti per “Catania – Sassuolo 0 – 0”

  1. Ip Address: 95.251.25.5

    Pablo Barrientos infatti oggi non è sceso in campo per un infortunio rimediato prima della partita col Sassuolo. Per l’argentino si tratta di una frattura del processo trsverso della terza vertebra lombare. Il Pitu tornerà in campo a dicembre.

    Come ha fatto a farsi male?

    Notte a tutti!!! :sciarpa:

  2. Ip Address: 109.68.196.118

    Buonasera a tutti….
    Io la partita non ho potuto vederla sono a Londra e ero su un treno, fortuna che non ho assistito a questo scempio , perchè pareggiare con il Sassuolo in casa è una vergogna…..
    Spero nella salvezza, ma cosi la speranza sta morendo settimana dopo l’altra :incavolato: :incavolato:
    Sono molto arrabbiato….

  3. Ip Address: 109.68.196.118

    Giorgio, quest’anno siamo persi :diavolo: :diavolo:

  4. Ip Address: 79.19.42.195

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: pesare positivo non guasta usciremo da questa situazione io ci credo forza catania il campionato e ancora lungo :catania: :catania: :salve: :salve:

  5. Ip Address: 79.19.42.195

    pensare 😆 😆 😆

  6. Ip Address: 79.19.42.195

    Pagelle: Gyomber sorpresa, bene Tach e Keko, manca il Goleador
    La difesa, rattoppata, regge. Non funziona invece l’attacco. Manca il goal ed è il guaio più grande per il Catania, che perde anche Barrientos. Né Leto né Lopez hanno la giusta intesa per far bene. Bergessio non è al meglio, e si vede. Gyomber e Rolin stupiscono, migliora anche il rendimento di Tachtsidis.

  7. Ip Address: 79.19.42.195

    CATANIA – Il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, parla a SalaStampa, su Antenna Sicilia, nella sera che commenta Catania-Sassuolo:

    “Vedendo la prestazione offerta quest’oggi resto ottimista. Molti dei discorsi che circolano adesso sulla squadra sono figli dei risultati che non arrivano. Magari, tra un mesetto, se ne faranno di altri e si capirà anche il grande e buon lavoro che questa società ha fatto nell’allestire questa squadra. Ci sono giocatori, come Leto, che sapevamo avrebbero avuto bisogno di tempo. Speriamo possano presto mostrare tutte le loro capacità. :ciao: :ciao: :ciao:

  8. Ip Address: 79.19.42.195

    CATANIA – Un cerotto sul sopracciglio, frutto del passato, ed un’andatura claudicante, la novità del giorno. In zona mista, Pablo Barrientos, non parla di quanto successo in settimana. Per lui parla la prognosi medica: frattura della terza vertebra della schiena. In parole povere: dai trenta ai quarantacinque giorni di stop, senza possibilità di forzare il recupero vista la delicatezza della parte infortunata.

    Il Catania perde così il suo miglior realizzatore finora. De Canio in conferenza stampa commenta così: “Fa rabbia perdere un giocatore importante come Barrientos per tutto questo tempo, specie a me, appena arrivato. C’è mancato anche oggi un giocatore capace di risolvere la gara con un’invenzione. Ma non mi dispero, e nemmeno i tifosi devono disperarsi.

  9. Ip Address: 79.19.42.195

    CATANIA – Le valutazioni sui protagonisti di Catania-Sassuolo 0-0

    Andujar s.v. Mai impegnato seriamente durante la gara. Nella ripresa Zaza riesce a dribblarlo ma calcia a lato.

    Izco 6 Svolge con diligenza il compito difensivo a lui assegnato. Si vede tuttavia poco in proiezione offensiva.

    Rolin 6.5 Riesce a dare sicurezza al reparto disputando una gara molto accorta.

    Gyomber 7 Dimostra coraggio e determinazione, evidenziando buone qualità tecniche.

    Biraghi 6 Bene nel primo tempo, cala alla distanza pur non demeritando.

    Almiron 5.5 Regge discretamente solo un tempo. Nella ripresa stenta a proporsi con convinzione

    Nella ripresa subentra Leto 5 Non riesce ad incidere sull’incontro

    Plasil 6.5 Bene soprattutto nella prima frazione di gara. Ha sulla testa l’occasione per portare in vantaggio i rossazzurri ma Pegolo riesce ad opporsi.

    Tachtsidis 6 Gioca davanti alla difesa etnea e non demerita. Da un suo cross scaturisce l’azione più pericolosa dei rossazzurri su colpo di testa di Plasil. Nella ripresa impegna Pegolo su punizione.

    Nella ripresa subentra Guarente 5.5 Non riesce a rivitalizzare il centrocampo etneo

    Castro 5 Conferma le non buone impressioni delle esibizioni precedenti. Incide poco nel tridente d’attacco perdendosi spesso in qualche dribbling di troppo.

    Bergessio 5 Ha qualche occasione nel primo tempo ma fallisce malamente. Un passo indietro rispetto al match di Cagliari

    Keko 6.5 Più che positiva la sua prestazione. E’ uno dei pochi a riuscire a mettere qualche pallone invitante al centro della difesa ospite. Stupisce la sua sostituzione.

    Nella ripresa subentra: Lopez 5 Si nota soltanto in un’occasione. Per il resto tanti falli e poca sostanza

    All. De Canio 5.5 All’esordio sulla panchina etnea ottiene un pareggio casalingo contro una rivale diretta per la salvezza. Il Catania piace solo nei primi venti minuti poi evidenzia i mali già espressi nelle precedenti prestazioni. Convince solo la difesa grazie alle buone prestazioni dei due centrali. Centrocampo efficace solo nei primi venti minuti del primo tempo. Nella ripresa è il Sassuolo invece ad avere spesso supremazia soprattutto dopo l’uscita di Tachtsidis e Keko. Brutte notizie dal reparto avanzato che soltanto ad inizio gara, sfruttando a dovere le fasce laterali, riesce a creare qualche pericolo dalle parti di Pegolo. Poi è buio pesto per gli attaccanti rossazzurri. Ininfluenti le sostituzioni operate nella ripresa.

    Arbitro Tommasi e collaboratori 6.5 Direzione di gara senza particolari sbavature.

  10. Ip Address: 95.245.10.136

    Buongiorno raga’!!! :salve:
    Ciao joe e Angelo!!! :ciao:
    joe, come scrive Angelo dobbiamo pensare positivo.
    Stiamo assistendo ad un’altro film del nuovo campionato.

    Le note positive sono Gyomber (veloce e bravo), Rolin, Biraghi e Plasil.
    Leto ha mandato a fare in c….o il nuovo allenatore perche’ voleva giocare, si nota ll nervosismo dei giocatori.
    Ieri anche Taxi ha giocato bene anche se alcuni tifosi scrivono di no.

    Molti infortunati ci sono e questo e’ grave perche’ abbiamo strutture adeguate per recuperarli.
    Non ho capito come cavolo si e’ infortunato Barrietos.

    Adesso mercoledi ci aspetta la giuve e domenica il Napoli, spero di vedere uno spirito “guerriero” dei Nostri al di la’ della forza degli avversari.
    Egoisticamente spero che le squadre che ci fanno compagnia facciano meno punti possibili e dopo queste due partite ospitiamo l’Udinese di Di Natale.

    Non so che santi pregare ma la “speranza” non deve morire.

    Forza Catania sempre!!! :sciarpa: :piangere: :sciarpa:

  11. Ip Address: 92.139.247.254

    buongiorno a tutti pari
    A parte il risultato negativo io ho sempre la speranza che alla fine l’allenatore Di Canio capisca le caratteristiche tecniche dei nostri giocatori e non faccia lo scienziato, cioè cose semplici ed ognuno al suo VERO posto, perchè se debbo giudicare dalla partita di ieri, nun ci capu na mazza, ed alla fine con i suoi cambi stramballati ” tutti avanti con 4 attaccanti e palle lunghe dalla difesa il Catania sembrava una squadra di iv divisione.
    E Inutile insistere su Almiron Bergessio Castro e sono perfettamente d’accordo con Beppe e Lux dentro i giovani ieri per i suoi cambi scriteriati al 90° stavamo perdendo la partita, ora molti dicono che Zaza ha sbagliato, io dico che Andujar con la sua uscita lo ha leggermente sbilanciato e costretto all’errore, ora contro la Juve ti prego Di Canio visto che partiamo battuti……………….cose semplici e GIOVANI
    ———–Andujar
    —-Gyomberg—Rolin—Spolli
    Keko—Izco—Plasil–Tachtdisis–Monzon o Biraghi :ciao: :ciao:
    ———Bergessio—-Lopez o Leto
    il modulo non conta ma questi sono gli uomini

  12. Ip Address: 95.245.10.136

    Ciao Chiarezza!!! :ciao:

    Mi ero dimenticato di Keko che ieri ha giocato bene.

    La penso come te, se dobbiamo perdere meglio giocare con quelli nuovi.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa:

  13. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri :ciao: :ciao: :ciao:

    Ciao Joe,Giorgio,Angelo,Vittorio e tutti quelli che verranno dopo :salve: :salve:

    Anch’io condivido al 100% il post di Vittorio su Andujar,anzi,se guardate bene,gli ha anche toccato il tallone sinistro(se cade,potrebbe anche starci il rigore) e lo ha sbilanciato,bravo Andujar.

    Per ciò che riguarda le prossime gare,io giocherei con un 4-5-1 “mascherato”.

    Andujar

    Izco-Gyomberg-Rolin-Biraghi

    Keko-Plasil–Tachtdisis-Freire-Monzon
    ———Bergessio—-

  14. Ip Address: 79.27.43.204

    aribuongiorno a tutti vengo adesso dalla visita medica di controllo sto migliorando come penso che migliorera il nostro catania
    L’ex calciatore del Catania, Gionatha Spinesi, prosegue la sua collaborazione con Itasportpress.it curando la rubrica “L’occhio del Gabbiano”.

    Il Catania è dentro un tunnel dal quale non riesce a uscire fuori. La mia convinzione è che questa squadra non mantiene l’attenzione per 90’ minuti. Non direi che è un problema prevalentemente fisico, io penso che sia invece mentale. Al di là della paura da classifica, vedo la squadra partire bene e non mantenere l’attenzione per tutta la partita. In serie A non puoi permetterti cali del genere perché vieni punito e il Sassuolo che non ha grande qualità ma che Di Francesco fa giocare bene, ha avuto il match ball con Zaza. Le assenze e le difficoltà ci stanno ma sarebbe un grave errore poi ammettere che tutto è dovuto al calo fisico come ho sentito da qualche tesserato. Si darebbe un grosso alibi ai giocatori e io che ho fatto il calciatore so come vengono metabolizzate dai giocatori certe affermazioni.

    Forse molti si aspettavano che con De Canio in panchina si batteva il Sassuolo. Adesso non per il mister che è un tecnico preparato, ma nulla è scontato in A senza la giusta cattiveria agonistica, attenzione e convinzione. Questa squadra ha perso quel filo che univa i reparti, quel collante che negli anni passati aveva mostrato un Catania che giocava da squadra mentre adesso si vede il contrario.

    Scelte tecniche- A 20 dalla fine ci può stare che si potenzi il reparto offensivo per abbattere la difesa avversaria e con questo voglio dire che trovo condivisibile la scelta di De Canio di mettere Maxi Lopez, però ho sempre detto che l’ex del Milan non si integra bene con Bergessio. Il Catania ha nel Dna il 4-3-3 e giocare con queste due punte dentro l’area non è una scelta che alla lunga porta risultati e oggi si è visto contro una difesa a 5 del Sassuolo. Il Catania aveva di bisogno due esterni che spingevano come Keko e Castro nel primo tempo ma poi si è cercato lo sfondamento centrale e il Sassuolo ha gestito meglio la gara.

    Futuro Non è un male che si giochi con Juve e Napoli. La squadra potrebbe anche riscattarsi con queste due squadre perché avrà tanti stimoli. Ricordiamoci che il Catania di Mihajlovic cominciò a risalire in classifica dopo aver battuto a Torino la Juve per 2-1 con il gol di Izco nel finale. Era un’altra Juve ma il calcio è fatto di corsi e ricorsi storici.

    Un abbraccio :ciao: :ciao: :ciao:

  15. Ip Address: 79.27.43.204

    «Restare uniti e fiduciosi. Recuperando le forze usciremo da questo momento»

    Il presidente del Catania a SalaStampa: “In questo momento sono i tanti infortunati a fermarci. La squadra ha fatto tutto quel che poteva, non soffrendo mai l’avversario. Le critiche sono figlie dei risultati. Resto realista più che ottimista. Riusciremo a risollevarci quando avremo tutte le forze a nostra disposizione. Allora vedrete cosa è in grado di fare la squadra. Contro Juventus e Napoli possiamo far risultato”.
    :salve: :salve: :salve:

  16. Ip Address: 79.27.43.204

    Fatto tutto il possibile
    “Non mi pare che la squadra sia durata solo 20′. La squadra ha fatto tutto quel che doveva fare, mancando solo negli ultimi 10′. Il momento è difficile, tanti squalificati ed infortunati. Abbiamo giocato con due ragazzi infortunati e tre esordienti. Contando questo, resta il rammarico di non aver vinto, ma la squadra ha fatto tutto quel che era nelle sue possibilità attuali.

    Fondamentale restare uniti
    “Prendiamo atto della classifica. Siamo partiti male. Abbiamo le qualità per portarci fuori. Recuperando sei o sette infortunati, rimanendo compatti, senza perdere la testa, riusciremo a venir fuori da questo momento. E’ fondamentale restare uniti. Negli anni è sempre stata questa la nostra forza. Prendiamo atto di dover tutti dar il nostro contributo per la salvezza.

    Tanti giocatori fuori condizione
    “Il Sassuolo ha avuto solo un’occasione alla fine. Non ci ha mai impensierito. E’ stato il Catania a far la partita nonostante tutte le difficoltà elencate. Questo testimonia le qualità di cui siamo in possesso.

    Juventus e Napoli
    “Le partite di calcio sono strane. Il Catania ha la possibilità di far risultato sia a Torino che a Napoli. Lo spirito visto è quello giusto. Abbiamo lottato tanto. Dobbiamo ritrovare la via del goal. Restano due partite difficilissime, ce le giochiamo, poi vedremo.

    Aspettare prima di giudicare
    “Il problema è di condizione fisica. Prima di dar dei giudizi sui nuovi come sui vecchi aspetto di vederli in condizione ottimale. La squadra la potremo giudicare solo tra un po’. Bisogna aspettare, e poi vedremo cosa potrà davvero fare questa squadra. Sono realista più che ottimista. Sono convinto che ci toglieremo delle belle soddisfazioni quest’anno.

    Critiche figlie dei risultati
    “Molti dei discorsi che circolano adesso sulla squadra sono figli dei risultati che non arrivano. Magari, tra un mesetto, se ne faranno di altri e si capirà anche il grande e buon lavoro che questa società ha fatto nell’allestire questa squadra. Ci sono giocatori, come Leto, che sapevamo avrebbero avuto bisogno di tempo. Speriamo possano presto mostrare tutte le loro capacità.

    Commenti solo catania tutto il resto e noia :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve: :ciao: :ciao:

  17. Ip Address: 79.27.43.204

    il catania di adesso secondo me con tutti gli acciaccati che ci stanno e come una moto con le marce lunghe piu strada fa piu veloce diventa forza catania sempre 😆 😆 :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve: :salve:

  18. Ip Address: 77.206.1.58

    Le mie pagelle con commento :salve: :salve:

    Andujar: 6,5 Salva il risultato al 90

    Izco: 6,5 – Mezzo voto in più perchè gioca in condizioni non ottimali

    Rolin: 7 – Si riconferma dopo l’ottima prestazione della settimana precedente

    Gyomber: 7,5 -Ma io dico ma Maran non vedeva che sia lui che Rolin sono giocatori che quanto meno meritavano qualcosa in più? da riconfermare ed aiutarlo se farà cosa logica qualche errore.

    Biraghi: 5,5 – Certo che non è il sostituto di Marchese se non spinge neanche col Sassuolo in casa quando mai potrà farlo?

    Plasil: 6,5 -Unica certezza dell’ultima campagna acquisti, ma nessuno vede che puo’ essere lui il vero cervello del Catania, sprecato è penso che già si sia pentito di essere venuto

    Tatchsidis: 7 – Insieme a Gyober migliore in campo, ma su questo ragazzo c’è un film già visto, vedi Alvarez, Izco, Marchese etc etc spero che lo lasciano in pace ieri solo lui ha retto il centrocampo ed in più stupenda la sua punizione respinta da Pegolo, che con un Bergessio attento……

    Almiron: 4,5 – ma senza colpa la colpa è di chi lo fa giocare in queste condizioni

    Keko: 6,5 -la sua uscita dopo un primo tempo fatto a buon ritmo mi ha stupito, era l’unico che faceva cross che senso ha fare entrare Lopez che è forte di testa se gli levi i rifornimenti?

    Bergessio: 4, 5 stesso discorso fatto su Almiron -peccato che invece di Gomez nessuno lo ha voluto quest’estate

    Castro: 5 – L’anno scorso entrava nel secondo tempo, quest’anno si sente sicuro titolare è non ci mette lo stesso impegno ma dimenticatevi tutti che sia il sostituto di Gomez

    Maxi Lopez: 5 – qui l’impegno c’è stato ma impalpabile a sua parziale giustificazione, non c’è stato un solo assist degno di nota.

    Guarente: 5 – Venti minuti in campoper fare cosa non lo capito e tu Di Canio

    Leto: 5 – entra alla fine e da campione vuole risolvere la partita da solo, qualcuno dopo 3 mesi gli lo ha detto che la serie A non è il Campionato Argentino o Greco?

    De Canio 4 – Potevo dargli tutte le scuse anche 6 pure se avessimo perso con onore, ma lui ieri ha voluto essere subito protagonista e screditare Maran, per Rolin e Gyomber lui non c’entra ma tra infortunati e scualifiche non c’era più nessuno, lo stesso dicasi per Keko, e nel momento delle sue decisioni tira fuori,Keko e Tachtdisis gli unici che facevano sperare in bene, e si schiera con un 4-2-4 con centrocampisti Guarente e Castro ed esterno Plasil 😳 😳 Bravo speriamo in un altro resistro per le prossime partite, anche se prevedo che a Torino schiererà ancora i vecchi è farà barricate fino al primo gol della Juve.

  19. Ip Address: 79.27.43.204

    Noi con la voce: “Per risolvere il problema gol, dentro i giovani”
    Ritorna la fortunata rubrica “Noi con la voce”, quella che registra le opinioni dei tifosi “social” del Calcio Catania “non per fama, ma per fede”. Il tifoso “social” di quest’oggi, cioè colui che per primo si è prenotato per questa sorta di intervista, è Mauro Vaccaro. Ecco ciò che ci ha detto riguardo la scialba partita casalinga contro il Sassuolo io e i possibili modi per uscire da questo brutto momento di inizio stagione

  20. Ip Address: 79.27.43.204

    ROMA – Nessun risultanza di rilievo per il Catania dal comunicato numero 66 del giudice sportivo. In merito alle gare della nona giornata, il giudice Tosel ha deliberato: “di sanzionare la soc. Juventus con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva Sud primo e secondo anello” privo di spettatori, disponendo che l’esecuzione di tale sanzione sia sospesa per un periodo di un anno, con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella comminata per la nuova violazione”.

    Prima ammonizione per Bergessio. Ammonito il presidente Pulvirenti: “per avere, al 41° del secondo tempo, contestato una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale”.

  21. Ip Address: 95.245.10.136

    Buonasera raga’!!! :salve:
    Se dobbiamo perdere mettiamo i “doppioni” di quelli assenti o infortunati.

    Forza Catania!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

    Notte a tutti!!! :catania: :catania: :catania:

  22. Ip Address: 79.27.43.204

    Reduce dal deludente pari interno a reti inviolate con il Sassuolo, il Catania è tornato ad allenarsi già stamane a Torre del Grifo: lavoro leggero per chi è sceso in campo contro i neroverdi, seduta più intensa per gli altri giocatori in organico. Per la proibitiva trasferta contro la Juventus, il tecnico De Canio ritrova due difensori reduci da squalifica: Alvarez e Legrottaglie che saranno titolari a Torino andando così a rinfoltire un reparto a corto di uomini (solo quattro disponibili contro il Sassuolo). Gli altri due componenti del pacchetto arretrato saranno Rolin (attenzione però a Gyomber che ha ben impressionato contro i neroverdi) e Biraghi. I problemi di formazione, però, riguardano l’attacco, che dovrà fare a meno di Barrientos, fermatosi a causa della frattura del processo trasverso della terza vertebra lombare e costretto a restare ai box almeno per i prossimi trenta giorni. De Canio potrebbe rinnovare la fiducia a Keko. Le alternative in attacco sono i due argentini Leto e Maxi Lopez. In mediana Izco potrebbe andare in panchina con reparto composto da Plasil, Tachtsidis ed Almiron.

  23. Ip Address: 79.27.43.204

    Oltre al danno, la beffa. Frattura del processo trasverso della terza vertebra lombare per Barrientos. Morale della favola: 45 giorni senza il “Pitu”. Proprio lui, l’uomo più talentuoso a disposizione di De Canio, si ferma per questo problema alla schiena che non gli permetterà quindi di dare una mano al Catania in uno dei momenti più delicati della gestione Pulvirenti.

    Tuttavia, Keko, suo sostituto nella partita di ieri, proprio ai nostri microfoni nel post partita del “Massimino”, ha comunque guardato con fiducia al doppio, terribile, impegno in trasferta che aspetta il Catania, prima la Juventus e poi il Napoli. L’attaccante spagnolo ci spiega così il motivo per cui Izco e compagni faranno bene nei prossimi due turni da brivido: “paradossalmente giocare contro Juve e Napoli può essere un vantaggio perché possiamo fare la nostra prestazione con serenità, facendo la nostra partita e perché no, cercando di fare l’impresa. Invece con il Sassuolo abbiamo sentito troppo la pressione di vincere a tutti i costi”.

    Infine, in questo ciclo di ferro che aspetta il Catania, potrebbe ritagliarsi uno spazio il giovane difensore slovacco Norbert Gyomber. Il giocatore, classe ’92, è stato il migliore in campo ieri e se la porta di Andujar è rimasta inviolata il merito è anche suo. Oltre a lui, da segnalare le prove non proprio sufficienti dei terzini e dei centrocampisti, e la voglia di fare di un Maxi Lopez smanioso di buttarla dentro ma che sembra molto macchinoso. Il suo collega Bergessio, invece sembra lontano parente di quello dello scorso anno. Appena 1 rete all’attivo dopo 810′ minuti.

    Questo passa in convento. C’è una lunga salita da fare, e le vette Juventus e Napoli da scalare, senza affanni o pressioni, ma solo con tranquillità e fiducia nella squadra. Bisogna fare tesoro di quello che si ha e cominciare a pedalare verso la salvezza.

    Forse sarebbe il caso che la società etnea faccia sentire la propria voce in modo energico dentro lo spogliatoio per togliere alibi a qualche giocatore e allo stesso tempo tentare di scuoterlo. Qualcuno potrebbe essere sazio dopo la grande stagione dello scorso anno e non trova più stimoli, qualcun’altro invece potrebbe aver già sistemato la propria situazione economica con un bel contratto e si è adagiato.

    Il Catania è una squadra forte e con qualità enormi, questo è innegabile, forse però non sarebbe un errore in questo momento farsi tutti un bagno di umiltà e affrontare ogni avversario convincedosi che è ancora più forte, che si chiami Sassuolo o Roma.

    :sciarpa: :sciarpa: :ciao: :ciao:

  24. Ip Address: 109.68.196.118

    Buonasera a tutti…..
    Io non capisco più come mai che il Catania ha smarrito la bussola e non riesce più a fare risultato….
    Abbiamo fatto vedere durante la prima partita contro la Fiorentina un buon calcio era una squadra compatta che faceva anche sperare. Ma dopo la partita in casa con l’Inter non si è capito più niente, una squadra allo sbando totale.
    Durante il calcio mercato abbiamo ceduto 3 giocatori: Lodi, Marchese e Gomez, ma poi detto tra di noi il Lodi era lento e non era tutta sta grande cosa era bravo solo a tirare le punizioni io penso che Plasil dico come lui (ma anche più bravo).
    al posto di Marchese c’è Biraghi e Monzon ovvio che Giovanni è più bravo faceva arrivare cross a tinkitè mentre Biraghi deve ancora crescere.
    Posso dire che come sostituti fino qui siamo quasi pari con l’anno passato.
    L’unico posto rimasto orfano è il sostituto di Gomez che sulla fascia sinistra padroneggiava, si portava a spasso 3/4 difensori e lasciava spazio a Bergessio per l’inserimento a fare gol che spesso sbagliava !!!! e alcuni li metteva dentro.
    L’unico secondo me che può sostituire Gomez non è Castro ma è Keko o Leto (quando sarà in forma), ed è qui dove ha sbagliato Maran e anche de Canio.
    Vero abbiamo una squadra più forte di prima ma i risultati tardano ad arrivare e questo è grave per la squadra e per l’ambiente.
    Un pareggio in casa con il Sassuolo non ci voleva, una vittoria avrà sollevato il morale a mille, speriamo contro una grande Rubentus o Napoli, fatta l’impresa dopo può cambiar tutto in meglio, spero bene. :sciarpa:

  25. Ip Address: 95.239.35.3

    Buongiorno raga’!!! :salve:
    Ciao joe e Angelo che verra’ dopo!!! :ciao:

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: 😕 :catania:

  26. Ip Address: 95.239.35.3

    Copia e incolla da La Sicilia

    Il
    Supertifoso

    GINO ASTORINA

    IO NON CI CREDO
    MA FOSSI NON È
    CA NI FICIUNU
    … A MACUMBA!
    ossi ni ficiunu a macumba. Io a
    queste cose non ci credo ma
    comincerei a canciari marca di sali,
    culuri di conna e posti a sedere. Certo sarà
    una coincidenza ma di quant’avi ca
    m’assettu ’nto cimentu, non sulu non
    pozzu scriviri, ma i tri punti non l’ama
    pigghiatu cchiù. È chiaru ca staju
    schizzannu, ma a virità si rici sempri
    schizzannu e arrirennu e cu avi di capiri,
    capisci! Ma andiamo alle cose serie…
    I primi dieci minuti i rossazzurri ni ficiunu
    arricriari, passaggi, triangolazioni, cross,
    sembrava di essere tornati alla stagione
    scorsa. Bravi i carusi in difesa, sicuri e
    concreti. Ni mancau sulu il gol. Poi, sarà
    stato il caldo, ma a picca a picca ni
    squagghiamu comu ‘na balata di ghiaccio
    lassata o suli. Per tutto il primo tempo
    sugli spalti c’erano solo parole di
    incoraggiamento per la squadra, bello
    anche lo striscione che salutava il “signor
    Maran” e di sti tempi è na rarità che
    qualcuno ti riconosca questo merito. Su
    De Canio l’unica cosa di cui si è discusso
    riguardava il vestito, ci si chiedeva con
    curiosità: «La società è arrivata in tempo a
    confezionarglielo o è uno suo e ci misunu
    sulu u stemma co liafanti? ». A detta di
    una signora presente in tribuna, il vestito
    doveva essere suo, nel senso ca si l’ava
    puttatu da casa, dal momento in cui non si
    è sbracciato, non si è agitato più di tanto
    per non sgualcirlo, tantomeno sudarlo.
    Finisce il primo tempo, ancora a digiuno
    di gol e di emozioni. Si riprende
    speranzosi, carusi su non si vinci cu
    l’ultima in classifica? Ma non è sempre
    così, man mano i minuti passavano e dagli
    spalti qualche piccola preoccupazione si
    faceva spazio tra gli entusiasmi d’inizio
    partita. Solo alla fine i tifosi hanno
    richiesto di tirare fuori «le ghiandole
    seminali», anche perché se paragoniamo il
    Catania a un giocattolo, continuando così
    «stiamo giocando col sesso del pupo». Ci
    aspettano due turni di una difficoltà
    pazzesca, ma ju ci criru a sta squatra, e
    all’impegno che metteranno i rossazzurri.
    Anche se non ho più l’età ci criru ancora ai
    regali. E fra qualche giorno su i “Motti”, cu
    sapi? È dalll’inizio do campionatu ca
    facemu i saggi… Vulennu, nu miritassumu.

  27. Ip Address: 79.27.43.204

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: ciao joe e giorgio e tutti quelli che vengono dopo che dire aspettiamo che il nostro catania ci faccia un regalo magari ppe motti 😆 😆 :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve: forza catania sempre

  28. Ip Address: 79.27.43.204

    Variabile Keko (La Sicilia Web)

    De Canio sta valutando se dare fiducia allo spagnolo o cambiare qualcosa in avanti per la sfida con la Juve. In difesa rientrano dal 1′ Alvarez e Legrottaglie

    Non c’è tempo per rifiatare, né per permettere a infortunati e convalescenti di recuperare con calma. Reduce dal deludente pari interno con il Sassuolo, il Catania è tornato ad allenarsi già stamane a Torre del Grifo: lavoro leggero per chi è sceso in campo contro i neroverdi, seduta più intensa con mini-partite per gli altri. Per la trasferta contro la Juventus, De Canio ritrova due difensori: Alvarez e Legrottaglie hanno scontato la squalifica e saranno titolari a Torino andando così a puntellare un reparto a corto di uomini. Gli altri due componenti del pacchetto arretrato saranno Rolin e Biraghi. I problemi di formazione, però, riguardano anche la linea avanzata, che dovrà fare a meno di Barrientos. Il Pitu ha riportato la frattura del processo trasverso della terza vertebra lombare e sarà costretto a restare ai box almeno per i prossimi trenta giorni. De Canio deve decidere se rinnovare la fiducia a Keko o puntare su opzioni alternative (Leto o Maxi Lopez), eventualmente in concomitanza con un ritocco al modulo di partenza.

  29. Ip Address: 79.55.193.95

    Salve raga’!!!
    Ad occhio e croce manca Plasil fra i convocati.

    Questi gli atleti a disposizione:

    Portieri –

    21 Andujar, 35 Ficara, 1 Frison.

    Difensori –

    22 Alvarez, 34 Biraghi, 33 Capuano, 24 Gyomber, 6 Legrottaglie, 5 Rolin.

    Centrocampisti –

    4 Almiron, 19 Castro, 20 Freire, 17 Guarente, 13 Izco, 7 Tachtsidis.

    Attaccanti –

    9 Bergessio, 26 Keko, 11 Leto, 10 Lopez, 32 Petkovic.

  30. Ip Address: 79.27.43.204

    tegola sulla testa del catania
    CATANIA – Problemi all’adduttore già nel riscaldamento della gara contro il Sassuolo. Jaroslav Plasil non partirà per Torino. Nonostante la volontà del giocatore, il problema all’adduttore ne esclude il possibile impiego e la partenza. Un altro inconveniente per De Canio, che in settimana aveva già perso per infortunio anche Barrientos. Si riducono ulteriormente le alternative in vista della gara contro la Juventus.

  31. Ip Address: 79.27.43.204

    certo che quando non gira ce poco da fare :diavolo: :diavolo:
    MASCALUCIA (CT) – Estratti dalla conferenza stampa di Luigi De Canio
    “Non posso escludere più nulla. Neanche il 3-5-2. Considerando le difficoltà in cui ci troviamo, le tante assenze, potrei anche scegliere qualcosa che non mi piace. Ma il momento va affrontato per quello che è. L’assenza di Barrientos è grave. Dovremo fare a meno anche di Plasil. Loro faranno come in ‘assalto a Fort Apache’. Noi dovremo difenderci e provare a contrattaccare. Dovremo sperare di esser bravi e di trovare i nostri avversari non nel momento migliore.

  32. Ip Address: 79.27.43.204

    Stampa: Catania, può essere la (s)volta dei giovani..

    “Il Catania crescerà”, parola di Tachtsidis. Il regista greco ha mostrato segnali di miglioramento nella partita contro il Sassuolo. E’ lui uno dei giovani sui quali il Catania punta per risollevarsi. Le prove di Gyomber, Rolin e Keko mettono De Canio in condizione di riflettere a chi dar spazio già contro la Juventus.

  33. Ip Address: 79.27.43.204

    È un altro Tachtsidis «Il Catania crescerà» (La Gazzetta dello Sport)

    Il regista greco è stato tra i migliori nella gara finita 0-0 col Sassuolo «Ora sono quasi al top della forma. I risultati arriveranno presto»

    “Non solo ombre nel piccolo passo in avanti contro il Sassuolo al Massimino, ma anche un buon Tachtsidis. Tutti si aspettavano un esordio con il botto per il nuovo allenatore De Canio. Le assenze hanno però danneggiato la squadra del presidente Pulvirenti. In una giornata opaca per quasi tutti i rossazzurri, comunque, il nazionale greco si è trasformato da oggetto misterioso a motore e metronomo nell’undici di De Canio. Analisi «Stiamo crescendo, tutto sommato è stata una buona prestazione, il nostro percorso continua nonostante il risultato. Ci serve ancora un poco di tempo, comprendo la rabbia dei tifosi,mastiamo continuando a lavorare per arrivare al top della forma. Ci sono molti giocatori nuovi che poco alla volta stanno assimilando i movimenti. Il tecnico ha visto un buon atteggiamento della squadra, specie nel primo tempo, ci stiamo trovando bene, vedremo. Certo le prossime due partite, saranno un test probante e sulla carta, partiamo svantaggiati, incontrando due tra le squadre più forti del campionato». È sereno il centrocampista ex Roma a «Momenti rossazzurri» su Radio Cuore, organo ufficiale del team etneo: «Contro il Sassuolo volevamo vincere, potevamo fare tre gol nei primi 20’, poi anche la fortuna non è stata una nostra alleata. Nazionale? Per ora penso solo a risalire la china con il Catania e, se i risultati nel club dovessero cominciare ad arrivare, come noi tutti speriamo, anche con la mia Nazionale, potrò prendermi delle soddisfazioni, ma ripeto per ora penso solo al Catania. Ora mi sento abbastanza bene, sono vicino al top della forma, continuo ad allenarmi con impegno e sacrificio. Sono tranquillo. Siamo compatti nello spogliatoio. Ci vorrà tempo, ma i risultati arriveranno. La squadra è forte, non abbiamo paura, siamo solo all’inizio, mancano 29 gare. Possiamo allontanarci dall’attuale posizione. Serve pazienza e calma, noi tutti ci crediamo. I tifosi sapranno aiutarci e altrettanto cercheremo di fare noi in campo, per ripagare la loro passione e il sostegno, specie quando giochiamo in casa».

    Catania, rivoluzione verde Svolta con KekoGyömber (La Gazzetta dello Sport)

    Rossazzurri pieni di giovani: con Biraghi e Rolin sommano 88 anni De Canio si affida ai quattro talenti per cambiare marcia in Serie A

    “C’è una luce in fondo al tunnel. Nella crisi nera del Catania, la speranza è una linea verde che squarcia le tenebre. Da Gyömber a Rolin, da Biraghi a Keko: 4 ragazzi di belle speranze che il Catania ha scoperto in giro per il mondo e che ora sta lanciando per necessità. Domenica a De Canio, all’esordio sulla panchina rossazzurra, mancavano 8 elementi, compreso l’intero reparto difensivo e così è andata in campo una retroguardia inedita. Composta da un quasi esordiente, Gyömber (che aveva giocato pochi minuti a Cagliari), Rolin, arrivato nella passata stagione ma utilizzato pochissimo, e l’under 21 della nazionale azzurra, Biraghi. All’improvviso è arrivato anche il forfeit di Barrientos (frattura della terza vertebra lombare, ne avrà per un mese e mezzo). E così per sostituire il Pitu De Canio ha concesso una chance a Keko, arrivato 2 anni fa a parametro zero ma impiegato a spizzichi e bocconi. 88 anni In 4 raggiungono 88 anni di età: del ’92 Gyömber e Biraghi, del ’91 Keko, dell’89 Rolin che coi suoi 24 anni è il matusa di questo magnifico poker di belle speranze. Norbert Gyomber, capitano della nazionale under 21 slovacca, nella sua carriera ha bruciato le tappe: cresciuto alla scuola del padre nel Revuca, squadra della sua città, è diventato professionista a 14 anni nel Dukla Bystrica. Il Catania se lo aggiudicò nella scorsa stagione a gennaio 2013, ma lo lasciò nel club slovacco fino al luglio scorso. Gyömber, arrivato come quinto centrale (davanti a lui ci sarebbero Spolli, Legrottaglie, Rolin e Bellusci), rischia ora di diventare un titolare e in ogni caso sta scalando posizioni. Sia fisicamente, che per eleganza, ricorda il Legrottaglie prima maniera e come l’ex bianconero non è velocissimo

    :ciao: :ciao: :ciao: :catania: :catania: :catania:

  34. Ip Address: 79.27.43.204

    MASCALUCIA (CT) – Estratti dalla conferenza stampa di Luigi De Canio

    “Credo molto nell’apporto dei giovani come Gyomber, Petkovic di cogliere l’occasione per togliere il posto ai titolari. Non mi esprimo ancora su Freire. Keko ha fatto vedere buone cose. Tachtsidis l’ho sostituito proprio perché aveva fatto bene. Veniva da un periodo in cui era stato fischiato. Nel cambiar modulo e passare a due difensori poteva soffrire e divenir il capro espiatorio. Ho voluto preservarlo in una partita dalla quale è uscito rincuorato. :ciao: :ciao: :ciao:

  35. Ip Address: 79.27.43.204

    CATANIA – Precedenti e curiosità dell’incontro tra Conte e De Canio allo Juventus Stadium

    De Canio
    La Juventus è la ‘big’ contro la quale De Canio ha vinto più volte e collezionato più punti: 3 vittorie, 2 pareggi, 8 sconfitte.

    Juventus Stadium
    Sarà la prima di De Canio allo Juventus Stadium. L’allenatore del Catania ha affrontato l’ultimo incontro esterno con la Juventus all’Olimpico di Torino. Sulla panchina del Lecce. Terminò 4-0 per i bianconeri.

    Utili
    Sono due i risultati utili colti dalle squadre di De Canio in casa della Juventus. Una vittoria, datata 2000, con l’Udinese; un pareggio, datato 2009, col Lecce. Nel totale dei sei incontri esterni, da aggiungere 4 sconfitte.

    Sconfitte
    Le squadre di De Canio, quando sconfitte in casa della Juventus, non hanno(quasi) mai segnato gol, subendone parecchi. Il passivo più ingente: 5-0 alla Reggina. In totale, nelle sconfitte: 18 reti subite, 1 realizzata (nel 1999, con l’Udinese).

    Conte
    Antonio Conte ritrova il suo mentore. De Canio volle l’attuale allenatore della Juventus con sé nell’esperienza sulla panchina del Siena. Era la stagione 2005/06.

    Primo incontro campionato
    De Canio incontrerà per la prima volta (in campionato) Conte, suo ex vice, sulla panchina avversaria. Nella stagione 2012/13 il Genoa di De Canio incontrò la Juventus allenata da Carrera, a seguito della squalifica inflitta a Conte.

    Avanti De Canio
    Unico precedente tra i due tecnici, in Coppa Italia. Il 27 Ottobre 2010, a Lecce, De Canio batté il Siena di Conte per 3-2. Passò in vantaggio il Siena, poi i salentini rinvennero grazie a Bertolacci, Corvia e Chevanton. Come da previsioni, la squadra di A batté quella di serie B, eliminandola.

    Conte
    Due pareggi e due vittorie per Conte contro il Catania, in campionato. Un precedente sulla panchina dell’Atalanta, pareggio, tre sulla panchina della Juventus, due vittorie ed un pareggio.

  36. Ip Address: 79.27.43.204

    CATANIA – Lesione di secondo grado agli adduttori. Per Jaroslav Plasil si prospetta uno stop di circa 30 giorni. Problemi su problemi per il Catania di De Canio. In una settimana il nuovo tecnico, subentrato a Maran, ha perso due dei suoi giocatori migliori: Barrientos e Plasil. Le condizioni del centrocampista ceco saranno monitorate di settimana in settimana ma un recupero lampo prima della sosta (seguente alla sfida contro l’Udinese) è improbabile.

  37. Ip Address: 77.206.1.58

    Buongiorno a tutti pari
    Certo che piove sul bagnato, anche Plasil infortunato, ma che cacchio di preparazione hanno fatto quest’anno,mi sembra di essere ritornato alcuni anni fa quando criticavo i tecnici e lo staff medico, ora ancora mi parlano che anche Izco gioca in non perfette condizioni fisiche BoH certo che a da passa a nutta
    la speranza per Torino è una sola, che si credono sicuri di fare una passeggiata e pensano che sia solo una formalità.

    Ripeto se veramente vogliamo sperare in qualcosa abbiamo solo un modulo 3-5-1-1

    —————–Andujar
    ———Rolin—-Legrottaglie—Biraghi
    Izco——Tachtdisis—Guarente—Almiron–Keko
    ——————-Castro
    ——————Lopez

  38. Ip Address: 79.27.20.122

    ciao chiarezza MASCALUCIA – Alla vigilia di Catania-Juventus, il Mister Luigi De Canio risponde alla domande dei cronisti:

    Piove sul bagnato, altri assenti?
    “Plasil, Il ragazzo durante l’allenamento di domenica aveva un dolore all’adduttore. Ha voluto giocare a tutti i costi. L’esame evindezia in maniera chiara un problema. Voleva partire per essere con la squadra disponibile, questo è lo spirito giusto della squadra. Il classico esempio di quella che è la volontà dei giocatori di uscire da questa situazione.

    Un aspetto positivo sulla gara di domani?
    “Il calcio ci ha abituato a situazioni questo genere, la Juve è la squadra forte e lo dimostra in campo. Ogni partita ha una storia a se, noi ce la giocheremo cercando di fare tutto il possibile per portare a casa punti. Noi ci dobbiamo provare. Si parte da zero a zero vediamo cosa verrà fuori. Abbiamo diversi infortunati, Izco stringe ancora i denti perchè il momento è questo, è arruolato sicuramente nelle condizioni in cui si trova.

    Serve coraggio, follia e umiltà per vincere?
    “Servono tutte questa cose, ma serve anche la serenità, non è finito il campionato, se vincessimo meritando o con fortuna sarebbe solo un momento positivo e basta, non significa che è passata la crisi. La strada è questa bisogna avere la stessa mentalità, tutti dobbiamo avere chiaro questo concetto. Insisto su questo concetto.

    Cosa vuole rivedere domani, visto contro il Sassuolo?
    “Rispetto a domenica, voglio vedere la stessa determinazione del primo temo e il gestire meglio i momenti di difficoltà. Un pò più di attenzione sicuramente, ma sono tutti fattori che verranno con il tempo. Sono fiducioso.

    L’assetto tattico contro la Juventus?
    “Sto pensando a tante cose, la situazione mi impone di pensare a tante cose, anche il giocare contro il Napoli, devo pensare a tutto quello che i miei uomini possono offrire a livello agonistico. Gestire le sostituzioni è importante. Domenica azzardo due punte e altre due centrocampisti offensivi perchè ci stava la volontà di vincere. Vedremo.

    Modulo speculare con un 3-5-2?
    “Non posso escludere nulla la situazione generale mi impone di non escludere nulla.

    Catania-Sassuolo, Tachtsidis dettata da esigenze di natura tattica, giovani del Catania utili?
    “Quando un allenatore fa delle sostituzioni non è detto che è perchè ha giocato male, dovendo passare ad un centrocampo con 2 giocatori, non conoscendo ancora Tachtsidis ho considerato che aveva fatto bene, e ha ancora margine di miglioramento, e non l’ho esposto a rischi.

    Che partita sarà domani?
    “La Juventus è forte e cerca il goal, dobbiamo difenderci e dobbiamo contrattaccare.

    Perchè il Catania segna così poco?
    “Credo che l’assenza di Barrientos è grave, è un giocatore che ha raggiunto una certa maturazione e favorisce anche la capacità di presentarsi in zona goal dei compagni, sicuramente dobbiamo passare più la palla in verticale. Sono situazione che si devono ripetere più spesso, è una squadra che non attacca la profondità.

    Conte conosce benissimo lei?
    “E’ più avvantaggiato lui perchè conosce me, in quanto era il mio secondo e gli impartivo ordini, e io conosco meno lui. Si capiva che sarebbe diventato un allenatore.

    Sfruttare più il gioco con gli esterni?
    “Deve essere la caratteristica di squadre come noi, abbiamo fatto questo domenica. Per poterlo fare dobbiamo stare tutti bene.

    Tatticamente cosa l’ha convinta e cosa no, della prestazione di domenica?
    “Deluso no, chiaramente ho capito meglio perchè la squadra si è allungata, ma il problema era che qualche elemento stava male e non ha comunicato nulla alla panchina. In quei momenti la squadra deve avere la lucidità per gestire rimanendo corta senza esporsi in contropiede. Le correggeremo strada facendo.
    La cosa positiva vista domenica è la determinazione che hanno messo in campo. Dal punto di vista tattico, ho visto buoni inserimenti dei centrocampisti, ha fatto bene Keko nei movimenti. Mi dispiace molto che manca Barrientos perchè sa accendere la squadra nelle sue possibilità offensive. Ho un debole per questo tipo di calciatore, escludendo Locatelli non ho mai avuto grandi fantasisti, un giocatore così mi piace averlo in squadra, credo molto nella voglia dei ragazzi come Gyomber e Petkovic, di farsi trovare pronti di togliere il posto ai titolari. Da tutti si vorrebbe qualcosa in più, Tach mi ha soddisfatto. Chi entra deve dare il proprio contributo, e la squadra altrettanto deve aiutare chi entra. Non esiste un giocatore che con le proprie caratteristiche faccia la differenza.

    :ciao: :ciao: :ciao:

  39. Ip Address: 95.233.220.99

    ….si …ma non è c’ama ghiri a Lourdes! :incavolato:

    Buongiorno a tutti. :salve:

    Barrientos… Plasil… e chi più ne ha più ne metta.
    Sono d’accordo con Joe… farei giocare Leto al posto di Castro fino a quando ne ha e poi far entrare Castro nel secondo tempo (fresco) che è in grado di saltare gli avversari. Però il pèosto da titolare lo ha ammanzito un po’.

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare. :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  40. Ip Address: 72.226.121.41

    Paradossalmente il CATANIA si trovera’ domani in una posizione di relativo vantaggio…..Tutti ,infatti,la danno battuta [e direi giustamente]prima ancora che l’incontro inizii ma se riusciremo a superare indenni i primi 20 minuti,sono sicuro che ne vedremo delle belle.Si,il tanto vituperato calcio e’ bello perche’ e’ imprevedibile e noi non avendo nulla da perdere[si fa per dire……..] potremmo rappresentare la sorpresa della giornata.Mi auguro solo che l’arbitro non si faccia condizionare dall’ambiente e che non fischi rigore al primo fallo e che non sia severo solo con i giocatori che vestono il rossoazzurro.Le ultime assenze cj penalzzano ulteriolmente ma la speranza e’ l’ultima a morire Nonostante tutto,la fede rossoazzurra non verra’ meno e quindi ancora una volta……SEMPRE FORZA CATANIA……..

  41. Ip Address: 79.55.193.95

    Buonasera raga’!!!
    Oltre a Plasil che ne avra’ per un mese, la maledizione sui giocatori del Catania a colpito anche me!!! :incavolato: 😕 🙁

    Per colpa del formicolio e un nervo della cervicale al braccio sx devo portare il collare semirigido!!! :incavolato: :bizzarro: :diavolo:

    Notte a tutti!!! :sciarpa: :catania: :sciarpa:

  42. Ip Address: 109.68.196.118

    Buonasera a tutti….
    Dovete andare a Lourdes non a Torre del grifo, mamma mia che annata sfortunata non bastava Barrientos adesso anche Plasil…..
    Abbiamo mezza squadra all’ospedale di torre del grifo :incavolato: :incavolato: :incavolato:

  43. Ip Address: 95.247.174.128

    Buongiorno raga’!!! :salve:
    Ciao joe e Angelo che verra’ dopo di me!!! :ciao:
    Oggi quando iniziera’ la partita contro la giuve, nella mia mente pensero’ alla vittoria di molto tempo fa per 2 a 1.
    Un grande gol di Izco (spero che non stia tanto male per giocare) ci fece risalire in classifica.
    Dai vostri commenti capiro’ il risultato.

    Buona giornata a tutti e forza Catania sempreee!!! :sciarpa: :catania: :sciarpa:

  44. Ip Address: 79.27.20.122

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: ciao joe giorgio che sta male come il catania :incavolato: :incavolato: 😆 😆 vada come vada forza catania :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  45. Ip Address: 79.27.20.122

    Stampa: Catania, 3-5-2 d’emergenza (totale)
    Senza buona parte dell’undici ideale, De Canio non esclude alcuna soluzione tattica per la sfida contro la Juventus. Il Catania potrebbe scendere in campo col 3-5-2, utilizzato anche la scorsa stagione in occasione della sfida dello Juventus Stadium. Con Plasil e Barrientos indisponibili, Legrottaglie ed Alvarez al rientro dalla squalifica, Bergessio e Castro dovranno regger l’attacco da soli.

  46. Ip Address: 79.27.20.122

    Tentazione 3-5-2 (La Sicilia Web)

    “In alternativa al 4-3-3, De Canio pensa allo stesso modulo utilizzato dalla Juventus con Legrottaglie a puntellare la difesa, Alvarez e Biraghi cursori di fascia e Castro a sostegno di Bergessio. Lesione a un adduttore per Plasil, out per un mese

    Un problema dopo l’altro. Non bastassero una classifica deficitaria, il valore del prossimo avversario e una lista di indisponibili lunga e qualificata, il Catania perde un altro pezzo importante. Jaroslav Plasil non fa parte della lista dei venti convocati diramata dal tecnico De Canio per la trasferta contro la Juventus. Il centrocampista ceco, sottopostosi a risonanza magnetica, ha riportato una lesione di secondo grado all’adduttore della gamba sinistra e resterà fermo per un mese. L’ex Bordeaux va ad aggiungersi agli altri indisponibili Barrientos, Spolli, Bellusci, Monzon, Peruzzi, Boateng e Cabalceta. In gruppo, invece, Izco, in condizioni tutt’altro che ottimali ma costretto a tenere duro e ad andare in campo dal primo minuto. Date le circostanze e le numerose assenze, De Canio sta pensando – in alternativa al 4-3-3 con Keko nel tridente – di virare sul 3-5-2, opponendo così ai bianconeri lo stesso modulo usato dal suo ex vice Antonio Conte. :ciao: :ciao: :ciao:

  47. Ip Address: 95.247.174.128

    Salve raga’!!! :salve:
    I pennivendoli scrivono:

    GENOA, Lodi non convocato. Cessione vicina con Catania e Milan interessati!!! 😯 😯 😯

  48. Ip Address: 77.206.1.58

    Buongiorno a tutti pari,
    Se dovessi fare io la formazione darei una giornata di riposo sia ad Almiron che a Bergessio per averli freschi sabato contro il Napoli, perchè in vista della champion’s il Benitez farà un turnover sicuramente ed è li che cercherei di fare il botto, vedi il Sassuolo che ha pareggiato, per stasera buon viso a cattiva sorte e che la fortuna, “Errore arbitrale, nervi tesi della Juve assenza di Pogba etc etc…… 😆 :lol:” ci dia un parziale aiuto dopo tante sfortune. Per lgli eroi della serata potrebbero essere Keko O Leto :ciao: :ciao: :ciao: :ciao: :ciao:

  49. Ip Address: 79.27.20.122

    ciao giorgio non penso proprio che il catania riprendera lodi

  50. Ip Address: 88.66.17.146

    e vai col tiro al bersaglio
    incredibile come siamo diventati scarsi

  51. Ip Address: 109.68.196.118

    Lux dammi un link per la partita….

  52. Ip Address: 109.68.196.118

    Che squadra ragazzi, ma Presidente cosa hai fatto quest’anno, risultato 4-0 e tutti a difendere, cosa !!! lo sanno solo loro

  53. Ip Address: 88.66.17.146

    SCUSA jOE HO POSTATO E DOPO
    NON MI SONO PIU CONNESSO MI AGGORGO SOLO ADESSO CHE CHIEDEVI UN LINK TROPPO TARDI ORMAI
    CMQ PER LA PROSSIMA VOLTA PUOI ANDARFE SU
    ATDHENET.TV-WATCH FREE LIVE SPORT TV

  54. Ip Address: 88.66.17.146

    cmq una prestazione vergognosa
    sembra che non gliene frega niente del catania
    sti argentini sono strani dicono di amare catania e poi al momento di tirare fuori i gabassiti scompaiono dal campo vedi solo le ombre e va be si vede
    che davvero gatta ci cova ma se proprio sono decisi a scendere in b che lo facciano almeno salvando la faccia e no in questa maniera vergognosa cazz
    pulvirenti fatti sentire anzi fai una cosa mandaci alla prossima partita la primavera cosi almeno fanno esperienza e qualcuno di loro sará pronto per la serie b l’anno prossimo

  55. Ip Address: 79.27.20.122

    buongiorno a tutti che non lo e piu sfigati di cosi si muore TORINO – Il sorriso ‘beffat0′ di De Canio dopo scontro tra Bergessio e Chiellini la diceva già lunga. Le immagini televisive anche. La ‘veemenza del difensore bianconero, intervenuto da tergo sull’attaccante rossazzurro a partita già ‘conclusa’ (risultato di 4-0 per la Juventus) costerà due mesi di stop all’argentino, finora centravanti titolare dell’undici tanto di De Canio che di Maran e di tutti i tecnici passati da Catania.

    Impietosa la diagnosi: frattura al perone. Tempi di recupero non inferiori a due mesi tra guarigione della frattura e riabilitazione. Bergessio tornerà in campo non prima dell’anno nuovo. E’ il terzo grave infortunio in meno di una settimana. Prima Barrientos, frattura alla vertebra nella seduta di rifinitura precedente alla sfida contro il Sassuolo (un mese circa di stop), quindi Plasil, lesione di secondo grado agli adduttori (un mese e mezzo di stop), adesso Bergessio che su twitter commenta con un semplice e sincero: “tristezza”.

    Tre giocatori importantissimi per gli equilibri tattici del Catania. Importantissimi anche in zona goal. Nel Catania che segna poco sono tre dei quattro nomi andati in rete: Bergessio un goal come Plasil, Barrientos tre. Resta disponibile il solo Castro, autore della seconda rete nella sfida vinta (l’unica della stagione) sul Chievo Verona.

    Tempi durissimi per De Canio. In avanti il tecnico del Catania ha a disposizione adesso solo Lopez ed il giovanissimo Petkovic. Diminuiscono ancor di più le alternative. I convocabili per la sfida contro il Napoli, di sabato, passano sicuramente a non più di 18 considerando la squalifica di Guarente e l’infortunio di Bergessio. Da verificare anche le condizioni di Rolin, uscito malconcio dopo uno scontro con Pogba.

    Non resta che porgere auguri di pronta guarigione a Bergessio, ed a tutti gli altri suoi compagni.

    :diavolo: :diavolo: :diavolo: :diavolo:

  56. Ip Address: 79.3.100.130

    Buongiorno raga’!!! :salve:
    Ciao joe, Lux e Angelo!!! :ciao:

    Veramente siamo scomparsi come squadra, spero che passi presto la “burrasca”!!!

    Infortunati Bergessio e Rolin, “sfigati” come siamo spero in nulla di grave.

    Anche se con tristezza vi auguro buona giornata.

    Forza Catania sempre. :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  57. Ip Address: 79.3.100.130

    Minkia raga’!!!!

    CATANIA, tegola Bergessio: frattura del perone e due mesi di stop!!! :incavolato: :incavolato: :incavolato:

  58. Ip Address: 77.206.1.58

    Buongiorno a tutti pari,
    E cosa ci si aspettavata da uno scarparo e delinquente e farabutto e maledetto e carogna e mi fermo qui a malincuore perché vorrei continuare, parlo ovviamente di Chiellini, vera vergogna del calcio italiano, E l’arbitro o i giudicanti perché non lo squalificano per un anno solo per salvaguardare incolumità dei giocatori che giocano contro di lui, ma sono chiaccrere perse è quel mezzo uomo di Prandelli ancora lo convocherà in Nazionale.
    Per ieri io non me la prenderei tanto il Catania non è andato cosi male, ci sta di perdere ma quanta sfortuna, e non dimentichiamoci la situazione attuale,con tutti gli infortunati in rosa, dicevo prima della partita Che sia Almiron stanchissimo ed in più fa tutta la partita e Bergessio oramai senza Gomez un pesce fuor d’acqua e De Canio che continua a stupirmi in negativo ma non avevo dubbi è stato sempre un mediocre e sempre lo sarà, e Pulvirenti che se doveva cambiare Maran lo avrebbe dovuto fare dopo la partita con l’Udinese è non prima.tanto cosa cambiava? forse che col Sassuolo avremmo vinto? la mia domanda non avrà mai risposta, ma a De Canio chiedo perchè ieri Tachtdisis in panchina, forse che gli voleva evitare ancora brutte figure come nel secondo tempo con il Sassuolo? e Freire visto che fai esordire tutti perchè lui no? e Leto e Lopez in panchina e Petkovic che io stimo lo bruci facendolo giocare in uno stadio difficilissimo con tutti e contro quegli impuniti della difesa dei LADRONI? è per finire con le cose negative Andujar in occasione del gol di Pirlo che cacchio di barriera ha fatto, ha messo Legrottaglie il più alto ala sua destra, cosi da coprirgli la visuale e mi sembra Keko a sinistra dove poi è passato il pallone, ed in più nessuno ha saltato, forse su ordine dello stesso Andujar che temeva un tiro rasoterra, POLLI, ma a proposito di Keko, se De Canio o Maran se torna e non lo spero , perché vorrebbe dire che il Catania sia nella merda totale, dicevo con Keko forse che avranno trovato il sostituto di Gomez solo bisogna dargli fiducia, con lui il Catania potrebbe tornare al 4-3-3 Plasil per Lodi Keko per Gomez e Biraghi o Monzon per Marchese, io ancora ci credo che ci salviamo facile anche vedendo gli alti e bassi delle altre squadre vedi Cagliari e per finire il Bologna non ha cambiato l’allenatore e ieri è stato premiato 0-3 a Cagliari
    Ma scuddamucci u passatu semu a Napuli paisà………….ciao Giorgio non te la prendere e di hai tuoi figli che sabato avranno una sorpresa, visti i tanti infortunati l’allenatore ha poco da scegliere ed allora non farà esperimenti è giocheràrà cosi da vera squadra del momento
    ———–Anduajar
    Alvarez—-Legrottaglie—-Rolin–Biraghi
    —–Izco——-Tachtdisis—Freire
    —–Keko——Lopez——-Leto

    Ma se fa giocare ancora Almiron da licenziare per manifesta incapacità

  59. Ip Address: 79.27.20.122

    ciao chiarezza concordo in toto al cento x cento il tuo post n.58 il campionato e ancora lungo passera questo brutto momento forza catania sempre :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  60. Ip Address: 77.206.1.58

    Scusate mi sono sbagliato al posto di Legrottaglie Gyomber tutta la vitae se Rolin non c’è la fa…………Legrottaglie

    leggo come prevedevo che Benitez farà un largo turnover, al Catania mostrare le palle

  61. Ip Address: 79.3.100.130

    Ciao Chiarezza!!! :ciao:
    Ancora sono d’accordo con te per la formazione contro il Napoli.
    Quell’assassino di Chiellino, in chiave sportiva,

  62. Ip Address: 79.3.100.130

    Ciao Chiarezza!!! :ciao:
    Ancora sono d’accordo con te per la formazione contro il Napoli.
    Quell’assassino di Chiellino, in chiave sportiva, “a li mortacci sua” poteva evitare l’entrata dura ma e’ ovvio e’ solo uno “scarparo”!!! :incavolato: :incavolato: :incavolato:
    Io comunque al posto di De Canio non facevo giocare Bergessio come ha fatto con Izco contro la giuve.
    I miei figli e il nipotino cercano di non mettermi il “sale” nella ferita di questo disgraziato inizio di campionato.
    Anch’io come te e gli altri penso che ci salviamo se le altre squadre “non scappano”!!!

    Buon appetito a tutti!!!

  63. Ip Address: 77.206.1.58

    Leggendo sull’attentato fato da Chiellini a Bergessio ecco cosa scivono i giornali tutti,

    “Catania, frattura per Bergessio

    Rischia di costare più cara del previsto al Catania la trasferta con la Juventus, terminata 4-0 in favore dei padroni di casa. Nel finale di partita, dopo uno scontro con Giorgio Chiellini, l’attaccante degli etnei ha riportato una frattura alla gamba, come evidenzia la lastra pubblicata su Twitter dal giocatore, che rischia di stare “due mesi fuori”, come scrive lui stesso.

    Ora qualcuno mi vuole spiegare dove c’è stato lo scontro? quello è stato solo un attentato e meritava l’espulsione diretta e squalifica a vita MACELLAIO

  64. Ip Address: 77.206.1.58

    Cornuto quello che compra la Kakketta dello sport, ecco quello che scrive su CHIELLINI IL MACELLAIO

    Tutto troppo facile per una Juve meno bella di quella che aveva battuto il Genoa tre giorni fa, ma ugualmente determinata. Il Catania ha retto il confronto per una ventina di minuti, ma poi è inevitabilmente crollato. Ancora una volta il trascinatore dei bianconeri è Carlitos Tevez, che genera i gol di Vidal e Pirlo e poi realizza anche la sua sua sesta rete in Serie A. Ottima anche la prova di Giorgio Chiellini, impeccabile quando il Catania è arrivato pericolosamente nell’area di Buffon. :diavolo: :diavolo: :diavolo: :diavolo: :diavolo: :diavolo: :diavolo: :diavolo:

  65. Ip Address: 79.3.100.130

    Salve raga’!!!
    Aggiungiamo il nome e cognome dei “feriti” della partita contro la giuve:

    Trauma contusivo-distorsivo alla caviglia sinistra per Alexis Rolin.

  66. Ip Address: 79.27.20.122

    delle tue scuse non ce ne facciamo nada macellaio
    TORINO – Arrivano anche pubblicamente le scuse di Giorgio Chiellini, difensore della nazionale e della Juventus, per l’intervento su Gonzalo Bergessio, costato all’attaccante del Catania la frattura del perone e conseguenti due mesi di stop. Nel messaggio scritto dal difensore, anche la personale ricostruzione dell’avvenuto:

    “Buongiorno a tutti, ci tenevo a scusarmi anche pubblicamente con Bergessio per il mio fallo che ha causato il suo infortunio. Sono intervenuto sicuro di prendere il pallone, lui mi ha anticipato e purtroppo ho colpito in pieno la sua gamba. Mi dispiace davvero tanto e gli faccio il mio più grande in bocca a lupo per una pronta guarigione. 😡 😡 😡 😡

  67. Ip Address: 79.27.20.122

    TORINO – Non bastasse l’infortunio occorso a Gonzalo Bergessio, un altro giocatore si somma alla lista degli indisponibili per la gara di sabato contro il Napoli. Alexis Rolin ha riportato, nello scontro con Pogba, un trauma contusivo e distorsivo alla caviglia. Tempi di recupero da valutare. Scendo a 17 i disponibili a carico di De Canio, compreso il terzo portiere Ficara. Oltre a Bergessio, mancherà anche lo squalificato Guarente.ragazzi siamo in piena emergenza che dio ce la mandi buona :diavolo: :diavolo: :diavolo: :ciao: :ciao:

  68. Ip Address: 79.27.20.122

    ©2013
    CATANIA NEWS
    CATANIA, Pulvirenti: “Chiellini su Bergessio, intervento vigliacco ma gode di impunità”
    31.10.2013 13:25 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Il durissimo fallo del difensore della Juventus, Giorgio Chiellini, su Gonzalo Bergessio ha spezzato una gamba all’argentino che dovrà stare fermo per 2 mesi. Una frattura al perone per un intervento falloso a metà campo. Il presidente del club siciliano Antonino Pulvirenti ha condannato duramente il difensore della Nazionale: ‘L’intervento di Chiellini su Bergessio – ha commentato il patron etneo – è di una violenza inaudita, spocchioso e vigliacco, commesso da uno che sa di godere dell’impunità”

  69. Ip Address: 79.27.20.122

    CATANIA, Bergessio risponde da campione: “Accetto le scuse di Chiellini” (FOTO)
    31.10.2013 15:04 di Andrea Carlino Twitter: @acarlino85

    “Sono cose che accadono, non lo ha fatto apposta, accetto le scuse, tutto bene”. Gonzalo Bergessio replica così al tweet di scuse di Giorgio Chiellini dopo l’infortunio rimediato ieri nel corso di Juventus-Catania, in seguito all’intervento del difensore bianconero. Sempre su Twitter, il gonzalo sei grande :ciao: :ciao: :ciao:

  70. Ip Address: 79.27.20.122

    JUVENTUS, il fallo di Chiellini su Bergessio da denuncia. Lui si scusa ma non basta. FERMATELO!
    31.10.2013 12:58 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Qualche giorno fa la Gazzetta dello Sport ha fatto un sondaggio chiedendo in forma anonima a diversi calciatori qual è il difensore più duro: ha vinto, si fa per dire, Chiellini con il 44% dei consensi. Lo juventino ha battuto la concorrenza, costituita in primis dal compagno Barzagli (12%) e poi da Paolo Cannavaro (8%). Contro Chiellini in passato si sono schierati tanti giocatori vittime dei suoi interventi pericolosi. Ricordiamo l’olandese Dirk Kuyt che accusò il difensore della Nazionale di aver affondato il takle sulle gambe di Van Persie in amichevole con gli Orange. Ma ci sono tanti altri casi. “Chiellini? Entra sempre a gomito largo. E’ un uomo cattivo che non merita di giocare a calcio nella Juventus. Se avesse colpito in pieno Cavani ieri, gli avrebbe fatto molto male. Queste le parole di Carmine Tascone noto operatore di mercato. In Nazionale in una partitella di allenamento a lamentarsi fu Antonio Cassano. Il difensore bianconero, nel 2008 mise fuori gioco Cannavaro con un intervento evitabile e poi toccò duro l’ex barese. L’ultimo episodio è quello di ieri sera quando Chiellini è entrato in modo violento e scomposto su Bergessio che si trovava a centrocampo. L’arbitro ha solamente ammonito il calciatore della Juve. L’argentino ha riportato la frattura del perone. “Buongiorno a tutti, ci tenevo a scusarmi anche pubblicamente con Bergessio per il mio fallo che ha causato il suo infortunio”. Questo il tweet del giocatore juventino di pochi minuti fa. Meritava il rosso ieri e almeno 4 giornate di squalifica. Se Mexes prende 3 giornate per un pugno che ha sfiorato Chiellini, bisogna darne almeno 6 al giocatore juventino per il fallo di ieri.

  71. Ip Address: 72.226.121.41

    Durante la campagna acquisti e cessioni di questa estate,si diceva da piu’ parti che il CATANIA aveva il bisogno di sfoltire i ranghie che parecchi giocatori dovevano essere ceduti e per questo i vari Catellani,Antenucci,Morimoto,Sciacca ,Biagianti hanno lasciato la squadra rossoazzurra in cerca di fortune altrove.Non parliamo poi di quelli che sono stati ceduti volontariamente..In questo momento,pero’ tramite una serie di infortuni incredibili,quella che era definita la ZAVORRA,potrebbe tornarci utile.SI,oggi come oggi,non si discute piu’ di cercare di fare risultato nella prossima partita ma il problema e’ trovare 11 giocatori in discrete condizioni e pronti a scendere in campo.La panchina ,poi,sara; per forza di cose rabberciata e sara’; necessario ricorrere ad elementi della Primavera.E’ il momento,pero’ di non stare a lamentarsi e solo sperare in un futuro migliore.Nessuna squadra avversaria si dispiacera’ delle nostre defeziioni e quindi per quelli che son rimasti,e’ il momento di rimboccarsi le maniche.Sono sicuro che le avversita’ ci saranno di sprono per ottenere migliori risultati e quindi ora piu’ che mai,SEMPRE FORZA CATANIA

  72. Ip Address: 79.3.100.130

    Ciao Salvatore!!! :ciao:
    A questo punto del campionato bisogna pensare positivo e uscirne prima possibile da questo “malocchio”.

    Notte a tutti!!! :sciarpa: :catania: :sciarpa:

  73. Ip Address: 79.4.15.37

    Buonasera a tutti….
    Sono molto amareggiato, andando avanti cosi se ci salviamo sarà un miracolo 🙁 🙁
    Lux, grazie lo stesso….
    Mamma mia ma cosa abbiamo fatto di male per meritarci questa kekka di classifica.

  74. Ip Address: 95.252.128.49

    Buongiorno raga!!! :salve:
    Ciao Angelo che verrai dopo!!! :ciao:

    Oggi festa di tutti i “Santi”, spero qualcuno lassu’ ci aiuti dagli infortuni dei nostri giocatori e che guariscano presto!!! :piangere:

    Buona giornata a tutti!!!

  75. Ip Address: 79.27.20.122

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore :catania: cia giorgio non ti abbattere e un momento che spero passera presto buona giornata :catania: :catania: :ciao: :ciao:

  76. Ip Address: 79.27.20.122

    Stampa: Squadra da inventare, occasioni da sfruttare
    L’emergenza infortunati è all’ordine del giorno in casa Catania, evidente anche per la stampa. Senza Rolin e Bergessio, De Canio dovrà inventare per l’ennesima volta undici titolare e modulo. Contro il Napoli è pronto all’esordio dal primo minuto Maxi Lopez. Keko confermato. Difesa a tre oppure a quattro?

  77. Ip Address: 79.27.20.122

    Gyomber, Keko, Biraghi e Petkovic, che chance col Napoli De Canio confida pure nell’apporto di Capuano e Maxi Lopez

    “certe Il Catania ha una lista di infortunati di lungo corso che non è normale. Bergessio due mesi, Barrientos 45 giorni, Plasil un mese, Bellusci un mese e mezzo, Rolin dovrà stare fermo per una decina di giorni. Ci sono, poi, coloro che stanno recuperando dopo acciacchi precedenti: è il caso di Spolli che potrebbe rientrare in tempo per CataniaUdinese del 10 novembre, ma anche dopo la sosta del 17. In questa lista entrano di diritto anche i giovani Boateng e Cabalceta, che non sono partiti per il ritiro di Torino e che recupereranno prima o dopo il match con l’Udinese. Anche Monzon è sulla strada del recupero. E Peruzzi? Non si allena con il gruppo dall’inizio della stagione, poi ha fatto una breve apparizione, adesso si allena a parte per tornare abile quanto prima. Le scelte De Canio pensa a un 352 da opporre al Napoli e cerca conforto nei giovani: s’è scoperto un grande Gyomber nel ruolo di centrale difensivo, Keko, Biraghi, Petkovic in questo frangente vivranno un’esperienza utilissima per il futuro. Contro il Napoli potrebbe avere spazio Capuano, che a Torino ha esordito, così come ci si aspetta una reazione di grande spessore da parte di Maxi Lopez, ex beniamino del pubblico.

    Il Catania perde Bergessio (La Sicilia)

    “Questo è il “resultato” di quella botta. Frattura. Tristezza”. Di buon mattino, Gonzalo Bergessio ufficializza il suo infortunio. Il centravanti del Catania dopo gli esami in ospedale, a Torino, ha avuto il responso temuto: frattura del perone e tre mesi almeno di stop. Una notte insonne, la mattina di riflessione, poi la notizia fa il giro del web. A questo punto interviene Giorgio Chiellini, autore del fallo assassino. Ancora su twitter commenta, lo juventino: “Sono intervenuto sicuro di prendere il pallone, Bergessio mi ha anticipato e purtroppo ho colpito in pieno la sua gamba. Mi dispiace davvero tanto”. Il peggio è fatto. Il Catania, battuto 4-0 a Torino, resta senza centravanti, ma anche senza Rolin (distorsione alla caviglia, salterà Napoli). Due assenze che si sommano alla già lunga lista di nomi eccellenti: Barrientos, Bellusci, Spolli, Plasil, Boateng, Cabalceta, Peruzzi. Una squadra intera in infermeria, e De Canio nel ritiro di Torino continua il lavoro con appena 14 giocatori più due portieri di riserva.

    CATANIA: OUT BERGESSIO E ROLIN, SQUADRA DA INVENTARE (Repubblica)

    Il grave infortunio a Bergessio non è l’unica cattiva notizia di giornata per il Catania. In vista dell’anticipo a Napoli, De Canio perde anche Rolin, che ha subito una distorsione alla caviglia sinistra, contro i bianconeri, e Guarente, espulso. L’allenatore dei rossoazzurri si ritrova così? a fronteggiare un’emergenza sempre più marcata. Ben 11 gli assenti annunciati: oltre allo squalificato Guarente, agli infortunati Bergessio e Rolin, sono in infermeria Plasil, Barrientos, Spolli, Bellusci, Monzon, Peruzzi, Boateng e Cabalceta. Al San Paolo bisognerà innanzitutto inventarsi un nuovo centravanti: ballottaggio tra Maxi Lopez e Petkovic, titolare a Torino.

    :ciao: :ciao: :ciao:

  78. Ip Address: 95.235.41.13

    PLV: “Sciacquarmi la bocca? Su Chiellini Conte banale ed arrogante..”

    Il tecnico della Juventus aveva risposto alle parole di Pulvirenti sul giocatore della Juventus (autore del fallo da frattura su Bergessio): “Si sciacqui la bocca prima di parlare di Chiellini come di un giocatore scorretto”. Pronta la replica del presidente rossazzurro: “Conte banale ed arrogante, contraddetto dalle immagini”.

  79. Ip Address: 95.235.41.13

    TORINO – Breve riepilogo dei fatti. Sul 4-0 di Juventus-Catania, a pochi minuti dal termine, entrata da tergo di Chiellini su Bergessio, a centrocampo. Il difensore della Juventus becca l’ammonizione, dà una pacca all’arbitro, una a Bergessio, rimasto a terra. Il rossazzurro viene soccorso dallo staff medico e portato all’interno dell’area tecnica del Catania. De Canio resta in piedi a sincerarsi delle condizioni del giocatore, a cui si avvicina lo stesso Conte, per le stesse ragioni. Bello quanto inusuale il gesto del tecnico bianconero.

    Il giorno seguente, Gonzalo Bergessio posta l’esito della botta su twitter: “Frattura del perone“. Il presidente del Catania, Pulvirenti, sbotta: “E’ stato un fallo vigliacco e violento, proprio di chi sa di godere quasi sempre di impunità“. Poco dopo Chiellini, tramite twitter, chiede scusa a Bergessio, che accetta e ‘perdona’ il collega. Le dichiarazioni di Pulvirenti vanno a finire nella conferenza stampa del tecnico juventino Antonio Conte che, dopo il silenzio pre-Catania, torna a parlare con i giornalisti e risponde:

    “Non accetto assolutamente che si dica che Chiellini è scorretto perché chi lo conosce sa benissimo che è un giocatore correttissimo, con sani principi e valori umani alti. E se c’è qualcuno che parla a sproposito, che vada a rivedere le immagini. E non si permetta di dire che Chiellini è un giocatore scorretto. Anzi, dovrebbe sciacquarsi la bocca chi parla di Chiellini e che dice queste fesserie, sia che sia calciatore, allenatore, dirigente o presidente”.

    Pronto, chi parla? Dall’altro lato della cornetta risponde l’indiretto interessato, ormai divenuto diretto. Il presidente del Catania, sulle parole del tecnico juventino (riporta Alessandro Vagliasindi, giornalista di Telecolor)

    “La banalità delle cose dette in conferenza stampa dall’allenatore della Juve sul caso Chiellini è pari alla sua arroganza. Lui stesso è stato il primo a riconoscere la violenza dell’intervento, come si evince dal labiale delle immagini Sky. Dal labiale si coglie chiaramente che lui stesso ammetteva che il fallo era talmente violento da meritare l’espulsione. In cambio di parlare di igiene orale vada a rivedere sé stesso”.

    Ed un nuovo episodio extra-calcistico tra Juventus e Catania è scritto.

  80. Ip Address: 95.235.41.13

    ROMA – Il giudice sportivo, su segnalazione della procura federale, ha adottato i seguenti provvedimenti a carico del presidente del Catania, Antonino Pulvirenti:

    INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO IL 2 DICEMBRE 2013 […] per avere, durante l’intervallo, nel tentativo di accedere alla zona riservata agli spogliatoi, accompagnato da persone non munite di autorizzazione, colpito con una spinta una steward, che, conseguentemente, doveva ricorrere alle cure dei sanitari. 😆 😆 😆 😆 mi vien che ridere

  81. Ip Address: 95.235.41.13

    CATANIA – Sarà il Sig. Massimiliano Irrati (neo promosso CAN A) della sez. di Pistoia a dirigere Napoli-Catania. Assistenti sono stati designati il Sig. Simone Ghiandai della sez. di Arezzo ed il Sig. Daniele Iori della sez. di Reggio Emilia. Quarto assistente il Sig. Andrea Crispo della sez. di Genova. Arbitri d’area sono stati designati il Sig. Paolo Valeri della sez. di Roma 2 ed il Sig. Luigi Nasca (CAN B) della sez. di Bari.

    Due precedente in serie A tra Irrati ed il Catania. Nella stagione 2013/14 ha già diretto Lazio-Catania 2-1. Dopo il pareggio dei rossazzurri, con l’uomo in meno per l’espulsione di Bellusci, il Catania subì la rete della sconfitta. A fine primo tempo gli etnei lamentavano la mancata espulsione per doppio giallo del biancoceleste Cana. Proteste che valsero, a Bellusci, il primo dei due gialli che sommati portarono all’espulsione.

    Il 26 Settembre 2012 diresse il successo interno del Catania sull’Atalanta. Quinta giornata, un anno ed un giorno di distanza dal successivo e già raccontato precedente. Allora, alla prima rete ospite, segnata da Maxi Moralez con la complicità di Andujar, il Catania rispose grazie alle reti di Spolli e Barrientos. Risultato finale 2-1. Era la seconda gara diretta in serie A.

    In totale sono 8 le gare di serie A dirette finora dall’arbitro fiorentino. Il totale dice 6 vittorie interne, 2 pareggi. Nessuna sconfitta interna. Nella stagione 2013/14, quattro partite, quattro vittorie interne. Sempre lo stesso segno, un brutto segno per il Catania. Sarà la prima direzione dell’arbitro toscano al San Paolo, in campionato. Anche all’Olimpico, sempre contro il Catania, fu una prima volta. Nessun precedente col Napoli.

  82. Ip Address: 95.235.41.13

    CASTELVOLTURNO (NA) – Il Napoli è tornato ad allenarsi in sede dopo aver iniziato in toscana la preparazione alla sfida contro il Catania. In conferenza stampa, il tecnico dei patenopei, Benitez, parla del prossimo avversario che gli azzurri affronteranno al San Paolo:

    “Abbiamo svolto un lavoro molto intenso, diviso in piu’ sessioni, in vista di una gara da affrontare con la massima attenzione. Contro il Catania, tra l’altro, giocheremo la quinta partita in quindici giorni. Nonostante tutto ho visto i ragazzi molto carichi e concentrati, preparati quindi a disputare un match che non sarà per nulla facile”.

  83. Ip Address: 95.235.41.13

    La Gazzetta dello Sport
    Napoli 4-2-3-1: Reina, Mesto, Fernandez, Albiol, Armero; Dzemaili, Behrami; Callejon, Hamsik, Insigne; Higuain. All. Benitez.

    Catania 3-5-2: Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Gyomber; Izco, Tachtsidis, Almiron, Castro, Biraghi; Keko, Lopez. All. De Canio.

    Il Corriere dello Sport

    Napoli 4-2-3-1: Reina, Mesto, Cannavaro, Albiol, Armero; Dzemaili, Behrami; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain. All. Benitez.

    Catania 4-3-3: Andujar; Alvarez, Rolin, Gyomber, Biraghi; Izco, Tachtsidis, Almiron; Castro, Keko, Lopez. All. De Canio.

    Commenti rolin e infortunato e poi almiron noooooooooooooooooooo

  84. Ip Address: 79.8.43.148

    CATANIA, a Napoli per fare l’impresa. Pulvirenti si assume colpe ma in campo non ci va
    01.11.2013 09:46 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Il Catania, falcidiato dagli infortuni, tornerà in campo domani sera nell’anticipo del sabato dell’ undicesima giornata di serie A. Mister De Canio ha a disposizione un numero ridotto di elementi e per cercare di strappare punti al lanciatissimo Napoli si affiderà a molti giovani. Appare scontato l’utilizzo di Gyomber in difesa in coppia con l’esperto Legrottaglie vista l’indisponibilità di Bellusci, Spolli e Rolin. Sulle corsie esterne confermato Biraghi a sinistra con Alvarez nella consueta posizione a destra. Centrocampo anche in questo caso senza ballottaggi: Izco a destra con Tachtsidis centrale e Almiron a sinistra. In attacco Maxi Lopez prenderà il posto di Bergessio mentre ai lati potrebbero agire Keko e Castro. Ipotizzabile in questo caso il 4-3-3.

    Intanto in città i tifosi vivono con ansia questo delicato e difficile momento della squadra che mai in passato, da quando ha rimesso piede in Serie A, aveva iniziato così male. I numeri nel calcio sono impietosi anche se a volte non esprimono il vero valore di una squadra. Le cifre dicono che il Catania ha un attacco spuntato e una difesa perforabile ma di positivo c’è che la squadra a tratti esprime un buon calcio con azioni ben manovrate che portano un uomo davanti alla porta avversaria. Poi bisogna buttarla dentro e finora purtroppo non è stato facile per i rossazzurri far gol.

    Il presidente Antonino Pulvirenti si è assunto tutte le responsabilità sul momento difficile della squadra. In questo modo ha tolto pressioni ai giocatori facendoli lavorare con più tranquillità. Di certo in campo non va il patron etneo che avrà le sue colpe, come lui dice, ma non si presenta in area di rigore. E’ giustificato il pensiero di Pulvirenti anche se agli occhi dei tifosi e degli addetti ai lavori sembra evidente il momento difficile che attraversano alcuni giocatori rossazzurri bloccati per svariati motivi che per il momento non è giusto sviscerare per il bene del Catania.

    La certezza è che il Catania ha un organico all’altezza della situazione che fa ben sperare per la salvezza anche se non bisogna dimenticare che il massimo campionato è sempre difficile e a volte emette sentenze inaspettate. I conti si faranno solo a fine campionato perchè al momento è difficile non essere condizionati dalla realtà. E’ assodato che un tecnico è stato esonerato a ottobre dopo 8 giornate pagando per tutti come spesso succede nel calcio. Maran resta sempre il mister dei record che solo 6 mesi fa era osannato da tutti per l’ottimo lavoro svolto alle pendici dell’Etna. De Canio ha esperienza ma, come ha scritto l’ex bomber Spinesi nel suo editoriale su Itasportpress.it, al mister di Matera spetta l’onere di stimolare la squadra toccando le corde più giuste.

    Tornando alla partita di domani, questi sono i probabili 22 che potrebbero uscire dallo spogliatoio del San Paolo alle ore 20.45:

    NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Mesto, Fernandez, Cannavaro, Armero; Dzemaili, Behrami; Callejon, Hamsik, Insigne; Pandev. A disposizione: Rafael, Colombo, Uvini, Albiol, Bariti, Inler, Radosevic, Mertens, Zapata, Higuain. All. Benitez

    CATANIA (4-3-3); Andujar; Alvarez, Gyomber, Legrottaglie, Biraghi; Izco, Tachtsidis, Almiron; Keko, Maxi Lopez, Castro. A disposizione: Frison, Ficara, Capuano, Freire, Leto, Petkovic. All. De Canio almiron non e cosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  85. Ip Address: 79.8.43.148

    RICORSO PULVIRENTI-In merito all’inibizione fino al 2/12, comminata oggi dal Giudice Sportivo, il Presidente Antonino Pulvirenti preannuncia ricorso con procedura d’urgenza alla Corte di Giustizia Federale, non avendo commesso alcunché di quanto a lui addebitato. 😆 😆 😆 :catania: :catania: :catania: :salve: :salve:

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu