CATANIA SULLA CARTA STAMPATA

 Scritto da il 23 gennaio 2011 alle 12:46
Gen 232011
 

 

IL CATANIA SULLA CARTA STAMPATA MANCA LA CONVINZIONE

La Sicilia: “Sei minuti fatali. Come contro Roma e Inter, due reti in rapida successione condannano il Catania ben oltre i propri demeriti. Stavolta è il Parma a festeggiare rovinando l’esordio di Simeone sulla panchina etnea e costrigengo ancora una volta i rossazzurri a rimandare l’appuntamento con la prima vittoria in questo sinora sfortunato 2011.Il buon lavoro svolto nella prima ora di gioco viene vanificato dall’uno-due emiliano che manda al tappeto Mascara e compagni e li lascia a stretto contatto con la zona retrocessione. Peccato perchè il passaggio al 4-2-3-1 sembrava essere stato assorbito bene e anche sul piano caratteriale la squadra dava qualche segno di crescita. I due gol, però, hanno cambiato d’improvviso il volto di un incontro che premia i locali benché non abbiano fatto nulla per meritare i tre punti.

Goal.com: “Nel momento migliore per il Catania il Parma riesce a piazzare un micidiale uno – due che decide un confronto che sino a quel momento, ai punti, gli ospiti avrebbero anche meritato di vincere. Sulla voglia di ben figurare del “nuovo” Catania di Simeone ha prevalso il desiderio di riscatto del Parma, reduce da due sconfitte consecutive […] Sul fronte rossazzurro, i due centrocampisti Sciacca e Ledesma reggono bene fino al goal del vantaggio avversario, occhi puntati sul trio avanzato composto da Gomez, Ricchiuti e Mascara: si distingue il primo per vivacità e pericolosità mentre gli altri due fantasisti giocano a corrente alternata.

Repubblica Parma: “Nel primo tempo, in pieno gelo Tardini, sbadigli. Qualcuno avrà notato che nel famoso balcone del condominio che si affaccia sullo stadio stanno facendo dei lavori di ristrutturazione: beh, i tifosi che di solito si guardano la partita dal balcone, diciamolo, non si sono persi niente. Almeno fino al 10′ della ripresa: è lì, all’improvviso, che si è deciso tutto – la vittoria del Parma, la panchina di Marino, il sorriso sulla faccia dei tifosi. Parma-Catania è tutta qui, un gol di Candreva nella ripresa (ma è Angelo a mandare la palla di testa sulla traversa e poi sulla linea) e una punizione perla di Giovinco. Il primo tempo, ad essere onesti, poteva anche concludersi con un vantaggio del Catania (pericoloso in tre occasioni con Lopez, Ricchiuti e Gomez). Poi nella ripresa i crociati con umiltà – proprio come hanno chiesto i tifosi con uno striscione – si sono svegliati.

La Gazzetta dello Sport: “Fischi prima, applausi dopo per il Parma di Marino, vittorioso per 2-0 sul Catania dell’esordiente Simeone. A scaldare il Tardini ci pensano Candreva e soprattutto Giovinco (prodezza su punizione) dopo un primo tempo gelido, con qualche spunto dei singoli ma deludente se si guarda alle squadre. I tre punti arrivano nella ripresa e dopo due sconfitte consecutive, mentre i siciliani – Giampaolo o no – confermano il mal di trasferta: il 7 febbraio sarà un anno senza successi. E la classifica piange: se gli emiliani si portano a quota 25, il Catania femo a 22 rischia di essere risucchiato nelle sabbie mobili della zona retrocessione.

Corriere dello Sport: “Inizia male l’avventura di Simeone sulla panchina del Catania. I rossazzurri escono sconfitti 2-0 dal Tardini, piegati da un Parma che torna al successo dopo due ko di fila e si porta a quota 25 a metà classifica. Candreva e Giovinco regalano il sorriso a Pasquale Marino, con due gol nel giro di cinque minuti a inizio ripresa. In campo, però, si è visto un Catania tutt’altro che spento. I rossazzurri hanno giocato bene nella prima ora di partita, creando anche di più sotto porta. Dopo lo spavento iniziale per l’occasione capitata in mischia a Zaccardo, la squadra di Simeone ha preso le misure e si è resa pericolosa soprattutto con i suoi trequartisti. Su tutti Gomez […] In quello che sembrava il momento migliore della squadra di Simeone, è arrivato il terribile uno-due della squadra di Marino che ha deciso l’incontro.

Sport Mediaset: “Un micidiale uno-due regala la vittoria al Parma in uno degli anticipi della 21.a giornata di Serie A. Al “Tardini” gli emiliani soffrono per lunghi tratti, ma conquistano tre punti molto pesanti per la classifica, superando 2-0 un Catania sfortunato. Simeone comincia così nel peggiore dei modi la sua avventura sulla panchina siciliana. “Colpa” di Candreva e Giovinco (splendida punizione) che al 12′ e 17′ della ripresa affondano gli ospiti.

SportItalia:”il Parma non aveva iniziato con il piede giusto contro il Catania, più gioco e più occasioni, del neo arrivato Simeone, al suo debutto sulla panchina etnea, ma alla fine è arrivato un successo […]il suo 4-2-3-1 è stato troppo lezioso e poco efficace. Lopez ci ha provato ma ha sbagliato, Mascara è sparito mentre Ricchiuti, sempre propositivo sulla trequarti, è stato sostituito con Antenucci che lo ha fatto subito rimpiangere.

Virgilio:”Si fa sempre più delicata la situazione del Catania. Il club etneo ha scelto Diego Pablo Simeone per la panchina, ma il cambiamento per ora è stato solo dal punto di vista del morale e non dei punti. Nel primo impegno da tecnico rossoazzurro, al ‘Tardini’ contro il Parma, il Cholo ha mostrato di aver dato grinta alla squadra, ma serviva un risultato che è mancato ancora.

Sportal: “Al Tardini, Simeone come promesso vara un Catania sulla carta più offensivo di quello del suo precedessore Giampaolo ma le occasioni migliori in avvio sono per i padroni di casa, con Zaccardo ad un passo dall’1-0 con una deviazione su palla inattiva. Gli ospiti però col passare dei minuti prendono in mano la situazione, pur faticando a creare vere palle gol, con Ricchiuti, rispolverato, che da trequartista non riesce ad innescare i compagni. Dopo l’1-0 Il Catania di Simeone subisce il colpo e dopo altri cinque minuti concede una punizione dalla sua zolla a Giovinco che non si fa pregare: conclusione magistrale, 2-0 e partita in ghiaccio per i gialloblù.

Sport Parma:”Se all’andata a Catania il Parma aveva perso immeritatamente oggi al Tardini si è ripreso i tre punti sfuggiti in Sicilia. Una vittoria arrivata dopo un primo tempo e un avvio di ripresa giocati davvero male, in cui gli etnei hanno creato decisamente di più, sfiorando il gol in almeno tre occasioni, poi, tra il 12′ e il 17′ arriva l’uno-due che decide il match. Il gol “a metà” tra Candreva e Angelo prima e la magia di Giovinco poi, mandano ko il Catania, che si arrende nonostante un Maxi Lopez mai domo e sparisce dal campo.

  7 Commenti per “CATANIA SULLA CARTA STAMPATA”

  1. Ip Address: 88.66.36.178

    non leggo mai le cose negative io ho visto la partita tanto mi basta
    non erano superuomini prima non sono dei brocchi adesso devono essere piú convinti dei loro mezzi qui in germania li massacrerebbero se vedessero una squadra che alle prime avversità si scoglie come neve al sole e che caxxo siamo uomini o caporali:evil: 👿 👿
    sta frase lo sentita da qualche parte :mrgreen: 🙄

  2. Ip Address: 79.27.108.123

    Lux la frase è del grande totò! 😉

    http://www.youtube.com/watch?v=rIWTxmzOp_Y

  3. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti….
    Ciao MarCatanologo bentornato, ancora mi brucia la sconfitta di ieri immeritata dopo un primo tempo fatto di pressing alto su i portatori di palla avversari, una bella difesa con un baricentro alto…. il tutto lascia a capire che la squadra è votata all’azione offensiva….
    ma un secondo tempo da dimenticare, che ci fa tornare all’era giampaoliana, ricordi che noi vogliamo accantonare….

    speriamo nella prossima gara con il Grande Milan, nei ricordi mi viene in mente Mihajlovic persa la prima vinta la seconda con una grande.

    ———————————————–FORZA CATANIA—————————————-

  4. Ip Address: 85.41.235.41

    Il Roma: Bigon ha bloccato Mascara per gennaio
    domenica, gennaio 23, 2011 14:17

    Secondo quanto scrive Raffaele Auriemma sull’edizione odierna de Il Roma, il Napoli avrebbe trovato l’accordo con Giuseppe Mascara per il trasferimento a gennaio.

    Resta da convincere l’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, che per il momento non sembra intenzionato a cedere il giocatore che comunque fra pochi mesi si svincolerebbe a parametro zero. La trattativa va avanti.

    Fonte: Areanapoli.it

  5. Ip Address: 90.12.97.173

    Ciao Joe come sempre ” Chiacchieri e tabbaccheri i lignu” se per caso Mascara va a Napoli….io ricomincio OCCHIO PRESIDENTE!!!
    a 24 ore della partita persa ieri non cambio una virgola di quello detto ieri, Simeone è stato consigliato malissimo, non si puo’ assolutissimamente ed in più fuori casa con Gomez, Mascara, Ricchiuti, Lopez tutti assieme!!! Nella mia formazione c’era un uomo che il Catania specialmente fuori casa non ne puo’ fare a meno, il SIG. CARBONI, d’accordo sul lancio di Sciacca ma a questo punto se lui avesse giocato con

    ——Carboni—-Sciacca
    ———–
    Gomez—–Ledesma—-Mascara o Ricchiuti un tempo per uno

    ————-Lopez

  6. Ip Address: 85.41.235.41

    posso dire che siamo anche fortunati guardando la classifica siano con 2 punti in più rispetto la terzo ultima il lecce (20) visto che il cesena (19) deve ancora giocare stasera….

  7. Ip Address: 88.66.36.178

    Vero MarCatanalogo il grande totò
    sulla notizia che vorrebbe Mascara al Napoli già a gennaio io consiglieri di vendere idem la notizia che Pesce lo vuole fortemente una compagine di serie B via via vendiamo e non prendiamo nessuno al loro posto buttiamo nella mischia qualcuno della primavera per esempio Strumbo interessante nuova leva ditemi ditemi quanti anni ha di dove è in che ruolo gioca come si quadagna da vivere

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu