Come dei bambini davanti ad un quaderno strappato

 Scritto da il 11 settembre 2016 alle 21:29
Set 112016
 

alle

Le ultime notizie inerenti lo slittamento al 28 di settembre della partita tra Catania e Fondi raccontano del botta e risposta che sta riempiendo le cronache dei giornali sportivi e dei vari siti e che vede coinvolto il sindaco di Catania da una parte e il presidente della Lega pro dall’altro entrambi schierati sulle loro motivazioni con la municipalità che afferma a gran voce di aver allertato la lega per evitare di far coincidere la partita di casa della squadra etnea di domenica 11 con la visita a Catania del Presidente del Consiglio e dall’altra, la lega, puntuale nell’asserire  che questa richiesta, se ci fu (ipotesi prima subito smentita ) venne fatta solo verbalmente e comunque in tempi considerati non utili per consentirne la presa in carico da parte del pool incaricato della stesura del calendario e a cui compete l’inserimento di eventuali paletti e condizioni.

Ecco che come due scolaretti, chiamati alla cattedra della cittadinanza in vece della maestra, cercano di giustificare il loro operato  e quello dei loro sottoposti accusandosi vicendevolmente a vicenda tra i sorrisi i beffardi di chi, effettivamente è’ l’artefice del danno, come meglio non potrebbe fare il Franti  del libro Cuore. Certo che il parapiglia creato ha altri responsabili, in primis coloro che dovrebbero permettere ad una città metropolitana di essere in grado di gestire due eventi in contemporanea  di cui uno politico per il previsto arrivo in città del premier deciso a partecipare alla cerimonia conclusiva della festa dell’Unita’ e l’altro, un evento sportivo tra due squadre di lega pro con quella ospite priva di tifosi al seguito o presenti in numero che non supererebbe le dita di due mani.

Certo è che il disagio maggiore lo vive e lo vivrà la nostra squadra costretta a sostenere incontri ravvicinati, per l’esattezza cinque nello spazio di quindici giorni calendariali, tre di queste in trasferta e precisamente Reggina, Matera e Taranto e due in casa Akragas e Fondi appunto. Un settembre d’inferno ci aspetta con la squadra che scalpita ma ferma ai box e che vedrà sfrecciare sul manto verde tutti i  rivali con l’occhio ad una classifica precaria per via di quel -2 ancora presente alla terza di campionato con la speranza che mercoledì prossimo riesca a portarsi a un punto rimanendo, malgrado la vittoria, ancora ultima in classifica.

Quanto fiele abbiamo ingoiato noi poveri incolpevoli e innocenti tifosi e quanto ne dobbiamo ancora mangiare trasferte vietate, rigori non dati, spostamenti di orari, spezzatini e rinvii. Così domani non ci resta che vedere sfrecciare le squadre del girone C di lega pro verso la parte alta della classifica, in particolare le concorrenti dirette per la promozione come le due pugliesi Foggia e Lecce, il Matera, il Cosenza e la Juve Stabia che diventeranno quasi imprendibili se consideriamo che la prima giochera’ in casa contro la Vibonese e la giallorossa in esterna contro il Melfi, entrambi incontri alla portata delle rose pugliesi che stasera potrebbero trovarsi insieme a 9 punti e a punteggio pieno ad undici lunghezze esatte dalla squadra rossazzurra. La sola considerazione che il campionato è galantuomo perché da e prende consegnando alla fine dell’ultima giornata del girone di ritorno i veri valori di ogni singola squadra partecipante.

A noi manca molto: innanzitutto sei punti dovuti alla penalizzazione che si spera possa essere mitigata se non annullata del tutto dal ricorso presentato alla Tas e anche un rigore non dato che poteva già permetterci di cominciare la stagione a zero punti.

Mancano però anche i punti che dovremo guadagnarci in casa contro il Fondi nel quale troveremo un Calderini appena rientrato dalle due giornate di squalifica e che non ci sarebbe stato se avessimo giocato questa domenica o se la lega avesse deciso di anticipare la partita al sabato. Sicuramente se fosse stata scelta la giornata di ieri tutte queste polemiche non ci sarebbero state e magari avremmo ascoltato con altro spirito i risultati odierni forti del punticino in classifica.

  14 Commenti per “Come dei bambini davanti ad un quaderno strappato”

  1. Ip Address: 151.37.80.190

    Cara Redazione ,come ci vedi solidali in tutto e per tutto in quello che hai scritto! Non ci sono più molte parole e molte frasi per descrivere i continui errori fatti dalla Lega e dagli organismi sportivi e non sportivi ! Altro che quaderno strappato! Hanno strappato tutto ,libri , penne ,matite ed il bambino è rimasto attonito ,piangente e disperato! Ma si può continuare ad assistere a tali negligenze ,malevolenze e stupidità ? Sempre comunque danneggiando continuamente la nostra squadra. Ma non si poteva anticipare al sabato la partita con il Fondi? Io,penso piuttosto ,cosa mai passerà nella testa dei nostri giocatori ,assistendo a questi tira e molla. ,a queste ( chiamiamole benevolmente così ) leggerezze da parte di questi superuomini responsabili dell’ ordine pubblico . Come minimo,i nostri giocatori risentiranno di quella serenità necessaria e penseranno ,come. tutti i tifosi catanesi che la loro squadra non è tutelata affatto,malgrado il grande impegno ed il coraggio sempre dimostrato da Pietro Lo Monaco. Però,amici,non vogliamo più che il bambino ,mortificato pianga! È un desiderio così irrealizzabile?

  2. Ip Address: 158.148.223.140

    La giornata di ieri che ci ha visto per questa volta nostro malgrado lontani dalle vicende del nostro calcio giocato per la improvvida decisione di blindare la città la qualcosa neppure è’ servita visto che gli scontri vi sono stati lo stesso , ha lasciato la nostra squadra a quel meno due che tanta rabbia fa e ha consacrato, come se ce ne fosse bisogno, al Foggia e al Lecce gli attici del nostro girone. 11 punti in meno dalle due di testa sono tanti e sembra che queste due non di vogliono fermare. Noi dovremo vincere a Reggio e battere l’Akragas in casa continuando con il fondi e sperare che la Fifa ci tolga la penalizzazione . Andiamo avanti come un diesel sperando col tempo di recuperare posizioni . Chi vivrà vedrà .

  3. Ip Address: 151.57.0.21

    Caro catanese a Napoli , io vorrei essere ottimista come te ! Ma non mi riesce proprio! Tu parli di andare avanti come un diesel Ma io ,realisticamente riesco a pensare solo agli ostacoli che ci mettono avanti ,sempre più in alto! Le squadre più forti si allontanano e noi avremo la forza di seguire il loro ritmo? È possibile fare un campionato senza intralci ,senza continue Interferenze di ogni genere? Si vorrebbe un po’ di pace e tranquillità ! Senza queste due cose , facendo i dispetti ai bambini( il senso del commento della Redazione )’, caro collega tifoso ,con o senza diesel non si va da nessuna parte !

  4. Ip Address: 95.234.97.122

    Cari amici dobbiamo essere ottimisti,il campionato è iniziato adesso è lungo e per tutti vi saranno momenti no.
    Speriamo che ci ridiano i punti di penalizzazione e che la squadra vinca e convinga,abbiamo fatto una vittoria e un pareggio esterno va bene cosi,vedrete che foggia e lecce rallenteranno e si assisterà ad un ottimo campionato combattuto e divertente come deve essere un gioco,io sono convinto che ci divertiremo.
    La sosta non voluta non la vedo così brutta,la nostra squadra rispetto alle altre è quasi tutta nuova qualche allenamento in più amalgama non guasta,possibilmente rivedremo bergamelli e qualcuno che abbia smaltito la fatica del ritiro.Ovviamente è solo un mio giudizio,saluti a tutti e sempre forza Catania 46.

  5. Ip Address: 62.18.106.235

    Buonpomeriggio a tutti

  6. Ip Address: 62.18.106.235

    L’uomo nero: Perotti arbitra Reggina-Catania
    12 settembre 2016 alle ore 12:52
    La Lega Pro ha reso note le designazioni arbitrali per la quarta giornata di campionato. Reggina-Catania, in programma mercoledì 14 settembre alle ore 16,30, sarà diretta da Pierantonio Perotti di Legnano coadiuvato dagli assistenti Michele Lombardi di Brescia e Gamal Mokhtar di Lecco

    Il fischietto lombardo ha un dolce precedente con i colori rossoazzurri: il 4-1 della passata stagione tra le mura del “Massimino”. Quel pomeriggio di ottobre Calil, Calderini, Falcone e Musacci umiliarono i calabresi.

    Ecco il quadro completo delle designazioni arbitrali per il prossimo turno di Lega Pro:

    Casertana-Taranto: Daniele Viotti di Tivoli

    Cosenza-Melfi: Pasquale Boggi di Salerno

    Fidelis Andria-Paganese: Lorenzo Maggioni di Lecco

    Fondi-Akragas: Daniele Paterna di Teramo

    Juve Stabia-Messina: Riccardo Panarese di Lecce

    Lecce-Catanzaro: Francesco Fourneau di Roma 1

    Siracusa-Monopoli: Simone Sozza di Seregno

    Vibonese-Matera: Andrea Capone di Palermo

  7. Ip Address: 87.17.151.157

    A 30 ore dalla sfida con la Reggina, Le Autorità di Reggio non hanno ancora deciso se consentire la trasferta ai tifosi rossazzurri, che alla fine equivale a non autorizzare pur autorizzando. Malgrado la buona volontà dei supporter come fai ad organizzare una trasferta in giorno feriale a poche ore prima della partita stessa? Diranno così che la trasferta è’ stata autorizzata ma i tifosi non hanno partecipato. Che schifo ragazzi

  8. Ip Address: 178.39.222.16

    Buongiorno a tutti

    Smettiamola di piangerci a dosso!!!!!
    L’unica cosa da fare é vincere! Se si parte con 7 punti in meno.

    Dunque niente piagnistei! Vincere vincere vincere. Questo deve essere il nostro pensiero. Vincere vincere vincere

    Vi saluto

  9. Ip Address: 87.17.151.157

    Si jamajama concordo. Niente vittimismo anche perché la rosa è’ abbastanza lunga e buona grazie a Lo Monaco. Quindi anche i giocatori finora non impiegati potranno dimostrare il loro valore.

  10. Ip Address: 5.169.238.73

    Buonpomeriggio a tutti REGGINA – CATANIA (Esclusiva): biglietti Settore Ospiti, prevendita al via
    Di Redazione – 13 settembre 2016 0 20

    Stadio Oreste Granillo, Reggio Calabria

    Secondo informazioni raccolte da Igor Pagano, in collaborazione con TuttoCalcioCatania.com, alle 11.45 di oggi é iniziata la prevendita dei biglietti relativi al Settore Ospiti dello stadio “Oreste Granillo” di Reggio Calabria, in vista della partita valida per la quarta giornata del campionato di Lega Pro, girone C, in programma mercoledì 14 settembre alle ore 16.30, tra Reggina e Catania. Per l’acquisto dei biglietti e per l’accesso al Settore sarà necessario esibire il documento di riconoscimento e la Tessera del Tifoso in originale. C’è tempo fino alle ore 19.00 di oggi per acquistare i tagliandi, disponibili al costo di 12 euro.

  11. Ip Address: 87.17.106.145

    Ciao a tutti.. se qualcuno ancora non l ha capito ve lo spiego io il vero motivo dello spostamento della partita.. i tifosi del fondi o l ordine pubblico non centra niente sanno benissimo che sarebbe filato tutto liscio al Cibali.. la loro preoccupazione era solo di ritrovarsi con i manifestanti della protesta contro Renzi da una parte e qualche centinaio di tifosi del Catania che finita la partita x tornare a casa scendono a piedi da via etnea dall altra parte.. quello si che per loro sarebbe stato un problema.. Accapputtavanu a renzi cu tuttu u palcoscenicu. Ahaahahahah

  12. Ip Address: 178.39.222.16

    Si vince 1:0 ma niente gioco, niente ritmo veramente poca cosa il CT. La Reggina fa anche più pena del CT! E ho detto tutto. Speriamo nel secondo tempo…….

  13. Ip Address: 178.39.222.16

    Rigoli ha avuto paura di vincere! Subito il gol la squadra si é svegliata. Se non si vince una partita cosi, quando si vuole vincere una partita? E non cerchiamo scuse! Questa era alla portata con più coraggio e voglia/grinta.
    Non siamo ancora forti. Siamo mediocri.

  14. Ip Address: 151.19.185.218

    Questa era una partita da vincere! Una delusione ! Ha ragione Jamajama ! Se no non si vinceva con una squadra mediocre come la Reggina ,cosa faremo quando si incontreranno le squadre molto più forti? Tanto per cominciare a Matera ?

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu