Come un maleficio

 Scritto da il 29 settembre 2016 alle 16:45
Set 292016
 

biagianti

Doveva essere la partita del pronto riscatto, come quella di domenica scorsa, e invece ne usciamo con le ossa rotte, con un misero punticino conquistato tra le mura amiche contro due avversarie alla facile portata del complesso rossazzurro. Ne usciamo anche con due infortunati, il morale sotto i tacchi e una classifica da brividi che più ci sforziamo di non guardare e più, beffarda, si fa gioco del nostro umore e della nostra sofferenza. Questo Catania non sa più vincere e pure mettendoci l’anima e un impegno ammirevole i cinque gol fatti in sei partite mostrano come anche quest’anno non si riesce a segnare facilmente pur disponendo in attacco uomini di qualità e come subiamo con facilità gol evitabilissimi che grazie alla bravura di Pisseri non hanno superato nel numero i  quattro subiti sino alla sesta di campionato dello scorso anno a fronte tuttavia di undici reti fatte rispetto alle sei di questo inizio stagione. Il male oscuro del Catania sembra continuare. Quel male oscuro che dopo una stagione da record aveva attanagliato l’anno dopo l’allenatore del miracolo spingendo la società al suo esonero dopo figuracce rimediate specialmente fuori casa e che  riusciva a strappare risicati pareggi casalinghi,  ha continuato in cadetteria benché a detta dei più la squadra disponesse del parco attaccanti più forte della serie B rinforzato con l’arrivo di Maniero e da validi difensori nel mercato di riparazione. Anche quell’anno arrivò sul campo del Carpi, già promosso, uno stentato 0-0 che consentì di mantenere la categoria prima dei noti fatti di quel triste fine giugno. Lo scorso anno in fretta e furia fu costruita una squadra di buon livello ma sappiamo come è andata a finire avendo  raggiunto la salvezza diretta  anche stavolta all’ultima giornata di campionato. Anche adesso sembra ricalcata la falsariga dello scorso anno aggravata anche stavolta da una penalizzazione che pesa come un macigno e annullata solo alla sesta di campionato. Quale allora il male oscuro di questo nostro Catania? Forse quello di iniziare ogni stagione con il piglio da grande? Il dover essere obbligati a vincere tutte le partite? Uomini non adatti all’obiettivo da raggiungere?  Di calciatori ed allenatori ne sono passati oramai parecchi in questi ultimi tre anni e chi è arrivato, dopo due o tre buone partite ha cominciato ad accusare stanchezza più psicologica che fisica salvo poi a riscattarsi subito con indosso un’altra casacca. Quest’anno però, più dei precedenti, i ragazzi in campo stanno sputando pure l’anima come se la voglia di far bene prevalga sulla rassegnazione ma le cose continuano a girare per il verso sbagliato e che quelle traverse, i gol negati, i fuorigioco inesistenti, i rigori non concessi, facciano parte di un triste contorno e di una condizione che oramai avvolge come una cappa nera questa società e che un maleficio abbia colpito il reame fatato di Torre del grifo rendendolo tutt’un tratto privo di vegetazione, tetro e insano. Anche i media e i tifosi come la popolazione di questo ipotetico reame soffrono senza reagire, impotenti e vittime di questa angosciosa sventura mentre il castellano, chiuso nella sua torre oramai in rovina, riposa stanco tra le sue provette sparse al suolo e fumi di filtri miracolosi con i quali sperava di realizzare l’elisir magico per una pozione di pronto riscatto ora vagano tra le pareti ammuffite.  Solo un cavaliere solitario spinto dal suo orgoglio ferito, esiliato anni addietro perché oscurava la figura del signore, armato di buona e santa volontà e rigido nella sua armatura temprata da tante battaglie, si è assunto l’onere di riuscire nell’impresa di far tornare il sole in questo reame ma l’impresa sembra più ardua del previsto davanti a questo male oscuro che rende tetro  ciò che dovrebbe portare luce. Non bastano più le spade ammirate in passato per sconfiggere questo nemico, le pesanti catapulte con cui furono abbattute difese arcigne e  frecce dalle punte micidiali, quando la torre del castello e’ ancora abitata da quel castellano che ormai pigro e stanco sonnecchia, lontano parente di colui che un tempo portava entusiasmo sui campi di combattimento. Servirebbe qualcun altro, occorrerebbe quel gesto fatto di amore per il suo regno e una pronta abdicazione verso un successore, chiunque esso sia perché basterebbe forse questo a riportare entusiasmo e perché no, anche qualche tallero per aiutare l’ambente e la causa. E con il venir meno del vecchio signore e con l’entusiasmo ritrovato, anche il sole potrebbe cominciare a far capolino illuminando nuovamente quel regno dimenticato. Molte fiabe insegnano questo e a noi piace pensarlo e ritornar bambini.

  42 Commenti per “Come un maleficio”

  1. Ip Address: 91.252.67.63

    Andare a zappare…le chiacchiere…Non servono più…e neanche..i ci rifaremo…. si passa tra un amaro e l’altro. Ormai la squadra e questa. Solo che l’anno scorso c’era un certo calil all’andata..che produce gol a raffica…Adesso neanche quello. Tragico tramonto di un catania ormai finito.

  2. Ip Address: 151.82.116.86

    Non usciamo più da questo lungo periodo oscuro! Voi,cari amici,avete pensato che tutto si sarebbe aggiustato con l’ arrivo di Lo Monaco! Si pieno di entusiasmo,ha cercato di mettere ordine ,di sanare tutti i buchi che una gestione sciagurata aveva causato ! Ha fatto molto! Però secondo il mio modesto parere ha commesso lo sbaglio di cercare di fare una campagna acquisti per una squadra di categoria superiore! Occorreva una squadra per la categoria di lega Pro! Giocatori dotati di una discreta tecnica però veloci dotati di gran fondo,adatti ai campi caratteristici di questa serie! Forse sarà stata una esigenza economica ma è fatto che si è ricorsi a giocatori sudamericani ,poco conoscitori del gioco caratteristico della serie C . Io ricordo bene che tipo di squadra era il Catania negli anni 90 e ricordo bene il tipo di gioco praticato, Direte voi,altri tempi! Però non c’erano le figuracce di adesso ! Adesso andremo a Taranto dove ci aspettano con il coltello tra i denti! Si ricordano bene dello spareggio dell’ anno 2002,quando abbiamo estromesso dalla serie B i tarantini! Ecco allora era un Catania granitico ,con giocatori ben attrezzati per la serie C! 1a O a Catania con un gran gol di Fini( giocatore fondamentale per il gioco in quella categoria) e poi una difesa ferrea a Taranto con 0-0 e serie B in tasca ! Signori miei,eravamo in serie C, ma stavamo con assoluta dignità e non eravamo pietosi come ora ! Meglio distrarci con questi ricordi ,molto meno brutti della realtà presente ,e purtroppo ,del tenebroso futuro

  3. Ip Address: 178.39.222.16

    Perché cosi negativi? Mandiamo in campo i ragazzi senza farli tremare. Non siamo forti ma non siamo nemmeno cosi scarsi. Siamo da meta classifica. Salviamoci e speriamo che uno con i soldi prenda il Catania. Senza soldi niente squadra. LoMonaco senza soldi non potra fare niente. Dunque o sopportiamo o niente! Ma continueremo a tifare e a reclamare. Come abbiamo sempre fatto.

  4. Ip Address: 178.39.222.16

    Armando tu sei un vero tifoso. Ti leggo con grande gioia!

  5. Ip Address: 82.55.202.183

    Bravo Armando, buona nottata a tutti

  6. Ip Address: 95.233.140.209

    Sappiamo bene come e’ stata fatta questa campagna acquisti: senza soldi . Biagianti e Paolucci che tornano felici pure a gratis e l’impegno lo stanno mettendo.spaesato vedo Calil che ancora non ha capito la posizione e Scoppa che ha piedi buoni ma è’ lento per questa lega pro. Ci manca un ariete d’area potrebbe farlo anastasi mentre di Puscitella si sono perse le tracce e non si capisce perché non giochi più e se Russotto non stava bene perché non far entrare lui? la difesa a dx Nava non mi convince e Gil ogni tanto fa qualche cavolata. Ma il vero problema per me rimane quello societario: questa società è marchiata e Pulvirenti deve smammare e al più presto

  7. Ip Address: 87.30.123.18

    Buongiorno a tutti , dopo alcuni giorni chiuso nel silenzio mi rendo conto che quel linfame di pulvirenti deve sparire dal calcio Catania

  8. Ip Address: 5.170.107.112

    Buongiorno a tutti pari!!! Grandissimo articolo Raggio Libero, fa capire che adesso eè arrivato il momento di non stare più a guardare le malefatte del delinquente!!!!! Adesso tutti dobbiamo contestare Pulvirenti a voce alta, facciamoci sentire!!!! Ieri una delegazione della Nord e andata a Torre del Grifo a contestare pulvirenti e a parlare a quattrocchi con la squadra e lo Monaco!!! Dai anche noi facciamo la nostra parte e il momento di farci sentire tutti uniti per amore del nostro Catania!!!! Un abbraccio a tutti pari……… Uno in particolare a Giorgio che sicuramente da lassu ci sostiene…

  9. Ip Address: 87.30.123.18

    Concordo con te matteocifalotu

  10. Ip Address: 95.233.140.209

    Finalmente sta saltando fuori il nocciolo del problema. Da tre anni che parliamo di allenatori, schemi, giocatori e non andiamo a guardare oltre la siepe. Il problema grosso è’ quello che una componente importantissima, la principale per questa squadra, la proprietà, è’ amorfa ed INESISTENTE. Oramai tutto grava sulle spalle di Lo Monaco e, ne sono sicuro, anche quello economico. Lui deve fare la squadra, parlare con i giocatori, sciogliere i problemi, mitigare incomprensioni, imporre regole, placare gli animi, farsi sentire con la lega, sciogliere i dubbi, risanare i debiti, portate avanti la campagna acquisti/cessioni, stipulare contratti , occuparsi del l’infrastruttura di torre del grifo pagando stipendi a giardinieri, guardiani, ditte , e tutto questo da solo e, benché di tempra robusta, sempre uno è. La società sembra assente, scomparsa , lui lasciato solo a fronteggiare stampa,ad incontrare tifosi, a telefonare affinché qualcuno si occupi di mettere i teloni al Massimino per evitare che il campo diventi impraticabile. La proprietà in mano ad un amministratore romano che del Catania e dell’amore che nutrono i tifosi non sa nulla né gli interessa in quanto i suoi problemi riguardano il risanamento di Finaria della quale il nostro Catania è una piccola parte del tutto. I giocatori sanno che sono soli, il loro interlocutore un direttore che fa di tutto e di più ma che, rispetto a prima, quando poteva delegare ad altri parte delle sue responsabilità ora le deve affrontarle tutte da sole. Signori, la proprietà è’ diventata il problema e spero che Pulvirenti faccia un passo indietro e ceda la mano a qualcuno che possa portare entusiasmo e aiutare il nostro direttore in questo compito non facile, dal punto di vista economico ma principalmente di immagine ed entusiasmo. La piazza ne gioverebbe, il complesso pure perché una componente di questo giocattolo, forse la principale, è proprio là società .

  11. Ip Address: 5.170.107.112

    Concordo con Tullio!!!

  12. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    La situazione la conosciamo tutti ormai anche i muri.Io lo avevo preannunciato già prima che iniziasse il campionato,che questo sarebbe stato un anno diciamo di aggiustamento,dal pericolo di sparire dalla mappa calcistica abbiamo ancora una squadra e un campionato da disputare,lo so che molti di voi speravano già di avere lo squadrone imbattibile,ma Lo Monaco non può fare miracoli e senza soldi non si costruisce nulla e noi comunque sia non dobbiamo far mancare il nostro sostegno,magari non fischiando i giocatori durante la partita,perchè questi nuovi a differenza della scorsa stagione l’impegno ce lo mettono,certo col senno di poi siamo tutti bravi a criticare,si poteva prendere quello anzichè quell’altro ecc…,della serie chi non lavora non sbaglia mai,mi sembra che qui si stia creando e non riesco a capire perchè l’aspettativa che tutto vada a rotoli per poi dire,visto?l’avevo detto.Io purtroppo non ho la bacchetta magica e so che con i se non si và da nessuna parte,ma con due rigori netti e un gol regolare annullato e magari con 5 o 6 punti in più,i commenti qui sarebbero stati diversi,magari entusiastici come la prima giornata dopo la vittoria con la Juve Stabia.

  13. Ip Address: 151.68.61.118

    Il problema vero ,è e concordo con te Catanese Napoli ,la proprietà ! Da oltre un anno ,soffriamo di questo male ,che è diventato un tumore che non si riesce ad estirpare! Ne abbiamo parlato tanto ,abbiamo invocato che il signore ,causa di tanti mali ,facesse un passo indietro ! Invano! Che si deve fare ? Portarlo via dipeso nel senso più letterale possibile? Non si smuove e quindi tutti i mali del Catania sono alla fine riconducibile a questo cancro ed il povero Lo Monaco è solo a lottare contro tutti! Riconosciamolo : Tutto è stato detto ,ma la situazione rimane immutabile ! Cosa si può mai fare ? Stando così le cose volevo ,anche per non parlare inutilmente delle stesse cose,affrontare un altro problema ,quello delle conferenze stampa ,sopratutto dopo le partite. Lasciamo stare quelle di Rigoli ,che sono sempre le stesse e non significano nulla ,perché da sempre l’ impressione che commenta una partita vista soltanto da lui . In pratica commenta un’ altra partita! Sfugge le domande dirette ,qualche volta un po’ insulse dei giornalisti. E da delle risposte incomprensibili ed evanescenti ! Poi veniamo ai giocatori ! Ieri ho sentito le conferenze stampa di Fornito ,di Nava e di Di Grazia . Parlano e rispondono come fossero giocatori di un’altra squadra! Dobbiamo essere più concentrati,dobbiamo essere più concreti dobbiamo………. dobbiamo .Sono convinti e dispiaciuti,però a parole ,perché alla prossima partita fanno esattamente il contrario di quello che dicono di voler fare! Voglio ma non posso ! Allora nasce il dilemma ! Non si può perché non ci si ritrova la condizione atletica giusta? Oppure quali sono i misteriosi motivi per cui proclamate riscosse e poi ,puntualmente ,arriva il flop.? Di Grazia ha detto testualmente : a Taranto si debbono portare via i tre punti ! Io avrei voluto chiedere : con il gioco che avete espresso fino ad ora? In somma ,voglio concludere . Queste conferenze stampa non servono a niente! Capisco i giornalisti! Debbono lavorare ed allora ,se si debbono fare,fate in modo che non siano delle farse come queste che abbiamo ascoltate. Fate domante intelligenti e dite francamente ciò che pensate e sopratutto fate in modo che gli intervistati non siano evasivi e non raccontano storielle che lasciano il tempo che trovano!

  14. Ip Address: 95.233.140.209

    Dici bene Armando. Conferenze stampe inutili anzi offensive per la nostra intelligenza. Ci Si limita a parlare dell’episodio , della sostituzione, si ripetono le stesse cose per di più ogni partita a dire che la prox deve essere affrontata col sangue agli occhi , che si deve vincere , e la stampa che fa pagelle su pagelle e nessuno che prenda il microfono per fare un intervento che vada oltre quei 90 minuti. Nessuno oramai che parla di proprietà e figuriamoci quei giornalisti che sanno che se toccano Pulvirenti non li fanno entrare più . Questo è il marcio che ci affligge. Ora tutti addosso a lo Monaco se le cose non vanno come dovrebbero mentre i veri colpevoli fanno i tuffi in piscina. Si può sapere quanto ha sganciato dalla proprietà l’avvocato Franco per costruire la squadra? Nessun giornalista che fa questa domanda anziché parlare di Di grazia o Russotto?

  15. Ip Address: 93.49.77.109

    Devono semplicemente cambiare allenatore, e tanti problemi si risolveranno.

  16. Ip Address: 82.55.190.241

    Sicuramente ci sono dei problemi (compresa la proprietà) che influiscono negativamente sui risultati della squadra. Personalmente continuo ad avere qualche perplessità sul nostro allenatore. Condivido il pensiero di Gaetano pur rispettando tutti gli altri. Buon pomeriggio a tutti

  17. Ip Address: 158.148.212.57

    Ho letto che la difesa del Taranto è’ in Tilt mancano i due difensori principali fermati da infortuni. Mi preoccupa solo l’ambiente e la stanchezza che hanno i nostri nelle gambe .

  18. Ip Address: 2.238.18.189

    Secondo me cambiare allenatore allo stato attuale serve a poco. Chi voleva di grazia o calil titolari inamovibili credendo che la situazione si risolvesse è stato servito, io continuo a pensare che visto e su questo la penso come tutti voi che non sappiamo i più forti ma neanche i più scarsi accontentiamoci di ciò che abbiamo perché rifare una squadra senza soldi non è da tutti quindi sosteniamoli questi ragazzi anziché fischiarli i veri colpevoli come giustamente qualcuno sostiene stanno altrove,quindi indirizzatela li la vostra indignazione

  19. Ip Address: 94.34.39.122

    Franco cura gli interessi di Pulvirenti, Lo Monaco quelli del Catania, Due figurei che vanno ciascuno per la propria strada. E’ paradossale il fatto che sperare in una rinascita dellla squadra significa riabilitare anche il suo proprietario, considerato che non ha nessuna intenzione di cedere. Per non sostenere più le sorti di un uomo senza più un briciolo di credibilità cosa bisogna augurarsi allora lo sfacelo totale?? PULVIRENTI VATTENE VIA

  20. Ip Address: 95.252.244.78

    buonasera a tutti sara una partita difficile anche perche i nostri anno avuto troppe partite vicine per quanto riguarda il male del catania lo sapete meglio di me chi e responsabile prima sene va meglio e un saluto a chi gia mi conosce e chi non mi conosce ancora forza catania sempre

  21. Ip Address: 95.245.85.177

    Ben tornati ragazzi, fatevi sentire più spesso 🙂 🙂

  22. Ip Address: 151.37.81.254

    taranto o non taranto..sara sonora sconfittaquest’anno e cosi speriamo nel prossimo…..

  23. Ip Address: 78.13.51.121

    Finché resta Pulvirenti non potremo avere niente di meglio. U pisci feti da testa. Il campionato è la copia di quello dell’anno scorso (se non peggio) e sarà sempre così finché la società resta la stessa. La squadra non può non risentire dell’ambiente.
    Inoltre Pulvirenti è impresentabile e questo non aiuta. Già ci odiano, ma finché resta lui infieriranno molto di più con arbitraggi e penalizzazioni.
    Io lo ringrazio per gli anni passati che ci ha dato, ma ormai è decotto, come imprenditore è finito, uno dei tanti che non ha superato la crisi, e il Catania non può finire con lui.

  24. Ip Address: 151.34.105.11

    Ben ritornato ad Angelo da Modena! Certo hai trovato un sito del tutto annichilito dagli eventi catanesi di questi giorni! Cari amici,penso proprio che è più facile smuovere una montagna,che piuttosto quel signore che è stato ed è ancora la causa di tutti i nostri guai! Comunque buona serata a tutti e che la nostra Santa provveda Lei a salvarci come ha sempre fatto!

  25. Ip Address: 2.46.187.147

    In conferenza stampa Riporta itasportpress che l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco ha smentito le voci circa un possibile esonero di Rigoli. A suo dire il Catania, a parte qualche calo durante la partita, non ha giocato male sebbene qualche elemento dovrebbe dare di più .

  26. Ip Address: 5.169.235.240

    Ben tornati a tutti cari tifosi , così ci sentiamo meno soli …… a quando pare l’unico a rimanere piu solo e quel l’infame di Pulvirenti

  27. Ip Address: 87.19.203.145

    Il mio cauto ottimismo iniziale, alla luce degli ultimi risultati, si è un pò attenuato. Voglio comunque rimanere pazientemente fiducioso. Non facciamo mancare il nostro sostegno a Lo Monaco, senza di lui probabilmente oggi racconteremmo tutta un’altra storia. Buona nottata a tutti

  28. Ip Address: 62.18.117.252

    Buongiorno e buon sabatoa tutti

  29. Ip Address: 151.38.45.64

    Caro Filippo lo credo bene che il tuo ottimismo,che io ho sempre apprezzato ,sia diminuito! Siamo d’ accordo su Lo Monacoe su tutto ciò che ha fatto! Però mi lasciano molto perplesso le sue ultime parole! Ha visto che il Catania ha giocato bene? Questo allora l’ ha visto solo lui e l’ allenatore! Evidentemente si è lasciato contagiare dall’ ambiente vicino l la Società ! A noi tifosi si debbono raccontare le verità altrimenti è meglio tacere ! Sono solo d’ accordo per il calo! Allora il nostro A D.si deve mettere a strigliare i preparatori atletici ! Il calo poteva essere giustificato l’ anno scorso perché avevamo cominciato preparazione in ritardo ,ma non quest’ anno ! In quarto agli elementi che dovrebbero dare di più ,ha ragione , però lui che ci sta a fare ? Ha senz’altro. l’ autorità per fare stare in panchina questi giocatori che non rendono come debbono,! Insomma ,cari amici ,diciamo grazie all’ A D per quello che ha fatto, però deve vedere il non gioco come lo vediamo noi Lui è in grado per prendere le contro misure ! Sarebbe un peccato che lui non racconti la verità ! La sola persona di cui noi ci fidiamo ! Poi vede bene l’ allenatore ? In questo ,caro Filippo condivido le tue perplessità!Aspettiamo e vedremo a cominciare da Taranto ! Il cauto ottimismo si è rapidamente trasformato in un realismo che ,francamente,ha me da la tremarella,!

  30. Ip Address: 151.36.83.250

    Scusate,qualche errore di scrittura, ! Ma mi comprenderete In realtà non so scrivere a macchina ,ma spero che comprendiate bene il mio pensiero .Poi ,e mi rivolgo alla Redazione ,da qualche tempo è riapparso il solito scritto ed io parlo sempre di cose diverse ! Mi dispiace fare sempre questo appunto,e scusatemi!

  31. Ip Address: 5.169.124.115

    Buongiorno e buon inizio di ottobre a tutti . Io penso che lo Monaco non è uno sprovveduto e sa quello che fa e che dice . Penso che a 2 giorni dalla sfida di Taranto già caricata dall’ambiente pugliese quale rivincita di quel 2002 che, diciamo la verità fu una sfida meritatamente vinta dai rossazzurri, di più non potesse dire. Ha fatto capire che ci sono stati cali di tensione specialmente a Reggio, e in casa contro il fondi dopo il gol del vantaggio e qualche elemento che dovrebbe dare di più , forse frase diretta principalmente a calil . Io da parte mia vedo che il gioco del Catania sebbene talvolta cambi modulo passando dal 4/3/3 al 4/2/3/1 sia sempre lo stesso in quanto il primo non dà frutti non disponendo di una torre in area (unico anastasi ) e il secondo con Calil trequartista che non ha la fantasia e la sagacia tattica Necessaria in quel ruolo essendo una seconda punta (doppione di Paolucci anche nel tipo di gioco) . Farebbe meglio in quel ruolo X secondo me Fornito ma gioca in mediana e abbiamo visto contro il fondi che se spostato più avanti va in gol. Anche Scoppa uomo dai piedi buoni come Biagianti ma lenti per la lega pro con difficoltà nei recuperi sugli avversari se partono in contropiede. Secondo me Rigoli dovrebbe impostare il gioco sulla base degli uomini a disposizione e non ostinarsi a proporre moduli non adatti a loro o facendo giocare elementi solo per il pedigree perché con quello non si vince . Vedo anche che uomini considerati belle sorprese sono stati da qualche partita accantonati e non Si conoscono i motivi visto che in coppa avevano giocato bene e Piscitella autore del gol a Reggio non più proposto senza motivazioni adeguate. Scusate la lungaggine delle mie dissertazioni personali e quindi opinabili e buona giornata a tutti

  32. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Io rispetto le opinioni di tutti,capisco che il Catania non stia giocando bene,ma a parte il Matera che giocava in casa contro di noi,quale squadra ci ha messo sotto o ha fatto un calcio spettacolare?Nonostante molte di queste squadre hanno avuto tutto il tempo per migliorare l’organico e hanno iniziato il campionato non a -7,addirittura qualcuno di voi ha affermato che siamo tra le squadre più scarse,chi ha dato per scontato che perdiamo con il Taranto,forse io sarò esageratamente ottimista,ma preferisco così anche a costo di retrocedere cosa di cui non credo.Ragazzi vi rendete conto che quest’anno è stato un mezzo miracolo a partecipare al campionato,con tutti i debiti lasciati in sospeso dalla vecchia gestione?Pensate che i calciatori non leggano nei vari siti compreso questo i nostri commenti?Cerchiamo di incoraggiarli questi ragazzi,non siamo catastrofici,partiamo con i piedi per terra e il nostro scudetto sarà il mantenimento della categoria,se poi qualcuno di voi è capace a costruire le squadre senza soldi,che lo spieghi anzichè lamentarsi dell’operato di un uomo solo che in tempo record è riuscito solo lui sa come,ha tamponare tutte le falle di una società ormai alla deriva

  33. Ip Address: 5.169.124.115

    Gaetano sono d’accordo con te. Ho già scritto anche in questa pagina attuale che se non ci fosse stato lo Monaco il Catania sarebbe scomparso. Sicuramente la sfortuna e qualche sbavatura tattica ha fatto il resto ma dire che faremo in campionato di vertice ne passa e spero solo in un onorevole piazzamento per i play off sebbene ci portiamo dietro responsabilità enormi di una proprietà ormai assente che non potrà sia per risorse che per volontà aiutare il nostro direttore e la squadra a contribuire ad accrescere fiducia . Paghiamo quindi ancora le colpe del proprietario che ha messo nelle mani di Franco i resti di quello che doveva essere un impero economico di cui il Catania era una costola. Adesso senza risorse e con prospettive limitate, queste sempre alla base per dare morale ed energie visibili, parliamo di schemi e di pagelle quasi dimenticando la croce che quell’uomo ci ha posto sulle spalle e che porteremo ancora per tanto tempo nel silenzio colpevole dei media timidi e paurosi nel toccare queste corde, con la distanza che di convinca a cedere la mano

  34. Ip Address: 5.169.124.115

    Ragazzi se analizziamo la attuale classifica della serie b con le 4 neo promosse prima il cittadella ,terza il benevento, quarta la spal e undicesimo il Pisa con le retrocesse dalla A che soffrono a parte il Verona che viene portato avanti a forza di rigori a favore (come il Cagliari lo scorso anno) e la lega pro dove parecchie ripescate e le neopromosse stanno comportandosi più che bene, secondo me il problema sono le aspettative . Più sono alte e più si va male. Questo secondo me riguarda anche la malattia del Catania .che ne pensate?

  35. Ip Address: 62.18.143.169

    Ragazzi in prospettiva futura …..
    Berretti Siracusa-Catania 0-4, doppietta Rizzo esordio Manneh

    Di Vincenzo La Corte
    01/10/2016 5:04

    Da Siracusa, i rossazzurri rientrano a Torre del Grifo portando in dote un bottino da tre punti, forti soprattutto di un risultato ampiamente confortante in termini numerici e di qualità. Classifica che sorride dunque per via del punteggio pieno, due partite e due vittorie.

    La partita, di fatto, è stata consolidata già nel primo parziale di gara, visto che poi nella ripresa non si è voluto calcare la mano, pur fioccando le opportunità di incrementare il numero dei gol. Non è cambiato dunque il risultato, inchiodato sullo 0-4, frutto della doppietta di Rizzo (la prima rete su rigore) e i gol di Graziano e Maccioni.

    Diversi comunque gli spunti interessanti, su tutti la prima doppietta personale di Alessio Rizzo, il secondo gol in due partite della punta Giacomo Graziano e gli esordi dal primo minuto di Simone Pantò e Kalifa Manneh, il ragazzo originario del Gambia che si era allenato con la prima squadra durante il ritiro pre-campionato. Altri esordi, subentrando nella ripresa, quelli di Vincenzo Vasca e Salvatore Condorelli.

  36. Ip Address: 79.49.106.204

    Cari amici un saluto a tutti,io sono stato quello che era ottimista di questa squadra dico ero perchè a lungo andare o perso anch’io l’entusiasmo che avevo,è bello leggere tutti i vostri commenti in questo sito che ribadisco è eccezionale con un rispetto per tutti coloro che ne fanno uso senza (maleducazione) come altrove qui siamo tutti tifosi veri che commentiamo tranquillamente i pensieri di tutti,soffriamo insieme gioiamo insieme come il nostri indimenticabile GIORGIO 47 DA NAPOLI che da lassù ci aiuti.concordo con tutti che Lo Monaco non può fare miracoli e se non fosse tornato il calcio a catania forse non esisteva più,concordo sulla inutile permanenza di pulvirenti perchè nella stanza dei bottoni in lega e in tutto il circo del calcio ci identificano con presidente nino pulvirenti,vattene vattene,ho dei dubbi come voi sull’allenatore,ma la situazione economica è disastrosa.Cosa dire di più sempre forza catania 46 sempre ma per adesso sono avvilito e sconfitto.Non ho potuto stare con voi anche se ho letto tutti i commenti arretrati per motivi di salute un abbraccio a tutti i pazzoidi come me del calcio Catania

  37. Ip Address: 151.34.117.41

    Caro avvilito devi essere sempre NON sconfitto ,perché il sito come tutti i tifosi del Catania ha bisogno della tua voce! Vedi , può essere sconfitta solo la Società che guidava Pulvirenti e non la vera Società del Catania,quella della serie A , quella che. In passato,ha effettuato imprese memorabili!Quel signore che persiste a non andarsene non solo ha fatto del male al Catania ,ma ne continua a farne ,perché malgrado il grande impegno meritevole di LoMonaco,il Catania viene tuttora identificato con la sua persona! La vera pulizia ci sarà solo con la sua definitiva uscita di scena! Aspettiamo tutti con grande ansia questo momento! Tanti cari auguri per la tua salute ,avvilito! Siamo tutti lieti che riprendi a scrivere,perché in questo difficile periodo ,noi del sito dobbiamo essere compatti,anche se ognuno di noi ha le sue opinioni! Ma quello che ci lega lo sappiamo tutti,l’ amore per il Catania! Buona notte !

  38. Ip Address: 151.19.98.14

    Continuo a pensare che il vero problema è l’allenatore, a mio giudizio è inadeguato per una piazza importante come la nostra, sarà anche bravo, ma per la nostra squadra abbiamo bisogno di una persona con le spalle più larghe. I calciatori ci sono, sono motivati, alcuni sono di categoria superiore, serve solo la mano di un tecnico meno timido che li faccia girare bene. Riguardo la proprietà, se Lo Monaco è tornato vuol dire che il diavolo non è così brutto come lo si dipinge. Buona domenica.

  39. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:eded:bf6d:69aa:1327

    Sull’allenatore anch’io ho delle perplessità,dopo la promettente vittoria con la juve stabia,c’è stata un’involuzione di gioco,di solito dovrebbe essere il contrario ossia migliorare,invece è accaduto l’esatto contrario,credo che le prossime 3 o 4 partite decideranno il futuro di Rigoli,non credo che Lo Monaco lo faccia restare anche se ha affermato il contrario

  40. Ip Address: 82.57.25.185

    Grazie Armando,condivido ciò che dici e Forza Catania 46 sempre,buona domenica e buon pranzo a tutti

  41. Ip Address: 93.37.182.125

    Buon pomeriggio ai tifosi di questo muro, purtroppo stasera sono fuori e non posso seguire il nostro Catania, ma spero che al rientro a casa possa avere la bella notizia di una nostra vittoria! A dire il vero sono un perplesso sul’ allenatore. Non mi convince lo schieramento in campo e il tipo di gioco che fa fare alla squadra. Non riesce a cambiare a partita in corso. Speriamo di essere smentito. Buona partita a tutti e forza Catania.

  42. Ip Address: 5.86.30.27

    Buona sera a tutti il primo tempo fermo sullo 0/0 partita noiosa

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu