Come una partita a scacchi

 Scritto da il 18 novembre 2016 alle 08:37
Nov 182016
 

mister-rigoli

La partita che il calendario ha riservato agli etnei alla quattordicesima di andata sarà contro la Virtus Francavilla, equipe che lo scorso anno militava in serie D e che, prima che iniziasse il campionato, poteva essere definita una di quelle sfide da vincere facilmente  trattandosi di una formazione che doveva necessariamente ridisegnarsi sotto l’aspetto professionistico inserendo al suo interno giocatori di categoria in aggiunta ad alcuni che il bravo tecnico Calabro, da tre anni in panchina, riteneva idonei per il grande salto.

Così ai vari Turi, Galdean, Pino, Biason, De Toma e Vetrugno sono stati affiancati ottimi giocatori che già militavano in lega pro come l’ala sinistra Alessandro ex Benevento, la punta De Angelis a segno parecchie volte lo scorso anno con i falchetti e il terzino Idda sempre dalla Casertana, il difensore centrale Faisca ex maceratese per non parlare del centrale Pastore ex Trapani e del ventenne franco angolano Nzola che ha già gonfiato la rete in quattro occasioni compresa la prima marcatura siglata lunedì sera a Taranto nella cui azione ha dimostrato la forza muscolare in progressione di cui è dotato unita ad una prestante forza fisica, calciatore questo di cui a mio parere ne sentiremo parlare in un futuro prossimo. Uscito per infortunio muscolare durante il secondo tempo di Taranto, spero che rimanga assente nel prossimo match di domenica; in sua vece potrebbe essere impiegato Abate esperta punta che anche in serie B a Brescia lo scorso campionato ha segnato 3 gol di cui uno pure al sorprendente Crotone.

La classifica sta dando ragione alla efficace campagna acquisti compiuta questa estate che ha non poco rinforzato un team a cui è rimasta l’umiltà di chi si accosta al calcio professionistico, portando in rosa giocatori duttili ben messi in campo da un allenatore che la Società ha mantenuto al timone evitando di farsi attrarre dalle sirene di coach di categoria superiore. Brava la proprietà ad aver agito oculatamente e profumatamente  sul mercato e complimenti all’ambiente che fa da cornice a questa simpatica  formazione che con merito si  trova già in piena corsa per i play off.

Purtroppo arriviamo a questo impegno con evidenti problemi difensivi causa l’immeritata espulsione di Bergamelli colpito dal rosso diretto solo perché si è trovato a transitare davanti al direttore di  gara nel momento sbagliato e senza l’altro difensore centrale Gil, anch’esso uscito anticipatamente dal campo per fallo giudicato da espulsione dal severo arbitro D’Apice di aretini natali. Con la difesa da rivoluzionare anche a seguito della possibile assenza del terzino sinistro di fascia Djordjevic, uno dei migliori in campo domenica scorsa, uscito dal terreno di gioco anzitempo per un guaio muscolare e forse l’unico che aveva la gamba giusta per poter contrastare la corsa di Nzola, il compito di mister Rigoli non sarà facile benché Bastrini sarà sicuramente la pedina idonea per prendere il posto di Bergamelli e il giovane De Santis di cui si dice un gran bene potrebbe sostituire il brasiliano, ripensando anche ai gravi errori difensivi compiuti durante la partita di coppa a Messina dal duo De Rossi e Nava.

La necessità di pensare più alla difesa che all’attacco già collaudato e sicuramente confermato in terra pugliese, in uno con il modulo tattico che mister Calabro applica da tempo, quel 3-5-2 con il quale riesce a fare grande densità a centrocampo avvalendosi di Albertini, Alessandro, Prezioso, Galdean e Pastore e con cui  protegge la difesa impostata su Idda, Fraisca e il trentacinquenne capitano Abruzzese ex Lecce. In porta, dopo aver provato i giovani Costa ed Albertazzi, milita dalla ottava di campionato il ventottenne Casadei svincolatosi dal Lanciano.

Il tecnico etneo presumo che preferirà schierare, a seguito dei problemi difensivi, un modulo più accorto che potrebbe prevedere due mediani davanti alla difesa come Biagianti e Bucolo lasciando l’unica punta Paolucci assistita da Mazzarani , Fornito e Di Grazia o inserendo a sorpresa Barisic sulla fascia a rilevare Fornito. In difesa oltre ai citati Bastrini e De Santis se sarà confermato il forfait di Djordjevic al suo posto sicuramente sarà arruolato Parisi e ritengo sicura a destra la presenza di Di Cecco che bene sinora ha fatto in quella zona. Tale modulo limiterà le volate almeno inizialmente dei biancazzurri e immagino da parte dei due tecnici la volontà di puntare su una partita ordinata e tattica dominata dalla capacità degli avanti di rubare il tempo ai difensori avversari per calciare a rete.

Le poche occasioni che ci saranno dovranno essere sfruttate prontamente dai nostri attaccanti e sarà una partita a scacchi finché non si verificherà il primo gol che imporrà ai due mister di ricorrere necessariamente a cambi di modulo ricorrendo eventualmente alle panchine per dare più peso in attacco o in difesa. Sicuramente per entrambe le formazioni non sarà una partita facile e la prudenza avrà forse il predominio rispetto a scelte più coraggiose.

Entrambe le squadre vengono da un pareggio e da una vittoria, il Catania contro Foggia e Catanzaro mentre il Francavilla con Monopoli e Taranto. La differenza reti arride agli etnei che pur segnando sedici gol ne hanno subiti solo otto mentre il team pugliese pur avendo lo stesso numero di reti all’attivo ne ha subite diciassette.

Sarà una prova impegnativa e tattica, da scacchiera, appunto, ma auguriamoci che alla fine sia il nostro mister a fare scacco matto.

  20 Commenti per “Come una partita a scacchi”

  1. Ip Address: 151.35.105.118

    Esatto quello che ha scritto la Redazione,! Sarà una partita a scacchi ed avrà la meglio chi saprà muovere meglio le proprie pedine! Ho già scritto ,nel mio precedente commento,come ,in questo momento ,contro una delle squadre più in forma , il Francavilla ,noi ,con una difesa malmessa dobbiamo fare molta attenzione ! La squadra pugliese ,inaspettatamente,si trova in piena zona play off e diciamo ,francamente ,con pieno merito,e gioca un calcio veloce ,con spunti efficaci ! Noi ,statisticamente, abbiamo la difesa migliore ,ma l’ attacco ,ancora e quello che è . Quindi concordo con Raggio libero! La partita si gioca nello spogliatoio e sulle panchine ! Un duello tra tecnici e speriamo che il nostro abbia la vista più acuta ed il cervello più rapido!

  2. Ip Address: 82.57.108.200

    Anche il Francavilla, come prima Catanzaro, Foggia, Melfi, Taranto eccetera , considera lo scontro con gli etnei la “partita della vita”. Indetta la giornata biancazzurra dal presidente della cittadina pugliese e contro di noi i tifosi di casa sono stati chiamati tutti allo stadio che non può ospitare più di 2000 spettatori e 500 ospiti con gli spalti a ridosso del campo di gioco sintetico. Tutti contro gi noi vogliono fare le partite della vita . Ma andassero a quel paese !!!!!

  3. Ip Address: 151.18.16.1

    Caro Catanese a Napoli, purtroppo il nostro destino è questo ! Queste squadrette,(. Chiamiamole benevolmente così ) trovano una unica occasione della loro vita,passata,tra campi polverosi. ,sperduti, tra serie C ,D,e categorie minori ,una occasione per incontrare una squadra blasonata (. Tanti anni in A ,vittorie con Iuve,Inter ,Roma ) e quindi ,ecco perché è l’ incontro della vita ! Due considerazioni. : una triste che riguarda la constatazione a come ci siamo ridotti e l’ altra meno triste ,anzi lieta perché battere il Cataniia per queste mezze calzette (. Perdonatemi questa espressione bonaria. ) ,è un motivo di orgoglio ,da ricordarsi negli anni ! Per loro è come battere la Iuve ,il Milan ,squadre di lignaggio superiore per le normali squadre di serie A o B . Perciò coro Catanese non ti avvilire ! Questa frase la sentiremo dire fin troppe volte ! Per noi è un onore!

  4. Ip Address: 151.18.16.1

    Scusatemi per qualche errore di battuta!

  5. Ip Address: 79.46.193.202

    Ciao Armando e buon pomeriggio a tutti

  6. Ip Address: 82.57.108.200

    Si Armando purtroppo e’ così. Ma adda’ passa’ a nuttata, come diceva il buon De Filippo. Dobbiamo tornare in quelle categorie superiori che ci appartengono . Ci vorranno due ,tre, quattro anni ma ci torneremo.

  7. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Magari anche quest’anno

  8. Ip Address: 5.169.230.46

    Speriamo ❤️💙

  9. Ip Address: 178.39.222.16

    Ancora 4 anni in C? Caro Catanese a Napoli. Siamo messi male!

    Ovviamente scherzo. Lo sappiamo da 4 anni che siamo messi male. Dunque ci possiamo solo migliorare. Non ho mai visto giocare il Francavilla. Dunque spero che se la facciano sotto davanti al grande “blasone” del Catania.
    A noi i 3 punti fanno bene. A loro faranno girare la testa! (Troppo in alta quota)

    Saluti a tutti

  10. Ip Address: 62.18.141.220

    Buon sabato a tutti ❤️💙

  11. Ip Address: 151.35.50.141

    Caro Jamajama ,lunedì scorso hanno dato nel canale 57 della Rai la partita Taranto – Francavilla e ti assicuro che sono rimasto molto sorpreso ed ,alla fine ,ero un po’ preoccupato! I pugliesi costituiscono un complesso da temere si sono meritati la vittoria contro un Taranto con il quale noi abbiamo pareggiato! Francamente ,se il Catania gioca come queste ultime giornate può vincere! Però attenzione ,perché mi sono reso conto che non sarà facile venire a capo di una squadra ben messa in campo! Naturalmente ci auguriamo che arrivi la prima vittoria esterna ! Loro ci metteranno tutta la cattiveria possibile ! Saluti a tutti gli amici in particolare modo all’ amico Filippo !

  12. Ip Address: 5.169.47.255

    Giusto come scrive Armando che il Francavilla e una buona squadra, ma non dimentichiamoci che noi siamo il calcio Catania non dobbiamo avere paura di queste squadre se no è veramente finita

  13. Ip Address: 82.57.108.200

    Ragazzi lo so noi siamo il cslciocatania ma in campo ci vanno i giocatori e non il blasone. I giocatori non devono essere solisti ma squadra e per esserlo devono avere voglia e fame ed essere affiatati e senza primedonne nello spogliatoio. Bello l’esempio di capitan Biagianti più vecchio, più esperto, l’ultimo a mollare e primo a mettere le gambe sui contrasti. Però non dimentichiamo come scritto nell’articolo che gli uomini del Francavilla sono esperti e ben messi in campo. Il loro allenatore si augura che saremo noi a fare la partita per colpirci in ripartenza . Spero che non cadiamo nella trappola. Io gli farei fare la partita a loro per poi essere noi a partire veloci. Vedremo domani ragazzi ma sono sicuro che non sarà una partita facile sia perché si gioca su un campo più stretto e piccolo che sul sintetico ed inoltre in difesa non potremo contare sui due squalificati e forse su djordjevic

  14. Ip Address: 62.18.104.56

    Buona domenica a tutti ❤️💙

  15. Ip Address: 82.55.202.222

    Delusione e rabbia……….

  16. Ip Address: 151.34.92.232

    Una vergogna ! Non ci sono altre parole !

  17. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:5d90:2a13:a253:26d5

    Via Rigoli ennesimo allenatore che trasmette paura,spero che ciò avvenga già da ora in caso contrario ho esaurito la mia pazienza,perdere contro il francavilla in superiorità numerica e senza mai tirare in porta?Che cosa si può aggiungere?Se non cambiano il tecnico non seguirò più il Catania,è vero che il tifoso deve sempre e in ogni caso sostenere i propri colori,ma a tutto c’è un limite è una vera vergogna

  18. Ip Address: 62.18.104.56

    Vergogna e dir poco……

  19. Ip Address: 62.18.104.56

    Non so più cosa dire e fare………mhaaaaaaa

  20. Ip Address: 62.18.104.56

    Veniamo umiliati anche dalle squadrette da oratorio………….. solo vergogna

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu