Contrada Liotro

 Scritto da il 5 giugno 2018 alle 16:44
Giu 052018
 

Mercoledì ci sarà il nostro liotro vestito di rosso e azzurro a contendere alle diciassette contrade senesi il posto per la finale di Pescara. Solo lui, senza i suoi sostenitori siciliani appiedati e assenti, a causa delle cervellotiche e discutibili decisioni dell’Autorita’ di vigilanza, Organo sotto il quale operano e decidono persone fisiche e cervelli che trovano più comodo vietare ai siciliani la gioia di assistere alla partita della loro squadra del cuore che assicurare un servizio d’ordine, lo stesso che preparano per tante partite dove accadono identici episodi delinquenziali compiuti da alcuni soggetti  violenti, emarginati dalla stragrande maggioranza dei tifosi.

Due pesi e due misure. Nessun divieto a carico dei tifosi senesi dopo i noti fatti dell’ultima trasferta, come nessun divieto a carico dei tifosi del Cosenza dopo l’atto vandalico perpetrato al pullman della Sambenedettese, per non parlare del silenzio della stessa Autorità sugli atti intimidatori compiuti dai tifosi del Foggia contro i giocatori colpevoli di non aver vinto una partita, quando la squadra militava in serie C per poi continuare a ricordare le azioni di altre tifoserie, anche di cadetteria e di serie A. Niente, qualche multa, un rimprovero, una tiratina di orecchie ma tutti presenti alla prossima trasferta. È il Catania a pagare, sempre, dovunque e comunque, a pagare per tutti.

Quando andavo a scuola si diceva: “ fai bene le prime interrogazioni e andrai sempre bene, vai male in quelle e ti viene consegnato il cappello d’asino a vita”.

Così la voce si sparge e se un responsabile ha ritenuto a rischio un evento, perché un’altro soggetto di un’altra realtà geografica dovrebbe cambiare idea solo dopo quindici giorni? E perché quell’altro e l’altro ancora? E così la voce si sparge, il tam tam mediatico diventa più pressante e l’eco della grancassa raggiunge anche le Alpi lombarde, località che la squadra rossazzurra non aveva mai frequentato, per ritenere a rischio anche tra quelle valli, in riva al tranquillo lago di Garda, un evento che comunque ha certificato l’abbraccio tra due tifoserie, smentendo di fatto le paure e le perplessità della vigilia. Anche i cinque coraggiosi tifosi avvolti nei loro colori verdeblu’ sono usciti indenni dall’arena rossazzurra ma si sa che il Catania deve pagare gli incidenti occorsi allo stadio di Reggio Emilia e quindi per punire i tifosi senesi,  i supporter catanesi non saranno ammessi al Franchi.

Bella giustizia , due pesi e due misure .

Due pesi e due misure vale anche per le decisioni arbitrali apparse, se non in mala fede, almeno discutibili. Rigori inesistenti, interpretazioni assurde e fantasiose che allontanano gli amanti del calcio da questo sport.

Occorre fermare e bloccare gli arbitri non all’altezza che spesso, con le loro decisioni, infiammano le platee ed esasperano gli animi già tesi per l’importanza dell’evento che vale una stagione e determina il ritorno all’inferno o fa vedere la luce del sole alla propria squadra.

Grazie al generoso rigore concesso al minuto 98 , è proprio il Siena di mister  Mignani ad andare avanti, mentre la generosa Reggiana dovrà riprovarci il prossimo anno.

Il Siena troverà sulla sua strada il Catania, per la sfida di 180 minuti più eventuali supplementari e rigori che vale la finale di Pescara.

Il Robur Siena e’ arrivato secondo nel suo girone, dietro il Livorno con cui ha lottato per il primo posto e, come il Catania, ha perso occasioni per superarlo quando era in difficoltà, perdendo rovinosamente gli ultimi incontri e lasciando la strada ai granata toscani per la promozione in serie B.

Ostico collettivo che dispone di una rosa di 4,58 milioni di euro inferiore a quella rossazzurra che bada più a non prenderle che ad attaccare, pratica un 4/3/1/2 che ha permesso di realizzare 41 gol e di subirne 30. Capocannoniere della squadra la prima punta  Marotta con 11 segnature, al secondo posto Guberti con appena 5, poi Santini e Vassallo a quota 4.

I numeri sanciscono la poca pericolosità dell’attacco bianconero ma ciò non toglie che ogni partita è storia a se, come ogni arbitro e le sue convinzioni e limiti, l’ambiente, la fortuna, la pressione, il clima, e tutte le altre variabili che nei 90 minuti condizionano un incontro di calcio. Possiamo abbozzare la formazione casalinga che potrebbe schierarsi con Pane tra i pali, i terzini a destra Rondanini (pericoloso sottoporta) e a sinistra Iachipino, difensori centrali Panariello o  Sbraga e D’Ambrosio , a centrocampo Cristiano, Gerli e Vassallo, Guberti trequartista e gli avanti Santini e Marotta.

Auguriamoci un arbitro lucido, preciso, puntuale ed equilibrato che conduca con polso rigido ma senza protagonismo la partita e che possiamo poi applaudirlo al termine della stessa. Sarà una battaglia anche di nervi che si concluderà domenica prossima a Catania con la speranza che nello stadio di casa i tifosi rossazzurri siano ammessi e, a questo punto, non dovrebbe essere concesso l’accesso a quelli toscani, a meno che non si voglia tornare a quella giustizia del due pesi e due misure che fa pendere il piatto della bilancia solo da una parte. Questa eventualità mi fa paura più dello stesso Siena.

 

  17 Commenti per “Contrada Liotro”

  1. Ip Address: 151.47.90.15

    Lucidissima come al solito la disamina della Redazione ! I due pesi e due misure sono evidenziate molto bene ! Mi chiedo fino a quando dovremo pagare queste penalità che avrebbero annientato un elefante , appunto il nostro liotru ! Non riusciranno nel loro intento ! I tifosi etnei saranno granitici come sempre ! La storia lo ha dimostrato tante volte . Ci vogliono intimidire ? Io penso di no ,perché l’ esperienza e la storia della nostra società dimostra che le continue ingiustizie rafforzano i legami con la nostra amata squadra ! Più nemici ? Sarà più gloria ! Al di là di ogni retorica diciamo che sia mo VACCINATI !

  2. Ip Address: 176.200.67.24

    Domani sera sarò al franchi di Siena ci vediamo con forza Catania……… ❤️💙❤️💙❤️💙❤️💙❤️💙❤️💙

  3. Ip Address: 87.17.12.204

    Il solito grande ed immenso Mexxican che dopo la trasferta di Salo’ si catapulta anche per quella di Siena. Complimenti a te e a tutti coloro che andranno a sostenere domani il nostro liotro.

  4. Ip Address: 87.17.47.124

    Bene complimenti raggio libero come sempre lucida la disamina onore ai tifosi che vanno al franchi

  5. Ip Address: 93.48.247.89

    articolo impeccabile ma io mi chiedo una cosa, possibile che dobbiamo subire queste ingiustizie in modo passivo?
    possibile che nessuno tra le istituzioni a Catania, società compresa, è in grado di alzare la voce per far prevalere un’equità di trattamento?

  6. Ip Address: 176.200.67.24

    Ahhh dimenticavo i complimenti a raggio libero per l’articolo come sempre preciso . E si catanese a Napoli Non potevo stare a casa 😁dalla serie al cuor non si comanda , tranquillo Angelo da Modena se tutto va bene ci rivedremo a Pescara ❤️💙❤️💙❤️💙

  7. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:84f9:9e46:fa26:d651

    Bella giustizia !!! Buona nottata a tutti e sempre Fozza Catania……..

  8. Ip Address: 94.37.12.23

    La Redazione ha perfettamente inquadrato il problema dei divieti verso la tifoseria catanese. Chi decide i divieti non ha nulla a che vedere con lo sport perchè sono personaggi preposti all’ordine pubblico e come tutti i comuni mortali badano più alle proprie carriere e non commettere eventuali errori piuttosto di prendere iniziative per modificare la tendenza ricevuta in eredità dal suo predecessore. A mio avviso è inutile fare dimostrazioni di piazza davanti alla lega poichè nessuno mai potrà fare cambiare idea ai funzionari. Il problema potrebbe essere risolto solo a livello politico, cioè da personaggi molto influenti della politica per sensibilizzare il Ministero degli interni di usare lo stesso metro di giudizio verso tutte le tifoserie e non solo per quella catanese.

  9. Ip Address: 176.200.66.14

    Buongiorno a tutti ❤️💙tra un po’ finisco di lavorare e poi si parte per Siena

  10. Ip Address: 94.37.12.23

    Mexxican con il cuore rosso azzurro siamo tutti con te, sono certo che anche questa volta ci saranno tanti altri tifosi che ti faranno compagnia.

  11. Ip Address: 88.75.191.230

    Mexxican ti auguro di tornare a casa felice stasera, 😉 te lo meriti dopo tutti questi sacrifici.

  12. Ip Address: 78.12.90.185

    Un augurio al concittadino Cristiano Lucarelli,dopo la nostra promozione e quella del fratello spero nel tris del Vs allenatore.
    Spero che passiate il turno per gli arroganti e ladri (mps docet) senesi,anche se la sconfitta dei formaggiai,rende giustizia alla ns eliminazione dello scorso campionato.
    Per una volta FORZA CATANIA per sempre FORZA LIVORNO ed ovviamente PISA MERDA :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  13. Ip Address: 151.43.2.20

    Ringrazio per gli auguri 1921 ! Essendo stato a Livorno per circa dieci anni conosco bene gli amici labronici ! Sono contento per la promozione della loro squadra ,e conosco bene la rivalità storica con il Pisa ! La partita di questa sera è molto difficile ,ma speriamo che oltre alla presenza dell’ encomiabile Mexxicane degli altri catanesi esterni presenti ,diano esito positivo ,aderente all’ aspettativadel commentatore amaranto !

  14. Ip Address: 79.24.63.248

    Quattro occasioni buttate, 1/2 occasione del Siena a segno. Ma…. 😥

  15. Ip Address: 78.12.90.185

    Grazie ARMANDO,anche stasera rigore nettissimo non dato,i panfortai hanno santi in paradiso,cmq penso che con il vostro caloroso tifo e la rabbia degli 11 in campo la finale può essere raggiunta.
    Spero di trovarvi in B,ho girato la bella Sicilia anni fà,ma Catania l’ho vista solo di passaggio.
    Il nostro odio verso pisa è solo sportivo,po,invece, siamo due realtà molto vicine,con amici,mogli e fidanzate che si intrecciano nelle nostre vite.
    Ti SALUTO CORDIALMENTE PER IL BEL RICORDO CHE HAI DI NOI,UN ABBRACCIO ED UN AUGURIO SPORTIVO E PERSONALE PER TUTTE LE ALTRE COSE..mi scuso e ringrazio per l’ospitalità
    F O R Z A C A T A N I A e forza livorno e poi, ma si vai, pisa e palermo me..a 😀 😀 😀

  16. Ip Address: 94.37.12.23

    Perdere così lascia l’amaro in bocca, cmq ancora siamo in corsa ed anche se la partita fosse finita 0 a 0 il Catania per passare il turno domenica avrebbe dovuto vincere lo stesso, quindi il danno è rimediabile perchè non avrebbe cambiato la necessità di vincere lo stesso al Massimino. A questo punto l’unica differenza consiste che abbiamo l’obbligo vincere con due gol di scarto per non arrivare ai rigori. Il Siena non è una squadra ostica come il Salò quindi ancora nonostante tutto ci credo di superare il turno a condizione che domenica Lucarelli si dimentica il 3 5 2.
    .

  17. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:61ba:dfd2:c66b:f00c

    Temevo molto questa partita, la situazione comunque è ampiamente rimediabile a condizione che non si continui a sprecare le tante occasioni create. Buona nottata a tutti

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu