Coppa amara

 Scritto da il 23 novembre 2017 alle 10:34  Aggiungi commenti
Nov 232017
 

Ci risiamo. Continua la tradizione amara di coppa. Salvo quel 2008 che ci vide in semifinale, prima volta nella storia, contro la Roma, al nostro Catania le partite di coppa risultano acide ed amare.

Anche in questa stagione siamo riusciti a rispettare la tradizione, uscendo dal Massimino battuti dal Cosenza per due reti ad una. Partita saporifera assolutamente da giocare in orari pomeridiani anziché scegliere le ore da destinare al divano e poltrona. Infatti, non lo nascondo, che in taluni momenti, specialmente della prima frazione di gioco, le palpebre cercavano di avere il sopravvento sulla adrenalina che con l’andar del tempo, scemava inesorabilmente.

La formazione rossazzurra, rivoluzionata in tutti gli effettivi delle ultime uscite, con il solo Ripa tra i titolari gettato nella mischia da Lucarelli allo scopo di verificare se, almeno in coppa, sarebbe riuscito nuovamente a riprendere confidenza col gol che manca da Pagani, unico gol in quattordici partite, sebbene sia partito solo quattro volte tra i titolari, regolarmente sostituito in tutte le partite e subentrato dalla panchina otto volte. Si sa che capita spesso ai centravanti di litigare con la porta per lunghi tratti per poi risvegliarsi magicamente con una tripletta e da quel momento diventare implacabili e devastanti sottorete. Si sa, e noi continuiamo e continueremo ad aspettare, ma può il Catania permettersi questo lusso? Siamo ancora a cinque punti dal Lecce che, con il Trapani, ha attaccanti che non perdonano e la prova sono i 27 gol siglati per entrambe le formazioni, contro le 24 reti etnee siglate tuttavia da dodici giocatori complessivamente, con Curiale e Lodi appaiati a quota quattro, che prime punte non sono.

Non è giusto gettare la croce su di un singolo giocatore perché, ad onor del vero, non e’ che arrivino tanti palloni sottorete, ma quei pochi che riescono a bucare le maglie difensive devono essere calciati dentro la rete anziché perdersi sul lungolinea, arrivare incolumi nelle mani dei portieri o, peggio ancora, infrangersi sui legni. Per la promozione servono i gol degli attaccanti e, se questi non segnano, se ne deve trovare il motivo oppure ricorrere, a gennaio, al mercato di riparazione, sperando di cogliere l’uomo giusto, quello che non riusciamo a trovare da tre stagioni di fila.

Anche ieri Ripa e’ sembrato assente, lento ed impacciato, come del resto i suoi compagni di maglia, tanti di loro relegati oramai a riserve e dai quali ci aspettavamo più mordente e voglia di lottare, nel loro stadio, per dimostrare agli addetti ai lavori e al pubblico sugli spalti, che c’erano anche loro. Purtroppo Mazzarani, Tedeschi e Djordjevic, i più esperti tra quelli scesi in campo, non sono  riusciti a reggere di fronte ai Cosentini, sebbene ritengo che Lovric, malgrado la giovane età abbia già dei numeri sui quali scommettere per il tratto a venire. Ci si aspettava di più anche da Correia e Rossetti, come da Fornito e Bucolo ma anche da Manneh subentrato al sessantacinquesimo, ed anche lui perso nel buio generale che il solo Russotto ha provato ad illuminare, portando qualche cerino all’interno dell’area avversaria e riuscendo ad accendere la partita negli ultimi minuti dopo il suo fortunoso gol che ha avuto il merito di lanciare l’inutile assalto finale.

Usciamo così meritatamente dalla coppa Italia di lega pro ma non facciamone un dramma: a parte la soddisfazione di vincere un trofeo che non illumina la bacheca di una società, anzi le ricorda i bassifondi di categoria nei quali ha militato, non serve a garantire un efficace piazzamento per la promozione ai play off,  atteso che la vincitrice di questo torneo, con le regole attuali, si vedrà proiettata alla terza fase, la prima nazionale, quale testa di serie di quel girone, unitamente alle terze classificate stagionali e della migliore classificata del turno precedente, a contendersi il passaggio alla fase successiva, con le cinque vincenti di quel turno .

Le cinque vincenti di questa prima fase nazionale, saranno ammesse al passo successivo, dove troveranno le seconde tre classificate stagionali.

Ecco perché diventa più determinante un secondo posto al termine della stagione, che la stessa vittoria del trofeo di coppa. Sicuramente questo avrà pensato la società mentre, di contro, una vittoria in questo torneo, potrebbe essere ambita da una squadra che ritiene di non disporre delle armi necessarie per guadagnare il podio nel suo girone di pertinenza e potrebbe affidare le sue chance, alla vittoria finale della coppa.

Chiuso con questo trofeo, dedichiamoci al campionato e alla prossima sfida che ci vedrà impegnati in casa contro l’Akragas. Una partita facile? Forse solo sulla carta. Il campo è il giudice ed in quello il Catania deve dimostrare la sua forza e voglia di vincere. I novanta minuti disputati da Ripa in coppa, potrebbero presagire un impiego di Curiale dal primo minuto ed insieme a lui speriamo di ritrovare gli uomini di Stabia, con la speranza che il mordente sia superiore a quello mostrato nel primo tempo di sabato scorso. Una partita da vincere assolutamente per sperare in un passo falso di Lecce e Trapani, aspettando la prossima sfida in casa del Trapani, con il Lecce costretto al riposo forzato.

L’Akragas del tecnico Di Napoli, subentrato a Criaco alla quarta di campionato, si affida al 3/5/2, con l’ottimo portiere Vono tra i pali, Mileto ,Pisani e Danese in difesa, Saitta e Sepe esterni a destra e sinistra e al centrocampo Carrozza, Vicente e Longo. In avanti la temibile punta Salvemini autore già di tre dei 10 gol sinora realizzati dalla squadra e con Parigi o Moreo al suo fianco, mentre i gol subiti sono stati 26 che hanno causato alla società l’ultimo posto in classifica con nove punti, dovuti alle vittorie con Casertana e Paganese ed ai pareggi con Bisceglie, Monopoli e Lecce, quest’ultimo ottenuto proprio in casa dei giallorossi.

Ecco perché questo incontro non dovrà assolutamente essere sottovalutato in casa etnea e mi aspetto che a cominciare da Lucarelli sia data la giusta carica ai giocatori. Questa vittoria ci proietterebbe con le giuste motivazioni allo scontro diretto con il Trapani, mentre un passo falso ……. non ci voglio pensare! Ne va della stagione. Forza liotro, cancelliamo la delusione di coppa e lanciamoci nuovamente nel clima campionato senza tentennamenti.

  19 Commenti per “Coppa amara”

  1. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:311c:5e74:c282:3575

    ……..cancelliamo la delusione di coppa…… Tanto ormai siamo abituati La partita di ieri doveva servire a dimostrarci il reale valore di chi ha avuto meno spazio in campionato per guardare con più fiducia il prossimo futuro. Ieri sera è stata messa in campo una squadra (?!?!) che alla fine ci ha penalizzato giustamente nel risultato danneggiando di riflesso anche quei giovani, che se fossero stati inseriti in modo più razionale, avrebbero fatto,verosimilmete, un’altra figura.
    ..

  2. Ip Address: 151.82.27.82

    Buonpomeriggio a tutti ❤️💙, ieri il Catania ha dimostrato che della coppa non gliene frega nulla è nemmeno hai tifosi veramente in pochi iieri sera al Massimino, basti capire anche l’atteggiamento dei nostri giocatori, comunque come vuole la tradizione archiviamo la coppetta e concentriamoci sul campionato la dov’è siamo in piena corsa è la dove i nostri attaccanti segnano poco dato dolente per una squadra che mira a vincere il campionato

  3. Ip Address: 151.35.97.117

    Sono più che convinto ,che malgrado le poche risorse finanziarie,nel mercato di gennaio ,si debba trovare un attaccante un po’ più che efficiente di questi nostri attuali ! Non si può tentare di competere con l vari Lecce e Trapani con le punte rossoazzurre che vedono la rete con il binocolo ! Abbiamo un Ripa che sembra il fantasma di quello della Iuve Stabia ,un Curiale discontinuo,ed un Di Grazia che va a corrente alternata ! Solo Rissoto non basta ! E poi ,rendiamoci conto ( la partita di ieri l’ ha ,purtroppo rilevato ) che quelle riserve che ,credevamo abbastanza buone, non ci danno molta fiducia ! Ed allora ,se non ci sono quattrini si può tentare qualche cambio ! Però con le scarse prove date che valore hanno Ripa Cutiale e compagni ! Siamo in un ginepraio ! Non sono pessimista ma realista e la realtà è questa !

  4. Ip Address: 151.36.147.249

    Ciao Armando concordo pienamente quello che hai scritto, .purtroppo dobbiamo fare il pane con la farina che abbiamo a disposizione ……….. in poche parole dobbiamo sperare che si sblocchino sia curiale che lo stesso ripa

  5. Ip Address: 178.39.222.16

    Ciao Mexxican
    Senza gioco per un attacante é difficile segnare. Ripa é un legno messo la. Non detta mai un passagio e sta sempre fermo. Ze Turbo? Adesso ho capito perché il campo non lo vede mai!
    Una grande squadra vuole vincere tutte le partite…….. UNA GRANDE SQUADRA!
    Io una coppa anche se é di serie C in bacheca la vorrei…….!
    Saluti a tutti

  6. Ip Address: 62.10.114.140

    Riguardo ai ragazzi che sono scesi ieri in campo concordo con Filippo46, a mio avviso loro potrebbero dare un valido contributo se inseriti con misura in una squadra dove già esiste una ossatura di gente con più esperienza, buttati tutti insieme in campo difficilmente avrebbero potuto fare meglio. Se ricordate la partita giocata in coppa con l’Akragas vinta con un risultato tennistico in campo c’erano Biagianti, Marchese prima partita da esterno ed in difesa per la prima volta venne schierato centrale Bogdan insieme per lunghi tratti con gli altri centrali diciamo titolari, in attacco si sono alternati Curiale e Ripa e nella zona del centrocampo si sono alternati Caccetta e Mazzarani quindi avevamo in campo 7 decimi dell’attuale formazione diciamo titolare.
    La dichiarazione rilasciata da Lucarelli dopo la sconfitta di ieri sera non merita commento perchè si incastra da solo, i tifosi sicuramente avrebbero apprezzato e condiviso se avesse detto che gli sforzi della squadra sono mirati al campionato.

  7. Ip Address: 62.10.114.140

    Spesso il pensiero di Lo Monaco coincide con il mio però il fatto che anche lui usa la sconfitta subita in casa con il Melfi come esempio in negativo dell’atteggiamento di una squadra non mi trova d’accordo, stesso discorso fatto anche Lucarelli dopo la sconfitta subita con la Leonzio, paragonandola con quella con il Melfi l’anno prima.
    Ricordo ad entrambi che quando abbiamo perso con il Melfi avevamo una squadra allo sbando sotto il profilo del gioco e dei risultati, avevamo mezza squadra in infermeria e due squalificati facendo enorme fatica riuscire a schierare in campo 11 giocatori, mentre la sconfitta subita con la Leonzio è arrivata dopo 5 vittorie consecutive e 24 giocatori tutti disponibili. Quindi caro Lo Monaco e Lucarelli è giusto ricordare che le partite sono tutte difficili ma dimenticate la partita con il Melfi perchè le condizioni sono completamente diverse e le sconfitte di quest’anno sono mille volte più gravi e senza attenuanti.

    .

  8. Ip Address: 94.162.57.51

    Ciao jamajama, purtroppo noi siamo usciti perché la coppetta l’abbiamo snobbata …….. non capisco come mai non la snobbano sia il Lecce che lo stesso Trapani che sono le nostre accreditate concorrenti per la promozione in serie B. Comunque la tradizione della coppa continua

  9. Ip Address: 82.59.102.168

    Anche il Lecce e’ “riuscito” a pareggiare con l’akragas Quindi massima concentrazione. Pensiamo oramai al campionato ragazzi, in attesa della partita che dirà chi tra Trapani e Catania e’ la vera spina al fianco del Lecce che viaggia in testa alla classifica. Per noi il punto dolente e’ l’attacco ma anche i pochi tiri da fuori. Tutti che crossano dalle fasce ma con questi centravanti che latitano non si riesce a segnare. Speriamo che si sblocchino o a gennaio si dovrebbe cercare di cambiarli ma con chi? E come fare se questi non trovano mercato? Impossibile lasciarli in tribuna e quindi dobbiamo tenerceli e sperare in uno sblocco .

  10. Ip Address: 195.31.204.114

    Buongiorno a tutti ❤️💙

  11. Ip Address: 93.46.56.84

    Una squadra che si chiama Catania che gioca in lega pro può anche permettersi di snobbare le partite?

  12. Ip Address: 62.10.114.140

    Ricordate cosa disse Lucarelli ai giocatori dopo la vittoria per 6 a 0 con l’Akragas ? disse che avevano giocato troppo bene e se qualcuno si era montato la testa non lo faceva partire per Caserta, li portò tutti ma non ha utilizzato nessuno e tra questi c’erano anche Biagianti e Marchese mettendo in campo Fornito per 90 minuti arrivato tre giorni prima e poi mai più utilizzato, salvo a volte qualche minuto a fine partita.
    Lo Monaco e Lucarelli gli slogan tipo maglia inzuppata di sudore, giocare con il sangue negli occhi, occasione sprecata dai ragazzi che potevano mettersi in mostra o che ci tenevate alla coppa per fare ruotare la rosa, sono solo frasi di facciata che solo pochi ormai credono perchè i fatti dicono che le tre sconfitte subite sono arrivate proprio per non aver fatto giare la rosa e che tantissime vittorie sono arrivate per averla fatta girare. Dico ad entrambi che un poco di serietà non guasterebbe e che il fondo il Catania l’ha toccato con la Leonzio e non con il Melfi.

  13. Ip Address: 95.121.227.190

    Giustadisamina mi chiedo come si fa ancora a sperare che ripa si sblocchi o peggio una punta a gennaio mi spiace ma la squadra temo rimanga questo x cui a lucarelli consiglio di far giocare turbo anche se plm è chiaro non è daccordo …..carusi la strada è lunga e dura diamoci una svegliata. 🌃 fozza cstamia

  14. Ip Address: 151.38.119.213

    Buon sabato a tutti ❤️💙stasera il nostro Catania deve assolutamente vincere per tenere testa al Lecce e trapani

  15. Ip Address: 151.38.119.213

    Tifosi Catania a Trapani

    Venerdì prossimo il Catania renderà visita al Trapani. Allo stadio “Provinciale” andrà in scena il match clou della 17/a giornata del girone C di Serie C. Per l’occasione, secondo informazioni raccolte in queste ore, dovrebbe essere consentita la trasferta ai tifosi del Catania residenti nella provincia etnea e regolarmente in possesso di Tessera del Tifoso

  16. Ip Address: 79.12.22.109

    il lecce ha pareggiato,e questa è una buona notizia, vinciamo stasera e ci mettiamo a 34 punti a solo tre lunghezze dal lecce , il trapani insegue noi e noi inseguiamo il lecce ma tutto cio non ci deve interessare troppo noi dobbiamo solo vincere quanto più possiamo ,altrimenti non ce la faremo,sono speranzoso che se arrivano più palloni a ripa lui segna avete notato che appena tocca palla ne ha tre addosso? vi saluto ciao a tutti forza catania .ragazzi ma che napoli forza napoli forza catania e forza il sud .

  17. Ip Address: 151.18.90.73

    Buona partita a tutti ❤️💙

  18. Ip Address: 151.18.90.73

    Evvaiiiii ❤️💙❤️💙❤️💙

  19. Ip Address: 151.18.90.73

    E ora tutti a trapani ❤️💙

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu