Damato per Catania – Palermo

 Scritto da il 15 dicembre 2011 alle 16:03
Dic 152011
 

Sarà il signor Antonio Damato, della sezione A.I.A. di Barletta, l’arbitro della gara Catania-Palermo, valida per la sedicesima giornata del Campionato Serie A Tim 2011/2012, in programma domenica 18 dicembre allle 15,00 allo stadio “Angelo Massimino”. Con lui gli assistenti Luca Maggiani (La Spezia) e Giorgio Niccolai (Livorno). Quarto ufficiale il signor Paolo Valeri, della sezione di Roma 2.

  37 Commenti per “Damato per Catania – Palermo”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    E’ viva il DERBY DELLA SICILA Vincere sempre contro i MEUSA :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    ———————————-FORZACATANIA——————————————-

  2. Ip Address: 87.13.247.35

    Buonasera raga’!!!
    Ciao joe!!! 😉 😉 😉
    La musica ti da gioia nei momenti tristi!!!

    CATANIA NEWS
    CATANIA, ritiro natalizio a Malta dal 29 dicembre al 5 gennaio
    15.12.2011 14:39 di Andrea Carlino

    Durante la cena di Natale con la stampa, l’ad del Catania, Pietro Lo Monaco ha dichiarato che la squadra rossazzurra si recherà dal 29 dicembre al 5 gennaio a Malta per svolgere la preprazione per preparare al meglio il proseguimento della stagione. I rossazzurri saranno impegnati anche in un quadrangolare con Torino e due squadre maltesi.

  3. Ip Address: 79.53.101.105

    Buonasera a tutti i tifosi del Catania. Damato mi sembra un arbitro tutto sommato affidabile, niente a che vedere con Giannoccaro o Rocchi. Tifa (lo ha dichiarato) per l’Inter ed è un estimatore di Cassano. Domenica, però, le maglie degli avversari saranno rosanero e alla fine speriamo di farli più neri che rosa.

  4. Ip Address: 79.53.101.105

    Dopo 14 gare l’Inter ci ha scavalcati in classifica, era anche logico, adesso occorre mettere la freccia e scavalcare il Palermo. Un pronostico per domenica? Azzardo e dico Catania 3 Palermo 1.

  5. Ip Address: 85.41.235.41

    Speriamo bene Professore 😉 😉 😉
    sarà una bella domenica……

  6. Ip Address: 95.235.45.154

    buonasera amici rossazzuri deve essere una bella domenica ma per noi forza catania sempre 😈

  7. Ip Address: 188.11.55.92

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri,permettemi di fare un saluto particolare a Giorgione 😉 e Angelo 😉

    Solo perchè mi è “doveroso”dare una risposta a Chiarezza,riprendo parzialmente un discorso dalla pagina precedente.
    Per chi non lo sapesse,hanno inventato i dvd :mrgreen: .
    Poi sono d’accordo che per comprendere certe cose bisogna aver “frequentato” qualche spogliatoio,però può servire,aver frequentato qualche “corso allenatori”,così,si ha la facolta di comprendere lo spogliatoio da due vedute differenti,per chi ha giocato anche a calcio.
    Comunque,una considerazione di Chiarezza (per i giocatori, MI NI FUTTU E PENSO SOLO A ME STESSO), UDITE,UDITE, :mrgreen: mi trova concorde.

    Bando alle ciance,passiamo al futuro,cioè al derby siciliano.Professore,spero che le tue previsioni siano propozie 😉 .
    Che l’Inter abbia raggiunto una posizione di classifica che gli è più confacente,era nelle previsioni,ma non è detto che questa strada non possa riservare qualche sorpresa negativa ai nerazzurri,non credo che faranno un grande campionato,almeno con la rosa attuale,comunque,siccome a me interessa solo il Catania,’pozza ‘cà ‘sinnaffunnunu!!! :mrgreen: :mrgreen:

    Per quanto riguarda le notizie di mercato,in questo momento e come se ci trovassimo alla fiera,ognuno cerca di vendere la propria merce,perciò,anche un paio di jeans fatti dai cinesi,te li propongono come se fossero di marca. :mrgreen:

  8. Ip Address: 188.11.55.92

    “PASTORE: Ho una speranza e ve la dico: sogno un 3-1 per il Palermo”.

    Peppe58: ho due speranze,che si ripeta il 4-0 dello scorso anno e che Pastore assieme al PSG retroceda e vada a giocare nella serie “B” francese. 😆 😆

  9. Ip Address: 188.11.55.92

    CATANIA, ritiro natalizio a Malta dal 29 dicembre al 5 gennaio
    15.12.2011 14:39 di Andrea Carlino ItaSportPress
    Durante la cena di Natale con la stampa, l’ad del Catania, Pietro Lo Monaco ha dichiarato che la squadra rossazzurra si recherà dal 29 dicembre al 5 gennaio a Malta per svolgere la preprazione per preparare al meglio il proseguimento della stagione. I rossazzurri saranno impegnati anche in un quadrangolare con Torino e due squadre maltesi.

  10. Ip Address: 188.11.55.92

    “ULTIMISSIMA NOTIZIA”: Joe mette in palio un premio,un gadget del Catania,a chi indovina la formazione dei rossazzurri dal primo minuto…..
    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: 😯 😯 😉 😉

    Questa è la mia:

    ANDUJAR

    POTENZA – LEGROTTAGLIE – BELLUSCI

    IZCO -DELVECCHIO – LODI – ALMIRON – MARCHESE

    MAXI LOPEZ – BARRIENTOS

  11. Ip Address: 79.36.152.34

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao peppe58!!!
    Chi ne mastica di calcio sa certe cose all’interno, mentre io ai margini non so cosa scrivere.

    Vero anche peppe58 che dobbiamo pensare solo alla Nostra squadra e delle altre me ne fotto anch’io!!! Si intende che quando giochiamo male bisogna riconoscere di aver perso anche si ci fa stare male.

    Domenica contro il Palermo dobbiamo giocare con intelligenza, cuore, grinta ed umilta’!!!
    Buona giornata a tutti e forza Catania!!!

  12. Ip Address: 80.117.62.142

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro grande peppe58 resta sempre come sei forza catania sempre 😈 😈

  13. Ip Address: 92.139.75.107

    Buongiorno a tutti pari!! :mrgreen: :mrgreen:

    Concordo con Beppe che la formazione di Montella è quella che ha scritto lui e la ricopio 😐 😐 😐 😐 forse che al posto di Barrientos giochi Gomez, anche un allenatore che frequenta i corsi lo capirebbe :mrgreen: che Gomez specialmente in casa non puo’ stare in panchina,
    ANDUJAR
    POTENZA – LEGROTTAGLIE – BELLUSCI
    IZCO -DELVECCHIO – LODI – ALMIRON – MARCHESE
    MAXI LOPEZ – BARRIENTOS

    Ma io senza corso di allenatore farei questa!!

    ——Andujar
    Alvarez–Legrottaglie–Bellusci–Marchese

    —Ledesma-(Izco)–Almiron(Lodi)
    — Gomez–Barrientos(Ricchiuti)—Bergessio
    ———–Lopez
    Quelli senza parentesi sono per sostituire in caso di contratto Ledesma 😐 😐
    Mentre tra Ricchiuti e Barrientos un tempo ciascuno fino allo sfinimento!!Ma un allenatore che ha fatto il corso 😐 😐 😐 , non mi puo’ tenere per più partite fuori, quel piccolo grande uomo di Ricchiuti!!

    Poi riguardo i corsi di Coverciano dico che gli allenatori che hanno vinto più di tutti salvo qualche rara eccezione, sono tutti ex calciatori,ne cito alcuni , Capello, Ancellotti, Mancini, Trapattoni, Johan Cruijff, Frank Rijkaard, per finire a Guardiola, ma la lista è più lunga!! Mentre i teorici di Coverciano sono per citarne dei più apprezzati, Atzori e Giampaolo ancora oggi osannati o quasi dalla stampa
    dei giornalai italiani!!

  14. Ip Address: 85.41.235.41

    DA TIFOSO DEL PALERMO SPERO CHE DOMENICA VINCA LA SICILIA….PURTROPPO TANTI STUPIDI SIA A PALERMO CHE A CATANIA NON SANNO VIVERE QUESTA MERAVIGLIOSA SFIDA!! DOMENICA TIFERO PALERMO MA PER TUTTO IL CAMPIONATO FACCIO SEMPRE IL TIFO PER VOI, SOPRATTUTTO QUANDOI GIOCATE CONTRO LE POLENTONE DI MERDA!!! CHE VINCA IL MIGLIORE….

  15. Ip Address: 92.139.75.107

    Bravo Marko

  16. Ip Address: 95.247.109.20

    Quoto al 100% Marko, 😉 Chiarezza,alla fine certe strade convergono. :mrgreen:

  17. Ip Address: 95.247.109.20

    Vado,ho un mal di testa che ci manca la parola.

  18. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….

    Bravo Marko una bella gara siciliana 😉 😉 😉 ma basta che vinciamo noi IL CATANIA 😉 😉 😉

  19. Ip Address: 85.41.235.41

    Pomeriggio interamente dedicato ad una sfida in famiglia su buoni ritmi, a Torre del Grifo: a segno Lanzafame e Lopez, buone risposte sul piano della manovra e del dinamismo in vista del derby di Sicilia. Importanti conferme per Izco, disinvolto ed efficiente già al secondo allenamento in gruppo. Indisponibili Biagianti e Suazo: in palestra il primo, differenziato per il secondo. Venerdì pomeriggio, seduta a porte chiuse. Al termine della quarta giornata di prevendita, già distribuiti 5458 biglietti. In Curva Nord, ancora in vendita circa 300 tagliandi; disponibilità più ampie negli altri settori riservati ai tifosi rossazzurri.

  20. Ip Address: 79.23.46.3

    bravo marko ragioni da sportivo .ps peppe prenditi una moment vedrai che ti passa ti abbraccio

  21. Ip Address: 79.36.152.34

    Salve raga’!!!
    Bravo Marko!!! 😉 😉 😉
    Auguro una bellissima partita ricca di gol e di civilta’l!!!
    Nel gioco del calcio si perde e si vince, ma questa volta, non me ne volere Marko, dobbiamo vincere noi perche’ ci servono punti.

    Ciao peppe58, angelo, chiarezza e joe!!! 😉 😉 😉
    peppe58, l’Aulin va anche bene!!!

    Buona serata a tutti e forza Catania!!!

  22. Ip Address: 79.53.101.105

    Buon pomeriggio a tutti i tifosi del Catania e anche a Marko che, giustamente, tifa per il suo Palermo. Speriamo che domenica possa essere un bel pomeriggio di sport. Chissà, forse fra qualche anno (lo spero) il derby potrebbe valere per la corsa Europa League.

  23. Ip Address: 85.41.235.41

    CATANIA; sorpresa Suazo: si allena col gruppo e per il Palermo è disponibile
    16.12.2011 18:20 di Redazione ITA Sport Press

    Sale ancora la febbre da derby siciliano a poche ore dall’inizio del match previsto per domenica e nel ritiro del Catania l’atmosfera della sfida isolana si sente parecchio. La squadra questo pomeriggio a Torre del Grifo ha svolto una sessione di allenamento a porte chiuse. Dopo una fase di riscaldamento, circuito ludico con calcio-tennis e torello, seguito da specifiche esercitazioni tecnico-tattiche in chiave derby. Infine, sessione di finalizzazione della manovra. David Suazo si allena in gruppo. A riposo Biagianti, febbricitante. Sabato alle 10.30, rifinitura a porte chiuse. Alle 18.30, in sala stampa, la conferenza pre-gara di mister Montella. Dopo la gara col Palermo, allenamenti lunedì e martedì, sempre in mattinata ed a porte chiuse, in funzione dell’ultimo impegno agonistico del 2011 in calendario mercoledì 21 dicembre a Parma. Conclusa la sosta in occasione delle festività natalizie, il Catania volerà a Malta: i rossazzurri si alleneranno a La Valletta dal 29 dicembre al 5 gennaio, partecipando venerdì 30 ad un quadrangolare con il Torino e due formazioni locali, disputando infine un’amichevole prima di rientrare in Italia.

  24. Ip Address: 79.10.40.203

    bene joe quella di suazo e una bella notizia forza catania sempre 😉 😉

  25. Ip Address: 79.36.152.34

    Salve raga’!!!
    Ciao angelo!!! 😉 😉 😉
    Bene Suazo, un’altro cannone in attacco!!! Bisogna sbriciolare le difese altrui!!!
    Per Biagianti bisogna aspettare gennaio.

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania!!!

  26. Ip Address: 95.239.53.24

    Buonasera a tutti i tifosi rossazzurri ed anche a Marko che giustamente deve tifare Palermo ma che con sana sicilianità non vuole che il Catania sprofondi negli abissi delle serie inferiori! Bravo Marko! 😉

    Peppe, anchio ho una speranza: “”vedere pastore fare la transumanza tra i monti Peloritani e le Madonie””! ……e un bel vaffa a lui e a quelli come lui!

    Adesso la mia formazione:

    ANDUJAR
    POTENZA – LEGROTTAGLIE – BELLUSCI
    IZCO – LODI – ALMIRON – RICCHIUTI – MARCHESE
    MAXI LOPEZ – BERGESSIO

    Comunque sempre in campo uno tra Ricchiuti e Barrientos.

    Angelo, vieni a Parma il 21?

  27. Ip Address: 88.66.24.83

    leggere di un palermitano che tiene per il catania a parte il derby
    mi sconvolge un poco :mrgreen: :mrgreen:
    va be e che bella partita sia e vinca il migliore
    u Catania 😉
    un salutone a tutti voi nessuno escluso

  28. Ip Address: 79.10.40.203

    buongiorno fratelli rossazzurri meno 1 al derby forza catania sempre ps.caro amico mongibello io a parma non ci vado ma se ci vogliamo incontrare in queste feste avro qualche giorno di ferie e potrei venire a reggio un saluto e un abbraccio 😉 😉

  29. Ip Address: 79.22.96.242

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri e al palermitano Marko,se si affaccerà di nuovo in questo sito. Ciao Angelo,mattiniero ehh 😆 .Ieri,niente moment,niente aulin (comunque grazie per la premura 😉 ) ma un fazzoletto atttaccato alla testa,’comu ‘facevunu ‘l’antichi,un’oretta di “sonno” e voilà,il mal di testa è continuato :mrgreen: :mrgreen: ahahahah,va bè va,nel pomeriggio,dopo l’incontro avuto con i professori della scuola e in tutta quella confusione,è sparito veramente il mal di testa e stamattina,pimpante come quando avevo 20 anni….ahi,ahi….la schiena!! va bè,diciamo come se ne avessi 40 và :mrgreen: :mrgreen:

    Vado a “navigare” un pò,però con il salvagente,non so nuotare. :mrgreen:

  30. Ip Address: 79.55.198.108

    Buongiorno a tutti!!!
    Ciao angelo e peppe58!!! 😉 😉 😉
    peppe58!!! Attenzione alla cervicale che e’ quella che ti fa stare male!!! 😥 😥 😥

    Qui Napoli e dintorni, cielo coperto con nubi minacciose di pioggia e temperatura fredda da mettere sciarpa, guanti e cappello, brrrrrrrr!!!!

    Domani l’incontro scontro con il Paliermo!!!
    Vinca il migliore cioe’ noi!!!

    Buona giornata a tutti!!!

  31. Ip Address: 79.55.198.108

    Salve raga’!!!
    Bella intervista!!!

    Lo Monaco, lettera di Natale
    sognando il Catania in Europa
    «Barrientos rappresenta il calcio e dal campo non dovrebbe mai uscire»

    L’amministratore delegato rossazzurro ha un obiettivo: «Auguri a
    tutti, con la speranza di ritrovarci di nuovo qui il prossimo anno, in
    Serie A. Magari dopo avere disputato qualche partita in Europa»

    L’occasione – decisamente
    ghiotta – è rappresentata dalla
    tradizionale cena di Natale
    con i rappresentanti della carta stampata.
    Un appuntamento scaramanticamente
    irrinunciabile, organizzato
    altrettanto scaramanticamente nella
    sala messa a disposizione dal Presidente
    Park Hotel, affidata, anche stavolta,
    alla regia impeccabile di Giorgio
    Fiorentino.
    Quest’anno in casa Catania ci sono
    davvero tutti: il presidente Nino Pulvirenti
    e l’amministratore delegato
    Pietro Lo Monaco; il diesse Pippo Bonanno
    e l’infaticabile Pippo Franchina;
    i dirigenti Antonio Carbone e Antonio
    Pennisi; nonché
    Vincenzo Montella,
    il suo “vice”
    Daniele Russo,
    Marco Onorati,
    Pino Irrera, i preparatori
    atletici
    Daniele Tafuro ed
    Emanuele Marra.
    Oltre che, ovviamente,
    il collega
    Angelo Scaltriti e
    Ramona Morelli,
    che con la carta
    stampata devono
    trattare necessariamente
    con cadenza
    quotidiana.
    Il silenzio stampa
    di questi giorni, è
    evidente, in questa
    occasione non
    può essere mantenuto,
    cosicché
    ci vuol poco per
    finire col parlare
    di campionato, di
    aspettative, di futuro
    e, soprattutto,
    di mercato.
    La parte del leone,
    manco a dirlo,
    la sostiene il “solito” Pietro Lo Monaco
    (ma anche questa è tradizione), il
    quale, complice l’atmosfera natalizia,
    dopo aver ripetuto il discorso sulle
    cinque componenti che da queste
    parti continuano a funzionare bene
    («altrimenti non ci ritroveremmo qui,
    col Catania in Serie A» sottolinea), si
    lascia andare ad un augurio che i più
    attenti faranno bene a tenere in mente
    per i mesi a venire: «Auguri a tutti
    voi, alle vostre famiglie, con la speranza
    di ritrovarci di nuovo qui il prossimo
    anno. Magari dopo avere disputato
    qualche partita in Europa».
    Come? Come? Ha detto Europa? Ma
    era davvero Lo Monaco a parlare?
    Beh, sì, era proprio lui. E la chiusura ad
    effetto, accompagnata da un sorriso
    soddisfatto e da uno sguardo furbo,
    non era affatto di quelle buttate lì per
    compiacere la platea. La sensazione è
    che, per la prima volta in questi anni
    di Serie A, il “direttore” sia davvero
    convinto che l’obiettivo della salvezza
    non debba più essere l’unico di questa
    società. Adesso si può anche guardare
    avanti, a traguardi più prestigiosi.
    Inevitabile, a questo punto, visto anche
    il periodo, chiedere notizie sul
    prossimo mercato. Andremo in Europa
    con questi uomini o ci saranno
    novità? Fiato sprecato, visto che basta
    poco perché Lo Monaco torni a fare
    catenaccio e contropiede: «Ma dove
    dobbiamo andare? Ma quale mercato?
    In uscita, semmai…. Abbiamo trenta
    giocatori in “rosa” ed è tutta nostra
    intenzione ridurre il gruppo a venticinque
    unità. Basta che ci chiedano
    quattro atleti e noi siamo pronti a darli
    via in questo momento.
    Quattro qualsiasi o c’è qualcuno che
    non è sul mercato?
    «No, quattro qualsiasi no. Ci sono giocatori
    di cui proprio non possiamo
    privarci».
    Legrottaglie, ad esempio, che si è rivelato
    fondamentale nel vostro 3-5-
    2.
    «E chi lo vuole a trentasei anni ’sto
    vecchiariello? E poi vi ricordo che abbiamo
    vinto senza Legrottaglie, così
    come abbiamo vinto anche senza Spolli…».
    Se Legrottaglie è “vecchiariello”, ben
    più giovane è di sicuro Maxi Lopez,
    che stavolta sembra destinato a partire:
    peccato che il Milan non si decide
    a prenderlo e vi abbia chiesto di
    aspettare fino al 31 gennaio in attesa
    che venga definita la contemporanea
    trattativa con Tevez… Che fa,
    aspetta?
    «In verità Galliani mi ha chiesto di pazientare
    ancora un po’, ma non così tanto.
    Fino al 31 noi non ci arriviamo,
    questo è sicuro. Anche perché ci sono
    altre due squadre che hanno presentato
    un’offerta per lui. Insomma, la
    cessione potrebbe realizzarsi, ma solo
    quando il Milan dimostrerà di voler
    prendere Lopez – quindi soldi alla mano
    – e senza stress per nessuno di noi.
    Questo significa che se l’offerta giusta
    non dovesse arrivare, beh, Maxi resterebbe
    ancora al Catania. Non abbiamo
    alcuna fretta e alcuna esigenza di darlo
    via».
    Ma davvero non farete niente in entrata?
    «Niente di niente…. Certo, se dovesse
    presentarsi l’occasione giusta, magari
    quella relativa ad un giocatore che
    seguiamo da tanto tempo…».
    In Italia? In Europa? Altrove?
    «Pista europea. Ma questo non significa
    che deve trattarsi necessariamente
    di un giocatore europeo. Potrebbe esessere
    un altro sudamericano…».
    Il ruolo?
    «Tempo al tempo. Ci sarà modo di
    parlarne».
    Montella, che ascolta queste chiacchiere,
    l’ha convinta?
    «Montella è un allenatore intelligente.
    Lo ha dimostrato anche domenica a
    Bergamo facendo giocare e tenendo in
    campo Barrientos. Che per me rappresenta
    il calcio e che dal campo non dovrebbe
    mai uscire».
    Finché ne ha…
    «E quando non ne avrà più uscirà. Come
    in questo momento è uscito Gomez,
    che come Barrientos è un altro
    che ha la giocata
    per destabilizzare
    l’avversario. Ci
    può stare che tiri
    il fiato, ma questi
    giocatori li vorrei
    sempre in campo
    ».
    Complimenti a
    Montella, quindi,
    con la certezza
    che a fine
    anno andrà via.
    «Noi non mandiamo
    via nessuno e
    i nostri allenatori
    siamo abituati a
    proteggerli, ma
    sappiamo pure
    che il vento non si
    può trattenere:
    tra qualche mese
    Montella, che deve
    crescere, verrà
    da noi e ci dirà
    “sapete, ho ricevuto
    una proposta
    importante,
    che non si può rifiutare”….
    Sapete come la pensiamo,
    sapete come finirà».
    E Montella? Che idee ha, il tecnico
    rossazzurro, in merito al futuro prossimo
    e a quello più lontano? «Intanto
    spero di trovarmi ancora qui con voi
    martedì prossimo, dopo il derby –
    scherza l’aeroplanino – ma non posso
    non fare, guardando a fra qualche mese,
    una considerazione. Al Catania gli
    allenatori se fanno male, è ovvio, vanno
    via; ma se fanno bene, beh, vanno
    via pure… Io mi trovo magnificamente
    in questa città e con questa società.
    Credo che questo sia l’ambiente giusto
    per lavorare bene. Ecco, per una volta
    spero di rappresentare l’eccezione: il
    mio intento è lavorare nel migliore
    dei modi e ritrovarmi col rossazzurro
    addosso ai nastri di partenza della
    prossima stagione».
    Chiaro, verrebbe da dire, c’è l’Europa
    da affrontare….

  32. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari!!
    Ciao Giorgio

    Avevo scritto , una lunga disamina sull’intervista di Lo Monaco ma si è cancellata 😐 😐 , ne riassumo il succo!!
    Lo Monaco la pensa come me!!! abbiamo una squadra da sesto all’ottavo posto, quindi alza l’asticella parlando d’Europa, solo per dire basta cu sti chiacchieri e esperimenti da scienziati, ed aggiunge devono giocare i TITOLARI!!!!!!!
    Barrientos sempre in campo come Gomez, messaggio più chiaro allo scienziato non poteva fare, più Lopez, e poi mettiamo Llama( Se non gioca mai quando entra in forma? e Alvarez? come gli si puo’ preferire Potenza? per non parlare di Lodi alla Pirlo :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: la difesa ne soffre parecchio!!! Montellino ha ricevuto il messaggio, messaggio che in un modo meno chiaro gli manda da parecchio tempo, è risponde, chissà se dopo la partita col Palermo io sia ancora qui!!! Io gli auguro di si, vorrà dire che abbiamo vinto!! Ora la palla passa a lui!!!!!

  33. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Lux
    Leggiti queste statistiche, confermano alcune cose!!

    http://www.fiscooggi.it/files/u27/rassegnastampa/11.01.2011_09_0.pdf

  34. Ip Address: 212.195.241.127

    I giornalai vogliono il Catania con un 8-1-1 :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    mentre 4 titolari sono in panchina, Alvarez, Gomez, Ricchiuti e Barrientos!!

    Io ripeto visti i convocati la mia squadra

    ————Andujar
    Alvarez—Bellusci—Legrottaglie—Marchese
    —————Almiron
    Del Vecchio(Izco)———Barrientos(Ricchiuti)
    Gomez—–Lopez———Bergessio

    Catania-Palermo, le probabili formazioni
    17.12.2011 11.03 di Redazione ITA Sport Press per itasportpress.it articolo letto 385 volte
    Derby Catania-Palermo domani al Massimino con inizio alle ore 15. La squadra etnea reduce dal buon punto ottenuto in trasferta con l’Atalanta sta meglio dal punto di vista mentale rispetto ai cugini rosanero. Il Palermo infatti ha perso le ultime due gare al Barbera con Cesena e Siena rispettivamente in campionato e Coppa Italia.Montella non avrà a disposizione il difensore Spolli squalificato (al suo posto giocherà Potenza) ma recupera Izco e Suazo. Quest’ultimo difficilmente giocherà visto che l’attacco rossazzurro sarà composto da Maxi Lopez e Barrientos. Modulo 3-5-2 in fase di possesso con mutazione in 5-3-2 quando la sfera sarà in possesso degli avversari rosanero. Palermo falcidiato da infortuni e squalifiche. Mangia infatti non potrà avere gli acciaccati Zahavi, Hernandez e Pisano, ma anche Munoz ed Acquah, appiedati per un turno dal giudice sportivo. Per il derby contro il Catania verrà schierato un 4-3-2-1 oppure un 4-4-2, che vedrà Benussi in porta, Aguirregaray al posto di Pisano, Della Rocca in campo per Acquah, ed Ilicic e Bertolo a supporto dell’unica punta Miccoli
    Catania-Palermo, probabili formazioni

    Catania (3-5-2) – Andujar; Bellusci, Potenza, Legrottaglie; Izco, Almiron, Lodi, Delvecchio, Marchese; Maxi Lopez, Barrientos. A disposizione: Campagnolo, Alvarez, Sciacca, Lanzafame, Gomez, Ricchiuti, Bergessio. Allenatore: Montella. Indisponibili: Biagianti. Squalificati: Spolli (1 giornata).
    Palermo (4-3-2-1) – Benussi; Aguirregaray Silvestre Migliaccio Balzaretti; Della Rocca Bacinovic Barreto; Ilicic Bertolo; Miccoli. A disposizione: Tzorvas, Mantovani, Cetto, Bollino, Alvarez, Varela, Pinilla. Allenatore: Mangia. Indisponibili: Zahavi, Hernandez, Pisano. Squalificati: Munoz (1 giornata), Acquah (1 giornata).

  35. Ip Address: 79.21.127.218

    Buon pomeriggio a tutti gli amici rossazzurri,ho passato un’ottima mattinata con il mio amico Mario Catanista60, 😉 seduti al tavolino del bar,ci siamo gustati qualche caffè e discusso di varie cose,argomento principale il nostro Catania. 😆 😆
    Oltre alla sua piacevole compagnia,che dà la persona,è interessante parlare di calcio con Mario,perchè persona competente e preparata,perciò il confronto diventa corposo e ampio e coinvolgente.Mi spiace che non sia più presente e assiduo nel sito come prima,i suoi articoli davano un maggiore interesse alla discussione tecnica,senza nulla togliere a tutti noi che siamo presenti. Comunque,ci siamo dati appuntamento alla prima occasione utile per andare a vedere un’allenamento del Catania,intanto ci siamo proiettati alla gara di domani,nella speranza,che continui il filotto positivo nei derby al Massimino.
    FORZA MONTELLA………………… 😉 😉 😉

  36. Ip Address: 79.21.127.218

    Speciale Goal.com – Ecco Catania-Palermo… che derby! E’ per merito loro che la Sicilia del calcio ha ritrovato il suo splendore.

    Allo stadio ‘Massimino’ va in scena il derby tra due compagini che hanno contribuito, dopo una lunga astinenza, a riportare in auge il calcio siciliano. E adesso è sfida d’Europa.
    17/dic/2011 17.46.00 di Renato Maisani

    Catania-Palermo, derby di alta classifica. La Sicilia tutta può gioire: grazie alle due compagini guidate sapientemente da Zamparini e dal duo Pulvirenti-Lo Monaco, la ‘Trinacria’ ha ritrovato il proprio splendore, iscrivendo al massimo campionato di Serie A due compagini in grado di far bella figura ovunque.

    Da quel tragico 2 febbraio del 2007, Catania-Palermo è sempre stata associata a scontri, divieti, tafferugli, pericoli. Si tende a sottolineare troppo raramente come, invece, i due club – grazie anche alle rispettive calorosissime tifoserie – siano riusciti a ridare entusiasmo ad un movimento calcistico che dalla seconda metà degli anni ’80 all’inizio del nuovo secolo era precipitato in una terribile depressione.

    IL RISCATTO DEL CALCIO SICILIANO

    Catania e Palermo, città da sempre “rivali”, ma che – seppur indipendentemente – continuano a remare nella stessa direzione. La direzione è quella che ha portato il calcio siciliano dal triste anonimato degli anni ’90 al prestigioso presente che accomuna le due realtà calcistiche.

    Nel 1987, il Palermo veniva escluso dai campionati professionistici per inadempienze finanziarie. Stessa sorte sarebbe toccata appena 6 anni dopo al Catania.

    Soltanto nell’estate del 2004 il club rosanero, insieme ad un’altra compagine siciliana – il Messina – riusciva a festeggiare il ritorno in Serie A dove, due anni dopo sarebbe approdato anche il club rossazzurro.

    Prima di allora, l’ultima presenza in Serie A di un club siciliano era datata 1983-84. Insomma, per ben 20 campionati consecutivi la ‘Trinacria’ non ha schierato nessuna rappresentante ai nastri di partenza della Serie A.

    Per tre stagioni consecutive, prima del crollo del Messina, la Sicilia ha potuto fregiarsi di ben 3 club in massima serie e quello attualmente in corso è il 6° campionato consecutivo al quale partecipano sia il Catania che il Palermo: società che, insieme, hanno permesso alla regione di ritrovare il proprio splendore.

    GAUCCI + PULVIRENTI&LO MONACO = SERIE A

    La radiazione del Catania Calcio è una delle più incredibili nella storia del calcio. In ‘rosso’ di meno di 6 miliardi di lire, il club rossazzurro fu estromesso dai campionati per decisione dell’allora presidente federale Antonio Matarrese, nonostante l’estremo tentativo da parte del ‘presidentissimo’ Angelo Massimino di colmare personalmente il debito. La FIGC, però, fu inamovibile e confermò la propria drastica decisione.

    Il Catania fu costretto a ripartire dall’Eccellenza, ma grazie ai sacrifici dello stesso Massimino, tragicamente scomparso pochi anni dopo, e di una tifoseria rimasta fedele ai colori rossazzurri nonostante la contemporanea fondazione dell’Atletico Catania – collocato direttamente in Serie C1 dopo la fusione con l’Atletico Leonzio – il club etneo ha pian piano risalito la china conquistando la C1 nell’aprile del 1999 ed in seguito, durante la gestione Gaucci, anche la promozione in Serie B al termine di un duello entusiasmante contro i rivali del Taranto.

    Nel 2004, poi, la società passò in mano ad Antonino Pulvirenti, imprenditore locale amatissimo dal pubblico per essere riuscito, in appena due stagioni, a riportare in Serie A il club rossazzurro. Meno amato dal pubblico, ma fondamentale per la scalata del club etneo è stato sicuramente Pietro Lo Monaco: amministratore delegato ‘tuttofare’ della società che col proprio operato, a volte poco diplomatico ma sempre fruttuoso, ha costruito una delle più lucenti realtà del panorama italiano.

    E il centro sportivo di ‘Torre del Grifo’, uno dei più apprezzati in tutta Europa, è il fiore all’occhiello dello straordinario lavoro svolto dalla società in questi anni.

    QUANTI ALLENATORI PER IL SALTO IN EUROPA…

    Dal fallimento, con tanto di ‘scivolone’ fino alla Serie C2, alla promozione in Serie A, il Palermo ha fatto passare appena 17 anni. La società rosanero, dopo aver disputato il massimo campionato per l’ultima volta nella stagione 1972-73, andò incontro al fallimento nell’estate del 1986 e, dopo un anno di ‘stop’, si ricostituì sotto il nome di ‘Unione Sportiva Palermo’ ripartendo, appunto dalla C2.

    Bastò un anno per il ritorno in C1, altri 3 per la promozione in Serie B. Dopo un’altalena tra B e C durata diversi anni, sotto la gestione Ferrara, il club fu acquisito dal noto imprenditore friulano Maurizio Zamparini il quale, lasciato il Venezia, si tuffò nell’avventura siciliana, puntando sul calore della tifoseria palermitana.

    Al Palermo bastarono solo 2 anni per festeggiare il ritorno nella massima serie: giocatori del calibro di Zauli, Corini, Toni, Gasbarroni, Biava e i gemelli Filippini rappresentavano più che un lusso per la serie cadetta e i risultati sul campo arrivarono puntuali.

    Il resto, cioè la Serie A, è storia recente: dai 15 cambi alla guida tecnica alle innumerevoli dimissioni annunciate e poi ritirate dallo stesso Zamparini. Dai direttori sportivi ‘cacciati’, ai talenti scoperti: dai Cavani ai Pastore, passando per gli Amauri e gli Ilicic, il Palermo si è ritagliato un posto sempre più prestigioso all’interno del calcio italiano.

    CATANIA + PALERMO = UNA SQUADRA DA EUROPA

    Rossazzurri e rosanero, insieme. Sì, per gioco. Per una volta. Si può fare. Abbiamo provato a mettere insieme l’undici ideale che potrebbe venire fuori unendo gli organici delle due squadre siciliane e il risultato è una formazione che piacerebbe ad ogni allenatore. E non poco.

    Tra i pali la scelta cade sul portiere del Catania e della Nazionale argentina Andujar che, tra un’incertezza e l’altra, ha comunque inanellato più di 100 presenze in Serie A. In difesa, il nostro ‘giochino’ ci permette di riunire il duo Spolli-Silvestre, adesso leader delle due opposte retroguardie. Il difensore del Catania sarà assente per squalifica, mentre un infortunio priverà il match di Eros Pisano, laterale destro del Palermo, inserito nell’undici ideale insieme al compagno Balzaretti, che occupa la corsia opposta.

    Giulio Migliaccio difende i colori rosanero in un centrocampo completato dalla tecnica di Almiron e Lodi, ormai trasformati da Vincenzo Montella in centrocampisti a 360°. Gomez e Miccoli, talenti imprevedibili, occuperebbero la trequarti ideale alle spalle di Maxi Lopez. Uno che, a quanto pare, in Sicilia rimarrà ancora per poco.

    LA FORMAZIONE IDEALE

    Andujar
    Pisano – Spolli – Silvestre – Balzaretti
    Migliaccio – Almiron – Lodi
    Gomez – Miccoli
    Maxi Lopez.

    Al posto del barilotto Miccoli, :mrgreen: Barrientos tutta la vita.

  37. Ip Address: 92.139.75.107

    vi do una chicca del 8-1-1 di Montella domani giochiamo in contropiede ed entra o gioca dal 1° minuto Suazo 😉 😉 😉

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu