Doppia seduta settimanale

 Scritto da il 14 novembre 2013 alle 21:33
Nov 142013
 

Allenamento

Prima doppia seduta settimanale, per il Catania, a Torre del Grifo, il gruppo è rimasto in campo per tre ore e quindici minuti, lavorando con grande attenzione.
In mattinata, due ore di approfondimenti tattici nelle due fasi principali di gioco; nel pomeriggio, sviluppo di forza funzionale in palestra ed esercitazioni di gioco ad alta intensità. Seconda giornata consecutiva d’allenamento in gruppo per Peruzzi; programmi individualizzati e differenziati per i 7 calciatori non ancora pronti ad allenarsi con i compagni.

Barrientos sta sostenendo un lavoro individualizzato, insieme ad alcuni compagni di squadra, che lo dovrebbe accompagnare fino al termine della settimana. Pablo ha comunque buone probabilità di tornare pienamente a disposizione del tecnico Gigi De Canio in vista della trasferta torinese di domenica 24 novembre.

  7 Commenti per “Doppia seduta settimanale”

  1. Ip Address: 95.245.219.18

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao Angelo!!! :salve:

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  2. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….
    Ciao Giorgio, Dai Pitu ti voglio vedere giocare come prima più di prima 😉

  3. Ip Address: 95.235.41.45

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro ciao joe ma che fine a fatto il cuore che balla ? ciao giorgio forza pitu e forza catania :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  4. Ip Address: 95.235.41.45

    joe la bandiera e bella ma e l’italia che non funziona 😆 😆 :salve: :salve:

  5. Ip Address: 95.235.41.45

    Peruzzi recupera, ottimismo anche per Spolli. L’infermeria inizia a svuotarsi e De Canio a trovare il gruppo con cui avrebbe voluto lavorare sin dall’inizio della sua esperienza in rossazzurro. Oltre ai reduci dagli infortuni, recupera la condizione pure Maxi Lopez, in un primo momento messo da parte :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: .

  6. Ip Address: 95.235.41.45

    Carica dei bomber per Maxi Lopez (La Sicilia 14.11.2013)

    «Insieme con Bergessio forma una coppia… supergol per il Catania»

    “Maxi Lopez è ritornato. L’attaccante argentino del Catania ha timbrato la vittoria contro l’Udinese. Un gol da tre punti per l’hombre del partido che ha rilanciato la squadra etnea. Alcuni grandi attaccanti del passato parlano della rinascita dell’ex punta di Boca Juniors, Barcellona e Milan. Per Ciccio Graziani, campione del mondo nell’82, ex attaccante di Torino e Fiorentina e con un passato sulla panchina etnea (con lui l’ultima a promozione in Serie B dei rossazzurri): «Il Catania ha bisogno dei gol di Maxi Lopez e con queste prestazioni potrà dare un contributo importante nel raggiungimento del traguardo della salvezza. Spero che sia un attaccante ritrovato per il Catania e possa diventare l’uomo in più da ora in avanti. Con attaccanti del calibro di Maxi e Bergessio la squadra rossazzurra, al quale sono sempre idealmente ed affettivamente legato, non dovrebbe avere problemi a rimontare una classifica che in questo momento la vede navigare in acque agitate». – Il biondo puntero di Buenos Aires era finito ai margini della squadra. «Maxi Lopez – continau Ciccio Graziani – ha attraversato vicissitudini personali che lo avevano portato ad essere poco considerato ed escluso dalla rosa, sembrava persino che potesse andare via. Gigi De Canio lo ha giustamente rimesso al centro dei suoi piani e della squadra, credo prima di tutto sia un attaccante rigenerato a livello mentale e fisico». Anche Roberto Pruzzo, ex bomber di Roma e Genoa, oggi direttore sportivo del Savona, crede molto nel recupero di Maxi Lopez: «L’argentino è un attaccante importante e completo, fa molto movimento, tecnicamente ha mezzi notevoli e quando è ispirato ha la forza per essere decisivo. Il gol con l’Udinese ha fatto bene a lui e al Catania. Adesso deve dare continuità come prestazioni e in fase realizzativa. Le sue reti possono fare risalire il Catania». «L’obiettivo della salvezza – dice ancora Pruzzo – è possibile, ci sono ancora tante partite e la rosa è competitiva per centrare questo traguardo». La “Gallina Bionda”, che in questa stagione è sceso in campo nove volte, ha indossato la maglia rossazzurra dal 2010 al 2012 collezionando 66 presenze e 23 gol, ha trra i suo estimatori Roberto Boninsegna, ex bandiera dell’Inter e della Nazionale.

    Una buona notizia per Gigi De Canio nel gruppo c’è Peruzzi (La Sicilia 14.11.2013)

    “L’emergenza come risorsa. Maxi, tirato a lucido come ai tempi migliori, firma il vantaggio, poi, sul ritorno dell’Udinese, tutti a fare squadra per difendere il risultato. I tre punti, alla fine, arrivano e, se non modificano più di tanto la classifica (resta penultimo, il Catania), creano i presupposti per la risalita. Quant’è piaciuto, e fino a qual punto ha convinto, l’undici di Gigi De Canio? Qui bisogna riconoscere, intanto, il buon lavoro svolto dal tecnico di Matera: appena quattro i punti messi insieme (un pareggio all’esordio con il Sassuolo e, appunto, il successo sull’Udinese dopo le sconfitte di Torino, sponda Juve, e Napoli) ma il nuovo nocchiero rossazzurro si è dovuto confrontare con una situazione d’emergenza. A proposito dell’emergenza. Ecco così riaffiorare, dalle pieghe di un organico dimezzato, elementi come Maxi Lopez, Capuano, che era parso destinato all’oblio, ma anche, e soprattutto, come Tachtsidis, cui è bastato recuperare fiducia per ritornare ai livelli che a Roma ne avevano fatto il pallino di Zeman, Rolin, alla quinta presenza di fila, Gyomber e Keko, giovani, tutti, e motivati assai. La strada è segnata? De Canio, ovviamente, spera di trarre il massimo profitto dalla sosta e di disporre, sin dalla sfida con il Torino, degli elementi che, per un motivo o per un altro, non hanno avuto modo, fin qui, di dare il loro contributo, ma le linee della sua azione, per come sono state fin qui evidenziate, sembrano collimare perfettamente con il progetto della società. Ritrovata la rotta, il Catania inquadra i prossimi obiettivi, il nuovo passaggio a Torino, stavolta con gli uomini di Ventura, il cui valore di squadra, com’è peraltro per i rossazzurri, non si specchia appieno nella classifica (dodici punti, l’ultima vittoria la quarta giornata, quasi due mesi addietro), il ritorno al Massimino con il Milan e, soprattutto, la sfida diretta con la Samp, a Marassi, tre partite che serviranno a comprendere quali prospettive sarà possibile considerare nel prosieguo del torneo.

    Commenti solo catania tutto il resto e noia 😆 😆 :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  7. Ip Address: 79.4.15.37

    Ciao Angelo, le faccine sono sparite a causa di un aggiornamento del server ….
    non si possono più recuperare 😉 😉

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu