Doppiette per Fedato e Keko

 Scritto da il 28 febbraio 2014 alle 12:07
Feb 282014
 

esercitazioni
Doppia seduta ricca di spunti per il Catania: in mattinata, i rossazzurri si sono dedicati ad esercitazioni in palestra ed approfondimenti tattici; nel pomeriggio, test match di 70 minuti in due tempi da 35′ contro la Primavera, concluso sul 5-0. Due doppiette, firmate da Francesco Fedato e Sergio Keko: per l’attaccante della Nazionale Italiana Under 21, “missile” di destro all’incrocio dei pali e preciso colpo di testa;  per l’esterno spagnolo, due conclusioni vincenti in diagonale, rapide e precise. A segno anche Rinaudo.  Sebastian Leto si è allenato con i compagni in mattinata ed ha svolto lavoro differenziato nel pomeriggio.  Programmi individualizzati in base ad esigenze di recupero specifiche per Almiron, Barrientos, Bergessio e Frison.

  20 Commenti per “Doppiette per Fedato e Keko”

  1. Ip Address: 91.255.16.209

    Ora facciamoli pure in campionato le doppiette,

  2. Ip Address: 92.139.242.40

    Ciao Mexxican in campionato mi sembra più complicato,
    Ma riguardo i portieri e chi accusa sia Frison che Andujar ecco la conferma a quello che dicevo da molto tempo, il terzo portiere d’Italia è per me forse il migliore da quando è stato messo in panchina non è più lui e cosi anche per l’altro, IL PORTIERE DEVE STARE SERENO E INAMOVIBILE

    Disastro difesa: Marchetti regala il 2-2, Klose segna a 8′ dalla fine ma pareggia Juninho Quixada, con un altro errore del portiere, al rientro dopo 2 mesi

  3. Ip Address: 79.19.41.180

    ciao mexxican e chiarezza forza ragazzi in campo contro il genoa mostrando tutta la voglia di salvezza 😉 😉 😉

  4. Ip Address: 87.7.26.162

    Buonasera raga’!!!
    Ciao chiarezza, Mexxican e angelo (di nuovo)!!! 😉

    Ho sempre una fiammella accesa sul comodino per il Catania.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!!

  5. Ip Address: 79.19.41.180

    ciao giorgio se tutto va bene ti faccio un giro di telefono 😆 😆 😆

  6. Ip Address: 79.19.41.180

    Tutti per uno, l’11 per tutti
    Recuperare ogni forza, cercare l’aiuto di chiunque sia disposto ad offrire il proprio sacrificio per la causa salvezza. E’ la formula con cui il Catania prova a tirarsi fuori dalle difficoltà. Domenica, contro il Genoa, nuova occasione concessa a Leto per mostrar sul campo tutto il meglio di sé, e dar un calcio al passato (non alla panchina). 😉 😉

  7. Ip Address: 79.19.41.180

    Servirebbe un centravanti, non c’è. Manca anche altro. Per questo il Catania ha bisogno di tutti: dal primo all’ultimo tifoso, contento od arrabbiato che sia; dal primo all’ultimo punto, possibile od impossibile che sia; dal primo all’ultimo giocatore, si chiami Izco o Boateng, Peruzzi o Monzon, Bergessio o Leto. Bisogna far il meglio con quel che si ha. Se non basterà, bisogna almeno che nulla resti intentato.

    Non importa chi, né quanto abbia dato, né come sia stata giudicato finora: allenatore o tecnico che sia. Chiunque può dar qualcosa alla causa: lo faccia almeno adesso! Più che una esortazione dell’autore, pare esser questo il programma del club da quando l’obiettivo ‘miglioramento’ è stato soppiantato dall’obiettivo ‘salvezza”. Lo stesso programma con cui Maran si è ripresentato alla squadra ed alla stampa: reintegrando tutti i giocatori disponibili tra i convocati.

    Accade di nuovo col ritorno tra i convocati di Leto: acciaccato per tre settimane dopo il calcione alla panchina (con annesse scuse) nella gara contro il Livorno. Episodi ufficialmente scollegati che tuttavia mettono insieme i due grandi ostacoli incontrati dal giocatore: gli acciacchi fisiologici per chi torna a calpestare il calcio dopo due anni di assenza; la fragilità psicologica tipica di un carattere forte, quando non riesce, come abituato, a risolvere da solo le difficoltà della squadra.

    Si è detto e scritto tanto di Leto. Ci si attendeva troppo ed ha dimostrato poco o nulla. I giudizi sulle prestazioni certo non possono che esser negativi, le potenzialità del giocatore però restano le stesse. A Genova, l’ennesima nuova occasione: un nuovo inizio come centravanti ed un futuro da esterno, possibile nel mese di assenza di Castro. A guardar il passato, non c’è da aspettarsi molto. Ma se Leto riuscisse a dar un calcio a quel passato, invece che alla panchina, allora sì che il Catania ne ricaverebbe l’aiuto tanto atteso ed ancora possibile, come quello di tanti, e potenzialmente decisivo come quello di pochi. 😀 😀

  8. Ip Address: 87.20.68.139

    Buonasera a tutti…..
    Quando gioca Barrientos tutti noi a dire, ma cosa fa è innamorato del pallone dribbla sempre, rallenta il gioco, cosi no va bene…..
    Adesso tutti siamo ansiosi che rientri subito in campo !!!!! poveri noi dico almeno un pò di coerenza 😉 😉 intendiamoci lo dico anche per me….
    Comunque per domenica io non ho la speranza di vincere o di pareggiare, spero solo in un pizzico di fortuna che fino adesso ci ha girato le spalle….
    Largo ai giovani con un trio Keko,Leto e Fedato.

  9. Ip Address: 91.253.83.79

    Buonanotte a tutti quanti rossazzurri

  10. Ip Address: 79.49.90.77

    BUongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, giornata grigia e piovosa con temperatura da brrrrrrrrr stamattina.
    Ciao angelo, oggi sabato spesa normale.

    Buona giornata a tutti!!! 😉

  11. Ip Address: 79.19.42.206

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro ciao giorgio occhio alla spesa 😆 😆

  12. Ip Address: 79.19.42.206

    Verso il 3-5-2 (La Sicilia Web)

    “Maran prova il modulo con un centrale difensivo in più (Rolin) e un giocatore offensivo in meno. Leto pronto al rientro dal 1′ con Keko in appoggio

    “Maran pensa al 3-5-2 per la trasferta di Marassi. Rimasto a corto di attaccanti per la sfida con il Genoa, il tecnico sta provando con insistenza il modulo con un centrale difensivo in più e un elemento offensivo in meno. Se le indicazioni degli ultimi giorni verranno confermate, l’allenatore rossazzurro darà spazio a Rolin nel terzetto arretrato avanzando i laterali sulla linea mediana composta da Izco, Lodi e Rinaudo. In avanti è pronto a rientrare dal 1′ Leto, che nella seduta odierna è tornato ad allenarsi a pieno regime con i compagni, a differenza di Barrientos, Almiron e Frison, ancora dedicatisi a lavoro differenziato. Keko è il favorito per appoggiare l’argentino in attacco, anche se le quotazioni di Fedato sono in rialzo. Sabato, alle 10, rifinitura, a seguire convocazioni, conferenza stampa di Maran, pranzo e partenza per Genova.

  13. Ip Address: 88.66.61.185

    andiamo a
    perdere con onore haahahah
    auuuu ci hanna cririri sempri
    s’hanna cunviri ca c’haponnu fari sti strunzi
    mangia asado da matina a sira e chi minc.. ié
    e un ultima cosa i putteri ca avemu su scassi t’uttu rui
    a cu ci metti ci metti sempri minchiati cumminunu prima o poi duranti a pattita
    salutamu

  14. Ip Address: 92.139.242.40

    Ciao Mbari Lux 🙂 🙂 🙂
    Ma posso capire con chi c’è l’hai? chi ha detto di andare a perdere con onore,(che tra parentisi non vuol dire nulla?) il Catania è logico che deve giocare col 3-5-2 in trasferta e spero che Barrientos non c’è la faccia, ma non perchè è scarso , anzi, ma solo perchè non è al 100% e poi……..spero che dalla prossima ci trascini alla salvezza.
    io a Genova ci credo che il Catania salvo arbitri è sfortuna possa vincere, perchè il Genoa giocherà per vincere ed allora con calma possimo fare il colpo, ma senza presunzione e attacchi sterili diciamo alla Garibaldina, servono pazienza e tranquillità!!!
    io giocherei con questa formazione

    ————–Andujar
    ——-Bellusci—Spolli–Rolin
    Peruzzi—Izco–Lodi–Rinaudo–Alvarez
    ———Keko—-Leto

  15. Ip Address: 82.145.209.193

    Avaia lux, a chi hai a lisciiia??? Buon giorno a tutti pari!!! Io spero in un pari difficile, ma ci deve provare la squadra se vuole restare nella massima serie…..

  16. Ip Address: 92.139.242.40

    Parole di una persona seria sempre attaccato dai tifosi……………….?

    In conferenza stampa, il portiere Andujar ha ribadito il suo impegno per il Catania: “Sono qui per aiutare la squadra a salvarsi, non penso al mio domani nel Napoli e non ancora alla Nazionale. Pensieri ancora lontani, il mio presente è qui e voglio fare bene, giocando il più possibile, se dovessi meritare il posto”.

  17. Ip Address: 79.19.42.206

    CIAO CHIAREZZA QUELLO CHE DICONO IN CONFERENZA LO DEVONO DIMOSTRARE SUL CAMPO SENZA CALI DI TENSIONE DOMANI CI VUOLE UN CATANIA CON LA STESSA VOGLIA CHE A AVUTO CONTRO LA LAZIO ANCHE DI PIU SOLO CATANIA TUTTO IL RESTO E NOIA 😉 😉

  18. Ip Address: 151.74.163.236

    Parole ovvie quelle del portiere, vedremo cosa combinerà insieme agli altri.
    Intanto Barrientos non convocato, non sta bene.

  19. Ip Address: 94.222.6.202

    Carusi, vedete che paradossalmente con il genoa abbiamo più probabilità di vincere che con il chievo. E tagghiatila ri parari sempri ri sfuttuna je abbittri, u catania a verona pessi picchí jucau mali e u chievu resi tuttu u cori, punto e basta.
    Con il genoa possiamo fare punti perché sicuramente ci snobberanno, esattamente come ha fatto la lazio, penseranno che sará una passeggiata, visti i punti che ci separano e lì nuattri i putemu azziccari. Il chievo aveva bisogno di vincere e il Catania quest’anno con le squadre che hanno bisogno di vincere non ce la fa, c’è pocu chi fari. Ma con le squadre che si sentono superiori possiamo farcela, quindi speriamo che il genoa ci snobbi e così smuoviamo un po’ la classifica.
    Forza Catania sempre

  20. Ip Address: 79.19.42.206

    ORE 13.30 – Autore: Livio Giannotta

    Non è da definirsi un vero e proprio gemellaggio tra le tifoserie di Catania e Genoa, ma da anni sono legate da un rapporto di profonda stima e reciproco rispetto. L’amicizia è nata a seguito della riammissione delle due squadre in Serie B nel 2003 dopo una lunga estate di tribunali e carte bollate. I tifosi genoani furono solidali con i catanesi, che al termine di un’autentica battaglia giudiziaria potettero esultare per il ripescaggio. Da quella stagione in poi, il rapporto tra le tifoserie è sempre stato improntato sulla lealtà ed il rispetto. A questo proposito abbiamo reperito messaggi e pensieri su vari forum genoani che evidenziano il legame che unisce i supporters delle due squadre.

    “Una bella amicizia – racconta un tifoso del Grifone – sono fantastici i tifosi di Catania, ho ancora nella mente i loro applausi alla partenza dei nostri pullman dallo stadio nonostante avessero perso 3-1 . il rapporto coi catanesi è un rapporto condiviso da tutti gli ultras genoani, e non un solo gruppo in particolare. Non si parla e forse mai si parlerà di gemellaggio, ma di un sano e forte legame di rispetto, stima reciproca e una visione ultras molto vicina alla nostra”. Nella stagione 2004/2005, il gruppo ultras genoano ‘Brigata Speloncia’ espose in Sicilia uno striscione con scritto: “La Brigata Speloncia saluta la città di Catania”, mentre i tifosi catanesi accolsero i rossoblu con un “Welcome Genoa”.

    Un altro tifoso sul web ha manifestato così la propria soddisfazione per l’amicizia con la tifoseria catanese: “Io sono andato ad accogliere i catanesi all’aeroporto, per ricambiare la bellissima accoglienza che ci hanno dato a Catania. Dopo la partita quando finalmente hanno fatto uscire i catanesi dal settore ospiti, ho potuto bere una bella birra con CTinA, che avevo conosciuto in Sicilia!!!”. Non mancano anche i tifosi del Catania a sottolineare i rapporti amichevoli: “Grazie per la disponibilità e la calorosa accoglienza che avete riservato a me e alla mia amica, ma in generale per l’accoglienza che avete riservato ai miei concittadini accorsi a Genova! Per quanto riguarda la vostra curva, ho avuto la conferma che siete una grande tifoseria e io, come molti catanesi, siamo onorati della vostra amicizia”. E’ l’esempio di un calcio che si rivela anche un mezzo di unione tra i tifosi, a prescindere dal risultato finale di una partita, l’esempio che nel nostro Paese questo sport può essere vissuto anche con lealtà e serenità, all’insegna dell’amicizia. (TuttoCalcioCatania)

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu