Dottor Jekyll e Mister Hyde

 Scritto da il 3 febbraio 2016 alle 11:15
Feb 032016
 

calil

Chi, come me, ha assistito domenica pomeriggio all’incontro che vedeva opposto il nostro Catania al Matera, ritengo non immaginava già dai primi minuti di trovarsi di fronte una squadra che priva di timori referenziali, proponeva trame di gioco pulite figlie di un centrocampo attento e grintoso mentre quello di casa, lento ed impacciato, veniva sopraffatto anche sul piano della tecnica e del ritmo.
Appena i nostri prendevano palla e cercavano di far ripartire l’azione, finivano nelle strette maglie avversarie pronte triplicare sull’uomo con la palla ai piedi. I nostri atleti sembravano spenti, molli sulle gambe e privi di idee, con le due punte perse lì davanti quali naufraghi su uno scoglio.
Musacci, Agazzi e Di Cecco persi nel nulla a cercare di costruire qualcosa sempre impediti in questo dall’irruenza degli avversari che recuperando palloni costruivano interessanti trame di gioco che più di una volta si infrangevano sulle tibie di Nunzella e Bergamelli e sui guantoni di Liverani ma in almeno due occasioni veramente pericolose, solo la fortuna ha impedito la capitolazione per il sollievo oltre che dei giocatori di casa, di un pubblico atterrito.
Allo scadere della prima frazione di gioco, come era logico e prevedibile, sonori fischi hanno accompagnato i nostri negli spogliatoi, triste epilogo di un primo tempo in cui pure la grinta e la voglia di correre sembravano oramai vocaboli lontani.
La ripresa iniziava con la sostituzione di Calderini per lo spento Musacci e, dopo appena tre minuti entrava anche in campo Scarsella per sostituire l’infortunato Plasmati. Da questo momento qualcosa accade e, finalmente, scompare Mister Hyde ed il Catania torna ad avere le sembianze del Dottor JeKill.
Questa metamorfosi crea scompiglio nelle file biancazzurre e ne approfitta un illuminato Calderini con un potente tiro a mezz’altezza impegnando il pur bravo Bifulco che non può far altro che alzare di braccio quella palla velenosa per il successivo colpo di testa di Calil rapido ad appoggiare nella porta sguarnita.
Apoteosi al Massimino, con il pubblico festante che finalmente riconosce la sua squadra pronta a ripartire in velocità alla prima disattenzione avversaria e pervenendo al secondo gol con un rasoterra fulminante di Falcone lesto a raccogliere il passaggio filtrante di Di Cecco, finalmente rinato in partita.
Il doppio vantaggio spinge i nostri avversari all’arrembaggio, ma la difesa fa il suo dovere sino all’ottantesimo minuto nel quale gli sforzi dai nostri sfidanti vengono premiati ma non bastano al Matera nemmeno i cinque minuti di recupero per pervenire al pareggio . Tre punti servivano e sono arrivati alla fine di un incontro teso e sofferto.
Adesso, spenti finalmente i riflettori sul mercato invernale che ha visto alla fine parecchi calciatori rossazzurri cambiare casacca, testa all’Ischia, squadra abbordabile ma che giocherà questa partita col coltello tra i denti per difendere la categoria a rischio e nella quale i nostri dovranno fare a meno del tifo amico per la decisione in merito presa dal prefetto di Napoli che consegna ancora una volta al palcoscenico sportivo la sconfitta per quanti hanno considerato la tessera del tifoso lo strumento idoneo per allontanare i tifosi facinorosi dagli stadi.
Sabato alle 14,00 mister Pancaro avrà anche a disposizione i nuovi arrivati, in particolare la punta Lupoli esperto giocatore che potrebbe essere gettato da subito nella mischia, preso atto dell’infortunio occorso a Plasmati.
Rivedremo ancora sicuramente il modulo 4-3-3 tenuto conto che proprio questo tema tattico ha garantito alla squadra il successo nell’ultima sfida con la speranza di ritrovare in campo il Catania in veste di dottor Jekyll dal primo all’ultimo minuto e che l’elisir ingurgitato in precedenza abbia perso i suoi dannosi effetti.

  23 Commenti per “Dottor Jekyll e Mister Hyde”

  1. Ip Address: 151.36.34.68

    Concordo pienamente su quello che ha scritto Raggio Libero,sempre preciso ed equilibrato.Il Catania,sabato prossimo ,deve scendere. In campo ad Ischia ,subito,con un solo volto. Deve essere determinato ed aggressivo perché troverà un avversario ,che per salvarsi ,si presenterà deciso a vendere cara la pelle! Il Catania deve essere quello del secondo tempo della scorsa domenica.

  2. Ip Address: 79.49.14.130

    La visto più triste rivedere ancora una volta la curva ospiti di un altro stadio deserta e priva dei sostenitori rossazzurri. Come scritto sul testo, il calcio perde ancora.

  3. Ip Address: 95.250.13.21

    Buonasra raga!

    Infatti quello che ha scritto Catanese a Napoli e’ tutto vero sulla tessera del Tifoso..

    Da domenica ho deciso di andare alla partita Isolaverde Ischia- Catania.
    Martedi con un comunicato il Prefetto di Napoli ha vietato a tutti i residenti in Sicilia di comprare i tagliandi della partita.
    Io sono residente in Campania e posso assistere alla partita anche se in incognito.
    I tagliandi una tragedia per cercarli on-line perche’ la societa’ dell’Ischia li vende sul posto e cioe’:

    Biglietti
    PREVENDITA BIGLIETTI

    La prevendita dei biglietti, si effettua presso :

    ‘Unpack’ a Casamicciola Terme (via L.Manzi)

    ‘Stuzzicheria’ a Fondobosso (per questo esercizio, a partire dalle 15.00 di venerdì).
    Fortunatamente si trova (e spero) vicino allo Stadio.

    Quindi devo prenotare qualche traghetto oppure aliscafi che mi portano a Ischia Porto per Sabato mattina e prenotare anche il ritorno per alla sera.
    Non mi dispiace e’ solo spero di trovare il tagliando per poter entrare allo stadio anche se in mezzo ai “nemici”, quindi non posso manco portare la mia sciarpa del magico Catania! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  4. Ip Address: 95.250.13.21

    Bravo Raggio Libero!

    Copia e incolla dal sito ufficiale del Calcio Catania:

    mercoledì 3 febbraio 2016
    Prima convocazione per i neo-rossazzurri Francesco Felleca, Axel Gulin, Florin Logofatu ed Arturo Lupoli

    Verso Ischia-Catania: 20 rossazzurri a disposizione di mister Pancaro
    Prima chiamata in vista di una gara di campionato per il centrocampista della Berretti Davide Di Stefano, classe 1999

    Questi gli atleti a disposizione di mister Pancaro:

    Portieri
    Bastianoni, Liverani, Logofatu.
    Difensori
    Bastrini, Bergamelli, Ferrario, Garufo, Nunzella, Pelagatti.
    Centrocampisti
    Agazzi, Di Cecco, Di Stefano, Musacci, Pessina.
    Attaccanti
    Calderini, Calil, Falcone, Felleca, Gulin, Lupoli.

  5. Ip Address: 79.49.14.130

    Buongiorno a tutti. Mi riallaccio al discorso di Giorgio che, in poche righe ha sintetizzato come non far accedere i tifosi ospiti negli stadi, potrebbe risultare più pericoloso che permetterlo. Infatti, il buon Giorgio, come altri residenti in regioni diverse dalla Sicilia, ma simpatizzanti per i colori rossazzurri, si potranno “intrufolare” negli spalti che raccolgono i tifosi di casa, privi di identificazione di parte e, nell’euforia dell’ incontro scambiare battute con il vicino magari sottolineate da accenti che tolgono ogni dubbio sui natali. Ovviamente,il rischio aumenta quando i supporter “mischiati” ed in incognito sono tifosi di squadre nazionali di primo livello con numeri superiori al migliaio di unità’. In tal caso, il rischio per l’ordine pubblico aumenta con difficoltà per i tutori dell’ordine e steward di separare gli antagonisti. Rabbrividisco a pensare a cosa potrebbe succedere durante il prossimo incontro Juventus-Napoli, con tantissimi tifosi partenopei presenti in qualità di residenti in Piemonte, Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna a stretto contatto con i fans juventini. Secondo me la decisione attuata dal Prefetto di Torino come del resto, da tutti i Prefetti che credono così di evitare risse tra tifosi , ritengo possa creare più problemi all’ordine pubblico di quella di consentire la visione della partita nei luoghi riservati ai supporters ospiti. Anche in questo caso, fallimento totale dello strumento denominato “tessera del tifoso” . Se ripenso agli slogan dei nostri politici al momento del debutto della tessera del tifoso, mi viene solo da ridere.

  6. Ip Address: 87.18.13.183

    Buongiorno raga!

    Inaudita violenza contro il Catania!

    Ci vogliono morti!

    “I treni del gol”, oggi il Catania a processo per responsabilità oggettiva
    By Redazione on 04/02/2016

    Si terrà oggi il processo, al Tribunale Federale Nazionale, legato ai protagonisti dell’inchiesta “I treni del gol” che non hanno ancora subito il giudizio sul versante sportivo: l’ex direttore sportivo etneo Daniele Delli Carri, il gestore di scommesse online Giovanni Impellizzeri e Ferdinando Arbotti, non processati nello scorso luglio perchè agli arresti domiciliari.

    È coinvolto anche il Catania, per il meccanismo della responsabilità oggettiva legato al comportamento dell’ex ds, accusato di illecito sportivo associativo e omessa denuncia.

    Secondo la “Gazzetta dello Sport“, per il Catania, “ballano dai 10 ai 15 punti di penalizzazione (5-6 partite) che potrebbero sgonfiare del tutto la stagione del club“. Il legale del club etneo, Eduardo Chiacchio, ha già pronta la propria strategia difensiva:

    “A quel punto potrebbe sembrare accanimento – scrive la Gazzetta – visto che la società per gli stessi fatti, ma addebitati ad altri soggetti, è stata già condannata. E’ la linea difensiva di Eduardo Chiacchio, ma convincerà i giudici del Tribunale federale nazionale?“.

    Il processo inizierà alle ore 11.00, sentenza attesa nei prossimi giorni.

  7. Ip Address: 151.46.201.170

    Buon giorno a tutti. Ha ,perfettamente ragione Catanese a Napoli ! La tessera del tifoso è un non senso! La poca avvedutezza di chi emana simili disposizioni provoca , esattamente l ‘ effetto opposto ! Come , al solito. il tifoso catanese viene penalizzato oltre i suoi demeriti! Andiamo avanti così,cari amici, la pazienza del tifoso etneo non ha limiti !

  8. Ip Address: 151.47.213.66

    Davvero è il colmo ! L ultimo mio commento è stato scritto prima di aver letto quello di Giorgio e quindi non sapevo dell ultima ennesima sciagura che si potrebbe abbattere sulla nostra povera squadra! Quando finirà questa sofferenza? E fino a quando si continuerà a pagare ? Si dovrebbero vergognare tutti , da chi ha cominciato , e da chi continua a portare la nostra squadra alla completa rovina! Vogliono che il Catania sparisca!

  9. Ip Address: 5.169.107.107

    Caro Armando, si accanimento , non si può processare due volte la nostra squadra per gli stessi identici reati la cui sentenza e’ stata già’ emessa e depositata e per la quale nessun punto è’ stato tolto dalla stessa in sede di appello, pur avendo il procuratore federale Palazzi proposto 5 punti per l’avventura “collaborazione” del presidente è modificata dal collegio giudicante, cosa quanto meno atipica in sede giudiziale. Adesso le sentenze devono riguardare esclusivamente i soggetti chiamato in causa ma non possono estendersi anche alla squadra già condannata per tali eventi. Sarebbe a sto punto, un sovvertimento delle regole afferenti il diritto in senso lato

  10. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti

    Adesso si capisce perché nessuno vuole il CATANIA.
    Con altri 15 punti di penalizzazione andiamo dritti dritti……………..

    A questo punto ringraziamo il DOTTOR PULVIRENTI del servizio!!!!

    Ragazzi io mi sono rotto sia con il CATANIA sia con questa ITALIETTA…….

    Meglio guardare GRANDE FRATELLO……………….

  11. Ip Address: 62.2.176.13

    Dimenticavo

    Saluti a tutti

  12. Ip Address: 62.2.176.13

    In giornata si è diffusa la notizia di una possibile nuova penalizzazione nei confronti del Catania (clicca qui) così come avanzato da ‘La Gazzetta dello Sport’. Uno scenario possibile ma, secondo quanto appreso da TMW, al momento improbabile: la richiesta della Procura Federale nei confronti del club consisterebbe infatti in un’ammenda economica. La stagione della squadra di Pancaro, salvo sorprese, dovrebbe andare avanti senza ulteriori scossoni dal punto di vista della classifica.

    Vediamo Cosa succede…………………..

  13. Ip Address: 62.2.176.13

    Il procuratore federale Stefano Palazzi al collegio giudicante presieduto da Sergio Artico, presidente della Sezione Disciplinare del Tribunale federale nazionale, ha chiesto un’ammenda di 10.000 euro per la responsabilità oggettiva del Catania in merito agli illeciti e all’omessa denuncia contestati a Daniele Delli Carri. Per il d.s. la richiesta è pesante: 5 anni di squalifica più preclusione e, in continuazione, altri 3 anni e un’ammenda di 60mila euro. Con Giovanni Impellizzeri, cui si contestano anche le scommesse vietate, Palazzi è andato ancora oltre: 5 anni, preclusione e, in continuazione, altri 4 anni e un’ammenda di 130mila euro. Le sentenze – come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ – sono attese per l’inizio della prossima settimana

    Attendiamo la prossima settimana………………..

  14. Ip Address: 151.19.57.14

    Innanzi, buona giornata! Prendendo lo spunto dall’ ultimo scritto di Catanese a Napoli, cari amici è bene farci entrare nella nostra testa ,che ,quando si tratta del Catania,purtroppo, le ,così dette regole valgono, fino ad un certo punto! Non faccio vittimismo e ne voglio fare il disfattista! Ricordatevi , amici, in quanti casi precedenti si sono attuati due pesi e due misure! Rigore assoluto per la nostra squadra ,e , per tutto il resto è meglio non parlarne ! Alla luce di esperienze passate , e visto e considerato quando BENE CI VOGLIONO ( Ed i motivi dei misfatti recenti ,in parte, ce lo spiegano) non mi farei molte illusioni ! il Catania deve pagare due volte? Questa si chiama giustizia? Scusatemi ,cari tifosi , della mia amara ironia , ma è più salutare prendersela in questo modo! Naturalmente , sarei felice di essermi sbagliato , se, le ulteriori vicende sarebbero,una volta tanto, favorevoli a noi.A tutti gli amici rossoazzurri ,malgrado tutto forza Catania !,

  15. Ip Address: 95.234.194.39

    Buongiorno raga’!

    Faccio gli auguri a tutti i catanesi per la patrona della citta’ di Catania Sant’Agata.

    Lo sapevate che Sant’Agata e’ anche la patrona di Malta e di San Marino?

    W Sant’Agata!

  16. Ip Address: 95.234.194.39

    Di nuovo io!

    ” I treni del gol”
    Non sapevo la notizia che scrive jamajama invece dei 10 oppure oppure 15 punti veniamo sanzionati con una multa da 10.000 Euro proposta dal Procuratore Palazzi ed e’ buon per noi che non buttiamo questo campionato di Lega Pro nel cestino.

    Quello che mi fa paura e’ l’operazione “Icaro”!

    Parziale articolo copia e incolla da CT………NET

    Il Gip, tuttavia, nell’ordinanza di custodia cautelare ha sottolineato come i problemi di una società potrebbero indirettamente ricadere a cascata sulle altre aziende della galassia Pulvirenti. In tal senso un nodo centrale riguarda il mutuo di Torre del Grifo, pattuito quando la squadra militava in Serie A e aveva introiti nemmeno lontanamente paragonabili a quelli attuali della Lega Pro. In secondo luogo, vi è il tema della vendita della società, dato che la retrocessione ha certamente pesato sul valore del club”.

    Pulvirentiiiiiiii Vatteneeeeeeeeeeeeeeeeeeee!

    Buona giornata a tutti!

  17. Ip Address: 95.234.194.39

    Salve raga!

    Ciao jamajama confermato quello che hai scritto, meno male|

    Copia e incolla da ct….net

    Treni del gol, Vagliasindi: Ecco le richieste della Procura per il Catania
    By Redazione on 04/02/2016

    Secondo il collega di “Repubblica” Alessandro Vagliasindi, la Procura Federale avrebbe chiesto per il Catania la condanna ad un’ammenda di 10.000 euro nell’ambito dell’inchiesta “Treni del gol”.

    Cinque anni di squalifica richiesti invece per l’ex Direttore Sportivo Daniele Delli Carri.

    Aggiornamenti che arrivano direttamente dal profilo Twitter di Vagliasindi.

    Buon pomeriggio a tutti!

  18. Ip Address: 166.137.246.75

    Mi trovo in vacanza in Arizona e auguro a tutti i miei concittadini una from elipe festal di Santa AGATA

  19. Ip Address: 87.20.68.226

    Tic Toc sempre in difesa è questo il nostro possesso palla :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  20. Ip Address: 79.16.148.182

    siamo messi male non ce gioco solo pancaro dice sempre le stesse cose positive ma di positivo non ce nulla mi vergogno pure di vedere la partita tutto questo grazie al nostro presidente

  21. Ip Address: 86.222.247.41

    …..mamma mia che fatica……non si è visto un tiro in porta !

  22. Ip Address: 79.16.148.182

    complimenti pancaro grande partita con questo se non lo mandano via faremo una brutta fine

  23. Ip Address: 178.39.222.79

    Allenatore da cestinare! Da 21 partite sempre la stessa cosa. Oronzo cana al confronto é un maestro di calcio. Siamo allo sbando totale!

    La brutta fine labbiamo fatta con PULVIRENTI! Pancaro fa il resto………..

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu