Due buoni oli d’oliva

 Scritto da il 5 settembre 2016 alle 09:15
Set 052016
 

Fidelis-Andria---Catania

Il frantoio del Degli Ulivi ha raccolto stasera sul suo verde  manto 28 giocatori tra scesi in campo e sostituti  che hanno cercato di superarsi a vicenda pure nei minuti finali rendendo scialbo il risultato solo per colui che, suo malgrado, non ha visto la partita.

Tante emozioni create dalle due formazioni che hanno dato spettacolo annullandosi a vicenda perché i due portieri hanno interpretato bene il loro ruolo uscendone entrambi alla fine, a mio parere, col voto più alto in pagella. Solo in una occasione per parte avevano alzato bandiera bianca, ma i pali entrambi centrati nei minuti finali da Biagianti e Fall hanno permesso agli estremi difensori di mantenere le due porte inviolate.

Olive pregiate i due portieri impegnati severamente in più di una occasione ma che si sono  dimostrati all’altezza della situazione. Ai punti forse l’Andria avrebbe meritato di più ma per il Catania forse un fallo da rigore di Paolucci per una uscita a catapulta di Cilli che l’arbitro non ha visto o ha interpretato non punibile.

Due formazioni speculari con il Catania schierato con gli undici di sabato scorso e l’Andria quello di domenica scorsa contro i satanelli con l’ultimo acquisto in difesa Rada a sostituire Allegretti espulso a Foggia. I nostri, anche in questo incontro si sono dimostrati essere ancora in fase di rodaggio in difesa con Drausio che non ha ancora imparato che un difensore di lega pro deve usare la mazza e non il fioretto , la furbizia più che l’intelligenza. Anche i terzini Nava e Djordjevic specie nel primo tempo hanno commesso qualche ingenuità ma nel secondo tempo hanno cercato di partecipare maggiormente alla fase di spinta con Bastrini a far da ultimo baluardo della linea difensiva. Linea che talvolta non ha retto a dovere sulle incursioni di Cianci e Mancino sventate da veri e propri miracoli di Pisseri in giornata di grazia  e nel finale salvato dal palo su  tiro di Fall appena entrato per Cianci.

Il centrocampo dei rossazzurri ancora stenta in fase di costruzione affidandosi principalmente ai lanci in profondità di Scoppa e Biagianti per gli esterni Calil e Russotto con Paolucci ben marcato dal roccioso Aya che rispetto a Foggia ha evitato sortite in avanti dedicandosi completamente a francobollare il nostro numero nove.

Il pareggio finale premia più che ridimensiona le due squadre dotate di ottimi elementi per la categoria e dimostra che le rose sono entrambe di qualità ma quella etnea più in possesso di piedi felpati ma ancora non completamente affiatata tra i reparti mentre  quella biancazzurra già assemblata e capace di produrre densità in mezzo al campo. Queste qualità complessive hanno permesso di poter gustare una partita nel complesso ben giocata da queste due formazioni che, sicuramente, dimostreranno ancora il loro valore nel prosieguo della stagione ma che per adesso emanano già un profumo intenso e fresco come un buon olio extravergine appena torchiato. Le migliori occasioni della partita sui piedi di Russotto, Calil , Paolucci e Biagianti per gli etnei e di Cianci, Mancino e Fall per loro.

Godiamoci questo pareggio reso più prezioso dalla rabbia che la squadra di casa covava in cuor suo a causa della partita immeritatamente persa a Foggia e per la quale oggi agognava un pronto riscatto che non è arrivato per merito di un Catania tenace e volitivo in ogni elemento e che ha pure rischiato di vincere con quel tiro di  Biagianti sul palo e con quel contrasto in area tra Paolucci  e Cilli che poteva costar caro ai  locali.

Raccolto il punto che ci porta a -2 da domani testa  al Fondi oggi sconfitto che non potrà contare sull’ex Calderini  oggi espulso, sperando che domenica il Massimino si riempia di tifosi rossazzurri smaniosi di degustare un olio d’oliva eccellente e fragrante come questa squadra sta dimostrando di essere ma che deve stare attenta comunque a certe ingenuità che possono intaccare il sapore di questo prezioso condimento.

  12 Commenti per “Due buoni oli d’oliva”

  1. Ip Address: 151.37.22.120

    La partita è stata esaminata molto bene dalla Redazione ! Una buona partita giocata discretamente dalle due squadre! Pisseri era in giornata di grazia e meno male ! Più sicuro nelle uscite è sempre attento . Ancora qualche sfasatura in difesa ,specie nel primo tempo ed i due centrali non convincono del tutto . Speriamo che con il tempo tutto gli elementi nuovi possano conoscersi meglio e creare quell’ amalgama fondamentale in una squadra ! Incontravamo una buona squadra e non sarà facile fare punti qui ,nel proseguo del campionato. Peccato per quel palo di Biagianti nel finale ,compensato dal palo degli andriesi! E il rigore su Paolucci grida vendetta ! Che fallo bisognava fare più duro ,e piu visibile per ottenere la massima punizione ? Comunque ,accontentiamoci , un punto che ci fa comodo!

  2. Ip Address: 93.44.84.128

    Rissotto e Call dormivano non hanno aiutato i centrocampisti e questo si è ripercorso su tutta la squadrA…

  3. Ip Address: 87.17.82.124

    Il punto fà morale,ovviamente il rigore ci stava ma nell’arco della stagione vi saranno compensazioni e altre sviste pazienza. La difesa ancora non ci siamo,speriamo che Bergamelli entri in forma subito e che non sia infortunato,perchè anche fuori forma farebbe meglio data l’esperienza.Ma lasciamoli amalgamare tanto noi facciamo chiacchiere da bar loro sanno quando inserire o cambiare un calciatore diamo tempo,intanto sono soddisfatto di ciò che sta maturando piano piano, e poi sono sotto il controllo di Lo Monaco. Saluti a tutti quanti i pazzoidi del Calcio Catania 46.

  4. Ip Address: 87.30.123.18

    CATANIA-FONDI, possibile rinvio per ragioni di ordine pubblico
    05.09.2016 10.24 di Veronica Celi
    Catania-Fondi potrebbe essere posticipata a lunedì 12 settembre. Domenica a Catania alle 18.30, infatti, c’è l’intervento conclusivo del premier Matteo Renzi alla Festa dell’Unità. La Questura di Catania potrebbe chiedere il rinvio per ragioni di ordine pubblico. La prossima settimana, però, sono in programma anche la gara contro la Reggina (prevista per mercoledì 14) e quella contro il Matera (prevista per domenica 18). Se dovesse slittare una, potrebbero farlo anche le altre.

  5. Ip Address: 87.17.151.157

    Abbiamo visto una partita equilibrata che si poteva vincere con un po’ di fortuna e se l’arbitro non avesse avuto paura dei tifosi locali. Un pareggio ad Andria ci può stare in attesa delle sfide con le presunte dueregine di questa stagione, Foggia e Lecce. Proprio nella città salentina ieri hanno assistito alla partita con circa 12.000 presenti. Spretiamo di far meglio con la orossima interna utile per cancellare la penalizzazione

  6. Ip Address: 82.57.138.16

    Come ho già detto, abbiamo portato a casa un punto prezioso. La difesa si deve ancora amalgamare. L’impegno non manca, ma ho notato un pò di nervosismo in campo e qualche preziosismo individuale di troppo (entrambe le cose vanno evitate). Buon pomeriggio a tutti

  7. Ip Address: 62.18.120.90

    Lo Monaco: “Spostamento della gara danno per noi. Colpa di…”
    Il rinvio della gara tra Catania e Fondi non è andato giù all’Ad Pietro Lo Monaco che a mondocatania.com ha parlato così: “Subiamo un danno per lo spostamento della gara, giocheremo cinque partite in quindici giorni, delle quali quattro fuori casa. Diciamo grazie alla Prefettura e a Renzi.La Lega non ha potuto spostare a lunedì perchè avrebbe dovuto spostare anche quelle del turno infrasettimanale successivo. Per questo la gara è stata posticipata al 28 settembre” Sul match di ieri: “L’arbitro aveva le bende agli occhi forse. Rigore macroscopico su Paolucci. Poteva essere rigore, espulsione e partita chiusa. Un buon punto tuttavia”.

  8. Ip Address: 87.17.151.157

    Oggi il Foggia è’ andato a vincere a suracusa per 2-1. Vola a sei punti come il Lecce . Noi non potendo giocare domenica rimaniamo a -2 (può anche diventare -3) per la quarta e la quinta due trasferte difficili a Reggio e Matera! Quindi alla quinta giornata prima del recupero del 28/9 col fondi noi staremo a zero se faremo due pareggi nelle insidiose trasferte. Almeno in una si dovrà vincere.,Grazie proprietà grazie per aver lasciato il Catania in balia di se stessa e per fortuna che è arrivato U ZU petru

  9. Ip Address: 158.148.197.144

    Può un evento di un partito politico rovinare una domenica di sport a tanti appassionati ? Non e’ la finale della coppa del mondo ma solo un incontro di lega pro tra la squadra di casa e il Fondi squadra appena arrivata in lega pro con la quale non esistono rivalità e problemi vari e i cui simpatizzanti, quando giocano in casa non superano il centinaio di spettatori. Quale i problemi di ordine pubblico ? Se questi possono essere i gravi problemi allora che di impartiscano disposizioni proibendo ai bar di stare aperti, imporre il divieto di assembramenti per più di tre cittadini insieme, vietare le uscite di casa e obbligare quei soggetti che avrebbero l’ardire di contestare sindaco e premier di stare a casa . Che bella democrazia . Di tutta questa cosa chi ne esce scottato sarà il singolo tifoso che dovrà chiedere un permesso dal lavoro mercoledì 28 e la nostra squadra costretta ad un tour di forza scendendo in campo 5 volte in quindici giorni. Mi hanno detto che il prefetto di Catania è’ donna e pure palermitana …….

  10. Ip Address: 87.30.123.18

    Giusto catanese a Napoli , purtroppo a Catania non è più una novità ………

  11. Ip Address: 87.30.123.18

    Buongiorno a tutti Catania, Lo Monaco: “Ad Andria partita maschia, potevamo anche vincerla. Caso Castro? In un mesetto il responso”
    L’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, intervenuto nel corso della trasmissione di approfondimento sportivo “Sport Sicilia“, in onda su Telecolor, ha commentato il pari dei rossazzurri ad Andria. “Quello contro la Fidelis Andria è stato un pari contro una squadra tosta, determinata, che l’ha messa sul piano dell’agonismo – ha detto Lo Monaco -. È stata una partita maschia, ma il Catania non si è tirato indietro. Ci sono stati degli errori, c’è stata una prestazione non brillantissima da parte di qualche nostro elemento, ma se avessimo vinto nessuno avrebbe potuto dire nulla”. L’amministratore delegato etneo parla anche dell’episodio del fallo in area su Paolucci: “Potevamo anche vincerla questa partita, non ci è stato concesso un rigore sacrosanto con relativa espulsione del portiere. Tutta la squadra si è calata nella mentalità consona alla Lega Pro. Ieri non era facile, siamo sulla buona strada“. Lo Monaco non è d’accordo su chi parla di Pisseri come del “salvatore” del Catania ad Andria:”Pisseri ha fatto due interventi importanti sul finale di gara, ma anche il portiere avversario ha compiuto due salvataggi. Il resto delle sue parate sono state di ordinaria amministrazione. Bergamelli aveva manifestato un desiderio, poi le cose non si sono concretizzate ed è rimasto qui. È un giocatore importante per questa categoria, mi auguro che possa dimostrarlo anche quest’anno”. I numeri della campagna abbonamenti si avvicinano a quota 5.000: “Sono moderatamente soddisfatto. La gente ha risposto nel migliore dei modi. Adesso, per effetto del rinvio della gara contro il Fondi, ci ritroveremo ad affrontare tre trasferte consecutive. Questo significa falsare il campionato. Pensare che qualcuno creda ancora che il nostro pubblico sia pericoloso, che abbia bisogno di chissà quali controlli, è una cosa che mi fa male“.

  12. Ip Address: 87.17.151.157

    Purtroppo domenica non potremo vedere la partita del Catania perché non ci sarà . Il terremoto non ha fermato il calcio ma Renzi si. Problemi di ordine pubblico, magari dovuto alla lunghezza del codazzo di macchine blu e i poliziotti tutti mobilitati per contenere i cortei di protesta nei suoi riguardi. Certo che fare una festa dell’unità dopo un terremoto, delinquenza dilagante, crisi economica, mancanza di lavoro, furti delle banche e’ il massimo. Anche il fondi non ha gradito lo spostamento in quanto avevano già fatto i biglietti aerei e prenotato gli alberghi. Adesso loro dopo la partita rinviata al 28 avranno la trasferta di Monopoli la domenica e quindi non potranno tornare a casa e restare fuori con ulteriori aggravi di costi. Noi dopo il mercoledì 28 andremo a Taranto la domenica . Una trasferta d’inferno

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu