Egregio Presidente

 Scritto da il 24 gennaio 2013 alle 08:00
Gen 242013
 

Nino-Pulvirenti

 

Noi abbiamo consolidato  la nostra stima nei suoi confronti all’indomani del 2 Febbraio di qualche anno fa, quando con grande sagacia e “ nobbless “, ha saputo gestire, per tutto il resto del Campionato una situazione a dir poco abominevole in tutti i suoi risvolti.

Lei ha  sempre accompagnato le sue capacità di imprenditore  con  l’ esempio di signorile sportività e di tifoso appassionato. Dalla promozione nella massima serie, conquistata alla fine del campionato 2005/2006.  Domenica 28 Maggio 2006, ancora conserviamo l’edizione del  giorno successivo  del quotidiano la Sicilia, per noi catanesi rappresenta  una data storica della vita della squadra rosso azzurra,che, per la quinta volta, approdava nella Massima Serie. Intervistato, Lei affermava “ Successo meritato, che arriva a coronamento di una stagione esaltante, in cui tutti hanno dato il massimo. Lo dedichiamo alla città, che c’è sempre stata vicina”.

Da quei giorni, è stato tutto un susseguirsi di soddisfazioni per una città che langue, e che cerca di uscire dal vortice della bancarotta nazionale, e che ci ha fatto affermare, in passato, che, l’unica realtà da Serie A esistente a Catania, è la squadra di Calcio che Lei Presiede.

Detto questo, alla luce di quanto da lei affermato nella intervista rilasciata alla nota rete televisiva privata, oggetto del sopravvenuto deferimento, desideriamo  affermare con forza, tutta la nostra solidarietà a prescindere e condividere con Lei timori e preoccupazioni circa il tentativo, in prima istanza,  di mettere alla berlina la Sua persona(ci riferiamo a quanto Lei ha voluto tacere nel corso dell’intervista) e, a seguire, vanificare quanto di fatto conquistato sul campo dalla compagine rosso azzurra.( Forse le scuse ricevute dal Sig. Rizzoli per l’abbaglio preso nel corso di Catania-Juventus, ancora pesano? ).

Noi riteniamo nostro piacere, prima che nostro dovere esserLe accanto, a difesa di quanto Lei ha saputo creare nella nostra città, patrimonio che va al di là del mero fatto sportivo. Probabilmente, oltre che sul campo,alcuni elementi ,non sanno digerire le sconfitte che, pur democraticamente appalesate, hanno il sapore di “lesa maestà” da parte di chi viene considerato l’ultima ruota del carro ma che, nei fatti,  si rivela  un fantino in groppa ad un purosangue che, entrato a far parte del gruppo dei migliori, pur rimanendo nelle retrovie, all’occasione, ne ostacola, a suo merito, il “dovuto trionfo”.

La cosa che più ci preoccupa Egregio Presidente che Lei, spinto dal temperamento tutto siculo,, si lasci irretire in una spiacevole situazione che nulla a che vedere con il Calcio, perché è solo frutto di “lotta intestina tra  poteri forti” Un detto siciliano recita “Calma e sangu friddu”.

Rimaniamo in attesa di valutare il tutto alla luce del comportamento, all’occasione, di Lotito  e  Galliani. P.S. – Abbiamo notato con quale aria di meraviglia è stata accolto il comportamento Suo e del Sig. Lo Monaco, al momento delle votazioni.

Noi abbiamo gioito nell’apprendere che avete votato l’uno per l’altro, perché vuol dire che, qualche volta, gli uomini sanno fare valere la ragione e forse anche prevalere la stima recondita. Saluti

  25 Commenti per “Egregio Presidente”

  1. Ip Address: 95.245.11.230

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Buon commento Saretto!!! 😆 😆 😆

    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio con pioggia, neve sulle montagne a bassa quota e temperatura rigida!!! 😕 😕 😕

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….

    Tutta la mia solidarietà al ns. Presidente….. ma quando si arriva a certi livelli, bisogna essere anche un pò diplomatico.

  3. Ip Address: 95.245.11.230

    Salve raga’!!!
    Ciao joe!!!
    Giusto joe quello che ho scritto io.
    Leggi questo articolo ridotto, stanno facendo il c…o al Nostro Presidente!!! :incavolato: :incavolato: :incavolato:

    Copia e incolla da TuttoCalcioCatania.net

    23-01-2013

    ORE 19.25 – Autore: Livio Giannotta

    Il giornalista bolognese Roberto Beccantini, noto tifoso juventino, critica la classe dirigente della Lega Calcio. Lo fa attraverso il proprio sito internet beckisback.it:

    Abbiamo una classe di dirigenti senza classe. E, soprattutto, sempre quelli. Carraro, ex di sé stesso fin dalla culla. Geppetto Petrucci e i suoi Pinocchi della pace; Abete, «incompetente» fino a vecchio ordine. La Lega, in compenso, è un allegro bordello all’interno del quale cambiano i tenutari, ma non le abitudini. Ai tempi della Triade, Adriano Galliani era presidente, oggi è vice. Presidente, dimissionario dal 2011, è sempre Maurizio Beretta in quota Unicredit/Roma.

    Siamo passati dall’alleanza Juventus-Milan, vittoriosa fino a Calciopoli, alla ditta Inter-Juventus, sconfitta nelle urne di venerdì. Tra i consiglieri freschi freschi, spiccano il pluri-condannato Enrico Preziosi, nonché Claudio Lotito, un anno e tre mesi per frode sportiva in primo grado a Napoli; per tacere di Massimo Cellino, il boss del Cagliari che da Miami, via fax, invitò i tifosi a riempire lo stadio chiuso dal prefetto. Ai leghisti interessano soltanto due cose: il rigore e i quattrini. Al primo provvedono gli arbitri; per la distribuzione dei secondi, basta farsi prestare dal Cavaliere il ragionier Spinelli. Dunque: si sciolga la Lega e si trasferiscano i compiti in Figc. Certo, in via Allegri (allegri?) servirebbe un presidente forte, non un Abetino. Se però anche Andrea Agnelli che tanto sbraita l’ha votato, il presidente della Juventus non sarà «la zitella isterica in crisi di astinenza» dipinta dal fosco e volgare Pulvirenti, ma neppure, o non ancora, lo statista che i suoi tifosi sognano”.

  4. Ip Address: 93.46.39.208

    Buon giorno a tutti. Giorgio, qui freddo e sole.
    Joe, siamo perfettamente d’accordo. La tua considerazione è la sintesi di ogni discorso. A certi livelli, come dici tu, deve soprattutto valere il detto: “Ricordati che sei padrone delle parole che non dici e schiavo di quelle che dici”. Del resto,probabilmente, ha ragione Agnelli quando dice che il Presidente del Catania… non è aduso a “certi consessi”, altrimenti avrebbe ritenuto normali certi comportamenti da “palazzo”.

  5. Ip Address: 2.12.180.199

    Ora o perso tutti i dubbi xhe avevo sul Palermo,LO VOGLIO IN SERIE B dopo Lon Monaco Zampadilegno due emeriti Inquisiti!!

    PALERMO, Zamparini: “Pulvirenti ha esagerato, Agnelli è un bravo ragazzo”
    23.01.2013 20.36 di Andrea Carlino per itasportpress.it articolo letto 840 volte
    Intervenuto a La Zanzara su Radio 24, il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini ha parlato della recente elezione a presidente della Lega Serie A di Maurizio Beretta, definito “il campione dell’inefficienza”. Ha anche detto la sua sulle frasi di Pulvirenti nei confronti del presidente della Juventus Agnelli: “Ha esagerato. Io dico solo che Andrea è un bravissimo ragazzo, un signore, e mai si sarebbe permesso di scendere a quei livelli”.

  6. Ip Address: 93.65.243.254

    Buongiorno a tutti! Belli e brutti!!
    Rosario, articolo ineccepibile ed impossibile da non condividere. Mi congratulo anche per la ricercatezza linguistica mai banale e per nulla incline all’arte del dipingere ma finalizzata esclusivamente a sottolineare con cura i contenuti.
    Non avevo mai trovato l’occasione di congratularmi per i tuoi scritti, oggi che ho un pò di tempo a disposizione lo faccio anche per le precedenti circostanze.
    Da ex articolista mi sembrava il minimo soprattutto perchè ho sempre a cuore le sorti del sito.
    Detto ciò credo anch’io che un minimo di diplomazia avrebbe giovato a tutto l’ambiente, che so, sarebbe bastato dire: “Poichè manco da dieci anni e la situazione è disastrosa, proverò a rimediare alle magagne lasciate da chi invece ha presenziato con continuità, impegnandomi nel nuovo ruolo assegnatomi dalla maggioranza.”
    Credo che ciò avrebbe scatenato le repliche da parte di tanti; qualcuno, secondo me, sarebbe anche acidamente scaduto ancor più in basso dello “zitelliano dire”.
    In ogni caso la diplomazia ci avrebbe risparmiato la morale di Massimo Mauro sulle disastrose conseguenze che il calcio italiano subirebbe nella malaugurata ipotesi di un ulteriore indebolimento delle maggiori squadre nazionali (con la Juve nel cuore…) al cospetto delle grandi squadre del resto d’europa. Quasi fosse colpa nostra se gli arabi hanno preferito, al momento, investire il proprio denaro in Inghilterra, Spagna e Francia…Noi c’abbiamo gli americani!!
    La diplomazia ci avrebbe risparmiato la morale di Ilaria D’Amico, anche se lei stessa poverina vive in prima persona il conflitto d’interessi fra l’opportunità o meno di destraggiarsi abilmente fra i glutei di Agnelli o quelli di Galliani…
    La diplomazia ci avrebbe risparmiato vergognosi editoriali come quelli di lunedì da parte del direttore del giornale rosanero di cui allego link:

    http://www.gazzetta.it/Calcio/21-01-2013/pulvirenti-vecchio-che-avanza-calcio-rischia-restare-zitello-913916629853.shtml.

    Comprendo che siamo umani e, soprattutto, calorosi meridionali; pazienza, sono convinto che, in ogni caso, Pulvirenti saprà farsi valere in Lega contro un sistema ormai marcio e corrotto e contro tutti coloro che ancora, con malcelata avidità, proveranno fino all’ultimo a succhiare l’ultima goccia di sangue disponibile per darla in pasto alla propria progenie di vampiri.

    http://www.facebook.com/NonAcquisteroMaiPiuLaGazzettaDelloSport

  7. Ip Address: 95.245.11.230

    Salve raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Grande Marcello!!! :salve: :salve: :salve:
    Dispiace che non so scrivere come te e gli altri amici del sito.
    Si e’ vero, il Presidente Pulvirenti non ha contato fino a 10!!!
    Dico sempre ai miei figli e agli amici prima di parlare, per non prestare il fianco al nemico, contate fino a 10.
    Le conseguenze contro la persona del Presidente e del Calcio Catania le vedremo sotto traccia nei prossimi mesi.

    Buon pomeriggio a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  8. Ip Address: 87.19.163.226

    Un buon pomeriggio a tutti gli amici tifosi.
    Scrivete che poi leggero, mi aspetta una terribile serata da trascorrere dal dentista.
    Dico soltanto che la Lega calcio riflette la penosa società italiana.

  9. Ip Address: 95.239.52.97

    buonasera fratelli dal cuore :catania: un saluto a tutti i presenti e non ottima disamina saretto concordo con te Gomez: “L’andata è andata.. domenica sarà un’altra storia”
    MASCALUCIA (CT) – Tra i giocatori è il leader per rendimento. Davanti a lui solo Rolando Maran, il tecnico, premiato così dai voti delle stampa. Alejandro Gomez ritrova la Fiorentina a distanza di un intero girone. All’andata una gara sottotono, tra le più brutte sciorinate in campionato e nella sua esperienza in rossazzurro. Ques’…

  10. Ip Address: 95.239.52.97

    MASCALUCIA (CT) – Tra i giocatori è il leader per rendimento. Davanti a lui solo Rolando Maran, il tecnico, premiato così dai voti delle stampa. Alejandro Gomez ritrova la Fiorentina a distanza di un intero girone. All’andata una gara sottotono, tra le più brutte sciorinate in campionato e nella sua esperienza in rossazzurro. Ques’oggi in sala stampa, il “Papu” risponde alle domande di cronisti e tifosi partecipanti alla rubrica “Fai la tua domanda a..”

    “2013 cominciato bene? Sì, e speriamo che continuiamo su questa strada anche se dobbiamo migliorare tanto.

    Mentalità diversa?

    “Si è stata una partita un p0′ strana a Genova. Abbiamo sbagliato tanto goal e l’abbiamo chiusa alla fine. Penso che per loro è stata una gara difficile e abbiamo approfittato. Abbiamo dimostrato che in trasferta siamo forti.

    Contro Montella?

    “Non ci sono significati particolari. E’ una gara come le altre. Alla Fiorentina mancheranno giocatori importanti. Si sentirà la loro assenza, ma chi li sostituirà farà bene.

    Cani è arrivato e se giocaste col 3 5 2?

    Sarebbe qualcosa di nuovo il centrocampista per me. Ma se devo giocare mi allenerò per fare bene.

    Roncaglia?

    “Lui è un terzo nella difesa. Lo conosco è bravo ma è più pericoloso Quadrado.

    “Sono contento di essere rimasto a Catania. Penso alpresente e sono molto contento. Stiamo facendo un grande campionato e non mi interessa il mercato.

    “Con Castro? Abbiamo già giocato a Pescara tutti e tre, anche se non è il suo ruolo perché deve lottare con la difesa a tre. Se riesce a fare il suo gioco c’è tanto spazio per noi esterni.

    “Sappiamo che la partita per noi è importante e siamo fortunati a giocare la gara in casa. Diamo qualcosa in più al Massimino e giochiamo per attaccare non difenderci.

    Mercato

    “Ovviamente le società pensano alle loro strategie. Nessuno si muove fino a giugno e per me va bene.

    Scontro diretto per l’europa?

    “La cosa principale è vincere la partita, il nostro obiettivo è la salvezza e dopo si vedrà.

    Paglialunga in campo al posto di Lodi, cambia qualcosa?

    “Sono contento per Paglialunga per cosa ha sofferto, ma per noi non cambia molto e sappiamo cosa fare dentro il campo, cambia il nome ma non gli schemi.

    “Tatticamente a me piace molto giocare con il 4-3-3 ma giocare a specchio abbiamo fatto meglio. La Fiorentina di oggi è maturata tanto, anche noi, non ci hanno lasciato spazio per fare giocate ma adesso è diverso.

    Come mi trovo con Maran?

    “Mi trovo bene non sono uno cattivo che fa problemi al mister, abbasso la testa e lavoro, sa gestire il gruppo sa parlare nel momento giusto, sta facendo la prima esperienza in serie A e lo abbiamo aiutato.

    C’è un episodio che ti ricordi su Montella?

    “La migliore cosa che abbiamo fatto è il possesso palla, dominare la gara grazie al possesso palla.

    I regali?

    “Si ho ricevuto il regalo di Bergessio per l’assist, ha speso molto.

    Llama?

    “Conosco Llama dal settore giovanile, lo conosco da 10 anni, contento per lui ma deve trovare spazio e continuità :sciarpa: :sciarpa: :catania: :ciao: :ciao:

  11. Ip Address: 95.239.52.97

    Stampa: La sud chiama a raccolta la città. Spolli ed Alvarez alla carica

    La rassegna dei quotidiani in edicola: Si avvicina la sfida contro la Fiorentina. Per il Catania il test che dirà tanto sulle proprie ambizioni future. Spolli ed Alvarez parlano in sala stampa caricando l’ambiente. La curva sud chiama a raccolta la città. Almiron non recupera, si prepara Castro. :sciarpa: :sciarpa:

  12. Ip Address: 95.239.52.97

    Almiron ancora ko Domani si discute il ricorso per Lodi (La Sicilia)

    “Per domenica torna a disposizione Legrottaglie. Dopo l’arrivo di Çani si pensa a sfoltire la rosa

    “Alla sfida con la Fiorentina, il Catania ci arriva sullo slancio di un risultato – l’exploit di Marassi con il Genoa è destinato a restare a lungo nella storia – nel quale si sono indubbiamente specchiate sia le qualità tecniche sia la compattezza di un gruppo che appare, ogni giorno che passa, sempre più consapevole delle proprie possibilità. Non era nella pienezza delle risorse, la formazione di Rolando Maran, così come non lo sarà nell’occasione del faccia a faccia di domenica prossima con i viola (non ci sarà lo squalificato Bergessio così come non ci sarà Almiron che non ha ancora ripreso ad allenarsi con i compagni), eppure è riuscita ad esprimersi, nell’organizzazione di gioco e nell’atteggiamento mentale, ad un livello che, negli anni, di rado, in campo esterno, è risultato così elevato. Adesso, con la Fiorentina al Cibali, si tratta di continuare il discorso e di migliorare il trend di rendimento che, nelle prime tre gare del nuovo anno, consente alla squadra rossazzurra di guardare tutti o quasi dall’alto in basso: l’obiettivo, primo e irrinunciabile, rimane comunque la salvezza, per i sogni c’è ancora tempo. La Fiorentina, che ha interrotto con il Napoli una serie negativa che ne ha messo a dura prova le le certezze, non sarà un avversario facile, di questo non c’è, nell’ambiente, chi non sia consapevole, ma il buon momento di forma della squadra e la voglia di battersi che si è specchiata nei novanta minuti di Marassi lasciano bene sperare.

    ALVAREZ «Catania arriviamo a 50 punti» (La Sicilia)

    “«Nessuna rivincita personale contro Montella Ci siamo già stretti la mano all’andata a Firenze»

    “«L’entusiasmo c’è, ma va gestito. Di certo c’è che siamo una grande squadra, un bel gruppo e che lo dimostriamo ogni domenica»

    “Diavolo di un Pablo. Anzi, per dirla nel suo idioma (seppur con qualche licenza), “diablo d’un Pablo”. Lo avevamo salutato a Pescara, prima della sosta, mentre abbandonava lo stadio abruzzese con una gamba penzoloni e tanta amarezza: vacanze rovinate, da trascorrere più sulle macchine del fisioterapista che sul campo d’allenamento e, possibilmente, con un occhio alla bilancia; perché la sosta forzata, in questi casi e in questi periodi, finisce inevitabilmente col giocare dei brutti scherzi. Lo abbiamo ritrovato a Genova, tirato a lucido come un figurino («ho lavorato tanto, ho perso anche due chili… ») e ancora tonico, determinato, reattivo, diremmo pure cattivo come serve quando devi batterti in determinati campi, contro determinati avversari e pure per determinati obiettivi. Quali? Sentite proprio Pablo Alvarez, che in questa intervista, piuttosto che a difendere come sua consuetudine, pensa ad attaccare: «Dobbiamo arrivare al più presto a 50 punti». Ma non si era detto 40? «Mi sembra che i tempi siano maturi per alzare l’asticella. Questa squadra ha le possibilità per farlo». Essere a “quota 32” alla seconda giornata del girone di ritorno non è male, in effetti. «Magari non sarà male, ma ancora non abbiamo fatto niente». Suvvia, un po’ di entusiasmo…. «L’entusiasmo c’è, ma va gestito. Di certo c’è che siamo una grande squadra, un bel gruppo e che lo dimostriamo ogni domenica»

    E la Curva Sud dopo Marassi convoca la città per sognare (La Sicilia)

    “In fondo quello striscione e quella pattuglia di “carusi” degli Irriducibili Curva Sud che domenica erano in curva allo stadio Marassi di Genova, potrebbero anche essere il segno tangibile di quel che molti vorrebbero e propongono: il ritorno alla normalità. Perché essere andati a Genova, avere potuto comprare i biglietti per accedere ad un settore dell’impianto sportivo di Marassi, grazie anche ai buoni rapporti che intercorrono con gli ultras genoani ed avere assistito alla partita, e alla splendida vittoria, del Catania senza che accadesse praticamente nulla, nessun piccolo intoppo, diciamo, è un bel successo. Che non era andato in porto a Parma, dove, nonostante la vendita libera dei biglietti per una partita che non prevedeva restrizioni per i tifosi ospiti, una ventina di ultras erano stati costretti, dopo un lungo e costoso viaggio, a restare fuori dallo stadio e a doversene tornare a casa senza assistere alla partita. A Genova, invece, i ragazzi sono arrivati, hanno incontrato gli ultras rossoblù, hanno acquistato i tagliandi e sono entrati in uno dei settori liberi dello stadio. C’è stato soltanto un fuori programma curioso più che altro: loro facevano il tifo, e in quel settore c’erano un po’ di genoani che volevano seguire la partita in maniera più tranquilla. Intervento della Digos e semplice trasferimento al settore ospiti. Dove c’erano un’altra decina di tifosi

    ARGENTINA (Tuttosport)

    “Con romero e andujar contro la Svezia Alejandro Sabella, ct dell’Argentina, ha chiamato i portieri Romero della Sampdoria e Andujar del Catania per l’amichevole del 6 febbraio con la Svezia a Stoccolma. Nella lista anche i difensori Campagnaro e Fernandez del Napoli. Da segnalare il ritorno di Banega a centrocampo, mentre in attacco co sono Messi, Aguero, Lavezzi e Higuain.

    I DIRIGENTI (Tuttosport)

    “Parata di giocatori e allenatori, ma anche di ex dirigenti: su tutti Beppe Marotta , quindi i suoi tanti successori. Tra gli ultimi, in ordine di tempo, anche Doriano Tosi e Pasquale Sensibile . Belle parole di Sergio Gasparin , oggi d.g. del Catania: «E’ stato un uomo che ha sempre avuto un grande valore, quello del rispetto delle regole». Poi l’uscita del feretro dalla chiesa, Riccardo Garrone accompagnato dai suoi calciatori verso l’ultimo viaggio, gli interminabili applausi della sua gente. Ciao Presidente.

    Terapie per Almiron, Sciacca a parte (Il Giornale di Sicilia)

    “Fatica doppia, per il Catania, secondo l’usuale programmad’allenamento del mercoledì. Nellaprimafase della sedutamattutina, lavoro essenzialmente atletico etestdi valutazione in palestra. Nel pomeriggioesercitazioni tattiche a squadre contrapposte. Terapie per Almiron, allenamento individualizzato per Sciacca. Oggi alle 14.30, in sala stampa, Alejandro Gomez risponderà alle domande dei giornalisti.

    «CATANIA DA PRIMISSIMI POSTI» (Il Corriere dello Sport)

    “Spolli: Prima la salvezza. Ma se giocassimo fuori come in casa…

    “«La Fiorentina? Dobbiamo vincere per riscattare la gara dell’andata e perché c’è Montella…»

    “Qualcuno dice che parlarne “porta male”, ma giocare tre partite di campionato senza subire lo straccio di un gol è soddisfazione di non poco conto. Anche perché, grazie a questa compattezza del reparto arretrato, il Catania ha potuto scalare una posizione di classifica dopo l’altra, rosicchiando un punto e poi ancora un altro alle battistrada che, fra l’altro, dispongono di rose di atleti da decine e decine di milioni di euro. IL BUNKER – Chi, a questo punto, meglio di Nicolas Spolli, il difensore rossazzurro col più alto rendimento stagionale, può spiegare il segreto di questa squadra? «Non c’è segreto – sorride il centrale argentino – o, meglio, c’è soltanto una cosa che può essere evidente a tutti: questo è un gruppo, non una squadra; un gruppo dove chi gioca fa bene, ma chi subentra, il più delle volte, è in grado di fare meglio di chi gli ha lasciato il posto. Ecco spiegate indirettamente, così, le tre partite disputate senza prendere gol. Si dice merito della difesa, ma il merito è dei compagni degli altri reparti, centrocampo e attacco, che ripiegano continuamente e tolgono agli avversari possibili spazi fra le linee».

    Commenti tutto il resto e noia :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :ciao: :ciao:

  13. Ip Address: 93.46.41.55

    Un caro saluto a Giorgio, Joe,Chiarezza, Marcello , Tino(Il Professore). Marcello, fa piacere sentire che i pareri espressi sono condivisi. Mi piacerebbe che tu trovassi il tempo per incrementare la dialettica di questo sito. Per quanto riguarda Pulvirenti, e chiudo per sempre, mi piacerebbe che lui, quale atto di cortese e calorosa sicilianità, invitasse Agnelli e Marotta a visitare e trascorrere una giornata a Torre del Grifo. :salve: :ciao: :catania: :sciarpa:

  14. Ip Address: 88.66.38.164

    Buonasera a tutti
    un buon articolo lo letto con interesse solo il finale non mi trova d#accordo
    il Presidente del Catania Pulvirenti se ha detto quello che ha detto avrà avuto
    sicuramente i suoi buoni motivi e non credo che si sia lasciato trasportare dalla sua Sicilianità non ci credo e secondo me ha fatto bene e tempo che cambino le cose che non si e disposti ad accettare le arroganze e le suppichierie di chi si crede onnipotente in questo mondo del calcio truffaldino , devi farti rispettare se neccessario anche con delle battute leggermente pesanti se no non sarai mai rispettato basta con questa politica del ruffianamento o si e uomini con le palle quadrate nella vita oppure sarai sempre supino ad a prenderla in quel posto
    ciao a tutti

  15. Ip Address: 95.239.52.97

    24-01-2013

    ORE 14.30 – Autore: Livio Giannotta

    Uno dei prospetti più interessanti del calcio giovanile italiano, la stellina dell’Under 20 di Lega Pro e dell’Aquila Francesco Agnello, centrocampista classe 1992, è stato seguito con spiccato interesse dal Catania. La società del presidente Pulvirenti ha avviato contatti con il club aquilano, il quale, intanto, sta definendo l’acquisto dagli etnei di Andrea D’Amico. Si potrebbe trovare un accordo con il Catania per la cessione di Agnello a giugno. (TuttoCalcioCatania.net)

    24-01-2013

    Uno dei prospetti più interessanti del calcio giovanile italiano, la stellina dell’Under 20 di Lega Pro e dell’Aquila Francesco Agnello, centrocampista classe 1992, è stato seguito con spiccato interesse dal Catania. La società del presidente Pulvirenti ha avviato contatti con il club aquilano, il quale, intanto, sta definendo l’acquisto dagli etnei di Andrea D’Amico. Si potrebbe trovare un accordo con il Catania per la cessione di Agnello a giugno. (.)

  16. Ip Address: 95.239.52.97

    24-01-2013

    Claudio Vagheggi, procuratore di Sergio Almiron, apre alla cessione del centrocampista. Queste le sue parole a Radio Kiss Kiss: “Abbiamo parlato di Almiron sia con il Torino che con il Genoa, i rossoblù lo seguono da più di due mesi. Mi auguro che si realizzi il trasferimento. Il giocatore è felicissimo a Catania ma se non si dovesse risolvere la questione del rinnovo contrattuale credo convenga val utare una situazione diversa. Mi auguro che gli etnei trovino una soluzione per farlo andare via, mi piacerebbe vederlo giocare a Napoli anche se è un’ipotesi che al momento escludo del tutto. In passato Sergio fu molto vicino agli azzurri ma per una serie di motivi non se ne fece nulla”. .

  17. Ip Address: 88.66.38.164

    e poi il zampagnini o come cavolo si chiama e quell’altro
    gran signore lo manico del tibet
    non meritano neanche di essere presi in considerazioni
    hanno colto l#occasione al volo per arruffianarsi le simpatie di certi grandi del calcio
    chissà magari sperano in dei piccoli favorini
    sono da vomito
    arisalutamu

  18. Ip Address: 2.12.180.199

    Ciao mbari Lux
    Sono d’accordo con te, Pulvirenti quella frase non se le fatta scappare, se la detto un motivo ci sarà senz’altro e una diatriba se continuano su questa storia farà male solo alla Juve………….dichiarazioni di Conte o Agnelli su Calciopoli e poi cosa è successo nella riunione di Lega?

  19. Ip Address: 93.46.0.60

    Buona notte a tutti. :salve: 😉 :ciao: :catania: :sciarpa:

  20. Ip Address: 151.54.136.62

    D’accordo con quanto detto dal buon lux … :salve: :salve: :salve:

  21. Ip Address: 151.54.136.62

    … e naturalmente, anche con il mio amico Vittorio … 😆 😆 😆

  22. Ip Address: 95.234.194.181

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente coperto e temperatura da brrrrrrrrrrrr!!!

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  23. Ip Address: 93.46.35.185

    Giorgio, qui giornata apparentemente assolata ma fredda.
    :incavolato: :incavolato: :incavolato:
    Gennaio si fanno sentire :bizzarro: :bizzarro: :bizzarro:
    Tanti :ciao: :ciao: :ciao: a tutti.

  24. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici del sito,ciao Giorgione,ciao Rosario :ciao: :ciao:

    Indubbiamente sposo in toto l’ottimo articolo di Rosario,oltre ai commenti di Marcello,Vittorio,Lux e tutti gli altri amici.

    Spesso si dice dalle nostre parti,’à ‘codda ‘ruppa…’ruppa,’cì ‘và ‘ndò’ ‘menzu ‘cù ‘non ‘cì ‘cuppa.

    Ebbene sì,mi dispiace per qualche palermitano(di cui il direttore dell’ufficio dove lavoro),ma spero con tutto me stesso di vedere il Palermo,non solo retrocesso,ma sempre più giù,peggio di come si trova adesso il Messina.

    Zamparini,come diciamo noi, è ‘comu ‘àbbannera,’unnì ‘tiro ‘ù ‘ventu va. In altre occassioni,ha attaccato la rubentus per allearsi con Inter e Milan,e,viceversa,perciò,in tutta questa “storia” che,lui non centra,si è preso le corna da terra e se li è messi in testa.

    Questo atteggiamento subdlo di Zamparini,conferma ancor di più,come proprio lui,sia uno dei veri faccendieri del mondo del calcio,col cavolo che avrebbe fatto calcio a Palermo senza le concessioni ottenute per le sue aziende.
    Comunque,pur schierandomi al 100% con Pulvirenti,in questa tana di lupi al potere,bisogna stare attenti,perchè,spesso te la fanno pagare in altri modi e già ne abbiamo avuto la prova.

    Chiudo questo discorso da volta stomaco(riferito ad Agnelli,Ilaria D’amico di sky,”la gazzetta dello sporco” e l’accoppiata Zamparini-Lo Monaco) e mi appropinguo a parlare di calcio,per quel poco che resta.

    Mi dispiace,ma non posso andare allo stadio,sinceramente, 80 euro (io e mio figlio) non posso darle,ma anche nelle curve(però mi facissi vilenu),mi viene un pò difficile.pazienza,la vedrò in tv.

    Spero in un’accoglienza sonorata da fischi per Montella e se poi,i ragazzi vogliono farci un bel regalo,un 4-0 sarebbe gradito.

    Per l’amico Vittorio che saluto :salve: :ciao: :ciao: farei ben volentrieri le pagelle,anche perchè,mi mancano i confronti e le tue “critiche” 😉 ma sinceramente mi manca il tempo,Joe può dirlo,ci mettevo ben volentieri del tempo e spesso qualche nottata,ma essendo cambiate le mie mansioni in C.R.I. non riesco a trovare il tempo per consgnare l’articolo entro il martedì mattina.

    Un saluto a tutti e buona giornata 😉 :salve: :ciao: :ciao: :catania: :sciarpa:

  25. Ip Address: 88.53.188.210

    ITALIA, Prandelli confessa: “Volevo portare Lodi all’Europeo, ma…”
    25.01.2013 08:25 di Andrea Carlino Twitter

    In un’intervista esclusiva alla “Gazzetta dello Sport”; il c.t. dell’Italia, Cesare Prandelli parla del 2013 azzurro e svela anche un’interessante retroscena su Lodi, il talentuoso centrocampista del Catania, fuori a sorpresa dalla lista dei convocati per l’Europeo: “Lodi? Volevo portarlo all’Europeo. Ne parlai con Montella, poi feci una scelta di prospettiva. Verratti nella lista dei 30. Anche per questo mi è sembrato scandaloso che in Italia se lo siano fatti scappare: un under 21 già arrivato in Nazionale”.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu