EUTANASIA SI EUTANASIA NO

 Scritto da il 31 maggio 2016 alle 09:19
Mag 312016
 

catania-in-A

In questi giorni da clima elettorale non propongo con il titolo un referendum. Questa delicata materia in cui le coscienze risultano combattute tra il desiderio di privare di ulteriori sofferenze un corpo prossimo alla fine e quelle che si schierano tra coloro che ritengono non sia proponibile togliere anche un attimo di vita a un essere vivente, nel suo piccolo e con molto rispetto verso questa importante tematica appena raccontata, mi sembra idonea a rappresentare il pensiero dei tanti tifosi, supporter, addetti ai lavori dal cuore rossazzurro che hanno creato due fronti differenti di pensiero: da una parte tanti ed in continuo aumento a seguito dei risultati di questa stagione appena conclusa e degli atteggiamenti sempre più ermetici  della dirigenza Etnea che, per il troppo amore verso la maglia, sono ormai decisi a staccare la spina abbandonando la squadra del proprietario al suo destino o meglio ad augurarsi una retrocessione nei dilettanti per sperare in un cambio di proprietà, anzi augurandosi addirittura che il fallimento della Wind jet si estenda e travolga anche il calciocatania per ricominciare da zero con altra matricola, altra categoria e altra proprietà.

Dall’altra parte, il pensiero di coloro che sperano in un proprietario redento che, memore degli errori commessi, si impegni per il bene della sua squadra ad avviare una stagione importante che porti alla promozione diretta, quelli cioè che non vedono ancora all’orizzonte imprenditori seri disposti a rilevare il Catania e che farebbero di tutto per mantenere ancora quella matricola che dal 1946 ci onoriamo di amare e che ci rappresenta e che vive nei nostri ricordi, nel nostro attuale  presente e si spera viva ancora per un futuro ricco di pagine importanti .

Nel mezzo solo l’indifferenza di tanti pseudo tifosi più portati ad indossare colori diversi di squadre spesso del nord per i quali le otto stagioni in serie A vissute dalla squadra dell’elefante sono servite soltanto per poter ammirare i loro beniamini strapagati e strafamosi, Quelli  disposti a scendere in piazza solo nelle grandi occasioni di giubilo per il classico giustificato “buddellu” , per farsi il selfie su macchine colorate o dentro le fontane cittadine e che alla prima sconfitta scompaiono come neve a primavera. No, di questi ultimi non ne voglio parlare, non li ritengo veri tifosi rossazzurri, per me non esistono. Torniamo ai due gruppi : chi dei due ha ragione? Si può condannare qualcuno che ha tanto sofferto per queste retrocessioni e che ha chiuso la porta in faccia alla proprietà a causa dei manifesti errori commessi sia dal punto di vista sportivo che di immagine ? Questa parte di tifoseria , prima piccola frangia estrema cominciatasi  a formare dopo la perdita della serie A e che si è rifiutata di sottoscrivere gli abbonamenti in serie B non convinta di quegli slogan che risuonavano in quel luglio del 2014 ma che ha cominciato a lievitare dopo la presa di posizione della società sulla richiesta del licenziamento del dirigente argentino che i tifosi richiedevano a gran voce, ottenendo per risposta silenzi e chiusure a riccio è aumentata ancora in maniera molto evidente dopo l’onta del 23 giugno dello scorso anno e ha continuato ancora in un crescendo rossiniano in campionato al termine di ogni partita nella quale la squadra non offriva le prestazioni sperate ma  hanno perdurato a rimanere attaccati a quei colori con la speranza, a salvezza avvenuta, che si avverasse l’agognato cambio di proprietà proposto da tre imprenditori, due stranieri ed uno locale i cui risultati, come in un segregato conclave, sono stati affidati a scarni comunicati, insoddisfacenti letture e gravi supposizioni rese possibili dai silenzi che la stessa società ha ritenuto opportuno adottare.

E mentre questa parte di tifoseria insoddisfatta e disposta a fare di tutto per staccare la spina al malato cronico aumenta in maniera esponenziale , diminuiscono paurosamente i tifosi ancora disposti a dare fiducia a questa società , per l’amore alla maglia , alla sua matricola, alla sua storia, alla paura di ritornare in un girone di eccellenza e, per questi motivi, sono ancora disposti ad andare allo stadio magari urlando la loro rabbia verso chi li ha condotti alla deriva ma continuando a sventolare fino alla fine quei colori tanto amati.

Non ritengo ne trovo corretto propormi a paladino dell’una  o dell’altra parte degli schieramenti perché è giusto ed onesto che ciascuno faccia le sue  scelte libere da condizionamenti , sempre ammesso che io possa o voglia influenzare qualcuno. Ritengo che tutte  le due parti in causa amano e soffrono con vedute diverse, come può fare al capezzale di un moribondo il familiare che vorrebbe evitare al suo caro inutili ulteriori sofferenze o quello che non è disposto a vederlo morire addirittura per sua mano.

Una cosa è certa: il  malato esiste e la cosa migliore sarebbe che arrivi un miracolo immediato come un cambio di proprietà che porterebbe energie ed entusiasmo ad una piazza arrabbiata o, in alternativa, delle cure adeguate che facciano riprendere il paziente in fretta, sempre ammesso che ci siano i soldi per acquistare queste costose medicine.

Al momento, posso solo dire che i silenzi non aiutano anzi rendono ancora più evidente la crescita di coloro che oramai, la maggioranza, si batte per il distacco della spina.

  61 Commenti per “EUTANASIA SI EUTANASIA NO”

  1. Ip Address: 151.18.1.173

    La Redazione è stata magistrale! Ha indetto un referendum tra i tifosi del Catania . Io ,parlo da vecchio tifoso ,da sempre innamorato di questa squadra ,che mi ha fatto gioire e spesso soffrire. No ,io sono di quei tifosi che ,assolutamente non ha mai pensato a staccare la spina! Una cosa di questo tipo ,non la faccio e non la farei mai! Quel signore non merita alcun credito,ma i nostri colori,vanno rispettati ed amati a qualsiasi costo! Andavo nei campetti a tifare ma non ho mai abbandonato la squadra del mio cuore ! Sono state combattute molte lotte ! Da Massimino,da Gaucci sono state battaglie contro soprusi ,sovercherie,intrallazzi ai danni della nostra squadra! Ho sofferto e sono pronto a soffrire molto! Vedete,amici,molti tifosi sono stanchi si sentono traditi,sbuffano e dicono di non volere più seguire la squadra. Mentono a loro stessi,perché ,al minimo segnale di qualche luce,di qualche spiraglio ,fanno ammenda e tornano vicini alla squadra! Io sono sicuro che il VERO tifoso rosso azzurro non PUÒ e non VUOLE staccare la spina! Il Catania deve VIVERE!

  2. Ip Address: 151.18.1.173

    Amici,ritorno,dicendo che giustamente,come dice la Redazione non si può rimanere in silenzio! Esprimete il vostro pensiero! Io , continuo a sperare nel miracolo ! Un atto di umiltà di quel signore ed il coraggio di qualche imprenditore onesto ,disposto a salvare il salvabile!

  3. Ip Address: 62.2.176.13

    Brava Redazione
    Bravissimo Armando

    Io non staccherei mai la spina al CATANIA. Ma quel UOMO non lo seguo più. Purtroppo lui é il CATANIA. Noi siamo solo contorno…………

    Grande rispetto per ARMANDO E TUTTI I VERI TIFOSI COME LUI!

    Ciao a tutti

  4. Ip Address: 79.46.141.108

    Buon pomeriggio ragazzi. Io sono tentato di staccare la spina ma è’ facile dirlo adesso a campionato finito e con la rabbia in corpo pensando al venir meno della prevista cessione. Ci riuscirò a fine agosto quando partirà in nuova stagione? Quando il canale della play TV previsto anche a pagamento manderà in onda le immagini del nostro Catania probabilmente inserito in un nuovo girone dell’Italia centrale come echeggia da più parti? Non credo di farcela ma data la distanza il problema dello stadio purtroppo non me lo posso porre. Certo un invito voglio farlo a coloro che hanno la fortuna di vivere a Catania ed ancora non lo sanno che domenica 5 giugno alle ore 17.00 ci sarà al Massimino la festa dell’orgoglio rossazzurro organizzata da grandi tifosi rossazzurri con le curve in testa a gridare l’amore per la maglia . Occorre riempire lo stadio e lo spettacolo sarà gratuito e saranno presenti anche vecchie glorie rossazzurri da spinesi a Baiocco. Vestitevi di rossazzurro e andate perché sarà l’unico momento per rivedere il Massimino pieno come ai vecchi tempi . Non mancate

  5. Ip Address: 87.1.207.228

    Raggio Libero (bravo come sempre) ha rappresentato perfettamente l’attuale stato d’animo di tutti noi tifosi. Lo ha evidenziato con equilibrio, correttezza ed imparzialità. Io ho già espresso il mio pensiero in merito e rispetto quello di chi non la pensa come me. Una cosa è certa, stiamo continuando a soffrire tutti e purtroppo non ci rimane che aspettare ancora. Un abbraccio

  6. Ip Address: 87.13.144.223

    Amici non si può rimanere in silenzio,è ovvio io come tantissimi tifosi non appena inizia il campionato tiferemo Catania,ma come a casa o allo stadio? Continuiamo a soffrire tutti,aspettiamo ma ormai è chiaro che il Catania resterà a finaria e quindi quel pulvir….che ci ha uccisi ci ha distrutti.Deve solo sperare che vada bene perchè il tifoso Catanese se la squadra gira va allo stadio e non che dimentica,non è fesso ma è malato di rossoazzzurrite.Saluti a voi tutti

  7. Ip Address: 5.97.48.29

    Buonpomeriggio a tutti

  8. Ip Address: 151.68.42.28

    Cari amici ,forse la Redazione ,avrebbe voluto qualche commento in più ,sul quesito ,quasi referendario, posto ! E’ stato posto in maniera chiara! MI sarei aspettato qualche risposta in più ! Comunque, il fatto che domenica prossima 5 giugno ,sia stata programmato ,allo stadio Massimino, un raduno con una manifestazione ,pacifica di protesta ,dimostra che i veri tifosi catanesi,non vogliono staccare ,nella maniera più categorica possibile, la spina al ‘ipotetico moribondo proposto da Raggio Libero! La storia del CATANIA deve continuare! La cura ,sarà robusta, ,perchè i numerosi e veraci tifosi etnei ,si faranno sentire ed urleranno tutta la loro rabbia ,accumulata in questo periodo! Le orecchie di coloro che sono i responsabili del disastro ,saranno costretti a sentire ! Questi stessi ,qualora fossero ancora delle persone con un minimo di sensibilità e di dignità ,dovrebbero vergognarsi ed umanamente fare diversi passi indietro e cercare di ridare alla città di Catania quella dignità che loro stessi hanno distrutta e vilipesa!

  9. Ip Address: 5.168.102.186

    Non stacchero’ mai la spina a dispetto dei silenzi e nonostante la continua tentazione di farlo prevarrà sempre l’amore che nutro nei confronti della squadra. Capisco il malumore e il malcontento per la mancata cessione, ma preferisco tenermi Pulvirenti tutta la vita che vederla in mano ad affaristi senza scrupoli che la acquisirebbero solo per farsi pubblicità. A Pulvirenti si può contestare tutto tranne che non ami la squadra e a volte il troppo amore ti porta a commettere errori devastanti, quindi continuerò a sostenerla ad oltranza

  10. Ip Address: 151.37.19.81

    Il commento di Gaetano ,indica chiaramente,cari amici,che cosa è veramente il tifoso del Catania.Nonostante le continue avversità ,malgrado il silenzio attuale societario, malgrado l’indifferenza di personaggi che dovrebbero tutelare gli interessi del Catania e della città di Catania,contro tutto e contro tutti il TIFOSO rosso azzurro,il vero però ,non lascia la sua squadra. Sono certo che tutti coloro che ,sfiduciati , non scrivono la pensano come Gaetano! Sempre ,però, con il massimo rispetto di chi la vede diversamente!

  11. Ip Address: 79.42.93.125

    Gaetano anch’io non stacco la spina e mi sto rassegnando a quello che succederà e già lo sappiamo,ma permettimi che speravo come tanti che ci potesse essere un cambio societario,per avere nuovi stimoli.
    Ovviamente non si può dimenticare quello che pulvirenti e lo monaco hanno fatto per il Catania,ma sai benissimo che Lo Monaco anche con il suo carattere burbero aveva ragione,e quel signore di Gasperini pure.
    Perche si è fidato di Cosentino e altri amici si è fatto guidare da gente che lo hanno e ci hanno portato a questo risultato? Nella vita chi sbaglia paga,e lui ha sbagliato tanto,ci è cascato come un fesso lo ha fatto dicono per amore per la sua società o per i soldi? comunque io ti saluto ho detto liberamente la mia come facciamo in questo sito,mi piace leggere e ascoltare i commenti altrui,ogniuno di noi la pensa a modo suo,ti stimo e sto ribattendo tranquillamente ma sappi che sono amareggiato,deluso e confuso,come lo spieghi tu tutto questo silenzio societario?
    non hanno rispetto per coloro che amano il nostro Calcio Catania,che prendiamo sole, pioggia, vento, freddo e spendiamo sia economicamente che in tempo strappato a volte a qualche gita con la famiglia.Un saluto affettuoso avvilito ma non sconfitto,e sempre FORZA CATANIA 46

  12. Ip Address: 82.55.194.221

    Murale al Massimino. Il Comune ha dato il via alla realizzazione dell’opera. Sarebbe bellissimo vedere la figura del nostro amatissimo Giorgio tra quelle che hanno fatto la storia del Catania. Quale iniziativa potremmo intraprendere per tentare, almeno, di concretizzare questo nostro grande sogno? Il solito abbraccio a tutti

  13. Ip Address: 151.82.79.224

    Ringrazio il mio amico Filippo per aver ricordato il caro Giorgio e per aver scritto che sarebbe bello ,davvero ,che nel murale al Massimino ci possa essere raffigurata l’immagine di un super tifoso,quale è stato l’amico scomparso! Sono pienamente d ‘accordo! Chissà forse ,qualcuno residente a Catania , potrebbe fare qualcosa per realizzare questo evento ,che io credo che possa essere condiviso dalla Redazionee dagli amici commentatori. In questo periodo ,che noi del sito,non possiamo fare altro che attendere che si sviluppino gli eventi della situazione societaria, forse possiamo occuparci di come concretizzare questa idea. Sarà possibile realizzarla? Non lo so,ma sono sicuro che ,se c’è qualcuno che sì meriti di stare tra i grandi del Catania ,questo è Il caro Giorgio!

  14. Ip Address: 79.46.141.108

    ragazzi difficile staccare la spina anche se Pulvirenti lo meriterebbe. Secondo me dall’anno di B che ha rotto con i tifosi non stiamo venendo più fuori dal tunnel. Io non credo che con lui ci sarà un rilancio e credo che rimarremo nel pantano della lega pro per non so quanto tempo. I problemi societari anzi del gruppo finaria si ripercuotono anche sul calciocatania e dobbiamo solo sperare che in un prossimo futuro non arrivi il paventato fallimento. Si sente nello spogliatoio l’aria pesante e ciò comporta che sia l’allenatore che i giocatori che verranno non saranno prime scelte in quanto senza un progetto di risalita sicura e con gli spalti del Massimino minacciati di restare deserti non potranno arrivare giocatori disposti a lottare per la B. Ci vuole una scopa nuova per fare pulizia altro che scope oramai corrose dal tempo e dalle circostanze.

  15. Ip Address: 151.82.79.73

    Sono in sintonia con te caro Catanese a Napoli,ma assodato che noi ,non staccheremo mai quella spina della quale parlava la Redazione,ti prego,cerchiamo di staccare la spina di occuparci più di tanto del problema societario ,tanto noi non possiamo farci niente! Purtroppo ,non basteranno le manifestazioni come quella di domenica per incidere sulla risoluzione della grave situazione . Non possiamo passare tutta l ‘estate a macerarci e ad affannarci,bisogna soltanto aspettare ed ancora una volta pazientare. Piuttosto,volevo sentire da te,che hai conosciuto personalmente Giorgio e che hai partecipato alle Sue esequie e che conosci bene la Sua stimata famiglia,che cosa pensi sull ‘idea lanciata da Filippo ed appoggiata da me. Come la consideri? Un domani potrebbe essere realizzata? Vedi ,specialmente ,a noi due tifosi( Filippo e me ) ha fatto sensazione il sapere che Giorgio era napoletano ,ma tifava per il Catania ,solo perché il nonno era un tifoso rosso azzurro accanito! Un esempio da ricordare a tutti i veri tifosi etnei Il tuo parere,caro Catanese lo considero importante!

  16. Ip Address: 5.169.107.162

    Sarebbe bello poter ricordare giorgio 47 saluti ottima idea

  17. Ip Address: 94.161.90.151

    Buonpomeriggio e buona festa della repubblica a tutti

  18. Ip Address: 5.92.232.184

    Non posso esimermi di darti il mio pensiero a tal proposito caro Armando anche se non vorrei farlo.il murales si è’ prefisso lo scopo di ricordare sul perimetro del Massimino i personaggi che più hanno rappresentato i nostri colori scelti non da un singolo individuo ma dalla pluralità del tifoso mediante un pubblico sondaggio. Sono stati scelti calciatori , allenatori e il presidentissimo cui è’ anche intestato il nostro stadio. Mettere Giorgio per quanto io singolarmente possa essere d’accordo, sarebbe a mio parere un torto nei confronti dei tanti tifosi rossazzurri anche del passato che hanno da sempre rappresentato le curve e i gruppi organizzati e non della città. Magari si, sceglierne uno in rappresentanza di tutti sarebbe bello, ma anche questo dovrebbe essere deciso a livello popolare. Purtroppo ritengo che solo quaranta volti non possono esprimere compiutamente il calore e l’amore per la maglia che nel lungo tempo hanno saputo portare avanti sia i tifosi che addetti ai lavori. Risultano dei grandi assenti come è’ normale che fosse. La cosa che mi dispiacerebbe vedere un domani le pitture sbiadire perché la mancata manutenzione, l’incuria, il tempo, potrebbe se non cancellare del tutto deformare quelle figure in maniera importante. Per questo auspico che venga posto a protezione dei murales una lastra sottile di plexiglas che possa conservare meglio gli artistici ritratti. Una cosa è’ certa: murales o meno il nostro Giorgio è’ sempre presente nei nostri cuori .

  19. Ip Address: 94.161.90.151

    Grande appuntamento………..
    5 Giugno, al Massimino per riassaporare un piacere unico: tifare ed esultare per un gol del Catania.Il via alle 17, ingresso gratuito.

  20. Ip Address: 94.161.90.151

    Giornata dell’orgoglio rossazzurro

  21. Ip Address: 5.92.232.184

    Riguardo alla manifestazione di domani, voluta, portata avanti e realizzata credimi con tanti sacrifici personali ed economici da parte di semplici tifosi che per la prima volta si sono resi conto di quante difficoltà ci siano non conosciute dietro come compiti riguardo la sicurezza, assicurare la presenza di pompieri e ambulanze, attivare una linea diretta con gli ex calciatori cercando di avere il loro contributo? capisco che non si risolverà niente a livello societario, ma è’ un segnale che i tifosi nel loro piccolo vogliono dare perché si deve far capire che il Catania è’ di tutti noi e non è’ solo una S.p.A . Il Catania è’ il nostro passato e il nostro futuro, il nostro esserci, la nostra stessa vita. Ecco perché non si deve giocare con i nostri sentimenti e chi ha scelto di rappresentare questa società, la nostra vita, deve cercare di dare il massimo per la stessa anche sbagliando ma solo per la buona fede e portare avanti i nostri colori con onore , orgoglio e senso di appartenenza. Non farla avrebbe significato rimanere pecore e succubi . Non cambierà nulla ma sarà importante riempire il Massimino e mi auguro che non bastino gli ingressi della tribuna A e curva nord a contenere l’orgoglio rossazzurro che scenderà in campo e mi dispiace che non potrò essere presente per ovvi motivi geografici. Chi può tuttavia spero che assista a questo spettacolo non solo per dimostrare che i tifosi rossazzurri sono numerosi ma per dare solidarietà’ a chi ha avuto il coraggio e la forza di organizzare questa simpatica manifestazione .

  22. Ip Address: 94.161.210.79

    Concordo in pieno catanese a Napoli

  23. Ip Address: 151.82.147.252

    Ringrazio Catanese a Napoli per aver espresso il suo parere in merito al murales e capisco le sue perplessità. Certo il caro Giorgio era popolare nel nostro sito,ma a Catania non aveva il rilievo di tutte quelle persone rappresentate nel murales e quindi mi rendo conto che la proposta effettuata da Filippo ,bellissima nell ‘ intenzione ,è molto difficile che possa essere concretizzata . Penso,poi, che ci sarà modo e tempo ,sopratutto,da parte della Redazione ,commemorare in futuro l ‘amico scomparso! Per quanto riguarda la giornata dell ‘orgoglio rossoazzurro,con tutto me stesso,idealmente,io sarò con tutti i tifosi ,come lo sono sempre stato ,specialmente in tutti i momenti difficili della nostra squadra ! Debbo ,però esprimere un mio parere personale. ! Perchè si è aspettato tutto questo tempo per esprimere ,coralmente questa protesta leggittima e sacrosanta? Può darsi che farla prima,magari prima dell’inizio dello scorso campionato,avrebbe potuto dare la risposta che noi vogliamo da questa,che viene fatta adesso! Troppo tempo è passato ed i responsabili di questa situazione angosciosa, divenuta cronica, si sono fatti un ‘idea sbagliata sulla pazienza e sulla rassegnazione della tifoseria catanese! Si spera ,almeno, che adesso ,dei cuori induriti e dei cervelli dormienti ( personaggi che contano e responsabili ) restino colpiti e ricevono delle nuove emozioni da questi tifosi ( crediamo tanti ) che orgogliosamente urlano il loro amore ed il loro attaccamento alla squadra del cuore Noi tutti ci aspettiamo un mea culpa , un atto di umiltà , ed un passo indietro.! Chiediamo troppo a chi si è macchiato del peggiore dei peccati,il tradimento ?

  24. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:04cb:a085:3a95:c236

    Allora se volessi fare l’avvocato del diavolo direi difendo Pulvirenti,perchè quando decise di stravolgere tutto,affidandosi a Cosentino e promettendo un grande Catania nessuno dei tifosi fiatò anzi tutti a gridare Pulvirenti grande presidente andando indietro nel tempo,vi ricordate Lo Monaco?Tutti contenti quando andò via perchè scontenti della sua arroganza e il suo modo di fare mercato,ha sbagliato è questo è fuori discussione,ha cercato di rimediare in qualche modo,comprando delle partite per evitare la retrocessione,pagando 500.000 mila euro,ma perchè lo ha fatto?Non credo per indifferenza,penso perchè amava troppo il Catania,di lui ricordo i tanti bei momenti che ci ha regalato,era il primo tifoso,sempre in panchina a sostenere la squadra,non credo che adesso con tutto il disastro che ha combinato non ci tenga più alle sorti del Catania,lui non ha mai detto di non voler vendere anzi il contrario,ma non si è fatto avanti nessuno tranne qualche personaggio che ha fatto finta di voler trattare per farsi pubblicità.L’unica cosa che condanno è il silenzio che una tifoseria non merita,nonostante le delusioni e umiliazioni che ha sopportato negli ultimi 3 anni,ora abbandonare la barca lo ritengo sbagliato ma rispetto chi la pensa diversamente,nella vita a tutti si dà una seconda occasione,fermo restando che una nuova proprietà che ha un progetto serio da portare vanti è il desiderio di tutti noi,ma meglio Pulvirenti che un avvoltoio che dopo un anno o due abbandonerebbe la situazione

  25. Ip Address: 79.42.4.200

    Sia Armando che Gaetano mi spingono a dire la mia su questi presunti silenzi dei tifosi dello scorso anno. Una grande manifestazione ha attraversato Catania a due giorni dagli incresciosi fatti che quell’uomo “per il troppo amore” aveva commesso. Avevamo a mio parere uno squadrone con uomini che tutte le squadre ci invidiavano e questa stagione andati a far bene altrove. Calaio , Rosina, maniero, sciaudone, del prete, gillet, belmonte, Ceccarelli, Mazzotta, schiavi e Castro. Non andava lo spogliatoio abbandonato a se stesso senza un direttore generale che facesse filare i giocatori e questo abbiamo pagato. Ma un Presidente esperto e navigato lo doveva capire e, se non aveva nessuno, lo doveva fare in prima persona, come il suo predecessore da noi tanto amato. Dopo quella manifestazione di inizio estate 2015 i tifosi sono stati spiazzati e portati più a pensare alla eventuale cancellazione della società, ai punti di penalizzazione nella migliore delle ipotesi e la retrocessione in lega pro fu accettata e le prime vittorie due in campo esterno portarono entusiasmo tanto da far stipulare oltre 5000 abbonamenti, cifra forse unica in questa serie. Poi l’appagamento prima e la paura hanno avuto il sopravvento e i tifosi come primo segnale hanno abbandonato in massa il Massimino e, quei pochi rimasti, hanno sofferto augurandosi un cambio societario a fine stagione. Io, scusatemi, non me la sento più di giustificare Pulvirenti ma lui, correggetemi se sbaglio, dalla serie B è’ come se avesse abbandonato il Catania nel 2014/15 lasciandolo completamente nelle mani dell’uomo di Miami e, dopo la vergogna , chiuso a riccio come se il Catania non fosse più suo. Per me, anche per rifarci una immagine presentabile, e non è’ facile, Pulvirenti deve cedere la mano e se a questo aggiungiamo le pesanti problematiche finanziarie Che sta attraversando, sarebbe più che giusto doveroso. Iole testardamente rimanere? Ebbene, allora che uscisse i soldi, metta un direttore generale esperto, costruisca la squadra a cominciare dall’allenatore che ancora non abbiamo, e dimostri quanto è’ bravo. Vediamo ancora sto film la cui pellicola si ingarbuglia dopo un poco come una vecchia vhs corrosa dal tempo . Ovviamente, quello che ho scritto, nel rispetto anche delle vostre idee

  26. Ip Address: 79.42.4.200

    Permettimi un altra cosa Gaetano, ti faccio un esempio: io ho una punto vecchia che ha fatto 200.000 km, mia moglie vuole che la venda ma io ci sono affezionato e, quando si presenta un compratore, gli dico che prima di sapere il prezzo mi deve dare una caparra poi con i miei tempi gli farò vedere l’automobile se e quando vorrò e , se ancora insiste , gli dico che non la vendo meno di 20.000 euro perché questa è’ una Fiat con blasone e storia. Ah, dimenticavo, l’unica cosa che ha saputo l’ipotetico acquirente è’ che ancora quella macchina ha una ipoteca sul groppone ancora da estinguere.

  27. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Ok allora diamo per scontato che Pulvirenti non vuole vendere,ma a che pro?Ovviamente Catanese a Napoli col tuo esempio trovo estremamente difficile che si faccia avanti un compratore,ma le cifre reali quali sarebbero,tanto da far scappare qualsiasi compratore?Secondo me i compratori ci sono e non aspettano altro che il Catania vada sempre peggio per rilevarla con due soldi e noi tifosi siamo sicuri di volere questo?Io mettendomi nei panni di Pulvirenti se non trovassi acquirenti seri,cercherei di valorizzare al massimo la società,lui ha detto che vuole vendere e non svendere,quindi chi vuole Catania deve avere i mezzi economici per farlo,non mi piacerebbe che spuntasse il Bacco di turno che vorrebbe acquisire la società quasi gratuitamente,d’altronde la trattativa semmai ci fosse stata è durata un minuto,questo la dice lunga sulla serietà del compratore

  28. Ip Address: 151.47.71.154

    Cari amici,cari Gaetano e Catanese,tutte le opinioni sono rispettabili! Ma questo punto ,bisogna dire che ci sono dei punti fermi basilari ed incontestabili. Primo : Il silenzio totale della Società . Secondo la volontà del proprietario che non intende vendere e tanto meno svendere.Terzo: Non esiste ancora un acquirente serio che abbia la minima intenzione di acquistare e di rilevare i a società carica di debiti. Partendo da questi tre punti basilari ,e partendo dal fatto che mentre il Catania ,dal punto di vista affettivo è dei suoi tifosi ,dal punto di vista pratico( quello che più conta ) rimane della proprietà .Dunque,sia che questa cambia o no ,noi dobbiamo entrare in questo ordine di idee.Sarà difficile fare una squadra competitiva, chissà quale cima di allenatore si potrà far venire,ed in tal modo ,non ci sarà alcuna campagna di abbonamento . Non sono pessimista ma realista! Adesso ogni discorso lascia il tempo che trova! Ed il tempo che passa non è un buon alleato dei tifosi del Catania! Scusatemi rispetto ogni opinione, ma che serve dire ci piace che resti Pulvirenti o preferiamo che venga un altro? Lo so si parla per animare il sito,ma noi tifosi ,oltre a manifestare non possiamo far niente , La verità fa male e questa ,da tempo mi da una sofferenza ,mai provata prima!

  29. Ip Address: 5.169.49.75

    Vero Gartano , un imprenditore accorto aspetterebbe il fallimento. Ecco spiegate le fughe dei due possibili acquirenti stranieri. Riguardo quello nostrano non sappiamo come realmente stanno le cose ma di certo è’ un tifoso rossazzurro che ha sempre preferito vivere la curva invece della tribuna A . Probabilmente essendo già sponsor della squadra era auspicabile maggiore attenzione, anche per non perdere questo sponsor per la prossima stagione. Pubblicità? La Bacco lavora con l’estero e non credo possa trarre vantaggi sul piano interno. Una cosa è’ certa: i silenzi non aiutano così come le chiusure a riccio. Vuol rimanere? Vuol farsi perdonare? Qua siamo! Faccia una squadra degna dei piani alti di questa lega pro se non addirittura da primo posto, ma, purtroppo, i silenzi continuano anche in campo tecnico e di parco giocatori. Forse adesso l’interesse maggiore introitare alcuni milioni di euro dalle vendite con la speranza che vengano posti a disposizione del calcio catAnia e non per altri fini reconditi o immaginabili .

  30. Ip Address: 151.38.102.117

    Per quel che mi riguarda Pulvirenti ha fatto il suo corso e rimanere a tenere le regioni della squadra può essere solo deleterio. Passi la mano.

  31. Ip Address: 151.38.102.117

    Lodevole l’iniziativa del murales raffigurante Giorgio. …sono molto favorevole.

  32. Ip Address: 151.38.102.117

    Le redini…volevo dire le redini…

  33. Ip Address: 151.19.84.14

    L’ultimo commento di Catanese a Napoli mi ha dato lo spunto per una riflessione e per esprimere nuovi pensieri! Se ho ben capito,mentre,ancora,molti commentatori sono contrarissimi che la proprietà resti a Pulvirenti,altri sarebbero favorevoli che lui non lasci . Quest ‘ ultima soluzione mi lascia favorevole soltanto se si verificano determinate evenienze,cioè ,prima di tutto si deve rompere questo assoluto silenzio da parte dei dirigenti etnei,poi ,dopo la manifestazione di domenica , ci deve essere ,sempre da parte della società un significativo gesto di solidarietà nei riguardi della tifoseria catanese,e poi ,cosa essenziale , il presidente deve esprimere il suo rincrescimento,riconoscere i suoi tanti errori( errare humanum est),e promettere il suo impegno per allestire una squadra tale che possa avere ,come obiettivo,il rapido ritorno nella categoria superiore! Sono sicuro che il vero tifoso rosso azzurro ,per il bene della propria squadra,soltanto dopo che si realizzano queste condizioni ,forse potrà perdonare! Però ,occorre che non si lasci trascorrere molto tempo,altrimenti si rischia di rifare un campionato assai mediocre come quello finito da poco!

  34. Ip Address: 151.19.84.14

    Se la Redazione,gentilmente,me lo consente,vorrei far rilevare che molti commenti ,non soltanto scritti da me ma anche da altri,ed io mene faccio portavoce,frequentemente ,vengono catalogati come già scritti Generalmente,sono nuovi e parlano di cose diverse! La redazione mi deve scusare , ma la cosa è un po’ imbarazzante

  35. Ip Address: 5.91.203.38

    Si Armano, tutto giusto anche per quel detto relativo all’errore che è’ umano. Continua, però quel proverbio, come ben sai e recita che perseverare è’ diabolico. Allora l’errore potrebbe essere stato quello di aver perso la serie A per la testardaggine di non aver comprato una punta in serie a nel mercato di riparazione. La piazza non pretendeva ibraimovic bastava Sforzini, Marilungo o qualxhe altro spilungone ma nulla e la serie A l’abbiamo gettata al vento per un solo punto. Questo il primo errore. Poi campagna di rafforzamento con addii importanti: secondo errore e il perdurare della preparazione atletica a torre anziché ossigenarsi e forgiare uno spirito di gruppo in altra località terzo errore. Aver lasciato la squadra in mano ad un procuratore argentino quarto errore ; fidarsi dei beneamini messi in campo da quel Pablo quinto errore. Non essere intervenuto nello spogliatoio quando questo diventava una polveriera con i risultati che non venivano e la rabbia di qualcuno che si sfogava contro le bottigliette a margine del campo sesto errore. Aver preferito il suo d.g. Anziché Sannino che da uomo di sport aveva capito quale fosse il male del Catania settimo errore. Chiudere la porta in faccia ai tifosi e torre ottavo errore. Fare quelle cose illegali “per il bene della squadra” nono errore. Non capite che era intercettato decimo errore . Ed ora assistiamo ancora a chiusure, silenzi, scarni comunicati, assenze di progetti da condividere con i tifosi e la stampa, dichiarazioni di voler vendere smentite dagli atteggiamenti, e tutto quanto attorno una rete di filo spinato a protezione del nulla assoluto. Caro Armando errare umano est …… Ma perseverare è’ diabolico!!!!

  36. Ip Address: 151.82.119.121

    Siamo tutti consapevoli dei numerosi e reiterati errori commessi ! Su questo non ci piove! Ma a che serve adesso stare ad elencarli! Caro amico ,cerchiamo di non polemizzare e cerchiamo di fare in modo che tra gli errori di quel signore non ci sia anche quello di portare zizzania tra gli amici del sito Per il bene del Catania,,cerchiamo di restare sereni! D ‘ altra parte io sono partito dal fatto che l amico Catanese ,in qualche commento fa art n 29 diceva ” vuole rimanere? Vuol farsi perdonare? Qua siamo. “. Se non è una apertura questa !Ed allora caro Catanese vogliamo dare un seguito,a quello che hai scritto? Ripeto ancora una volta ,non polemizziamo e cerchiamo di stare coerenti con quello che diciamo e cerchiamo di stare uniti Tutti noi abbiamo un solo obiettivo : aiutare il Catania! Il vero problema è che bisogna smuovere la società dal suo silenzio,snidare dal suo covo(. Espressione adattissima ) il signore in questione e verificare quali sono le sue vere intenzioni,dopo aver fatto ammenda dei suoi dieci errori ,contati con tanta meticolosità ! Al “qua siamo” bisogna dare in seguito Piuttosto che stare ad aspettare un ipotetico acquirente e sopratutto aspettare che colui che non vuole vendere resti nel suo aureo castello ,i tifosi debbono fargli capire che a determinate condizioni( elencate nel precedente,mio, commento ) il perdono potrebbe anche arrivare Questo sempre per il supremo bene del Catania, Noi del sito dobbiamo stare sereni ed accettare con tranquillità che le opinioni ,come è giusto che sia,possono essere diverse,però tutte rispettabili Il più anziano ( come età ) invita al dialogo e non alla polemica

  37. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:f481:76ef:8ddd:e016

    Ormai gli errori fanno parte del passato e li conosciamo tutti,anche se secondo me il più grave e qui la colpa è di tutti noi compresi,di aver mandato via Lo Monaco è vero il fine era il bene del Catania ma purtroppo è stato uno sbaglio,ora bisogna solo concentrarsi sul presente,sperando che il peggio sia finito,quest’anno partiremo alla pari con le altre squadre,la vendita di alcuni giocatori importanti tipo gyomber,pektovic,odjer ecc… porterebbe soldi da poter reinvestire per costruire una buona squadra che possa lottare per risalire in B,fermo restando che ci si augura sempre un cambio di proprietà che porti vantaggio per la nostra squadra e i nostri colori

  38. Ip Address: 79.32.107.54

    Si ragazzi restiamo uniti,sono in sintonia con tutti voi il silenzio della dirigenza è micidiale e ci dà più fastidio più di ogni altra cosa,ovviamente restare al buio non sapere è bruttissimo e non si fà altro che innervosire tutti noi tifosi …
    Speriamo che qualcosa in tutti i modi si sblocchi.Saluti a tutti voi e sempre Forza Catania 46.

  39. Ip Address: 87.18.192.73

    La storia di questi ultimi 3 anni è ormai arcinota (purtroppo). Auguriamoci che al più presto si possa riaprire il necessario dialogo con la società. Guardiamo avanti con un pizzico di ottimismo (costa poco). Buon fine settimana a tutti, in particolare a coloro che domani avranno la fortuna di incontrarsi sugli spalti del nostro caro vecchio cibali.

  40. Ip Address: 45.47.210.50

    Dico soltanto , che fino ad ora ci sono state le parole e non I fatti e quindi non si puo’andare lontano.E’necessario, inoltre, scordarsi dei fasti passati e concentrarsi a superare le difficolta’presenti.E per finire, nessuno potra’dimenticare quanto Pulvirenti ha fatto per la nostra squadra ma credo che ormai sia il momento di cambiare rotta…SEMPRE FORZA CATANIA

  41. Ip Address: 91.253.125.183

    Buonpomeriggio a tutti , una società che non dialoga e non guarda in faccia i suoi tifosi e continua da più di tre anni il silenzio stampa oltre hai pessimi risultati , meglio che spariscono tutti ………

  42. Ip Address: 79.35.104.204

    ragazzi il Catania Berretti batte il Matera 2 a 0 in trasferta, si qualifica alle final four alle semifinali, hanno segnato Rizzo e Napolitano

  43. Ip Address: 5.87.179.76

    Ogni tanto qualche buona notizia

  44. Ip Address: 79.33.166.56

    Bravissimi i ragazzi della Berretti e il suo allenatore. Molti di loro potrebbero rappresentare il futuro del Catania, speriamo, in bocca al lupo……..

  45. Ip Address: 5.91.203.38

    Si Armando raccolgo il tuo invito ma il mio intento non era di polemizzare tra di noi. Affatto! Volevo solo ricordare i bocconi amari che abbiamo ingurgitato in tre stagioni e, credimi, mi sono pure limitato. Ma hai visto che cambiando l’ordine degli elementi (giocatori) il prodotto (risultato) non è’ mai cambiato? Di chi la colpa? A te passo la palla. Si, rammento il mio post precedente e staremo qui a vedere la grande squadra che metterà in campo, qua siamo , ma ormai non mi fido più e affronterò la nuova stagione scoraggiato sperando di mantenere ancora la lega pro. Più di questo non mi aspetto. mi fa male vedere il nostro Catania ridotto in sue sta maniera e, ripeto,n spero e mi auguro che il tesoretto che arriverà per la vendita degli ultimi ex calciatori rossazzurri venga impiegato per la nostra causa che è’ quella a strisce rossazzurre e non per altri fini . Ah dimenticavo: secondo voi lo pagano l’addetto stampa? Non parla mai!

  46. Ip Address: 79.27.204.170

    4 Giugno 1961 “CLAMOROSO AL CIBALI” Catania – Inter 2-0 io ed Armando c’eravamo. Non si possono scordare i fasti passati !!! Un abbraccio e buona nottata a tutti.

  47. Ip Address: 151.68.159.233

    Ringrazio Filippo per aver ricordato quella pagina gloriosa del Catania, Era la voce del mitico radiocronista Sandro Ciotti.Quell’anno ,con la sconfitta a Catania l ‘Inter del mago Herrera perse lo scudetto! Io e il mio amico ,per ragioni anagrafiche, abbiamo vissuto pagine belle ma molte pure meno ,giacché la storia del Catania ,è stata sempre grande e complessa! Però ,posso dire,come Filippo,che abbiamo si vissuto momenti di gloria,ma abbiamo sofferto ,per momenti angosciosi e penosi.Queste avversità le abbiamo superate ,con orgoglio e con grande forza d ‘animo e con ottimismo abbiamo continuato a tifare per i colori rosso azzurri! Questo perché ? Questo attaccamento ,questa passione si trovano nel D n a.del vero tifoso rosso azzurro! La squadra giocava tra i dilettanti? Eravamo dispiaciuti,avviliti però la squadra aveva sempre il nostro incitamento ! Sono ,adesso tre anni che viviamo in grossi guai e quindi è logico che subentrata la depressione,la delusione,però ,cari amici ,come dicevo al caro Giorgio ,facciamoci forza e malgrado tutto,cerchiamo di avere un minimo di ottimismo e continuiamo a tifare per la nostra cara squadra . Attendiamo gli eventi! Non ci può andare sempre male! Per carità ,Catanese a Napoli ,nessuna polemica,le opinioni possono essere diverse ,ma quello che ci accomuna e’ lo stesso: l’ amore per il Catania!

  48. Ip Address: 93.56.76.13

    Notte a tutti

  49. Ip Address: 151.82.159.229

    Buon giorno ,amici Oggi è la giornata dell’ orgoglio etneo,! Spero che i tifosi siano tanti! Comunque ,nell’ attesa della fumata bianca e visto che poi,non possiamo fare altro che attendere,con speranza,allo scopo di continuare a tenere vivo il sito,io ,anche a nome di Filippo,che riteniamo dei essere gli storici del Catania del passato ,richiamo alcuni eventi ,che spero,interessando la nostra squadra,credo che non possano tediare gli amici del sito ,che in quell’ epoca o non erano nati operano troppo giovani? Riallacciandomi a quel famoso 1961,il primo anno dei famosi sei anni del Catania in serie A(. Il Catania nella metà degli anni 50 era già stato in A un anno,ma poi per un presunto illecito venne retrocesso ) ricordiamo che il girone di andata fu favoloso ! Alla fine il campione d’ inverno fu l’ Inter di Herrera,però il Catania si classificò secondo . Combinazione fu ,che l’ultima partita il Catania la gioco proprio a Milano contro I nerazzurri e perse clamorosamente per 5-0 Prima e dopo la partita Herrera,con il suo tipico modo, paragono’ la nostra squadra come quella dei postetelegrafonici! Ebbene l’ ho scritto ieri ,nell’ ultima partita del girone di ritorno,quei postetelegrafonici ,a Catania,gli fecero perdere lo scudetto! Scusatemi amici,immagino il mio amico Filippo sorridere,! Cerchiamo di alleggerire la tensione di questo periodo con questi ricordi. E ce ne sono tanti altri da ricordare,tanto da non battere sempre sul solito tasto deprimente di questo periodo disgraziato! Passerà , un po’ di ottimismo( come dice Filippo ) ,non costa niente!

  50. Ip Address: 151.82.159.229

    Scusate. Nel sesto rigo. Volevo scrivere. : o perché tropo giovani

  51. Ip Address: 94.161.55.31

    buon pomeriggio a tutti, oggi giornata dell orgoglio rossazzurro mi auguro in una massiccia presenza di tifosi sugli spalti del ,massimino in modo da dare un forte segnale alla società e hai filo societari , ma soppratutto a quell infame a mollare l osso .

  52. Ip Address: 94.161.55.31

    forza Catania a dopo

  53. Ip Address: 45.47.210.50

    Dalla lontana America desidero ricordare che oggi si disputera’la prima partita di play off per la promozione in Serie A.Da siciliano, mi auguro che il Trapani possa essere promosso , anche se sara’molto difficile.In attesa di rivedere quanto prima la nostra squadra nel calcio che conta, sarebbe bello avere 2 squadre della nostra isola nella massima divisione.

  54. Ip Address: 87.10.21.243

    FORZA TRAPANI

  55. Ip Address: 87.6.100.210

    Cari amici a sky danno notizia che Lo Monaco torna al Catania,a Torre del Grifo non smentiscono

  56. Ip Address: 87.6.100.210

    Catania, da Torre del Grifo confermano: Lo Monaco vicino al ritorno

    Svolta per un ritorno, a dir poco clamoroso, a Torre del Grifo dell’ex ad Pietro Lo Monaco.

  57. Ip Address: 87.6.100.210

    anche itasportpress dicono la stessa notizia

  58. Ip Address: 87.6.100.210

    Clamoroso al Cibali. Pietro Lo Monaco ed Antonino Pulvirenti torneranno a lavorare insieme dopo quasi quattro anni.

    Secondo quanto riportato da GianlucaDiMarzio.com pare, infatti, che sia scoppiata la pace tra l’azionista di maggioranza rossoazzurro e l’ex amministratore delegato con un passato anche nel Palermo e nel Messina, artefici del binomio che portò il Catania ad affermarsi come concreta realtà della Serie A. Annunci ufficiali sono attesi nelle prossime ore, con il sodalizio etneo che, dopo una serie di annate a dir poco disgraziate, ripartirà dall’esperto dirigente di Torre Annunziata.

  59. Ip Address: 151.82.111.35

    Sembra che la notizia clamorosa del ritorno di Lo Monaco sia attendibile! In questo caso ,qualcosa si sta muovendo , ed i tifosi ,forse cominciano a tirare un sospiro di sollievo! Sarebbe ,davvero l ‘ora! I prossimi giorni saranno ,quasi certamente decisivi!

  60. Ip Address: 79.50.47.211

    Quando si criticava l’operato (per modo di dire) di Cosentino, Pulvirenti diceva che tutto andava bene e che anzi, allo stesso, sarebbero stati dati pieni poteri. Questi sono i risultati! Incompetente!

  61. Ip Address: 37.227.4.212

    Buonanotte a tutti , a quando pare la notizia di Lomonaco trova conferma da più parti

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu