La redazione augura buon anno ai tifosi rossazzurri nel mondo

 Scritto da il 21 dicembre 2009 alle 15:24
Dic 212009
 
 
Catania, Pulvirenti: “No a Paolucci si a Foggia e Bogdani”

“Dobbiamo sistemare la rosa dal punto di vista numerico. Stiamo lavorando in vista del calcio mercato e qualcosa la faremo confortati anche dalle idee e dal parere del mister che adesso conosce il gruppo a sua disposizione da una ventina di giorni. In effetti abbiamo bisogno di qualcosa in attacco dove si e’ registrato qualche problemino”. Lo ha detto il presidente del Catania Calcio, Antonino Pulvirenti, in una intervista rilasciata in esclusiva a ‘Dahlia tv’. “Quelli che verranno -ha aggiunto- saranno tutti giocatori che militano in squadre italiane poiche’ a gennaio nonsi puo’ aspettare il tempo di ambientamento al nostro calcio”.
Alla domanda su eventuali ‘cavalli di ritorno’ di ex rossazzurri, Pulivirenti ha risposto: “Se vi riferite a Paolucci non penso che tornera’ a Catania”. Sui nomi che si accostano al club calcistico etneo di Foggia e di Bogdani, il massimo dirigente ha
detto: “Si’, questi li confermo. Sono tutte trattative che stiamo portando avanti. Abbiamo parlato con il Chievo e con la Lazio e
quindi vediamo di poterli concretizzare. Non e’ comunque un mercato semplice -ha concluso Pulvirenti- ma noi contiamo di portare a compimento cio’ che ci siamo prefissati”.

Guberti, la Samp rinuncia e lascia spazio a Catania, Atalanta e Bari

Stefano Guberti (25) potrebbe non essere un obiettivo della Sampdoria. Il laterale della Roma in queste ore è stato accostato al club blucerchiato ma anche al Catania, all’Atalanta e al Bari. Ma il ds della Sampdoria, Beppe Marotta si tira fuori dalla lotta e ai microfoni di  Atalantanews.com chiarisce la questione di mercato. “Non so, penso che sia vicino agli orobici, -ammette Marotta- da noi sicuramente non verrà. La Samp su Manfredini? No, assolutamente, Manfredini non c’interessa, rimane dov’è e noi siamo a posto così. Anche Tissone non si muoverà da Genova”.

  112 Commenti per “La redazione augura buon anno ai tifosi rossazzurri nel mondo”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    bravo catanista60

    bella disamina, mi piace. solo una cosa: e se non c’era la neve e il gelo finiva 1-4 forza catania è giunto il momento di sorgere…….

  2. riporto dall’altra pagina

    forzacatania
    21/12/2009 alle 15:02:30
    raga’

    L’inoca e sola verita’ e’ che il CATANIA ha vinto a torino con pieno merito e basta!

    il resto sono solo chiacchiere…

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  3. riporto dall’altra pagina

    93.46.18.189 Inviato il 21/12/2009 alle 14:17:28
    Buongiorno popolo rossazzurro

    Ai microfoni di Sala Stampa parla il presidente Antonino Pulvirenti:

    “Il 6 Gennaio arriva all’inizio dellè’apertura della sessione di mercato e sarà difficile fare qualcosa già per quella data ed avere dunque delle novità già per la partita col Bologna”

    “Ho molta fiducia in questo gruppo, anche se abbiamo fatto degli errori nel costruirlo il mercato di riparazione esiste per correggere proprio queste imperfezioni. Questa squadra ha comunque le potenzialità per salvarsi e centrare l’obiettivo”

    “3-4 giocatori arriveranno, visti gli infortuni faremo qualcosa in accordo con l’allenatore. Non faccio nomi ma faremo qualcosa di sicuro”

    “la stampa non è dalla nostra parte, ma dalla parte della serie A. Ha compreso che la massima serie appartiene alla città ed è un bene per tutti per cui non ci si è messa mai contro, ma è stata “vicina” alla squadra”

    “Io sono convinto che in 5 anni andremo in Europa con o senza l’Amministartore Delegato Pietro Lo Monaco che comunque finora ha dimostrato attaccamento rifiutando offerte validissime, da parte di squadre che oggi fanno la Champions o che hanno vinto il Campionato”

    Hanno capito di aver sbagliato, un passo avanti nel ricompattare l’ambiente…
    Abbiamo vinto, ma i problemi non sono tutti risolti e/o svaniti nel nulla…
    Lavoro, lavoro, lavoro….

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  4. riporto dall’altra pagina

    Forzacatania46
    87.19.151.150 Inviato il 21/12/2009 alle 13:15:13
    Ciao raga’!!!!
    Saluto tutti gli amici e fratelli rossazzurri!!!
    Dopo molte delusioni, un po’ di gioia anche per noi!!!
    Incredibile!!!! Ho letto la notizia alle ore 18.00!!!
    Mi ha chiamato joe, del perche’ non scrivevo su questo sito ed ora ci sono anch’io!!!
    Mi sono liberato un po’ dal nipotino!!!!
    Che bello raga’!!!
    Insomma so che a molti di voi Lo Monaco e’ antipatico pero’ e’ in gamba nel scoprire vari giocatori.
    Certo quest’anno ha toppato e spero che a Gennaio ripara come dovrebbe. Mi esalta questa vittoria pero’ dobbiamo vincere ancora molte battaglie per vincere la guerra!!!
    Raga’ il nipotino si fa minaccioso e devo lasciare il Pc a lui.
    Un abbraccio rossazzurro a tutti!!!

    Yes, We Can!!!!

    Ale’!!!! Catania!!! Ale’!!!

  5. Ip Address: 85.41.235.41

    riporto dall’altra pagina

    il 21/12/2009 alle 11:26:19
    Salvuccio……….Ieri é stata la Ns giornata…SI!!!!!

    Per quanto riguarda le Dichiarazioni di Nino,Voi tutti conoscete il mio modesto parere in merito,MA oggi,non mi sento di dire nulla a riguardo,oggi mi godo questo successo!!!!

    Peró permettetemi di dire solo questo:
    Nino,come diceva mia nonna: MOTTU N`PAPA SI NI FÀ NAUTRU!!!

  6. riporto dall’altra pagina

    21/12/2009 alle 10:56:09
    Un abbracciooooo grandissimo a tutti tutti gli AMICI rossazzurriiiii!!!!!
    Cumparanza una sola parola oggi……
    GODOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!! Aieri mi taliai a pattita ccu 4 Rubentini a latu!!!! ahahahahahahaha erunu mottiiiiiiii!!!!!
    Unu mi rissi quannu trasiu Izco: “ma chi è questo??? oh ma avete giocatori che nn ho mai sentito”
    Al 90 gli ho risposto: ” sono sicuro che da oggi te lo ricorderai chi è Marianito!!!! cessu ca si!!!!”
    Vi abbraccio tutti indistintamente e vi ringrazio per le belle parole di bentornato!!!!!!!
    Mariooooo, Daneseee, Giorgiooooo, Joeeeee….. etc etc GODIAAAMOOOOOOOOOOOOO!!!!!!

  7. riporto dall’altra pagina

    93.46.34.91 Inviato il 21/12/2009 alle 0:59:14
    Buona sera fratelli rossazzurri…
    Sono appena tornato dal cinema, e di fianco avevo un mio amico juventino…
    Che dire… anche lui constata che il catania non merita l’ultimo posto in classifica…

    Buonanotte e sogni elenfantescamente rossazzurri a tutti…

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  8. Ip Address: 32.58.34.195

    Non ho avuto modo di leggere le mie Mail fino a pochi minuti fa, accolgo con piacere la notizia dell’apertura di questo nuovo sito.

    Ho annusato puzza di bruciato oggi, quando non ho visto nessun commento da parte delle new stars sul sito di calciocatania.com. sono disgustato nel sapere di quanto è successo a vittorio.

    mario grazie per averi ri ri avvisato purtroppo prima delle feste il lavoro è troppo!!!

    Vai che questo sito ha portato bene!!!!!

    Andiamo avanti!!

  9. 21/12/2009 alle 16:45 | Replica modifica

    Un caloroso abbraccio agli amici della new star.
    Oggi a mente serena mi chiedo è vi chiedo:
    1) Sono veritiere le affermazioni di Pulvirenti riguardo Lo Monaco? per me no, Cioè per me vuole che i tifosi facciano un passo indietro sullo stesso Lo Monaco…non vedo co n chi potrebbe sostituirlo!!!!

    2) x voi tutti ed in particolare al mio caro fratellino Catanista, la volete dare vinta a Nonmitinci….Io NO!!!!! per questo vi annuncio che continuerò ha scrivere su calcio catania.com…..certamente non spesso come facevo prima.

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    Paolucci, l’agente a Itasportpress:”Il trasferimento a Catania è complicato”
    21.12.2009 17:35 di Redazione ITA Sport Press
    Fonte: Elisa De Chiara
    Michele Paolucci, attaccante del Siena, potrebbe far ritorno a Catania alla riapertura del calciomercato invernale. Lo stesso giocatore intervistato da una tv siciliana subito dopo la partita vinta dalla squadra toscana su quella rossazzurra, non ha negato in futuro di accettare volentieri di tornare a giocare al Massimino. Claudio De Nicola, agente dell’attaccante scuola Juve, intervistato in esclusiva da Itasportpress.it ha sottolineato però la difficoltà dell’operazione di trasferimento. “Michele è in comproprietà tra due società (Siena e Juventus ndc.) e questo complica tutto o almeno il Catania se vuole Paolucci sarà costretto a interloquire con i due club interessati. Io comunque non ho sinora ricevuto telefonate dai dirigenti del Catania per Paolucci. E’ chiaro però che Michele in Sicilia tornerebbe volentieri visto che ha vissuto un bel momento dal punto di vista professionale e si è legato molto alla piazza e ai suoi tifosi”.

  11. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, si ritorna a Massannunziata il 28 dicembre
    21.12.2009 17:31 di Redazione ITA Sport Press
    Il Catania ha rotto le righe ieri dopo il match con la Juve e si ritroverà il 28 dicembre per l’allenamento a Massannunziata in vista della ripresa del campionato, previsto per il giorno dell’Epifania con il Bologna al Massimino. Nessun rossazzurro è stato squalificato dal Giudice sportivo, di conseguenza, il tecnico Mihajlovic avra’ una rosa quasi al completo ritrovando anche Peppe Mascara.

  12. Ip Address: 85.41.235.41

    Il trionfo dell’esonero, cambiare fa bene
    21.12.2009 15:31 di Livio Giannotta
    Fonte: repubblica.it
    Per una volta hanno avuto ragione loro. Hanno avuto ragione i presidenti che hanno cambiato allenatore. Quelli che l’hanno fatto per confermare la loro fama di mangia tecnici. Quelli che l’hanno fatto per dare la classifica scossa alla squadra. Quelli che non potevano fare altrimenti. Sì, perché mai come questa volta chi ha cambiato guida tecnica ci ha visto giusto e i risultati di domenica sono una fotografia esatta di questo trend.

    La Roma, passata da Spalletti a Ranieri, ha battuto il Parma. Il Napoli, che ha sostituito Donadoni con Mazzarri, ha superato il Chievo. Il Palermo, passato da Zenga a Rossi, ha sconfitto il Siena. Il Livorno, che dopo Ruotolo ha affidato la panchina a Cosmi, ha battuto la Sampdoria. Il Catania, che da Atzori è passato a Mihajlovic, ha vinto a Torino scatenando la bufera sulla Juventus.

    I numeri, non solo quelli della domenica appena trascorsa, dicono che tutti quelli che hanno cambiato hanno fatto bene. Claudio Ranieri è arrivato sulla panchina della Roma non per un esonero, ma per le dimissioni del suo collega Luciano Spalletti che oggi guida lo Zenit. Fatto sta che, dopo un primissimo rodaggio, i giallorossi hanno iniziato a fare risultati su risultati. Uno score che ha portato la Roma ad agganciare la zona Champions. In particolare, prendendo in considerazione le ultime sette partite, la Roma ha collezionato cinque vittorie e due pareggi. Nessuno ha fatto meglio in questo lasso di tempo.

    Stessa cosa si potrebbe dire del Napoli di Mazzarri. Il tecnico toscano, che ha preso il posto dell’esonerato Donadoni, battendo il Chievo ha centrato il suo decimo risultato utile consecutivo. Dai sette punti nelle sette domeniche di gestione Donadoni, i partenopei sono passati ai venti delle dieci giornate di Mazzarri.

    Ha voltato pagina anche il Palermo di Delio Rossi. Zamparini, uno che di allenatori ne ha esonerati ventotto, questa volta ha avuto ragione. Rossi, che ha preso il posto di Zenga, ha ottenuto la qualificazione agli ottavi di Coppa Italia e ha vinto tre partite di fila in campionato andando ad espugnare anche San Siro contro il Milan. Risultati che hanno fatto risalire la squadra in classifica sino a riportarla nella zona che vale l’Europa League. Ieri il Palermo ha battuto il Siena, un’altra squadra al quale il cambio di allenatore ha fatto bene. Prima della sconfitta del “Barbera”, infatti, il Siena affidato a Malesani aveva centrato due vittorie di fila.

    Due successi consecutivi ha al suo attivo anche il Livorno di Serse Cosmi che, dopo aver battuto in trasferta il Catania, ha superato in casa la Sampdoria. In nove gare giocate Cosmi, che ha preso il posto dell’esonerata coppia Russo-Ruotolo, ha centrato cinque vittorie e quattro sconfitte. Risultati che hanno consentito di rimpinguare la classifica che era deficitaria.

    Ma l’Oscar della domanica va sicuramente a Sinisa Mihajlovic. Il tecnico serbo, che ha sostituito sulla panchina del Catania Atzori, dopo il flop iniziale con il Livrono ha centrato il bersaglio grosso vincendo a Torino contro la Juventus. Mihajlovic l’anno scorso era sulla panchina del Bologna, un’altra squadra che ha cambiato allenatore sostituendo Papadopulo con Colomba. Sabato, nella partita rinviata per la neve, il Bologna avrebbe dovuto affrontare l’Atalanta passata da Gregucci a Conte. Mihajlovic si è preso la sua rivincita e ha battuto la Juventus. Che sia un risultato che farà saltare l’ennesima panchina in serie A?

  13. Ip Address: 93.46.4.39

    Catania, per il centrocampo c’è Martin Jorgensen

    21.12.2009 14:20 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 567 volte

    Fonte: Davide Tommasi
    Una o due punte, un centrocampista e un difensore. Il Catania rinnoverà il suo organico con 3-4 acquisti di qualità alla riapertura del calciomercato invernale. All’Ata Quark di Milano, sede ufficiale delle trattative, l’ad etneo si presenterà con una lista ricca di nomi importanti per dare al tecnico Sinisa Mihajlovic i rinforzi necessari per raggiungere la salvezza senza affanni. E oggi ai già noti Calaio’, Paolucci, Volpi e Suazo, è uscita fuori una indiscrezione di mercato che vede il Catania interessato al centrocampista della Fiorentina, Martin Jorgensen. La scelta è di Pietro Lo Monaco che porto’ il giocatore all’Udinese nel 1997 prelevandolo dall’Aarhus in Danimarca. L’amicizia tra i due è forte e la telefonata c’è stata dopo un pour parler subito dopo la gara dei rossazzurri contro la Fiorentina di qualche settimana fa. Il giocatore 34enne, che ha realizzato un gol al Liverpool in Champions League, non rinnoverà il suo contratto con la Fiorentina e di conseguenza il Catania avrà strada libera per trovare l’accordo con la società Viola e con il ds Corvino. Ippolito Gallovich, agente di Jorgensen recentemente ha affermato che il suo assistito lascerebbe con dispiacere Firenze. “Martin si sente ancora un calciatore ed è convinto di poter dare qualcosa sul campo e non ha intenzione di smettere di giocare a calcio”. La fumata bianca insomma non è poi così lontana per vedere Jorgensen in maglia rossazzurra.

  14. Ip Address: 77.204.27.71

    Un caloroso abbraccio agli amici della new star.
    Oggi a mente serena mi chiedo è vi chiedo:
    1) Sono veritiere le affermazioni di Pulvirenti riguardo Lo Monaco? per me no, Cioè per me vuole che i tifosi facciano un passo indietro sullo stesso Lo Monaco…non vedo co n chi potrebbe sostituirlo!!!!

    2) x voi tutti ed in particolare al mio caro fratellino Catanista, la volete dare vinta a Nonmitinci….Io NO!!!!! per questo vi annuncio che continuerò ha scrivere su calcio catania.com…..certamente non spesso come facevo prima.

  15. caro chiarezza

    e’ evidente cpme tu, amico mio, non abbia considerato la mancanza di “rispetto totale”, dei signori del sito che tu hai menzionato a “NOI” vecchi frequentatori dello stesso… frequentatori che hanno contribuito negli anni a farlo diventare quello che e’ oggi, e cioe’ il primo sito dopo quello ufficiale fe catania (scusa l’immodestia ma e’ cosi’).
    Tu dici di non darla vinta a nonm… ma dimmi chi e? no, fratello, e’ chiaro che tu sei libero di fare quello che vuoi, ma consentimi di dirti che io, (e gli altri), non entreremo mai piu’ in quel sito.
    Tu sei una colonna della new star, questo lo sai, nessuno puo’ permettersi di mancarci di rispetto, e qualche imb…lle gia’ lo ha fatto con post ridicoli e senza senso, loro che non sanno nemmeno di che parlano…
    Mi preme fare crescere questo sito, l’impegno, mio, di joe e di salvo da cassino deve essere condiviso da noi tutti.

    Cresceremo e diventeremo i primi, questo e’ quelo che ti prometto.

    Ti abbraccio, mario.

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  16. Ip Address: 87.11.171.249

    POPOLO ROSSOAZZURO BUONASERA A TUTTI UN CARO SALUTO A TUTTA LA NEW STAR ED IN PARTICOLARE A CATANISTA, JOE E PEPPE78, CHE DIRE COMPLIMETI FRATELLO CATANISTA MEGGHIU TUCA MAX LICARI, OTTIMA DISAMINA IN TUTTO E X TUTTO E LA QUOTO AL 100% NON AVEVO DUBBIO CHE TUTTI I FACENTI PARTE DELLA NEW STAR E NON CHE CI HANNO SEGUITO SONO DEI GRANDI INTENDITORI DI CALCIO GENTE CHE SA QUANDO CRITICARE LA SQUADRA E LA SOCIETA’ E QUANDO APPLAUDIRE ECCO COSA SIGNIFICA FARE CRITICA COSTRUTTIVA E NON COME CERTE PERSONE CHE HANNO IL DISFATTISMO NELL’ANIMA O SOLO XCHE’ E’ DIVENTATA UNA MODA ALL’INTERNO DI UN SITO CHE ORA VISTOSI A MANCARE UN BEL PO DI GENTE IL SIGNOR LICARE SE TALE SI PUO’ CHIAMARE VEDETE COSA HA ESTERNATO “Spacchiusu, apri un muro tu “senza regole per definizione”. Sarò il primo dei tuoi sostenitori, invitando tutti i cerebrolesi e non di Catania a postarci su, tanto vi si potrebbe fare di tutto. Senza ipocrisie… Buon Natale pure a te.” MENOMALE CHE SIAMO ANDATI VIA E ABBIAMO CAPITO CON CHE GENTE AVEVAMO A CHE FARE, CHE DIRE IO SONO IL PRIMO A CREDERE AL NOSTRO SITO E SPERO’ CHE GLI AMICI TUTTI ABBIAMO LA COSTANZA DI SCRIVERE E SEGUIRCI, CATANISTA 1- MAX 0
    VAI MARIU SI U MEGGHIU

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  17. Ip Address: 77.204.27.71

    Ciao Catanista, ho letto la tua risposta e sono d’accordo con te in parte..cioè tu conoscendomi bene sai che non sono ne un’attaccabrighe ne un sconsa jocu…ma nonmitinci con me ha esagerato gli ho dato la mia email ed il mio telefono che forse solo joe e tu avete….ma il giochetto che ha fatto carpendo la tua e quella di joe buonafede, senza contare come ha offeso il mio amico Joe…non me lo posso scordare, quindi perdonami se farò di testa mia!!!

    Tu sai che in questo periodo sono superimpegnato, sia lavoro che famiglia..quindi scrivo meno..ma non per questo sono lontano da tutti voi!!

    Peppino un grazie anche piccolino lo vogliamo dare a Andujar? 😉

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  18. Ip Address: 79.26.107.176

    Buona sera a tutta la New Star.
    Un caro saluto di benvenuto a tutti i veri tifosi del Catania che giorno dopo giorno si affacciano a questo nuovo (temporaneo) sito.
    Un plauso a Catanista per gli articoli che da subito ha iniziato a sfornare in forma chiara, obiettiva, competente. Della bellissima partita non ho apprezzato a costo di andare controcorrente, l’operato dell’arbitro in occasione del calcio di rigore, perchè lo ha fatto ripetere quando sappiamo che da anni i giocatori entrano sempre in anticipo in area? Voleva forse dare una chance alla juve per farsi perdonare?
    Amo Catania e il Catania

  19. Ip Address: 87.11.171.249

    Catania, Lo Monaco: “Non volevamo esonerare Atzori ma speravamo facesse un passo indietro”
    21.12.2009 21:15 di Antonino Bulla articolo letto 57 volte
    Fonte: repubblica.it
    L’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, ha detto la sua sul prestigioso risultato conseguito ieri dalla squadra etnea a Torino contro la Juventus. “Spero che battere la Juve abbia tolto questo tappo dalla nostra testa – dichiara Lo Monaco – sono tre punti importanti che ci danno morale ma che aumentano il rammarico per ciò che poteva essere e finora non è stato. Non meritiamo la classifica che abbiamo, anche contro il Siena e il Livorno abbiamo dominato per poi essere puniti da errori dei singoli. Atzori? Non volevamo esonerarlo ma speravamo in un suo passo indietro, sembrava scosso. Mihajlovic invece ci ha colpito subito per la sua serenità”.

  20. Ip Address: 93.46.4.39

    Eccomi qua amici miei…
    Rispondo a chiarezza dicendo: Grazie Andujar 😀
    Poi dico: Grazie Izco… quante te ne hanno dette…non sarai maradona, ma ha sempre messo il cuore, la grinta, tutto quello che hai in corpo…

    Ragazzi ognuno è libero di fare le proprie scelte… anche io sono andato su calciocatania.com
    ho letto il post di popol vuuh o come cavolo si chiama… ci ha chiamati in causa…velatamente…volevo rispondere… Ma alla fine ho pensato…meglio lasciarli nella loro ignoranza…

  21. Ip Address: 93.46.4.39

    Catania, Lo Monaco: “Non volevamo cacciare Atzori ma…”
    21.12.2009 21.52 di Riccardo Mancini articolo letto 653 volte

    Catania è in estasi dopo la splendida vittoria ottenuta ieri pomeriggio nel gelo di Torino contro la Juventus. A parlare dell’impresa dei ragazzi guidati da Mihajlovic ci ha pensato l’ad etneo, Pietro Lo Monaco, ai microfoni di repubblica.it: “Questi tre punti sono importantissimi, ci danno morale per il prosieguo del nostro campionato ma allo stesso tempo aumentano il rammarico per ciò che non siamo riusciti a fare finora. Non meritiamo la classifica attuale, siamo stati molto sfortunati. Atzori? Non volevamo esonerarlo ma speravamo in un suo passo indietro. Mihajlovic? Ci ha colpito subito per la sua personalità”.

  22. Ip Address: 93.46.4.39

    Trattative acquisti Catania Calcio:

    Osvaldo (A) (Bologna)
    Erjon Bogdani (A) (Chievo)
    David Suazo (A) (Inter)
    Emanuele Calaiò (A) (Napoli)
    Sergio Volpi (C) (Reggina)
    Michele Paolucci (A) (Siena)
    Giovanni Formiconi (D) (Udinese)
    Daniele Vantaggiato (A) (Parma)
    Nicola Amoruso (A) (Parma)
    Mauro Boselli (A) (Estudiantes )
    Mario Bolatti (C) (Porto)
    Andrea Caracciolo (A) (Brescia)
    Nicola Pozzi (A) (Empoli)
    Dario Gandin (A) (Independiente)
    Serkan Sahin (D) (Basilea)

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  23. Ip Address: 87.11.171.249

    BRAVU PEPPE A MEGGHIU PAROLA E CHIDDRA CA NON SI RICI, X ME IL SITO DOVE SCRIVEVAMO PRIMA NON ESISTE PIU’, TUTTI QUESTI GRANDI GIORNALISTI CHE SCRIVONO SU QUEL SITO A NOI NON SERVONO, COME HO SCRITTO NEL POST PRECEDENTE CATANISTA 1 MAX 0 I MACCARRUNI SU CHIDDRI CA INCUNU A PANZA, CHE DIRE RAGA ABBIAMO X ATANTI MESI NOI TUTTI SCRITTO SUL “SU COMU A BANNERA” ORA DOPO LA VITTORIA DI IERI BRAVO L’ALLENATORE BRAVO QUESTO E BRAVO QUEST’ALTRO, NON HO PAROLE GENTE CHE PREDICA BENE E RAZZOLA MALE, RUMANI MI DEVO ANDARE A COMPRARE UN SERPENTE ALMENO FACCIO GIOCARE IL MIO GATTO VISTO CHE QUELLO CHE C’ERA NON CE PIU’ O TRA POCO FINIRA NELLE GRINFIE DEL GATTO AHHAHAHAHAHAHAHAH

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  24. Ip Address: 87.1.10.61

    ciao ragazzi,

    anche io la penso come voi, io rimango qui non me ne frega un bel niente di quello che dicono gli altri tanto vale dirlo tra di noi …….

    prima ci cacciano via poi ci aprono la porta eh non, non m’interessa più
    qui siamo a casa nostra non siamo ospite di nessuno !!!!!!

    piano piano la gente ci verra a cercare e noi li ospitiamo qui da noi….

    qui c’è l’uso del pensiero libero……

  25. Ip Address: 94.160.27.140

    ragazzi ci sono pure io!!!! buona sera a tutta la new star………….. signori anchio ho dato un occhiata al sito dove scrivevamo prima, ce gente che scrive siamo forti , era ora , puppetta e cose varie , quando 2 settimane gli stessi gettavano fango a destra e a manca!!!!!! gente inutile!!!!! oggi acchiappai a un pugnu di juventini e marricriai a nzuttalli.:):):) ieri con il gol di izco che si meritava ,mi sono tolto un grande peso di dosso mi sento piu leggero , la prima vittoria esterna ai danni della juve, piu contento di cosi……………..
    catanista complimenti per l’articolo sono d’accordissimo con te!!!:) 🙂 ora vi saluto e vi auguro una buona notte e sogni rossazzurri a tutti pari……….

  26. Ip Address: 94.160.27.140

    ciao joe , quoto in toto!!!!!buona notte………….

  27. Ip Address: 87.1.10.61

    La moviola della 17^ giornata di Serie A
    21.12.2009 21:40 di Gaetano Alfano

    Buon arbitraggio di Pierpaoli in Juventus-Catania. Bravi i suoi assistenti nel giudicare regolari le posizioni di Salihamidzic e Izco. Il Catania protesta per un rigore giustamente non concesso dal direttore di gara. Unica pecca: Marchisio viene espulso per doppia ammonizione ma il secondo giallo poteva essere sicuramente un rosso diretto.

  28. Ip Address: 87.1.10.61

    buona notte Matteo…..

    sogni rossazzurri a tutti

  29. Ip Address: 93.46.4.39

    Buonanotte Fratelli a domani…

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  30. ciao matteo grazie, grazie di cuore a tutti.

    buonanotte e sogni rossazzurri…

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  31. Ip Address: 85.41.235.41

    buongiorno popolo rossazzurro……

    Sky, Di Marzio: “Catania interessato a Guberti e Stankovic”
    21.12.2009 23:38 di Redazione ITA Sport Press
    Fonte: Elisa De Chiara
    GubertiSecondo Gianluca Di Marzio, esperto di mercato e telecronista di Sky Sport, il Catania per gennaio avrebbe nel mirino l’esterno di centrocampo, Stefano Guberti, attualmente alla Roma, e l’attaccante 23enne della Triestina, Marko Stankovic ex punta degli austriaci dello Sturm Graz. Il centrocampista da tempo è un obiettivo dell’ad etneo Pietro Lo Monaco. L’agente di Guberti, Claudio De Nicola, pochi giorni fa in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it aveva dichiarato: “Sì, l’ho fatto visionare al direttore Lo Monaco. In occasione della partita tra Lazio e Catania dello scorso anno all’Olimpico, gli avevo fatto vedere un dvd. Evidentemente se la cosa non è andata avanti è perchè gli etnei cercavano giocatori con altre caratteristiche per quello che era il modulo adattato dalla squadra. E’ l’unica spiegazione perchè Lo Monaco non si fa scappare certe occasioni”.

  32. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, Plasmati piace ad Ascoli e Frosinone
    21.12.2009 20:15 di Antonino Bulla
    Gianvito Plasmati (26), attaccante del Catania, secondo gli ultimi rumors di mercato rientrerebbe tra i giocatori seguiti dal Frosinone. Il club ciociaro avrebbe sondato il mercato per l’attaccante etneo, cercato pure dall’Ascoli. I dirigenti del Catania potrebbero decidere di girare l’attaccante in prestito non prima però di aver acquistato almeno due elementi per il reparto offensivo.

  33. Ip Address: 85.41.235.41

    Mascara: “Se si vince senza di me resto fuori sempre…”
    21.12.2009 23:30 di Redazione ITA Sport Press
    Fonte: Elisa De Chiara
    Peppe Mascara, attaccante del Catania, premiato a Benevento per aver segnato il gol più bello in serie A nella scorsa stagione, ha rilasciato ai microfoni di Sky alcune importanti dichiarazioni. “Bella vittoria contro la Juve senza di me in campo. A questo punto se vinciamo sempre preferisco non giocare più…scherzo naturalmente. Ho parlato con i miei compagni ed erano contenti perché non capita sempre di battere una grande squadra come la Juve. E’ un momento esaltante che ci aiuta a venire fuori da una situazione complicata. I meriti di Mihajlovic? Quelli di non stravolgere tutto. Ci ha dato serenità e fiducia e questo è stato determinante a Torino. Il mio futuro ? E’ vero che la scorsa estate sono stato nel mirino del Napoli e del Psg in Francia ma spero di rimanere a Catania. Coi dirigenti in passato è bastata una stretta di mano, finora non abbiamo parlato di rinnovo del contratto (scadenza 2011 ndc)”.

  34. Ip Address: 32.58.34.195

    Buongiorno a tutti !!

    Joe un piacere rileggerti.
    Un saluto anche a chiarezza catanista60 e tutti gli altri.

    ancora sto assimilando la vittoria contro la juve, e sto cercando i biglietti per la partita contro il bologna, se qualcuno di voi andasse allo stadio fatemelo sapere, mi uniro’ volentieri!!

    un saluto

    Fozza Catania
    Sempre….

    Simone

  35. Ip Address: 82.57.252.130

    eccomi catanista 😀
    sn passato a fare un salutino a tutti i veri tifosi catanesi…

  36. Ip Address: 85.41.235.41

    ciao Biondino87,

    benvenuto tra di noi su questo sito

    un saluto anche a Simone Belgio
    nell’augurio che il catania si rafforzi a Gennaio con 2 elementi fondamentali
    un attaccante e un centrocampista (regista alla Ledesma)
    mi va bene volpi anche se ha 35 anni ma è uno che sa dettare i tempi fare salire la squadra e ha esperienza da vendere….

    YES WE CAN…………………..

  37. Ip Address: 85.41.235.41

    ESCLUSIVA TMW – Catania su Stankovic: doppia smentita
    22.12.2009 10.46 di Gianluigi Longari
    Fonte: interviste di Marco Gori/Raffaella Bon

    Non sarà Dejan, ma Marko Stankovic, austriaco della Triestina, sta già iniziando a far parlare di sè. Le voci che lo riguardano parlano di un Catania parecchio interessato a lui, per questo motivo la nostra redazione ha contattato sia l’agente del giocatore, Max Hagmayr, che il ds dei giuliani De Falco.

    Hagmayr: “Non mi risulta alcuna richiesta da parte del Catania, ovviamente il giocatore gradirebbe giocare in serie A e si sente pronto per il grande salto. Se può succedere qualcosa a gennaio? Non lo so , vedremo, noi siamo aperti a qualsiasi prospettiva, però l’ultima parola spetta ovviamente alla Triestina”.

    De Falco: “Per ora non sono stato contattato dal Catania, Stankovic per noi è un giocatore importante su cui la societèà ha investito, e non abbiamo intenzione di cederlo”.

  38. Ip Address: 84.42.137.241

    buongiorno a tutta la New Star dalla fredda ma bellissima Praga!

    ho seguito grazie al palmare la discussione anche se non ho potuto scrivere…lasciamo stare le discussioni e facemuli cociri ndo so broru!!
    i “signori”si pentiranno di quello che hanno fatto la settimana scorsa:avanti con la New Star!!
    oggi na bella birra ca nocca ma vivu a nostra saluti!

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANI

  39. Ip Address: 85.41.235.41

    ciao babi che tempo fa a Praga, qui fq molto freddo !!!!!!

    bevine una anche per me! mi raccomando…

  40. Ip Address: 84.42.137.241

    ciao Joe
    stamattina “soltanto” -5…sono imbottito come un panino del miglior carrozzone di catania 🙂
    la prima birra della giornata te la dedico! 😉

  41. Ip Address: 85.41.235.41

    grazie Babi,

    copriti bene e porta a passeggio i pinguini :p 😀

  42. Ip Address: 87.10.211.147

    BUON POMERIGGIO A TUTTI UN CARO SALUTO A TUTTA LA NEW STAR CATANISTA UNNI FINISTI, CIAO JOE I FRUTTI DI QUELLO CHE STIAMO SEMINANDO LI RACCOGLIEREMO PIANO PIANO IO CI CREDO.
    POSTO UN ARTICOLO DALLA SICILIA.WEB CHE PARLA DI CALCIO MERCATO

    Dal mercato un aiuto per Morimoto”
    L’ad del Catania, Pietro Lo Monaco: “Davanti abbiamo un giovanottino di grandi potenzialità, ma che ha 20 anni e che si è caricato di troppe responsabilità. Di Mihajlovic ci ha colpito la serenità: conosceva perfettamente la squadra ed è stato il primo a dire convinto che ci saremmo salvati”

    ROMA – La clamorosa vittoria in casa della Juventus ha portato “tre punti importanti, ma che non fanno altro che aumentare il rammarico per quello che poteva essere e che finora non è stato”. Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, va controcorrente anche se gli etnei possono finalmente godersi un po’ di serenità alla vigilia delle vacanze di Natale.

    “Il Catania fin qui si era espresso a certi livelli, ma purtroppo commettiamo puntualmente gravi disattenzioni – ricorda -. Non meritiamo la classifica deficitaria che abbiamo. Con il Livorno e il Siena abbiamo creato tante occasioni da gol e poi abbiamo regalato la vittoria per errori individuali. Tutte le partite sono importanti, è fondamentale far quadrare il cerchio”.

    Lo Monaco spiega che il problema del Catania, che rimane comunque ultimo in classifica seppure in coabitazione con il Siena, “è psicologico” e con l’arrivo di Sinisa Mihajlovic al posto di Gianluca Atzori “ci auguriamo che possa sbloccare la testa dei nostri giocatori”.

    “Noi – precisa il dirigente etneo – non pensavamo ad esonerare l’allenatore, pensavamo piuttosto a un passo indietro del nostro tecnico, lo vedevamo scosso. La cosa che ci ha colpito è la serenità di Mihajlovic quando ha preso la squadra: la conosceva perfettamente ed è stato il primo a dire convinto che il Catania si sarebbe salvato. Mi auguro che ci abbia visto giusto”.

    “Chi retrocede? Non lo so, non sono un mago – dice ancora Lo Monaco -. Tutte venderanno cara la pelle. Il nostro campionato è bello proprio perchè c’è variabile imprevedibilità”. Una mano a Mihajlovic e al Catania potrebbe darla il mercato di gennaio. “Qualcosa faremo – assicura -. Là davanti abbiamo un giovanottino di grandi potenzialità ma che ha 20 anni (Morimoto, ndr) e che si è caricato di troppe responsabilità. Forse – conclude – ha bisogno di aiuto”.

    22/12/2009

  43. Ip Address: 87.10.211.147

    Catania, stasera Andujar convince Bolatti a scegliere gli etnei?
    22.12.2009 13:04 di Antonino Bulla articolo letto 92 volte
    Mario Bolatti, centrocampista in forza attualmente all’Huracan, ma di proprietà del Porto, continua ad essere accostato a numerosi club europei e sudamericani. Il Catania segue con interesse il giocatore argentino da circa due mesi, quando i dirigenti etnei sono volati a Buenos Aires per prendere informazioni con l’agente del giocatore, Marcelo Simonian e con i dirigenti dell’Huracan, che detiene il 20% del cartellino. Sulle tracce del centrocampista ci sarebbe però anche Barcellona e Lazio. Il club biancoceleste è stato accostato nelle ultime ore da alcuni media italiani. Secondo la stampa sudamericana invece, oltre ai club europei già citati, anche il Colon Santa Fè e i brasiliani della Fluminense avrebbero manifestato grande interesse. La verità è che Bolatti vuole proseguire la sua carriera in Europa e non più al Porto, tanto che i dirigenti portoghesi hanno già fissato il prezzo dell’80% dei diritti, per circa 4 milioni di euro. Lo stesso Bolatti ha confermato che nei prossimi giorni, probabilmente entro la prossima settimana, parlerà con il suo agente per valutare le varie proposte. Decisiva per le sorti della trattativa, potrebbe essere l’amichevole che oggi la Nazionale argentina giocherà con la Catalogna in Spagna. Da una parte, saranno presenti infatti i dirigenti del Barcellona, che non mancheranno all’appuntamento tra le mura amiche per tentare l’approccio decisivo al giocatore. Dall’altra parte, il Catania non sarà rappresentato da nessun dirigente, ma può contare sul suo portiere Mariano Andujar. Grande amico di Bolatti, l’estremo difensore rossazzurro, potrebbe convincere il connazionale a raggiungerlo in Sicilia.

  44. Ip Address: 87.10.211.147

    LE NOTIZIE IN ANTEPRIMA SOLO SUL NOSTRO SITO
    DA ITASPORT PRESS COPIA E INCOLLA

    Pulvirenti a ITASPORTPRESS: “Lo Monaco non lascerà il Catania”
    22.12.2009 10:10 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 436 volte
    Fonte: Elisa De Chiara
    Il presidente del Catania, Nino Pulvirenti a 48 ore dal clamoroso successo contro la Juve, ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it. “La vittoria contro la formazione bianconera –sottolinea il massimo dirigente etneo- conferma che questa squadra non è scarsa come qualcuno ha detto. La cura Mihajlovic già si comincia a vedere e domenica contro la Juve abbiamo visto qualcosa di importante. Confermo però che alla riapertura del calciomercato invernale questo organico sarà rafforzato con almeno 4 innesti di qualità. L’esaltazione dei tifosi catanesi dopo il colpo esterno? A Catania è normale, si fa festa alla prima vittoria e ci si deprime alla prima sconfitta. Comunque i tifosi sono il nostro valore aggiunto e con i risultati positivi sono sicuro che torneranno allo stadio numerosi a sostenerci come avveniva prima. Lo Monaco lascia veramente a fine stagione? Ma, avevo espresso un mio pensiero che forse è stato mal interpretato. Io ho detto semplicemente che il nostro amministratore delegato è stato cercato in passato da club di prima fascia, che è stanco di subire ingiuste critiche, ma che finora non mi ha mai riferito esplicitamente di voler lasciare la società etnea. Del resto insieme stiamo gettando le basi per un Catania sempre più forte e solido che dovrà puntare all’Uefa nei prossimi cinque anni. Quindi confermo che Lo Monaco resterà con noi anche nella prossima stagione”.

  45. buon pomeriggio popolo rossazzurro.

    un saluto alla new star, joe salvo da cassino (fratello non fari uci ca mi rumpisti i timpani)… 🙂 Babi&Dedi dopo praga ci sentiamo per bere una birra tutti insieme accoppiata a quacche puppettu du canni di cavaddu … ahahahaha

    CIAO BIONDINO, fratellino sono contento per la tua entrata, e mi raccomando non fare toccata e fuga, dobbiamo ricreare qui, l’atmosfera che avevamo creato da altre parti…

    riguardo alla questione lomonaco, se cambia atteggiamenti verso i tifosi saro’ il primo ad essere contento per la sua riconferma, perche’ credo sia un dirigente in gamba… al contrario: MORTO UN PAPA SE NE FA UN’ALTRO.

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  46. di Alter Ego

    Pubblicità Ingannevole
    Bisogna riconquistare la fiducia dei tifosi, così dopo aver dichiarato che il Catania, anche in caso di retrocessione, mirerà a conquistare l’Europa nei prossimi 5 anni, il Presidente Pulvirenti la combina grossa e, in TV, annuncia che a fine stagione l’a.d. Lo Monaco potrebbe lasciare Catania. La Polizia ha aperto un fascicolo per pubblicità ingannevole.

    Impresa Olimpica
    La Tv: <>. Dalla camera accanto <>

    I Belive
    L’azione di contropiede che ha portato il Catania alla rete dell’1-2 contro la Juventus, sull’asse Plasmati – Izco, e conseguentemente alla vittoria dell’ultima in classifica sul campo dei bianconeri, è stata definita dagli esperti del paranormale un “incontro ravvicinato del 5° tipo”.

    Interrogazione Parlamentare
    Il partito dei pensionati ha presentato un’interrogazione parlamentare per stigmatizzare quanto accaduto all’Olimpico di Torino quando degli immigrati meridionali si sono resi protagonisti di un vergognoso sgambetto, proditorio, ai danni della Vecchia Signora.

    Melo uno di Noi
    Lo ha tradito la passione per le sue origini catanesi, Filippo Carmelo Vincenzo do Cavaddu, che in tenera età ha cambiato nome nel più brasiliano Felipe Melo, così da avere più possibilità di giocare al calcio, non ce l’ha fatta a giocare contro la squadra della sua città (nato in Via Plebiscito come da cognome). Al 30’pt va da Ferrara e chiede il cambio così: “Au, fammi nesciri..”

    Unità di crisi
    Dopo aver appreso che un gruppo di oltre 300 tifosi rossazzurri ha atteso il Catania all’aeroporto Fontanrossa per festeggiare l’ultimo posto in classifica conquistato dalla squadra al termine della fase 2009 del campionato di serie A, l’istituto mondiale di psicologia (qualora esistesse) ha avviato un’indagine scientifica sulle strane attitudini dei catanesi.

    Contatti Osé
    Il contatto in area bianconera Tiago – Spolli, con lo juventino che causa rigore tentando di denudare l’argentino del Catania, verrà riproposto sul canale eros del bouquet Dahlia.

    Farmacia
    Due litri di antidepressivo, venti scatole di Malox, una tanica di Aspirina, kilometri di bende, centinaia di cerotti, ghiaccio e pomata contro le contusioni. La rete di Izco all’88’ mette in crisi il settore farmaceutico catanese, stavolta i tifosi del Catania spenderanno altrove i loro risparmi settimanali.

    Dahlia
    Al 50’st Alvarez parte sulla sinistra dalla propria difesa, seminando 5 avversari, il telecronista di Dahlia Tv insiste nel chiamarlo Capuano, arrivato al limite dell’area Alvarez viene atterrato e protesta, non contro l’arbitro ma contro il telecronista che continua a chiamarlo Capuano.

    Come si chiama?
    Prima rete in serie A per Mariano Izco che segnato l’1-2 decisivo per la vittoria contro la Juventus si limita ad una corsa verso la panchina. Rivelerà in sala stampa “Non ho gridato nulla perché non ricordo… come avete detto che si chiama quando la palla entra nella porta avversaria?”

    In maschera
    Ha funzionato l’espediente utilizzato dal Catania per spesare i giocatori della Juventus. L’undici allenato da Mihajlovic è sceso intenzionalmente in campo con la tenuta interamente rossa, così da farsi scambiare per Babbo Natale. I bianconeri hanno capito troppo tardi che anziché regalarli i tre punti, il Catania, li avrebbe presi. Alla ripresa col Bologna, per l’Epifania, pronti i “calzettoni” augurali.

    La Plusvalenza
    Occasione mancata in casa Catania, anziché comprare giocatori argentini a poco per rivenderli a molto la società avrebbe potuto puntare alla Snai anche solo 1.000 euro sulla vittoria esterna degli etnei all’Olimpico per poter sovvenzionare, nel mercato di gennaio l’arrivo di Messi, in contanti.

    (Mondocatania.com)

  47. Ip Address: 77.204.27.71

    Un buongiorno rossazzurro agli amici della new star.
    Alla prima domanda su Lo Monaco mi ha risposto lo stesso Pulvirenti…balle non si muove…ne sono felice!!

    Dal calciomercato aspetto e spero, inutile seguire tutto quello che scrivono i giornalai…spero sempre in Menegazzo con Biagianti al Genoa..
    Una punta resto della mia idea, in giro non c’è ne….ed un’altra scommessa, mi lascia perplesso….forza Plasmati..al limite scommessa per scommessa, tentiamo il rientro a gennaio di Catellani o lo stesso Antenucci!!

  48. Ip Address: 79.9.241.128

    Buona sera a tutta la NEW STAR.
    Mario sei uno spasso, confesso di non avere la tua fantasia e me ne rammarico un po, se un giorno diventerò titolare di una testata giornalistica sportiva…….. ti assumerò!
    Mi nteressa poco chi verrà acquistato a gennaio, mi interessa solo che faccia i gol tanti gol in modo da tirarci presto fuori dalle sabbie mobili in cui ci stiamo trovando
    Amo Catania e il Catania.

  49. ciao chiarezza

    mi aspetto un mercato col botto dal catania…

    ciao beppe
    Ti ringrazio per la stima, ho fantasia e’ vero , ma l’articolo non e’ mio… :O semmai aprirai un giornale mi offro per farti da autista… ahahahaha
    🙂 🙂 🙂

  50. Il calciomercato sta per aprire ufficialmente i battenti. Il Catania da almeno un mese è a lavoro per rinforzare la squadra in determinati settori del campo. 3-4 gli affari che dovranno essere perfezionati a detta del presidente Antonino Pulvirenti a gennaio. Volti nuovi sono previsti soprattutto in attacco. In Sicilia potrebbero approdare due attaccanti, dando spazio ad una eventuale cessione. In particolare, da Torino bussano per il fantasista Adrian Ricchiuti, già seguito dal club granata quest’estate, mentre Plasmati ha numerose richieste dalla B. In questo caso in pole ci sarebbe il Frosinone. In entrata, si allarga la lista dei nomi presi in considerazione dal Catania. David Suazo costa troppo in termini d’ingaggio, l’Inter sarebbe disposta ad agevolare la società etnea pagandone gran parte. Il giocatore ha però ricevuto tante offerte a livello europeo e anche la Roma sarebbe molto interessata all’honduregno. Logicamente l’attaccante preferirebbe trasferirsi in squadre di livello superiore al Catania, dunque la pista rossoazzurra va ormai scartata definitivamente, salvo sorprese. Nicola Pozzi della Sampdoria resta un obiettivo della società di via Aporti, visto come il giocatore dalle caratteristiche ideali per affiancare il giapponese Morimoto in avanti. Stuzzicante l’idea di un ritorno in Sicilia di Michele Paolucci, ma è complicato mettere d’accordo Juventus e Siena, che detengono il cartellino della punta di Recanati. C’è poi da segnalare l’intromissione della Fiorentina che rende l’operazione più difficile. Nei prossimi giorni il Catania potrebbe presentare un’offerta ufficiale al Chievo per Pablo Granoche, attaccante in comproprietà tra il club veneto e la Triestina che piace molto alla dirigenza etnea da un paio d’anni. Forse è la volta buona affinchè il matrimonio in questione si possa concretizzare. Continuano ad essere accostati al Catania anche Daniele Vantaggiato (Torino, di proprietà del Parma), vecchio pallino di Lo Monaco, l’albanese Erjon Bogdani (Chievo), Emanuele Calaiò (Siena), Pablo Osvaldo (Bologna), Inacio Castillo (Fiorentina) e Andrea Caracciolo (Brescia). Recentemente è saltato fuori pure un interessamento per Marko Stankovic, punta della Nazionale austriaca e in forza alla Triestina, ma la dirigenza gigliata ha smentito la notizia. Per il centrocampo, il nome che si fa sempre più insistente è quello di Sergio Volpi della Reggina, in rotta con la società calabrese. Il Catania vorrebbe prelevare con la formula del prestito il 35enne regista ex Sampdoria e Bologna, ma il presidente Foti ha la preferenza per una cessione a titolo definitivo. In alternativa si pensa al fiorentino Martin Jorgensen. Infine, secondo ultime indiscrezioni, ci sarebbe anche il Catania sulle tracce dell’esterno offensivo sinistro Stefano Guberti. La Roma sembra disposta a lasciarlo partire in prestito o comproprietà, dovrà decidere la destinazione tra Bari, Sampdoria, Atalanta e, appunto, Catania.

  51. mi piacciono suazo, paolucci, pozzi…

    perplesso su guberti:e llama? (stesso ruolo, stesse caratteristiche).

    volpi me lo ricordo un buon centrocampista: ma non dovevamo svecchiare la rosa?

    Comunque secondo me, il catania deve anche pensare a vendere : troppi calciatori in rosa che non sono all’altezza della categoria…

  52. Ip Address: 93.46.26.214

    fratello,hai fatto un buon riassunto della partita ma nn farti prendere dai facili entusiasmi,il catania ha bisogno di rinforzi x riuscire a salvare la serie A.MIHAJILOVIC nn è atzori,lo ha dimostrato nella partita contro la juventus.Speriamo bene ti saluto.

  53. Buonasera raga’!!!
    Sono ancora estasiato per la vittoria contro la Juve!!!
    Chiaramente dobbiamo continuare a battagliare e vincere la guerra!!!

    Vorrei augurarvi di trascorrere un Buon Natale e Felice anno 2010 a voi e alle vostre famiglie!!! Ed anche al Nostro Catania!!!!
    Un abbraccio circolare ai tifosi rossazzurri di tutto ilo mondo!!!!
    Yes, We Can!!!

  54. Ip Address: 93.46.45.204

    Buonasera popolo rossazzurro

    Catania, Mascara ‘Spero di restare’

    18:08 del 22 dicembre

    Giuseppe Mascara parla del suo futuro: “E’ vero che la scorsa estate sono stato nel mirino del Napoli e del Paris Saint Germain, ma spero di rimanere a Catania – spiega ai microfoni di Sky -. Con i dirigenti non abbiamo ancora parlato di rinnovo del contratto”.

    Poi il fantasista ritorna sul successo di Torino contro la Juventus: “Bella vittoria senza di me in campo. A questo punto se vinciamo sempre preferisco non giocare più… scherzo naturalmente. Ho parlato con i miei compagni ed erano contenti perché non capita sempre di battere una grande squadra come la Juve. E’ un momento esaltante che ci aiuta a venire fuori da una situazione complicata. Mihajlovic? Ha avuto il merito di non stravolgere tutto, ci ha dato serenità e fiducia”.

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  55. Ip Address: 82.61.4.46

    Ciao Catanista,
    personalmente vedo bene volpi al catania, può fare benissimo il sostituto di Ledesma !!!!!

    come attaccante Paolucci non arrivera a catania, prima di tutto costa troppo 7 milioni !!!!!!
    secondo il siena non lo cede a un concorrente come il catania.

    suazo è da escludere per il rilevante ingaggio !!!!!

    rimane pozzi e vantagiato….
    e secondo me arriva bolatti per la mediana….

    speriamo bene.

  56. Ip Address: 82.61.4.46

    Siena, Paolucci in partenza?
    22.12.2009 20.24 di Andrea Lolli
    poche presenze, pochi gol e una situazione di classifica non certo felice potrebbero convincere Michele Paolucci (23) a lasciare il Siena. Il giocatore non è contento del suo utilizzio e starebbe meditando un addio nel mercato di gennaio.

  57. Ip Address: 32.58.34.195

    Buongiorno a tutte le New Stars!!! e a tutti i veri Tifosi Rossazzurri.

    A quanto pare sono il primo ad essersi svegliato….vabbè che forse sono anche l’unico crasto che sta lavorando il 23…si respira un clima natalizio, o letto i post sul calciomercato. chiunque arrivi sarà il benvenuto. Non mi vorrei sporgere tanto con i nomi per poi rimanere deluso qualora questi nomi non dovessero arrivare. Fiducia alla società, sono convinto che hanno capito dove hanno sbagliato.E sono straconvinto che il “tra 5 anni in Europa” da parte di Nino, non siano solo parole al vento.

    Da domani sono in ferie. Scendero’ a ct il 26 rinnovo il mio invito a chi delle NEw stars volesse incontrarsi magari per scambiarsi gli auguri di persona, e conoscersi faccia a faccia, io sono disponibilissimo!!!

    Un augurio di buona giornata a tutti voi

    Simone

  58. buongiorno popolo rossazzurro.

    un saluto alla new star, ciao simone oggi io non lavoro ma saro’ di turno proprio il giorno di natale. 🙂 (apri la posta, aprite le posta fratelli) …

    metabolizzata la partita con la juve attendiamo tutti con rinnovata fiducia i prossimi impegni, e sopratutto ci aspettiamo da parte della societa’ un mercato di riparazione che possa portare a catania quegli elementi che possano farci fare il tanto auspicato salto per uscire a poco a poco dalla
    situazione in cui il catania si e’ venuto a trovare in questa prima parte della stagione…
    i presupposti per fare bene ci sono, e speriamo che il nuovo anno sia portatore di una nuova ventata di “entusiasmi” per la tifoseria rossazzurra.

    “Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  59. Ip Address: 32.58.34.195

    Mario grazie per gli auguri!!

    Il giorno Di natale io invece staro’ preparando i bagagli per tornare nella Mia amata terra!!! avro’ un pensiero anche per te….

    Ho risposto alla tua mail

    Fatemi Sapere!!

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  60. ………………CALCIOMERCATO
    L’apertura del mercato invernale, il cosiddetto “mercato di riparazione“, era stata originariamente fissata per il 7 gennaio fino all’1 febbraio 2010. Però lunedì il Consiglio Federale della Figc, su proposta della Lega Calcio, ha anticipato a sabato 2 gennaio l’apertura ufficiale delle trattative, confermata invece la chiusura per lunedì 1 febbraio alle ore 19. Questo perché la prima giornata di campionato dopo la sosta invernale è in programma il 6 gennaio. A fine gennaio finestra di mercato al Quark Hotel. Per gli svincolati, invece, trattative aperte fino al 31 marzo.

    Secondo quelle che sembrano le direttive della società rossazzurra, saranno quattro i nuovi arrivi nel prossimo mercato: un difensore, un centrocampista e due attaccanti. Sul fronte offensivo, appare improbabile poter arrivare a David Suazo dell’Inter. Mihajlovic lo conosce bene per averlo allenato e con i nerazzurri non trova spazio. Il problema principale rimane l’ingaggio proibitivo dell’honduregno, nonchè le forti richieste dal mercato estero.

    La novità odierna riguarda due nomi accostati proprio al Catania: Nicola Pozzi della Sampdoria e Emanuele Calaiò. Secondo quanto riportato da “La Gazzetta dello Sport“, le due società sarebbero intenzionate ad effettuare uno scambio fra i due giocatori, portando Pozzi in maglia senese e Calaiò in blucerchiato. Operazione che, di fatto, taglierebbe fuori il Catania, che comunque resta alla porta.

    E’ altrettanto difficile che la società di Via Ferrante Aporti possa arrivare a Graziano Pellè dell’Az Alkmar. L’attaccante ha anche un passato con il Catania nella stagione 2004/05 con Sonetti alla guida. Nelle 15 gare disputare però, l’allora giovanissimo Pellè non aveva particolarmente impressionato, non riescondo mai a timbrare il cartellino. L’attaccante è prossimo dallo svincolarsi dal club olandese, facendo salire l’interesse sul ragazzo di San Cesario di Lecce, autore di cinque gare in Champions League.

    Appare più concreto il possibile ritorno in maglia rossazzurra di Michele Paolucci. L’attaccante è in vacanza a Catania ed ha sempre confermato il desiderio di tornare sotto i piedi dell’Etna. Sicuramente è una scelta gradita alla società catanese che, però, deve superare il problema della comproprietà fra Siena e Juventus.

    Nelle ultime ore si è materializzato un clamoroso ritorno di fiamma per Pablo Granoche, in comproprietà fra Chievo e Triestina. Nell’estate 2008 accese una telenovela con il Catania che si concluse con il clamoroso forfait negli ultimi giorni di mercato. Trova conferma l’interesse deò Catania per Stefano Guberti della Roma. Il centrocampista è stato schierato dai giallorossi appena 6 volte in campionato e 3 in Europa League. Sulle tracce del giocatore ci sarebbero anche Sampdoria, Atalanta e Chievo.

    Sul fronte uscite, Gianvito Plasmati piace a parecchi club di serie B, su tutti Grosseto e Frosinone, anche se il Siena avrebbe fatto un sondaggio per il “Gigante di Matera. Se dovesse arrivare un esterno destro difensivo, potrebbe essere Alessandro Potenza il primo indiziato a lasciare la maglia rossazzurra. Il numero 2 etneo è solo in prestito dal Genoa, che non sembra intenzionato a cedere il cartellino del ragazzo. Possibile un ritorno alla base per il centrocampista offensivo, Simone Pesce. L’Ascoli lo vorrebbe nuovamente con sè, e il numero 24 rossazzurro potrebbe tornare in terra marchigiana con la formula del prestito secco. Formula che potrebbe essere adottata anche per Blazej Augustyn, che andrebbe a farsi le ossa in cadetteria. Infine, Tomas Kosicky, portiere bielorusso, finora attivo solo nella primavera etnea, potrebbe essere ceduto a titolo definitivo.

  61. Plasmati, l’agente: “Potrebbe andare in Bundesliga”
    Trentasette presenze nella massima serie tra Catania e Atalanta e ora la voglia di emergere ancora di più. Domenica a Torino contro la Juventus un assist al bacio per Izco, autore della rete decisiva per una storica vittoria. Gianvito Plasmati
    (26), attaccante in forza agli etnei scalpita e come lui anche l’agente Fifa, Antonio Rebesco, che abbiamo contattato in esclusiva per TuttoMercatoWeb.

    Per gennaio potrebbe lasciare Catania. Ci sono parecchie richieste, anche l’Ascoli è sulle sue tracce?
    “No, con l’Ascoli non c’è nessuna trattativa in corso. In serie cadetta ho avuto contatti con Mantova e soprattutto Padova. Il giocatore, viste anche le sue caratteristiche, è però convinto di potersela giocare in Serie A. Anche l’anno scorso, prima con la maglia del Catania e successivamente con l’Atalanta, ha sempre dimostrato il suo valore”.

    A proposito di Atalanta. Potrebbe tornare a vestire il nerazzurro?
    “Con gli orobici non ci sono state trattative, ma Gianvito a Bergamo ci tornerebbe di corsa”.

    A Catania per lui però lo spazio al momento è limitato?
    “Il valore del giocatore è riconosciuto da tutti, mentre il club siciliano ha deciso di puntare sul giapponese Morimoto e per Plasmati le possibilità di giocare non sono molte. Quando è stato utilizzato, come domenica contro la Juve, ha sempre messo in mostra il suo valore”.

    Si parla anche di estero come alternativa per gennaio?
    “Qualcosa si sta muovendo anche lì. Qualche contatto l’ho avuto con un club inglese, ma è in Germania dove il giocatore è molto seguito e dove c’è in piedi una pista concreta”.

    (itasportpress.it )

  62. Catania, Andujar piace al Boca Juniors

    Mariano Andujar, portiere del Catania e della Nazionale argentina, secondo le ultime indiscrezioni trapelate dalla stampa sudamericana, rientra tra gli obiettivi di mercato del Boca Juniors. Il club di Buenos Aires è alla ricerca di un portiere per sostituire il 37enne Roberto Abbondanzieri. Garcia e Ayala, gli altri due giovani portieri in forza alla squadra xeneize, non convincono i dirigenti che vorrebbero affidarsi a giocatori di esperienza. Andujar e Hilario Navarro dell’Independiente sarebbero le due opzioni per il Boca. Più facile al momento arrivare a Navarro che è in scadenza di contratto e ha una valutazione di mercato inferiore rispetto al portiere del Catania.

    (itasportpress.it)

  63. Catania, ieri grande festa in Argentina per Spolli

    Grande festa ieri per Nicolas Spolli, difensore del Catania, che tornato a Rosario in Argentina, ha partecipato alla grande festa organizzata dalla sua ex squadra, il Newell’s Old Boys. Ieri è stato infatti ribattezzato lo stadio “Colossu Park” ad Alberto Marcelo Bielsa, il tecnico che ha riscosso maggiore successo nella storia centenaria del Newell’s. Spolli e altre vecchie glorie hanno partecipato ad una partita amichevole. Il Newell’s annovera tra gli ex giocatori lanciati dalle proprie giovanili Gabriel Batistuta, Abel Balbo, Néstor Sensini e Lionel Messi. Il difensore del Catania è stato accolto con un lungo applauso al suo ingresso in campo dagli oltre 40 mila tifosi rossoneri del Newell’s.

    (itasportpress)

  64. Argentina, dimenticato in panchina Andujar

    Protagonista all’Olimpico di Torino, è stato lasciato in panchina per tutti i 90′ il portiere del Catania Mariano Andujar nell’amichevole giocata dall’Argentina di Maradona contro la Catalogna. Figuraccia rimediata dai sudamericani, trafitti per 4-2. Le reti catalane sono state segnate da Sergio Garcia (44’pt), Bojan (10’st), Sergio Gonzalez su rigore (25’st) e Hurtado (31’st), mentre tra gli argentini sono andati a segno il trequartista del Palermo Pastore, che al 18′ della ripresa ha accorciato lo svantaggio, e Di Maria. Maradona spettatore per via della nota squalifica di due mesi inflitta dalla Fifa. Il suo posto è stato preso dall’assistente Hector Enrique.

    (TuttoCalcioCatania.com)

  65. Volpi non accetta Catania?

    La trattativa sembrava ben avviata e Volpi era ad un passo dal suo approdo al Catania per raggiungere Sinisa Mihajlovic…ma pare che nelle ultime ore tutto sia cambiato per il volere del giocatore di tornare al Nord. Affare fallito? Vedremo ma Atalanta e Brescia sono piazze più gradite al mediano ex Bologna.

    ……………………………………………………………………………………………..

    ma vadda cchiaia sentiri … BEDDRU statti unni si ascuta ammia!

  66. Così rinasce il Catania
    di Andrea Lodato

    Ordine, concentrazione e soprattutto attributi: Mihajlovic ha rimesso le cose a posto dopo due prove in cui il gruppo era parso sfaldato. Battendo la Juve, i rossazzurri hanno svoltato nel carattere, nel credere che una partita difficile si può vincere, ma si può anche perdere. E poi tornare a vincere

    Ordine, calma, serenità, concentrazione. E cojones, come si dice dalle parti della Pampa. Perché per andare a vincere a domicilio a casa della Juventus, per di più di una Juve disperata, ci volevano di nuovo tutti gli elementi che avevano fatto pensare e sperare nella prima parte di campionato di avere, tutto sommato, punti esclusi, un buon Catania.

    Quello in grado di reggere all’urto di qualunque avversario, di tenere il campo ad avversarie titolate, di sfiorare vittorie, per raccogliere, poi, miseri punti, utili ma troppo poco per bene alimentare la classifica. Ecco, ci voleva il Catania che si era fermato malamente al triste pomeriggio di Siena e che era poi sprofondato nel baratro contro il Livorno.

    Ma anche un Catania con qualcosa in più, diciamo, appunto, gli attributi indispensabili per garantire tenuta per 90’ più recuperi vari, blindatura mentale prima ancora che psicologica, carattere e personalità. Appunto tutta roba che, volgarmente ma efficacemente, i sudamericani chiamano cojones e dalle parti di Sinisa Mihajlovic, chissà, magari si chiameranno in un altro modo ma per produrre lo stesso effetto.

    Il tecnico rossazzurro ha rimesso le cose a posto, dopo quelle due prove, una sua e una del passato, in cui il gruppo era parso incredibilmente sfaldato e aveva dato la sgradevole sensazione di non essere più in riga con la missione-salvezza.

    Difesa tutta d’un pezzo, con prove extraordinarie di Spolli (che guadagna anche il fallo del rigore dell’1 a 0), con Silvestre che ha un solo attimo di esitazione, sull’1 a 1 in cui i giocatori etnei invocano un fuori gioco più o meno attivo che avrebbe ingannato il pacchetto difensivo. E poi quell’Alvarez, che fu il tormentone del viene non viene, va o torna. E’ qua a fare l’esterno a destra o a sinistra su livelli fantastici, così come Capuano ha chiuso il quartetto a sinistra con una prova perfettamente intonata con il resto.

    Contro questa difesa ha bussato a vuoto l’attacco di Trezeguet e Amauri, non è passato nessuno e anche Andujar non solo è tornato protagonista, ma ha fermato nella fase finale la Juventus che stava credendo persino di poter vincere. Un grande Catania, grande per la prova pulita, per non avere perso la testa mai, né quando i bianconeri partivano alla carica, né quando Martinez portava in vantaggio la squadra con un rigore trasformato due volte, ma nemmeno quando arrivava l’1 a 1 e s’addensava sul capo del Catania la solita cappa di pessimismo, di fatalismo, di destino malvagio.

    Ecco dove il Catania ha svoltato, nel carattere, ma anche nel credere che una partita difficile si può vincere, ma si può anche perdere. E, poi, ancora si può tornare a vincere. Quella fuga finale di Izco, ispirata da una bella azione di Plasmati, è il simbolo del nuovo Catania, che torna sulle tracce di quello che fu in senso positivo, ed esorcizza gli aspetti negativi di quel periodo in cui un po’ il destino e un po’ la testa, non ne avevano fatta andare in porto più di una che fosse buona, cioè quella col Cagliari.

    Il campionato del Catania riparte da questi tre punti che non hanno il sapore del miracolo, ma di un gruppo che ci crede e a cui si può e si deve credere. Arriveranno i rinforzi, ma intanto si riparte da una squadra capace di tutto, oggi di scrivere una pagina di storia, a Torino, quarantasei anni dopo l’ultima vittoria rossazzurra in casa Juve. Non è un sogno, sono tre punti veri, tre. E si ricomincia dopo le feste più convinti che mai: la salvezza è là, aspetta il Catania che può riagguantarla.

    (la sicilia web)

  67. Ip Address: 85.41.235.41

    buon pomeriggio popolo rossazzurro
    un saluto alla new star e a tutti i tifosi del catania nel mondo……

    Vi auguro un buon natale e felice anno nuovo

    e spero che il ns. catania si salva alla grande…..

    domani mattina se dio vuole incomincia la discesa verso la mia catania, la macchina è pronta, i bauli sono carichi !!!!!! il pieno è fatto…..
    ci vediamo a casa
    mi raccomando polpette di carne di cavallo…….
    arriverderci ……

  68. Ip Address: 85.41.235.41

    ESCLUSIVA TMW – Catania, ag. Plasmati: “Estero pista concreta”
    23.12.2009 10.40 di Andrea Zalamena

    Trentasette presenze nella massima serie tra Catania e Atalanta e ora la voglia di emergere ancora di più. Domenica a Torino contro la Juventus un assist al bacio per Izco, autore della rete decisiva per una storica vittoria. Gianvito Plasmati
    (26), attaccante in forza agli etnei scalpita e come lui anche l’agente Fifa, Antonio Rebesco, che abbiamo contattato in esclusiva per TuttoMercatoWeb.

    Per gennaio potrebbe lasciare Catania. Ci sono parecchie richieste, anche l’Ascoli è sulle sue tracce?
    “No, con l’Ascoli non c’è nessuna trattativa in corso. In serie cadetta ho avuto contatti con Mantova e soprattutto Padova. Il giocatore, viste anche le sue caratteristiche, è però convinto di potersela giocare in Serie A. Anche l’anno scorso, prima con la maglia del Catania e successivamente con l’Atalanta, ha sempre dimostrato il suo valore”.

    A proposito di Atalanta. Potrebbe tornare a vestire il nerazzurro?
    “Con gli orobici non ci sono state trattative, ma Gianvito a Bergamo ci tornerebbe di corsa”.

    A Catania per lui però lo spazio al momento è limitato?
    “Il valore del giocatore è riconosciuto da tutti, mentre il club siciliano ha deciso di puntare sul giapponese Morimoto e per Plasmati le possibilità di giocare non sono molte. Quando è stato utilizzato, come domenica contro la Juve, ha sempre messo in mostra il suo valore”.

    Si parla anche di estero come alternativa per gennaio?
    “Qualcosa si sta muovendo anche lì. Qualche contatto l’ho avuto con un club inglese, ma è in Germania dove il giocatore è molto seguito e dove c’è in piedi una pista concreta”.

  69. Ip Address: 93.46.36.197

    Buonasera popolo rossazzurro e un abbraccio ai fratelli della New Star

    Già 10 cambi in Serie A. Ma se servono a far punti…

    Chi ha detto che il cambio di allenatore non serve? La stagione 2009-2010 sta sovvertendo un’antica legge non scritta del calcio. Fino a una decina di anni fa si diceva che un allenatore più restava al comando di una squadra e più poteva ambientarsi, far conoscere il modulo, lavorare coi suoi uomini. Un tecnico doveva avere tempo insomma per rodare i meccanismi della squadra e raccogliere risultati. Ebbene oggi non è più così. Il mestiere di allenatore è cambiato, da ruolo delicatissimo da far svolgere ad un uomo capace ed esperto, a precario usa e getta sempre pronto alla missione impossibile: fare sempre comunque risultato. L’allenatore di calcio viene chiamato in causa, ha pochissime settimane di tempo per lavorare sulla testa dei giocatori e per nulla sulla tattica (tempi troppo brevi) e dimostrare il suo valore. Se fa il suo dovere (i risultati please) bene, altrimenti tante grazie e buon lavoro. Per trovare un mister alla guida dei suoi da qualche tempo facciamo fatica. Il più longevo in Italia è Cesare Prandelli alla guida della Fiorentina per la quinta stagione. Tutti gli altri (escluso Gasperini alla quarta annata genoana) vanno e vengono come se le squadre fossero un porto di mare. Siamo ben lontani dalla cultura inglese dove resistono sir Alex Ferguson al Manchester United da 23 anni (!) e Arsene Wenger all’Arsenal da 13. Vista così sembrerebbe sbagliata la cultura tutta italica della fretta e dell’ossessione del risultato. Invece questi primi mesi di campionato dicono tutto il contrario. Cambiare tecnico fa bene. La stagione 2009-10 è già alle feste natalizie da record. Ben 10 cambi in 9 panchine (e pensiamo a Ferrara e Del Neri ancora in sella ma molto a rischio). Nelle 2 precedenti stagioni alla diciassettesima c’erano stati rispettivamente 6 e 5 esoneri. Siamo al doppio. Ma il fatto interessante è che tutti i cambi hanno portato beneficio alle squadre. Se Spalletti e Gregucci hanno lasciato ancora a 0 punti con l’impossibilità di fare peggio, vanno invece sottolineati i miglioramenti di Cosmi (1,66 punti di media contro 0,37 di Ruotolo), Colomba (1,25 contro 0,75 di Papadopulo) e Malesani (1,2 contro 0,4 di Giampaolo). Nelle zone un po’ più alte della classifica si è abbattuto il ciclone Mazzarri (2 punti a partita contro 1 di Donadoni) e i 2,25 di Delio Rossi a Palermo contro 1,30 di Zenga. A Catania forse è troppo presto per tirare somme ma la vittoria di Torino già aiuta Mihaijlovic visto che pareggia quanto meno l’unica vittoria di Atzori (ma in 15 gare). L’ultimo cambio in ordine di tempo è a Udine dove Marino ha viaggiato a 1,12 punti di media. Riuscirà a fare meglio De Biasi? La probabilità dice si.

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  70. Ip Address: 93.46.36.197

    http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/sondaggi/sondaggio1213.shtml

    Ragazzi votiamo il gol più bello dell’anno….
    Io ho già espresso il mio voto…
    Mascara in palermo-catania 0-4 😀

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  71. Ip Address: 79.9.238.85

    BUONA SERA A TUTTA LA NEW STAR

    Domani giornata impegnata al massimo prima con il lavoro, poi con gli acquisti , è probabile che non avrò il tempo di toccare il pc quindi fin da ora VI AUGURO UN BUON NATALE A TUTTI VOI, UN BUON NATALE DI VERO CUORE.
    Un abbraccio .

    Amo Catania e il Catania

  72. Ip Address: 93.46.36.197

    Beppe il nonno ma io dico…non spenniri soddi in riali, ma sulu no mangiari 😀 ahahahahahahahah

  73. Ip Address: 93.46.36.197

    Catania
    va avanti la trattativa per Pozzi, frenata per Paolucci, tra i nomi nuovi Bolatti, Guberti e una sorpresa
    Spunta un sogno: Jorgensen
    L’ad Lo Monaco estimatore del danese della Fiorentina che portò in Italia ai tempi dell’Udinese

    di Concetto Mannisi
    CATANIA – Il tecnico Sinisa Mi­hajlovic ha già parlato con la so­cietà, ma sugli argomenti affron­tati nel corso di questa discussio­ne non pronuncia una sillaba; l’ad Pietro Lo Monaco un giorno dice che non intende acquistare un so­lo giocatore e in quello successivo lascia intendere che qualcosa fa­rà; il più «disponibile» di tutti, co­sì, alla fine si rivela il presidente Nino Pulvirenti, il quale ha par­lato di acquisti e di cessioni che se non rivoluzioneranno, quanto meno ritoccheranno un Catania determinato, dopo la vittoria di Torino sulla Juventus, a riaprire il discorso salvezza.
    Qualcosa si farà sicuramente in attacco, visto che Morimoto è sta­to caricato di troppe responsabili­tà e che Plasmati, il quale ha il merito di avere regalato l’assist di platino a Izco, domenica scorsa, ha avuto un avvio di stagione per forza di cose incerto, che non gli ha permesso di prendere quota. Insomma, Plasmati, che ha tanti estimatori in Serie B, potrebbe essere ceduto; cosicché in rossaz­zurro potrebbero arrivare non uno, ma due attaccanti.
    Si potrebbe trattare di un ‘ no­me’ sicuro (Pozzi è sempre getto­natissimo, ma bisogna vedere quali saranno i movimenti della Sampdoria, mentre avrebbe subì­to un rallentamento la trattativa per Paolucci) e di un giovane di belle speranze: l’ex dello Sturm Graz oggi alla Triestina, Marco Stankovic, potrebbe essere fra questi. Fra i nomi fatti ci sono an­che quello dell’anconetano Ma­stronunzio e del clivense Bogda­ni, spesso e volentieri accostati al Catania.
    A centrocampo, benché in Su­damerica si parli di un interessa­mento per il ventiquattrenne Ma­rio Bolatti ( ma ci sarebbero an­che Genoa e Lazio in lizza), un no­me caldo potrebbe essere quello del danese della Fiorentina, Mar­tin Jorgensen.
    In effetti Jorgensen non è più di primissimo pelo e il suo ingaggio contrasterebbe con la politica di ringiovanimento portata avanti dalla società rossazzurra ( stesso discorso potrebbe farsi per il cen­trocampista della Reggina, ex Bo­logna, Volpi), però Lo Monaco considera Jorgensen alla stregua di un nipotino, avendolo portato lui in Italia ai tempi dell’Udinese. Alla fine uno strappo per il dane­se, che vuole giocare stabilmente per non perdere i mondiali in Su­dafrica, potrebbe essere fatto.
    Sempre a centrocampo, atten­zione al nome del romanista Gu­berti: Lo Monaco lo conosce e lo ha seguito. Se Mihajlovic dovesse autorizzarne l’ingaggio, la tratta­tiva potrebbe essere intavolata.

    (Corriere dello sport)

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  74. Ip Address: 93.46.36.197

    L’elogio

    Il capitano riconosce l’importanza del buon lavoro svolto dall’allenatore ed è sempre più convinto di poter raggiungere la salvezza
    «Mihajlovic ha dato serenità al Catania»
    Mascara: Il nuovo tecnico ha avuto il merito di non stravolgere tutto. Aver battuto la Juve ci aiuterà a risorgere

    di Concetto Mannisi
    CATANIA – Siamo certi che avrebbe pagato oro per esserci, ma siamo al­trettanto sicuri, ricono­scendogli doti da leader non comuni, che Peppe Mascara, domenica po­meriggio, ha esultato a casa sua come se fosse stato in campo a Torino. Forse, al limite, gli è sol­tanto mancato il lancio della maglia verso quel­lo spicchio di tribuna che ospitava i tifosi ros­sazzurri: un gesto di ri­conciliazione dovuto do­po i fischi che avevano accompagnato la sua uscita dal campo in se­guito all’espulsione ri­mediata, otto giorni pri­ma, negli ultimi minuti della gara poi vinta a Ca­tania dal Livorno.
    Sì, otto giorni prima. Eppure sembrano esse­re passati mesi. Ciò gra­zie all’importante suc­cesso rimediato dagli uomini di Mihajlovic sulla Juventus, che ha fatto rifiorire gli entusia­smi in seno a una tifose­ria adesso di nuovo con­vinta che la salvezza an­che quest’anno si può raggiungere. Altroché.
    Storia vecchia per chi non aveva mai avuto dubbi sulla rinascita del Catania, storia vecchia anche per Peppe Masca­ra, che nella salvezza ci ha sempre creduto e che, sentito dopo il trion­fo rossazzurro ai danni della Vecchia signora del calcio italiano, ha vo­luto scherzare sulla sua assenza: « Bella vittoria contro la Juve senza di me in campo. A questo punto se vinciamo sem­pre preferisco non gioca­re più…. Ovviamente scherzo – ha proseguito Mascara – perché io il mio contributo voglio darlo, eccome».

    L’attaccante, in ogni caso, torna presto serio per parlare del momento della squadra: «Ho par­lato con i miei compagni
    (dopo Torino è stato da­to il rompete le righe, ndc) ed erano contenti perché non capita sem­pre di battere una gran­de squadra come la Ju­ve. E’ vero, si tratta di un successo esaltante, che ci aiuta a venire fuori da una situazione compli­cata ».
    Mascara ha pure rivol­to
    un plauso a Mihajlovic che, a suo parere, « ha avuto il merito di non stravolgere tutto: ci ha dato serenità e fiducia».

    La chiusura è affidata al futuro, senza dimenti­care che in un recente passato il capitano del Catania è stato avvicina­to da squadre anche bla­sonate:
    «E’ vero – confer­ma – la scorsa estate so­no stato nel mirino del Napoli e del Paris Saint Germain in Francia, ma io vi assicuro che spero di rimanere a Catania. Coi dirigenti non abbia­mo ancora parlato di rinnovo del contratto, ma non c’è problema. In passato, fra l’altro, ab­biamo definito l’accordo con una stretta di ma­no ».

    (Corriere dello Sport)

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  75. buongiorno popolo rossazzurro.

    un saluto alla new star e a tutti i tifosi del mondo…

    AUGURO A TUTTI VOI FRATELLI ROSSAZZURRI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE,

    UN SERENO E FELICE NATALE.

    UN ANNO PIENO DI SODDISFAZIONI A VOI E ALLA NOSTRA AMATA SQUADRA…

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  76. Ip Address: 84.42.137.241

    scusate la premura…..
    tantissimi auguri a tutti da Praga!
    a presto!! 🙂

  77. Ip Address: 93.46.44.11

    Buongiorno popolo rossazzurro e un caloroso abbraccio ai fratelli della New Star
    Auguro a tutti un Felice e Sereno Natale, che il “Santo Giorno” porti pace, gioia e serenità a tutto il mondo…

    I voti di TMW del 2009 ai Direttori Sportivi di Serie A

    ECCO IL BILANCIO DELLA REDAZIONE GIORNALISTICA DI TUTTOMERCATOWEB
    24.12.2009 10.55 di Redazione TMW articolo letto 4080 volte

    ATALANTA, Carlo Osti Voto 5,5: Questa volta stecca il mercato estivo ed è costretto a correre ai ripari a gennaio. Sbagliata la scelta dl tecnico, Gregucci, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Saprà riscattarsi: come sempre.

    BARI, Giorgio Perinetti Voto 7: Riesce nel miracolo. Non gli avremmo dato mille lire a questo Bari composto da calciatori di serie B. Riesce, insieme a Ventura, ad allestire una squadra completa ed affamata. Anche se molti calciatori sono in prestito e il girone di ritorno non sarà così facile come qualcuno pensa.

    BOLOGNA, Fabrizio Salvatori Voto 4: Di lui non si hanno notizie, l’unica scelta giusta (di ingaggiare Franco Colomba) è stata del Presidente Menarini. Più rispetto nei confronti di Papadopulo. Ora c’è Baraldi, forse il voto andrebbe a lui. Aspettando Sacchi…

    CAGLIARI, Francesco Marroccu Voto 6,5: Il Cagliari continua a stupire e a produrre. Sotto il punto di vista del mercato è un esempio per tutti. Acquista a 2, vende a 100. Grandi plusvalenze. Molto merito va anche al Presidente Cellino, da un anno meno Zampariniano nel pensiero e più riflessivo.

    CATANIA, Pietro Lo Monaco Voto 5: Una volpe come lui a volte può anche farsi scappare la preda da sotto il naso. Non è stato un mercato importante e paga la scommessa persa con Atzori. A Gennaio saprà rifarsi: con Sinisa ha già capito dove poter intervenire nell’immediato.

    CHIEVO VERONA, Giovanni Sartori Voto 8: Abile e preciso come sempre. Non capiamo perchè alla Juve lavori Secco, a Napoli Bigon e gente come lui debba stare al Chievo; con tutto il rispetto. Mantovani, Pinzi, Yepes, Pellissier… ma quanto vale questo Chievo? Unico difetto. L’ingaggio troppo altro di Bogdani. Inutile! Come portarsi l’ombrello da 500 euro al mare il 15 agosto.

    FIORENTINA, Pantaleo Corvino Voto 8: Vince il TMW Awards perchè la gente ha capito che come lui non c’è nessuno. Un mago anche nei bidoni. Felipe Melo ringrazia, la Juve anche. Tutti ormai sapevano che Melo è forte come calciatore ma un danno comune nello spogliatoio. Lui ti piazza Zanetti e Marchionni efa girare la squadra come vuole l’Imperatore Cesare. Il singolo a Firenze non serve. La vora individualità arriva dalla scrivania.

    GENOA, Enrico & Fabrizio Preziosi Voto 5,5: Il voto lo diamo alla famiglia Preziosi; tanto fanno tutto in casa. Nel mercato estivo, però, ha sbagliato troppo. Da Amelia a Floccari, troppa gente sopravvalutata.

    INTER, Marco Branca Voto 6: Il dominio del campionato non fa testo, in Europa non è ancora alla pari delle grandi. Eto’o buon acquisto ma nello scambio con Ibra ci hanno guadagnato solo le casse di Moratti.

    JUVENTUS, Alessio Secco Voto 6,5: Insistiamo! La squadra è buona, lui ha speso quello che gli ha dato il CDA ma nella scelta dell’allenatore (vero errore di questo club) lui non ha avuto voce in capitolo. Che poi non sia adatto lo abbiamo ripetuto tante volte, ma in questa sessione estiva ha fatto il suo.

    LAZIO, Claudio Lotito Voto 4: Un pò il discorso di Preziosi. Fa tutto lui, Tare è una spalla. Commette errori da pivello eppure lui è uno furbo e scaltro. Su Pandev l’ha fatta grossa. Questo il risultato che si meritava. Consegna a Ballardini una squadra da retrocessione. Basti pensare che Baronio è diventato indispensabile… Presidente, paghi moneta e il cammello lo vede eccome.

    LIVORNO, Nelso Ricci Voto 5: Su Ruotolo le colpe sono del Presidente sul ritorno di Lucarelli lo stesso ma c’è anche il suo zampino. Squadra approssimativa e interventi necessari in tutti e tre i reparti.

    MILAN, Adriano Galliani Voto 6:Se fosse per Huntelaar meriterebbe molto meno. Riporta Beckham a Milano ma dimentica che questo club non è un albergo. Il piatto piange e l’errore più grave è stato fatto con Cissokho. Leo si inventa Abate terzino destro e risolve i problemi.

    NAPOLI, Pierpaolo Marino Voto 7 – Riccardo Bigon s.v.: “Il tempo è galantuomo”, frase preferita di Marino. Gli avevano detto che questa squadra era un rottame e non idonea per raggiungere gli obiettivi del Presidente. L’unico a non essere idoneo era stato scelto dal Presidente. Soggetto sottinteso, Roberto Donadoni. Zuniga, un affare: sì ma per il Siena. E anche lì fu fatto tutto da De Laurentiis. Lascia a Napoli una eredità milionaria; merita la Juve. Bigon non giudicabile, ne riparleremo tra qualche mese.

    PALERMO, Walter Sabatini Voto 5: Un Direttore Sportivo ostaggio dei Presidenti non potrà mai raggiungere la sufficienza. Così alla Lazio con Lotito, così a Palermo con Zamparini. Che Direttore è colui che si fa imporre le decisioni dal proprio Presidente? Si finge esperto di calcio sudamericano ma Corvino e Marino lo aspettano per lezioni private. Investe vagonate di milioni di euro ma il massimo risultato è un posto di metà classifica. Si avvale della collaborazione di ex giornalisti, passati a fare i dirigenti di calcio per amicizia e non competenza. Società da rifondare dall’ufficio stampa alla Presidenza. Palermo è una piazza intelligente e allo stadio iniziano ad esserci troppi posti vuoti.

    PARMA, Pietro Leonardi Voto 7: Come avevamo detto, ad inizio anno, che Donadoni sarebbe stata la rovina del Napoli. Come avevamo preannunciato i mali di Melo e la scelta sciagurata di Ferrara avevamo sbagliato valutazione sul Parma. I risultati hanno dato ragione al Direttore, anche gli investimenti. Un bravo se lo merita. Peccato che non accetti le critiche… Senza rancore.

    ROMA, Daniele Pradè Voto 6,5: Il piatto piange, eppure lui lo fa almeno sorridere. Se, come sembra, chiude con Toni, in avanti con Totti, potrebbe essere la coppia che farà decollare la Roma verso la Champions. Ottimo lavoro, coadiuvato da Bruno Conti.

    SAMPDORIA, Giuseppe Marotta Voto 6,5: Esempio di professionalità e capacità. Ha collaboratori capaci e motivati. Allestisce un’ottima squadra con intuizioni speciali. Sbaglia solo la scelta di un allenatore che non gestisce una squadra 365 giorni all’anno. Glielo avevamo detto ad agosto.

    SIENA, Manuel Gerolin Voto 4,5: Unico affare con Zuniga per 9 milioni. Il resto meglio laciar perdere. A Siena prima cambiano (TUTTO) meglio è (per TUTTI).

    UDINESE, Sergio Gasparin Voto 5,5: Professionale, capace ed educato. Il problema ad Udine è la Presidente e la Proprietà. In un altro club avrebbe fatto molto meglio. Ci fosse più del suo operato in questa società, l’Udinese non sarebbe in quella posizione di classifica. De Biasi? Buona scelta. Marino non aveva più mezza idea.

    Il direttore Lo Monaco si rifarà a gennaio degli sbagli fatti quest’estate… Io Ci Credo…

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  78. Ip Address: 93.46.44.11

    Il Catania sfida il Bari per Castillo
    24.12.2009 11:27 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 161 volte

    Fonte: Davide Tommasi

    L’avventura alla Fiorentina per José Ignacio Castillo (34) è giunta al termine. Il giocatore arrivato in Toscana la scorsa estate come vice-Gilardino non ha trovato spazio finora. La società gigliata sarebbe ben disposta a cederlo per 900 mila euro circa. Il Catania in cerca di una punta avrebbe messo gli occhi su Castillo, una punta abile nelle palle alte, con potenza fisica e senso del gol. Ma negli ultimi giorni l’argentino è stato accostato al Bari e il ds Giorgio Perinetti ha confermato di gradire molto questo giocatore. Il trasferimento in Puglia però si è bloccato dopo le pretese economiche del ds della Fiorentina, Corvino. In questo caso a godere di un piccolo vantaggio sarebbe il Catania visto che tra l’ad etneo Pietro Lo Monaco e Corvino c’è molto feeling da anni e consolidatosi maggiormente dopo l’affare Vargas.

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  79. Ip Address: 93.46.31.241

    I VOTI DEL 2009 DI ITASPORTPRESS AL CATANIA

    24.12.2009 16:33 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 66 volte

    La redazione di Itasportpress.it ha voluto dare i voti ai giocatori del Catania e ai suoi due allenatori al termine del 2009.

    Andujar 6 Ha iniziato male la sua avventura a Catania. Errori gravi che sono costati almeno 6 punti in classifica ai rossazzurri. E’ in ripresa e la gara contro la Juve vale tre punti.

    Alvarez 6,5 Da quando è tornato ad indossare la maglia rossazzurra ha dimostrato di non essere quello svogliato e abulico della prima versione. Una continua crescita che ha raggiunto livelli altissimi a Torino contro la Juve

    Bellusci 6 Ha pagato all’inizio il salto di categoria e un momento di difficoltà dell’intero reparto difensivo. Anche lui però sta riprendendosi e forse con Mihajlovic potrebbe essere utilizzato come a Torino qualche metro più avanti in linea con i centrocampisti.

    Capuano 5,5 Non sta ripetendo le prestazioni della scorsa stagione. Ha responsabilità gravi su alcune sconfitte del Catania.

    Potenza 5,5 Lo stesso giudizio dato a Capuano

    Silvestre 6,5 Gli è mancato l’affiatamento con il compagno di reparto. Ha grinta e forza da vendere e nel girone di andata potrebbe essere determinante per la salvezza del Catania.

    Spolli 7 E’ il colpo di mercato più azzeccato dall’ad Lo Monaco. E’ duttile, sa difendersi ma è capace anche di proporsi in attacco. Per caratteristiche somiglia molto a Lucio dell’Inter anche se gli manca l’esperienza.

    Biagianti 6,5 Ha alternato prestazioni da grande centrocampista a qualche apparizione sbiadita da mezzala. Ha i colpi per diventare un grande giocatore anche se deve ancora migliorare negli ultimi 16 metri in fase di conclusione in porta.

    Carboni 7,5 Instancabile e insostituibile. Il “vichingo” ha lottato come un leone con la sua tipica postura da belva feroce. Determinante lontano dal Massimino meno in casa visto che non sempre ha “illuminato” la manovra rossazzurra nel ruolo di metodista.

    Izco 6 Ha giocato pochino ma il gol segnato alla Juve probabilmente sarà determinante per la salvezza del Catania. Ha avuto il grande merito di “buttarsi” nello spazio e credere nell’assist di Plasmati.

    Ledesma 6 Voto di stima per quello che ha dimostrato a Catania sin qui. Non ha ancora smaltito dal punto di vista mentale l’infortunio della scorsa stagione. Forse però Atzori non gli ha dato la possibilità di migliorare la condizione fisica tenendolo spesso in panchina.

    Llama 7 A Catania non godeva di grande stima. Spesso ai box per infortuni vari, l’argentino ha dimostrato pian piano di essere un giocatore da serie A. Peccato che i suoi tanti cross non hanno mai incocciato la testa di un rossazzurro. Poteva essere il nuovo Vargas come assist-man se al centro dell’area di rigore ci fosse stato un centravanti tipo Spinesi

    Martinez 7,5 Ha alternato grandi gare a prestazioni poco entusiasmanti ma quest’anno è più continuo e quando l’uruguaiano gira, il Catania vince. Se si “europeizza” evitando i dribbling inutili che rallentano il gioco della squadra, diventerà un pezzo pregiato del prossimo calciomercato

    Mascara 5 Ci ha abituati alle reti impossibili e invece quest’anno non ha saputo realizzare quelle più facili. Forse l’errore più grande di Atzori è stato quello di sacrificarlo troppo in un ruolo di “cucitura” che gli ha tolto gas e lucidità sottorete. Ma il campionato è lungo e “Mascarinho” può riscattarsi pienamente a patto che non pensi per il momento al rinnovo del contratto con il club di via Ferrante Aporti

    Morimoto 5,5 Il voto rispecchia maggiormente i tanti gol sbagliati. Però è un giocatore generoso che si muove parecchio e che con un po’ di malizia potrebbe risultare più determinante per il Catania. Non è riuscito a sopportare le responsabilità di guidare l’attacco rossazzurro.

    Atzori 5,5 A volte il suo Catania ha divertito. Tante volte però si è piegato alla prima difficoltà dimostrando di avere un bell’abito ma senza le mutande.

    Mihajlovic 6 Partenza ad handicap col Livorno ma poi ha dimostrato che le sue scelte non sono malvagie. Bravo a non stravolgere tutto.

    Campagnolo, Barrientos, Pesce, Ricchiuti, Plasmati, Delvecchio, Sciacca, Terlizzi, Moretti, Augustyn e Marchese hanno giocato pochissimo e non sono giudicabili.

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  80. Ip Address: 79.2.230.116

    CARUSANZA BONASERA PORGO I MIGLIORI AUGURI DI BUON NATALE A TUTTI I FRATELLI ROSSOAZZURRI E A TUTTI I FRATELLI DELLA NEW STAR MA RACCUMANNU NON MANGIATI ASSAI E SEMPRI FOZZA CATANIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  81. Ip Address: 195.189.142.48

    A tutti auguro buon Natale e un felice anno nuovo all’insegna del nostro Catania!

  82. Ip Address: 87.7.160.62

    Buonasera a tutti i tifosi rossazzurri del globo intero e……………..un caloroso abbraccio ai componenti della New Star.

    AUGURO A TUTTI VOI FRATELLI ROSSAZZURRI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE, TUTTO IL BENE DI QUESTO MONDO “rossazzurro” ED UN NUOVO ANNO PIENO DI SODDISFAZIONI……..

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

    Mongibello.

  83. buongiorno a tutti i rossazzurri del mondo e un caloroso saluto alla new star…

    _______________L’ANNO CHE VERRA’ …

    Oggi e’ sabato, domani non si gioca causa pausa natalizia, e dobbiamo in qualche modo pazientare un’altra settimana prima di poter rivedere i nostri amati colori in campo … uff!

    le considerazioni che mi vengono da fare sono dettate dal fatto che una vittoria sebbene di grande prestigio, non puo’ essere la panacea di tutti i mali; pero’E ANCHE VERO che fara’ sicuramente da “input” ad una rinnovata fiducia da parte dei nostri ragazzi in pantaloncini e magliette “rossazzurre”… dalla prossima partita tutti ci aspettiamo che i segnali arrivati da torino siano confermati e che il catania abbia iniziato un nuovo campionato nel campionato.
    Secondo me il vero problema di questa squadra era ed e’, la perdita di fiducia nei propri mezzi da parte di alcuni componenti della rosa, i quali in passato, avevano fatto vedere di essere giocatori di buona levatura e sui quali il catania(ma anche noi tifosi), ha scommesso in pieno : vedi i vari mascara, silvestre, potenza , capuano.
    Oppure i nuovi, in primis del vecchio dal quale ci si aspettava un rendimento di alto livello o il ” pitu” barrientos , che nell’ immaginario collettivo di tutti noi tifosi doveva essere il calciatore in grado di farci fare quel benedetto salto di qualita’ che ormai noi tifosi aspettiamo da troppo tempo…
    Si potrebbe ancora continuare parlando di ledesma o del rendimento a fasi alterne di biagianti…
    Quindi il mercato di riparazione e’ si, importantissimo per completare la rosa di quei giocatori mancanti, ma e’ altresi importante il ” pieno recupero” dei calciatori che in passato hanno avuto un rendimento del quale fino ad ora nell’attuale campionato si sono perse le tracce :io sono fiducioso, perche’ ho fiducia nelle dichiarazioni fatte dal presidente, e anche perche’ ho visto chiari segnali di riscatto da parte di tutti i nostri calciatori impegnati nella partita giocata contro la juve.

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  84. Ip Address: 82.61.146.212

    POPOLO ROSSOAZZURRO UN CARO SALUTO A TUTTI, COMPRESA LA NEW STAR MARIU MANGIA POCU, VEDI TUTTE QUESTE NOTIZIE DI CERTI GIOCATORI ACCOSTATI AL CATANIA FANNO BEN SPERARE VUOL DIRE CHE LA SOCIETA’ SI STA MUOVENDO IN MODO CHE A GENNAIO DIA A SINISA I GIOCATORI CHE SERVONO X IL PROSEGUO DEL CAMPIONATO E DELLA SALVEZZA, VEDO CON PIACERE CHE ZIO PETRUS DA QUANDO PULVIRENTI SI E’ MESSO IN PRIMA PERSONA NON RILASCIA PIU’ DICHIARAZIONI E MEGGHIU ACCUSSI. VEDI L’ULTIMA NOTIZIA DOVE VEDONO BOSELLI VICINO AL CATANIA E CHE SAREBBE IL SOGNO NEL CASSETTO DI PIETRO LO MONACO VEDI L’ARTICOLO SU ITASPORTPRESS CHE ALLEGO

    E’ sempre Boselli il sogno nel cassetto dell’ad del Catania, Lo Monaco
    25.12.2009 20:11 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 657 volte
    Fonte: Davide Tommasi
    Mauro Boselli 25enne attaccante dell’Estudiantes, è il sogno nel cassetto dell’ad. del Catania Pietro Lo Monaco. L’astuto dirigente etneo da tempo segue questo centravanti per le sue straordinarie qualità aeree e per la sua forza fisica. Boselli ha anche uno spiccato senso del goal tant’è che ha sempre messo la firma in tutte le finali dell’Estudiantes. Anche pochi giorni fa ha segnato al Barcellona nell’atto conclusivo del Mondiale per club. A curare gli interessi di Boselli è l’agente Josè Iribarren che in passato ha fatto sapere dell’interessamento nei confronti del suo assistito da parte del Catania, del Parma e di alcuni club francesi. Dal punto di vista contrattuale la situazione di Boselli è molto complicata in quanto, l’argentino con passaporto comunitario, giocherà con l’Estudiantes fino a giugno 2010, poi il club di La Plata, potrà riscattarlo per intero essendo il cartellino in comproprietà con il Boca. Non è escluso un affondo già a gennaio di Lo Monaco, anche se l’arrivo di Boselli a Catania potrebbe poi slittare a luglio 2010 perchè l’intenzione del dirigente etneo è di acquistare calciatori italiani da affidare subito al tecnico Mihajlovic che non abbiano problemi di ambientamento

    feliz navidad para todos los cataneses

  85. Ip Address: 82.61.146.212

    DA MONDOCATANIA.COM

    Cambierà il Catania, da Gennaio in poi. Nuovi arrivi, partenze certe, modificheranno moduli e schemi dei rossazzurri, assecondando in parte l’indole e le caratteristiche dei giocatori che rimarranno in rosa, in parte le esigenze mostrate dal nuovo tecnico, chiamato a governare una barca di seconda mano, fatta su misura per un altro.

    L’avvento con impatto maggiore sarà in avanti, dove si vuole e si cerca un “amico” per Morimoto, un attaccante (e di nomi se son fatti troppi) in grado di alleviare il peso delle mansioni gravanti, attualmente sulle spalle di un ragazzo talentuoso sì, ma anche timido e 20enne. Il giapponese, più che prima punta, s’è dimostrato davvero simile al suo termine di paragone, quel Pippo Inzaghi citato più volte per sottolinearne le caratteristiche in comune.

    Non è mancato quindi il salto di qualità, a “Taka” fin da inizio campionato è semplicemente mancato il sostegno, quel giocatore già in lista d’arrivo, il cui volo è stato però dirottato in Francia, senza che a Catania ne arrivassero più di altri. Pozzi, forse, di nomi se ne fanno tanti, alcuni già smentiti come Paolucci, Calaiò e Suazo. A prescindere da chi, è bene comprendere come cambierà l’atteggiamento offensivo rossazzurro. Un attaccante puro, affiancato a Morimoto, in campo, consentirebbe il posto dietro le punte ad un solo fantasista: Mascara, Martinez o Ricchiuti; inevitabile allora che almeno uno dei tre lasci; senza poi contare sul possibile ingresso in squadra dell’oggetto misterioso Barrientos, sul quale e solo non si può certo fare pieno affidamento al buio.

    Due punte, dietro queste un trequartista, l’alternativa sarebbe spostare Morimoto sulla fascia, mantenendo un più rigido 4-3-3, i problemi di sovrabbondanza comunque non mancherebbero, anche qualora Mihajlovic volesse aggiungere un ulteriore tassello all’attacco, schierando anche un fantasista, e riconfermando così il 4-2-3-1 molto elastico che ha ben funzionato a Torino: Carboni e Biagianti davanti la difesa, più adatto Ledesma che non Mascara al ruolo di jolly avanzato, con compiti di interdizione in fase di non possesso. Resterebbe però fuori Llama, uno di quei giocatori che ha dimostrato di star progressivamente entrando sempre più in forma, come anche Ledesma però, come lo stesso Martinez. La coperta si fa davvero corta.

    Far coesistere questi tre giocatori, integrando nello scacchiere sia Mascara che Morimoto che un altro sicuro arrivo, è aver determinato a priori 6/11 della squadra solo per la fase offensiva. Impossibile. Il sacrificio di qualcuno è e sarà inevitabile, come determinanti saranno i primi riscontri che Mihajlovic avrà provando nuovi moduli, nuovi equilibri; il margine per rischiare, inventare, è minimo a ragione d’una classifica barcollante. Fuori, probabilmente, andrà lo stesso Morimoto, dacché le occasioni finora non sono mai mancate, i goal sì. Un po’ di competizione farà bene al giapponesino, costretto finora a misurarsi contro l’antagonista più ostico che esista: i limiti di ragazzo di 20anni.

    Ciò consentirebbe di garantire anche una certa stabilità al modulo adottato finora dal tecnico serbo: tre fantasisti dietro una punta, con sempre quel dilemma “Ledesma o Mascara”, a tenere banco. Carboni non si discute, Biagianti può esserne il sostituto come sostituto di Biagianti può essere Ledesma. Izco, eterno dubbio, Pesce alternativa da valutare, così come Moretti, Delvecchio non considerabile almeno come Sciacca che ritroveremo, forse, a 2010 inoltrato. Due, tre arrivi, necessari.

    In difesa potranno cambiare solo nomi, non certo disposizione. Il Catania gioca e giocherà a quattro, per ammissione e volere del suo stesso tecnico. Nelle scelte di mercato e formazione andranno senza dubbio tenuti in conto i progressi di Bellusci, Spolli ed Alvarez quanto le involuzioni di Capuano, Potenza ed anche un po’ Silvestre, esposto più che negli anni passati a pagare a caro prezzo i propri errori. L’arrivo di un esterno sinistro è inevitabile o quasi, considerando le problematiche di Marchese e la duttilità di Bellusci ed Alvarez ad interpretare il ruolo opposto, a destra. Interscambio di ruoli che avrà come effetto quello di scoprire la panchina di centrali, ed allora qualche ritocchino da far anche lì.

    Facendo le somme, due difensori, due centrocampisti, due attaccanti, siamo perfettamente in linea con i numeri divulgati dalla società, nell’augurio che non ci siano tagli cammin facendo, perché se non se ne vogliono fare agli avversari è meglio non comprare solo in saldo.

  86. Ip Address: 82.61.146.212

    25-12-2009 Martinez: “Via i pensieri negativi”

    ORE 12.40 – Autore: Redazione tuttocalciocatania

    Jorge Martinez, tornato in Uruguay per qualche giorno di relax, sta disputando una stagione molto positiva a livello personale e spera di proseguire su questa strada nel 2010: “Mi auguro che il gol più importante debba ancora arrivare – ammette -, sono felice di aver messo a segno all’Olimpico il mio sesto gol, soprattutto per la squadra e i nostri tifosi. Il successo di Torino è dedicato soprattutto a loro. L’umore non era dei migliori, ma il gruppo non si è mai disunito. Sul campo della Juventus è venuta fuori la giusta tensione, quella rabbia agonistica che ci ha fatto cambiare registro. Peccato non essere riusciti a farlo prima. In molte precedenti occasioni siamo stati molto sfortunati ma, bisogna ammetterlo, abbiamo anche commesso delle disattenzioni. D’ora in avanti spero che si possa pensare al futuro escludendo alcun pensiero negativo”. (TuttoCalcioCatania.com)

    ULTIMI MESSAGGI PUBBLICATI SUL MURO DEI TIFOSI:

  87. Ip Address: 82.61.146.212

    Passa al contenuto

    Oggi è sabato 26 dicembre 2009, 15:48

    Tifosi rossazzurri: a voi la parola!
    Rispondi al messaggio 9 messaggi • Pagina 1 di 1 Condividi
    “MARIANO IZCO”PORTATO IN TRIONFO IN ARGENTINA
    di ct95100 martedì 22 dicembre 2009, 22:29

    Nonostante siano passati due giorni dalla grande impresa dei rossazzurri a Torino, i festeggiamenti in città, dopo il grande colpo contro la Juventus, non si sono ancora placati. Per dare ancora più smalto alla spettacolare prova dei rossazzurri, proponiamo alcuni dei titoli che sono stati pubblicati oltreoceano nei siti internet sportivi. Inutile dire che Mariano Izco è il protagonista indiscusso.

    Chron.com: “Argentino Izco le da la victoria a Catania ante Juventus”

    “Il centrocampista argentino Mariano Izco, Domenica ha permesso al Catania l’ottenimento della prima vittoria esterna per 2-1 contro la Juventus. I bianconeri sono stato fischiatoi dai suoi tifosi dopo aver subito la seconda sconfitta consecutiva contro un club inferiore“.

    Clarion.com: “Izco, de la Isla Maciel a Turín”

    “Mariano Izco, ex San Telmo, Almagro e Tigre, ha segnato il gol della vittoria a Torino nella sfida Juventus-Catania terminata 1-2. Nella squadra ospite, portata in trionfo, erano titolari Pablo Alvarez, Silvestre, Carboni, Spolli, Pablo Ledesma e Llama”.

    Elsigloweb.com: “Un ex Tigre le dio el triunfo al Catania sobre la Juventus”

    “Il centrocampista (ex Tigre) Mariano Izco ha realizzato il gol con il quale il Catania, la squadra italiana con il maggior numero di argentini, ha superato in trasferta la Juventus. Il Catania, che lotta per mantenere il posto in serie A, ha sorpreso tutti vincendo a Torino contro la squadra che era al terzo posto e a sei punti dalla capolista Inter. Un risultato spettacolare se si pensa che nella squadra rossazzurra c’erano in campo ben sette titolari argentini: Mariano Andújar, Pablo Alvarez, Matías Silvestre, Nicolás Spolli, Ezequiel Carboni, Pablo Ledesma e Cristian Llama”.

    Periodico Digital.com: “Argentino Izco le da la victoria a Catania ante Juventus”

    “Con un gran colpo, quando il portiere è uscito a confrontarsi con lui, il centrocampista argentino Mariano Izco ha battuto la Juventus nel successo in trasferta del Catania. Izco ha siglato il gol dell’inatteso trionfo all’87’ minuto per la diciassettesima giornata della serie A italiana di calcio”.

    “Mariano Izco amargó a la “Juve””

    “Izco, entrato nel secondo tempo, ha segnato al minuto 42 per il Catania, che era pieno di argentini, fra cui Mariano Andujar, Pablo Alvarez, Matias Silvestre, Pablo Ledesma e Cristian Llama. Il Catania ha espresso un gioco valido costringendo alla sconfitta la Juventus. Il risultato si aggiunge alla eliminazione della Champions League per mano del Bayern Monaco e alla sconfitta dello scorso fine settimana per 3-1 contro il Bari, recentemente promosso in prima divisione”.

    El Petagonico.net: “Izco hundio a Juventus y Burdisso marco para Roma”.

    “Mariano Izco, centrocampista ha segnato il gol con il quale Catania, l’Italiana con più argentini, ha vinto 2-1 in casa della Juventus, mentre il difensore Nicolas Burdisso ha segnato il primo gol nella vittoria della Roma per 2-0 contro il Parma, nella 17ª giornata della Lega Italiana. Il Catania, che lotta per rimanere in prima divisione, ha sorpreso tutti battendo la Juventus, terza con sei punti dal leader Inter”.

    Chanchallena.com: “Izco marcó un gol en la sorpresiva victoria de Catania sobre Juventus”

    “Con la presenza di ben sette argentini nel Catania, la Sicilia ci ha dato a tutti la sorpresa di battere la Juventus per 2-1. Come potrebbe essere altrimenti, quando in un c’è un obiettivo Albiceleste: Mariano Izco. Hanno anche giocato nella squadra vincente Mariano Andujar, Pablo Ledesma, Nicolas Spolli, Ezequiel Carboni, Pablo Ledesma e Cristian Llama”.

    Depor.pe: “Juventus tocó fondo al perder como local ante el colero del Calcio”

    “Dopo l’eliminazione dalla Champions League, la “Vecchia Signora” ha ottenuto la sua terza sconfitta consecutiva, dopo aver perso in casa con rabbia contro il Catania, che lo ha battuto per 2 a 1 a Torino. Questa è stata la sorpresa principale della diciassettesima giornata di Serie A, dove sono state sospese quattro partite per il tempo freddo e la neve. Fin dalla sua sconfitta umiliante 4-1 contro il Bayern Monaco nella stessa Torino, la Juve è totalmente irriconoscibile. Il Catania ha approfittato del suo momento sbagliato ed è andata in vantaggio con una punizione dell’uruguaiano Jorge Martinez al 23’ minuto. Il bosniaco Hasan Salihamidzic ha pareggiato al 66’, ma i siciliani ottengono la vittoria con l’argentino Mariano Izco, all’87’”.

    IZCO DI SICURO,CON QUESTO GOL,E’ ENTRATO DI DIRITTO NELLA STORIA DEL CATANIA

    Dio ci ha dato due orecchie, ma soltanto una bocca, proprio per ascoltare il doppio e parlare la metà.
    SERENO NATALE E FELICE 2010 A TUTTI
    ct95100
    Catanesi

  88. Ip Address: 93.46.47.86

    Buonasera popolo rossazzurro e un caloroso abbraccio ai fratelli della New Star

    Catania Silvestre ‘Vittoria con la Juve ci dà fiducia’

    13:47 del 26 dicembre

    Matías Silvestre, difensore argentino del Catania, ha parlato ai microfoni di calciomercato.com della grande vittoria in campionato sulla Juventus ma anche del momento della squadra Etnea.

    Cosa ci dici della vittoria con la Juventus?
    E’ stata molto importante anche perchè non stavamo andando benissimo. Invece abbiamo sorpreso la Juve in casa sua. Questa vittoria ci dà fiducia per il futuro anche se dobbiamo migliorare molto.

    Il campionato si ferma nel momento giusto?
    Sì arriva al momento giusto perchè ci dà la possibilità di riposare e prepararci per la seconda parte della stagione.

    Com’è giocare in una squadra con tanti sudamericani?
    Perosonalmente mi piace molto avere tanti compatrioti. La squadra ha un tessuto sudamericano molto forte. Con la Juve eravamo in 7 in campo. Comunque abbiamo anche la tattica e la disciplina italiana.

    Il tuo futuro è sempre a Catania?
    Si, al momento non ho nessuna offerta e qui sto molto bene, sto giocando e penso di restare nel calcio europeo ancora per molto.

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  89. Fonte : corriere dello sport stadio

    «Catania, con più fortuna volerai»
    Atzori: La vittoria contro la Juventus, è stato soltanto l’inizio. Ho gioito per il trionfo

    di Concetto Mannisi

    CATANIA – «Lasciate che questa squadra abbia un pizzico di fortuna e vedrete che volerà: per me la vittoria di Torino, contro la Juventus, è stato soltanto l’inizio».
    Se vi attendevate un Luca Atzori col dente avvelenato, ebbene, rimarrete delusi. Il tecnico che fino a poco meno di venti giorni fa era stato alla guida del Catania, infatti, continua ad avere parole dolci per la società e per la squadra, anche se qualche sassoli no dalla scarpa intende subito to­glierselo: «In tanti hanno detto che il sotto scritto non avesse carattere o perso nalità – attacca – ebbene, stiano tran quilli questi signori, perché Luca Atzori di personalità e carattere ne ha da vendere. Mi manca l’esperienza, questo sì, perché a 38 anni non si può pensare di essere allenatori formati, ma l’esperienza non la si acquista al supermercato. Vedrete che anche quella arriverà».

    Ma lei ha qualcosa da rimproverarsi?

    «L’avere lavorato troppo. Forse in qualche occasione avrei dovuto allentare la presa, ma io so che devo crescere, che devo migliorare. E il lavoro è l’unica strada che mi può permettere di farlo».

    Ha visto il suo Catania, dopo l’esonero?

    «Devo essere sincero? No, non l’ho visto. Mi faceva troppo male stare a casa davanti alla televisione. La pri ma domenica sono andato a seguire Parma-Bologna, la seconda volevo vedere Udinese-Cagliari, poi c’è sta to il rinvio per neve e ho ripiegato su Rimini-Pescara. Ovvio – prosegue Atzori – che la prima cosa che ho fat to alla fine di questi match è stata quella di chiedere il risultato della mia ex squadra. Ho sofferto per la sconfitta interna col Livorno, che poi ho rivisto in tv; ho gioito per il trionfo in casa della Juventus, che può rappresentare la gara della svolta».

    Cosa ha pensato dopo lo stop col Livorno?

    «Che eravamo alle solite. Che il Ca tania aveva fatto bene e che poi, nel finale, era stato punito immeritatamente come tante volte c’era acca duto in passato. In casa e in trasferta: un film già visto».

    Per fortuna con la Juventus è arrivato il pronto riscatto.

    «Per fortuna. E a chi dice che il Ca tania ha approfittato di una Juve in crisi, rispondo che la crisi della Juve è stata provocata proprio da un gran bel Catania».

    Belle parole, le sue.
    «Sentite. Ho avuto la fortuna di al lenare un gruppo solido, a prescin dere da quel che si possa dire in gi ro: tutti mi hanno sempre manifesta to il loro appoggio, lavorando dura mente. La società? Straordinaria. Ho sentito la loro fiducia in maniera tan gibile. Il rammarico è questo. Mai più avrò un gruppo e una società co me questa alle spalle».

    Mihajlovic le ha fatto i compli menti.

    «E io l’ho chiamato e ringraziato per questo. Non era tenuto a farlo. E’ stato bravo a non stravolgere nulla e contro la Juve ho visto l’aggressività e il pressing alto su cui avevo lavora to tantissimo in questi mesi. Non è stato lavoro sprecato, evidentemen te. E verrà ancora buono, in futuro».

    La gente si attende ancora il vero Mascara.

    «Non è quello dello scorso anno, è sotto gli occhi di tutti, ma vedrete che tornerà ad essere il giocatore deter minante che la gente conosce. Peppe è un giocatore di qualità, che tiene enormemente a questa maglia e a questi colori: lo dimostrerà ancora».

    E’ l’uomo su cui costruire la rinascita?

    «Sono due gli uomini su cui puntare. Peppe e Andujar. Quello del portiere è un ruolo importante: con Mariano di nuovo ai livelli della «Seleccion », vedrete che questo Catania si prenderà più di una soddisfazione».

  90. Ip Address: 87.11.238.166

    Menegazzo a ITASPORTPRESS: “Italia vicina. Buon Natale ai tifosi del Catania”
    26.12.2009 19:39 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 138 volte
    Il centrocampista del Bordeaux, Fernando Menegazzo si trova in Brasile per trascorrere insieme alla sua famiglia qualche giorno di vacanza. Raggiunto telefonicamente da Itasportpress.it, il brasiliano ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito al suo probabile trasferimento a gennaio al Genoa. Menegazzo ha voluto inviare nella circostanza un messaggio affettuoso ai suoi ex tifosi del Catania. “La trattativa tra Genoa e Bordeaux va avanti e i dirigenti stanno lavorando per trovare una soluzione che mi permetta di tornare in Italia dopo l’esperienza al Siena e al Catania. Il club ligure mi piace molto e il progetto di Preziosi è ambizioso. Se si concretizzerà il trasferimento sarei felice. Di più non posso dire in questo momento. Però in questo clima natalizio vorrei inviare i più sinceri auguri ai tifosi del Catania che mi sono rimasti nel cuore. Ho visto la grande partita dei rossazzurri contro la Juve e mi sono emozionato per la vittoria a Torino. Bravo Catania, hai fatto come il Bordeaux in Champions piegando i bianconeri. Sono sicuro che la salvezza non sfuggire al mio caro amico e dirigente Pietro Lo Monaco”.

  91. Ip Address: 87.11.220.100

    Catania, tre piste
    Si delineano i giochi per la nuova sessione di mercato: piacciono Guberti, Paolucci e Jorgensen, ma c’è da vincere la concorrenza di Bari, Fiorentina e Genoa. Il rosanero Kjaer tra gli obiettivi del Manchester City di Mancini. Toni e Pandevi i nomi copertina

    ROMA – Guberti, Paolucci e Jorgensen. Tre obiettivi del Catania per gennaio, ma anche tre sfide di mercato da vincere.

    In cerca di tre-quattro ingaggi per rafforzare l’organico, la società rossazzurra pensa, tra gli altri, al laterale offensivo della Roma, all’attaccante del Siena e all’esterno della Fiorentina: tre giocatori dati per probabili partenti dalle rispettive società, ma sui quali si è posato l’interesse anche di altri club. In particolare, Guberti piace al Bari, Paolucci alla Fiorentina, Jorgensen al Genoa.

    Il resto del panorama è occupato soprattutto da due nomi: Luca Toni e Goran Pandev. La finestra di mercato di gennaio non si è ancora aperta ma non si parla che di loro, protagonisti dei prossimi 30 giorni anche se non scenderanno in campo. Della punta che vuole lasciare il Bayern ha scritto oggi il britannico Sun, per far presente che anche il Chelsea si sarebbe inserito nella corsa al campione del mondo, che Ancelotti considera il sostituto ideale per Didier Drogba, assente per tutto il mese perchè impegnato con la Costa d’Avorio in Coppa d’Africa.

    Per motivo analogo – l’assenza di Eto’o causa Coppa d’Africa con il Camerun – Toni potrebbe interessare all’Inter, ma a chiarirne il pensiero è intervenuto oggi, parlando all’emittente romana Centro Suono Sport, il procuratore Tullio Tinti. Premesso che il suo assistito deciderà “entro il 2 gennaio”, Tinti ha spiegato che “Toni alla Roma non possiamo darlo, però la stessa Roma sta facendo di tutto per prenderlo. La cosa più importante per lui è la situazione tecnico-tattica, e quindi giocare con continuità: non vuole sbagliare scelta”. In altre parole Toni, che sogna il Mondiale sudafricano, vuole essere certo di andare nella squadra che gli assicurerà il numero più alto di partite da giocare, senza guardar troppo all’ingaggio (è disposto a ridurselo).

    L’Inter si rifarà prendendo Pandev, svincolatosi dalla Lazio dopo la decisione del collegio arbitrale della Lega. Il macedone potrebbe essere a Milano già lunedì per le visite mediche, e poi firmare un contratto quinquennale da 3 milioni di euro a stagione. Come indennizzo morale per Lotito, Moratti potrebbe mandare a Roma il giovane attaccante della Primavera Mattia Destro. Un rinforzo che non può certo bastare a Ballardini, visto che oltretutto Rocchi avrebbe manifestato l’intenzione di rispondere alla chiamata di Luciano Spalletti, che lo vorrebbe con sè allo Zenit San Pietroburgo.

    All’inizio della prossima settimana Lotito ed il ds Igli Tare stringeranno per l’argentino ex Gremio Maxi Lopez, che ormai ha scelto la Lazio. Poi cercheranno di prendere l’altro argentino Bolatti, il centrocampista che con un suo gol ha fatto vincere la Nazionale biancoceleste a Montevideo, assicurandole la qualificazione al Mondiale. Per la difesa si continua a fare il nome del brasiliano Rever, ma Ballardini preferirebbe Canini del Cagliari. Meghni ha smentito di essere stato contatto dal Paris St. Germain, ma l’affare si potrebbe fare l’estate prossima.

    Due attaccanti brasiliani a basso prezzo, e con passaporto comunitario, sono stati offerti alla Roma da agenti Fifa che lavorano tra Italia e Brasile: si tratta di Jonas del Gremio e di Wellington Paulista del Cruzeiro che, curiosamente, è stato offerto anche ai cugini della Lazio. Intanto Lotito rischia di perdere Kolarov, che continua a bussare a denari e potrebbe andarsene verso il Bayern Monaco o l’Inter.

    Roberto Mancini, oggi all’esordio vincente sulla panchina del Manchester City, ha presentato agli sceicchi proprietari del club (disposti ad accontentarlo) una lunga lista di rinforzi da prendere subito e a giugno: ne fanno parte, fra gli altri, Chiellini, Cassano, Gattuso, il rosanero Kjaer, Pazzini e l’argentino del Rubin Kazan Christian Ansaldi. Inoltre il tecnico ha fatto presente che ogni offerta per Robinho (obiettivo del Barcellona) deve essere respinta.

    Il Bari spinge con la Roma per avere Cerci, prima alternativa a Guberti. Dopo il passaggio del Siena a Massimo Mezzaroma, previsto per la prossima settimana, anche il club toscano si farà sotto con dieci milioni da spendere sul mercato. In uscita è possibile che Calaiò vada alla Sampdoria. Il club blucerchiato, che rischia di perdere Castellazzi, sta tentando Julio Sergio, ma l’attuale portiere della Roma sembra orientato a rimanere nella capitale.

  92. Ip Address: 93.46.16.152

    Buongiorno popolo rossazzurro e buona domenica… un caloroso abbraccio ai fratelli della New Star

    CALCIOMERCATO

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Diakitè nel mirino del Catania
    27.12.2009 14:00 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 56 volte

    Il roccioso difensore della Lazio, Modibo Diakité (21), interessa al Catania. Secondo alcune indiscrezioni di mercato raccolte a Roma da Itasportpress.it, l’ad Pietro Lo Monaco è interessato a prelevare il giocatore che finora in maglia biancoceleste ha collezionato 10 presenze su 17 partite in A. Il dirigente etneo ha già parlato con il presidente Lotito, con il quale c’è una profonda amicizia, per trattare il trasferimento in maglia rossazzurra del difensore. Nonostante la Lazio non stia facendo un buon campionato, Diakitè si è segnalato come uno dei protagonisti positivi di questa tribolata stagione del club capitolino.

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  93. Ip Address: 93.46.16.152

    CATANIA NEWS

    Catania, Pozzi nel mirino ma la trattativa è complicata. Vi spieghiamo il perchè
    27.12.2009 11:25 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 463 volte

    Il Catania è interessato al bomber della Sampdoria, Nicola Pozzi. Non si tratta in questo caso di semplici “rumors” di calciomercato, che tra sei giorni aprirà ufficialmente i battenti a Milano. Il giocatore piace molto all’ad etneo Pietro Lo Monaco (che ha già parlato con l’agente Tullio Tinti) che lo segue da diverso tempo. Un attaccante giovane e promettente che potrebbe essere molto utile per far alzare i livelli di qualità del reparto offensivo del Catania. La trattativa però si preannuncia assai complicata visto che Pozzi è attualmente in forza alla Sampdoria e chiede di giocare con maggiore continuità al suo tecnico Del Neri. Richiesta per il momento non presa in considerazione dal baffuto allenatore. Il club blucerchiato ha prelevato il giocatore dall’Empoli la scorsa estate a titolo temporaneo con diritto di riscatto dell’intero cartellino fissato a 5 milioni di euro. La Sampdoria a gennaio si sussurra che potrebbe prelevare la punta Emanuele Calaiò dal Siena dando in cambio al club toscano proprio Pozzi fino a giugno. Restano ipotesi naturalmente così come quella che il giocatore 23enne tornando subito all’ Empoli potrebbe poi essere girato in prestito al Catania o al Siena a gennaio. Quest’ultima ipotesi però potrebbe precludere l’arrivo ai piedi dell’Etna di Nicola Pozzi in quanto i rapporti tra la dirigenza rossazzurra e il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi non sono proprio idilliaci dopo le dichiarazioni polemiche di qualche anno fa del massimo dirigente toscano che accusò il Catania di essere stato favorito dalla Roma nel rocambolesco finale del match giocato al Massimino e finito 1-1 con il gol nel finale di Martinez. “Finale comico a Catania”, fu questa la frase pronunciata da Corsi dopo che la squadra azzurra precipitò in B inasprendo i rapporti tra i due club. Il presidente del Catania Nino Pulvirenti, in seguito, replicò: “Lui parla di comiche? Beh, se ne intende benissimo. Ho ancora in mente un pareggio a Empoli, l’anno scorso; un 3-3 che definire ridicolo è poco”

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  94. Ip Address: 93.46.16.152

    CATANIA NEWS

    Rizzitelli a ITASPORTPRESS: “Ecco le qualità del mio amico Mihajlovic che salveranno il Catania”
    27.12.2009 10:03 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 339 volte

    Fonte: Elisa De Chiara

    Ruggiero Rizzitelli, conosce molto bene il tecnico del Catania, Sinisa Mihajlovic per essere stato suo compagno di squadra alla Roma nel primo anno in serie A del serbo. In esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it, l’ex punta giallorossa da un suo giudizio su Mihajlovic. “Si lo conosco bene Sinisa, un ragazzo con un entusiasmo unico, una grinta da leone in gabbia e una cattiveria calcistica straordinaria- sottolinea Rizzitelli-. Queste qualità servono molto al Catania per salvarsi. Io ho commentato per Sky il debutto di Mihajlovic contro il Livorno. Il serbo che viaggiò insieme a me in aereo di ritorno verso Roma, nonostante la sconfitta mi disse che la sua squadra ha un gioco lineare anche se ammise la paura degli attaccanti in zona goal. Mi spiegò anche che la sua squadra produce tante occasioni, aspetto incoraggiante per il futuro visto che i sincronismi sono quasi perfetti. Contro il Livorno e’ mancata la fortuna, tant’è che poi contro la Juve con un pizzico di buona sorte è arrivata una clamorosa vittoria. Questo conferma lo spessore di Sinisa il quale dopo la sconfitta contro la squadra di Cosmi non si è abbattuto come avrebbero fatto invece altri tecnici. Il serbo buon motivatore ma tatticamente acerbo? Ma io ricordo il Bologna che giocava malissimo prima dell’arrivo di Sinisa poi cambio tutto. Nei primi mesi ha fatto un discreto lavoro in Emilia ma dopo il mercato di gennaio si sfasciò qualcosa visto che la società felsinea prese giocatori inutili che anziché migliorare la squadra la indebolirono. Morimoto? E’ un grandissimo attaccante che fa movimenti da vero centravanti, solo che non è una prima punta che vive dentro l’area di rigore. Il giapponese deve giocare da seconda punta perché si inserisce bene con le sponde del compagno di reparto”

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  95. Ip Address: 93.46.43.175

    Buongiorno popolo rossazzurro e un caloroso abbraccio ai fratelli della New Star

    CATANIA NEWS

    Catania, Mihajlovic: “Festeggerò la salvezza a Taormina, Chievo e Bari attente”

    27.12.2009 21:24 di Livio Giannotta articolo letto 501 volte
    Il tecnico del Catania, Sinisa Mihajlovic, ha rilasciato un’intervista alla “Gazzetta dello Sport”, dove parla anche della sua nuova avventura in Sicilia. “Psicologicamente la vittoria maturata a Torino vale molto, ci carica e ci incoraggia – spiega -. Anche in passato il Catania poteva prendere di più, ma gli è mancata la cattiveria. Indipendentemente dall’avversario d’ora in avanti dobbiamo giocare sempre per vincere. La strada verso la salvezza è lunga e potrebbero essere risucchiate pure squadre come Chievo e Bari che stanno a 24 punti. Sono convinto che riuscirò a salvare il Catania. Lotta scudetto? L’Inter vincerà senza problemi. Il Milan ha perso troppi punti all’inizio, la Juve ora si è fatta staccare troppo. Roberto Mancini? Sono contento per lui. Farà molto bene anche in Inghilterra. Se ho già scoperto qualcosa che mi piace della Sicilia? Non conosco Taormina: ci andrò per festeggiare la salvezza“.

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  96. Ip Address: 94.163.28.67

    buon giorno a tuttiiiiiiiiiiiiiiii……….scusa catanista se ieri nn c’ero ma avevo degli impegi..!!!kmq adesso sono rientrato a cassino…:(((…ke palle!!!….avete sentito anke l’interessamento del catania su foggia???….ottimo direi..!!!!ma altri acquisti che il catania vuole effettuare quali potrebbero essere???…mi tenete informato..ke in questi giorni ho un pò lasciato andare il sito e nn ho potuto vedere tutt le informazioni…grazie..!!!!..un saluto a tutti e la new star…!!!sempre e kmq FORZA CATANIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  97. buongiorno a tutti i rossazzurri del mondo.

    un saluto alla new star ciao salvo catanese …

    queste le ultime a radiomercato.

    Mercoledi prossimo potrebbe esserci la firma. Bogdani è ormai il papabile attaccante di peso richiesto da Mihajlovic ed il giocatore troverebbe un contratto fino al 2011. Tutte le strade portano all’attaccante albanese che ha il contratto in scadenza col Chievo a Giugno ma da subito passerebbe al Catania a titolo definitivo.

    Sono tutti daccordo insomma ed in attesa delle confereme ufficiali oggi Bogdani vede più rossazzurro che altro. Le porssime ore saranno decisive.
    Il sogno del Catania si chiama Passqualino Foggia e secondo i bene informati il sondaggio da parte di Pietro Lo Monaco è stato fatto.

    Il giocatore è sempre piaciuto alla società etnea fin dai tempi di Marino ed oggi pare che l’amministratore delegato del Catania abbia fatto già un’offerta e si aspetti il rientro di Lotito per intavolare il tutto.

    Foggia sarebbe un grande tassello di qualità, soprattutto per la probabile partenza di Ricchiuti e l’attesa per Barrientos. Insomma un tridente alle spalle di una punta Mascara, Martinez, Foggia fa sognare. Si avranno certezze in più nei prossimi giorni, ma l’operazione non sembra facile.

    (catanista.com)

  98. Ip Address: 79.9.18.84

    Una buona serata e ancora auguri a tutta la NEW STAR.

    Spero abbiate passato un buon natale, non solo culinario e adesso veniamo al dunque calcistico.Si vocifera che Foggia sia gia’ del Catania, chiaramente adesso smenticono tutti compresa la penna che ha firmato il contratto chiaramente per ovvie ragioni.
    Se così fosse ….vaiiii con il primo colpo.
    Se Bodgani si accasacca,(bella questa nuova definizione, mi è venuta spontanea) (non sarà colpa del vino bevuto nei giorni scorsi e che non ho ancora smaltito del tutto?), come dicevo se Bodgani, a Catania mette su casa e casacca, fin da ora avrà il mio benvenuto.

    Amici, fratelli, compari, un grazie di cuore a tutti coloro che mi hanno inviato email per farmi gli auguri.

  99. ciao beppe

    so che hai fonti sicure da cui attingere le notizie, quindi se arriva foggia sono ben contento e concordo sul tuo entusiasmo…

  100. Ip Address: 79.25.77.195

    ciao ragazzi,

    speriamo che la notizia di Beppe il nonno sia giusta, perchè con Foggia al centrocampo il Catania vola in alto…….

    in attesa di una punta centrale di peso, nel girone di ritorno la salvezza è garantita……

    ———————————-FORZA CATANIA———————–

  101. Doppia seduta, Pesce si allena con il gruppo

    Catania nuovamente al lavoro a Massannunziata: doppia seduta ricca di spunti, in mattinata test atletici e conclusioni in porta; nel pomeriggio, dopo il riscaldamento tecnico, esercizi di precisione in fase di passaggio, cura del possesso palla, partitelle a tema con porte piccole, esercitazioni tattiche con centrocampo ed attacco opposti alla difesa. Quindi, nuova sessione di corsa, cross e tiri. Si sono allenati tutti gli stranieri rientrati ieri: rimane in permesso il solo Andujar, che tornerà a Catania giovedì. Pesce in gruppo, differenziato per Augustyn e Potenza, in progresso. Percorsi riabilitativi specifici per Barrientos, Delvecchio, Marchese e Sciacca. Mercoledì doppia seduta, giovedì allenamento mattutino. Sempre giovedì, alle 9.00, il tecnico del Catania Sinisa Mihajlovic risponderà alle domande dei cronisti presso la sala stampa del centro sportivo di Massannunziata. Capodanno di riposo, il primo allenamento del 2010 è fissato per sabato 2 gennaio.

    Copia e incolla (da calciocatania.it) per chi va di fretta.
    Buonasera raga’!!!
    Andujar forse ci lascia!!!!

    Buona serata a tutti!!!

    Ale’!!! Catania!!! Ale’!!!

  102. Ip Address: 79.35.99.165

    ciao Giorgione,

    io sono a catania e domani vado a vedere la squadra al completo a massanunziata….

    e do un occhiata al centro sportivo nuovo….

    un abbraccio a tutta la new star…..

  103. Buonasera joe!!!
    Mi raccomando riferisci le tue impressioni!!!!
    Sulla squadra e sull’impianto sportivo!!!
    Un abbraccio rossazzurro!!!

  104. Ip Address: 79.35.99.165

    faro del mio meglio amico Giorgio……

  105. Ip Address: 79.9.0.131

    Buona sera agli amici della new star.

    Fa piacere notare che non sono pochi i giocatori che per vari motivi non vestono più la nostra maglia ma che continuano a darci attestati di stima, ciò dimostra, alla faccia dei “benpensanti” che la città di Catania e i tifosi catanesi lasciano una traccia indelebile nei loro cuori.
    Sul fronte calciomercato, se non entra il nuovo anno, anche con contratti gia stipulati nessuno si sbottona, pazienza, ancora pochi giorni e speriamo in meglio.

    Amo Catania e il Catania

  106. Ip Address: 77.204.27.71

    un affettuoso saluto agli amici della new star!!!
    Non scrivo ma grazie ai vs post mi sta girannu a testa cu sti notizie do mercatu di (riparazione) di gennaio…ma ecco la mia discutibile idee.

    Foggia: Insieme a Martinez il Catania si assicura 18 minuti di possesso palla..9 a testa tantu na passanu a nunnu…..Doppione

    Calaio:48 partite 9 gol non ci serve!!

    Bogdani: 33 anni 129 partite 23 gol Plasmati tutta la vita

    Pozzi 106 partite 23 gol in serie b e a con l’empoli

    Guberti mi sembra forte : scommessa

    dico tutto questo perchè sò che per prendere una punta ci vogliono i milioni e milioni e milioni a doppia cifra…io penso che le punte c’è l’abbiamo…forse se venisse una punta dell’est forte si potrebbe fare…ma ripeto farei rientrare se possibile Catellani o Antenucci…dove spenderei un 5 Milioni è su un regista alla Liverani o Menegazzo al posto di Biagianti, gente di carisma che sappiano dare personalità e coscienza dei propri mezzi ai giocatori giovani…detto questo non voglio dire che al Catania non serve una punta…ma sò che è impossibbile e non mi faccio illusione.

    Comunque ora siamo al dunque, mercoledi 6/01/2010 sarà la giornata della definitiva appartenenza alla serie A del Catania sono certo che se vinciamo facile (possibilissimo) il resto sarà tutto in discesa, anche perchè quest’anno il Catania si esprime bene anche fuori casa!!

  107. Ip Address: 93.46.28.162

    Buongiorno popolo rossazzurro e un abbraccio caloroso ai fratelli della New Star

    Iniziamo con alcune notizieche magari un pò tutti noi abbiamo già letto ma che mi piace riportare per commentare assieme ai miei amici…

    Catania, in 5 con la valigia in mano
    30.12.2009 09:27 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 432 volte

    La dirigenza del Catania (con l’ad Lo Monaco in testa) sta pian piano avviando delle vere trattative di mercato per rinforzare l’organico e affidare al tecnico Sinisa Mihajlovic un gruppo più assortito che possa puntare al raggiungimento dell’obiettivo salvezza in vista del difficile girone di ritorno in serie A. Si lavora come detto in entrata, ma si cominciano anche ad avviare contatti e sondaggi per sfoltire la rosa rossazzurra soprattutto per quei giocatori che hanno giocato poco e per quelli che non si sono rivelati all’altezza della serie A. In questo momento con la valigia in mano potrebbero essere in cinque. Facendo un disamina ruolo per ruolo bisogna partire dal portiere. Andujar potrebbe lasciare il Catania per scegliere il Boca, una ipotesi che sembra attualmente possibile anche se al 90% l’argentino resterà ai piedi dell’Etna. In difesa invece sembra certa la partenza di Augustyn e Terlizzi. Quest’ultimo potrebbe essere una pedina di scambio visto che ha ancora mercato ed estimatori in serie A. E’ solo Adrian Ricchiuti il probabile partente del reparto di centrocampo. L’argentino ha giocato poco e sia Atzori che Mihajlovic non gli hanno concesso chance. Probabile una cessione al Padova o al Torino in B. In attacco invece solo Plasmati sembra già col biglietto aereo in mano con direzione Inghilterra (Fulham) o in Germania (Stoccarda). L’assist-man della storica vittoria del Catania a Torino con la Juve però piace, e tanto, a molti club della serie B.

  108. Ip Address: 93.46.28.162

    Corriere dello Sport- Catania, sono due gli obiettivi

    30.12.2009 10:24 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 287 volte

    Fonte: Elisa De Chiara
    Come riporta oggi il quotidiano sportivo il Corriere dello Sport, il Catania è sulle tracce della punta Nicola Pozzi (23) in forza alla Sampdoria ma di proprietà dell’Empoli e del portiere Mario Cassano (26) della Reggina. Quest’ultimo è stato la scorsa estate nel mirino del club etneo prima dell’arrivo dall’Argentina di Mariano Andujar.

  109. Ip Address: 93.46.28.162

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- CATANIA, MIHAJLOVIC TELEFONA A FOGGIA E DIAKITE’

    30.12.2009 11:51 di Redazione ITA Sport Press

    La dirigenza del Catania è già al lavoro per rinforzare l’organico in vista dell’apertura del calciomercato invernale. Si fanno tanti nomi in questo momento di giocatori che potrebbero trasferirsi a gennaio ai piedi dell’Etna. Si muove l’ad Pietro Lo Monaco che farà delle scelte di comune accordo con il tecnico Sinisa Mihajlovic. E’ proprio il serbo secondo, alcune informazioni certe raccolte in esclusiva da Itasportpress.it, insiste per portare a Catania due giocatori della Lazio. I nomi sono noti: si tratta del difensore 21enne Diakitè e del centrocampista Pasquale Foggia. Addirittura lo stesso allenatore ha telefonato ai due giocatori per convincerli a indossare la casacca rossazzurra a gennaio. Per Foggia sembra più facile una soluzione positiva anche se il giocatore percepisce uno stipendio molto elevato. Per Modibo Diakitè invece le percentuali di vederlo a Catania sono assai ridotte in quanto il presidente biancoceleste Lotito non vuole assolutamente cederlo, sia per le ottime qualità tecniche del difensore, sia per un legame affettivo forte con il giocatore arrivato a Roma con una situazione personale assai difficile dal punto di vista economico.

    Rosso come il fuoco,
    azzurro come il mare
    l’amore per il CATANIA
    non si puo’ spiegare!”

    ORGOGLIOSO DI ESSERE CATANESE…

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE

    UN SOLO GRIDO :
    _______________”FORZA CATANIA!”

  110. Ip Address: 87.20.236.61

    BUON POMERIGGIO A TUTTI UN CARO SALUTO A TUTTA LA NEW STAR ED IN PAERTICOLARE A CATANISTA E JOE E PEPPE78, SCUSATE L’OFF TOPIC DI QUESTI GIORNI MA SONO AL LAVORO X VOI COSI LA PROSSIMA SETTIMANA PORTEREMO OLTRE AL CIATATO SITO DOVE SCRIVIAMO ANCHE UNA VIDEO CHAT WEB DOVE TUTTI I TIFOSI NON SOLO POSSONO SCRIVERE MA ANCHE VEDERSI, VI POSTO UN ARTICOLO APPENA LETTO SU ITASPORTPRESS E A PIU’ TARDI

    Bogdani, l’agente a ITASPORTPRESS: “Catania piazza gradita ma la trattativa è complicata”
    30.12.2009 16:24 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 10 volte
    Fonte: Elisa De Chiara
    Dopo le dichiarazioni del presidente del Catania, Nino Pulvirenti, rilasciate questa mattina circa il gradimento per l’attaccante albanese del Chievo, Erjon Bogdani, sembrano essere chiare le strategie di mercato della società di via Ferrante Aporti per quanto riguarda l’attacco rossazzurro. La trattativa tra i due club è in corso anche se il ds clivense Giovanni Sartori, così come ha dichiarato a Itasportpress.it lunedì scorso, farà di tutto per trattenere il giocatore. Sokol Haxhia, agente che cura gli interessi della punta albanese insieme ad Alessandro Moggi, ha fatto il punto della situazione in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it. “Erjon gradisce molto la destinazione siciliana, ma la trattativa non è ancora definita. Molto probabilmente a gennaio subito dopo il Capodanno se ne saprà di più sulle reali possibilità del giocatore di accettare l’offerta del Catania. Naturalmente il Chievo non mollerà facilmente un centravanti importante come Bogdani senza una valida alternativa”.

    PS: CATANISTA SO CHE OGGI ERI A MASSANUNZIATA E BRAVU BRAVU AHHAHAHAHAH SCHERZO A DOPO

  111. Ip Address: 87.20.236.61

    Catania, in 5 con la valigia in mano
    30.12.2009 09:27 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 826 volte
    La dirigenza del Catania (con l’ad Lo Monaco in testa) sta pian piano avviando delle vere trattative di mercato per rinforzare l’organico e affidare al tecnico Sinisa Mihajlovic un gruppo più assortito che possa puntare al raggiungimento dell’obiettivo salvezza in vista del difficile girone di ritorno in serie A. Si lavora come detto in entrata, ma si cominciano anche ad avviare contatti e sondaggi per sfoltire la rosa rossazzurra soprattutto per quei giocatori che hanno giocato poco e per quelli che non si sono rivelati all’altezza della serie A. In questo momento con la valigia in mano potrebbero essere in cinque. Facendo un disamina ruolo per ruolo bisogna partire dal portiere. Andujar potrebbe lasciare il Catania per scegliere il Boca, una ipotesi che sembra attualmente possibile anche se al 90% l’argentino resterà ai piedi dell’Etna. In difesa invece sembra certa la partenza di Augustyn e Terlizzi. Quest’ultimo potrebbe essere una pedina di scambio visto che ha ancora mercato ed estimatori in serie A. E’ solo Adrian Ricchiuti il probabile partente del reparto di centrocampo. L’argentino ha giocato poco e sia Atzori che Mihajlovic non gli hanno concesso chance. Probabile una cessione al Padova o al Torino in B. In attacco invece solo Plasmati sembra già col biglietto aereo in mano con direzione Inghilterra (Fulham) o in Germania (Stoccarda). L’assist-man della storica vittoria del Catania a Torino con la Juve però piace, e tanto, a molti club della serie B.

  112. Ip Address: 87.20.236.61

    Bologna interessato a Pablo Ledesma
    30.12.2009 20:27 di Livio Giannotta articolo letto 63 volte
    Secondo un’indiscrezione di mercato riportata dal quotidiano L’informazione – Il Domani, in vista del mercato di gennaio il Bologna di mister Colomba sarebbe concretamente interessato al regista del Chievo, Manuel Iori, ma spicca anche un nome di lusso, ed è quello del centrocampista argentino Pablo Ledesma del Catania.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu