Giampaolo in Salastampa.

 Scritto da il 2 ottobre 2010 alle 11:45
Ott 022010
 

L’incontro con il Lecce rappresenta per il Catania l’occasione di proseguire una striscia positiva che dura da quattro turni e che ci ha portati a due soli punti dalla vetta della classifica.

Dice Giampaolo:

“Vogliamo dare continuità ai risultati e soprattutto alle prestazioni. L’unico modo per riuscirci è avere l’atteggiamento tecnico-tattico e la mentalità giusti. Abbiamo ancora margini di miglioramento rilevanti, sia sul piano dei singoli che su quello del collettivo. Il Lecce è una formazione che ha buoni valori tecnici e sa crearti problemi perchè ha giocatori magari non di grande nome, ma di qualità. I salentini si prendono pochi tempi per pensare cercando di dare sempre intensità al gioco. Non dovremo mai abbassare la guardia”. “Domani sveglia alle 7:45, dopo il risveglio effettueremo un risveglio muscolare, quindi una colazione-pranzo, quindi la rifinitura. “Le grandi squadre verranno fuori anche se adesso sono attardate, non subito, ci vuole tempo per prendere il ritmo di tre partite alla settimana. L’Udinese non merita certo l’ultimo posto. “Il Lecce ha valori tecnici, buona qualità, attacca sempre, pensa poco e gioca bene. Ha giocatori di valore ed anche alcuni nomi poco noti che giocano bene. Andiamo a Lecce per fare la partita perfetta; ciò sarà possibile solo mantenendo la mentalità giusta. “Sarà un Catania simile a quello delle volte passate ma la nostra interpretazione varierà in base all’avversario. La gara sarà decisa dal nostro approccio alla partita. Il secondo tempo col Bologna è stata una parentesi dove squilibrarci era d’obbligo, Mascara, Ricchiuti e Gomez non li vedrete in campo tutti insieme. “Abbiamo un forte margine di miglioramento, carattere e mentalità. Anche con le squadre piccole si deve sudare la vittoria.

Dalle convocazioni fatte, a sorpresa non c’e’ il Pitu Barrientos lasciato fuori per scelta tecnica.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu