Giochi di altri tempi

 Scritto da il 28 aprile 2017 alle 18:45
Apr 282017
 

Nel giorno dedicato ai festeggiamenti in ricordo di quello della  liberazione dal nazifascismo, il direttore Lo Monaco ha annunciato che la nostra squadra sarebbe stata in ritiro a Torre del Grifo per preparare la partita contro il Siracusa, ultima occasione per agguantare il traguardo dei play off, impresa che appare quasi disperata, ma che la matematica rende ancora possibile grazie anche all’ ampliamento alla undicesima in classifica della possibilità di parteciparvi, a seguito della promozione già ottenuta dal Venezia in cadetteria e della conquista della coppa Italia di lega pro ai danni proprio del Matera che, quale finalista del trofeo, subentrerà di diritto alla seconda fase dei play off unitamente al Lecce, forte del secondo posto nel girone di appartenenza.

Un ritiro che per molti appare inutile, a due giornate dalla fine delle ostilità e con la salvezza già quasi in tasca, ottenuta per demeriti altrui nel corso di tutta la stagione, sebbene adesso le pericolanti sembrino molto più in forma di questo Catania tutto cerotti e morale sotto i tacchi. Peccato non averlo disposto prima, magari dopo la sconfitta interna subita ad opera del Melfi o dopo la ferita di Agrigento o magari dopo lo smacco di Siracusa. No, dopo quelle disfatte tutto tranquillo, solo incidenti di percorso che hanno portato a due cambi in panchina, uno voluto e l’altro per scelta personale di un tecnico, che ha preferito chiudere la porta dello spogliatoio e andare via, perché convinto che il malessere della squadra non era dovuto solo a faccende squisitamente tecno tattiche, ma abbracciava altri argomenti ancora poco chiari a chi scrive ma, si spera, almeno adesso, compresi dagli addetti ai lavori che ci auguriamo sapranno intervenire, con l’urgenza che il caso richiede al termine della stagione, al fine di ricreare uno spogliatoio degno di questo nome, dove amici, prima che uomini e poi calciatori, si diano una mano vicendevolmente per agguantare quel bene comune, rappresentato dal  primo posto in classifica, al termine di una intera stagione sportiva.

Ecco quindi che questo ritiro, giunto in ritardo dopo l’ultimo pesce in faccia preso a Monopoli, o meglio dei tre pesci in faccia, perché tre i gol subiti da una squadra la cui rosa risulta avere una valutazione molto al di sotto di quella etnea non appare logico, pur con le giustificazioni del caso, dovute ai tanti infortunati ma occorse probabilmente perché la preparazione atletica svolta in estate e continuata durante tutto il periodo, ha mostrato più di qualche lacuna, atteso che ritengo giustificabile solo l’incidente a Biagianti dipeso da una azione di gioco ma per gli altri stop, si tratta di meri infortuni muscolari che potrebbero spiegarsi soltanto con difetto nella preparazione atletica.

Quindi squadra in ritiro almeno sino alla prossima sfida, seppure non credo che possa trattarsi di vero ritiro, perché svolto nello stesso luogo degli allenamenti giornalieri. Lo chiamerei soltanto silenzio stampa, momento di riflessione  tra le mura casalinghe sino a domenica, per lasciare più tempo alla preparazione del match che alle parole inutili e vacue che ci stanno accompagnando, in particolare quelle dei dopo partita dove si loda comunque una squadra che non esiste e si esprimono intendimenti positivi per il prossimo confronto che poi puntualmente ci rivede succubi, vittime sacrificali di squadre che non aspettano che il Catania per prendere punti pesanti. Sentire che la squadra va in ritiro perché in tilt, secondo il suo direttore, mi fa ripensare con nostalgia a quei flipper, colorati e luminosi, chiusi in stanze dove il fumo albergava sovrano e adesso quasi scomparsi perché ognuno, a casa propria, dispone di computer e videogiochi dalla grafica quasi impressionate, con i quali può divertirsi e “rilassarsi”  nei momenti liberi. Una volta, invece,  ci si recava in questi locali dove tra biliardi, calcetti e tavoli da ping pong, ci stavano anche loro, e loro cercavi, magari quando eri da solo, perché gli altri giochi si facevano in compagnia, a meno che non giocavi a sfida a chi faceva più punti al termine delle canoniche cinque palline, più qualche altra ricevuta in “omaggio” dalla macchina, perché si riusciva ad essere bravi guadagnando bonus, per aver abbattuto birilli o per aver centrato un particolare punto all’interno del vetro che ricopriva quel marchingegno colorato, alla cui base, due sbarrette abilmente premute nei tempi esatti dal giocatore mediante il ricorso a due pulsanti laterali, impedivano alla pallina di perdersi. Alla fine era semplice decretare il vincitore perché un segnapunti, prima analogico e poi digitale, stabiliva chi lo fosse. Certe volte, giocando, si cercava di forzare la macchina scuotendola o alzandola di peso per sovvertire le leggi gravitazionali che la sferetta metallica in pendenza seguiva, ma il flipper rispondeva bloccandosi e spegnendosi, rendendo vano il tentativo di salvare la pallina. Il Calciocatania, quindi, a causa dello scossone per la sostituzione dell’allenatore, per le paure dei giocatori, è andato in tilt e, a detta del Direttore, non rimane che il ritiro di Torre per rimettere la pallina nella guida prevista per il successivo lancio della nuova biglia.

Ci auguriamo che dopo questo ritiro, la squadra reagisca e già da domenica possa regalarci una vittoria contro il Siracusa, sperando che il giocatore non faccia anche stavolta movimenti bruschi mandando in tilt anche questa pallina che poi sarebbe la penultima, perché dopo ne rimarrà solo una, l’ultima, e il gioco finirà mestamente, almeno per questa stagione.  Successivamente, occorrerà rimettere altre monete dentro la gettoniera per continuare a giocare, oppure abbandonare la partita a favore di altri giocatori e andare a casa.

  19 Commenti per “Giochi di altri tempi”

  1. Ip Address: 151.37.145.105

    Le dichiarazioni dell A D sembrano ,davvero surreali ! Ma,si è reso conto come è ridotta la squadra ? Ancora parliamo di play off? Ma come si può essere così incoscienti? E poi il ritiro doveva essere effettuato molto tempo prima! Si fa ora con il morale della squadra in pezzi ? Mi sento davvero inorridito da tale situazione assurda e creata da personaggi che farebbero bene ad andare a combinare guai in altri lidi !

  2. Ip Address: 151.18.125.151

    la conferenza stampa fatta da lomo non cambia nulla..ai suoi giocatori che lui a scelto non gliene frega piu’ nulla..lui parla di amore per la squadra..ma mi faccia capire,una cosa…l’amore va contraccambiato se dall’altra parte si fa qualcosa..ma se si viene traditi in maniera insolente come questi 4 anni..carta alla mano di sconfitte fuori casa battiamo il record..questo non lo a spiegato altro che andare in tilt in questi due mesi…il modo in cui si e perso certe partite con squadre che hanno vinto cani e porci la dice lunga sull’atteggiamento di questa squadra se cosi si puo’ chiamare..lui crede ancora ai miracoli dei playoff..ma si ricredera’ al massimino che bel siracusa si presentera’ e che infilera’ con raffiche di gol..e cosi si chiude questo sciagurato campionato della farsa..lui dice di programmazione..ma senza investimenti seri..non si va da nessuna parte e siccome i soldi sono pochi…si vivacchera’.ala giornata.
    capisco la sua amarezza..ma quanto sono lontani i tempi di gomez, bergessio izco,carboni,,quella si che era vera squadra…con un signor allenatore di nome maran…..ma il capo a rotto il giocattolo per avere piu’ fortune sinistre.. e questi sono i risultati..quello che e curvo non si puo’ raddrizzare….per caro lomo il massimino sara’ un deserto ancorA PER UN PO’ DI TEMPO.

  3. Ip Address: 79.43.39.48

    Ottima disamina raggio libero Ma io non credo che si possano fare miracoli a due giorni dalla fine

  4. Ip Address: 94.167.197.216

    Ottimo articolo quello di raggio libero

  5. Ip Address: 5.90.227.234

    Bravo raggio plm avi la testa dura sempre le stesse cose racconta favole mancano due partite vuole fare sei punti ma unni va cu 11 motti …..l allenatore è pronto …..sarà rigoli …che puparo poveri noi….

  6. Ip Address: 178.39.222.16

    Come sempre LoMo parla a vanvera!!!! Hal’allenatore pronto per il prossimo anno. Ma come sempre non fa nomi! Un altro mistero…….

    Come detto meglio che il Catania fallisce! Almeno si inizia senza questa complicola. Io a LoMo non credo proprio niente!!!!!!!

  7. Ip Address: 5.169.46.37

    Buongiorno e buon sabato a tutti ❤️💙

  8. Ip Address: 2001:b07:2ee:12bd:25ef:6d4e:fde5:2ff6

    Non riesco a capire questi continui attacchi a Lo Monaco come se fosse lui la causa delle delusioni che stiamo raccogliendo negli ultimi mesi se non ci fosse stato lui non so quest’anno se ci saremmo potuti iscrivere al campionato,ha allestito una squadra che fino alla vittoria contro il Matera sotto la guida di Rigoli stava facendo un campionato sufficiente non dico ottimo ma in ogni caso avevamo battuto lecce juve stabia pareggiato a Foggia e dilapidato tanti punti per gol sbagliati partite perse all’ultimo secondo sviste arbitrali ecc…Volevamo tutti la testa di Rigoli me compreso,tornando indietro me lo terrei tutta la vita quindi anche noi che troviamo comodo giudicare tanto se sbagliamo chi se ne accorge e troviamo comodo giudicare l’operato di chi fa per migliorare le cose.Allestire una squadra senza soldi non credo sia facile oltretutto se devi occuparti a riparare i danni fatti da altri,non ho sentito mugugni da parte di nessuno per gli acquisti fatti all’inizio del campionato è facile farli adesso,io semmai i mugugni li indirizzerei alla squadra c he nella ultimi 10 partite ha perso 8 o 9 volte io al posto loro mi sarei mangiato l’erba pur di vincere la partita,invece il loro atteggiamento è offensivo nei confronti dei tifosi che li hanno sempre sostenuti,la sconfitta in casa contro il Melfi è la pagina più vergognosa della storia calcistica del Catania.Non sono d’accordo con Lo Monaco di sostenere la squadra,per il semplice fatto che non esiste e in ogni caso non merita sostegno e neanche lo stipendio che percepiscono questi undici pecorelle che dovrebbero vergognarsi a definirsi calciatori

  9. Ip Address: 5.168.160.242

    Caro Gaetano il problema non è Lomonaco , ma il vero problema è qul marcio del capotreno……..se siamo qui e grazie a lui se commentiamo certe prestazioni e grazie a lui , senza andare avanti…….se no potremmo parlare all’infinito………

  10. Ip Address: 2.238.18.189

    Ok su Pulvirenti il peggior presidente del mondo, ma le vergognose prestazioni dei calciatori è anche colpa sua? Si spara su LM e su Pulvirenti e i calciatori no? Costava tanto loro sudare un attimino in campo, sporcandosi un po’ la maglietta invece di infangarla rifiutandosi di giocare a calcio. Come si spiega che questi signori siano riusciti a perdere 5 partite consecutive in lega pro? Ah già risolviamo tutto senza Lo Monaco e Pulvirenti

  11. Ip Address: 5.169.145.117

    Cosa avrà provato il Direttore nell’ammettere le colpe della Dirigenza? Sarà stato duro per lui. Perché l’ha fatto? Per desiderio di ammettere gli errori commessi con coloro che ogni settimana condividono le brutte figure di una squadra scioltasi come neve al sole? Perché si è reso conto che un Massimino quasi deserto non è uno spettacolo confortante? Per paura di avere pochi abbonati la prossima stagione? Per mettere le mani avanti in caso di sconfitta interna con gli aretusei?Chissà! Non sono nella sua testa benché quella chiamata alle armi per domenica, necessaria e giusta, contrasta a mio parere con altre dichiarazioni rese nella stessa giornata. Perché annunciare con due importanti partite da giocare la vendita di Russotto, un giocatore sfortunato in questa stagione che però ha dato l’anima quando chiamato in campo? Vogliamo farne un nuovo Calderini? Un nuovo Anastasi? Perché affermare che per iscriversi occorrono due milioni di euro quando per l’iscrizione è’ necessaria una cauzione da 350.000 euro? Il resto sarebbero i debiti contratti con Sporting e Racing le cui società potrebbero agire contro il Catania per l’ottenimento di quanto dovuto? Chiarezza si chiede. Parlare senza spiegare non aiuta a capire . Perché arrabbiarsi con alcuni giornalisti “rei” di non esprimere giudizi positivi sulla squadra? Dovrebbero mettersi le fette di prosciutto negli occhi? E i tifosi si pretende che siano dei robot duri e insensibili a qualsiasi possibilità di esprimere “giudizi”? Non possono “giudicare” ? No? Devono andare allo stadio limitandosi a cantare ed applaudire senza poter esprimere un loro pensiero? Questo si vuole? Come in una dittatura, si chiedono i tifosi ma senza cuore ed anima , solo tifosi che applaudono anche quando il mondo gli crolla addosso. No, caro Direttore, per avere giudizi positivi espressi dai due giudici supremi. Il campo ed i tifosi, provate a fare le scelte giuste portando a Catania giocatori da Catania facendoli esprimere al meglio e portandoci in testa alla classifica. Allora sì che i giudizi saranno positivi e non li contesterete più e farete di tutto per averne ancora .

  12. Ip Address: 5.168.160.242

    Una buona domenica a tutti ❤️💙

  13. Ip Address: 5.169.145.117

    Ripenso alle parole in conferenza stampa del direttore Lo Monaco quando per motivare le prestazioni dei rossazzurri rese negli ultimi due mesi, ha sostenuto che sono stranezze nel calcio che possono succedere e che il motivo non è stato individuato perché in tal caso avrebbe trovato la soluzione. Penso sia grave non aver ancora capito cosa ci sia che non va nello spogliatoio etneo, perché anche un tecnico che dopo tre giornate su dimette dovrebbe insegnare qualcosa. Quando succedono queste cose si dovrebbe tornare indietro all’origine, quando la squadra smise di giocare ad Agrigento e continuo’ così senza più fermarsi ad esclusione della prova di Messina. Se non si riesce a trovare il motivo, vedremo lo stesso film anche la prossima stagione perché questi saranno i calciatori almeno la gran parte di essi. Se non è riuscito a spiegarselo, si faccia aiutare da qualcuno che come lei vive lo spogliatoio. Rigoli, a suo dire, è stato mandato via perché dopo Agrigento in conferenza disse che non capiva perché il Catania avesse giocato così male. Non possiamo noi tifosi dall’esterno capire cosa accade in quello spogliatoio ma quello è il suo compito e lo chiedo con tanta umiltà e con la speranza che ci riuscirà a scoprirlo prima o poi …… speriamo prima.

  14. Ip Address: 93.37.184.254

    Intanto dovrò vedere la partita in televisione con un collegamento che fa schifo. Vergogna.

  15. Ip Address: 79.43.99.203

    Ragazzi almeno siamo salvi,magra consolazione adesso pensiamo al prossimo campionato io non credo ai play off,e poi per fare cosa? saluti a voi tutti

  16. Ip Address: 93.37.184.254

    Bella prestazione esclusi gli ultimi minuti. Hanno combattuto. Bene. Si prenda atto. Adesso Caserta. Poi si vede. Protesto ancora per il daspo ai siracusani tifosi del Catania. Basta! Schifiu

  17. Ip Address: 93.56.72.80

    Quello che fa rabbia è che questa squadra se solo avesse voglia di giocare, può vincere con chiunque e in questo campionato lo ha fatto con tutte le prime della classe tranne con il Foggia

  18. Ip Address: 151.66.225.65

    a parte la vittoria (meritata anche se alla fine sofferta) contro il Siracusa ,secondo me, una nota lieta è stata la buona prestazione di Manneh (forse il migliore in campo) ,un ragazzo di 19 anni di ottime prospetture future !

  19. Ip Address: 5.86.153.216

    Vittoria che non serve a niente….. solo di facciata , mi hanno solo dimostrato che potevano vincere con tutti e invece? … si sono dimostrati dei piccoli uomini veri mercenari dalla serie l’obbiettivo era la salvezza

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu