Il calvario è finito

 Scritto da il 23 maggio 2015 alle 00:32
Mag 232015
 

coppia-gol

Al termine di una partita giocata con gli occhi fissi sul cronometro da parte di tutti, il Catania strappa il punticino tanto agognato che consente di poter rimanere anche per la stagione 2015/16 in cadetteria. Anche il Carpi, più con la testa ai festeggiamenti finali e con tanti giovanissimi tra i titolari, ha cercato in primis di mantenere la propria rete inviolata, pur rischiando sul palo di Ceccarelli prima e su un affondo di Calaiò poi, di capitolare. A guardare adesso e a mente serena la classifica finale, dopo i pareggi di Crotone-Virtus Entella e di Latina -Modena, anche con una sconfitta la compagine rossazzurra si sarebbe comunque salvata, ma sarebbe stato troppo rischioso prevedere e contare su tale eventualità prima del fischio di inizio. Infatti, tensione e concentrazione traspariva dai volti quasi spiritati dei nostri giocatori,  mentre sugli spalti un eroico manipolo di supporter mai domi, sventolava quei vessilli dai colori  rosso e azzurri, tanto cari a tutti noi, con l’intento di accompagnarli in quella ultima battaglia che valeva una intera stagione. Probabilmente, mister Marcolin ha lavorato sodo in questa settimana, ponendo l’accento più alla fase difensiva che a quella della costruzione del gioco, quella fase difensiva dalla quale siamo usciti con le ossa rotte dal campo delle rondinelle e in casa con il Cittadella al Massimino. Infatti, stavolta, i quattro di difesa sono apparsi attenti in ogni circostanza, più sostanza che fronzoli, più spada che fioretto. Il centrocampo, privo dell’apporto di Rinaudo, fermato dal giudice sportivo, vedeva al centro un Coppola più con compiti di interdizione che di costruzione, con Escalante a sinistra e Sciaudone a destra, pronti a sfruttare le ripartenze che non ci sono state. Rosina trequartista con il compito di offrire palloni in profondità alle due punte Calaiò e Maniero, oggi apparsi un poco appannati sebbene abbiano costantemente cercato di sfruttare proficuamente le poche palle arrivate nell’area avversaria. Pareggio serviva al Catania e questo punto, finalmente conquistato che ci permette di poter andare a letto tranquilli, godiamocelo come un bicchiere di selz limone e sale in una assolata giornata d’agosto. Già da domani dovranno essere poste le basi per affrontare in maniera più serena la prossima stagione, che vedrà formazioni agguerritissime come sempre, rinforzate da quelle già promosse dalla lega pro che non dovranno per nessuna ragione al mondo essere sottovalutate. Retrocedono in lega Pro quattro squadre del nord Italia, e precisamente il Varese, il Brescia ed il Cittadella, mentre per l’ultimo posto si dovranno attendere i play out tra Modena e Virtus Entella.

  356 Commenti per “Il calvario è finito”

  1. Ip Address: 151.54.96.91

    Finalmente è finita, obiettivo minimo raggiunto non senza patemi.
    Le cinque vittorie di fila ci hanno tolto dai guai, sono sembrate cinque lampi, poi inesorabilmente si è ripresa la strada del grigiore e della mediocrità mostrata in tutto il campionato.
    Insomma un campionato da ricordare in positivo solo per le due partite di gennaio e per questo filotto di cinque partite; in mezzo solo tante partite anonime e figuracce fuori casa che ricordarle diventa imbarazzante.

    Adesso finalmente si faranno i famosi conti, sbandierati da novembre.
    Che conti si faranno? Probabilmente nessuno perché nessuno ha voglia di farli, autocensurarsi non piace a nessuno, per giunta pubblicamente.
    Assisteremo quindi al mercato e a qualche ennesimo slogan e si ripartirà fiduciosi.

    Personalmente dopo tutte le epurazioni invernali, giocatori argentini e guida atletica, mi augurerei l’allontanamento dì Cosentino, i conti vanno fatti su di lui, il fallimento del Catania ha un nome e cognome, il SUO!
    E lui l’ultimo che deve andar via, Catania non lo vuole più, ha fatto troppi danni, perpetuati in due anni sciagurati, solo che è il più attaccato alla poltrona, non vuole andar via, non può andar via, nessuno lo può cacciare, ce lo dobbiamo assuppare.
    Non ci vuole un matematico, nessun calcolo astruso, la vera sciagura sono le sue decisioni sul mercato e su altri fattori, semplicemente fallimentari.
    Vada via, non si occupi più del nostro Catania, vada via senza rancore, qui ha fatto il suo tempo, ci ha distrutto un sogno, Catania non è disposta a concedere il terzo appello, abbiamo capito perfettamente che non è in grado di fare ciò che si ostina a inseguire, costruire una squadra vincente.
    Il Presidente si circondi di gente valida e capace non di avventurieri senza alcuna competenza; Egli stesso faccia il Presidente soltanto e lasci, se può, fuori dal Calcio Catania i suoi guai personali con il fisco.
    Ma credo siano solo utopie queste, l’andazzo si vede già all’orizzonte, hanno messo le mani avanti,, stanno tornando, armati di spada e ascia, entrambi pronti a agire e a riprovare, come se il tutto fosse un giocattolo in mano a bambini senza esperienza.
    Invece adesso , adesso è il momento di protestare, adesso è il momento in cui la tifoseria ha il coltello dalla parte del manico, adesso si può chiedere una svolta decisiva, vera e proficua, pena una campagna di abbonamenti deficitaria, adesso si può far capire a chi comanda che questo andazzo non va e che non si è disposti a dare l’ennesima chance a chi ci ha affossato.
    Si farà così? Non so, non credo in verità.
    Staremo a vedere, intanto buona serenità a tutti.

  2. Ip Address: 91.253.139.125

    Un unico grande abbraccio ai tifosi del Catania, quelli veri,che non hanno mai mollato ieri né lo faranno domani,quelli che amano a prescindere e non guardano la categoria,i tifosi per i quali Catania non è solo calcio,ma colori fede passione pura.Ci saremo domani e poi dopodomani sempre al tuo fianco liotru. Oggi è futuro, chiediamo verità chiarezza,si ponga fine ad un’era di scempio ,di silenzi offensivi ed oltraggiosi del nostro amore,,di arroganza del nulla di incompetenza del tutto, via cosentino,via marcolin,buongiorno Catania,sempre al tuo fianco.

  3. Ip Address: 79.10.61.131

    Dopo aver trascorso la giornata di ieri facendo di tutto per allentare la tensione, cosa mai riuscita, dalle 20,30 mi sono fatto assorbire dalla partita, al termine della quale, sudato e senza forze, prima una doccia rinfrancante e poi un morbido cuscino, mi hanno accolto, finalmente tranquillo. Si, una partita priva di spunti, di trame di gioco invitanti, di cattiveria agonistica, ma che, tuttavia, ci ha tenuti avvinghiati allo schermo sino alla fine, con le orecchie più rivolte alle notizie provenienti dal Francioni dove si disputava la partita tra il Latina ed il Modena, che alle parole dei commentatori di Sky. Solo gli occhi guardavano incessanti lo scorrere sempre più lento dell’orologio in alto a sinistra dello schermo, man mano che l’incubo nel quale siamo precipitati da fine agosto, al termine di quell’inaspettato pareggio conquistato dal Lanciano al Massimino, diventava meno pauroso. Speranze, rabbia, silenzi, ci hanno accompagnati sino ad ieri, ma da oggi, si spera in un volta pagina, necessario quanto irrimandabile in primo luogo da parte di chi si trova al timone societario. Passata la tempesta affrontata con una barca che si credeva solida, dotata di potenti motori e composta da un equipaggio esperto, ci si accorge che la chiglia aveva qualche falla rappezzata alla meglio, il motore quasi fuso e la ciurma raccattata alla rinfusa formata da gente di diversa nazionalità che parlava lingue diverse sofferente pure di mal di mare ancor prima di salpare. Non al meglio e’ inoltre apparso il quadrato ufficiali, alcuni di loro sostituiti navigazione in corso direttamente dal comandante, pronto sempre a dare fiducia al suo secondo, del quale l’arte marinaresca che si pensava fosse insita in lui, era stata acquisita solo sui libri e mai sul mare. Adesso, rientrati in rada, si spera che saranno effettuati i necessari lavori in cantiere, su tutte le componenti sopra indicate, necessari ed indispensabili per consentire una navigazione tranquilla anche in acque agitate, con la speranza di essere i primi al traguardo finale al termine della prossima regata. Con molta umiltà, stavolta, da squadra da quindicesimo posto in classifica, senza proclami e rulli di tamburo si dovrà ripartire, sperando di instaurare un nuovo dialogo con la tifoseria che tanti bicchieri di veleno ha dovuto ingoiare per troppo tempo. Per finire un saluto a tutti voi, amici del sito, ed in particolare a coloro i quali ieri stavano sugli spalti a soffrire in diretta.

  4. Ip Address: 2.235.41.180

    Da quando la societa’ Calcio Catania ha investito sul “manager, vicepresidente,nonche’ risorsa ” Cosentino, la squadra e’ stata promossa in B e stava per essere promossa in C. Stava per riuscirci…peccato. Che volete puo’ capitare, non sempre la dea bendata ci ha favorito; disgraziatamente abbiamo vinto cinque partite di fila, sarebbe stata una grande impresa! Ringraziamo lo stesso la Grande Risorsa. Alla prossima…

  5. Ip Address: 94.160.79.165

    il presidente continua il suo silenzio e d’altronde che cosa puo’ dire ormai…se ne a il coraggio.
    tra i cambi di amministratori delegati e allenatori non hanno sortito nulla di buono,e sicuramente le scelte non hanno pagato con i risultati certo e che che la salvezza raggiunta con un punto fortunoso, rimane sempre il rammarico di quello che non e stato . se non ricordo male l’anno scorso in seria A POTEVAMO STARE CI SERVIVA UN PUNTO .E INVECE ANCHE OGGI CI SIAMO SALVATI PER UN PUNTO. DESOLANTE. RIMANE COMUNQUE L’OMERTA’ DEL PRESIDENTE CHE AVRA’ MOLTO DA DIRE E DA FARE … SE NE A VOGLIA DI RIMANERE.

  6. Ip Address: 82.145.219.194

    Buongiorno a tutti pari!!!!! Finalmente tolto un peso, un
    macigno pesantissimo!!!! Adesso aspetto
    spiegazioni!!!! Avranno la faccia di parlare adesso?!?!
    Menomale che abbiamo salvato la categoria, adesso
    si stacca un po noi tifosi e poi dinuovo a combattere
    sperando che la società per la prossima stagione
    combatta pure lei…….

  7. Ip Address: 217.200.202.240

    Questi due anni di errori e di orrori sono scritti sulla nostra pelle e stampati nella nostra memoria, Pulvirenti sarà giudicato senza più. indulgenza, se vorrà proseguire con cosentino prosegua pure, se la stampa ritiene di coprire una società demenziale, prosegua pure, almeno non con me, amerò il catania in silenzio sino a quando la causa dello scempio, cosentino, continuerà laddove logica buon senso opportunità impongono che vada via subito. Un arrivederci agli amici del sito, prendo un paio di settimane di pausa, devo disintossicarmi.

  8. Ip Address: 91.253.155.56

    CATANIA, Calaiò: “I tifosi non meritavano questa stagione. Una piazza così non può stare in B” E sul futuro…”
    22.05.2015 23:26 di Andrea Carlino
    articolo letto 1936 volte

    L’attaccante del Catania, Emanuele Calaiò, al termine della gara pareggiata contro il Carpi, analizza il match in mixed zone. Ecco detto dal calciatore rossazzurra: “È stata una stagione sofferta. Dobbiamo prendere quanto di buono fatto da gennaio in poi. I progetti e gli obiettivi erano diversi. Bisogna fare le cose in modo diverso e riportare entusiasmo. Ai tifosi abbiamo dato tante delusioni e non se lo meritano. Tanti alti e bassi. Ci abbiamo creduto ai playoff, ma non ci siamo riusciti. Alla fine ci siamo salvati all’ultima giornata. Ora si stacca un po’ la spinta. Adesso la società è già in moto per programmare la prossima annata. Io ho dato tutto quello che poteva ed anche gli altri ragazzi lo hanno fatto. Futuro? In settimana ci incontriamo con la società e vedremo di pianificare il futuro. Io ho sposato un progetto di 2-3 anni e una città come Catania non merita di stare in B. Carpi? Complimenti a loro. Sono stati sempre umili, giocando bene e così dobbiamo fare noi il prossimo anno. Nell’arco della stagione abbiamo perso 4-5 mesi e questo l’abbiamo pagata”.

  9. Ip Address: 91.253.155.56

    Buongiorno a tutti

  10. Ip Address: 93.39.229.85

    considerato che le cose interne societarie (anche giustamente) non le sapremo mai, noi tifosi possiamo discutere e analizzare quello che vediamo in campo che poi è lo specchio di quanto succede all’interno. Allora la mia impressione è che senz il sacrificio sportivo di mister scannino che avrà mandato a quel paese preparatore atletico e qualche dirigente non oggi eravamo in lega pro. Senza la rivoluzione di gennaio, quel bidone di Leto di Monzon ,di Peruzzi avrebbero fatto la differenza..si per mandarci in lega pro. Bisogna essere onesti e dire bravo a chi ha preso schiavi, Ceccarelli, Mazzotta Coppola età et. La mia impressione è che quei bidoni, non solo non giocavano ma facevano pure casino perché evidentemente si sentivano coperti. Allora grazie a mister scannino che a gennaio avrà fatto casino è permesso di ricostruire alla meno peggio è con quello che si trovava una squadra che sarebbe andata in c prima del varese

  11. Ip Address: 80.183.91.244

    Buongiorno raga’!

    Stamattina cielo grigio con una leggera pioggia e la temperatura e’ freddina.

    Che serata raga’ e che nottata, come dicevo il “fato” cioe’ il destino ha deciso per noi.

    Ieri sera all’inizio della partita con due finestre aperte sul PC, mentre scaricavo le canzoni di Mango, sull’altra finestra vedevo i risultati live su Diretta.it

    Pensavo a “quella sporca dozzina” di tifosi rosso e azzurro incazzati neri quanta sofferenza riescono ad ingoiare in quel momento.
    La mia vista, perche’ stressato, non era buona sul PC, vedevo il segno degli occhiali!
    Il segno devi occhiali rimaneva di colore rosso alla fine del primo tempo con la scritta intervallo.
    Mentre mi alzavo dalla sedia a prendere una boccata d’aria fuori al balcone il cielo piangeva acqua con lampi e tuoni, mi sembrava che piangeva anche il mio essere tifoso del Catania.
    Non me ne importava nulla delle altre squadre vedevo solo il risultato di Carpi.
    Inizia il secondo tempo rimane ancora lo 0 a 0.
    Nervosamente scaricavo le canzoni di Mango, dando sempre un’occhiataccia di paura pura a Diretta.it.
    Finalmente finisce la partita con il segno degli occhiali e il colore dal rosso diventa nero ed esce la scritta “Finale”.
    Vado a letto tardi perche’ mi e’ rimasto quel tarlo nella mia testa ed ha sconvolto tutto… il mio essere tifoso del Catania!
    Felice per il risultato ma incazzato nero del perche’ siamo arrivati a questo punto?

    Tutto sto’ casino, fatto da gente che capisce meno di me di calcio, ci ha fatto soffrire fino alla fine.
    Chi a sbagliato deve andare via “subito”!

    Buona giornata a tutti!

  12. Ip Address: 80.183.91.244

    Ciao Perplesso, gius65,, Catanese a Napoli, Salvo, zu pinu, Matteocifalotu, Mexxican eMangusta! 😉

  13. Ip Address: 2.226.144.69

    Buongiorno a tutti!!

    Anche questo calvario è finito…quoto tutti i vostri post.. Da Perplesso, a Ct a Napoli, Gius65.

    Mi viene da aggiungere e da ridere pensando ad una cosa.

    Il Catania si era fissato di raggiungere quota 50….bhe abbiamo termintao a 49…ci siamo salavati ok, e questo è l’importante….ma siamo
    Riusciti a non raggiungere un altro traguardo…un’altra penosa figuraccia…di un AD…che chiamarlo AD penso sia un offesa all’intelligenza umana

    Io proporrei al di là dei proclami, dei nomi, degli spot che verranno urlati sbattuti nelle prime pagine, notiziari, martellamento mediatico e non, a chi puo permettersi un abonamento, boicottarlo cn questo “Colui che non puo essere nominato”…nessunabonamento se lui rimane al suo posto…

  14. Ip Address: 79.10.61.131

    Anziché la dirigenza scegliere di sedersi ad un tavolo e valutare i propri errori commessi al fine di evitarne la ripetizione, scegliendo tra le persone dello staff chi dovrà fare le valigie a seguito dei troppi errori commessi come in ogni azienda accade, il primo pensiero è’ rivolto al nuovo tecnico, al prossimo capro espiatorio di turno, meglio se giovane e non con tante panchine in B, affinché sia poi più facile un allontanamento in corsa. Anziché azzerare tutto, ripartendo da un doveroso mea culpa verso tutto l’ambiente, si persevera nel muro del silenzio, affidando a scarni comunicati le intenzioni future. Che Marcolin non abbia a mio parere dimostrato freddezza tattica in particolare durante i cambi a partita in corsa e che abbia costruito la sua e la nostra salvezza solo sui nomi anziché anche a sprazzi valutare la possibilità di gettare nella mischia ragazzi giovani e disposti al sacrificio, come Odjer e Rossetti, e’ sotto gli occhi di tutti. Assistere alla mancanza di gioco e’ stato disarmante per un pubblico competente e dal palato fine. Capire perché si sia fatto un contratto per due stagioni anziché solo per quella andata in cantina, non ci e’ dato saperlo, Magari la clausola fu imposta dall’attuale allenatore e vista la penuria di tecnici che aspirassero a gennaio alla panchina del Catania, e’ stata a malincuore accettata ugualmente. Mentre Marcolin era impegnato a caricare il gruppo per gli ultimi sforzi legati alle trasferte di Brescia e Carpi e alle partite interne con Livorno e Cittadella, cominciavano con la certezza di una salvezza acquisita già con quattro giornate di anticipo, a circolare i nomi dei papabili alla panchina, da Boscaglia a Marino, da Zeman a De Zerbi. Ora il nome che circola con maggiore insistenza e’ quello di Toscano, artefice della promozione in B del Novara e che la squadra Piemontese non sembra intenzionata a caldeggiare per la prossima loro avventura in B. Perché’? Un ritorno all’ovile da parte di Tesser loro bandiera da innumerevoli stagioni? Non si fidano di un giovane allenatore bravo a far volare squadre delle serie inferiori, ma che con la Ternana non riuscì’ a mantenere la panchina in B? Francamente non conoscendolo, non posso e non mi sento di fare delle valutazioni, ma in linea generale, ritengo che una squadra formata da giocatori esperti , con bagagli importanti di presenze in campionati anche di massima serie e che aspiri ad una promozione diretta, non possa che affidarsi a tecnici navigati, con forte personalità e con curriculum di rilievo. Ovviamente, questo signore, responsabile della conduzione tecnica, deve essere lasciato tranquillo a lavorare, senza ingerenze tecniche magari effettuate da persone poco competenti in tale settore. Vero e’ che tecnici chiamati a Catania in serie A da Zenga a Mihailovic e da Simeone e Montella all’epoca furono scommesse, ma di certo non lo erano come giocatori, ed il loro carisma ed i traguardi ottenuti, riuscirono a caricare i giocatori oltre ogni limite. Penso che il tecnico e’ una di quelle pedine che non vanno sottovalutate e la cui scelta deve essere oculata e valutata attentamente, al fine di evitare ancora pesanti sofferenze sia ad una piazza allo stremo che alle casse societarie per i contratti che si pagano a vuoto.

  15. Ip Address: 78.13.241.115

    sarà dura per la società riconquistare nuovamente la fiducia dei tifosi, come altrettanto sarà difficile dare fiducia alla società fino a quando si continuerà a perseverare con questi atteggiamenti omertosi e dilettantistici di gestione di un bene che (per un catanese) va oltre il semplice giuoco del calcio.

    Quando ci si brucia con l’acqua calda si ha paura anche dell’acqua fredda (mi riferisco agli 11 mila abbonati), pertanto anche se il duo Pulvi-Cosentino ricominceranno con i proclami, a mio avviso non riusciranno ad incantare nessuno, e la gente pagherà il biglietto allo stadio solo se si verificheranno determinate condizioni.

    Tifosi tutta la vita, fissa no!!

  16. Ip Address: 2.226.144.69

    Catanese a Roma quoto in pieno!!

  17. Ip Address: 2.226.180.6

    No, caro Gius non condivido il giudizio negativo su Marcolin. Ha ricevuto una squadra disastrata e l’ha portata alle soglie dei play. 28 punti nel girone di ritorno non sono pochi. Poi quel rigore ingiusto contro di noi nella partita col Livorno ci ha stroncati. Ora guardiamo avanti. Vada via Cosentino e un quarto di squadra. Il resto è buono: tutta la difesa, Sciaudone ok, Rinaudo via, via tutti gli imboscati. Bene Rosina, Maniero e il nostro Grande Capitano Calaiò. Bisogna come vedete rafforzare il centrocampo e prendere un paio di attaccanti. Il resto lo sa il cielo. Fozza Liotru sempri, in aeternum. Godiamoci le vacanze. Ce le meritiamo.

  18. Ip Address: 79.10.61.131

    Ciao paoloilcaldo, non per contraddirti ci mancherebbe,Io, ovviamente giudizio mio personale, Marcolin l’avevo apprezzato all’inizio per due fattori: 1) conosceva l’ambiente, 2) buon motivatore. Premesso che sono i giocatori e solo loro a scendere in campo, con la speranza dei play off era riuscito a galvanizzarli portandoci a ridosso di quel limite, prima di quella infausta trasferta bolognese che ha tolto quelle effimere speranze che tutti noi, squadra compresa, avevamo in cuor nostro. Persa quella partita, si è’ persa la bussola in tutti i sensi, e proprio lui a mio parere ha contribuito alla resa finale sia contro il Brescia che con il cittadella, non essendo riuscito a inculcare al gruppo le necessarie motivazioni per non perdere la faccia. Inoltre, il rigore assegnato al Livorno, per me è’ stata la ciliegina avariata sulla torta, in quanto questo episodio è’ occorso per la sua politica del tutti indietro a contenere, politica che se è’ lecito talvolta fare a 10 minuti dalla fine, non è’ di certo la migliore soluzione quando di minuti ne mancano più di 30 contro una squadra che ha a disposizione 4 buoni attaccanti e mantiene da tempo i piani alti della classifica. Capisco che la salvezza ci fa apparire tutti più belli, bravi e buoni, ma certi errori, specialmente nei cambi, non me li riesco a spiegare nemmeno oggi. Certo tra i due mali si sceglie il minore, quindi non conoscendo ancora il suo sostituto, rimango neutrale seppur non mi sento di valutarlo come allenatore che farebbe al caso del nuovo Catania, con la speranza, tuttavia, di non cadere dalla padella alla brace. Del resto, con i cuochi che teniamo in società, non ci sarebbe di che stupirsi.

  19. Ip Address: 78.13.241.115

    ciò che ha scritto Catanese a Na non fa una piega!!

  20. Ip Address: 91.252.139.168

    Interrompono il silenzio solo per stringere la mano e salutare con stima Paolo il caldo,aldilà del giudizio su marcolin sei dei nostri,a ritroso,troverai mia e-mail e con essa tanti di noi che amici lo siamo diventati davvero,saresti il benvenuto.

  21. Ip Address: 91.252.139.168

    PS interrompo

  22. Ip Address: 93.39.218.64

    d’accordo con catanese a Napoli, nonostante tutte le attenuanti a suo favore..lavorare in questo momento a cat non è certo facile ..Marcolin non mi ha convinto. Al di là dei risultati non ha saputo dare una svolta mentale alla squadra ,, di carica agonistica, di non aver paura dell’avversario anche quando sta in difficoltà. Si appoggia sempre ai soliti notii, pur di far giocare i senatori si aggrappA a moduli strampalati. Senza centrocampo ha continuato a far giocare due punte d’aria e Rosina fuori forma da gennaio a ieri, logico che la difesa va in sofferenza. Cosmi al Trapani, iuliano al Latina, hanno dato più impronta lui si è semplicemente affidato ai senatori. Posso dirgli bravo solo per aver portato schiavi che era al Padova con lui

  23. Ip Address: 151.54.96.91

    Ciao a tutti.
    Noto in tutti noi la voglia di scappar via, di fuggire da quest

  24. Ip Address: 151.54.96.91

    Azzzz
    Scappare via, di fuggire da questo campionato è da tutte le penose discussioni che ha generato.

    Io per primo vorrei staccare come Giuseppe, basta sentire solo sconfitte e brutte prestazioni.
    È il risultato di un anno snervante che si è sommato ad un altro anno, il precedente, piuttosto deludente.

    Marcolin anche secondo me ha le sue colpe, però se ci pensiamo bene, è l’unico che il suo compito lo ha portato alla fine senza infamia e senza lode, dove altri hanno fallito.
    Non sarà Guardiola ma sentendo i nomi che tratta la società, forse non è il peggiore, De Zerbi…….!

    Poi, bisogna anche considerare che non sapremo mai dove iniziano i suoi demeriti e iniziano gli eventuali condizionamenti imposti dalla società, bisogna considerare che è si subentrato in una situazione di emergenza, ma che emergenza…….insomma , Marcolin ne ha attenuanti, forse l’unico ad averne in società.
    Alcune sue decisioni hanno lasciato basiti, ma non si ha controprova quindi bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, lui ci ha salvato, con Pellegrino e Sannino non lo sapremo mai dove saremmo arrivati…..

    Vedremo cosa farà la società, anzi, cosa farà l’Argentino ormai sempre più chiaro di come sia diventato il solo e unico decisionista del Catania , da lui dipenderà il futuro della stagione prossima.
    Per me sarebbe meglio che andasse via ma siccome la società pare sia in parte sua, dobbiamo conviverci.

    Certo è, riflessione personale, che deve avere una faccia di un taglio e delle spalle larghissime per decidere di continuare in un contesto dove una città intera se potesse lo getterebbe a mare, lui e in parte il suo amico Pulvirenti che lo ha chiamato per aiutarlo nelle faccende economiche e che se lo deve tenere per forza.
    Io sarei fuggito a metà anno a Miami…….

  25. Ip Address: 79.10.61.131

    D’accordissimo con Mangusta in Toto.

  26. Ip Address: 91.252.139.168

    Come spesso ti accade,hai colto nel segno caro perplesso.

  27. Ip Address: 151.54.96.91

    Catanese a Napoli, ciao, mi scuso che non risposto alla tua domanda di qualche giorno fa.
    Ovviamente avevi capito benissimo, mi rifacevo alle dichiarazioni di chi condusse il mercato l’estate scorso ( sempre Lui ) quando giustificó la partenza di Lodi dicendo che in quel ruolo era un doppione di Rinaudo……infatti si è visto quanto ordine e geometrie ha dato Rinaudo e quanti gol su calci piazzati…..
    Era per scherzare sulle competenze del nostro Idolo 🙂 🙂 😉

    Ciao anche a te Giuseppe e a tutti gli amici del sito, col quale abbiamo convissuto un anno di passione

  28. Ip Address: 79.10.61.131

    Si, Perplesso, penso che forse più noi che i giocatori, abbiamo diritto a staccare la Spina per lo stress psichico cui ci hanno sottoposti, incolpevoli spettatori di orrende figuracce. Riguardo l’allenatore, come dici, capisco che le colpe non sono tutte sue, che deve aver accettato compromessi e indirizzi societari, ma qui si vede l’uomo prima dell’allenatore. Un mister con i come si chiamano, prima di firmare il contrattino economico che lo lega ad una squadra addirittura per più anni, chiede garanzie e, qualora vengono meno, siccome ha una dignità e non si vive di solo pane, saluta tutti , sbatte la porta e va via dimettendosi dall’incarico ( vedi Sannino). Vero e’ che ha trovato tensioni, spogliatoio distrutto e, come ho detto altre volte, è’ stato bravo a trovare le giuste motivazioni sino alla vigilia di Bologna, data fatale alla squadra e alle nostre coronarie. Indubbio, tuttavia, come dice Mangusta, che abbia puntato sempre su senatori spuntati mentre in panchina ragazzotti pieni di energia, come Odjer, Rossetti, Parisi, scalpitavano per un posto in squadra. Inoltre, a partita in corsa, non è’ riuscito mai ad indovinare cambi e strategie e riguardo al gioco espresso, con tutte le attenuanti di questo mondo, non è’ che il catania abbia dato dimostrazione di personalità e costruzione di trame. Se non erro, un buon allenatore, a mio parere è’ colui il quale, con le risorse umane a disposizione costruisce un gioco efficace indovinando i ruoli e gli schemi in funzione di essi; un grande allenatore, da buon stratega, interpreta anche quelle dell’avversario, anticipandone, come in una partita a scacchi, le mosse e trovando le contromisure idonee ad esse.

  29. Ip Address: 217.200.203.25

    Ciao perplesso, credimi, un vero piacere leggerti e potersi confrontare con te.

  30. Ip Address: 79.10.61.131

    Ciao Perplesso, ero sicuro che fosse una battuta, ma aspettavo il tuo chiarimento. Infatti la penso come te sul l’errore di aver mandato via Lodi, unico in questo Catania attuale che poteva prendere in mano il pallino del gioco, fornendo alle due punte, col suo piedino d’oro, i lanci che sono mancati, in uno con i tiri su punizione. Certamente l’età conta, ma un signor Pirlo ha dimostrato al Milan che quando c’è classe e fantasia, l’età anagrafica passa in second’ordine. Non potremo mai avere la controprova, ma secondo me questo Catania con un Lodi in campo avrebbe sicuramente avuto qualche punto in più in classifica finale.

  31. Ip Address: 80.183.91.244

    Buonasera raga’!

    Dopo un dolce “pisolino” scaccia stress eccomi qua’! 😆

    Adesso possiamo divagare dei giocatori che restano e quelli che andranno via.

    Qui trovate la tabella con tutte le ufficialità (entrate e uscite) del calciomercato invernale del Catania.

    ACQUISTI
    Nicola Belmonte (Udinese, def)
    Manuel Coppola (Cesena, def)
    Riccardo Maniero (Pescara, def)
    Raffaele Schiavi (Frosinone, pre)
    Luca Ceccarelli (Spezia, pre)
    Antonio Mazzotta (Cesena, pre)
    Tommaso Taviani (Roma, def)
    Bruno Petkovic (Varese, r.pre)
    Francois Gillet (Torino, def
    Gonzalo Escalante (Boca, risc.)
    Lorenzo Del Prete (Perugia, def)

    CESSIONI
    Adrian Calello (Quilmes, def)
    Marcelinho (svincolato)
    Sebastian Leto (Lanus, def)
    Nicolas Spolli (Roma, pre)
    Edgar Cani (Leeds, pre)
    Alberto Frison (Sampdoria, pre)
    Alexis Rolin (Boca, pre)
    Fabian Monzon (Boca, pre)
    Gino Peruzzi (Boca, def)

    Buona serata a tutti!

  32. Ip Address: 80.183.91.244

    Pardon raga’!

    Mi ero dimenticato, Francesco Lodi e’ in prestito al Parma.

  33. Ip Address: 82.58.129.221

    Buonasera a tutti.

    Speriamo che i programmi del nuovo Catania inizino con la defenestrazione di Cosentino….sarebbe già un passo importante………molto importante!

  34. Ip Address: 2.226.180.6

    Caro Gius, cari amici tutti, è un piacere leggere le vostre critiche e le soluzioni che date. Io non avevo esperienza di questa nuova serie B abituato da otto anni a guardare il ct in A. Per gli anni precedenti non c’è paragone, un’altra serie B. Questa è un’altra roba. Solo dopo qualche mese ho cominciato a capirci qualcosa. E’ molto bella, per la formula dei play e per il fatto che i giocatori sono tutti italiani. In serie A una squadra come il Carpi non avrebbe mai vinto. E’ veramente il campionato degli italiani e quello delle squadrette di provincia: come il Sassuolo, il Carpi, tutte società serene, ricche, tranquille. Ecco noi doivremmo acquistare un po’ di serenità. Ma questo riguarda i dirigenti. Ma con uomini come il tatusto come si fa?

  35. Ip Address: 91.253.44.100

    Pedullà: Toscano nel mirino del Catania
    23 maggio 2015 alle ore 13:37
    Scritto da Attilio Scuderi
    Riportiamo la notizia dal sito ufficiale del collega Alfredo Pedullà. Secondo le indiscrezioni raccolte dal collega di Sportitalia, pare che il Catania in settimana chiuderà il rapporto con Marcolin e potrebbe incontrare Mimmo Toscano tecnico che ha guidato il Novara alla promozione in serie B.

    Condividi:

    E-mailStampa

  36. Ip Address: 217.200.203.25

    Caro paolo, il tatuato dovrebbe essere cacciato a pedate. Lo sarà? un abbraccio a te.

  37. Ip Address: 2.226.144.69

    Buonasera…

    Interessante leggere tutte le opinioni, finalmente “rilassate” e a sangue freddo ( fino a ieri erano a sangue acido) di chi come tutti voi si intende di calcio.

    Mi trovo perfettamente d’accordo con ogniuno di voi, e praticamente piu o meno tutti a quanto leggo la pensiamo allo stesso modo.

    Secondo me gli steps
    Di una societá che ha vissuto questi 2 anni di passione dovrebbero essere i seguenti:

    1) smaltire le scorie, eliminando inreaponsabili del disastro Catania, in primis Pablo Cosentino, artefice e maggior responsabile del Fallimento clamoroso e senza appelli a cui tutti hanno assistito.
    Se Cosentino dovesse ricoprire ruoli di altra levatura e di cui l’opimione pubblica non é al corrente, allora far in modo che questa persona possa nuocere il meno possibile.
    2) Recuperare il rapporto con tutta la tifoseria, e non solo con gli abbonati.
    Come? Bhe giá, mettendo il atto il punto 1 ci sarebbero dei graditi riscontri, in piu, far chiarezza sui reali obbiettivi, cominciando a comunicare in maniera chiara e puntuale, e non trattando i tifosi come un ammasso di pecoroni.
    3) Fare in modo d’allestire una squadra competitiva composta da giocatori motivati sin dall’inizio, consona agli obiettivi preposti, completa
    In ogni suo reparto, a partire giá da giorno 1, cosi come si dovrebbe curare la preparazione atletica con gente che sappia il suo mestiere. E non affidandola a cervellotici macellai come é stato in passato. Affidare ruoli di spessore all’interno della societá a gente competente.cosa cue soprattutto quest’anno nn é avvenuta.
    4)Consegnare le chiavi della
    Squadra ad un allenatore che ha molta esperienza in B. Un allenatore che possa offrire quel piccolo plus nei momenti chiave di una partita piuttosto che dell’intera stagione.

  38. Ip Address: 80.183.91.244

    Buonasera raga’!

    Ciao Simone Belgio, Catanese a Napoli e Roma (beccati) 😆 ), paoloilcaldoct, gius65, Mangusta, Perplesso, Mongibello e Mexxican.

    Tutti d’accordo Cosentino via! :mrgreen:

    Il mio “tarlo” e’ stato perdere la Serie A per due punti l’anno scorso e salvarci all’ultima giornata di questo campionato.
    Errori e orrori fatti dal Presidente Pulvirenti perche’ lui la scelto, ma principalmente e’ Cosentino artefici di questo Nostro declino.

    Auguro “finalmente” una notte serena a tutti i pazzoidi per il Catania.

  39. Ip Address: 79.10.61.131

    Bene Simone, tutto giusto quello che dici e ‘ ampiamente condivisibile. Io penso invece che purtroppo, continuano a perdurare negli errori. Il primo di quella che dovrebbe essere la nuova stagione, e’ quello di voler assicurarsi un allenatore che si è’ comportato bene con le serie minori, lega pro ed eccellenza. Da giocatore, esterno di centrocampo non e’ andato oltre la pro e in serie b come mister e’ stato solo alla ternana dove è’ stato esonerato. Morale, a questo punto, non ci capisco più nulla.Allora lasciate Marcolin, almeno si risparmia sull’ingaggio di un altro allenatore. Carusi, a viru niura!

  40. Ip Address: 79.10.61.131

    Buongiorno ragazzi, finalmente oggi qui sembra albeggiare una giornata di sole. Giorgio, dalla tua lista, precisissima anche questa volta, mi pare di capire che le certezze difensive, cioè Mazzotta, Ceccarelli e Schiavi siano ancora in dubbio in quanto prestiti, di contro ci potremmo trovare nuovamente con Andujcar sul groppone (se il Napoli, come temo, non voglia più riscattarlo), unitamente a Frison, Monzon e Spolli. . Lodi e Rolin credo che troveranno mercato si pensa al frosinone per Lodi e Rolin è’ un giovane che troverà impiego. Peccato, poteva fare bene anche da noi, ma entro’ anche lui nel vortice argentino. Adesso il Catania pensa al nuovo allenatore , che sembra da insistenti voci possa essere Toscano. Speriamo che questo sigaro non faccia male alla salute! Siamo tutti noi ancora convalescenti. Una cosa non capisco: se è’ così bravo, perché il Novara non lo vuole confermare? Forse perché vuole un allenatore esperto della categoria? Invece noi continuiamo con le scommesse di Cosentino? Ahi ahi ragazzi!

  41. Ip Address: 151.54.96.91

    Buongiorno a a tutti.
    Io terrei Rolin e mi leverei dai piedi il Sauro, vero elemento deludente.
    Rolin ha forza, tonicitá e velocità.
    Per l’allenatore io ho paura che la società, cioè Cosentino, voglia solo elementi non navigati, tipo Sannino, allenatori che vogliano emergere e che non abbiano ancora la personalità forte da contrapporsi e alle scelte di mercato e alle eventuali “pressioni” di formazione derivanti dallo stesso Cosentino e da Moggi.
    Quindi io mi scorderei Colantuono, Marino etc etc. Giusto quindi puntare De Zerbi o quest’altro Carneade…..
    Siete d’accordo? O è mia impressione?

  42. Ip Address: 95.251.24.94

    Buongiorno raga’!

    Ciao Catanese a Napoli e Perplesso! 😉

    Stamattina giornata piena di sole con poche nuvole e la temperatura e’ buona.

    Catanese a Napoli, ti confermo che:

    Schiavi e’ in prestito dal Frosinone (mi piace),
    Mazzotta e’ in prestito dal Cesena (mi piace)
    Ceccarelli e’ in prestito dallo Spezia (mi piace).

    Mentre abbiamo i giocatori in prestito in altre squadre e sono:

    Lodi in prestito al Parma.
    Spolli in prestito alla Roma.
    Cani in prestito al Leeds.
    Frison in prestito alla Samp.
    Rolin e Monzon in prestito al Boca Junior.

    Buona domenica a tutti!

  43. Ip Address: 93.151.186.24

    Ciao Popolo Rossazzurro, sì finalmente il calvario di quest’anno calcistico è finito per noi tifosi che invece pensavamo ad un risultato assai diverso, per quanto millantato dalla società.
    Da questo sito lo abbiamo scritto in tanti e tante volte, sin da ottobre 2014, che l’impianto societario prima, l’organizzazione tecnica poi e i giocatori infine, non offrivano minimamente le sensazioni positive necessarie all’evento sperato: la promozione in A; siamo rimasti inascoltati fino a gennaio e dopo…. anche (vedi preparatore atletico).
    Se chi deve non riesce a far tesoro degli orribili errori commessi da due anni a questa parte, beh allora siamo punto e a capo: cioè messi male. Il “progetto” tanto caro a chi si vuole riempire la bocca con questo termine, peraltro effimero se non accompagnato da contenuti, può risultare, come è risultato, solo la classica utopia.
    Nel tentativo di riaggiustare in corsa un fallimento annunciato occorreva lungimiranza nel mantenere la guida tecnica sanniniana all’inizio della rivoluzione di gennaio e dell’allontanamento della risorsa ventroniana (sempre tardi avvenuta).
    Forse il mio maggior rammarico: non ho la controprova di un esito diverso positivo (play off), ma tant’è ormai.
    Non è l’ultima risorsa rimasta a preoccuparmi, ma chi lo ha lasciato fare ben consapevole degli errori che ha commesso e, purtroppo per noi che commetterà stante l’insipienza dimostrata.
    Occorre ricostruire, sperando ci siano le condizioni economiche e le giuste risorse umane.
    Durante l’estate osserverò attentamente l’evoluzione organizzativa, non mi interesserà il via vai dei giocatori o i semplici annunci; vista la situazione all’inizio del campionato deciderò se contribuire acquistando l’abbonamento.
    Si il calvario è finito ma la delusione è rimasta perchè accompagnata dall’amarezza per i comportamenti che la società ha tenuto nei confronti dei tifosi.
    Buona estate a tutti e arrivederci al prossimo campionato dell’amato Catania.

  44. Ip Address: 95.251.24.94

    Ciao Perplesso, sull’allenatore sono d’accordo con te.

    Da non dimenticare quanti allenatori abbiamo “scoperto” in passato.
    Scrivo di Colantuono, Marino, Mihajlovic a Catania l’abbiamo fatto resuscitare, Simeone, Montella e perche’ no Maran che a salvato il Chievo.
    E’ pero sulle scelte c’era Lo Monaco e non so se Pulvirenti “capisce” di allenatori.

    Ci vuole quello che a “fame”, cioe’ nuovo di zecca con idee moderne!

    Ci riuscira’ il Nostro Presidente?
    Boh!

  45. Ip Address: 95.251.24.94

    Ciao Giuseppe56, buona estate anche a te! 😉

  46. Ip Address: 5.90.143.179

    Si, la penso anche io come Perplesso. Un allenatore esperto e con carisma fa paura al Duo. Meglio un giovane di belle speranze, ottimo sacrificabile se le cose vanno male. Giuseppe 56, buona estate anche a te, comunque noi siamo qua e ti aspettiamo quando vuoi condividere i tuoi pensieri assieme a noi.

  47. Ip Address: 151.54.96.91

    Giorgio non credo ci riusciranno perché ne Pulvirenti ne Cosentino hanno la capacità di scoprire talenti, non ne capiscono granché di pallone e questi sono fatti saputi e risaputi.
    Bisogna sperare nel colpo di fortuna.
    Ma se stiamo speranzosi delle competenze dei due siamo freschi, a Catania si dice che per quei due il Calcio ci pare na fedda di muluni… 🙂
    Insomma, semu sempre nelle mani di nessuno.
    Non perché ci siamo salvati tutte le impressioni negative sono svanite…..per me restano quei due le immense e massime disgrazie del Catania.

  48. Ip Address: 95.251.24.94

    Ciao Perplesso.

    Assodato che il Presidente e’ entrato in una fase di errori di scelte catastrofici per il Catania, l’unico che deve andare via in questo momento e’ Cosentino che ha sbagliato tre volte la campagna acquisti.

  49. Ip Address: 217.200.201.242

    Buona domenica amici, si, sul fatto che per il duo la palla è na fetta di muluni, perplesso ha ragione, condivido anche i dubbi sulla scelta di tecnico non navigato, ma che non ci siamo proprio con la società non è novità di adesso. Saluti.

  50. Ip Address: 78.13.247.111

    Buongiorno a tutti gli amici

    Il buongiorno si vede dal mattino, e non mi sembra sia iniziato nel migliore dei modi.

    1) Nessun segnale di chiarimento o ammissione di responsabilità da parte della società (aspetteremo invano ??);
    2) Voci di contatti con allenatori considerati scommesse.

    Quei due hanno perso solo il pelo, non il vizio!!!

  51. Ip Address: 91.252.188.51

    Buongiorno e buona domenica a tutti, concordo in pieno quanto scritto nel post. precedente al mio , da catanese a Roma ( forse siamo inceppati in un branco di lupi)

  52. Ip Address: 95.251.24.94

    Salve raga’!

    Ciao Catanese a Napoli e Roma( 😀 ), Gius65 e Mexxican! 😉

    Io la penso cosi.

    Raga’, la scelta del nuovo allenatore giovane con buone prospettive ci sono, basta che si scelga bene, ed e’ chiaro che devono ascoltare i suoi pareri sulla campagna acquisti.
    Abbiamo rischiato, negli anni passati, con i vari allenatori citati nel mio post N°44 e credetemi se Pulvirenti ascoltasse anche Delli Carri, secondo me e’ bravo,non sbaglierebbe di nuovo.
    E’ pero’ si puo progettare senza Cosentino.

    Buon appetito a tutti!

  53. Ip Address: 95.251.24.94

    Salve raga’!

    Copia e incolla da “La Sicilia” del 23 Maggio 2015

    Qui c’erano anche i Nostri amici del sito e cioe’ Mongibello, Angelo da Modena, Pippo e Alessandro.

    Sulle tribune del Cabassi

    Gli ultimi 90 minuti di una stagione amara: «Ora vogliamo risposte»

    GIOVANNI FINOCCHIARO
    NOSTRO INVIATO

    CARPI. Arrivano in venti, portano in dote otto striscioni.
    Ci sono i ragazzi arrivati da Catania, gli Old
    Elephants dalla vicina Verona. Ci sono i carusi del
    Commando Etneo, i Marca Liotru di Bolzano, il Club
    Catania Nord Italia.
    In settimana un po’ tutti loro avevano annunciato
    la loro presenza perché era giusto esserci, era giusto
    sperare in un risultato che potesse portare alla
    salvezza diretta.
    Piove a Carpi, mentre in Sicilia ci si abbronza. Piove
    su un campo di calcio che sembra il cortile della
    casa di campagna. Piccolo impianto, il più piccolo
    della serie B, incastonato al centro di una città piena
    di alberi, di verde e di entusiasmo.
    Sarà anche l’ultima del Carpi qui, poi la Serie A
    dovrà essere programmata a Modena, in uno stadio
    all’altezza della situazione. Prima del via spuntano
    altri due striscioni: “Pretendiamo risposte” e “Via da
    Catania”. I tifosi si interrogano ormai da diversi
    mesi, intanto la partita comincia.
    Nell’angolo meno illuminato dello stadio, i ragazzi
    si danno da fare e incitano la squadra, lottano per
    la maglia. Piove, ma nessuno lascia la posizione.
    Non c’è riparo, non c’è voglia di arretrare di un passo.
    Bisogna stare in ansia sino all’ultimo.
    Arrivano “assappanati” alla fine, i ragazzi arrivati
    fin qui. Bagnati anche dentro le calzature che
    estive qui non possono essere. Si soffre per 45 minuti,
    si soffre sino alla fine. E’ il film dell’intero
    campionato che, fortunatamente, termina e non
    avrà code.
    “Noi siamo il Calcio Catania” diventa un tormentone
    prima della premiazione della squadra di casa
    che alza la Coppa. E dire che, alla vigilia il Carpi era
    considerato retrocesso. Alla fine vanno a salutare il
    pubblico in sette. Gli altri rossazzurri rientrano vergognosamente
    nello spogliatoio. La conferma provata
    di quanto sia smembrato questo gruppo, da
    rinnovare radicalmente.

  54. Ip Address: 95.251.24.94

    Raga’ mi ero dimenticato.

    Izco e’ in prestito al Chievo Verona! 😳

  55. Ip Address: 217.200.38.189

    Chi è rimasto in campo dopo la fine della partita? Domanda x mongibello!!

  56. Ip Address: 151.54.96.91

    Forse a qualcuno sfugge che Pulvirenti non può ne vuole privarsi di Cosentino; quindi chi è disposto a dare fiducia al Presidente sappia che il binomio è inscindibile; e dove arrivano le colpe dell’uno circa il fallimento di due anni, arrivano le colpe dell’altro…. chi fa distinzione è già sulla strada del perdono assolutamente immeritato!

    Il binomio come un tempo fu vincente Lomonaco-Pulvirenti adesso lo è fallimentare Pulvirenti-Cosentino, ma mentre il primo era, come poi accadde, divisibile ( e si vide che il buon 90% dei successi era farina del sacco di Lomonaco) , quello attuale per fattori economici immaginabili ma NON confessabili dal Presidente, appare indissolubile….magari l’argentino ha per contratto messo money con la promessa di fare da se;

    Quindi, me per primo, rassegniamoci a vedere agire l’Argentino sul prossimo mercato, nella gestione della società e in tutto ciò che finora ha combinato; l’unica differenza? prenderanno un’altro Delli Carri di facciata che faccia da parafulmine alle bestialità che Mr JobH18 continuerà a combinare;
    L’uno senza l’altro non è possibile.

    Come faccio a dire ciò con tanta sicurezza?
    Nessuna società calcistica, sportiva o azienda extra-calcistica, dopo due anni tremendi di insuccessi e fallimenti di cui il responsabile è un proprio dipendente ( quale Cosentino a detta di Pulvirenti continua ad essere), avrebbe pensato di tenersi una figura del genere così palesemente dannosa nel proprio organico; quindi, è chiaro che questi, Cosentino, è qualcosa di più di un semplice stipendiato del catania calcio.
    Se cosi non fosse allora Pulvirenti è un masochista e sta portando volutamente allo sfacelo la Società.

    Quale delle due?
    Per me la prima ipotesi, senza alcun dubbio.

  57. Ip Address: 217.200.201.255

    Rompo la consegna del silenzio per confermare che le deduzioni di perplesso, basate su logica difficilmente confutabile, appaiono molto attendibili, anzi sono proprio fondate, purtroppo….

  58. Ip Address: 79.23.151.186

    Si perplesso, anche per me è’ fuori discussione che cosentino abbia portato risorse finanziarie nelle casse della società. Per questo motivo, il Duo è’ purtroppo al momento indissolubile, a meno che non arrivi qualche sltro imprenditore con soldi casch ad investire e sostituire con i suoi i soldi investiti da Cosentino. Io me lo auguro perché penso che Pulvirenti voglia farlo fuori, ma dovrà trovare i soldi da qualche altra parte.

  59. Ip Address: 93.39.251.84

    Perplesso , purtroppo sono pienamente d’accordo specie alla voce …fattori economici…..riguardo della carri invece la penso diversamente ovvero che più che cosentino rappresenta Moggi figlio .e che a gennaio qualcosa è successo ( altrimenti scendevamo in picchiata) perché i calciatori arrivati mi sembrano più sotto area Moggi che cosentino…

  60. Ip Address: 93.39.251.84

    Ct a Napoli, io non penso che cosentino abbia messo soldi suoi o per conto di altri nel Catania

  61. Ip Address: 79.23.151.186

    Mangusta, cosa c’è sotto non lo sapremo mai, ma se non ha messo soldi cosa ha messo? La sua competenza? Solo i soldi, purtroppo, comandano in tutto e anche qui, se resta, per me c’ e’ sotto il denaro.

  62. Ip Address: 95.251.24.94

    Buonasera raga’!

    Ciao a tutti!

    Perplesso, anche io sono un po’ “perplesso” sui soldi che ha messo Cosentino.
    Sicuramente avrai ragione tu ma mi rimane il dubbio.
    Anche se in una dichiarazione del Presidente Pulvirenti, Cosentino per lui era una “risorsa”!
    Che voleva dire che ci ha messo i soldi?
    Abbiamo visto tutti cosa ha combinato! :mrgreen:
    I nodi vengono sempre al pettine, aspettiamo con santa pazienza! 😐

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  63. Ip Address: 151.54.71.47

    Cosentino, Moggi, procuratori di giocatori, perfetti incompetenti a pianificare una squadra equilibrata che possa dare soddisfazioni, da qualunque angolo si veda la questione il succo finale è sempre lo stesso, non esiste in società qualcuno che abbia competenza ed esperienza per riportarci verso i posti cui eravamo abituati e dove la città merita.
    E chiunque verrà, DS con limitati poteri, solo per placare la piazza che non vuole sentire il nome di Cosentino nella compravendita di giocatori.
    Ma la sostanza è sempre quella, siamo nelle sue mani.

    Avanzo perfino qualche ipotesi estrema, come quella che Delli Carri abbia condotto il mercato di gennaio in entrata come un gesto di favore a Moggi e che poi si sarebbe defilato, insomma un incarico a tempo visto l’assoluta impalpabilità di un DS misteriosissimo, mai visto in TV o nelle pagine dei giornali, nessuna intervista, una presenza invisibile. Un regalo di Moggi jr. a gennaio, l’argentino piazzava bidoni in Argentina, questaltro, l’italiano, ha portato gli attuali giocatori in fretta e furia.

    In ogni caso le magagne vengono al pettine, Giorgio hai ragione, un ambiente dove non si improvvisa ma si costruisce con piani ben articolati, infatti portando 11 giocatori buoni a gennaio ci si è salvati soltanto, basta e avanza.
    Ciò che hanno fatto lo si è visto ogni giornata di campionato, offensivo continuare a ignorare gli appelli alla comunicazione e al dialogo come richiesto dalla tifoseria, una mancanza di rispetto e di considerazione che disgusta.

  64. Ip Address: 37.227.119.194

    Silenzio come mancanza di considerazione che disgusta. Sottoscrivoin pieno il pensiero di perplesso.

  65. Ip Address: 91.253.241.93

    Buongiorno a tutti, da oggi inizia la telenovela di cosentino!!!!!!!

  66. Ip Address: 91.253.241.93

    SCHIAVI: “Resto a Catania per andare in Serie A”
    Catania NewsCatania SocialPrimo Piano
    di Redazione – 25 maggio 2015

    Raffaele Schiavi su Facebook

    “Un altro anno è passato. Un anno particolare, dove ho iniziato con una squadra e finito in un’altra, ma dando sempre il massimo per contribuire al raggiungimento degli obiettivi, e tutto è andato come doveva. Contento per la vittoria del campionato del Frosinone e contento per la salvezza del Calcio Catania. I se e i ma nel calcio ma soprattutto nella vita contano poco quindi quello che conta è non avere rimorsi per non aver fatto…Ora un po di meritato relax e poi carico più che mai per l’inizio di una nuova stagione, con questa fantastica maglia, dove l’obiettivo è molto ma molto importante…‪#‎SerieA”.

    Parole su Facebook di Raffaele Schiavi, difensore del Catania, una delle poche note liete di una stagione fallimentare per i colori rossoazzurri della Sicilia.

    TAGS CATANIA RAFFAELE SCHIAVI

  67. Ip Address: 212.14.141.173

    Buongiorno a tutti.
    La stagione è finita. ora occorre cominciare a programmare in tempo la prossima. VIA SUBITO COSENTINO responsabile di questa stagione disastrosa. Poi occorre rifondare almeno metà squadra: cercare di trattenere Schiavi- Mazzotta e Ceccarelli tutti in prestito. Per la difesa si potrebbe anche tenere Rolin che dovrebbe rientrare dal prestito con Boca . Ci sarà poi da piazzare i vari Spolli-Monzon-Andujar-Frison- Cani e decidere su Lodi e Izco.

  68. Ip Address: 91.253.241.93

    CATANIA, le pagelle della stagione
    25.05.2015 08:30 di Andrea Carlino
    articolo letto 89 volte

    La stagione del Catania si è chiusa con un malinconico pareggio che è valso, comunque, la certezza della permanenza in B anche per la prossima stagione. Un obiettivo raggiunto in extremis dopo un’annata molto difficile. C’è poco da salvare. Poche gioie e molte delusioni. Il giudizio complessivo per la stagione non può che essere negativo sia per le ambizioni iniziali, sia per la qualità del gioco espresso. Rarissime volte si è visto in campo una squadra degna del proprio blasone.

    Le pagelle di fine stagione, dunque, sono negative per molti giocatori rossazzurri. Vediamo nel dettaglio, reparto per reparto, giocatore per giocatore, il giudizio per l’annata appena trascorsa

    PORTIERI

    Gillet 6,5

    Terracciano 7

    Anania 6

    Frison 5

    DIFENSORI

    Schiavi 6

    Mazzotta 6

    Del Prete 5,5

    Ceccarelli 5,5

    Belmonte 5,5

    Capuano 5,5

    Sauro 5

    Rolin 4,5

    Spolli 4,5

    Peruzzi 4

    Monzon 4

    Gyomber sv

    Parisi sv

    Ramos sv

    Carillo sv

    CENTROCAMPISTI

    Odjer 6

    Rinaudo 5,5

    Sciaudone 5,5

    Coppola 5,5

    Martinho 5,5

    Jankovic 5

    Chrapek 5

    Almiron 4,5

    Escalante 4,5

    Garufi sv

    Marcelinho sv

    Gallo sv

    ATTACCANTI

    Calaiò 7

    Maniero 6,5

    Rosina 6,5

    Castro 6

    Rossetti 6

    Cani 5,5

    Leto 4

    Barisic sv

    I migliori sono Calaiò (7) e Terracciano (7). Il primo, soprattutto nella prima parte della stagione, ha trascinato il reparto offensivo. Unico neo: troppe responsabilità portano ad un eccessivo nervosismo. Positiva la stagione del secondo portiere rossazzurro che si è ben disimpegnato quando è stato chiamato in causa. Più che sufficienti Maniero (6,5) e Rosina (6,5) anche se, soprattutto il secondo, nel finale di stagione è mancato. Sufficienti Odjer e Rossetti, due prodotti del vivaio rossazzurro. 6 anche a Castro, invisibile per problemi fisici nella prima parte della stagione, in netta ripresa nel girone di ritorno: alla fine, anche lui, ha tirato il fiato. Sufficienza stiracchiata per Schiavi (6) e Mazzotta (6), mentre sotto la sufficienza troviamo tutto il resto della rosa: Rinaudo (5,5), ad esempio, ha giocate diverse partite sufficienti, ma non è adatto per impostare l’azione. Le sue caratteristiche di interdizione potrebbero essere risaltate se accanto ci fosse un giocatore adatto a rilanciare l’azione. Martinho (5,5) è partito bene, ma alla fine, complice gli infortuni, è uscito di scena e si è ritrovato riserva.

    Non è positiva nemmeno la valutazione dei tre tecnici che si sono avvicendati alla guida tecnica dei rossazzurri. Pellegrino (5) non è riuscito a dare la sua idea di gioco alla squadra e anche alcune scelte tattiche durante le prime tre partite della stagione si sono rivelate molto discutibili. Poco sotto la sufficienza l’esperienza di Sannino (5,5). Anche il tecnico ex Palermo non è esente da colpe, ma non ha avuto a disposizione la rosa al completo praticamente in nessuna gara della propria gestione. Anche l’esperienza di Marcolin è da considerarsi sotto la sufficienza (5,5). Il girone di ritorno del Catania è stato da zona playoff con 28 punti in 21 partite, c’è stato anche un filotto di partite vincenti (le cinque gare tra marzo e aprile), ma la gestione del finale di stagione è stata discutibile e anche alcune decisioni hanno lasciato molto perplesso (come ad esempio la gara contro il Crotone o contro il Bologna).

  69. Ip Address: 93.39.251.84

    Ieri con molto piacere ho visto l’esordio di Mastallino nel Milan, gli auguro una grande carriera, d’altronde il d a è buono, pensate oggi il padre con questi scarso i di centrocampisti che girano in seria a e vengono spacciati per grandi giocatori

  70. Ip Address: 80.181.168.100

    Buongiorno raga’!

    Ciao Perplesso, Gius65, Mexxican e Alberto! 😉

    Stamattina cielo parzialmente nuvoloso e la temperatura e’ buona.

    E’ l’anno zero del Catania.
    Siamo ad un crocevia della storia del Calcio Catania.

    La spaccatura e’ netta tra la tifoseria e la Societa’ Calcio Catania.
    I tifosi si sono dimostrati fedeli e hanno sostenuto sempre la squadra anche se incazzati neri.
    E dall’altra una societa’ cieca e sorda con profonde incertezze da non comunicare con chi la sostiene.

    Buona giornata a tutti!

  71. Ip Address: 80.181.168.100

    Ciao Mangusta! 😉

  72. Ip Address: 91.253.190.194

    Grande Giorgio !!!!!

  73. Ip Address: 151.54.71.47

    ……e aggiungerei una stampa locale che analizza la stagione in maniera profonda e dettagliata ma si dimentica (ops…..guarda caso) di concludere e approfondire verso colui che all’unanimità è ritenuto il principale responsabile del fallimento ripetuto e continuato.
    Una specie di innominabile…….
    Se non si è servi in questo modo , cos’altro manca per completare questa immensa opera di lecchinaggio?
    Buona settimana a tutti.

  74. Ip Address: 91.253.150.2

    Giusto la tua analisi perplesso ! Purtroppo in Italia e così tra lecchinaggio e meritocrazia hai veri problemi in fondo non si arriva mai

  75. Ip Address: 91.253.150.2

    ESCLUSIVA – CATANIA, l’ex Baiocco: “Io come ds? Fa piacere l’accostamento, ma con Pulvirenti solo un caffè”
    25.05.2015 11:44 di Andrea Carlino
    articolo letto 287 volte

    Il Catania, dopo un campionato deludente, vuole voltare pagina per puntare nuovamente alla promozione in Serie A. Non sono esclusi cambi all’interno dell’organigramma societario. Secondo alcune indiscrezioni la posizione di Daniele Delli Carri sarebbe in bilico, con l’ex giocatore Davide Baiocco candidato al ruolo di direttore sportivo. Ai microfoni di ItaSportPress.it, Baiocco, attualmente all’Akragas, smentisce le voci a riguardo: “Mi fa piacere essere accostato al Catania, una società che mi è rimasta nel cuore. Al momento sono impegnato a giocare con l’Akragas le partite della poule scudetto e quindi posso confermare che non c’è nessuna trattativa in atto. Incontro con Pulvirenti? Si, l’ho incontrato, ma non abbiamo parlato di lavoro, non c’è stata alcuna offerta. Abbiamo parlato della stagione del Catania, ma come farebbero due amici davanti ad un caffè. Se ci fosse un’offerta ovviamente la valuterei, soprattutto per il mio affetto verso la squadra e i tifosi. Nulla più. Futuro? Grazie a Dio sto bene fisicamente, ma valuto anno per anno eventuali progetti, soprattutto di qualità. Al momento non sono arrivate proposte diverse da quelle di essere impegnato in campo come calciatore. A me piacerebbe un ruolo più vicino al campo, allenatore o responsabile tecnico del settore giovanile.

  76. Ip Address: 79.23.151.186

    Ciao ragazzi, personalmente mi reputo d’accordo con la valutazione finale riportata sopra da Mexxican. Rimango ancora stupito della mancanza di volontà’ da parte della Società di intavolare un minimo di dialogo con i tifosi. Si poteva approfittare della avvenuta salvezza, per dedicare un cenno di gratitudine ad una piazza che non ha mollato mai ed è’ stata sempre vicina al gruppo sceso in campo. Le contestazioni che hanno anche pesantemente investito più alcuni dirigenti e preparatori che lo stesso presidente, colpevole solo agli occhi dei più di non valutare adeguatamente gli errori che altri compivano a ripetizione, non possono minimamente intaccare l’amore di una piazza verso la propria squadra. Pertanto, a stagione finita e cancellate le scorie figlie di continua tensione che una dura stagione in cadetteria ha comportato e comporta, ci si aspettava, ci si aspetta una apertura al dialogo da ricostruire con l’ambiente, senza il cui connubio tutto diventa a mio parere impossibile, sia per la sperata risalita che, addirittura, per il mantenimento della attuale categoria. Infatti, gli auspici non sono i migliori, , cominciando dalla scelta del prossimo tecnico prodroma per individuare gli uomini, in funzione dei moduli che intende adottare.

  77. Ip Address: 37.227.183.120

    Perplesso ho più volte rilevato il ruolo negativo di parte significativa della stampa locale nell”omettere le gravissime responsabilità di cosentino e di chi lo ha scelto, condivido anche su questo il tuo pensiero,, lecchinaggio patetico sciocco ed oggettivamente danni fico al bene del Catania.

  78. Ip Address: 151.54.71.47

    Noi bisogna che si abbiano certezze, non si può accettare che vengano prese scommesse, abbiamo già provato con le promesse, adesso bisogna avere professionisti seri e navigati.
    DS come Perinetti che negli ultimi tre campionati di B da lui allestiti ha centrato tre promozioni, allenatori navigati per la B, che abbiano carta bianca e possano dire la loro sulle mosse di mercato al fine di allestire tecnicamente la squadra ideale per il proprio gioco, Colantuono, Marino o altri simili; le promesse, lasciamole alle squadrette , ma il Catania non può più fallire con gente con inesperienza
    Mi rendo conto che ho nominato persone assolutamente incompatibili con MrJobH18, si finirebbe per creare un “Sannino due-la vendetta”.

    Questo per dire che quest’anno non si può accettare tutto al mercato di luglio dicendo…..il campo darà il verdetto, lasciamoli giocare poi vedremo…….per poi dire alla prima stecca ……i conti si fanno a fine stagione…..
    No, quest’anno no, la squadra va allestita bene subito perché non possiamo più firmare cambiali in bianco…..

  79. Ip Address: 80.181.168.100

    Salve raga’!

    Ciao Mexxican (e’ la verita’) e Perplesso! 😉

    Come si dice siamo in mezzo al guado, la Societa’ Calcio Catania ha fatto molti errori in due anni e ancora persevera con un silenzio “assordante”!
    E’ sull’inadeguatezza delle scelte fatte che i tifosi si vogliono affrontare con il Presidente.
    C’e’ un conflitto con i tifosi e anche con la stampa, puo’ essere destabilizzante se resta ed e’ un danno per noi tifosi e per la Societa’ Calcio Catania.

    Buon pomeriggio a tutti!

  80. Ip Address: 80.181.168.100

    Ciao Catanese a Napoli e Gius65! 😉

  81. Ip Address: 87.18.207.85

    Abbiamo rischiato concretamente di perdere la serie B. Aver mantenuto la categoria è stato importantissimo per tanti motivi, non dimentichiamolo. Ora è fondamentale che la società decida al più presto di riaprire il dialogo con i tifosi per ripartire senza inutili proclami, ma con umiltà e massimo impegno. Un abbraccio a tutti ed in particolare a Giorgio.

  82. Ip Address: 80.181.168.100

    Ciao filippo46! 😉

    Leggo su FB “Catania: Delli Carri addio, Pulvirenti pensa ad una clamorosa sorpresa”!

    Queste rivoluzioni silenziosi mi lasciano “perplessi”! 😯

  83. Ip Address: 93.39.251.84

    Questa storia della rottura tra società e tifosi ha dell’incredibile, anche per né tifosi come quelli del Catania ( e non mi riferisco alle sole curve) c’è ne veramente pochi.
    Tifosi che hanno applaudito Zico per avergli regalato una punizione all’incrocio dei pali, tifosi che hanno applaudito Romano Fogli per 5 minuti dopo aver sbagliato un rigore, tifosi che con le lLape hanno raggiunto Roma, tifosi che nonostante due anni di prese per il culo sono stati vicino alla squadra. inoltre il tifoso catanese più du altri, capisce di calcio e non si ferma solo ai risultati, non pretende la luna ma sa cosa è dove possibile arrivare…ma non certo sta li a farsi prendere arrogantemente in giro all’infinito

  84. Ip Address: 91.252.20.182

    Buon pomeriggio a tutti, ogni vostro post è pieno di logica e buon senso da CT a Napoli Giorgione nostro a mangusta, perplesso mi trova in sintonia anche sul fatto che cambiali in bianco non se ne firmano più e sul fatto che la squadra andrebbe costruita da un ad esperto,, mangusta scrive bene sullassurdo incredibile protrarsi dello stallo nel rapporto società tifosi,,ora,aggiungo io ci vuole che si chiarisca al presidente che è tempo da squagliata ra nivi…..
    .

  85. Ip Address: 82.145.218.93

    Buongiorno a tutti pari!!!!
    E secondo voi come mai Delli Carri e stato silurato e Cosentino no????? Forse perché non ha rispettato certi ordini di scuderia specialmente a l’ultima partita?!?!?! A voi le considerazioni, io hai tempi avevo fatto le mie…..
    Ma la società tace…..

  86. Ip Address: 82.145.218.93

    Scusate ai senza h….

  87. Ip Address: 91.253.42.16

    CATANIA, Gillet confermato intanto va in nazionale
    25.05.2015 14:46 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 133 volte

    Il portiere del Catania Jean François Gillet ha chiuso una stagione comunque positiva alle pendici dell’Etna nonostante la squadra non abbia vinto il campionato. Per l’ex del Bari il futuro sarà ancora in maglia rossazzurra visto che il contratto scadrà nel 2017 e la società etnea ha piena fiducia. Intanto Gillet va in ritiro con la nazionale belga in vista dei match con Francia (amichevole) e Galles (qualificazione Euro 2016).

  88. Ip Address: 91.253.42.16

    Il direttore di Sportitalia e tuttomercatoweb.com Michele Criscitiello ha dato i voti alle 22 società di Serie B, dopo la conclusione della regular season. Impietoso il giudizio sul Catania, cui il giornalista campano ha assegnato un 4.

    Ecco il giudizio che Criscitiello dà al Catania 2014/2015, ripreso dal suo editoriale pubblicato su tuttomercatoweb.com:

    “Catania Voto 4 – Indecente. Anche in questo caso, per fortuna, abbiamo parlato prima. Cosentino mi disse: per la retrocessione in B non ho colpe perché non ho influito, quest’anno faccio tutto io e se non andiamo in A le responsabilità saranno mie. Bene, per poco non è andato in C spendendo milioni di euro. Pessima gestione e rotazione degli allenatori. Mancava solo Oronzo Canà. Pessima chiusura di Marcolin che non ha portato nulla di nuovo in Sicilia e anche per lui i jolly stanno finendo dopo gli esoneri di Modena e Padova. Con il senno del poi gli sarebbe convenuto restare a vita vice di Mihajlovic. Neanche ci chiediamo più perché Pulvirenti continui a non mettere Cosentino in discussione. Sembreremmo degli sprovveduti“.

    Fonte foto: Federico De Luca/tuttomercatoweb.com

  89. Ip Address: 80.181.168.100

    Caio Mangusta, Gius65, Matteocifalotu e Mexxican! 😉

    Gius65, concordiamo tutti!

    Mangusta ha scritto il giusto,! Siamo innamorati del Catania e sportivi, male che vada ci rimane l’amarezza nella nostra anima rosso e azzurra senza fare cazzate.

    C’e’ un’intesa con tutti indistintamente degli errori oppure orrori commessi da questa societa?

    Come si puo’ “offendere” un’intera tifoseria nello Stadio Massimino e quelli lontani con il silenzio?
    E’ incredibile! E’ Allucinante! E’ assurdo!

    Non ho parole da scrivere!

  90. Ip Address: 37.118.29.123

    il <> di Pulvi-cosentino stava per materializzarsi in un <>. Noi tifosi competenti gridiamo fino alla paranoia: <>. Pusillanimi e Codardi via da questa Città. <>. Viva il Catania del rinnovamento

  91. Ip Address: 37.118.29.123

    …i tre virgolettati erano in successione: ripartiAmo; retrocediamo; ripuliAmo. Forza Catania

  92. Ip Address: 79.23.151.186

    E come si argomentava tanti post fa ………….: ” IANCU IE U SALI”!

  93. Ip Address: 95.233.222.131

    Buonasera a tutti.

    Catanese a Roma, leggo solo adesso gli ultimi post che sono stati scritti.

    Sui giocatori che sono venuti nei pressi della porta e quindi molto distanti dalla curva, ho notato con certezza la presenza di Capuano che era ancora con la tuta indosso. Ti faccio notare che è l’unico sempre presente che sprona anche gli altri a farli venire a salutare la curva. Te lo posso confermare con assoluta certezza. Ho visto diverse partite in trasferta al nord ed è sempre stato tra quelli che si sono avvicinati, ma non tanto, per applaudire la curva. Gli altri nonostante mi sia sforzato di ricordare non so chi fossero. Mi spiace.

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare!

  94. Ip Address: 95.233.222.131

    Non ci giurerei ma mi sembra di ricordare che ci fossero anche Calaiò e Maniero.

  95. Ip Address: 95.233.222.131

    Il portiere del Catania Jean François Gillet ha chiuso una stagione comunque positiva alle pendici dell’Etna nonostante la squadra non abbia vinto il campionato. Per l’ex del Bari il futuro sarà ancora in maglia rossazzurra visto che il contratto scadrà nel 2017 e la società etnea ha piena fiducia. Intanto Gillet va in ritiro con la nazionale belga in vista dei match con Francia (amichevole) e Galles (qualificazione Euro 2016).

    E unu!

  96. Ip Address: 80.181.168.100

    Ciao Mongibello! 😉

    Dalle foto visti qua’ e la’ risultano esserci Maniero e Calaio’.

    Comunque leggi il Post 53° de la Sicilia che riporta solo 7 giocatori si sono avvicinati a voi in curva.

    Comunque e ovunque, rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare! 😆

    Buona serata a tutti!

  97. Ip Address: 37.227.76.150

    Sera a tutti amici miei ,aspettiamo di vedere quando finisce sta pagliacciata del silenzio,ancora cosentino significa che pulvirenti ha deciso di sfidare una intera città. Siamo pronti, niente abbonamenti e serrata totale,riprendiamoci il Catania.

  98. Ip Address: 151.18.77.158

    Buonasera a tutti i tifosi rossoazzurri. Vorrei osservare ed auscultare attraverso il buco di una serratura che diavolo staranno concidiabolando mrh18 ed il suo Pres..
    Soprattutto al primo,visto che ha prodigiosamente evitato impronte in faccia,vorrei far osservare che una societa’ di calcio e’ patrimonio sociale,culturale ed affettivo della comunita’ di cui appartiene e dei propri tifosi,non semplice impresa economica acquisita a cespite da coloro che ne sono temporaneamente i dirigenti.!
    Per maggiori approfondimente studiare i post scritti sopra e quelli a seguire!!
    Buona serata a tutti gli amici del sito.. 😉
    Ora e Sempre Forza Catania!!

  99. Ip Address: 95.233.222.131

    Ciao Giorgio, ciao Gius65.

    Si, sono d’accordo. Loro non parlano e noi non facciamo gli abbonamenti. Ma addirittura, anche se dovessero parlare e comunque non fare fatti, programmazioni, acquisti, ecc. ecc. l’astensione dagli abbonamenti deve essere massiccia.

  100. Ip Address: 95.233.222.131

    Intanto De Zerbi ha manifestato la sua volontà di rimanere a Foggia con l’intento di portarlo in serie B.

  101. Ip Address: 37.227.76.150

    Sandrone ottimo il tuo post,Catania è patrimonio comune di sentimenti che non può essere trattato con un muro di silenzio ed umiliato da una montagna di incompetenza. Cosentino vattene.

  102. Ip Address: 151.54.2.39

    Non parlano, anzi non parla Pulvirenti perché sentire Cosentino per me non ha nessuna importanza visto che lo spessore del personaggio non è che sia meritevole di perdere il proprio tempo ad ascoltare ciò che dice;
    il presidente non parla perché secondo me non ha tanto da dire, fornisce scarne notizie alla stampa catanese tramite qualche addetto, ma non parla e credo che non parlerà se non attraverso qualche monologo pre-costruito sul quotidiano locale fa qualche giorno; ma rigorosamente senza confronto diretto né senza domande dirette se non preconfezionate, ma nulla che riguardi il suo rapporto con Cosentino….
    Non degna i tifosi ma ne avrà bisogno a suo tempo, quando avrà la necessità di avere abbonamenti.

  103. Ip Address: 80.181.168.100

    Buonasera raga’!

    Ciao a tutti!

    sandrone, d’accordo con quello che hai scritto e ti pareva mi dirai! 😆

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  104. Ip Address: 95.233.222.131

    Sono molti, infatti, i calciatori che potrebbero lasciare Torre del Grifo e altrettanti sono i rumors sugli eventuali rinforzi per puntare ad un campionato maggiormente competitivo tra qualche mese.

    CHI PARTE?
    In primo luogo la società etnea dovrà trovare una sistemazione definitiva ai calciatori che rientreranno dai prestiti, ma che malgrado ciò non faranno più parte del progetto. E’ il caso di Rolin, Monzon, Leto, Spolli, Frison e Lodi. Se per i primi tre, attualmente impegnati nel campionato argentino, la pista estera è la più probabile, per ciò che concerne il portiere, l’ex capitano e il regista è molto più probabile una cessione in Serie A. Assai difficile comunque rivederli in maglia rossazzurra. Stesso discorso non si può fare invece per Federico Moretti, ceduto al Vicenza in prestito con diritto di riscatto e protagonista in casacca biancorossa di una stagione da incorniciare. Chissà se avrà convinto chi lo scorso luglio scelse Calello al suo posto a concedergli una chance… Sembra infine molto lontana dal Massimino la prosecuzione della carriera per Capuano, Gyomber, Rinaudo e Castro. Gli argentini in particolare quasi certamente verranno ceduti.

    CHI RESTA?
    A giorni la società dovrebbe avviare i primi colloqui per pianificare la prossima stagione. Tra gli atleti in predicato di assumere lo status di “inamovibili”, secondo La Sicilia, vi sarebbero i due portieri Gillet e Terracciano, Schiavi, Del Prete, Mazzotta, Coppola, Rosina, Maniero e Calaiò. Rimangono in bilico le posizioni di Sciaudone, che varie voci vorrebbero nuovamente al Bari, Ceccarelli e Martinho, ma sopratutto il brasiliano potrebbe restare per il definitivo rilancio. Tra i giovani che presumibilmente saranno inseriti nella lista “Under” spiccano Parisi, Odjer, Rossetti e Piermarteri, con la speranza di trovare più spazio.

    CHI POTREBBE ARRIVARE?
    Detto che il tassello fondamentale per programmare un campionato al vertice è l’allenatore, con i vari Marino, De Zerbi e Toscano attualmente nomi caldi in orbita etnea, La Sicilia ipotizza anche alcuni possibili obiettivi per rafforzare le rosa del Catania. In cima alla lista potrebbe esserci il regista del Vicenza (in prestito dal Palermo) Davide Di Gennaro. Infine, gli occhi degli uomini mercato rossazzurri sarebbero vigili anche sul centrale del Brescia Valerio Di Cesare, sugli esterni offensivi Leonardo Gatto del Lanciano e Antonio Di Gaudio del Carpi e sul centrocampista del Torino Alessandro Gazzi.

  105. Ip Address: 151.54.2.39

    Ma queste notizie al giornalista che le da?
    Oppure tirano ad indovinare e sparano nomi solo per riempire le pagine?

    Un ultima considerazione leggendo l’inserto oggi sul “La Sicilia”;
    Quale sarebbe il progetto, il tanto menzionato “progetto” cui si fa riferimento per i giocatori che vanno e quelli che restano?

  106. Ip Address: 79.23.151.186

    Buonasera ragazzi. Finita mestamente una stagione da dimenticare, che non ci ha regalato ne’ la promozione diretta,neppure la sofferenza dei play off ma con la trappola dei play out alle porte evitata per il rotto della cuffia, la società continua nel gioco delle tre scimmiette:
    Non vede o fa finta di non vedere i guai combinati da un a.d. Da mettere alla porta subito ;
    Non sente il mormorio della piazza che chiede risposte e rassicurazioni sul futuro ;
    Non parla per riprendere un doveroso è necessario rapporto con la tifoseria.
    Leggo i post di tutti voi che condivido fino in fondo mentre la società risulta ancora sorda e lontana da ammettere gli errori commessi, quegli errori che da tempo la piazza individuava e chiedeva e chiede di correggere. Ancora rintanati nel bunker di Torre, quel luogo che doveva essere la casa di tutti i tifosi rossazzurri e da un anno diventato lager nel quale rigidi guardiani, con le mitragliatrici puntate dei loro occhi feroci, hanno cercato di blindare i propri tesserati e bandito richieste di confronti e parole chiarificatrici sul loro fallimentare operato. Ringraziamoli, comunque, grazie a loro passeremo una nottata serena e senza patemi d’animo: domani i play off saranno altri a giocarli.

  107. Ip Address: 91.252.10.99

    Buongiorno a tutti , cari fratelli rossazirri

  108. Ip Address: 82.51.92.232

    Buongiorno raga’!

    Ciao Mexxican! 😉

    Stamattina cielo coperto e la temperatura e’ buona.

    Eccovi alcune massime per definire chi non “parla”:

    Tacere è segno di diffidenza. Mancare d’idee è mancare di vita: nasconderle è ripiegarsi su se stessi. (Fausto Catani).

    Parlare è da stupidi, tacere è da codardi, ascoltare è da saggi. (Carlos Ruiz Zafón)

    Chi tace spaventa. (Alda Merini)

    Uccello che non canta, non dà augurio.

    Il silenzio di chi non parla non è mai d’oro.

    Buona giornata a tutti!

  109. Ip Address: 82.51.92.232

    Salve raga’!

    Copia e incolla da La Sicilia Lunedi 25 Maggio 2015

    Il Supertifoso

    E ORA CA FINIU… QUALCHE DOMANDA: CHI VA?
    CHI RESTA? CU CUMANNA? CU JÈ SUTTASCUPA?

    Fine o megghiu: “Finìu” così come al cinema,
    spuntàu a parola che mette un punto fermo alla
    storia che abbiamo seguìto. Bella o brutta che
    sia, avvincente o sciapa, quest’avventura che ci ha
    inchiodati alla seggiola da settembre 2014 a venerdì
    scorso, non ha più niente da dirci. Io però quando
    vado al cinema appartengo alla categoria di quelle
    persone ca mi spuppu macari i titoli di coda e prima
    di susìrimi voglio sapere i nomi di tutti quelli che
    hanno contribuito col proprio lavoro alla buona
    riuscita del prodotto o alla solenne minchiata che mi
    è costato il prezzo del biglietto ed il tempo ca ci pessi
    pi virirammillu.
    Ora è il tempo dei titoli di coda, non dico che mi
    piacerebbe, come ai tempi del cineclub, che ne
    seguisse dibattito, ma affiancare ai nomi il ruolo
    questo è fondamentale, sempre se la compagnia di
    giro della stagione 2014/15 vuole continuare a fare
    cinema e no come impropriamente a Catania
    qualcuno dice: “Fari Film! ”. Se vogliamo continuare
    F con questo parallelismo cinematografico, l’anno
    scorso trasemu o cinima senza mancu sapìri chi erano
    gli attori, ci eravamo fidati del manifesto che vedeva i
    rossazzuri in “Fuga per la vittoria”. Trasemu, anzi
    n’abbonamu.
    Si è subito capito dalle prime scene, almeno gli
    esperti lo hanno percepito immediatamente che non
    si poteva concorrere per l’Oscar, anzi proprio questo
    giornale, alla seconda di campionato, è uscito con un
    titolo che ai più è sembrato ingeneroso. Spaesati e
    confusi si è arrivati fino a dicembre, convinti che
    qualcosa potesse cambiare e invece no, abituati a
    storie d’autore si stava assistendo al più becero dei
    “Cine panettoni” con protagonisti comparse argentine
    che davano vita a “Vacanze di Natale al Massimino”.
    La faccio breve anche perché i grammelot sono belli
    se durano poco, siamo arrivati all’ultima giornata ad
    affrontare un Carpi che festeggiava la serie A e noi
    etnei ad elemosinare un punticino per non scivolare
    nella bolgia infernale dei play-out. In scena è andato il
    remake dell’allora splendida Laura Antonelli: “Mio
    Dio come sono caduta in basso”. Per fortuna come si è
    detto è finita e ppi com’era pigghiata, anzi ni ivu bona.
    Credo sia arrivato il momento di chiarire qualcosina:
    chi resta?, chi va?, cu cumanna?, cu jè suttascupa?,
    chi è fuori luogo e chi dovrà ridisegnare gli assetti che
    fino a non molto tempo fa erano vincenti?
    Certo è difficile, non vorrei essere nei panni di chi
    deve buttare giù la maschera e assumersi la
    responsabilità di quello che è stato, ma soprattutto
    per quello che sarà. Il calcio è una componente
    importante per la città, non voglia sembrare
    esagerato, ma la spinta emozionale che riesce a dare,
    a volte supplisce a tutte quelle carenze che viviamo
    quotidianamente sulla nostra pelle. S’accuminciari! E
    co peri giustu. I Catanisi ci su, a magghia è ancora in
    una categoria onorevole, l’attaccamento non manca.
    Prisirenti non parti da zero, anche tu, come ha detto il
    grande Troisi puoi affermare: “Ricomincio da tre”. E
    non è picca!

  110. Ip Address: 37.227.54.225

    ESCLUSIVA – CAGLIARI, Jeda: “Ecco la ricetta per fare bene in Serie B. Sul Catania che verrà…”
    26.05.2015 09:30 di Marco Carmanello
    articolo letto 173 volte

    Jeda, attaccante brasiliano che ha giocato in passato per il Cagliari, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it per fare il punto sulla stagione dei sardi e per anticipare i temi del prossimo campionato di Serie B.

    Jeda, se fosse arrivato prima Festa sulla panchina del Cagliari sarebbero aumentate le probabilità di salvezza, oppure la retrocessione in Serie B era già segnata?

    “Io credo che se Festa fosse arrivato prima magari si poteva fare sicuramente meglio, anche se era molto difficile restare in Serie A”.

    Chi può essere l’allenatore giusto per il Cagliari in vista della prossima stagione in Serie B?

    “Non so chi potrà essere utile alla causa, di sicuro però per l’anno prossimo ci sarà tanto bisogno di un allenatore capace e di giocatori motivati e di qualità, sapendo che quella maglia è importante”.

    Insieme al Cagliari un’altra tua ex squadra, il Catania, sarà protagonista del prossimo campionato cadetto. Possiamo già dire che sardi e siciliani sono le principali favorite per ritornare in Serie A?

    “Sicuramente il Cagliari sarà e dev’essere una delle favorite assieme al Catania per la vittoria dell’anno prossimo, o almeno me lo auguro”.

  111. Ip Address: 217.200.202.227

    Giorno a tutti, ciao mexxican, ciao giorgione, ottimo post il tuo. Tutto tace, la situazione è gia stata analizzata da ct a napoli, mangusta, perplesso, con commenti assolutamente condivisibili. Aspettiamo, qua siamo, ma non è problema di questo o quel giocatore, il problema è nella gestione del gruppo e negli equilibri societari, il re è nudo Pulvirenti, le minchiate ormai stanno a zero.

  112. Ip Address: 79.30.196.117

    Buongiorno…….. quello che sogno è un Catania senza Cosentino! E’ chiedere troppo? 🙁

  113. Ip Address: 37.227.74.161

    Ciao Mongibello , spero che i tuoi sogni si avverino

  114. Ip Address: 82.51.92.232

    Salve raga’!

    Ciao Gius65 ( ci vogliono queste massime e proverbi! :mrgreen: ) e Mongibello, ,ri-ciao Mexxican! 😉

    Anche a me piacerebbe il tuo sogno Mongibello!

    Buon appetito a tutti!

  115. Ip Address: 217.200.202.227

    Ciao Mongibello, ho il tuo stesso sogno, catania senza cosentino.

  116. Ip Address: 79.23.151.186

    Buona giornata, ragazzi, giornata senza stress! Pensate, potevamo starci noi a giocarcela stasera. Quanto stress evitato! (Scherzo, lo lo avrei vissuto con i crampi allo stomaco, ma lo avrei vissuto!). Grazie ragazzi per esserci ancora anche se la stagione e’ finita e tutto tace. Mongibello, che bello sarebbe se Cosentino non ci fosse più. Ciao Giorgione, profonde e vere le massime da te riportate, , speriamo che chi di dovere le legga. Un saluto a Giuseppe col quale ho avuto il piacere di condividere, anche in diretta, le impressioni sulle ultime partite. Un saluto particolare a Mexxican e perplesso, sempre attenti ad esprimere con garbo i loro pareri.,come anche catanese a Roma, matteocifalotu, Sandrone e oaoloilcaldoct.

  117. Ip Address: 79.23.151.186

    Da molte parti si cominciano a sentire voci che indicano in Baiocco l’uomo che Cosentino vorrebbe quale collante tra società e spogliatoio. Quali poteri? Non sisa. Io, scusate la mia ignoranza, pensavo che questo era il compito-professione del direttore tecnico. Mentre allora continua la confusione, Perinetti sembra vicino al Cagliari. E noi a guardare i migliori che si accasano altrove!

  118. Ip Address: 37.227.95.60

    Ciao catanese a Napoli ,CAGLIARI, Capozucca sarà il nuovo direttore sportivo
    26.05.2015 15:08 di Andrea Carlino
    articolo letto 44 volte

    Stefano Capozucca sarà il nuovo direttore sportivo del Cagliari dopo le dimissioni di Francesco Marroccu. Secondo quanto raccolto da TMW, domani il dirigente ex Livorno firmerà con il club sardo un contratto biennale

  119. Ip Address: 79.23.151.186

    Ciao mexxican, Allora perinetti e’ ancora libero? Sarebbe proprio un bel cambio lui al posto della risorsa! Oppure che cosentino si togliesse di mezzo, anche se ha messo i soldi, per il suo stesso interesse, meglio che della squadra si occupino altri. Anche per la Fiat funziona così, o sbaglio?

  120. Ip Address: 109.113.26.254

    finchè Cosentino sarà in questa società, in qualunque veste, NON riconoscerò il MIO Catania. CON QUESTI DIRIGENTI ZERO ABBONAMENTI!

  121. Ip Address: 80.20.79.226

    Baiocco potrebbe essere un buon inizio perchè conosce l’ambiente e, all’uopo, sa usare mani e piedi oltre che il cervello.
    Il mio sogno ricorrente è H24 a bordo campo con bottigliette d’acqua e retino con i palloni pronto ad intervenire, ma nessuno lo chiama e realizzata l’inutilità del compito si rassegna e chiede di andare via…..i tifosi mossi a compassione comprano il biglietto aereo last minute – sola andata – e l’accompagnano fin sotto la scaletta dell’aereo salutandolo con sventolio di fazzoletti e piangendo lacrime di gaiezza.
    Che c…zo significa? Mi sto rinco…?

  122. Ip Address: 37.227.95.60

    UFFICIALE – CATANIA, risoluzione consensuale con ds Delli Carri
    26.05.2015 17:08 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 356 volte

    Con una nota apparsa sul sito ufficiale, il Calcio Catania S.p.A. rende nota la risoluzione consensuale del legame contrattuale con il Direttore Sportivo Daniele Delli Carri. L’Amministratore Delegato Pablo Cosentino ringrazia il dirigente per il lavoro svolto: “Auguriamo a Daniele Delli Carri le migliori fortune professionali nel prosieguo della carriera e riconosciamo l’efficacia del suo operato in questi mesi. A margine di un sereno confronto, dopo aver ribadito il reciproco apprezzamento, abbiamo scelto di percorrere strade differenti e concludere quindi anzitempo il rapporto contrattuale”. Delli Carri aggiunge: “Ringrazio sentitamente il Presidente Pulvirenti e l’Amministratore Delegato Cosentino per la fiducia costantemente mostrata e per la possibilità di lavorare in una realtà importante come quella del Catania. Sono stato accolto bene anche dalla città e spero che in futuro il Catania possa tornare laddove merita di stare, in Serie A”.

  123. Ip Address: 37.227.95.60

    Mi spiace !!!! Anche se stato un’ombra

  124. Ip Address: 93.39.235.175

    Mandano via o chissà magari scappano loro , chiunque ha un minimo di competenza tecnica, tanto i giocatori verranno ceduti e presi per altre questioni e altri mille interessi…altro non conto. Ora vorrei dire a questa gente, anche se scegliete giocatori per altri interessi, di quanti ce ne sono disponibili , prendete almeno quelli compatibili a formare una specie di squadra accettabile

  125. Ip Address: 217.200.203.19

    Condivido il sensodel post di Giuseppe 56,che saluto, che con humour di ci spiega l’inutilità della risorsa. Anzi il suo essere dannifico, per questo ha ragione peppe61, non c’è spazio di mediazione che preveda la permanenza di questo bubbone, di questo virus, di questa piaga purulenta, alla gestione del nostro catania. Il catania è nostro, iddu cia’livari manu.

  126. Ip Address: 78.13.255.247

    è diventata una moda in società l’usa e getta??? (Delli Carri docet)

    Baiocco mi sembra la persona giusta come collante tra squadra e società, ha grinta da vendere spero anche fuori dal campo, ma non vorrei che questa mossa, se vera, sia sia uno specchietto per le allodole……aspettiamo ancora che qualcuno confessi le proprie malefatte, mha!!

    Un abbraccio a Gius65, Ct a Na, Giorgione, Mexxican, Perplesso, Mongibello….e tutta la combriccola

  127. Ip Address: 88.41.50.162

    con tutto il bene che vogliamo a Baiocco non credo sia elemento con la necessaria esperienza di cui ha bisogno il Catania.
    i legami affettivi e i ricordi sono belli, a tratti struggenti, ma adesso ci vuole concretezza e esperienza oltre che professionalità.
    Un DS navigato e esperto di B e l’allontanamento di Cosentino dalle vicende di compravendita e pianificazione della squadra;
    ormai è chiaro, quei due cercano scommesse, elementi graditi alla piazza ( DE Zerbi, Baiocco), per zittire la piazza presa dall’amore dei nomi, dei ricordi di ciò che fu, ma professionisti con poca esperienza, desiderosi di rientrare, di cogliere al volo l’occasione buona, senza dubbio pronti a dire “SignorSi”, cosi da farli sentire sempre in obbligo; il tutto per far si possa continuare a far divertire Cosentino con le sue idee calcistiche disastrose.
    Onore e merito ai due per quello che fecero in maglia rossazzura ma adesso è finito il tempo delle attese, delle promesse non mantenute, delle scommesse, adesso ci vogliono elementi di provata esperienza, garanti di una squadra che debba navigare nelle vette della classifica.
    Sposo anche io l’intenzione a disertare comunque stadio, abbonamenti e/o acquisto di pacchetti TV o altro finche quella disgrazia argentina non si sara allontanata e la smetta di mettere le mani dove ha dimostrato di saper fare solo danno.
    Io criticherò sempre il suo operato, non mi farò abbindolare dall’acquisto di qualche nome altisonante solo per rabbonire la piazza, lo criticherò sempre e comunque poichè non una ma per ben due volte, inframezzate da tante gaffe e mosse errate, ha dimostrato di esser incompetente; ma ci stiamo bevendo il cervello dando credito per la terz avolta a questo Tizio????.
    Ma perche questo Signore si deve occupare di costruire la squadra? ha messo soldi per aiutare il suo amico Pulvirenti? bene, adesso si faccia da parte….l’occasione di riabilitarti dopo la retrocessione l’ha avuta, ma ha fallito nuovamente, adesso STOP, faccia per favore un passo indietro.
    Per me quindi fiducia nell’attuale dirigenza del catania pari a ZERO o sottoZERO.
    Invece leggo su vari siti locali e sulle testate giornalistiche che c’è chi incomincia ad avere gli occhi che luccicano solo a leggere o sentire di certi nomi……illusi.

  128. Ip Address: 88.41.50.162

    la conclusione? se continuerà Cosentino con qualche paravento di DS a fare il mercato, quasi sicuramente sono convinto che anche il prossimo anno lotteremo ancora per evitare la Lega Pro

  129. Ip Address: 82.51.92.232

    Salve raga’!

    Ciao Catanese a Napoli e peppe61! 😉

    Ri-ciao a tutti! 😉

    Come apprezzo l’ultimo articolo di Gino Astorina de La Sicilia.

    E’ magnifico nel descrivere il nostro stato d’animo da tifoso rosso e azzurro,e’ veramente bravo e ho letto che e’ un comico.
    Questo ultimo trafiletto che ho letto e che ho postato nel post N° 109 e’ bellissimo.

    Il calcio è una componente
    importante per la città, non voglia sembrare
    esagerato, ma la spinta emozionale che riesce a dare,
    a volte supplisce a tutte quelle carenze che viviamo
    quotidianamente sulla nostra pelle. S’accuminciari! E
    co peri giustu. I Catanisi ci su, a magghia è ancora in
    una categoria onorevole, l’attaccamento non manca.
    Presidente non parti da zero, anche tu, come ha detto il
    grande Troisi puoi affermare: “Ricomincio da tre”. E
    non è picca!

  130. Ip Address: 82.51.92.232

    Salve raga’!

    I giornalai l’avevano scritto, via Delli Carri!

    Ringraziamenti di qua’ e di la’ e poi…… che ha fatto per mandarlo via?
    Mi sa raga’ che anche l’anno prossimo rimane “l’uomo di Miami”! :mrgreen:

  131. Ip Address: 79.46.103.218

    ahahah il sogno di Giuseppe56 è stupendo ahahah!!! 😆 😆

  132. Ip Address: 37.227.64.206

    Abbraccio con stima CT a Roma,perplesso coglie ancora una volta nel segno,cosi non andiamo da nessuna parte,approssimazione ed incompetenza sono nel DNA di cosentino,, contesto fortemente la sua permanenza, non se ne può più dopo due anni di scempio. Saluti rossazzurri.

  133. Ip Address: 82.51.92.232

    Salve raga!

    E’ si Perplesso ha indovinato!

    Ci ha messo i soldi l’uomo di Miami! 😐

  134. Ip Address: 93.39.235.175

    Giorgio 47 Astorina è un grande, un cabarettistA che racconta Catania ed i catanesi meglio di qualsiasi altro, dovresti trovarlo anche su YouTube è veramente bravo e fa ridere come pochi. Tornando al Catania, penso che quelle di baiocco sono voci fatte girare ad arte dalla società in quanto baiocco per carisma e carattere si mangia a tutti quelli portati in 2 anni dal procuratore anzi no dall’amministratore delegato è che baiocco mai accetterà di fare la comparsa, tranne che gli diano altre garanzie ma non penso proprio. Adesso prova a vedere se trovo su YouTube tube Astorina così mi distraggo un po’…saluti a tutti

  135. Ip Address: 151.34.45.224

    Buonasera a tutti i tifosi rossoazzurri.. Ciao Giorgio 😉 eccelso e’ il post dove citi gli aforismi (ho un particolare interesse per essi). Tutto tace dal fronte occidentale..
    Non vorrei mai che gli ‘attenti a quei 2′ male interpretassero il pensiero di Pierre de Coubertin spiegandoci,in playback,tipo Pulvirenti che parla con la voce di Cosentino,che perdere e’ bello tanto quanto vincere..barzellette che noi tifosi non vogliamo piu’ sentire.Logicamente nulla da togliere all’insigne pedagogista Barone francese,ma quanto scritto prima altro non sarebbe che l’ombrellino decorativo sul cocktail..messo dai 2 arrampicatori di specchi.
    Arguta e’ anche l’osservazione di chi preferirebbe un DS con competenze tecnico/operative magari con i controcojon.. piuttosto che un AD che sappia solo dove fanno bene i tatuaggi. Ma prima di tutto ci vuole un vero Presidente,innamorato della squadra della sua citta’.. Vedremo…….
    Buona serata a tutti::! 😉

  136. Ip Address: 151.74.175.204

    Ciao a tutti e perdonate il mio monologo affranto diretto sempre in un senso…..ma mi rode, mi rode leggere anche oggi una miriade di rumors sul Catania, liste e papabili, tutto orchestrato sempre da quei due…..ma queste notizie chi le comunica alla stampa locale?

    Ricorda di certo chi ha la mezza età come me la serie televisiva “attenti a quei due”;
    Bene, quei due sono tornati, anzi non se ne sono mai andati e stanno ricominciando ad agire incuranti delle malefatte ( in senso sportivo ovviamente)

    Mai e poi mai avrei pensato di rimpiangere i tempi che definimmo qualche anno fa i più bui della storia del Catania Calcio…..oggi siamo più in basso.

    Mi rode, rode a tutti noi, intanto si giocano i play off …… potevamo esserci invece siamo qui a aspettare le mosse di mercato.

  137. Ip Address: 82.51.92.232

    Buonasera raga’!

    Ciao a tutti raga’!

    Mangusta, Gino Astorina e’ veramente bravo nello scritto e quando recita.
    Da poco ho visto su YouTube i suoi lavori da attore comico e non lo sapevo.
    Vabbe’ qualche volta non conosco il “siciliano” e faccio fatica a capirlo ma mi scappa sempre una risata.

    sandrone, anche tu non scherzi nello scrivere.
    Stasera ti trovo in vena, mi son fatto delle risate con il tuo post veramente e’ divertentissimo! 😆

    Oggi ci e’ andata male con le dimissioni di Delli Carri, speravo nel buon cuore dell’uomo di Miami!

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  138. Ip Address: 79.23.151.186

    Buonasera ragazzi, Delli Carri con la valigia in mano ed il Richelieu argentino ancora al suo posto, più saldo che mai. Troppo assurdo pertanto pensare che nel catania non ci abbia messo soldi. Per stare li purtroppo unica certezza in un clima di dubbi, vuol dire che comanda più del presidente. Ormai ha pieni poteri e con quelli uniti alla sua incompetenza non potremmo mai andare da nessuna parte, e questo è’ lo scenario migliore.

  139. Ip Address: 79.49.44.166

    Buonasera a tutti.

    Ricambio i saluti di tutti e mi fa piacere sapere che sogniamo tutti la stessa cosa: un Catania senza Cosentino! 😀

    La rescissione consensuale di Delli Carri con il Catania mi fa sempre pensare ad altre che si sono succedute in questi ultimi mesi. Secondo me o che sia Cosentino che Pulvirenti siano moooolto convincenti, oppure che non avendo rassicurazioni su programmazioni future la gente scappa.
    Sinceramente non so cosa pensare.

    Pulvirenti: U peggiu surdu è chiddu ca non voli sentiri!

    e ….Cu n’ascuta non regna!

  140. Ip Address: 91.252.146.249

    ESCLUSIVA – CATANIA, Baiocco non sarà il nuovo ds. Sul nuovo allenatore…
    26.05.2015 21:55 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 360 volte

    Dopo la risoluzione consensuale del contratto con il ds Daniele Delli Carri, si è liberata una poltrona a Torre del Grifo. La dirigenza è già al lavoro per trovare il sostituto dell’ex del Pescara e nelle ultime ore si è diffusa la voce di un approdo a Catania di Davide Baiocco. L’ex centrocampista etneo ha parlato con il presidente Pulvirenti negli scorsi giorni ma secondo quanto appreso da Itasportpress.it non sarà lui a prendere il posto di Delli Carri. L’ad Pablo Cosentino nei prossimi giorni troverà il nuovo ds. Confermato intanto per la prossima stagione Patti in qualità di team manager.

    ALLENATORE – Non ci sono ancora novità per quanto riguarda l’allenatore che dovrà guidare il Catania la prossima stagione visto che Marcolin ha concluso la sua avventura alle pendici dell’Etna. Nomi tanti accostati al Catania, da Colantuono a Marino, ma la dirigenza non ha fretta e aspetta qualche giorno per fare un’attenta valutazione.

  141. Ip Address: 91.252.146.249

    Notte a tutti,

  142. Ip Address: 37.227.174.91

    Giorno a tutti,stiamo vivendo un salto indietro di venti anni..incredibile l’atteggiamento di pulvirenti,davvero sconcertante, non so davvero ipotizzare la prossima stagione in un clima così surreale, sono siamo tutti noi affranti preoccupati e per ciò che mi riguarda decisamente incazzato.

  143. Ip Address: 79.23.151.186

    Buon giorno a tutti. Tra voci di Baiocco si è Baiocco no, siamo ancora senza allenatore, in quanto Marcolin, comunque silurato come Delli Carri, ( a meno che non sia stata una sua scelta, visto che doveva fare la parte del burattino) e’ già da varie voci un probabile candidato alla panchina del Mantova. Ieri i play off hanno decretato che anche Soezia e Perugia faranno parte delle squadre che inizieranno la stagione per guadagnarsi la promozione il prossimo anno. Strano che ancora nessun segnale per il mister, a meno che l’intenzione non è aspettare la fine dei play off del Vicenza per capire le intenzioni di Marino. Sarebbe per me auspicabile un suo ritorno, magari con al seguito Cocco, Di Gennaro e Moretti. Bello lo scritto di Astorina, che con una pungente vena comica, ha descritto meravigliosamente le vicende societarie; da una pagina comica, alla comica reale che persiste.

  144. Ip Address: 95.238.109.65

    Ciao ct anapoli,tragicomica….fosse solo comica….

  145. Ip Address: 93.39.229.206

    Sandrone, a proposito di aforismi che ne dici di questo, riguardo il calcio italiano:

    I picciuli sunnu nta vucca di tutti e nta sacchetta di nuddu.

    I soldi sono sulla bocca di tutti e nella tasca di nessuno.

  146. Ip Address: 82.59.109.160

    Buongiorno raga’!

    Ciao Gius65, Catanese a Napoli, Mangusta e Mexxican che verra’ dopo! 😉

    Stamattina giornata di sole dopo lla pioggia di ieri, la temperatura e’ un po’ freddina.

    Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ispirare. Esso ha il potere di unire le persone in un modo che poche altre cose fanno. Parla ai giovani in una lingua che comprendono. Lo sport può portare speranza dove una volta c’era solo disperazione.
    (Nelson Mandela)

    Buona giornata a tutti!

  147. Ip Address: 79.23.151.186

    Si Giorgio, concordo, lo sport e’ speranza, ma quando diventa succube del denaro e manipolato da questi, perde la sua essenza spirituale per diventare un mostro che uccide le coscienze. Solo in quegli sport dove il denaro conta poco e nelle categorie dove non ha ragione di esistere, solo li’ la sua anima pura ancora trova dimora.

  148. Ip Address: 91.252.95.21

    Buongiorno a tutti , la verità e che non c’è più niente di sano

  149. Ip Address: 91.252.95.21

    Concluso il campionato, il Catania è già al centro di numerosi rumors di mercato. Negli ultimi giorni in particolare si è scatenato un vero e proprio “toto allenatore” che ha visto accostare alla panchina etnea diversi profili, tra cui De Zerbi, Drago, Toscano e Marino.

    Secondo il noto esperto di mercato Alfredo Pedullà in cima alla lista dei desideri del club rossazzurro ci sarebbe proprio l’attuale tecnico del Vicenza. Il Catania sarebbe disposto ad attendere la conclusione dei playoff, per poi sferrare l’attacco decisivo al grande protagonista dell’ultima promozione dalla Serie B alla A.

    Ovviamente se Marino ottenesse il ticket per la massima categoria con i biancorossi difficilmente farebbe le valige, motivo per il quale si seguono al contempo altre piste. Sull’allenatore di Marsala, ad ogni modo, ci sarebbe anche un importante interessamento del Cagliari.

    Foto: ilgiornaledivicenza.it

  150. Ip Address: 91.252.95.21

    Da ora in poi tante chiacchiere!!!!!! Ma si ………..alla fine prenderanno pellegrino che conosce l’ambiente

  151. Ip Address: 82.59.109.160

    Salve raga’!

    Hai ragione Catanese a Napoli! 😉

    Mexxican, Pellegrino noooooooooooooooooooo! :mrgreen:

  152. Ip Address: 91.252.95.21

    Io Un’altra possibilità gliela darei !!!!!!!

  153. Ip Address: 82.59.109.160

    Andiamo con gli aforismi tanto per divagare!

    La simpatia è a pelle. L’antipatia è a palle! 😆

    L’onestà è lodata da tutti, ma muore di freddo! 😐 .
    (Decimo Giunio Giovenale)

    “Stanza dei bottoni”. Chi comanda davvero si è trasferito da tempo nella stanza delle cerniere lampo! 😆
    (Dino Basili)

    Ogni potere eccessivo muore dei suoi stessi eccessi! Infatti! :mrgreen:
    (Casimir Delavigne)

    La pretesa di essere amati è la più grande delle presunzioni.
    (Friedrich Nietzsche)

    Un giorno mia moglie è scoppiata a piangere e mi ha detto: “Tu ami il calcio più di me”. A essere onesti, le ho risposto: “Beh, è vero. Però amo più te del basket”! 😆
    (Charlie Winkler)

    La vittoria ha molti padri, la sconfitta è orfana! Infatti! :mrgreen:
    (John F. Kennedy, Conferenza stampa, 21 aprile 1961. La frasa è presa da Tacito)

  154. Ip Address: 82.59.109.160

    Salve raga’!

    Mazzotta non viene riscattato, peccato perche’ e’ stato bravo a Latina!

    Danno nuovo D.S. Caniggia! 😐

    E’ il contrario di quello che pensiamo!

  155. Ip Address: 217.200.199.85

    Caniggia? Un grandissimo….il Catania ha resistito alle proposte di collaborazione con molte squadre di A dai nomi grossi.
    Perfetto non c’è che dire!
    Quello che ci mancava;

    Adesso, come preparatore atletico proporrei….Cosentino

  156. Ip Address: 90.38.24.199

    sembra quasi una dichiarazione di guerra alla città di catania ed in particolare ai tifosi!!!!!…..mi sorge il dubbio che vogliano giocare il prossimo campionato a porte chiuse? 😯

  157. Ip Address: 37.118.62.24

    Pulvirenti e Cosentino. Compari di disfatte. Responsabili della rabbia dei catanesi. Protagonisti di scelte scellerate (Ventrone..etc). Promotori di incarichi che ci offendono (Caniggia???). Confezionatori di specchi per le allodole (Baiocco!!!). SPARITE!!! CON QUESTI DIRIGENTI ZERO ABBONAMENTI.

  158. Ip Address: 37.118.62.24

    il calvario NON è finito, ANZI!!!

  159. Ip Address: 91.252.31.85

    L’OCCHIO DEL GABBIANO – G. SPINESI: “Catania, ecco chi confermare e chi cedere. I tre segreti per andare in A”
    27.05.2015 13:18 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 405 volte

    L’ex calciatore del Catania, Gionatha Spinesi, prosegue la sua collaborazione con Itasportpress.it curando la rubrica “L’occhio del Gabbiano”.

    Finalmente è andata in archivio una stagione difficile che ci ha fatto soffrire e anche sperare in una impresa in un momento dell’anno, ma che realmente questo Catania non poteva raggiungere per la sua riconosciuta fragilità fisica e anche mentale. Gli errori tecnici fatti in estate si sono rivelati decisivi e nonostante gli sforzi fatti dalla dirigenza a gennaio il trend non è cambiato. La salvezza comunque è un traguardo importante perché quando una squadra parte con i favori del pronostico e poi si ritrova nei bassi fondi della classifica, il rischio di retrocedere in Lega Pro è altissimo. Bisogna ugualmente festeggiare perché il Catania il prossimo campionato sarà ancora in B.

    ERRORI- Purtroppo per esperienza diretta posso affermare che quando si stravolge tutto a gennaio non si vince mai o quasi. Cambiare 11 calciatori e scendere in campo con una squadra totalmente nuova fa perdere equilibri e identità di gioco, due aspetti che nel calcio si acquisiscono durante il ritiro estivo. Tre allenatori si sono succeduti e in campo si è visto che la squadra era scollegata.

    FUTURO- La salvezza conquistata permette alla società etnea di organizzare il tutto e puntare agli obiettivi che competono al Catania. Ma bisogna far tesoro degli errori commessi perché sbagliare è umano ma perseverare è diabolico. Per vincere non ci sono ricette o pozioni magiche. Il Carpi e il Frosinone devono far riflettere perché con pochi soldi sono andati in A.

    TRE SEGRETI- Il Catania per vincere il prossimo campionato deve avere un’ottima organizzazione calcistica, serietà di lavoro e competenza. In più bisogna ritrovare un dialogo con i tifosi perché senza pubblico non si vince nulla. Bisogna ripartire tutti insieme con tutte le componenti unite e compatte.

    MERCATO- Al Catania serve un allenatore esperto e non una scommessa. La pressione di Catania è identica a Milano e Roma e affidare la squadra a un giovane di belle speranze potrebbe essere un errore. Per quanto riguarda la squadra io confermerei Gillet che è un portiere di grande affidabilità. In difesa terrei Schiavi e acquisterei un centrale. Spolli lo cederei visto che la sua esperienza a Catania mi sembra finita. Per il centrocampo non confermerei Rinaudo che in B non riesce ad emergere come in A e non sa dare un contributo importante. Per questo reparto prenderei due o tre interditori bravi anche col pallone fra i piedi. Per l’attacco conferme per tutti e anche Castro che ha avuto la sfortuna di non aver avuto a Catania un tecnico che ne abbia esaltato le sue caratteristiche. L’argentino però è un buon giocatore e lo terrei a certe condizioni. I nuovi arrivati, che per me dovrebbero essere 5, dovranno essere integri e pronti alla battaglia.

  160. Ip Address: 91.252.31.85

    Un abbraccio gionatha

  161. Ip Address: 91.252.196.134

    Caniggia DS se confermato è una vera e propria dichiarazione di guerra ad una intera tifoseria.Niente abbonamento ne biglietto fuori cosentino ed i suoi compari dalla città.

  162. Ip Address: 151.74.180.187

    Motivo per cui nessuno della società non parlerà con la tifoseria:
    Vogliono perpetuare lo sfacelo come in passato;
    Non hanno nulla da dire, non hanno la faccia di dire nulla.
    Voglio vedere chi avrà il coraggio di sottoscrivere abbonamenti o altro….magari poi per fischiare!

  163. Ip Address: 90.38.24.199

    un attimo ero sul piede di guerra …ma leggendo bene ……Caniggia direttore tecnico non é propriamente direttore sportivo……

  164. Ip Address: 82.145.210.78

    Buongiorno a tutti pari!!! Andrà via pure il preparatore Neri!!!! Pulvirenti ormai scordatevelo, chi comanda ie Cosentino!!!! Non ho voglia di dire altro, avevo detto tante cose prima e adesso voglio tacere e vedere cosa succede!!!

  165. Ip Address: 90.38.24.199

    …………..dovrebbe ricoprire il ruolo di Direttore Tecnico, in sostanza una figura di raccordo tra lo spogliatoio e la società.

  166. Ip Address: 90.38.24.199

    insomma……..bandiera bianca………..il Direttore Sportivo é ben altra cosa!!!!!

  167. Ip Address: 93.39.208.30

    Il Catania non ha bisogno di un D.S. a Catania, semplicemente perchè ha gia Cosentino. Nell’ eventualita arrivasse non potrebbe essere altro che un un uomo fatto ad immagine e somiglianza del primo. Delli Carri a gennaio c’è stato prestato da Moggi Jr, che gli ha detto. per favore questi 6 mesi vai a dare una mano giù e portargli qualche giocatori dei nostri..altrimenti quelli ( ovvero il Catania) scendono in C. ora che c’è da aspettasi?…semplice altri Freire, Marcelinho, Leto, Peruzzi, Monzon ..tutti giocatori che verranno presentati come grossi e costosi acquisti, che poi cederanno anzi regaleranno strada alla prima squadra che capita se non altrimenti dargli pure qualcosa per accollarseli. Non ho capito cos’altro vi aspettate è un libro gia scritto

  168. Ip Address: 93.39.208.30

    Il Catania non ha bisogno di un D.S. a Catania, semplicemente perchè ha gia Cosentino. Nell’ eventualita arrivasse non potrebbe essere altro che un un uomo fatto ad immagine e somiglianza del primo. Delli Carri a gennaio c’è stato prestato da Moggi Jr, che gli ha detto. per favore questi 6 mesi vai a dare una mano giù e portargli qualche giocatori dei nostri..altrimenti quelli ( ovvero il Catania) scendono in C. ora che c’è da aspettasi?…semplice altri Freire, Marcelinho, Leto, Peruzzi, Monzon ..tutti giocatori che verranno presentati come grossi e costosi acquisti, che poi cederanno anzi regaleranno strada alla prima squadra che capita se non altrimenti dargli pure qualcosa per accollarseli. Non ho capito cos’altro vi aspettate è un libro gia scritto

  169. Ip Address: 91.252.111.193

    CATANIA, che confusione davanti la porta!
    27.05.2015 15:40 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 74 volte

    Il primo rebus che dovrà scogliere il nuovo direttore sportivo del Catania in vista della prossima stagione riguarda la situazione portieri. Il Catania infatti ha abbondanza di estremi difensori visto che sotto contratto giù ci sono Jean François Gillet (35), portiere esperto e di grande affidabilità; Pietro Terracciano (25), giovane ma grande promessa del calcio italiano e il rientrante Alberto Frison (27) che sta per chiudere la sua esperienza alla Sampdoria. Da quanto trapela infatti il club blucerchiato non eserciterà il riscatto di Frison arrivato a gennaio nella città ligure. L’ex del Vicenza che potrebbe chiedere alla dirigenza etnea un ritocco dell’ingaggio (contratto scadenza nel 2017) quasi sicuramente verrà messo in partenza.

  170. Ip Address: 79.23.151.186

    Questa nuova bella decisione, dimostra che il Catania e’ di Cosentino. Con Pulvirenti che ha abdicato a favore di sua maestà Cisentino adesso serve un direttore tecnico, ruolo che lui non può ricoprire, essendo il vero presidente del Cstania. il rientro sll’ovile di Delli Carri, ha comportato la necessità di affidare la carica al suo amico caniggia. Facciano come credono, ma una cosa non potranno fare: costringere la piazza ad abbonarsi.

  171. Ip Address: 79.23.151.186

    Penso, inoltre, che un tecnico navigato, con la testa sulle spalle, con questi chiari di luna, rifiuterà a priori la panchina rossazzurra. Per noi ci potrà essere l’arrivo di qualche scommessa, toscano, cubano, o oronzo cana che sia!

  172. Ip Address: 37.118.210.23

    strategie di Pulvirenti in 3 anni (tanto per rinfrescare la memoria del… FALLIMENTO): Con Gasparin, ottavo posto in A (davanti all’INTER); poi via Gasparin dentro Cosentino; fino a Gennaio dell’anno scorso.. UN CALVARIO e zona retrocessione in A!; poi gli si da “PIU’ POTERI a Cosentino; è retrocessione in B. Slogan di quest’anno (traditi 11000 abbonati),Ripartiamo; ingaggio oneroso di Ventrone… un fallimento. Poi via SANNINO (uno preparato ed esperto per la categoria), resta Ventrone. Ultimo posto in B. Poi via Ventrone, dentro NERI e Delli Carri (con Marcolin), ed è quasi Retrocessione (nonostante Delli Carri avesse individuato/ingaggiato 8 giocatori italianI con buone preformance in B). OGGI, via Delli Carri e DS promosso Caniggia???? Si va verso la certezza di lega Pro il prossimo anno. Con Pulvirenti e Cosentino mi sa che non vedremo mai la luce…..O NON E’ COSI AMICI??? BOICOTTIAMOLI.

  173. Ip Address: 151.74.180.187

    DT, DS, AD che importanza ha la sigla? argentini e amici e compari dell’Argentino, sempre lui muove le fila.
    Ci manca solo che Pulvirenti prenda il passaporto argentino e siamo a posto.

    La mattanza è ricominciata, il calvario del Calcio Catania si apre con la promozione di Caniggia, lo scopritore di Chrapek, davvero un fuoriclasse, esaltante la sua stagione, un vero e proprio fuoriclasse con esperienza da vendere….viene la pelle d’oca a pensare che fortuna abbiamo avuto a tenercelo stretto;

    la dimostrazione ( se ce ne fosse stato bisogno) e la consacrazione di Cosentino a capo indiscusso della società; la ricerca spasmodica di un tecnico che voglia emergere e che sia sottomesso ai diktat della società.

    Insomma, una vera chicca; prepariamoci a una estate calda.

  174. Ip Address: 217.200.201.233

    Condivido il post di peppe61.

  175. Ip Address: 46.11.68.205

    saluti a tutti
    secondo me Pulvirenti sta sfidando i tifosi,
    sta facendo tutto l’opposto di quello che noi tifosi desideravamo.
    Io dopo tantissimi anni che sono abbonato in tribuna B
    ho deciso mio malgrado (con la morte nel cuore)
    di non abbonarmi piu’.
    tifoso si ma fissa no.
    spero che il prossimo anno a vedersi la partita
    sara’ solo il trio meraviglie cioe’ Pulvirenti, Cosentino,e Canniggia.
    Mario

  176. Ip Address: 95.226.41.23

    Signori, buona sera a Tutti, ma “U PISCI FETI DA TESTA” quindi, fino a quando c’è Cosentino a decidere, è inutile qualunque discussione, quindi mi defilo, e tornerò ad interessarmi del catania subito il DOPO COSENTINO, se ci sarà, intanto festeggio l’altra mia squadra del cuore, sempre rosso azzurra, il Levante, che si è salvata con 3 giornate di anticipo nella Liga Spagnola.

  177. Ip Address: 91.252.111.193

    Qualche tempo fa scrivevo che non riuscivo a capire più nulla , a distanza di qualche tempo non sono il solo tra queste foschie

  178. Ip Address: 79.23.151.186

    Ragazzi, vedo tanto scoramento. Io sono veramente abbattuto ed esterrefatto, ma ho una certezza: cosentino non e’ il Catania. La maglia rossazzurra appartiene al Catania, come il suo liotro che troneggia sia a piazza università che sulle nostre maglie. Bene il boicottaggio, ma con la morte nel cuore, necessario per far capire la nostra rabbia a quel tizio arrogante che prima o poi ci lascerà . Il tempo e’ galantuomo. Il tempo farà giustizia.

  179. Ip Address: 91.252.111.193

    Ciao catanese a Napoli . Bisogna vedere in che stato lo lascerà questo e il vero problema

  180. Ip Address: 82.59.109.160

    Buonasera raga’!

    Ciao a tutti! 😉

    C’e’ nebbia a TdG! :mrgreen:

  181. Ip Address: 93.39.208.30

    Penso che Cosentino abbia preso Caniggia per due motivi alquanto importanti,
    il primo per rispetto dei vicini di casa con i quali è sempre meglio mantenere un buon rapporto, visto che Caniggia pare sia proprietario di tre case a Miami, secondo per far rivivere a noi tutti, indovinate un pò, sintiti, sintiti:
    MIAMI VICE, una serie televisiva statunitense, di genere poliziesco, prodotta dal 1984 al 1989. La serie è interpretata da Don Johnson e Philip Michael Thomas nei panni rispettivamente di James “Sonny” Crockett e Ricardo “Rico” Tubbs, due detective sotto copertura.
    Quindi ragazzi, consoliamoci se non vedremo calcio a Catania, almeno cì vedremo i film gratis….quasi quasi cambio il mio nickname in Miami Vice visto che è tornato di moda ..saluti a tutti

  182. Ip Address: 217.200.202.246

    Ct a Napoli, mi sa che sbagli; per troppo amore.
    Cosentino è il catania….a
    Aihme

  183. Ip Address: 151.74.180.187

    Anzi ti dirò di più;
    Pulvirenti mantiene questo silenzio assordante molto probabilmente su consiglio/imposizione di Cosentino

  184. Ip Address: 77.247.181.165

    faccio una domanda

    Se dovesse andar via Cosentino quali potrebbero essere gli scenari??

    Pulvirenti sembrerebbe non avere un Euro, non vedo sceicchi all’orizzonte tantomeno imprenditori pronti a rilevare la società…..potrebbero materializzarsi solo sciacalli (vedi Parma) e come la mettiamo??…..ragazzi siamo con le spalle al muro!!

    il mio è solo uno spunto di riflessione

  185. Ip Address: 151.74.180.187

    Le cordate di acquirenti ci sono, altro che
    Catania e il centro di TdG fa gola, non credete; ha una sua autonomia anche extra Catania, con piscine , palestre etc etc che vanno alla grande.
    Solo che i Due non vogliono svendere affatto, e mi pare anche logico, ma chi vorrebbe acquistare esiste, certo vorrebbero sfruttare il momento di difficoltà di Pulvirenti per comprare a prezzo di realizzo.
    E loro resistono convinti , illudendosi e illudendoci, di riuscire a fare un buon campionato quest’anno.
    In ogni caso per trovare qualcuno che faccia peggio di costoro ci vuole una buona dose di capacità e di malavoglia.
    Resettare tutto e ripartire con i giovani, pochi ma buoni e qualche giocatore di provata esperienza ma senza nomi eccelsi potrebbe essere un idea.
    personalmente rifiuto come mia personale concezione, di accontentarmi del peggio per paura di cambiare; peggio di così poi è veramente difficile o direi impossibile.
    Pensaci, nemmeno il palermitano più agguerrito e sfottente avrebbe pensato a inizio campionato che ci saremmo salvati dai play out all’ultima giornata……invece Cosentino ce l’ha fatta a realiste questo.

  186. Ip Address: 91.253.121.43

    Osservo attentamente i vostri post ,mi stringe il cuore ciò che scrive Mario.. Ma come lui tanti noi non rinnoveremo ,mi commuove CT a Napoli attaccato come me ai valori l’idea la maglia. Poi però magari ha ragione perplesso, cosentino detta programmi e strategie mostrando di avere in pugno pulvirenti.Niente da fare,unica cosa da fare e la protesta civile ma ferma.Niente più stadio con cosentino e,consentimelo,sento una stanchezza ed una tristezza molto molto grandi…

  187. Ip Address: 151.18.56.139

    Buonasera a tutti i tifosi rossoazzurri. Mangusta giusto il tuo spunto stamane.. Maledetta finanza e le sue scatole cinesi! Dopo il sistema cardiovascolare ora anche le mie retine messe a dura prova da quello che ho letto… La catapulta(quella con la sedia senza cintura ed a lunga gittata) usata per far sparire lo spaccaossa prima e usata di sua sponte da Delli Carri, per ora mi sembra inceppata per Mrjobh18 tatoo.
    Troppo comodo l’aereo. Dovremo quindi aspettarci un Cosentino remake? Pronto a reiterare nuove nefandezze ai danni del Catania? Ho subito vessazioni verbali e sputazzi gratis, con tutto cio’ sarei comunque in conflitto col mio super-io per quanto riguarda abbonamenti e biglietti, pero’ non riesco a dar torto marcio a chi la pensa diversamente.
    In attesa di nuovi sviluppi.. Buona serata a tutti gli amici del sito..

  188. Ip Address: 109.113.105.140

    Sarò un illuso, ma credo che l’unico segnale forte da dover dare NOI tifosi, nel NS piccolo,per dimostrare la NS disapprovazione incondizionata verso questa Società intransigente, omertosa ed arrogante, con questo chiaro di luna , sarebbe questo: 1) non abbonarsi; 2) non praticare nessuna attività a TdG; 3) non entrare allo stadio ad ogni partita al Massimino, finchè QUALCOSA SI SMUOVE; alias, DIMISSIONI DI MASSA DI QUESTI PSEUDODIRIGENTI. Ricordiamoci che, solo disertando lo stadio in massa x 2 partite di seguito, prima di gennaio, li abbiamo “costretti” a decisioni importanti: acquisto di 9 nuovi italiani e cacciata di 4 zavorre argentine e, soprattutto, la cacciata di Ventrone rompitutti…

  189. Ip Address: 82.59.109.160

    Buonasera raga’!

    Ciao a tutti! 😉

    sandrone, quando non esisteva la Tessera del Tifoso e andavo nello Stadio avverso mischiato a loro perche’ i tifosi del Catania non mi volevano vicino a loro perche’ mi vedevano come loro nemico presi una gomitata nell’occhio e molti v…….o! 😐

    Altro che calvario finito, siamo appena all’inizio di un’altro calvario estivo! :mrgreen:

    Mi trovate d’accordo con tutti voi di non fare l’abbonamento ad occhi chiusi.
    Una Societa’ di calcio che non rispetta i propri tifosi non li merita.

    Raga’ Angelo da Modena mi ha ricordato che avete uno strumento musicale che si chiama “scacciapensieri”.

    A me si e’ arrugginito, chi ce la scacci i propri pensieri “amari” anche per me.

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  190. Ip Address: 91.253.121.43

    D’accordo con te Peppe,non c’è altra strada,purtroppo.

  191. Ip Address: 82.145.211.126

    Il mio amico uccellino qualcosa l’azzeccata??? Siamo nella più grande melma, Iancu ie u sali…..

  192. Ip Address: 82.145.211.126

    Perplesso daccordissimo con tutto quello che hai scritto……

    Una protesta in massa sotto la sede della società si deve fare!!!! Lo fanno tutte le tifoserie e perché non la nostra???

  193. Ip Address: 151.74.180.187

    Se la montagna non va da Maometto, Maometto va alla montagna …… Hai ragione Matteo.
    Si chiama….rammollimento…..finiti i tempi quando si sostava sotto la sede del TAR, ricordate? Adesso si subisce tutto e ci si lamenta a tavula cunsata…..

    Una protesta, una richiesta di incontro, civile e ordinata sotto la sede della società sarebbe un modo onesto di protestare, ma aspettare che inizi il campionato e dopo le prime battute di arresto, arrabbiarsi non è nel modo giusto di subire.

    Adesso è il tempo dei famosi, auspicati, conti a fine campionato, adesso è il tempo di dover rendere conto sull’operato disgraziato della società in due anni.
    Non devono operare di nuovo senza alcun costrutto e non possono non dare conto a coloro, i tifosi, che reggono tutto.

  194. Ip Address: 91.253.88.31

    Matteo dirne tante in questa situazione prima o poi una si azzecca.. in passato di inesattezze ne hai scritte più di una confrontati con me.pubblicamente e ti renderò il conto un argomento per uno argomento.tu hai scritto che fin aria era un apparenza e pulvirenti un fallito..dai Matteo un pochino di umiltà..non è peccato avere senso dei propri limiti,perplesso ha ragione ma i suoi concetti non divergono da ciò chescrivo da sei mesi..lui lo sa lo so io.DDivergevano su come seguire il Cataniaalla fine del ccampionato non sulla resa dei conti adesso e su le valutazioni in generale.Ti chiariscono dove e come vuoi perché pulvirenti è ostaggio di fatto di cosentinoe ti ripeto,tu prima di confrontati con me ad inizio maggio hai scritto una marea di inesattezze, libero di continua a farlo,,nondi ritenere che i fatti sono come da te descritti.saluti.

  195. Ip Address: 91.253.106.225

    Buongiorno a tutti , e come no ci vuole una bella e civile contestazione( non siamo così fessi)

  196. Ip Address: 79.46.31.68

    Buongiorno raga’!

    Ciao Perplesso, Gius65 e Mexxican! 😉

    Stamattina cielo leggermente nuvoloso e la temperatura e’ freddina.

    Stamattina mettero’ la mia piccola bandierina del Catania, che ho vicino al PC, a mezz’asta.
    in segno di lutto fino a quando non va via “l’uomo di Miami”! :mrgreen:

    Buona giornata a tutti!

  197. Ip Address: 95.238.109.65

    chi è davvero cosentino? perché rimane?è il proprietario di fatto? Se ha dato denaro sotyo quale forma?tdg e il problema finaria hanno un ruolo in questa fase delicata?non do risposte,invito gli informati dagli uccellini a confrontarsi su questi punti concretamente senza ammiccamenti a questo o ad altro utente, alternativa,si,avere il senso del proprio limite,non è peccato e non la si porta a malacumpassa tipo è ģia fallito o finaria non esiste…ah,la manifestazione è stasera a piazza dante,bastava essere collegati con la nord…

  198. Ip Address: 79.23.151.186

    Ciao Giuseppe, buongiorno a tutti. Sento della manifestazione della Nord a piazza dante.per Noi che siamo lontani, fateci sapere gli sviluppi. Perché non fare una manifestazione unica che leghi sia la curva nord che la sud e tutti i tifosi sotto la sede sociale ? Non sarebbe più logico?

  199. Ip Address: 151.74.180.187

    È la società che bisogna contestare non fare manifestazioni in pubbliche piazze ma con la società lontano che ci sguazza a restare fuori dalla protesta nei suoi confronti.

    Bisogna dirle che ci siamo rotti di essere trattati come munnizza e di non essere buoni solo quando c’è da tirare fuori i soldi o con appelli indiretti a sostenere la squadra.
    La piazza va ascoltata.

    Ma sono d’accordo con Giuseppe, il Presidente è ostaggio probabilmente di Cosentino, agisce come egli gli consiglia di fare, e non avendo più i poteri assoluti, non ha la faccia di comparire in pubblico.

    Infatti non è possibile che un Presidente come lo fu Pulvirenti nei sette anni di A improvvisamente decide di comportarsi così, non è possibile, in fondo lui era il primo tifoso; adesso sembra un alieno…..uno che non ha alcun interesse verso la squadra.

    Viene da pensare o che è andato di testa – cosa che dubito – o è mal consigliato/indirizzato – cosa molto più probabile – o non gliene frega più nulla – anche questa evenienza non è verosimile -.

    Bisogna far capire all’Argentino, con le giuste parole e con i modi corretti e civili, che ha fatto il suo tempo a Catania, che Catania non lo ama e non lo vuole più, che dopo i suoi due anni di amministrazione, non siamo più disposti a concedergli l’ulteriore rivincita personale, vada al Boca, al River, al Dan Lorenzo, insomma vada dove gli pare basta che ci lasci stare in pace…….quasi quasi rimpiangiamo Gaucci…..

    I guai economici di Pulvirenti, torno a ripetere, se li pianga lui e ahimè quei poveretti che ha messo per la strada, li tratteranno nelle sedi competenti, dispiace non lo so, ma non devono entrare nelle vicende sportive, in fondo nessuno gli ha prescritto di continuare a stare nel Catania Calcio.

    Le voci in città girano, spesso sono fandonie altre volte hanno un fondo di verità ma sono solo voci e illazioni, i fatti , quelli veri, sono altri……la classifica del campionato di due anni fa e la classifica attuale.
    Bastano confrontare queste due classifiche e metterle davanti alla dirigenza attuale, capiranno? ……il resto sono chiacchiere da bar.

  200. Ip Address: 91.253.191.189

    Evvaiiiiii ho fatto 200

  201. Ip Address: 91.253.255.253

    CATANIA, nessuna chance per ritorno di Lodi
    28.05.2015 10:43 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 192 volte

    Il cartellino di Francesco Lodi, centrocampista del Parma dopo il 30 giugno tornerà nuovamente in possesso del Catania. Il club ducale infatti non potrà riscattarlo per i noti problemi finanziari con l’ex società di Ghirardi sull’orlo del fallimento. Per il calciatore di Frattamaggiore però non ci sarà spazio a Catania perchè il feeling con alcuni dirigenti della società etnea si è interrotto da tempo. Lodi piace al Frosinone che gli darebbe la possibilità di giocare in Serie A. L’agente del calciatore è già al lavoro per trovare una soluzione in breve tempo.

  202. Ip Address: 91.253.255.253

    NAPOLI, Andujar via a giugno
    28.05.2015 11:09 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 110 volte

    Le brutte prestazione di Rafael nel girone di andata del campionato, hanno spinto il tecnico del Napoli, Rafa Benitez a dare una chance al portiere argentino Mariano Andujar. L’ex del Catania ha alternato buone prestazioni ad altre meno convincenti in maglia azzurra. Il presidente campano Aurelio De Laurentiis ha già detto che vuole riportare Sepe a casa dopo l’ottimo campionato a Empoli. Per Andujar il futuro potrebbe non essere a Napoli visto che la società partenopea, che lo ha acquistato a titolo definitivo dal Catania, lo cederà. Del resto anche Andujar ha detto che non vuole tornare a fare il secondo. Escluso un suo ritorno a Catania.

  203. Ip Address: 91.253.255.253

    E sono 2 che non vogliono tornare

  204. Ip Address: 151.74.180.187

    Grande Napoli oggi in TV con DeLaurentis e Benitez, insieme per il commiato sereno dalla società, conferenza stampa onesta e doverosa.

    Grande Inter, insieme Thoir e Moratti in conferenza stampa, con Moratti che pubblicamente ribadisce che le propri situazioni finanziarie non gli consentono di continuare da solo e che è stato necessario far entrare come azionista di maggioranza l’Indonesiano che è grande tifoso oltre e può versare capitali freschi per risollevare l’Inter.

    Veniamo a noi…..tutti si defilano di nascosto, con scarni comunicati stampa, un procuratore di calciatori che porta capitali ma che vuole fare da solo, un presidente che non parla e si nasconde, un presidente che solo due estati fa invitava Galliani e Lotito e Preziosi per discutere di strategie……
    Adesso è precipitato nel ridicolo, lui e il suo amico argentino plenipotenziario della società.

    Siamo da serie B, anzi probabilmente siamo da serie inferiore ancora…

  205. Ip Address: 79.23.151.186

    Siamo a 3 : anche Spolli papabile in campo per l’ultima di campionato, non tornerà’ a Catania e non resterà a Roma. Si parla di un interesse dell’Atalanta su di lui.

  206. Ip Address: 37.227.34.145

    Si concordo con perplesso sulla opportunità di rendere la protesta civile più diretta e percepibile dalla società,chiaro che stiamo pagando i guai di altre aziende di pulvirenti chiaro che pure che il clima di ostilità totale che si respira in città verso cosentino condizionerà il futuro prossimo del Catania.

  207. Ip Address: 5.90.107.188

    Pulvicosentino…sparite

  208. Ip Address: 91.253.132.221

    ESCLUSIVA- CATANIA, Marcolin addio confermato. Caccia al successore e c’è l’identikit
    28.05.2015 16:41 di Stefano Ricci
    articolo letto 237 volte

    Archiviato il tribolato campionato di B, la dirigenza del Catania ha iniziato a programmare la prossima stagione. Il mercato è già entrato nel vivo e l’ad Pablo Cosentino sta valutando alcuni giocatori di B ma anche qualche straniero. Tanto per essere chiari: non c’è tempo da perdere. E Cosentino lo sa. Per questo, nel frattempo, la società ha iniziato a fare le sue valutazioni. Nessun contatto, sia chiaro, ma i dirigenti ovviamente non possono farsi trovare impreparati e cercano di evitare di ripetere gli errori del passato. Il punto di partenza è l’identikit dell’erede di Dario Marcolin al quale è stato dato il benservito. Tracciarlo non è difficilissimo visto che Cosentino fa sapere che chi allenerà il Catania dovrà avere determinati (e precisi) tratti particolari. Va detto che l’amministratore delegato etneo non ha mai contattato o pensato al boemo Zeman, una voce rilanciata da una emittente tv catanese. Nell’agenda di Cosentino trova spazio l’ex Pasquale Marino, attualmente al Vicenza, in bella compagnia con Roberto Stellone e Stefano Colantuono ma quest’ultimo sta per accettare l’offerta dell’Udinese. Piacciono anche Alberto Malesani e Pierpaolo Bisoli (piace al Cagliari). Il Catania prenderà comunque un allenatore esperto che conosce la categoria e non un giovane di belle speranze. Tramonta dunque anche l’ipotesi De Zerbi.

  209. Ip Address: 151.74.180.187

    Cosentino valuta…..Cosentino sa bene…..l’agenda di Cosentino
    Mi viene da ridere

  210. Ip Address: 94.34.43.39

    Premesso che sono incazzato come tutti voi

    la protesta civile è legittima e doverosa, però io vorrei sapere se qualcuno di voi è al corrente (notizie fondate no uccellini parlanti) di persone/gruppi/cordate etc che vogliono rilevare il Catania, e quando dico notizie vere desidererei sapere nomi e cognomi, altrimenti mi viene da dire chista è a zita e ni la ma teneri seppur a malincuore!!

    signori dobbiamo essere realisti, le chiacchiere stanno a zero!!

    un abbraccio a tutti

  211. Ip Address: 37.118.10.17

    …il calvario continua. Con questi dirigenti ZERO ABBONAMENTI!!

  212. Ip Address: 217.200.202.208

    Come dovrebbero sapersi i nomi se non esce nulla dalla società, o meglio esce ciò che vuole fa sapere e diretto esclusivamente verso alcuni soggetti.

    C’erano due cordate che avevano fatto un timido tentativo, un sondaggio, almeno questo si è letto, una di queste avrebbe caldeggiato il ritorno di Lomonaco , ma di concreto non si sa nulla chi fossero, figurarsi i nomi.

    Tutto è rimasto in aria visto che l’attuale proprietà ( chi sarebbe ?) non ha intenzione di vendere.

    Quindi si va avanti con questa “zita”; hai ragione…. :(. 🙁

  213. Ip Address: 91.253.224.72

    CT aroma, timidi interessamenti bloccati daproblemi in atto non superabili.di fatto il cCatania non è alienabile a terzi.la fidanzata è questa …tdg diventa ulteriore problema con mutuo e passivo di gestione.poca roba sostenere che il CT è in attivo se il suo presidente non lo è.. Il cane che si morde la coda….

  214. Ip Address: 82.145.219.179

    Buona serata a tutti pari!!! Rispondo a Gius65, io con te non ho nulla da confrontare e non c’è bisogno che cerchi a tutti i costi il confronto con me, visto che sai tutto e sei bene informato!!!! Io questa teoria e di chi me la sussurrata la seguo purtroppo da due anni e non me la sono inventata ieri………. Quindi ti invito amichevolmente di non pungere su ogni cosa che scrivo, grazie………

  215. Ip Address: 91.253.224.72

    Matteo prendo atto del tua mancanza di argomenti, non cerco confronti perché non hai argomenti, hai fatto predicozzi di l’ho detto l’ho scritto l’ho sapevo e sinceramente ti ho risposto,ma non mi appassiona parlare con in interlocutore che non ha in realtà nulla di originale serio e fondato da scrivere.hai ragione sei da ignorare, ovvio che se fai come hai già fatto riferimento a me ti rispondero’ per le rime.

  216. Ip Address: 79.46.31.68

    Buonasera raga’!

    Ciao a tutti!

    Smettiamo di bisticciarci almeno tra di noi, ognuno puoi scrivere quello che vuole.

    Io la mia la scrissi dopo Latina-Catania che un giovane medico mi disse che la Societa’ Calcio Catania era gia’ stata venduta.

    I nodi verranno al pettine come si dice e aspettiamo con grande pazienza che “i nodi” si sciolgono!

    Aforismo sul potere del “duo”!

    Mi odino pure, purché mi temano.
    Cicerone

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  217. Ip Address: 91.252.189.91

    Cosentino = a cicerone notte a tutti

  218. Ip Address: 151.74.180.187

    Non ha senso litigare tra noi, non cambia la sostanza, sapere con certezza o immaginare quale sia la situazione economica di Pulvirenti non cambia il senso circa il disastro della squadra.
    L’unica cosa certa è il fallimento della Wind jet, poi sul Catania e su alte cose, possiamo fare mille ipotesi come quella che Cosentino ci abbia messo danari, e che sia il nuovo proprietario, e chi lo sa? Agisce come se sia il padrone ma di fatto nessuno lo ha comunicato.
    Perché litigate? Fate pace….

    Ricordiamoci che siamo sempre in uno spazio virtuale, non si sa mai realmente con chi si sta parlando, qualcuno di noi si è incontrato personalmente e conosciuto, altri, la maggior parte non si conoscono affatto, bisogna sapere valutare anche diversi aspetti.

    È normale esprimere le proprie opinioni, riportare anche quelle che si sentono in giro, non credo che bisogna litigare se le proprie convinzioni o conoscenze non coincidono con quelle di qualcun’altro; bisogna sapere accettare anche chi la vede in maniera diversa, specialmente come ora che si è nel campo delle ipotesi; tanto, a prescindere da dove si analizzi, da quale angolo si veda l’intera faccenda, la conclusione porta sempre allo stesso punto, questo è quello che conta…..al disastro perpetuato e continuato…..

    Anche io vivendo e lavorando in un posto in cui i supporter del Catania pullulano numerosi ne sento dire tantissime, fa parte della dialettica del tifoso del lunedì mattina, che vogliamo farci?
    Personalmente, non me ne vogliate nessuno, credo solo a ciò che vedo o tocco con le mie mani, ma con molta attenzione ascolto tutto e tutti, mi faccio la mia opinione, ma provo sempre nei limiti del possibile ad analizzare e ad accostare i fatti concreti.

    Quindi ognuno resti con le proprie idee e convinzioni anche se non coincidono con quelle degli altri, sono le semplici regole non scritte di ogni forum.

  219. Ip Address: 82.145.211.201

    Attenzione io non sto litigando con nessuno, io ho solo detto a Gius65 che non ho niente da confrontare, lui continua ad insistere al confronto e dice che non so niente e lui sa!!! Ognuno è libero di scrivere quello che vuole, o sa o non sa o allude ecc ecc…… Buonanotte, salutu con affetto a tutti pari…..

  220. Ip Address: 95.238.109.65

    Buongiorno a tutti,perplesso lawy è in procedura concorsuale a seguito di istanza di fallimento ma ha ottenuto a suo tempo il beneficio della ammissione al concordato preventivo.quanto ai “bisticci”,certo che ogni utente ha libera manifestazione del pensiero,quando il pensierosi concretizza in ammonimenti profetici e si conclude sempre ogni volta con io l’ho so io ve l’ho detto vi si deve sempre aspettare che si venga chiamati al confronto su argomenti concreti.Se poi non si riesce ad argomentare il proprio pensiero fuori da massime astratte ed aforismi vuoti, questo da la misura della incosistenza dell’io lo so,non la misura di una divergenza ,da parte mia,se non pizxiccatò anche in via indiretta da ammiccamenti puerili,argomento chiuso.Se Matteo riprende gli replico colpo su colpo,garantito.

  221. Ip Address: 80.182.91.46

    Buongiorno raga’!

    Ciao Gius65, calma, Perplesso a fatto un post brillantissimo “associamoci”! 😉

    Stamattina bella giornata con la temperatura un po’ freddina.

    Aforismo:

    L’uomo superiore è calmo senza essere arrogante; l’uomo da poco è arrogante senza essere calmo.
    Confucio

    Buona giornata a tutti!

  222. Ip Address: 80.182.91.46

    CATANIA, comunicato tifosi: “Basta parole servono fatti o niente abbonamenti e…”

    29.05.2015 08:00 di Redazione ITA……….

    E’ giunto in redazione un comunicato stampa dei tifosi del Catania che pubblichiamo:

    Questo comunicato non è rivolto alla società. Non è diretto contro Pulvirenti o Cosentino. Questo comunicato è rivolto a tutti i tifosi del Catania, a quelli per cui la nostra squadra del cuore è un pensiero costante, quotidiano. Una passione da vivere sempre, che riempie le nostre giornate, che ci fa gioire e soffrire. In questo momento abbiamo bisogno di restare uniti, di non disperdere la rinnovata compattezza che in questa stagione, in un momento di enorme difficoltà, siamo riusciti a costruire. Perché é chiaro a tutti che è stata la nostra azione, il nostro muoverci come blocco, ad aver evitato al Catania pericoli peggiori di quelli di una retrocessione che, ad un certo punto, sembrava imminente.

    Fatta questa doverosa premessa, con queste parole condivise e firmate in testa da gruppi che hanno fatto la storia della tifoseria catanese, in calce, vogliamo condividere con il popolo rossoazzurro i propositi per la nuova stagione che sta per cominciare, darci insieme una linea d’azione chiara, efficace, unitaria. A scanso di equivoci: NOI NON ABBIAMO MAI ABBANDONATO LA SQUADRA, E MAI LO FAREMO. OGGI RIBADIAMO PIU’ CHE MAI IL NOSTRO SOSTEGNO ALLA MAGLIA ROSSOAZZURRA, A QUESTI MAGICI COLORI CHE FANNO BATTERE I NOSTRI CUORI.

    Purtroppo non ci è dato scegliere chi debba gestirli. Così come è capitato la scorsa stagione, e quella ancora prima, una conduzione societaria dissennata ha messo a rischio l’esistenza del Catania. Al di là dei risultati sportivi, noi siamo stati sempre presenti la scorsa stagione, sottoscrivendo 11000 abbonamenti. Un record per la categoria. Un’apertura di credito, una dimostrazione di fiducia e di amore sconfinato che avrebbe dovuto essere ripagata alla grande. Ed invece avete visto tutti cosa è successo. Il Catania da società modello è diventato zimbello d’Italia.

    Con un muro d’incomunicabilità eretto tra la società e la tifoseria, con errori su errori commessi senza che nessuno si presentasse ad assumersene la responsabilità, fino all’assordante silenzio di questi mesi. Una situazione che non dovrà mai più ripetersi. NESSUNA DELEGA IN BIANCO, NESSUNA APERTURA DI CREDITO SULLA PAROLA. Il presidente Pulvirenti, attraverso le parole che lascia filtrare, fa intendere che lui farà parlare i fatti. SU QUESTO SIAMO D’ACCORDO: SONO NECESSARI I FATTI. TANTI, CONCRETI, E DECISIVI. Per questo, la nostra decisione è quella di DISERTARE LA CAMPAGNA ABBONAMENTI IMPEGNANDOCI AD ESSERE OGNI PARTITA SUI GRADONI IN VENTIMILA. LA NOSTRA FIDUCIA E IL NOSTRO AMORE, IN BIANCO, NON GLIELI CONSEGNEREMO PIÙ’. DI SETTIMANA IN SETTIMANA DOVRANNO DIMOSTRARCI DI LAVORARE SERIAMENTE E CON COMPETENZA PER PORTARE IL ALTO IL CATANIA E, SE COSI SARA’, OGNI SETTIMANA NOI RIEMPIREMO IN OGNI ORDINE DI POSTI IL MASSIMINO COMPRANDO IL NOSTRO BIGLIETTO. LO STESSO DICASI PER GLI ABBONAMENTI TELEVISIVI. NON CAMBIA NULLA.

    La presenza allo stadio è il simbolo del nostro amore. Ed è più forte di prima. Per metterlo in pratica non abbiamo bisogno di riempire le tasche della società prima del via, per poi lasciare che se ne fottano di noi come accaduto quest’anno. NON GLIELO PERMETTIAMO PIU’. Questa è la nostra decisione. Valutatela. Se siete d’accordo, condividetela. Insieme siamo una forza, e mai nessuno potrà più metterci i piedi in faccia. Come accaduto in questi due anni.

    Questa comunicato è firmato dai seguenti gruppi: A sostegno di una fede Gioventù Rossoazzurra Boys Resca Indians I Pazzi Skizzati Stazione Clan Nord Kaos 95100 Drunks Ultras Ghetto Cumacca Etnea Sparuta Minoranza Club Angelo Massimino San Giovanni La Punta Club Barriera-Battiati Catanisi Cca Nocca Vecchia Guardia tribuna B Rebels Beddu Ruppu Nicolosi Rossoazzurra Gruppo Aci Castello Gruppo Aci Trezza Club Giarre-Riposto Scn Monte Po, Finché vivrò, Meridiano Zero Curva, Commando Etneo, Club Calcio Catania Nord Italia. Qualora altri gruppi volessero firmarlo, non hanno che da farci pervenire in posta privata la loro adesione.

  223. Ip Address: 80.182.91.46

    Salveraga’!

    Dopo aver letto il comunicato con questo trafiletto:

    NOI NON ABBIAMO MAI ABBANDONATO LA SQUADRA, E MAI LO FAREMO. OGGI RIBADIAMO PIU’ CHE MAI IL NOSTRO SOSTEGNO ALLA MAGLIA ROSSOAZZURRA, A QUESTI MAGICI COLORI CHE FANNO BATTERE I NOSTRI CUORI.

    Mi trovo d’accordo con loro perche’ anche a me mi batte il cuore!

  224. Ip Address: 91.252.83.120

    Buongiorno a tutti i tifosi del calcio CATANIA , siamo tutti quanti ansiosi di sapere i nuovi sviluppi societari

  225. Ip Address: 80.182.91.46

    Ciao Mexxican! 😉

  226. Ip Address: 80.182.91.46

    Mexxican, Cicerone era un grande filoso e politico mentre Cosentino………lasciamo perdere che e’ meglio! :mrgreen:

  227. Ip Address: 91.253.148.107

    Guarda che cosentino e ancora più Bravo dei politici , grazie alla sua filosofia

  228. Ip Address: 91.253.148.107

    Ti dirò di più che cosentino a differenza di cicerone si fa i caxxi suoi ……………… E si vede . Caro Giorgio questa purtroppo e la realtà meglio prenderla con un po’ di satira

  229. Ip Address: 217.200.202.254

    Giorgione caro, ti rassicuro, sono solare. :mrgreen:

  230. Ip Address: 95.245.219.60

    Ciao Gius65, bravo come immaginavo solare!

    Mexxican, Hihihihihihihi! E’ satira sara’!

    Barzelletta:

    Dice un uomo all’altro:
    – “tu quando vai in vacanza?”
    – “io vado a cavallo tra giugno e luglio, e tu?”
    – “anch’io però vado in macchina…”

  231. Ip Address: 91.253.202.235

    Giorgio 47 – Chi sa !!!!! Cosa faranno i nostri eroi a cavallo tra giugno e luglio?

  232. Ip Address: 95.245.219.60

    Caro Mexxican, andranno in macchina! 😆

  233. Ip Address: 91.253.193.235

    L’augurio che ci facciamo tutti quanti e quella di non prendere la stessa macchina usata nelle ultime due edizioni

  234. Ip Address: 37.227.10.165

    A proposito di macchine e cavalli un marcolin visibilmente commosso ha lasciato Catania con aereo per Linate.purtroppo cosentino ne a piedi ne a cavallo o altro pare che intenda lasciarci..e se ci trasferissimo noi e lo lasciassimo solo…

  235. Ip Address: 91.253.215.43

    Come ci trasferiamo in macchina o a cavallo?

  236. Ip Address: 95.245.219.60

    Ciao Gius65 e Mexxican! 😉

    Allora lo facciamo partire con un missile terra-terra e spedirlo in Florida! 😀

    Dopo il nodo Delli Carri eccovi, forse, un’altro nodo.

    CATANIA, ecco come opera la Doyen Sports fondo che potrebbe finanziare il mercato etneo
    29.05.2015 14:46 di Redazione ITA…..

    La Doyen Sports e’ un fondo con sede a Malta.

    Il Catania non avrà dalla Lega Serie A, dopo 8 anni, i circa 13 milioni di euro ma si dovrà “accontentare” dei 4 milioni che la Lega di B elergirà per il prossimo campionato. Ci sono in ballo altri soldi per l’utilizzo di giovani ma sono briciole. Tutto questo questo non mette a rischio il club etneo che continuerà a vivere e inizierà la stagione puntando alla promozione. I soldi arriveranno da qualche cessione importante e, come anticipato in esclusiva dalla nostra redazione, da un noto fondo di investimento, la Doyen Sports molto vicino all’ad Pablo Cosentino.

    Sembra che questo fondo abbia aiutato il Milan.

    Ecco alcuni commenti dei tifosi del Milan:

    :La Doyen aiuta nell’acquisto di calciatori fornendo una parte dei fondi necessari e detiene per se una quota dei diritti economici. Può acquisire anche giocatori senza che questi cambino maglia.
    Loro guadagnano con questo. Sanno che i giocatori aumentano di valore con il tempo. Quel 35 % che acquistano ora oggi vale 10 un giorno 20…
    In più fanno da sponsor ma mai come principale (quindi verrebbe inserito nelle maglie dietro sotto il numero, o nei calzoncini o nei pantaloncini.).

    E’ come avere un prestito, ripagato o da chi ti ricomprerà il giocatore, o da altri giocatori che offri a loro in cambio della percentuale di un’altro giocatore che non vuoi cedere.

  237. Ip Address: 94.37.240.56

    Buonasera a tutti

    CATANIA, ecco come opera la Doyen Sports fondo che potrebbe finanziare il mercato etneo!!!

    questo è più di un indizio che l’era Pulvirenti è finita e che Cosentino muove le fila!

  238. Ip Address: 95.245.219.60

    Ciao Catanese a Roma (peccato, manca quello di Napoli, non vi ho acchiappati assieme 😆 ) 😉

    Si e’ un indizio, chi sa di cose economiche lo scriva perche’ io non capisco “una mazza”!

  239. Ip Address: 37.227.80.165

    Ma non è che sotto sotto ci sono i Gaucci ?

  240. Ip Address: 151.74.180.187

    Così entrano altri capitali, altre società, altra gente straniera, non si capisce più nulla.
    Vuoi vedere che vedremo Pulvirenti a fare il magazziniere?

    Ma dico io, Santo Cristiano, ma non era meglio disfarti di tutto e ritirarti nei tuoi supermercati hard Forté o all’hotel di Taormina?
    Chissà dove andremo a finire…..che vuol dire quando scrivi……”sanno che i giocatori aumentano di valore col tempo…..” Chi? I nostri giocatori ? Aumentano di valore?
    Oggi vale 10 e domani vale 20???? Riferito ai nostri????

    Mi sa che ci sono troppi film su Sky on demand ……

  241. Ip Address: 93.39.215.40

    Dopo aver letto il post 236, mi domando vuoi vedere che matteoucifalotu aveva ragione. Il motivo per il quale duo e inscindibile potrebbe essere anche questo, d’altronde con questa crisi generale e del calcio, molte squadre vanno sotto schiaffo …e se ci vanno le grosse vedasi Inter, Milan, Genoa, e chissà quante altre purtroppo ci può stare che anche pulvirenti sia sotto schiaffo ..d’altra parte Peruzzi, Leto, Monzon per fare un es. potrebbe essere sotto la domenica sporta altrimenti non si spiega come possono arrivare a squadre come Boca, Lione, panatinaikos è una volta Catania…

  242. Ip Address: 93.39.215.40

    Mi correggo no sotto la domenica sporta ma doyen sporta,..

  243. Ip Address: 95.245.219.60

    Buonasera raga’!

    Ho il nipotino rompino detto “Ivan il Terribile” a casa! :mrgreen:

    Adesso sta cenando e ne approfitto per salutarvi.

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  244. Ip Address: 151.46.65.165

    Buonasera a tutti i tifosi rossazzurri.
    Bilanci ufficiali stagione 2013-2014: (non e’ un refuso)
    Bilanci attivi
    Napoli +20,2
    Lazio+7,1
    Hellas Verona+5,3
    Fiorentina+1,4
    Torino+1,1
    Genoa+0,4
    Chievo Verona+0,3
    Atalanta+0,01

    Bilanci in rosso
    Inter-102,4
    Roma-38,8
    Bologna-16
    Milan-15,7
    Parma-13,7
    Sampdoria-13,4
    Udinese-12,1
    Juventus-6,7
    Livorno-2,1
    Sassuolo-0,2
    CATANIA-0,01
    Parma al macero. Thohir sta cercando la maschera di Lotito..
    A noi come mai la sabbia nella clessidra si e’ fermata subito???
    Ragazzi restiamo uniti almeno noi perche’ i dirigenti non vedono l’ora di vederci litigare,almeno, ‘essi’..si sentono meno contestabili (come nei posti di lavoro).
    Buona serata a tutti 😉

  245. Ip Address: 151.46.65.165

    Una cosa che mi fa grattare la testa sono i bilanci degli anni precedenti….

  246. Ip Address: 151.47.174.173

    Troppe ipotesi, troppe congetture; bisogna attenersi ai fatti. Sappiamo che con l’arrivo di Cosentino le cose sono andate male, però dobbiamo riconoscere che da gennaio hanno cercato di invertire la rotta portando a Catania calciatori di qualità per la categoria, un nuovo preparatore atletico e un nuovo allenatore.Tutto questo ha avuto un costo, quindi il nostro presidente con questi movimenti di mercato ha dato ragione con i fatti a tutti coloro che lo criticavano. Ora le prime teste sono saltate, compreso Marcolin,alleininvece di arrovellarci sul futuro prossimo della nostra squadra

  247. Ip Address: 151.47.174.173

    Ops,
    allenatore mai completamente apprezzato.

    ….nostra squadra, aspettiamo come si muovono e comportiamoci di conseguenza, boicottando se necessario ogni forma di abbonamento.

  248. Ip Address: 151.74.180.187

    Ottima analisi C-18, ma proprio per questo, con la riprova che Cosentino non è cosa a costruire squadre, proprio per questo dovrebbe essere messo nelle condizione di non nuocere, mettendo per l’ennesima volta mano alla costruzione della squadra.
    Ma li leggete i post sul web….la sua agenda, il suo progetto, i suoi movimenti sul mercato, che sonda a destra e a manca….sta solo giocando con un gioco più grande di lui, come al solito.

    Poi, a dire il vero, con tutta questa bontà di calciatori arrivati a gennaio non è che ci sia stato l’auspicato salto di qualità; in 6 mesi c’era tutto il tempo per agguantare i play off invece ci si appena appena evitati i play out…..squadra raccogliticcia e monca, senza i due bomber saremmo in lega pro, ricordiamocelo questo.
    Quindi, non me ne volere, ma questo cambio di rotta ne io ne probabilmente nessun altro lo ha visto.

    A gennaio ? Un tentativo maldestro di rimediare alla sciagurata squadra di mercenari argentini costruita da un dilettante allo sbaraglio quale Cosentino è nel mondo del calciomercato…..io lo interpreto solo così quel gesto disperato di rimediare al malfatto e di evitare il baratro dove ci stavano portando i suoi amici argentini, Leto, Monzon, Peruzzi, Calello etc etc

  249. Ip Address: 91.253.32.239

    Notte a tutti

  250. Ip Address: 91.252.160.242

    Non credo che cosentino possa rimediare agli errori di un disastro di due anni.Stiamo ai fatti,cosentino stesso è un errore,colpevole e reiterato. La strategia della comunicazione di pulvirenti è quanto di più lontano si possa immaginare dai concetti di trasparenza modernità e rispetto della piazza.Non mi interessa allenatore giocatori ed altro desidero nei fatti che cosentino vada via e pulvirenti spieghi il suo progetto attuale.tutto il resto è noia.

  251. Ip Address: 93.39.215.40

    se a gennaio non prendevano questi giocatori scendevamo in c in picchiata. Perché avesse dimenticato abbiamo giocato la prima metà di campionato senza squadra, senza terzini, senza centrocampisti e con solo calcio all’attacco. L’arrivo di due terzini, di Due centrocampisti come coppola e sciaudone è stato fondamentale, come quello dei due centrali schiavi e Ceccarelli..altro che non influente, con Monzon che non sa nemmeno lui che ruolo gioca, con quel bidone di Leto, con calello, con una squadra senza centrocampo avremmo fatto la fine di Lecce, Novara e tanti altri scesi dalla a alla c

  252. Ip Address: 93.39.215.40

    Volevo dire col solo calcio all’attacco…il tanto bistrattata top capuano dopo aver fatto il terzino, il centrale, il mediano mancava solo che dovesse giocare centravanti..

  253. Ip Address: 94.161.201.148

    Surus saremmo scesi in c perché la squadra di agosto non c’era con la testa non perché fossero scarsi.sul mercato di gennaio condivido il pensiero di perplesso su squadra raccogliticcia e monca a centrocampo.

  254. Ip Address: 87.10.34.239

    Buongiorno raga’!

    Ciao Gius65 e Surus (ben tornato)! 😉

    Stamattina ancora una bella giornata e la temperatura e’ freddina.

    Aforismo:

    Errare umanum est, perseverare autem diabolicum, et tertia non datur.

    Errare è umano, ma perseverare è diabolico.

    Detto da Seneca oppure da San Agostino

    Io dico: errare è umano, perseverare nell’errore è stupido
    Detto da Giorgio47, quando ci vuole ci vuole e che diamine! :mrgreen:

    Buona giornata a tutti!

  255. Ip Address: 217.200.203.60

    Lodata sia la saggezza del nostro giorgione.ps ma lo sapete che marcolin e delli carri non sono mai stati presentati ufficialmente? ora sono via.. mi sa che cosentino ricorda benissimo i regimi della sua terra ed i desaparecidos.. li era ovviamente più grave, ma il metodo da regime dei colonelli è identico. Cosentino vattene.

  256. Ip Address: 217.200.203.60

    Buongiorno a tutti, ieri un utente molto attento, ha offerto una chiave per capire un po’ la situazione tramite il rinvio ad un articolo su noto sito di informazione. li, forse, sottolineo forse, si apre la porta e si osserva uno scenario logico sul perché… non servirà s. Tommaso, tutto tremendamente logico e banale. Saluti.

  257. Ip Address: 91.252.200.143

    Un buongiorno a tutti , nulla da comunicare un silenzio assoluto da parte della società dove tutto tace .

  258. Ip Address: 91.252.200.143

    CATANIA, sono tutti cedibili!
    30.05.2015 10:45 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 127 volte

    Il calciomercato del Catania inizia a prendere quota: l’amministratore delegato Pablo Cosentino, rimasto deluso dal rendimento di quasi tutti i calciatori etnei, vuol portare avanti una vera rivoluzione come quella dello scorso mese di gennaio e considera cedibili tutti i calciatori della rosa, nessuno escluso. Sarà un’estate bollente a Torre del Grifo con la società che non vuole fallire l’obiettivo Serie A al secondo tentativo. Allarma ma non troppo il calo degli introiti in prospettiva, ma Cosentino ha pronte le soluzioni finanziarie per far fluire denaro fresco nelle casse del club di via Magenta. Comunque sia tutti i calciatori presenti in organico sono potenzialmente cedibili in caso di offerta adeguata.

    Argentini- Addio in vista per gli ultimi argentini rimasti in organico, ma titoli di coda anche per qualche brasiliano che non è riuscito a dare un contributo importante. Rinaudo non ha convinto e potrebbe tornare in Argentina, Castro piace a club dì Serie A.

    Altri- Gillet dovrebbe restare così come Maniero, Rosina e Calaiò. Incerto il futuro di Mazzotta visto che il club etneo dovrà riscattarlo a cifre importanti. Sciaudone ha richieste dalla B e potrebbe andare via. No ai ritorni di Spolli e Lodi che andranno altrove così come Frison che la Sampdoria non riscatterà. Cosentino e il suo braccio destro Caniggia,stanno monitorando molti giovani della B seguendo il modello del Carpi ma è certo l’arrivo di almeno tre calciatori di esperienza e di indubbie qualità. Piace Signori del Modena in scadenza di contratto.

  259. Ip Address: 91.252.200.143

    Che sarà un’estate bollente non avevo dubbi ………………….mhaaaaaa qualcosa non mi convince questo assurdo silenzio

  260. Ip Address: 151.54.85.136

    riporto dalla redazione di “Itasportpress”

    Il Catania non avrà dalla Lega Serie A, dopo 8 anni, i circa 13 milioni di euro ma si dovrà “accontentare” dei 4 milioni che la Lega di B elergirà per il prossimo campionato. Ci sono in ballo altri soldi per l’utilizzo di giovani ma sono briciole. Tutto questo questo non mette a rischio il club etneo che continuerà a vivere e inizierà la stagione puntando alla promozione. I soldi arriveranno da qualche cessione importante e, come anticipato in esclusiva dalla nostra redazione (leggi QUI), da un noto fondo di investimento, la Doyen Sports molto vicino all’ad Pablo Cosentino.

    DOYEN SPORTS – In Italia la Doyen Sport è molto nota e negli ultimi giorni è diventata parte in causa nella trattativa tra Silvio Berlusconi e Bee Taechaubol per la cessione di una quota del pacchetto azionario del Milan. Ma cos’è il fondo Doyen Sports Investments e come opera? Pippo Russo analista del sito Calciomercato.com, ha spiegato tutto analizzando i rischi per le società che decidono di legarsi ai fondi d’investimento. Doyen Sports è quella che viene definita Third Party Ownership. Il fondo è il ramo del Doyen Group dedicato allo sport “che intravede nel calcio una ‘miniera’, un nuovo mercato nel quale condurre investimenti con ampi margini di redditività”, scrive Russo. “DSI sceglie la Spagna come porta d’accesso (nell’ottobre del 2011, ndr) e ben presto estende la propria ragnatela in altri paesi, Portogallo, Turchia e Brasile. In meno di tre anni, DSI diventa l’attore principale dell’economia calcistica parallela globale». Fondi come Doyen guadagnano preziose collaborazioni con le società di calcio proponendo di finanziare l’acquisto di atleti che le stesse società non sono in grado di permettersi e ottenendo in cambio una percentuale sui ricavi futuri derivanti dalla cessione. Ma la collaborazione economica può cambiare e diventare più profonda:«Il fondo d’investimento si trasforma in un’istituzione finanziaria privata che presta ai club denaro ad altissimo tasso d’ interesse – continua Russo – e con scopi che possono andare dall’acquisto di calciatori sul mercato al rifinanziamento del debito. Con la conseguente situazione di una crescente dipendenza che è facile immaginare, e una perdita d’autonomia operativa che porta al controllo da parte del fondo d’investimento o addirittura alla sua acquisizione del club. Con Doyen Sport Investiment l’economia calcistica parallela giunge al compimento di una “mutazione genetica” che segna l’esproprio dell’autonomia politica dei club calcistici, e di conseguenza anche la loro autonomia finanziaria”.

    LA REPLICA DI DOYEN – A Russo ha risposto Nelio Lucas, numero uno di Doyen Sports, che ha difeso l’operato della società con sede a Malta. “La competenza finanziaria di Doyen Sports ha aiutato molti altri club a competere ad altissimi livelli; tra gli altri, squadre come il Benfica, il Porto, il Valencia, il Flamengo, ecc. Tutti i club che hanno lavorato con Doyen Sports hanno riportato notevoli profitti economici derivanti dai contratti sottoscritti grazie alla nostra società». “Doyen Sports opera in due differenti modi – continua Lucas -. Il primo consiste nel fornire prestiti tradizionali alle società di calcio, in modo che possano affrontare i loro obblighi finanziari e le loro esigenze di cassa. Questo non è molto dissimile dal modo in cui le banche operano. La differenza è che Doyen Sports, grazie alla profonda conoscenza del business del calcio, è in grado di concedere prestiti a quei club che tradizionalmente hanno trovato per anni i rubinetti bancari chiusi. Grazie al nostro secondo modello operativo, noto come Third Party Investments (TPI), Doyen Sports fornisce prestiti ai club per dare loro la possibilità acquistare i migliori talenti calcistici sul mercato ed avere così modo da costruire team di successo in grado di competere con alcuni dei più ricchi club del mondo”. Lucas smentisce ogni forma di controllo diretto sui calciatori, anche se sul sito ufficiale del gruppo è presente una sezione “Players rapresented” con le immagini di campioni come Alvaro Morata e Alvaro Negredo: “Nessun calciatore è mai stato controllato da Doyen Sports. Nei nostri contratti, nessun controllo sui calciatori è contemplato: questo spetta esclusivamente ai club così come la decisione finale su eventuali trasferimenti”. L’amministratore del gruppo, infine, ha negato collaborazioni tra la società e il potente procuratore sportivo portoghese Jorge Mendes: “Persone quali Jorge Mendes, Quique Pina o Luciano D’Onofrio non sono attualmente parte né hanno mai fatto parte, della Doyen Sports. Non esistono rapporti privilegiati con questi individui e affermazioni in tal senso sono mere speculazioni”.

    Che dire? non sono economista ma a leggere la prima parte pare di avere a che fare con un opere di strozzinaggio dalla quale appare difficile uscire, come se questi entrino gradualmente in ogni società che colonizzano;
    Se leggi la replica pare che questi siano dei benefattori, pronti ad aiutare tutti a vincere la C.League.
    a chi credere???

    Boh, so soltanto che stiamo continuando la discesa verso la distruzione totale del calcio Catania;
    l’unica cosa chiara è che Pulvirenti e il portapalloni di TdG hanno lo stesso peso ormai in società, con tutto il massimo rispetto per colui che porta i palloni in allenamento.
    Che tristezza finire così; faceva meglio ad uscirsene da Signore……

  261. Ip Address: 91.252.200.143

    Ciao perplesso , il fatto che arrivino nuovi investimenti e un qualcosa da guardare in maniera positiva , la cosa che non mi convince più di tanto e che mentre prima ci gestivamo tutto da soli ora …….. Con queste societa di nuovi investitori (strozzini) con quale scopo vogliono in vestire a CATANIA? Con quali obbiettivi? Certo con l’assoluto silenzio societario non ci aiuta più di tanto

  262. Ip Address: 217.200.201.252

    Sei andato a colpo sicuro perplesso, ecco perché ti stimo molto anche quando dissentiamo. Condivido le tueconclusioni, meglio uscirsene in modo diverso che cocosì.. tanto ora che parla a fare…abbiamo sostanzialmente capito, tu, io, tanti altri, i particolari a sto punto, rilevano e cambiano poco il quadro che emerge.

  263. Ip Address: 217.200.201.252

    No mio caro. mexxican, non sono semplici investitori ne benefattori, no leggi attentamente, qualcosa di diverso, non propriamente positivo.

  264. Ip Address: 87.10.34.239

    Salve raga’!

    Scrivo in un momento, il nipotino si e’ allontanato dal PC! :mrgreen:

    Tutti incedibili mi sembra assurdo.

    A Latina ho visto una buona squadra, certamente sulla mediana bisogna comprare qualcuno che ragiona.

    Se poi “l’uomo di Miami” ha ingaggiati giocatori fuori dalla portata economica allora e’ un’altro discorso.

    Quindi si evince che la Societa’ Calcio Catania deve comprare giocatori di talento a poco prezzo.

    Mi domando questi talenti chi li scopre?

    L’uomo di Miami?

    Mamma mia raga’ io chiudo gli occhi! :mrgreen:

    Buon appetito a tutti!

  265. Ip Address: 91.252.200.143

    Ciao gius 65 infatti ho scritto tra parentesi STROZZINI , però ………………..

  266. Ip Address: 79.11.164.203

    la storia è che cosentino i soldi lì ha spesi ma male tutti eravamo convinti che avevamo uno squadrone e che andavamo a botta in serie A vedi abbonamenti a gennaio la società ha operato bene anche perché nessuno ti dà la gente Buona Marcolin è stato la causa di dove abbiamo terminato il campionato

  267. Ip Address: 151.54.85.136

    Giuseppe ciao, anche quando dissentiamo, ed è raro che accada, siamo in fondo sempre concordi sulla conclusione; ma tutti qui abbiamo capito, stiamo pian pianino capendo cosa sta accadendo in seno alla società, può darsi che la vediamo da angolazioni diverse, ma il succo è sempre lo stesso.

    Mexxican, ben vengano i capitali freschi ma a che prezzo? ricorda che nessuno fa niente per niente….se il prezzo da pagare è quello di vedersi l’amministrazione controllata da qualche entità straniera pronta a salvaguardare i propri interessi e investimenti e al momento buono liberarsi del fardello se dovesse andar male, forse…..dico forse….non era meglio paradossalmente, scendere in lega Pro?

    E’ una provocazione, ma forse era l’unico modo per far andare via da Catania certi Tizi, e finalmente ripartire con rinnovato vigore e pulizia; ma così, in balia del primo affarista straniero che si presenta e fiuta l’affare….mi pare essere caduti dalla padella nella brace.

    Speriamo di sbagliarci…

  268. Ip Address: 217.200.201.252

    Si perplesso, condivido totalmente ciò che hai scritto, si un po’ tutti, da angolazioni diverse, stiamo arrivando… Al di là delle analisi, perplesso, il mio giudizio è analogo al tuo sulla vicenda, ovvero negativo. Ok mexxican, scusami, se hai usato il termine stroz.., si sostanzialmente temo tanto possa trattarsi di questo.

  269. Ip Address: 82.145.210.234

    Buongiorno a tutti pari!!!! 😎

  270. Ip Address: 217.200.203.7

    Ciao Gianni, vorrei condividere il tuo ottimismo sulle ragioni di un disastro addebbitabili a marcolin, che nnon è un’aquila,vedi follie col Livorno. Ma il malessere ha radici profonde. Non cambi 70giocatori e sei allenatori in due anni con gli stessi stralfacioni di risultati se non hai un male al tuo interno. Tu parli della società, appunto, quale…

  271. Ip Address: 91.252.164.79

    Il problema secondo me , è che la la società in maniera arrogante continua il suo silenzio , noi dall’esterno dobbiamo capire con quali strategie vogliono operare quali sono i loro obbiettivi e investimenti o quali programmi ……… E se poi ci mettiamo pure queste società occulte dal nome sconosciute non so cosa pensare più ………..

  272. Ip Address: 90.38.24.199

    Totalmente in accordo con Gius 65…: il problema va sempre risolto alla base tutto il resto sono esclusivamente specchietti per le allodole!!
    La notte quando non si riesce a dormire a causa di una zanzara …..non si risolve il problema con le varie lozioni e cremine repellenti che allontanano solo momentaneamente il problema, né ancor meno mettendo la testa sotto il cuscino per non sentire il ronzio….la soluzione é solamente una: la zanzara va gentilmente fatta uscire dalla stanza oppure va SCHIACCIATA!!!!
    ps indovinate un po’ chi interpreta il ruolo della zanzara nel catania calcio ? 🙂

  273. Ip Address: 151.54.85.136

    Cosentino??? 😛 😛

  274. Ip Address: 151.54.85.136

    Però, volendola portare nel comico, anzi tragicomico….. Come si deve sentire Cosentino con migliaia di malanove che i catanesi scagliano contro di lui, una città sportiva che spera che se ne vada etc
    Se non gli viene nulla vuol dire che quest’uomo è un alieno 😀

  275. Ip Address: 87.10.34.239

    Salve raga’!

    Il nipotino si riposa! :mrgreen:

    Io prendere una zanzare tigre pardon un “drone” con dei pannelli solari e con delle piccole cariche di fuochi d’artificio nella stive.
    Al comando io e “sandrone” con due joystick , rotta Golfo del Messico con deviazione Nord-Est dove c’e’ la Florida.
    Come ospite assoluto “l’uomo di Miami”.
    All’arrivo fuochi d’artificio a go-go a Miami, io a casa mia e sandrone a casa sua.
    Penso che anche voi catanese sparerete fuochi d’artificio!

    P.S.
    Il nipotino mi sta rompendo! :mrgreen:

    Buona serata a tutti!

  276. Ip Address: 91.253.161.105

    Lo Stretto è amaranto: Messina in D salva la Reggina!
    30.05.2015 17:42 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 41 volte

    Lo Stretto di Messina è sempre più amaranto: la Reggina vince anche la gara di ritorno del derby playout dopo l’1-0 di martedì al Granillo, con il risultato di 0-1 grazie al gol di Balistreri all’87° minuto. Primo e unico gol stagionale per l’attaccante acquistato a gennaio dal presidente Foti, ma uno dei più significativi della storia amaranto. La Reggina chiude con tre espulsi (Benedetti, Aronica e mister Tedesco), ma riesce a vincere il derby a Messina per la prima volta a San Filippo e 26 anni dopo l’ultima volta (era il 22 ottobre 1989, al vecchio Celeste gli amaranto vincevano 0-1 con gol di Simonini in serie B). La Reggina è salva, rimane in Lega Pro, mentre il Messina torna in serie D e subisce la terza “carcagnata” consecutiva: 30 maggio 2015 dopo 30 aprile 2006 e 17 aprile 2007, le ultime tre stagioni in cui Reggina e Messina hanno giocato nella stessa categoria si sono concluse con la salvezza della Reggina e la retrocessione del Messina, verdetti decretati clamorosamente tre volte su tre nello scontro diretto tra le due squadre dello Stretto, con la Reggina sempre vincente.

    LA PARTITA – La Reggina ha dimostrato tutta la propria superiorità tecnica e tattica nel corso del primo tempo, senza rischiare mai nulla e sfiorando più volte il vantaggio con Insigne eViola che sprecano numerose chance in contropiede. Netto un fallo di rigore su Insigne non fischiato dall’arbitro. Rissa al 33°, con ammonizione letteralmente inventata perBenedetti. Le squadre vanno al riposo sullo 0-0 con molto nervosismo e negli spogliatoi si scatena una rissa che costa l’espulsione a mister Tedesco. Nel secondo tempo il Messina torna in campo più deciso pur senza essere mai pericoloso dalle parti di Belardi fino al 10° minuto, quando l’arbitro fischia un fallo (stavolta sacrosanto) ad un ingenuo Benedetti, che dopo una partita straordinaria lascia la squadra in dieci. Il Messina sull’onda dell’entusiasmo sfiora il vantaggio, poi Tedesco inserisce il giovanissimo difensore Kevin Magri al posto di un ottimo Alessio Viola e la squadra ritrova ordine e compattezza. All’87° il gol di Balistreri su assist di Zibert (lo sloveno aveva regalato ad Insigne anche il pallone del gol-vittoria dell’andata), che pone fine alla grande sofferenza dei mille tifosi reggini assiepati nel settore ospiti del San Filippo, e ai tanti altri che seguivano l’incontro da casa, dando vita alla festa amaranto.(strettoweb.com)

  277. Ip Address: 91.253.93.39

    Vale ciao il problema è se uccidi la zanzara e ti crolla il tetto..poi invece di parlare di calcio ,ha ragione mexxican,il silenzio alimenta ansie e tensioni.temo anzi ne sono certo che almeno per ora a causa di scelte dissennate di pulvirenti,,la zanzara continuerà a ronzare..a dispetto di tutti noi…

  278. Ip Address: 91.253.93.39

    PS buddace non canti più…. Brava reggina.

  279. Ip Address: 93.39.215.40

    Tre inglesi sono stati arrestati per aver tentato presso la sede della Juventus dei biglietti per la finale….veramente pittoresco direbbe un lord inglese…volevano rubare nella casa dei ladri

  280. Ip Address: 93.39.215.40

    Di rubare

  281. Ip Address: 217.200.203.52

    Cavolo Mangusta il tuo commento migliore della notizia…complimenti!

  282. Ip Address: 79.23.151.186

    Buonasera ragazzi, scusate ma sono stato fuori. Tutto bene? Letti i vostri post, pieni di zanzare volanti che non vogliono morire, fondi di caffè maltesi; con quello della pubblicità si va in paradiso, ma con questo vedo l’inferno alle porte. Purtroppo, quando si ricorre ad esso vuol dire che siamo alla frutta, della serie, non c’è una lira in cassa. Infatti quel Catania che era riuscito a diventare esempio di sobrietà e di buona amministrazione, negli ultimi 2 anni, complici acquisti sbagliati, aumento di spese per monti ingaggi e funzionali, si sta smarrendo nei vortici di una gestione fallimentare. Ogni anno si è’ riusciti a far quadrare il bilancio con una vendita eccellente, ma da due anni a questa parte abbiamo assistito solo a presunti arrivi eccellenti, dimostratisi poi, sul campo, bidoni eclatanti. Se posso essere sincero, questo fondo non mi ispira fiducia alcuna. Se un fondo mette i soldi, vuole guadagnarci e chi mette i soldi vuole voce in capitolo.allora non era più semplice per una società con poche risorse sfruttare l’istituto dei prestiti, come altre società con poche risorse fanno? Come erano belli i tempi dei presidenti padroni!

  283. Ip Address: 217.200.203.52

    Rientro per salutare catanese a napoli, si in effetti il calcio degli anconetani, rozzi, Massimino, aveva un suo perché, un suo fascino pur anche li, con molti limiti. Condivido ovviamente i tuoi rilievi, amico mio.

  284. Ip Address: 87.10.34.239

    Buonasera raga’!

    Ammazza quante zanzare stasera!

    Mi son comprata la racchetta elettrica ammazza zanzare e’ funziona, pero’ a casa mia!

    Quella che si trova a TdG non la possa ammazzare, pensateci voi che abitate vicino!

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  285. Ip Address: 93.39.209.221

    Ah ah ..sono rimasto colpito è commosso

  286. Ip Address: 82.145.211.122

    Buongiorno a tutti pari e buona domenica……..

  287. Ip Address: 95.252.88.148

    Buongiorno raga’!

    Stamattina e’ un bella giornata di sole con qualche nuvola qua’ e la’ e la tempetura e’ buona.

    Aforismi :

    È assurdo dividere le persone in buone e cattive. Le persone si dividono in simpatiche e antipatiche
    (Oscar Wilde)

    Era un uomo così antipatico che dopo la sua morte i parenti chiesero il bis.
    (Totò)

    Buona domenica a tutti!

  288. Ip Address: 79.23.151.186

    Buongiorno a tutti. Niente da dire a parte una massima tanto per scrivere qualcosa: ” os habent, et non loquentur: oculos habent, et non videbunt” . ” hanno bocca e non parleranno, hanno occhi, ma non vedranno” ( salmo CXV la Bibbia).

  289. Ip Address: 217.200.201.208

    Buongiorno giorgione e ct anapoli, tutte belle ed azzeccate le vostre citazioni, sospesi tra Totò, sempre immenso, la Bibbia ed o. Wilde, consumiamo in relax la nostra domenica, saluto chi ama star qui per confrontarsi ed arricchirsi con i pareri di ciascuno di noi, serena domenica col catania nel cuore.

  290. Ip Address: 79.23.151.186

    A suo tempo pensavo che con Lo Monaco alle redini, Il Messina, sarebbe volato. Invece è precipitato ed ha fallito anche i play out che gli avrebbero permesso di mantenere la categoria. Forse un’altra lezione sul fatto che ciascuno deve fare il suo mestiere: allenatori gli allenatori, gli A.D. Solo gli A.D., i Predidenti i Predidenti e i procuratori i procuratori.

  291. Ip Address: 95.252.88.148

    Salve raga’!

    Ciao Catanese a Napoli e Gius65! 😉

    Gius65, gli aforismi e le barzellette almeno ci fanno sorride mentre le notizie (non notizie) da TdG ci fanno incazzare di brutto.

    Quello di Catanese a Napoli e’ bellissimo.

    Buona domenica a tutti!

  292. Ip Address: 93.39.209.83

    Nessuno mette soldi propri, tutti cercano di amministrare quello che passa il convento, riguardo il Messina penso che lm aveva deciso di lasciarlo al proprio destino visto che non ha trovato aiuti ne dai politici ne dai tifosi…evidentemente sperava in una piazza che rispondesse diversamente..errore gravissimo pensare che a Messina potesse ripetere anche in parte quello fatto a Catania

  293. Ip Address: 217.200.201.208

    Giorgione anche le tue massime sonobelle, non solo di quellantipaticone di ct a napoli… scherzo, chiaramente, ciao ct.., mangusta, condivido tuo commento, certo però che lm aveva costruito il Messina, e sono scesi di brutto.. lm e pulvi. erano alchimia unica.. non hanno pace come monadi solitarie… peccato.

  294. Ip Address: 91.253.243.199

    Buongiorno e buona domenica a tutti pari ,come oramai come di consueto niente da chiacchierare

  295. Ip Address: 91.253.243.199

    Giusto mangusta – Lomonaco a Messina cercava l’imprenditore della situazione un tipo ( franza) che poteva finanziare un nuovo progetto , peccato …….. Dopo due promozioni di fila di colpo si ritrovano di nuovo in CND

  296. Ip Address: 82.145.208.78

    Ciao mexxican, lo Monaco aveva dichiarato apertamente a tutti i problemi che c’erano ha Messina e che il progetto non poteva andare avanti con quelle situazioni che si erano create e quindi lui ha lasciato Messina dicendolo apertamente a tutti!!!quindi lo Monaco secondo il mio punto di vista e stato corretto con tutti dichiarando la sua posizione è intenzioni!!!! Quello che la società calcio Catania Spa non a fatto è non sta dicendo pubblicamente le cose come stanno ed è preoccupante……

  297. Ip Address: 79.23.151.186

    Ciao Giorgio, ti ringrazio per i complimenti, ma la massima di prima non e’ farina del mio sacco, però è’ pienamente rispondente al clima che ci tocca sorbire dal duo di piadena….pardon, di torre. Certo, come dice Giuseppe, quei due , intendo lo monaco e Pulvirenti, avevano creato qualcosa di speciale ed unico. Uno esperto di mercato e l’altro pronto a venirgli incontro, finché hanno voluto provare ad invertire le parti, il primo tentato a prendere la salernitana, l’altro a cercare di fare il mestiere di lomonaco. Da quel momento abbiamo assistito al venir meno delle loro fortune e, insieme alle loro, quelle del nostro Catania, oramai alla mercé dei nuovi barbari, pronti al saccheggio e a far man bassa di tutto. Matteocifalotu, la società (quale) non parla perché la sua arroganza non permette un confronto con la piazza: che devono dire? Che nuovamente non si sono dimostrati all’altezza del loro compito? Che dovranno svendere un po’ di giocatori per rientrare con le spese? Che stanno ricorrendo ad un fondo estero per racimollare un po’ di soldini? Un saluto a tutti gli amici !

  298. Ip Address: 91.253.242.133

    Calcio: disordini Messina-Reggina, arresti
    31.05.2015 14:35 di Andrea Carlino
    Fonte: ANSA
    articolo letto 10 volte

    foto ANSA
    (ANSA) – MESSINA, 31 MAG – Nove tifosi sono stati arrestati a Messina dopo i tafferugli scoppiati ieri alla fine della gara di Lega Pro Messina-Reggina, finita 1-0 per la squadra ospite e che ha condannato alla retrocessione i giallorossi. Lievemente feriti 3 agenti. Digos e Squadra Mobile di Messina durante la notte hanno visionato il “film” della partita per identificare e poi arrestare alcuni degli autori degli scontri con le forze dell’ordine. Il più grande ha 44 anni, il più piccolo 21. Denunciato un sedicenne.

  299. Ip Address: 95.238.43.217

    Buongiorno a tutti, amici miei.

    Notizie giornalistiche dicono che non avendo fiducia: “Il tifo organizzato del Catania snobba gli abbonamenti” !!

    Fiat voluntas duo Pulvi-Cosentinus.

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare!

  300. Ip Address: 91.253.242.133

    Evvai ho fatto 300

  301. Ip Address: 217.200.201.208

    Post297di ct a napoli semplicemente ineccepibile. Quanto a lm, vero che è stato corretto con i buddaciuni, ma rimane il fatto che la squadra l’ha costruita lui, male mi pare ovvio. E saiche se ne fanno oggi i cuginetti. della correttezza di lo monaco, chi lo scrive vada in po a parlare con loro…

  302. Ip Address: 93.39.248.127

    dopo aver letto dell’arresto di nove tifosi del Messina,,mi son detto……cacchio non mi pare giusto lasciare una squadra senza piu neanche un tifoso…

  303. Ip Address: 94.160.254.84

    E certo mangusta poi ai tifosi irpini chi gli prepara la colazione ?

  304. Ip Address: 217.200.201.208

    Nooo mangusta e mexxican, poi il cattivone sarei io.. ottimi post,certo i messinesi a sto punto lm ce lo renderebbero.. ma scusate, quale Messina è. sceso? Negli ultimi dieci anni hanno cambiato 25societa’diverse…

  305. Ip Address: 95.252.88.148

    Buonasera raga’!

    Il nipotino sta cenando e io vi do la buonanotte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  306. Ip Address: 82.145.209.91

    Gius65 sempre a pungere stai!!! Smettila di fare la prima donna e pure prepotente, che palle non si può scrivere più niente senza il tuo consenso ?! ?! ?! ?! Leggo tutto e dopo ogni messaggio ci sei tu onni presente di sapienza!!! Avrò il diritto almeno di dirti pure questo o prepotentemente non ti sta bene?? Ti ricordo che da quando è nato sto sito ognuno ha il diritto di scrivere quello che gli pare in modo sempre garbato e anche senza argomenti, hanno avuto spazio anche amici palermitani!!! Ma siccome a te piace confrontarti con tutti da come ho capito, mi sembri abbastanza esagerato!!! Non prenderla a male ma io sono così, se devo esprimere quello che penso di una persona lo scrivo, non ti conosco personalmente e credimi dalla tua presunzione e aria che ti dai non ho nemmeno il piacere di conoscerti…….. E con questo o chiuso di scrivere sul sito, saluto tutti gli amici e mi concedo!!!!!

  307. Ip Address: 79.23.151.186

    Scusa Matteo, ma io non ho notato nulla di strano sull’ultimo post di Giuseppe. Era solo una battuta e non credo che volesse smentire i post di Mexxican e di mangusta. Perché te la sei presa così? Comunque, mi dispiace che non vuoi più scrivere, perché e’ bello confrontarsi con tutti. Secondo me tu e Giuseppe vi dovreste incontrare davanti ad un caffè o una granita perché , ne sono sicuro, risolvereste immediatamente i fraintendimenti che inevitabilmente i post concedono. Un saluto anche a Giuseppe che ritengo una persona speciale, sebbene il suo amore per la nostra squadra lo porti a scaldarsi come tutti noi del resto.

  308. Ip Address: 82.145.209.91

    Ciao Catanese a Napoli, non c’entrano niente mexxican e mangusta, lui voleva smentire me!!! Ciao……

  309. Ip Address: 217.200.201.208

    Leggo divertito certi sfoghi.. Evidente a mangusta e mexxican che scherzavamo sulle disavventure dello stretto, poi abbiamo problemi di zanzare.. Colpa di vale.. ct a napoli, chi rifiuta il confronto su temi concreti dopo averli posti con grande sicurezza merita insieme alla granita un sorriso di compatimento.Nulla da aggiungere, si commenta da solo.

  310. Ip Address: 217.200.201.208

    Ps darmi del prepotente.. la prendo per incontinenza verbale, al prox querelo,ultimo avviso.

  311. Ip Address: 82.145.209.91

    Gius65 non c’è bisogno che mi compatisci!!! Io con te non ho niente da confrontare, se accettiquello che uno scrive bene se non lo accerti non continuare a stuzzicare perché tu sai più degli altri………. Non è nel l’indole mia di criticare fortemente una persona, ma se mi manca di rispetto con la presunzione di essere superiore non lo tollero io!!! Ma con questo ho finito veramente di scrivere qui tolgo il disturbo, sorridi, sarai contento…..

  312. Ip Address: 79.23.151.186

    Rimango convinto che vi dovreste incontrare davanti ad un caffè. Sono sicuro che vi chiarireste senza problemi. Altra papera di Andujcar pochi minuti fa. Mi Sa che il Napoli non lo riscatterà e tornerà a torre del grifo. Un altro da piazzare da un’altra parte al più presto.

  313. Ip Address: 217.200.201.208

    Matteo non sorrido proprio, maledetti complessi di inferiorità, dal tuo punto di vista hai ragione. Non sei abituato e ti sembra orribile essere contraddetto, sai, a me capita ogni giorno,per mestiere maledetto che ho scelto. D’accordo Matteo, ti prometto che da me non avrai commenti neanche in via indiretta. Non voglio litigare Matteo, quindi scrivi quanto e quando vuoi, importante è.rispettarci, anche senza incontrarsi o confrontarsi. Non so la tua età ma sono grande per ste scemate, dai Matteo, chiudiamola qui sta polemic, imbarazziamo gli altri, chiudi amola per rispetto di tutti.

  314. Ip Address: 79.23.151.186

    Oggi Gillet compie 36 anni. Con tutto il rispetto, non credete che Terracciano sia superiore a lui anche in chiave futura?

  315. Ip Address: 94.160.166.33

    Notte a tutti , e mi raccomando da domani scriviamo di più ,così a mister cosentino ……….gli fischiano le orecchie

  316. Ip Address: 217.200.201.208

    Notte mexxican a te e tutti, cosentino mi pare santu ca non sura…. Su questo mi aspetto una perla di saggezza di ct a napoli, grato per iltermine speciale.., o di giorgione. Saluto mangusta, di cui apprezzo l’ironia, invito Matteo a scrivere tutto ciò che gli passa per la testa, parliamo di pallone.. Per dirla alla perplesso, virtùale amico di entrambi.

  317. Ip Address: 79.23.151.186

    Bella questa massima Giuseppe, permetti che la completo? “E’ inutili ca ‘ ntrizzi ie fai cannola, u santu ie rri mammuru e non sura”. Tradotto: e’ inutile che fai le treccine ed i boccoli, il santo e’ di marmo e non suda. Bel proverbio che non ha bisogno di commenti, tanto e’ azzeccato sulla dirigenza.a questo punto rispondo con questo napoletano che dia forza al malumore della piazza : ” u pappici rissi a nuci: rammi tempo ie ti spurtusu” cioè il verme disse alla noce, dammi tempo e ti buco.

  318. Ip Address: 91.253.201.100

    Perfetto ed efficace CT a Napoli oltreché divertente…quello napoletano non lo conoscevo..OK,grazie per aver sdrammatizzato con garbo e pacatezza che ti sono proprie..

  319. Ip Address: 37.227.117.106

    Buongiorno a tutta a cumacca

  320. Ip Address: 95.252.88.148

    Buongiorno raga’!

    Stamattina ancora un’altra bella giornata e la temperatura e’ buona.

    Ciao Catanese a Napoli, Mexxican, Gius65 e Matteocifalotu!

    Matteocifalotu, come scrissi l’altra volta tutti possono criticare e sono d’accordo con Catanese a Napoli dell’invito di non andartene via da questo sito.

    E aggiungo che con Gius65 sono in contatto telefonico e anche su whatsapp.

    A pelle non e’ quella persona che descrivi e lo penso anche su di te.

    Se abitassi a Napoli ti inviterei con Gius65 a mangiare una bella sfogliatella calda e relativo drink.

    Buona giornata a tutti!

  321. Ip Address: 217.200.203.43

    Divergere sul concetto di sito pubblico, dove a differenza dei colloqui privati, una volta determinate più volte le proprie certezze sugli equilibri societari, è inevitabile essere chiamati al confronto, non è la fine del mondo. Ieri mi sono confrontato su sito chiuso con Michele, uno dei leader della nord, ed altri rappresentanti della tifoseria, senza che alcuno mostrasse allergia al reciproco confronto. Ci sta, signor Matteo, che dopo mesi di io lo so io l’ho detto, tuoi non miei, tuoi sottolineo, a proposito di presunzione, ti cchiedessi il perché… Non ti chiederò altro, la tua reazione, nei miei confronti oggettivamente scomposta, rende chiaro che sto scrivendo al nulla del nulla. Non tornerò su questo argomento perché non mi piace e si deve rispetto a tutti gli altri che non sanno che farsene di sta storia inutile.

  322. Ip Address: 88.41.50.162

    Leggendo l’editoriale se “La Sicilia” di oggi, la prima riflessione che viene è quella di sconcerto; il giornalista e la redazione sportiva in genere, non hanno capito nulla del comunicato dei tifosi del catania, o non hanno capito o, molto più probabilmente, fanno finta di non capire; non voglio pensare che siano indirizzati da qualcuno a far finta di non intendere.

    La piazza non è delusa esclusivamente della squadra, che ha mille scusanti già analizzate profondamente, la piazza è delusa dalla Società, da colui che dice ancora di essere il Presidente e dal suo fido scudiero;
    il comunicato non dice che la tifoseria vuole in primis che si allestisca una squadra forte per il prossimo anno, la piazza vuole che la Società faccia chiarezza, faccia finalmente quella resa dei conti auspicata giornata dopo giornata dello scorso campionato; vogliamo sapere la verità societaria, vogliamo un filo diretto, vogliamo che i responsabili di due anni di scelleratezze vengano fuori e che dicano cosa hanno intenzione di fare e magari ( sarebbe troppo augurarsi ciò) chiedano scusa per certe scelte ( Pellegrino, maniata di argentini lavativi, Ventrone) vergognose e per certi proclami estivi che sanno di barzellette alla luce dei risultati poi ottenuti;

    la tifoseria non si farà abbindolare dall’acquisto di nomi altisonanti e credere alle menzogne di ogni estate, tipo Europa league e promozione in A già in tasca, i nomi non fannoi classifica, ci siamo già cascati due anni;
    la tifoseria vuole sapere, pretende di sapere perchè colui che si è occupato del mercato gli scorsi anni, trascinandoci nell’inferno della B e sull’orlo del baratro della Lega Pro, oggi anziche avere la coda tra le gambe, appare come ringalluzzito dopo questi “trionfi”; Egli si sta già occupando di faccende non di propria competenza, e non ha alcuna intenzione di passare la mano a chi fa questo lavoro per mestiere.

    Insomma vergogna su vergogna; non solo il danno, ma adesso anche la beffa.
    personalmente dubito parecchio sulla cifra di 20.000 ma toglierei uno zero; la gente si è rotta…..

    Questo è il succo del comunicato; ma mi rendo conto che ci vuole un po di mente sopraffina saper leggere tra le righe ciò che i tifosi hanno scritto in maniera molto chiara; poi ci si lamenta perchè la nostra stampa locale non ha mai abbandonato la veste di provincialismo tipica del giornalino di quartiere; il servilismo porta alla negazione dell’evidenza, ma da fastidio la presunzione di poter prendere in giro una classe di persone, la tifoseria in questo caso, contando sul fatto che costoro sono mossi dalla passione che gli chiude gli occhi e le orecchie; non è così affatto.

    PS; Matteo e Giuseppe, parliamo del Catania, vi va? 😉

    Giorgio, per la sfogliatella ci sono anche io; andrei sulla frolla……..e su qualche babà di quelli vostri…..

  323. Ip Address: 217.200.203.43

    Il problema caro perlesso, è che condivido il tuo post e le tue conclusioni totalmente.. La stampa, nella migliore delle ipotesi, mi riferisco alla Sicilia, è assolutamente fuori dal mondo.. Il nostro.

  324. Ip Address: 37.227.33.40

    La stampa ‘de la Sicilia ‘non è fuori dal mondo ma semplicemente in accordo con la società calcio CATANIA

  325. Ip Address: 217.200.203.43

    Si mexxican, sai sono pure molto pavidi…

  326. Ip Address: 79.23.151.186

    Oramai solo i tifosi rappresentano al meglio il calciocatania

  327. Ip Address: 217.200.203.43

    Ciao ct a napoli, premesso che davvero la nostra tifoseria è speciale, dobbiamo, temo, abituarci all’idea della mutazione genetica della società cc catania, che non è più quella che siamo stati abituati a vedere negli ultimi anni. Non rileva chi sia il proprietario se chi decide chi determina le scelte strategiche sugli apporti dei finanziamenti e su chi, gea, con quei soldi deve portare i giocatori, è un altro soggetto.. Come bene diceva ieri Michele Spampinato, possono portare undici campioni, ma se la gestione delle risorse e dello spogliatoio rimane identica, la discesa in lega pro .solo rinviata.

  328. Ip Address: 92.134.96.51

    Ciao a tutti, leggo con piacere la lettera di addio di Mihajlovic alla sampdoria….una frase o meglio un consiglio mi é particolarmente piaciuto :”E infine dissi che noi non avremmo fatto come i perdenti che trovano sempre una scusa, ma come i vincenti avremmo trovato una strada. E anche qui la promessa è stata mantenuta. Non ci siamo mai lamentati, e abbiamo imboccato la strada per crescere in classifica e come gruppo”……………………………………………………………………….
    ps questi sono i segreti importanti per avere successo……cui ne aggiungerei uno : non avere zanzare che ti ronzano attorno!

  329. Ip Address: 95.252.88.148

    Ciao raga’!

    Ho un attimo di tempo!

    Perplesso, volentieri per la sfogliatella e un baba’ (genuino) e non quel baba’ di Cosentino! 😀

    Raga’ devo andare perche’ il nipotino Dario mi spinge a lasciare il PC! :mrgreen:

    Buon appetito!

  330. Ip Address: 93.39.218.56

    Matteucifalotu non prendertela gius 65 si accende facilmente è successo pure con …ma dopo abbiamo chiarito come giusto che sia. Purtroppo talvolta va in “autocombustione” e deve confrontarsi a tutti i costi con qualcuno altrimenti va in astinenza da confronto ( evidentemente trattasi di avvocato) ma a pancia sono sicuro che sia uno di quelli che si fa in 4 per un amico. Riallacciandomi a quest’ultimo concetto, visto che lui ritiene essere un asso nel confrontarsi, di farlo col duo pulvirenti.cosentino in modo da sfasciarli per tutti noi. Un saluto a tutti e in particolare a gius 65 e Matteo che spero rimanga a scrivere, d’altra parte più delle fesserie che scrivo io penso lui non riesca vero gius scherzo un abbraccio a tutti

  331. Ip Address: 91.253.193.81

    OK mangusta, colpito io ed affondato.scherzo,ricambio i tuoi saluti per non andare in autocombustione.. Rischerzo.

  332. Ip Address: 151.54.85.136

    Ore calde per il calciomercato del Catania. Secondo Alessio Alaimo di Tuttomercatoweb i prossimi giorni saranno di cruciale importanza per ciò che concerne il nuovo allenatore.

    Scontato l’addio di Dario Marcolin (sul quale c’è il forte interesse del Mantova), la priorità avrebbe le sembianze di Pasquale Marino, con un possibile outsider proveniente dall’estero come soluzione secondaria.

    Per quanto riguarda il mercato dei calciatori, sempre secondo TMW, la permanenza ai piedi dell’Etna di Gillet e Rosina sarebbe tutt’altro che scontata. Per entrambi si avvicinerebbe infatti la cessione, con la volontà del Catania di puntare su Terracciano tra i pali e di ritornare al 4-3-3 come modulo standard, schema quest’ultimo poco consono alle caratteristiche del fantasista calabrese.

    Fonte TMW.
    Già sanno anche il tipo di modulo che la squadra adotterà.
    Ma chi le dice queste cose se ancora il Genio societario non ha scelto il tecnico ?
    Sembra stiano progettando come divertorsi col giocattolino nuovo, vuoi vedere che assisteremo a un duo in panchina?
    Cosentino-Pulvirenti
    Magari il primo, maestro nell’inventarsi mestieri, avrà qualche patentino argentino di allenatore……

  333. Ip Address: 213.118.194.217

    Allora….

    Innanzi tutto buon pome a tutti!!

    Caliaiò va al leeds o all’atalanta, gillet se ne va rosina se ne va, mazzotta se ne va….piu altri prestiti, alcuni in prestito che torneranno nn rimarranno, come spolli, lodi…

    Allenatore se ne va, delli carri ha giá rescisso il contratto……

    I tifosi giustamente nn sottoscrivono l’abbonamento dopo la stagione fallimentare

    Con cio ke rimane non si puo fare neanche una squadra da calcio a 5 ahahahhaha

    Tutte risatone.

    E poi scusatemi….una societá che sa gia ke non salirá in serie A e lo sa gia da piu di 2 mesi, è mai possibile ke si inizi a muovere solo a campionato finito???

    Il motto per La campagna della prossima stagione sará fatto dai tifosi….#Affanculo…

  334. Ip Address: 213.118.194.217

    Soezzo una Lancia per GIUS65 che ho avuto il piacere di incontrare, persona squisita, un tifoso vero, magari a volte per iscritto non si capiacono bene i toni…e magari si puo fraintendere, e poi scriviamo su un muro, e credo sia normale esporre discutere delle proprie idee e confrontarsi….

    E ogni tanto scaldarsi ci vuole pure!!!

    Ahahahah

    Un saluto a tutti

  335. Ip Address: 93.47.60.198

    Magari avessero in mente un modulo, significherebbe che la squadra verrebbe costruite su basi tecniche e non per interessi diciamo personal societari. Per me poi gillet e Rosina non sono fondamentali, anzi per me Rosina è una zavorra, rallenta il gioco, trotterella, in b serve corsa forza fisica e gamba, appartiene a quella razza di giocatori che un allenatore deve scervellarsi per dare equilibrio alla squadra tranne che ti chiami Maradona, Messi, Baggio anche se paradossalmente quest’ultimo ha avuto problemi con allenatori importanti. Riguardo l’attaccante serve uno tra calaio e maniero, l’altro deve essere una riserva forte ma una riserva, ancora più importante è una seconda punta da 15 gol tipo Sansone del Bologna con l naturale altra riserva per avere più scelte di gioco. La b di quest’anno con Frosinone e carpi ha dimostrato che più che i nomi ci vogliono, palle,f game, forza fisica e sacrificio il resto chiacchiere…Minesso del cittadelle a letto ex panatinaikos se lo sarebbe mangiato

  336. Ip Address: 213.118.194.217

    Giusto Mangusta d’accordo con te,

    Anche se il Rosina di inizio campionato nn era male, il probl ma è che ad inizio campionato giocavanomsolo rosina e Calaiò il resto era comparsata.

    Comunque u pisci feti da testa…

  337. Ip Address: 94.160.120.109

    CATANIA, Cosentino vuole mercato oculato
    01.06.2015 18:17 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 439 volte

    L’amministratore del Catania Pablo Cosentino lo ha fatto intendere: gli errori del passato non si ripeteranno. Nessuno in via Magenta ha più intenzione di fare rivoluzioni a gennaio come avvenuto in questa tribolata stagione. Ecco perché si è deciso a Torre del Grifo di fare un mercato oculato senza affrettare i tempi per puntare alla Serie A. Cosentino è consapevole che bisognerà operare in linea con l’ambizione e la tradizione della società e sta valutando tutte le cose per prendere le giuste decisioni tra un po’ e comunque dopo aver tesserato il nuovo l’allenatore. Insomma, al di là delle prime chiacchiere di mercato che si fanno a Catania, con nomi di calciatori di A accostati al club dell’Elefante, la dirigenza etnea, secondo quanto appreso da Itasportpress.it, non ha intenzione di ingaggiare qualcuno a breve termine né tantomeno sono state avviate delle trattative con calciatori senza contratto. Il mercato del Catania inizierà a fine giugno e sarà un’ estate bollente visto che molti elementi dell’attuale rosa partiranno e altri arriveranno.

  338. Ip Address: 151.82.185.10

    Buonasera a tutti i tifosi del sito. Probabile che gli errori sono iniziati anche prima di Cosentino..Pero’ in serie A si vedevano con occhi diversi.. Pulvirenti ha finito poi per affidarsi ad un avventuriero.. Penso che i due non siano gia’ piu’ a Catania.. ma chissa’ dove…. Non saprei, chiedo lumi…
    P.s. Ciao Giorgio 😉 pratico anche l’arte venatoria.. ed a 1200mt. non e’ difficile..
    Buona serata a tutti.. 😉

  339. Ip Address: 95.252.88.148

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  340. Ip Address: 94.160.120.109

    SAMPDORIA, è già finita con Bergessio. In arrivo la risoluzione del contratto
    01.06.2015 21:12 di Andrea Carlino
    articolo letto 6 volte

    Gonzalo Bergessio e la Sampdoria, prove di addio. Per l’attaccante argentino, secondo quanto raccolto da ‘TMW’, è infatti in arrivo la risoluzione del contratto con la società blucerchiata. L’accordo è già stato trovato, manca solo l’annuncio ufficiale.

  341. Ip Address: 95.252.88.148

    Copia e incolla da MeridioNews

    Catania, il possibile contributo di Doyen

    Russo: «Attenzione alle conseguenze»

    MARCO DI MAURO 1 GIUGNO 2015
    SPORT – Pippo Russo, giornalista esperto di strategie economiche del calcio, parla del fondo di investimento di cui è a capo Nelio Lucas, in ottimi rapporti con Pablo Cosentino. «Finanzia club in crisi, ma alla lunga il rischio è la perdita dell’autonomia gestionale». Critico il suo giudizio sulla dirigenza

    Pippo Russo è un giornalista siciliano. Scrive di calcio e nel 2014 ha pubblicato un libro dal titolo Gol di rapina (il lato oscuro del calcio globale). Un lavoro nel quale si ricostruisce l’articolata matassa che muove i trasferimenti dei calciatori da un club all’altro. In questi affari, un ruolo di primo piano viene attribuito ai cosiddetti fondi di investimento. «Sono dei gruppi di investitori che finanziano i club nell’acquisto dei calciatori oppure comprano loro stessi il cartellino», spiega Russo.

    Nel libro si fa spesso riferimento al Doyen sports investments, fondo di investimento con sede legale a Malta che mantiene rapporti di lavoro su quasi tutto il territorio calcistico mondiale. In questo mosaico di relazioni, secondo il giornalista, ci sarebbe anche il Catania. «L’amministratore delegato Pablo Cosentino e il capo del fondo Nelio Lucas sono in ottimi rapporti – sottolinea Russo – almeno a partire dal luglio 2013». Accadde proprio allora che «Cosentino, Lucas, il presidente della Lazio Claudio Lotito, quello del Genoa Enrico Preziosi e il vice presidente del Milan Adriano Galliani si incontrarono in un albergo di Taormina». Non un hotel a caso ma «uno di proprietà del presidente del Catania Antonino Pulvirenti. Partecipò anche lui alle riunioni».

    Quegli incontri, raccontati dalla stampa con articoli e fotografie, sono tornati recentemente di attualità. Doyen è stato indicato tra i soggetti interessati alla trattativa per la cessione del Milan. «Non mi risulta che il fondo abbia mai comprato quote di un club, opera diversamente», continua Russo: «Se una società chiede aiuto, magari perché ha poca liquidità o ha i conti in rosso, Doyen può farle un prestito ma attenzione, il tasso di interesse può essere elevato». Esistono dei precedenti: «Al Santos, club brasiliano, è stato praticato un tasso del 48 per cento, e non è riuscito a restituire il denaro – prosegue – Alcuni giornali spagnoli sostengono che i due milioni prestati al Gijon nel 2011 siano diventati sei. Il passivo del club pare abbia raggiunto i 30 milioni».

    La prossima stagione il Catania è chiamato a riconquistare a tutti i costi la serie A. Altrimenti, come spiegato a MeridioNews da Marco Bellinazzo (esperto de Il Sole24 ore), «il club dovrà riprogrammare il futuro e ripartire dai giovani per mantenere i conti in ordine». Il campionato si prospetta molto competitivo e investire sul calciomercato potrebbe essere fondamentale. Tuttavia, alla società mancheranno sia i soldi delle pay-tv (nell’ultimo bilancio valevano da soli il 76 per cento del fatturato netto) che il paracadute milionario ricevuto dopo la retrocessione in serie B.

    In questo scenario Doyen potrebbe investire nel Catania? La risposta di Russo: «Potrebbe finanziare il club. Ciò significa investire dei capitali per guadagnarne di più». Se ciò accadesse «sarebbe interessante conoscere i termini dell’eventuale operazione». E puntualizza: «I rapporti che possono nascere tra un club e un fondo di investimento, possono determinare una condizione di dipendenza economica e di perdita dell’autonomia gestionale».

    Il punto di vista di Russo è critico anche sull’operato del Catania. Il presidente Pulvirenti, negli ultimi due anni si è affidato a Cosentino, definendolo una risorsa per il club: «Se è una risorsa, a mio avviso non lo è certamente per il Catania. Ha acquistato giocatori dal valore non eccelso e non risulta abbia portato con sé dei capitali. In due anni di gestione il Catania è passato dall’ottavo posto in serie A fino al rischio retrocessione in Lega Pro». Conclude Russo: «I risultati parlano a suo sfavore, sono dati oggettivi».

  342. Ip Address: 151.54.85.136

    Ma a me scoppia il cervello a leggere certe cose, incredibile.
    Cosentino qua, Cosentino la…..ma nessuno che stigmatizza, eccetto Russo, come la risorsa sia stata un fallimento per se ma soprattutto per gli altri, dove altri sta per Catania.
    Ma che lo intervistano a fare? Chi gli crede ormai? Ha costruito tre squadre, una per la A e due per la B con risultati che forse fare peggio sarebbe stato difficile, anche a volere fare peggio.
    È ancora esiste chi gli dà credito ? Ma allora il DS del Carpi dove dovrebbe andare? Al Barcellona immagino….invece lo intervistano, gli danno credito, ma ignoratelo che è meglio, è penoso che si cerchi di far passare per professionista un dilettante come lui.

    Io divento matto, c’e gente che è scomparsa solo per aver fallito mezza stagione e lui dopo due anni di figuracce, cavalca l’onda ancora con una sfacciataggine che fa rabbrividire…..assurdo.

  343. Ip Address: 87.11.91.55

    Meglio ca ni ni iemu a cuccari. Sentu iaria ri malutempu .

  344. Ip Address: 151.35.57.18

    Leggendo la maggior parte dei commenti traspare un forte pessimismo, ormai si è capito che il disastro sportivo è coinciso con l’arrivo di Cosentino, perciò è inutile far girare sempre lo stesso disco, ora bisogna pensare alla prossima stagione cercando di essere positivi.
    Cosentino è rimasto al suo posto, bene, nessuno può fare niente. Credo che ormai anche lui ha preso coscienza degli errori commessi in passato, e come tutte le persone normali cercherà di non ripetersi, vediamo cosa farà nelle prossime settimane e poi chi non sarà contento del suo operato potrà sempre rinunciare alla visione delle partite che sia allo stadio o in televisione; per quanto mi riguarda io non me ne perderò (se Dio vuole) neanche una, perché il catania fa parte della quotidianità di noi tifosi e anche quando ti fa soffrire, innervosire, incavolare ecc. rimane sempre dentro di noi. Buona giornata a tutti voi.

  345. Ip Address: 95.252.88.148

    Buongiorno raga’!

    Ciao C-18! 😉

    Anche oggi bella giornata con la temperatura leggermente calda.

    Malgrado la nostra richiesta di andarsene, l’uomo di Miami persiste nel suo intento cioe’ come “Nerone” vuole “bruciare” il Catania! :mrgreen:

    Ciao sandrone, allora sei un tiratore “scelto”?

    Quando passa una “quaglia” proveniente dal Sud e precisamente da TdG cerca di mirare bene e colpisci i suoi gioielli! 😆

    Aforismo sulla caccia:

    La caccia sarebbe uno sport più interessante se anche gli animali avessero il fucile.
    Anonimo (attribuito a Groucho Marx – vedi Citazioni errate).

    Buona giornata a tutti!

  346. Ip Address: 95.252.88.148

    Salve ragha’!

    Ridiamo un po’.

    “Ci dovrebbe essere un giorno – solo uno – in cui ci sia caccia aperta ai politici.”
    WILL ROGERS

    quando piove e tira vento il cacciatore perde tempo
    __________________
    Il cane è l’anima della caccia
    César François Adolphe d’Houdetot

    Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia. (Otto Von Bismark)

    Uno che va a caccia di guai… che cane usa?

    L’uomo e’ cacciatore; la donna pescatrice. (Victor Hugo)

  347. Ip Address: 87.11.91.55

    Buongiorno a tutti, ragazzi. Oggi Giorgio si è’ proprio scatenato con le sue massime sulla caccia. A proposito: quando si apre quella ai procuratori esteri? Un caro saluto anche a C18, dalle cui parole traspare quell’amore viscerale per la nostra squadra che non ci abbandona, malgrado tutti e tutto. Dalla mia cucina si alza un profumino di salsiccia al sugo. A dopo! Il richiamo dell’ olfatto e i crampetti allo stomaco mi spingono a lasciarvi momentaneamente. Buon pranzo a tutti voi.

  348. Ip Address: 95.252.88.148

    Ciao Catanese a Napoli! 😉

    Il primo piatto per me sono i mezzani alla siciliano, guarda un po’! 😆

    Buon appetito a tutti!

  349. Ip Address: 91.252.50.197

    Buongiorno a tutti e buona festa della republica ( a cu ci criri ) sono quasi ubriaco dopo che ho mangiato da Dio solo la maglia

  350. Ip Address: 91.252.50.197

    CATANIA, escluso un ritorno, Spolli vuole restare in A
    02.06.2015 12:25 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 395 volte

    Nicolas Spolli ha concluso il suo semestre a Roma e adesso resta incerto il suo futuro. A Catania sembra difficile un suo ritorno e il giocatore vuole solo la A come ha dichiarato a Tmw. “Vado in vacanza e cerco di allenarmi al massimo. Ho due anni di contratto con il Catania, dove ho tanti amici. Vedremo cosa viene fuori, ne parlerò con la società. Mi piacerebbe continuare a giocare in serie A, domenica dopo cinque mesi ritrovare la massima serie è stato un grande piacere. Mi sono goduto al massimo i novanta minuti contro il Palermo, vorrei continuare a giocare in serie A”.

  351. Ip Address: 87.11.91.55

    Ah che bella pancia piena! Caro Spolli, con tutto il bene che ti voglio e ti ho voluto, che tu voglia rimanere in serie A me ne compiaccio, ma non ci tengo comunque ad un tuo ritorno. Il tuo tempo alle falde dell’Etna lo hai fatto.

  352. Ip Address: 91.252.99.197

    CATANIA, la Federbet denuncia alla magistratura 4 partite sospette
    02.06.2015 15:05 di Andrea Carlino
    articolo letto 497 volte

    Catania protagonista di quattro partite sospette di combine: a denunciare il club siciliano è il Rapporto 2015 di Federbet, federazione europea di contrasto al match-fixing, presentato oggi al Parlamento Ue di Bruxelles. I quattro match sospetti della squadra etnea sono quelli del 16 novembre 2014 contro il Trapani, del 24 aprile con la Ternana, dell’11 aprile ancora con il Trapani e del 16 maggio con il Cittadella, tutte partite sulle quali Federbet ha registrato dei flussi anomali di scommesse, in particolare sui risultati del primo tempo e finali e l’Over (il numero minimo di gol). “A febbraio Federbet – ha detto il segretario generale Francesco Baranca – ha denunciato alla polizia di Busto Arsizio diverse partite di Lega Pro, la settimana prossima denunceremo agli inquirenti anche le partite del Catania. I numeri parlano chiaro – spiega ancora Baranca – e ci dicono che ci sono stati dei tentativi di combine. E’ facile individuare questi casi ma le istituzioni sportive sono passive, per questo abbiamo deciso di passare a denunciare i fatti alla polizia”.

  353. Ip Address: 91.252.99.197

    CATANIA, un allenatore che vuole rilanciarsi nel mirino
    02.06.2015 15:49 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 154 volte

    Un tecnico esperto che possa portare il Catania in Serie A subito. Se non è un’ossessione poco ci manca. L’ad etneo Pablo Cosentino valuta alcuni profili e cerca di fare presto per portare alle pendici dell’Etna un allenatore esperto con cui fare un programma serio per la scelta dei giocatori che comporranno la prossima squadra rossazzurra. Piacciono Pasquale Marino e Pierpaolo Bisoli, ma nelle ultime ore un mister esperto è entrato nella lista del dirigente argentino: si tratta di Mimmo Di Carlo allenatore con buona esperienza anche in categorie superiori ed artefice, tra le altre cose, del miracolo Mantova nel 2006-07.

    Di Carlo è reduce dall’amara retrocessione di Cesena ed aspetta l’occasione giusta per rilanciarsi e per aprire un progetto importante e vincente, possibilmente in una piazza calda e passionale dopo aver lavorato per anni in ambienti decisamente più freddi rispetto a Catania. Se Cosentino dovesse scegliere l’ex trainer del Chievo, è evidente che la volontà sarà quella di prospettargli un programma a lunga scadenza con la prospettiva immediata del salto di categoria e la valorizzazione di qualche giovane. Di Carlo. A Catania ancora ricordano il calcio che l’ex allenatore Silvio Baldini gli rifilò durante un Parma-Catania. Il ruspante allenatore toscano, con una mossa da kick boxing, provò a rispedirlo nella sua Cassino. Adesso Cosentino vuole dare un calcio alla B e Di Carlo sembra il tecnico giusto.

    MODULO – Il sistema di gioco preferito da Di Carlo è il 3-5-2. Il 51enne di Cassino, che ha una percentuale del 30% di vittorie, il 32% di pareggi e il 37% di sconfitte, è molto bravo a preparare le partite in fase difensiva. Le sue squadre sono molto corte ed equilibrate e sfruttano il contropiede con esterni rapidi e veloci.

  354. Ip Address: 87.11.91.55

    Se non ricordo male, nel primo tempo della partita di ritorno ci fu il rigore per il Trapani con la rete di Terlizi. Ma allora è’ stato l’arbitro a fare la combina? Ma non diciamo cavolate! Parliamo di cose più attinenti alla nostra squadra.
    Tutto calciocatania riporta le parole di Delli Carri che dice che De Zerbi era una sua idea. L’ha seguito nel Foggia e ne è’ rimasto stupito per il suo modo di fare calcio con un gioco innovativo. Un allenatore molto interessante che il tempo premierà. “Io e Roberto ci siamo sentiti in due o tre circostanze più che altro per parlare di calcio, perché a me piace molto chiacchierare con un allenatore prima di una sua eventuale chiamata. Roberto sapeva già da tempo che sarei andato via da Catania e abbiamo fatto una semplice chiacchierata sul suo modo di esprimere calcio. Non so se poi la dirigenza Etnea prenda una decisione su De Zerbi, perché era una mia idea. Il mio futuro? Sto aspettando di vedere dove ci sia la volontà di costruire qualcosa che è la cosa più importante per me. Vorrei riprendere subito a lavorare: a Catania ho fatto sei mesi importanti ma ci siamo separati perché, purtroppo, non c’era lo stesso modo di pensare da ambo le parti.ci tengo a precisare che sono rimasto in ottimi rapporti con Pulvirenti”.
    Leggendo tra le righe, seri dubbi saltano fuori:
    1) a Catania non si può costruire nulla nel presente?
    2) il modo di pensare suo divergeva da quello di qualcun altro?
    3) se si è lasciato in ottimi rapporti con Pulvirenti, ma non parla dell’a.d., allora la causa sta li?
    A voi le riflessioni al riguardo.

  355. Ip Address: 87.11.91.55

    Ancora tuttocslciocatania,.com riporta le presenze medie della tifoseria catanese che si attesta al 17mo posto di tutti i campionati, serie A,B e lega pro di quest’anno con 13.476. Questo dato rappresenta la seconda della serie b preceduti solo dal bari. Considerata la categoria e i bocconi amari che dagli spalti i nostri tifosi hanno dovuto ingoiare, precisamente 4 sconfitte interne e 7 pareggi, veramente un plauso di vero cuore a tutti coloro che hanno sostenuto la nostra maglia in diretta dal Massimino alla fine .min pensiero, inoltre a quegli eroi che nei campi avversi hanno potuto festeggiare solo 2 volte, che hanno visto i rossazzurri non soccombere per 6 partite e un fraterno abbraccio a coloro i quali, purtroppo, si sono rattristati per le 13 figuracce subite.
    E a questa tifoseria, additata come esempio dai media sportivi, e i cui biglietti venivano offerti a prezzi mai scontati, anche quando le esigenze di classifica lo imponevano, non si rivolge neppure un grazie da parte di chi ad agosto aveva assicurato una facile risalita?

  356. Ip Address: 91.252.32.197

    Ciao CT a Napoli. Giusta la tua osservazione in merito alla nostra tifoseria che nonostante l’assenza societaria e i risultati deludenti mostra sempre un grande affetto e passione ,secondo me c’è da vedere l’organizzazione delle trasferte dove manca qualcosa…………….

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu