IL CATANIA DELUDE

 Scritto da il 17 gennaio 2011 alle 08:20
Gen 172011
 

Fredda analisi di una (ancor riparabile) delusione.

Ho sentito dire durante la giornata di oggi, che contro una squadra “fisica” come il Chievo un pareggio ci può stare; pensando che concettualmente quanto sopra possa per certi versi rispondere a verità rifletto consapevolmente però anche su quanto segue:

Il Cagliari ha vinto con merito contro il Palermo.

L’Udinese ha pur vinto a Genova contro il Genoa.

Anche il Brescia ha battuto il rafforzatissimo Parma che alcuni giorni fa umiliava a Torino la Juventus.

La  Juventus oggi ha vinto soffrendo contro un Bari che sta recuperando tutti gli atleti infortunati del girone di ritorno e che ha già ben operato sul mercato di gennaio.

 Il Cesena è vittima sacrificale oggi, come recentemente il Catania, dell’ ennesima “Rapina Romana”.

Il Lecce infine pareggia contro il Milan.

A mio modesto avviso, dopo i risultati delle ultime tre giornate ed in previsione dello scontro salvezza  contro il Parma domenica, fortunatamente non da ultima spiaggia, credo ci sia poco di che stare allegri.

Non ci sono scuse, oggi il Chievo ha dimostrato di essere compagine più solida e bene organizzata del Catania, ha dimostrato, in sostanza, che Pioli oggi ha le idee più chiare di Giampaolo con un organico che, sulla carta, sembrerebbe di caratura inferiore al Catania; l’aggravante è che in casa giocava il Catania.

Non ci sono scuse,  al Massimino oggi si è registrato il tanto agognato ritorno del grande pubblico, pubblico che ha incitato la propria squadra dall’inizio alla fine e che da salottiero è divenuto dodicesimo uomo in campo, ma non è bastato. Se il Catania non ha vinto, oggi, non è certo colpa del pubblico. Meditate direttore……meditate…..

Non ci sono scuse, il 4-1-4-1 in casa è un’offesa al bel gioco, alla ricerca del risultato a tutti i costi è voler consapevolmente dilapidare quanto di buono era stato fatto con gli stessi atleti la passata stagione da Mihajlovic.

Non ci sono scuse, tirare tre volte in porta in 94 minuti in casa e contro il Chievo è mortificare le aspettative ed i sogni di tutti quei tifosi che si aspettavano il salto di qualità ma che mentre vedono alzarsi le mura del centro sportivo assistono sgomenti allo sgretolarsi delle fondamenta di casa Catania.

L’analisi della partita di oggi è talmente povera che nessun organo di informazione web si è espresso con più di dieci righe per articolo.

Il Catania, ripeto, ha tirato tre volte in porta, in rete su rigore, tiro di Lopez su grande azione personale bloccata da Sorrentino in uscita, improbabile colpo di testa di Augustyn su calcio da fermo nei minuti di recupero.

Il Chievo porta a casa un meritato pari facendo della velocità e del possesso palla le armi vincenti. Bravo Chievo!

La formazione iniziale di oggi vedeva soltanto due atleti impiegati dall’inizio in coppa Italia a Torino, uno dei quali, Spolli, che ha appena recuperato dall’infortunio,  non può certamente definirsi logorato dagli impegni. Anche qui, caro Giampaolo, non ci sono scuse.

Oggi diventano ancor più emblematiche le dichiarazioni del capitano Peppe Mascara a fine partita:

Il gruppo è unito, forse è meno consapevole dei propri mezzi.

-Non sono io il tecnico e accetto tutte le decisioni che vengono prese. Personalmente sto bene, sono al cento per cento della condizione e mi metto come sempre a disposizione del mister.

Io non so quanto peseranno queste parole in seno all’azienda Catania, ma a me, personalmente, tuonano come un monito ancor più rimbombante che quelle di Terlizzi di alcune settimane fa.

Il cammino del Catania delle ultime giornate, vittoria, anch’essa risicata, sul Brescia a parte, è da ritenersi prossimo a retrocessione certa. I risultati, ai numeri, dei rossazzurri ed i progressi, seppur lievi, delle dirette antagoniste nella lotta per la salvezza, oggi, purtroppo, ci suggeriscono questo.

Preoccupa inoltre l’immobilismo del Catania, a differenza delle altre contendenti, in chiave mercato  di rafforzamento. Tutti, in prospettiva, tendenzialmente sono proiettati a pensare di poter migliorare il proprio organico e la propria classifica, il Catania invece, sembrerebbe non averne necessità…..

Oggi Antenucci, dato per partente certo, non è stato convocato, Ricchiuti, come sottolineato dallo stesso Giampaolo, sembra entrare ed uscire dalla porta del Catania ogni giorno della settimana.

Preoccupano le voci di mercato che parlano di soli movimenti in uscita quando il Catania sembra avere, oggi ancora una volta di più, necessità di ritocchi in più reparti.

Preoccupa l’immobilismo di Giampaolo che ancora una volta ha affidato le sorti della fascia sinistra del Catania ad un sempre evanescente, ed ancora una volta peggiore in campo, Llama, relegando in panchina Mascara, improvvisando per la terza volta di fila il pur lodevole per impegno Simone Pesce come interno di centrocampo e trascurando, anch’esso stabilmente in panca, lo scalpitante Fabio Sciacca. Ancora una volta oggi il mister non ha letto per tempo la partita ed ha lasciato che il risultato di pareggio, peraltro giustissimo sul campo, prendesse forma e consistenza con disarmante naturalezza.

Maxi Lopez da solo contro l’intera difesa clivense è stato uno spettacolo degno del cinematografico “Il Gladiatore”; nonostante ciò, per me, è stato il migliore in campo.

Prendere fiato per ripartire di slancio è auspicabile, immergersi in apnea col rischio di affogare è ipotesi assolutamente da scongiurare.

La situazione di classifica non è drammatica ma resta comunque estremamente preoccupante e, come dice da tempo una persona di mia conoscenza cui ruberò per una volta il copyright: Pulvirenti…occhio…..

  72 Commenti per “IL CATANIA DELUDE”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno popolo rossazzurro…..

    condivido in toto l’analisi di Marcello e vorrei aprire un quesito. Se Maxi passava quella palla a Mascara solo davanti la porta!!!!!!!!! di chi cosa parlavamo oggi !!!!

    Purtroppo con i se e con i ma non si va da nessuna parte ????
    i rinforzi ci vogliono come il pane.
    l’allenatore ci vuole come l’acqua…
    sono molto deluso dall’atteggiamento superficiale della società.

  2. Ip Address: 195.66.9.194

    La questione è seria.
    E non è problema di formazioni o di modulo o di acquisti da fare.
    Ieri, primo tempo: Gomez 2 volte ha una buona palla tra i piedi da mettere dentro l’area, ma nell’area c’è solo Maxi. Secondo tempo stessa cosa: 2 buoni cross dal fondo, uno di MArtinho, uno di Capuano, vanificati perchè in area c’è un solo giocatore marcato da 2 centrali.
    Ora, non posso credere che Giampaolo vieti ai centrocampisti e agli esterni di entrare in area, perchè sarebbe non da esonerare ma da ricoverare.
    Però evidentemente non c’è la concentrazione e la voglia di giocare, o la condizione atletica per aggredire lo spazio e poi accorciare nuovamente.
    Al Catania poi manca velocità, siamo lenti.
    Ieri, i giocatori sono scesi in campo senza convinzione. Fin dal primo tempo il Chievo anticipava i nostri spesso e volentieri e vicnevano quasi tutti i contrasti. Infatti, nel secondo tempo i nostri hanno cominicato ad affidarsi agli orribili lanci lunghi a scavalcare il centrocampo.
    Nessuno di noi può sapere chi sta bene e chi no e quindi dobbiamo fidarci delle scelte tecniche dell’allenatore.
    Quanto al modulo, io penso che ogni allenatore con patentino sia in grado di mettere in campo una squadra. La differenza la fa la capacità di motivare e di leggere le partite in corsa.
    In questo momento c’è qualcosa che non va, è evidente. Prima fu Terlizzi, in modo balordo. Ma ieri sia le parole di Mascara che di Lopez rivelano che non c’è serenità. E Mascara è il leader della squadra.

  3. Ip Address: 88.64.181.151

    tutto giusto ma alla fine le sorti del Catania
    sono affidati agli umori e convinzioni di una persona sola
    tale Lomonaco e questo e il drammatico lui solo decide e nessuno
    neanche pulvirenti gli può dire niente questo e il dramma di noi tifosi costretti a subbire le sue politiche che non ci vuole fare crescere come squadra che schifo

  4. Ip Address: 95.238.6.230

    Salve raga’!!! 😉 😉 😉
    Non mi viene da scrivere niente 🙁 🙁 🙁
    Comunque e ovunque forza Catania!!! 😐 😐 😐

  5. Ip Address: 90.1.141.115

    Buongiorno a tutti

    D’accordo con tutti ma nello stesso tempo con nessuno!! 🙄 🙄 Mi spiego, sono d’accordo con la disamina di Marcello su prestazioni e gioco, d’altronte lo dico da mesi, ma non sono d’accordo con lui come con Joe sui rinforzi, a che pro!! in difesa abbiamo Terlizzi, a sx Alvarez e dx Potenza centrali abbiamo una coppia che potrebbe giocare con una squadra da scudetto Silvestre e Spolli!!Certo se LoMonaco trovasse un terzino sx con le palle sarebbe buono,ma chi ?????
    Centrocampo davanti alla difesa abbiamo Biagianti e carboni
    Centrocampo Ledesma a poco a poco si rimette ali llama si deve a poco a poco rimettere Gomez ok Mascara e Ricchiuti Inamovibili
    Antenucci e Morimoto e Lopez intoccabili!

    SERVE MIHAJLOVIC o uno come Leonardo che arrivato all’Inter con grande intelligenza e umiltà ha chiamato Mourinho per consigli i risultati anche se Mourinho forse non centra sono sotto gli occhi di tutti

    Giampaolo uguale Baldini lo dico dalla 2 giornata di campionato!!

  6. Ip Address: 88.64.181.151

    Chiarezza mandaci il tuo curriculum magari il vate ti prende come allenatore non chiedere troppo di soddi però mi raccumannu
    a con grande piacere verrei a farti da socondo a zotta e u nevvu pè iucaturi i pottu iu

  7. Ip Address: 195.66.9.194

    @Lux

    non sono d’accordo solo con le critiche a Lo Monaco. Non mi interessa difenderlo, ma non può essere che zzu Petru è un fenomeno se pesca Vargas, Maxi o Gomez, o se ingaggia Zenga o Mihailovic, e un presuntuoso arrogante se ingaggia Dica, Marchese o Giampaolo.
    Lo Monaco anzi mi da molte garanzie di affidabilità, perchè – al di là che ogni tanto potrebbe essere più diplomatico nelle dchiarazioni – ha dimostrato oltre ogni dubbio di essere un grosso professionista.
    Teniamocelo stretto.

  8. Ip Address: 85.41.235.41

    Lo Monaco è grande solo per la scelta dei giocatori fenomeni a poco prezzo….
    mi dispiace dirlo ma di allenatori zero carbonella la storia c’insegna:
    baldini
    atzori
    giampaolo

  9. Ip Address: 195.66.9.194

    (da tuttomercatoweb.com, parole prese dall’editoriale di Crscitello)
    “Si muove anche il Catania, tra l’Italia ed il Sudamerica. Lo Monaco presto dovrà ammettere che Giampaolo non è l’allenatore ideale per Catania, un tecnico che si dice soddisfatto per il pareggio interno con il Chievo Verona probabilmente non ha ancora chiara la sua missione su questa Terra. ”

    :-D:-D 😀

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Morra,
    lo sforzo sovraumano per LOMO, non lo farebbe mai.. per lui è una sconfitta. tanto è fiato perso il cambio allenatore secondo me non avverrà comprerà uno o due giocatori per rinforzare la squadra.

  11. Ip Address: 90.1.141.115

    D’accordo con te Morra & Barlassina su Lo Monaco, anch’io prima lo difendevo a spada tratta, ma un bagno di umiltà a tutti farebbe bene, non si puo’ permettere di criticare sempre i tifosi, definendoli da salotto con spettacoli del genere, non si puo’ gettare nella merda giocatori che ti hanno dato il culo e di più per 5 anni (Izco) non si puo’ non dare spiegazione di gente Campioni come Dica si dico Dica e Barrientos, insomma cosa è successo? comu finiu? i soddi chi fini ficiuru? milioni al vento e poi mi dici Pastore costava molto 7milioni!!! Sei tu bravo o Ctzipillar o comu si chiama!! Non si puo’ tenere un allenatore arrogante nel suo pressapochismo di ieri , col Chievo la condizione ha fatto la differenza e quando gli fanno notare, un ennesimo caso (certo non di Terlizzi) , che mascara afferma di stare bene al 100% se ne esce ” lui puo’ dire quello che vuole, sono io che decido…..” allora CARO DIRETTORE perché non ci dai la soddisfazione di spiegarci quello che succede? Dicevi con Atzori anche in serie B!!!!e con Giampaolo

    Lux io scrivo in questo sito perché siamo pochi ma buoni, certo qualcuno mi manca, ma chi ci pozzu fari si sunu picciriddi 😀 😀 😀 Io dall’inizio dico quelle cose che vedo o almeno mi hanno fatto vedere, con Mihajlovic con una squadra più scarsa, detto da Lo Monaco e Pulvirenti l’anno scorso nel girone di ritorno abbiamo fatto 30 punti ed allora? Que pasa, dicono in Argentina
    ,

  12. Ip Address: 90.1.141.115

    Proprio ora leggo il tuo post Morra sono felice, allora è vero che avevo ragione di dubitare di Lo Monaco era impossibile che dopo ieri non dicesse niente, ma non capisco perché parla sempre alle radio napoletane!!
    Ma tu Giorgio da Napoli lo senti qualche volta, ciao 😀 😀 😀

  13. Ip Address: 90.1.141.115

    Ho letto meglio il tuo post non era Lo Monaco che lo diceva 😥 😥 😥
    ma qualcuno che la pensa come noi 😡 😡 😡

  14. Ip Address: 85.41.235.41

    bravo Chiarezza hai letto male prima LoMo non farebbe mai una dichiarazione del genere 😀 😀 😀

  15. Ip Address: 85.41.235.41

    ————————————ONORE ALLA CURVA NORD———————–

    è tornata a tifare urrah urrah meglio tardi che mai……

  16. Ip Address: 85.41.235.41

    FIORENTINA, Contatto fra Mascara e Mihajlovic
    17.01.2011 14:25 di Tommaso Loreto Fonte: Radio Blu

    Si arricchisce di un nuovo nome il mercato offensivo della Fiorentina. Fra le varie ipotesi, il club viola starebbe valutando la posizione del centravanti del Catania, Giuseppe Mascara, il cui momento con la società etnea non pare idilliaco. Mascara, in rottura per il mancato rinnovo, avrebbe infatti direttamente contattato via telefono, il tecnico della Fiorentina Mihajlovic per esperimergli chiaramente la volontà di poter affrontare la sfida in maglia viola. Resta a questo punto da vedere se la Fiorentina e il Catania potranno trovare un accordo e soprattutto se l’ipotesi Mascara convincerà la società viola. Intanto si registrano anche frenate nelle trattative fra Napoli e Catania per lo stesso Mascara, con i partenopei che inizialmente avevano proposto lo scambio con Sosa salvo poi ripensare la questione e rinviare tutto a giugno.

  17. Ip Address: 88.64.181.151

    ma certamente Morra &Barlassina è come dici tu chi lo contesta il lavoro fin qui svolto dal Vate io no di sicuro io contesto la sua lentezza nell’attuale situazione nel prendere decisioni che possano rilanciare il Catania e contesto pure il fatto che lui è l’unico a decidere per il Catania cosa va bene cosa va male se siamo tifosi da teatro oppure no se un giocatore come terlizzi che esprime un suo pensiero viene messo alla cogna oppure no e poi per altri giocatori che fanno dichiarazioni peggiori si tace e acconsente
    si permette di dirci in faccia che noi saremo sempre squadra che lotta per non retrocedere insomma lui alza o abbassa il pollice a secondo di che umore si alza la mattina io tutto questo non lo accetto a certo abbiamo la squadra in serie a però non ci rendiamo conto che noi tifosi ci trattano come da serie c io tifo Catania perchè sono Catanese e non perchè giochiamo in a mi sono spiegato possiamo giocare dove vuoi tu io sempre tifoso rimango ma per favore io voglio vedere la squadra combattere mi deve inorgoglire non deve farmi incazzare tutte le domeniche se parlo con qualcuno della mia squadra devo farlo con orgoglio e poi mi viene da ridere
    ma perchè le altre sqadre i talenti non li scovano ma che state a dire credete che se lomonaco se ne va da Catania ci crolli il mondo addosso non è l’unico ad avere le palle come manager credimi se ne trovano anche di migliori ma a noi ci frega la mentalità questa riconoscenza che deve essere eterna solo perché gli sono riusciti dei colpi di mercato vincendo qualche scommessa ma perdendone altre e questo siccome noi Catanesi siamo spacchiusi gli e lo perdoniamo ma a parte lopez io tutti sti gran talenti nella squadra non li vedo e se devo dirla tutta come mai Barrientos lo dà via dopo averlo comprato 3 milioni curato e pappato per 2 anni solo perchè quella sottospecie di allenatore ha detto che Barrientos si deve europizare tu che fai ti tieni gianpaura e mi mandi via uno talentuoso come barrientos ma allora mi fai capire che di calcio non ne capisci au alla conclusione a me lomonaco non mi convince e se si ni issi ri catania ni facissi fauri un caro saluto

  18. Ip Address: 90.1.141.115

    JOE TUTTE CHIACCHIERE?
    Pero’ Lo Monaco anche se non lo dice, spero che lo pensi e prenda provvedimenti 😉 😉

  19. Ip Address: 90.1.141.115

    JOE TUTTE CHIACCHIERE!!!!!!!!!!! avevo messo il ? sbagliando 🙄 🙄
    Pero’ Lo Monaco anche se non lo dice, spero che lo pensi e prenda provvedimenti 😉 😉

  20. Ip Address: 90.1.141.115

    Lux al 100% d’accordo con te!!
    Vogliamo parlare di Kjiar, Pastore, i due slavi nuovi del Palermo senza nessun amico in Argentina!! Comprati 12 milioni già venduto il primo a 12 milioni u restu canni netta!! cambiando 4 allenatori e 3 ds. Voglio Zamperini a Catania 😕 😕 😕 😕 😕

    Staiu schizzannu o no?

  21. Ip Address: 85.41.235.41

    è da quasi 4 anni che seguo LoMo lui non pensa mai come noi lui pensa solo a risparmiare e spendere poco…..
    Giampaolo costa poco ma sta facendo un danno enorme alle casse del catania calcio….

  22. Ip Address: 88.64.181.151

    appunto joe ma non solo alle casse del Catania fa danno gianpaura
    io sono sicuro cca oggi a catania i baxxi de tifosi eranu accussì vunghiati
    cca stricaunu terra scusatemi la volgarità ma a uno si deve svogare in un qualche modo

  23. Ip Address: 195.66.9.194

    Ragazzi,
    Lo Monaco non pensa come noi perchè semplicemente nessuno di noi nel Catania ci ha messo 1 euro!
    Questo non ve lo dovete dimenticare mai, avendo vissuto il falimento di Gaucci.
    Primo. far tornare i conti. Avete visto il Bologna?
    Il Catania è società sana, la prima al di fuori delle grandi a dotarsi di un proprio centro sportivo, che paga gli stipendi regolermente e non corre a presentare fidejussioni e bilanci taroccati all’iscrizione al campionato.
    Ma vi pare poco??????
    Il Catania in A ci sta da 5 anni. Zamparini (Zamparini, non il Palermo, che quando Zampa si stanca si troveranno nella c…a e tu lo vuoi a Catania Chiarezza? nun t’abbastau Gaucci?) fa serie A da 20. Pozzo idem.
    Stiamo attraversando una crisi, come quelle attraversate da Inter, Juve, Roma e altre molto più blasonate di noi.
    Anche secondo me ci sono responsabilità dell’allenatore e anch’io all’inizio dissi che l’ambiente catanese ha bisogno di un allenatore spacchiusazzu, alla Zenga o alla Mihailovic.
    Però contestare questa società singifica non capire niente ed essere autolesionisti.
    Pensate che basti spendere per vincere? guardate Moratti.

  24. Ip Address: 90.1.141.115

    Parlando seriamente e senza nervi,
    lo Monaco a Catania ha fatto molto bene, ora non so perché con gli allenatori non prende quelli che fanno al casa della rosa che LUI e solo LUI ha fatto!!
    Io penso e ripeto mi dispiacerebbe che il suo tempo a Catania stia per finire…Pulvirenti con il centro sportivo ha realizzato qualcosa d’importante che va al di la del Calcio Catania, domanda come si chiama la società proprietaria del centro? a pensar male a volte ci si indovina diceva un vecchio intrallazziere politico romano, per fare nome e cognome Giulio Andreotti !!
    Ora mi chiedo , perché questo comportamento, perché Pulvirenti non parla o meglio essendo squalificato Lo Monaco in sua vece non dice niente della partita di ieri e delle affermazioni di Lopez e Mascara che uno dice che abbiamo perso per colpa del gioco e che manca qualcosa alla squadra e l’altro Mascara essere stato zittito Gianfracasso , Lo Monaco cosa farà adesso come con Terlizzi o s’abbozza!!! Che schifo 😕 😕 😕 😕 😕 😕 😕 😕 😕

  25. Ip Address: 88.64.181.151

    chiarezza sante parole le tue ma quai a parlare di zamparini che sa il fatto suo e sa quello che vuole e cioé che si può puntare in alto facendo allo stesso tempo plusvalenze e regalando soddisfazioni ai tifosi palermitani a più non posso noi invece nama stari muti e sori in caso contrario ti ricordano per l’ennesima volta i campi in terra battuta
    oppure dicono nesci i soddi e accattatilu tu u Catania

  26. Ip Address: 90.1.141.115

    Morra mentre postavi scrivevo, hai ragione al 100% sui conti e cosi via, io non parlo di questo, anche se dicevo prima che sia Dica che Barrientos 2 Campioni sono stati fatti fuori e ancora non sappiamo il motivo vero, anche quelli sono soldoni!!! Si lui o chi per lui fa affari in Argentina e sono d’accordo, ma per Pastore non l’abbiamo preso perché costava 7 milioni o perché non faceva parte del clan, mi sorprende che non esista un clan Ctizpillar o comu si chiama, se no Andujar veniva al Catania o al Benfica!!!
    Ora hai ragione sulle crisi delle squadre e cosi via, ma basterebbe solo un po di chiarezza ed un allenatore che con faccia di bronzo afferma contro il Chievo abbiamo fatto un buon pareggio, e poi afferma sempre con quella faccia di bronzo, i tifosi non sono delusi per la mancata vittoria con il Chievo ma per le partite di Roma e contro l’inter ma si puo’ essere cosi falsi e Lo Monaco fare silenzio?
    Ecco e questo che non sopporto!!

  27. Ip Address: 90.1.141.115

    Morra mentre postavi scrivevo, hai ragione sui conti e cosi via, io non parlo di questo, anche se dicevo prima che sia Dica che Barrientos 2 Campioni sono stati fatti fuori e ancora non sappiamo il motivo vero, anche quelli sono soldoni!!! Si lui o chi per lui fa affari in Argentina e sono d’accordo, ma per Pastore non l’abbiamo preso perché costava 7 milioni o perché non faceva parte del clan, mi sorprende che non esista un clan Ctizpillar o comu si chiama, se no Andujar veniva al Catania o al Benfica!!!
    Ora hai ragione sulle crisi delle squadre e cosi via, ma basterebbe solo un po di chiarezza ed un allenatore che con faccia di bronzo afferma contro il Chievo abbiamo fatto un buon pareggio, e poi afferma sempre con quella faccia di bronzo, i tifosi non sono delusi per la mancata vittoria con il Chievo ma per le partite di Roma e contro l’inter ma si puo’ essere cosi falsi e Lo Monaco fare silenzio?
    Ecco e questo che non sopporto!!

  28. Ip Address: 95.238.6.230

    Buon pomeriggio raga’!!!
    No comment sul Catania 🙁 🙁 🙁 –
    X chiarezza.
    Vero qualche volta lo sentito e visto in alcune trasmissioni locali.
    Comunque lui e’ di Torre Annunziata e avra’, penso, i genitori.

    Forza Catania sveglia!!! 😈 😈 😈

  29. Ip Address: 85.41.235.41

    Io personalmente non ho mai contestato la società e penso anche tutti quelli che scrivono in questo sito…
    la realtà è un altra, il terzo errore chiamato giampaolo, ogni anno la società ha fallito questo obiettivo eccetto Marino….

    l’anno scorso se non arrivava Sinisa e Maxi eravamo gia in serie B !!!!!

    Morra tutto quello che hai detto sulla società lo sappiamo gia a memoria, Sana è ovvio avendo preso quasi 42 milioni (tra diritti e Martinez) e spendere solo 2 milioni per Gomez e 19.000 euro per martinho

    in questo momento la società secondo me deve intervenire per calmare l’ambiente e fare ritornare i tifosi allo stadio….
    io non avrò speso manco un euro come dici tu, ma non essendo residente a Catania ho dato sempre il mio piccolo contributo quando sono sceso gui
    noi siamo quei tifosi da salotto le partite le vediamo su sky ……

  30. Ip Address: 90.1.141.115

    Joe un 1€ era metaforico 😉 😉

  31. Ip Address: 195.66.9.194

    @ joe
    anche io spendo per seguire il Catania da fuori, mi riferivo al fatto che nessuno di noi è socio e quindi responsabile degli eventuali debiti oltre che delle perdite che subisce il capitale investito

    @ chiarezza
    amico mio, io capisco il tuo punto di vista, ma i “misteri” ci sono dappertutto, i bidoni li han presi tutti. Secondo me su Barrientos ci sono motivi comportamentali, scerre o comportamenti non professionali.
    E’ chiaro che Lo Monaco è legato a Czysterpillar e compra i giocatori della sua scuderia. Ma, ancora, di che ci stupiamo: fanno tutte così, il calcio e non solo funziona così. D’altra parte mica si possono conoscere le migliaia di giocatori di tutti i campionati no? Finora direi che è andata bene, i bidoni li abbiamo presi sul mercato italiano o quando siamo usciti fuori dall’Argentina.
    Sulla scelta degli allenatori, io dico che Baldini Atzori e oggi Giampaolo non hanno fatto risultati, ma Lo Monaco è anche quello che ha scommesso su Zenga e Mihailovic, o no? gli avrese dato 2 lire a Zenga? e se Giampaolo viene da 2 esoneri, Miha aveva allenato 5 partite ed era stato esonerato.
    L’unica critica è che Lo Monaco non ha forse ancora capito che a Catania ci vuole un allenatore che se la spacchia per piacere ed essere seguito. O forse non è che non lo ha capito, ma che sotto sotto è un po’ geloso.

  32. Ip Address: 85.41.235.41

    condivido Morra, secondo me la facenda allenatore è rinviata dopo la partita con il Parma.
    cosa ne pensate del ritorno di Zenga ????
    perchè è l’unico allenatore disponibile in questo momento….conoscitore dello spogliatoio.

  33. Ip Address: 90.1.141.115

    Siamo d’accordo su tutto Morra, Zenga dopo aver saltellato a Palermo a Catania non deve mettere piede, io lo ripeto vedrei uno come Passarella, Simeone, Bielsa insomma un argentino cazzuto; e perché no fantacalcio ma saremmo in Europa con certezza Veron allenatore giocatore, 😀 😀 😀 😀 🙂 🙂 🙂

  34. Ip Address: 195.66.9.194

    se parli con i palermitani ti dicono che Zenga era l’anticalcio e non lo sopportavano
    se parli con i laziali ti diranno cose su Ballardini che nemmeno gli ebrei pensano di Hitler, però a Cagliari li ha salvati e li ha fatti giocare bene
    se parli di Novellino a quasi tutti vengono fuori parolacce ma i presidenti lo continuano a chiamare
    Benitez è stato cacciato all’Inter ma è uno dei maggiori tecnici europei
    il Catania non ha bisogno di un genio, ma di uno che trasmetta mentalità vincente
    non mi pare che ci sia nessuno del genere su piazza. il ritorno di Zenga non lo vedo possibile. allora tanto vale scommettere su un “duro”: Gentile ha questa fama ma è una pura scommessa, credo abbia allenato solo giovanili.
    Per il resto non c’è che prendere

  35. Ip Address: 85.41.235.41

    ma sti allenatori costano molto!!!!! troppo cari il catania più di 400.000€ non spende….
    Gentile mi piacerebbe ma anche lui è sacchiano…

  36. Ip Address: 85.41.235.41

    Saltato Ricchiuti al Padova
    17.01.2011 10:18 di Marina Beccuti Fonte: TuttoB

    TuttoLegaPro.com E’ saltato l’affare tra Catania e Padova per Adrian Ricchiuti pronto a sbarcare all’Euganeo. Proprio quando tutto sembrava in dirittura d’arrivo, Sky garantisce che si è inceppata la trattativa e difficilmente sarà ripresa.

  37. Ip Address: 195.66.9.194

    joe, che vuol dire che è sacchiano?

  38. Ip Address: 85.41.235.41

    Quattro giornate di squalifica per il calciatore del Parma Massimo Paci, espulso ieri nel corso di Brescia-Parma

  39. Ip Address: 85.41.235.41

    difensivista….

  40. Ip Address: 195.66.9.194

    perchè, ora Sacchi è difensivista? 😀

  41. Ip Address: 85.41.235.41

    fedele alla vecchia e nobile arte del calcio brutto e difensivo 😀 😀 😀

  42. Ip Address: 90.1.141.115

    Joe Sacchi che tra parentesi a me non piace mancu mottu e l’allenatore più chiacchierone e fasullo di tutti i tempi e precursore di questa razza di pseudo intellettuali di calcio che sono la maggior parte di allenatori che oggi hanno rovinato uno spettacolo bellissimo chiamato calcio!!!!!

    Sacchi vinceva in Europa, picchi in Italia pigghiau sulu tumbuluni ri tutti, solo perché e più facile vincere una champion’s league che lo scudetto, la prova Capello con la stessa squadra o quasi vinse molti scudetti, inoltre Sacchi giudico’ Baggio riserva e Van Basten giocatore non adatto al suo modulo, vedi Allegri con Paolucci e Barrientos e quella colonna del Bologna che è Portanova…. ma potrei continuare, con altri geni!!
    Gentile non è cosa per Catania, ha Catania serve un allenatore ARGENTINO che abbia giocato in serie A o qualcuno di carisma che abbia il rispetto dei giocatori, soprattutto argentini!!!

  43. Ip Address: 79.9.238.62

    Buona sera a tutti,oggi mi sono perso molti dei vostri commenti che ho letto con pazienza,l’articolo di Marcello e condivisibile nella sua analisi,quella tattica apre maggiormente a spunti di confronto.Ogni sistema di gioco va attuato a seconda dei giocatori a disposizione che si ha in una rosa,ormai e trito e ritrito il fatto che Giampaolo non ha voluto utilizzare il 4-3-3 che ha sempre valorizzato le caratteristiche dei giocatori del Catania o il 4-3-2-1 utilizzato da Mhjailovic nella passata stagione che assieme ad altri piccoli accorgimenti ha caratterizzato la salvezza dei rossazzurri.Il 4-1-4-1 di Giampaolo non è molto diverso dal sistema di gioco di Sinisa,tutto sta nell’applicazione,mi spiego:l’anno scorso quando il Catania andava in possesso palla il sistema diventava 4-3-3 e viceversa senza palla un 4-5-1.Stesso discorso l’ho abbiamo visto Quest’anno contro il Milan,la Roma e L’Inter il 4-1-4-1 in possesso diventava 4-3-3 con i due esterni che salivano alti,perciò penso che i numeri contano fino ad un certo punto,la cosa importante è che mentalità dai al sistema di gioco che attui e ai giocatori.Guardate l’Udinese di Guidolin,gioca con un 3-5-2 o con il 4-3-2-1,quando l’Udinese difende ha quasi sempre una difesa a 4 e un centrocampo a 5 ma quando attacca spesso diventa un 3-4-3 è la mentalità diversa che fa la differenza pur ammettendo che qualche giocatore friulano ha valori tecnici superiori ad alcuni giocatori del Catania.Giampaolo non è adatto ad una piazza come Catania che ha una squadra formata per l’80% di argentini.e altri del centrosud e u n pubblico caldo,tutta gente sanguigna,gente che ha bisogno di sentirsi sempre in “battaglia” e se non li sai stimolare con la giusta mentalità i risultati non saranno ottimali.A mio modesto parere nell’ultimo periodo l’allenatore del Catania ha mostrato qualche lacuna anche nella gestione delle sostituzioni e mi lascia molto perplesso come fa una squadra a sciorinare due prestazioni come quelle di Roma e contro l’Inter e poi fare dieci passi indietro.Comunque non ho voluto offendere nessuno nella mia analisi tattica e non ho voluto fare lezioni di calcio a nessuno ma ho solo espresso il mio modo di vedere la situazione tattica attuale del Catania.

  44. Ip Address: 90.1.141.115

    Ps Sacchi mu scuddai non era difensivista non era per l’attacco totale era come un ex Presidente di una squadra catanese anni 65 che diceva tutti all’ttaccu e poi tutti a difesaaaa, cunnutiiiiii, con il mio amico catanista60 ne avevamo parlato tempo fa , min..ia non mi ricordo come si chiama!!
    Cmq non centra niente con Gentile!!

  45. Ip Address: 85.41.235.41

    Chiarezza hai detto bene era tutti all’attacco o tutti in difesa definita la “tattica collettiva”
    ciao Peppe bella analisi di scuola giampaoliana :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  46. Ip Address: 85.41.235.41

    ho trovato un articolo che parla del “sacchiano” molto bello da leggere…

    Cosa vedo durante le partite del campionato italiano? Vedo ruminare calcio. Vedo troppi calciatori inadeguati a quello che vorrebbe essere uno dei campionati più belli del mondo. Vedo paura e mancanza di fantasia. Vedo un pessimo calcio. Il calcio che si gioca in Italia è un calcio malato di tatticismo e povero di tattica. Mi spiego meglio. Intendo per tatticismo un atteggiamento che, basandosi su comportamenti e movimenti codificati, inibisce la capacità del singolo calciatore alla scelta individuale. Quando parlo di tattica mi riferisco a un disegno e a una filosofia adottata dall’intera squadra che viene innervata ed alimentata dalla capacità di ogni singolo calciatore di adottare le proprie scelte di gioco in funzione della situazione contingente. Lo stereotipo vuole il calcio italiano “bravo tatticamente” e ancora ci balocchiamo con questo luogo comune. Crediamo che il nostro sia “il campionato più difficile”. Ma poi vediamo che nelle Coppe Europee tutti giocano meglio di noi. Vediamo che gli altri campionati sono più belli. E, in questo Mondiale, vediamo Cile, Giappone, Messico, Uruguay giocare un calcio che noi ci sogniamo. Il calcio italiano non è “bravo tatticamente”; è, da almeno un decennio, “indietro tatticamente”. Il campionato di serie A non è il “più difficile”: è solo quello dove si gioca peggio.

    Perché siamo malati di tatticismo e siamo rimasti indietro tatticamente? A mio modesto parere la colpa è del “sacchismo” inteso come pessima imitazione del rivoluzionario Arrigo Sacchi. E sì. Perché davvero Arrigo Sacchi rivoluzionò la maniera di giocare in Italia, introducendo in maniera definitiva la marcatura a zona, il pressing, la ferrea organizzazione di gioco, l’atletismo e la fisicità come elementi fondanti di una maniera di intendere il calcio. E, a scanso di equivoci, Arrigo Sacchi fu davvero un grande allenatore, capace di rivoluzionare e, in un certo senso, modernizzare, il calcio italiano. L’inizio del declino del calcio italiano nasce, a mio modesto parere, con l’adozione indiscussa, fideistica ed ottusa del calcio di Sacchi a tutti i livelli della piramide calcistica italiana, in particolar modo nei settori giovanili. Gli ultimi grandi talenti (veri) del calcio italiano, Totti e Del Piero, hanno, non a caso secondo me, compiuto il loro percorso di formazione calcistica alla fine degli anni ’80, completato all’inizio degli anni ’90, in epoca pre-sacchiana per quanto riguarda i settori giovanili. L’ultimo grande difensore italiano è stato Maldini, anche lui formato in epoca pre-sacchiana e, anche stavolta non a caso, grandissimo interprete del calcio di Sacchi. E, ancora non casualmente, i Mondiali in corso sono stati i primi senza Del Piero e Totti, i primi della generazione successiva di calciatori italiani, i calciatori figli del “sacchismo”. Che a livello di settore giovanile ha portato ad insegnare ai giovani calciatori quasi esclusivamente quella che viene definita la “tattica collettiva” cioè l’applicazione integrale e indiscussa di schemi e movimenti di squadra (preferibilmente basandosi sul 4-4-2), sia in fase di possesso palla che in fase di non possesso palla. Tralasciando in maniera che oggi, a mio parere, ha portato a questo abbassamento del livello del calcio italiano, i principi di tecnica e di tecnica applicata o tattica individuale., dove per tecnica applicata o tattica individuale si intende il comportamento e le scelte del singolo calciatore finalizzate al raggiungimento di un vantaggio nella specifica situazione di gioco. Banalizzando al massimo si è insegnato ai calciatori a applicare in maniera acritica e fideistica uno schema, un set di comportamenti prestabiliti in funzione delle situazioni di gioco e ci si è dimenticati di insegnare loro a calciare un pallone, a stoppare un pallone e a prendere decisioni autonome in risposta alla contingenti situazioni di gioco. Perchè il calcio è quello che viene definito uno “sport di situazione” reso oltremodo complesso dal fatto che si gioca con i piedi, ovviamente molto più imprecisi delle mani, con tanti giocatori per squadra, in spazi ampi e con discontinuità infinitamente minori di altri sport (es. basket). Ovvio che quindi le variabili in gioco risultano infinite e che la squadra “migliore tatticamente” sia quella in cui ogni componente sia in grado autonomamente di prendere le decisioni migliori (in termini di scelta della giocata, tempi, spazi, modi) all’interno del sistema e in funzione del comportamento degli avversari e dei compagni. Continuando a banalizzare e a semplificare: si sente dire ormai più spesso che nessuno è più capace di fare un dribbling. E’ vero. Ma non è che all’improvviso i calciatori italiani abbiano smesso di dribblare. Non glielo hanno insegnato e spesso glielo hanno impedito. E, in fase di selezione, chi lo sapeva fare è finito dietro a chi era capace di interpretare come un automa un 4-4-2. Giocatori come Alexis Sanchez e Beausejour, le due ali dribblomani del Cile, in Italia non esistono non certo perchè il DNA degli italiani è diverso da quello dei cileni. Gli esterni dovevano correre, occupare una porzione di campo sempre maggiore. E in Italia non abbiamo più un esterno offensivo. Abbiamo Pepe (volontà, volontà, volontà e nulla più) e poi persino l’italianista Marotta deve rivolgersi all’estero (Martinez, Riera, Krasic, Elia…). Si sente dire che i difensori italiani non sanno più marcare: è verissimo, gli hanno solo insegnato a coprire gli spazi e a fare le diagonali. Giustissimo, per carità. Ma non basta. Ed ecco che il Messico, il Cile si possono permettere una difesa a tre, perché i loro difensori marcano. Esempi banali che spero abbiano chiarito il concetto. Abbiamo sbagliato tanto, davvero troppo nella formazione dei calciatori. E ne paghiamo le conseguenze. Una generazione di calciatori incapaci di interpretare tatticamente al meglio le partite e poveri tecnicamente. La ricchezza di soluzioni offensive e difensive e le capacità tecniche del calcio spagnolo, olandese, persino tedesco, per non parlare del calcio sudamericano e di tanti movimenti minori noi le abbiamo perse. E anche la selezione e la formazione degli allenatori è stata sbagliata. E oggi la maggior parte degli allenatori di casa nostra non riesce ad affrancarsi dal tatticismo, dalla cultura del risultato ad ogni costo e ottenuto, non attraverso il gioco, il coraggio, ma grazie al “cuore”, al “siamo soli contro tutti”, all’episodio favorevole. Perché, ammalati di “sacchismo” non hanno la fantasia, l’audacia e, fondamentalmente, le capacità di immaginare un calcio diverso.

    Ecco perché, brevemente, a mio parere, e limitandosi solo ad argomenti “tattici” l’Italia ha miseramente fallito a questi Mondiali ed ecco perché ci vorrà ancora del tempo per vedere il calcio italiano di nuovo ai vertici. Perché si raccoglia ciò che si semina.

  47. Ip Address: 79.9.238.62

    Tornando al discorso che un pò tutti state dibattendo su Lo Monaco e le scelte “sbagliate ” o meno di inizio anno sul tecnico del Catania.La società ha sempre fatto delle scommesse,ci dobbiamo ricordare che la scelta di Marino non fu una scelta di garanzia per una squadra che aveva come obbiettivo l’inseguimento della promozione,perchè Marino veniva da un campionato con una salvezza risicata e con un esonero e poi richiamo nella stessa stagione.La scelta in seguito si è rivelata ottima con una promozione e una salvezza al dir quanto quasi insperata.Poi ci fu Baldini,ripescato dal dimenticatoi,altra scommessa,che come tutti ricordiamo pur non facendo vedere un buon calcio,il Catania fu protagonista di un’ottima classifica fino alla fine del girone d’andata,poi si è rotto qualcosa e conosciamo come è finita,possiamo dire una scelta a metà azzeccata.Con Zenga grande motivatore ma condivido chi da Palermo lo definisce l’anticalcio,la scelta si è rivelata azzeccata ma è stata un’altra scommessa,Atozori altra scommessa ma è falliata in pieno,a mio avviso tecnico preparato ma di poca personalità ed esperienza.Mhjailovic altra scommessa dopo l’esonero di Bologna vinta alla grande e infine Giampaolo ennesima scommessa che tanto assomiglia a quella di atzori,hanno caratteristiche uguali nell’espressività delle proprie convinzioni e che a mio avviso non si addicono ad una piazza come Catania.Lo Monaco non ha mai scelto allenatori con un curriculum invidiabile o con molti anni consegutivi di serie A alle spalle,ha sempre fatto delle scommesse e le scommesse a volte si vincono e a volte si perdono,l’importante che quando si perdono si ha pronta l’alternativa giusta ed a oggi così è stato,non sto facendo una difesa a spada tratta a Lo Monaco,perchè anche lui ha fatto e continuerà a fare i suoi errori,solo chi non fa niente non sbaglia mai.Per come è strutturata la società del Catania attualmente scelte di una certa caratura penso sia difficile farne,fra qualche annetto forse anche noi ci possiamo deliziare di qualche sfizietto,l’importante che si riesca a mantenere la categoria,però non certo come sta facendo Giampaolo.Sulla solidità della società si è già detto tanto ed è inutile ripetersi ma solo per chi non lo sapesse sul Sole ventriquattrore,come società sana è affidabile è uscito il nome del Catania e scusate se è poco.

  48. Ip Address: 79.9.238.62

    Joe ho l’impressione che mi sono espresso male se definisci la mia analisi di scuola Giampaoliana,io son all’antitesi di Giampaolo,volevo dire che a volte i numeri hanno poca importanza se non riesci a dare la giusta mentalità alla squadra.Puoi giocare con il 3-4-3- ma se ai tuoi giocatori gli dici che prima di tutto devi difendere non ha senso quel numero se poi stanno in dieci dietro la palla.Non so se adesso mi sono spiegato.

  49. Ip Address: 85.41.235.41

    era una battuta la mia a quello manco la scuola li fanno aprire con quel curriculum!!!!!! a forza di sentire e studiare gli schemi e i moduli di gioco, alla fine mi sono arreso.

    gli ultimi 20 minuti contro il chievo i giocatori erano liberi di fare quello che volevano, sono saltati tutti gli schemi.
    ma poi stu 4-1-4-1 da dove nasce se non da un 4-3-3 personalmente prima che venisse giampaolo a catania non lo sapevo che questo modulo esiste, mi sa che è l’unico al mondo a praticarlo !!!!!!

  50. Ip Address: 79.9.238.62

    Joe avevo già letto in passato qualcosa del genere di Sacchi in un libro e posso dirti che è sempre facile parlare da fuori dal campo,io condivido il pensiero di chiarezza su sacchi,dovremmo fare qualche passo indietro nella nostra memoria per ricordare cosa ha vinto lui con il Milan,tanto si ma solo dopo un quasi esonero a novembre del suo primo anno in rossonero e solo dopo qualche cambio tattico all’ultima spiaggia(non si sa bene dettato da chi,Maldini?) lo salvò con una vittoria prima di Natale dal suo primo esonero.Poi le sue fortune si legarono alla magnifica rosa di giocatori a sua disposizione e solo per citarne qualcuno come Van Basten,Rikaard,Baresi,Maldini,Gullit e Donadoni e uno staff invidiabile che a quei tempi solo il Milan poteva permettersi come il laboratorio medico tecnico MilanLab.Come commissario tecnico della Nazionale ha conquistato un secondo posto al Mondiale con il calcio più brutto che l’Italia abbia mai fatto vedere,e dopo la qualificazione all’Europeo,lItalia fu eliminata al primo turno.Dopo la nazionale fece sette mesi all’atletico Madrid senza risultati esaltanti e stessa cosa con il Parma dove si dimise per stres.Forse è stato bravo nella gestione del gruppo nel Milan ma non mi venga a parlare lui di tattica e spettacolo calcistico.

  51. Ip Address: 79.9.238.62

    Ecco non avevo capito la battuta.Ciao Joe a presto devo lasciare.

  52. Ip Address: 90.1.141.115

    Caro Beppe 58

    Solo ora leggo i tuoi post e sono perfettamente d’accordo con te al 1000% !!
    Poi se ti ricordi lo avevo già scritto, la partita di Belgrado sospesa per nebbia, a 10 minuti se non sbaglio o massimo 15 della fine, il Milan perdeva e se veniva eliminato non vinceva la coppa ne quell’anno ne l’anno dopo dove partecipo’ in qualità di campione se no non poteva giocare non avendo vinto lo scudetto indi non vinceva e lui era esonerato!!
    Se poi parliamo di new entry come allenatori non sopporto Guardiola ed il suo Barcelona, tic e tac e quando vedo il Barcelona mi addormento, non solo io ma anche la squadra avversaria, ed allora arriva quel mostro di Messi e fa 2 gol!! 🙂 🙂 🙂

  53. Ip Address: 79.9.238.62

    Sto facendo delle cose e sono solo di passaggio,chiarezza vedo che su tanti spunti siamo concordi ma il Barcellona è l’unica squadra al mondo che ancora mi diverte e continua a fare calcio e spettacolo,poi come dici tu Messi è il non prusulta del calcio.Ogni tanto vado su qualche sito spagnolo per informarmi sull’organizzazione della società blaugrana,il Barcellona possiede la migliore organizzazione del settore giovanile al mondo,la cosi detta cantera,così vengono definite le scuole calcio spagnole e punta molto sulla crescita tecnica dei ragazzi e al margine alla fisicità.Invece ormai nel resto d’Europa danno maggiore importanza all’aspetto fisico invece di privileggiare la tecnica.Comunque il Barcellona mi fa divertire,ma senza il mio Catania non saprei stare nel bene e nel “male”.

  54. Ip Address: 90.1.141.115

    La cantera si ma ogni anno spende 60 70 milioni ed è forse il club più indebitato del mondo!! Poi contento tu a vederli contenti tutti, io dormo mi diverte di più il calcio Inglese e sud americano , in Spagna non c’è storia ….Barça e Madrid!!

  55. Ip Address: 94.37.24.189

    Buonasera a tutti!
    Dal Catania al Barcellona, da Giampaolo a Sacchi vedo che di argomenti ne avete tirati fuori!!
    Certo, il precursore del calcio moderno, almeno in Italia e per chi lo ricorda, fu Niels Liedholm detto il Barone, che con Milan e Roma vinse uno scudetto e che davvero fu tra i primi in assoluto a sperimentare la zona ed il calcio cosiddetto totale.
    Sacchi inventò le diagonali difensive, per questo ai più appare come un allenatore difensivista, è anche vero comunque che il suo compito e la sua fama sono dovute in gran parte ai campioni messi a sua disposizione.
    Certo, dopo aver visto la seconda Italia di Lippi e la seconda Italia del compianto Bearzot, entrambi reduci dalla vittoria della coppa del mondo, credo che non fosse proprio quella la peggiore Italia di sempre, ma questa è e rimane la mia modesta opinione.
    Personalmente se dovessi scegliere un allenatore che possa emulare quanto di buono hanno fatto Zenga e Mihajlovic a Catania e ripercorrere ancor di più di quanto con essi il Catania abbia potuto guadagnare a livello nazionale ed internazionale in merito a visibilità ed attenzione mediatica l’unico nome che mi viene in mente, che mi emoziona e che potrebbe fare al caso nostro è Gianluca Vialli.
    Non ho idea delle competenze tecniche di Vialli ma, come dicevate precedentemente, anche Zenga, Mihajlovic e lo stesso Marino erano delle scommesse assolute.

  56. Ip Address: 94.37.24.189

    Comunque tanto per rimanere con i piedi per terra e frugare fra ciò che di buono è rimasto sul mercato credo che Luigi Cagni e Bortolo Mutti siano due tecnici di assoluto valore ed esperienza.
    In merito ai tecnici argentini ci andrei cauto, anch’essi necessitano di ambientamento e potrebbero soltanto regalarci qualcosa in più a livello di motivazione personale del singolo atleta, ciò comporterebbe comunque che chi dovesse arrivare dovrebbe assolutamente avere una grandissima personalità e strappare fuori il meglio di ognuno.
    Anche questa sarebbe una scommessa ma personalmente punterei ancora una volta su roba locale.

  57. Ip Address: 90.1.141.115

    Ciao Marcello,
    Ho fatto solo 2 nomi possibili con 400.000 € hanno pure voglia di venire in Italia,
    Passarella e Simeone e sfido qualunque pseudo allenatore nostrano ad avere la loro esperienza e conoscenza della serieA
    Uno Veron, Utopia
    L’ultimo Bielsa, ma lui non viene!!
    Se deve eesre Italiano deve conoscere la mentalità argentina noi oggi siamo, per me fortunatamente ARGENTINI è abbiamo bisogno di qualcuno che li capisca, Zenga e Mihajlovic erono rispettati perché avevano giocato a calcio con molti argentini e conoscono la loro mentalità!!
    Mi piacerebbe Vialli ma penso che voglia troppo e poi lui e snob!! 😀 😀

  58. Ip Address: 88.64.181.151

    no io lo voglio Tedesco il nuovo allenatore
    i tedesci sono un popolo di duri loro vogliono sempre vincere un tedesco darebbe la mentalitá giusta a questa squadra un nome klopp del borussia
    oppure quello del mainz
    oppure meglio ancora klinsmann ma anche uno qualsiasi della serie b tedesca sempre meglio del katastrofico gianpollo

  59. Ip Address: 82.59.3.132

    saluto Marcello,
    quoto anche io Vialli ma solo che costerebbe molto per le casse del Catania !!!!!
    mentre un argentino si accontenta di poco Simeone o Bielsa….

  60. Ip Address: 95.238.6.230

    Buonasera raga’!!! 😉 😉 😉
    Letti i vostri commenti con molta attenzione.
    Non c’e’ da aggiungere nulla.
    Dall’inizio del campionato non ho conservato nemmeno un articolo di giornale delle partite del Nostro Catania.
    Ritengo che non abbiamo mai vinto, dall’inizio del Campionato, una partita con una buona prestazione salvo quella contro il Brescia in Coppa Italia.
    Dico una, managgia!!! 😕 😕 😕
    Notte e sogni rossazzurri a tutti!!! 😉 😉 😉

  61. Ip Address: 88.64.181.151

    ma quale vialli e quale argentino tutti i stissi su
    si deve prendere un tedesco e poi vedi come corrono e capaci vi cancia a testa macari a vuatri tifusi sempre cosí dimessi nei confronti della mister LoMo dittatura

  62. Ip Address: 82.59.3.132

    Lux, non penso che gli allenatori tedeschi si accontentano di 400 mila euro!!!!!

  63. Ip Address: 90.1.141.115

    Lux come sempre mi fa moriri 😀 😀 😀 😀
    Forza ca ggemmania Uber alles e a poi nu sacciu 😈 😈 😈 😈

  64. Ip Address: 90.1.141.115

    Ora parlo senza sognare e seriamente, Lo Monaco non prenderà mai un allenatore che abbia le palle o meglio lo prende ma poi u fa scappari!! Troppo prima donna!! vedi Giampaolo che dice IO NON CHIEDO NIENTE ALLA SOCIETA 😥 😥 😥 😥

  65. Ip Address: 82.59.3.132

    notizie di mercato fonte sky

    delvecchio è dell’atalanta, terlizzi quasi fatta per il cesena, antenucci del torino in comproprietà.

    acquisti nisba !!!!!!

  66. Ip Address: 88.64.181.151

    lo vedi quando dico LoMo dittattura iddu a essiri la prima ballerina
    Chiarezza come sempre ai detto una verità
    aahh fa così deutschland deutschland über alles …über alles auf der welt

  67. Ip Address: 82.59.3.132

    Catania, per Formica situazione in stand-by
    17.01.2011 21.23 di Gianluca Losco
    Fonte: itasportpress.it

    Mauro Abel Formica si allena con il Newell’s Old Boys in attesa che la società di Rosario gli comunichi di fare le valigie e andare in Italia. Il Catania è in pole mentre il Genoa non molla ancora. Dall’Inghilterra intanto anche il West Ham ha effettuato un sondaggio per il trequartista 22enne con passaporto comunitario. Per un aggiornamento della situazione di mercato è intervenuto ai microfoni di Itasportpress.it il ds del del Newell’s, Gustavo Dezotti. “Non ci sono passi avanti per questa trattativa. Il Catania vuole Formica ma si sta lavorando in attesa che l’operazione si concluda positivamente. Il Newell’s è in amministrazione controllata e pertanto il tribunale dovrà ratificare l’operazione dopo che è stata approvata dalla nostra commissione tecnica interna. Ritorno di fiamma del Genoa? Assolutamente no. Con questo club abbiamo interrotto i rapporti. Ignacio Fideleff piace a Napoli e Catania? Non mi risulta, invece il nostro difensore 21enne è seguito da una squadra inglese anche se è molto giovane e inesperto. Ha fatto poche gare ufficiali con la maglia rossoblu”.

  68. Ip Address: 82.59.3.132

    ESCLUSIVA TMW – Ag. Galeano: “Catania piazza gradita, sono ottimista”
    17.01.2011 20.53 di Marco Gori

    Contattato in esclusiva da TMW, Jorge Czysterpiller, agente del centrale dell’Independiente, Leonel Galeano (19), ha dichiarato: “Novità sul giocatore? Nei prossimi giorni mi vedrò con Pietro Lo Monaco, se il Catania lo vorrà fortemente potrà prenderlo, ovviamente molto dipenderà dall’offerta. Se sono ottimista sul buon esito della trattativa? Io sono sempre ottimista. Se è vero che anche Lecce e Genoa lo stanno seguendo? Confermo, il Genoa tra l’altro lo ha cercato anche un anno fa. La volontà del giocatore? Ora è concentrato sul mondiale under 20, ma in Italia verrebbe molto volentieri, soprattutto in un club come il Catania”.

  69. Ip Address: 90.1.141.115

    L’Atalanta resta in B
    Il Cesena si salva!!! speriamo di no 😕 😕
    Il Torino va in A antenucci 14 gol alla fine

    😆 😆 😆 😆

  70. Ip Address: 88.64.181.151

    mi….a poligglotti stamu addivintannu iu ca a scola in francese minparai sulu adiri garson bongiur e bonanotti :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  71. Ip Address: 82.59.3.132

    ma sai l’ultima mascara in scadenza di contratto sembra che il Napoli lo vuole la trattativa è in corso :mrgreen: :mrgreen:

  72. Ip Address: 90.1.141.115

    Chiacchieri e tabbaccheri i lignu ➡ ➡ ➡
    Mascara butta fuori a giampaolo

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu