IL PUNTO SUL CATANIA, PRIMA DEL DERBY

 Scritto da il 29 marzo 2011 alle 08:07
Mar 292011
 

Due domeniche fa, ancora una volta il Catania è tornato da una trasferta con una sconfitta, meritata e deleteria, ennesima sconfitta fuori dalle mura amiche. L’Udinese di Guidolin, dopo una partenza discreta partenza dei rossazzurri che faceva ben sperare, ha giocato una gara per niente trascendentale, aggiudicandosi però, con il minimo sforzo i tre punti. La squadra di mister Simeone rimane a ridosso delle sabbie mobili che delimitano la zona retrocessione, fra i rossazzurri e la quart’ultima c’è una distanza che non porta angosciose e paure, ma che bisogna sempre tenere sotto osservazione.

Ormai sono diventate troppe le gare disputate dai rossazzurri fuori casa senza vittorie, e in considerazione di questo, la partita contro il Palermo di domenica prossima assume sembianze vere e proprie di una partita che non si deve sbagliare, per avvicinarsi quando più è possibile alla salvezza e poi cosa che rende più importante la gara, quella di domenica prossima è il derby, da prendere si con le molle ma da affrontare con il “coltello tra i denti”, la parola pareggio o peggio ancora sconfitta, non deve esistere, bisogna solo vincere.

In casa spesso vediamo un Catania gagliardo, perché il collettivo etneo ha dimostrato di saper tirare fuori le unghie, lottare nonostante le avversità, come dimostrato contro la Sampdoria, alla ricerca di un gol che ha permesso al Catania di risucchiare nella lotta, anche i blucerchiati. Dopo la sconfitta di Udine, cadere e rialzarsi, ma soprattutto usare la “sciabola”, i tempi del fioretto sono finiti da diverso tempo, per adesso riposati nel cassetto, questo il Catania lo sa, lo percepisce domenica dopo domenica, ed è a conoscenza del fatto che l’unica cura possibile, l’unica medicina da prendere, è quella della vittoria, risicata o meritata che sia, non importa, al momento bisogna vedere e puntare solo ai 3 punti.

Simeone deve trovare la formula giusta per debellare la sterilità offensiva degli attaccanti. Questo è uno dei fattori come limite più evidente. I gol con il contagocce servono decisamente a poco, Maxi Lòpez è fermo a quota 7 ed è il capocannoniere della squadra, perciò si denota la difficoltà dei rossazzurri a trovare la rete della porta e i risultati sono diventati una logica conseguenza.

L’arrivo di Bergessio doveva servire a colmare alcune di queste lacune, ma rimane da verificare lo schieramento con il quale il tecnico argentino deciderà definitivamente come schierarlo in campo negli undici titolari, in modo tale da essere degno comprimario di Lopez. Altro problema riguarda le fasce difensive, spesso prese in mezzo alle sovrapposizioni avversarie e in piena sofferenza sulle diagonali, da dove scaturiscono la metà dei gol subiti quest’anno dal Catania, e questo il “Cholo” Simeone lo deve capire al più presto.

Impossibile nascondere che è da rivedere la condizione fisica e mentale di alcuni giocatori, a partire da quel Ledesma che per buona parte del campionato è apparso ancora lento e macchinoso a centrocampo, per carità piedi buoni, ma bisogna ritrovare il Ledesma del primo anno. Ma veniamo alle note positive, l’italo-argentino Schelotto ha dimostrato nelle gare disputate di avere tanta corsa, tanta iniziativa e tanta duttilità, elementi di fondamentale importanza nella considerazione che il nuovo numero 7 etneo potrà ricevere dal suo allenatore.

Anche il “Papu” Gomez ha avuto una piccola involuzione rispetto alle gare d’esordio di questo torneo, ma questa può anche darsi che sia una logica conseguenza del fatto che il cambio del tecnico possa avere apportato delle modifiche alla sua posizione in campo, però non c’è più tempo da perdere, anche lui deve tornare a quei ritmi di inizio campionato. Invece è ottima la verve e la mole di gioco espressa da Adrian Ricchiuti nelle ultime gare disputate dall’argentino, perciò in questo finale di torneo sarà ancora una volta destinato, come nell’era Mihajlovic, a ricoprire un ruolo prioritario nella risalita in classifica dell’elefante.

Il Catania deve sfoderare l’arco, pieno di frecce pungenti e “velenose”. Non battere il Palermo, o peggio ancora perdere, vorrebbe dire piombare in piena crisi, ragion per cui tutta Catania deve stringersi attorno a questa squadra, attorno a questa partita, attorno a questi professionisti, pessimismo od ottimismo non servono più, serve tifare e trascinare i ragazzi sul green del Massimino, che può valere la salvezza, e questo i sostenitori etnei lo sanno perfettamente. Tutti pronti, tutti determinati, in campo devono scendere undici leoni, ne siamo ben consapevoli, ma negli spalti il tifo rossazzurro dovrà avere un ruolo fondamentale nel tenere alta la concentrazione dei giocatori, non potrebbe essere altrimenti.

  24 Commenti per “IL PUNTO SUL CATANIA, PRIMA DEL DERBY”

  1. Ip Address: 88.66.22.184

    si Caro Giuseppe Condivido la tua analisi , e purtroppo siamo lì non c#è via di uscita una vittoria contro il palermo oltre al prestigio e importante ai fini della classifica a essere sincero ho forti dubbi su questo Catania , ma spero in un moto di orgoglio da parte degli argentini inutile negarlo non abbiamo uno zoccolo duro in squadra come ai tempi di Baiocco e compagnia bella , siamo argentino dipendenti io non so quanti di loro si riconoscano nei colori rossazzurri ma una cosa devono capirla andare giù per loro vuol dire anche meno pesetas e almeno questo speriamo sia stimolo di una prova di carattere per mantenere la serie A
    buona giornata a tutti pari

  2. Ip Address: 95.238.23.158

    Buongiorno raga’!!!
    Buon articolo articolo Giuseppe!!! 😉 😉 😉

    Raga’!!! Ci serve per domenica una vittoria importante da toglierci subito dai guai.
    I ragazzi del Catania devono capire l’importanza dei 3 punti!!! 😯 😯 😯

    Comunque forza Catania!!! 😈 😈 😈

  3. Ip Address: 82.57.46.99

    Buongiorno a tutti.
    Messaggio per Joe:
    Cambiato turno…stop. :mrgreen:
    programmato aquisto biglietti di tribuna “B”,per ore 17:30 stop. :mrgreen:
    Appena entrato in possesso di biglietti,comunicherò l’avvenuto evento stop. :mrgreen: ,e vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii……………………

  4. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno popolo rossazzurro…..
    peppe58, sono contento per te è giusto che non manchi il Derby della Sicilia…
    speriamo in un cambio di mentalità e grinta dei giocatori, con una bella o brutta,sofferta VITTORIA contro i MEUSA.

    —————————————-FORZACATANIA——————————–

  5. Ip Address: 79.55.60.60

    BUON POMERIGGIO JOE E TUTTA LA COMPAGINE ROSSOAZZURRA GIUSTO NIENTE SCONTO X I MEUSA VITTORIA VITTORIA HA TUTTI I COSTI FORZA CATANIA ALE

  6. Ip Address: 82.61.146.191

    BUONA SERATA A TUTTI, CIAO PEPPE 78, CIAO JOE VI POSTO QUESTO ARTICOLO DA ITASPORTPRESS

    Catania, momento di lavoro intenso per Lo Monaco impegnato tra presente e futuro
    29.03.2011 08:35 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 955 volte

    E’ un momento assai complicato per l’ad del Catania Pietro Lo Monaco che guarda al presente, con la salvezza ancora da raggiungere, ma anche al futuro. C’è da programmare la prossima stagione (ci auspichiamo la sesta in serie A) con tante novità in arrivo visto che il mercato si fa adesso e non, come a volte si dice, ad agosto. Il plenipotenziario dirigente etneo, come già anticipato da Itasportpress lo scorso 9 marzo (Catania, si cambia rotta: dalla prossima stagione più italiani e meno argentini) ha deciso di guardare più al mercato di casa nostra, e in parte anche a quello brasiliano e uruguaiano, mettendo in stand by quello argentino. “E’ evidente che viviamo un momento molto delicato – ha detto Lo Monaco a Itasportpress – ma vogliamo guardare al presente. Restano otto giornate e 24 punti da assegnare. Abbiamo il nostro scudetto da vincere che è la salvezza. A cominciare da domenica col Palermo dobbiamo iniziare a dare risposte importanti facendo risultato. Ogni valutazione su eventuali scelte in sede di mercato saranno prese soltanto al termine della stagione”. Parole giuste quelle del bravo dirigente rossazzurro visto che il Catania si sta giocando la salvezza. Ma l’astuto amministratore delegato Lo Monaco sta lavorando già per allestire la squadra del futuro.

    FUTURO-Che Catania si sta costruendo per la stagione 2011/12 visto che in questo momento si decidono le strategie di mercato?. Ci sembra certo l’addio a Llama, Izco, Ledesma, Carboni, Alvarez, Maxi Lopez, Bellusci e Campagnolo. Incerto quello di Potenza, Biagianti, Bergessio, Schelotto, Morimoto, Andujar, Terlizzi, Silvestre e Pesce. Tra i confermati in maglia rossazzurra ci sarebbero: Ricchiuti, Sciacca, Gomez, Lodi, Spolli, Martinho, Marchese, Kosicky. Nuovi arrivi: i giocatori di proprietà Catellani e Moretti che giocano a Sassuolo e Ascoli sono pronti per la A. Poi Bianchi del Torino sembra vicino. Vediamo poi cosa succederà in Sudamerica nei prossimi giorni.

    Tecnico- Per quanto riguarda il tecnico Simeone valgono le parole di ieri di Lo Monaco ai microfoni di Itasportpress: “Valuteremo”. Alle porte c’è Davide Ballardini che il presidente del Genoa Preziosi vuole dare il benservito a fine stagione. L’ex tecnico rosanero e l’ad Pietro Lo Monaco si stimano parecchio, e finora basta così

  7. Ip Address: 95.238.23.158

    Buonasera o buonanotte raga’!!!
    Domenica contro il Palermo sara “la madre di tutte le battaglie”!!! 😈 😈 😈

    Sosteniamo i Nostri ragazzi fino all’ultimo respiro che ci rimane in corpo!!! 😡 😡 😡

    Notte a tutti e forza Catania!!! 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈

  8. Ip Address: 151.33.47.184

    Buongiorno a tutti…

    La partita di Domenica, (come sottolineato bene da Giuseppe), riveste un’importanza fondamentale in questo finale di campionato. Giocarla bene e vincerla potrebbe dare alla squadra quell’imput decisivo per cancellare lo zero dalla classifica del Catania (rispetto alle vittorie fuori casa) in considerazione del fatto che la domenica successiva si andra’ a giocare a Bari in casa di una squadra che non ha piu’ niente da dire al campionato (essendo ormai virtualmente retrocessa); e, quindi sull’onda dell’entusiasmo per i tre punti (si spera) ottenuti contro il Palermo andare a vincere a Bari …
    Questa partita e le prossime due potrebbero mettere la parola fine alla lotta per la salvezza del Catania, perche’ se si riuscisse a capitalizzare al massimo il bottino dei punti il Catania sarebbe fuori dalla lotta salvezza in maniera definitiva.
    Anche nella malaugurata ipotesi che il Catania non riuscisse a ottenere il massimo, una buona opzione sarebbe quella delle due vittorie ed un pareggio, ma vincere contro il Palermo e’ necessario, anzi direi fondamentale, per potere affrontare le altre due con la necessaria tranquillita’ e con uno spirito diverso…
    Il derby e’ una partita che esce fuori da ogni pronostico quindi, dare per scontata la vittoria sarebbe un grave errore da parte di tutti (soprattutto dai calciatori); c’e’ pero’ da dire che fin’ora il Catania fra le mura amiche ha dimostrato di essere una squadra tosta e combattiva, quindi la vittoria del Catania e’ come da pronostico. Ma il Palermo non verra’ a Catania nelle vesti di agnello sacrificale anzi, dalle dichiarazioni dei calciatori avversari si desume che loro, verranno a Catania per fare bottino pieno (?) … Sara’ importante ai fini del risultato finale, l’approccio alla partita e la sua preparazione, ma soprattutto, determinante sara’ “il fattore pubblico”.
    Domenica lo stadio si riempira’ in ogni ordine di posti e ci sara’ il ritorno dei tifosi del Palermo. La componente pubblico dovra’ fare sentire il suo calore ai ragazzi dal primo al novantacinquesimo e sara’ come dicevo prima, determinante : quindi solo incoraggiamenti per i ragazzi e prepariamoci a rimanere senza voce alla fine dell’incontro.
    Accogliamo i Palermitani pensando solo che sono i tifosi della squadra avversaria e facciamo in modo che la rivalita’ che esiste fra le due tifoserie si limiti esclusivamente agli sfotto’: niente di piu’ e niente di meno, com’era una volta quando gia’ da ragazzino andavo allo stadio ed era uno spettacolo vedere gli spalti colorati di Rossazzurro ma era bello vedere che anche dall’altra c’erano i tifosi avversari… Ci vuole uno scatto di orgoglio e di appartenenza a questa Terra tanto bistrattata, dimostriamo all’Italia intera che la Sicilia e’ popolata da gente che la parola civilta’ la scrivevano quando quelli del nord ancora zappavano i campi della cosiddetta padania tanto cara ai leghisti…

    Forza Catania!

  9. Ip Address: 87.17.18.36

    Salve raga’!!!
    Concordo con te Mario!!! 😉 😉 😉
    Cerchiamo di vincere contro il Palermo e giocheremo le altre partite piu’ serenamente!!!

    Forza Catania!!! 😈 😈 😈

  10. Ip Address: 79.55.60.60

    BUON POMERIGGIO HA TUTTI CIAO CATANISTA60 COME SEMPRE TI QUOTO FORZA CATANIA ALE 😀

  11. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti…..

    ciao Catanista e Angelo, Giorgio e a tutti quanti per li derby ogni uno fa quel che pò…..
    quindi tutti allo stadio a tifare per il ns. Amato Catania!!!!!
    bisogna vincere a tutti i costi è come ha detto Catanista una vittoria ci tirerebbe dalla lotta per la salvezza….
    lottare fino all’ultima partita, all’ultima palla, all’ ultimo minuto. … Sicuramente ci aspetta una partita difficile con i Meusa, ma si può fare.

    ——————————————–FORZACATANIA46————————————

  12. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, Biagianti e Izco disponibili per il derby

    Il Catania cambia i programmi di lavoro ma non l’impegno durante le sedute atletiche in vista del derby col Palermo di domenica prossima al Massimino. In mattinata, i rossazzurri hanno svolto un programma di lavoro basato esclusivamente sulla tonificazione, in sala muscolazione. Nel pomeriggio invece intensità e concentrazione hanno caratterizzato un allenamento molto energico. Effettuato il riscaldamento, esercitazioni in chiave offensiva, cross e tiri in porta, quindi cura del possesso palla e partitella su metà campo, infine ‘lezione’ tattica di mister Simeone, che ha dettato i movimenti corretti senza palla. In gruppo Biagianti e Izco, differenziato con progressi per Capuano, Martinho e Sciacca, di scena sul secondo campo in erba naturale. Domani alle 15.30 il Presidente Pulvirenti in conferenza stampa. Alle 16, allenamento a porte chiuse. Giovedì alle 15.30 sarà invece mister Simeone, a rispondere alle domande dei cronisti. A porte aperte la seduta di giovedì (inizio alle 16).

  13. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, piace l’argentino Hauche del Racing, seguito anche dal Napoli
    30.03.2011 09:30 di Antonino Bulla
    Anche il Catania oltre al Napoli, sarebbe sulle tracce del 23enne attaccante argentino, Gabriel Augustín Hauche, in forza al Racing de Avellaneda. Hauche è nato il 27 novembre del 1986 a Buenos Aires. Ha incominciato a giocare a calcio all’età di 10 anni in una piccola realtà calcistica nei sobborghi di Buenos Aires. Nel 2004 alcuni selezionatori dell’Atletico Temperley, lo vedono giocare in un torneo giovanile e lo tesserano nel club per giocare nel campionato di Primera B Metropolitana. In due stagioni l’attaccante colleziona 53 presenze e realizza 9 gol. Nel 2006 l’Argentinos Juniors lo acquista per poco più di 500mila dollari. Il 22 gennaio del 2010 è passato dall’Argentinos Juniors al Racing Avellaneda per 2,1 milioni di euro. In questa stagione la punta argentina ha giocato 17 partite e realizzato sei gol nello scorso torneo di Apertura, mentre nel Clausura in corso ha segnato 2 gol su 7 partite giocate. Secondo le indiscrezioni raccolte da Itasportpress.it, i dirigenti del Catania avrebbero seguito con attenzione le partite dell’attaccante. I vertici del Racing di recente hanno valutato il cartellino del giocatore circa 7 milioni di euro. La trattativa tuttavia potrebbe sbloccarsi per molto meno anche se la concorrenza del Napoli e di alcune società spagnole potrebbe inevitabilmente complicare l’operazione.

  14. Ip Address: 79.30.80.16

    Buon pomeriggio a tutti,acquistati biglietti tribuna B,settore A,fila 7,posti 14 e 15,si vaaaaaaaaaaaaaaa al derby.Ho fatto 45 minuti di fila,ma ne è valsa la pena.Mario,concordo in toto con il tuo post,per ciò che riguarda,di dare una risposta di civiltà a tutti quelli che ci hanno sempre bristrattato,farei una bella cosa:esporrei uno striscione con la scritta, “ben tornati”,ai palermitani,dopo di ciò,ognuno è libero di tifare per la propria squadra,con cori e sfottò annessi.Non entro in merito alla parte tecnica,perchè rischierei di ripetere quello che ha già scritto Mario,e come vedo,siamo un pò tutti sulla stessa linea di pensiero.Un saluto a Salvo,Angelo da Modena e Giorgio47 da Napoli.

  15. Ip Address: 79.30.80.16

    Ciao Joe 😆 😆

  16. Ip Address: 79.30.80.16

    Nei saluti ho dimenticato Lux, :oops:,l’ho faccio adesso.

  17. Ip Address: 85.41.235.41

    Juventus, Martinez verso un clamoroso ritorno a Catania
    30.03.2011 12:40 di Redazione ITA Sport Press

    Jorge Martinez alla Juve fu uno dei colpi di mercato più scoppiettanti della scorsa estate. Da Torino però ancora oggi gridano allo scandalo per quei 12 milioni buttati via per un giocatore che non ha mai lasciato il segno in questa stagione. E adesso dalla città della Mole si pensa a come ammortizzare il costo e non determinare una pesante minusvalenza. Secondo quanto appreso da Itasportpress.it a Torino, la Juve sarebbe disponibile a cadere il giocatore in prestito al Catania per la prossima stagione. Sarebbe un gradito ritorno per il calciatore uruguaiano ma anche per l’ad etneo Lo Monaco che stima ancora “Malaka” Martinez. Tra l’altro la Juventus sarebbe disposta anche a pagare una parte dell’ingaggio.

  18. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Peppe,
    eccoci qua di nuovo a commentare il prederby speriamo bene !!!!!
    sono contento per il biglietto, dispiace per la fila a Catania l’organizzazione non c’è mai 😈 😈 😈

  19. Ip Address: 87.17.18.36

    Salve raga’!!!
    X peppe58 tifa anche per me!!! 😉 😉 😉

    X Martinez sarebbe bello il suo ritorno con ingaggio da parte della giuve!!!
    Ma zio Petrus non vorra perdere 12 milioni di euro, mica e’ pazzo!!!

    Forza Catania forza!!! 😈 😈 😈

  20. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Giorgio, LOTIRCHIO non perde nulla verrà casomai in prestito con diritto di riscatto a 4 milioni 😀 😀 😀

  21. Ip Address: 85.41.235.41

    Biglietti, il tutto esaurito in tribuna B e anche in curva nord….

  22. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, Pulvirenti: “Vinciamo e ci salviamo”
    30.03.2011 18:08 di Andrea Nizza
    Il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, intervenuto in conferenza stampa, ha commentato il prossimo impegno contro il Palermo: “Il derby e’ sempre un momento speciale per tutti. Vogliamo vincere, in modo da salvarci. Un successo, infatti, ci darebbe il 90 per cento della certezza di rimanere in serie A. Conto sul fattore campo, il pubblico ci aiutera’, lo stadio sara’ una bolgia e ci spingera’ a far bene. Ho saputo che il presidente del Palermo non sara’ allo stadio. Io l’avevo invitato per ripetere la cerimonia del giro del campo, fatto all’andata, al Barbera. Io, comunque, sono convinto che ci sara’ un clima disteso, a maggior ragione con la presenza dei tifosi del Palermo”.

  23. Ip Address: 79.55.60.60

    CIAO JOE HO LETTO LA BELLA NOTIZIA SU BIAGGIANTI E IZCO FORZA CATANIA SEMPRE 😀

  24. Ip Address: 151.62.223.102

    e stato un derby bello per i catania e finita 4 a o voglio a bari tre punti
    questo anno ci salvare forza catania lasud e col vuoiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu