IL PUNTO SUL CATANIA

 Scritto da il 20 aprile 2011 alle 14:34
Apr 202011
 

 

Il gioco del calcio ha una regola ben precisa (anche se non scritta), non esiste a priori una partita gia’ vinta prima che questa sia giocata.

Per questo motivo possiamo affermare (e tutti lo fanno), che il calcio è lo sport più popolare del mondo ed ha un suo fascino particolare. Se a tutto questo sommiamo anche i fattori che possono determinare lo scontro in campo a favore di una squadra o dell’altra essi sono molteplici e di vario genere. Si puo’ ad esempio parlare di partita segnata quando una delle due squadre ha un predominio costante durante l’arco dell’intera partita. Domina in lungo e in largo la squadra avversaria. Ottiene corner come se piovesse, tira in porta svariate volte; e fra pali, traverse, palle uscite di un pelo o, prodezze del portiere avversario, i calciatori in campo non riescono a mettere la palla in rete; mentre basta un contropiede fatto bene e la squadra avversaria tira una volta, segna e, vince la partita. Esiste anche un altro fattore caratteristico ai fini del risultato finale di una partita: “il fattore arbitro!“.

Quando una delle due squadre in campo non è una cosidetta grande, il rischio che in campo si verifichino errori dell’arbitro a favore della squadra meno rappresentativa è grande; come, (a differenza di quello che dicono i cosiddetti addetti ai lavori) è grande la cosiddetta “sudditanza psicologica” degli stessi arbitri a favore della squadra più rappresentativa delle due in campo. Accade di frequente che una squadra che non sia annoverata fra quelle di maggior prestigio, subisca da parte dei signori con la giacchetta nera e il fischietto in mano, (più o meno inconsapevolmente), penalizzazioni fortuite; come un gol in netto fuorigioco considerato regolare, ( e nessuno grida allo scandalo come avverrebbe a situazione ribaltata), un rigore non dato o dato contro; o un uso dei cartellini e delle punizioni assegnate in maniera scientifica per tarpare le ali alla squadra più debole mettendo subito le cose in chiaro

( da parte dell’arbitro), sul tipo di partita che si deve fare da parte della squadra più debole delle due.

Si dice sempre che l’approccio alla partita sia determinante da parte di una squadra per fare sua la partita e che, l’allenatore incida sulla prestazione più o meno al 20% rispetto alla stessa. Tenere conto di questi due fattori’ è assolutamente giusto e sacrosanto ma, da parte dei tifosi ci si dimentica spesso di tenere in considerazione un altro fattore, il più importante dei tre: “La qualità dei giocatori in campo, quindi, la differenza sostanziale che esiste fra una squadra rispetto a all’altra!” e, cosa altrettanto fondamentale nell’andamento di una partita è, (come detto prima) il quarto fattore: “il fattore arbitro!”

Prima della partita di Domenica in tutti noi c’era la consapevolezza di affrontare una squadra ben attrezzata e forte. Una squadra che occupava la quarta posizione in classifica e che era da annoverare fra le cosiddette “squadre blasonate”; quelle cioè, che, i signori in giacchetta nera guardano con un occhio diverso rispetto alle altre. Questo era il primo campanello d’allarme che noi tutti dovevamo sentire!

La partita era stata preceduta dalle lamentele dei signori Lotito e Reja: secondo campanello d’allarme!

Il Catania faceva dello stadio Angelo Massimino la sua roccaforte ed era quindi scontato per tutti noi ( tifosi), vincere la partita prima di averla ancora giocata: terzo campanello d’allarme!

Cosi non è stato e tutti abbiamo assistito a quello che è successo in campo.

Adesso il Catania si trova di fronte ad un bivio importante e deve fare due scelte: la prima è quella di dimostrare a tutti che la partita di Domenica è stata solo un errore di percorso. La seconda quella di non essere una squadra cosi scadente com’e’ apparso agli occhi di tutti dopo la partita di Domenica.

Sabato prossimo il Catania è chiamato ad affrontare una partita sulla carta proibitiva. Le difficoltà di questa partita stanno tutte nel dovere affrontare una delle squadre più blasonate dell’intero mondo pallonaro. Una squadra che ancora non è fuori dall’obiettivo Champions League … ma, la cosa che più preoccupa ancora di più tutti noi, e’ il rendimento da trasferta della squadra Rossazzurra.

Sabato prossimo la squadra avrà la possibilità di cancellare il brutto ricordo di Domenica e, Simeone quella di cancellare la cattiva opinione che la maggior parte dei tifosi ha avuto dopo la partita e, dopo gli errori d’impostazione e di lettura della gara in corso.

Nel proseguimento del campionato il calendario non ci da una mano, sulla carta il Catania dovrà affrontare impegni molto difficili; ma, come dicevo sopra: nel calcio nessun risultato è scontato. Abbiamo ancora un discreto margine di vantaggio sulla terzultima, e il calendario riserva molti scontri diretti alle nostre avversarie. Considerando tutti questi fattori non è improbabile che per arrivare alla fatidica quota salvezza al Catania basti fare altri quattro punti per considersi salvo. Contro chi, e come, a noi poco interessa. Quello che è certo da parte di tutti noi, e il bene che vogliamo alla nostra squadra e ai nostri colori e, allora, bando alle polemiche, stringiamo tutti intorno alla squadra e archiviamo presto questo campionato. I processi ( se mai si dovranno fare), saranno fatti alla fine e, la Società saprà cosa fare per mettere finalmente fine dal prossimo anno alle sofferenze del tifoso Catanese.

Di questo son certo e lo voglio trasmettere a tutta la Rossazzurranza del mondo…

A SOSTEGNO DI UNA FEDE.

UN SOLO GRIDO : “ FORZA CATANIA!”

 

  50 Commenti per “IL PUNTO SUL CATANIA”

  1. Ip Address: 88.45.219.230

    Buona serata agli amici catanisti.
    Ben detto Mario.
    nei gg scorsi la domenica della disfatta, ho letto un pò dovunque la richiesta di “raccomandazioni arbitrali” ,chiamiamola sudditanza psicologica così nessuno si scandalizza, dei Lotito e Reja.
    l’ho pure scritto puntando il dito su Reja al quale , evidentemete sbagliandomi, riconoscevo un pò di onestà intellettuale in più. il friulano amico di Lippi piangendo avvertiva che a Catania il clima poteva essere troppo surriscaldato e quindi esortava tutti a una protezione maggiore verso la sua squadra. a parte che il friulano il clima di catania lo conosce benissimo e sa che se si surriscalda spesse volte è per la temperatura ambientale non per altro. nei tempi, oserei dire passatissimi, i catanesi sono andati giù pesanti ma come detto altri tempi e cmq sempre per vessazioni subite dalla ns. squadra e quindi città da parter del resto d’italia. fortuna i ns. tifosi sono fra i più corretti d’italia. non sò se può dire lo stesso di quelli delle squadre romane.
    all’udire questi lamenti avrei preferito una risposta pronta del presidente o del direttore e non riscontrandola ho dedotto che forse, si, siamo troppo signori nel cadere in queste provocazioni e che in ogni caso la lazio con sti piagnistei dimostrava di temerci e non poco. poi la partita è andata come è andata e sarebbe ridicolo pensare che la giacchetta nera abbia potuto indirizzare il risultato verso uno o quell’altra squadra. troppa differenza in campo e parliamoci chiaro per me l’arbitro non ha diretto male.
    sabato occorre una prestazione dignitosa a prescindere dal risultato occorre rientrare con le teste per cercare quella vittoria con cagliari e brescia alla ns portata e archiviare questo campionato quanto prima.
    FORZA CATANIA
    8) 8)
    Giampiero

  2. Ip Address: 151.33.47.55

    Ciao Giampiero,
    quoto quello che hai scritto.
    Riguardo all’arbitro debbo dirti che ha diretto in maniera da non influenzare i maniera palese la partita ma, l’errore sul secondo gol della Lazio consentimi di dirtelo, e’ stato grave e ha tagliato le gambe al Catania: la restante parte della stessa poteva essere impostata in maniera diversa; ma non solo, ha anche confuso le idee al povero Cholo … :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  3. Ip Address: 88.45.219.230

    ciao catanista.8) 8)
    fuorigioco di cm e non segnalato dall’assistente. considera che ha messo mano più volte ai cartellini e se gomes mi pare fosse arrivato a terra interrompendo l’azione ci scappava anche il rosso. cmq non voglio difendere nessuno dico soltanto che non è per l’arbitro che abbiamo perso domenica.
    ma come si dice.. acqua passata.
    8) 8)

  4. Ip Address: 79.26.190.30

    Buon pomeriggio a tutti,Mario spero che sabato il Catania possa ripetere lo stesso exploit dello scorso anno,ci sono alcune coincidenze che fanno ben sperare,come il momento non esaltane dei bianconeri e il risultato negativo da cui viene il Catania.

    P.S. VITTORIO AL TUO ULTIMO POST HO RISPOSTO NELLA PAGINA PRECEDENTE. 😉 😉

  5. Ip Address: 151.33.47.55

    Un saluto a tutti gli amici che seguono il catania e questo sito e un saluto particolare a mario sono sempre belli i tuoi articoli e appassionanti da leggere,ha molto che non scrivevo e mi andava di farlo ho molta rabbia a vedere il catania che a mio avviso ha un ottimo organico e vedere per tutto il campionato una squadra mediocre rinunciataria gagliarda solo in casa e avvolte anche no, vedi domenica,a mio avviso è vero che abbiamo ricevuto qualche ingiustizia arbitraria ma è anche vero che sè la squadra avesse mostrato carattere vedi la partita di domenica sarebbe riuscito a portare qualche punto in piu dopo il secondo gol(irregolare della lazio) il catania ha cercato timidamente di pareggiare la partita ma senza neanche grande convinzione e secondo me almeno un pareggio con un pò di grinta in più a prescindere dall errore arbitrale ci stava;ma cmq speriamo che tirino fuori le unghie queste ultime partite un saluto a tutti e forza catania

  6. Ip Address: 78.13.58.90

    Buongiorno Mario, Giampiero, Peppe e tutta la compagnia bella.
    Mario, la tua disamina è inappuntabile, questa è la situazione attuale e, tutto sommato, racconta intrinsecamente tutti i se e tutti i ma che hanno accompagnato la stagione del nostro Catania.
    Dubbi, incertezze, crisi d’identità, sfortuna e pochi flash che ci hanno dato qualche soddisfazione ma che non ci hanno reso appagamento.
    Processi niente, per carità, è chiaro comunque che questa stagione che finirà (com’è ovvio e logico…) con l’ennesima salvezza lascerà il segno nei cuori dei tifosi che questa volta davvero pretenderanno un deciso cambio di tendenza.
    Nessuno pretende l’Europa, lasciamo questi pensieri al nostro più grande sognatore, Pulvirenti, pensieri fra l’altro mai supportati dal suo mentore, però vedere Chievo, Cagliari e Bologna, soprattutto quest’ultima che come bene diceva Peppe ha subito il martirio di vicissitudini tali da sgretolare qualunque altra compagine, tutte già tranquillamente salve da alcune giornate e noi che tutto sommato abbiamo un organico quantomeno alla pari che ancora triboliamo e soffriamo non lo ritengo giusto.

  7. Ip Address: 85.41.235.41

    Bella disamina Mario…
    pensare che l’anno scorso la lazio lottava per la salvezza come noi e se non vado errato hanno chiuso il campionato con un punto in più di noi….

    con pochi innesti hanno creato uno squadrone che sta lottando per la champions….
    noi con tanti innesti stiamo lottando per la salvezza…. vorrei sapere dove abbiamo sbagliato?????

    il 20% dell’allenatore su 36 punti fa 7 punti in più, allora potevamo avere 43 punti ma mai 60 come la lazio……

  8. Ip Address: 79.26.190.30

    Ciao Joe,dice bene Mario,a questo punto non è importante come e con chi si fanno questi benedetti punti,fuori l’orgoglio e arriviamo alla salvezza,poi, come dice Marcello,si spera in qualcosa di meglio per l’anno prossimo,senza pretendere chissà cosa,pretendiamo solo di non soffrire, ed è vero,fa un pò rabbia a vedere squadre come Chievo, Cagliari e Bologna già salve e noi ancora qui a mangiarci il fegato. Va bene,forza e coraggio…ci salveremo,così appena finisce la stagione ci buttiamo tutti sul calcio mercato e cominceremo a fare i nostri personali acquisti per creare le nostre personali formazioni… :mrgreen: :mrgreen: ,a proposito,io l’allenatore ce l’ho già 😉 😉

  9. Ip Address: 85.41.235.41

    non mi parlare di Ballardini che a me non piace…….

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    Meglio 100/1000 volte Marcelo Alberto Bielsa Caldera (nicknamed Loco Bielsa, “il matto” Bielsa …

    ciao Peppe

  11. Ip Address: 79.26.190.30

    Joe non parlavo di Ballardini,ma non vorrei un’altro tecnico argentino,anche se Bielsa di di un’altra caratura nei confronti di simeone,almeno per ciò che riguarda il palmares.Spero che la squadra il prossimo anno sia un pò più italianizzata o quanto meno europeizzata.

  12. Ip Address: 79.32.235.131

    Buonasera raga’!!!
    Bell’articolo Mario!!! 😉 😉 😉
    Sabato non vedo e non sento la partita purtroppo non ho le p…e per soffrire.
    Invece leggerdo i vostri post , se perdiamo, mi arriva una mazzata in testa rapida e buonanotte.
    Se non perdiamo trascorrero’ una notte tranquilla.

    Comunque i Nostri ragazzi devono fare punti in trasferta non ci sono dubbi alcuni e spero che ci mettano cuore e grinta!!! 😡 😡 😡

    Notte a tutti!!!
    Forza Catania!!! 😈 😈 😈

  13. Ip Address: 151.33.40.238

    Ciao a tutti ragazzuoli Rossazzurri di belle speranze 😆 😆 😆 e…grazie a tutti per i complimenti.

    In cor mio spero che sabato il Catania faccia una grande partita e, che porti punti da Torino.
    In fondo, se ben guardiamo agli ultimi campionati di serie A, abbiamo sempre fatto bella figura sul campo della Rubentus e portato via dei punti che poi si sono rivelati alla fine vera e propria manna caduta dal cielo per i nostri colori…
    Dobbiamo pero’ secondo me, guardare con piu’ attenzione alle partite contro Cagliari e Brescia, e li’ che si decidera’ il nostro campionato, per poi giocarcela serenamente contro Roma e Inter ( anche se contro la Roma personalmente gradirei venisse una bella vittoria).
    Una grande prestazione con punti a Torino sarebbe un buon viatico ed una bella soddisfazione per noi poveri tifosi dal cuore “foderato di Rossazzurro”…

    Forza Catania!

  14. Ip Address: 92.135.94.5

    Partendo che a me Bielsa piace molto, pero’ non vedo dove il suo palmares sia migliore di Simeone!!
    Come giocatore niente di più impensabile paragonarlo a Simeone 😉 😉

    Come allenatore non ha mai vinto niente, ma ripeto vedendo il Cile mi è piaciuto ma aveva anche una bella squadra!!

    Année(s) Équipe Stats
    1990-1992 Argentine Newell’s Old Boys
    1992-1994 Mexique CF Atlas
    1995-1996 Mexique Club América
    1997-1998 Argentine Vélez Sársfield
    1998-Sept.1998 Espagne Espanyol Barcelone
    Sept.1998-Sept.2004 Argentine Argentine
    Août 2007-Nov.2010 Chili Chili

    Nel mondiale 2002 in Giappone l’argentina eliminata al primo turno, dopo essere arrivata per stento con giocatori di questo livello, comme Gabriel Batistuta, Hernan Crespo, Juan Sebastián Verón; Ariel Ortega e cosi via!!

    Praticamente zeru tituli 🙄 🙄 🙄

    Simeone in pochi anni che allena a già vinto 2 scudetti in argentina!!

    🙄 🙄 🙄 🙄 Ma chi va fattu stu carusu

  15. Ip Address: 80.181.121.80

    i risultati contano Chiarezza i risultati con il Catania 😉 😉 😉

  16. Ip Address: 151.33.40.238

    Nenti! anzi ad essere sincero, mi fa molta simpatia e come uomo lo ammiro molto.
    Ripeto quello che ho detto qualche giorno fa: spero riesca ad entrare ancora di piu’ nell’ottica di allenatore di una squadra di calcio italiana e, personalmente sarei felicissimo se gia’ da Sabato dimostrasse le qualita’ che possiede: quelle che personalmente io sono convinto lui abbia.
    Pero’ come ha detto bene Joe, i risultati fin’ora non parlano a suo favore … 8) 8) 8)

  17. Ip Address: 92.135.94.5

    Io parlavo di differenza tra lui e Bielsa!!

  18. Ip Address: 79.8.99.213

    AUGURO A TUTTI UNA SERENA E SPLENDIDA GIORNATA……
    😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆

  19. Ip Address: 85.41.235.41

    Anche a te Peppe…..

    mancano 2 giorni al cambiamento di rotta….. spero 😈 😈 😈

  20. Ip Address: 151.33.40.152

    Dichiarazioni di guerra piu’ o meno velate arrivano da quel di Torino. Come sempre la vittima sacrificale dovrebbe essere il Calcio Catania.
    Ci sta’, visto che la nostra squadra ha il peggior rendimento di tutto il campionato fuori dalle mura amiche anche se, non e’ che la Rubentus quando gioca in casa quest’anno sia una vera e propria corazzata… C’e’ da dire che da quando siamo tornati in serie A il Catania sembra diventato la bestia nera della Rubes:sempre imbattuti sul campo torinese!

    11 mag 2008 Juventus-Catania 1-1 (50′ Martinez, 91′ Del Piero)
    24 set 2008 Juventus-Catania 1-1 (16′ Amauri, 68′ Plasmati)
    20 dic 2009 Juventus-Catania 1-2 (23′ Martinez rig., 66′ Salihamidzic, 87′ Izco)

    L’ultima vittoria della Rubes fra le mura amiche giocata contro il Catania risale all’ultima stagione giocata in serie A ai tempi del Presidentissimo Angelo Massimino con una doppietta del Mitico Gaetano Scirea:

    25 mar 1984 Juventus–Catania 2-0 (33′ Scirea, 38′ Scirea)

    La Rubentus in casa ha vinto solo otto partite su sedici giocate, ne ha pareggiate tre e perse piu’ del Catania: addirittura cinque. L’ultimo colpo di coda della squadra torinese e’ stato contro l’Inter a febbraio ed e’ stata l’ultima partita che i bianconeri hanno vinto fra le mura amiche:

    13/02/2011 Juventus Inter 1 – 0

    Come si vede un rendimento non proprio da squadra blasonata che ambisce a vincere trofei e, squadra tutto sommato abbordabile per un Catania serio… 8) 8) 8)
    La speranza e’ che il Catania riesca a dare finamente un input positivo alle sue partite esterne, che la voglia di rivincita ci sia veramente (anche perche’ ogni volta che andiamo a disputare una trasferta le dichiarazioni dei calciatori sono sempre uguali e parlano sempre di “partita del riscatto”).
    E arrivato il momento che alle parole seguano i fatti perche’ il tempo e’ tiranno e non ne e’ rimasto molto per dare seguito alle intenzioni rispetto ai proclami…

    Una buonagiornata a Peppe, joe e a tutti quelli che verranno dopo.

    Forza Catania !

  21. Ip Address: 212.195.241.127

    OCCHIO PRESIDENTE!!
    Oggi mi sono fatto un giro su siti e giornali nazionali, ho letto dichiarazioni degli addetti ai lavori allucinanti, squadre con un piede nella fossa che si sentono tranquilli, e noi cosa facciamo filosofia, incomincio a preoccuparmi, e la mia preoccupazione deriva dal fatto che se perdiamo a Torino, finisci a schifiu invece per queste ultime partite tutti insieme a tifare !!!

  22. Ip Address: 88.45.219.230

    ciao chiarezza, catanista peppe e c.
    chiarezza d’accordissimo con te, quello che leggo in giro non mi piace affatto. é come se si fossero messi tutti d’accordo nel voler sprofondare il catania . non va per niente bene. calcisticamente parlando non vedo l’ora che passi questo sabato qlsiasi sia il risultato per poi giocarci le ns carte al massimino contro i sardi.
    FORZA CATANIA
    Giampiero

  23. Ip Address: 151.33.40.152

    Ma mi volete erudire su quello che leggete?

    qual’e’ la filosofia della quale parli Vittorio? sei diventato troppo pessimista a mio parere…

  24. Ip Address: 151.33.40.152

    …e poi voglio dire un’altra cosa: che importanza possiamo dare alle dichiarazioni che fanno gli altri, cosa dovrebbero dire ai loro tifosi che vogliono retrocedere? sosteniamo la squadra con la negativita’ a tutti i costi? La cultura del sospetto non va bene e un po di positivita’ non guasta mai, aspettiamo la partita di Sabato e poi vediamo… all’improvviso pare che il Catania sia diventata una squadra di brocchi e le altre fulmini di guerra:ma per favore!

  25. Ip Address: 88.45.219.230

    condivido quello che dice l’amico catanista, ottimismi signori …
    sino a prova contraria siamo avanti a molte squadre e poi ripeto vediamo che succede fra due turni e poi ne riparliamo.
    giampiero

  26. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Mario
    Dire a me pessimista……..mi sembra fuor di luogo, quando sono l’unico che parla senza filosofia o altro di record, ma sto vedendo cose strane, tipo le quotazioni di Bologna-Cesena la Sampdoria che con tutti sti ” o serie a o vi ammazziamo” a Bari poi Brescia e Cesena, è noi facciamo filosofia, come dice il ns.presidente, e molti di voi tifosi, il Catania ha fatto schifo, l’arbitro non ha influito sul risultato, a me risulta il contrario il loro secondo gol era in fuori gioco, e non so come finiva, ed ammettere il contrario mi fa incazzare, tu dici ca u palluni e tunnu e non ci sono mai risultati scontati!! ok sono d’accordo, e chi ti dice che senza quel gol fasullo non vincevamo? ebbene Lotito e Reja gridono al complotto e vengono subito premiati, noi con il nostro presidente in testa invece di gridare e farsi sentire, facciamo filosofia, il gioco espresso …………ecco il mio parere caro Mario, siamo diventati senza esserlo, tifosi da salotto!!!

  27. Ip Address: 88.45.219.230

    del resto vi invito a riflettere sulle dichiarazioni fatte dagli addetti ai lavori riferendoci ad altri ambiti. si è mai visto un amministratore delegato che rivolgendosi agli azionisti dire signori stiamo precipitando? ognuno recita la propria parte. presidenza, dirigenza, settore tecnico , giocatori ognuno a recitare il compitino sotto le domande incalzanti e spesso provocatorie dei giornalai… sono solo chiacchiere. bisogna sare calmi e aspettare gli eventi con concentrazione e la giusta preparazione.
    FORZA CATANIA

  28. Ip Address: 151.33.40.152

    Ciao Giampiero(e proprio cosi)…
    Ciao Vittorio, ho detto che sei diventato pessimista…
    mi stupisco di quello che scrivi quando affermi: “e molti di voi tifosi, il Catania ha fatto schifo”, l’arbitro non ha influito sul risultato…

    Debbo allora pensare che o non leggi i miei articoli o li leggi con poca attenzione allora ti posto un passo di quello che ho scritto nell’articolo: Quando una delle due squadre in campo non è una cosidetta grande, il rischio che in campo si verifichino errori dell’arbitro a favore della squadra meno rappresentativa è grande; Accade di frequente che una squadra che non sia annoverata fra quelle di maggior prestigio, subisca da parte dei signori con la giacchetta nera e il fischietto in mano, come un gol in netto fuorigioco considerato regolare…

    Nell’articolo della partita vista da un tifoso ho scritto:
    SIGNOR ARBITRO E’ FUORIGIOCO!
    I piagnistei del Signor Lotito sono evidentemente serviti a qualcosa se e’ vero che il vantaggio della Lazio arriva su un fuorigioco apparso netto di Mauri tutto solo davanti alla linea di porta…

    Post N°13

    In cor mio spero che sabato il Catania faccia una grande partita e, che porti punti da Torino.pero’ secondo me, guardare con piu’ attenzione alle partite contro Cagliari e Brescia, e li’ che si decidera’ il nostro campionato, per poi giocarcela serenamente contro Roma e Inter ( anche se contro la Roma personalmente gradirei venisse una bella vittoria).

    Post N°16(riferito a Simeone)

    Ripeto quello che ho detto qualche giorno fa: spero riesca ad entrare ancora di piu’ nell’ottica di allenatore di una squadra di calcio italiana e, personalmente sarei felicissimo se gia’ da Sabato dimostrasse le qualita’ che possiede: quelle che personalmente io sono convinto lui abbia.

    Tu parli delle quotazioni di certe partite e io ti dico che e’ normale visto che ad esempio il Bologna non ha brillato nelle ultime uscite ma, credo che essendo un derby non sia cosi scontato il risultato (e lo stesso vale per la Doria). Non parliamo poi del Brescia o del Parma che hanno partite a dir poco proibitive contro il Milan e Udinese. Il Catania da questo punto di vista ha una partita di media difficolta’ (vista la Rubes di quest’anno)…
    Amico mio in questo particolare momento la vediamo in maniera diametralmente opposta ma, sono ottimista riguardo al raggiungimento del risultato finale da parte del Catania e non me ne frega nulla di quello che dicono gli addetti ai lavori o i giornalai…

  29. Ip Address: 79.33.56.117

    Buon pomeriggio a tutti,da buon tifoso da salotto quale sono,a prescindere da come va a finire a Torino , avendo già preso un giorno di ferie per la gara contro il Cagliari,farò in modo che il mio piccolissimo supporto per 100 minuti, possa sommarsi a quello di tutto lo stadio e chissà se può contribuire a qualcosa di positivo per la squadra. ❗ ❗ ❗ ❗ ❗
    A salvezza raggiunta,spero che venga confermato Simeone,che schelotto e Lodi vengano rimandati in serie B,Bergessio rispedito in Francia. 😯 😯 😯

  30. Ip Address: 79.33.56.117

    Sarà Mauro Bergonzi della sezione Aia di Genova, l’arbitro di Juventus-Catania, posticipo della 15° giornata di ritorno in programma a Torino sabato sera alle 21.00.

    Già due i precedenti del fischietto ligure con la Juventus in questa stagione. Si tratta delle gare contro il Chievo, terminata 1-1, e della sfida di ritorno contro il Cesena, pareggiata 2-2. In totale Bergonzi ha diretto i bianconeri sette volte in campionato, con un bilancio complessivo di quattro vittorie juventine, due pareggi e una sconfitta.

    Ben 11 i precedenti con il Catania, diretto quest’anno nella gara persa per 2-1 contro il Chievo e nell’1-1 contro il Napoli. In totale gli etnei hanno vinto due gare, pareggiandone quattro e perdendone cinque.

    All’Olimpico Bergonzi sarà coadiuvato dagli assistenti Manganelli e De Luca, Quarto ufficiale sarà il signor Calvarese.

  31. Ip Address: 212.195.241.127

    Mario scusa per quel voi tifosi ma era generico 😉
    Ma non dirmi che sono pessimista, li si che non lo capisco!!! io pessimista? 😀 😀 😀 ma il fatto che Pulvirenti abbia fatto insieme a molti, filosofia invece d’incazzarsi lo trovi giusto? io No!!! Ultimamente avevo letto la classifica senza gli errori arbitrali, credimi eravamo molto più in su!! Ora questo servilismo nei confronti delle istituzioni che ha la società a me in questo momento non mi sta bene!! Il Lecce si lamenta , Il Parma piange, La Samp Minaccia, il Cesena sembra di come parlano di essere ad un passo dello scudetto 😐 😐 😐 Il Brescia , Corione dice a fine anno lascio :mrgreen: :mrgreen: e noi ? abbiamo giocato male la Lazio ha meritato…………….credimi Mario sono ancora incazzato 👿 👿 👿 a Torino se Pulvirenti avesse gridato al complotto, credimi che a come sta la Juve ultimamente………..almeno ci sarebbe stato un arbitro , non dico a favore, impossibile, ma almeno imparziale!!!!

  32. Ip Address: 88.45.219.230

    ciao peppe, BRAVOOOOOOOOO chistu è parrari. fra due domeniche tutti allo stadio e vediamo di farci 95 minuti di vero godimento 😀
    sui “carusi” di cui sopra, beh io schelotto lo terrei …
    giampiero

  33. Ip Address: 151.33.40.152

    Ciao Peppe:all’improvviso diventi pro Simeone? 😯 😯 😯

    La designazione di Bergonzi non mi piace per niente:speriamo bene … (ora sono pessimista o mi posso definire realista?)

  34. Ip Address: 79.33.56.117

    Catania, Lo Monaco: “Maxi un lusso che non possiamo permetterci”
    21.04.2011 08.54 di Marco Gori

    Riportiamo alcune delle dichiarazioni rilasciate dall’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, nel corso dell’intervista concessa a Tuttosport: “Martinez? Ha giocato poco e si è infor­tunato tanto. Probabilmente ha sentito il peso della ma­glia e delle pressioni. Jorge doveva dare di più, non ci so­no dubbi. Ma non è un ‘bido­ne’. E’ la brutta copia del grande giocatore di Cata­nia. Se la Juve farebbe bene a venderlo? Le quotazioni di mercato sono legate alle annate. E’ in dubbio che per 12 milioni, al­la luce di questo campionato, è difficile trovare qualcuno che lo possa comprare. Pretendendo qualcosina in meno, la Juve non farebbe fatica a venderlo. Ci sono al­meno due club molto interes­sati a Jorge. Quale, tra la cessione di Vargas e quella di Martinez, è stato il mio migliore affare? Caserta al Palermo per 4 milioni. Il motivo? Lo aveva­mo preso dalla C2 e pagato zero euro. Chi lascerà sicuramente Catania? Silvestre. E’ uno dei miglio­ri difensori in circolazione. Le offerte non mancano. Pentito di non aver ceduto Maxi Lopez? Non venderlo a giugno, per un piccolo club come il Cata­nia, è stato un errore. Sono lussi che non ci possiamo permettere. Se c’era anche la Juve su di lui? Aveva fatto un sondaggio, ma le offerte vere erano al­tre. Con Marotta e la diri­genza bianconera il rapporto è ottimo. Capisco, però, che per loro adesso sia un po’ traumatico imbastire qual­che operazione con noi”.

  35. Ip Address: 79.33.56.117

    Irregolarità fiscali: Napoli, Catania e Brescia deferite alla Commissione disciplinare della Figc su segnalazione della Covisoc
    Anche quattro squadre di B, Atalanta, Reggina, Varese e Modena, rischiano di essere punite con sanzioni pecuniarie. La norma vigente però non prevede punti di penalizzazione.
    21/apr/2011 16.15.00

    Sette società, tre di A e quattro di B, sono state deferite dal procuratore federale alla Commissione disciplinare della Federcalcio in seguito a una segnalazione effettuata dalla Covisoc, la Commissione di vigilanza sulle società calcistiche.

    Napoli, Brescia e Catania per la massima serie, Varese, Modena, Atalanta e Reggina per il torneo cadetto, dovranno rispondere di irregolarità riguardanti le modalità di pagamento di emolumenti e contributi. Secondo la normativa vigente, i club coinvolti, nel caso in cui le violazioni venissero effettivamente accertate, non sarebbero puniti con dei punti di penalizzazione ma soltanto con delle sanzioni pecuniarie.

  36. Ip Address: 212.195.241.127

    Come volevasi dimostrare, ecco l’arbitro per Juve Catania

    I fatti legati a Napoli-Juve

    Bergonzi fu l’arbitro della gara Napoli-Juventus nella stagione 2007/2008, portandosi dietro numerose polemiche che ne marcarono la carriera e compromisero per quell’anno la promozione ad internazionale.[senza fonte] In quella gara, sul risultato di 1-1 Bergonzi fischiò 2 calci di rigore dubbi al Napoli [2]. Zalayeta per la sua simulazione fu squalificato dal giudice sportivo per due giornate. Successivamente La Corte di Giustizia federale annullò la squalifica di due giornate, riducendola ad una e certificando, grazie a nuove immagini acquisite, la correttezza della concessione del rigore a favore del Napoli.[4] La partita si concluse con il risultato di 3-1 per i partenopei. Bergonzi non arbitrò in serie A per due mesi e mezzo, e da quella partita non ritrovò la Juventus fino al 19 xx 2010

  37. Ip Address: 79.33.56.117

    Ciao Mario,lo sò che hai saputo leggere tra le righe :mrgreen: :mrgreen: ,a proposito,neanche a me piace Bergonzi. Ciao Giampiero,quando il lavoro me l’ho permette,andare allo stadio è un mio dovere.

  38. Ip Address: 79.33.56.117

    Vado,un saluto a tutti a presto. 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆

  39. Ip Address: 212.195.241.127

    Caro!! Beppe del tuo sarcasmo ne faccio volentieri a meno, ma mai rispondi concretamente,ma sempre con amo il catania ma feti!! dimmi da quanio sei in questo sito una volta che hai parlato bene della squadra….ti ricordi di Ricchiuti, a stento ora non ne parli…..io di Ricchiuti ne ho dette di peste e corna, ma una volta specialmente quando voleva giocare a tutti i costi ed aveva anche minacciato di andarsene, ma una volta chiarito il suo pensiero, e con i fatti mi ha dimostrato l’attaccamento alla maglia….ne parlo sempre e bene, tu invece critichi tutto e tutti, Mascara? saluti e figghi masculi, traditore!! Capuano??? ma dimmi un giocatore che sia degno di giocare nel tuo amato Catania!! 😐 😐

    Vedi anche ieri Parlavi di Bielsa e Simeone logicamente male di quest’ultimo, ma senza sapere cosa avesse fatto Bielsa risultato,……ma contento per te che prendi un giorno per vedere il Cagliari, anche se so che anche vincendo , non cambierebbe niente, anzi anche vincendo lke ultime 5 partite…..calci nel culo!!

  40. Ip Address: 85.41.235.41

    Buona sera a tutti i cuori rossazzurri…..

    Sursum corda come ha detto catanista, contro la Rubentus chiedo almeno un punto per muovere la classifica 🙄 🙄 🙄
    a fine campionato tiriamo le somme….

    —————————————FORZACATANIA46—————————-

  41. Ip Address: 79.33.56.117

    Ciao Vittorio,che tu del mio sarcasmo ne farai a meno ed è più che giusto,come io faccio volentieri a meno del tuo salotto.Vedi caro Vittorio,tu non fai altro che dire che io critico tutto e tutti del Catania,che non ho fatto altro da quando scrivo su questo sito,anche quando la squadra gioca bene,sul gioca bene ci sarebbe da discutere,di tanto in tanto fai copia incolla di alcune cose negative di qualche mio post, o articolo,tralasciando volutamente quello che c’è di positivo.Tu hai spostato la tua critica alla persona,perchè quando mi qualifichi,anche se in modo generico,tra i cinciulini,giornalai,opinionisti dei siti, o tifosi da salotto,stai giudicando la persona.Io non ti ho mai giudicato,ma ho sempre sostenuto che il nostro modo di intendere il calcio, è divergente,dici che non ti dò mai risposte serie,continuando a giudicarmi,riguardo a questo vorrei capire con quale metro di giudizio reputi le mie risposte serie, o no.L’altro ieri ti ho lasciato un P.S. con un messaggio tutto in maiuscolo per essere visibile in risposta ad un tuo post precedente e non hai dato risposta ma voglio credere che non ti sei accorto.Vorrei precisarti,che quando parlo con una persona,a prescindere se mi è d’avanti o dietro una tastiera,la prendo sempre in seria considerazione,anzi,soprattutto se la persona si trova dietro un p.c. perchè non ho modo di capire chi ho d’avanti,sarebbe presuntuoso farmi un’idea ben precisa di quella persona senza mai averla guardata negli occhi, indubbiamente quando c’è ironia,quella è da considerare una cosa a parte.Su Ricchiuti,dici che in passato hai detto peste e corna,però quando ha rinnovato hai capito che ci teneva alla maglia,perciò ne tessi le lodi,anche perchè sta rispondendo sul campo (questo l’ho dico io),perciò fa parte della coerenza,però se la stessa cosa la faccio io è incoerente.Quando io criticavo Ricchiuti,cioè nello stesso periodo che l’ho facevi tu,ho sempre motivato quello che dicevo,criticavo le sue pessime prestazioni,quando con il cambio del tecnico ha ritrovato la sua verve,è ha iniziato a fornire prestazioni degne di un fine calciatore,non ho fatto altro che evidenziare ciò che di buona sta facendo.Su Mascara non capisco cosa mi “rinfacci”,ho avuto ragione io a non considerarlo mai una bandiera del Catania,era dallo scorso anno che bramava per andare a Napoli,bene quest’anno c’è riuscito ed è felice,ben per lui ma io lo ricorderò sempre come un normale prefessionista che ha avuto un passaggio della sua carriera con la maglia del Catania.Ha dato molto alla causa rossazzurra,però ha anche ricevuto tanto dal Catania e da Catania,Lo Monaco l’ho prelevò dal Perugia fallito.Io non lo conosco benissimo personalmente, perchè ho avuto modo di parlarci 3-4 volte ma lo seguo da quando il Catania si allenava a Pedara e certi suoi atteggiamenti, a mio modo di vedere non erano atti a farlo considerare una bandiera,premetto che ho anche delle foto di lui e mio figlio che io stesso ho scattato. Per ciò che riguarda Bielsa e Simeone,forse ho sbagliato a scrivere la parola palmares,ma quello che volevo evidenziare era la differenza di esperienza tra i due,a prescindere dai risultati,tu hai preso la palla in balzo per attaccarmi,anche se non hai fatto il mio nome,per di più avevo scritto che preferirei un tecnico italiano,non facendo preferenza tra i due argentini,perciò la tua difesa a Simeone, a discapito di Bielsa,facendo notare che mi stavo sbagliandomi, è sembrata eccessiva.Io scrivo su questo sito,come potrebbe farlo ognuno di voi,non sono un giornalista,nè un opinionista,cerco di esprimere il mio modo di vedere il calcio e di come lo fà la mia squadra,non sò se lo faccio bene o lo faccio male,però ci metto tanto entusiasmo e impegno.Faccio il possibile per distaccare la mia passione di tifoso per rendere il più obbiettivo possibile ciò che scrivo e non rendere predominante il mio pensiero,se qualche volta non ci riesco,me ne scuso con chi legge,però non permetterò mai a nessuno di impormi il proprio pensiero,io non l’ho mai fatto e cercherò di non farlo mai.Quando mi accorgo che l’evidenza smentisce il mio pensiero,sarò sempre pronto a fare un passo indietro,cambiare idea è sinonimo di intelligenza ma no perchè l’ho dico io ma perchè qualcuno molto più importante di me,in passato ha lasciato questa chicca ai posteri.Anche se alla fine del mio post,voglio fare una premessa,di questo sito,ho conosciuto di persona,Ben e Mario,due persone che mi sento onorato di avere conosciuto ma anche tanti altri che conosco solo virtualmente,non faccio nomi per non fare torto a nessuno,ne dico solo uno perchè abbiamo avuto modo di dialogare più di qualcun’altro,Marcello.Da quello che leggo spesso,molti di voi in questo sito siete amici da tempo e questo mi fa piacere,vuol dire che il gruppo che c’è qui è sano e longevo.Qualcuno ha scritto che sei una persona per bene e non ho motivo di dubitarne,nel rispetto della tua persona voglio però precisare che difficilmente avremo modo di avere similitudini nel modo di esternare le nostre opinioni.Senza rancore,anche se ognuno rimane delle proprie idee.
    P.S. Scusate qualche strafalcione….

  42. Ip Address: 94.37.24.16

    Buonasera a tutti.
    A volte diventa complicato, mi affaccio sul nostro sito ho l’istinto di intervenire, poi leggo alcuni post e mi sento in imbarazzo, o meglio ho timore di scatenare la suscettibilità di alcuni e mi blocco.
    Si parla di Bielsa e Simeone e si finisce con mettere in mezzo i tifosi da salotto, leggiamo tra le righe, il sarcasmo e le mancate risposte concrete….. 😕
    Mah…mentre ci punzecchiamo a vicenda ci sarebbe da dire come si sta allenando il Catania, che tipo di partita ci attende, quanto incidono nell’opinione generale tutti questi commenti da parte delle nostre contendenti che agitano l’ambiente e che non sono portatori di buone notizie per i nostri colori….
    Poi penso che forse sto facendo troppa filosofia….per annientare il nuovo imbarazzo meglio che mi vedo un bel film….
    Saluti a tutti.

  43. Ip Address: 79.33.56.117

    A proposito Vittorio,queste sono le cose negative che ho pubblicato del Derby.
    Una splendida cornice di pubblico fa da corollario alla straripante vittoria del Catania nel derby vinto dai rossazzurri, domenica scorsa tutta la città ha vinto, ha vinto la sportività e lo sport, questo era quello che si chiedeva e questo è successo. Tecnicamente ha vinto la squadra che di più ha creduto nella vittoria, in un primo tempo dove vedeva un Palermo attendista ma pericoloso nei contropiedi e che per tre volte ha sfiorato i legni della porta di Andujar, nel secondo tempo tutto veniva stravolto dopo l’autorete di Balzaretti, era il Catania che aspettava l’avversario per poi colpirlo in contropiede, facendogli male per ben quattro volte. Si chiudeva così la giornata del derby, con i rossazzurri vittoriosi sui rosanero e mettendo un altro bel mattone nella costruzione della salvezza, e il ritorno alla normalità tra le tifoserie presenti al Massimino dopo quattro anni, sfottò, incitamenti e finita la partita tutti a casa. Il derby l’hanno vinto tutti.
    ANDUJAR: 6 – Fa correre un brivido ai tifosi quando nel primo tempo gli scappa la palla su una punizione dei rosanero, nella ripresa qualche uscita a vuoto non dà certamente sicurezza alla difesa, poi si rifà con due parate impegnative, una su tutte è molto insidiosa ma la riesce a deviare in angolo alla sua sinistra.
    ALVAREZ: 6,5 – Inizia un po’ guardingo,resta bloccato nella sua metà campo per tutto il primo tempo e sbaglia qualche appoggio, nella ripresa cresce molto bene, chiude con sicurezza il suo corridoi come lui sa fare,con forza ed esperienza,si propone in avanti e scaglia un tiro dai trenta metri che fa sobbalzare Sirigu. Dà un grande supporto a Schelotto, consentendogli degna copertura durante le sue sgroppate in avanti.
    SPOLLI: 6,5 – Certamente non ha vita facile con i due veloci attaccanti rosanero, si divide il compito con il compagno di reparto Silvestre. In due occasioni Hernandez gli sfugge e si fa pericoloso, nel finale a risultato già acquisito fa un errore di presunzione che poteva costare la rete per gli avversari, nel contesto della gara, vista la poca proposizione dei rosanero, si può dire che la sua gara è stata di normale amministrazione.
    SILVESTRE: 6 – La prova del capitano rossazzurro rispecchia un po’ quella del compagno di reparto, forse un gradino un po’ sotto a quella di Spolli. Pinilla lo mette in affanno in due occasioni, gli viene in soccorso una volta Carboni e un’altra Alvarez. Sui calci da fermo si porta in avanti per sfruttare la sua altezza, che ad oggi gli ha consentito di realizzare ben quattro reti, purtroppo dovrà saltare la sfida di Bari di domenica prossima per l’ammonizione rimediata.
    MARCHESE: 6,5 – Una buona gara del terzino del Catania, si propone in avanti costringendo Cassani a rimanere basso sulla propria fascia e dando alternative ai compagni. Sta migliorando tanto nella fase difensiva, chiude bene gli spazi non facendo rimpiangere Capuano. Splendido il passaggio che manda Pesce alla quarta segnatura per i rossazzurri. Simeone avrà grosse difficoltà nella scelta con il recupero di Capuano.
    CARBONI: 7 – Il vichingo dopo un avvio un po’ così così, prende posizione là dove è il suo posto, in mezzo al campo dà un segnale significativo agli avversari, non ce n’è per nessuno e pur trovandosi in mezzo a due mastini come Migliaccio e Nocerino, vince il duello alla grande,concede pochissimo anche a Bacinovic, quest’ultimo si vede solo in due occasioni con due tiri dalla distanza. Nella ripresa, svolge un lavoro di cucitura e di recuperi che diventano di fondamentale importanza per l’economia della gara. Stavolta anche in fase d’appoggio è preciso e non sbaglia gli appoggi ai compagni.
    LODI: 7 – Come al solito quando è messo in cabina di regia fa vedere tutto il suo talento,parte un po’ contratto come tutta la squadra, forse l’ultima sconfitta in campionato e il suo primo derby in Sicilia lo ha frenato inizialmente, ma quasi subito si scrolla di dosso dubbi e incertezze e prende in mano le chiavi del centrocampo. Fa il suo lavoro con intelligenza tattica verticalizzando il gioco e alimentando l’azione del Catania, nel primo tempo partono quasi tutti dai suoi piedi i lanci millimetrici per Schelotto. Ha il merito di credere nel retropassaggio di Balzaretti, costringendo all’errore Sirigu per il vantaggio del Catania. Parte dal suo piede il solito lancio preciso per Schelotto, che porterà l’azione al 3-0 per i rossazzurri.
    RICCHIUTI: 8,5 – Il migliore in campo, quando ancora le squadre si studiavano, lui metteva brio alla scarsa manovra d’attacco rossazzurra. Tra le linee rosanero si insidiava con efficacia e puntualità, costringendo spesso gli avversari al fallo. Nel secondo tempo lancia una prima volta Bergessio mettendolo nelle condizioni di tirare in porta, la seconda volta, spalle alla porta e senza guardare, s’inventa un lancio di rara precisione che porta l’attaccante etneo al raddoppio del Catania. Sempre nella ripresa riserva palloni invitanti per gli attaccanti e diventa decisivo in molte giocate della squadra, si vede anche in fase difensiva recuperare palloni agli avversari. Sostituito, esce dal campo, con una standing ovation meritata.
    SCHELOTTO: 7,5 – Sicuramente uno dei migliori del Catania, come terzo di centrocampo sfrutta al meglio la sua corsa con giudizio spingendo sulla fascia destra. In più di un’occasione ridicolizza Balzaretti, addirittura in un’azione difensiva toglie la palla all’avversario e con un tunnel va via sulla fascia. Spesso è imbeccato dai suoi compagni che sfruttano la sua velocità e mette costante pressione alla retroguardia rosanero. Alla fine della gara è sfinito ma ha messo il suo suggello sulla vittoria del Catania fornendo una prestazione maiuscola, la migliore da quando è tra le fila del club etneo.
    MAXI LOPEZ: 8 – Avesse fatto gol si sarebbe meritato a pari merito con Ricchiuti la palma di migliore in campo, gioca in mezzo alle maglie della difesa avversaria con caparbietà, lotta,fa da sponda per i compagni e tenta anche il tiro, nel primo tempo parte da centrocampo facendo fuori tutta la difesa avversaria e fornendo un prezioso assist a Bergessio, peccato che quest’ultimo ci abbia creduto poco. Si fa apprezzare per il modo in cui riesce a fare salire la squadra, nella ripresa si ripete in un’azione personale sulla fascia mettendo al centro un pallone per Lodi, da lì scaturisce il vantaggio del Catania. Mette lo zampino anche sulla rete di Ledesma, il suo lavoro è stato preziosissimo, nel finale tenta con un tiro di trovare la via del gol ma il pallone va fuori di poco, riesce comunque a regalarsi un buon compleanno.
    BERGESSIO: 6,5 – Gioca esterno d’attacco che non è il suo ruolo naturale e si vedono tutte le sue difficoltà, spesso si accentra e non dà il giusto supporto a Marchese nel creare la superiorità numerica sulla fascia, in qualche occasione si pesta i piedi con Lopez, però mette il sigillo sulla gara con una rete di pregevole fattura tecnica, per di più con il destro che non è il suo piede preferito. Fino al gol non aveva entusiasmato, però mette tanta voglia e grinta, questo gli fa onore, come gli fa onore le dichiarazioni di fine gara, affermando di volere rimanere con la maglia del Catania.
    GOMEZ: 6 – Entra quando il risultato è già acquisito, però da freschezza e verve alle ripartenze del Catania, riesce a guadagnare qualche punizione importante nella metà campo avversaria tenendo così il Palermo lontano dalle vicinanze dell’area rossazzurra.
    LEDESMA: 6,5 – Quando entra si vede che ha tanta voglia e rabbia in corpo, si piazza in mezzo al campo e sfodera un pressing alto e forsennato ai portatori di palla del Palermo. Realizza una rete credendoci fino in fondo su quella palla fornitagli da Schelotto e la collaborazione di Lopez, Sirigu neanche si accorge di ciò che gli era piombato addosso. Nei minuti in cui è stato in campo si è guadagnato più della sufficienza, peccato per l’esultanza dopo il gol, ma in una giornata come questa, si può perdonare anche qualche leggerezza.
    PESCE: 6,5 – Anche lui partecipa alla festa del derby, pochi minuti in campo gli bastano per siglare la sua prima rete in serie A e di pregevole fattura. Mette a segno il 4-0 per il Catania facendo un delizioso pallonetto a Sirigu con una freddezza da veterano.
    SIMEONE: 6,5 – In queste due settimane di lavoro, concentra tutta la sua attenzione alla sfida del derby, dopo la sconfitta di Udine bisognava non sbagliare la gara con il Palermo se non si voleva aggravare la situazione della classifica e in più il derby è una gara particolare per i tifosi e la città intera. Simeone ha cercato di fare leva sull’orgoglio dei suoi giocatori, facendogli capire l’importanza di questa sfida, dalla panchina cerca di spingere i suoi uomini all’impresa. Se la mossa di Schelotto dà i suoi frutti nella fascia destra, non si può dire altrettanto a sinistra con Bergessio,. Dopo il 2-0 per i rossazzurri si affretta ad effettuare i cambi giusti per non dare la possibilità al Palermo di ritornare in gara, si rivelano azzeccate e fortunate, perché sia Ledesma che Pesce vanno in gol chiudendo definitivamente il derby, la partita di domenica è stata un trionfo ma c’è subito da lavorare per la trasferta di Bari.

  44. Ip Address: 79.33.56.117

    Buona visione Marcello… :mrgreen: :mrgreen:

  45. Ip Address: 79.9.143.163

    Traduzione Me Cago En El Amor
    Artista: Tonino Carotone
    Titolo: Me Cago En El Amor
    Titolo Tradotto: Soffro D’amore

    E’ un mondo difficile
    e vita intensa
    felicità a momenti
    e futuro incerto
    il fuoco e l’acqua
    con certa calma
    serata di vento
    e nostra piccola vita
    e nostro grande cuore

    Perchè crederò nell’amore
    se non mi capisci non mi capiranno mai per come sono
    perchè crederà nell’amore
    se non mi capisci non mi capiranno mai per come sono
    perchè crederò nell’amore
    se mi tradisce e mi abbandona quando sono solo
    non sappiamo bene tra me e te
    e nonostante sembri che non abbia colpa, la colpa è dell’amore

    E’ un mondo difficile
    e vita intensa
    felicità a momenti
    e futuro incerto

    non posso convincere il mio cuore
    se io non ho dubbi e sono sicuro che lui ha tutta la ragione
    non ucciderò questa sensazione
    si, io la voglio, la desidero anche se mi provoca dolore
    non voglio soffrire ma sono qui
    sto soffrendo e non mi pento soffro d’amore

    E’ un mondo difficile
    e vita intensa
    felicità a momenti
    e futuro incerto
    il fuoco e l’acqua
    con certa calma
    serata di vento
    e nostra piccola vita
    e nostro grande cuore

    Perchè crederò nell’amore
    se non mi capisci non mi capiranno mai per come sono
    perchè crederà nell’amore
    se non mi capisci non mi capiranno mai per come sono
    perchè crederò nell’amore
    se mi tradisce e mi abbandona quando sono solo
    non sappiamo bene tra me e te
    e nonostante sembri che non abbia colpa, la colpa è dell’amore

    soffro d’amore
    soffro d’amore
    Vita mia

    E’ un mondo difficile

    Buonasera raga’!!!:wink: 😉 😉
    Lascio a questo testo quello che provo per la squadra del Catania in questo momento!!!:| 😐 😐
    Notte a tutti!!!
    Forza Catania sempre!!!

  46. Ip Address: 87.1.10.156

    buonasera di nuovo a tutti….

    penso che è l’amore che abbiamo per il ns. Catania che ci rende cosi nervosi e agitati…ma arriverà di certo quel giorno della matematica salvezza… cosi saremo più sereni e ci tuffiamo nella campagna acquisti con tante opinioni e valutazioni.

    amico Peppe ti assicuro che Chiarezza è una persona squisita come te…. ha un modo diverso di vedere le cose ed è un piacere interloquire con lui, ha la stessa passione che ci unisce tutti l’amore per i colori rossazzurri….
    Marcello non ci sono film belli stasera 😉 😉 😉

  47. Ip Address: 79.33.56.117

    Joe,come puoi ben leggere nel mio post precedente,ho evidenziato che non avrei motivo di dubitare che Vittorio sia una persona per bene e come dici tu squisita,ma è anche vero che siamo distanti anni luce nel modo di esternare le nostre diverse opinioni.Per stasera chiudo qui….Buona notte a tutti…..

  48. Ip Address: 79.33.56.117

    Preso dal proprio ego,dimenticavo,Giorgio47,complimenti per la poesia che hai pubblicato. 🙂 🙂 🙂

  49. Ip Address: 79.33.56.117

    Anche nel giorno del trionfo, Lo Monaco non cambia idea: “Mourinho è solo un motivatore, a livello tattico non ci ha lasciato nulla…”
    L’Ad rossazzurro stronca il progetto della nuova Roma di DiBenedetto: “Non ci credo”. Poi confessa il suo sogno: “Vorrei vedere come sarebbe avere Del Piero nel mio Catania…”.
    21/apr/2011 14.42.00

    All’indomani del suo primo ‘titulo’ alla guida del Real Madrid, Josè Mourinho riceve una ‘cartolina’ dal suo vecchio amico ‘Lo Monaco di Tibet’, che intervistato da ‘TuttoSport’ lo ricorda con il consueto affetto…

    “Se quest’anno mi è mancato? Assolutamente no. Al mas­simo sarà mancato ai gior­nalisti e ai tifosi dell’Inter. Ribadisco: come motivatore è il numero uno, solo lui po­teva convincere due bomber come Milito ed Eto’o a fare i terzini nel delicato match contro il Barcellona. A livello tattico però non ha lasciato nulla…”.

    L’Ad del Catania dedica poi un paio di battute a Juventus e Roma: “Se credo al progetto di DiBenedetto? No – è la risposta secca – però penso che Buffon possa finire in giallorosso. Fossi nella Juve e nelle altre grandi punterei su Fabregas e Tevez. Invece non mi convince Dzeko: segnava in Germania, ma in Inghilterra sta trovando molte difficoltà. Quale fuoriclasse vorrei per il mio Catania? Del Piero. Mi intrigherebbe vedere come può evolvere una squadra piccola con lui…”.

    L’ultima domanda è sul futuro del dirigente partenopeo: “Io in una grande? In passato qualche proposta l’ho ricevuta. Ora come ora penso soltanto a salvare il Catania. Per il futuro, mai dire mai…”.

  50. Ip Address: 95.239.56.76

    Saluto a tutti gli amici rossazzurri.

    Come potrà fare non lo so, però mi auguro che il Catania si salvi. 😳

    ‘notte a tutti voi.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu