Il silenzio dei colpevoli

 Scritto da il 2 giugno 2015 alle 18:52
Giu 022015
 

il-duo

Parafrasando il titolo di un noto vecchio thriller e sostituendo alla farfalla che troneggia in locandina sulla bocca di Clarice il pallone ed al suo volto quello del presidente Pulvirenti, riusciamo, forse, a rendere l’idea di questo momento storico che la società calcio Catania sta attraversando e sta facendo vivere ad una appassionata piazza che, dopo aver esaltato per più di otto anni le gesta e le strategie di mercato del suo Presidente, si interroga, oramai da ventiquattro mesi, su quello che è stato, che è  e che sarà, senza ottenere risposte.

Si ricordano soltanto due conferenze stampa, una datata 7 ottobre 14 nella quale venivano difese da Cosentino a spada tratta sia la rosa che il preparatore atletico e l’altra del 16 febbraio 2015 al termine dello sfortunato incontro casalingo contro il Crotone, quali momenti che hanno permesso alla stampa e ai media di poter interfacciarsi almeno con l’Amministratore delegato, tenuto conto della assenza dai salotti televisivi ai quali era solito nel passato partecipare il Presidente, per ottenere risposte adeguate sulle prestazioni della squadra, sugli infortuni che decimavano la rosa, sulla scelta dei singoli, sul progetto in corso.

Durante le stesse, abbiamo assistito a confronti anche accesi ma rispettosi malgrado le opinioni fossero discordanti, come un sereno confronto tra due interlocutori che la pensano in maniera diversa deve avere, ma al termine del quale si esce in genere più ricchi in quanto, come si dice sempre, la ragione non sta mai da una parte sola ed un costruttivo scambio di vedute può e deve servire ad entrambi gli antagonisti per smussare qualche idea ritenuta valida ma che dal confronto ne esce ridimensionata.

Non ricordo altri dialoghi, dopo quella fatidica serata, tra stampa e dirigenza, ed i silenzi hanno continuato sovrani a regnare sino al termine della stagione. Non sono stati mai raccolti gli appelli della città che chiedeva dialogo, forse perché c’era poco da dire, forse perché non si avevano risposte, forse perché il momento cruciale della stagione lo imponeva, non lo sapremo mai.

Si è attesa la fine di questa sofferta stagione per un nuovo confronto con il popolo rossazzurro, ci si aspettava almeno un grazie rivolto a quella folta schiera di abbonati che affascinati da quegli slogan ferragostiani si sono riversati nei botteghini per il rinnovo o stipula di nuovi abbonamenti per la stagione appena conclusa.

Ci si aspettava che dopo il pareggio in terra emiliana si riaccendesse quella scintilla mai sopita tra Società e tifoseria, ci  si aspettava una conferenza stampa, almeno questa, tesa a rinsaldare quei rapporti un poco scuciti durante la stagione con la stampa locale. Niente di tutto questo.

E mentre i silenzi di via Magenta diventano più “assordanti”, non resta che prestare orecchio soltanto ad indiscrezioni non confermate che vedrebbero nel prossimo futuro un fondo estero inserirsi nelle vicende societarie, mentre all’interno si è assistito sia all’addio di Delli Carri, uomo arrivato in silenzio e sparito nel nulla dopo aver respirato appena cinque mesi di aria etnea, e a quello di Marcolin, l’allenatore che ha ereditato una complicata situazione ma avuto il merito, da galantuomo, di compattare lo spogliatoio e che sarà ricordato più che per i play off mancati, per la conquista di una sofferta salvezza.Nulla trapela, per il tratto a venire, sul preparatore atletico. Il campo, quale giudice supremo, ha certificato con assoluta freddezza il lavoro encomiabile del Sig. Neri, che ha avuto il merito di ridimensionare i guai fisici patiti dai nostri calciatori.

In tale clima di clausura, i tifosi hanno pensato bene di scendere in piazza al fine di rispondere con un comunicato alla silente Società chiedendo di conoscere quale siano i progetti futuri e gli scenari che la stessa intende perseguire. Dopo le promesse non mantenute, gli allenamenti a porte chiuse, i silenzi stampa, il popolo rossazzurro con le lacrime agli occhi per i grigi scenari che si intravedono all’orizzonte e che i silenzi rendono più cupi, ha manifestato l’intenzione di non sottoscrivere l’abbonamento a scatola chiusa ma di aspettare i fatti per poter liberamente decidere, pagando di volta in volta il biglietto, di seguire o meno la squadra nel prossimo futuro.

E’ brutto pensare ad un Massimino deserto alla prima interna del campionato che verrà. Non aiuterà certo né la squadra né la società, ma, purtroppo, è l’unica arma che i tifosi possono opporre ad un silenzio diventato quasi sordo se non arrogante. Un’arma che si spera possa essere riposta e lasciare il posto ai summit, alle conferenze, al dialogo, temi più costruttivi con i quali rinsaldare quell’humus indispensabile per raggiungere quel traguardo oggi chimera: la serie A.

  161 Commenti per “Il silenzio dei colpevoli”

  1. Ip Address: 91.253.161.96

    Finalmente si rivedono tutti e due peccato che solo in foto

  2. Ip Address: 95.252.88.148

    Buonasera raga’!

    Ciao Mexxican! 😉

    Aggiungo all’ottimo commento di Raggio Libero, “due sfumature di grigio”!

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  3. Ip Address: 87.11.91.55

    Mi collego al commento di Raggio libero per riscrivere quanto detto nel post 355 della pagina precedente. Tutto calciocatania.com ha indicato la tifoseria catanese per la trascorsa stagione come media presenze la 17ma tra le squadre presenti in serie A, B e lega pro con 13.476. In serie B ci ha superato dolo il Bari. Non è’ poco considerato il supplizio sl quale hanno dovuto assistere impotenti i fedelissimi rossazzurri. Neanche un grazie a questa splendida tifiseria si è’ pensato di rivolgere! No comment.

  4. Ip Address: 37.227.80.94

    Salve a tutti.Mi associo al fondo di apertura .Ma quando parleranno?

  5. Ip Address: 151.54.85.136

    Nonostante gli appelli, i comunicati e l’indignazione di chi vorrebbe avere un dialogo, i Due continuano ad andare avanti imperterriti, come se nulla fosse.
    Sono convinti che il catanese alla fine li perdonerà e andrà allo stadio con gli abbonamenti sottoscritti in zona Cesarini, contano sulla passione che attanaglia il catanese, sull’amore per i colori.
    Da due anni a questa parte si assiste ad eventi che mai e poi mai ricordo essere accaduti in una società calcistica.
    Staremo a vedere.
    Intanto la stampa nazionale, unica equilibrata e non venduta, continua ad analizzare il fallimento del Duo al comando, ma loro continuano tranquillamente ad agire come se nulla fosse spalleggiati da quella locale che morbidamente li protegge……
    Fa parte del gioco, buon divertimento.

  6. Ip Address: 79.36.152.219

    Buongirno raga’!

    Anche stamattina e’ uscita una bella giornata e si prevede caldo “infernale”!

    Dei “due sfumature di grigio” con il loro “parlare assordante” fanno ridere anche i polli! :mrgreen:

    Buona giornata a tutti!

  7. Ip Address: 91.252.57.206

    Buongiorno a tutti

  8. Ip Address: 92.134.96.51

    …mi chiedo quale sia lo stato d’animo di Maniero ….aver lasciato un brillante pescara che sta lottando con i denti per la A …per scegliere questo catania 😯

  9. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti

    fare l’abbonamento con Cosentino al Catania?

    Ragazzi noi amiamo il Catania stiamo male per il Catania ma farci prender per il …….

    da questo individuo??? No! Basta!

  10. Ip Address: 91.252.71.206

    CATANIA, morto ex allenatore Giovan Battista Fabbri
    03.06.2015 10:56 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 98 volte

    Si è spento a Vicenza l’ex allenatore del Catania Giovan Battista Fabbri all’età di 89 anni. Fu il presidente Angelo Massimino nella stagione 83/84 a scegliere il tecnico di San Pietro in Casale che prese il posto di Gianni Di Marzio. Ma neanche il cambio di allenatore impresse una svolta alla squadra. Quattro delle cinque gare interne finali si disputarono in campo neutro. Il Catania quindi tornò in Serie B con solo una partita vinta su 30 e con il minimo storico di solo 12 punti fatti.

  11. Ip Address: 93.47.63.103

    Personalmente al sottoscritto che parlino o non parlino non me ne frega niente, per il semplice motivo che NEL CALCIO PARLA IL CAMPO e siccome sappiamo tutti cosa ha detto il campo, non vedo cosa possono dire il duo Miami vice. Anzi meglio che non facciano conferenza, se non ricordo male in una di queste pulvirenti disse con tono minaccioso che non avrebbe più fatto entrare a Tdg quei giornalisti che criticavano la squadra è che quindi avrebbero fatto domande scomode, d’altronde a mio avviso tutte le conferenze e le interviste nel calcio sono strumentali, prima e dopo le partite fesserie a non finire, quelle 4 interviste vere perché a caldo in cui sfugge il controllo dopo qualche ora vengono ridimensionate a chiacchiere da bar sport, ovvero dove si parla di vero calcio.

  12. Ip Address: 91.252.33.14

    CATANIA, l’ex Delli Carri: “Con la società ci siamo lasciati per diversità di vedute”. E su De Zerbi…
    03.06.2015 12:29 di Andrea Carlino
    articolo letto 72 volte

    Ai microfoni di calciofoggia.it, l’ex direttore sportivo del Catania, Daniele Delli Carri, fa il bilancio della sua breve avventura in rossazzurro: “Vorrei riprendere subito a lavorare: a Catania ho fatto sei mesi importanti ma ci siamo separati perché, purtroppo, non c’era lo stesso modo di pensare da ambo le parti. Ci tengo a precisare che sono rimasto in ottimi rapporti con Pulvirenti. De Zerbi? Con Roberto ci siamo sentiti in due o tre circostanze più che altro per parlare di calcio, perché a me piace molto chiacchierare con un allenatore prima di una sua eventuale chiamata. Roberto sapeva già da tempo che sarei andato via da Catania e abbiamo fatto una semplice chiacchierata sul suo modo di esprimere calcio. Non so se poi la dirigenza etnea prenda una decisione su De Zerbi, perché era più una mia idea”

  13. Ip Address: 88.41.50.162

    tutti hanno diversità di vedute differenti rispetto al duo Co-Pu, chissà come mai….chissà come intendono loro due il gioco del calcio; quale sarà il loro modo di vedere la situazione del Calcio Catania?
    Appare chiaro ormai dalle interviste di coloro che non hanno più a che fare col Catania, come Cosentino sia il vero padre padrone della società; appare chiaro ai tifosi di come questo individuo ci porterà alla distruzione totale.
    Quando Lomonaco diceva che solo un folle poteva distruggere un modello perfetto di società, sbagliava…..non aveva previsto la comunione di due incompetenti presuntuosi e arroganti.

  14. Ip Address: 83.225.63.146

    Con Cosentino e Pulvirenti, NESSUNO entri allo stadio. ZERO abbonamenti. “ripuliAmo”. E….attenzione alle trappole.

  15. Ip Address: 91.252.105.107

    Scusate vi leggo ma scrivo poco,no abbonamenti e si biglietti?

  16. Ip Address: 62.2.176.13

    ciao catanese

    io direi anche niente biglietti!!
    se dopo 10 partite il Catania é primo con 30 punti allora………………. si vede che abbiamo sbagliato noi Tifosi. E il duo (di coppe) aveva ragione!!!

  17. Ip Address: 87.11.91.55

    Ciao Vale riguardo a Maniero, se posso permettermi, penso che, come molti suoi colleghi, abbia preferito un buon contrattino di due anni, su una piazza comunque importante, all’incerta lotta per un contratto in scadenza, reso vieppiu’ incerto dalla carta d’identità. Sicuramente avrà meditato come giusto che sia e da maturo professionista abbia fatto la scelta a lui più gradita. Poi mica era sicuro che il Pescara avrebbe lottato per la A come non e’ ancora sicuro che ci vada. Ovviamente, a chiusura di questa stagione farà ancora i suoi conti , come gli altri, del resto, e se arriveranno buone occasioni le valuterà e, d’accordo con la società , visto che è’ tesserato per due anni, se le riterrà allettanti, lascerà la nostra squadra per un’altra. Purtroppo questo e e’ il calcio professionistico, poche le bandiere, il resto tutte scelte dettate dai soldi ( il più delle volte) o da scelte di vita o professionali ( se sei giovane o di soldi ne hai già tanti). Per questo, rinnovo con molta umiltà il mio invito a credere solo nella maglia, alle sue strisce rossazzurre con il liotro stampato all’altezza del cuore. Tutto il resto viene dopo: Presidenti, a.d., allenatori, giocatori. Saranno ricordati comunque, nel bene e nel male , chi più chi meno, ma quel che conta sarà la maglia che alberga e batte nei cuori di ogni tifoso. La squadra potrà essere competitiva o meno, ci farà soffrire o gioire, ma la passione, per un vero Tifoso con la T maiuscola sarà sempre uguale, al di la dei limiti imposti dalla categoria di partecipazione. forse sarò etichettato nostalgico da qualcuno, ma questo e’ il mio pensiero ovviamente personale.

  18. Ip Address: 151.54.85.136

    Scusate ma io dubito che non ci saranno abbonamenti, alla fine vedrete che si faranno.
    Sui biglietti sono d’accordo, ma gli abbonati ci saranno lo stesso, specie della A e della B.
    Io credo sarà così, magari mi sbaglio, ma credo di conoscere il tifoso catanese.
    Certo 11.000 sarà difficile ripeterli ma qualche migliaio in linea con le altre squadre si faranno lo stesso.
    Vedremo.

  19. Ip Address: 151.54.85.136

    Quest’anno stanno provando a fare la seguente, almeno da quello che mi pare di capire.
    Zero o sottozero soldi, quindi addio contratti faraonici e gente di grido, vogliono provare a emulare il fenomeno Carpi e qualche altra squadra, gente giovane, sconosciuta ma volenterosa, allenatore giovane e con poca personalità.
    È l’ultima mossa dell’argentino; le ha provate tutte, squadra di nomi in A, squadra di nomi in B, squadra di collaudati ma non più giovani in B, ma ha sempre fallito.
    Adesso prova l’ultima carta, complice la crisi di danari, squadra giovane senza fronzoli e senza senatori.
    Così potrà dire di averci provato.

    Se non l’avessimo ancora capito, della presenza o meno della tifoseria, dell’approvazione della piazza, cosentino non sa che farsene; forse a molti sfugge che non è italiano e non gli frega niente del colore della maglia, della storia e di nulla; delle minacce di diserzione degli abbonamenti se ne frega altamente, gli interessa ( come credo sia giusto e comprensibile ) dei propri soldini.

    Quindi non mi stupirei se tutti gli appelli cadessero nel vuoto, anzi, lo sono già nel vuoto.
    Lasciamolo divertire, in fondo ha pagato questo gioco profumatamente, che gli importa, male che vada prende l’aereo e atterra a Miami e buonanotte a tutti.

  20. Ip Address: 87.11.91.55

    Scusate, oggi sono impossibile, lo so. Non vorrei sembrare polemico ma scrivo solo il mio pensiero. Scusami Jamajama, ho capito bene? Tu andrai allo stadio pagando il biglietto SOLO se dopo 10 partite, vuol dire in genere 5 trasferte e 5 interne, il Catania avrà trenta punti? A questo punto, scusami, con molto rispetto verso la tua persona ma con identica franchezza, penso che in nessun anno nel quale il nostro Catania ha militato, abbia raggiunto identico traguardo, difficile anche a squadre di livello internazionale. Io purtroppo non vivendo a Catania non posso recarmi allo stadio come vorrei, ma stai sicuro che personalmente l’abbonamento non lo farei, solo per dare un segnale, ma alla prima interna di campionato, sarei con il biglietto in mano e la mia maglietta rossazzurra indossata con la speranza di sempre e con l’orgoglio di appartenenza a quei colori che mi sono propri da sempre. Ovviamente, come prima mio umile ma sincero pensiero personale.

  21. Ip Address: 151.54.85.136

    È un grosso rischio questo, Catanese a Napoli; quella del biglietto partita dopo partita è un grosso rischio.
    Primo perché ti costa un bel po’ di soldini che a Ct scarseggiano.
    Secondo perché se steccano due partite alla terza con quei soldi ti fai la spesa, non ti vai a comprare il biglietto per e elencarti la giornata;
    pertanto è assai forte il rischio di stadio semivuoto in qualche partita specie dopo qualche prestazione opaca.
    Me vedrai che gli abbonamenti fioccheranno ugualmente.

  22. Ip Address: 2.41.17.72

    d’accordo con jamajama, MA, andrei allo stadio solo dopo….un girone d’andata TRIONFALE (che vorrebbe dire SENZA Cosentino tra i piedi, statene certi). NIENTE ABBONAMENTI o si fa il loro gioco!!

  23. Ip Address: 87.11.91.55

    Ovviamente io parlo per me, ragazzi, lungi voler convincere qualcuno di andare o meno allo stadio. Io ho parlato prima di passione. C’è chi ha il modellismo, chi i fumetti, chi il cinema, chi i locali, i ristoranti, la pesca, la caccia, la fotografia……ecc. Però se uno è’ appassionato a qualcosa, cerca, forzatamente o meno, nella sfera deil’appagamento dei propri bisogni individuali, a cominciare dai primari, a soddisfarli. Capisco il caro biglietti, al quale aggiungo lo stress di combattere ogni 15 giorni con la propria compagna che si sente trascurata dal tuo impegno sportivo, lo stress di prepararsi per la partita già dalla mattina combattendo con traffico, avversità climatiche e tornelli, e, non ultimo ,lo stress in queste due stagioni più straziante di assistere ad incontri non proprio esaltanti. Però per chi antepone questa passione della maglia rossazzurra a tutto, penso che 10 euro per un biglietto di curva, cioè 20 euro al mese, possono essere sostenute, ovviamente non mi rivolgo a coloro i quali purtroppo non hanno lavoro o guadagnano solo per sopravvivere a fine mese e hanno altri problemi vitali, per i quali va il mio massimo rispetto e la mia stima incondizionata e soffrono ugualmente per la nostra maglia guardando le partite nei centri commerciali o attaccati alle radioline di casa. Capisco, abbiamo tanta rabbia in corpo, ma siamo comunque nel purgatorio della B, con da una parte il paradiso e dall’altra l’inferno della lega pro, nella quale, quando si entra, con difficoltà e fortuna si esce, il più delle volte dopo anni ed anni di gavetta da consumare su campi talvolta polverosi, molto spesso poco appaganti. Purtroppo chista ie a zita al momento. Ho apprezzato i gesti sempre composti delle curve durante le fasi cruciali della stagione, dare segnali è’ importante e una protesta collettiva può essere salutare, ( vedi partite interne contro brescia e carpi), e ho apprezzato il gesto di sostenere la squadra anche contro il cittadella ( benché i crampi allo stomaco ti portavano a disertarla), come giudico significativo il discorso di non abbonarsi anche per verificare se messi alle strette magari si riesce a strappare loro qualche parola, almeno qualche grazie rivolto alla tifoseria ricordo con una media di più di 13.000 presenze, seconda solo al Bari in cadetteria. Si vedrà, il campionato inizia tra più di 2 mesi.

  24. Ip Address: 94.37.238.150

    buonasera a tutti gli amici del sito

    mi rifaccio vivo dopo qualche giorno da spettatore del sito. Il voltafaccia di Pulvirenti nei confronti dei tifosi quest’anno è il simbolo di quanto sia caduta in basso la società….ti piaceva pavonneggiare e comparire su sky, Mediaset quando le cose andavano bene, (ti piace vincere facile) , adesso non ha nemmeno il coraggio di avere un qualunque minimo chiarimento con la tifoseria…..ma non era il primo tifoso??? complimenti!!!

    Di Cosentino non parlo, si è già detto tutto e da ultimo hanno chiuso il cerchio su quello che tutti pensavamo nelle interviste sia Sannino sia Delli Carri.

  25. Ip Address: 87.11.91.55

    Bentornato catanese a Roma, un caro saluto.

  26. Ip Address: 213.118.194.217

    Buonasera a tutti,

    Mi trovo d’accordissimo con Perplesso e catanese a roma,

    jamajama ho capito il tuo pensiero ed in parte lo condivido.

    Per me la prima cosa che Pulvirenti dovrebbe fare se fosse ancora il presidente è mandare a calci nel sedere Cosentino.

    I fatti però, smentiacono le dichiarazioni datate 2014 dove il presidente diceva di andarsi a vedere le carte alla camera di commercio.

    Quindi partendo dal presupposto che ormai il Catania È dell’innominato, e non piu di Pulvirenti,

    Credo che la tifoseria, simspaccherá in due , da un lato quelli che amando il Catania, e appassionati di calcio, a cui nn interessano gli avvicendamenti societari, andranno allo stadio e faranno abbonamento.
    Dall’altro lato, i tifosi che pur amando la maglia, e intendendosene di calcio, comunque non sono propensi a dare fiducia ad una societá che onestamente solo definirla societá fa ridere i polli. Gli ,stessi che chiedono la rimozione dell’innominato, e che apperentemente verrano delusi, quindi saranno glimstessi che nn faranno o rinnoveranno l’abbonamento..ne tantomenomandranno allo stadio.

    Ora visto che purtroppo o per fortuna non sono io il Presidente del calcio catania,
    E quindi non posso decidere io chi licenziare e chi no, mi limito a dire.

    voglio vedere:
    1) che tipo di campagna mediatic faranno per recuperare il rapporto con i tifosi ( se mai ne avessero voglia) imposteranno (e stando a quanto visto fino ad ora siamo messindavvero male).
    2) vedendo che squadra societaria verra messa in piedi se verranno messe persone qualificate o meno. A partire dalla cosa piu importante l’allenatore.
    3)guardando con attenzione alla campagna acquisti, non limitandomi a farmi un’opinione basandomi esclusivamente su cio che scrive la stampa che fino ad oggi simè dimostrata tutta lecchina ed incompetente.
    4) vedere che risultati la squadra inizierá a fare, come giocherá , si puo anche perdere l’importante è vedere come si perde. Da qui si vedra se la societá avrà operato “finalmente” in maniera corretta, coscienziosa, e consona alle aspettative di e alle promesse e premesse fatte in pre-campionato, se mai ce ne saranno.
    Nel complesso sono molto ma molto scettico sul futuro del catania e prevedo( e spero di sbagliarmi) tempi molto bui.

    Un saluto a tutti !!

  27. Ip Address: 213.118.194.217

    Ah dimenticavo….

    Ho appena visto servizio di sesta rete sul Catania…se volete farvi un idea di cosa intendo io per stampa lecchina beh guardatevelo e gustatevelo tutto….

    http://www.cataniaunafede.com/index.php/mercato/mercato-calcio-catania/22540-catania-si-lavora-sul-fronte-mercato

  28. Ip Address: 94.37.238.150

    Caro Simone il duo, non volendo rendere conto alla piazza, parlano per bocca di questi servizi ad hoc confezionati dalle tv locali. Saluti particolari a Ct a Na, Gius65 e Giorgione,

  29. Ip Address: 213.118.194.217

    Catanese a Roma,

    Hai ragione, il problema è che purtroppo ci sono persone che per un motivo o per un altro non riescono a farsi un’idea propria su alcuni fatti, avvenimenti, e si limitano a farsi un’opinione e di conseguenza agire , ascoltando questi 4 giornalai e pseudo cronisti frustrati e sottomessi al padrone.

    Un po come in politica ahahaha

    Un abbraccio

  30. Ip Address: 151.18.34.138

    Buonasera a tutti i tifosi rossoazzurri. Inutile che continui (io) a buttare ‘spazzatura’ dove ormai non ce ne sta piu’..(scusate il paragone ma per dire in breve che e’ stato gia’ detto quasi tutto..su quei due..). Ma che devono dire se nun c’hanno niente da di’!
    Ho cercato,penosamente,di scriverlo in romanesco, alla Sordi grandissimo attore(Il Marchese del Grillo). Poi stamattina leggevo sul televideo rai di alcune partite presunte truccate!! Del Catania!! Discorsi da ascensore….. Mi riallaccio al mio mito Sordi sempre nel sopracitato movie quando il Papa, mi sembra Paolo 7imo, disse al Marchese ‘Allora quanti sono i corrotti?’ e il Marchese ‘una 30ina..’ Ma cosa sarebbe, la fine del calcio italiano!!!
    Ciao Giorgio,li conosco ,vegani e animalisti..sapessi cosa se magnano! Se sento odore di dopobarba,sapone(che non siano i miei),sigaretta,chewing gum e quant’altro, esco come un siluro! Ma se lo yankee tira fuori dalla tasca un Little Boy? Ohh Perbacco!! 😉

  31. Ip Address: 87.11.91.55

    Sono andato a vedere il servizio indicato da simone e ne esco sconcertato. Adesso si propone di fare una squadra di ragazzini. Dall’esempio Palermo dello scorso anno, si passa all’esempio Carpi. Non credo che a parte il carpi, che ha potuto contare sul fattore sorpresa e sull’esplosione collettiva di semplici sconosciuti ai più, le altre non credo abbiano attaccanti scartine, centrocampisti ragazzotti e difensori della primavera. Certamente, si deve attingere anche dalle serie inferiori, dove c’è gente che scalpita e ragazzi in gamba, ma l’esperienza ci vuole pure. Ecco l’amalgama e la conoscenza di quei mercati, uniti all’abilita dell’allenatore, la professionalità dei preparatori e l’organizzazione dello spogliatoio che va gestita affinché i calciatori si sentono pressati e si attengano tutti alle regole che devono essere precise e fatte rispettare. Non avendo un D.T. Chi gestirà la cosa?

  32. Ip Address: 151.54.85.136

    Ma è normale, hanno bisogno di miti, di ideali per poter sperare il meglio; un po’ come i ragazzini che nel momento della crescita della propria personalità, della formazione del proprio carattere, si atteggiano come i propri miti, emulando quelli più forti, i più carismatici, per poter darsi un tono, per darsi sicurezza.

    Così lo scorso anno era il Palermo vincente, quest’anno il Carpi vincente, insomma il Duo Miami e comprano devono darsi un ruolo per poter giustificare un evidente e imbarazzante dilettantismo frutto di una incapacità purtroppo ormai radicata.

    Altro esempio di manifesta inferiorità quella di darsi dei modelli vincenti ad ogni costo.

  33. Ip Address: 79.36.152.219

    Buonasera raga’!

    Ciao Catanese a Napoli e Roma (acchiappati 😆 ), Mexxican, catanese, Perplesso, peppe61, vale, jamajama, simone Belgio.! 😉

    Come disse la buonanima di Giulio Cesare “Alea iacta est”, in lingua italiana “il dado è tratto”.

    Riportato da Svetonio, Giulio Cesare lo esclamo’ quando attraverso il fiume Rubicone (provincia di Forli’-Cesena) in Gallia Cisalpina cioe’ l’attuale Nord Italia (quasi).
    Con quella decisione la Gallia Cisalpina non sarebbe stata piu’ come prima.

    Parafrasando la situazione del Catania tra Pulvirenti e noi tifosi, il Presidente ha superato il “Rubicone”!

    Non penso che Pulvirenti torni indietro ormai abbiamo capito che qualcosa non va nella societa’.

    Ormai noi tifosi siamo rimasti “soli”! :mrgreen:

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania.

  34. Ip Address: 87.11.91.55

    Si Giorgio, siamo rimasti soli, ma aggrappati alla maglia che, essendo di stoffa, non affonda. Anche il pallone rimane a galla per fortuna, ci aspetta un mare tempestoso ma turandoci il naso e contando sulla forza della nostra passione e aggrappandoci alla speranza di una riva vicina, speriamo di riuscire a salvarci e ad arrivare alla terraferma.

  35. Ip Address: 87.11.91.55

    Questo il mio ultimo pensiero di stasera augurando a tutti voi una notte serena.

  36. Ip Address: 91.252.194.114

    Sicuramente non capisco vivendo fuori da Catania ma molti non volete neanche entrare se non dopo dieci e più partite e la squadra prima.ma come fa a essere prima una squadra che da inizio campionato viene contestata o abbandonata dai tifosi? Non lo so da fuori tutto strano.scusate.

  37. Ip Address: 87.11.91.55

    Caro catanese, scrivi poco, ma le tue parole per me sono perle di saggezza. Riguardo ai tuo post precedente abbonamento no e biglietti si, non ritengo sia una incongruenza. Mi spiego, l’abbonamento sottoscritto come lo scorso anno a furore di popolo, specialmente dopo aver assistito ad acquisti ritenuti importanti per la categoria, quali Rosina, Calaio, Martinho, Rinaudo, e le promesse sul valore dei vari Marcelinho, Sauro, Chrapek, Escalante, le assicurazioni sul riscatto di Peruzzi, Monzon, leto, Rolin, ci avevano spinti a pensare ad un campionato di vertice, accompagnati in questa idea anche dai riscontri positivi che si leggevano su testate nazionali. Sappiamo come purtroppo e’ andata. Riconosciamo anche il merito alla società di aver aggiustato il giocattolo a gennaio, sia in campo che con lo staff tecnico. Quello che è’ mancato e tuttora è’ assente è il dialogo con la piazza, le chiusure ai tifosi, gli allenamenti a porte chiuse. Parere personale, ma questo ritengo il significato dei comunicati dei gruppi organizzati per un invito alla diserzione della campagna abbonamenti. Il biglietto rappresenta allora l’alternativa che rimane al tifoso per poter dal vivo assistere e sostenere la maglia e ciò che essa rappresenta per lui, al di la dei singoli, di chi comanda in società, delle beghe di spogliatoio. Un altra alternativa, sarebbe quella di disertare lo stadio aspettando che Cosentino venga cacciato (ma da chi?), dia le dimissioni, o arrivi qualche imprenditore di successo che rilevi le quote azionarie del gruppo. In tale attesa, magari gioire delle sconfitte, dei disastri, e più il precipizio si avvicina, più la gioia diventa maggiore, magari stupendosi che anche in lega pro o ancora più giù, le dimissioni di chi ha causato lo sfacelo non arrivano, nessuno sarà cacciato da nessuno, e l’imprenditore di successo non si intravede all’orizzonte. Allora si protesterà ancora, si ricorderanno i bei vecchi tempi davanti ad una tazza di caffè, magari si racconterà ai nipotini di aver assistito da giovani ai successi del primo decennio degli anni 2000, così come ho fatto per tanto tempo io pensando ai meravigliosi anni 60 rossazzurri. Io personalmente voglio stare vicino alla maglia, gioire, soffrire e perché no, anche precipitare con lei, ma con la serenità di non averla mai abbandonata anche nei momenti più difficili.

  38. Ip Address: 87.11.91.55

    “nell’Artico, quando le notti sono più lunghe e il freddo più intenso e i venti impetuosi spingono la neve impalpabile fino al limite delle eterne dune di ghiaccio e la vita si riduce al minimo, allora i lupi si mettono in caccia alla ricerca di cibo. La loro fame è una cosa terribile. E tutto ciò che si muove ed e’ caldo, in mezzo a quel gelo, è cibo per loro. La fame acuisce il loro odorato, possono sentire l’odore del sangue che corre sulle ali del vento, a chilometri di distanza. Ma gli eschimesi capiscono i lupi e sanno come agire, con loro. Fanno sciogliere piccole pozze di ghiaccio, poi piantano il manico dei coltelli da caccia nell’acqua che subito si gela di nuovo ed essi restano piantati saldamente come fossero immersi nel cemento. Rimangono fuori soltanto le lame, dal doppio taglio affilato come un rasoio. Sull’intera distesa ghiacciata, gli eschimesi piantano i loro coltelli e li bagnano di sangue, sangue di foca o di vitello marino, o persino del proprio. Poi vanno a casa e aspettano. E i branchi di lupi, erranti chilometri e chilometri, avvertono l’odore del sangue. Si radunano attorno a quelle lame e mentre ingordamente leccano il sangue, sbavando, sembra loro di aver trovato una deliziosa inesauribile sorgente. La loro lingua lavora e lavora, sempre più in fretta, e la sorgente del sangue aumenta, ed essi se ne ingozzano con avidità. Finché ne restano dissanguati, ed il sangue che era sembrato tanto delizioso riempie loro lo stomaco, ma è il proprio sangue, ed i lupi hanno divorato se stessi”. GLEN SIRE – I Liberatori .

  39. Ip Address: 151.54.85.136

    Io non darei alcun merito ad una società che ha allestito una squadra a luglio per poi accorgersi che era inadatta alla B, dove i protetti dell’AD hanno remato contro, dove un preparatore discutibilissimo ne faceva asciuppiare due o tre a settimana e li faceva passeggiare in campo, dove un allenatore senza alcuna esperienza doveva condurre questa squadra in A., dove Sannino veniva sconfessato da chi forse poteva lustrarci le scarpe.
    A gennaio vista la malaparata hanno posto rimedio comprando a destra e a manca senza costrutto cercando di salvare il salvabile ma coadiuvati da un professionista del mercato, adesso liquidato.
    C’era il tempo di acciuffare i playoff ma una squadra nuova costruita a gennaio, di gente che non aveva mai giocato assieme e con evidenti carenze a centrocampo , ha evitato il peggio , dove certamente ci avrebbe portato il clan di Leto e compagnia bella proposto dall’AD.

    Io non vedo quindi alcun merito della società ( lg. Cosentino) di aver aggiustato nulla, hanno cercato di salvare il salvabile grazie ad un esperto di mercato di B , ( ugualmente e puntualmente liquidato un paio di giorni fa) ma rischiando ugualmente il tracollo che, ricordiamoci, sembrava inevitabile solo nel mese di marzo!

    No Catanese, se guardiamo bene, meriti questa società non ne ha affatto, da due anni a questa parte direi solo…..demeriti.

    Intanto i nostri ex tecnici Montella, Mihailovic, Simeone e par anche Zenga sono tra i migliori nel panorama calcistico……

  40. Ip Address: 87.11.91.55

    Si, Perplesso, intendo merito come “azione di qualità’ ” fatta dalla società mediante il ricorso ad un direttore tecnico che ha dato consigli su chi comprare. Lungi per me pensare che questa Dirigenza abbia dei meriti intesi come riconoscimenti di stima. Su questo la penso come te.

  41. Ip Address: 82.59.110.160

    Buongiorno raga’!

    Ciao catanese, Catanese a Napoli e Perplesso! 😉

    Ancora una bella giornata anche stamattina e la temperatura inizia a salire.

    catanese, e’ difficile giudicare da “fuori” e ti do ragione.
    Io che sono abbastanza attento nel giudicare gli altri adesso posso dirti, visto i risultati sul campo, il duo “sfumature di grigio” veramente hanno combinato solo disastri.
    Non si puo’ continuare in questo modo, i tifosi quelli che pagano hanno diritto di protestare.

    Buona giornata a tutti!

  42. Ip Address: 151.54.85.136

    Avevo inteso perfettamente il senso con il quale avevi scritto la parola “merito” 😉

    Mi rendo conto di essere tedioso a volte andando spesso a ritroso nel tempo e rivangando il recente passato;
    ma la stampa locale e alcune componenti tendono a far dimenticare, vogliono andare oltre facendo finta di nulla, quel che è stato é stato, amici come prima;
    come se quest’anno trascorso sia stata un’annata di transizione, invece NO, è stata un’annata di frustrazioni, umiliazioni e sofferenza vissuta con tantissima angoscia, è l’artefice di tutto ciò ha un nome e cognome; è ancora si ripropone come se non lo interessi affatto.

    Per non dimenticare…..

  43. Ip Address: 2a02:1811:b719:ff00:3452:4f1e:d08c:8ae9

    Buongiorno,

    Purtroppo alcune persone una volta toccato l’apice,assaggiato il potere, la fama, ed il lecchinaggio di tutto e tutti, si convincono di essere onnipotenti….

    L’unico mnodo che queste persone conoscono non è il nostro fatto di cose comuni.
    pulvirenti è cosi, Cosentino è cosi, l’unica arma a disposizione dei tifosi è il non fare abbonamenti, non andare allo stadio.

    Io dico solamente che credo questa squadra verrá costruita x scendere in lega pro.
    I s gnali ci sono tutti.
    A sentire i giocatori, nessuno vuole rimanere.

    Siamo alla frutta

  44. Ip Address: 91.252.179.89

    Buongiorno a tutti , anche qui giornata calda

  45. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao Catanese a Napoli
    Ciao peppe 61
    Ciao simone Belgio
    Ciao a tutti i pazzi per il Catania

    Il mio pensiero ovviamente era una provocazione ! Anche io sono pazzo del Catania.
    Ma farmi prendere per il … da Cosentino NO ! Sono tifoso sono anche ingenuo.
    Ma farmi prendere per il ….. NO !!

    Anche io vivo lontano da Catania. E purtroppo non posso sapere tutto quello che succede a Catania. Ma da qui lontano ho la sensazione di essere preso per il ……

    Scusate queste parole ma é una sensazione. Avete ragione che solo la maglia conta. Ma questa sensazione di essere preso per i fondelli e di dare soldi a quei due é più forte.

    Vi saluto e vi abbraccio

  46. Ip Address: 91.253.32.183

    Ciao jamajama , purtroppo il calcio e oramai un’industria coi piedi , e così per qualunquealtra società calcistica

  47. Ip Address: 91.253.32.183

    BERGESSIO: “A Catania ho dimostrato di poter giocare in Italia”
    04.06.2015 10:02 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 367 volte

    Gonzalo Bergessio e la Sampdoria, addio dopo un anno. Un anno nel quale Bergessio non ha avuto la possibilità di dimostrare il suo valore. E così meglio dirsi addio. Da pochi giorni Bergessio ha firmato la risoluzione consensuale con il club blucerchiato. “Una decisione presa di comune accordo”, dice l’ex attaccante del Catania a TMW:

    Cosa è successo alla Samp?
    “Non ero a mio agio perché mi hanno fatto sentire poco importante, così ho pensato di andare via”.

    E il futuro?
    “Sto parlando con qualche squadra, il mercato è appena cominciato. Aspetto novità”.

    S’è parlato del Boca, ipotesi concreta?
    “No, non penso che tornerò in Argentina. Vorrei restare in Italia, poi vedremo come andrà il mercato e decidero”.

    Rimpianti per la sua esperienza alla Samp?
    “Ho cercato di dare il massimo delle mie possibilità, sempre. Il calcio però è così, non sempre va tutto bene. Non ho avuto la continuità che avrei voluto. Al Catania ho dimostrato che posso giocare in Italia, ho fatto tanti gol. L’anno alla Samp è stato sfortunato”.

    Quindi pronto a ripartire, da subito.
    “Assolutamente sì”.

    Se le dico Lazio? Possibile un ritorno di fiamma?
    “È una grandissima squadra, a chi non piacerebbe giocarci? Il mercato è appena cominciato, ci pensa il mio procuratore”.

    Che ne pensa di Mihajlovic al Milan?
    “Mi interessa poco…”

    Non s’è lasciato benissimo con il suo ex allenatore…
    “Ognuno faceva il suo lavoro”.

    E Samuel Eto’o?
    “Con noi s’è comportato come un grande, davvero. Samuel è un bravo ragazzo, questo conta più di ogni cosa. Da lui si può imparare tanto. È un esempio. Samuel è stato un amico nel gruppo”.

    Perché a gennaio ha chiesto un milione di ingaggio per andare al Cagliari?
    “No, alt. Io ho soltanto detto che volevo restare alla Sampdoria. Poi ognuno può chiedere ciò che vuole, nessuno dovrebbe giudicare”.

  48. Ip Address: 37.227.248.46

    Tutte sensate le vostre osservazioni purché i propositi di abbandono dello stadio e quindi del Catania non producano un altro 31luglio 93.poi venne l’Atletico,il clima appare lo stesso di allora.fate in modo di non buttare la culla con l’acqua sporca.

  49. Ip Address: 82.59.110.160

    Salve raga’!

    Ciao Simone Belgio, jamjama, mexxican! 😉

    Tutti passano, i Presidenti, gli allenatori e i giocatori, rimaniamo sempre soli noi tifosi con i Nostri cuori tinti di rosso e azzurro per anni e anni comunque e ovunque vada.

    Come scrive “Simone” i tifosi vanno rispettati e non presi per i fondelli e appunto “noi non siamo dei fessi”!

    L’interesse generale dei tifosi per il Catania puo’ sfumare in certi anni quando la dirigenza sbaglia continuamente e se non se ne vanno ci saranno pochi a vedere le partite ed e’ un fatto naturale non perche’ non si ama la propria squadra.

    Questo ho scritto ed e’ il mio pensiero

    .

  50. Ip Address: 91.253.20.55

    ESCLUSIVA – CATANIA, c’è termine per fumata bianca nuovo allenatore
    04.06.2015 11:02 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 767 volte

    E’ tempo di programmazione in via Magenta, sede del Calcio Catania. Da lunedì scorso l’ad Pablo Cosentino ha avviato i motori definendo i temi “organigramma” e rinforzi come priorità sull’agenda rossazzurra. A fronte di uno staff tecnico praticamente azzerato, il numero uno del mercato del club etneo vuole ripartire con idee chiare e un nuovo allenatore che sappia dare alla squadra un gioco e una mentalità vincente. Secondo quanto appreso da Itasportpress.it, questa mattina a Torre del Grifo, Cosentino si è dato una scadenza per annunciare il nuovo tecnico: entro la prossima settimana ci sarà la fumata bianca e subito dopo partirà la campagna di rafforzamento che sarà fatta di comune accordo con l’allenatore. Il progetto è quello di un Catania con una solida base di italiani, diciamo 9 su 11.

  51. Ip Address: 82.59.110.160

    Salve raga’!

    Da FB sulla pagina di “sottoilcielorossazzurro”.it!

    Il Catania riparte da una certezza del 2006: Baiocco ieri a Torre del Grifo!

    Tassello dopo tassello. Aria di cambiamento in chiave riscatto in casa Catania, con la forte voglia di voler voltare pagina ai posteri di una stagione che non ha soddisfatto le attese. La società rossazzurra nella persona del presidente Nino Pulvirenti, vuole costruire su basi solide la prossima stagione, con uomini competenti in grado di dare continuità alla prossima squadra. Davide Baiocco, 40 anni appena compiuti, già bandiera del Catania, che in questa stagione ha ottenuto la promozione in Lega Pro in forza all’Akragas, ieri è sbarcato a Torre del Grifo.

    BaioccoBaiocco ufficialmente non potrà ricoprire il ruolo di direttore sportivo, lasciato libero da Daniele Delli Carri, ma verosimilmente, sarà il “legame” tra lo spogliatoio e la società. Baiocco ieri è stato a Torre del Grifo per un primo contatto con la sua nuova casa: ha salutato i vecchi amici, ha conosciuto le nuove figure professionali della società, ha pure visitato la struttura in modo minuzioso. Probabile che Baiocco venga nominato nuovo direttore dell’area tecnica, ma questi sono solo dettagli.

    Una figura dunque che dovrebbe fare da collante tra squadra e società, figura tanto invocata nella scorsa stagione. E con l’imminente arrivo in panchina di Pasquale Marino (che in queste ore sta risolvendo il proprio contratto col Vicenza), si potrà ricostituire una coppia che nel 2006 fu protagonista, fra gli altri, della storica promozione rossazzurra.

  52. Ip Address: 109.115.206.182

    Pu-Co. Attenti a quei due. Stanno distruggendo il calcio a Catania

  53. Ip Address: 151.54.85.23

    Basi solidi……con uomini competenti…..se qualcuno mi spiega dove sono le competenze di Baiocco, per carità grande sportivo legato con passione alla storia dei nostri colori, ma tutta questa esperienza in questo ruolo non mi pare che ci sia.
    Piuttosto è un uomo che vuole scalare questo ruolo e aiutare lo spogliatoio ma fino a ieri giocava, stava dall’altro lato.

    Non è lui la figura invocata, la figura invocata è un professionista competente che riesca a costruire una buona squadra e che abbia provata esperienza.
    Nessuno ha mai avuto dubbi che le teste calde dello spogliatoio, gli amici argentini di Cosentino, avessero campo libero poiché protetti da quest’ultimo, ricordiamoci i comportamenti impuniti del sig. Leto…..

    Per me Baiocco non c’entra nulla, meglio un estraneo con provata esperienza quindi.
    Ma una figura così è in contrasto col padre padrone del Catania, quindi non proponibile.

  54. Ip Address: 79.30.198.181

    Buon pomeriggio a tutti.

    Confermo quello che riporta il mio nick: vorrei un Catania senza Cosentino!

    Qualcuno non è d’accordo sul fatto che non si debbano fare gli abbonamenti.
    Gli dico: comprereste mai una scatola senza conoscerne il contenuto? E poi, l’anno scorso siamo stati presi per i fondelli con la storia “RipartiAmo”, dobbiamo cascarci ancora?

    No, no, credo che stavolta ai tifosi del Catania nessuno li prenderà in giro, almeno fino a che non ci sia chiarezza e che con i fatti, e non con le parole, si costruisca una squadra degna di essere chiamata “CATANIA”.
    In questo momento vige solo il silenzio. Il silenzio, secondo me, di chi sta studiando la prossima mossa per l’ennesima presa per i fondelli a noi tifosi. Spero con tutto il cuore di sbagliarmi.

    Un salutone a tutti Voi.

  55. Ip Address: 91.253.8.11

    Ciao perplesso , in questo momento di nomi se ne fanno tanti per cui alla fine rimangono solo le chiacchiere giornalistiche, penso come di consueto alla fine arriverà qualcuno dei non citati

  56. Ip Address: 91.253.8.11

    Ciao Mongibello

  57. Ip Address: 91.253.8.11

    MEZZINI: anche lui tornerebbe a Catania con Marino
    CalciomercatoCatania NewsEx RossoazzurriPrimo Piano
    di Redazione – 4 giugno 2015

    Pasquale Marino e Massimo Mezzini.
    Possibile ritorno a Catania per Massimo Mezzini

    In un momento in cui si parla con sempre maggiore insistenza del possibile approdo di Pasquale Marino ai piedi dell’Etna, in cima alle preferenze del Catania per la sostituzione di Dario Marcolin, vale la pena sottolineare che potrebbe trasferirsi con Marino Massimo Mezzini. Anche quest’ultimo, tra l’altro, rappresenta una vecchia conoscenza in casa rossoazzurra. Ha condiviso con il tecnico marsalese l’esperienza catanese in panchina, vivendo la gioia per la promozione nel campionato di Serie A e la salvezza ottenuta in extremis allo stadio Dall’Ara contro il Chievo. Anche in questo caso raggiungerebbe Catania nelle vesti di allenatore in seconda con l’inseparabile Marino. Sostituirebbe Enrico Annoni, collaboratore di Marcolin.

  58. Ip Address: 213.119.171.118

    Perplesso quando inserisci il tuo nick metti anche il mio accanto al tuo.

    Condivido ogni singola parola dei tuoi ultimi post.

    La parola è diffidenza…

    Non mi fido di questa società di questi personaggi, non mi fido di niente e nessuno che ruota intorno al Calcio Catania , tifosi a parte.

    Quella di Baiocco è piu di una semplice notizia Mexxican, fonti certe all’interno di TDG mi hanno confermato ke è stato li.
    E non è stato certo per una visita di cortesia.
    L’uomo e il giocatore Baiocco nn lo metto in discussione, ma è capace di ricoprire quel ruolo? Di ke eaperienZa si parla? Ma
    D’altronde ke eaperienza ha Cosentino??? Bho…

    Io sono allibito da come si ata gestendo per l’enneaima volta la
    Situazionr da parte della societá…e sono “perplesso” quando vedo ke ci sn tifosi cn i paraocchi ( E SPECIFICO NON MI STO RIFERENDO A NESSUNO CHE ABBIA MAI SCRITTO SU QUESTO SITO).

    Vedremo…

    Per asper da astra

  59. Ip Address: 94.162.152.221

    E’ inutile pestare l’acqua nel mortaio dicendo sempre le stesse cose! Diciamoci la verità siamo di fronte ad un ex presidente che non conta, un fantomatico nuovo proprietario che a fine campionato non degna la tifoseria nemmeno di un grazie. Soldi pochi, se non zero! Idee confuse. Società allo sbando. Cosa fare allora?
    Se i diretti interessati ritengono giusto ignorare gli accorati richiami della tifoseria, facciamo vedere loro che anche noi li ignoriamo!
    Ripaghiamoli con la stessa moneta.
    Disertiamo il muro, disinteressiamoci della società, non degniamoli più dei nostri commenti ed accorati appelli. Facciano quello che credono opporuno fare.
    Da parte nostra non sottoscriveremo un abbonamento, non staccheranno un solo biglietto sin dalla prima di campionato, diseritamo allenamenti e partite. Facciamoli definitivamente sentire soli, solissimi. Non capite che così facendo falliranno, retrocederanno, non hanno alcuna speranza. Hanno tutto da perdere se giriamo loro le spalle ignorandoli, comportiamoci come se non esistessero, dovranno necessariamente rivolgersi ai tifosi.
    In quanto alla stampa lecchina non potrà sostenerli più di tanto prima o poi dovrà dire ai lettori che la tifoseria, stanca e demoralizzata ha finalmente voltato le spalle al CATANIA.
    Insomma signori miei siamo di fronte ad un tizio (o due) che sono proprietari di un bene (il Catania) che pongono sul mercato come un prodotto scadente che a noi tutti non piace, sta a noi accettare questo prodotto (andando allo stadio) o girare i tacchi ed ignorarlo!
    Peronalmente lo ignorerò!

  60. Ip Address: 82.59.110.160

    Buonasera raga’!

    Ciao peppe61,Perplesso, Mongibello – Catania senza Cosentino, Mexxican, Simone Belgio e Lino! 😉

    Dopo aver promesso ai nuovi giocatori venuti a Gennaio, spifferi provenienti da Alcatraz TdG, mari e monti adesso andranno via.

    Ci sara un ridimensionare della rosa dei Catania.
    Quest’anno prenderanno 13 Mln di Euro circa dalla Serie A e l’anno prossimo saranno solo 4 Mln di Euro.

    Adesso ci vorrebbe una nuova dirigenza per spendere poco ma buono.

    Ma con il duo “sfumature di grigio” raga’ ho veramente paura per il Nostro Catania!

    Mi dispiace dirlo ma Pulvirenti sta “bruciando” il Catania, forse mi sbaglio, ma vedo la situazione veramente nera per noi tifosi.

    Notte a tutti i pazzoidi del Catania!

  61. Ip Address: 93.39.246.251

    Ma chi se ne frega ruoli, non ruoli, esperienza non esperienza, Baiocco è un grande, un giocatore che ha giocato con lo stesso impegno in tutte le categorie dai dilettanti alla Juve, senza che nessuno gli abbia mai regalato nulla. Ci vogliono gli uomini, non le figure, scommetto che se la stagione scorsa prima del botto Parma qualcuno avrebbe detto che veniva Leonardi tutti con note ti. Baiocco ammesso che venga, farà il suo lavoro benissimo, il problema è un’altra se glielo fanno fare, altrimenti vedrete che lascerà non è uno che si fa mettere i piedi in faccia in campo e fuori.spero che arrivino 11 baiocco

  62. Ip Address: 82.59.110.160

    Scusatemi raga’!

    Ciao Mangusta! 😉

    Un’altra cosa volevo scrivere, se viene Marino sono felicissimo perche’ lo conosce Pulvirenti.
    Ricordiamoci che Marino ha preso il Vicenza ripescato dalla Serie C e comprato giocatori in corso d’opera.

    Quello che spero, se viene, di mandare via l’uomo di Miami ma sara’ difficile.

    Notte a tutti!

  63. Ip Address: 87.11.144.185

    Caro Lino, ovviamente ciascuno di noi è’ Libero di fare quello che vuole, ci mancherebbe! Io appartengo a quella schiera che non si taglia i co….ni per fare un dispetto alla moglie. A quelli ci tengo, come tengo alla maglia che non vorrei rivedere nei campi del girone di eccellenza, ho già sofferto tanto in quegli anni bui, nei quali il Catania fu trattato dalla Federazione e dal suo presidente matarrese in maniera indegna. Se retrocede la dirigenza, retrocede il catania, cioè la citta’ stessa. E per me che vivo lontano da Catania, i sogghigni dei colleghi ed amici, le battute infelici anche di certa stampa non casalinga, fanno soffrire in maniera più profonda. Sono rammaricato come te per come questa dirigenza si stia comportando e la paragono ad un bambino che smonta un giocattolo perfetto per vedere come è’ fatto e poi non riesce più a rimontarlo, ma io, come ho scritto tante volte, vedo e credo solo alla maglia, che spero vada sempre più lontano e mai indietro. Dare segnali come fatto dalle curve è’ giusto e lo condivido, come ad esempio non sottoscrivere l’abbonamento a scatola chiusa, specialmente davanti ad una dirigenza sorda, muta e cieca, pur (se abitassi a Catania) andando allo stadio con il biglietto in mano. tuttavia No, non applaudirò mai ad una retrocessione, non ci riesco, scusami.

  64. Ip Address: 91.253.98.75

    ESCLUSIVA- CATANIA, M. Neri: “Fatto un buon lavoro in momento di difficoltà. Futuro? Legato a Marcolin ma…”
    04.06.2015 21:44 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 53 volte

    Il preparatore atletico del Catania, Massimo Neri ha parlato della sua esperienza rossazzurra in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it. Queste le sue parole:

    Neri, ha detto di recente che il calcio è uno sport di abilità e che l’aspetto fisico e quello atletico vengono dopo quello tecnico. Perchè il Catania ha faticato pur avendo in rosa atleti di categoria superiore?

    “Il calcio non è uno sport come l’atletica leggera. L’abilità dei singoli consente di raggiungere i risultati anche se è vero che un fuoriclasse ha bisogno dei muscoli per eccellere. Se non viene sostenuto da questa forza le doti tecniche vengono meno. A Catania per certi versi è stata un’annata particolare e sfortunata in cui hanno confluito una lunga serie di fattori negativi. In primis il lungo numero di infortuni che hanno tolto ai tecnici la possibilità di fare delle scelte. Questo spiega tante cose”

    Dalla nazionale russa al Catania in B è un bel salto all’indietro. Perché ha deciso di accettare l’offerta del club etneo?

    “Intanto non reputo un salto all’indietro svolgere il mio lavoro in B in una piazza come Catania. Io subito dopo l’esperienza in Russia, ho messo in preventivo di poter accettare anche proposte complicate e difficili come quella di Catania. E’ stata una grande esperienza vissuta in una città bellissima e dove ho lavorato in un centro sportivo unico al mondo. Qui mi ha voluto Marcolin e il suo secondo Annoni e sono venuto ulteriormente motivato per aiutare due amici visto che quando sono arrivato a Torre del Grifo il Catania era ultimo in classifica con Varese e Crotone.

    Credo che alla fine ci siamo riusciti, unitamente a tutte le componenti del gruppo,dai professori Giuseppe Colombino e Antonio Torrisi ai medici e ai fisioterapisti, a fare un buon lavoro. Io da quando sono arrivato, ho percepito una partecipazione di gruppo che non avevo mai visto prima nei club. C’era la volontà comune di raggiungere un obiettivo che era diventato molto importante per la società, per la squadra e per i tifosi. All’inizio della mia avventura, ho respirato un’aria tesa e di grande preoccupazione e questo mi ha spinto a dare il massimo. Sono soddisfatto del mio lavoro e felice per aver ricevuto molti attestati di stima dalla gente di Catania. Non so se ci saranno i presupposti per continuare il mio lavoro, io resterei volentieri ma è chiaro che sono arrivato qui con Marcolin e il suo staff e questo, è un aspetto fondamentale anche se non credo sia un vincolo totale. Ma la società etnea credo che abbia altre priorità in questo momento prima di decidere chi sarà il preparatore atletico”

  65. Ip Address: 91.253.98.75

    Poche a buon intentitore

  66. Ip Address: 87.11.144.185

    Ciao Giorgio, magari venisse marino. Ma tu ci credi? Sicuramente si farà ‘ una passeggiata a Torre per correttezza verso la squadra nella quale milito’ e Guido’ alla promozione e dove propose un bel gioco che ci permise di mantenere la categoria. Tuttavia ha un contratto di un anno col Vicenza e disdirlo comporta una penale che certamente non vorrà pagare lui, poi ha richieste in serie A dall’Empoli e poi vorra’ garanzie sulla scelta dei singoli e poteri in seno allo spogliatoio, cose che il nostro amico non gli darà mai. Sicuramente, dopo questo campionato trionfale Marino ha molti estimatori e potra’ scegliere con calma. Peccato non averlo preso lo scorso anno, quando era libero e scelse vicenza tanto per non rimanere a casa, ma noi avevamo pellegrino, già .Riguardo a Baiocco, se sarà ufficializzato il suo arrivo a catania, per me farà solo il collante tra spogliatoio e società, ma non avrà voce in capitolo per scelte tecniche e tattiche. Magari sarà un buon parafulmine per qualcuno, come al solito, se le cose andranno male. Ricordo che il probabile mancato rinnovo a capuano, determina che il catania non avrà nessun leader nello spogliatoio, nessun giocatore simbolo ed ecco che la figura di baiocco può aiutare il gruppo a crescere e a fare amalgama. Comunque da più parti si crede che per domenica si saprà chi guiderà il Catania e poi, in ultima ipotesi, c’è sempre pellegrino ! (Ovviamente una battuta la mia.

  67. Ip Address: 2.193.223.199

    Mangusta ciao,
    La vediamo in modo differente evidentemente, per me rispetto massimo all’uomo e al calciatore Baiocco, ma di questo famoso collante tra squadra e che cosa, si dovrebbe occupare? Collegamento spogliatoio e Cosentino?
    Cosa sarebbe questa famosa area tecnica da dirigere?
    Non può sostituire Delli Carri chiamato al capezzale a gennaio visto che Cosentino non conosceva ne conosce adesso il mercato di B,; non farà il mercato, cosa verrebbe a fare?
    Semplice, il paravento; sfruttano la immensa stima che la piazza nutre per lui per sviare le lagne verso l’unico artefice di tutto, passato e presente, ovvero Mr. Cosentino.
    Lauto contratto anziché continuare a sudare a 40 anni farà qualcosa di diverso.
    No, per me ci voleva un tipo alla Perinetti o qualcun altro esperto di B.

    Ci manca solo che ci ripropongono Adriano……

  68. Ip Address: 95.251.25.192

    Buongiorno raga’!

    Stamattina giornata calda e un po’ nuvolosa.

    Ciao Catanese a Napoli, Perplesso e Mexxican che verra dopo!

    Catanese a Napoli, Marino sarebbe l’ideale per cambiare la testa a Pulvirenti e questi cacciare l’uomo di Miami.
    Ma la vedo difficile perche’ il Presidente non parlando ha qualcosa da nascondere e penso che sia un fatto economico.

    Perplesso, Baiocco o non Baiocco c’e’ sempre Cosentino in mezzo vedi Sannino e Delli Carri.

    Buona giornata a tutti!

    A stasera.

  69. Ip Address: 87.11.144.185

    Ciao Giorgio, nubi cupe sovrastano Torre e quando si aspetta la burrasca, tutti gli animali cercano rifugio, i più veloci e svegli scappano lontano, e quelli che prima, attratti dai verdi pascoli, speravano di arrivare, cominciano a cercare altrove. Legge di natura, come la mia natura mi porta a stringermi alla maglia anche in tali contesti.

  70. Ip Address: 91.253.22.132

    Buongiorno a tutti , vedete il nostro AD dove va per far risalire il nostro CATANIA Friday, 5 June 2015 11:22 Host: host134-97-dynamic.32-79-r.retail.telecomitalia.it
    ESCLUSIVA TMW – Catania, Cosentino vola a Berlino con Nelio Lucas: gli scenari
    05.06.2015 11.15 di Alessio Alaimo

    Al lavoro per il futuro. Pablo Cosentino, amministratore delegato del Catania, vola a Berlino. Un’occasione per vedere da vicino la finale di Champions League in scena domani, ma anche per programmare il lavoro del Catania. Incontro con Nelio Lucas, gestore della Doyen Sport. Il fondo di investimento potrebbe supportare il mercato del Catania, così da costruire un organico importante anche senza il paracadute di cui la società ha beneficiato l’anno scorso con la retrocessione. Il Catania pensa ancora in grande e vuole tornare in serie A. Con l’aiuto di Doyen Sport…

  71. Ip Address: 93.39.247.153

    Perplesso, cercherò di spiegargli meglio. Al sottoscritto pareva di aver capito che a Baiocco pare avessero offerto le mansioni di Team Manager , figura che quasi tutte le società hanno a partire dalla nazionale con Lele oriali e potrei fare altre mille nomi e baiocco in tale ruolo ci può stare benissimo a suo rischio e pericolo come dice ct a Napoli ( ammesso che sia vero per me non accetterai), penso che nessuno parlava di altri ruoli, ma semplicemente di tea manager e questo ci sta.

  72. Ip Address: 93.39.247.153

    Vuoi vedere che qualcuno da Berlino tornerà con il souvenir di un’altra bella cravatta

  73. Ip Address: 87.11.144.185

    Già, Mangusta, una bella cravatta stretta come si usano adesso, e con un bel nodo, un bel nodo scorsoio, però.

  74. Ip Address: 94.163.208.56

    Caro catanese a Napoli, in parte sono d’accordo con te, senz’altro nel mio precedente post (59) sono stato alquanto drastico, ma vorrei ribadire che davanti ad un muro di gomma, davanti ad un ostentato silenzio, davanti ad uno snobbamento della tifoseria l’unica nostra arma è disertare lo stadio, ignorare la campagna abbonamenti.
    utto ciò mi sembra una sacrosanta e civile protesta.
    Se Pulvirenti e company non ci degnano di un misero comunicato stampa, per quale recondito motivo devo correre allo stadio? Forse perchè annuncerà l’ingaggio di Baiocco e Marino? La tifoseria è stanca di vivere alla giornata senza conoscere i programmi della società.
    Non siamo delle pecore portate al pascolo, vogliamo solamente il dialogo. Se poi, l’anno venturo, si centra o non si centra la promozione ci può anche stare.
    Non dimentichiamo, però, quanta riconoscenza ed amore i catanesi hanno avuto per Pulvirenti, per noi è stato sempre il nostro NInuzzo e pertanto è suo preciso dovere ricucire lo strappo con la tifoseria.

  75. Ip Address: 91.253.122.132

    ESCLUSIVA – ROSINA, l’agente: “Vuole restare a Catania per portare gli etnei in A”
    05.06.2015 12:01 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 702 volte

    Nonostante la mancata promozione in Serie A, il campionato dell’attaccante del Catania Alessandro Rosina si può definire positivo. L’ex dello Zenit infatti non solo è riuscito a segnare 8 reti, ma si è messo in luce come uomo-assist risultando il migliore del campionato cadetto. Salvatore Rosina, agente e fratello della punta del Catania, ha parlato del futuro del calciatore, nato a Belvedere Marittimo, ai microfoni di Itasportpress.it: “Mio fratello ha chiuso una stagione a livello personale positiva”. L’assist-man con il vizio del gol? “Sì, può anche essere questa la definizione giusta ma in campo Alessandro è sempre stato un generoso e di solito riesce a fare spogliatoio. A Catania si è trovato benissimo avendo un buon rapporto con i tifosi e un ottimo dialogo con la dirigenza”. Futuro? “Non ci sono dubbi: resterà a Catania al 100% anche perchè ha altri due anni di contratto. Poi dipenderà anche dalle scelte che farà la società ma lui vuole onorare il contratto. Il suo obiettivo principale è quello di portare il club etneo in Serie A e la prossima stagione ci riproverà”

  76. Ip Address: 87.11.144.185

    Si Lino, mi accorgo che anche tu, come tutti noi, del resto, hai una rabbia dentro che ti rode, non tanto per la mancata promozione, ma per il modo con cui viene trattata una intera tifiseria che per attaccamento alla squadra non è’ seconda a nessuno. Mentre il vecchio gatto e la nuova volpe che è’ riuscita, solo lei lo sa come ad ingarbugliarlo nel gomitolo con il quale giocava, hanno spiccato il volo verso Berlino, noi ci troviamo con tanti dubbi, troppi silenzi e nessuna risposta. Io non mi sento pecora, non vado dietro i nomi di allenatori, giocatori, presidenti ed a.d. Io, con la mia libertà e pieno d’amore per la nostra maglia, vado avanti anche quando la strada è’ in salita e la metà lontanissima. Come una monaca di clausura non scioglie i voti e si spoglia del velo solo perché qualche prete non si comporta bene, in quanto il suo amore lo ha dedicato a Lui, così io penso solo alla maglia, ingoiando Bocconi amari come fiele ma con la speranza che la categoria possa almeno essere mantenuta. Ovviamente, come tutti, mi auguro che l’argentino vada via ma da quello che penso, ritengo che a breve non possa e voglia farlo. Allora cosa fare? Aspettare una retrocessione se non va via un’altra ancora e nel frattempo gioire di questo? No, non lo farò mai. Soffrirò in silenzio sperando almeno nel mantenimento di questa categoria e in un dialogo ormai assente.

  77. Ip Address: 93.39.247.153

    per chi interessa, vi anticipo che il Parma ripartirà dalla serie D e che se il Modena si salva sul campo, ripescano il Brescia …..

  78. Ip Address: 91.253.175.254

    Cosentino incontra Lucas. Il Doyen alla porta etnea
    5 giugno 2015 alle ore 17:00
    Scritto da Francesco Becciani
    Secondo quanto scritto da tuttomercatoweb.com il Catania sarebbe al lavoro per il futuro. Pablo Cosentino in questi gionri si starebbe incontrando con Nelio Lucas, gestore della Doyen Sport. Si legge sul noto sito di mercato che fondo di investimento potrebbe supportare il mercato del Catania con dei prestiti nei confronti della società etnea così da supplire la mancanza di fondi provenienti da Lega e televisioni. L’ufficialità del legame tra il Doyen e il Catania si presume possa arrivare a breve.

  79. Ip Address: 37.118.242.26

    Penso che i prestiti che saranno concessi da questo fondo, avranno tassi di interesse molto più alti di quelli che applicano le banche. Cosa accadrà se non si restituiranno alle scadenze? A voi la risposta. Dico allora, perché non limitarsi e gestirsi con i prestiti dalle altre squadre, come fanno del resto le piccole provinciali? Vogliamo girare col macchinone acquistato firmando cambiali e poi non si hanno i soldi per la benzina e le manutenzioni? Povero Catania mio!

  80. Ip Address: 91.253.128.62

    Ciao catanese a Napoli I tassi d’interessi non li possiamo sapere mai comunque più alti non credo se no andrebbero nella banca più vicina, gli interessi secondo me non sono i vari tassi , tag taen ecc……non dimentichiamoci che doyen e un fondo che usano soppratutto le grandi squadre europee dove i grandi procuratori trovano pane per i loro denti , purtroppo c’è da dire che nel calcio per la gran parte girano soldi sporchi . Starò a vedere

  81. Ip Address: 95.238.44.200

    Buongiorno a tutti.

    Ciao Mexxican, Giorgio, Catanese a Napoli, Mangusta, insomma, a tutti pari!

    Ancora è troppo presto, ma per i programmi la società potrebbe già iniziare a dire qualcosa. Che programmi hanno? Mah! Il loro silenzio è quasi una conferma: tutto come prima!

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare!

  82. Ip Address: 79.26.27.23

    Buonasera raga’!

    Ciao Catanese a Napoli, Mexxican, Mangusta, Lino e Mongibello – Catania senza Cosentino! 😉

    Mamma mia che Leggo! 😕 😐 😥 :mrgreen:

    “Cosentino vola a Berlino con Nelio Lucas”!

    Il Gatto (Cosentino) e la Volpe (Nelio Lucas) e secondo voi chi e’ Pinocchio?

    Presidente apra gli occhioooooooooooooooooooooooooo!

    Questa notizia data dai pennivendoli sembra proprio vero e andremo in un Fondo al “sacco”, povero Catania! 😥

    Buona serata a tutti!

  83. Ip Address: 79.26.27.23

    😳 Scusatemi, “gli occhiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii”!

  84. Ip Address: 91.253.128.62

    E se cosentino fosse il proprietario del cal CATANIA ?

  85. Ip Address: 93.39.247.153

    Tranquilli ragazzi, le cose non sono sempre come sembrano, pare che Cosentino va a Berlino per vedere un giocatore che lui sconosce ma di cui tanti parlano bene, poi deciderà se prenderlo o farà rientrare il suo pupillo Leto dal prestito al Lanus, noi tifosi dobbiamo stare tranquilli vedrete che tra i due prenderà quello giusto, non siate maliziosi pensando che prenderà quello di cui è già procuratore stesso. Riguardo l’incontro con Lucas penso che la notizia è mal riportata, non è cosentino che va ad incontrate Lucas ma è Lucas che ha chiamato a rapporto cosentino per dargli delle disposizioni su vari affari che sicuramente non riguardano nemmeno il Catania, dove al massimo potrà far venire gente come Leto, Monzon, Calello, Peruzzi , ovvero operazioni di bassissimo livello,…

  86. Ip Address: 93.39.247.153

    Scusate, riguardo il giocatore pare che si tratti di Lionel Messi. Cambiando discorso, è vera la storia che domani chiellini non giochi la finale in quanto pare abbia riportato una sorte di stiramento alla narice sinistra del nasone….?

  87. Ip Address: 213.118.194.217

    Volevo semplicemente portarvi i saluti di Gius65…in particolar modo a Ct napoli e roma, a Giorgio, perplesso e Sandrone…

    Gius…tornerà presto…

    Ti aspettiamo!!!

  88. Ip Address: 79.26.27.23

    Buonasera raga’!

    Ciao Simone Belgio! 😉

    Ringrazio Gius65 e penso anche io che tornera’ presto!

    Mangusta, hihihihihihihi!

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  89. Ip Address: 151.54.85.23

    Ma perché Giuseppe si è eclissato? Tutto bene?

  90. Ip Address: 91.253.181.62

    Giovanni Petralia potrebbe sostituire Massimo Neri

    Dopo l’addio di Giampiero Ventrone, anche Massimo Neri potrebbe lasciare Catania nonostante la bontà del lavoro espresso ai piedi dell’Etna. In caso di addio di quest’ultimo si renderebbe necessario, per il Catania, trovare un sostituto all’altezza. Nel caso in cui Pasquale Marino dovesse tornare in Sicilia, avanza la possibilità che Giovanni Petralia torni ad occuparsi della preparazione atletica della Prima Squadra. Proprio con Marino sulla panchina etnea Petralia, attuale coordinatore della preparazione delle giovanili rossoazzurre, ha vissuto la promozione e la salvezza del Catania, seguendo successivamente il tecnico marsalese a Udine. Una possibile soluzione interna per l’eventuale post-Neri.

  91. Ip Address: 37.118.242.26

    Buonasera Ragazzi,ciao Simone, grazie dei saluti. e’ bello leggervi e confrontarmi con voi. Specialmente per me, lontano dalla nostra città, con chi potrei condividere i miei pensieri, le mie paure, le mie gioie e, purtroppo, le sofferenze legate alla nostra squadra? Un saluto a tutti voi amici che avete scritto, scrivete e a quelli che scriveranno. Un saluto e un abbraccio a tutti i fanatici pazzi innamorati del Catania. Buonanotte a tutti

  92. Ip Address: 87.1.153.224

    Ciao Perplesso! 😉

    Giuseppe sta bene, avra’ qualcosa da fare e’ sicuro tornera’!

    Bye bye Mexxican e Catanese a Napoli!

  93. Ip Address: 109.113.92.36

    Buongiorno ragazzi, stamani da una radio locale ho ascoltato la canzone di Francesco Guccini dal titolo ” Cyrano”. Basta sostituire ai poeti i calciatori, alle donne le squadre del catania nel tempo, ai preti i procuratori e a Rossana la nostra Maglia e magicamente sembra essere stagliata al momento attuale che da tifosi stiamo vivendo.

  94. Ip Address: 91.253.227.50

    Buongiorno a tutti – CATANIA, sarà Di Gennaro il nuovo regista?
    06.06.2015 09:24 di Andrea Carlino
    articolo letto 333 volte

    Ciak, si gira. Il Catania cerca un regista e il casting è aperto. Dopo Francesco Lodi, i rossazzurri non hanno più avuto un centrocampista bravo sia nella fase di interdizione che in quella di rilancio dell’azione.

    Fabian Rinaudo ha palesato limiti soprattutto in fase offensiva e l’ad Pablo Cosentino è così alla ricerca di un elemento che possa aumentare la qualità del gioco espresso dalla squadra rossazzurra.

    L’ultimo nome accostato ai rossazzurri è legato a filo doppio a quello del tecnico. Infatti Davide Di Gennaro, scuola Milan, di proprietà del Palermo (legato da un contratto fino al 2016), è stato uno dei trascinatori del Vicenza, rivelazione della stagione, di Pasquale Marino. E se il tecnico siciliano è in lizza per sedere nuovamente sulla panchina degli etnei (incontro decisivo previsto al ritorno della coppia Pulvirenti-Cosentino da Berlino), Di Gennaro potrebbe essere l’uomo giusto a cui affidare le chiavi della mediana.

    Il giocatore ha già detto addio alla squadra veneta tramite un post su Facebook: “Ci sono tappe nella carriera di un calciatore che non si scordano. Mi piange il cuore salutare questa città che mi ha amato e fatto sentire importante come mai mi era successo! Resterà indelebile nei miei ricordi questa annata meravigliosa, un gruppo di ragazzi fantastico e una città che merita la Serie A. Per questo tiferò per sempre questi colori. Forza Lane”.

    Sul giocatore, però, non c’è solo il Catania, ma anche il Bari, un’altra grande delusa della stagione appena conclusa. Il Catania, però, potrebbe giocare la carta Marino e alla fine potrebbe spuntarla.

  95. Ip Address: 95.250.41.187

    Buongiorno raga’!

    Ciao Catanese a Napoli e Mexxican! 😉

    Catanese a Napoli, Francesco Guccini e’ un poeta delle canzoni.

    Mexxican, qui e’ una bellissima giornata “calda” e da te?

    Buona giornata a tutti!

  96. Ip Address: 91.253.227.50

    Caldo soffocante e è con tasso di umidità elevato

  97. Ip Address: 151.44.144.128

    Buongiorno a tutti i tifosi rossoazzurri. Mi sono iscritto ad un singolare torneo di poker al contrario dove ci si puo’ giocare di tutto.. (tutto quello che non ci serve piu’!) ovviamente mi ci sono infilato come un falco. Ho almeno il 77×100 di possibilita’ di perdere gli organi e tutto il resto di Mrjob, ormai me li sono giocati..
    Ciao Mangusta, e’ stato Barzagli..Gli ha rotto il setto..
    Verso le sei salto sull’albero,controllero’ una cosetta verso le 20,45.. Chi tifa Catania ma di quelli fatti bene per chi puo’ mai parteggiare? Ho da fare anche un paio di telefonate.. Ciao Gius cari saluti anche a te! Buon pranzo a tutti.. 😉

  98. Ip Address: 95.250.41.187

    Ciao Mexxican e sandrone! 😆

    Mexxican anche qui e’ caldo e afoso pero’ se mi metto sotto ad un’albero nel paese dove abito si sta veramente freschi, quindi l’umidita’ e’ meno elevate che da te ! 😆

    sandrone, purtroppo la “Nostra quaglia principale” si sara’ fuso con la Societa’ Calcio Catania e niente possiamo fare managgia! 😥 :mrgreen:
    Purtroppo vincerai a poker e l’uomo di Miami ci restera’ sul groppone a tutti Noi tifosi del Catania! :mrgreen:
    Buon pranzo a te e a tutti!

  99. Ip Address: 151.44.144.128

    Ciao Giorgio 😉 La mia era purtroppo una battuta.. comunque nella lista esposta delle cose da ‘perdere’ ce l’ho messo..Una speranzella c’e’,qui son tutti matti.. non si sa mai..Mi hanno detto “E chi e’ Mrjob??” e io ……………………………………………

  100. Ip Address: 91.253.255.242

    Ewai 100 gli stessi gradi che percepisco scherzo !!!! Ciao Giorgio Anch’io sono sotto un’albero di un bosco vicino casa mia ,a prendere un po’ di fresco e nel frattempo do una sbirciatina di qua è di la, dei vari siti del nostro CATANIA ma come al solito “nessuna novità”

  101. Ip Address: 213.118.194.217

    Alessandro Del Piero nuovo allenatore del Catania???

  102. Ip Address: 93.39.253.152

    no Sandrone non è stato quell’altro gobbo di balzargli a far saltare la finale al nasone, ma bensì il fatto che il macellaio qualche giorno addietro aveva rilasciato un’intervista in cui diceva che Messi, non si ferma con i calci. Evidentemente dopo qualcuno gli ha fatto notare, che lui Quando gioca non sa fare altro che quello ( nelle precedenti partite di coppa infatti andavano subito ad aggredirlo perché sanno che tecnicamente è come Monzon) ovvero dare calci e quindi si è cacato sotto, purtroppo per me anti juventino sfegatato gioca barbagli che è più forte di lui..attenzione i gobbi sono diabolici ma per dirla alla catanese sper che stasera il barca “ci rumpi a carina” gli rompe la schiena, d’altronde dopo la traversa del Real a Torino e il doppio palo della Lazio …sono sempre lì. Gufi d’Italia uniamoci perché questi gobbi sono potenti e diabolici

  103. Ip Address: 213.118.194.217

    É semplicemente un mio pensiero…

  104. Ip Address: 91.253.204.242

    La cosa più scandalosa ??????? Stasera maxi schermi ovunque. Non so a CATANIA

  105. Ip Address: 91.253.204.242

    E invece guardate a questo pag…..o che dice — JUVENTUS-BARCELLONA, il premier Renzi: “Non dico forza Juve, ma spero vinca”
    06.06.2015 14:29 di Andrea Carlino
    articolo letto 1 volte

    “Sono tifoso della Fiorentina, mi hanno detto devi dire Forza Juve. Io ho detto, auspico il successo di una squadra italiana, mi sembra che sia la cosa più corretta”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ospite de ‘La Repubblica delle idee’, in vista della finale Champions di questa sera, scherzando con il direttore Ezio Mauro, tifoso juventino.

  106. Ip Address: 95.250.41.187

    Salve raga’!

    Ciao Simone Belgio e Mangusta! 😉

    Simone Belgio, che sia stato un campione di calcio Del Piero non lo nego ma le sue presunte cadute mi hanno fatto ricredere come uomo di sport.
    Come allenatore mi sembra che non abbia il patentino.

    Su FB in un post con immagine c’e’ scritto Napoli tifa Barcellona e sotto la scritta “anche il Catania”.
    Io la penso cosi ma la partita non la vedro’ mi do alla musica su Youtube.

  107. Ip Address: 95.250.41.187

    sandrone! 😆 😆 😆 😆 😆

  108. Ip Address: 93.39.253.152

    Del Piero allenatore del Catania.? pi favurennu dopo due che fanno fare tanto po’po’ ci manca quest’altro che fa fare tanta plin plin ….

  109. Ip Address: 91.253.235.114

    Il più grande super valutato e mediatico arrogante non che presuntuoso opinionista MUGHINI SALUTA ALEX Del Piero, per sua nuova avventura da allenatore in destinazione CATANIA club della città nativa dello stesso Mughini definendolo del Piero : l’uomo che visse tre volte, il nostro Dio , colui chi mi a fatto rabbrividire l’anima .

  110. Ip Address: 2a02:1811:b719:ff00:21c4:3e21:57d3:31ed

    Mexxican ahahahahahahah

  111. Ip Address: 94.162.24.130

    Forza Barcellona. La Catania sana e non corrotta tifa per te! Fai 3 polpette rossoazzurre a quelli là, anche per noi.

  112. Ip Address: 213.118.194.217

    Però vorrei spezzare una lancia per Cosentino e Pulvirenti….2 persone che lavorano anche a Berlino durante la Finale di Champions League…. :mrgreen:

  113. Ip Address: 109.113.92.36

    Il problema di Mr Job e’ che lavora troppo. Poverino, ci farà veleno la finale, preso com’ e’ delle sorti del Catania. Personalmente, stasera ho un impegno e non vedrò la partita. Machisssenefrega! Magari mi farò raccontare le fasi salienti dalle due sfumature di grigio per dirla alla Giorgio.

  114. Ip Address: 213.118.194.217

    Infatti dopo tutto questo sporco lavoro hanno pensato bene di chiamare 32 eacort 30 per cosentino e 2 per Pulvirenti che miskinu…ommai…

  115. Ip Address: 95.250.41.187

    Buonasera raga’!

    Ciao Mangusta, Mexxican (ti porgo i saluti di Gius65), Simone Belgio (piacere mio di averti incontrato su Whatsapp),Catanese a Napoli! 😉

    Stasera nonostante che sul Catania non sappiamo quale futuro ci aspetta abbiamo sempre un buon humor!

    Bravi!!!

    Qui i tifosi del Napoli sono tutti contro la giuve e sperano che perdano.

    In questo momento ho sentito delle grida da fuori casa mia e infatti ha segnato il Barcellona. 😀

    Buonanotte a tutti i pazzoidi per il Catania

  116. Ip Address: 37.227.153.248

    Siamo sotto di 1

  117. Ip Address: 91.253.121.201

    Buonanotte a tutti staiu trasiennu a machina du garagji

  118. Ip Address: 91.253.121.201

    Buonanotte pure a mughini che si era dato appuntamento con i suoi amici a piazza europa

  119. Ip Address: 109.113.92.36

    Buongiorno ragazzi, TMWeb da una notizia circa un incontro tra Lucas, cosentino e Lotito nel quale si è’ parlato di un interessamento della Lazio per Spolli. La stessa testata parla di un interessamento della Salernitana per schiavi. Come dice quella famosa pubblicità pigliatevi tutto, ma non il nostro Schiavi.

  120. Ip Address: 213.118.194.217

    Buongiornooo

    Adesso che la champions league é finita, ed i giocarori liberi da tensioni, finalmente Cosentino annuncerá i primi acquisti….ovviamente crik&crok erano li per lavoro. Pare che mrjob36h sia sceso a fine gara negli spogliatoi delle 2 squadre cn i contratti giá pronti…mancavano solo le firme

  121. Ip Address: 91.253.133.46

    Buongiorno e buona domenica a tutti i frequentatori del sito

  122. Ip Address: 87.21.141.198

    Buongiorno raga’!

    Ciao Catanese a Napoli, Simone Belgio e Mexxican che verra’ dopo! 😉

    Ieri sera mentre stavo su Youtube a godermi alcune canzoni sentivo le urla dei tifosi del Napoli e capivo che la giuve stava perdendo. 😀

    Stamattina giornata nuvolosa e la temperatura e’ calda.

    Come racconta Simo ci sara stato un incontro con lo Staff della giuve dei duo “due sfumature di grigio” per acquistare ovviamente in “prestito d’uso” con riscatto tutta la Primavera dei giuventini. 😛

    Buona domenica a tutti!

  123. Ip Address: 91.253.221.110

    Ciao Giorgio 47- smaltita l’amarezza di ieri sera assieme a quella del mio amigos nonché conterraneo mughini per non aver potuto festeggiare , da oggi finalmente si parlerà di cose più vicine a noi .

  124. Ip Address: 91.253.221.110

    CATANIA, scatta l’ora per dare il via al “Sacco di Vicenza”
    07.06.2015 09:31 di Andrea Carlino
    articolo letto 41 volte

    Sarà una settimana decisiva per il Catania. Nei prossimi giorni (forse già entro mercoledì) si saprà il nome del nuovo tecnico dei rossazzurri. Salutato il mister della salvezza Dario Marcolin (malgrado un contratto valido anche per la stagione 2015-16), i rossazzurri voltano nuovamente pagina nella speranza di risalire la corrente e mettere da parte due anni pessimi. Nino Pulvirenti e Pablo Cosentino, nelle prossime ore, saranno a colloquio con Pasquale Marino, attuale tecnico del Vicenza, per chiudere la trattativa e consegnargli, a 8 anni dall’ultima volta, le chiavi della panchina della società siciliana. Filtra ottimismo per il buon esito della trattativa malgrado ci siano altre squadre interessate al tecnico (in A e B). Con sè potrebbe portare, da Vicenza, anche tre giocatori: si parla insistentemente di Davide Di Gennaro (ma sarà dura convincere Tullio Tinti agente del figlio di Antonio Di Gennaro, ex Verona) e Federico Moretti (che vorrebbe restare in Veneto) per la mediana e di Antonino Ragusa come esterno d’atacco.

  125. Ip Address: 91.253.182.121

    CATANIA, abbonamenti 2015/16 con prezzi ridotti in curva
    07.06.2015 10:36 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 70 volte

    L’obiettivo della dirigenza del Catania è accrescere la quota di tessere sottoscritte lo scorso anno (poco più di 10 mila), ma non sarà facile dopo il campionato appena concluso e la certificata mancanza di feeling tra tifosi e società. Ne è consapevole il patron del Catania, Antonino Pulvirenti, preso di mira insieme all’ad Pablo Cosentino, dal popolo della curva Nord. Intanto trapelano alcune indiscrezioni sui prezzi dei tagliandi stagione 2015/16 che prevedono promozioni e condizioni in curva. Gli abbonati alla stagione sportiva 2014/15 potranno esercitare il diritto di prelazione e ribadire la fedeltà al Catania sottoscrivendo il rinnovo a costi poco più che simbolici: potrebbero bastare 50 € (90 euro lo scorso anno) per confermare l’abbonamento in Curva.

  126. Ip Address: 87.21.141.198

    Ciao Mexxican!

    Mughini mmmmmm!
    Non perche’ e’ giuventino e che mi sta’ proprio antipatico, sembra quello che c’e’ l’ha solo lui!

    Buon appetito a tutti!

  127. Ip Address: 91.253.228.216

    Notte tutti

  128. Ip Address: 151.46.68.163

    Buonasera a tutti i tifosi rossoazzurri. Ripresomi dall’interruzione della sobrieta’ iniziata ieri in tarda serata, chissa’ con quanti ‘granchi’ torneranno i 2 trasfertisti.. Pochi mi raccomando se no dovranno quotare la societa’ in borsa..(tipo roma e..rube).
    Giorgio torno ora dal bosco! Ho rischiato di ‘fischiarmi’ addosso.. 😀 mughini…
    Entella gia’ giu’ dal carrozzone..il Modena l’ha preso a spallate..Mi hanno decurtato un ingresso sicuro!!
    Buona serata a tutti! 😉

  129. Ip Address: 91.253.228.216

    (@SportSicilia) ha twittato alle 8:55 PM on Dom, Giu 07, 2015:
    Incontro molto positivo:Catania e Marino sempre più vicini. Ma occorre attendere il disimpegno dal Vicenza, tra mercoledì e giovedì. A.V.

  130. Ip Address: 87.21.141.198

    Buonasera raga’!

    Ciao Mexxican, sandrone e Perplesso! 😉

    Ieri a Napoli ci sono stati fuochi d’artificio per la sconfitta della giuve e ho letto anche a Catania.
    Inoltre anche funerali con bare con su scritto “qui riposa la juve con la sua triplete”.
    Anche su FB non scherzano, insomma piu’ della meta’ degli italiani odia la giuve.
    Io non li odio, per me esiste solo il Catania.

    Perplesso non oso leggere il tuo link con l’articolo di nubi sul Catania, mi fa stare male! 😥
    Proprio adesso ho staccato da youtube i ricordi calcistici del Nostro Catania in Serie A! 😀

    sandrone, il duo “sfumature di grigio” chi sa cosa avranno combinato a Berlino, sicuramente si son fatti una “bionda” intendo la birra! 😉
    Peccato che non puoi piu’ usufruire della partita in “casa”, auguro all’Entella di venire presto su e magari un domani vederci la partita a Chiavari.

    sandrone, no Mughini no!

    Semmai dovessi ritornare nel bosco mettiti al riparo su una collina oppure su una monticciola di terra oppure un muretto oppure una scala perche’ puo passare la “Nostra quaglia” e mi raccomando, sei un tiratore scelto, tira preciso! 😆

    Notte a tutti i pazzoidi per il Catania!

  131. Ip Address: 93.47.61.20

    “tanto avremmo vinto lo stesso” disse lo sguercio dopo il gol regolare annullato a bergessio e irregolare datogli a favore. Avrei sperato che il fallo su pogba sull pari, ci fosse stato veramente ( e lui che spinge per primo per prendere posizione) un bell’affossamento , eppoi sentir dire alle lamentele bianconere un un dirigente del barca dire “tanto avremmo vinto lo stesso’ e due giorni che festeggio

  132. Ip Address: 87.21.141.221

    Buongiorno raga’!

    Ciao Mangusta e Mexxican che verra’ dopo! 😉

    Mangusta, sono dei ladri di partite e appunto sono odiati da mezza Italia!

    Qui tempo buono e caldo.

    Buona giornata a tutti!

  133. Ip Address: 87.16.139.115

    Buongiorno ragazzi, calma piatta . Il duo si starà ancora riposando dallo stress del viaggio in terra tedesca?

  134. Ip Address: 37.227.59.15

    Buongiorno a tutti cari tifosi rossazzurri

  135. Ip Address: 93.39.224.30

    giorgio, dare del ladro alla Juve è come chiamare asino Varenne, altro che ladri loro in questo paese …sono il potere. poi succede, che inquadrano i seguaci di questi potenti e sono dei miserabili club quasi tutti Di paes otto meridionali e allora capisci perché questo paese è ridotto così male

  136. Ip Address: 87.16.139.115

    Mondo catania riferisce di un interessamento del Latina per il preparatore Ventrone. Tanti auguri al Latina!

  137. Ip Address: 93.39.224.30

    Juventini..la Messi è finita andata in pace!

  138. Ip Address: 87.16.139.115

    Ufficiale: drago sl Cesena. La sua esperienza al servizio di una squadra che vuol tornare in A. Per ora noi stiamo a guardare, come le stelle del romanzo di Cronin.

  139. Ip Address: 37.227.17.15

    UFFICIALE – i dirigenti del calcio CATANIA sono ancora fermi

  140. Ip Address: 87.21.141.221

    Salve raga’!

    Ciao Catanese a Napoli, Mexxican, Mangusta e Surus! 😉

    Raga’ nulla di nuovo da Alcatraz TdG! 😐

    Fra poco verra’ “Ivan il Terribile” e cioe’ il mio nipotino “rompino” che mi “Occupy” il PC! :mrgreen:

    Arrivederci quando, il nipotino, mi lascia libero il PC!

    Buona serata a tutti!

  141. Ip Address: 87.16.139.115

    Wilson centrocampista del Modena Signori, sul cui nome ci sono state voci di interessamento del Catania, adesso è’ seguito anche da livorno e Bari.

  142. Ip Address: 87.16.139.115

    Scusate si e’ inserito da solo questo Wilson . Io avevo scritto solo “il”

  143. Ip Address: 2.192.211.148

    Giorgio ciao, ciao a tutti.
    Non è niente di che leggere quell’articolo rispetto alla reale situazione del presidente.
    Non dirò la fonte, ma è autorevole, ma pare….e dico pare….che la situazione economica del presidente sia a dir poco…..poco rosea…….
    Egli non può apparire in TV o altrove perché ormai è di dominio pubblico quello che sta accadendo.
    Secondo ambienti a lui vicino e assai vicini anche allo stesso calcio catania , solo cosentino attualmente ha ancora la forza e la volontà di aiutarlo mettendo capitali e allacciando rapporti con società finanziarie come quella che si vocifera da giorni.

    D’altronde non ci vuole mica tanto a capire, anche un cieco vedrebbe e si renderebbe facilmente conto che la WJ è fallita, gli hotel a Taormina non hanno questo gran guadagno, i Forté li vediamo tutti come sono ridotti, insomma non sembra che ci sia una bella situazione Florida come, per fare un esempio, lo era con Massimino negli anni d’oro.

    Quindi, sempre secondo l’autorevole voce, la tifoseria farebbe bene a smetterla di contestare cosentino perché l’alternativa non esiste, l’unica potrebbe essere ridursi quanto prima come il Parma…..inutile quindi chiedere riunioni e conferenze stampa, la realtà è questa;

    È vero, un patrimonio è stato dilapidato in pochissimo tempo e ora c’è solo da vivacchiare per non affondare ulteriormente.
    Ciò che è successo alle sue aziende è accaduto e sta accadendo al Calcio Catania.
    Cosa dovrebbe venire a dire Pulvirenti? Che è in cattive acque e che non ha più il comando della nave? Non lo capite da soli? Dovrebbe subire un’altra umiliazione sbattendo in piazza ciò che è lampante come il sole a mezzogiorno ?

    Questo il succo del discorso e in effetti ripensando a mente lucida ciò che si vede ha soltanto una spiegazione che conduce a queste conclusioni.
    Accontentiamoci di Cosentino perché chista è a zita.

  144. Ip Address: 87.16.139.115

    Avevano ragione le mamme di una volta quando dicevano pigghiti na zita ricca e si è’ laria iè’ puri megghiu !

  145. Ip Address: 2.42.213.65

    mai più Cosentino. Abbiamo una dignità. ATTENTI a QUEI DUE. Cercheranno di spaccare la tifoseria,vedrete con campagne Abbonamenti allettanti. Cercheranno di comprare la piazza. NON facciamo il loro gioco. Meglio vendere LORO che non essere comprati NOI!!!!

  146. Ip Address: 151.18.69.186

    Buonasera a tutti i tifosi rossoazzurri. Quindi il dramma sta diventando tragedia, sapere pure che ci rimetteranno centinaia di famiglie e lavoratori,in un paese da nord a sud attaccato ormai al respiratore..alimentato col sondino..Quale miglior occasione per aspettare ad uno scalo con uova marce,pomodori maturi e ortaggi??
    Ciao Giorgio verresti qui in Liguria?? Dimmelo e porto anche lucido da scarpe,spazzetta e straccetto! 😉 Salgo sul ramo(prima o poi verra’ giu’ o per il mio nobil peso o perche’ mia moglie me lo spaccera’ in testa per le partite!) E controllo..
    Buona serata a tutti!

  147. Ip Address: 91.252.51.61

    ESCLUSIVA – CATANIA, le ultime sul mercato e sul nuovo allenatore
    08.06.2015 19:12 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 1246 volte

    Nonostante il mancato raggiungimento della promozione in Serie A del Catania, per l’attaccante Emanuele Calaiò si è chiusa una stagione con bilancio personale in attivo. L’ex Genoa ha realizzato 18 reti in 35 partite di B, ma questo potrebbe non bastare per ottenere la conferma in maglia rossazzurra. La punta di origini palermitane vorrebbe rimanere a Catania per portare al secondo tentativo la squadra rossazzurra nel massimo campionato ma prima c’è da fare i conti con la situazione contrattuale.

    Calaiò infatti fa parte del sestetto di calciatori etnei con stipendio che supera le 500 mila euro a stagione e l’ad Cosentino ha fatto intendere che solo due possono rimanere a Catania fra Rosina, Maniero, Gillet, Rinaudo, Castro e appunto Calaiò. Quest’ultimo ha un contratto in scadenza nel 2016 e se dovesse rimanere molto probabilmente prolungherà di un anno.

    Resta da capire però a quali cifre, visto che la società etnea vuole abbassare il monte stipendi della squadra. Il Catania intanto è alla ricerca di un allenatore e in pole c’è sempre Marino, ma ha scalato posizioni anche un tecnico giovane come De Zerbi che piace a Pulvirenti e Cosentino. Il dirigente argentino intanto, dopo il week end a Berlino insieme a Pulvirenti, ha fatto ritorno in patria dove rimarrà per qualche giorno. Questo fa capire che per la fumata bianca per il successere di Marcolin i tempi si allungano.

  148. Ip Address: 2.42.213.65

    zero abbonamenti con questi dirigenti (anche se arrivasse Mourinho, ma alla fine dei viaggi all’estero, arriverà un giovane che definiranno rampante e SENZA esperienza di promozione in A dalla B, statene certi). RipuliAmo…….e basta

  149. Ip Address: 91.252.51.61

    Montella scaricato dalla fiorentina , lui si difende meritavo un po’ di più rispetto . Io dico ben ci staaaaaaaa

  150. Ip Address: 87.16.139.115

    Caro peppe61, con molta tranquillità, posso dirti che anche io la penso come te su questa dirigenza. Tu vuoi che questi 2 se ne vadano? Bene, sono d’accordo. Ma ci sono altri imprenditori coraggiosi che si sono fatti sotto? Ci sono altri che si sono fatti avanti? Forse qualcosa c’è stato, ma le situazioni attuali forse hanno fatto cambiare idea a chi se mai si è’ proposto. Visto che nessuno si intravede all’ orizzonte, giocoforza ce li dobbiamo tenere. Ovviamente, si può non andare allo stadio, si può pure cambiare squadra, si può tifare contro, ciascuno di noi penso sia libero di fare le sue scelte. Abbonamenti o meno, il duo rimane, imperterrito, non lascerà. Sceicchi? Magnati stranieri? Nulla all’orizzonte. Pertanto, chista ie a zita. Auguriamoci di fare un campionato quanto meno decente, a meno che tu fai parte della schiera di coloro che preferiscono vedere retrocedere la nostra città per punire il Duo. Caro Perplesso, bella e schietta la tua disamina, spero che

  151. Ip Address: 87.16.139.115

    Spero che venga letta da tutti.

  152. Ip Address: 37.118.55.96

    loro devono retrocedere (da Acireale anni addietro se la sono data a gambe Pulvirenti e Lomonaco…..). Non sarà la NS città a retrocedere, se diamo tutti un segnale di coerenza e NON caschiamo nei loro tranelli. Loro NON ci possono rappresentare. Che se ne vadano!!!. Hanno fallito. Si riscattino altrove. Facciano offerte di vendita concrete e “ragionevoli” (perché a Bologna si e qua no??); vedrete che qualcuno si interesserà. Con loro NON C’E’ FUTURO……lo vogliamo capire?!

  153. Ip Address: 87.16.139.115

    Speriamo che questo signor “qualcuno ” si faccia vivo, cacci i soldi e si prenda il Catania, magari portandoci in Europa. Nell’attesa…….chista ie a zita! Pertanto tre le possibilità :
    1- continuare a tifare per la maglia almeno per non retrocedere;
    2- tifare contro per retrocedere, sperando che lascino ;
    3- cambiare squadra o sport.
    Ciascuno è’ libero di fare come crede.

  154. Ip Address: 2.192.211.148

    La disamina è fatta con la logica della mente lucida, dei fatti analizzati secondo canoni tradizionali.
    Il cuore e la passione però odiano sia pulvirenti che cosentino perché hanno distrutto tutto, e finché ci saranno questi due che completeranno l’opera di implosione , sarà dura tornare a gioire.

    Dovrebbero andarsene di notte a notte, questo sarebbe l’uscita di scena più consona a due maldestri che potrebbero paragonarsi a Totò e Peppino;
    ecco io me li immagino così, nella sede del mercato, l’ingresso di Cosentino e Pulvirenti me lo vedo così, come quando nel film Totò,Peppino e la malafemmina, questi entrano nel ristorante di lusso a Milano…..me li vedo proprio così, goffi e impacciati, mentre gli altri ridono di gusto….

    Tornando al serio, c’era chi voleva acquistare , chi timidamente si avvicinò, ma loro due non vogliono vendere o almeno, a determinate condizioni lo farebbero, ma sono fuori mercato; adesso devono risparmiare quindi ne vedremo delle belle.

    Ma fiducia non ne meritano affatto, fuggire via, di notte a notte, solo questo gli resta, il resto è solo vergogna….

  155. Ip Address: 87.16.139.115

    Buongiorno, ragazzi. Da notizie cataniaunafede.com, il Chievo ha acquistato Castro. Mercoledì le visite mediche. Altro nome per la panchina: si pensa a Filippo Inzaghi, ma rimane ancora calda la pista Marino.

  156. Ip Address: 37.227.77.35

    Totò e Peppino…erano immensi.stidue non fanno ridere fanno ..altro.ma comprendo il senso dell’accostamento..si il silenzio dei colpevoli..proprio vero.

  157. Ip Address: 87.16.139.115

    Sarri, da poco al Napoli, ha indicato 10 giocatori da cedere. Ovviamente nella lista c’è pure Mariano Andujcar in attesa di altra destinazione. Per parlare di portieri, spero che Terracciano rimanga. Per riflessi ed età lo preferisco anche a Gillet. Che ne pensate?

  158. Ip Address: 82.59.110.22

    BUongiorno raga’!

    Ciao Perplesso, Catanese a Napoli, catanese e Mexxican che verra’ dopo! 😉

    Stamattina giornata di sole e la temperatura e’ buona

    Dai vostri post leggo ‘nubi nere all’orizzonte” del Catania!
    Ormai il “dado e’ tratto”! 😥

    Buona giornata a tutti!

  159. Ip Address: 91.252.196.60

    Buongiorno a tutti , qui passano le ore i giorni e ancora ……………….

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu