Illusione e delusione

 Scritto da il 7 dicembre 2011 alle 07:42
Dic 072011
 

Che cosa è la delusione? La delusione è quello stato d’animo che prova ogni individuo quando i suoi progetti e le sue aspettative svaniscono nel nulla lasciando il posto alla dura realtà.

La delusione è quella che stanno provando in questo momento i tifosi del Catania.

La delusione, però, è sempre figlia dell’illusione; non ci può essere nessuna delusione se prima non ci si illude.

Ieri qualche tifoso faceva notare che il Catania, dopo tredici gare disputate, ha gli stessi punti dell’anno scorso. Verissimo. Aggiungo io con lo stesso ruolino di marcia: come lo scorso torneo diciassette punti frutto di quattro vittorie, cinque pareggi e quattro sconfitte.

La differenza consiste nel fatto che l’anno scorso il Catania a quota diciassette c’era arrivato proprio alla tredicesima giornata, superando, in un ipotetico confronto diretto, in casa il Bari grazie a una rete di Terlizzi. Il Massimino non era stato ancora espugnato (quattro vittorie e tre pari), mentre fuori casa la squadra, con ancora Giampaolo in panchina, aveva ottenuto solo due pareggi, al cospetto dei sei punti ottenuto in questo torneo.

Ecco, diciamo la verità, dopo le belle imprese nel cosiddetto “ciclo terribile”, archiviato lo scivolone interno contro il Chievo Verona come un isolato incidente di percorso, la meritata vittoria di Lecce ci aveva fatto credere che, finalmente, quest’anno la squadra potesse farci vivere una stagione tranquilla consentendoci di poter “sognare” qualcosa di diverso dalla semplice salvezza. Insomma, la vittoria di Lecce ci aveva illusi.

Più ci siamo illusi, più tanto adesso siamo delusi.

Ma più che la stupenda rete di Ibarbo a frantumare i sogni dei tifosi rossazzurri è stata la condotta imbelle della squadra, sostanzialmente apparsa, sia prima che dopo la rete del Cagliari, poco aggressiva e poco lucida.

Montella a fine gara ha dichiarato ai microfoni RAI “Il Catania è una squadra che per potersi esprimere al meglio ha bisogno si sentirsi con l’acqua alla gola”.

Ebbene, se la squadra continuerà a giocare come ha fatto contro il Chievo e contro il Cagliari sarà presto accontentato perché con “l’acqua alla gola” ci arriveremo presto.

Si badi, in questo momento la classifica sorride ancora al Catania che, in compagnia di Cagliari e Roma, si trova ancora al settimo posto e vanta ben sette punti di vantaggio sulla terz’ultima che è il Novara, travolto dalla Lazio nel posticipo di lunedì.

Nessun allarme dunque, perché a retrocedere non saranno otto o nove squadre, ma soltanto le ultime tre e in questo momento proprio Lecce, Cesena e Novara appaiono le squadre più indiziate, ma non perché occupano le ultime tre posizioni, semplicemente per il fatto (Cesena a parte) che il loro organico è inferiore a quello di tutte le altre squadre.

Attenzione, però, perché  esiste il mercato di gennaio e, sebbene si trovino in grave ( e forse irrimediabile) ritardo sono ancora squadre vive.

Personalmente sul Lecce non scommetterei un nemmeno centesimo. Serse Cosmi come tecnico non mi è mai piaciuto. Tutt’al più “l’allenatore col cappellino” potrà dare una momentanea scossa psicologica, per poi fare con il Lecce la stessa fine che ha fatto due stagioni orsono con il Livorno: ultimo posto. Il Novara, probabilmente, si batterà fino alla fine del torneo, ma ha inesperienza e carenze tecniche troppo vistose. Insomma, la botte dà il vino che ha e alla fine  i piemontesi dovrebbero retrocedere.

Discorso diverso merita il Cesena. I romagnoli hanno duramente pagato le incomprensibili alchimie tattiche di Giampaolo con tre punti in dieci partite, ma adesso, guidati dal pur non trascendentale Arrigoni, hanno un progetto di gioco e hanno ottenuto sei punti in tre gare.

Nel calcio i “miracoli” come quello compiuto da Mihajlovic a Catania difficilmente si ripetono, ma giocatori come Mutu, Candreva e Martinez non sono gli ultimi arrivati e se il Cesena nel mercato di riparazione riuscisse a mettere le mani su una buona punta centrale le sue possibilità potrebbero aumentare. La salvezza del Cesena, per me, resta difficilissima, ma non impossibile.

Ecco perché mi dà enorme fastidio vedere il Catania ancora fermo a quota diciassette, ben sapendo che sarebbero bastate una maggiore concentrazione e una maggiore determinazione contro Chievo e Cagliari per avere almeno due punti in più.

In fin dei conti, stiamo parlando di due partite che in teoria si potevano e si dovevano vincere. Stiamo dicendo in casa contro Chievo e Cagliari, non fuori casa contro Barcellona e Real Madrid.

Altro che “occhi da tigre”, la squadra ha mostrato “occhi di gattina languida e smorta”!

Comunque, domenica alle 15.00 il Catania scenderà in campo a Bergamo per sfidare l’Atalanta.

La squadra di Stefano Colantuono, a mio avviso, pur avendo totalizzato ventuno punti sul campo non è superiore al Catania, anzi. Gli orobici, penalizzati di sei punti per le note vicende del “calcio scommesse”, hanno saputo sfruttare una partenza sprint, frutto di un’adeguata preparazione appositamente finalizzata ad annullare presto il pesante fardello di partenza.

I bergamaschi, in certi frangenti, sono stati anche fortunati come in casa contro il Cagliari, quando, dopo essere stati a lungo nettamente dominati, sono riusciti a vincere grazie a una prodezza di Denis. Ad onor del vero, in queste tredici giornate la fortuna se la sono anche strameritata, lottando alla “morte” su ogni pallone e non mollando mai gli avversari nemmeno di un centimetro. Proprio quello che doveva fare il Catania contro il Chievo e contro il Cagliari e non ha fatto.

A parte Denis, il cui rendimento attuale, sebbene stratosferico, può benissimo essere limitato dalle qualità tecniche e atletiche di Spolli, bisogna stare attenti alle accelerazioni dell’ex Schelotto e agli inserimenti di Bonaventura, (se giocherà) un tizio che quest’anno appare ancora sottotono, ma che in B in tante partite ha fatto spesso la differenza.

Del Catania poco ci importa chi giocherà, essenziale è come giocherà.

L’Atalanta quest’anno in casa è ancora imbattuta (tre vittorie e tre pari), ma questo non significa molto perché in un campionato equilibratissimo come la nostra serie A è difficile mantenere per tutta la stagione il campo di casa inviolato. Magari in casa metti sotto Inter e Napoli, fermi la capolista Juventus e poi perdi l’imbattibilità, quando meno te lo aspetti, contro una squadra modesta come il Chievo, vero Montella?

  26 Commenti per “Illusione e delusione”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Concordo che siamo delusi e smarriti 😯 😯 😯
    perdere in casa con squadre sotto il ns. livello è un dramma, poi continuare a perseverare con i stessi giocatori avendo una rosa di 30 calciatori è diabolico…..

  2. Ip Address: 2.38.147.244

    Illusione è quando il progetto conclamato mira ad un obiettivo straordinario: 50 PUNTI.
    Delusione è imbattersi nella dura realtà, ovvero che l’obiettivo è e resta: LA SALVEZZA.
    “Più ci siamo illusi, più tanto adesso siamo delusi.” Dici bene Tino.
    La solita querelle fra Presidente e Direttore che raccoglie puntualmente ogni anno entrambi i sentimenti.
    Dovremmo prepararci all’ ennesima stagione di sofferenze o legittimamente aspirare ad avvicinare (per carità, non ad eguagliare!!) lo stesso percorso dell’Udinese?
    Se solo pensassimo a volare alto per un momento subito giungerebbe la solita conferenza stampa che noiosamente ripeterebbe: “Lo scudetto del Catania è la salvezza. Guardate che fine hanno fatto Bari, Livorno, Sampdoria e Brescia! Senza parlare di chi sale e scende ripetutamente dalla serie B; mica è uno scandalo se una volta scendesse ‘o Catania!!”
    Ed allora proverò ad illudermi, perchè il mondo onirico, ancora oggi, non ce lo toglie nessuno, neanche i governi che si succedono, tanto il mio giaciglio resta sempre ben piantato in terra e nessuno potrà mai disilludere il nostro legittimo desiderio di crescere.

  3. Ip Address: 2.38.147.244

    A proposito, l’Atalanta dei 21 punti; ma davvero dovrebbe farci paura una squadra che ha come centrali difensivi Manfredini (si, quello che da noi, fra alti e bassi, giocava terzino sinistro) e Lucchini?
    Il signor Denis ha fallito pure ad Udine dove risorgono anche i calciatori più deludenti; è ovvio che non si passa da brocchi a campioni in così poco tempo ed il “tanke” ad oggi ha avuto una gran fortuna.
    Hanno un buon portiere, tanti giovani che galoppano come Schelotto e Peluso, un ritrovato Cigarini ma per il resto sono una squadra normale, sicuramente alla portata del Catania che a Bergamo può tranquillamente vincere.
    Dipende dalle scelte che farà Montella, ovvero se deciderà di giocarsi la partita a viso aperto o se continuerà a schierare 5 difensori, tre centrocampisti dalla incerta collocazione e due attaccanti che si ignorano reciprocamente.
    Ma io non sono l’allenatore del Catania, anzi non sono affatto un allenatore e forse è meglio così.

  4. Ip Address: 92.135.74.253

    Poi dicono che sono bastian contrario :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Al 100% d’accordo con te Marcello , ed aggiungo ma qualcuno lo ha già detto, è se la partenza sprint dell’atalanta finisse proprio contro il Catania, prima o poi la pagheranno, speriamo già fin da Domenica, tuutto lo decide VINCENZINO 😯 😯 😯

  5. Ip Address: 2.38.147.244

    Ciao ‘Bastiano!
    Una cosa che non mi cala è quando dicono che Montella fa il 3-5-2.
    Ma davvero Potenza, o Alvarez e Marchese sono centrocampisti?
    Non sarò un illustre competente, ma vogliamo chiamarlo, come è giusto, 5-3-2?
    Anche Sky lo indica prima dell’inizio gara, e poi dal campo dovevate vedere la posizione di Alvarez ad inizio partita, per non parlare del fatto che ha superato la tre quarti in tutta la partita soltanto 4 o 5 volte.
    La carne è carne, il pesce è pesce.
    Morale della favola, ho la sensazione che Montella abbia timore degli avversari e vedendo che gli altri corrono e noi meno, dato che per caratteristiche siamo più tecnici che rapidi, abbia deciso di salvare il salvabile e tutelare il raccolto fin qui prodotto.
    Occhio però, il torneo è ancora lungo ed emulare Giampaolo potrebbe essere pericoloso.
    Vincenzino, stupiscimi, anzi smentiscimi, sarò il primo a fare ammenda come feci l’anno scorso con Simeone.

  6. Ip Address: 92.135.74.253

    :mrgreen: :mrgreen:
    Marcello lo dico dalla partita di Novara che Montella è un pauroso, vedi che gioia avrei nel dire, che stronzo ho sbagliato tutto, ma anche con la Roma dopo un avvio folgorante………..si ni calau!! per me deve intervenire e penso che già da 3 settimane lo faccia, la società! penso che sei d’accordo che i giocatori li compra Lo Monaco, è se non è folle li compra per un determinato modulo!!! IL SUO :mrgreen: :mrgreen:

    Ubi maior minor cessat, chissa ma sparai pi me cumpari Lux in tenebris :mrgreen: :mrgreen:

  7. Ip Address: 2.38.147.244

    Con tutta la stima che posso avere per Lo Monaco dirigente mi turba il pensiero che la squadra debba essere plasmata da un dirigente ed affidata ad un tecnico che si adatti; ciò denota poca personalità del tecnico e pericolosa ingerenza da parte dei dirigenti, Zamparini (o Cellino) docet.
    Mi spaventa un progetto di crescita, anche tecnica ed intendo anche del singolo atleta, se affidata esclusivamente alle alchimie di chi, pur con tutta la passione e legittima competenza, non ritengo idoneo ad architettare un progetto tecnico.
    L’allenatore deve fare l’allenatore, il dirigente il dirigente, altrimenti c’è bisogno? Vado io ad allenare il Catania, costerei anche di meno ma farei la fine di Atzori a Catania e a Genova.
    Evviva Delio Rossi!

  8. Ip Address: 2.38.147.244

    A proposito di Lux in tenebris, volevo dire, per abuso di off-topic, oggi tutti mandano maledizioni a Monti, però nessuno ci dice perchè il suo predecessore non ci ha mai detto che eravamo talmente col sedere per terra che stavamo per sprofondare ai piani inferiori….anzi che stavamo già sull’orlo del precipizio….

  9. Ip Address: 92.135.74.253

    Forse mi sono espresso male…..ma se vedi a Catania è sempre la stessa solfa, o sono senza palle ed allora soccombono a Lo Monaco Atzori, Baldini o le hanno a metà e fanno danno Giampaolo o le hanno, fanno bene ed allora se ne vanno, Mihajlovic e Simeone, pero’ mentre Mihajlovic va via anche per soldi,come anche Marino e Zenbga, Simeone no, non credo che in Argentina guadagni di più!! forse spera al Mondiale? Comunque l’allenatore bravo è quello che fa meno stronzate!! e ripetendomi i giocatori nel loro vero ruolo!! alla fine della fiera, mentre scrivo sto lavorando e m’incarto, è giusto che la formazione la decida l’allenatore, ma se il dirigente compra per un certo modulo, lui si deve adattare a quei giocatori e non stravolgere i ruoli degli stessi, per le sue idee!! Gasperini docet,

  10. Ip Address: 92.135.74.253

    Caro Marcello
    Io mai ho parlato in questo sito ne di politica ne di arte culinaria ne di poesie, mi diverto a volte leggerle, specialmente quando parlano di gastronomia siciliana, mi ritornano in mente certe cose, ma, avendo vissuto a Catania per quasi 50 anni della mia vita , ti assicuro che parlando di politica, e meglio lasciar perdere, lo schifo di oggi non parte solo del governo precedente, e noi siciliani lo dovremmo sapere più degli altri, vuoi che ti elenchi come si ottengono i voti? o come i siciliani pagavano le tasse? o che per fare Palermo Catania in treno ci vogliono 6 ore? o sulla Ct Pa è morto una persona che volevo bene Massimino, e centinai d’altri siciliani!! poi riguardo le tasse, lo sperpero che i governi precedenti facevano è sotto gli occhi di noi più vecchi, sai che ad ogni elezioni a mio nonno i partiti davano buoni benzina che doveva distribuire per migliaia di litri? questo succede anche oggi!!
    Ma ritorniamo al ns. Catania ca e megghiu

    Io nella mia vita ho viaggiato moltissimo e visto tante società, ma quello che succede in Italia è unico!!

  11. Ip Address: 2.38.147.244

    Per carità!! Ogni tanto ci sta un ppensiero che vada oltre l’argomento calcistico, quando scrivo mi diletto a sforare su musica, cucina e cultura in genere alla portata di tutti noi.
    Lux sa perchè ho scritto quelle due righe; il tutto con tanta, ma tanta tranquillità.
    Parlare del Catania, nonostante i continui patemi (ma anche parecchie soddisfazioni), è senz’altro meglio!!

  12. Ip Address: 87.19.168.170

    Un caro saluto a Joe, Marcello, Chiarezza e a tutti i tifosi del Catania. Capisco tutti e capisco ancor di più lo stato d’animo di milioni di italiani ( che è uguale a quello mio) Parlare di certe cose richiederebbe molto tempo e ci porterebbe indietro nel tempo, esattamente al periodo pre-unitario. Io ho la fortuna di farlo in altre sedi, ma è un discorso complesso e molto articolato.
    La crisi attuale non è solo italiana, è crisi mondiale, perchè è crisi di valori, crisi dell’uomo. Godiamoci almeno lo sport, Marcello io non ho il piacere di conoscerti, ma ho già scritto, come scrivi tu, che almeno i sogni, almeno quelli, nessuno ce li può rubare.

  13. Ip Address: 92.135.74.253

    Lopez al Milan e Gomez all’Inter GIORNALAI SPASCIA FAMIGGHI :mrgreen: :mrgreen:

    Inter, idea Papu Gomez
    07.12.2011 11.34 di Gianluca Losco articolo letto 3846 volte

    © foto di Federico Gaetano
    L’Inter continua a monitorare attentamente tutte le soluzioni di mercato, in vista di una probabile rivoluzione di giocatori. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, la nuova idea dei nerazzurri riguarda Alejandro Gomez (23), centrocampista offensivo del Catania che può fungere da esterno o da seconda punta. Restano valide, comunque, le piste che portano ad Eduardo Vargas e a Lucas Moura. Per il cileno la trattativa è partita su buone basi, mentre per Moura la richiesta di 20 milioni potrebbe rappresentare un serio ostacolo.

  14. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti…..
    per navigare bene sul sito vi invito a svuotare la cache del vs. computer
    la procedura è spiegata in questo sito a secondo del browser:
    http://www.navigaweb.net/2011/04/svuotare-la-cache-dei-browser-ed.html

    leggere bene il manuale e attenti su internet explorer di non svuotare la barra di navigazione. consiglio di fare una copia dei siti memorizzati (questo piccolo ntoppo mi è capitato solo con internet explorer 8 )
    Buon divertimento 😉 😉 😉

  15. Ip Address: 85.41.235.41

    Su internet explorer 7 e 8
    fare in questo modo:
    strumenti
    opzioni internet
    cronologia esplorazioni
    impostazione
    visualizza file
    premere modifica sopra nella barra dei menu vicino file
    seleziona tutto
    premere canc.
    il gioco è fatto
    cosi si conservano i link dei siti 😉 😉

  16. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Marcello, Chiarezza, Professore, peppe58 😉 😉 e a tutti quelli dopo di me…..

    ragazzi Vi posso dire che Vincenzino mi sta facendo incavolare ci ha fatto perdere 6 punti casa :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    e mi ha fatto fare malo sangue tutta la domenica.
    mi sta risultando un capa tosta, dura come …..
    con l’Atalanta sarà dura portare un punto….

  17. Ip Address: 2.38.147.244

    Riecccomi. saluto tutti quelli che fanno capolino da queste parti.
    Piacere, Professore.
    Nessuno può impedirci di “poter sognare qualcosa di diverso dalla semplice salvezza…”, è proprio questa la nostra ambizione, soltanto questa, fra l’altro ampiamente condivisa dal nostro Presidente.
    Spesso, purtroppo, i risultati negativi come quelli contro il Chievo ed il Cagliari, sconfitte fra l’altro, a mio modesto parere, entrambe meritate, ed i soliti discorsi affaristici di dicembre, immaturo preludio al calciomercato, ci fanno ripiombare nella nostra dimensione, magari giusta, lasciando ai nostri sogni soltanto il gusto dell’amaro in bocca.
    Non voglio fare il disfattista, vivo la passione per il nostro Catania sempre con sincero ottimismo, a volte però, come titolava un vecchio libro del 1991, “anche le formiche nel loro piccolo s’incazzano”, ed io domenica dallo stadio sono uscito incazzato nero e sinceramente così come contro il Chievo anche contro il Cagliari mi trovo costretto ad imputare gran parte delle responsabilità a mister Montella.
    Le cavolate le fa Andujar, le fa Spolli e Catellani, ma l’atteggiamento in campo del Catania, soprattutto tra le mura amiche, per tradizione, deve essere come quello del mio vicino di posto alle mie spalle che mi riempie di calci per tutti i novanta minuti.

  18. Ip Address: 2.38.147.244

    Per il problema sulla navigazione all’interno del sito ma, più in generale, per una periodica pulizia del pc consiglio di utilizzare il programma Ccleaner, leggero, efficace e soprattutto gratuito.

  19. Ip Address: 80.183.38.81

    BUONASERA FRATELLI ROSSOAZZURRI UN SALUTO A CHIAREZZA MARCELLO JOE .PROFESSORE QUOTO IL POST DEL PROFESSORE RIGUARDO I SOGNI FORZA CATANIA SEMPRE

  20. Ip Address: 80.183.38.81

    CIAO GIORGIO E PEPPE58 MONGIBELLO MATTEOCIFALOTU FORZA CATANIA

  21. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Angelo,
    Vero Marcello anche quel programma pulisce la cache, file temporanei Internet 😉 😉

    domani è festa, spero di non per i giocatori devono sgobbare, lavorare di più solo cosi possono migliorare la performance….
    abbiamo una bella squadra ma impiegata male dallo scienziato. I trequartisti tipo Barrientos e Gomez giocano fuori ruolo.
    Anche Andujar senza una difesa solida è facile prendere goal….

  22. Ip Address: 2.38.147.244

    Bisogna anche dire che Montella ha dovuto fare di necessità virtù in quanto si è trovato senza terzini di fascia destra e con Capuano infortunato. Ricordo che Marchese fu impiegato da difensore destro e Legrottaglie venne sbattuto in campo senza una adeguata preparazione.
    Certo, adesso l’emergenza sembra essere svanita e le scelte Montella può farle con più tranquillità.
    Qualcuno gli spieghi, ma lui lo sa, che si può vincere anche con quattro difensori; in fondo a Lecce tante ne ha provate fino a quando non ha trovato il jolly, il Lecce però è la vera cenerentola del torneo.
    Occhio Montella!!

  23. Ip Address: 92.135.218.185

    Cari amici vi propongo una tregua su Montella, è non scherzo, aspettiamo Bergamo dove si puo’ anche perdere senza nessuna colpa di Montella, anche se ne dubito perchè io credo nella squadra :mrgreen: :mrgreen: la mia 🙄 🙄

    ————-Andujar
    Bellusci–Legrottaglie–Spolli–Alvarez
    –Ledesma—Almiron—Biagianti
    Gomez—–Lopez—Bergessio

  24. Ip Address: 82.59.2.78

    eccolo il 4-3-1-2 che mi piace ma per lui è fantascienza 😯 😯 😯

  25. Ip Address: 88.66.47.143

    Ciao Marcello , Chiarezza Joe e tutti pari
    hai scritto bene come mai nessuno si lamenta che il nano con la sua corte di donnine e saltibanchi ha lasciato le casse vuote cosa deve fare Monti ❓ fare un’altra finanziaria piú morbida diciamo , e come se non c’è una lira nelle casse quello che sta facendo e il massimo se toglierebbe troppo hai ricchi il partito di plastica sicuro che non voterebbe a favore e dunque si andrebbe di male in peggio la gente alle prossime elezioni farebbe bene a pensarci seriamente sú a chi dare i voti e non aggiungo altro cmq io personalmente da lontano mi dannavo nel vedere a che punto e stata trascinata l’Italia
    ma soprassediamo
    passando al catania io ho il presentimento che domenica a bergamo faremo risultato per scaramanzia non dico quale risultato ma sono fiducioso e credo nella forza di questo catania a tutti auguro una bella serata

  26. Ip Address: 79.26.64.120

    Ciao Lux,
    Onore al Napoli e dire che l’abbiamo battuto, allora siamo forti 😈 😈 😈
    Notte a tutti……

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu