In arrivo Schiavi

 Scritto da il 19 gennaio 2015 alle 14:46
Gen 192015
 

SchiaviIl Catania ha definito l’acquisto di Schiavi dal Frosinone classe 86. Il calciatore oggi sarà in città. Intanto, si proverà a stringere anche per Sciaudone del Bari. Obiettivo sistemare la difesa e risalire la classifica.

Schiavi è arrivato poco fa in città, si attende solo l’ufficialità.

  19 Commenti per “In arrivo Schiavi”

  1. Ip Address: 109.223.106.100

    Pulvirenti …una domanda mi sorge spontanea: Perché cambiare assetto dirigenziale nel momento migliore della storia recente del club e non in quello peggiore?

  2. Ip Address: 79.4.15.37

    Buon pomeriggio a tutti….
    Speriamo di sistemare la difesa, intanto Peruzzi e Monzon sono con la valigia pronti per destinazione Boca Argentina…

    Per le ore 14 è previsto l’arrivo in città di Raffaele Schiavi, che sin qui si era ben disimpegnato tra le file del Frosinone. Un nuovo centrale per Dario Marcolin.

  3. Ip Address: 109.223.106.100

    Pulvirenti…non é un problema di giocatori….ma di dirigenza!!!!

  4. Ip Address: 109.223.106.100

    ben vengano altri acquisti in difesa….ma purtroppo con la dirigenza attuale cambierà ben poco.

  5. Ip Address: 109.223.106.100

    Pulvirenti ascolta la piazza i tifosi gli addetti ai lavori…solo gli stupidi non ammettono i propri errori.

  6. Ip Address: 109.223.106.100

    saro’ folle…. e mi sforzo di pensare che terminata la sessione di calciomercato…cioé una volta “sistemati” i propri giocatori… .Cosentino…mister h18 se ne ritornerà in argentina!

  7. Ip Address: 2a02:1811:b186:1f00:b1:7c97:82dc:464f

    Ciao Vale,

    Sai che ti dico che pensavo proprio la stessa cosa.

    Allora O Pulvirenti ha detto….sistemami sta situazione lasciami la squadra con italiani e gli argentini li mandi a casa una volta sistemata sta situazione te ne vai pure tu…

    Oppure….
    Siamo nelle mani di nessuno…

    Nel primo caso in teoria sarebbe giustificata in parte un silenzio stampa cosi prolungato.

    Non ho detto nulla per scaramanzia…magari fussi

  8. Ip Address: 79.4.15.37

    Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver acquisito dal Frosinone Calcio, a titolo temporaneo con obbligo di riscatto, il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Raffaele Schiavi. Il difensore, classe 1986, si è legato contrattualmente al nostro club fino al 30 giugno 2018.

  9. Ip Address: 151.74.154.92

    Adesso si può vendere Spolli, mi sa che questa sarà la prossima mossa;
    Via Peruzzi, via Monzon, vedrete che si assottiglierà la colonia argentina a catania;

  10. Ip Address: 46.11.72.229

    Mario
    si puo’ comprare anche Chiellini e Bonucci,
    il problema principale e la preparazione atletica,
    se non cacciano via quello scienziato di Ventrone
    rischiamo seriamente la serie C.

  11. Ip Address: 151.74.147.224

    A fine calciomercato la formazione titolare presumibilmente sarà questa :GILLET-BELMONTE-CECCARELLI-SCHIAVI-CAPUANO?-SCIAUDONE-RINAUDO-COPPOLA-ROSINA-CALAIO-MANIERO-allora sulla carta questa formazione dovrebbe fare non meno di 45-48-punti nel girone di ritorno-sarebbe la piu forte formazione della serie b,e non ho messo in formazione un MARTINHO che se in forma e devastante in questa categoria ricordare cosa fece 2 anni fa a verona in serie b,ma l’incognita e la preparazione che fanno con ventrone forse massacrante? non capisco perche i calciatori hanno le gambe pesanti sembrano che corrono portandosi addosso uno zaino da 50 chili sulle spalle fateci caso,sono lentissimi sara causa della preparazione che svolgono durante la settimana?

  12. Ip Address: 79.55.198.199

    Buonasera raga’!

    Ciao joe, Simone Belgio, vale, Perplesso e mario! 😉

    mario, hai ragione!

    Copia e incolla di articoli su Giampiero Ventrone.

    La Sicilia del 16 Dicembre 2014

    di Daniele Lo Porto

    Sannino-Ventrone, la coabitazione diventa impossibile

    Dopo essere stato sostenuto da Pablo Cosentino, adesso il preparatore atletico trova adesso la solidarietà di Nino Pulvirenti

    CATANIA. Catania sull’orlo di una crisi di nervi. Nino Pulvirenti rompe il silenzio quasi cronico dall’inizio della stagione e anzicchè spegnere focolai di polemiche sembra accendere gli animi. Tra Sannino e Ventrone la coabitazione appare ormai impossibile, ma quest’ultimo registra un altro punto a favore perché dopo essere stato sostenuto da Cosentino, trova la solidarietà di Pulvirenti che di rimbalzo coinvolge il mister sulle responsabilità di aver mandato in campo atleti ancora in precarie condizioni.
    Insomma, un finale di anno in un clima tutt’altro che natalizio. Anzi, ora più che mai, sembra di prassi la frase che qualcuno non arriverà a mangiare il panettone o, come si usa in città, la scacciata. La posizione dello stesso Sannino appare più debole di ora in ora. La rottura definitiva forse è stata rinviata per la mancata disponibilità di un altro tecnico a sedere sulla panchina rossazzurra. Per il nuovo allenatore, infatti, il compito non potrà che essere in ripidissima salita: non solo per le difficoltà attuali di classifica, ma per il clima generale che si respira attorno all’ambiente, all’interno del quale, paradossalmente, proprio Sannino avrebbe i maggiori consensi da squadra e tifoseria.

    LINKIESTA

    E la Francia si interroga sui metodi di allenamento a base di creatina di Ravanelli
    Pochi giorni dopo il licenziamento di Fabrizio Ravanelli da tecnico dell’Ajaccio, Cedric Hengbart, difensore centrale, ha rivelato di essere stato allontanato dalla squadra per aver rifiutato di prendere alcuni prodotti (creatina, proteine, aminoacidi) forniti dal tecnico italiano e il suo staff.

    L’articolo di denuncia è apparso su Le Monde, che ha ripreso ha sua volta alcune dichiarazioni del difensore rilasciate lunedì sera scorso a Canal Plus: “Sono stato uno dei pochi a rifiutare categoricamente. Così abbiamo avuto alcune discussioni. A 33 anni non voglio iniziare a prendere questi prodotti, ho più di dieci anni di carriera alle spalle, ho fatto la Champions League, ho giocato più di 40 partite a stagione per due o tre anni di fila e non ho mai preso prodotti per aiutare le prestazioni, mi sembra di prendere del doping, anche se i prodotti non sono doping”. Le Monde però è andata oltre ed ha voluto vederci chiaro. Prima di tutto, precisando che sì, la creatina non fa parte della lista del doping e la sua vendita è legale in Francia. Ma secondo Michel Rieu, consulente scientifico dell’ex Agenzia francese antidoping (AFLD), “ci sono diversi tipi di creatina, che possono non avere effetto dopante a meno che non siano associate con altre sostanze”.

    TORINO Le cure di Giampiero Ventrone sono come le sigarette: ti consumano lentamente, ti bruciano i giorni, ti logorano i tessuti. E si finisce prima, molto prima. “Con questi allenamenti, la carriera dura di meno”, confessa Didier Deschamps: uno che si sta avvicinando ai trent’ anni, dunque all
    Emanuele Gambala Repubblica 08 agosto 1997 pag. 42 sez. SPORT

    Ventrone sicuro: “Vinovo la causa degli infortuni Juve”
    Scritto da: Redazione JM mar 25, 2010
    Anche quest’anno tra i bianconeri è record di infortuni e Ventrone non ha dubbi: “Negli ultimi anni sono passati a Vinovo fior di preparatori, con metodi e strategie diverse, ma tutti con grande esperienza. Credo che uno dei motivi dei tanti incidenti sia proprio il fondo dei campi d’allenamento.

    Buona serata a tutti!

  13. Ip Address: 94.162.131.107

    pulvirenti sta comprando magari a lapa cu tutta a frutta. ma adesso ce la fara marcolin a sistemare una baracca colabrodo???

  14. Ip Address: 141.135.224.102

    Cosentino sta pensando di mettere dei giocatori di sicuro affidamento, cn molta esperienza sulle spalle e un affiatamento che dovrebbe essere la caratteristica principale di tutta una squadra, ma che in particolare caratterizza il pacchetto arretrato, la difesa.
    Cosentino sta per far sbarcare a catania Franco Baresi, Costacurta( cn Martina Colombari al seguito) e Paolino Maldini…
    Le trattative sono già state avviate a breve l’ufficialità

  15. Ip Address: 94.37.225.22

    adesso che abbiamo giocatori nella rosa che non hanno subito la preparazione atletica del nostro grande preparatore, avremo un termine di paragone con il resto del gruppo. Se i nuovi arrivati evidenzieranno una freschezza atletica diversa, è la prova provata che la colpa di questo sfacelo è da attribuire al caro Ventrone.
    ciao a tutti

  16. Ip Address: 2.44.131.167

    La cosa chiara e’ che quelle certezze urlate ai quattro venti da Cosentino, circa lo spessore della squadra, e’ andata a farsi benedire. Finalmente con il ravvedimento operato, abbiamo più italiani che argentini in squadra. Ma il problema rimane e si chiama Cosentino che deve lasciare a Delli carri i pieni poteri di gestione dello spogliatoio. Sinceramente non conosco le qualità e gli attributi di questo signore, ma abbiamo bisogno di un direttore che all’interno dello spogliatoio si faccia sentire, isolando le cariatidi, facendosi rispettare e imponendo a tutti regole ferree e precise. Inoltre, unitamente a Marcolin, dovrà affinare l’amalgama indispensabile per garantire un gioco di squadra. Senza quest’approccio, chiunque venga sarà destinato al fallimento. Dimenticavo, altro compito, quello di ridimensionare i poteri del sig. Ventone, anche perché si deve a lui questa involuzione di nostri calciatori. Un saluto a tutti voi

  17. Ip Address: 79.3.44.37

    …..e Sauru è ancora a Catania? Chiù ca ‘nsauru pari ‘nmazzuni saracinu!!

  18. Ip Address: 151.74.154.92

    La questione non è comprare giocatori , anche se bravi e volenterosi, ma avere un progetto di squadra, saperli far giocare insieme, integrare i nuovi con i vecchi, le squadre si progettano in estate e la preparazione estiva con le amichevoli, servono per cercare di trovare una parvenza di squadra, i giocatori imparano a conoscersi ad adattarsi al sistema di gioco voluto dal Mister, insomma esiste tutta una trafila obbligatoria che porta le squadre a nascere e giocar bene, ove possibile.

    Ecco perché non credo che si cambierà rotta in maniera decisa, questi acquisti serviranno a cercare di mantenere la categoria, obiettivo primario ormai del Catania, sull’orlo della C.

    Mi preoccupa il fatt che non esistono esempi vincenti a mia memoria di squadre stravolte a gennaio che abbiano radicalmente variato il modo di giocare e stravolto la propria classifica in positivo.
    Ricordo il Palermo l’anno della retrocessione quando Zamparini affido disperato il mercato di gennaio a Lomonaco che compró mezza squadra ( ricordo Formica e altri) nella speranza di cambiare rotta ma fu vana speranza.

    Bisogna avere fiducia solo nel l’aspetto mentale, ci vuole gente che voglia lottare per resistere in giusta categoria.
    Speriamo bene.

  19. Ip Address: 95.250.98.235

    Michele Criscitiello ha parlato della serie cadetta riferendosi al Catania:

    “In serie B, il Catania sembra una società di dilettanti allo sbaraglio. Pulvirenti sta giocando con il fuoco e la posizione in classifica è pericolosissima. Sembra scontato che, ormai, la serie A è impossibile da raggiungere: non tanto per i punti di distanza, quanto per la confusione che regna a Catania. Arrivano giocatori, come fosse una stazione ferroviaria. Cambiano gli allenatori ma il risultato è sempre lo stesso. Prima che sia troppo tardi, i tifosi dovrebbero scendere in piazza e chiedere spiegazioni a Pulvirenti. Sta ammazzando una piazza che fino a due anni fa sognava l’Europa e adesso teme, il prossimo anno, di andare a giocare in Lega Pro.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu