Inter Catania 2 – 0

 Scritto da il 21 ottobre 2012 alle 18:54
Ott 212012
 

L’Inter batte il Catania e si porta a 4 punti dalla Juve, un Inter Solida, cinica e vincente.

Il Catania recrimina per un rigore non concesso su Gomez, ma l’Inter ha meritato la vittoria.

L’Inter molto offensiva viene contrastata da un ottimo Catania che sfiora il gol prima con Almiron e poi con Marchese. Una partita di gran ritmo con numerosi capovolgimenti di fronte, il Catania però sembra aver più qualità a centrocampo rispetto ai nerazzurri.

Al 28′  splendido pallone di Cambiasso per Cassano che spunta alle spalle della difesa e mette dentro di testa, sullo scadere del primo tempo grande occasione per i siciliani, Izco pescato da Marchese, da posizione ottima mette di poco fuori di testa. Il primo tempo si chiude con l’Inter in vantaggio, un buon Catania.

Il secondo tempo comincia senza cambi, al 19′ un altra occasione per l’Inter che costringe il Catania a difendersi con tutti i giocatori,  gran tiro di Milito parato da Andujar.  Stramaccioni fa entrare Alvarez al posto di Cassano per cercare di coprirsi. I nerazzurri ora soffrono di più e il Catania si fa molto pericoloso in avanti.  il Catania si lancia in contropiede, Gomez entra in area e viene atterrato da Guarin l’arbitro non fischia ma il rigore è sacrosanto.

Nel momento migliore del Catania, l’Inter raddoppia  al 40′ con uno splendido gol di Palacio, lancio di Milito stop di petto e tiro al volo di sinistro: Inter 2 Catania 0.

 

Alla fine la cosa che mi fa rabbia è come mai  il nostro grande allenatore fa uscire un Almiron  per Ricchiuti.

Perché non mette un Morimoto o Doukara per rinforzare l’attacco,  per dio stiamo perdendo….

E non fare più giocare Alvarez, tutti i cross pericolosi o i gol sono arrivati dalla zona sua.

Maran ha paura di cambiare. Brutto segno per un allenatore…..

 

Maran “Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare ma abbiamo fallito qualche occasione di troppo, pagando alla prima occasione concessa: siamo comunque rimasti in partita, poi un episodio non è stato giudicato nella maniera giusta ma rimane una gara positiva, con episodi non favorevoli. Non abbiamo capitalizzato le occasioni e abbiamo pagato.

Se ci è mancata intensità? Abbiamo speso molto nella prima parte, poi l’Inter ci ha tolto gli spazi con due linee da quattro e non ci ha concesso la velocità di manovra, costruendo la partita sul loro vantaggio – aggiunge -. Non eravamo più così veloci, e poi l’episodio in area di rigore non è stato giudicato per come doveva. Dispiace perdere, dispiace aver concesso dei contropiede negli ultimi minuti”.

Bergessio? E’ generoso e fa anche gol, ha una media altissima anche se non tira i rigori. E’ vero, è un attaccante che gioca molto per la squadra, che spende molto, ma ha già fatto tre gol e uno regolare annullato”. Maran fatica a darsi pace per il penalty non concesso a Gomez: “Arrivare al pari ci avrebbe dato la spinta ma dobbiamo accettare il verdetto del campo, c’era anche questa opportunità e va bene, ma in generale – conclude – dobbiamo riuscire a sfruttare meglio certe occasioni.

 

 

  32 Commenti per “Inter Catania 2 – 0”

  1. Ip Address: 80.181.132.122

    Incomincio a dare ragione all’amico Lux ……
    Maran se la sotto e non sa effettuare i cambi al momento giusto con i giocatori giusti
    invece di Richiuti perchè non Salifu ❓ ❓ ❓ ❓ ❓
    invece di Alvarez perchè non Rolin ❓ ❓ ❓ ❓ ❓
    l’attacco ancora non funziona bergessio bravo bravissimo ma non è mai stato una prima punta perchè deve essere affiancato o da Morimoto o Doukara ma Mister se non ti piacciano fatti comprare una prima punta :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Non va bene cosi per bloccare il Catania basta annullare Gomez e Lodi lo sanno tutti….

  2. Ip Address: 79.33.41.95

    CIAO JOE NON BASTA IL GIOCO DI QUALITA SE NON SI SEGNA NON SI VA DA NESSUNA PARTE VEDIAMO LA PROSSIMA MA COMINCIO A PENSARE CHE MARAN E SEMPRE UNA SCOMMESSA UN SALUTO A TUTTI 😉 😉

  3. Ip Address: 79.9.142.171

    BUonasera raga’!!!
    Stasera e domani niente filmati e giornali!!! 😐 😐 😐
    Ho visto l’intervista su Skysport24 del Presidente Pulvirenti, dice che a Gennaio ci saranno dei rinforzi dove abbiamo bisogno, speriamo in un attaccante.

    Sogni rosso e azzurro a tutti e forza Catania sempre!!!

  4. Ip Address: 2.2.21.135

    COME HO DETTO A CALDO FRONZOLI, MONTELLA FICI CHIU DANNU RA BUMMA ATOMICA COME SI VEDE ANCHE CON LA FIORENTINA!!!!
    In trasferta non vince e solo un fuoriclasse come Jovetic lo fà stare ancora a Firenze, ma i fiorentini non sono i catanesi :mrgreen: :mrgreen:

    Ora sta a Maran cambiare questo andazzo, se non lo fà che vada via., ilo Catania ha una signora squadra e anche oggi lo ha dimostrato dire il contrario è ……………. 😯 😯 😯 a parte i gol mangiati IL RIGORE NETTO? ma che parlo a fare fino a quando il calcio è un opinione :mrgreen: :mrgreen: …….

  5. Ip Address: 82.48.144.99

    Buonasera a tutti, amici.

    Spero non agennaio, ma anche prima in un rinforzo: l’allenatore! 🙁

  6. Ip Address: 87.13.145.170

    Dal lavoro per gentile concessione di un collega uso il pc.(sono in pausa :mrgreen: )

    Ciao Joe 😉 Come ho spesso detto,cerco di “analizzare” la singola gara,però,non si possono nascondere certe scelte di Maran che,appaiono incomprensibili.
    Alvarez ha iniziato questo campionato facendo cappellate una dopo l’altra,Roma in primis,e il mister continua a riproprorlo,con Bellusci che aveva dimostrato di cavarsela meglio dell’argentino nella zona laterale.Rolin,costato 4 milioni,non si riesce a vederlo in campo,come altrettando gli altri acquisti di quest’estate,però,lui li “vede” in allenamento e ci può stare che le scelte iniziali siano diverse da quelle che il tifoso si può aspettare,ma ad oggi,neanche a partita in corso,tranne Doukarà per un piccolo spezzone,siamo riusciti a vedere questi giocatori,per non parlare di Morimoto,seppur lo conosciamo,ma non per sostituire Bergessio,ma in qualche occasione per dargli un aiuto.

    Se vogliamo entrare in merito al gioco della squadra,beh,anche quì ci sta qualcosa da poter ridire,nel senso che,inizialmente tutti a dire,questo è il gioco di Montella,e Maran a ribadire,io ci sto mettendo del mio.

    Bene,forse era meglio prima e mi spiego.

    Abbiamo due portieri e a dire dagli addetti ai lavori,tutti e due che si equivalgono(con Frison non abbiamo ancora la controprova) e seppur Andujar non ha fatto disastri,in certe occasioni qualcosina del suo ce la mette,oggi ad esempio,a rimesso in mostra i suoi soliti limiti,a mio modesto parere,ha responsabilità sia sul primo che sul secondo,oltre alle leggerezze durante la gara.

    Sul primo,senza dubbio,la responsabilità è tutta di Alvarez,ma lui non ci mette niente per evitare la conclusione di Cassano,avrebbe potuto uscire e anticipare l’interista.
    Sul secondo gol,ancora una volta,becca gol sul primo palo e non mi venite a dire che il tiro era forte o ravvicinato,perchè,un buon portiere quel palo lo chiude a prescindere e non m’interessa se altri portieri fanno cavolate,a me interessa che non li faccia e spesso il portiere del Catania,chiunque esso sia.
    In questo senso,Maran ha scelto Andujar a prescindere,perciò a partire da quì,dimostra di non avere molta flessibilità nelle scelte.

    Su alvarez,ho già detto e lui insiste.

    Parliamo del gioco,l’anno scorso,qualc’uno criticava e non mi riferisco solo in questo sito,(è un proprio diritto) il gioco di Montella,però,con il 3-5-2 o 5-3-2,Montella ha valorizzato un giocatore come Marchese,che non ha mai dimostrato di essere un fulmine di guerra,ma essendo il giocatore più propenso alla fase d’attacco,ha disputato un ottimo campionato,cosa che quest’anno sta dimostrando un pò meno e per di più,quando si trova a fare la fase difensiva nei quattro di difesa,escono i suoi limiti.

    A centrocampo,con Lodi a ridosso della difesa,Almiron a destra e Izco a sinistra che,facevano da stantuffo tra difesa ed attacco,lasciando più libertà d’impostazione a Lodi,il gioco era più propositivo,con meno fase difensiva per il regista del Catania,ma nel frattempo,Almiron si ritrovava quei venti metri più avanti perchè Lodi rimaneva più basso e l’argentino trainava il baricentro dei rossazzurri nella trequarti avversaria.
    Quest’anno invece,sembra che i tre centrocampisti,spesso si pestano i piedi,perchè Maran,li vuole quasi nella stessa linea di centrocampo.

    I tre attaccanti,anzi due,perchè Bergessio,è l’unico che è rimasto nella stessa posizione e con lo stesso modo di giocare,Gomez e Barrientos,per chi ricorda e ha memoria lunga,spesso si scambiavano di posizione,dando così,meno punti di riferimento agli avversari,mentre quest’anno,rimangono fermi nelle loro fette di campo,tranne in qualche rara occasione quando si accentrano,come nel caso del gol di Gomez al Parma.

    Queste sono tutte considerazioni che,non rispecchiano tutte le partite,ma alcune si e alcune meno,anche quando si è vinto,perchè in qualche occasione,si è vinto più per forza trainande della squadra che non per meriti collettivi dello staff tecnico.

    Dopo questo,continuo a ribadire che fin quanto la classifica si dimostra in linea con la programmazione della società,il tecnico non debba essere messa in discussione la posizione del tecnico e dico anche il perchè.

    Faccio solo due esempi che sono i più vicini ma anche per coerenza.

    Simeone,se vogliamo ricordare,il buon Cholo,spesso “regalava” i primi tempi agli avversari,per poi nella ripresa,cercare di aggiustare il tiro e spesso ci riusciva,ma non sempre,però,alla fine,Simeone,arrivato a gennaio con il Catania terz’ultimo,si è salvato,è ha raggiunto il record di punti,perciò,il suo gioco poteva piacere oppure no,ma il su obbiettivo lo ha raggiunto(vincendo a Brescia pen’ultima giornata).

    Stesso discorso si può fare per Montella,non a tutti piaceva il suo gioco,anche se la maggioranza dei tifosi lo apprezzava,parlo del gioco,fatto sta,che a dieci o nove giornate dalla fine,Montella ha raggiunto la salvezza e alla fine ha fatto il record di punti,perciò dico che,Maran deve continuare il suo lavoro,certo,perseverare potrebbe diventare pericoloso,ma fin quando questa prospettiva è lontana,vediamo cosa succede.

    Da parte mia,apprezzo sempre di meno il suo lavoro e nache una eventuale vittoria(‘tuccamu ‘feru)contro la Juventus non mi farebbe cambiare idea,perchè potrebbe essere una parita frutto di personalismi.

    Potrei cambiare idea se,Maran cominciasse a mettere a frutto quella flessibilità(e non è detto che dia risultati sicuri,però,si vedrebbe l’intenzione) che Gasparin gli ha riconosciuto tempo fa nella trasmissione sala Stampa o Corner,adesso non ricordo bene.

    Per chiudere,sono convinto che oggi,si è persa l’ennesima occasione di vincere contro un’Inter per niente trascedentale,tant’è,che solo gli errori dei rossazzurri,sia in fase d’attacco,ma soprattutto difensivi,hanno permesso che conquistassero i tre punti,oltre al mancato rigore,ma aggrapparsi solo a questo,sarebbe da vittimisti.

  7. Ip Address: 87.13.145.170

    Saluto il resto della compagnia,stavo scrivendo. 😉 😆

  8. Ip Address: 88.66.10.135

    Buona sera a tutti
    si e perso onorevolmente certo a dire il vero anche se il tasso tecnico dell’inter è superiore a quello del Catania
    ,si poteva portare un punticino dal san siro il primo gol si poteva e si doveva evitare ma al solito non si e fatto perchè le caxxate in difesa le
    fanno sempre e dico sempre in ogni partita poi maran non e stato capace di sorprendere l’inter si e giocato cosi come stramaccioni si aspettava che giocassimo insomma maran non e capace a opera in corso a cambiare atteggiamento tattico anzi nei secondi tempi non ci azzecca proprio se possibile con i suoi cambi peggiora le cose insomma qua se ci vogliamo salvare bisogna fare di più in trasferta e non e questione di uomini e proprio la mentalità del volere a tutti i costi fare punti che manca a questa squadra
    però ho notato con mio disappunto che nei momenti topici della partita cioe quando sembra che il catania stia accellerando il gioco e si spera in un pareggio o quanto meno di creare delle occasioni da gol ecco che stranamente l’arbitro fischia a senso unico cioe solo a favore di una delle due contendenti quarda caso chi ne usufruiva era sempre l’inter poi mi viene spontaneamente da dire che oltre al rigore che ci stava eccome se ci stava l’uno a zero dell’inter e nato da un azione fallosa della stessa inter anche li l’arbitro si e distratto un pochino sto cesso di arbitro va be va scusatemi ma mi girano le palle vedere perdere il catania quando invece col potenziale che ha questa squadra si potrebbe fare ben altro campionato buona sera

  9. Ip Address: 87.13.145.170

    Io contro la Juventus metterei in campo questa formazione con questo modulo: 3-5-2

    Frison

    Rolin-Legrottaglie-Spolli

    Izco-Barrientos-Lodi-Almiron-Marchese

    Bergessio-Gomez.

    Gomez lo farei giocare 15 metri dietro a Bergessio,così,potrebbe fare da traino sui rilanci della difesa e conquistati da Bergessio,oltre a poter svariare su tutti i fronti.

  10. Ip Address: 2.224.195.250

    slt.a tutti

    torno ora inczz nero da San Siro …ennesima trasferta a rodermi il fegato …
    mia moglie che mi dice .. ma a te chi te lo ha ordinato il medico ?

    su Andujar ormai non dico piu’ nulla…solo aggiungo Alvarez per la nuova coppia di gemelli del gol…
    Maran ? se lo avessi davanti lo manderei volentieri a vaff. ma purtroppo non ce l’ho…non sa’ leggere la partita…le sue sotituzioni ormai le indovinano anche i bambini che giocano al calcio , ma qui’ parliamo di serie A !!!
    Ricchiuti per Almiron…incredibile !
    Doukara e Salifu a fetere in panchina …Rolin ? dov’è?
    ma mi chiedo il presidente non si e’ ancora stufato di assistere a queste trasferte?
    e meno male che Maran ha discreti giocatori a parte i gemelli del gol…perche’ altrimenti sarebbe stato gia’ piu’ devastante di Giampollo e Atzori messi insieme…

  11. Ip Address: 2.2.21.135

    Buongiorno a tutti pari
    Se vinciamo siamo da Europa, se perdiamo immeritatamente a Milano e prendiamo 2 gol contro Cassano, errore di Alvarez e Palacios errore di Legrottaglie e ne ha fatti molti altri, siamo da B , e l’unica cosa che negli ultimi due anni dove Lo Monaco aveva ragione, tifosi mai contenti e la maggior parte da salotto , io per primo!!!!! BELLUSCI ERA INFORTUNAO!! Marchese ieri ha fatto una signora partita, Spolli rientrava e non era al massimo come Legrottaglie, ricordo per chi ha memoria corta, che “LO SCIENZIATO” proponeva Potenza titolare fisso anche come centrale…….e a proposito ieri che sia scienziato lo hanno detto anche alla domenica sportiva :mrgreen: :mrgreen: Minchia studia anche le frenate in gioco dell’avversario di turno 😯 😯
    Poi e dell’anno scorso che dico che Lodi e Almiron sono incompatibili contro squadre di livello superiore, a meno che non avessimo chi produce in gol tutte le occasioni che si creano in partita, ma sfortuna per noi , non lo abbiamo ed allora quando andiamo fuoricasa, un centrocampo più robusto non sarebbe male!!
    Ma detto tutto questo e tornando alla partita di ieri, io sono soddisfatto della squadra, abbiamo sperato fino all’ultimo in un pareggio e Rigore a parte lo meritavamo fino alla fine…. della partita, perchè siccome io non credo allo scudetto del Catania non mi dimentico che ieri giocavamo a Milano contro l’Inter ed il Catania ad oggi fuori casa ha giocato a ROMA FIRENZE e MILANO lasciando perdere l’unica vera partita dove abbiamo fatto schifo Bologna…….e senza dimenticare altresi che siamo a ridosso delle prime per l’Uefa alla quale io come sempre non credo e spero di non arrivare ,perchè ancora immaturi, se per caso andassimo in uefa i tifosi vorrebbero subito vincerla :mrgreen: :mrgreen:

    Ps Riguardo Ricchiuti oramai è chiaro che a gennaio va via e la società gli vuol dare una vetrina,en se la merita per quello che ha dato al Catania, mi verrebbe d’aggiungere, ” U restu su chia……………” :mrgreen: :mrgreen:

  12. Ip Address: 2.2.21.135

    Lo aggiungo adesso ” U restu su chiacchieri ie tabbaccheri i lignu”

    Dalla gaeetta dello sport ; filo milanesi ma sempre contro il Catania, squadra candidata per loro alla serie B!!! ma con tifosi da scudetto ed estetici come per il Barça del calcio champagne :mrgreen: :mrgreen: diciamo che siamo al 31 del st e se 6 arbitri dico 6 anzi ripeto 6 avessero fatto il proprio lavoro , senza assoggettarsi al Meazza?

    NTER-CATANIA 2-0 — Russo di Nola
    Tutta la partita di Russo (e dei suoi collaboratori) gira intorno all’episodio avvenuto al 31’ della ripresa. L’Inter è in vantaggio per 1-0, quando il Catania trova una buona ripartenza: Gomez punta l’area e cerca il dribbling su Guarin. L’interista affonda la gamba per due volte, non trovando il pallone e colpendo invece l’argentino. L’arbitro Russo non è nella posizione migliore: lontano dall’azione e con la visuale coperta. In suo soccorso, però, dovrebbe arrivare il giudice di porta Massa che vede frontalmente il contrasto. E probabilmente la decisione di far continuare è proprio di Massa. In ogni caso è un errore: ci stava il rigore come ha ammesso nel dopo partita anche Stramaccioni. Per il resto un paio di errori sui fuorigioco: penalizzata l’Inter.

  13. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..
    Ciao Chiarezza, guarda caso il Catania quando gioca bene perde :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    per me ieri ha giocato male causa delle scelte fatti dal grande allenatore Maran 😈 😈 😈

    difesa ancora con Alvarez che secondo me non è cosa “squalifiche, falli, ammonizioni”

    Centrocampo Izco, Almiron, Lodi hanno giocato malissimo.

    Attacco Barrientos fuori standard di forma non era in giornata bisognava sostituirlo.

    Portiere errore clamoroso sul secondo gol di Palacio.

    Vorrei vedere contro la Juventus che formazione metterà il Mister in campo, detto anche da Spolli ieri è ora di passare alla difesa a tre con l’inserimento di Rolin.

  14. Ip Address: 79.12.22.101

    Buongiorno a tutti,che siamo tutti tifosi da salotto non lo so,per quanto mi riguarda,io lo sono,ma non significa che devo standardizzarmi alle idee degli altri.

    Vittorio,da più piccolo sarò io a rivolgerti la parola,a prescindere da quello che farai tu.

    Mi dispiace per te,ma hai la pretesa che o si sia con te,o si è contro di te,ma permettimi,non funziona così.
    Se per te,Montella non è un buon allenatore(non parlo dell’uomo che mi ha profondamente deluso),rimane un fatto soggettivo e non puoi far passare delle riflessioni positive dei media su Montella a negative,ci sta tutto che a te non sia mai piaciuto e continua a non piacerti,nessuno ti dice di fare il contrario,però,se qualc’uno dissente su Maran,visto che a te piace,allora ci trovi tutte le giustificazione del mondo,ma anche questo sta nell’ordine delle cose.

    Quello che non riesco a capire,visto che spesso parli di coerenza,come fai a giustificare la presenza in campo di Alvarez,con Rolin che sta per diventare un caso,giustifichi l’ingresso di Ricchiuti con il fatto che la società a gennaio lo deve vendere(vorrei capire chi lo vuole se non a gratis).

    Sulla gestione tattica della squadra,dici che Montella faceva giocare Potenza a destra,ma viste le prestazioni di Alvarez(ad oggi è costato almeno cinque punti al Catania),forse tutti i torti non aveva,almeno fino a quando non è arrivato Motta,che pur facendo delle prestazioni alterne,sempre meglio di tutti e due messi insieme(purtroppo Alvarez,non è più quello che ho apprezzato nel primo anno).

    Continui a dire che Lodi e Almiron non possono giocare assieme,ma i fatti ti smentiscono,perchè la media voto di tutti e due nello scorso campionato,è oltre la sufficienza e a detta di tutti,è proprio la loro contemporanea presenza in campo a dare qualità e quantità(Izco compreso per quantità) al centrocampo del Catania,almeno chè,la maggior parte di noi tifosi e addetti ai lavori non siamo degli asini in materia calcistica :mrgreen:

    A mio modesto parere,il Catania di quest’anno,potrebbe fare più dello scorso campionato e anche la società si aspetta qualcosina in più,vista il livellamento,verso il basso,di questo campionato,mettendo sempre come priorità la salvezza.
    L’Inter di ieri,è poca cosa a dispetto degli anni precedenti,solo alcuni errori individuali hanno esaltato la prestazione di Cassano,per il resto,se vogliamo scendere nei particolari,gli episodi dicono,che il Catania poteva vincere la partita,e sono d’accordo con i tifosi che asseriscono che Maran non ha saputo leggere la partita.

    Penso che,se la maggior parte dei tifosi,da salotto e non :mrgreen: :mrgreen: dicono che Marchese rimane spesso bloccato(sono d’accordo che ha disputato una buona gara,ma io dicevo un’altra cosa) e trova maggiori difficoltà a dispetto dello scorso anno,forse un tantino di verità ci può essere.

    Se più persone dicono che lo scorso anno,con Lodi a ridosso della difesa e Almiron 15 metri più avanti,invece che nella stessa linea di centrocampo,hanno prodotto dei buoni risultati,forse qualcosina di vero ci sarà.

    Forse dico una bugia quando affermo che lo scorso anno Gomez e Barrientos,avevano l’ordine durante la gara di scambiarsi di fascia per dare meno punti di riferimento agli avversari? e non penso che i risultati siano stati negativi,a prescindere dalle prestazioni dei singoli.

    Vittorio,io non devo e non voglio convincerti di niente(anche perchè volendo non ci riuscirei :mrgreen: ),ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

    Parole tue,su tutti chiacchiri e tabbaccheri di lignu,Maran,deve fare meglio dello scorso anno,se no,avrà fallito,se ci riuscirà,anche con un gioco che a me,o qualcun’altro non piacerà,tanto di cappello lo stesso.

    Ad oggi,la classifica del Catania,è più,per la forza trainande della squadra,che,per meriti di Maran,mio modestissimo parere.

  15. Ip Address: 79.12.22.101

    ciao Joe,scrivevamo in contemporanea 😆 😆
    Andujar ha sbagliato anche sul primo,lo già spiegato ieri. :mrgreen:

  16. Ip Address: 212.195.241.127

    1° Mai detto che Maran mi piace, ma aspetto di giudicarlo e lo critico spesso per i suoi cambi
    2° Se i media parlano bene di Montella, (ma adesso che è a Firenze già incominciano a criticarne la sua prolificità pur avendo in attacco Jovetic che il Catania non ha) i cosiddetti media dicono che Maran a Catania sta facendo benissimo ed addirittura parlano di squadra rivelazione del campionato. Allora non si puo’ appigliarsi ai media per Montella e chiudere gli occhi per Maran,
    3° Mai criticato Potenza in quanto terzino….ma Centrale ne abbiamo visto i risultati con Bellusci in panchina, se poi mettiamo anche Lanzafame terzino……..
    4° I fatti su Lodi e Almiron mi dicono che l’anno scorso il Catania ha perso una marea di partite per colpa di uno dei due e quest’anno la cosa si ripete, se non c’è un argine a centrocampo ed il solo Izco, poverino non c’è la puo’ fare…..è poi inutile dare la colpa ad Alvarez, che ha sbagliato si, ma sia nel primo gol che nel secondo, gli errori sono a monte, Spolli infilato come un tordo con Cambiasso nella trequarti del Catania solo soletto, , dov’erano i centrocampisti?
    5° Per ora abbiamo incontrato fuori casa, Roma, Fiorentina, Bologna e Inter ed in casa Genoa, Napoli Atalanta e Parma, la classifica dice che in casa dopo la Juve ed il Napoli a 12 punti siamo al
    terzo posto con 10 punti come guarda caso la Fiorentina , ma se andiamo in trasferta le cose cambiano siamo penultimi con 1 punto ma la Fiorentina, ne ha fatti solo 2 che strana combinazione….. ma c’è da dire che il Catania ha giocato a Roma a Firenze ed a Milano mentre la Fiorentina a Napoli, Parma Milano e Chievo e mentre a Milano l’Inter la dominata ieri non posso dire altrettanto. Tutto questo mi fà pensare che Maran in trasferta deve prendere in seria considerazione che non puo’ giocare con Almiron Lodi Gomez Barrientos e non avere chi traduce in gol la mole di lavoro svolto.
    La stessa Inter anche contro il modesto Catania ha finito di giocare col 4-4-2 ed è tutto dire.
    Poi lamentarsi di quello che abbiamo fatto fin’ora è quanto meno , diciamo esagerato?
    chiudo con Andujar, per colpa sua non vinceremo lo scudetto, perché, senza di lui ma con chi non so’ che nemmeno Buffon o Casillas si puo’ parlare, dicevo senza i suoi errori il Catania era in testa alla classifica……. :mrgreen:

  17. Ip Address: 79.27.108.22

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi.
    Io personalmente ho poco da aggiungere ai vostri commenti, quello che ho da dire l’ho già detto inviando il nuovo articolo che a breve leggerete.
    Quando faccio un pronostico come si suol dire “ci metto la faccia” nel senso che mi sbilancio con convinzione a costo di sbagliarmi, cosa che può capitare e che mi è capitata.
    Quest’estate fra i tanti articoli ne ho scritto uno dal titolo “La scommessa di Maran” che varrebbe la pena rileggere, in cui esprimevo delle perplessità sulla scelta di questo tecnico.
    Non è che Maran non mi piaccia in faccia, semplicemente secondo il mio parere personale non vale assolutamente Montella ed è privo di esperienza di serie A.
    Tuttavia, il Catania attualmente è al settimo posto e pertanto non è il caso di fare alcun processo. Vediamo quale sarà la situazione fra quattro partite dopo la dodicesima di campionato.

  18. Ip Address: 95.251.42.232

    Salve raga’!!!
    Raga’, ho un problema familiare che mi tiene un po’ lontano dal PC.
    Letto e straletti i vostri commenti.
    Sono anch’io incazzato nero come “Val”, con chiunque perde il Catania, ma non bisogna perdere la bussola perche se no e’ notte fonda.
    Siamo tutti concordi che ci manchi uno che la mette dentro che poi Mister Maran mette sempre gli stessi avra’ i suoi buoni motivi e poi mica e’ un pivello.

    Buon prosieguo di giornata a tutti!!!
    Forza Catania!!!!

  19. Ip Address: 212.195.241.127

    Parole e musica di Stramaccione

    Non lo dice esplicitamente ma Stramaccioni ammette che il rigore chiesto a gran voce dal Catania a metà del secondo tempo quando il match era ancora sull’1-0 c’era: “è stato un errore gravissimo – riconosce ai microfoni di Sky Sport – Sul calcio d’angolo siamo andati a saltar in 5, lasciando sguarnita la difesa. È un episodio che avrebbe potuto pareggiare la partita, in un momento in cui tra l’altro il Catania lo avrebbe meritato: lì mi sono arrabbiato con i miei”.

  20. Ip Address: 79.27.108.22

    E vai!
    Anche per quest’anno il «trio delle meraviglie» formato da Zamparini, Cellino e Preziosi non si è smentito.
    Notizia certa: dopo Zamparini e Cellino anche Preziosi ha compiuto il suo doveroso compito: licenziato l’allenatore Gigi De Canio al suo posto è in arrivo Del Neri.

  21. Ip Address: 2.224.195.250

    Giorgio ieri ho perso letteralmente …la bussola

    sul rigore ho mandato anche a quel paese uno steward in fianco a me …anche se poi 10 minuti dopo ci siamo chiariti
    … ma quello che non sopporto e’ vedere che mentre Stramaccioni era come se giocasse a scacchi la partita cambiando giocatori e modulo …
    Maran assisteva impotente e nervosamente in panchina e lasciava tutto invariato…
    (certi aspetti della partita si possono cogliere solo dallo stadio e non dalle immagini)
    …se non poi la solita ennesima sostituzione di Almiron con il solito Castro…

    l’Inter di ieri e’ veramente poca cosa (a parte le individualita’) e bastava poco per uscire dal Meazza con un risultato positivo
    se poi aggiungiamo che il gemello del gol ha preso il solito gol sotto le gambe ed il secondo …sull’ennesimo tiro nell’ennesima partita … sul suo palo…
    Ricchiuti…lo ammiro per quello che ha dato fino a poco tempo fa al nostro Catania ma riproporlo oggi e al posto di Almiron risulta davvero incomprensibile…
    infine anche per qualche spezzone vorrei vedere Rolin Doukara Salifu
    e non vedere ancora i due gemelli del gol …Frison titolare !
    quando si fanno sempre km e km per andare in trasferta (perenne) spendere sempre non meno di 100 euro …ed assistere ad ennesime sconfitte …e sempre per lo stesso mink di problema …comincia a ribollire il sangue….

  22. Ip Address: 79.33.41.95

    buonasera a tutti fratelli dal cuore rosso e azzurro Il Catania resta lassù.. -3 dal cielo, +4 sul “livello del mare”

    Il Catania resta lassù in classifica, adesso solitario a quota undici. Favorevole l’esito delle altre sfide, perdono tutte le dirette inseguitrici mentre Fiorentina e Roma, prima condomine, fanno passi avanti. Resta stabile il vantaggio sulla zona retrocessione, che vede il Pescara terzultimo.
    😈 😈

  23. Ip Address: 79.33.41.95

    inShare
    digg
    Due pareggi, sette vittorie interne e una sola esterna nell’ottava giornata di serie A. I goal non mancano: 25 totali di cui 17 sono stati siglati dalle squadre padrone di casa. La vittoria con più goal è quella dell’Olimpico tra Lazio e Milan per un totale di cinque reti. I migliori marcatori di questa giornata sono Amauri e Osvaldo, entrambi a quota 2 goal, siglati alle due squadre ligure. Due rimonte, quella di Bergamo ai danni del Siena e quella della Roma afflitta al povero Genoa.

    Il Catania: Sconfitta tra le polemiche per un calcio di rigore non assegnato. In questo modo viene superata dalla Fiorentina, che si porta a quota 12, e dalla Roma, a quota 14. La posizione degli etnei resta sempre di alta classifica ma alle sue spalle sono molte di più, adesso, le formazioni minacciose. Tra le altre il Parma, l’Udinese e la ritrovata Atalanta che si uniscono a Sampdoria, Torino e Genoa. L’Europa adesso è distante tre punti, il terzultimo posto quattro.

    Il Prossimo Avversario: La Juve vince contro il suo diretto avversario, il Napoli. Allo Juventus Stadium, Cavani, nel primo tempo, spaventa i tifosi bianconeri colpendo l’incrocio dei pali con un missile da punizione angolatissima. Nel finale del secondo tempo la partita si sblocca con un colpo di testa di Caceres che spiazza De Sanctis, e, dopo qualche minuto, il neo entrato Pogba chiude la partita con un tiro al volo che non da’ scampo per il portiere abbruzzese. Al Massimino, Antonio Conte avrà a disposizione tutta la rosa, nessun diffidato e nessun squalificato.

    Chi Sale: Il Cagliari tra le polemiche. A Quardu, nel primo tempo non viene concesso un goal al Bologna, ma poi, nel secondo, Nainggolan approfitta di un rimpallo con Antonsson ed infila la palla alla Sinistra di Agliardi. Vince anche l’Udinese di Guidolin in 10 uomini grazie all’esordiente Maicosuel che approfitta di 2 lisci della formazione biancoceleste, ed inscacca. L’Atalanta si sveglia dopo 3 batoste consecutive vincendo contro il Siena. Nel giorno dei 105 anni di presenza per il club Bergamasco,a passare in vantaggio è, invece, la società toscana con il neo entrato Ferreira che si inserisce in area e segna lo 0-1. L’Atalanta si sveglia subito e si riporta in pareggio con la punizione di Cigarini. Dopo è una altra partita, la squadra di casa crede nella rimonta e ci riesce nel finale, grazie alla rete di Giacomo Buonaventura che, con un gran destro, annienta la formazione bianconera.

    Così Così:Tante occasione ma nessun goal; questo è il pareggio a reti bianche tra Palermo e Torino, caratterizzato dalle numerose parate dal portiere belga Gillet. Tutt’altro è il pareggio tra Chievo e Fiorentina finito 1-1. Al Bentegodi passa in vantaggio la formazione gialloblu con Théréau con un diagonale perfetto, ma il vantaggio veronese viene subito annullato dal goal di Rodriguez su calcio d’angolo dopo qualche secondo.

    Chi Scende: Il Milan che colleziona la 5° sconfitta in 8 partite. Questa volta l’artefice è la Lazio che nei primi 50 min realizza ben 3 goal con 3 magie di Hernanes, Candreva e Klose. Allora il Milan si sveglia ed accorcia le distanze, prima con l’inserimento di De Jong, poi con El Sharaawy che da posizione defilata, si accentra e infila il pallone dove Bizzarri, preferito nella formazione titolare, non può arrivare. La Samp ottiene il 3° K.O. consecutivo, perdendo contro un Parma ben organizzato in campo. Al Tardini, a passare in vantaggio nel primo tempo è il Parma con Amauri che, realizza il goal dalla massima punizione. La squadra padrona di casa, allora, approfitta della superiorità numerica e raddoppia ancora con un colpo di testa di Amauri, questa volta nel secondo tempo. La Samp si sveglia troppo tardi: inutile in rigore trasformato da Eder nei minuti finali. Il Genoa affonda a Marassi. Dopo essere passati in vantaggio con Kucka e Jancovic nel primo quarto d’ora, i rossoblu si addormentano e la Roma di Zeman comincia a prendere fiducia, rimontando totalmente la partita: da 2-0 a 2-4. Prima Totti spiazza Frey con un diagonale angolatissimo, poi Osvaldo realizza la rimonta con due magie spettacolari. Infine Lamela chiude i conti con un tiro a giro sul quale Frey tocca ma non abbastanza.

    La Classifica: Prima la Juve campione d’Italia a 22 punti, segue Napoli a 19, Lazio e Inter a 18, Roma a 14. Fiorentina a 12, quindi Catania a 11, Samp a 10, Torino, Genoa, Parma e Udinese a 9. Seguono Cagliari e Atalanta a 8. Il Milan, in zona retrocessione, a quota 7 con Bologna, Chievo e Pescara. Chiudono Palermo a 6 e Siena a 2.

    Risultati:

    Juventus-Napoli 2-0 (Caceres 80′(JUV), Pogba 82′(JUV))

    Lazio-Milan 3-2 ( Hernanes 25′(LAZ), Candreva 41′(LAZ), Klose 49′(LAZ), De Jong 61′(MIL), El Sharaawy 79′(MIL))

    Cagliari – Bologna 1-0 ( Nainggolan 61′(CAG))

    Inter-Catania 1-0 ( Cassano 28′ (INT))

    Atalanta-Siena 2-1(Ferreira 59′ (SIE), Cigarini 62′ (ATA), Bonaventura 82′(ATA))

    Chievo-Fiorentina 1-1 (Théréau 17′(CHIE), Rodriguez 18′(FIO))

    Udinese-Pescara 1-0 (Maicosuel 53′ (UDI))

    Parma-Sampdoria 2-1 (Amauri 36′, 53′ (PAR), Eder 81′ (SAMP))

    Palermo-Torino 0-0

    Genoa – Roma 2-4(Kucka 7′ (GEN), Jankovic 15′ (GEN), Totti 27′ (ROM), Osvaldo 44′, 55′ (ROM), Lamela 83′ (ROM))

  24. Ip Address: 79.27.108.22

    Ciao Angelo, buono il tuo commento, ma ti avviso che a Genova di reti ne sono state segnate sei, una in più dell’Olimpico.

  25. Ip Address: 79.27.108.22

    Ancora Angelo, tanto per essere precisi, Maicosuel non era niente affatto esordiente, aveva già segnato in Fiorentina-Udinese 2-1 nella prima giornata di campionato nel primo anticipo, po il calciatore che ha segnato del Siena calcisticamente si chiama Reginaldo.
    Ciao, un caro saluto.

  26. Ip Address: 79.33.41.95

    Retaggio del passato
    Sarà forse solo una coincidenza? I numeri realizzativi di Fiorentina e Catania si assomigliano nel loro difetto rispetto alle occasioni create. L’attuale squada di Montella ne ha realizzate 9, praticamente una a partita, record negativo della metà alta della classifica insieme a Torino e Catania, la squadra lasciata in eredità a Maran.

    Goal di Palacio
    Per il fantasista scuola Boca si tratta della terza rete al Catania, a cui anche l’anno scorso aveva segnato in campo amico, a Marassi, con la maglia del Genoa, addirittura una doppietta (finì 3-0). Si tratta della prima rete nerazzurra da titolare.

    Goal di Cassano
    Anche Cassano segna il suo terzo goal al Catania, anche il fantasista barese prima di domenica aveva segnato solo una volta al Catania, in campo amico, a Marassi, con la maglia della Sampdoria, anche in quel caso una doppietta per un 3-0.

    Cambiasso protagonista in assist
    Quattro reti al Catania, tre ad Andujar, giocando più lontano dalla porta Estaban Cambiasso riesce comunque a farla pagare al Catania per quelle “lacrime” dell’anno scorso e confeziona l’assist decisivo per la rete di Cassano.

    Alvarez sempre protagonista negativo
    Lo svarione su Nico Lopez nel 2-2 contro la Roma; il confronto perso con Vargas nello 0-1 (poi 3-2) segnato da Kucka per il Genoa; il rosso al primo minuto per fallo su Cavani che costringe il Catania in 10 per 90′. La marcatura su Gilardino che fa sponda per l’1-0 che apre al poker del Bologna sul Catania. Ultimo errore il lancio di Cambiasso che lo sorpassa propiziando il goal dell’1-0 di Cassano.

    I goal sul primo palo presi da Andujar
    Roma-Catania, Nico Lopez allo scadere. Fiorentina-Catania, la rete di Jovetic che apre le marcature. Inter-Catania, la conclusione di Palacio che chiude i conti sul 2-0.

    Andujar record negativo contro l’Inter
    Alla sua prima da titolare a San Siro contro l’Inter, Andujar conferma la sua tradizione negativa subendo la quinta rete in quattro partite dai nerazzurri.

    Il Catania non ha mai vinto contro l’Inter
    Gli etnei proseguono di par loro a poter considerare tabù lo stadio di San Siro dove hanno vinto una sola volta, in Coppa Italia, contro il Milan.

    Candelina 160
    Mariano Julio Izco ha festeggiato insieme a Matias Silvestre, come promesso alla vigilia, la sua 160^ presenza in maglia rossazzurra. L’argentino è l’unico giocatore del Catania superstite della squadra neopromossa in A, l’unico anche ad esser stato allenato da tutti i tecnici avvicendatisi in questi 7 anni a guida dei rossazzurri.

    Si continua a prender goal in trasferta
    Con 10 reti in 4 partite il Catania è la squadra più perforata in trasferta, seconda in media solo al Chievo Verona (2.7 goal a partita).

    Mai meno di due
    In questo campionato il Catania non ha mai chiuso una partita esterna senza subire reti e mai senza subire meno di due goal.

    Né pro né contro
    Il Catania è l’unica squadra di A, insieme al Palermo, a non essersi mai sentita fischiare un rigore né contro né a favore. Unica altre squadre a non aver mai giovato di un rigore a favore sono Pescara ed Atalanta.

    Per l’Inter sono quattro
    Lo stato di forma dell’Inter si rispecchia nei risultati ottenuti nelle ultime giornate. Quella contro il Catania è la quarta vittoria di fila per i nerazzurri di Stramaccioni che adesso insidiano le vette della classifica.

    Ruolino negativo
    Il ruolino in trasferta del Catania inizia a divenir patologico. Solo un punto, peggio ha fatto solo il Chievo, ancora a zero. Tre sconfitte consecutive ed il pareggio alla prima giornata.

    Bergessio fuori casa
    Il bomber del Catania, Gonzalo Bergessio, non segna lontano dal Massimino dal 26 Ottobre 2011, in cui risultò decisivo nel pareggio 1-1 all’Olimpico, contro la Lazio. Dei quindici goal messi a segno con la maglia del Catania, l’argentino ne ha messo a segno solo un altro in trasferta, stagione 2010/2011, l’1-2 che a Brescia valse la matematica permanenza in serie A.

    Troppo poche
    Sono appena due le reti messe a segno dal Catania lontano dal Massimino. Gli etnei sono a secco di goal esterni da tre partite e figurano come il secondo peggior attacco esterno dopo quello del Chievo Verona.

    Commenti tutto il resto e noia

  27. Ip Address: 79.33.41.95

    Gli errori (si) contano. Bergessio, un anno di astinenza dal goal
    Numeri eloquenti per il Catania versione trasferta. La squadra di Maran subisce goal con cadenza costante, mai meno di due a partita, e non riesce a segnarne ormai da tre partite. Bergessio non segna da un anno lontano dal Massimino. Gli errori di Alvarez ed Andujar sono ormai seriali. A San Siro solo Izco ha qualcosa da festeggiare..

  28. Ip Address: 79.33.41.95

    Fino a quando.. è per il bene del Catania.

    “Quo usque tandem abutere, Catilina, patientia nostra”*, ovvero anche gli antichi romani avevano i loro bei problemi con gente dura di comprendonio, renitente al cambiamento od alla semplice costatazione autocritica di ciò che, al di là dei propri ostinati convincimenti, fosse più utile per il bene della comunità.

  29. Ip Address: 79.33.41.95

    Per chi non conoscesse questa storia, ai tempi, ben prima delle riottosità tra Zeman e De Rossi, a Roma era quotidiana contesa anche allora su chi e tra chi, dei tanti “titolati”, dovesse esser “il titolare”. Il calcio non esisteva ancora, ma tutti i vizi e le virtù che duemila anni (circa) dopo l’avrebbero riguardato, sì.

    Nell’alternanza tra “potenti” e “capaci”, sempiterno il dibattito pubblico era l’ostacolo più impervio alla scalata dei primi che, più affini ad altre armi ed altri palcoscenici, quando possibile l’evitavano spergiurando compromessi, se inevitabile l’estinguevano congiurando per mantenere o sovvertire l’ordine costituito.

    Vera o presunta però, l’inclinazione alla congiura è sempre stata, per natura, arma a taglio doppio: Quando c’è, può non vedersi prima che i potenti la compiano. Quando non c’è, i capaci posson dir d’averlaz vista e scoprir se il sentimento dei “titolati” per il titolare sia rispetto, timore od indignazione. E fomentarlo ad arte.

    Così magari, prendendo spunto dal passato, sarebbe bene “parlar pubblicamente” di quel che pubblico è ma che, taciuto nonostante l’accrescersi giornata dopo giornata della sua evidenza, sta assumendo anche agli occhi dei meno malizioni le fattezze di una congiura quantomeno alle speranze europeistice del Catania.

    Perché un errore può anche esser casuale. Due simili, indice di un problema. Tre identici, sentore di incapacità. Arrivassimo al quarto non basterebbe più neanche ammetere l’incapacità di qualcuno per sedar il timore o l’indignazione che chissà chi stia ordendo chissà cosa, per chissà quale oscuro motivo.

    Visto che è logico non esserci né alcun motivo, né alcuno che non voglia il meglio per il Catania, a Catania, perché alimentare indignazione e timore con sempre gli stessi errori? Il rischio è quello di commetter un errore, di nuovo? Fosse un “errore nuovo” non sarebbe “pericoloso” come il quarto della stessa serie.

    Il bene comune non può poggiar sulla rigida gerarchia più a lungo del tempo a questa concesso dai meriti pregressi. Oltrepassato questo limite, o cambiano meritocraticamente le gerarchie, o cambiano inevitabilmente gli umori del “popolo”, importanti tanto quanto quelli dei “titolati”, dei quali non sappiamo.

    Nessuno ha mai parlato d’Europa, vero. Questa è la nostra “piccola congiura” alla serie A, quindi continueremo a spergiurare di non pensarci nemmeno, giusto. Ma quanto e fino a quando dovremo ancora soffrire e far finta di non soffrire prima che arrivi il momento di venire allo scoperto? Prima di Gennaio no?

    Fino a quando dovremo continuare a voltare lo sguardo come fanno gli arbitri a San Siro? Fino a quando dovremo continuare a voltare le spalle agli avversarsi? Fino a quando dovremo continuare a voltare l’angolo e girare in tondo? Tutti certi, fosse chiaro esser per il bene del Catania avremmo più pazienza di Cicerone.

    Ma almeno lo si dica, si accetti di correr il rischio dell’incapacità, alla quale c’è comprensione e rimedio, ma si sgombri la strada dalle illazioni ben più perniciose e compromettenti. Giacché ,andando avanti per la nostra strada con lo sguardo voltato, continuassimo a prender tranvate “random” contro pali della luce, semafori e quant’altro due domeniche sì ed una no.. Fino a quando sapremo esser un male inevitabile, per il bene del Catania, lo sopporteremo.

    *“Quo usque tandem abutere, Catilina, patientia nostra? quam diu etiam furor iste tuus nos eludet? quem ad finem sese effrenata iactabit audacia?” (Cicerone)

    Trad. “Fino a che punto abuserai ancora della nostra pazienza, o Catilina? Per quanto tempo ancora codesto tuo furore si prenderà gioco di noi? A quale limite si spingerà la sfrenata tua audacia?”

  30. Ip Address: 79.33.41.95

    un caro saluto al prof ti ringrazio per le tue precisazzioni buona serata 😉 😉 😉

  31. Ip Address: 79.12.22.101

    Buona sera a tutti.

    Faccio una riflessione sul tuo quarto punto,il fatto che l’anno scorso si sono perse un sacco di partite per colpa di Almiron e Lodi,sinceramente è la prima volta che lo sento dire,magari tu lo avrai detto un sacco di volte,ma di altri mi è sconosciuto e comunque,restiamo sempre sul soggettivo.

    Per quanto riguarda i “meriti”che i media danno a Maran,non ho mai detto che non si devono prendere in considerazione e se rileggi i miei post,sono uno di quelli che non pensa all’esonero di Maran,ma di darle il tempo dovuto,che poi,io non pensi che,la classifica attuale rispecchi più la bravura della squadra che i suoi meriti,è un altro discorso e rimane un’opinione soggettiva anch’essa.

    Su Andujar,negare l’evidenza mi sembra pretestuoso e degli errori di Casillas o quant’altri,sinceramente non m’interessa e il paragone mi sembra molto,ma molto azzardato,questi portieri fanno un errore,ma poi ti portano una caterva di punti,non si può certo dire la stessa cosa di Andujar,che da quando è a Catania,ha fatto più danni lui che la bomba atomica :mrgreen:

    Per certi aspetti apprezzo Maran come tecnico serio e lavoratore,ma evidenziare gli “errori” che possa fare nelle gare non è peccato,lo facevo anche con Montella,ma come ho detto ieri,Maran potrebbe non piacermi come gestisce certe situazioni tecniche,ma se raggiunge l’obbiettivo prefissato dalla società,tanto di cappello.

    Anzi,sentendolo stasera a corner,ho avuto una buona impressione,penso che sia una persona a modo,però,nel calcio,questo non sempre paga. :mrgreen: :mrgreen:

  32. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari,

    Ciao Prtof
    Tutto regolare e lapallissiano :mrgreen: :mrgreen: ma il Catania visto a Roma non era la stessa squadra che al 93° rischia di vincere ancora attaccando? e non è la stassa squadra che in 10 contro il Napoli per 92 minuti non si fà battere e non è la squadra che diciamo la prima tra quelle che si debbano salvare? ora se noi vogliamo a tutti i costi criticare che non abbiamo il gioco champagne……io non del Catania attuale non mi lamento anzi, ma come dicevi tu dire che si debba giudicare Maran , che ripeto io non difendo o lo ami particolarmente, forse per chi conosce il mio pensiero che ribadisco ” Il bravo allenatore è quello che fà meno danni” e per dirla tutta Maran forse lo criticato tra virgolette più di tutti, non mi piace la sua fissazione di continuare col 4-3-3 con Lodi e Almiron in TRASFERTA, Domenica il secondo Gol è scaturito da una palla persa a centrocampo da Almiron, cosa che è successo anche l’anno scorso sia da parte sua che di Lodi, ma tornado all’allenatore , per me il top è stato Simeone, senza tanti fronzoli, (è FRONZOLI è stato il mio commento a caldo alla fine della partita di Milano), e grinta da vendere, o sempre detto che vorrei un allenatore Argentinoi che so Sensini, Passarella gente che ha vinto tanto ma con una grinta enorme che ispirano hai giocatori timore riverenziale, a Milano per me è mancata la squadra nel senso lato della parola, ognuno giocava , specialmente Barrientos e Gomez per mettersi in mostra, troppi tic e tac che non portano a niente, troppi palloni persi per mancanza di grinta, il palo di Ranocchia ne è la prova, in due si fanno togliere la palla da Cambiasso che con la grinta di un ventenne alle prime armi li azzanna e crossa, poi vorrei dirti riguardo il tuo post di ieri, che non si potrà giudicare Maran, dopo le prossime tre partite, ma forse farsi un idea, perchè incontra Juve, Lazio ed Udinese, non è che sia una passeggiata…..vorrei arrivare a 24 -25 punti alla fine del girone d’andata in linea con gli obbiettivi

    Caro Beppe

    Riguardo ai meriti tra Montella e Maran mi riferivo al tuo ultimo post
    Su Lodi ed Almiron il mio è un discorso articolato anche in merito hai risultati che otteniamo in trasferta, anche con Montella o altri, un motivo ci sarà e poi vedendo giocare la Fiorentina mi sembra il Catania dell’anno scorso, tic e tac poi complimenti anche perdendo,

    Su Andujar la mia era solo una provocazione, non si puo’ mettere in croce sempre, dare la colpa a lui del secondo gol dell’Inter…..quando Almiron e un’altro a centrocampo perdono una stupidissima palla, e Legrottaglie si fà superare in una frazione di secondo da uno stop di petto a seguire…….bastava contrastarlo anche con una leggerissima spinta, ma forse Legrottaglie ha bisogno di tirare il fiato, e vedersi arrivare una bomba da 6metri e se Palacio avesse incrociato il tiro sul secondo palo? cosa avremmo detto ? Ma i miei punti si certo sono soggettivi, ma con , per me logiche spiegazioni,
    Comunque nel contesto del sito e nella signorilità, mi fà sempre piacere interloquire con te di calcio , ma senza pregiudizi a prescindere, cosa che anche a me capita, quando vedo che mi si attaccano i giocatori, chiunque essi siano

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu