Lug 232011
 

Diceva così una canzone degli anni sessanta, interpretata magistralmente da una splendida Delia Scala, nel voler significare, che in un rapporto se non c’è un po’ di pepe, il tutto potrebbe essere noioso, forse Lo Monaco e Pulvirenti, ogni tanto prendono spunto da questa canzone per vivacizzare un po’ il loro rapporto che dura da dieci anni. Oppure, una volta si diceva che c’era la crisi del settimo anno, bè, vuol dire che si è spostata di tre anni in avanti, perciò il duo del Catania sta vivendo la crisi del decimo anno.

A parte le ironie, non ci si spiega, come un’accoppiata ben affiatata e in sincronia con le idee, come quella formata dal presidente del Catania Pulvirenti e dell’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, possano arrivare a un passo dalla rottura del loro rapporto di lavoro (perché quello dell’amicizia è intoccabile a detta dei due), per “mancanza di comunicazione”, ritengo doveroso virgolettare questa ultima frase, perché sembra una giustificazione, che non trova basi tali da poterla veramente tenere in considerazione. Forse la verità a poco a poco verrà a galla, dalle primissime dichiarazioni di Pulvirenti, “non ne sapevo nulla”, alla sibillina risposta di Lo Monaco, “sapeva tutto”, ne sta venendo fuori a pezzettini, ciò che si erano detti ma che forse non avevano del tutto chiarito le proprie perplessità, soprattutto da parte del presidente (ne avevamo parlato, ma non ero d’accordo), nell’attesa dell’affare Salernitana da parte di Lo Monaco.

A oggi nulla è compromesso, bisogna solo sedersi uno di fronte all’altro e dirsi le cose some stanno, Lo Monaco non vorrebbe mai lasciare la Sicilia e il Catania in particolare, Pulvirenti non vorrebbe lasciarsi scappare un direttore così in gamba; allora bisogna non perdere tempo, siamo in un bel mezzo di un calcio mercato più che attivo, ci sono operazioni in corso che bisogna portare a termine, anche se nella maggior parte dei tifosi catanesi non è mai stata messa in dubbio la professionalità di Lo Monaco nel voler completare e portare avanti il lavoro intrapreso, se non prima che la società rossazzurra non avesse trovato un suo sostituto nell’eventualità della chiusura del rapporto fra il direttore e il Catania.

Questa società in sei anni, con, alla guida questi due condottieri, hanno fatto e stanno facendo per il Catania e Catania, cose egregie, per di più, le idee prospettate da Pulvirenti e Lo Monaco, a partire dallo stadio nuovo, sono motivo di speranza e orgoglio per questa città. Ci sono pochissimi tifosi, se così possiamo definirli, che continuano a dileggiare il lavoro del direttore, ma ce ne sono tantissimi altri, anche se fanno meno rumore dei primi, che apprezzano Lo Monaco e vorrebbero che la sua collaborazione con Pulvirenti continuasse.

Però, non si deve pensare che se questa “frattura” fra i due massimi esponenti della società, non si dovesse ricomporre, tutto sarebbe compromesso, non è così, come dice lo stesso Lo Monaco, hanno costruito una società solida e forte, in grado di sopportare eventuali cambiamenti, anche in negativo, tale è diventata la forza di questa società, che anche un eventuale passo falso, sarebbe in grado si assuefarlo per poi ripartire più forte di prima. Allora forse è il caso, che anche in questa situazione, bisogna chiarire e accantonare tutto e ripartire più forti di prima. Carissimo sig. Presidente, Carissimo sig. Lo Monaco, di solito nelle crisi di un rapporto a due, c’è di base la “presunzione” di pensare che uno abbia ragione e l’altro torto, però spesso dopo avere aperto un dialogo chiaro e sincero, ci si accorge, che entrambi avevano torto e avevano ragione, mostrando e al primo posto, che l’umiltà è il vero passo verso un’unione forte e duratura.

  66 Commenti per “L’AMORE NON E’ BELLO SE NON E’ LITIGARELLO!!”

  1. Ip Address: 80.117.60.217

    buon pomerigio ha tutti catanisti ciao peppe bell’articolo spero che tutto si risolva in bene x il nostro catania forza catania sempre

  2. Ip Address: 80.180.151.122

    Buonasera ragta’!!!
    Ciao angelo!!! 😉 😉 😉
    Buon articolo peppe!!! 😉 😉 😉
    Spero che torni sulla terra zio Petrus e che ognuno rispetti i ruoli con reciproca soddisfazione. Certo che, come sapete benissimo. “la goccia fa traboccare il vaso” significa che fra i due qualcosa sara’ successo prima del “botto”.
    Buona serata a tutti!!!

  3. Ip Address: 95.247.97.24

    Grazie per i complimenti.Angelo,ti consiglio l’indifferenza.

  4. Ip Address: 80.117.60.217

    so chi e questa persona se cosi si puo chiamare fa parete di questo sito grazie peppe ascoltero il tuo consiglio x non mettermi al suo livello 😀 😀

  5. Ip Address: 80.180.151.122

    Buonasera raga’!!!
    angelo come dice Peppe58 ti consiglio di non calcolarlo.
    joe prendi nota di questo intruso!!!

    Notte a tutti!!! 😀 😀 😀

  6. Ip Address: 82.54.219.49

    Buonasera a tutti….

    Io dico “solo la maglia” sono un tifoso rossazzurro gli uomini vanno e vengono Sarà anche vero, forse, ma certe storie, certi amori non finiscono…..

    TUTTI SIAMO UTILI NESSUNO è INDISPENSABILE??? CONCORDATE??

    Ciao Angelo…..

  7. Ip Address: 217.201.250.78

    Buonanotte a tutta la rossazzuranza! :mrgreen:

    Ciao Angelo, Peppe, Joe, Catanista, Matteocifalotu, Chiarezza, Beppe il Nonno, Simone, Giampiero, Giorgio, Lux, e tutti gli altri che scrivono e/o scriveranno. :mrgreen:
    P.S.: Scusatemi se ho dimenticato qualcuno, ma i miei saluti sono rivolti anche a questi “qualcuno”. :mrgreen:

  8. Ip Address: 79.50.46.10

    buon giorno ha tutti buona domenica ha peppe58 giorgio mongibello catanista joe chiarezza matteocifalotu simone e tutti gli altri che vengono forza catania sempre alla faccia degli invidiosi 😀 😀 😀 😀 😀

  9. Ip Address: 79.55.192.22

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao angelo!!! 😉 😉 😉
    Questo silenzio fra i due non e’ buono.
    Abbiamo bisogno di qualche acquisto mirato in attacco e in difesa e a parte Lanzafame (che a me piace) come difensore si parla di Contini (che a me non piace), speriamo che zio Petrus ritorni sulla terra e faccia il dipendente.

    Buona domenica a tutti!!! 😀 😀 😀

  10. Ip Address: 79.55.192.22

    22-07-2011

    El Catania de los argentinos (11 en total) le ganó en un partido amistoso al Omonia Nicosia, de Chipre, por 2 a 1, con un gol de Pablo Ledesma. El equipo italiano, con Vincenzo Montella como DT en reemplazo del Cholo Simeone, apunta a entrar en alguna copa.

    Catania, el equipo de los argentinos, le ganó como visitante al Omonia Nicosia, de Chipre, por 2 a 1 y uno de los tantos lo convirtió Pablo Ledesma. El ex Boca, a los seis minutos del segundo tiempo, aprovechó el error de la defensa chipriota y marcó, de derecha, el primer gol del partido. A los 27′ del complemento igualó Aguiar para los locales, y ya sobre el final del partido, Augustyn convirtió el gol de la victoria.

    Catania, de la mano del Cholo Simeone, consiguió escapar del descenso en el torneo pasado y logró realizar la mejor campaña de su historia en la Serie A. Hoy, bajo la dirección técnica de Vincenzo Montella, y con once argentinos en su plantel (Andújar, P. Alvarez, Silvestre, Spolli, A. Gómez, Izco, P. Ledesma, Llama, Richiutti, Barrientos y Maxi López), busca mejorar el desempeño de la temporada pasada y alcanzar alguno de los puestos de copas.

    Ledesma

    Catania

  11. Ip Address: 151.54.11.108

    Buongiorno a tutta la fratellanza rossazzurra …

    Afa e calura estiva consigliano di abbandonarsi dolcemente nel mare della scogliera…fra qualche minuto – moglie permettendo – andrò ad abbracciarlo felice … Chissà se “il gatto e la volpe” :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: staranno facendo la stessa cosa nel mare di taormina … 8) 8) 8)

    Forza Catania!

  12. Ip Address: 79.55.192.22

    Salve raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni.
    Ciao Mario, qui piove e fa freschetto!!! 😐 😐 😐
    Ancora non ho letto nessuna dichiarazione sulla squadra dopo la partita con i ciprioti da parte del Presidente e di Lo Monaco!!! 😐 😐 😐
    Speriamo!!! 😕 😕 😕

  13. Ip Address: 217.201.249.66

    Buongiorno a tutti i catanisti! :mrgreen:

    Sembra che sia Lo Monaco che Pulvirenti abbiano lasciato uno spiraglio aperto per trovare un compromesso e finalmente la pace. 🙂

    Io ci spero!!

  14. Ip Address: 82.57.33.247

    Buongiorno a tutti gli alici del sito,non faccio nomi,così sono sicuro di non sbagliarmi. :mrgreen: Giorgio,penso che da domani in poi,il mercato del Catania entrerà nel vivo.Del tuo post N. 9,mi piace l’idea Contini,un pò meno quella di Lanzafame,perchè fino adesso in serie “A”,non è che abbia poi fatto vedere così tanto.Se non fosse per le due espulsioni subite, quando indossava la maglia della Juve e l’altra, subita con il Brescia,proprio in Brescia-Catania 1-2,che scaturì la prima ed unica vittoria in trasferta dello scorso campionato dei rossazzurri,forse neanche ci si accorgeva di Lanzafame e che stesse giocando nella massima serie.Diciamo che non impazzisco per lui,però,una terza chance,ci si può anche dare. 😯
    Del silenzio di Lo Monaco e Pulvirenti,non sono preoccupato,anzi,penso che stiano cercando di trovare il modo migliore come ripartire.Adesso saluto tutti e vado a vedere la formula uno,spero in una buona partenza della Ferrari e poi in gara si vedrà,a dopo. 😆

  15. Ip Address: 79.55.192.22

    Ciao Peppe!!! 😀 😀 😀
    Anch’io sto vedendo la F1.
    Lotta Alonso e che lotta!!!
    Lanzafame me lo ricordo nel Parma era micidiale e invece Contini nel Napoli non si e’ fatto notare. Pero’ come dici tu puo’ riscattarsi a Catania.

    Speriamo!!!

  16. Ip Address: 79.50.46.10

    buon pomerigio a tutti gli amici del sito grazie peppe58 giorgio47 e joe x ieri sera forza catania sempre 😀 😀 😀

  17. Ip Address: 79.50.46.10

    gasparin x il dopo lo monaco piazza appetitibile notizia su tuttomercatoweb

  18. Ip Address: 217.201.249.192

    Ciao a tutti, amici.

    Peppe, sono d’accordo con te: Lanzafame non mi ha mai impressionato!

    Speriamo che non ci sia un “dopo Lo Monaco”, ma semplicemente una continuazione del duo “Pulvirenti – Lo Monaco”.

    Vamos Catania!

  19. Ip Address: 151.54.59.29

    Ciao a tutti …

    Pippuzzu, l’unica cosa che lascia perplessi su Lanzafame è il carattere; a me piace come esterno d’attacco, bravo a fare le due fasi. Nel Parma ad esempio ha fatto molto bene ragione per cui rientrò alla casa madre “rubentina” nella quale il ragazzonon è riuscito ad esprimersi come sa … per venire a Catania il pare che accetti una decurtazione sensibile dell’ingaggio … scusa se è poco! Il che, significa che viene ” motivato” e pronto a dimostrare il suo valore; sono convinto che farà bene. Non dimentichiamoci che la sua famiglia è di origine Catanese …

  20. Ip Address: 151.54.59.29

    Montevideo

    Catania-Penarol el 7 agosto

    El equipo de Diego Aguirre inicia su gira por suelo europeo, en su programación de la actividad, frente al campeón de la Euro Ligue en el debut. El equipo mantendrá la base de la Libertadores en medio campo y defensa, cambiando de mitad de cancha hacia delante.
    Domingo 7 de agosto jugará con Catania en Italia.

    traduzione

    La squadra di Diego Aguirre inizia il suo tour del suolo europeo, nel suo programma di attività contro i campioni del Portogallo nella loro apertura Euro Flirt.

    Domenica 7 Agosto giocherà a Catania in Italia.

  21. Ip Address: 151.54.59.29

    Quindi da questa notizia tratta da un quotidiano uruguagio se ne dovrebbe dedurre che il 7 agosto a Catania ci sarà un triangolare tra Catania, Olimpiakos e Peñarol Montevideo. Aspettiamo notizie ufficiali; faccio notare che il Penarol è la squadra dove milita Guillermo Rodríguez, difensore centrale già accostato al Catania …

  22. Ip Address: 79.55.192.22

    Salve raga’!!!
    Mi sa che hai ragione Mario!!! Un triangolo il 7 Agosto.
    Dal duo Pulvirenti e Lo Monaco manco una parola sulla partita con i ciprioti!!! 😐 😐 😐
    Buona serata a tutti!!! 😀 😀 😀

  23. Ip Address: 79.55.192.22

    Keko, lo “sconosciuto” che divide anche Madrid

    PDF Stampa E-mail

    Scritto da Redazione Domenica 24 Luglio 2011 16:51

    =

    Keko, primo acquisto del Catania. Prima domanda sorta spontanea a qualunque interessato: “E chi è?”. Spontanea e comprensibile vista la giovane età del ragazzo, un classe ’91, e di conseguenza il ridotto percorso nei campionati professionistici (affrontati da appena 3 stagioni, ndr) che impedisce ai numeri di esprimersi con dovizia, di presentare il giocatore per quel che ha dimostrato di valere e non per quel che avrebbe potuto, dovuto dimostrare. Perciò, proprio in attesa che siano i numeri, sul campo e nel ruolino etneo, a parlare per Keko, lasciamo che a rispondere all’amletica domanda “che film ha fatto?” siano i tifosi dell’Atletico Madrid.

    Una popolazione statistica che non dovrebbe destar obiezioni di faziosità poiché, lontana ed ignara dell’ambiente etneo, non vive né di simpatie né di antipatie verso l’addì Lo Monaco, spesso pregiudizievoli nelle opinioni locali, e che se forse non avrà più acume di qualunque altro calciofilo amatoriale italiano, di certo a differenza della platea tricolore, ha avuto modo di seguire “en vivo” la parabola calcistica di questo giovane esterno offensivo, passato in pochi anni da promessa del calcio iberico (capitano e campione europeo con le giovanili spagnole) a talento inespresso.

    Marca.com, portale web del seguitissimo quotidiano sportivo spagnolo; la notizia dell’approdo di “Keko” al Catania viene così commentata:

    “Era un giocatore molto promettente, ma che non ha mai dimostrato il suo valore in nessuna delle squadre professionistiche dove ha giocato. Secondo me l’Atletico ha cercato di rinnovargli il contratto ma, visto che il giocatore pretendeva troppo e che comunque sarebbe stato ceduto, ha preferito lasciarlo libero di andare in Italia, visto che nessuna squadra, nemmeno della seconda divisione spagnola l’aveva richiesto. Ha tanta qualità ma non capisco perché non sia riuscito a metterla in campo finora”. Altra opinione degna di nota: “Al Cartagena ha iniziato da titolare, gli è stato concesso spazio ma non è riuscito ad esplodere, si intestardiva troppo nei dribbling ed aveva poca fortuna in area di rigore, così ha perso il posto. Credo che il suo sia un problema di convinzione nei propri mezzi”. Tifoso del Girona: “Anche al Girona gli hanno dato spazio ma non la giusta continuità, così è riuscito a mostrare davvero poco”. Ma i toni fanno presto a cambiare rapidamente: “Cari signori dell’Atletico, ci pentiremo di esserci lasciati scappare questo ragazzo perché presto sarà un titolare anche nella Roja”, “Detto da un Madridista, a me sembra un grande giocatore. Ho avuto il piacere di vederlo in campo e credo che gli sarebbe bastato ancora un anno per esser pronto per la prima squadra”, “Una grande ingenuità lasciarlo andare”, “Rimpiangeremo di non aver dato un’opportunità in prima squadra a questo ragazzo”, “Porta con sé l’etichetta di indisciplinato e nelle ultime sue esperienze non è riuscito a dimostrare granché ma continuo a pensare che non prolungargli il contratto sia stato un errore”, “Un grande errore della dirigenza, se si punta sui giovani non ci si può far scappar così un giocatore che ha militato e vinto nelle giovanili della Roja”, “E’ vero, non ha brillato nelle ultime stagioni ma è un giovane con grandi margini di miglioramento”.

    Chiudiamo “Marca” così: “Che un club come il Catania (con tutto il rispetto), riesca a trovare l’accordo con Keko, ed invece l’Atletico non riesca a convincere un proprio giovane a restare non depone a favore dei nostri dirigenti”; “Ma se non è riuscito a trovar spazio in squadre di categorie inferiori, come avrebbe potuto esser utile all’Atletico Madrid?”

    Passiamo quindi ad AS, altro quotidiano sportivo spagnolo conosciuto nel mondo. Qui i commenti alla notizia dell’accordo Keko-Catania superano le 50 unità, niente male trattandosi di un giovane di 21 anni:

    “Un altro passo verso la distruzione dell’Atletico lasciarsi scappare un attaccante magnifico come Keko”, “Non è un centrocampista ma un attaccante esterno destro molto bravo. L’Atletico non gli ha dato mai un’opportunità, non ha dimostrato di credere in lui e quindi ha fatto bene ad andarsene. Adesso esploderà in barba a chi l’ha disprezzato”, “Dico grazie alla dirigenza per aver ceduto questo bravissimo attaccante.. disgraziati!”, “Bravo l’Atletico che ha regalato un buon giovane al Catania”, “Non ha sfondato in seconda divisione ma ha buona qualità”, “Non tutti i nostri giovani sono destinati al successo, Keko evidentemente non lo era”, “Se fosse stato così bravo non sarebbe andato a finire in Italia, là non andrà a giocare il bel calcio né a diventare qualcuno. Non conosco spagnoli che abbiano fatto bene in Italia”.

    Il dibattito impazza anche nei siti dei tifosi, tanto da riempire pagine e pagine che sintetizziamo in poche battute: “Un altro giovane che diventerà un crack in un altro club” ed in risposta: “Sarà, ma finora delle tre stagioni in prestito ne ha trascorse tre in panchina”.

    Detto ciò, concludiamo con l’unica opinione largamente condivisibile: “Buona fortuna Keko, spero che la tua nuova avventura vada bene”.

    Speriamo che facciamo un tranquillo campionato cosi Keko puo’ giocare la sua carta!!! 💡 💡 💡

  24. Ip Address: 82.57.33.247

    Buon pomeriggio a tutti gli amici catanisti.Giorgio,tutto sommato,risultato sufficientemente accettabile della ferrari,non fosse stato per la debacle finale nel pit-stop di Massa,diciamo che le due rosse,potevano essere abbastanza soddisfatti,vista l’annata non proprio felice,comunque torniamo al calcio.
    Lanzafame è nato a Torino da madre torinese e padre siciliano,perciò non è catanese,detto questo,che passa in secondo piano,vediamo cosa ha fatto nella sua carriera da professionista,(le giovanili le ha fatte tutte nella Juventus).
    Campionato 2006-2007,Juventus,serie “B”: presenz. 1 reti 0
    camp. 2007-2008, Bari,serie “B”: presenz. 37 reti 10
    camp. 2008 fino a genn.2009,Palermo,serie “A”: presenz. 9 reti 0
    genn-giug.2009,Bari,serie “B”: presenz. 18 reti 2
    camp.2009-2010,Parma,serie “A”: presenz. 27 reti 7
    genn.2010,fino a giug.2011,Juventus,serie “A”: presenz. 4 reti 0
    da genn. a giug. 2011,Brescia,serie “A”: presenz. 13 reti 0.

    Dicamo che ha fatto bene a Bari in serie “B”,e discretamente a Parma.Siccome il carattere non l’ho aiuta molto,come faceva notare Mario,penso che il cammino della sua carriera, si sia fermato a quelle due annate proprio per questo.Da quello che mi è stato ad intravedere in quelle volte che ho avuto modo di osservarlo in televisione,ho visto un ragazzo poco umile e pieno di sè,però siccome ancora ha 24 anni,ci si può lavorare,per ciò che mi riguarda, per cambiare idea su di lui,dovrà lavorare tantissimo,anche perchè ritengo che i vari Gomez,Martinho,Izco e seppur giovane,ma con grossi margini di crescita,Catellani,abbiano qualcosina in più di lui.Dovesse dimostrare di essere all’altezza della situazione.sarei il primo a complimentarmi.

  25. Ip Address: 82.57.33.247

    Ciao Giorgio,scrivevo mentre postavi,bello questo articolo su keko.Vuoi vedere che zio Pietro ha fatto il colpo dell’anno????? 😯 😯 😯 😯

  26. Ip Address: 79.50.46.10

    vero giorgio neanche una sillaba

  27. Ip Address: 82.57.33.247

    Catania, Lo Monaco cerca accordo tv per le amichevoli
    24.07.2011 17:36 di Redazione ITA Sport Press

    L’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco Pietro Lo Monaco è stato di parola. Dopo aver annunciato le proprie dimissioni giovedì scorso, ha promesso in conferenza stampa di continuare a lavorare sia per rafforzare l’organico che per altre vicende rossazzurre. Il dirigente etneo ha avviato alcuni contatti con Sky e Sportitalia per far trasmettere in diretta le gare amichevoli pre-campionato del Catania. Il prossimo test della squadra di Montella è previsto per il 7 agosto allo stadio Massimino contro i campioni di Grecia dell’Olimpiakos.

  28. Ip Address: 82.57.33.247

    Pasquale Marino a “Calciomercato e dintorni”: “Lo Monaco e Pulvirenti faranno pace. Io a Catania? Mai dire mai”
    24.07.2011 17:21 di Redazione ITA Sport Press

    Pasquale Marino, ex tecnico di Catania, Udinese e Parma, è intervenuto nel corso del programma tv “Calciomercato e dintorni”, curato da Itasportpress.it e dalla redazione giornalistica di Sestarete, per dare un suo giudizio sulle dimissioni dell’amministratore delegato etneo Pietro Lo Monaco. “Sono convinto che molto presto il presidente Pulvirenti e Lo Monaco faranno pace. Sono due persone con un carattere forte e dopo tanti anni insieme ci sta che possa nascere qualche divergenza. Però entrambi vogliono il bene del Catania, di conseguenza prevedo una riappacificazione. E’ un bene per l’ambiente rossazzurro che Lo Monaco resti in società e poi non ci sono i presupposti per un addio.

    Il mio rapporto con l’ad etneo? Sempre buono. Sono rimasto due anni consecutivamente mentre altri sono andati via subito. Non ho avuto mai incomprensioni con lui. Io facevo l’allenatore e lui acquistava i giocatori per il modulo che adottavamo. Lo Monaco ha un carattere esuberante, c’è a chi piace e a chi no ma contano i risultati e finora ha ragione.

    Montella? Fa parte della mentalità del Catania dare opportunità a tecnici giovani, strategia che condivido. Montella non lo conosco ma è un allenatore con tanta esperienza avendo giocato per tanti anni ad alti livelli. Scommessa che andrà a buon fine.

    Se tornerei a Catania? Mai dire mai, ma finora non ci sono mai state proposte dalla società etnea. Per il momento aspetto una panchina visto che non ho raggiunto accordi con alcune società”.

  29. Ip Address: 82.57.33.247

    Calciomercato.com: Almiron al Catania per Silvestre
    Aggiornato: 21 luglio 2011

    La Juventus è volata negli Stati Uniti D’America per partecipare ad una serie di amichevoli atte a testare lo stato della preparazione sin qui effettuata agli ordini del tecnico Antonio Conte e dei suoi collaboratori. Fin qui la Juventus ha effettuato un paio di test match con rappresentative di livello dilettantistico e dunque per niente attendibili da un punto di vista tattico e tecnico.

    Il nuovo schema che Conte vorrebbe proporre nella prossima stagione calcistica, il 4-2-4, ha bisogno di un periodo di rodaggio molto più lungo e soprattutto di essere messo in difficoltà molto più seriamente. Oltretutto questa tournée a stelle e strisce servirà tantissimo nell’ambito di una crescita sotto tutti i punti di vista del marchio Juventus.

    Intanto per ciò che concerne il calciomercato il direttore generale Beppe Marotta e il suo collaboratore Fabio Paratici non sono solo impegnati nella chiusura delle trattative che dovrebbe portare a Torino l’attaccante del Villareal Giuseppe Rossi e il centrocampista cileno del Bayer Leverkusen Arturo Vidal ma anche e soprattutto nella ricerca di un difensore da mettere a disposizione di Antonio Conte per completare il reparto arretrato. A tal proposito sembra essere sempre calda la pista che porta al difensore argentino del Catania Silvestre. In questo momento l’affare è bloccato dalla richiesta della società siciliana, 9 milioni di euro, ritenuta eccessiva da Marotta. Tuttavia l’operazione potrebbe ancora andare in porto in quanto il direttore generale del Catania Pietro Lo Monaco ha palesato un certo interesse per il centrocampista argentino della Juventus Sergio Almiron che a questo punto potrebbe essere inserito nell’affare come parziale contropartita tecnica. Si attendono novità nelle prossime ore.

    Angelo Caprio

  30. Ip Address: 79.55.192.22

    Ciao Peppe e angelo!!! 😉 😉 😉
    Contento per la Ferrari, almeno siamo sempre li!!! 😀 😀 😀
    Comunque e’ stata una bella gara a parte Massa nell’ultimo giro!!! 😛 😛 😛

    Putroppo penso, i due, non sono stati a pranzo o a cena per spiegarsi!!! 😐 😐 😐

    Buona serata a tutti!!! 😀 😀 😀

  31. Ip Address: 151.54.59.97

    Peppe non sei attento; ho detto che ha sangue Catanese nelle vene … 😯 😯 😯 e grandi motivazioni:farà bene ne sono sicuro!

    Forza Catania!

  32. Ip Address: 79.50.46.10

    buona giornata a tutti gli amici del sito sperando che oggi si senta qualche buona notizia da parete del duo forza catania sempre 😀 😀 😀

  33. Ip Address: 79.50.46.10

    volevo scrivere parte :mrgreen: :mrgreen:

  34. Ip Address: 79.50.46.10

    e attesa la firma di davide lanzafame molto bene forza catania sempre 😀 😀

  35. Ip Address: 79.42.16.232

    Catania, allenamenti tecnologici al pari dei grandi club del mondo
    25.07.2011 09:45 di Antonino Bulla

    Osservando le immagini in tv degli allenamenti del Catania o le fotografie dei calciatori rossazzurri sul campo di “Torre del Grifo”, i tifosi etnei si saranno chiesti cosa sono e a cosa servono quelle ristrette magliettine nere che i giocatori indossano in campo sulle normali maglie di allenamento. Per intenderci parliamo di quei “body” con su scritto “GPSPORT”. “GPSport” è un sistema tecnologico che ha rivoluzionato il modo di fare sport soprattutto per ciò che concerne la preparazione atletica. GPSports è stata fondata nel 2001 con l’obiettivo di sviluppare una suite di tecnologie indirizzate a tutti i team di professionisti sportivi del mondo per l’educazione ad una migliore attività fisica. Grazie ad un sofisticato sistema di navigazione satellitare, utilizzato per la prima volta dalla Marina Militare statunitense, è possibile collegare un rilevatore Gps ai particolari “body” indossati dagli atleti. Le informazioni inerenti l’attività atletica vengono raccolte dal microchip e trasmesse in maniera istantanea ad un computer posto fino ad un massimo di 200 metri di distanza dal campo di gioco oppure possono essere inviate ai più moderni iPad. Ecco spiegato il motivo per cui il nuovo tecnico del Catania, Vincenzo Montella, consulta spesso durante gli allenamenti il suo personale iPad. Oltre ai semplici “body”, possono essere applicati pure particolari orologi da polso e fasce elastiche. Grazie a questo speciale strumento è possibile controllare la performance dell’atleta, il monitoraggio degli sforzi, la frequenza cardiaca, la velocità di corsa e quelle situazioni di stress muscolare o respiratorio. Gli sviluppatori di questa applicazione sostengono che grazie al suo utilizzo sono diminuite le lesioni muscolari durante l’anno oltre a garantire una migliore pianificazione del lavoro atletico settimanale. Il “Gpsport” è utile anche dal punto di vista tattico dal momento che è possibile rilevare quali zone del campo vengono maggiormente occupate dal calciatore e la frequenza di quali movimenti si verificano durante una classica partita. Il Catania si è messo al pari di importanti club del mondo che già da qualche anno adottano questi strumenti. La “Gpsport” infatti può vantare come clienti società del calibro di Chelsea, Manchester United, Barcellona, Real Madrid, Inter, Milan, Juventus, Fiorentina, Werder Brema, Ajax e Porto ma anche importanti squadre di rugby come i famosi AllBlacks.

    Salve raga’!!!
    Ecco perche vedevo gli orologi quadrati sul polso!!! 💡 💡 💡

  36. Ip Address: 79.52.101.133

    Buongiorno a tutti gli amici del sito.

    E’ davvero apocalittico lo scenario futuro delineato per il Catania da Michele Criscitiello, direttore di TMW oltre che volto noto di Sport Italia. Nel suo editoriale, il giornalista afferma: “Montella rischia di saltare alla 3^ giornata e di avere un organico incompleto” Ed allunga l’ombra di un centro sportivo “sprecato” col Catania in “categorie inferiori”.
    Scritto da Redazione Lunedì 25 Luglio 2011 08:05
    =MILANO -Sono apocalittici davvero i toni utilizzati da Michele Criscitiello, direttore responsabile di tuttomercatoweb oltre che volto noto del canale SportItalia, nel delineare la prospettiva futura di un Catania senza l’addì Lo Monaco, dimissionario nei giorni scorsi:

    “Apocalisse calcistica a Catania – scrive, esordendo così nel paragrafo dedicato al Catania all’intero del proprio editoriale – Per la società si mette male e si fa dura […] senza Lo Monaco Montella rischia di saltare alla terza giornata di campionato e con una squadra incompiuta […]- Pulvirenti aveva chiarito “Tutti necessari, nessuno indispensabile” – No, caro Pulvirenti, Lo Monaco è indispensabile:[..] crea e gestisce, o meglio, comanda! La fortuna del Catania […] ha un nome e cognome che oggi senza questa figura rischia di diventare una sfortuna. Non vogliamo neanche immaginare cosa potrebbe essere di quello stupendo centro sportivo con una squadra lontana dal palcoscenico più importante”.

  37. Ip Address: 2.12.176.47

    Ciao a tutti pari
    In questi giorni non scrivo perché aggiaungere parole alla sceneggiata mi sembra superfluo, ribadisco il mio totale dissenso sia verso Lo Monaco che il Sig. Pulvirenti sig è ironico!!! per la mancanza di rispetto nei confronti dei tifosi col loro assordante silenzio!!

    Ciao beppe
    Riguardo Criscitello lassulu peddiri e cumpari di Lo Monoco, sempre lo è stato!!

  38. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno popolo rossazzurro……

    spero di non :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Palermo, si tratta Silvestre nell’ambito dell’operazione Lanzafame
    25.07.2011 09:33 di Maria Concetta Casales

    Palermo e Catania, così come anticipato da noi di TuttoPalermo.net, sembrerebbero prossimi ad “affari” di mercato che potrebbero perfezionarsi in questa settimana. Secondo quanto riferisce la piattaforma satellitare Sky, nell’ambito dell’operazione che potrebbe portare Davide Lanzafame, classe ’87, alle pendici dell’Etna, il Palermo sarebbe pronto ad aggiungere 4-5 milioni di euro per portare alle falde di Monte Pellegrino Matias Silvestre (26), capitano e difensore centrale argentino del Catania molto abile nel gioco aereo e dotato di ottima forza fisica: insomma una soluzione più che interessante per sostituire il partente Dorin Goian (30), che come anticipato dalla nostra redazione, si accaserà ai Rangers di Glasgow.

  39. Ip Address: 79.52.101.133

    Solo per un saluto e per un’annotazione per Mario.
    Marieddu,stavolta sei tu che non sei stato attendo,nel tuo post N. 19,hai detto che la sua famiglia è di origine catanese,solo il padre è siciliano,mentre la madre è torinese,nel post N.31,hai detto che ha sangue catanese,vogliamo dire che è misto???
    Ma a prescindere questo,nel mio post N.24,ho voluto solo precisare,che non è catanese,giusto appunto perchè è nato a Torino e non c’era riferimento al tuo post.
    Bene,adesso metti le mani sul banco che ti devo dare 5 colpi di bacchetta.
    Ahahahahahahaha…………….Mario,stò giocando. :mrgreen: :mrgreen:

  40. Ip Address: 79.52.101.133

    A proposito,mi stò riferendo a Lanzafame…. 😕 😕 😕 😕

  41. Ip Address: 151.54.9.175

    Scusa Peppe ; se il padre è Catanese il ragazzo ha sangue Catanese o no? Comunque una bacchettata per uno e siamo tutti contenti … :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Riguardo all’umiltà; se è vero come è vero che accetterà la decurtazione dell’ingaggio per venire da noi, vuol dire che ha già fatto un grosso passo in avanti verso l’umiltà e la crescita personale.
    Per questo affermo che la sua motivazione ad indossare la nostra casacca lo porterà a fare bene con noi.
    La perplessità mi viene riguardo alla notizia dell’eventuale cessione di Silvestre al Palermo con il cartellino di Lanzafame per intero e conguaglio a nostro favore; spero che Matias non vada al Palermo …

  42. Ip Address: 88.45.219.230

    popolo di tifosi rossazzurri buona sera.
    un saluto ai conduttori del sito mario e peppe.
    parcheggiato l’argomento “padruni e sutta” parliamo di calcio.
    pare che il catania si sia mosso bene alla prima uscita ma è calcio d’Agosto (anche se di luglio) per cui non ci soffermiamo più di tanto.
    su Lanzafame per me se viene da noi può trovare le motivazioni giuste per fare bene. del resto ha buona tecnica è buona visione semmai si dovrà lavorare sul temperamento ma c’è tempo per farlo. Sul fatto che è catanse o meno, beh il cognome certamente lo è secondo è certamente siciliano terzo se vuole venire convinto a giocare da noi vuol dire che mezzo catanese lo è…
    invece ditemi voi perchè non la capisco se è vantaggioso per il catania se non in termini di soldini privarsi di un centrale in cambio di una semi punta. voi mi direte , ma lo zar ha già il rimpiazzo per silvestre e io vi dico che non la capisco lo stesso. del resto non faccio il direttore sportivo mica per niente… 😛 😛
    Giampiero

  43. Ip Address: 88.45.219.230

    scusate ho dimenticato di parlare della “cucca” Michele Criscitiello, Vittorio ciao , non solo Crisciteillo è compare dello zar ma è pure cucca.
    il catania con lo zar è da 50 punti ma senza di lui , credetemi, può farne perfino di più. allora mi rifaccio a dei post della scorsa settimana secondo le quali il catanese “non cangia a vecchia ca nova”. non è affatto vero. il catanese cambia e come, è nella sua natura cambiare. il suo dna lo porta alla ricerca di continui cambiamenti, prova ne è l’inventiva e la creatività propria degli uomini della nostra città. semmai sono le “canne al vento” che oscillano su una o sull’altra sponda. pronti a gridare alla serie b (sentiti dal sottoscritto) con lo zar ad e adesso che lo zar pare voglia andarsene pronti a piangere per l’opposto motivo.
    io, e devo dire che ultimamente sono abbastanza annoiato da tutte e due, sarei per il proseguo della coppia delle meraviglie ma ho anche detto sin dal primo momento che nel caso Ninuzzo saprà sostituire lo zar in modo egregio.
    G

  44. Ip Address: 85.41.235.41

    Saluti a tutti….

    Catania, pace in arrivo tra Pulvirenti e Lo Monaco
    25.07.2011 16:25 di Redazione ITA Sport Press

    La riappacificazione tra il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti e l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco potrebbe arrivare presto. Dopo l’aspro botta e risposta a mezzo stampa della scorsa settimana, i due dirigenti rossazzurri potrebbero nelle prossime ore stringersi la mano e mettere alle spalle questo spiacevole episodio nato dopo l’interesse manifestato da Lo Monaco di acquistare la Salernitana che non è piaciuto a Pulvirenti. Diversi amici dei due esponenti del sodalizio etneo stanno facendo da paciere nel conflitto cercando di evitare il divorzio come dopo una lite fra marito e moglie. E’ chiaro poi che la pace bisogna volerla.

  45. Ip Address: 212.195.241.127

    Riguardo il suo stipendio è di 1,5 milioni 😐 😐 😐 😐 se ne decurta un terzo? resta un 1 ,ml più di il più caro del Catania………..chiacchieri ie tabbaccheri i lignu :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: in più è scassuni e far la riserva a Llaa a Gomez a Catellani a e nonnu bonanima,
    Ciao Mario
    Tu na ari comu joe ca basta ca accattamu su tutti boni, o meglio a Catania esplodono 8) 8) 8) 8)
    Parlo do sig. Lanzafame niputi da sig.Pappalardo :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  46. Ip Address: 79.50.46.10

    buon pomerigio a tutti gli amici del sito giusto joe la pace si fa in due ho letto in un giornale che la lega calcio sta aprendo un nuovo canale a posto di dhalia chi mi sa dire qualcosa in merito grazie forza catania sempre 😀 😀 😀

  47. Ip Address: 85.41.235.41

    Chiarezza, non è che vado pazzo per Lanzafame il Palermo l’hanno buttato fuori dalla squadra manco l’allenamento …
    ma è giovane 24 anni può solo crescere con noi…. ad un costo di cartellino giusto 😈 😈 😈

    Angelo, aspetta ho sentito che il Catania sarà su Mediaset premium…..

  48. Ip Address: 85.41.235.41

    MERCATO, Anche l’Udinese su Maxi Lopez
    25.07.2011 13:45
    Fonte: Il Friuli/Udineseblog

    Dato come sicuro partente tra inverno e primavera, per poi essere reintegrato nei progetti del Catania per il 2011/12, il centravanti argentino Maxi Lopez (27), secondo quanto riportato da Il Friuli/Udineseblog, sarebbe finito nel mirino dell’Udinese, ancora in cerca di una prima punta di peso e di grande attitudine al gol. L’indiscrezione, giunta dalla Sicilia, vorrebbe la dirigenza bianconera intenzionata a bruciare la concorrenza della Fiorentina, ancora intenta a monitorare la situazione e a intervenire a gamba tesa sulla trattativa di fronte alla cessione di Alberto Gilardino; più difficile al momento che tornino sull’obiettivo Napoli e Juventus, Maxi Lopez suscita interesse anche nella Liga spagnola. Intorno al milione di euro l’ingaggio annuo, l’ex-Barcellona potrebbe partire per circa 11 milioni.

    Boni siamo 😯 😯 😯 😯

  49. Ip Address: 151.54.9.175

    Ciao Vittorio,
    ne io ne Giampiero abbiamo mai affermato che Lanzafame ci fa andare fuori di testa ma, abbiamo detto solo che ci piace, come tu e Peppe avete detto che non vi piace: questione di gusti! … 😆 😆 😆
    Secondo me è un ragazzo di prospettiva e di abbondanza non è mai morto nessuno. Credo però che il Catania prima di prendere questo tipo di giocatori dovrebbe puntellare la difesa; reparto che secondo me, necessità di rinforzi.
    Così come l’attacco. Non possiamo pensare di affrontare tutto il campionato con un solo centravanti: e se Maxi prende un raffreddore? o viene squalificato? chi giocherà al centro dell’attacco?
    In ogni caso; dopo tutti questi anni, so che Lo monaco ha in serbo nomi che nessuno conosce e che verranno fuori nel momento giusto … 8) 8) 8)

    Forza Catania!

  50. Ip Address: 79.50.46.10

    grazie joe aspettero 😀 😀

  51. Ip Address: 85.41.235.41

    Concordo con Catanista…..

    Bisogna rinforzare la difesa, la mediana e l’attacco 😯 😯 😯

    mentre sulle fasce siamo apposto….

  52. Ip Address: 212.195.241.127

    Joe
    Lanzafame e 4 milioni per Silvestre vuol dire 5 baiocchi per lanzafame :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  53. Ip Address: 85.41.235.41

    Lanzafame è un ala destra ……
    allora meglio prendere Mouche a 4 milioni 😉 😉 😉

  54. Ip Address: 85.41.235.41

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Catania, Lo Monaco non vuole cedere Silvestre al Palermo e la trattativa per Lanzafame rischia di saltare
    25.07.2011 19:17 di Redazione ITA Sport Press

    E’ previsto per domani l’incontro tra il Catania e il Palermo per cercare di trovare l’accordo per l’attaccante Davide Lanzafame (24). Secondo quanto appreso da Itasportpress.it in esclusiva, l’amministratore delegato etneo Pietro Lo Monaco dopo aver trovato l’intesa con il giocatore è stato sorpreso dal Palermo che si è dichiarato disponibile a trattare la cessione del giocatore a condizione che venga inserito nell’operazione di mercato il difensore rossazzurro Matias Silvestre. Il club di viale del Fante poi darebbe 3 milioni di euro cash al Catania. Lo Monaco però non vuole cedere l’argentino al Palermo avendo due trattative aperte con Genoa e Juventus che sono molto più vantaggiose dal punto di vista economico. A questo punto la trattativa potrebbe anche saltare. Domani fumata bianca o nera per adesso è grigia.

  55. Ip Address: 212.195.241.127

    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: come volevasi dimostrare.

  56. Ip Address: 151.54.9.175

    Zampalesta non si smentisce mai … 😈 😈 😈

  57. Ip Address: 79.50.46.10

    lo mo se non la vede bene la cosa non la fa andare in porto i chiacchiri su chiacchiri ma u putiaru vuli i picciuli forza catania sempre 😈 😈

  58. Ip Address: 82.61.7.88

    Catania, domani Pulvirenti annuncerà la pace con Lo Monaco in conferenza stampa
    25.07.2011 19:32 di Redazione ITA Sport Press

    Così come avevamo anticipato questo pomeriggio, tra il presidente del Catania, Nino Pulvirenti e l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco è pace fatta. A tal proposito domani alle ore 17.00, a Torre del Grifo, il massimo dirigente rossazzurro terrà una conferenza stampa per annunciare la pace con Lo Monaco.

  59. Ip Address: 79.50.46.10

    joe apposto siamo buona notte a tutti 😈 😈

  60. Ip Address: 217.201.249.172

    Buonanotte, gente!

    Se è stata confezionata la pace tra il duo Lomo-Pulvi, sono stracontento!! :mrgreen:

    Forza Catania!

  61. Ip Address: 79.50.46.10

    buona giornata a tutti gli amici del sito che sia una giornata piena di eventi forza catania insieme 😀 😀

  62. Ip Address: 79.47.8.131

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao angelo!!! 😉 😉 😉
    Speriamo che il Presidente e Lo Monaco si siano chiariti o almeno facciano i bravi fino a fine campionato.

    Buona giornata a tutti!!! 😀 😀 😀

  63. Ip Address: 151.54.11.56

    Buongiorno a tutti … Ciao Angelo e Giorgio.

    CATANIA IN TV

    Sarà la Tv della Lega Calcio a trasmettere le gare del Catania per la prossima stagione. Non è ancora ufficiale ma la strada è ormai tracciata. La Confindustria del calcio di serie A guidata da Maurizio Beretta e quella di serie B condotta da Andrea Abodi hanno dato l’ok e venerdì mattina è stato firmato l’atto formale: nascerà la Tv della Lega Calcio. Prenderà vita immediatamente con un canale sulla piattaforma del digitale terrestre sostituendo di fatto Dahlia, che chiudendo battenti a gennaio aveva lasciato “al buio” le squadre di cui deteneva i diritti. Cagliari, Catania, Cesena, Chievo Verona, Lecce, Parma e Udinese dunque, rappresenteranno l’offerta del canale tv nascente, impedendo così a Mediaset Premium di restare soggetto unico riproducendo sul digitale quel monopolio che sul satellitare appartiene a Sky. In prospettiva però sarà impedito pure al colosso mondiale di restare monopolista, allargando l’offerta proprio sul satellite.
    Il servizio sarà offerto dal braccio operativo immobiliare, Lega Calcio Service, fresca di aumento di capitale (passato da 550mila euro a 6 milioni e 200mila euro) e di ampliamento dell’oggetto sociale (che comprende adesso lo “svolgimento di attività propria dei fornitori di servizi di media”)

    Mancano solo le autorizzazioni definitive per avere il diritto a trasmettere, sui canali satellitare e digitale, da parte dell’autorità garante delle Comunicazioni e del ministero delle attività produttive. Non sono attese sorprese in tal senso però, visto che i cambiamenti necessari sono già stati oggetto di concertazione proprio con gli stessi organismi di controllo. Ora la Lega avrà un ruolo in prima linea per lo sviluppo del calcio in tv e non solo.

  64. Ip Address: 88.45.219.230

    weeeee
    amici rossazzurri cos’è tutti ad aspettare la conferenza stampa?
    :mrgreen: :mrgreen:
    io sono pronto a scrivere che oggi si celebra un altra bella pagina del catania dell’era Pulvirenti con la ricomposizione del sodalizio Nino-Zar. 😛
    ma ancora di più sono pronto a leggere l’amico Peppe che sicuramente all’avvenimento dedicherà un articolo dei suoi…
    Peppe ti stimo e condivido gran parte di quello che scrivi.
    su Mario non scrivo in quanto già so quello che pensa.
    piuttosto sono curioso del pensiero di Vittorio… 😛 😛 sul ritorno del figliol prodigo… 😛 😛 lui so che più degli altri lo stava aspettando … 😛 😛
    FORZA CATANIA
    Giampiero

  65. Ip Address: 79.47.8.131

    PLV: “Continuiamo con LM, lui è nostro Messi”

    PDF Stampa E-mail

    Scritto da Marco Di Mauro Martedì 26 Luglio 2011 17:18

    = CATANIA – Tutti presenti, anche stavolta c’è pure una rappresentanza dei dipendenti del Calcio Catania, parla il Presidente del Catania, Antonino Pulvirenti.

    “Tutto parte da un’esigenza. Seguire i giovani dopo i 19 anni anni, ultimo anno disponibile per impiegarli nella Primavera. A questo punto della loro carriera c’è la necessità di collaborare con squadra professionistiche per non disperdere questo patrimonio. Abbiamo già una collaborazione col Milazzo, e se ci sono altre opportunità cerchiamo di sfruttarle, anche con altre squadre. Serve fare esperienza. Esempio Suarino, che adesso andrà alla Nocerina, o anche Maccarone, D’Amico. Sono delle situazioni da non sottovalutare.

    “Si verifica questa possibilità con la Salernitata. Sorvoliamo sulle modalità, il direttore decide di fare questo passo. Il direttore lo fa per quelle considerazioni di carattere tecnico, io però avverto un altro tipo di discorso, intravvedendo nella Salernitana una squadra di blasone, possibile concorrente del Catania nel tempo, e poi i rapporti con la tifoseria non sono i migliori. Il direttore non sapeva di queste acredini, abbiamo giocato una sola volta con la Salernitana, quindi non poteva ricordare. Chiamatela gelosia, il direttore c’è rimasto male per certe mie dichiarazione e si è dimesso. Siamo andati oltre quello che volevamo.

    Quello che voi non sapete è che nei giorni scorsi ci siamo incontrati ripetutamente. Il direttore si è dimesso ma ha continuato a lavorare per il Catania. L’attività del Catania non si è mai interrotta. Abbiamo parlato, ci siamo chiariti, ho fermamente respinto le dimissioni perché non v’erano i presupposti perché questo potesse accadere. C’è un rapporto personale di dieci anni ed uno professionale importantissimo. Il Catania è un gioiello, un esempio ed un progetto unico nel calcio, che non si può abbandonare in ragione di un’incomprensione insignificante. Credo di averlo convinto a continuare nel suo lavoro.

    “Con buona pace di tutti il Catania continuerà a lavorare con questa dirigenza.

    continua..

  66. Ip Address: 79.47.8.131

    Catania, Pulvirenti: “Pace fatta con Lo Monaco, Pietro per me è come Messi al Barcellona”
    26.07.2011 17:53 di Antonino Bulla

    Il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, ha parlato oggi in conferenza stampa al centro sportivo di Torre del Grifo. Queste le dichiarazioni raccolte da Itasportpress.it: “Tutte le società di calcio hanno l’obbligo di seguire i giovani – ha incominciato a raccontare Pulvirenti – Voi sapete che il Catania guarda molto ai giovani e noi come altre squadre ci muoviamo per trovare la collaborazione tecnica con altre società. Noi ne abbiamo una già con il Milazzo ma quando capita l’occasione cerchiamo di ottenere altre collaborazioni. Si è poi verificata l’occasione di una collaborazione con la Salernitana e il direttore Lo Monaco si è mosso in questa direzione, cioè di carattere tecnico. Il discorso che ho fatto io però è che la Salternitana è una società importante e può benissimo andare in breve tempo in serie A e quindi diventare una nostra concorrente in futuro. Tra l’altro la nostra tifoseria non ha un ottimo rapporto con i tifosi della Salernitana e quindi questo ha destato in me una certa preoccupazione. Per questo motivo ho fatto certe dichiarazioni alla stampa. In questi giorni ci siamo incontrati ripetutamente con il direttore dopo le sue dimissioni ma lui ha continuato a lavorare sul mercato. Sono andato fino a casa sua perchè tra noi c’è anche un bel rapporto familiare. Lui ci è rimato male, le mie interpretazioni non le ha digerite. Abbiamo avuto modo di confrontarci e io dopo ho respinto le sue dimissioni. Il rapporto con lui è di vecchia data sia dal punto di vista umano che professionale. Il Catania oggi è un esempio unico oggi in Italia per cui il progetto non può essere abbandonato per una incomprensione. Credo di averlo convinto a continuare a lavorare per noi. In futuro eviteremo questi spiacevoli episodi. In passato come è normale che sia c’è stata qualche incomprensione ma l’abbiamo risolta con serenità parlandone. Quello che conta è il lavoro che si è fatto questo o quello. Il Catania oggi è una macchina da guerra dal punto di vista sportivo, il merito è del gruppo non del singolo. Il direttore se vogliamo fare un paragone calcistico per me è il Messi della situazione ma Messi fa bene con il Barcellona ma non fa bene con la Nazionale. Le cose funzionano quando chi ha le qualità viene messo nelle condizioni migliori per lavorare. Se si è proposto qualcuno? Nessun si è proposto e nessuno poteva proporsi perchè c’era solo da chiarire la situazione. Se voglio più spazio come ha detto Lo Monaco? Non è un problema di spazio. Non bisogna solo intralciare il lavoro degli altri. Ognuno deve mantenere il proprio posto. Se abbiamo posto nuovi traguardi? Noi guardiamo sempre al futuro. Abbiamo una struttura da completare e da far entrare in attività. Poi abbiamo il grande progetto dello stadio. Il Catania oggi è una società modello e il merito è di Lo Monaco e di chi lo ha fatto lavorare. Non c’è bisogno di andare in Inghilterra per seguire il modello ad esempio del Machester United e di Ferguson manager. Noi abbiamo Lo Monaco, contano i risultati e oggi il Catania viene preso d’esempio da parte di tutti. La squadra? La prima amichevole ha dato buoni segnali. Abbiamo un allenatore bravo, non mi stranizza il risultato anche perchè abbiamo un organico forte. Riguardo al mercato, so che il Palermo è in corsa per Silvestre. Se l’operazione si deve fare si farà. Dobbiamo superare questo tipo di situazioni. Siamo entrambe le squadre siciliane in Serie A e bisogna accettare l’eventuale trasferimento di giocatori tra le due società”.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu