La messa è finita, andate a casa

 Scritto da il 17 maggio 2017 alle 12:42
Mag 172017
 

La corsa del Catania si ferma qui. Corsa! Piu’ dovremmo dire passeggiata o scampagnata in terra campana,  perché con questa formazione di più non si poteva fare o sperare. Solo nelle fiabe il brutto anatroccolo diventa cigno; nella realtà il cavallo rimane sempre cavallo e un asino non può aspirare a diventare dal nulla un nobile quadrupede: la sua voce rimane un raglio e le orecchie lunghe lo fregano, anche se gli metti il cappello in testa, come  qualche vecchio carrettiere amava fare.

Inutile sperare che con un colpo di bacchetta magica, dopo trentotto partite di non gioco, arrivasse questa formazione all’appuntamento del dentro o fuori con una parvenza di trame offensive. Sembrava, invece, che la squadra che cercava il pareggio fosse quella etnea, più propensa a contenere e a tenere un efficace equilibrio difensivo ma dalla cintola in su il nulla immischiato col niente.

Un centravanti statico, talvolta più difensore aggiunto che centrattacco, impacciato e zavorrato in quel campo sintetico che lo portava a soffrire le marcature avversarie ma non lo vedeva minimamente smarcarsi o cercare il fortunoso colpo di zucca su uno di quei cross sempre più rari ad ogni partita. Anche oggi il centrocampo si è preoccupato di “difendere ” con Manneh a quattro polmoni schierato più per contenere, così come Bucolo al quale non si può chiedere di impostare il gioco. A lui invece si, a Scoppa, acquistato per essere il faro di questa squadra, ma anche oggi apparso inutile e assolutamente inconsistente in questo Catania, ma non e’ una novità . Riguardo a Di Grazia, troppo presto sostituito per De Rossi, entrato per posizionarsi a difesa del lato destro, avendo commesso il terzino titolare di oggi Parisi una clamorosa ingenuità, sfociata nel doppio cartellino giallo dopo essere stato beffeggiato da Lisi  in tante occasioni e per questo forse nervoso e meritevole di un uscita di scena immediata ma non effettuata a tempo debito dal tecnico rossazzurro. Altra faccenda non capita Baldanzeddu, acquisito a gennaio per essere il naturale terzino destro, ma anche oggi pecorella smarrita in panchina.  Così come Tavarez,  che sembra essersi spento già da tante domeniche, anche lui assuefattosi ai fumi di Torre del grifo, che stordiscono chi lo frequenta, Genoa  docet. E che dire di Marchese che non riesce a trovare il ritmo giusto del campionato di lega Pro e aggiunge, partita dopo partita, errori di piazzamento e che risente di cali di fiato comprensibili con l’età e per  l’irriguardoso correre di tanti avversari che non sembrano essere mai scalfiti dal suo passato importante.

Si torna così a casa mestamente, malgrado anche in questa occasione,  il mister rossazzurro abbia dispensato complimenti a raffica non lesinando parole di elogio a tutti i ragazzi artefici, a suo dire, di una prestazione maiuscola. Purtroppo il suo metro di misura non e’ quello di molti tifosi che potrebbero risparmiare da critiche solo alcuni elementi, ma  solamente per l’impegno profuso singolarmente. Conclusa quindi in maniera non onorevole questa stagione, sarà cura del Direttore prepararsi per la prossima, quella del terzo anno di lega pro, innanzitutto partendo da zero punti e senza penalità, accasando un allenatore che faccia gioco ed abbia carisma da vendere, doti indispensabili per essere un allenatore da Catania.

Siamo stanchi di essere irrisi in paesini quasi irraggiungibili e su campi al limite della regolarità. La nostra squadra rappresenta una città metropolitana ed anche il suo Sindaco dovrebbe farsi sentire nelle stanze che contano, per evitare il ripetersi di decisioni che impediscono ad una squadra di avere i tifosi al seguito in una partita da dentro e fuori, perché è strano che ci si ricordi dei problemi di bilancio delle forze dell’ordine solo in occasione di eventi sportivi e non quando si organizzano per più giorni feste di partiti.

Inoltre, la lega dovrebbe vietare lo svolgimento di partite di leghe professionistiche negli stadi di quei comuni che non dispongono di strutture adeguate. Ma tanto che ne parliamo a fare! I tifosi rossazzurri hanno sempre torto e ci si ricorda di loro solo al momento degli abbonamenti imponendo loro che si limitino a guardare le partite esterne nei monitor di casa e ad ascoltare a fine match i sermoni dal pulpito sciorinati dai dirigenti ed addetti ai lavori senza profferire verbo, perché cosi fanno i fedeli nelle chiese, per poi dirigersi a capo chino al termine della messa tutti a casa, in attesa della nuova domenica.

  39 Commenti per “La messa è finita, andate a casa”

  1. Ip Address: 5.90.136.25

    Giusto raggio un annata da andate in pace hanno giocato 10 morti unico salvo pisseri giocatori senza anima e che nessuno si è permesso di metterli in panchina una squadra voluta da plm non vorrei essere al suo posto squadra da rifare il bello viene ora come fai a liberarti di questi 👻 temo che la b a breve sia proprio un sogno e poi sarei curioso come farà plm a chiamare i tifosi x portarli allo stadio io ho un idea….plm in fuga vedrete carusi. ..riposiamoci abbiamo un anno pieno di sorprese b 🌴 fozza 🔴 💙

  2. Ip Address: 62.18.136.134

    Buonpomeriggio a tutti ❤️💙 , forse la messa non è finita oggi, ma già con il nuovo Anno la squadra è andata casa

  3. Ip Address: 62.2.176.13

    DA ITASPORTPRESS

    Il messaggio lanciato ai naviganti dall’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, è stato inequivocabile: “Chi resta la prossima stagione sarà un’alternativa e non una prima scelta”. Lo ha detto chiaramente ai nostri microfoni l’esperto dirigente etneo lunedì scorso facendo capire che chi resterà a Torre del Grifo non sarà un sicuro titolare. Si ripartirà dunque con poche conferme e con molti nomi difficili da riproporre al popolo rossazzurro.

    CHI RESTA, CHI PARTE, CHI ARRIVA -La rivoluzione pesante a cui è atteso il Catania coinvolgerà tantissime teste. Della rosa attuale bisogna tenere conto soprattutto delle qualità caratteriali dei giocatori. Il finale di stagione a cui abbiamo assistito ha mostrato che tanti, troppi elementi non sembrano proprio rispettare i criteri minimi di appartenenza alla maglia. Ecco perché sarà necessaria un’analisi profonda sotto l’aspetto umano, quasi psicologico prima che tecnico. Biagianti e Marchese ci saranno. Così come Bucolo, Djordjevic e Barisic. Il portiere Pisseri potrebbe essere ceduto costituendo un’ottima plusvalenza anche se per puntare alla B sarebbe meglio tenerselo stretto. Arriva Lodi che sarà il primo acquisto del Catania 2017/18, un top player, anche se Lo Monaco ha ammesso di volere calciatori da Lega Pro. Il centrocampista di Frattamaggiore ha enormi qualità tecniche, ma forse sembra poco adatto per un campionato durissimo dove si corre per 90’. La situazione di Pozzebon (contratto scadenza 2019) è da valutare in quanto l’attaccante caratterialmente ha sofferto il momento no del Catania nel girone di ritorno, sbagliando gol incredibili. Sulla strada dei saluti si sono avviati Scoppa, Baldanzeddu, Gil, Tavares (fine prestito, torna al Catanzaro), Bergamelli (in scadenza), Russotto, Di Cecco (in scadenza) Mazzarani (2019), Piermarteri e Fornito. Il giovane De Rossi ha fatto bene nel finale di stagione e prolungherà il contratto in scadenza a giugno 2017. Per Di Grazia bisogna fare un discorso a parte: ha un contratto con scadenza giugno 2019 e il Catania non lo rinnoverà perché l’agente del giovane centrocampista è Alessandro Moggi, procuratore che con Lo Monaco non va d’accordo. Presumibile che si decida di cederlo subito facendo una bella plusvalenza da un milione di euro. Per fine prestito, tornano dal Messina per rimanere alle pendici dell’Etna Anastasi e Da Silva, quest’ultimo un “pallino” di Lo Monaco. Non rimarrà a Catania Calil di rientro da Livorno dove non ha fatto granché. Il Catania quasi sicuramente proporrà al calciatore la risoluzione consensuale del contratto con circa 80 mila euro da versare nelle tasche dell’italo-brasiliano che si ritroverebbe in poco tempo con le valigie all’aeroporto “Fontanarossa” con un biglietto di sola andata.

    ALLENATORE – Il nome del prossimo allenatore ancora non è emerso e per non ripetere gli errori del passato bisognerà affidarsi ad un tecnico che sappia motivare la squadra e che sappia proporre un calcio propositivo e non di attesa. In passato Lo Monaco ha scelto tecnici dal carattere forte ed ha sempre ottenuto grandi risultati. Pensiamo a Simeone, Zenga e Mihajlovic, quindi prende corpo l’ipotesi Lucarelli che a Messina in più di una circostanza ha mostrato i muscoli all’interno dello spogliatoio (ne sa qualcosa Pozzebon). C’è anche Gautieri nel mirino del Catania così come Calori che lascerebbe il Trapani in caso di retrocessione. Lo Monaco potrebbe andare anche su Massimo Drago (ex Crotone) e Moreno Longo della Pro Vercelli. Al momento hanno perso decisamente quota Grassadonia, Sottil e De Zerbi. Lo Monaco e il ds Argurio avranno un piano di lavoro decisamente intenso in questi giorni per definire alcune strategie di calciomercato.

    CHE TESORETTO! – In tutto questo scenario di mercato non va dimenticato che il Catania deve tenere ancora l’attenzione sui debiti pregressi anche se la situazione rispetto allo scorso anno è migliorata di parecchio. Il Catania 2017/18 ha un tesoretto da 10 milioni di euro. Ecco perché: 2 milioni (ultima tranche) dalla Serie A per il cosiddetto paracadute finanziario retrocessione; 700 mila euro dalla Lega Pro per la nuova stagione; un milione dagli sponsor; circa 2,8 milioni derivanti dal 25% della cessione futura dell’Atalanta del Papu Gomez; un milione dalla vendita degli abbonamenti stagione 2017/18. Altri tre milioni circa potrebbero arrivare dalle cessioni di Di Grazia (un milione), Russotto (300 mila euro), Pisseri (un milione), Pozzebon (50 mila), Mazzarani (50 mila). Insomma se è vero che per vincere bisogna saper spendere, con i 10 milioni a disposizione, Lo Monaco ha l’obbligo di portare il Catania in Serie B.

    Ragazzi é tutto a posto!!!! Abbiamo 10 millioni……………. Andremo in Serie B!!!!!!!

    Cacchio gia iniziano a parlare a vanvera. O siamo scemi noi…………. o qualcosa non quadra.

    Prima stiamo fallendo e adesso 10 millioni. La questione Rinaudo é finita?

    MISTERI MISTERI MISTERI

    Saluti a tutti

  4. Ip Address: 62.2.176.13

    Raggio Libero hai scritto una bellissima disamina.

    Tu hai capito! altri purtroppo ancora no

  5. Ip Address: 79.51.33.25

    Prima 2 , l’altro ieri 2,5 e ieri 10 . Parlo dei milioni che a detta di alcuni siano stati messi a disposizione del Direttore da parte di Finaria per permettergli di fare una squadra di primo livello per affrontare la nuova stagione. Milioni che lievitano come l’impasto della pizza e gettati sulla rete come fossero caramelle da offrire ad un bambino capriccioso. Non ci sto! “Prima vedere i soldi e poi dare cammello ” così rispondeva l’arabo quando qualcuno gli prometteva qualcosa. Spenti i riflettori sulle frasi spiccicate nei post partita , adesso si intende sproloquiare su altro. Si parla di milioni mentre nessuna nuova sul nodo Rinaudo e sugli altri debiti che pesano sulla società come macigni . Che ci dicano come stanno le cose, non a parole ma sventolando il contratto con lo sporting quando sarà firmato perché le chiacchiere ci siamo rotti di sentirle e con quelle possiamo al massimo vincere il campionato delle fesserie.

  6. Ip Address: 87.14.192.182

    Buongiorno a tutti bravo come sempre raggio libero

  7. Ip Address: 2.238.18.189

    Il primo acquisto per il prossimo campionato sarà il saldo dei debiti, solo allora si potrà parlare di squadra e programmazione

  8. Ip Address: 151.37.4.135

    Hai, perfettamente ragione Gaetano, se la situazione debitoria non si azzera ,non si può programmare niente ! E questo ,poi significa che ,nel caso si può partire con nessuna penalizzazione! Staremo a vedere ! Non possiamo fare altro e d’ altra parte se non abbiamo toccato il fondo , poco ci manca!

  9. Ip Address: 88.74.26.210

    Se penso che quella fogna di città che è verona si appresta a riavere due squadre in serie A, un anno è durata la serie B per quei Cesame, che rabbia! E noi qui da 4 anni a leccare la sarda…. doppia tristezza.
    Ma adesso per fortuna torna Lodi che con le stampelle e la bombola d’ossigeno ci aiuterà…. per i calci di punizione. Certo che inizia veramente bene la campagna acquisti del prossimo anno. I prossimi passi immagino saranno far tornare Morra e Barlassina….
    Spero solo che Pisseri resti.
    Buona giornata a tutti

  10. Ip Address: 87.18.96.198

    Amici non voglio essere ripetitivo,ci vuole un allenatore ottimo e chiariscano come siamo messi economicamente,come giustamente dice cataneseanapoli questo anno niente abbonamenti se non saranno fatte le cose come da dovere.ciao a tutti

  11. Ip Address: 94.160.50.97

    Buonpomeriggio a tutti ❤️💙

  12. Ip Address: 87.11.92.153

    si parla tanto di allenatori anche a sproposito ma come si puo’ pensare che un allenatore venga a Catania se non viene stipulato l’accordo scritto con lo sporting? Se lo sporting non ritira la denuncia alla Fifa, non ci sarà penalizzazione ma direttamente l’esclusione dal campionato. E tutto tace a torre del grifo, comunicazione zero

  13. Ip Address: 62.18.101.74

    Buongiorno a tutti , tutto vero catanese a Napoli , tra l’altro in questi giorni si parla anche di un tesoretto da investire sul mercato , ma aime non credo più a niente soprattutto da quel silenzio stampa (insopportabile) da parte della società . Staremo a vedere

  14. Ip Address: 87.18.96.198

    vogliamo i fatti,non parole parole parole ecc..ciao a tutti

  15. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti

    Come LoMo parla. parla sempre…………… Siamo noi che non comprendiamo il dialetto del Dottor LoMo!

    Saluti a tutti

  16. Ip Address: 5.168.206.193

    Buon sabato a tutti ❤️💙 Catania, futuro allenatore: ore decisive per Lucarelli
    Nella sua lunga carriera, Lucarelli ha avuto tanti allenatori che gli sono serviti come bagaglio d’esperienza, ma poi è riuscito a costruirsi un suo sistema con l’obiettivo di arrivare ai massimi livelli

  17. Ip Address: 95.231.113.171

    Ogni giorno nome nuovo in panchina perché se non si quello di cosa parlare? Mai un giornale che accenni al problema Rinaudo ancora aperto . Del resto cosa scrivere? Che la società sta muta senza proferire verbo? Stavolta c’è veramente il rischio di una mancata iscrizione al prossimo campionato e poi tutti a perdercela con la lega anziché con gli attori di questa storia assurda e grave .

  18. Ip Address: 87.10.97.136

    Sono contento per la convocazione di PAPU GOMEZ per la sua nazionale Argentina,merita questo e più bravo
    speriamo che venga un buon allenatore da Catania saluti a tutti.

  19. Ip Address: 87.10.97.136

    scusate indendevo dire che merita la convocazione e anche di più, come uomo, carattere,bravura e poi non ha mai dimenticato il suo catania.

  20. Ip Address: 178.39.222.16

    Buona domenica a tutti

  21. Ip Address: 79.36.136.89

    Oggi mi piace esordire con queste mie rime baciate
    ALLO SPECCHIO
    Specchio specchio del mio cuore, chi sarà il prossimo allenatore?

    “Un allenatore si troverà ma sei sicuro che il Catania si iscriverà?”

    Perché dici questo, specchio mio diletto?

    ” sono freddo e trasparente , non possiedo come te un cuore ardente, la società non parla o sono sordo? Lo Sporting ha accettato l’accordo? ”

    Silenzio e ombre su questo, come su tante altre cose del resto; che la società difetti di comunicazione non è più soltanto una mia opinione! Si sa comunque per certo, che tutti a Torre lavorino per il progetto.

    ” di piani e progetti su fogli disegnati e per benino ricamati, tutti ne sono capaci. Realizzarli e portarli a compimento, questo sarebbe il vero portento. A Catania si sa come vanno le cose; quando va male, la colpa è dei tifosi .”

    Orsù, cacchio, non fare il pessimista! L’anno prossimo la B sarà a vista!

    “È da due anni la stessa storia, che’ non hai più memoria? Il ripArtiamo non ti dice niente? Non ricordi come presero in giro tutta la gente? Speriamo non facciano ancora come Colombo che parti’ per le Indie e trovo’ il nuovo mondo”

    Stai sicuro e sereno, noi in serie B quest’anno torneremo.

    “Te lo auguro di cuore amico mio, pensa però prima all’iscrizione e poi che arrivi un allenatore che sappia veramente farli giocare al pallone. Senza quello e una squadra decente tu lo sai, non si potrà combinare un bel niente”

  22. Ip Address: 62.2.176.13

    Cataneseanapoli

    GRANDE GRANDISSIMO

  23. Ip Address: 94.166.155.132

    Buonasera a tutti ❤️💙Grande catanese a Napoli ciao jamaiama

  24. Ip Address: 82.49.53.164

    Buonasera a tutti

  25. Ip Address: 79.36.136.89

    Molti chiedono una punta che faccia quindici gol io rispondo che serve una squadra che metta in condizione la punta di fare quindici gol.Sinora non si è saputo proporre una parvenza di gioco Affidando a spunti imprevisti di qualche singolo la via del gol o a sporadici cross occasionali. Basta andare a fare le provinciali affidando alle ripartenze veloci il nostro credo. Noi di bobbiamo imporre il gioco con un centrocampo affidabile e propositivo e due ali che martellano le fasce sia in fase avanzata sia in quella del contenimento. E se come dice Allegri , che i campionati li vince chi si difende meglio, occorrono almeno quattro centrali di cui due di provata esperienza da affiancare a Gil e l’addio di Bergamelli rende la difesa al momento priva del suo uomo migliore. In porta Pisseri ha dimostrato il suo valore e speriamo possa essere riconfermato. Poi il tutto che sia amalgamato da un allenatore finalmente che sappia dare un gioco di collettivo ad undici solisti. Si chiede troppo alla nostra società ?

  26. Ip Address: 5.169.99.45

    Buonasera a tutti ❤️💙

  27. Ip Address: 62.2.176.13

    Salve ragazzi
    Vedo che siamo rimasti in pochi………………..

    Ciao Mexxican

    oggi finale die Eurolega FORZA AJAX

  28. Ip Address: 151.18.38.175

    Un caro abbraccio a tutti

  29. Ip Address: 94.164.243.216

    Buonasera a tutti ❤️💙, ciao jamaiama, purtroppo c’è poco da scrivere ci limitiamo ai saluti, inattesa che qualcuno dia dei segnali di vita

  30. Ip Address: 94.164.243.216

    Comunque io ci sono ❤️💙

  31. Ip Address: 94.164.243.216

    La Sicilia – Lucarelli per la panchina, Litteri per l’attacco?
    Il quotidiano “La Sicilia” oggi in edicola conferma che il nome di Cristiano Lucarelli è uno dei più caldi in ottica tecnico della prossima stagione.

    L’appuntamento di Lucarelli con Franco Proto, presidente del Messina, è previsto per domani e, secondo “La Sicilia”, potrebbe essere “l’incontro dell’addio“.

    Ci sono comunque delle alternative all’ex tecnico di Tuttocuoio e Pistoiese: il quotidiano catanese fa i nomi di Carmine Gautieri, Gianluca Grassadonia e Alessandro Calori, mentre sarebbe da escludere il profilo di Roberto De Zerbi.

    • Leggi anche – Messina, Proto: “Lucarelli? Grande persona, lo consiglio al Catania”

    Qualcosa comincia a muoversi anche in tema di calciomercato. La posizione di Demiro Pozzebon resta in bilico e il centravanti romano potrebbe partire.

    In caso di addio dell’ex Messina, si fa il nome dell’attaccante del Cittadella Gianluca Litteri, “un’ipotesi che potrebbe tornare attuale” secondo “La Sicilia“.

  32. Ip Address: 94.164.243.216

    Sarebbe in bel colpo………

  33. Ip Address: 82.49.53.164

    Saluti a tutti,aspettiamo vediamo che allenatore verrà,che calciomercato faranno,che risorse avranno,se perdono tanto tempo per vendere, e poi comprare come sarebbe in qualche modo giusto,si rischia di perdere tasselli importanti,perchè gli altri correranno…ciao a tutti da avvilito,buona serata 😛

  34. Ip Address: 151.35.33.161

    Cari saluti a tutti ! Per il sito questo è un momento interlocutorio ,giacché ,nella Società tutto è silenzio ed è ,realmente difficile commentare il nulla ! Ci sono gli ottimisti ed i pessimisti ! Cerchiamo invece di essere realisti ed aspettiamo ! Non ci resta altro da fare ! Tutti noi del sito ,a questo punto facciamo le dovute pause di riflessione , ma ci siamo tutti ! Dietro le quinte ,aspettando di poter scrivere su qualche positivo nuovo evento che stimoli tutti a commentare di nuovo ,come facciamo sempre ! Aspettiamo sempre che sopraggiungono stimoli tali da commentare con nuovo vigore ! Il sito ,questo bel sito ,è in una momentanea pausa, ma vedrete che risorgerà come ,ci auguriamo tutti , il nostro glorioso club! Abbracci !

  35. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:1d45:68bb:5b74:6a4d

    ……. Questo bel Sito, verissimo Armando. Ciao un affettuoso abbraccio a te e tutti i carissimi amici Rosso Azzurri

  36. Ip Address: 94.160.119.219

    Buonpomeriggio a tutti ❤️💙, aspettando buone notizie

  37. Ip Address: 94.162.19.48

    Catania, Lo Monaco: “C’è un intoppo con lo Sporting Lisbona. L’allenatore lo abbiamo già preso”
    L’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco è intervenuto nel corso della presentazione del volume “La Giovane Italia”, giunto alla sua sesta edizione e scritto dal giornalista Paolo Ghisoni, tenutasi nella Sala Congressi di Torre del Grifo. Ecco le sue dichiarazioni.

    Si parla dell’iscrizione al prossimo campionato:”Bisogna rispettare determinati adempimenti, non ultimi i pagamenti ai giocatori, da qui al 30 giugno sarà una corsa continua. Abbiamo presente tutto quello che c’è da fare, saranno rispettati i tempi. Le transazioni effettuate con gli altri club sono tutte ufficiali meno quella con lo Sporting Lisbona. Pare ci sia qualche problema con il consiglio direttivo del club portoghese per ratificare l’accordo, ne stiamo discutendo. Per quanto concerne i debiti con le società affiliate alla Fifa, una volta risolta la situazione con lo Sporting siamo a posto. L’intoppo è pericoloso, se non si addiviene a un’intesa vanno pagati subito 1,4 milioni di euro. Quindi bisogna fare questa transazione“.

    Sulla vicenda allenatore: “Lucarelli è il tecnico del Messina fino al 30 giugno. Ciò che è venuto fuori finora è frutto di fantasie. Noi ce l’abbiamo già l’allenatore, ma non è il tempo per rivelarlo. Siamo stati ben felici di fare questa scelta, aspettiamo i tempi tecnici federali. Si tratta di un tecnico con esperienza in Lega Pro, carismatico, giovane e con voglia di affermarsi”.

    Infine Lo Monaco conclude: “Pozzebon punto fermo? È fermo come è ferma una casa davanti a un terremoto dell’ottavo grado della scala Mercalli, aspettiamo di vedere le cose. Bergamelli non ha accettato la proposta di contratto fatta qualche mese fa, si era preso un po’ di tempo per riflettere. Mazzarani resta qui nonostante ciò che dice il procuratore. Le parole di Gravina? La possibilità che la Lega Pro non parta è concretissima, dobbiamo difenderci“.

  38. Ip Address: 5.90.177.61

    Plm insiste con il pagamemto dei stipendi problema rinaudo ancora vivo ma che si aspetta a passare lamano il capotreno vuole cancellare il calcio a catania avi la 👨 dura nende …..ma quale allenatore preso…..che pupari…

  39. Ip Address: 195.31.204.114

    Vecchi discorsi, e meglio che il capotreno si toglie dalle c……ni

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu