La paura fa 28

 Scritto da il 14 settembre 2016 alle 21:38
Set 142016
 

reggina

Alla smorfia la paura fa 90, ma al Granillo fa 28. Ventotto il minuto quando Russotto, uno dei migliori in campo sino a quel momento, scavalcando con un pallonetto un difensore avversario appoggiava in area il pallone per un preciso tapin sottoporta di Piscitella che lo insaccava alla sinistra del portiere amaranto.

Quel gol aveva il merito di dare la sveglia ad un incontro abulico nel quale la Reggina dimostrava che il solo Coralli perduto in attacco non aveva la forza di far male ad un Catania compatto in difesa ed il Catania mostrava di non aver ancora il necessario carattere delle squadre di vertice malgrado la sua rosa, composta di giocatori di buon livello sia all’altezza di questo compito.

La squadra etnea, scesa in campo a sorpresa senza Da Silva e Calil , due giocatori che sarebbero titolari in altre squadre, sostituiti per l’occasione da Fornito e Piscitella e’ parsa ad inizio partita più compatta in difesa dove un superlativo Djordjevic ha mostrato per tutta la durata dell’incontro attenzione, sagacia tattica e buoni spunti in progressione guadagnandosi, a mio parere, il giudizio di migliore in campo .

Anche Gil in leggera crescita malgrado avesse davanti un centravanti esperto e navigato e a cui le 33 primavere non sembrano avergli tolto la velocità e la resistenza nei  90 minuti e malgrado avesse disputato tre giorni prima un altro incontro. Nava ha anche lui cercato la via delle fasce pur essendo ancora al di sotto delle sue potenzialità e con Bastrini sempre preciso che gioca come un libero di altri tempi pronto a disinnescare le minacce avversarie e a mettere pezze sulle falle difensive.

Il centrocampo, privato delle spinte di Da Silva ha sofferto non poco quello avversario con Scoppa in veste di metronomo a cercare col suo piede fatato attraverso lanci lunghi Russotto e Piscitella che si alternavano nelle fasce . Non pervenuto Biagianti oggi apparso fuori della partita a cui forse è mancata la spalla di Da Silva per le triangolazioni veloci. Malgrado la buona volontà resa più tenace perché si giocava  in casa , la squadra amaranto ha mostrato poca sostanza collettiva a cui il solo Coralli non può bastare per fare la differenza e per sperare a qualcosa al di là di una tranquilla salvezza e di questo, purtroppo, non ne hanno saputo approfittare i nostri calciatori ritiratisi a quadrato già dal ventottesimo minuto del primo tempo a difendere quel prezioso gol di vantaggio.

Decisione dei singoli o ordini in tal senso dalla panchina? Io opto per questa seconda soluzione benché in conferenza stampa il tecnico etneo aveva espresso il suo concetto di cercare la vittoria sempre e comunque. Anche le scelte dei sostituti sembrano avallare questa idea perché la sostituzione di Russotto, spina nel fianco dello schieramento reggino e ispiratore del gol ed artefice di un palo a portiere battuto su splendido tiro a giro che avrebbe meritato migliore sorte e portato il Catania  sul 2-0 , veniva inspiegabilmente richiamato in panchina tra il nostro stupore ed il suo subito seguito da quello dell’altro esterno Piscitella autore del gol per Di Cecco sottoscrivendo apertamente con questa mossa la volontà di difendersi ad oltranza sono al triplice fischio finale.

Discorso inverso quello di Zeman che gettava in campo Bangu per sperare di agguantare almeno il pareggio. Non bisogna essere geni della lampada o fior di allenatori per capire che queste mosse avrebbero portato paura e tensione a quella in vantaggio e energie e vigore a quella soccombente che moltiplicava gli spunti per giungere al gol che, come spesso accade, premia chi ha avuto coraggio e getta nella disperazione chi ha cercato di difendersi ad oltranza.

Così al minuto 77 Coralli, sempre lui, offriva a Bangu, il pallone per l’agognato pareggio. Inutile l’inserimento di Calil al posto di Scoppa al minuto 84 priva ormai la squadra ospite di esterni titolari e priva altresì anche dell’uomo che pennella i lanci, l’argentino Scoppa sostituito per Calil.  La  Reggina, dopo il pareggio conquistato tirava i remi in barca quasi non credendo al miracolo del pareggio contro una squadra che si è dimostrata essere superiore sul piano tecnico.

Questo punto ci lascia ancora all’ultimo posto in classifica e non ci permette di cancellare la penalizzazione e ci spinge verso Matera con più dubbi che certezze. In conferenza stampa pre gara mister Rigoli ha detto che il Catania gioca sempre per vincere ma oggi non ha dimostrato sul campo quanto profferto a parole.

Basta con le parole e pensiamo più ai fatti perché la partita di oggi si è’ pareggiata dalle panchine.

  30 Commenti per “La paura fa 28”

  1. Ip Address: 181.224.129.12

    Buonasera a tutti…..
    Oggi si doveva vincere, ma è stata buttata via una vittoria facile, 2 punti persi contro una squadra mediocre, Mister Rigoli, vogliamo poche parole e tanti fatti :mrgreen: :mrgreen:

  2. Ip Address: 151.36.53.247

    Si effettivamente,il pareggio è stato figlio della paura! Non si comprende il perché della sostituzione di Russotto che era stato uno dei migliori ed autore,peraaltro di un bellissimo pallonetto che ,solo per poco,non entrava in rete! Rigoli si smentisce! Una squadra ,come il Catania,superiore nettamente come valori tecnici a quelli della Reggina ,deve giocare per vincere! Le intenzioni debbono essere quelle ,poi ,si può non riuscire! Rigoli ,alle parole,deve far vedere i fatti! Nelle mani ha un potenziale di giocatori che è un lusso per la categoria,ed allora senza tatticismi ,squadre come quella amaranto si debbono battere! Partitona di Djorkovic ! Ci vorrebbe,poi un po’ più di grinta e di velocità ,caratteristiche fondamentali in Lega Pro!

  3. Ip Address: 151.19.14.185

    Aggiungo,poi che troppe volte,l’ anno scorso abbiamo sentito dire ,dopo le partite ,dai due allenatori che si sono succeduti nelle panchine del Catania ,” abbiamo preso un punto importante ” ! I punti importanti ,questo anno ,se vogliamo raggiungere un buon risultato sono tre! Speriamo che Rigoli ,entri presto in questa nuova mentalità! Doveva dire ” abbiamo perso due punti ( siamo buoni per non dire esattamente ” ho perso due punti! Buona notte a tutti!

  4. Ip Address: 94.167.93.88

    Catania, Lo Monaco durissimo: “Oggi siamo stati derubati due volte”
    14.09.2016 21.49 di Ivan Cardia
    Catania, Lo Monaco durissimo: “Oggi siamo stati derubati due volte” Pareggio amaro per il Catania, che esce dal campo della Reggina con un 1-1. E nel post-partita arriva un’amara scoperta: il furto negli spogliatoi. Assieme alle parole dure di Pietro Lo Monaco, amministratore delegato degli etnei che, come riportato da itasportpress.it, ha tuonato nei confronti dell’organizzazione della partita: “Non è possibile organizzare eventi sportivi in questa struttura fatiscente. Il campo è di patate e siamo stati fortemente penalizzati visto che avremmo sovrastato gli avversari con la nostra qualità tecnica e invece andiamo a casa con un pareggio che ci sta strettissimo. Ho mandato le foto del manto erboso al presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina prima della partita e spero che si renda conto che il Catania è doppiamente penalizzato, sia dal calendario assurdo e anche per due trasferte consecutive su terreni di gioco pessimi. Come si fa a far disputare una gara di terza serie su un terreno così dissestato, roba da terzo mondo. Al danno anche la beffa del furto di rolex, carte di credito, smartphone e persino la fede nuziale a Marco Biagianti, povero ragazzo che dispiacere che ha avuto. Evidentemente non ha funzionato il sistema di sicurezza visto che è inconcepibile che i ladri possano fare accesso durante una gara di calcio nello spogliatoio. C’è una responsabilità chiara da parte di chi doveva provvedere alla nostra sicurezza”.

  5. Ip Address: 87.17.151.157

    Oggi abbiamo dimostrato, almeno in mentalità, che siamo una squadra mediocre, una di quella che va ad affrontare le trasferte per il pareggio chiudendosi a riccio a gol realizzato per cercare di portare a casa i tre punti senza avere un briciolo di coraggio per affrontare a viso aperto una formazione avversaria ampiamente alla portata ma stranamente resa più debole dai cambi difensivistici imposti dall’allenatore che forse già pensava al Matera e alla vittoria già in tasca stasera. Ma questo insegnano a Coverciano? senza il gol di Russotto che sanciva il 2-0 la squadra doveva ancora cercare il gol e non chiudersi. Inoltre Drausio è’ ancora acerbo per essere piazzato su un attaccante esperto come Coralli e a mio parere la marcatura, in assenza di Bergamelli del quale si sconoscono i termini del recupero ( mi sembra di rivivere il caso Gyomberg) doveva essere affidata a Bastrini magari con Da Silva a disturbarlo a centrocampo . Per questo oggi credo che alcuni errori siano stati commessi. Adesso impariamo dagli errori e cerchiamo di uscire gli attributi e lasciare il segno a Matera.

  6. Ip Address: 151.38.53.150

    Scuse, sempre scuse. Ormai è un film già visto, prima Renzi, ora il terreno di gioco, domani ne inventeranno un’altra.
    Io ieri ho sprecato due ore a vedere uno spettacolo che dire squallido è un eufemismo, al tifoso catanese non interessano i bla bla bla, ormai ne ha fin sopra i capelli, vuole solo che la rete si gonfi.

  7. Ip Address: 62.2.176.13

    Cataneseanapoli e C-18

    mi avete “scippato” le parole dalla bocca!! Il vostro pensiero é il mio. Tutti dicono che questo Catania é da primato in classifica. In 3 partite abbiamo fatto 5 Punti altre squadre in 3 partite hanno fatto 9 punti. Hanno fatto 4 punti in più di noi e noi saremmo la squadra da battere? Lo Monaco il campo di patate era per entrambe le squadre. Noi se eravamo veramente più forti lo avremmo dovuto fare vedere. Io in 90 minuti non ho visto che eravamo più forti. Si dovrebbe incominciare anche un po a correre correre correre e correre!

  8. Ip Address: 87.17.106.145

    E come fai a correre in mezzo alle patate? Il direttore ha tutte le ragioni di incavolarsi..

  9. Ip Address: 2.46.83.22

    Lo Monaco si è dimenticato che non è più in serie A: in lega pro i campi sono questi, tranne poche eccezioni.
    Caliamo le arie, facciamo meno proclami si lavori con umiltà mantenendo i piedi per terra perché lì siamo. Dopo 4 (o 3 fate voi) giornate siamo a -13 dalla prima, di che dobbiamo parlare?

  10. Ip Address: 62.2.176.13

    Maccaliotru

    abbiamo trovato un altra scusa? 😎 🙂

  11. Ip Address: 93.37.184.254

    Un altro punto di penalizzazione. Così ci hanno dato una bella patata da pelare (visto che siamo andati a Reggio pi scippari patati). Un passo avanti due indietro. Ce l’hanno col Catania e con Catania. Non ci sono dubbi. Non abbiamo peso politico-calcistico. Ci trattano come i reietti delle isole. Rigori negati, punti tolti, campi sfavorevoli rinvio di partite in casa turni fuori casa a raffica e appena parliamo giù la botta. Ma per favore. Resistenza passiva ci vuole, facciamo saltare tutto non giocando, tanto sempre in promozione ci vogliono per comprarsi un gioiello a fera. Basta sono veramente scocciato, e non fa bene al mio cuore che mi ha dato problemi. Ciao ragazzi e cam’a fari? Datemi voi un motivo per continuare questa estenuante passione per il CT. Io ho perso la speranza.

  12. Ip Address: 151.19.94.226

    Caro Paolo,non te la prendere troppo,! Conta,molto di più la salute! Te lo dice un veterano tifoso che ne ha visto,negli anni , di tutti i coloro ! Che non ci vogliono bene ,ormai ,abbiamo avuto l’ ennesima dimostrazione! Tiriamo avanti,essendo vaccinati,per la nostra strada faticosa,e cerchiamo di non farci il sangue amaro! Ti capisco tanto e mi auguro che i nostri giocatori e sopratutto l’ allenatore si dimostrano all’ altezza del livello del grande amore che i tifosi etnei nutrono per la loro squadra!

  13. Ip Address: 151.19.94.226

    Scusatemi. Visto di tutti i colori. ……….

  14. Ip Address: 151.68.49.137

    inutile giocare….ancora i punti di penalizzazione pesano come macigni…inutile gi0chicchiare come dice lo monaco che abbiamo una ferrari di uomini..ma che ancora di potenziale da vetta non si intravede nulla…qui signori qualcuno si sta divertendo a mazziare il povero catania a suon di penalizzazioni…vuoi vedere che adesso ne trovano altri di cavilli e di spilli…a che serve andare fuori casa…che la maledizione continua ancora..e se per caso si pareggia ci pensa il giudice…..no signori mi sembra che ci stiamo incanalando il campionato dello scorso anno….cambiano gli allenatori …i giocatori gli amministratori….ma di potenziale…come allude il direttore fino ad ora di sicuro ce il fondo classifica..e di li sembra che non ci muoviamo…gli altri vedi il lecce sta scappando alla grande ..e ancora lo monaco fa proclami di ruberie e quantaaltro…..nooo la gente di catania e stufa sono anni che assorbono ancherie di ogni genere….non cerchiamo alibi di campi pesanti e altri episodi sfavorevoli….bidsogna parlare chiaro a tu per tu con lamminastratore e i giocatori che intenzione anno……poi rigoli a mio avviso non sembra reggere una ferrari ma una cinquecento…..

  15. Ip Address: 151.68.21.217

    Gli sfoghi sono sacrosanti e giustissimi! Una continua corsa ad ostacoli! Cari amici,si pensava ,e tutti erano concordi,che con l’ arrivo di Lo Monaco fossero finiti i nostri guai. Invece non è così ! Ascoltandovi mi accorgo che cominciate a pensare che stiamo per rifare il campionato dello scorso anno! Logico questo pensiero,ma aspettiamo e questa volta con l’ ultima pazienza che è rimasta a tutti noi ,poveri tifosi! Niente più alibi! Lo Monaco,oltre che polemizzare sterilmente con i dirigenti della Reggina ,striglia il nostro tecnico e qualche giocatore e sopratutto fatti sentire dai nostri organismi sportivi competenti!

  16. Ip Address: 93.37.182.125

    Buona sera a tutti gli amici tifosi. Purtroppo alle belle parole della vigilia non seguono i fatti! Ma è possibile che una squadretta da quattro soldi ripescata con un allenatore esordiente un centravanti da pensione ci debba mettere sotto! Non lo accetto! Rigoli non ha mostrato coraggio e acume tattico. Occorre subito mettere in riga questi potenziali campioni! Lo Monaco pensi a dare una regolata come è suo costume! Grazie

  17. Ip Address: 87.17.151.157

    Ragazzi condivido i vostri commenti però vorrei dire a chi si lamenta per le penalizzazioni, queste sono avvenute per colpa del proprietario. Reo confesso per aver cercato o tentato che dir si voglia (ma sempre reato è per la giustizia sportiva) di comprare degli incontri risponderà in prima persona nel processo che lo vede coinvolto dopo aver inguaiato la sua e nostra squadra. Altri punti di penalizzazione sono stati inflitti per ratei contrattualmente previsti e che non sono stati onorati per il caso Castro perché i due artefici delle nostre sciagure erano “spetti” e alle giuste richieste della squadra argentina rispondevano picche o non rispondevano affatto spingendo così quella società a rivolgersi all’uefa che giustamente puniva il Catania. In ultimo l’ulteriore punto è’ stato inflitto come da regolamento perché la triade dello scorso anno, unitamente alla proprietà che non poteva disconoscere il problema, non ha onorato il pagamento degli stipendi entro la data prevista. Quindi in questi casi inutile e vano prendersela con la lega cattiva che la tiene contro di noi (ci sta ma non in questi casi.). Siamo in questo inferno, a confrontarci in mezzo ai campi di patate per colpa della proprietà. Senza Lo Monaco che ha messo le pezze trovandosi in mezzo a casi che non pensava di trovare (ha risolto anche il caso Rinaudo senza penalizzazioni e forse per il caso Castro grazie ad un suo intervento anche economico riusciamo a riavere qualche punto se non tutti e sei) saremmo già falliti e anziché giocare nel campo di patate forse adesso il Catania avrebbe giocato all’oratorio dei salesiani o a Giarre e Belpasso, con tutto il rispetto per queste due cittadine. Ritengo che il nostro È’ un buon organico, con giocatori di livello per questa categoria, sicuramente non la migliore squadra per gioco e per capacità collettive ma all’altezza per disputare un campionato di classifica medio alta per i play off. Degli episodi e in quest’ultima partita anche scelte sbagliate a mio parere da parte dell’allenatore ci hanno allontanato dalla vittoria in entrambi i due incontri disputati e la festa del pareggio scatenata dagli amaranto ci fa capire che per loro il punto è’ stato trovato. Anche ad Andria siamo stati sfortunati benché penso che dobbiamo ancora migliorare. con un po’ di coraggio perché credo che questa squadra abbia paura di vincere in campo esterno potremmo stare dal quinto all’ottavo posto di questa categoria e sperare nei play off e lì si vedrà chi sarà più fresco e freddo. Per la promozione diretta ritengo che sia un discorso tra le due pugliesi per uomini, mentalità, ambiente. Viviamo alla giornata ragazzi Pensando al bicchiere mezzo pieno e non a quello mezzo vuoto e quando parliamo di serie B diretta ricordiamoci che quest’anno per l’iscrizione abbiamo dato le garanzie per il rotto della cuffia visto come Finaria ha chiuso le porte in faccia al direttore in fatto di sostegno economico.

  18. Ip Address: 79.19.107.147

    Concordo con i vostri commenti! Vorrei ribadire il concetto che senza Lo Monaco il Catania quest’anno avrebbe fatto un flop definitivo. Quindi ringraziamo il Sig. Lo Monaco e le sue indiscusse capacità se ancora vediamo il Catania in Lega prof..
    Spero ancora in lui e nei legali del Catania, affinchè si prodighino nelle sedi competenti per farci retituire i 6 punti di penalizzazione.
    Per finire vorrei dire che trovo il Catania privo di velocità, grinta e mordente; anche una modestissima squadretta come la Reggina, in un campo di patate, ci superava nella corsa, nei dribbling e nella velocità. Il Catania passeggia, le altre corrono (vedi Andria e Juve stabia).

  19. Ip Address: 79.33.165.104

    Concordo pienamente con i vostri commenti in particolare sulla indispensabile presenza di Lo Monaco. Buon pomeriggio a tutti

  20. Ip Address: 178.39.222.16

    Bravi

    Veramente bravi a chi riconosce, che é Pulvirenti il colpevole e non la lega. Noi al momento siamo una squadra modesta. Credo però, che con il lavoro e la grinta si puo fare un campionato buono. Serie B difficile non impossibile. I soldi per la serie B chi li sgancia? Credo che questo sarà il più grande problema per LoMonaco. Un consiglio a LoMonaco! Non bisticciarti con le altre squadre! Metti in riga i tuoi giocatori. Falli correre anche sui campi di patate!

    Saluti a tutti

  21. Ip Address: 151.68.136.88

    Cari amici,buon giorno! Attenzione,per la partita di domani! Il Matera è una delle compagini meglio attrezzate del nostro girone quindi sarà un duro e veritiero banco di prova! Vero Jamajama ,bisogna mettere grinta e tanta velocità ! Quelle due cose che erano carenti nel passato campionato! Tutti ,ho visto vi appellate a Lo Monaco! Anche io ,come. Il mio amico Filippo pensa che sia. Indispensabile la sua presenza in tutti i sensi! Ma ricordiamoci che non è l’ A D. che scende in campo ,e mi auguro che a cominciare da Rigoli,almeno ascoltino i suoi consigli ! Debbono correre su tutti i campi di questo nostro girone che per il buon 70 / 100 sono peggio di campi di ortaggi! Mi meraviglia l’ingenuità o forse la momentanea scarsa memoria di Lo Monaco ! Se lo ricorda che siamo,purtroppo in Lega Pro,! Ci aspettiamo tutti che quest’ anno chi batte la fiacca,aldilà del nome importante,se recidivo ,venga messo fuori squadra Bisogna farlo sistematicamente e a questo nuovo clima si deve adattare Rigoli ,che per cominciare deve essere più riflessivo nelle conferenze stampe e più oculato nelle scelte delle formazioni e sopratutto nei campi! Non ha importanza il nome della squadra che incontriamo ,si deve scendere in campo con l’ unico obiettivo di vincere!

  22. Ip Address: 151.68.136.88

    Scusate. Scelte dei cambi e non campi

  23. Ip Address: 87.17.151.157

    Condivido. Manca velocità con l’unico che può darla , il Da Silva, accantonato per Fornito che ha un buon piede ma la corsa non sta nel suo dna. Ne’ possiamo adoettarci corsa da Biagianti o da Scoppa entrambi esperti dai piedi buoni che però fanno correre il pallone per Piscitella e Scoppa. Ecco spiegati i lanci lunghi per le ali. La attuale nostra rosa di centrocampisti non ha corsa e sopperisce a questo con la tecnica individuale. L’unico, ripeto, Da Silva ma privo della esperienza e visione di gioco che potrebbe maturare col tempo. Anche per sua ti riguarda gli schemi tattici suamo ripetitivi e oramai ci conosce o o già dall’anno scorso. Russotto unico per velocità estro e fantasia e puntualmente triplicato. Anche Paolucci lavora spesso spalle alle alla porta lasciando l’area di rigore per recuperar palloni ma non ciclone Fi un fisico alla Bergessio o coralli. Inutile quindi il duo impiego in tale veste. Preferibile a mio oarere che stia all’erta al limite dell’area in attesa di wualche buon pallone per sgusciare dentro alla Inzaghi maniera . Col Matera sarà dura e quella fu l’ultima vittoria in trasferta lo scorso anno. Troppo poco per una squadra che vorrebbe frequentare i piani alti della classifica. Sinora una vittoria e due oareggi in campo esterno contro le 4 vittorie delle due pugliesi o come lo stesso Matera che di vittorie ne ha già conquistate 3 di cui due esterni a pagani e a Cosenza. Di cui 2 esterne e un pareggio contro il Taranto.loro dicono che ci temono per storia e blasone sebbene il blasone non scenda in campo, io dico che il Catania non deve temere nessuno, ma dobbiamo avere rispetto per questo Matera che già dall’anno scorso ha finito tra le prime piazze e quest’ anno si è’ rafforzato e anche contro di noi può contare ancora dell’apporto del difensore centrale De Franco appena rientrato contro la vibonese . Sarà un duro test per noi.

  24. Ip Address: 87.17.151.157

    Scusate gli errori mi è’ partito prima di poterlo rileggere ma spero si capisca lo stesso il mio pensiero.

  25. Ip Address: 87.17.106.142

    Ciao amici concordo con tutto cio’ che ho letto,purtroppo dobbiamo soffrire ogni anno,certo che le cazzate dei due erano tante,conti in sospeso,debiti debiti superficialità.ciao ciao,la partita con il matera sarà una prova dura,ma importante per capire……

  26. Ip Address: 87.17.151.157

    Già avvilito, è’ un banco di prova importante per noi e per loro.

  27. Ip Address: 93.37.184.254

    Io sono stato sempre un ottimista anche nei momenti piu cupi (scandalo dei treni). Ma come si fa a giocare con -7? Potevano anche aspettare a comminarci la penalizzazione. Chiedere chiarimenti ritardare l’istruzione del procedimento non è giustizia civile o penale ma sportiva! Caz… bastava attendere che il campionato iniziasseche il Catania prendesse dei punti o li perdesse sul campo e poi procedere come si dovevo. E invece no : ncoppa a vallera corbunchiu! Ed eccoci mazziati sbeffeggiati da quattro tifosi di una città calcisticamente parlando inesistente, eccoli beffeggiarci pur avendo pareggiato con l unica azione imbastita, dove il difensore nostro non ha potuto saltare perché è caduto in una buca. Insomma continuo a essere amareggiato e avvilito e sconfitto. Solo una serie di risultati mi possono sollevare ma solo mettendo quello che voi avete indicato. Se no sarà la stessa musica dell’anno scorso. Spero di no. Cmq sempre Forza Catania e chi ciamaffari? Vostro Paolo trasferito a Messina per lavoro.

  28. Ip Address: 93.37.184.254

    La partita Perugia Entella viene sospesa per il malore di un tifoso. Ma a decidere è il pubblico.si chiama democrazia diretta. Bene e se i tifosi del Catania decidessero l’oro l’andamento delle partite cosa succederebbe. Solidarietà naturalmente al tifoso ma mi chiedo se il Perugia vinceva

  29. Ip Address: 93.37.184.254

    Loro. Error. Ma mi chiedo: e se il Perugia fosse stato in vantaggio? Avrebbero richiesto la sospensione?

  30. Ip Address: 79.18.58.77

    ciao a tutti ,e forza catania volevo dire che per quanto riguarda le due trasferte il risultato e scaturito da tante componenti:la sfortuna larbitraggio paura di perdere accontentandosi dei pareggi ed anche colpa di rigoli che fa giocare drausio aspettando che si abitui al nostro calcio ma che nel frattempo fa minghiate rigoli ha sbagliato a sostituire russotto ha sbagliato la formazione non facendo giocare silva ,poi in campo dovrebbe strigliare i giocatori lo vedo poco arrabbiato in campo .queste sono le mie convinzioni voglio confrontarmi con voi se li condivitete.volevo anche dirvi che oggi e la prima iscrizione al sito sono tifoso del napoli perche sono napoletano ma amo tanto i colori del catania e sono tifoso anche perche ho sposato una catanese e abito a catania da tanto diciamo come il capitano biagianti forza catania vedete cosa vi dico ci metto la faccia a matera vinceremo ricordatelo .!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu