La sosta e il cambio di stagione?

 Scritto da il 23 marzo 2013 alle 18:31
Mar 232013
 

Andujar

E’ Primavera, svegliatevi bambine… sono i versi di una canzone datata,ma che tornano puntualmente attuali, anno dopo anno. La  Primavera predispone l’animo umano a nuove “nuove” e il sole, con il suo calore, riscalda gli animi e i cuori predisponendoli  a positivi  propositi. Ma è  la serenità dell’animo e della mente, le quali  costituiscono la il presupposto fondamentale per guardare con sempre maggiore obiettività alle vicende della vita, che ci permettono capacità d’analisi obiettive e il senso della realtà, necessari per guardare al futuro senza adombrare la nostra mente di false illusioni ma di vivere la realtà, giorno dopo giorno, con la voglia di fare sempre meglio.

Ma  sfuggono  a questa “legge”  quel “manipolo” di esseri umani che, indossate le vesti dai colori della loro squadra del cuore, si lasciano piacevolmente “ accendere”” dalle vicende calcistiche già in pieno inverno, figuriamoci a quali fuochi d’artificio daranno seguito, con l’approssimarsi della calura estiva,  soprattutto in considerazione delle occasioni che si andranno a materializzare, lungo il cammino della squadra rossazzurra, che nulla hanno a che fare con le “false speranze” ma che sono la rappresentazione concreta di   una “bella realtà” tinta di  rossazzurro che si tocca con mano in tutti i suoi risvolti.

Ci piace l’affermazione del Presidente Pulvirenti: “ Arrivarci non è un obbligo, provarci è un dovere”. In essa si nasconde la voglia di centrare l’obiettivo, senza caricare di inutili responsabilità i suoi collaboratori, con la certezza però che, da parte loro, nulla sarà lasciato al caso è che sarà profuso il massimo impegno per non deludere le aspettative di tutti. Certo, bisogna tenere conto che non siamo i soli a  spiegare le vele  e a cercare la giusta direzione del vento per navigare alla velocità e nella direzione giusta. Siamo consapevoli che la concorrenza è spietata e che, per noi non saranno rose e fiori.

Siamo in mezzo al mare a dover competere con concorrenti che già sono irraggiungibili e con altri che, in considerazione della loro discontinuità nelle capacità di approdo, potrebbero non rappresentare degli ostacoli poi tanto difficili da superare. Da una parte, lo sguardo rivolto alla classifica, ci suggerisce molta prudenza nel pronosticare un eventuale  esito  positivo della missione, in considerazione della caratura delle squadre che ci precedono in classifica e dei pochi posti disponibili per raggiungere l’approdo finale, dall’altra parte, le differenze di punti che ci separano dalle più vicine, non sono poi tanto difficili da colmare, due vittorie consecutive, a volte, bastano per capovolgere le distanze.

Coscienti di tutto ciò, la spinta maggiore a perseguire la meta ci viene proposta dalle qualità tecniche in possesso dei giocatori, la capacità dell’allenatore di trasformare l’energia potenziale dei suoi “gioielli” in energia cinetica, capace di produrre tatticismi ed azioni   capaci d’incantare la platea di spettatori. “Moto perpetuo” alias Gomez, corre come una trottola, Barrientos ,da solo, incanta.  E’ uno funambolo d’altri tempi. Castro, pare che giochi da sempre in questa squadra, della quale, a nostro avviso, rappresenta il valore aggiunto.

“L’armadio” a mezza altezza ed a una sola anta, Bergessio, è diventato quasi insostituibile. Marchese, il cognome la dice lunga. Lodi, si “loda” da se. Bellusci ed Alvarez, due leoni che sanno graffiare al momento giusto. Legrottaglie ? Un grand’uomo e un grande giocatore, è la definizione di Maran. Andujar  ? ha imparato tante cose quest’ultimo anno. Soprattutto ad essere il padrone dell’area piccola e a non rimane fermo sulla linea di porta, nelle palle inattive. Quando la squadra alza il suo baricentro, si porta spesso al limite dell’area grande. Izco ? un esempio per tutti, per la sua duttilità, la grinta e la voglia di perseguire il risultato utile. Spolli ? Spolli,Spolli, fortissimamente Spolli. Maran merita un discorso a parte.

Sono i risultati a dargli ragione. Ma lui ha la modestia di dichiarare: ”Ci vuole la qualità dei giocatori per raggiungere certi risultati” e poi, rassicura l’ambiente circa le sue scelte per l’avvenire: “ Catania rappresenta il mio futuro”. Credo che non ci sia altro da aggiungere. Forse si, Almiron, Rolin, Salifu, Ricchiuti, Doukarà, Keko ed il sempre valido Biagianti. Potenza che s’incacchia in panchina sono le perle di una squadra che ha nella Società e nello spogliatoio la forza per arrivare.

Ecco perché è un dovere provarci. La competizione che ne scaturisce è affascinante e ci accompagnerà fino alla conclusione di questo massimo Campionato di Calcio che già ha regalato a tutti un mare di soddisfazioni. La sosta forse è servita per mettere a posto il motore,  procedere alla revisione del carburatore. La Lazio, nostra prossima antagonista e concorrente diretta, ci dirà se la revisione e la messa a punto è stata opera di un buon meccanico.

 

  32 Commenti per “La sosta e il cambio di stagione?”

  1. Ip Address: 95.245.219.52

    Buonasera raga’!!!
    Buon commento Saretto e grazie per la cena!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Vero Saretto la primavera risvegliera’ i Nostri talenti sui campi asciutti e con la temperatura primaverile.

    Buona cena a tutti!!! 😆 😆 😆

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania:

  2. Ip Address: 79.33.22.107

    buona domenica delle palme a tutti presenti e assenti fratelli dal cuore :catania: qui modena e dintorni aqua a cielo aperto ciao saretto ottima disamina quel titolo di canzone risveglia in me tanti ricordi e che dire la nostra squadra e una realta non un sogno forza catania sempre buon proseguo di giornata a tutti :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve: :ciao:

  3. Ip Address: 79.2.34.14

    Buongiorno a tutti. :salve: Qui in piena pianura padana c’è freschino, umido e piove da ieri sera.. :diavolo:
    Un saluto a Joe, Catanista, Saretto, Chiarezza, Prof., Giorgio, Peppe, Angelo, Lux, Salvatore Grasso, Matteocifalotu e …. tutti pari insomma. :salve:

    Grazie a tutti per gli auguri di San Giuseppe.. 😉

    Giorgio, felicitazioni per la nascita del nipotino Samuel 😆 che spero tu lo porti a tifare per i colori rossazzurri :catania:

  4. Ip Address: 79.2.34.14

    Saretto, avevo dimenticato di farti i complimenti per l’articolo. Rispecchia il mio pensiero! 😀

  5. Ip Address: 87.1.153.53

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Angelo, Mongibello grazie per gli auguri del nipotino!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Oggi domenica delle palme devo andare in chiesa per prendere un ramoscello d’ulivo simbolo di pace.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  6. Ip Address: 79.2.101.87

    Un caro saluto a tutti gli amici.
    Ciao Angelo e Pippo (Mongibello) ricambio i saluti.
    Mi pare che il tempo sia uguale in tutta Italia-. Anche qui Catania e dintorni c’è unidità ( si dice il tempo della Passione di Cristo).
    Ciao Salvatore Grasso, ho risposto alla tua mail n.48, condividendola, con una mia mail nell’articolo precedente, poco dopo è apparso il nuovo articolo di Saretto al quale dico: la Lazio durante tutto il corso del campionato è stata superfavorita dagli arbitri se usciamo indenni dall’Olimpico (speriamo non rientri Klose) possiamo seriamente pensare di saltarla nella classifica finale. Comunque come dice Pulvirenti, come ribadisci tu e come condividiamo noi tutti tifosi adesso abbiamo il dovere di provarci.
    A tutti gli amici una serena domenica. :sciarpa:

  7. Ip Address: 72.226.121.41

    Ci sono stati tanti aspetti positivi, finora, durante questa indimenticabile stagione del nostro CATANIA. Sarebbe lungo oltre che ripetitivo elencarli tutti ed io desidero soffermarmi su alcuni aspetti negativi.Tutti penseranno che io mi riferisca alle partite perse o pareggiate negli ultimi secondi di parecchie gare ma invece io desidero parlare delle esplulsioni.Nessuno dei titolari infatti,salvo il portiere che ha disputato tutti i minuti di tutte le partite e”andato esente da questa situazione.Ci sono state espulsioni all’inzio delle partite[Alvarez,lodi[che hanno compromesso in maniera determinante l’esito degli incontri]esplulsioni durante la partita[barrientos,marchese,[che hanno contribuito a frenare la nostra rincorsa a un risultato positivo ancora possibile]e espulsioni alla fine dell’incontro[Legrottaglie che potevano farci non vincere una partita gia’ vinta.A queste si aggiungono le squalifiche dopo ammonizione con diffida e cosi’ il quadro e’ completo.Forse e’ necessario un maggior self control ma certo e’ che dobbiamo migliorare sensibilmente sotto questo aspetto.SEMPRE FORZA CATANIA

  8. Ip Address: 79.2.33.168

    Ciao Salvatore, sono d’accordo con te: bisogna migliorare molto quest’aspetto. Il comportamento per una squadra come il Catania è fondamentale!
    ‘notte a tutti :salve:

  9. Ip Address: 79.49.60.79

    BUongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Dopo aver avuto delle bellissime giornate calde stamattina il cielo e grigio con la pioggia e la temperatura e’ freddina.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  10. Ip Address: 79.33.22.107

    buon giorno a tutti presenti e assenti fratelli dal cuore :catania: ciao giorgio qui modena e dintorni giornata uggiosa anche oggi come diceva il grande lucio battisti Stampa: (Quasi) tutti disponibili, Lazio avvertita
    La rassegna delle notizie riguardanti i rossazzurri: Dopo la sgambata contro le vecchie glorie, il Catania riprende ad allenarsi confidando di poter ritrovare in gruppo, nel corso di questa settimana, tutti o quasi gli acciaccati e gli infortunati. Liverani, capitano della Lazio, “avverte” gli ex compagni sulla complessità della sfida contro il Catania.

  11. Ip Address: 79.33.22.107

    Catania, c’è fiducia per Rolin e Capuano (La Gazzetta dello Sport)

    Domani pomeriggio la ripresa degli allenamenti, a porte chiuse, per il Catania chiamato a preparare il match di campionato in casa della Lazio, sabato pomeriggio. Recuperato Bergessio, impiegato anche nell’amichevole-spettacolo con le Vecchie Glorie, i medici saranno al lavoro per ricollocare in gruppo Sciacca, Capuano, Rolin, Augustyn. Solo quest’ultimo sembra difficilmente recuperabile. A Roma mancherà anche Spolli, che sconta la seconda e ultima giornata di squalifica.

    Catania, Capuano vuole esserci contro la Lazio (Il Corriere dello Sport)

    “L’esterno difensivo sta recuperando dall’infortunio e non vuole mancare allo scontro diretto per l’Europa, Maran dovrebbe riproporre Bergessio titolare

    ” Il Catania si gode una domenica di riposo carico di entusiasmo. L’amarcord di ieri contro le vecchie glorie rossazzurre ha fatto divertire oltre cinquemila persone, la prospettiva che la Prima Squadra in questa stagione possa realizzare il sogno europeo, galvanizzano un’intera tifoseria. I siciliani torneranno in campo domani quando si comincerà a fare sul serio in vista dell’impegno di sabato all’Olimpico contro la Lazio. appunto, uno scontro diretto da non fallire. Maran spera di recuperare Capuano, ancora non al top, e potrebbe riolanciare dall’inizio il bomber Bergessio che ha del tutto smaltito l’infortunio.

    Catania alla prova di maturità (Live Sicilia)

    Comincia la settimana corta che conduce verso il match di sabato all’Olimpico contro la Lazio: vincere significherebbe scavalcare in classifica proprio i biancocelesti. Intanto, rumors insistenti parlano di un possibile rinnovo di Sergio Almiron.

    “A grandi falcate verso il match dell’Olimpico. Sarà una settimana corta, quella che comincia con un lunedì che, a Torre del Grifo, sarà di duro e puro lavoro. Sabato pomeriggio, la trasferta nella capitale per affrontare la Lazio, dirà molto di più di quello che può apparire. A ben guardare si tratta di una vera e propria prova di maturità. Novanta minuti al termine dei quali, in caso di vittoria, i rossoazzurri potrebbero addirittura scavalcare in graduatoria proprio i biancocelesti. Fantacalcio solo a parlarne un paio di mesi fa. Ed invece i ragazzi di mister Maran là: col fiato sul collo di una delle sorprese del campionato. Ecco, allora, perché la settimana corta di questi giorni sarà inevitabilmente una settimana di concentrazione e lavoro. Dove fare calcoli non serve a nulla; e dove pensare di non provarci a Roma, sarebbe un delitto.

    Liverani: “Lazio, attenta al Catania! Il terzo posto? Difficile…l’obiettivo è la Coppa Italia” (Lazialità)

    “L’ex capitano e metronomo del centrocampo della Lazio, Fabio Liverani, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Lazialità, dove ha parlato del suo passato, presente e anche futuro. Il regista romano, che con la maglia laziale ha all’attivo 165 presenze corredate da 10 gol, esprime subito il suo giudizio sul finale di stagione che dovrà affrontare la squadra biancoceleste, a partire dalla prossima sfida con il Catania: “Sarà una partita sicuramente difficile. Il Catania è una squadra che da anni esprime un buon calcio, e ciò gli permette di raggiungere l’obiettivo della salvezza stagionale in anticipo. In questo momento, poi, hanno un grande entusiasmo nel cercare di realizzare il miracolo della qualificazione in Europa League, e c’è da aggiungere che lo fanno con zero pressioni; questo per la Lazio potrebbe essere un pericolo in più. D’altro canto i biancocelesti sono in un momento di difficoltà, dove non arrivano i risultati in Campionato, mentre in Europa League stanno facendo alla grande e sono già in finale di Coppa Italia. Proprio per il campionato, credo che per la Lazio sarà difficile arrivare nei primi tre posti”. Quindi, a seguito di queste parole, qual è l’obiettivo più realizzabile? “Sicuramente la vittoria in Coppa Italia è un obiettivo raggiungibile, insieme alla qualificazione in Europa League nei primi quattro, cinque posti”.

    Commenti solo catania tutto il resto e noia :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve: :salve: :ciao:

  12. Ip Address: 79.33.22.107

    Spinesi: “Europa? Tutti sanno che presto ne faremo parte”

    CATANIA – Nella zona mista dello stadio Angelo Massimino, al termine dell’amichevole tra Catania e vecchie glorie, Gionatha Spinesi si ferma a parlare ai nostri microfoni.
    Gionatha Spinesi: “Il ritorno di Spinesi al goal? Bellissima emozione, ritornare dentro questo stadio e indossare questa maglia è tutto bello ed emozionante.…

  13. Ip Address: 79.33.22.107

    “Coppia d’attacco Spinesi Oliveira? 10 anni fa forse. Stando bene tutti e due avremmo formato una bella coppia. La città di Catania è un qualcosa di fantastico, pregi e difetti le hanno tutte le città in Italia, ma non farei cambio con nessuna altra città. Ho rivissuto la sensazione bella di vedere il pubblico che mi acclamava, anche oggi, a distanza di tempo. Quando si gonfia la rete è bello perchè ti ricorda tante cose e poi c’era la mia famiglia oggi qui allo stadio, so che anche loro hanno respirato quello che hanno respirato tutti anni fa vedendomi segnare.

    “Ho già sfondato quota 50 tempo fa. Il goal di De Zerbi a Torino era mio e contro l’Albinoleffe non era autogol.

    “Il Catania in Europa ci può andare perchè ha una struttura importante per squadra di vertice, passato lo scoglio Lazio e Milan si può sognare davvero l’Europa. Non è stata programmata all’inizio di stagione e spesso ci va in Europa proprio chi non ha programmato nulla.

    “Ricordi del passato? Ricordo la partita contro l’Udinese era una squadra più forte di noi ma abbiamo vinto soffrendo. Con un mio goal. Da lì in poi è stato tutto bello e in discesa. Quell’anno lì più di uno di noi poteva andare in nazionale. Ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Come mi diceva un dirigente anni fa i se e i ma sono il bagaglio dei falliti. Quell’anno tornerei indietro per riviverlo e vedere dove saremmo arrivati continuando a giocare al Massimino. E’ stato brutto vedere che tutto il mondo del Calcio sembrasse volere che scendessimo in serie B. Da squalifiche di due giornate ce ne davano 4, è stato brutto, arrivammo alla fine meritatamente, ci ha rimesso il Chievo e mi dispiace. Era tutto storto, un’annata terribile, io infortunato all’ultima gara cosi come altri miei 6 compagni. Ho vissuto quella gara a bordo campo con i miei compagni ed è stata una liberazione salvarci. Era come un’agonia perchè giocavi contro tutto e tutti.

    “Se avessimo perso saremmo risaliti subito, avevamo una grande squadra e tutti volevano che il Tornino arrivasse prima di noi. Adesso Catania si è portata a livello altissimo ora sono tutti consapevoli che è una squadra che presto farà parte dell’Europa con grande merito. :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania: :salve:

  14. Ip Address: 79.33.22.107

    inShare
    digg
    CATANIA – Al termine dell’amichevole tra Catania e Vecchie Glorie, il massaggiatore Gino Maltese, 83 anni di passione rossazzurra, si ferma a parlare con noi “ripercorrendo” lo scatto che, come un tempo, l’ha portato da bordocampo fino al cerchio di centrocampo tra gli applausi del pubblico.

    “Avrei voluto correre più veloce sul campo, anche se ad 83 anni molti hanno provato a fermarmi. Mi andava di farlo per questo pubblico. Questa maglia rossazzurra con scritto sopra il mio cognome..è stato un ritorno particolare. Mi sento avanzato negli anni, non ancora vecchio. L’erba verde del Massimino mi fa rinascere, è vivere respirandone solo l’odore. Tutti dovrebbero provare quel che significa..quando si e giovani dentro non si e mai vecchi buon proseguo di giornata a tutti :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :salve:

  15. Ip Address: 93.46.17.211

    :salve: a tutti. Giorgio qui c’è molto vento,anche se accompagnato ad una giornata di buona temperatura.
    L’Amarcord dei rossazzurri è servito a dare un senso ed un significato ad una settimana sensa il calcio che conta, consentendo cosi ai nostri “eroi” di godere di un meritato e ossigenante relax. Certo che la Lazio, alla ripresa del campionato, troverà, in ogni caso, pane per i suoi denti. Come giustamente suggerisce Salvatore, da ora in poi, “camma e sangu friddu”. Nervi a posto e self-control al massimo livello. La voglia di arrivare non deve rappresentare un’arma a doppio taglio che si ritorce su di noi, dando, peraltro, occasione agli arbitri di dare luogo a provvedimenti che possano determinare soluzioni al di fuori di quelle meramente sportive. Un caro saluto :sciarpa:

  16. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti….
    Sono in attesa con tanta ansia della partita con la Lazio, ma nel frattempo sono fiducioso di un risultato positivo, visto che loro hanno molto da perdere 😉 😉 quindi giocheranno nervosi e con la paura….
    Ritengo che è un passaggio fondamentale se vogliamo l’Europa ma per noi basta non perdere le partite in casa per chiudere questa bella stagione più in alto possibile.

    ———————————————–FORZACATANIA—————————————

  17. Ip Address: 79.2.101.87

    Un caro saluto a tutti gli amici.
    Ciao Joe, le due squadre non pareggiano dalla 24^ (cinque partite) da Atalanta-Catania 0-0 e Lazio-Napol 1-1 un pari a noi starebbe benissimo.
    La prossima gara loro hanno il derby con la Roma, il Catania ha il Cagliari in casa e possiamo o raggiungerli ( e in ogni caso essere in vantaggio negli scontri diretti) o soppassarli in classifica.
    Giocando concentrati e con un arbitro imparziale ( e qui mi spavento) per almeno un punto dovremmo farcela.
    A te e tutti gli amici una buona serata. :sciarpa:

  18. Ip Address: 79.2.101.87

    Scusate sorpassarli (che brutto vizio quello di non leggere prima di inviare)

  19. Ip Address: 93.46.16.222

    Caro Professore… due film importanti “Il Sorpasso” e la serie de “Il Vizietto” sono due bellissimi films. Ciao Tino, Ciao Joe, Ciao Angelo, Ciao Mongibello, Ciao Salvatore, e attuttu u restu da “cumacca”.voi siete ottimisti, io pure. Speriamo bene. Scusate, non vogliamo speranze ma certezze, per cui vinceremo sicuramente in occasione del Sabato… del villaggio. :salve: :diavolo: ❓

  20. Ip Address: 79.49.60.79

    Notte rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  21. Ip Address: 72.226.121.41

    In attesa della partita di domenica che sara’ importante ma non decisiva,esaminiamo stavolta quanti gol hanno fatto i nostri giocatori,Finora sono state realizzate 39 reti e con nove gare ancora a disposizione,pensare alle 50 realizzazioni non e’ fuor di luogo.L;anno scorso,il tanto millantato CATANIA di Montella trovo’ la via della rete 47 volte e quindi abbiamo la possibilita’ di superare anche questa cifra.Per adesso il nostro capocannoniere e’ Bergessio con 8,seguito da Gomez[7[ e Lodi[6]L’anno scorso ci sono stati assegnati 11 rigori,quest’anno solo 3 di cui 2 andati a segno.Non mi spiego questa enorme differenza e per questa ragione Lodi e’ ancora fermo a quota 6.Mi domando se almeno uno dei nostri giocatori potra’ arrivare a doppia cifra e questo traguardo potrebbe fare aumentare la loro quotazione in sede calcio mercato.SEMPRE FORZA CATANIA

  22. Ip Address: 93.46.43.211

    Forse abbiamo sbagliato stagione Giorgio. Il vento e il freddo non ci risparmiano. Ma a tenerci caldi ci pensa il nostro Catania. Con l’avvicinarsi del sabato sera, sale la “febbre” e molti di noi si ammalano di “tifo”. Ma quale “tifo” ? quelllo calcistico. Buona giornata a tutti. :catania: :catania: :salve: :sciarpa:

  23. Ip Address: 95.235.33.220

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Saretto!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Qui Napoli e dintorni, il cielo e’ grigio e c’e’ un po’ di freddo.

    L’Italia come nazione attraversa una fase “drammatica” mentre i politici sono uno contro l’altro e la casa “brucia”!!! :incavolato: :incavolato: :incavolato:
    Spero che ci sia qualche governo che riesce a spegnere “l’incendio”.
    Saranno “azzi amari” se non ci riescono per tutti noi!!! :incavolato: :incavolato: :incavolato: :piangere: :piangere: :piangere: 😐 😐 😐 😕 😕 😕

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  24. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti,
    Ciao Tino, Saretto, Giorgio, Angelo e a tutti pari…..

    Calcio: Lo Monaco, 6,6 mln dal Catania
    Atto di citazione in tribunale. Club, ‘e’ tutto infondato’

    Fonte: ANSA

    (ANSA) – CATANIA, 26 MAR – Finisce in tribunale il rapporto tra Pietro Lo Monaco e il Catania. L’ex dirigente ha chiesto 6 milioni e 650 mila euro di stipendi non retribuiti, dal giugno 2004 al maggio 2012, in qualita’ di ad e il relativo Trattamento di fine rapporto. Secondo Lo Monaco il Catania lo avrebbe pagato soltanto per il suo ruolo di dg Secca la replica del club: ‘Abbiamo preso atto di quanto contenuto nella citazione, che riteniamo totalmente infondata”.

  25. Ip Address: 95.238.35.32

    BUON GIORNO A TUTTI PRESENTI E ASSENTI FRATELLI DAL CUORE :catania: Stampa: Spolli lancia la sfida, Gomez è l’Anti-Lazio

    La rassegna delle notizie riguardanti la squadra rossazzurra: Spolli lancia la sfida ai biancocelesti, l’Europa passa dall’Olimpico, ne sono convinti tutti. Bellusci, in cerca di conferme, sfrutterà il secondo turno di stop affibbiato al compagno argentino per confermarsi punto di riferimento salto al centro della difesa. Gomez è il giocatore più in forma e più temuto dalla Lazio..

  26. Ip Address: 95.238.35.32

    Gomez, l’anti-Lazio (La Gazzetta dello Sport)

    “Ecco super Papu due gol all’andata uno che va a mille

    “Reduce dalla doppietta all’Udinese prima della sosta, lui nel Catania fa la differenza

    “Finora per lui sette reti, uno in meno di Bergessio che rientrerà contro i biancocelesti

    “All’andata fu una doppietta di Papu Gomez a spianare la strada della vittoria. Il successo più rotondo ottenuto fin qui dal Catania in questa stagione. La Lazio tramortita da 4 reti e la squadra di Maran arrampicata al settimo posto con 15 punti in classifica, davanti al Milan (14). Il vantaggio fu realizzato da Alejandro su assist di Spolli con la gentile collaborazione del portiere (ex rossazzurro) Bizzarri. Raddoppiò Lodi su rigore. Il tris fu ancora opera del Papu su imbeccata di Barrientos, un gol che Biava sradicò dalla porta dopo che la palla aveva attraversato la linea di porta, ma Mazzoleni non se ne rese conto e dovette intervenire l’arbitro di porta, Guida per fare assegnare il 3 a 0 al Catania. Per la cronaca completò il poker il Pitu, questa volta a parti invertitie: su assist del “Papu”. Seconda doppietta Neanche a dirlo, nelle pagelle di quella partitaGomez risultò il migliore in assoluto con un meritatissimo 8. Con la sua seconda doppietta del campionato, quella realizzata prima della sosta contro l’Udinese, il venticinquenne di Buenos Aires è già arrivato a quota 7 gol, ad una sola lunghezza dal capocannoniere etneo, Bergessio, appena un gradino più su. É scattato un magnifico duello tutto rossazzurro fra i 2 argentini per il titolo (effimero ma non troppo) di capocannoniere di squadra.

    Che sicurezza Bellusci E adesso sfida la Lazio (La Gazzetta dello Sport 25.03.2013)

    “Il difensore in questa stagione ha sostituito i centrali Spolli e Legrottaglie ed è ormai diventato una colonna del Catania

    “Chissà che non capiti davvero di vedere Bellusci goleador in futuro. Il riferimento ovviamente è alla doppietta realizzata da Beppe Bellusci sabato pomeriggio al Cibali nella divertente amichevole fra i campioni del Catania di oggi e i protagonisti del passato. Partita finita 8 a 2 per i rossazzurri dell’ultima serieAe col terzino di Trebisacce che nella ripresa si è scatenato mettendo a segno un paio di reti. Nel massimo campionato non gli è mai capitato, non essendo lui tra quelli che sfrutta i calci da fermo per piazzarsi nell’area avversaria come fanno ad esempio i suoi compagni di reparto, Legrottaglie e Spolli. Diciamo che questa attitudine non è fra le sue migliori caratteristiche. Basto pensare che in tutta la carriera, nelle 109 presenze accumulate fra serie A e B, una sola volta Bellusci è riuscito a trovare la via del gol, è accaduto 4 anni fa, stagione 2008-’09, quando indossava la maglia dell’Ascoli (club dal quale il Catania lo ha prelevato nel 2009) e giocava ancora fra i cadetti. Crescita esponenzialeMa il suo compito principale, che è quello di evitare che gli avversari facciano gol, beh, quello gli riesce molto bene. Questo è il quarto campionato in maglia rossazzurra e noi che abbiamo assistito all’escaletion di Beppe sotto l’Etna, possiamo testimoniare di una crescita costante e di progressi importanti. Fino a qualche tempo addietro quando si parlava di Bellusci, la prima cosa che veniva alla mente – se non forse l’unica – era la sua grinta. Oggi che la determinazione e la cattiveria agonistica non è mai venuta meno, possiamo senz’altro parlare di un difensore completo, in grado di fare prevalere la sua tecnica oltre che il suo acceso agonismo, a volte anche rude,masempre corretto, perchè dietro la sua scorza da duro si nasconde una persona che conosce i valori veri della vita.

    Spolli: «Europa, missione possibile» (La Sicilia 25.03.2013)

    «Contro la Lazio partita quasi decisiva. E, poi, ci sarà da cancellare quel ko doloroso di Palermo» «Giocheremo al top contro Milan, Pescara, Palermo… In una Serie A equilibrata non ci sono avversari facili»

    “«Un campionato quasi perfetto. Lo stiamo vivendo, ma dobbiamo ancora scrivere il finale». Quando Nicolas Spolli, alle nove della sera, mette piede in redazione, prima di partecipare a Salastampa, su Antenna Sicilia, la trasmissione condotta da Umberto Teghini, la domanda più ricorrente posta dai colleghi riguarda l’Europa. La risposta è una e una sola: «Ci proveremo senza distrazione alcuna, senza paura, senza timore reverenziale». Spolli è reduce da una domenica di relax: «Sono stato con gli amici argentini e catanesi, in un palasport in cui si gioca sulla sabbia. Tamburelli, beach tennis. Il calcio, per qualche ora, l’ho messo da parte, ma adesso si riparte». Si riparte senza di lei. Che peccato saltare la partita con la Lazio. «Non tocchiamo questo tasto, ma una cosa è certa. Lavorerò, se possibile, con una carica superiore, perché voglio aiutare i miei compagni ad arrivare a quell’appuntamento in forma smagliante». Campionato quasi perfetto, diceva. C’è un neo, dunque. «Pensa che dica Juve, Inter. Capitoli a parte. Il mio rammarico più grande è il derby perso a Palermo». Ci sarà modo di rifarsi. «Ci può contare, vogliamo cancellare quella sconfitta e il giusto rammarico dei tifosi». Rammarico che ha, ben presto, lasciato il posto alla gioia per il campionato fin qui disputato. «Penso che la partita di Roma possa diventare indicativa, quasi decisiva, per farci continuare la riconrsa con il giusto slancio». Il calendario vi pone di fronte a scogli quasi insormontabili (Milan) e ad avversarie più abbordabili. «Ma ci sono conti aperti da… sanare. A Pescara perdemmo all’ultimo istante, di Palermo abbiamo già discusso. Bisognerà affrontare ogni partita con la stessa concentrazione». Fra l’altro, il campionato non concede pausa alcuna. «Il livello di questa stagione è incredibile. Se pensa che Toro e Samp, due delle neopromosse dalla B, chiaramente non sono rimaste coinvolte nella lotta per la sopravvivenza, il quadro è completo». Raccontiamo anche il Nicolas privato, partendo dal nuovo tatuaggio. «Vede qui (mostra il polpaccio, ndr)? Ho fatto riprodurre l’impronta del mio cane, Sambu. È un Golden Retriever, che tiene compagnia a me e a mia moglie, da anni».

    Commenti UN SOLO GRIDO FORZA CATANIA TUTTO IL RESTO E NOIA :sciarpa: :sciarpa: BUON PARANZO A TUTTI :salve: :catania:

  27. Ip Address: 95.235.33.220

    Salve raga’!!! :salve: :salve: :salve: :salve:
    Ciao joe e Angelo!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    L’ex A.D. Lo Monaco vuole 6 MLN di Euro dal Catania!!!!!!!!! :incavolato: :incavolato: :incavolato:
    Spero che la Societa’ Calcio Catania abbia provveduto alle norme vigenti.
    Poi non penso che prendeva solo “briciole”, i meriti li avra’ sempre ma come uomo mi ha proprio deluso.

    Buon pomeriggio a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  28. Ip Address: 72.226.121.41

    Non concordo assolutamente con quelli che pensano che un pari contro la Lazio potrebbe bastare.A questo punto del campionato,infatti,e con l’EUROPA da conquistare,bisogna ,prima di tutto,cercare di vincere prche’ non dimentichiamo,che in classifica ,per adesso,siamo solo gli ultimi dei primi e anche un pari potrebbe non bastare……..Andiamo quindi a Roma ,consapevoli della nostra forza,pur non sottovalutando l’avversario,perche’ e’ la Lazio che deve aver paura di noi e non viceversa.SEMPRE FORZA CATANIA

  29. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari,

    Io resto dell’idea che i ragazzi non devono pensare all’Europa , troppe pressioni e troppe chiacchiere si stanno facendo su questo, d’accordo con il Presidente quando dice di tentare ma nulla di più, piuttosto non tralascerei l’inserimento di qualche giovane come già il buon Maran aveva incominciato a fare con Keko, ma paradossalmente il suo gol ( vittoria del Catania a Parma, con relativo rilancio in Europa) lo ha rilegato di nuovo nelle riserve, e li non sono d’accordo con Maran………….ma sento anche parlare molto bene anche di altri giovani, diamo in questo finale un senso a Torre del Grifo :salve: :salve: :salve:

  30. Ip Address: 93.46.45.143

    Parlando di giovani: I Giovanissimi Nazionali, allenati da Andrea Suriano,vincono 1 a 0 contro i pari grado del Napoli. Gli Allievi Nazionali, allenati da Ezio Raciti, battono il lanciano, squadra di casa, per 0 a 4. La squadra Primavera, regala soddisfazioni a grappoli. Sono tutti impegnati nelle loro Categorie con ottimo profitto e questo va a tutta gloria della Dirigenza che sta pensando bene al futuro. Vittorio, in questo momento, togliere il piacere ai titolari, se disponibili, di arrivare al massimo risultato possibile, non sarebbe togliergli una bella dsoddisfazione ? magari la tua proposta, che condivido in pieno, non sarebbe meglio attuarla tra qualche partita, aspettando magari gli sviluppi ulteriori ? Forse la scelta di una strategia non è solo di Maran, ma credo che lui debba attenersi alle disposizioni societarie. Alla valorizzazione di qualche giovane non si contrappone l’interesse economico della società e dei giocatori ditolari in prima persona ? Comunque in ambedue i casi la Società potrebbe trarne vantaggio, dico potrebbe perchè di tentativi che possono non dare ottimi risultati si tratta. Un caro saluto. :catania: :sciarpa:

  31. Ip Address: 92.135.86.159

    Ciao Saretto
    Sono d’accordo con te, bisogna tentare e ritentare ed è giusto che i titolari abbiano questa soddisfazione, ma abbiamo avuto sia Barrientos che Bergessio come Almiron Biagianti infortunati, squalificati come Lodi , qualche giovane poteva anche giocare? si ..no…se vuoi le vere plus valenze solo con loro le puoi ottenere,

  32. Ip Address: 92.135.86.159

    Ps
    In relazione al mio concetto d’allenatore, ho sentito Giaccherini dietro le punte e Cassano a casa :diavolo: :diavolo: :diavolo: :diavolo: bravo Prandelli , ora contro Malta
    Giaccherini, se veramente gioca cosi farà un partitone, ma come diceva un giornalista, anche mia nonna poteva giocare!!! :diavolo: :diavolo: :incavolato: :incavolato:

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu