La spada nel cuore

 Scritto da il 10 aprile 2017 alle 16:30
Apr 102017
 

Era uno sguardo d’amore, la spada e’ nel cuore e ci resterà . Sei bella, in questo momento ……… no, fermiamoci , con tante scuse a Little Tony . E di scuse ne avrebbero diritto anche i tenaci sostenitori rossazzurri presenti anche a Vibo, giunti in terra calabra con la speranza di racimolare qualche pozione in classifica per continuare ad inseguire il sogno dei play off che, settimana dopo settimana, si trasforma in un traguardo  sempre più lontano, a causa di prestazioni che, ritenerle tali, sarebbe un insulto al nobile sport del calcio o, quanto meno, spettacolo sufficientemente sopportabile per due squadre che starebbero a loro agio in serie D.

La spada è nel cuore perché  fa male al nostro organo più caro, assistere a questi spettacoli sempre più inguardabili, mortificanti ed irritanti. Il cuore sanguina guardando queste partite di fine stagione, dove undici uomini danno ancora dimostrazione di non conoscersi minimamente, di non sapersi sganciare e coprire gli spazi, come studenti al primo giorno di scuola.

Rivedo mentalmente le immagini della prima di campionato contro lo Stabia e rammento una prestazione gagliarda fatta di calciatori che parevano giocare insieme da una vita e adesso, a fine stagione, sembrano le brutte copie di loro stessi. Preparazione atletica errata? Magari identica a quella dello scorso anno, tesa a recuperare con immediatezza i punti di penalità per poter rientrare nei ranghi prima possibile ma che, con l’andar del tempo, ha dimostrato i suoi limiti? Infatti, appare chiaro che questa squadra non ha più fiato e corsa, stanca ancor prima  di scendere in campo, senza schemi di gioco ma anche di idee e adesso privata anche del suo difensore più importante ed al quale l’infortunio prima e il contratto in scadenza dopo, impediranno, con tutta probabilità, di poter vestire ancora il rossazzurro. Probabile che l’infermeria si riapra per accogliere anche Di Cecco, gettato in campo per sostituire Biagianti anche lui infortunatosi al ginocchio ed out per chissà quanto tempo.

La spada e’ nel cuore perché sembra non esserci risposte, in particolar modo da parte di chi, invece, dovrebbe trovarle,  sul perdurare di questi atteggiamenti in campo non consoni per un team che sbandiera un ritorno in serie b passando dei play off o, al massimo, per la stagione ventura. Dietro l’inarrestabile Benevento, lo scorso anno c’erano le due pugliesi ancora protagoniste in questa stagione, una delle quali già con un piede in cadetteria,  che lo scorso anno misero le basi per un nuovo campionato di livello.

Cosa ricorderemo invece noi di questa stagione? Poche gioie e tante brutte figure, mascherate dalla mala sorte che aiuta chi ha voglia di mettersi le fette di prosciutto sugli occhi e non vuol vedere ciò che è lampante o non vuole o non riesce a trovare le cause che affliggono questa squadra partita per fare un campionato di vertice. Se non si trova la malattia, non ci può essere cura e questa è necessaria, perché una nuova stagione da affrontare con lo stesso canovaccio di questa o della gemella dello scorso anno, dimostrerebbe che il calcio a Catania, almeno quello maschile, è sparito. Occorre lavorare sugli errori ed analizzare quali possono essere le cause di un tracollo tecnico e fisico che aumenta dopo le prime partite di campionato.

Il Direttore ha usato il termine paura ma questa, a mio parere,  può albergare in cuori che scendono in campo per la prima volta, ma non certo in quelli di professionisti maturi e  al termine di carriere importanti. Perché lo scorso anno, nel girone di ritorno, entrò in crisi Calil? Rammento l’ultimo suo gol che consegnò la vittoria casalinga sul Matera di fine gennaio per poi rivederlo in rete  su rigore contro il Messina il 24 marzo del 2016 e che, insieme al gol di Russotto, ci permise di battere al Massimino la formazione giallorossa. E proprio Russotto, anche lui a debito in fatto di segnature, più portato in questa stagione a centrare pali e traverse ma  sul cui impegno non si discute ed anche ieri eccezionale nel saltare cinque uomini prima di calciare in area un pallone che chiedeva soltanto di essere spinto in fondo al sacco, ci e’ mancato quest’anno, vuoi per scelte tecniche, vuoi perché sfortunato e a volte perché innamorato troppo della sfera, ma forse accaduto questo,  perche’ non sostenuto da compagni che sulla corsa gli chiedevano il pallone.

Come mai Pozzebon e Tavarez, cecchini implacabili con le maglie giallorosse, non riescono a ripetersi in casacca rossazzurra? Queste le domande che ci poniamo tutti, ritengo compresi coloro che si trovano all’interno della società stessa e che devono avere e poi dare risposte. Preparazione atletica? Tecnico non all’altezza per offrire prestazioni e risultati in una piazza costantemente col fiato sul collo dei propri beniamini? Società lontana dalla squadra? Amministratore delegato troppo impegnato in complesse dinamiche aziendali che lo portano a non vivere, come in passato, i problemi dello spogliatoio? Giocatori non adeguati per disputare un campionato di lega pro? Tante le  domande e se quest’ultimo fosse l’enigma, ci sarebbe il problema dei contratti perché difficilmente si potranno dar via giocatori che non hanno trovato la loro dimensione in rossazzurro se non quelli che in questa squadra hanno reso di più, tra i quali ritengo doveroso porre in primo piano Pisseri e Bergamelli, calciatori ai quali questa categoria sta stretta e che probabilmente potremo rivedere da avversari al Massimino,  ma  anche gli esterni di  questa stagione Di Grazia e Russotto, i due folletti che ci invidiano già in tanti.

Gli altri potrebbero restare perché non appetiti da altre realtà, Salvo Di Cecco, Baldanzeddu e De Rossi in scadenza e sara’ compito del Direttore Lo  Monaco assemblare una nuova rosa, non prima, però, di scegliere un nuovo tecnico che spero sia un esperto di questa categoria, propositivo e che sappia trarre il meglio da ogni suo giocatore, impiegandoli al meglio delle loro caratteristiche, studiando schemi di gioco consoni per raggiungere quel traguardo che questa città, novello Cesare, ferita al cuore da tante pugnalate inflitte anche dall’uomo a lei più caro, merita ampiamente e le cui colpe dei misfatti si pretende scaricare sugli innocenti, su coloro che piansero e piangono lacrime amare da quattro stagioni.

  31 Commenti per “La spada nel cuore”

  1. Ip Address: 79.4.15.37

    peggio di cosi non si po stare….
    A vedere il Siracusa che occupa la quarta posizione in classica con una squadra di giovani, mi viene una rabbia per la nostra blasonata !!!!! ammazza campionato….

  2. Ip Address: 79.53.40.222

    Bravo raggio libero ai descritto perfettamente come e messo il nostro catania ciao Joe

  3. Ip Address: 5.86.107.143

    Complimenti a raggio libero, articolo perfetto

  4. Ip Address: 151.38.33.76

    pozzebon pozzo di buono…russotto..boh…neanche se prendeva iguain a catania…sono sicuro che si blocca anche lui..il cosenza verra’ per vincere..e adesso abbiamo gli infortunati e la fine anticipata sia dentro che fuori.

  5. Ip Address: 87.21.140.215

    Rimango basito dalle parole del Direttore che non avendo nulla più da dire ai tifosi ricorda loro che la società a breve dovrà corrispondere 460 milioni di euro in stipendi e tasse. Ma non e’ normale per una società economica pagare i dipendenti, contributi e relative tasse? Stilato un bilancio provvisorio approvato dal consiglio di amministrazione, diventa normale perché se così non fosse, vuol dire che si è lavorato male e senza sinergia perche queste sono uscite previste e pertanto coperte al loro sorgere. Grave sarebbe non rispettare le scadenze e questo, per fortuna, a questo nuovo Catania non sta accadendo.

  6. Ip Address: 178.39.222.16

    Non si capisce niente e questo non é una novita!!

    Andare in D? Possibile
    Bancarotta? Possibile

    A questo punto non so cosa pensare

    Il pezzo scritto da raggio libero? Purtroppo veritiero!!!!!!!

    Drei ma perché non se ne vanno a fare in c….o!!!!!!!!!!

  7. Ip Address: 87.21.140.215

    Dopo aver fatto notare che dovranno a breve pagare milioni di euro per stipendi e tasse, adesso vengono paventate difficoltà connesse all’iscrizione al prossimo anno al campionato di lega pro. Tutto questo pare una contraddizione con gli sbandieramenti vari di play off. Mi sa che qui è’ tutta una contraddizione acuita ancora delle dichiarazioni di accordo ancora non sottoscritto con lo Sporting per il caso Rinaudo dove tutto pare essere ancora rimasto a voce sulla parola. Il problema che se non c’è accordo scritto, non può esserci comunicazione alla Fifa di accordo raggiunto . Coraggio ancora ne vedremo e sentiremo delle belle prima che inizi la nuova stagione già A rischio iscrizione o a penalizzazioni ulteriori. Dal circo Catania buonanotte a tutti in attesa delle liete novelle che scriveranno autorevoli quotidiani in edicola domani

  8. Ip Address: 87.21.140.215

    Dopo aver appreso nella giornata di ieri che la società dovrà mettere le mani in tasca per corrispondere quanto contrattualmente previsto ai propri dipendenti e quanto sancito dalle norme in materia fiscale e previdenziale, evento che rientra nella normalità di una società sportiva, industriale o commerciale, apprendiamo con stupore che potrebbe essere a rischio l’iscrizione alla prossima stagione. Al momento non credo che le regole siano differenti da quelle stabilite dalla lega pro per il 2016-17 di seguito riassunte: fideiussione di 350 mila euro che lievita percentualmente a seconda del monte ingaggi e insussistenza di situazioni debitorie con società estere. Ecco che, ancora, la mancanza di comunicazione precisa, ci spinge ad analizzare quali potrebbero essere i fattori impeditivi affinché il nostro Catania possa partecipare al prossimo campionato qualunque esso sia, di lega pro o, come ci auguriamo tutti, di serie B. Il problema è economico? Si riesce a garantire l’iscrizione da parte di un istituto a ciò proposto per l’importo richiesto? Attenzione che qualora l’iscrizione dovrebbe avvenire, come speriamo e ci auguriamo tutti per la cadetteria , l’importo a garanzia salirebbe sino a euro 800 mila. Quanto ha messo a disposizione il consiglio di Amministrazione per questa eventualità? Oppure la problematica che potrebbe impedire l’iscrizione è rappresentata da pendenze economiche con società estere ancora irrisolte? Ce lo dicano, per favore, un po’ di comunicazione in più non guasterebbe.

  9. Ip Address: 178.39.222.16

    Al solito…….

    Io ogni giorno che passa mi stufo sempre più di questo Catani.

    E si chiedono perché i ragazzini tifano JUVE?

    Anche loro hanno fatto delle minghiate ma ne sono venuti fuori.

    Noi ogni anno ne abbiamo una nuova e peggio della precedente. Ridicoli……

  10. Ip Address: 94.165.253.163

    Buonasera a tutti , a quando pare la telenovela del capotreno non finisce mai di stupire!!!!! Ma quando caxxo se ne va via lui è tutti i suoi componenti? Spero al più presto …… certo la riflessione di jamaiama e perfetta

  11. Ip Address: 79.32.107.196

    Catanese a Napoli guarda che 460 milioni sono una cifra immensa! Circa 920 miliardi delle vecchie lire. Hai sicuramente sbagliato, saranno forse 460 mila euro.
    460 milioni è il valore di una squadra di serie A pensa che Trorre del Grifo è costata 60/70 milioni di euro.
    A parte queste sciocchezze vorrei solo dire che una grande tristezza pervade i nostri animi, non tanto per il mancato raggiungimento dell’obiettivo minimo (playoff decorosi cioè 4° o 5°posto) quanto per la mancanza di certezza sull’avvenire di questa disgraziata società.
    Nuove penalizzazioni o peggio mancata iscrizione al campionato! Fallimento e scomparsa della squadra dai campionati.
    E’ da folli continuare a gestire senza un soldo bucato quante umiliazioni dovremo ancora subire.
    Ma cavolo svendete pure questo ca…o di società eTorre del Grifo al primo che vi faccia un’offerta dignitosa, prendetevi quattro pidocchiosi euro ma finalmente ridateci a noi tifosi la dignità perduta!

  12. Ip Address: 195.31.204.114

    Giusto Lino il problema è che non vogliono vendere!!!!!!

  13. Ip Address: 178.39.222.16

    Ragazzi

    Esistono presidenti che hanno regalato…. vedi il presidente Spinelli o anche la Samp…….

    Pulvirenti o LoMo mi sembrano la stessa cosa. Non ho più nessuna intenzione a spendere un Euro per il Catania. Quando venivo a Catania andavo a Torre e compravo tutto quello che cera da comprare per i miei due figli e anche per me. Andavo allo stadio con tutta la famiglia a vedermi anche la partita contro il Thun!!! Oggi l’unica cosa che spendo e per sportube e non so se rinnovo per il prossimo anno. Premettendo che si riescono a iscrivere al campionato.

    Mi hanno deluso mi hanno fatto perdere l’amore per questi colori mi hanno fatto capire che se ne fottono di noi tifosi. E la maglia la portono loro!

    Io non tifo a prescindere. Questi non rappresentano CATANIA. Questi rappresentano solo loro stessi!

    E LoMo si permette a parlare di noi tifosi! Se vuole il nostro sostegno faccia chiarezza! Ci faccia sapere dove stiamo ci faccia sapere se gli servono soldi ci faccia sapere!!!!

    Vi saluto e un caro saluto a Mexxican

  14. Ip Address: 94.163.189.177

    Ciao jamaiama, e un buon pomeriggio a tutti ❤💙, giusto il tuo sfogo che anche nostro la massa dei tifosi ha già capito che con il capotreno non si va da nessuna parte, molti tifosi nonostante l’abbonamento non entra più allo stadio nei vari social network regna una diffidenza verso la società. Di danni ne hanno fatti tanti

  15. Ip Address: 94.163.189.177

    Ancora una volta la vicenda scommesse alla ribalta. Si è registrato un flusso anomalo di puntate e vincite per il match tra Parma e Ancona conclusosi sul risultato di 0-2. Secondo quanto riporta l’edizione odierna de ‘Il Mattino’, a Pozzuoli in provincia di Napoli, centinaia di scommettitori hanno azzeccato il risultato esatto della gara, incassando cifre che vanno dai 100 mila ai 225 mila euro a testa. Inoltre è da registrare la voce che già circolava nei giorni precedenti alla partita, soprattutto nei rioni popolari, la quale indicava chiaramente la vittoria per 2-0 in trasferta della squadra marchigiana al Tardini. L’onda anomala arriva dal quartiere Monteruscello, dove un grande numero di persone composto da casalinghe, operai, studenti universitari e imprenditori, si è dato da fare. Anche il gestore di un circolo ricreativo ha rivelato: “Si sapeva già tutto da giorni. C’è un ragazzo che conosco di Arco Felice che ha puntato mercoledì scorso 850 euro sul risultato secco e ha vinto 85mila euro, mentre i 30 condomini di un intero palazzo hanno giocato a colpo sicuro 100 euro a testa e hanno vinto 30mila euro”.
    Al momento non è stata avviata nessuna inchiesta, nè sono stati rilevati comportamenti penalmente condannabili.

  16. Ip Address: 94.163.189.177

    Tutto il sistema calcio italiano è marcio

  17. Ip Address: 5.90.129.12

    La situazione a ct e

  18. Ip Address: 5.90.129.12

    La situazione è triste su tutti i fronti tutti i tifosi ct sono delusi non c’è luce all orizzonte perché è al tracollo sia la società e il capotreno non vuole vendere poi è venuta tecnicamente fuori una squadra di giocatori scarsi che non hanno prprio voglia di dare una svolta…..nende altro che serie b forse la vedranno i…..figli cari auguri a tutti gli amici 🔴 💙

  19. Ip Address: 79.33.150.146

    Si scusa Lino . 460.000 euro per stipendi e tasse. Con questo euro non ci sto capendo più niente. L’unica cosa che capisco e’ che siamo dentro un tunnel e più cerchiamo di uscirne più torniamo indietro perché la strada è scivolosa e la luce e’ lontana come la società con i suoi tifosi

  20. Ip Address: 79.33.150.146

    Venerdì Santo e di passione. Accanto al mistero della passione, morte e risurrezione di nostro Signore, momento di preghiera e di riflessione da condividere accanto ai propri cari, purtroppo le ferree regole poste in essere dalla federazione impongono la continuità calcistica anche in questi giorni. Pertanto, apprendo con piacere della preannunciata presenza in campo sabato di Parisi e Pozzebon, il primo recuperato dall’infortunio al polso che lo vedrà in campo sostenuto da un tutore. Per buttarla a “liscia”, termine molto amato e vicino al sentimento catanese, termine peraltro del quale ho parlato a lungo ieri sera con un gruppo di amici, scusandomi innanzitutto con Parisi per quello che dirò’, e che dico solo per sdrammatizzare un evento che ci potrebbe negare l’accesso ai play off se le cose andassero male, mi auguravo che il “tutore” fosse Barzagli, kulibaly o Bonucci stesso anziché un guanto rigido idoneo a bloccare il polso fratturato. Battuta che non vuol togliere nulla in fatto di stima per un giocatore rossazzurro, serio professionista che anche sabato, malgrado il dolore, scendendo in campo, dimostra ancora una volta grande attaccamento alla maglia. Altra notizia positiva la presenza oramai acclarata di Demiro Pozzebon al centro dell’attacco. Sappiamo bene che un centravanti fa gol se i compagni gli fanno arrivare palloni giocabili e questo, purtroppo, non sta avvenendo spesso, anzi col contagocce. Vero anche che un centrattacco di valore con l’unica palla a disposizione ti risolve la partita. Dove sta allora la verità? Ritengo, come sempre, nel mezzo. Auguriamoci che Demiro sabato ci permetta di festeggiare una buona Pasqua e se non sarà lui a fare gol ma un altro , va bene comunque , perché farebbe male rompere l’uovo il giorno dopo col mal di pancia ancor prima di ingurgitare cioccolata perché la sera prima si è infranto il sogno di andare a giocarci la serie B a Firenze.

  21. Ip Address: 178.39.222.16

    Buongiorno

    Cataneseanapoli veramente devo dire da quando il Catania perde di continuo non ho più mal di pancia. Guardo le partite e quando incassano il solito gol……. niente non sento niente.

    Pozzebon un giocatore mediocre se gioca o non gioca non si vede. Dunque non credo proprio di avere ansia se non gioca.

    Parisi purtroppo non riesce a fare quel salto di qualita. Ma credo che é uno dei pochi con Biagianti e Pisseri a metterci quella grinta che serve.

    Come sempre speriamo che sabato……

    Saluti a tutti

  22. Ip Address: 5.90.188.132

    Caro ct a na saremo tutti felici se qualcuno butta la palla dentro ma mi sembra che i nostri giocatori fanno tutto meno che i goal spero che il catania entri nei play off ma sicuro che più di una partita non fa la squadra è spenta altro che finale di firenze ….questanno è mancato tutto la via crucis avi otto mesi che la facciamo noi tifosi ….basta ….buona pasqua a tutti

  23. Ip Address: 37.77.122.237

    Buongiorno a tutti. Pomeriggio i rossazzurri affronteranno al Massimino il Cosenza, squadra che attualmente occupa il settimo posto in classifica e che farà di tutto per superare il Francavilla, in periodo di forma non eccellente, che ospita in casa lo Stabia. Al momento, il Catania si trova all’undicesimo posto in classifica, agganciato ai play off solo grazie alla regola dovuta alla probabile ammissione alla seconda fase del Matera quale finalista o vincente di coppa. Durerà? Certo che oggi potrebbe essere una partita quasi decisiva in casa etnea per le aspettative dei play off ma sarà necessario vincere per poi andare a Monopoli convinti e giocarci le nostre cartucce contro la sorpresa Siracusa in casa e con la Casertana in esterna nell’ultima di campionato, per sperare in un piazzamento ai play off, magari mantenendo l’ultimo posto utile. Servirà? Da undicesimi dovremmo giocare in esterna contro la terza realtà del girone quindi ipotizzando il Foggia promosso, il Lecce ed il matera in seconda fase il primo perché secondo classificato ed il Matera, come detto in precedenza, per via della coppa, probabile che andremo a giocarci i play off in esterna proprio a Castellammare dove fummo sconfitti per 4-0. Sperare che arrivi terzo il Siracusa per giocarci le nostre carte ad un centinaio di chilometri di distanza magari senza tifosi al seguito perché così decreteranno le autorità? Essere però esclusi dal prosieguo del cammino dagli aretusei sarebbe uno smacco ben peggiore se a farlo fossero le vespe, tanto lo sappiamo che fuori casa siamo deboli più nella testa che nelle gambe. Meglio allora non salire su questo tram aspettando l’altro, quello della stagione prossima? Salire per farci calpestare e gettare giù alla fermata successiva solo per dimostrare di esserci andati , ma troppo debolì per spingere gli altri passeggeri conquistando posizioni su posizioni a loro spese? Ancora quattro partite ed il quadro sarà più chiaro ma non certo il domani. Purtroppo.

  24. Ip Address: 151.35.115.86

    Oggi,cerchiamo di vedere la partita con spirito rilassato ! Sarà difficile farlo perché ,noi tutti siamo nel fisico e nel morale sfiancati ,stanchi ,e sfiduciati ! Troppe cose non vanno ed è inutile ,adesso starle a raccontarele e scriverle ! Le sappiamo bene tutti noi ! Io ,personalmente ( una opinione che è valida come tutte le altre diverse ) non parlo più di play off ma di stare lontani dai play aut ! Cerchiamo di essere realisti ! Saranno quattro partite sofferte ! Si può pensare che la squadra sfoderi quel gioco che non ha mai offerto fini ad ora ? Non ci sono i presupposti ! Quindi ,cerchiamo di fare ,almeno ,aiutati da un pizzico di fortuna , quei tre , quattro punti per chiudere ,questo disgraziato campionato , nella zona ,del tutto neutra fuori da tutto ,nel così detto limbo ! Dopo si rimarrà in attesa del destino della nostra squadra ! Su tutto rimangono i dubbi ! Si potrà effettuare l iscrizione ? Si parte con i soliti punti di penalizzazione ? Aspettiamo ! Frattanto ,auguro a tutti i cari amici del sito ovviamente Filippo, Catanese aNapoli, Mexxican , Jamajama e tutti gli altri ,senza dimenticare la Redazione , una serena Pasqua !

  25. Ip Address: 94.162.162.216

    Buongiorno e buona vigilia di Pasqua a tutti

  26. Ip Address: 178.39.222.16

    grandissimo Cosenza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    serie D arriviamo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  27. Ip Address: 178.39.222.16

    pooopooorrrrrooopppooopppoooooooo

  28. Ip Address: 178.39.222.16

    non tradisce mai il Catania…………………..

  29. Ip Address: 151.35.109.184

    Siamo soltanto a sei punti dalla zona play aut ! E Lo Monaco parlava ancora di play off ! Piena incoscienza !

  30. Ip Address: 79.49.99.32

    Meglio cosi, non era il caso di sperare in cosa,ora si deve pensare di prendere i punti sicurezza e guardare al prossimo campionato.DELUSIONE totale ciao a tutti

  31. Ip Address: 178.39.222.16

    Per me possono essere andare in D

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu