Lazio – Catania 2 – 1

 Scritto da il 30 marzo 2013 alle 18:02
Mar 302013
 

autogol

La Lazio batte in rimonta il Catania per  2 – 1 e ritrova la vittoria dopo tre sconfitte consecutive. Un Catania che si è chiuso nella propria metà campo ed era passato in vantaggio a inizio ripresa grazie a un rimpallo di Izco.

Accade tutto in due minuti. Prima, al 34′, Legrottaglie intercetta un traversone e beffa Andujar, due minuti più tardi Ederson è devastante, costringendo Bellusci al fallo da rigore, dal dischetto Candreva non perdona.

La sosta al Catania fa male, giocatori stanchi, passaggi sbagliati, mai un tiro in porta e difesa che fa pietà.

Potevamo approfittare della sconfitta della Roma, Fiorentina e Inter per portarci avanti, ma al momento di serrare i ranghi e portare a casa il vantaggio, la nostra difesa va nel pallone.

Ci rimane solo il rammarico della sconfitta con la speranza di rifarci in casa contro il Cagliari.

Auguri di buona pasqua a tutti.

  23 Commenti per “Lazio – Catania 2 – 1”

  1. Ip Address: 95.238.35.32

    bene redazione ottima disamina buona pasqua a tutta la redazione e forza catania :catania: :catania: :catania: :salve:

  2. Ip Address: 79.2.101.87

    Possiamo rifarci subito contro il Cagliari.
    AUGURI DI BUONA PASQUA A TUTTI.

  3. Ip Address: 72.226.121.41

    E’ andata purtroppo come avevo previsto.il CATANIA non ha cercato fin dall’inizio la vittoria puntando decisamente al pari e alla fine e’ stato giustamente punito.Niente da dire sul risultato perche’ una vittoria sarebbe stato un’autentico furto.Resta il rammarico perche’ in un mio post,avevo previsto le battute d’arresto di Roma, e inter e quindi una nostra vittoria ci avrebbe consentito di compiere un passo importante.In ogni caso,quello che piu’ fa male non e’ il risultato ,ma la prestazione,assolutamente insufficiente .Avrei preferito perdere nettamente e non in questo modo.Evidentemente siamo una squadra che e’ in vena di benificenza perche’ oltre a salvare l’inter e Stramaccioni[sono sempre convinto che sarebbe stato esonerato in caso di sconfitta al massimino[e’ riuscita a perdere sia col palermo che col pescara. E adesso abbiamo fatto resuscitare la lazio.E’ necessario adesso voltare pagina e cercare di non ripetere il finale dell’anno scorso.BUONA PASQUA A TUTTI…..E SEMPRE FORZA CATANIA

  4. Ip Address: 95.238.35.32

    ciao salvatore ti quoto in verita i nostri anno fatto una prestazione al di sotto di come siamo abituati a vedere a dir piu deludente come dice la redazione il riposo a fatto male ma mettiamocci un velo pietoso sopra dimentichiamo questa partita e speriamo di rifarci al piu presto rinnovo i miei auguri di una santa pasqua a tutti presenti e assenti forza catania sempre :sciarpa: :catania: :sciarpa: :catania: :ciao:

  5. Ip Address: 93.46.16.47

    Auguro a Voi tutti i miei migliori Auguri di una serena Pasqua, estesi ai familiari.
    Giunga, altresì,un augurio al Presidente Pulvirenti, allo staff dirigenziale, al Tecnico Sig. Maran e ai suoi collaboratori e non perchè per ultimo, meno sentito, a tutti i giocatori in organico di questa splendida squadra che ha saputo regalarci momenti indimendicabili di agonismo sportivo e che tanti altri saprà donarci. :catania: :sciarpa:

  6. Ip Address: 88.66.17.107

    Ciao Salvo tutto giusto quello che scrivi
    io aggiungo che pretendere di fare risultato con Biaggianti in formazione
    e arrogante oltre che autolesionistico
    e cmq io non so che partita abbia visto tu ma l’impegno c’era e come se c’era
    solo la tattica faceva difetto si puntava a difendersi sperando poi in un miracoloso contropiede
    come infatti poi e avvenuto il miracolo ma come sempre solo per poco vuoi per la tattica sbagliata bisognava fare pressing a tutto campo e e vuoi per gli uomini sbagliati e poi mi fai uscire gomez e metti castro ma per favore fai uscire biaggianti e metti castro e poi vedi come la lazio pensi anche un po a difendersi
    invece l’uscita di gomez e stata una liberazione per la lazio e un danno per noi un saluto a tutti voi
    tranne uno

  7. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tuttipari
    Mbari Lux Buona Pasqua, ancora ci pensi? te lo detto e ripeto ieri il Catania si è salvato per il prossimo anno , t’immagini cosa succedeva se vincevamo? Noi tifosi Catanesi abbiamo una peculiarità “o tutto o niente” la via del mezzo non esiste, se vinciamo siamo i più forti, se perdiamo siamo scarsi da serie B, ora per me il concetto è uno, lo dicevo l’altro giorno, il Catania su una rosa di 25 giocatori ne ha 5 Andujar Spolli Marchese, Izco e Gomez che possono giocare tranquillamente in Europa, poi ne a 7 ottimi per la serie A, il resto onorevoli giocatori e niente di più…la prova Maran onesto e bravo allenatore ne fa giocare stabilmente 14…..ed in queste condizioni parlare d’Europa è come darsi la zappa nei piedi, il Catania ha avuto grandi possibilità di dimostrare il contrario, e non parlo dei punti persi all’ultimo secondo e nemmeno degli errori arbitrali, parlo di 2 partite fondamentali , dove ci siamo squagliati come neve al sole solamente per quello che dicevo prima sui giocatori, quelle con Inter e Lazio ecco li il Catania ha dimostrato di non avere i giocatori adatti per fare l’Europa, errori su errori, rinuncia al gioco , appagamento e nervosismo allo stesso tempo, ora spero che la squadra non sbraghi e continui almeno nelle restanti partite ha dimostrare che meritiamo il 7° posto, per me una cosa è fondamentale, lancire qualche giovane e arrivare prima della Fiorentina.

    Ps non aver messo Lodi e Barrientos nei top del Catania non è una mia dimenticanza ma per 2 motivi il primo quest’anno mi ha deluso e mai veramente è riuscito ad essere un vero trascinatore, vi invito a vedere le centinaia d’azioni che passano dai piedi di Pirlo o Verratti ed ultimamente dell’Interista Kovacivic o lo stesso Pogba, giocatori che non solo impostano, ma all’occorrenza sono grandi incontristi, riguardo Barrientos il discorso è diverso, in 2 anni solo una volta ho dato ragione allo scienziato, quando affermava ” Barrientos non è pronto per giocare in A” e mi spiego, troppo mingherlino mancanza di massa muscolare troppo incostante, ma detto tutto questo, lo reputo tecnicamente uno dei primi 10 in Italia, faccio un paragone, Cassano se non avesse una massa muscolare pazzesca tutta la sua immensa classe non gli sarebbe servita a niente, peccato anche che questa massa non c’è l’abbia anche nel cervello, lo stesso Baggio e per ultimi Totti e Del Piero….che dopo uno stage con il suo medico….. 😯 😯 😯 in 2 anni si è sviluppato in una maniera impressionante………… :ciao: :ciao:

  8. Ip Address: 95.232.25.100

    Buona Pasqua a tutti Voi. :salve:

    Sono ancora molto incazzato perchè con le squadre di alta classifica facciamo sempre la figura dei “polli”!!! 🙁

  9. Ip Address: 93.46.39.98

    Una buona serata a tutti. Vi preannuncio un giochino, al quale desidererei che ci iscrivessimo. Buona Notte :catania: :salve: :sciarpa:

  10. Ip Address: 95.238.35.32

    ciao mongibello in questo caso abbiamo fatto la figura dell’agnello una buona pasqua anche a te e famiglia e non pensiamoci piu forza catania sempre nel bene e nel male :catania: :sciarpa: :catania: :sciarpa: :salve: :ciao:

  11. Ip Address: 95.238.35.32

    buon giorno a tutti presenti e assenti fratelli dal cuore :catania: buona pasquetta a tutti
    31.03.2013 09:22 di Andrea Piso

    Genio e sregolatezza, poiché non esiste grande genio senza una dose di follia; ma se la sregolatezza trova espressione in un campioncino in divenire come Francesco Fedato, giovane punta classe ’92 in comproprietà tra Bari e Catania e attualmente in forza alla formazione pugliese, beh il futuro lascia ben sperare per l’avvenire calcistico del nostro Paese.
    Una storia affascinante quella di Fedato, arricchita da tanta gavetta che lo ha portato – nel giro di 2 anni- dai campi polverosi della serie D con la maglia del Venezia al sogno di poter un giorno calcare gli stadi della massima categoria, magari con indosso la maglia rossazzurra del Catania.
    Curiosità: anche Francesco Fedato porta la cresta, diventata ormai un must nel panorama calcistico contemporaneo e sinonimo di spessore qualitativo. :sciarpa: :sciarpa: :salve: :catania:

  12. Ip Address: 95.245.219.107

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Angelo!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Qui Napoli e dintorni. cielo grigio con un po’ d’azzurro.
    Che dire raga’!!!, come scrive Chiarezza sui nostri giocatori ci meritiamo la “classifica” che abbiamo. Certo che e’ una bella classifica sperando che la conserviamo fino alla fine.
    Due parole su Barrientos, raga’ mi piace un sacco anche se sembra assente quando gioca ma mi fa impazzire con quelle aperture straordinarie dei suoi assist ai compagni. Visto nel primo tempo contro la Lazio (anche in altre partite) ogni volta che aveva la palla erano “azzi acidi” per le sue gambe e il suo fisico, contro i giocatori duri non c’e’ nulla da fare.
    Ha ragione Chiarezza troppo leggero e’ il Nostro Barrientos.

    Buona Pasquetta a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  13. Ip Address: 93.46.38.221

    Buon giorno a tutti. :catania: Buona “scampagnata” per chi può mantenere le buone tradizioni. Attenzione al pesce d’Aprile. Il Catania ha già provveduto anticipatamente. Speriamo in un futuro migliore. Un saluto particolare a Super nonno Giorgio. :catania:

  14. Ip Address: 79.2.101.87

    A tutti una buona Pasquetta :sciarpa:

  15. Ip Address: 95.245.219.107

    Salve raga’!!!
    Grazie super Saretto!!! 😆 😆 😆
    Ciao Prof.!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Mentre dormivano il nipotino, sua madre e mio figlio, dopo aver preparato il sugo per una pasta particolare campana con la ricotta, stamattina sono andato per salutare i “devoti” della Madonna dell’Arco , come voi fate per S.Agata.
    Gente che si fa’ a piedi parecchi chilometri, alcun i scalzi e altri non.
    Diciamo Saretto la “scampagnata”, le popolazione attorno al Vesuvio, la fanno con questa camminata.

    Copia e incolla da La Sicilia.

    IL SUPERTIFOSO

    Tessera
    onoraraia
    del Wwf
    ai rossazzurri

    GINO ASTORINA

    Tutto è successo nel secondo
    tempo, i primi 45 minuti pare
    che i rossazzurri fossero stati
    avvistati tra Piazza di Spagna e Via
    Condotti a fare shopping. Dai è anche
    giustificabile, vai a Roma sutta e festi
    e non ne approfitti per portare un
    regalino ai tuoi che ti aspettano a
    casa? Nel frattempo però Lazio non
    ne approfitta, colleziona una serie di
    corner ca solitamente i ccucchi ‘nta
    tri pattiti. Al rientro dal riposo la
    sorpresa, u Catania con una gran
    botta di… Izco infila l’incredulo
    Marchetti che fino a quel momento
    aveva sulu assuppatu acqua. Ma,
    sappiamo benissimo che, gli etnei
    sono bravi ragazzi e non si
    accaniscono mai contro gli avversari,
    figurarsi nei confronti degli aquilotti
    laziali incerottati. Per il loro
    comportamento, i carusi, ricevono
    un encomio ufficiale e la tessera
    onoraria del WWF. Non
    aggrediscono, sa jocunu, sa palliunu,
    in poche parole “giocano col sesso
    del bambolotto”, fino a quando
    ricambiano la cortesia iniziale dei
    biancocelesti con un regalo da parte
    di Legrottaglie. Che fai ti disperi? No!
    Ci mancherebbe altro, in fondo siamo
    pari in tutto. Ma chi ffà, non si capisce
    che, l’arbitro graziato il primo
    intervento di Alvarez, avrebbe
    fischiato il rigore ai biancocelesti
    macari ca avissunu stranutatu! E così
    fu, Bellusci da calciatore si trasforma
    in muro mentre Ederson si trasforma
    in manifesto e si cci ‘mpica senza
    codda. Rigore, Lodi indica ad Andujar
    di tuffarsi prima a destra poi a sinistra
    per suggerire alla fine: “Chiuri l’occhi
    e unni ti veni prima t’abbii. Gol, dui a
    unu e palla al centro. Che il Catania
    potesse perdere all’Olimpico ci può
    stare, ma ormai siamo abituati allo
    spettacolo, al bel gioco e subire gli
    attacchi affannati di una squadra che
    onestamente non è ca ni fici girari a
    testa, un pizzico di amaro in bocca te
    lo lascia. Indubbiamente non cambia
    niente. I rossazzurri stanno facendo
    un campionato eccezionale e forse
    proprio per questo si possono
    permettere di giocare così come
    sanno, senza assilli e senza problemi
    di classifica. Se poi non arrivano i tre
    punti nenti ci fa, è dalla prima di
    campionato che ci regalano
    soddisfazioni. È Pasqua, non è
    arrivata la sorpresa? Pazienza, ma
    che vi possano invece arrivare da
    parte di tutti noi tifosi gli auguri da
    estendere anche ai vostri cari.
    Sempre grazie.

  16. Ip Address: 72.226.121.41

    CATANIA da sballo,CATANIA cinico,CATANIA corsaro,la Maran band’s espugna l’olimpico e punta decisamente a un posto tra le elette.No,non e’ un pesce d’aprile quello che sto scrivendo ma semplicemente i commenti che avremmo letto senza quei 3 minuti di follia…..Si,il calcio e’ fatto di episodi e alle volte non premia la squadra che piu’ merita e adesso siamo tutti d’ accordo che e’ stato giusto che abbia vinto chi lo meritava di piu’,chi sopratutto ha cercato piu’ la vittoria ma tutto sarebbe passato nel dimenticatoio senza la maldestra deviazione del nostro buon Nicola e senza quel rigore che a me e’ parso,piu’ che altro un fallo di ostruzione.Si,la lazio ha dominato ma siamo stati noi che abbiamo commesso gli errori che le hanno spianato la via della vittoria. Paradossalmente,sarebbe stato forse meglio che i bianco celesti avessero segnato nella prima frazione di gioco perche’ forse e ripeto forse avremmo visto un altro CATANIA.I Rossoazzurri,invece dopo aver trovato il gol del vantaggio,avranno creduto di poter controllare la partita fino alla fine ,sperando nella buona sorte.Ora Maran da candidato al Seminatore d’oro,viene criticato perche’ non ha fatto i cambi giusti….Io,invece ,penso che il CATANIA ha avuto un solo torto e cioe’ qiuello di aver rinunciato del tutto alla fase offensiva dopo aver segnato……..Cambiando argomento,ancora una volta,ci sono due pesi e due misure..Cambiasso,autore di un fallo di frustazione alla fine della gara,e’ stato fermato per una sola partita…..Cosa sarebbe successo se il fallo lo avesse compiuto un nostro giocatore.Ricordiamoci di Lodi che fece piu’ che un altro, un gesto istintivo di reazione e per di piu’ all’inzio della partita e fu fermato per 3 giornate…..SEMPRE FORZA CATANIA

  17. Ip Address: 190.19.42.178

    hola hermanos y amigos chiarezza y giorgio da napoli yo soy carlos hincha de tigre argentina tifosi de mariano izco me alegro de los buenos resultados de mi segunda escuadra que es el catania , a pesar de los ultimos partidos no tuvo suerte , pero tengo fe de una copa , abrazos amigos , carlos tifossi de izco

  18. Ip Address: 190.19.42.178

    hola hermanos y amigos chiarezza y giorgio da napoli yo soy carlos hincha de tigre argentina tifosi de mariano izco me alegro de los buenos resultados de mi segunda escuadra que es el catania , a pesar de los ultimos partidos no tuvo suerte , pero tengo fe de una copa , abrazos amigos , carlos tifossi de izco

  19. Ip Address: 95.238.35.32

    buon giorno a tutti presenti e assenti fratelli dal cuore :catania: stamattina apro il sito e leggo che qualche mattacchione a fatto il pesce di aprile ciao giorgio Segnale positivo.. attendesi
    Lo scontro diretto da dentro o fuori con vista Europa non segna la fine dei sogni europei per il Catania di Maran ma dà l’ennesimo segnale negativo, replica di quelli incassati contro Milan e Inter. Stavolta bastano due minuti di confusione a Roma, per rovinare il fortunoso vantaggio di Izco che avrebbe potuto fare le fortune del Catania, portandolo…

  20. Ip Address: 95.238.35.32

    al quinto posto solitario in classifica, per la prima volta in zona Europa: questo sì che sarebbe stato un segnale positivo.

    I singoli

    Gli episodi delle due marcature laziali sono errori individuali di un reparto che sino a qui è stato il punto di forza della squadra, nella prima occasione Legrottaglie ha deviato la sfera nella propria porta nel tentativo di anticipare Kozak che a sua volta aveva bruciato sul tempo un lento ed in colpevole ritardo Andujar. Nella seconda occasione il peccato d’ingenuità è stato commesso dall’irruento Bellusci che non è riuscito a frenare ed a togliere il piede di fronte all’incursione di Ederson che si era comunque trascinato il pallone fuori e che quindi non sarebbe riuscito ad arrivare sul pallone.

    E’ difficile sicuramente trovare un migliore in campo in una partita in cui il Catania ha subito continuamente e non è riuscito ad imbastire alcuna azione degna di tale nome. A mio avviso una nota di merito va comunque data a Marchese che salvato la propria porta in un paio di circostanze in maniera provvidenziale anche se poi non sono servite ad incidere sul risultato finale. Nel primo tempo riesce con una diagonale difensiva a fermare il lunghissimo coast-to-coast di Cana e ad intercettare una traiettoria che sarebbe andata in porta e che invece grazia il Catania e va sulla traversa. Nella ripresa con i rossazzurri avanti di una rete, altra chiusura determinante su Kozak che ad Andujar battuto stava per depositare in rete.

    Commento

    E’ scontato dire come la svolta sia stata in quei due minuti a cavallo tra il 79 esimo e l’81 esimo, ma la prestazione va analizzata nel complesso e la Lazio ha sicuramente meritato di vincere. Così come nella partita di Coppa Italia, la squadra di Maran non è riuscita a controbattere colpo su colpo alla fisicità ed al vigore degli uomini di Petkovic che sfondavano con Candreva sulla destra, con Lulic a sinistra e centralmente con Hernanes. Sicuramente la sosta ha fatto bene alla Lazio che è apparsa tutt’altra squadra da quella che non appena due settimane fa era scivolata sul terreno del Torino ed aveva fatto gridare ad una crisi profonda.

    Era lecito attendersi una gara di sofferenza visto che la truppa di Petkovic giocava tra le mura amiche, ma l’abbandono delle armi del Catania è parso evidente sin dai primissimi minuti; Maran ed i suoi ragazzi non sono riusciti a prendere le contromisure neanche quando la caparbietà di Izco aveva regalato una gioia immensa all’intera città alla vista di una classifica a dir poco entusiasmante.

    Anche dopo il vantaggio, la squadra non è riuscita a tenere alto il baricentro ed a sfruttare l’onda positiva ma ha continuato a farsi schiacciare così come nella prima frazione. L’innesto di Castro è parso tardivo, ed è stato l’imminente preludio al patatrac, mentre l’iniziale 4-3-3 è diventato ben presto un 4-5-1 con nove giocatori dietro la linea della palla.

    Manca la mentalità per affrontare partite di questo tipo ed uno dei compiti del progetto Maran sarà proprio questo, anche se ancora la strada appare lunga e l’esperienza dei giocatori va costruita proprio sulla base di queste partite così beffarde ma mai così tanto veritiere nell’espressione dei singoli giocatori in campo.

    Le recenti partite contro Inter e Juventus hanno insegnato nulla in tal senso, sono stati commessi gli stessi errori negli ultimissimi minuti e sono stati vanificati altri punti al cospetto di squadre che ringraziano per tale generosità e benevolenza tanto inaspettata quanto gradita.

    La classifica resta comunque soddisfacente visti i passi falsi di Roma, Fiorentina ed Inter ed il calendario non proibitivo dei rossazzurri, c’è infatti la possibilità di continuare a restare subito dietro le cosiddette grandi che non stanno tenendo un ruolino di marcia elevato. Sin dalla prossima partita contro il Cagliari e sfruttando il concomitante derby di Roma, serve un segnale positivo, che induca a pensare in maniera positiva all’obiettivo primario dei tre punti, per eguagliare sin da domenica prossima il record ottenuto nella passata stagione e prepararsi al meglio alla sfida contro il Milan, l’ultima “d’alta quota” ma anche l’ultimo faccia a faccia per legittimare il merito d’un Catania ad alta quota.

    Commenti un solo grido forza catania tutto il resto e noia :catania: :sciarpa: :catania: :sciarpa: :salve:

  21. Ip Address: 95.238.35.32

    BARRIENTOS ALL’OLIMPICO HA SBAGLIATO MA IL FAIR-PLAY NON DIVENTI FURBATA (La Gazzetta dello Sport)

    “Qualche anno fa Fabio Capello «ordinò» alla sua squadra di non restituire la palla agli avversari quando questa veniva messa fuori perché un calciatore era a terra. «Deve essere l’arbitro a decidere se bloccare o meno il gioco». La provocazione del tecnico scatenò un vivace dibattito. Il risultato? Tutto è rimasto come prima. Il pallone viene sempre restituito e di solito questo gesto strappa applausi convinti anche ai più accesi tifosi ultra. Sabato scorso, nei minuti di recupero di Lazio-Catania, il dibattito si è riacceso di colpo. Questa «l’azione» incriminata: Marchetti recupera la palla, vede che Biava s’accascia a terra (un crollo a dir poco sospetto) e scaraventa il pallone in fallo laterale. L’arbitro autorizza l’ingresso in campo del medico e del massaggiatore della Lazio e dopo circa unminuto Biava si rialza. Il Catania batte il fallo laterale e il pallone arriva a Barrientos (foto Ansa). Sono tutti fermi in attesa che l’attaccante restituisca il pallone aMarchetti invece l’argentino (da quaranta metri) calcia forte verso la porta della Lazio. Scatenando l’immediata reazione dei giocatori biancazzurri. La sensazione è che sia stato più un gesto di stizza che non un reale tentativo di realizzare il gol del 2 a 2. Ma è dovuto intervenire il direttore di gara (ammoniti Marchetti e Barrientos) per evitare che la situazione degenerasse […] Quindi Barrientos ha sbagliato.Ma il gesto di ribellione del centravanti del Catania è umanamente comprensibile visto che quella palla fuori sembrava un chiaro tentativo di perdere tempo. Il presidente dell’Aic Tommasi dovrebbe farsi promotore di un dibattito tra i suoi associati per parlare di questo argomento. Dovrebbero essere proprio i giocatori a combattere chi trasforma un gesto di apprezzabile fair-play in un’insopportabile furbata. Senza bisogno di regole più o meno scritte.

    :sciarpa: :salve: :catania: :ciao:

  22. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari

    Hola amigo Carlos, hace tiempo que no tenia novedad de ti, como estais ?
    Aqui todos bien y Izco ahora es una columna de nuestro querido Catania, te acuerdas como estabas criticados hace algunos anos…. ma el tiempo nos a datos la justa dimension de esto jugador, que ademas es un gran hombre, espero que tu continueras a TIFARE siempre Catania, un abrazo de mi parte y tambien estoy seguro de parte de Giorgio y todos u restu da cumacca comu rici siempre Angelo :ciao: :ciao:

  23. Ip Address: 95.238.35.32

    ciao chiarezza stamattina non oh visto il meteo di giorgio tutto bene ?

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu