Lo Staff del Calcio Catania

 Scritto da il 8 giugno 2012 alle 15:07
Giu 082012
 

 

Sergio Gasparin

“Non smantelleremo assolutamente l’organico, chi andrà via lo farà solo perchè il Catania avrà ricevuto offerte irrinunciabili. Lodi, ad esempio, è basilare per il Catania, dunque servirebbe una proposta estremamente vantaggiosa per smuoverlo. Il vento non si può fermare ma c’è la volontà di trattenere Lodi così come chi riteniamo fondamentale per la continuità del progetto. A certe condizioni contrattuali i nostri calciatori potranno chiedere di lasciare la squadra, ma nell’ottica di crescita della nostra società non si può pensare a una smobilitazione. Il 22 giugno presenteremo la campagna abbonamenti 2012-2013. Salifu? Confermo che la formula del trasferimento è stata individuata nel prestito con diritto di riscatto della compartecipazione a nostro favore e controriscatto per la Fiorentina. E’ un’operazione complessa per un giovane di prospettiva che deve essere valutata in termini positivi. Stiamo definendo l’accordo. Montella? Avremmo voluto confermarlo. Fa piacere che gli allenatori del Catania siano spesso e volentieri apprezzati, ma d’ora in poi ci auguriamo possano dare continuità al nostro progetto restando ai piedi dell’Etna almeno due anni”.

 

 Nicola Salerno

“E’ un motivo di vanto e soddisfazione per me accettare di ripartire da Catania, piazza importante, realtà ormai consolidata che si sta imponendo nel massimo campionato – spiega – La Serie A mi mancava, il Catania mi ha offerto la possibilità di rimettermi in gioco in questa categoria, dovrò riadattarmi. Ho accettato con entusiasmo e orgoglio. Divideremo compiti e responsabilità con Gasparin e Bonanno. Stiamo lavorando sul futuro allenatore del Catania, prima però va risolta in via definitiva la questione Montella. Una volta chiarito l’aspetto relativo alla panchina concentreremo le nostre attenzioni sulla definizione dei giocatori. E’ ancora presto per parlare di acquisti e cessioni. Abbiamo parlato con più allenatori, quando si fanno delle scelte occorre valutare tanti aspetti compreso l’utilizzo del sistema di gioco. In questo senso forse va considerato in termini di priorità il proseguo del progetto tecnico rossoazzurro, magari la conferma del blocco di difensori e centrocampisti. Conosciamo il valore della squadra e dei nostri attaccanti. Ci aspettiamo molto da loro, ma non dimentichiamoci che contano soprattutto gli equilibri della squadra. Valutiamo comunque la possibilità di rinforzare il reparto offensivo. In generale se si presenteranno interessanti opportunità di mercato non ci tireremo indietro. Maxi Lopez? Potrebbe ancora essere riscattato dal Milan, tutto è possibile. Bergessio via con Gomez e Barrientos? Hanno fatto un campionato importante ma non c’è stato nessun contatto. Il ruolo del portiere? E’ importante come per qualsiasi altra squadra. Sicuramente il Catania ha bisogno di una sicurezza a difesa dei pali, di un portiere che totalizzi oltre 30 presenze”.

 

Giuseppe Bonanno

“In passato ho ricoperto l’importante incarico di direttore sportivo, con poca visibilità, mentre oggi mi aspetta un lavoro di maggiore responsabilità – dice Bonanno -. Se sono cresciuto il merito è soprattutto di Pietro Lo Monaco, che ringrazio perché ha fatto molto per me ed il Catania. Adesso un po’ tutti i membri dello staff societario dovranno assumersi ogni responsabilità, prima erano concentrate specialmente su Lo Monaco. Le valutazioni del Calcio Catania saranno fatte anche dal presidente Pulvirenti. Nicola Salerno si occuperà del mercato in entrata e uscita. Il nostro obiettivo è quello di dare continuità al lavoro della gestione Pulvirenti. Nuovo allenatore? E’ vicino, più di quanto possa sembrare. La dirigenza è compatta nella scelta del prossimo tecnico rossoazzurro. Obiettivi di mercato? Siamo sempre vigili in Sudamerica, continueremo a collaborare con Jorge Cyterszpiller che sarà ancora un nostro punto di riferimento. Inoltre riteniamo importante il settore giovanile, da cui speriamo di proporre in Prima squadra un numero sempre più elevato di ragazzi. Abbiamo sempre guardato con attenzione alle serie minori e sarà ancora così, puntando su investimenti minimi che diano risultati importanti. La rete di osservatori del Catania è presente anche in Europa. Carrizo? Come uomo e calciatore non si discute, ci stiamo guardando attorno presentando offerte sia per portieri esperti che giovani. Gomez e Barrientos in uscita? Proveremo a trattenere almeno uno dei due. Non abbiamo sentito il ‘Pitu’, ci metteremo in contatto con il suo agente in settimana. Dobbiamo risolvere la questione contrattuale, per noi Barrientos è un giocatore importante ma resta a Catania solo chi ha voglia e rispetto per i colori rossoazzurri. Per Gomez stiamo valutando le richieste di mercato”.

FORZACATANIA…..

  40 Commenti per “Lo Staff del Calcio Catania”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Parole sante 😉 😉 😉 😉

    Al più presto Aspetto i fatti perchè siamo in ritardo rispetto ai concorrenti :mrgreen: :mrgreen:

  2. Ip Address: 79.23.101.135

    Un caro saluto a tutti i tifosi del sito. Per adesso parole, parole soltanto parole, fra le altre cose parole scontate che non si prestano a nessuna forma di commento.
    In attesa di tempi migliori a tutti una buona serata.

  3. Ip Address: 79.49.40.175

    buonasera fratelli della costa rossoazzurra e bello quello che dicono pero vediamo i risultati un saluto a giorgio joe prof mongibello chiarezza marcello simone catanista e peppe58 forza catania sempre 😉 😉 😉

  4. Ip Address: 82.55.239.10

    Buonasera raga’!!!
    Ciao Angelo, joe e Prof.!!! 😉 😉 😉
    Che il trio Gasparin, Salerno e Bonanno piace oppure no aspettiamo sempre il giudizio sul campo.

    Certamente le voci di mercato che ci affibiano giocatori di Serie B a iosa sembra piu’ fumo che arrosto , poi i prezzi saranno maggiori dei giocatori argentini.
    Di Gasperin abbiamo letto il curricula e sembra perfetto per noi, Bonanno qualcosa ha imparato da LM, mentre Salerno sembra un po’ l’anello debole dello staff Calcio Catania, ma come ho scritto sopra il giudizio lo daremo dopo e sul campo.

    Notte a tutti!!!

  5. Ip Address: 95.239.53.85

    Ciao Angelo. 😉
    Buonasera a tutti. Speriamo bene. Quello che conta sono gli obiettivi.
    Se abbiamo solo quello della salvezza, allora dovremo sudarcela fino alla fine del campionato. Se avremo un obiettivo più ambizioso, si vedrà sia dai giocatori importanti che riusciremo a tenere, sia dalla campagna acquisti che si farà. E non è finita, perchè poi tutto dovrà filare liscio e l’allenatore e la squadra dovranno fare la loro parte con la competenza e l’impegno da veri professionisti, e non trascuriamo “l’attaccamento alla maglia”.

    Solo la maglia! Forza Catania!

  6. Ip Address: 82.55.239.10

    Ciao Mongibello!!! 😉 😉 😉
    Solo la maglia, vero!!!

    Notte notte!!!

  7. Ip Address: 95.239.20.40

    Buongiorno raga’!!!
    Le scosse nel Friuli e nel Veneto, managgia!!!

    Che sia una buona giornata per noi tutti!!!

  8. Ip Address: 79.49.40.175

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rosso e azzurro ciao giorgio stamattina alle ore 06 .20 una piccola scossa deve finire questa storia ma quando speriamo sempre in meglio buona giornata 😯 😯

  9. Ip Address: 95.239.20.40

    Salve raga’!!!
    Questa notizia mi fa veramente arrabbiare!!! 😈 😈 😈
    Ma mica siamo scemi?

    Il Cagliari lavora su tre rinforzi (Il Corriere dello Sport)

    “Via Agostini, anche a costo zero per agevolare eventuali trattative. Sembra poco sostanziosa quella rimbalzata dallaltra grande Isola, dalle parti dellEtna, circa uno scambio fra lesterno mancino di Vinci e il suo omologo (tattico) Giovanni Marchese, 27 anni. In rossazzurro dal 2009. Domanda delle cento pistole: possibile che il Catania voglia fare uno scambio quando si sa che Agostini può essere ceduto gratis? Difficile.

  10. Ip Address: 79.49.40.175

    ciao giorgio sicuramente e una invenzione dei pennivendoli buona giornata 😉 😉

  11. Ip Address: 95.239.20.40

    Ciao Angelo!!! 😉 😉 😉
    Buon appetito!!!

  12. Ip Address: 79.49.40.175

    A TUTTI I FRATELLI ROSSOAZZURRI CE CU CIANCI E CU SI PINNA CE CU ACCHIANA SUPIRA ANTINNA CHIOVI E SI SDUACA GIU’ CE CHI SBATTE PER IL MUTUO CU SORPPASSA E FA CURNUTUO CU E RICCU E GHIMMIRUTUO CE CHI VA DAL PSICOLOGO CU SI PENTI E SI FA MONACO CU PROTESTA PA BINZINA CE CU SARATTA A CARINA CE CHI E SEMPRE IN MEZZO AI GUAI A MMIA DI UNNI MI CHIOVI MI SCIDDICA A MMIA MI RILASSA LA MUSICA DICI U PROVERBIU A CORDA RUPPA RUPPA CI VA NDO MENZZU CUE CA NON CI CUPPA E CANTU A MMIA DI UNNI MI CHIOVI MI SCIDDICA CCU MMIA A GENTI LOSSA SARRUSICA SUGNU TRANQUILLU E FAZZU NA BELLA VITA STRAIATU O SULI COMU NA ZAZZAMITA SE VI PIACE LA SECONDA STROFA VE LA SCRIVO DOPO CIAO PEPPE 58 FORZA CATANIA :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ‘ ‘

  13. Ip Address: 2.193.167.207

    Grande, Angelo!!!

  14. Ip Address: 82.57.28.39

    Grande Angelo,ciao,grazie per il pensiero e i saluti che ricambio. 😉 😉

  15. Ip Address: 82.57.28.39

    Un saluto a tutti,un abbraccio a Mario.

  16. Ip Address: 79.23.101.135

    Un caro saluto a tutti i tifosi del sito. A tutti un buon pomeriggio, i nostri post servono solo per salutarci e tenerci in contatto. Senza notizie certe non è possibile fare alcun commento. Comunque fra un paio di giorni dovrebbe essere scelto il nuovo allenatore.

  17. Ip Address: 2.12.193.122

    Ecco chi è l’allenatore che qualcuno oàsannava 😆 😆 😆

    Giorni caldi, Montella e Pradè non sembrano preoccupati dalla prospettiva di dover ricostruire la squadra partendo da percentuali che a occhio oscillano fra il sessanta al settanta per cento. In Sicilia sono convinti che l’Aeroplanino poi vada a pescare nel serbatoio tecnico che gli ha permesso di fare una bella figura in questo campionato. I nomi che circolano di più sono quelli di Izco, Barrientos e Bergessio. Un po’ di Catania a Firenze, perché Montella s’è trovato bene e il replay potrebbe funzionare anche novecento chilometri più a nord? Ipotesi banale. E a quanto risulta non percorribile.

    Io invece spero che sia percorribile, senza Lo Monaco Montella va in B :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  18. Ip Address: 79.49.40.175

    seconda strofa ce cu spara e poi si spara cu si rumpi i masciddara cu si ingrossa per lo stres ce cu je tintu picchi e tircchiu ce cue ca javi u ticchiu cu si pettina col flex ce chi fa sessoaccrobatico e poi va dal’ortopedico cu si tuffa e lassa a barca cu telefonino stacca perche lei non l’ama piu ma a mmia di dove mi piove mi scivola leggero sfolazzo come una pollira che manu nda sacchetta sempri leggi straiatu o suli m’ammuccu menzuchilu i sbeggi e cantu di unni mi chiovi mi sciddica il vento sopra mi dondola e sa me zita di coppu a mia mi lassa soffru tannicchia ma tantu appoi mi passa nda vita basta n’a chitara n’amicu n’a fimminuna e gran piattu i pasta e di unni mi chiovi mi sciddica attenzione ccu n’a banana si scivola questa canzone e cantata da litterio scalisi quello che viene do paisi :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: buona serata a tutti fratelli della costa rossazzurra peppe%( ci sono riuscito a farti venire allo scoperto :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  19. Ip Address: 79.49.40.175

    DIMENTICAVO IL VENTO SOPRA IL GRANO MI DONDOLA :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  20. Ip Address: 95.239.20.40

    Buonasera raga’!!!
    Ciao Angelo (qualcosa ho capito!!! 🙄 😆 😐 ), Mingibello, Peppe58, Chiarezza e Prof.!!! 😉 😉 😉
    Ancora ci manca la “trippa per gatti” !!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Buona serata a tutti e notte notte!!!

  21. Ip Address: 80.181.178.81

    Buongiorno raga’!!!

    Buona domenica a tutti!!!

  22. Ip Address: 79.49.40.175

    BUONGIORNO A TUTTI FRATELLI DELLA COSTA ROSSAZZURRA BUONA DOMENICA CIAO GIORGIO SPERIAMO CHE COME ALLENATORE NON ENTRI UNA NUOVA SCOMMESSA FORZA CATANIA SEMPRE 😉 😉 😉

  23. Ip Address: 91.181.124.232

    Buongiorno a tutti!!!
    Sono d’accordissimo con il primo post di Joe.

    Adesso i fatti!!!

    Cio’ che valeva negli anni passati, adesso viene resettato.
    intendo dire, che negli anni scorsi Lo Monaco (pur con i suoi modi da far saltar i nervi) per me rappresentava una garanzia di risultati, ai fini degli obbiettivi preposti.
    Non mi scervellavo piu’ di tanto sui nomi e cognomi dei giocatori acquistati,
    adesso la TRIADE deve dimostrare non solo di essere all’altezza, ma nell’ottica societaria della crescita costante, deve anche dimostrare di essere meglio di LM,
    Quindi mi siedo guardo e aspetto….i FATTI.

  24. Ip Address: 212.195.241.127

    Buoongiorno a tutti pari

    I fatti?

    Allora voglio sapere cosa succede al Catania o meglio cosa e successo e possibile che da quel giorno ( Lo Monaco che vuole comprare la Salernitana) sia successa la rivoluzione, e Pulvirenti non lo sapeva? poi per tutto il campionato battute e controbattute, giocatori che vogliono scappare, Andujar, Ledesma, Alvarez, Lopez e ora anche Barrientos!! e per finire la stucchevole sceneggiata tra Montella e Pulvirenti, addirittura ora Montella o Pulvirenti rischiano di peggiorare la situazione, sapremo mai la vera verità? ne va del futuro del Catania!!

    Fiorentina, grana Montella: Catania ‘Vogliamo Salifu’

    13:58 del 08 giugno
    L’arrivo di Vincenzo Montella sulla panchina della Fiorentina non è ancora definito. L’annuncio del mancato accordo è stato dato dal nuovo direttore sportivo del Catania, Nicola Salerno: “Non abbiamo ancora annunciato l’allenatore perché non è ancora definita la posizione di Montella – le sue parole – Risolto ciò penseremo ad annunciare il nuovo allenatore”.

  25. Ip Address: 79.23.101.135

    Buongiorno a tutti e una buona domenica. Un saluto particolare a tutte le persone che continuano a convivere con l’incubo delle scosse di terremoto.
    Aspettiamo qualche giorno ancora e poi qualche notizia sul Catania degna di essere commentata ci sarà.
    Intanto la Sampdoria, immeritatamente, è ritornata in seie A, dico immeritatamente perchè ha fatto 13 punti in meno del Sassuolo, 11 punti in meno del Verona eppure sono state create le condizioni affinchè ritornasse in A. Sarebbe più giusto inserire la regola che quando fra la terza e la sesta ci sono più di 9 punti alla fine va direttamente la terza. Poi metttiamo i due arbitraggi fra andata e ritorno col Sassuolo e la cosa è fatta !

  26. Ip Address: 79.23.101.135

    Alla finale non alla fine. In questo caso la finale sarebbe stata fra il Sassuolo e la vincente fra Varese e Verona, ovvero Sassuolo- Varese. Direte, ma che ti importa ?
    mi importa sì, un conto nella prossima serie A la Sampdoria ambiziosa, un conto un Varese o un Sassuolo. L’esperienza del campionato appena concluso ci insegna che per prima cosa dobbiamo guardare alla salvezza, poi si vedrà.
    Una buona domenica a tutti.

  27. Ip Address: 79.49.40.175

    CIAO PROF ERA DA IMMARGINARSELO CHE LA SAMP PER OVVI MOTIVI TORNASSE IN SERIE A BUONA DOMENICA 😉 😉

  28. Ip Address: 212.195.241.127

    Tranquillo Prof che tanto sia Samp che Genoa vanno in B almeno lo spero!!

  29. Ip Address: 91.181.124.232

    Buongirono a tutti!!

    Da questa mattina alle 5.52 la nostra grande famiglia ross’azzurra si è arricchita di un nuovo tifoso “macca liotru”….

    è nato il mio secondo figlio Luca.

    mamma e Luca stanno bene.
    volevo condividere con voi questa mia gioia.
    un abbraccio

    Simone

  30. Ip Address: 95.245.15.63

    Buongiorno raga’!!!
    Auguri al papa’ Simo, alla moglie e al bimbo!!! 😉 😉 😉
    Condivido con te questa nascita di un bimbo nel mondo.
    Spero nella fortuna e nella buona salute per il tuo bimbo e quelli di tutto il mondo.

    In settimana ci sara’ “trippa per gatti” per noi!!!

    Buona giornata a tutti!!!

  31. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….

    Auguri a Simone sono contento per te 😀 😀 😀 😀

    Oggi è il giorno del nuovo allenatore!!!!! ROLANDO MARAN 😉 😉 😉 😉

  32. Ip Address: 212.195.241.127

    Innanzitutto tutto un abbraccio ed un augurio per Simone e la sua famiglia e che la razza Belga si migliori con l’arrivo di Luca :mrgreen: :mrgreen:

    Buongiorno a tutti pari,
    Ancora anche se è utopistico spero in delio Rossi 😐 😐

  33. Ip Address: 95.245.15.63

    CATANIA, per il sì di Maran siamo ai dettagli
    11.06.2012 11:41 di Redazione ITA Sport Press

    Potrebbe uscire presto da Torre del Grifo la fumata bianca per il nuovo allenatore del Catania. Sembra tutto deciso con Rolando Maran che sostituirà il tecnico Vincenzo Montella. L’allenatore del Varese dopo il colloquio di questa mattina con la società etnea potrà finalmente annunciare il suo approdo a Catania e in serie A, categoria dove non ha mai allenato. Il presidente rossazzurro Antonino Pulvirenti farà firmare un biennale al tecnico nativo di Trento che aveva prolungato fino a giugno del 2013 con il Varese lo scorso mese di febbraio. Previsto per Maran un ulteriore ritocco economico all’insù rispetto a quello sottoscritto a Varese (250 mila euro). Maran si porterà a Catania il suo vice, Christian Maraner. già secondo di Sannino, attuale tecnico del Palermo. La scelta di Maran è stata stata presa in maniera collegiale dal club di via Magenta, anche se è stata maggiormente “sponsorizzata” dal ds Nicola Salerno e dall’ad. Sergio Gasparin che in passato hanno avuto alle dipendenze Maran.

    ROLANDO MARAN- Nato a Trento il 14 Luglio del 1963.

    Modulo Preferito: 4-4-2.
    La carriera da calciatore- Difensore centrale di discreto livello inizia a giocare nei dilettanti del Benacense Riva. Nel 1986 passa al Chievo Verona, dove veste la maglia gialloblù per ben nove stagioni (280 le presenze, 11 le reti realizzate) contribuendo alla scalata del club scaligero dalla serie C2 alla serie B. Dopo i primi due campionati di C2 (1986/1987 e 1987/1988) culmintri con il 4° posto, conquista la promozione in C1 nel 1988/1989. L’avventura in C1 dura 5 stagioni, fino a quando, nel 93/94, isotto la guida di Alberto Malesani i clivensi approdano in B. Maran, che di quel Chievo è ormai una vera e propria bandiera, assapora il torneo di B per una sola stagione, prima di trasferirsi al Valdagno (serie C2), nel 19965/1996. L’anno successivo, veste la maglia della Carrarese in C1 e conclude la sua carriera di calciatore nel Fano, in C2 dove appende le scarpette al chiodo nel 1998, all’età di 35 anni.

    Palmares- 1 promozione dalla C2 alla C1 (Chievo, 1988/1989), 1 promozione dalla C1 alla B (Chievo, 1993/1994).

    La carriera da allenatore- Comincia ad allenare il Cittadella nel 2002/2003 in C1, conquistando un onorevole 7° posto. Sempre in C1, guida i veneti per altri 2 anni (2003/2004 e 2004/2005) con piazzamenti di centro-classifica, fino ad essere ingaggiato, nel 2005-2006, dall’ambizioso Brescia. Con le rondinelle tuttavia, non ha molta fortuna: nonostante un campionato condotto sempre nelle prime posizioni della cadetteria, ad undici giornate dalla fine viene esonerato dal presidente Corioni a beneficio di Zeman. Nel 2006 allena il Bari ,sempre in serie B. In terra pugliese, dopo un ottimo avvio di stagione culminato con la vittoria nel derby di Lecce, comincia una spirale negativa, complici anche i mancati rinforzi richiesti nel mercato di gennaio. Nel Febbraio del 2007 dunque, per Maran arriva il secondo esonero di fila, a beneficio stavolta di Beppe Materazzi.

    Dal 2007 al 2009 si trasferisce a Trieste, dove ottinene prima una salvezza tranquilla e poi un lusinghiero 8° posto. Nel 2009-2010, inizia invece l’esperienza vicentina. Dopo tre sconfitte consecutive, patite nel giro di una settimana, il 28 marzo 2010 viene allontanato dalla panchina veneta e sostituito da Nedo Sonetti, il quale però non ottiene i risultati sperati; Maran viene dunque richiamato alla guida dei biancorossi il 15 aprile 2010, centrando l’obiettivo salvezza. La società veneta gli rinnova la fiducia per altri due anni ma lui rescinde dal contratto il 6 giugno 2011, dopo che il sogno playoff, a lungo cullao, era stato infranto da un finale di campionato davvero pessimo.

    Dall’Ottobre di quest’anno ha sostituito Benny Carbone, alla guida di uno spento Varese.

  34. Ip Address: 85.41.235.41

    Fiorentina, adesso è ufficiale: Montella si tinge di viola
    Articolo pubblicato lunedì 11 giugno 2012 alle 10:04 – Calciomercato, Fiorentina.

    E adesso c’è anche il comunicato. Vincenzo Montella è il nuovo allenatore della Fiorentina. Il sito ufficiale della società viola informa che l’ex Catania ha firmato un contratto biennale con opzione per la stagione successiva e alle 13.00 sarà tempo di presentazioni. La Fiorentina vuol tornare a volare, con l’Aeroplanino…

  35. Ip Address: 85.41.235.41

    ESCLUSIVA TMW – Catania, con Maran c’è Sgrigna. E Antenucci…
    11.06.2012 10.25 di Gianluigi Longari Fonte: Raffaella Bon

    Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Tuttomercatoweb, qualora Maran dovesse firmare con il Catania diventando così allenatore degli etnei (nel pomeriggio è previsto il contatto decisivo in tal senso), una delle richieste potrebbe essere l’acquisto di Alessandro Sgrigna dal Torino. Un’operazione che anche in Piemonte vedrebbero di buon occhio in quanto permetterebbe a Petrachi di sbloccare la trattativa Antenucci evitando le buste.

  36. Ip Address: 95.245.15.63

    Rolando Maran è il nuovo allenatore del Catania

    Il Calcio Catania S.p.A. rende noto di aver affidato la responsabilità tecnica della prima squadra, per la stagione agonistica 2012/13, all’allenatore Rolando Maran. Nel corso di questa settimana, il nuovo tecnico verrà ufficialmente presentato ai giornalisti ed agli operatori dell’informazione.

  37. Ip Address: 212.195.241.127

    A sto punto solo una voce,
    Benvenuto a Maran u restu su chiacchieri e tabbaccheri i lignu!! :mrgreen: :mrgreen:

  38. Ip Address: 95.245.15.63

    Ciao Chiarezza!!! 😉 😉 😉
    Vero!!! Pensiamo ai fatti!!!
    Certamente anch’io puntavo su Delio Rossi ma visto che i pennivendoli hanno scritto che non voleva venire avanti un’altro!!!

  39. Ip Address: 95.245.15.63

    CATANIA – E’ arrivato, eccolo, ma chi è? Rolando Maran è il nuovo tecnico del Catania, assodato, ma per intuire (capire, solo col tempo forse..) chi sia “Rolly” (soprannome affibbiatogli dai tifosi, ndr) serve qualche informazioni in più, magari proveniente proprio dalla bocca dell’interessato.

    Come di consueto, abbiamo raccolto alcune dichiarazioni rilasciate dall’allenatore nel corso della sua carriera, da Cittadella fino a Varese, passando per Brescia dov’è stato secondo di Sonetti e Baldini, due conoscenze del calcio etneo da cui ha imparato molto, anche a prenderne le distanze, camminando da solo. E con le parole proferite tornato a Brescia, non più da vice, che iniziamo..

    L’iter..
    “Non so se in questi anni sono cambiato. Ho fatto una lunga esperienza in serie C, ora lasciamo rispondere al campo. E’ vero che a Brescia mi conoscono come vice-allenatore di Baldini prima e Sonetti poi, ma è da un pezzo che cammino da solo».

    Io allenatore
    “Non sono un allenatore che ha pretese o che detta condizioni. Ho una gran voglia di lavorare. Non ho in mano nessun nome e tantomeno nessuna lista di giocatori. Finora ho sempre allenato anche grazie a quello che avevo seminato da giocatore.

    Quel feeling vicentino.. come Gasparin
    “Forse non dovrei dirlo perché sembra una sviolinata adesso che sono qua, ma ho sempre apprezzato Vicenza, io, anche nei momenti in cui ero nel Veronese o nel Padovano, spesso giravo nel Vicentino perché somiglia molto a me, nell’essere semplice, disponibile.

    Per conquistare i tifosi
    “Per conquistare i tifosi bisogna essere veri, giusti. Mazzone per me è un riferimento, a Brescia, dove sono arrivato qualche anno dopo di lui, ho trovato un’organizzazione a livello gestionale perfetta, quella che aveva lasciato lui. Ecco, Mazzone è uno che dove va lascia sempre qualcosa e ci tengo anch’io a farlo e spero di conquistare i tifosi con i risultati.

    L’idea di gioco ed il 4-4-2 “aperto”
    “Io devo portare i miei concetti di calcio, una squadra molto compatta con gran densità vicina alla palla. Ciò va a prescindere dal modulo. Cerco di portare sempre la mia idea di gioco, di cui sono convinto. Quella perseguo cercando di migliorare sempre io per primo e far migliorare i miei giocatori. Ho sempre giocato con il 4-4-2, ma nella mia carriera di tecnico sono sempre stato aperto a cambiamenti.

    Equilibrio offensivo
    “Pratico il calcio a zona, con quattro difensori fissi, ma mi piace anche un modulo molto equilibrato. Cercherò come mia abitudine di trovare l’equilibrio giusto nella squadra. Dico solo che se l’attacco va bene si difende meglio.

    I giocatori stranieri
    “Credo sia un aspetto più gestionale della società, lo straniero ha una considerazione diversa perché ha comportato un investimento diverso e poi si cerca di trovare la scoperta per cui gli danno un po’ più di tempo.

    Mourinho, un modello?
    “Credo non si debba imitare nessuno. Sia in campo che con i media e i tifosi cerco di essere me stesso. Se si riesce a farlo si dura più a lungo. Il calcio va ad alta velocità e molte volte il contesto viene alterato dai risultati, anche dove c’è grande professionalità.

    Allenatore, l’importanza della gavetta
    “Qualche volta però sembra che conti più il nome che aver passato un decennio a fare questo mestiere. Deve essere più apprezzata la gavetta. Non vuol dire comunque che Ferrara non meriti. Quando ho cominciato come secondo pensavo che avrei potuto allenare anche da subito. Poi il secondo anno mi dicevo che in effetti non ero ancora sufficientemente preparato.

    Il temperamento
    “Anche con dei buoni giocatori senza l’aspetto temperamentale non vai da nessuna parte. Da questo non si può prescindere. Le motivazioni giuste sono la leva per sollevare tutte le cose. Le difficoltà devono esser interpretate come sprone ad asser tutti ancor più bravi di prima.

    Il montanaro taciturno
    “Sono un montanaro, leale e diretto, nello spogliatoio porto questo. Cerco sempre di non lasciar nulla di intentato e lavorare. Mi alzo con questa idea la mattina e provo ad esser coerente fino alla sera. Non parlo molto fuori dal campo, parlo molto in campo. Non faccio nessuna promessa, ma sono certo che sudando e impegnandoci tutti, i risultati arriveranno.

    La colonna sonora
    Ho sempre avuto il pallino, a livello musicale, per un gruppo particolare: gli U2. In certi momenti li sento e mi danno la carica. Se dovessi immaginare un film della mia stagione vorrei che avesse la loro colonna sonora. Vincere e sentire allo stadio One sarebbe il mio sogno.

    Altri sport
    Amo gli sport di squadra perché portano a socializzare, ad avere relazioni. Quando d’estate i miei colleghi andavano a fare i tornei di calcetto, io giocavo a pallavolo.

    La metafora
    “A volte la palla prende il palo e non si sa dove vada ma sono sicuro che se ognuno fa il proprio dovere molto spesso la palla prende la direzione giusta. Bisogna crede in quel che ciascuno può fare. Da questo non si può prescindere. Bisogna crede al possibile non all’imponderabile. Su questo ho costruito il mio lavoro e la mia professionalità.

    La “massima”
    “Tutti gli avversari mi stanno sulle palle.. quando diventano miei giocatori guai chi li tocca.

  40. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Giorgio
    La cosa positiva ? Che Montella sia sparito, ora sta alla dirigenza ricomporre possibilmente i vari dissidi con i ns. giocatori, e mandare a quel paese sia Lo Monaco che Montella che vogliono pescare nel nostro mare, vedi barrientos, Lodi Marchese e compagnia bella!! e credo che anche con il 4-4-2 si possa giocare bene e ne abbiamo gli uomini, faccio un esempio con i giocatori attualmente a Catania!!

    —-______Andujar
    Alvarez—Legrottaglie—Spolli–Marchese
    Izco–Biagianti–Lodi–Almiron
    ——-Lopez—-Bergessio

    dando per scontato che Barrientos e Gomez partano
    poi se la società li fa restare meglio!! siamo da 10 posto in su!!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu