Ma è Carnevale

 Scritto da il 9 febbraio 2016 alle 08:41
Feb 092016
 

ischia-catania

Non ci voglio ancora credere, voglio convincermi che stia vivendo un sogno, che ancora sia venerdì notte ed il nostro Catania ancora non sia sceso in campo, che i calciatori rossazzurri stiano ancora dormendo nelle loro stanze d’albergo, che Mister Pancaro stia forse ancora sveglio cercando di inventare qualche nuovo schema che possa essere efficace a scardinare la difesa Ischitana, che, diciamolo, non sembra tra le piu’ solide della categoria essendo stata già bucata da parecchi cecchini ed il cui attacco non entusiasma più da tempo gli ultimi appassionati tifosi. Una partita quindi alla portata dei nostri, reduci da una vittoria sofferta contro il Matera, maturata nel secondo tempo che ha riportato tranquillità all’ambiente. Dormono anche i nuovi ultimi arrivati e, si legge da qualche parte che forse troverà spazio addirittura qualcuno di essi tra i titolari dal primo minuto.

Si preannuncia un clima favorevole, una bel pomeriggio di sole a far da cornice all’incontro ed i suoi raggi culleranno le onde che si infrangono sulle coste di quell’isola meravigliosa. Terra campana tuttavia, terra già foriera quest’anno di brutti scivoloni per il nostro undici, come quello di Caserta, di Castellammare e quello subito in casa dal Benevento. Ma non pensiamoci, dai, oggi la vittoria ci arriderà e conquisteremo qualche altra posizione in classifica andando avanti in questa stagione che ci ha visti ai nastri di partenza con la zavorra di pesanti punti di penalità.

Invece tutto vero, il pizzicotto non fa aprire gli occhi, questi sono svegli da un pezzo sebbene persi a guardare un orizzonte non più azzurro, ma foriero di pesanti e tristi presagi. Una indegna prestazione del nostro undici che per ottantotto minuti non è stato in grado di inquadrare la porta avversaria, che non ha sciorinato collaudate trame di gioco, che è rimasto negli spogliatoi o nel pullman.

Le elucubrazioni del Mister con i cambi partita durante non hanno minimamente smosso di un centimetro la cornice di una apatia che si intravedeva nei volti dei giocatori, più delle macchie sulle candide magliette o del sudore stesso. Anche le risposte fornite in sala stampa nel dopo partita, evidenziano un clima di resa, di abbandono, di disfatta, che magari anticipa quello terribile che potrebbe maturarsi a breve nelle stanze della sede sociale o nelle aule di un tribunale.

In questo momento parlare di un semplice incontro giocato o meglio passeggiato sul campo dell’isola campana non serve a nulla se non a far peggiorare il nostro umore. Ci aspettano altri momenti difficili che potranno arrestarsi soltanto se un ipotetico acquirente pieno di quattrini e con forte attaccamento alla città decidesse di acquistare senza mezzi termini quel meraviglioso giocattolo di qualche anno fa per ricondurlo ai vecchi fasti di un tempo.

Ovviamente, questo signore dovrà fare i conti con il proprietario che, se vuol cedere la mano, deve affrettarsi perché il Catania non è solo una società per azioni, ma un bene comune di tutti, una perla nel biglietto da visita della nostra città. Squadra che autorevoli rappresentanti ciascuno nel suo campo, devono accompagnare con mano sicura ma che sino ad oggi mi son parsi distanti ascoltatori come medici chiamati a consulto di un moribondo dato per spacciato.

Tra poco anche il carnevale finirà e con lui la magia dei suoi costumi e dei colori. Giù le maschere, quindi e che si lavori per il bene comune a vantaggio del nostro Catania matricola 11700.

  29 Commenti per “Ma è Carnevale”

  1. Ip Address: 95.238.6.215

    Buongiorno raga!

    Bravo Raggio Libero, scrivi bene “giu’ le maschere” e’ ora di fare sul serio!

    Buon appetito a tutti!

  2. Ip Address: 95.238.6.215

    Tuesday, 9 February 2016 12:04 Host: net-93-65-199-91.cust.vodafonedsl.it Permalink

    AVagliasindi [email protected] · 26 min26 minuti fa
    Pitino “Siamo tutti sotto esame, le vicende giudiziarie della proprietà, allo stato attuale, non impattano sul Calcio Catania”.

    AVagliasindi [email protected] · 28 min28 minuti fa
    Pitno “Ringraziamo i tifosi per il sostegno.Spero di battere il Lecce e rivedere la squadra sotto le curve a fine partita”

    (gli stipendi sono regolarmente pagati )
    Speriamo

  3. Ip Address: 95.238.6.215

    Copia e incolla da ct…..net

    Pitino: “La partita di Ischia è stata imbarazzante, ma sentire parlare di mancanza di dignità fa male”
    By Redazione on 09/02/2016

    Nel corso della presentazione dei nuovi acquisti Pessina e Bombagi, il direttore sportivo del Catania Marcello Pitino ha risposto ad alcune domande, dal momento degli etnei fino alle prospettive future del club. Ecco le sue dichiarazioni.

    “Siamo imbarazzati per la prestazione di Ischia, non ci aspettavamo di affrontare questa partita in quella maniera. Il Catania non è sceso in campo, questo non è quello che noi abbiamo sempre cercato di trasmettere. Una gara imbarazzante, che fatico a leggere. A fine partita, anche noi eravamo increduli, ci sono delle cose che non hanno spiegazioni. Questi black out, però, li hanno avuti anche le grandi del campionato, dal Foggia alla Casertana. Domenica il nostro cammino si è interrotto in maniera brusca, dopo un trend positivo di sei giornate. Ci tenevamo a ringraziare i tifosi per il sostegno, hanno capito il momento“.

    “Questa è una squadra che può vincere tutte le partite, mantenendoci in linea con il nostro obiettivo, salvarci e cominciare a costruire un organico che, con i giusti accorgimenti, possa il prossimo anno fare un campionato di prim’ordine. Questo obiettivo fino ad oggi è stato rispettato dato che sul campo sono arrivati 33 punti. Vista la nostra grande partenza, si poteva fare qualcosa in più, ma sapevamo che durante il campionato avrebbe potuto esserci qualche qualche imprevisto. Abbiamo pur sempre costruito la squadra in dieci giorni, pensando, come obiettivo primario, ad eliminare contratti economicamente pesanti. Non cerchiamo scuse, credo però che con onestà e competenza stiamo portando avanti il nostro progetto“.

    “Sentire frasi come “vergogna” e “mancanza di dignità” rivolte a questo gruppo fa molto male. Questa squadra ha orgoglio e attaccamento alla maglia, non si possono sentire certe frasi per una sola partita. Oggi il Catania vive un momento di transizione. Fino a ieri sera Garufo chiedeva scusa ai tifosi. Calil, dicendo che il Catania aveva giocato senza testa, si riferiva soltanto alla gara contro l’Ischia, non in senso generale, perchè altrimenti non si batteva una squadra come il Matera appena una settimana fa. Si può parlare di disastro, ma unicamente riferito alla partita con l’Ischia“.

    “La Gazzetta dello Sport, solitamente molto informata su questi argomenti, ha scritto che rischiavamo altri dieci punti di penalizzazione. È vero che ha aggiunto fra le righe che avevamo già pagato, ma non tutti hanno dimestichezza con questi argomenti. Noi siamo dovuti intervenire con la squadra per spiegare cosa stava succedendo. Un allarme nei giocatori però si era acceso. Con ciò non vogliamo giustificare la prestazione di domenica, ma stiamo pur sempre parlando di ragazzi“.

    “Tattica del Catania prevedibile? Oggi abbiamo un po’ di difficoltà perchè qualche pedina importante non è al momento utilizzabile. Questo impedisce di avere quel rendimento che vorremmo avere. Se non c’è possibilità di competizione nel gruppo o se in panchina ci sono ragazzi del ’97 o del ’98, l’allenatore non riesce ad avere a disposizione tutte le frecce al proprio arco. Più avanti si va, più diventa difficile perchè gli avversari ti conoscono. Servirebbero nuove alternative ma non sono tantissime, per i motivi citati prima“.

    “Se le vicende di Pulvirenti influenzeranno il futuro del Catania? È un passaggio delicatissimo. Fino a pochi giorni fa, io e Ferrigno siamo stati fuori,impegnati nella campagna trasferimenti, e come voi abbiamo osservato la situazione dall’esterno. Il nostro compito è un altro, soprattutto occuparsi di operazioni di mercato. In merito a ciò che potrà accadere al Catania, non siamo insensibili ma non possiamo dare nessuna risposta. Non sappiamo realmente come stanno le cose, bisogna chiedere a chi si occupa della parte amministrativa della società“.

    “Noi siamo tutti i giorni sotto esame, questo lo sanno anche i calciatori. Squadra sotto le curve? Mi auguro di vederla, ma quando non si vince è vietato dal regolarmento. Fare questi passaggi sotto le tribune, quando ci sono possibili contestazioni, è vietato. Noi non vogliamo allontanarci dal confronto con i tifosi, infatti domani faremo allenamento a porte aperte, qui a Torre del Grifo. Di Piermarteri non abbiamo più notizie da quando è andato via per la vacanze di Natale. Ramos tecnicamente è stato ipervalutato, la sua è un’altra di quelle situazioni che vanno affrontate e che pesano sul Catania Calcio“.

  4. Ip Address: 151.82.106.13

    Sono d’accordo con quello che ha detto il Direttore sportivo del Catania fin ad un certo punto. Il parlare di indignazione ,di mancanza d’animo è giustificato dal fatto che la prestazione della squadra è apparsa al culmine di un ciclo di partite non esaltante! Se consideriamo bene come è maturata la vittoria (fortuita) con il Matera ,i pareggi con Cosenza(acchiappato per un pelo!) ,in casa con il non irresistibile Monopoli abbiamo potuto notare come il gioco catanese era sempre piuttosto approssimativo , insomma ,per farla breve, non decollava.Si pensava, ed i primi a dirlo ,erano gli stessi giocatori,che finalmente ad Ischia si sarebbe visto il vero gioco del Catania. Era ,da qualche mese che l’ aspettavamo! Si è visto come l Ischia ha passeggiato su di una squadra inesistente Ecco come si spiega la reazione dei tifosi esasperati ,giunti al limite della sopportazione e della pazienza. Arriva tra poco un banco di prova importante che si chiama Lecce. Ancora promesse , solo e sempre promesse? Abbracci a tutti !

  5. Ip Address: 82.51.190.144

    Buon pomeriggio a tutti. mi sarei aspettato dalla società parole più calde per la prestazione tenuta ad Ischia dalla squadra. Se confrontiamo il livello tecnico dei giocatori in campo i nostri surclassavano enormemente gli avversari, così come il valore della rosa dati trasfermarket pari a euro 2.08 milioni di euro contro i 4,88 milioni di euro del Catania . Quindi credo che sia logico chiedere ai giocatori a muso duro i motivi di tale disastro dal punto di vista psicologico. Il mio parere è che i giocatori soffrono questo momento societario e dubitano che i prossimi stipendi presumibilmente in calendario a marzo, vengano pagati . Se la società non ha preso provvedimenti contro tecnico e giocatori, vuol dire che i motivi li conosce bene altro che li deve ancora capire.

  6. Ip Address: 95.238.6.215

    Sera raga!

    Eh si caro Catanese a Napoli i Nostri giocatori non sono tranquilli dal lato economico, eppure sabato scorso contro l’Ischia non l’ho notato questo problema
    forse perche’ avevo gli occhi solo per le maglie e non il loro viso.

    Ora arriva il Lecce una signora squadra e se i Nostri giocatori dimenticassero per 90′ e passa minuti i problemi societari e uscisse dal loro cuore l’orgoglio di indossare i Nostri colori farebbero un bella partita.

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  7. Ip Address: 94.167.212.29

    Sono discorsi oramai vecchi , da più di tre anni che sentiamo le stesse cose anche con personaggi diversi continuando così chi sa quando carnevali dovremmo passare in questo modo? Buonanotte a tutti

  8. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao ragazzi

    Come i giocatori non sono tranquilli??
    E la gente che va a lavorare e gaudagna si e no 1000 Euro al mese come dovrebbe stare? Ho dei parenti che con tutta la famiglia hanno dovuto scappara dalla Sicilia perché non hanno lavoro e soldi!
    E questi signori (che prendono sicuro più di 1000 Euro al mese) hanno problemi?
    Ragazzi tutte balle. Sono venuti a Catania sapendo che i soldi li prendono! Altrimenti non venivano!! Sapevano come era la situazione.

    Il punto é che abbiamo un allenatore che non va bene. (guardate l’Akragas….)

    Ciao a tutti

  9. Ip Address: 87.18.67.194

    Buonasera a tutti…. 😀 😀 😀
    riporto dall’altra pagina

    Lino
    9 febbraio 2016 alle 15:31
    Ip Address: 87.17.85.251

    Non vi nascondo che il post 18 di Giorgio da Napoli mi ha commosso.
    E’ uno spaccato del libro cuore.
    Rispecchia quello che è in questo momento il cuore e l’animo del tifoso rosso-azzurro. Fosse per me lo appenderei alla sede del Catania Calcio, al Massimino, a Torre del Grifo, nelle sedi dei vari club delle tifoserie affinchè esso possa fare capire ogni giorno dell’anno quello che è l’amore del tifoso catanese per la sua squadra e per la sua città
    In ogni caso il presidente, i dirigenti, i giocatori di sicuro non leggeranno mai questo “inno all’amore”.
    Vorrei dire solo un’ultima cosa. Perchè ci scandalizziamo e ci addoloriamo ancora per questa ennessima cocente delusione e mortificazione.
    Senza soldi, senza presidente, senza dirigenza, sull’orlo di un fallimento, senza un vero allenatore, perchè mai questi 18/20 mercenari dovrebbero rischiare di rompersi una gamba, farsi male?
    I mercenari giocano solo se sentono “ciaru di soddi” altrimenti con stipendi e premi arretrati senza futuro certo, non si muovono più di tanto.
    Con loro chi dialoga? Chi fa sentire il profuno del denaro? Chi fa proposte per una eventuale risalita in classifica per i play-off?
    Risposta. NESSUNO
    E allora perchè correre, perchè rischiare di sporcare di fango il pantaloncino o sbucciarsi un sacro ginocchio?
    L’allenatore povera creatura, conta meno di niente un pò perchè non ne capisce e un pò perchè non ha voce in capitolo e non ha argomenti validi per spronare i giocatori.
    Questa è la realtà. Meditate gente, meditate!

  10. Ip Address: 87.18.67.194

    Riporto.

    pietro paolo
    10 febbraio 2016 alle 14:52
    Ip Address: 188.103.23.164

    Caro Lino, credo che le tue ipotesi non siano troppo lontane dalla realtà. O perlomeno lo spero, perché rappresenterebbero una spiegazione logica a qualcosa che di logico ha ben poco. Per Giorgio e Giuseppe da Berlino ho solo parole di ammirazione, ci vuole un cuore grande così per fare quello che avete fatto. Anch’io vivo a Berlino e il solo pensiero di come mi sarei incazzato se avessi fatto il percorso di Giuseppe mi fa venire una collera…. vabbè lasciamo stare, spero che Giuseppe si faccia vivo su questo sito, accussì magari ni canuscemu e ni pigghiamu n café.
    E per sabato non so che dire, ho solo paura che le sconfitte si moltiplichino a dismisura e scivoliamo sempre piú giù in classifica….

  11. Ip Address: 94.160.253.27

    Buonanotte a tutti

  12. Ip Address: 151.35.71.129

    Buon giorno agli amici. Leggendo i vari ,ultimi commenti è facile cogliere il sentimento che domina , maggiormente, fra i tifosi rosso azzurri : lo scoramento ,il pessimismo più profondo. Tutto giustificato! La ,ancora lontana,sistemazione societaria, il responsabile che non vuole lasciare( o, vuole ,ma non si fa avanti nessuno) , la pessima situazione finanziaria, il morale basso dei giocatori, il valore, non molto alto del tecnico,il gioco , la scarsa grinta della squadra. Ce ne in abbondanza per mantenere in continua apprensione il tifoso catanese, che comincia a credere che, se non si risolve, almeno qualche problema si rischia concretamente di restare fino alla fine nella zona calda della classifica. Confidiamo in qualche miracolo!Auguro buon ritorno a casa a Filippo 46 ,che anche dalla nostra Città natia , ha seguito questo sito,soffrendo con noi !

  13. Ip Address: 87.7.152.232

    Buongiorno raga!

    Grazie caro joe di aver postato i due post di un’altra pagina di Lino e pietro paolo che non avevo letto!
    Ringrazio Lino e pietro paolo per aver scritto delle belle parole su di me e Giuseppe da Berlino.

    Caro Armando e pietro paolo.
    Ho inviato ieri sera il post di pietro paolo a Giuseppe, con il cellulare, per invogliarlo a scrivere e comunicare con noi tramite questo sito.

    Purtroppo Armando e pietro paolo, Giuseppe non mi risponde, lasciamolo decidere con calma.

    Una misera rete ieri pomeriggio nell’allenamento! Veramente delude il gioco di squadra!

    Copia e incolla da cata…..eu

    Torrenews: noia in campo, freddo nei cuori

    Pubblicato: 17:37 – 10 febbraio, 2016

    Spalti quasi deserti, vento gelido e spettacolo in campo poco emozionante. Il clima che si è respirato oggi a Torre del Grifo, aperto per l’occasione ai tifosi rossazzurri, non è stato sicuramente dei più incoraggianti. E dire che c’erano tutti: mister Pancaro (fermo davanti la panchina a guardare i suoi uomini), la triade (Bonanno, Pitino e Ferrigno) e i giocatori in campo. Solo due assenti: i supporter sugli spalti e la determinazione sul rettangolo verde.
    Una situazione davvero difficile perchè l’apertura delle porte di Torre del Grifo poteva far presagire o un pubblico delle grandi occasioni per sostenere la squadra nonostante tutto oppure una contestazione vista la carenza di gioco e di risultati degli ultimi mesi. Non sicuramente l’indifferenza. Una cinquantina di sostenitori, nessun coro, silenzio assordante e qualche commento più acceso sul futuro del Catania.
    Eh sì perchè oggi la vera partita il club etneo non la gioca sul terreno del Massimino o di Torre del Grifo, ma la gioca nelle stanze dei bottoni dove si deciderà quale sarà la proprietà del domani e dove si cercherà di salvare il salvabile dal punto di vista economico. Poco importa dunque se Pancaro ha mescolato le carte, se ha schierato Agazzi e Pessina come mediani nella formazione in maglia blu e Musacci da regista basso in quella con le casacche verdi; se Falcone non si è allenato; se Calil ha sbloccato il risultato con una punizione deviata addirittura dopo oltre trenta minuti di gioco.
    Insomma il copione è sempre lo stesso un Catania spento che risente probabilmente della situazione generale, ma che se dovesse assumere lo stesso atteggiamento anche sabato prossimo rischierebbe di incappare in un ulteriore passo falso. Un momento storico difficile, difficilissimo, da vivere però in maniera compatta perchè solo in questo modo sarà possibile ripartire e riscrivere un’altra gloriosa pagina a tinte rossazzurre.

    Buona giornata a tutti!

  14. Ip Address: 151.44.217.126

    Buona giornata a tutti. Caro Giorgio ,abbi pazienza se Giuseppe, per il momento, non si fa sentire . Quasi certamente , l’ impatto con una realtà così dura non se l’ aspettava e averla toccato con la propria mano l’ ha lasciato sconvolto! SI è mosso dalla Germania nel momento sbagliato! Ma mi chiedo se ci sarà mai il momento giusto! Pur tuttavia, spero proprio , che i tifosi catanesi diano , ancora una volta, la prova della loro grande pazienza e grande generosità incitando la nostra squadra ,domani sera . Lasciamoli giocare prima, ! Poi (sperando che non ce sia bisogno),contestiamo e disapproviamo.

  15. Ip Address: 94.161.44.64

    Buonperiggio a tutti

  16. Ip Address: 93.35.190.15

    Buon pomeriggio a tutti, vecchi e nuovi frequentatori del sito.

    Oggi ho visto i gol del Pitu, che delizia…..non capiamo nemmeno lontanamente che fortuna abbiamo avuto a vederlo qui a Catania; ho sempre detto che non ricordo miglior giocatore che sia passato da Catania, almeno che ricordi io, e io sono cinquantino….

    Era una bellissima squadra, giocatori importanti, gente seria e coi piedi buoni, abbiamo giocato nel palcoscenico giusto, adesso siamo in lega pro-strati….

    Come il cantante che ha cantato a Sanremo e oggi suona e canta nel cortile della parrocchia del paesino sperduto…..che pena vedere il Catania a Ischia, quel campo, quella sconfitta, un rapido contatto, Ischia 1 Catania 0

    L’artefice di tutto ciò dovrebbe andarsene subito, svendere la squadra per un atto d’amore, invece vuole tirare sul prezzo, vuole guadagnare il massimo, perché l’animo è avido e del Catania non gli importa nulla; per lui era un gioco e un modo per cercare di far soldi, non ha la passione ne amore per la squadra, altrimenti sarebbe andato via subito, vendendo a condizioni più basse, senza pretese, come per espiare una colpa.

    Invece sta lì, ricordo il ghigno della prima conferenza stampa post scandalo, con l’invito/minaccia tutto Grillliano di mandare in streaming le trattative per l’eventuale vendita; che fosse un uomo pentito o scosso non mi parve e in effetti non lo è affatto.

    È caduto due volte ma ancora stringe ai pugni la creatura che si appropriò da Gaucci e che ha distrutto volontariamente per sua incapacità e per volere.
    Ma vada via, si defili in punta di piedi, nessuno lo rimpiangerà.

    La squadra? Per me non esiste, ormai non mi interessa, assistere all’agonia e vederla annaspare a Ischia fa male.
    Quando andrà via questo signore e se un nuovo progetto ci sarà allora seguirò anche prestazioni come quella di Ischia, ma dare contentini o i miei soldi a questo signore proprio no.
    Resettare tutto, io ci ho provato e ci provo, via dal Calcio Catania.
    So che molti storceranno il naso, ma nella vita gli amori più solidi a volte nascono da periodi dì allontanamento…..non si può sempre abbassare la testa accondiscendente a tutto. C’è un limite, per è abbondantemente superato, ormai è intollerabile
    Per ora per me è così, vince o perde, è sempre un Tizio che muove le fila della società attuale, lo stesso che ha voluto rovinare la squadra e noi tifosi e umiliare la città che aveva nella squadra forse l’unico motivo di vanto visto le condizioni in cui versa.
    Mi spiace, se le veda lui e chi vuole queste partite.

    Ricordate che sono tutti suoi uomini quelli che sono oggi in dirigenza e obbediscono a lui……è triste a dirlo, ma è così…..non è cambiato nulla, è lui che dirige, in silenzio ma sempre lo stesso autore del disastro.
    Un abbraccio a tutti gli amici.

  17. Ip Address: 79.27.204.226

    Buona serata a tutti. A Catania nella maggior parte dei tifosi c’è molta delusione quasi disinteresse e si teme il peggio. Caro Giorgio, la descrizione della tua giornata di sabato 6 febbraio ad Ischia insieme a Giuseppe, mi ha fatto rivivere con commozione analoghe esperienze da me vissute le tante volte che ho seguito il Catania in giro per l’Italia (in qualunque categoria). Complimenti, un abbraccio a te, Armando e tutti i cari amici del sito.

  18. Ip Address: 151.35.119.120

    Caro Perplesso come ti capisco! Lascialo dire ad un tifoso alquanto in età più avanzata di te! Ne ho visto di tutti i colori! Ma quello che vedo adesso è ancora più triste, più negativo, più abominevole ,anche paragonato ad i tanti periodi bui da Catania! Bisogna urlare, una volta per sempre che se non va via QUEL SIGNORE non potranno mai rinascere la città di Catania ,la sua squadra, ne i suoi tanti tifosi !

  19. Ip Address: 95.251.25.23

    Buonasera raga!

    Caro filippo 46 grazie! 😉

    Caro Armando scrivi bene a Perplesso. Ancora non mi risponde l’amico rossazzurro di Berlino.

    Ciao Perplesso quello che scrivi e’ tutto vero, ci mancherebbe! Ognuno e’ libero di decidere.LO so sei deluso e triste ma il tuo cuore e’ rossazzurro lo so con certezza.

    A me quello che e’ rimasto della partita d’ Ischia, persa senza gioco di squadra non la dimentichero’ mai come una delle piu’ miserabile partite giocate dal Catania che ho visto dal vivo.

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  20. Ip Address: 95.251.25.23

    Copia e incolla dal sito ufficiale del Calcio Catania:

    venerdì 12 febbraio 2016

    Prima convocazione per Francesco Bombagi
    Verso Catania-Lecce: 21 rossazzurri a disposizione di mister Pancaro

    Questi gli atleti a disposizione di mister Pancaro:

    Portieri
    Bastianoni, Liverani, Logofatu.
    Difensori
    Bastrini, Bergamelli, Ferrario, Garufo, Nunzella, Parisi, Pelagatti.
    Centrocampisti
    Agazzi, Bombagi, Di Cecco, Di Stefano, Musacci, Pessina.
    Attaccanti
    Calderini, Calil, Falcone, Felleca, Lupoli.

    Bye bye!

  21. Ip Address: 94.163.238.103

    La squadra ormai e allo sbando se non va via quel delinquente saremo costretti a vedere lo stesso film che ormai dura da tre anni……..

  22. Ip Address: 91.252.111.222

    Buongiorno a tutti , oggi partita fondamentale per la nostra classifica

  23. Ip Address: 151.57.113.236

    Buon giorno e mi auguro che non sia sgradevole dal punto di vista calcistico! Caro Mexxican,non è fondamentale per la nostra classifica questa partita ,ma lo sono ,anche le altre ,tre. quattro partite Sveglia ragazzi ! Non deludete, ulteriormente,i vostri tifosi! Un saluto agli amici del sito.

  24. Ip Address: 87.13.145.208

    Cari amici Buon giorno a tutti,condivido in pieno quello che scrive Perplesso,mi ha emozionato come sempre quello che riesce a farci leggere Giorgio 47,proprio per questo motivo non riesco più a scrivere,vi seguo cerco di staccare la spina dal Calcio Catania ovviamente è una scusa per cercare di soffrire di meno,credetemi noi tifosi siamo umiliati,sconfitti,arrabbiati,delusi e non abbiamo che da sperare che tutto cambi per tornare a massa a poter gridare Forza Catania…Ma quando avverrà? Quando la vecchia gestione andrà via? Io sono Avvilito ma fino a quando durerà questa agonia? Saluti a tutti coloro che scrivono in questo sito vedo che stiamo aumentando,un saluto particolare a Raggio Libero e JOE che ci sta permettendo di parlare dei colori Rossoazzurri del nostro magico Catania ciao ciao…

  25. Ip Address: 151.57.20.234

    Cari amici,una riflessione a poche ore dall’ inizio della partita. Catania – Lecce , non molti anni fa , profumava di serie A . Oggi è lega Pro ! Ma le due squadre ci sono arrivate percorrendo strade diverse : L’ una per delle disavventure prettamente calcistiche , l ‘ altra , purtroppo,e sono tanto triste nel dirlo, è la nostra che ha dovuto percorrere una via ignominiosa ! Si sa ,e mi scusate il solito ritornello, ma è valido ancora il vecchio detto : La lingua batte dove il dente duole! Saluti cari a tutti.

  26. Ip Address: 88.41.50.162

    proprio contro il Lecce, a casa loro però, assistemmo a una delle prime prodezze di Barrientos, quel tiro scagliato dalla distanza che ci regalò i 3 punti….sembrano passati anni invece no.

    Il mio intervento di ieri è stato forse inopportuno, vi garantisco che non è stato per fare il guastafeste, è un punto di vista diverso, ma molto comune tra i catanesi; cosi come è molto comune pensare che Pulvirenti non venderà mai il catania, perchè non vuole affatto vendere; vedrete, preferirà portarlo alla rovina piuttosto che cedere la società e il centro sportivo a qualcun’altro; già questo è in grande affanno, la societa non ha gran valore , eppure non si riesce a cederla; come mai?
    semplice; perchè non c’e’ la volonta di cedere, è chiaro anche a un non vedente; non vedrà la societa in mano ad altri, preferirà completare l’opera di distruzione.
    la valutazione non è altissima come Egli pretende, tutt’altro; ma chi approccia non va oltre a un sondaggio.
    L’opera di distruzione attuata da questo signore sta proseguendo e non si fermerà perchè non ne ha intenzione.
    Spero di avere torto, ma la vedo dura.

    Per il resto, state tranquilli , il Catania si salverà, e anche facilmente.
    Forza Catania 😉

  27. Ip Address: 212.35.19.138

    Ciao ragazzi

    Perplesso sei grande! Tutto quello che scrivi é vero.

    Come detto in un altro post alle 20:45 Juve-Napoli!

    Buona serata a tutti

    Domani giorno degli innamorati! Penserò al Catania (come a una innamorata che mi ha fatto le cor..)

  28. Ip Address: 80.181.178.60

    Buonasera raga!

    Stasera i ragazzi del Catania devono fare un partitone senza se e senza ma!
    Le motivazioni ci sono tutte, “Rialzati Cataniaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
    Porca la miseraccia!

  29. Ip Address: 37.227.165.251

    Buonasera a tutti dal mio punto di vista , ottimo punto guadagnato contro una squadra superiore alla nostra dove fino all’ultimo a provato a vincerla , noi dopo un buon primo tempo , nella ripresa siamo entrati già stanchi e spompati

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu