Mantenere le distanze

 Scritto da il 1 febbraio 2012 alle 10:05
Feb 012012
 

L’etologia, la scienza che studia il comportamento degli animali, si è soffermata, fra le altre cose,  a studiare il significato di «distanza di fuga». Con questo termine ci si riferisce al limite massimo cui un animale permette all’uomo o a un altro animale di specie diversa di avvicinarsi, quando viene superato tale limite, l’animale, sentendosi in pericolo fugge.
Il concetto di distanza è presente anche nella società civile, per cui i componenti di essa, quando non vogliono interagire con gli altri si mantengono lontani da loro, e quando non vogliono essere coinvolti in situazioni che non condividono, come si dice, da gli altri ne prendono le distanze.
Insomma la distanza è qualcosa che mettiamo fra noi e gli altri quando vogliamo mantenerci lontani da qualche presunto pericolo.
Il presunto pericolo per il Catania 2011-2012 si chiama retrocessione e se non vogliamo correrlo seriamente bisogna, per lo meno, mantenere le distanze.
A fine agosto alcuni amici mi hanno chiesto un pronostico sul campionato di calcio che stava per iniziare e, in particolare le impressioni sul nostro Catania.
Il campionato, come è notorio, è poi partito con ritardo, ma ciò non ha invalidato la bontà del mio pronostico e fino a qualche settimana fa tutto filava a meraviglia.
Divise le squadre in quattro fasce, avevo inserito la nostra dall’ottavo all’undicesimo posto, più che convinto che sarebbe stato centrato proprio quell’ agognato ottavo posto, assegnando agli uomini di Montella 49- 50 punti.
Il mio pronostico partiva dalla stima qualitativa dell’organico complessivo del Catania, al cospetto degli altri organici.
L’evoluzione del campionato, fino alla sosta natalizia, ha rispecchiato per il Catania e per le altre squadre le mie previsioni, poi, in poco più di un mese le cose sono notevolmente cambiate.
Avevo pur avvisato che il mercato di gennaio avrebbe potuto alterare, anche notevolmente, la scala dei valori. Alla ripresa delle vacanze il Catania si è ritrovato senza un valido portiere da serie A, nel vero senso della lettera, e non voglio essere polemico, ma se scorriamo l’elenco dei portieri del nostro campionato fra italiani e stranieri ci accorgiamo che è proprio così.
Ne volete un esempio: Juventus: Buffon (nazionale) e le riserve si chiamano Storari e Manninger; Milan: Abbiati, Amelia e Roma, tutti ex nazionali; Udinese: Handanovic (nazionale); Lazio. Marchetti (ha fatto i mondiali con l’Italia); Inter: Julio Cesar (nazionale brasiliano); Roma. Stekelemburg (nazionale olandese); Napoli: De Sanctis (nazionale); Palermo. Viviano che ha già vestito la maglia della nazionale e intende rivestirla; Genoa; Frey (nazionale francese); Fiorentina: Boruc (nazionale polacco); Parma: Mirante (nazionale giovanile); Chievo Verona : Sorrentino, non è stato nazionale, ma giù il cappello, da tempo lo meriterebbe; Atalanta: Consigli (nazionale giovanile); Cagliari: Agazzi (nel giro della nazionale e già preselezionato); Bologna : Gillet (nazionale); Siena: Brkic (nazionale) e la riserva si chiama Pegolo; Cesena: Antonioli, ormai di 42 anni compiuti, ma con un’illustre carriera alla spalle, è stato portiere del Milan e ha ben 23 presenze nella nazionale; Under; 21 Novara: Ujkani (nazionale); Lecce: Julio Sergio, al momento infortunato, ex della Roma ed  ex nazionale, e la riserva, che si chiama Benassi che ha compiuto inaspettati “miracoli” contro l’Inter.
Delle squadre rimane solo il Catania che anch’essa aveva il suo portiere nazionale (argentino), ma adesso si ritrova, cifre alla mano, con un portiere che ha subito ben 190 reti nelle 147 partite disputate fra i professionisti, quasi una e mezza a partita, e che, tranne il biennio trascorso a Reggio Calabria, non è mai stato titolare, e in tre anni con la maglia del Catania ha disputato, fin ora, soltanto otto partite subendo già ben dodici reti.
Incoraggiamo tutti col cuore Campagnolo, ma i tifosi catanesi non hanno “le boccole al naso” e hanno ben capito che dei 50 punti previsti questa scelta ce ne porterà via almeno 4-5.
Alla ripresa delle vacanze, oltre il portiere, non c’è più Pablo Ledesma, l’uomo è discutibile, gli atteggiamenti assunti idem, ma c’è qualcuno in giro così ardimentoso da discuterne le qualità tecniche? Non ci sono più né Sciacca, né Keko e ci può stare, ma il primo avrebbe fatto comodo, mentre l’altro non ha mai giocato. Non c’è più Delvecchio e ci può stare, ma diamine non c è più Max Lopez che, pur non avendo brillato molto, potenzialmente incuteva timore alle difese avversarie, del resto l’ha comprato il Milan, mica il Messina o l’Acireale nell’Interregionale.
Aspettando il “miracolo” di Suazo che se si rimette in sesto e torna quello di una volta è in grado di segnare almeno sette-otto reti, sì, ma appunto se si rimette in sesto e il rischio che non ritorni quello di prima è troppo alto, così la partenza di Max ci ha portato via, dall’ipotetica quota di 50 punti, altri 4-5 punti.
Morale della favola questa squadra difficilmente supererà i 42 punti, quota comunque, più che sufficiente per centrare la sesta salvezza consecutiva.
Mentre il Catania si è notevolmente indebolito, perdendo ipotetici punti in classifica, il Genoa ha comprato Gilardino e Sculli e si è rinforzato, il Palermo ha preso Viviano e si è rinforzato, e la Fiorentina ha comprato Amauri. Tre squadre, alla vigilia erano al nostro stesso livello, adesso sono molto più forti della nostra, come se non bastasse, tranne il Cagliari e il Cesena, si sono rafforzate anche le altre, a partire dal Lecce il cui organico non è più l’ultimo della classe, specie dopo il quasi sicuro arrivo di Valery Boijnov.
Il Catania ha il vantaggio della distanza, quella distanza che deve mantenere per allontanare il pericolo. Il Lecce, tredici punti all’andata, difficilmente ne farà 27 al ritorno (anche se tre li ha già fatti battendo l’Inter) toccando la quota salvezza di 40, il Catania 23 all’andata, se consideriamo il pari con la Roma, non dovrebbe avere difficoltà a farne 17 al ritorno, (uno lo ha già conquistato).
Sono tutti discorsi che dopo la vittoria con il Palermo nessuno di noi si sognava di fare, quando i salentini contavano in classifica solo 9 miseri punticini, ma poi sono stati bravi a fare sette punti, vincendo a Firenze e battendo la corazzata Inter, in tre partite.
Nemmeno il tempo di smaltire i veleni per la mancata vittoria contro il Parma e per la prova non rassicurante fornita che si va a Siena. Arbitra un certo signor De Marco che in un Livorno-Catania, sfida al vertice di serie B fu capace di fischiare al 96’ un rigore a favore del Livorno per un inesistente fallo commesso due metri fuori area, “scippandoci” di una sacrosanta vittoria.
Ma a quel tempo qualcuno molto in alto desiderava il Livorno in serie A.
Difficilmente critico le designazioni arbitrali o scarico sull’arbitro i mancati risultati del Catania, gli arbitri, sono esseri umani e possono sbagliare, a nostro favore o contro, certo è difficile stare zitti di fronte a un Giannoccaro di Lecce che non vede in Fiorentina-Catania la rete di Barrientos, con il pallone oltre un metro dentro, ma può capitare.
Del signor De Marco, che ha arbitrato il Catania con alterne fortune in altre circostanze, mi porto dentro questo spiacevole ricordo, spero che resti l’unico sgradevole.
Il Siena attualmente occupa la quart’ultima posizione, l’ultima che garantisce la permanenza, ma ha soli tre punti di vantaggio dal redivivo Lecce.
Gli uomini di Sannino vengono dalla sconfitta di Firenze, ma attraversano un buon periodo e nelle ultime due gare casalinghe hanno fermato il Napoli sull’1-1 e rifilato ben quattro reti alla Lazio. Sannino è un gran lavoratore, uno che non molla mai. Davanti i bianconeri toscani hanno uomini come il promettente Destro e il pericoloso Calaiò, un attaccante che per quel che vale forse avrebbe meritato una carriera migliore.
L’organico del Siena è di tutto rispetto e, oltre a Destro e Calaiò si avvale di calciatori come D’Agostino e Brienza.
All’andata finì a reti inviolate, lo stesso risultato andrebbe benissimo al Catania perché gli consentirebbe di mantenere le distanze dallo stesso Siena e probabilmente gli farebbe aumentare il vantaggio sul Lecce che, salvo altri miracoli, dovrebbe trovare disco rosso a Udine.
In fin dei conti il pari potrebbe andare bene anche allo stesso Siena che all’andata, nel confronto diretto, ha battuto il Lecce con un netto 3-0.
Una sconfitta sarebbe pericolosa per entrambe le squadre, ma lo sarebbe ancor di più per il Catania, perché in fin dei conti, perdendo il Siena i bianconeri resterebbero, come lo sono adesso, sempre preda, perdendo il Catania per il Lecce le prede, inaspettatamente, diventerebbero due.

  23 Commenti per “Mantenere le distanze”

  1. Ip Address: 95.245.182.14

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao Peppe58!!! 😉 😉 😉
    Siamo un po’ scoglionati, ci aspettavamo di meglio!!! 😐 😐 :mrgreen:
    Comunque e ovunque forza Catania sempre!!!!

    SIENA-CATANIA, rinvio quasi certo

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….

    qui è tutto congelato neve da pertutto, non penso che si potra giocare oggi di notte, secondo me la partita sarà rinviata.

  3. Ip Address: 95.245.182.14

    Ciao joe!!! 😉 😉 😉
    Sembra di si!!! 😀 😀 😀

    Fonte Sky:

    Serie A, Siena-Catania rinviata per maltempo

  4. Ip Address: 95.245.182.14

    Fonte Gazzetta dello Sport

    qui siena-catania — Copiosa nevicata nella notta a Siena: almeno trenta centimetri di neve e la situazione continua ad essere critica. Precipitazioni anche in mattinata e temperature in diminuzione, scuole chiuse nel capoluogo e in tutta la provincia, diverse interruzioni di energia elettrica. Si viaggia solo con gomme termiche o catene da neve. Il campo dell’Artremio Franchi è coperto da teloni, ma la situazione rimane a rischio rinvio per gli spalti dello stadio, completamente ricoperti di neve. Al termine di una riunione in Questura, l’Ac Siena e la Questura hanno dato parere negativo allo svolgimento della gara con il Catania di questa sera. Si attende la decisione della Lega. (a.l)

  5. Ip Address: 79.8.99.126

    Nella vita le cose possono cambiare da un momento all’altro. L’articolo in questione ha perso la sua validità per diversi motivi: primo il Catania ha comprato un portiere che, pur non essendo un campione è molto più forte di Campagnolo, ha comprato un ottimo centrocampista come il genoano Seymour ed è arrivato un discreto attaccante, soprattutto è arrivato un esterno fortissimo, potenzialmente da nazionale, come Marco Motta. Seconda cosa il Catania non corre nessun rischio di sconfitta perchè la partita è stata ufficialmente rinviata.

  6. Ip Address: 79.8.99.126

    Naturalmente un caro saluto a tutti i tifosi, poi aggiungo, ma si rendono conto i signori della Lega che pretendere di far svolgere la partite in notturna in questo periodo è una colossale cretinata?

  7. Ip Address: 85.41.235.41

    Prof è vero che il Catania ha comprato nessuno casomai ha preso in prestito….
    questo per me è prendere in giro i tifosi, come sempre.
    LoMO ha detto che prendeva 2 giocatori forti, ma mi dispiace dirlo ha mentito perchè non aveva nessuno :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    e non voglio parlare del ns. amato Presidente che ha dichiarato diverse volte che stanno arrivando 2 brasiliani forti 😈 😈 😈
    No comment …….

  8. Ip Address: 79.8.99.126

    Anche Bologna-Fiorentina è stata ufficialmente rinviata, mentre sono a forte rischio Udinese-Lecce e Atalanta-Genoa e Inter-Palermo, ma si dovrebbe giocare.
    Insomma, le uniche gare certe, dopo i quattro rinvii sono al momento Cagliari-Roma, Lazio-Milan e Napoli-Cesena, come dire “benvenuti al Sud”

  9. Ip Address: 79.8.99.126

    Ciao Joe, certo hai ragione, ha preso in prestito, ma giocheranno pur sempre con noi e daranno, per quest’anno, il loro apporto.

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    All’infuori di Motta che è arrugginito, non gioca da tanto tempo… il resto sono sconosciuti, io non ho mai sentito parlare 😳 😳 😳

  11. Ip Address: 93.46.18.72

    Buongiorno a tutti

    Questo quanto riporta la gazzetta dello sport sul mercato invernale del catania

    Anche il Catania
    (6,5) ha mosso le acque dopo
    il sacrificio di Maxi. Carrizo,
    Motta, Ebagua e Seymour assicurano
    una buona dose di qualità.

    CHE COSA CAMBIA

    Con Motta sulla destra
    c’è una doppia soluzione

    La cessione di Maxi Lopez, per quanto
    importante, non dovrebbe condizionare
    il gioco della squadra di Montella: l’argentino,
    nella prima parte della stagione,
    ha giocato poco e Bergessio lo ha
    sostituito benissimo.Da valutare l’inserimento
    diMotta, esterno destro in grado
    di giocare nella difesa a quattro e
    anche sulla fascia in un centrocampo a
    cinque (come piace a Montella).

  12. Ip Address: 188.11.120.164

    LM: Vittoria chiudere mercato a +2.5 mln, ora lo stadio.

    MASCALUCIA (CT) – Nel corso della conferenza stampa di presentazione del Master in Management e comunicazione patrocinato dal Calcio Catania, il diretto generale Pietro Lo Monaco ha tenuto il suo discorso di fronte ai partecipanti.

    “In quella che dev’essere la formazione di un dirigente contano i contenuti. E’ necessario aver una cura particolare dei dettagli. Calciomercato, una piccola società come la nostra ha dei bilanci in attivo ormai da 7-8 anni, tali da consentire la costruzione di tutto ciò. Al 30 Giugno di quest’anno avremmo già finito di pagare 36mln di euro di mutuo. Abbiamo dato un esempio di grande efficienza al sud. Hanno lavorato e lavoreranno tante persone, è diventato un punto d’orgoglio di tutta la nostra cittadinanza, gente che si radica, diventa tutt’uno con la struttura e riflette lo spirito della nostra azienda. Dobbiamo stare attenti ai costi. Ho vinto in questo calciomercato portando a casa 2.5mln di euro. Abbiamo risparmiato sulla gestione. Una sola voce è necessaria per portare avanti un’azienda, l’ottimizzazione dei costi. Facendo così si parte sempre avanti rispetto alle concorrenti.

    “Il cuore della nostra società è mantenere la categoria. Ogni anno la nostra prima posizione è rimanere in A, equivale a vincere uno scudetto. Ci misuriamo con dei giganti economici con cui il confronto è improponibile. Il prossimo progetto è lo stadio. Immaginare quel che sarebbe venuto fuori col centro sportivo era da pazzi. Appena vedremo chiaro e la legge partirà inizieremo immediatamente. Uno stadio dà anche il là alla ripresa economica: muove lavoro, consumi. Lo stadio della Juventus è stato il punto di partenza affinché la squadra potesse tornare ad alti livelli. Il mio sogno è uno stadio in cui la gente possa abbonarsi pagando pochissimo. Questo significa crescita, progresso.

    “Per fare tutte queste cose c’è bisogno di persone qualificate che ci diano un aiuto e trovino una dimensione in quel che fanno.

  13. Ip Address: 188.11.120.164

    Maxi mi fa tenerezza… per non dire altro.

    MASCALUCIA (CT) – A margine della conferenza stampa di presentazione del Master in Management patrocinato dal Calcio Catania e dall’Università di Catania, il presidente Pulvirenti si intrattiene con la stampa.

    “La presenza di Abete avvalora l’importanza di questo Master. Una volta si diventava dirigenti improvvisandosi, oggi non è più così. Il calcio risponde alle leggi di mercato ed ha bisogno di professionisti, non di gente improvvisata. Il nostro obiettivo è sfornare la prossima classe dirigente.

    “Sono molto felice dell’arrivo di Ebagua. Avevamo pensato a lui già ad Agosto. Motta è venuto perché darà a Montella la possibilità di schierare un’alternativa in più lungo la fascia destra. Tom è una nostra scommessa, giocava nella serie C brasiliana, sapete che siamo soliti a questo tipo di affari, finora con Izco, Martinho è andata abbastanza bene.

    “In questo momento il calcio non può che risentire della crisi. Questo mercato è stato impostato su tanti prestiti, a volte con diritto di riscatto. Avevamo l’esigenza di dar all’allenatore delle alternative per il modulo nuovo su cui vorrebbe impostare il prosieguo della stagione.

    “Seymour è un giocatore valido. Si è aperta la strada a questa trattativa dopo l’addio a Delvecchio, avevamo bisogno di un giocatore importante a centrocampo, ci sarà di grande aiuto, è molto duttile.

    “Mascara? Per lui parlano i fatti. Ha fatto bene a Napoli e farà bene a Novara. Martinez si è perso per altri motivi. Lopez mi ha fatto tenerezza per non dir altro. Non ha mai parlato di Catania e non capisco perché ma fa capire perché è andato via. Catania non deve sentirsi offesa da questa partenza. Vale per lui come per Alvarez, se un giocatore non vuole restare a Catania meglio vada via. Chi sta a Catania deve esser contento di vestire questa maglia.

  14. Ip Address: 79.8.99.126

    Una buonasera a tutti i tifosi. Alla luce di quanto scrive Giorgio47 da Napoli c’è da fare i complimenti a Lo Monaco e al nostro Presidente, cosa che da alcuni ann( da quando hanno preso in mano la società)i faccio puntualmente, e aspettare con fiducia di vincere il nostro sesto scudetto consecutivo.

  15. Ip Address: 2.14.182.92

    🙄 🙄 🙄 🙄 🙄
    Non ho molto seguito in questi 2 gg, quasi niente, e forse è stato meglio, ora prima di vedere se si gioca a Siena entro per un saluto a tutti parti!! :mrgreen: :mrgreen:

    Finalmente Montella ha il suo 3-5-2 questa è l’unica cosa che vedo in questa campagna acquisti!! volete la formazione di Cesena?

    ————–Carrizo
    ——–Bellusci-Legrottaglie–Spolli–
    Motta–Lodi(Izco)–Almiron–Biagianti–Llama
    ———Barrientos–Bergessio

    Sperando che Motta e Carrizo siano in forma!!

    Se mi piace? in generale si!! ma do fiducia a tempo :mrgreen: :mrgreen:
    Anche se poi divendo cattivo, è penso che Montella ha distrutto il clan degli argentini, speriamo di non pendircene 😐 😐

  16. Ip Address: 2.14.182.92

    Mi basta questo!!

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Catania, Lo Monaco: “Wellington il ‘nuovo Martinho’. Alvarez, che errore hai fatto”

    Scusatemi qualcuno mi sa dire chi è Martinho?
    Il post precedente lo scritto senza leggere nessuna dichiarazione, del duo Lo Monaco, Plulvirenti, ma dopo aver letto cosa dice lo Monaco…..non so cosa pensare, anzi si, a Sig.ra Pappalardo continuerà a farsi la sauna a Torre del Grifo :mrgreen: :mrgreen: lo stadio nè nei sogni come i 50 punti e come tutte le cazzate che continua a fare Lo Monaco, IL PRESIDENTE E D’ACCORDO? ma siamo seri, tutti sapete che io non sopporto gli allenatori, ma un certto Lippi diceva: Torre del Grifo porterà almeno 10 punti in più, ora a parte la vacanza pagategli da Pulvirenti a Taormina, poteva risparmiarsela questa battuta, o allora ha ragione ed io non vedo i 10 punti, Torre del Grifo doveva lanciare i giovani, la Primavera è scarsa pure li ha venduto ed iul Catania ha aumentato di molto l’età media dei suoi giocatori, prima li compravamo giovani e di belle speranze, oggi in prestito è vecchiotti!! :mrgreen: :mrgreen: per oggi basta!!! 😐 😐

  17. Ip Address: 87.20.59.10

    Quoto Chiarezza e la sig.ra pappalardo 😀 😀 😀 😀 😀

  18. Ip Address: 188.11.120.164

    Buonasera raga’!!!
    Ho visto Napoli-Cesena su SKY, partita noiosa con il Cesena a difendersi ma anche a punzecchiare e i napoletani lenti. Due pali o traverse per Cavani.
    Ho visto Martinho correre ma sbagliare molto e per pochi minuti Martinez che non ha fatto molto.

    Leggendo l’intervista del Presidente ci e’ rimasto male che Maxi se ne andato’.
    E cosi come zio Petrus per Alvarez che e’ andato nel Real Saragozza ultimo in classifica.

    Su Alvarez adesso lo capito, ma su Maxi raga’ lo sapevamo che voleva andare via. Su questo argomento ha ragione il Presidente e zio Petrus chi vuole andare via che “vada”.

    Comunque spero che i nuovi specialmente Motta e Seymour ci diano una mano.

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

  19. Ip Address: 95.234.193.13

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli, cielo grigio temperatura da brrrrrrrrrrrr!!!!

    Forza Catania e buona giornata a tutti!!!

  20. Ip Address: 79.33.107.221

    Buongiorno a tutti,”notizia”,per chi ancora non l’ha letta:

    01-02-2012 Clamoroso, Maxi Lopez aveva detto sì al Bologna!
    ORE 16.10 – Autore: Redazione tuttocalciocatania

    Sorprendenti dichiarazioni del vice-presidente del Bologna, Maurizio Setti, il quale ha confessato di essere stato vicino a prelevare l’attaccante argentino ex Catania Maxi Lopez. “Se il Milan fosse riuscito a prendere Tevez ci avrebbe girato Maxi Lopez, il suo procuratore è un amico e il giocatore aveva accettato la destinazione”, le parole di Setti a SporToday. (TuttoCalcioCatania.com)

  21. Ip Address: 95.234.193.13

    Jornal da Manhã
    Uberaba, 02 de fevereiro de 2012 | 07:46h

    ESPORTE

    01/02/2012

    Tom é vendido para o futebol italiano e multa deve ajudar o USC

    As notícias no treino da tarde de ontem foram mais que sensacionais para o Uberaba Sport Club. Isso porque o lateral-esquerdo Tom, que não estava configurando como titular da equipe no Campeonato Mineiro, foi negociado com o Calcio Catania, clube de futebol italiano da cidade de Catania que disputa atualmente a Série A daquele país.
    O detalhe curioso é que o atleta tinha multa rescisória relativamente alta para os padrões do Uberaba Sport e, segundo o diretor de Futebol, Ernani Nogueira, os valores pagos foram superiores ao original. “Essa negociação foi muito boa financeiramente para o Uberaba Sport. O valor da multa rescisória é ótimo, mas quem pode divulgá-lo é somente o presidente do Clube”, relatou Ernani.
    A reportagem do Jornal da Manhã entrou em contato com o presidente do clube, Luiz Humberto Alves Borges, para buscar detalhes sobre a transferência do atleta. Segundo o mandatário alvirrubro, os valores não podem ser divulgados. “A multa tem valor representativo para nós, mas existe uma cláusula de sigilo no contrato do atleta, e não podemos divulgar o valor real”, explicou
    Luiz Humberto.
    Tom segue viagem para a Itália e deve se apresentar no clube italiano ainda nesta semana. Perguntado se o dinheiro da multa serviria para trazer mais jogadores ao elenco, Ernani foi taxativo: “isso é uma decisão do presidente”, finalizou.

    Tom é vendido para o futebol italiano e multa deve ajudar o USC

    As notícias no treino da tarde de ontem foram mais que sensacionais para o Uberaba Sport Club. Isso porque o lateral-esquerdo Tom, que não estava configurando como titular da equipe no Campeonato Mineiro, foi negociado com o Calcio Catania, clube de futebol italiano da cidade de Catania que disputa atualmente a Série A daquele país.
    O detalhe curioso é que o atleta tinha multa rescisória relativamente alta para os padrões do Uberaba Sport e, segundo o diretor de Futebol, Ernani Nogueira, os valores pagos foram superiores ao original. “Essa negociação foi muito boa financeiramente para o Uberaba Sport. O valor da multa rescisória é ótimo, mas quem pode divulgá-lo é somente o presidente do Clube”, relatou Ernani.
    A reportagem do Jornal da Manhã entrou em contato com o presidente do clube, Luiz Humberto Alves Borges, para buscar detalhes sobre a transferência do atleta. Segundo o mandatário alvirrubro, os valores não podem ser divulgados. “A multa tem valor representativo para nós, mas existe uma cláusula de sigilo no contrato do atleta, e não podemos divulgar o valor real”, explicou
    Luiz Humberto.
    Tom segue viagem para a Itália e deve se apresentar no clube italiano ainda nesta semana. Perguntado se o dinheiro da multa serviria para trazer mais jogadores ao elenco, Ernani foi taxativo: “isso é uma decisão do presidente”, finalizou.

    Tom é vendido para o futebol italiano e multa deve ajudar o USC

    As notícias no treino da tarde de ontem foram mais que sensacionais para o Uberaba Sport Club. Isso porque o lateral-esquerdo Tom, que não estava configurando como titular da equipe no Campeonato Mineiro, foi negociado com o Calcio Catania, clube de futebol italiano da cidade de Catania que disputa atualmente a Série A daquele país.
    O detalhe curioso é que o atleta tinha multa rescisória relativamente alta para os padrões do Uberaba Sport e, segundo o diretor de Futebol, Ernani Nogueira, os valores pagos foram superiores ao original. “Essa negociação foi muito boa financeiramente para o Uberaba Sport. O valor da multa rescisória é ótimo, mas quem pode divulgá-lo é somente o presidente do Clube”, relatou Ernani.
    A reportagem do Jornal da Manhã entrou em contato com o presidente do clube, Luiz Humberto Alves Borges, para buscar detalhes sobre a transferência do atleta. Segundo o mandatário alvirrubro, os valores não podem ser divulgados. “A multa tem valor representativo para nós, mas existe uma cláusula de sigilo no contrato do atleta, e não podemos divulgar o valor real”, explicou
    Luiz Humberto.
    Tom segue viagem para a Itália e deve se apresentar no clube italiano ainda nesta semana. Perguntado se o dinheiro da multa serviria para trazer mais jogadores ao elenco, Ernani foi taxativo: “isso é uma decisão do presidente”, finalizou.

  22. Ip Address: 95.234.193.13

    Jornal da Manhã (Mattina giornale)

    Tom viene venduto al calcio italiano e multe dovrebbe aiutare

    La notizia al pomeriggio, le prove di ieri è stato più che
    emozionante Club Uberaba Sport. Questo perché il terzino sinistro Tom, che non era preannuncia come titolare della squadra di Championship Stato, è stato commerciato al Calcio Catania, club italiano di calcio della città di Catania che attualmente la gara di Serie A quel paese.
    La cosa curiosa è che l’atleta aveva una bella conclusione per gli standard relativamente elevati di Uberaba Sport e, secondo il direttore del calcio, Ernani Nogueira, le somme versate erano superiori rispetto all’originale. “Questo accordo è stato molto buono finanziariamente per lo Sport Uberaba. Il valore della sanzione di terminazione è grande, ma che può passare è solo il presidente del Club, “Ernani segnalato.
    La relazione del Journal mattino è venuto in contatto con il presidente del club, Luiz Humberto Alves Borges, a cercare dettagli sul trasferimento dell’atleta. Secondo il rappresentante alvirrubro valori non possono essere divulgate. “La multa è il valore rappresentativo per noi, ma c’è una clausola di riservatezza nel contratto dell’atleta, e non possiamo rivelare il valore effettivo”, ha spiegato
    Luiz Humberto.
    Tom continua il suo viaggio in Italia e ad esibirsi al club italiano questa settimana. Alla domanda se i soldi dalle ammende servirebbe per portare più giocatori alla squadra, Ernani è stato irremovibile: “Questa è una decisione del presidente”, ha aggiunto.

  23. Ip Address: 87.19.107.141

    Buon pomeriggio a tutti.

    La Lega anticipa alle 15 Roma-Inter e Milan-Napoli
    Stessa decisione per Cesena-Catania. Era stato Galliani ad inizio settimana a lanciare l’allarme sul posticipo serale di San Siro

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu