Maran in sala stampa

 Scritto da il 20 febbraio 2014 alle 17:04
Feb 202014
 

Maran-stampa

Abbiamo deciso di partire prima per Verona per prepararsi al meglio a questa gara importante per noi. Siamo consapevoli della nostra forza e abbiamo voglia di stupire e fare questa impresa di vincere al Bentegodi. Ci sono 14 finali e contro il Chievo non è uno spareggio ma una gara importante.
I Clivensi hanno un buon organico e noi dobbiamo mettere in campo le nostre qualità, sono abituati a lottare per la salvezza ma noi siamo pronti anche alla battaglia con aggressività e concentrazione.
Non so chi giocherà o come si schiererà il Chievo, noi ci stiamo preparando per fare la nostra partita cercando di mettere in difficoltà gli avversari. Non ho più il tempo per emozionarmi dopo la mia esperienza al Chievo, adesso devo pensare solo al Catania.

Abbiamo ritrovato la voglia di lottare e abbiamo acquisito consapevolezza nei nostri mezzi e tanta autostima. Non bisogna però adagiarsi perché sarebbe un errore. Bisogna dare sempre di più. La mentalità e l’approccio sono fondamentali, ma serve sempre applicazione per evitare di cadere. Non bisogna cullarsi che tutto è già fatto.

Barrientos si è allenato a parte e non so se sarà disponibile. Comunque abbiamo più di una soluzione alternativa. Ci sono giocatori simili come ruolo ma con caratteristiche diverse. Lodi si è allenato col gruppo anche oggi e sta bene.

  40 Commenti per “Maran in sala stampa”

  1. Ip Address: 79.55.198.215

    Buonasera raga’!!! 😉

    Contro il Chievo ci vorrebbe un’altra impresa anche se difficile ma non troppo, perche’ per noi e’ sempre stato un campo ostico.
    Spero che i ragazzi del Catania quando entrano in campo siano compatti e concentrati e non facciano errori.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! 😆

  2. Ip Address: 79.27.46.70

    ciao giorgio se giocano come contro la lazio non cene per nessuno forza catania sempre 😉 😉

  3. Ip Address: 79.27.46.70

    MASCALUCIA (CT) – Settimana anomala per il Catania che anticipa il lavoro preparandosi alla partenza per Verona, fissata domani. Nell’allenamento odierno palestra, poi sgambata amichevole con la Primavera. Risultato 6-0 dopo 70 minuti equamente divisi in due tempi. Da annotare le doppiette di Bergessio e Legrottaglie, a segno anche Izco e Plasil. In gruppo Lodi, differenziato per Almiron, Barrientos, Frison e Leto.

  4. Ip Address: 79.27.46.70

    MASCALUCIA (CT) – Rolando Maran risponde alle domande poste dai tifosi mediante “Fai la tua domanda a..”

    Quali sono le differenze tra Fedato e Keko? Può giocare con Castro?
    (Michele e Ricky)
    “Abbiamo più di una possibilità. Abbiamo anticipato la partenza anche perché siam riusciti ad anticipare gli obiettivi della settimana. Al di là che Pitu ce la faccia o meno tutti possono dare unna mano. Sia Keko che Fedato devono esser bravi a calarsi nel momento, Per un giovane la palla pesa parecchio. Devo adattarsi ma li vedo bene.

    Teme un calo di concentrazione del gruppo dopo la bella vittoria contro la Lazio
    (Alessandro)
    “Non ci sono facili entusiasmi, abbiamo grande voglia di lavorare. Siamo migliorati ma non significa nulla. Siamo nelle condizioni di lottare adesso, bisogna lottare fino alla fine con le nostre forze. 😉 😉

  5. Ip Address: 79.27.46.70

    ROMA – Sarà il Sig. Daniele Orsato di Schio a dirigere Chievo-Catania. Assistenti sono stati designati il Sig. Nicola Andrea Nicoletti di Macerata ed il Sig. Fabio Pietro Galloni di Lodi. Quarto ufficiale Andrea Padovan di Conegliano. Assistenti addizionali il Sig. Mauro Bergonzi di Genova ed il Sig. Maurizio Mariani (CAN B) di Aprilia.

    Nato a Montecchio Maggiore (VI) il 23/11/1975, ha fatto il suo esordio in Serie A il 17 Dicembre 2006 in occasione dell’incontro Siena-Atalanta, terminato con il risultato finale di 1-1. Ha diretto il suo ultimo precedente col Catania nel corso della stagione 2013/14, Catania-Bologna 2-0 al Massimino.

    Nel 2012/2013 ha diretto Catania-Milan terminò 1-3. Il Catania, in vantaggio all’intervallo, patì l’esplulsione di Barrientos dopo pochi minuti dalla ripresa del gioco. Una rete in fuorigioco siglata da El Shaarawy nelle immediatezze mise la gara in discesa per i rossoneri. Per Orsato fu quella la 100^ direzione in serie A.

    Nel 2011/12 al Massimino terminò 2-1, a scapito dell’Inter. Alla rete iniziale del solito Cambiasso risposero Almiron, alla sua prima segnatura in rossazzurro, e Lodi su rigore.

    Nel 2010/2011 ha diretto il Catania nelle due gare di campionato contro il Brescia: 1-0 all’andata, rete di Lopez, 1-2 al ritorno, reti di Silvestre, Bergessio e Diamanti (Brescia). Al Rigamonti il Catania conquistò la matematica salvezza, centrando anche la sua prima vittoria in trasferta, la più recente.

    Nell’estate del 2010 diresse l’amichevole estiva disputata al Massimino contro il Bilbao, conclusasi sul punteggio di 0-3 per gli spagnoli.

    Dopo quelle già elencate l’ultima partita in ordine di tempo risale al 2 Maggio 2010, Stagione Sportiva 2009/2010, quando Orsato arbitrò Catania-Juventus, terminata 1-1: al vantaggio iniziale di Silvestre rispose Marchisio.

    Nella medesima stagione arbitrò il roboante pareggio per 2-2 a San Siro contro il Milan: il Catania, privo di Martinez, conclude il primo tempo in vantaggio grazie alle reti di Maxi Lopez e Ricchiuti: Borriello però spegne i sogni di gloria dei rossazzurri riportando la gara in parità.

    Ancora stagione 2009/2010, Orsato arbitra lo scontro-salvezza tra Catania e Livorno, nel giorno del debutto di Mihajlovic da allenatore del Catania. La partita si conclude sullo 0-1 in favore degli ospiti, passati in vantaggio grazie alla rete di Danilevicius. Inutile il forcing finale dei rossazzurri che colpiscono anche un palo con Alvarez.

    Orsato arbitra anche al debutto di Walter Zenga sulla panchina rossazzurra: era il 6 Aprile 2008 ed il Catania trionfa per 3-0 contro il Napoli grazie alle reti di Colucci,Spinesi e Juan Manuel Vargas.

    Come altri precedenti vanno ricordati la sconfitta 2-1 a Torino, sponda granata, nel fila della stagione 2008/09, coi locali in cerca di salvezza ed il Catania già salvo. Al vantaggio di Bianchi, all’82′, rispose Martinez all’85′, quindi la rete definitiva di Natali.

    Nel 2008 termina 2-0 all’Olimpico, contro la Roma, a segno Giuly e De Rossi (rig.); alla stessa stagione risale il primo precedente, un altro 2-0, a San Siro, contro l’Inter. A segno Crespo ed il rientrante Cesar.

    Sono in tutto 12 i precedenti con il Catania: nelle partite da lui arbitrate i rossazzurri hanno ottenuto cinque vittorie, due pareggi e cinque sconfitte. In trasferta una vittoria, un pareggio, tre sconfitte.

    In questa stagione ha diretto 12 gare di serie A. Il bilancio: 5 vittorie interne, 5 pareggi, due successi esterni.

  6. Ip Address: 82.145.216.121

    Non vi preoccupate Carusi gli diamo noi, io e Mongibello, la spinta dalla curva domenica!!!!!

  7. Ip Address: 79.27.46.182

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro solo catania tutto il resto e noia 😆 😆

  8. Ip Address: 79.27.46.182

    Chievo Verona 3-5-2: Puggioni, Frey, Dainelli, Cesar; Sardo, Guana, L.Rigoni, Hetemaj, Dramé; Thereau, Paloschi.

    Catania 4-3-3: Andujar, Peruzzi, Spolli, Bellusci, Alvarez, Izco, Lodi, Rinaudo, Castro, Bergessio, Keko.

  9. Ip Address: 95.235.33.162

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao angelo e matteocifalotu!!!
    Matteo, dietro a te e Mongibello ci siamo anche noi!!! 😉

    Buona giornata a tutti!!!

  10. Ip Address: 91.253.234.65

    Buongiorno a tutti

  11. Ip Address: 91.253.234.65

    Ma l’arbitro di domenica e un certo Orsato di Schio mentre che c’erano perché non lo prendevano di Verona stesso(Romeo ) almeno si evitavano la trasferta .in lega ci hanno abituati a tutto

  12. Ip Address: 151.74.163.236

    Bravo Mexxican…..l’ho notato anche io.
    Mi pare eccessivo, come se dirigesse il Catania un arbitro di Acireale!!!!

  13. Ip Address: 151.74.163.236

    Schio mi pare sia in provincia di Vicenza…..troppo vicino.

  14. Ip Address: 79.27.46.182

    Le statistiche e le curiosità di Chievo Verona-Catania: Un anno fa l’ultima vittoria in trasferta del Catania, arrivò anche grazie all’ultima punizione vincente fuori casa di Francesco Lodi. Chievo, allarme Almiron. Catania, allarme Paloschi: ha sempre segnato in casa contro il Catania. Chievo alla ricerca della prima vittoria del 2014. Etnei alla ricerca della prima vittoria esterna della stagione. 😉 😉

  15. Ip Address: 79.27.46.182

    Sole pieno allo stadio Bentegodi di Verona domenica pomeriggio nel corso della partita Chievo-Catania. E’ quanto emerge da informazioni meteorologiche raccolte da TuttoCalcioCatania in questi minuti. Sono previsti, inoltre, venti di debole intensità ed una temperatura massima percepita di circa 12-13 gradi. Precipitazioni assenti. (TuttoCalcioCatania.net)

  16. Ip Address: 79.27.46.182

    Il Catania lo ha acquistato in estate strappandolo alla concorrenza di grandi club di livello internazionale. Problemi fisici hanno bloccato il terzino destro Gino Peruzzi, ma da quando si è ristabilito sta fornendo un contributo molto utile alla causa. Le prestazioni del giocatore confermano la bontà dell’investimento effettuato dal Catania ed il suo meritato ritorno in Nazionale. In occasione dell’amichevole contro la Romania del 5 marzo, l’Argentina di Sabella potrà contare sulla forza dirompente di un autentico treno sulla corsia di destra. Con Andujar, Peruzzi è il secondo rossoazzurro a figurare nella lista dei convocati argentini. Prossimamente un terzo potrebbe tenergli compagnia, quel Fabian Rinaudo che da subito si è inserito nei meccanismi di gioco del Catania adattandosi al calcio italiano, che non sarà uno dei più belli al mondo ma rimane il campionato dal coefficiente di difficoltà maggiormente elevato.

    Oggi Rinaudo, che la società dell’Elefante ha prelevato in prestito con diritto di riscatto dallo Sporting Lisbona a gennaio, è uno degli intoccabili nello scacchiere tattico rossoazzurro. Sei volte è stato convocato in Nazionale tra il 2009 e il 2012. Poi un brutto infortunio rimediato in Portogallo ha comportato la perdita del posto da titolare ed il conseguente abbandono della Seleccion. Ma potrebbe essersi trattato di un arrivederci, non un addio. Ai piedi dell’Etna Rinaudo ha ritrovato continuità, fame e voglia di rimettersi in gioco. Punterà a dare fondo alle proprie energie fino alla fine del campionato con l’intento di trascinare il Catania verso la salvezza ed il sogno di strappare una nuova convocazione con vista Brasile 2014. (TuttoCalcioCatania.net)

  17. Ip Address: 91.255.73.182

    Un’altro giocatore a cui speriamo che riesce ha inserirsi e Leto, lui ci può dare una mano nella corsa per la salvezza

  18. Ip Address: 82.145.219.37

    Buon giorno a tutti pari!!!
    Mi dispiace Mexxican ma mi sa che Leto a chiuso a Catania, non è stato convocato nemmeno stavolta….

    CATANIA, i 23 convocati per il Chievo.
    Barrientos e Almiron out
    21.02.2014 12:51 di Redazione ITA Sport
    Press Twitter: @ItaSportPress
    Partirà oggi alla volta di Verona il Catania in
    vista del match col Chievo di domenica allo
    stadio Bentegodi. Il tecnico Rolando Maran ha
    convocato 23 giocatori.
    Questi gli atleti a disposizione:
    Portieri –
    21 Andujar, 35 Ficara, 1 Frison.
    Difensori –
    22 Alvarez, 14 Bellusci, 34 Biraghi, 33
    Capuano, 24 Gyomber, 6 Legrottaglie, 18
    Monzon, 2 Peruzzi, 5 Rolin, 3 Spolli.
    Centrocampisti –
    19 Castro, 13 Izco, 10 Lodi, 8 Plasil, 15
    Rinaudo.
    Attaccanti –
    9 Bergessio, 23 Boateng, 7 Fedato, 26 Keko,
    32 Petkovic.

  19. Ip Address: 92.139.119.239

    Buongiorno a tutti pari,
    Ultimamente scrivo meno per tanti motivi, il primo è il lavoro il secondo quello che affermavo da tempo sul Catania si sta avverando…………ma oggi mi ritaglio un minuto per quest’altra notizia di Peruzzi 🙂 🙂 🙂 e mi chiedo dove sono finiti quelli che volevano che a Gennaio lo vendessero in quanto grande bufala di Cosentino? e dove sono finiti quelli che dicevano lo stesso di Rinaudo e che il Catania a Gennaio con Cosentino a Miami o in giro a fare i suoi interessi era la squadra che meno di tutti si fosse rinforzata facendo esempi come il Sassuolo? scrivo questo perchè ad oggi non ho letto nemmeno una volta un cenno su Cosentino o Pulvirenti, si Pulvirenti ha fatto degli errori ma non certo Cosentino, perchè Tachdisis non penso che Cosentino lo conoscesse e non parliamo di De Canio, ma tantè, ma ora basta pensiamo al Chievo, che per me sarà molto più difficele della partita contro la Lazio, sono d’accordo con Maxxican Leto sarà fondamentale per il finale di stagione e se Maran lo stimola e lo lascia giocare tranquillo e mi spingo di più se lo fa giocare centrale alla Lopez con a sx Bergessio e a dx spero un ritrovato Barrientos, allura si nun ci ne pi nunnu!!! 🙂 🙂

  20. Ip Address: 79.27.46.182

    ciao chiarezza come ai notato tutti coloro che postavano in questo sito sono diminuiti chissa il perche io melo posso immaginare come penso anche tu solo catania tutto il resto e noia 😉 😉

  21. Ip Address: 95.234.99.222

    Buongiorno a tutti,fratelli dal cuore rossoazzurro… 😉

    CATANIA, la giusta punizione per battere il Chievo…
    21.02.2014 17:18 di Stefano Ricci

    Il Catania l’anno scorso si segnalava per la grande abilità a fare gol su calcio di punizione. L’undici di Maran addirittura superava anche la Juventus, l’Inter e il Milan con super Lodi. Le statistiche dicono che il 10,64% dei goal fatti la scorsa stagione dai rossazzurri prima della 25/a giornata di A, erano arrivati su calcio di punizione diretto. Ben 5 volte infatti il gol etneo arrivò dai 22 metri con l’abilità di Francesco Lodi a tracciare beffarde parabole che si infilavano in rete battendo il portiere avversario. Nonostante Maran e De Canio abbiano fatto svolgere delle sedute di allenamento specifiche, il Catania nella casella di gol su punizione è fermo all”ultimo posto con zero reti. Al Bentegodi potrebbe essere la volta buona per abbattere due tabù: superare i clivensi in casa (nelle precedenti sei volte 3 pari e 3 sconfitte) e cancellare la casella “0” dei gol rossazzurri su punizione. Lodi, a te la parola.

  22. Ip Address: 91.255.97.246

    Concordo in pieno con Angelo, purtroppo qualche mese fa’ non c’era neanche spazio dove scrivere oltre a tutte le fesserie che si leggevanosu questo sito .Come dice qualcuno meglio pochi ma buoni

  23. Ip Address: 95.235.33.162

    Buonasera raga’!!!

    Ciao angelop, chiarezza, Mexxican, matteocifalotu e elefante rossoazzurro!!! 😉

    Diciamo che sono fiducioso contro il Chievo, perche’ abbiamo un gioco di squadra che prima non avevamo e una fame terribile di punti.
    Poi il Chievo non e’ piu’ quello degli anni scorsi che era diventata la nostra bestia nera in casa e fuori.
    C’e’ l’abbiamo sotto di noi come punti quindi……….qualcosa vuole dire.
    Spero che il Catania non faccia l’errore di sottovalutarli.

    Anche io non vedo piu’ Leto nei convocati, spero che resti.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! 😆

  24. Ip Address: 79.27.46.182

    ORE 20.13

    Barrientos non è stato convocato per Verona ma l’infortunio si presenta meno grave del previsto e non si esclude la possibilità che torni a disposizione di Maran in vista di Genoa-Catania. Nel frattempo il tecnico di Rovereto valuta varie ipotesi per la sostituzione di Barrientos al Bentegodi contro il Chievo. L’impiego di Sergio Keko è un’idea possibile, così come l’utilizzo di Francesco Fedato o Kevin Prince Boateng. Nelle ultime ore emerge un’altra possibilità: l’inserimento di Jaroslav Plasil. Il ceco è in grado di ricoprire anche il ruolo di trequartista e Maran potrebbe optare per questa soluzione domenica pomeriggio. (TuttoCalcioCatania.net)
    😉 😉 notte rossazzurra a tutti

  25. Ip Address: 87.7.41.238

    Buonasera a tutti.

    Ragazzi, che dire: a tutti farebbe piacere andare a vincere a Verona con il Chievo. A me basterebbe un pareggio, sarebbe molto importante non perdere.

    Matteo, noi ci saremo a sostegno della squadra e della città……sempre!

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare!

  26. Ip Address: 151.74.163.236

    E da notare che l’atteggiamento di Maran e totalmente cambiato.
    Dalla sfiducia delle prime partite, il quasi totale immobilismo e alle dichiarazione semi-arrese del primo Maran, si è passato ad un tecnico più aggressivo, più convinto delle sue capacità ( che sono molte) più consapevole delle possibilità della squadra e dei suoi uomini.
    Questo lascia ben sperare.
    Ci sentiamo domani a commentare una meravigliosa impresa?
    Ci credo, ci crediamo.

  27. Ip Address: 82.145.217.10

    Buon giorno a tutti pari!!!
    Ciao Vittorio quello che dici tu lo condivido in parte perché hai ragione nel dire che la squadra sta tirando fuori il vero valore senza nessun stravolgimento, questo vuol dire tante cose, soprattutto che qualcosa nello spogliatoio e cambiata da quando è stato escluso leto e mandato, finalmente, via maxi lopez!!!!
    L’unica cosa che non sono d’accordo è su i rinforzi all’attacco, che serviva come il pane, e in effetti l’unica punta, mezza punta, che abbiamo non riesce a buttarla dentro, ha anche assai sfortuna e nelle ultime partite non è stato decisivo ma sicuramente cia messo tanta anima e spero che sta sfortuna vada via cominciando da Verona!!!!!!!
    Vittorio io sono uno di quelli che criticava per lo scarso mercato effettuato dalla società, era solo paura, e ne ho ancora!!!! Spero che usciamo da questa situazione al più presto possibile così staremo tutti bene..
    .

  28. Ip Address: 79.12.41.9

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro ciao matteocifalotu e giorgio buona spesa e passata l’influenza?spero di si forza catania a verona con grinta e cuore 😉 😉

  29. Ip Address: 79.12.41.9

    Stampa: Lodi non al meglio, ma ci sarà
    Non è al meglio della condizione ma ci sarà. Francesco Lodi dal primo minuto anche col Chievo Verona. Nelle scelte di Maran, senza Barrientos, spazio a Keko sin dal primo minuto. Confermato lo schieramento confermato nel resto del campo. 😉 😉

  30. Ip Address: 79.12.41.9

    “I rossazzurri sono tornati in piena corsa per la salvezza e adesso sono proprio le altre squadre a temere che il Catania possa avere quel qualcosa in più per tirarsi fuori dalle ultime tre posizioni. Tutto questo non ha ancora alcuna controprova, perchè di fatto in questo momento ci si trova sempre al terzultimo posto. Adesso arriva la sfida di Verona sul campo del Chievo e anche questa sarà una partita da giocare come se fosse una vera e propria finale. La situazione rispetto ad una settimana fa però si è ribaltata del tutto, perchè adesso è il Catania ad avere la possibilità di giocare per due risultati su tre e a giocarsi la chance di dare un piccolo colpo di grazia ai clivensi. Vincere contro la squadra di Corini infatti permetterebbe agli uomini di Maran di salire addirittura a quattro lunghezze di vantaggio sugli avversari e questo potrebbe far crollare totalmente il morale del Chievo. E’ chiaro che in questo momento dal punto di vista psicologico sta meglio il Catania, ma bisogna tenere bene a mente che il pericolo è sempre dietro l’angolo. Per i veneti questa partita potrebbe rivelarsi come una sorta di ultima spiaggia, a maggior ragione per Corini, ed è per questo che ci si deve attendere una partita rabbiosa. Come detto, però le cose sono cambiate malgrado le due squadre siano divise da un solo punto. Ecco perchè sarà il Chievo ad avere più paura di sbagliare rispetto al Catania, ecco perchè bisognerà attendere con pazienza quell’errore che prima o poi arriverà e che dovrà essere sfruttato ad ogni costo. 😉 😉 😉

  31. Ip Address: 79.12.41.9

    😀 😀
    Non sempre la componente economica è l’unica che spiega i successi ed il raggiungimento di traguardi importanti di una squadra. Indiscutibilmente la forza finanziaria può essere concepita come elemento garante di prosperità ma, da sola, non basta. Sono tante le componenti che, realisticamente, concorrono a produrre risultati. Due in particolare. In primis la società e l’assoluta importanza attribuibile alla capacità di programmare l’immediato presente e futuro, la validità del progetto in un’ottica di crescita e sviluppo accompagnata dalla giusta dose di motivazioni ed entusiasmo.

    Secondariamente la tifoseria, che caratterizza il termometro dello stato di salute della squadra. Il pubblico etneo ha dimostrato negli anni di essere maturato non facendo mai venire meno la fede calcistica, l’attaccamento ai colori ed il pieno sostegno ai propri beniamini. Soprattutto grazie ai brillanti risultati ottenuti, il tifo si è espanso oltre la città etnea, in Sicilia e persino in altre zone della penisola. Elemento che non può far altro che inorgoglire tutti i catanesi il cui cuore scalpita per il rossoazzurro.

    La stagione attuale, per tanti motivi, non è iniziata nel modo migliore e, addirittura, ha visto la squadra chiudere il girone d’andata in fondo alla classifica. Un vero e proprio boccone amaro da digerire per il tifoso catanese, non più abituato a campionati di sofferenza. Non è semplice accertare le responsabilità, individuare i reali motivi che hanno portato a questa situazione. In questo contesto il tifo si è diviso, accusando alcuni giocatori di scarso impegno oppure imputando a qualche membro della società di avere compiuto scelte sbagliate. Critiche legittime, ma non sempre costruttive, che hanno stimolato il Catania a crescere e tappare le falle anche attraverso il cosiddetto mercato di riparazione, che ha consegnato alla squadra alcuni innesti di rilievo.

    Nel bene e nel male, i tifosi rossoazzurri hanno sempre fatto la differenza con vicinanza e trasporto. La formazione dell’Elefante ne ha beneficiato portando, pian pianino, anche gli scettici dalla propria parte ed è riuscita a scrollarsi di dosso due grossi fardelli: gli zero punti in trasferta e l’ultimo posto in classifica. Nel corso della stagione i risultati hanno intaccato negativamente il binomio che, per tradizione, contraddistingue tifosi e squadra. Ma l’essenza è rimasta intatta, l’amore verso Catania ed il Catania esiste e resiste, supera le avversità, prevale sulle incertezze costituendo un prezioso tassello nella strada verso la salvezza. ( . )
    😀 😀

  32. Ip Address: 79.46.0.160

    Buongiorno raga’!!!

    Ciao angelo, la spesa e’ normale quella del sabato. Per l’influenza mi e’ rimasta una tosse persistente che non si vuole togliere e mi fa fare con mia moglie le notti “bianche” con duetti di colpi di tosse reciproche. 😥

    Qui cielo grigio con arrivo di pioggia.

    Buona giornata a tutti!!! 😉

  33. Ip Address: 92.139.119.239

    buongiorno a tutti pari
    Ciao Matteo, tu sai la stima che ho sulla tua persona e mai e poi mai mi sarei rivolto a te come pseudo tifoso come del resto a Mongibello o a chiunque altro che frequenta questo sito da anni, posso essere non d’accordo e essendo testardo difendere il mio pensiero, ma sempre nella correttezza delle parole contro tutto e tutti, ma quello che mai sopportero’ sono quelli che cambiano opinione solo in base ai risultati e senza mai sapere come del resto io, cosa in effetti succede nell’interno sia della società che nello spogliatoio.
    Io sono uno di quelli che difende Cosentino da sempre e non mi va tutto il fango che gli si è tirato addosso tutti gli attacchi che gli hanno fatto per aver portato solo gente rotta, Peruzzi Monzon e cosi via, vogliamo vedere quanti giocatori rotti a portato Lo Monaco? tra cui Barrientos e poi a me il tifoso catanese in generale non piace ma sbaglio a dire Catanese, dico Italiano ho visto l’altra sera Juve Trazsbor e i pseudi tifosi (ridicoli con quello che la juve sta vincendo) fischiare la loro squadra ed in particolare Giovinco, tu me li chiami tifosi? Io No…;;
    Riguardo Leto e Lopez ritengo che entrambi siano più forti di Bergessio e vedrai che non appena Leto si rimette ci darà soddisfazioni solo che non lo si puo’ far giocare in trasferta e se nza mai dargli un pallone giocabile e poi criticarlo che dribbla, almeno lui dribbla Bergessio non prende neanche la palla, ora non voglio attaccare Bergessio ma lui non è un centravanti che fa molti gol ma diciamo una spalla importantissima al vero centravanti lo ha fatto sia con Miajlovic che con Simeone con Lopez punta centrale, ma se si sceglie di avere Bergessio centravanti , allora tutto cambia diciamo che il Catania giochi con un finto centravanti, allora segneranno di più sia i difensori che i centrocampisti come contro la Lazio, ed allora la famosa punta che tutti cercano non serve, ed il Catania a Gennaio ha azzeccato completamente gli acquisti, Lodi e Rinaudo. O dovevano comprare una punta, con quello che costano ed in più non si trovano, solo per fare la riserva a Bergessio? vedi Floccari che tutti volevano, al Sassuolo!!!

  34. Ip Address: 151.74.163.236

    Purtroppo vedo, leggo, che c’è sempre qualcuno, però solo uno, che critica velatamente tutti e in particolare si rivolge a una persona , o a un gruppo di persone , non è dato sapere quanti e,soprattutto, chi costoro siano; un gruppo di persona o una sola che, se non la pensano come lui, vengono etichettati come pseudo tifosi o altro.

    Peccato, perche il destinatario o i destinatari non sanno mai ne sapranno mai di essere sfiorati dalla censura di Colui che si erge come unico giudice insindacabile di critica e di pensiero positivo giusto o sbagliato che esso sia che ad ogni intervento sfiora l’inquisizione.

    Io, siccome sono abbastanza certo che non sia la mia persona il destinatario di tanto “furrìo di paroli” e di tanta “diplomazia” come diciamo qui a Catania, ma visto che questa Persona, non menziona mai i destinatari dei Suoi approfondimenti , però sciorina argomenti sempre precisi, mi permetto, sempre se mi è concesso, di obiettare alcune cose che Egli con tanta veemenza scrive e ribadisce nei suoi interventi.

    Vedo che Costui è tanto dentro, ma molto dentro al Catania calcio, …..sa addirittura che Cosentino non conosceva affatto Taxidis ( 😯 ), il quale sarà venuto qui a scambiarsi autonomamente con Lodi; e Guarente anche lui, magari avrà preso il volo diretto Siviglia-Catania e ….eccolo qui catapultato a Torre del Grifo; per non parlare di Monzon e Freire che si sono visti invitare da qualcuno qui a Catania credo, oppure sono passati per caso; si credo che sono arrivati qui da soli; la storia dei 3 milioni è fasulla, infatti a sinistra, terzino, gioca un destro! Càpita nel calcio…

    I ripensamenti, il ritorno di Lodi e di Maran, la scommessa vinta su Rinaudo ( mezzo catanese in prestito secco che già era stato qui a Catania a trovare i suoi parenti), il ritorno alla stessa squadra che c’era lo scorso anno, con Rinaudo al posto di Almirotto ( 😀 ) sono frutto della ovvia presa di coscienza da parte di tutti, che si era agito malissimo al mercato estivo; e siccome, per bocca del Presidente il mercato estivo lo aveva fatto Cosentino…se la matematica non è un opinione, è principalmente di Cosentino la colpa delle mosse e delle strategie di mercato; insomma la debacle autunnale del Catania nel girone di andata mi pare che sia almeno in parte del procuratore argentino….dove sbaglio? Forse abbiamo visto un altro girone di andata?

    la punta a gennaio? solo chi vuole “mittirisi i cutuletti ravanti l’occhi” oggi può dire che non manchi un centravanti di ruolo oltre a Bergessio a cui auguriamo tutti di poter disputare interamente tutte le restanti partite in programma, altrimenti, non vi è sostituto, nonostante verrà, per forza di cose, fatto giocare centravanti certamente qualcun’altra giocatore ( Leto o chi per lui); ma punte di ruolo, oltre a Bergessio il Catania non ne ha; perché dobbiamo dire invece che esiste il sostituto di Bergessio?

    Ma si, vero, Bergessio non è un centravanti….è atipico; ma Bergessio ha dimostrato cosa sa fare, sputa l’anima e qualche golletto, se non ricordo male, lo scorso anno lo ha fatto; io ci penserei due volte prima di criticare Bergessio ( l’unico che ha scritto che non sarebbe andato mai via a gennaio per non lasciare il Catania nei bassifondi)….unico forse;
    L’altro, Leto, fin qui ha dribblato solo tutti e tutto anche i suoi stessi compagni a volte; poi spesso sbaglia i tacchetti e scivola in campo o si scontra con i compagni….io ho visto così, oppure me lo sto inventando? Ha una tecnica sopraffina, si vede, altro che, ma fine a se stessa, è evanescente – almeno finora – ma evidentemente ancora non ha capito come si gioca in Italia provenendo dal campionato greco dove ha fatto furore; questi sono fatti, però, per ora, per Leto, pollice verso; non ha inciso come si aspettava che incidesse, mi pare che sia qui; certo, anche io spero che da domenica in poi faccia 20 gol e che vinca il Pallone d’oro, ma per ora ha deluso.
    discorso diverso per Peruzzi, che nessuno , ma mai nessuno, ha mai criticato.

    Ricordo ancora all’amico “criticone” e tifoso, che non biasimo e che saluto affettuosamente perché in fondo in fondo mi piace il suo modo velato di buttare il sasso e di nascondere la mano, che ancora non si è fatto nulla, siamo in zona retrocessione e stiamo lottando coi denti e con la foga di chi non vuole affondare e che sentirsi salvi ora è l’errore più grande che si possa fare; le altre sono agguerrite, Livorno in primis ( che ha un attacco niente male); bisognerà sudare per risalire e si deve cominciare da Chievo domani.

    E ricordo ancora, se mi è concesso, che il girone di andata, con DeCanio in cabina di regia, abbiamo fatto ridere la serie A e che le statistiche europee dicevano che eravamo la squadra delle Premiere League Europee, con il peggior attacco e la peggior difesa; io non esultavo, molti non esultavano, eppure, leggo oggi, che c’era chi era felice e fiducioso; buon per lui 😉

    Dai, goditi le partite, e non pensare agli altri, pensa alla Tua squadra del cuore come la pensiamo tutti;
    con affetto e senza polemica, però basta a scrivere sempre le stesse cose.

  35. Ip Address: 92.139.119.239

    Penso che non ci sia nient’altro d’aggiungere, e poi qui c’è gente che mi conosce da anni e tutto mi si puo’ dire meno che “tiro il sasso e nascondo la mano” ridicolo solo a pensarlo, ma dai _il carro è pronto c’è posto per tutti, o solo perchè vuoi avere ragione, preferisci il Catania in B? è comodo vedere le partite solo quando si vince, se soffri fai come Giorgio non li vedere mai!!!
    Ps come questo post c’è ne sono altri è non solo da parte tua,
    cordialmente Vittorio alias Chiarezza
    perplesso
    19 gennaio 2014 alle 20:52
    Ip Address: 151.54.113.214
    Riporto anche qui le mie sensazioni e impressioni odierne postate nel precedente post:

    La verità, Signori miei, diaciamocela in faccia, guardiamo la classifica; c’è qualcuno che ci crede? realmente però, spogliandosi della veste di tifoso innamorato; chi ci crede ancora?

    Inuyile girarci attorno, siamo ormai in B, non vedo nulla che possa cambiare la rotta.
    in 20 giorni di mercato, la dirigenza si è accorta che la squadra fa cagare, se ne è accorta da tempo, e cosa ha fatto? Lodi e Rinaudo; non è il modo di agire di chi non vuole scendere nell’inferno della B;

    si doveva pianificare la ricostruzione di gennaio già nel mese di novembre e di dicembre quando si era capito che in estate si erano fatte mosse di mercato agghiaccianti per incompetenza e presunzione; invece che si fa? si va in vacanza in Uruguay e ce ne freghiamo di iniziare già il 6 gennaio con i ritocchi e con nuovi acquisti già presi; adesso che si fa? si aspetta il 31 gennaio? così siamo ancora più a fondo classifica? no, non credo.

    Pulvirenti e il suo vice argentino, l’entità misteriosa, già hanno deposto le armi;
    confesso che oggi non ho volutamente visto la partita, me lo sentivo finiva così; 11 brocchi ( armata brancaleone come l’ha battezzata il suo creatore ) non diventano 11 leoni sol perché cambia il condottiero; brocchi erano e brocchi sono rimasti, e tali resteranno; mettiamoci il cuore in pace; è finita.

    Chi ha l’eta mia ricorderà l’ultima discesa mesta in B, l’anno di D Marzio; stiamo ripercorrendo fedelmente quel cammino; inutile fare paragoni con le salvezze degli ultimi anni; lì c’era chi aveva capito cosa non andava e corse ai rimedi; si, diamo a Cesare quel che è di Cesare; LoMonaco sapeva porre rimedio ai suoi sbagli estivi, perché, vuoi non vuoi, ne capisce di calcio; l’ho criticato una vita, ma di calcio ne capisce; qui, nel Catania attuale, il progetto tecnico tattico di squadra a Cosentino ci pare una cotoletta; Pulvirenti ne capisce quanto noi, è un tifoso, il primo tifoso, ma non ne capisce più di tanto, e si vede……; Bonnano non so che ruolo ha; forse a chi l’ha visto?

    Quindi, fatte queste considerazioni, inutile prendetesela con Tizio e Caio; attrezziamoci per non perdere almeno la faccia; quanti ne prenderemo a Milano????
    Vergogna; io non ne vedrò più partite del catania; oggi già ho evitato di stare male, di soffrire; l’anno della discesa in B, fu traumatico per me abbonato a vedere, non voglio ripetere quell’esperienza.
    Grazie Presidente, grazie Senor Cosentino per quello che ci avete propinato.

  36. Ip Address: 151.74.163.236

    Vittorio Vittorio, confesso che mi fai sempre più simpatia, non lo dico per ironia, ma nel senso giusto della parola.
    Allora era diretto a me, quei sermoni sono per me?
    E dillo, non ci girare attorno.
    Un onore esser sempre nei tuoi pensieri quando scrivi.
    Inquisiscimi pure, se il tuo modo di soddisfare la tua voglia di criticare e questa, fallo pure, ma dillo, non mi offendo mica.
    Resto sempre dell’idea e delle frasi che ho scritto.
    Mi spiace sia dovuto andare a ritroso a cercare le mie frasi, come fossi uno che merita questo tipo di ricerca, un letterato, potevi dirmelo, ti avrei risparmiato le ricerche, mi inorgoglisce ciò, ma sta sereno, non smentisco nulla.
    D’altronde come potrei con te che pare in seno alla società sappia tutto, come l’ultima quando affermi che Cosentino non conosceva Taxidis…!!!!!!!

    Vedi, oggi vedevo Thoir che parlava, in inglese, sorrideva, faceva proclami, spiegava, si sforzava di apparire ai suoi tifosi, vuol far vedere che esiste, si sposta da un continente all’altro, ci prova…. ma l’entità a Te cara non so dove sia, mai una frase, un intervista, un accenno, non esiste, ma si sa che c’è……dove sia non si sa, si sa solo che ha trascorso il capodanno in Uruguay, non le faccio mica io le foto, erano pubbliche. Ma che male c’è a scriverlo?

    Ti ricordo alcune partite:
    Sampdoria Catania
    Catania Fiorentina ( diktat di Montella di non infierire nel secondo tempo? Forse, probabile)
    Catania Siena

    Che sensazioni ti hanno lasciato?

    Armata Brancaleone é un termine usato da Pulvirenti non da me, ma mi associo al presidente. Dopo di che esonero De canio

    Comunque non rinnego una virgola, la punta MANCA…..non sono stati capaci o non hanno potuto comprarla, pazienza.

    La rassegnazione del momento, lo sconforto, c’erano altro che, nelle mie parole.

    C’è chi reagisce così, tu reagisci in altro modo, mettendoti a capo di una corrente di pensiero che deve essere seguita, chi non lo fa o é uno pseudo tifoso o altro ( cucca?).
    Accetta le opinioni altrui, devi saperle accettare, non puoi pretendere che tutti la pensino come te, devi fartene una ragione, perché la cosa ti fa innervosire oltremodo, infatti scrivi di getto, e senza punteggiatura indice del nervosismo che ti serpeggia.
    E così salti da Paolo in frasca facendo intuire come ti innervosisce chi scrive e non la pensa come te, ma perché sei così nervoso?
    Mi spiace Chiarezza, non ti seguirò mai, sul carro con te non ci salgo, non mi piace come guidi, fattene una ragione, uno come me non segue le correnti, pensa con la sua testa e scrive senza offendere nessuno, come te del resto , che giri attorno da tempo ma mai in verità hai mai offeso nessuno.

    Fattene una ragione, se potessi venire allo stadio ( curva sud), in quelle partite che ti ho citato, alcune partite del girone di andata, molti ma moltissimi dicevano ciò che penso io è anche peggio.
    Certo, per te sarebbe stato un trauma, tutta quella gente contro Cosentino, e contro le sue scelte estive, come fare a convincerle tutte della bontà delle scelte del tuo guru, e meno male perché se no che carro avresti dovuto avere? Enorme
    Ma sei proprio sicuro che c’è tutta sta gente che ambisce a salire sul tuo carro?

    Scrivi le tue impressioni se vuoi, ma a volte, sei ripetitivo.
    Lascia il diritto alle opinioni altrui, se proprio non ti piacciono, saltale.
    E così facile.

    Con affetto il tuo Perplesso.

  37. Ip Address: 151.74.163.236

    PS.
    Ma davvero cataloghi tutti gli interventi di coloro che non sono seguaci della tua dottrina??
    Hai un archivio?
    Caspita……tipo Gestapo.

  38. Ip Address: 92.139.119.239

    ed ancora hai il coraggio di parlare,?
    Non c’è nessun bisogno di tenere un archivio basta conoscere il sito, ed andare a ritroso è li trovi tutti i commenti e con te ed alcuni altri non cv’è che l’imbarazzo della scelta!!

  39. Ip Address: 92.139.119.239

    Riguardo la mia punteggiatura è solamente l’ignoranza e non il nervosismo, sai non tutti sono qui a fare letteratura, e poi mai ho girato attorno a niente e non cerco seguaci, e quando dico pseudo tifosi lo dico e lo affermo con certezza, ma li non parlo solo di te ma del tifoso Italiano in generale!! E allora se ho capito bene se non sali sul carro vuoi il Catania in B, e sorridi perchè il Catania in B non ci andrà, e se puoi rispondi tecnicamente alla questione punta e non tanto per andare contro la società e Cosentino, e poi fattene una ragione Cosentino è il Vice Presidente del Catania e se andrà via lo deciderà solo Pulvirenti anche se lo stesso non ne capisce niente 😀 😀

  40. Ip Address: 151.74.163.236

    Coraggio ne ho da vendere, non mi fa paura esporre civilmente il mio pensiero.
    Sapessi che decisioni coraggiose devo prendere quotidianamente nel mio lavoro, parlare del Catania diventa un piffero….dai, siamo seri, siamo adulti entrambi.

    Ritengo una disgrazia Cosentino per il Catania, mi dispiace che non ci dorma tu la notte, ma fu una sciagura il suo avvento e la gestione societaria del catania a prescißenre di come andranno le cose.

    Credimi ho amici vicini alla dirigenza e ti dico che le cose cambieranno e anche presto, per rispetto e serietà non parlo ma non è come dici tu.

    Non salgo sul tuo carro, perché non vi è nessun carro, ricorda amico mio che la salvezza ancora non è raggiunta. Tu la stai celebrando, noi la stiamo soffrendo, e diverso.

    Credi davvero che io è qualche altro del tuo archivio personale goda che il catania vada in B? Bene, se è questo che pensi, pensalo pure, sinceramente ciò che pensi tu non mi importa più di tanto, senza offesa, come auspicherei che ti disinteressassi dei miei pensieri, lascia stare.

    Salta i miei commenti allora, fa così, sarai più sereno anche se ti mancherà cosa scrivere perché ultimamente sei leggermente monotematico…..relax Chiarezza, relax.

    Dai, pensa a domani e alla partita, lasciami perdere, credimi, non ne vale la pena.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu